Page 1

Trimestrale di informazione - Anno IV numero 2 - Aprile/Giugno 2008 - In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a pagare la relativa tassa.


Sommario Cristina Busi Ferruzzi presidente

Editoriale La visita agli uffici della The Coca-Cola Company... Un tuffo al cuore e l’orgoglio di essere bottler dal 1963.

2

di MARIA CRISTINA BUSI FERRUZZI

Crisi economica e sostegno al consumatore, con Sibeg il Prezzo è Amico.

3

di Luca Busi

Luca Busi amministratore delegato

Management Tepelene, sul mercato siciliano la genuinità allo stato puro.

4

di Natale Lia

Atteggiamento, presidio e perseveranza alla base delle regole d’oro per i periodi di difficoltà. 5 di Fabio Fronti

Natale Lia direttore generale

Cantieri per l’eccellenza: al via nove progetti per essere protagonisti nello scenario competitivo di mercato e del sistema Coca-Cola. 6 di marcello mammana

Salute Bisfenolo A (Bpa), un caso che non coinvolge il pet.

7

di carlo coriolani

Fabio Fronti direttore commerciale

Workshop BUILDING THE FUTURE: RIFLESSIONI PER LO SVILUPPO DELLA HOLDING.

8

di antonio marletta

Attualità Marcello Mammana direttore amministrativo

Calanovella mare, il benvenuto all’estate del Cral Sibeg

9

di francesco messina

Sibeg alla quarta edizione dell’Expo-Workshop del Calcio Catania. Sport & Sponsor. Il successo delle siciliane con l’energia di Powerade.

9 10

Appunti di viaggio ...C’eravamo anche noi!!! Diario, semiserio, “On the road”. Sergio Sapienza direttore produzione e logistica

11

di manuela panebianco e barbara belfiore

Fotocronaca del Viaggio ad Atlanta.

12

Marketing & Communication

Anno IV numero 2 Aprile/Giugno 2008 Direttore editoriale Luca Busi Direttore responsabile Sebastiano Mazzarino Segreteria Manuela Panebianco Comitato editoriale Maria Cristina Busi Ferruzzi, Luca Busi, Fabio Fronti, Natale Lia, Marcello Mammana, Nunzio Orsini, Sergio Sapienza Propietario, editore, direzione, redazione e amministrazione Sibeg S.r.l. Strada V Zona Industriale, 28 - Catania Tel. 095.59.11.44 - Fax 095.73.57.651 sibeginside@sibeg.it Impaginazione + ADD DESIGN - Catania (www.addd.it) Stampa Arti Grafiche le Ciminiere - Catania Registrazione n. 27/2005 del 20.09.2005 è vietata la riproduzione totale o parziale di articoli, fotografie e illustrazioni pubblicati su Sibeg Inside senza espressa autorizzazione dell’editore.

“Prezzo Amico” la convenienza alla base della nostra strategia commerciale . Sibat Srl nuovo tool filler per The Coca-Cola Company. Promo music 2008: Coca-Cola Music@You. Sibeg – Aligrup. A Messina la Vespa Coca-Cola dei “ Punti d’incontro”. aprile, da Modica a Terrasini all’insegna del fitness e delle specialità locali. Noto città “Frizzante”... Euro 2008, Coca-Cola sponsor ufficiale della kermesse calcistica. speciale fuoriclasse cup.

14 14 15 15 16 17 18 19

People Visti da vicino. Nunzio Orsini, dal 2002 alla guida delle p.r. di Sibeg. antonella Bonanno, siciliana di nascita francese di adozione.

20 20

Visti da vicino Intervista doppia: Dario Leotta vs Francesco Nicotra.

21

Chiuso per ferie due passi fuori porta. suggerimenti per le vacanze ai caraibi sulle rotte dei pirati.

22 23

Rondine d’Albania Viaggio in Sicilia, dal panorama mozzafiato dell’Etna alle suggestioni delle festività agatine. 24 di MARIA CRISTINA BUSI FERRUZZI “La produzione non è solo l’applicazione degli utensili ai materiali ma è anche l’applicazione della logica al lavoro” Peter Drucker


Editoriale

La visita agli uffici della The Coca-Cola Company…

Un tuffo al cuore e l’orgoglio di essere bottler dal 1963. “…l’amicizia che ci ha dimostrato Neville durante il nostro incontro, un grande Presidente e un grande amico…”. di Maria Cristina Busi Ferruzzi

N

on è facile decidere dove andare quando si cerca di conciliare il lavoro con un po di sano divertimento. Molto difficile organizzare per tante persone, e quando si rientra bisogna capire i difetti per non ripeterli l’anno successivo. L’idea di andare

