Issuu on Google+

Trimestrale di informazione - Anno V numero 1 - In caso di mancato recapito rinviare al CMP di Catania per la restituzione.


Sommario Cristina Busi Ferruzzi presidente

Editoriale Rondine d’Albania: Un Natale speciale.

2

2009 un anno di successi. Rinnovato il contratto con The Coca- Cola Company.

3

di MARIA CRISTINA BUSI FERRUZZI

di Luca Busi

Luca Busi amministratore delegato

Management Grazie... Lettera aperta del Direttore generale Natale Lia.

4

Sicurezza La protezione da atmosfere esplosive, Atex. Natale Lia direttore generale

Marcello Mammana direttore amministrativo

di LUIGI DI MAURO

6

Marketing Kick off del progetto “segmentation” a Palermo. Collezione 2009. la promozione studiata per portare i bicchieri Coca-Cola nella tavola dei siciliani. Market visit d’eccellenza per il test lancio di Illyssimo. Coca-Cola Light Tribute to Fashion. Sibeg si aggiudica all’asta benefica due bottiglie. Accendi l’emozione del Natale. Speciale attivazioni 2009.

8 9 9 10 11 12

Marketing & Communications Sergio Sapienza direttore produzione e logistica

Anno V numero 2 Direttore editoriale Luca Busi Direttore responsabile Sebastiano Mazzarino Segreteria Manuela Panebianco Comitato editoriale Maria Cristina Busi Ferruzzi Luca Busi Natale Lia Marcello Mammana Sergio Sapienza Propietario, editore, direzione, redazione e amministrazione Sibeg S.r.l. Strada V Zona Industriale, 28 - Catania Tel. 095.59.11.44 - Fax 095.73.57.651 sibeginside@sibeg.it Impaginazione + ADD DESIGN / www.addd.it Catania Stampa Arti Grafiche le Ciminiere - Catania Registrazione n. 27/2005 del 20.09.2005 è vietata la riproduzione totale o parziale di articoli, fotografie e illustrazioni pubblicati su Sibeg Inside senza espressa autorizzazione dell’editore.

La prossima vestila tu! create the future of Sibeg. Due incontri con i media per cercare giovani artisti.

16 17

Solidarietà protezione Civile: Sibeg in aiuto delle popolazioni colpite dall’alluvione nel messinese. di SEBASTIANO MAZZARINO

18

Inside Technical Service & Cold Drink Department. In venti al servizio del “freddo”. Ufficio Acquisti e Servizi Generali. Dallo spillo all’elefante al lavoro per la soddisfazione delle esigenze dell’azienda.

20 21

Speciale Sposi gli sposi di sibeg.

22

Visti da Vicino Intervista doppia a Silvia De Cesare e Massimo Stella.

“Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione.” Henry Ford

24


Editoriale

Rondine d’Albania: un Natale speciale di MARIA CRISTINA BUSI FERRUZZI

N

atale 1998, Tirana – Il morale era a terra – L a nostra bella e giovane azienda devas t at a dal fuo co! A nche s e l’andamento dei lavori, iniziati immediat amente subito

2

dopo l’incendio, organizzati da Luca che si era fermato a Tirana proprio per farli partire il più velocemente possibile, era nei tempi decisi, non ci era di grande conforto – E anche se era già arrivata una

nave carica di prodotti Sibeg, per tenere rifornito il mercato, il morale res t ava sempre a terra. Allora presi una decisione improvvisa: organizzare una grande festa per tutti i dipendenti di CCBS – Dovevamo organizzare in poco tempo, 2 giorni, e non era facile – Ma in Albania abbiamo tanti amici che ci vogliono bene – Il proprietario dell’unico locale bello il Marikaj, una bellissima villa situata tra il nostro stabilimento a Durazzo, dove eravamo soliti andare a cena noi italiani per ritrovarci tutti, chiuse con teloni di plastica tutte le verande. Altrimenti non ci saremmo stati tut ti a cena e non ci sarebbe stato lo spazio per ballare. Organiz zai dei valigioni di cibo da far venire dall’Italia : tutte le nostre specialità natalizie. Trovammo un’orchestra e un dj. E poi decisi di fare un regalo ad ognuno, a sorteggio. All’epoca c’erano ancora pochi negozi e non si trovavano tanti oggetti, così p ens ai di andare in macchina in Grecia e comprare là tutti i regali. Molti oggetti per la casa, e anche personali. In due giorni eravamo riusciti a fare tutto ciò. N aturalm ente i nos tri dip end enti erano invitati con le famiglie. Per loro era un evento incredibile. Mai succes so prima in A lbania! L a villa si presentava strepitosa, addobbi natalizi, candele ovunque, tavoli elegantemente preparati e una bella pista per ballare. Tut ti i nos tri dipendenti sono arrivati addirit tura in anticipo, elegantissimi, e molto intimiditi. Mi ha fatto molto piacere stringere tante tante mani, di mogli, di mariti e di bambini. Dopo un’ora e abbondante Raki, erano già m eno timidi. Per il s or teggio d ei regali, per ognuno di loro c’è stata una bat tut a diver tente, e t ante ris ate. H o fat to gli auguri a tut ti e ho spiegato che dovevamo essere contenti perché il peggio era passato e che, come mi aveva promesso Luca al momento dell’incendio, l’imbottigliamento sarebbe stato più bello di prima. “Cri, non Ti preoccupare – Te lo faccio più bello di prima“ – E poi abbiamo ballato, ballato , e ballato… L a tristez za era passata e la speranza per un futuro pieno di soddisfazioni era tornata a tutti i nostri dipendenti – Che b ella fes t a! Buone F es te, CCBS – Un abbraccio al piccolo Albin.


2009, un anno di successi. Rinnovato il contratto con The Coca-Cola Company. di LUCA BUSI

C

o nt inuia m o a ra g g iun g e re g li obiettivi prefissati. Anche il 20 0 9 si chiu d e p o sit i vam e nte grazie allo sforzo e al sacrificio di tutta la squadra aziendale. La chiarezza delle strategie messe in atto ci sono s t ate ricono s ciute dal trade e dal consumatore permettendoci cosi di raggiungere le importanti mete che ci eravamo poste come traguardo p e r l ‘a n n o c h e sta giungendo a f i n e . L’u l t i m o step di questo 20 0 9, co m e o g n i anno, si fo c aliz z a sulla chiusura del trimestre più importante per la n o s t ra a zi e n d a e per il mondo Coca - Cola con l’inscindibile binomio che ci associa al Natale grazie alle storiche immagini disegnate da Haddon Sunblom quando ebbe l’incarico, era il 1931, di realizzare la pubblicità d ella Co c a - Co la per conto della Co m p any dand o vita classico Babbo Natale della Coca- Cola divenuto Babbo Natale per eccellenza. Ogni Natale, Sundblom partoriva un’altra pubblicità, avidamente attesa, raf figurante il Babbo Natale della Coca- Cola, come si può evincere il Natale per il nostro mondo e per i nostri consumatori è sempre un momento molto atteso e non possiamo deludere le attese di nes suno. L e previsioni di fine anno sono ottimistiche grazie anche all’attuale trend del mercato e alle strategie che il

marketing ha messo in atto a suppor to dei nostri prodotti per soddisfare clienti e consumatori raccogliendo cosi il massimo del successo. Per raggiungere quest’ultima i m p o r t a nt e m e t a è r i c h i e s to a n co ra

della struttura di Sibeg, l’organizzazione e la qualità del lavoro svolto negli anni ancora una volta sono stati premiati con il rinnovo del contratto con The Coca- Cola Company, un’altra impor tante conferma

un’ulteriore sforzo all‘intera squadra. I l p ercor s o intrapre s o sin dallo s cor s o gennaio ci da massima fiducia per proseguire sulle linee guida dei d et t ami impre s si sulla no s tra mis sion. P e rco r s o c h e s t i a m o p o r t a n d o av a nt i con ot timi risultati sul territorio grazie a l l ’o r g a n i z z a z i o n e s n e l l a d e l l a n o s t ra struttura che ci permette di dialogare e rispondere tempestivamente alle esigenze dei clienti e del consumatore. L’agilit à

di fiducia riposta nella nostra squadra da parte della Company frutto di un percorso sempre chiaro e della passione profusa in ciò che facciamo. Au g ur i a l m o n d o S i b e g, a i cli e nt i, a i consumatori e a tutti i collaboratori che con la loro quotidiana dedizione ci danno la carica necessaria per l’ulteriore slancio necessario ad affrontare con grinta l’intens o e imp or t ante 2010. Auguri a tutti voi e alle vostre famiglie.

3


Management

Grazie...

Lettera aperta del Direttore generale Natale Lia.

C

arissimi colleghi, Carissima Signora Cristina, Luca, quest’anno più che mai sento il dovere di ringraziarVi per come avete affrontato e portato avanti il vostro lavoro. è stata dura ma stiamo riuscendo, con impegno ed ottimismo, ad uscire dal

miei stessi familiari lo fanno, ma è il mio modo di trattare le persone che amo di più. Il mio motto è: “ una cazziatella non fa male a nessuno... anzi ! “ è così che cerco di tirar fuori da ognuno di voi la grinta… è il mio stile. Penso di essere una persona leale, concreta e

no precedente. Da direttore Commerciale ad interim, mi riferisco in particolare a Mario Barone, che ha saputo subito interpretare il nuovo ruolo integrandosi con i suoi veri “M6”, nome in codice noto ad alcuni, “M” sta per magnifici…

tunnel definito da più cori della crisi. è proprio questa la parola più odiata e temuta da tutti noi, causa delle mie e credo vostre notti in bianco alla ricerca di soluzioni focalizzate a fare più vendite, sempre continui saving ed a salvare il lavoro di tutti. Ma è proprio questa tanto odiata crisi che mi ha confermato il valore degli uomini Sibeg, di tutti voi qui presenti, sempre pronti e disponibili al sacrificio in particolare nei momenti di difficoltà. Persone di fiducia sulle quali si può contare realmente. Spesso vengo accusato di essere troppo duro, i

semplice, senza fastosità, proprio per questa mia natura ho sofferto terribilmente per la mancanza di sincerità che c’è stata in passato nei miei confronti da parte di alcuni dipendenti ritenuti di fiducia. Però quello che c’è stato è l’eccezione, Voi siete la regola. Per fortuna ci sono tanti talenti nella commerciale degni di essere definiti dei veri guerrieri instancabili, che con il supporto dell’intera organizzazione, hanno permesso di realizzare un piccolo miracolo nell’invertire totalmente gli andamenti che erano la continuazione dell’an-

Grazie in particolare a Dario Leotta, che con la sua esperienza e la sua squadra rodata e sempre affidabile, è stato il vero driver della crescita dei volumi. Grazie a Massimo Stella, che con la sua inesauribile grinta ha accolto una intera organizzazione quella del field, composta da più di 60 uomini ogni giorno impegnati a rappresentarci per tutte le strade del nostro territorio, di cui sono molto orgoglioso. Grazie a Donatella Siccardi, che con serietà e professionalità ha subito colto la nuova sfida e