Il giro per tutti gli uffici, che in parte io conoscevo già, mi ha fatto sentire, momento dopo momento, tante emozioni differenti: orgoglio di essere bottler dal 1963, nostalgia del passato nell’entrare nell’ufficio del Presidente Woodruff che ho avuto il privilegio

negli Stati Uniti e precisamente ad Atlanta è venuta perché quest’anno ci sarà il cambio del Presidente: Neville, un bravissimo presidente ed un caro amico, torna in pensione e prende il suo posto Muhtar, un bravissimo Presidente per il futuro e un caro amico. Incontrarli entrambi sarebbe stato fantastico, e così è stato. Poi dopo Atlanta? Tutti a divertirsi a Miami! Io sono partita prima perché era qualche anno che non andavo ad Atlanta. L’ultima volta è stato qualche anno fa, quando Douglas Daft, con sua moglie Delphine, ci invitarono a cena. La visita agli uffici della The Coca-Cola Company è stata a dir poco emozionante ed esaltante allo stesso tempo. Nella hall, oltre che al Signor Nicholson e il Suo staff, ad accoglierci c’erano la bandiera degli Stati Uniti, la bandiera Coca-Cola, la bandiera della Georgia, la bandiera dell’American Airlines e il nostro bandierone Italiano. Un tuffo al cuore!

di conoscere nel 1970 in occasione di una Sua visita a Milano. E scoprire molte cose in comune, cioè gli stessi hobbies, l’amore per i Labrador. Forse il momento più esaltante è stato quando siamo entrati nella sala del Consiglio: un arredamento antico, di grande qualità, ma sobrio. Mi ha dato un grande senso di sicurezza: la sicurezza che il Presidente e tutto il board, in quella sala, prendono decisioni importanti, molto importanti per tutti noi, per tutte le migliaia di famiglie che nel mondo lavorano per The Coca-Cola Company. Poi, strabiliante ed entusiasmante l’amicizia che ci ha dimostrato Neville durante il nostro incontro. Una stretta di mano a tutti, riconoscendo perfettamente tutti quelli che conosceva già, e uno scambio di pareri con tutti. Un grande Presidente e un grande amico. Il Suo affettuoso abbraccio mi ha sempre dato molto calore e tranquillità.

2

La sorpresa più grande l’abbiamo avuta alle 18, quando siamo arrivati al New World of Coca-Cola: Muhtar era sulla porta che stringeva la mano a tutti e si presentava, dando il benvenuto. Un gesto talmente garbato, amichevole, a dimostrazione di grande umiltà . Per me è stata una grande lezione, e anche soddisfazione per un’ulteriore prova di amicizia. Il resto della serata è stato un susseguirsi di sorprese una più bella dell’altra: il gigantesco orso che ci ha accolti, e che non sono riuscita dal trattenermi dall’abbracciarlo. E poi la bellissima cena, che si capiva, curata con un’eleganza ed una raffinatezza unica. Ma le parole di Muhtar mi hanno colpita, gratificata, commossa e caricata come un toro, per il futuro. Tutto questo ti ripaga di tanto lavoro, tanti investimenti e anche sacrifici. Ma siamo pronti a fare tutto un’altra volta, di più e meglio. Di questo viaggio, il ricordo più appassionante e da brividi nella schiena è la giornata di Atlanta. E poi tutte le risate di Miami…


Crisi economica e sostegno al consumatore, con Sibeg il Prezzo è Amico. Priorità agli investimenti per la ricerca di una maggiore efficienza e soddisfazione del cliente. di LUCA BUSI

I

In un momento in cui non ci sono elementi per affermare che ci sia in at to una ripresa dell’economia, in particolare nel nostro mercato registriamo un rallentamento ad Aprile del 3% verso l’anno precedente, è necessario focalizzare l’attenzione sull’esecuzione delle attività a livello di punto vendita in termini di attivazione e di presidio delle iniziative già pianificate. In questa ottica abbiamo pensato all’attivazione delle promozioni in cui trasferiamo il concetto di “Prezzo Amico”, cioè un prezzo consigliato percepito come conveniente dal nostro consumatore nel rispetto della catena del valore IDMTrade, il prez zo che il consumatore è d is p o s to a s p e n d e re q u a n d o s a c h e acquista un prodotto di qualità. Per questa ragione abbiamo messo in essere una serie di attività che ci permettono di meglio comprendere il nostro cliente. Stiamo adeguando la nostra piattaforma interna di informazioni alle esigenze di conoscenza del mercato che un’azienda leader, come la nostra, deve avere. In particolare stiamo investendo risorse per gestire le attività di customer relation management, CRM, in collaborazione con gli uffici marketing della distribuzione. Si trat ta di at tività slegate dalla logica del Cut Price e orientate alla conoscenza del compor tamento del consumatore nel punto vendita. Per meglio rispondere al periodo storico che stiamo vivendo abbiamo ingranato una marcia in più dando priorità agli investimenti. Mentre la tendenza generalizzata è quella dei tagli. Noi stiamo investendo nella selezione, formazione e sviluppo delle risorse umane perché sono la base essenziale per creare il clima aziendale che ci permette di andare avanti anche in momenti di crisi come questo, dove l’attenta gestione dei costi e la ricerca della maggiore efficienza diventano determinanti. Infine vorrei ricordare la recentissima operazione di Marketing con Fanta, in coincidenza della campagna di comunicazione nazionale, attivata su sei