4


con l’aiuto di Fabio Pomo, Francesco Calabrò e Valeria Merito, stanno riuscendo a condurre un ufficio molto articolato e delicato, non senza difficoltà ma con tanta dedizione. Grazie a Giusiana Torrisi, Fabio Vasaperna e Barbara Belfiore, che hanno affrontato questo periodo caricandosi di responsabilità e procedendo nella ricerca continua del miglioramento delle loro attività. Il peggio è passato e come si dice in questi casi “ The show must go on“, e noi faremo il possibile affinché questo avvenga nel migliore dei modi, con il massimo impegno e la massima dedizione. Grazie alla signora Cristina con la quale ho sempre confronti costruttivi, la sua grinta e

di successo hanno bisogno di un Ispiratore, Innovatore Creativo, Luca è il faro per Sibeg e per tutti noi. Grazie a Sergio, Marcello, Giovanni e Massimiliano che continuano a svolgere il proprio lavoro con professionalità e diligenza, nonostante li abbia trascurati in questi ultimi mesi. Sergio è un po’ il mio pupillo, sono orgoglioso di averlo scelto appena laureato e fresco di accademia e dopo dieci anni averlo ancora al mio fianco con tante battaglie vinte insieme. Marcello, la professionalità in persona, sempre equilibrato e lucido nelle decisioni, sincero ed onesto intellettualmente, una persona che tutti vorrebbero come amico oltre che come collega. Giovanni

pre pronte ad offrire il massimo supporto alle funzioni operative. Francesca, Franco, Mario, Antonio, Giovanna e tutte le altre, proprio tutte, grazie. Grazie alle funzioni di staff che ci supportano e ci sopportano quotidianamente, penso ad Antonella, Stefania RosaMaria e tutti gli altri. Grazie a Paolo Zancanaro ed a tutta Acies, guida e consigliere per le decisioni più difficili e sofferte. Stasera Paolo non è potuto essere qui con noi ma con il cuore è sicuramente presente. Grazie ad ognuno di voi per un motivo diverso. Nella mia mente ci siete tutti, proprio tutti nessuno escluso.

dedizione al lavoro è da esempio per tutti noi. Credo profondamente che lei sia la vera essenza dell’imprenditoria, quando dice “Dobbiamo fare questa cosa e farla in 20 gg” ... (mi riferisco ad un episodio di mesi orsono) Noi tutti, al momento non ne capiamo le motivazioni, ma con il senno di poi alla fine lei ha ragione. Quindi ho imparato in questi 11 anni che quando chiede una cosa in modo perentorio bisogna farla. Grazie a Luca, il nostro amministratore delegato nonchè Leader carismatico. Tutte le aziende

e Massimiliano, due giovani rampanti ma con un bagaglio professionale e delle competenze da fare invidia a qualsiasi azienda. Grazie ai ragazzi della produzione, Mimmo, Lorenzo, Carlo, Riccardo,Luigi e tutti gli altri ai quali sono così affezionato e che considero come dei colleghi con i quali sono cresciuto, che vanno avanti per la loro strada ma che tengo nel cuore, dai quali pretendo sempre il massimo. Grazie all’amministrazione e Controllo di Gestione, persone efficienti, volenterose e sem-

Per finire, un occhio al futuro, ci aspettano anni entusiasmanti nei quali tutti saremo chiamati a dare il nostro massimo contributo per la continua crescita di questa azienda e di ognuno di noi. I nostri imprenditori ci credono profondamente e noi abbiamo la fortuna di poter essere i protagonisti di queste sfide e di questi successi, che saranno raggiunti solo grazie alla serietà, professionalità e perseveranza quotidiana. Noi le abbiamo tutte queste caratteristiche dobbiamo solo arricchirle di passione e piacere nel farle...

5


Sicurezza

La protezione da atmosfere esplosive, ATEX. di LUIGI DI MAURO

I

l D. Lgs. 233/03 del 12 giugno 2003, ha re s o o b bligato ri o p er tut te l e aziende la valutazione del rischio di esposizione in atmosfere potenzialmente esplosive e la conseguente classificazione delle aree. Le disposizioni del D. Lgs. 233/03 sono state integrate al Titolo XI, Capo II del Testo Unico mantenendo di fatto la stessa struttura e contenuti. Tali valutazioni sono obbligatorie per tutte le aziende dove è probabile la formazione di atmos fere e splosi ve g enerate dalla presenza di polveri combustibili o liquidi/ gas infiammabili come per esempio: • Depositi di vernici o solventi • S il o s co nte n e nt i g ra n o, z u cc h e r o, polveri metalliche • Centrale termiche alimentate a metano non classificate • Utilizzo del gas GPL • Etc. In SIBEG già nel 2004 si era prov veduto a redigere la valutazione rischio esplosione ed in particolare detta analisi ha d eterminato un’indagine te cnic a e fu nzi o na l e d e ll ’im p i a nto d i t ra s p o r to zucchero, centrale termica e cabina gas metano. Dalla valutazione è emerso che alcune migliorie dovevano aversi nei silos dello zucchero ed i particolare, attraverso il supporto dei costruttori, si è provveduto alla sostituzione dei coperchi con inserimento di membrane antiscoppio e filtri a manica. Inoltre per evitare manovre errate da parte del fornitore dello zucchero, si è provveduto all’installazione di apposite sonde di controllo della pressione interna ai silos. Questo dispositivo permetterà di

La pericolosità delle polveri Un’esplosione di polveri rappresenta un fenomeno di combustione molto rapida con sviluppo di energia in forma termica e di sovrapressione. Poiché in un processo sussista un pericolo di esplosione di polveri devono verificarsi le seguenti condizioni:

Posa dei nuovi coperchi

chiudere le tubazioni di carico ogni qual volta l’operatore (cisternista) scarica a valori di pressione che eccedono i valori pre impostati di sicurezza. Per eventuali superamenti di pressione generati da eventi accidentali le membrane antiscoppio permetteranno l’immediata de - energizzazione dei silos. Inoltre sempre a garanzia della sicurezza si è proceduto all’installazione di soppressori chimici che ne permetteranno la compartimentazione degli impianti. In par ticolare in caso di sovrappressioni accidentali, i soppressori installati, avranno la funzione di isolare il dissolutore, posto nella sala sciroppi, dal filtro recupero polveri e lo stesso dai silos. La funzione di compartimentazione delle par ti d’impianto potrà aversi attraverso un controllo che av viene mediante una centrale installata per governare i sistemi

• La polvere deve essere combustibile • L a p o l v e r e d e v e e s s e r e i n fo r m a aerodispersa • L a granulometria della polvere deve essere tale da permettere il propagarsi della fiamma • La concentrazione della polvere deve essere all’interno di un range definito come limite di infiammabilità

Eliminazione dei vecchi coperchi

Nuovi coperchi con portelli antiscoppio

6

a nt is co p p i o e d i co m p a r t im e nt a zi o n e installati al fine di contenere e ridurre i danni che potranno aversi a seguito di una esplosione. Per comprendere il perché dell’installazione di questi sistemi è bene conoscere la pericolosità delle polveri.