clienti della gdo con una promozione integrata nel punto vendita con materiali pop, extra display, promozione in volantino, in store promotion e attività di Crm che hanno riacceso le vendite con incrementi

importanti in un segmento, quello delle aranciate, che registra perdite di volume da alcuni anni e in un momento in cui le vendite nell’intera categoria sono in calo.

3


Management

Tepelene, sul mercato siciliano la genuinità allo stato puro.

Sibeg sempre alla ricerca di innovazione e qualità per i suoi consumatori punterà sulla realtà fuori dal tempo delle montagne albanesi. di NATALE LIA

Natale

Lia e l’A

mminis

trato

elene o di Tep re Unic

S

Luciano

Cirillo.

ono trascorsi 10 anni da quel 28 m a g g i o 19 9 8 , giorno nel quale la Uji i Ftohte Tepelene ha inaugurato lo stabilimento ed ha dato inizio alla propria attività produttiva di imbottigliamento dell’acqua minerale “Tepelene”. La sorgente, che esiste da oltre 200 anni, si dice sia stata realizzata da Ali Pasha, personaggio storico che governò la regione con saggezza e coraggio tra la fine del ‘700 e gli inizi dell’800: ancora oggi l’acqua “Tepelene” è conosciuta come “l’acqua di Ali Pasha”. Da sempre le montagne che circondano l’Albania hanno fatto sì che ne fossero

preservati intatti tutti i suoi caratteri, la sua cultura ed i suoi valori. Allo stesso modo queste montagne nel sud del paese, da secoli, preservano l’acqua “Tepelene”, dal gusto morbido e dolce, conservandone intatte le sue peculiari proprietà organolettiche: nulla è mutato nel tempo. In questi anni, pur tra difficoltà ambientali, disagi logistici e mancanza di infrastrutture, l’acqua “Tepelene” è riuscita ad affermarsi in Albania, diventando leader del proprio settore. Nel 2007 sono stati imbottigliati oltre 30 milioni di pezzi. Diversi sono stati i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni, ma questi cambiamenti sono stati sempre relativi ad aspetti singoli delle varie confezioni. In occasione dei primi dieci anni di attività, la Società albanese ha deciso di rinnovare completamente la propria linea, attraverso un avanzato design industriale, in grado di rispondere alle esigenze più innovative del mercato, non solo nazionale, con una nuova bottiglia per il formato 1,5 naturale, l’introduzione dell’acqua frizzante aromatizzata al limone e la bottiglia PET 750ml “Sport cap”, solo per citare alcune delle

novità che permettono l’allineamento con le richieste dei mercati internazionali. In passato Sibeg ha sviluppato pochissime vendite di questo prodotto molto buono ma con una grafica che lasciava a desiderare e che non valorizzava il contenuto. Adesso grazie agli investimenti in ricerca e sviluppo, messi in essere dall’azienda, che hanno portato Tepelene a competere sui mercati grazie alla produzione di formati in grado di coprire tutte le richieste. Sibeg affronterà un piano di partnership molto impattante è in grado di competere con le migliori marche e puntando ad un posizionamento degno della qualità del prodotto, proponendo al mercato siciliano “la genuinità allo stato puro direttamente dalla realtà fuori dal tempo delle montagne albanesi”.

L’acqua TEPELENE è chiamata “L’acqua di Ali Pasha”, governatore della regione tra la fine del ‘700 e gli inizi dell’800.


Atteggiamento, presidio e perseveranza alla base delle regole d’oro per i periodi di difficoltà.

In questo periodo di situazione macro-economica sicuramente difficile consumatore e trade aspettano da Sibeg un approccio che tenga conto di questi tre punti fondamentali. di FABIO FRONTI

C

on la chiusura dei primo quadrimestre 2008, particolarmente lontano dagli obiettivi che ci eravamo dati, possiamo dire oltre ogni ragionevole dubbio che i prossimi mesi saranno estremamente delicati. Il mercato delle bollicine sta vivendo un momento di rallentamento, allineato a quanto in generale si registra in tutta l’industria dei beni di largo consumo. Il canale moderno soffre un calo di consumi trasversale e anche il canale Horeca, da anni il traino dell’industria di marca, registra un momento di difficoltà. La domanda che mi sono posto ogni volta che mi è capitato di affrontare periodi storici simili, è sempre stata: cosa posso fare io come promoter, come venditore, come capo area, come direttore vendite in presenza di indicatori così precisi ? E nel passato molto mi ha aiutato l’individuare quelle che io definisco le 3 regole d’oro per riuscire a superare nel migliore modo possibile gli inevitabili periodi di difficoltà che ciclicamente l’industria deve affrontare.