• Deve essere presente una sorgente di accensione di sufficiente energia • Deve essere disponibile una quantità sufficiente di comburente (ossigeno) per permettere la combustione.


Ognuna di tali condizioni è essenziale affinché a v v e n g a i l fe n o m e n o dell’esplosione. Ai fini della prevenzione delle esplosione, risulta quindi essenziale analizzare le caratteristiche dei processi e determinare i parametri delle polveri, allo stesso modo di come si analizza il compor tamento delle miscele di vapori i nf i a m m a b i l i, m a co n maggior attenzione alle condizioni in cui le polveri sono pre s enti. I l fen o m en o di esplosione delle polveri risulta quindi molto più complesso di quello di esplosione di vapori infiammabili, in quanto i param etri c h e c a ra t t e r i z z a n o l a pericolosità di una miscela polvere –aria s o n o m o lto variabili in re la zi o n e all e caratteristiche fisiche della miscela. Infatti, mentre una miscela di vapori infiammabili/ aria presenta solitamente dei parametri d e f i n i t i e c o s t a n t i (c o n c e n t r a z i o n e , temperatura di infiammabilità, energia s v ilup pat a dalla combus ti o n e,…), una

S ot to il profilo della loro p ericolosit à intrinseca le polveri vengono classificate attraverso alcuni parametri che ne carat teriz zano la criticità, fra cui, uno dei principali K st è rappresentato dalla massima velocità di aumento della pressione [bar/s] che dipende dal volume in considerazione.

Taglio dei coperchi dei silos

miscela polvere /aria può subire, con il trascorrere del tempo, delle variazioni che la rend ono o m eno p ericolos a in relazione a fenomeni esterni (traspor to, distribuzione granulometrica delle particelle,…). In particolare, le condizioni di esplodibilità di una polvere vengono determinate attraverso l’analisi di molti fattori tra i quali: • Limiti di esplodibilità (concentrazione polvere – aria); • Diametro medio; • Pressione massima associata; • Velocità massima di aumento della pressione di esplosione; • Energia minima di ignizione; • Temperatura minima di accensione e di decomposizione (se pertinente).

Da q u e s t a b r e v e d e s c r i z i o n e t e o r i c a S I B EG d o p o una cla s si f i c a zi o n e d e ll e aree, condotta con la collaborazione del Bureau Veritas, ha avviato un cantiere che potesse in un’unica soluzione migliorare il funzionamento impiantistico ed apportare tutte le migliorie che si rendevano necessarie al fine di rendere sempre più sicuro il deposito dello zucchero all’interno d e i sil o s e il co ns e gu e nte trasp o r to mediante tubazione sino al dissolutore della sala sciroppi. Da l m o m e nto ch e l ’at t i v i t à si è re s a cantierabile la Direzione Sibeg attraverso il Ser vizio di Prevenzione e Protezione si è adoperata nel coordinamento delle aziende mediante la redazione del DUVRI (Documento Unico di Valutazione Rischio I nter ferenza). At traver so la redazione di questo documento oltre alla determinazione dei costi per la sicurezza, che non sono stati oggetto di ribasso, si è proceduto al coordinamento di tutte le aziende.

7


Marketing

Kick Off del progetto “Segmentation” a Palermo.

é

partito a settembre in Sicilia il progetto di “Segmentation” dei punti vendita. La scelta della città campione è ricaduta sul capoluogo siciliano: Palermo. La segmentazione è un metodo di analisi e di attivazione dei punti vendita elaborato da Sibeg e Coca-Cola Italia e che ha come primo step il canale tradizionale ma nel 2010 sarà esteso a tutti i punti vendita siciliani visitati dai nostri promoter. L’obiettivo prefissato è quello di differenziare l’attivazione del punto vendita con il materiale pop e l’assortimento dei prodotti in

relazione al canale preso in esame con il risultato di aumentare la visibilità sul punto vendita, ottenere una co m u n i c a z i o n e p i ù v icina all’o cc asione di consumo, incrementare le vendite e la soddisfazione del cliente. Lo step innovativo di questo studio riguarda la misurazione delle

performance del punto vendita attraverso l’utilizzo di una scheda cliente, la presa d’ordine R T M , l ’a na lisi d e ll e rilevazioni fornite da Immediando e infine la realizzazione di un funzionale strumento per il monitoraggio (cruscotto). Lo s volgimento del progetto avviene, quindi, attraverso l’attivazione del dei pdv alimentari e il continuo monitoraggio delle performance in termini di volumi, as s or timento, spazi espositivi e visibilità dei nostri prodotti e contribuisce a raccogliere dati fondamentali per garantire una crescita dei prodotti a marchio T h e Co c a - Co l a Co m p a ny n e l canale tradizionale, partecipando di conseguenza al miglioramento della profittabilità degli stessi.

8


Collezione 2009 La promozione studiata per portare i bicchieri Coca-Cola nella tavola dei siciliani.

é

par tit a in Sicilia, nel c anale A lim ent ari, la Collection 20 09 dedicata ad uno degli oggetti Coca- Cola più ambiti: il bicchiere genuine dal 37cl, ispirato alla bottiglia countour di Coca- Cola. La promozione è nata ad Ottobre in 1000 punti vendita alimentari siciliani ed è comunicata mediante ¼ di pallet e locandine. L a meccanica è molto semplice: il consumatore acquistando 2 bottiglie da litro e mezzo a scelta tra i brand Coca- Cola , Coca- Cola Light, CocaCola Zero, Fant a e Sprite riceverà un bicchiere “genuine” aggiungendo solo 50 centesimi.

Market visit d’eccellenza per il test lancio di illyissimo.

é

con grande piacere che il 20 e il 21 luglio abbiamo organizzato una market visit con il CEO di illyissimo Vinay Kapoor accompagnato da Riccardo Piras direttore operation. Sono state due giornate intense in cui abbiamo visitato oltre 30 punti vendita localizzati principalmente a Catania e Siracusa. L’occasione è servita per mettere a punto la strategia di lancio del prodotto per il 2010 e per far conoscere a Vinay e Riccardo una parte della nostra isola, l’organizzazione Sibeg e la nostra capacità di attivazione del mercato. Natale Lia ha partecipato alle due giornate insieme a Massimo Stella, Marcello Leone, Giorgio Adamo e i promoter delle zone interessate.

9


Marketing

Coca-Cola light Tribute to Fashion. Sibeg si aggiudica all’asta benefica due bottiglie, il ricavato destinato a giovani abruzzesi.

T

ribute to Fashion è la nuova collezione di celebri bottiglie della bevanda più famosa del mondo, personalizzate da nomi importanti del fashion system.

A vestire le contour sono state chiamate otto stiliste, solo le donne del settore. Così la bottiglia Contour di Coca-Cola, è divenuta un’icona glam “vestita” in esclusiva da Alberta Ferretti, Anna Molinari per Blumarine, Veronica Etro, Silvia Venturini per Fendi, Consuelo Castiglioni per Marni, Angela Missoni, Rossella Jardini per Moschino e Donatella Versace. Nella cornice del cortile di Palazzo Reale a Milano, sono state realizzate quattro bottiglie giganti (alte 1 metro e 70) per

ogni brand, per un totale di 32 bottiglie, di cui otto con le personalizzazioni esclusive e le altre con outfit griffati dalle varie maison. I 32 esemplari sono stati battuti all’asta subito ed il ricavato è stato interamente devoluto al “Comune di Milano per l’Abruzzo”, un’iniziativa per favorire la formazione e l’avviamento al lavoro dei giovani abruzzesi. Sibeg ha partecipato all’asta aggiudicandosi le bottiglie realizzate da Donatella Versace e Alberta Ferretti che adesso capeggiano nella hall dell’azienda.


Accendi l’emozione del Natale.

N

atale è alle porte e in “casa” Sibeg già si lavora per attivare i punti vendita con le attività promozionali e la comunicazione di uno dei momenti più importanti dell’anno. Il legame tra Coca- Cola e il Natale è forte, unico ed ha una grande tradizione; protagonista delle comunicazioni natalizie è anche quest’anno Babbo Natale con il suo sacco pieno di regali: ricordiamo che Santa Claus fu ideato su incarico di Coca-Cola nel 1931 dall’illustratore Haddon Sundblom.

I festeggiamenti del Natale per Coca-Cola prevedono l’uscita della numero 3 delle serie “sentimenti” l’ormai a voi nota collezione di bottiglie ad edizione limitata: si tratta della fiammante bottiglia dedicata all’Amore che vedete qui in foto e che abbiamo già menzionato durante le scorse comunicazioni; la full body sleeve sarà disponibile in formato vap 25 e in pet da 50cl. Non potevano mancare anche le promozioni di natale e gli omaggi che Coca-Cola dedica a tutti i suoi clienti. La promozione avrà inizio a fine novembre in selezionati punti vendita del canale tradizionale. Ecco la meccanica: all’acquisto di 2 bottiglie da litro e mezzo oppure acquistando 1 confezione da 4 bottiglie da mezzo litro tra i prodotti My Coke, il consumatore riceverà subito in regalo la magica candela di Natale. La promozione verrà comunicata con il supporto di materiale pop creato ad hoc, come totem, locandine, rotair e quarti di pallet. Novità per Catania e per i suoi visitatori: CocaCola vestirà il trenino turistico che percorre il centro storico della città!

11


Speciale Attivazioni 2009

12


Speciale Attivazioni 2009

14


Marketing & Communications

La prossima vestila tu!

Sarai tu l’artista che vestirà le bottiglie Coca-Cola del prossimo anno?

Create the future of Sibeg www.sibeg.it/future

Sarai tu l’artista del 2010?

Scoprilo subito, partecipando al concorso Create the future of Sibeg. Invia la tua creatività e prendi parte al contest siciliano che ti permetterà di vincere una delle 3 borse di studio in palio ed essere l’autore di una delle 3 edizioni di bottiglie Coca-Cola prodotte in serie limitata. Regolamento completo e informazioni su www.sibeg.it/future Iniziativa valida dal 15 ottobre al 4 dicembre 2009. Coca-Cola e la bottiglia contour sono marchi registrati della The Coca-Cola Company.

I

l 30 maggio prossimo Sibeg compirà 50 anni. Per questa lieta occasione la nostra azienda ha deciso di organizzare un contest fra artisti siciliani e f e s t e g g i a re i p r i m i 3 classificati. Il concorso, mette in competizione tutti i giovani talentuosi artisti siciliani. A loro viene richiesto di produrre elaborati grafici (disegni, pitture, creatività sviluppate tramite tutte le tecniche grafiche desiderate) ispirandosi al mondo Coca-Cola, alla Sicilia e a Sibeg. Gli elaborati verranno ricevuti entro il 4 dicembre in formato pdf attraverso il sito internet www.sibeg.it/future Una giuria selezionerà i primi 3 classificati che vinceranno una delle 3 borse di studio in palio. Inoltre le 3 creazioni premiate vestiranno le produzioni speciali di bottiglie Coca-

16

Cola del 2010 prodotte da Sibeg e che usciranno tutte il giorno del compleanno della nostra azienda. Il concorso, valido dal 15 Ottobre al 4 Dicembre 2009, è rivolto prevalentemente agli studenti siciliani dell’ultimo anno del Liceo Artistico, Istituti d’Arte ed agli studenti delle Accademie di Arte. La comunicazione del concorso è avvenuta all’interno degli istituti legati all’arte e sulle maggiori testate regionali e nazionali. La premiazione avverrà a Catania entro le prime settimane del 2010.


Create the Future of Sibeg

Due incontri con i media per cercare giovani artisti.

S

ibeg in occasione del suo cinquantesimo anniversario ha voluto affidare alla creatività dei giovani artisti siciliani l’onore di “vestire” l’intramontabile “contour” Coca-Cola. La bottiglia, icona della nostra epoca, oltre ad essere stata protagonista di opere d’arte come quelle di Andy Warhol, negli ultimi anni è stata vestita da stilisti del calibro di Fiorucci e Cavalli. La contour, lo scorso mese di settembre, ha sfilato sulle passerelle milanesi per otto grandi della moda italiana: Blumarine, Fendi, Alberta

Ferretti, Etro, Moschino, Missoni, Marni e Versace. Acquarello, tempera, china, matita e grafica elettronica sono le tecniche attraverso le quali i giovani artisti hanno potuto rappresentare i cinquant’anni di attività del bottler siciliano rievocando nelle loro opere il mondo Coca-Cola e la Sicilia. Una giuria di esperti sta selezionando i p r i m i t re c l a s s i f i c a t i c h e , o l t re a d aggiudicarsi una borsa di studio, vedranno i loro lavori vestire la “contour” limited edition celebrativa del 50° Anniversario

di Sibeg Srl. Per lanciare l’importante i n i z i a t i v a s o n o s t a t e o r g a n i z z at e d u e c o n f e re n z e s t a m p a d i p re s e n t a z i o n e del concorso. Gli incontri con i media si sono svolti lo scorso 6 ottobre negli esclusivi spazi della Fondazione Sambuca, all’interno di uno storico edificio di via Alloro, a Palermo e il 7 ottobre nell’open space dello stabilimento e sede Sibeg di Catania. Ai due incontri oltre ai giornalisti della stampa siciliana accreditata erano presenti numerosi studenti degli istituti d’arte dell’isola.

17


Solidarietà

Protezione Civile: Sibeg in aiuto delle popolazioni colpite dall’alluvione nel messinese.

Un carico di prodotto partito dallo stabilimento di Catania alla volta del Centro raccolta della Protezione Civile. testo e foto Sebastiano Mazzarino

L

a sera dell’uno ottobre scorso la pioggia ha portato morte e distruzione a Messina. Un fiume di fango e detriti ha travolto paesi, abbattuto case, sradicato tratti di ferrovia. Un costone di roccia si è portato via una ventina di abitazioni a Giampilieri, a 10 chilometri dal capoluogo. Il bilancio definitivo delle vittime si è fermato a 35. Una situazione, quella che si è presentata già nelle prime ore dell’evento agli occhi dei soccorritori, localizzata ma complicata da affrontare a causa dell‘impervietà del terreno e dall‘impossibilità di utilizzare il vettore aereo poiché l‘area colpita dall‘evento idrogeologico si trovava stretta tra due vallate. I soccorritori hanno trovato le vittime intrappolate nelle loro auto o sotto le macerie

18

delle loro case. Un paio addirittura in mare, trascinati al largo dalla furia dell’acqua. 500 soccorritori si sono attivati nell’immediatezza dell’evento iniziando a lavorare, senza sosta e spesso con mezzi di fortuna, nel tentativo di salvare eventuali sopravvissuti, ancora intrappolati tra le macerie e il fango, e di raggiungere a piedi, in mezzo al fango, i


centri isolati con il rischio di restare a loro volta vittime di eventuali smottamenti. Le immagini viste, anche da scrive, sono state di paesaggi spettrali da dove, nella notte e sotto la pioggia incessante, si materializzavano persone, con lo sguardo fisso nel vuoto e con addosso i resti dei vestiti risparmiati dalla furia del fango.

Vista la situazione drammatica che iniziava a delinearsi nelle ore successive alla prima fase dell’emergenza anche Sibeg si è attivata tempestivamente su direttive precise del suo Presidente, Maria Cristina Busi Ferruzzi, per fornire la necessaria assistenza alle popolazioni colpite dal nubifragio. Contattata la Croce Rossa Italiana per comprendere le necessità urgenti Sibeg Srl ha messo immediatamente a disposizione 1100 casse di acqua Tepelene da 0,50; succhi di frutta, per i più piccoli ospitati nei centri di accoglienza; Thè, Fanta e Coca-Cola distribuiti con i pasti; Powerade destinato ai soccorritori. La mattina del 7 ottobre il prodotto è stato caricato su un camion, messo a disposizione da Sibeg, che, scortato dai mezzi della Croce Rossa Italiana per poter transitare lungo le arterie chiuse al traffico civile, ha raggiunto il Centro Raccolta della Protezione Civile a Messina. Il prodotto successivamente è stato distribuito nei centri di accoglienza e alla popolazione.

19


Inside

Technical Service & Cold Drink Department. In venti al servizio del “freddo”.

G

estire tutte le attrezzature cold drink utilizzate da Sibeg per quanto riguarda le attività di installazione, servizio e manutenzione delle stesse per offrire sempre al cliente una Coca-Cola fresca. è questo il compito della squadra del Technical Service & Cold Drink Department. A guidare il team di venti persone c’è F a b i o Va s a p e r n a , i n S i b e g d a l 1 9 9 7 , che dal 2005 è il responsabile di questa attività, sempre in prima linea e pronta a rispondere alle esigenze ed alle emergenze del cliente. “Questo ufficio - spiega Fabio - gestisce circa 15.000 attrezzature per Sibeg più altre 1150 per conto di altri primari clienti. Il nostro compito è quello di gestire le attrezzature, sull’intero territorio siciliano, da quando vengono immesse all’interno dei punti vendita a quando vengono

20

ritirate. Il lavoro qui non manca e si lavora sempre sulle emergenze dei guasti improvvisi oltre a gestire gli interventi manutentivi schedulati affinchè le nostre attrezzature funzionino sempre a regime per la soddisfazione del consumatore”. Il team di Vasaper na è distribuito per funzioni: Carmelo Puglisi è il coordinatore tecnico di field e può contare su una squadra di 11 tecnici; Fabio Di Giovanni è il coordinatore delle attrezzature tecniche di sede coadiuvato da 2 magazzinieri revisori; il delicato lavoro di back office è a ff i d a t o a F u l v i a S p i n a i n s i e m e a Lella Bonanno, Carmelo Licciardello ed Elisabetta Maimone, quest’ultima stagista che segue anche il nuovo progetto della gestione informatica delle attività dei tecnici e del magazzino. Q u o t i d i a n a m e n t e i l g r u p p o d i l a v o ro s i a t t i v a p e r f o r n i re q u e l s e r v i z i o d i

eccellenza e ad alto valore aggiunto che fa del Technical Service & Cold Drink Department di Sibeg, il leader del mercato siciliano nel settore dell’assistenza tecnica delle attrezzature refrigerate. “ L a n o s t r a s q u a d r a - r i p re n d e F a b i o Vasaper na - risponde tempestivamente alle chiamate dei clienti su tutto il territorio siciliano, isole minori comprese, con tempismo e con una capacità di risposta immediata alla soluzione delle p ro b l e m a t i c h e t e c n i c h e , a n c h e l e p i ù complesse. La nostra organizzazione non ci vede secondi a nessuno - dichiara orgoglioso il technical service manager”. Il lavoro negli uffici del dipartimento, cosi come nell’area di manutenzione delle attrezzature tecniche, è metodico ma nello stesso tempo rapido visto il numero di attrezzature gestite. O g n i a t t re z z a t u r a u n a v o l t a r i t i r a t a dal punto vendita viene revisionata in ogni sua parte ed accuratamente lavata affinchè ogni angolo risponda agli standard i g i e n i c i p re visti dalle normative vigenti. Ambizioni. Gli obiettivi di Va s a p e r n a e d e l s u o team non si limitano a garantire un servizio di eccellenza al cliente m a v a n n o b e n o l t re . “ Tra i nostri obiettivi per il futuro ci sono la creazione di un modello di gestione tecnica informatizzato sviluppato all’interno di Sibeg in maniera tale da rispondere alle nostre specifiche esigenze e potenzialmente adatto a soddisfare i bisogno di Sibeg e dei futuri clienti.


Ufficio acquisti e servizi generali. Dallo spillo all’elefante al lavoro per la soddisfazione delle esigenze dell’azienda.

D

allo spillo all’elefante, il motto adottato dai famosi magazzini… di Londra ben si addice all’ufficio acquisti e servizi generali di Sibeg. Guidato da Antonio D’Urso, 43 anni, l’ufficio può contare su quattro buyer in grado di rispondere alle esigenze dei vari reparti dell’azienda andando a scovare anche l’oggetto più curioso, come il cannone spara gadget, negli Stati Uniti piuttosto che individuare fornitori negli Emirati Arabi o in altri paesi lontani dal nostro. “Qui non ci si annoia mai – confessa Antonio D’Urso mentre studia il progetto di una nuova bottiglia e guarda una provetta di zucchero appena ricevuta da un potenziale nuovo fornitore. Da questo ufficio passano tutti gli acquisti, compresa la contrattualistica dei consulenti, che l’azienda intende fare a 360 gradi.” Dai pezzi di ricambio per i macchinari della produzione, ai gadget e alla cancelleria tutto passa e parte da questo ufficio. “ Il nostro compito è quello di individuare i prodotti migliori sul mercato e valutarne l’acquisto senza trascurare la qualità del bene. Grazie a questo lavoro hai modo, in articolar modo adesso con la globalizzazione, di conoscere culture diverse. Abbiamo fornitori di cultura musulmana e questo vuol dire che il venerdì con loro non lavori ma puoi benissimo ricevere una telefonata al cellulare o una mail nel bel mezzo della domenica”. Antonio è in azienda dal 1989 e da dieci anni è a capo dell’ufficio acquisti. Quando esce dall’azienda ha il suo buen retiro sopra Pedara dove ama curare il giardino e dedicarsi al suo vigneto e quindi alla preparazione del vino. “Pedara è il mio posto ideale, dopo una giornata di lavoro lì trovo la pace della natura

lontano dai ritmi frenetici che oggi la società ci impone.” Insieme ad Antonio lavora Vito Pellegrino, 41 anni di cui 21 spesi in Sibeg, il cui compito è quello di gestire il parco auto aziendale. Padre

e le richieste relative alla telefonia mobile. Spesso per soddisfare le richieste dei reparti ci rivolgiamo all’estero per la ricerca dl miglior rapporto qualità prezzo”. Libera dal lavoro ama cucinare i dolci e dedicarsi alle danze caraibiche, anche se in

di due figli, un maschio e una femmina, oltre alla famiglia dedica il suo tempo al volontariato con l’associazione “Sport e Vita” occupandosi di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Nel rimanente tempo libero c’è spazio anche per Oliver, un beagle di 5 anni, con il quale ama passeggiare in campagna. “Sono molto soddisfatto del mio lavoro – confessa Vito - all’ufficio acquisti ma adesso non mi dispiacerebbe la sfida del settore commerciale”. Nella squadra anche il neo dottore in giurisprudenza. In quota rosa Rita Privitera, 28 anni catanese dal 2003 in Sibeg. “ Sono stata assunta direttamente all’ufficio acquisti dove seguo in particolare le richieste della commerciale ricercando i materiali pop, i gadget

questo periodo la ristrutturazione della casa le prende parecchio tempo. Da marzo 2008 con Antonio collabora anche Sandro Scordo, 25 anni catanese, che segue in particolar modo gli acquisti delle materie prime come il concentrato e le preforme. Nel tempo libero Sandro è impegnato nel sociale dove “cerco di dare un mio contributo”. Non solo sociale ma anche famiglia, amici, fidanzata e palestra nell’agenda di Sandro che ricordando un viaggio a cantorini ne sogna uno a New York “ per il suo fascino”. Lasciamo l’ufficio acquisti mentre la squadra di Antonio continua a “lavorare per la soddisfazione del cliente ovvero per i vari reparti dell’azienda” come sottolinea Antonio D’Urso.

21


Speciale sposi

Francesco e Rosalinda

Riccardo e Rita

Alessandro e G

Belpasso, 18 giugno 2009

Catania, 3 luglio 2009

Palermo, 12 luglio 2009

22


Giovanna

Mauro e Claudia

Giorgio e Rachele

Acireale, 19 settembre 2009

Acireale, 24 settembre 2009

23


Visti da vicino

?silvia de cesare ?

di ? Età: 36 : sposata Stato civile Straniere e Letterature Figli: nessuno : Laurea Lingue . studio sibeg di Titolo manager developement ruolo: market account & strategic

?

Il tratto principale del suo carattere: Determinazione. La qualità che preferisce in un uomo: rispetto. La qualità che preferisce in una donna: integrità. Il suo sogno di felicità: poter mantenere la serenità raggiunta, seppure con tutti gli alti e bassi della vita di ogni giorno. Il suo rimpianto: non aver colto l’opportunità di trascorrere un anno in Australia. L’incontro che le ha cambiato la vita: mio padre. Il giorno più felice della sua vita: sembra scontato ma... il mio matrimonio, c’erano tutte le persone che mi hanno seguito o insegnato qualcosa fin qui. Il più infelice: il giorno in cui ho preso coscienza di essere diventata “orfana di padre” - 3 mesi dopo la sua scomparsa. La materia scolastica preferita: letteratura. La città: dovunque mi sento a casa. Il colore: blu. La bevanda: ..... coca-cola.... ...un’altra bevanda: ... coca-cola.... Il piatto preferito: patatine fritte (non congelate). Libro preferito di sempre: La scelta di Sofia di William Styron. Poeti preferiti: Neruda e... Totò. Il suo eroe o eroina: tutti coloro che hanno il coraggio di lasciare. la propria vita per aiutare chi ha bisogno. La trasmissione televisiva: Simpsons. Il film cult: Memento. Attore preferito: Robin Williams. Attrice preferita: Meryl Streep. La canzone che fischia sotto la doccia: e volavo volavo felice più in alto del sole ed ancora più su... Il personaggio storico più ammirato: Martin Luther King. Se non avesse fatto il mestiere che ha fatto: scriverei... Il dono che vorrebbe avere: un lavoro a casa in Sardegna. Il regalo più bello che ha ricevuto: la mia vita. Come vorrebbe morire: senza “preavviso” e certa di aver vissuto la mia vita fino in fondo. Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza: rubare per necessità; uccidere per vendetta; far soffrire chi si lascia lungo la strada per poter seguire il proprio percorso. Cosa si aspetta di ottenere da qui ad un anno in ambito lavorativo: rientrare nel settore commerciale. Il suo motto: “Illumina il buio”. Un augurio ai collaboratori: riuscire a trovare sempre un equilibrio tra il lavoro e la propria vita fuori dall’ufficio.

24

massimo stella Età: 38 Stato civile: single Figli: nessuno Titolo di studio: Laurea in Economia e Commercio ruolo: trade marketing manager sibeg

Il tratto principale del suo carattere: Testardo ma buono. La qualità che preferisce in un uomo: la lealtà. La qualità che preferisce in una donna: l’intelligenza. Il suo sogno di felicità: riuscire a fare quello che si desidera. Il suo rimpianto: non aver vissuto all’estero per un lungo periodo di tempo. L’incontro che le ha cambiato la vita: deve ancora arrivare o sta arrivando... Il giorno più felice della sua vita: ogni giorno è un giorno in più per essere felici. Il più infelice: non ricordo. La materia scolastica preferita: l’educazione civica. La città: Roma. Il colore: Blu. La bevanda: Latte fresco. ...un’altra bevanda: Coca-Cola. Il piatto preferito: La cucina tipica siciliana. Libro preferito di sempre: Addio alle armi. Poeti preferiti: non leggo poesie, forse inizierò presto. Il suo eroe o eroina: I medici che ogni giorno operano e salvano la vita a tante persone anche in Italia e in Sicilia. La trasmissione televisiva: preferisco la radio. Il film cult: Nuovo Cinema Paradiso. Attore preferito: Paul Newman. Attrice preferita: Meryl Streep. La canzone che fischia sotto la doccia: cambia sempre…. Il personaggio storico più ammirato: Falcone e Borsellino. Se non avesse fatto il mestiere che ha fatto: Mi piace la politica, quella seria. Il dono che vorrebbe avere: Aiutare di più chi ha bisogno. Il regalo più bello che ha ricevuto: un paio di sci a 6 anni. Come vorrebbe morire: a 90 anni dopo aver fatto sport, cenato bene e salutato tutti. Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza: Quelle che non danneggiano gli altri. Cosa si aspetta di ottenere da qui ad un anno in ambito lavorativo: Che tutti i progetti aperti vadano in porto e che l’organizzazione marketing e trade marketing di Sibeg sia in linea con gli standard delle migliori aziende del largo consumo. Il suo motto: Grinta e coraggio sempre! Un augurio ai collaboratori: vorrei che tutti si impegnassero al massimo ogni giorno convinti che le cose possano cambiare verso il meglio!


Sibeg S.r.l. Catania - 95121 - ITALY - V Strada Zona Industriale, 28 tel. +39 095 523811 fax +39 095 592713 email sibeg@sibeg.it


Sibeg Inside - anno 5 n° 2