ATTEGGIAMENTO

L’atteggiamento di chi subisce una situazione di mercato negativa è estremamente controproducente sia verso l’interno (i colleghi) sia verso l’esterno (il trade). Al contrario mostrare una certa proattività, nel definire nuovi scenari e nuovi meccanismi di approccio sul mercato, diventa elemento fondamentale nel creare valore aggiunto nel nostro lavoro di tutti i giorni. Questo è vero in ogni fase del business commerciale, a tutti i livelli !!!! Certo è che i primi a dover mettere in mostra questo modo “diverso” di affrontare situazioni difficili siamo noi. E l’atteggiamento, nel lavoro di tutti i giorni, aiuta a creare un collegamento molto forte con chi (il trade e il punto vendita) si aspetta da noi un aiuto (molto spesso una indicazione, un suggerimento, per traghettare la situazione). Diventa quindi estremamente importante investire ancora più tempo con i nostri interlocutori per manifestare e mettere in mostra in modo ancora più forte come Coca-Cola affronta questa situazione.

PRESIDIO

Bisogna dedicare tutte le energie nel presidio delle attività di base, quelle per intenderci che in altri momenti vedono una minore concentrazione. Mi riferisco soprattutto alla attività di analisi del mercato con lo scopo di fornire una buona base di valutazione della situazione, allo scopo di individuare tutte quelle iniziative che noi e il trade riteniamo strategiche per superare il momento. Ma parlo anche della nostra azione incisiva nel mettere sotto gli occhi dei nostri interlocutori tutte le iniziative che Sibeg sta mettendo in campo per creare valore.

PERSEVERANZA

è inutile dire che tutto ciò ha senso se e solo se ognuno di noi istituisce una sorta di disciplina, di metodo di lavoro costante e continuo finalizzato da una parte a implementare tutti i programmi già avviati e dall’altra a sviluppare un percorso formativo di idee e iniziative alternative che siano propedeutiche a creare reazione. In questo momento il consumatore, che è in balia di una situazione macro-economica

sicuramente difficile, e il trade, che di fatto registra per primo un comportamento diverso nelle abitudini di acquisto, aspettano da Sibeg un approccio che tenga conto di questi tre punti fondamentali. E anch’io, come direttore commerciale in primis, ma anche come responsabile di un gruppo di donne e di uomini in prima linea e al centro delle attenzioni e delle aspettative di un mercato in difficoltà, mi aspetto che ognuno di noi faccia proprie queste semplici regole e le assimili come parte integrante del proprio modo quotidiano di lavorare. Solo così possiamo pensare seriamente di superare il momento e di tornare a parlare di crescite. Lo dico per esperienza personale: sono le persone che fanno le aziende, e solo un approccio come quello che ho descritto può rappresentare l’elemento determinante per emergere. Anche nelle situazioni più difficili!!! E Sibeg nel passato lo ha dimostrato ripetutamente. Ci aspettano mesi di duro lavoro ma la consapevolezza che ognuno di noi si muove con gli stessi valori mi consente di essere estremamente ottimista sul fatto che supereremo anche questo momento. Tutti insieme.

5


Management

Cantieri per l’eccellenza: al via

nove progetti per essere protagonisti nello scenario competitivo di mercato e del sistema Coca-Cola.

In gioco per identificare nuovi ambiti di lavoro, per recuperare occasioni di profitto e di economicità, per raggiungere più alti standard di redditività del settore di riferimento. di Marcello Mammana

è

s i c u ra m e nte v e ro c h e n e g li ultimi anni Sibeg ha conseguito importanti risultati sia sul versante della redditività sia su quello dell’efficienza dei processi. è altrettanto vero però, che il contesto della competizione del ventunesimo secolo non consente a nessuno di dormire sugli allori, e quindi anche Sibeg, non ha perso tempo nell’autocelebrazione, ma anzi si è rimessa in gioco per identificare nuovi ambiti di lavoro per recuperare occasioni di profitto o di economicità e quindi raggiungere a breve i più alti standard di redditività del settore di riferimento. Questa è in sintesi la premessa che sta alla base del progetto “Cantieri per l’eccellenza” che si propone di cambiare il volto di Sibeg nell’arco di 3 anni. La prima fase del progetto è iniziata nel giugno dello scorso anno. In quell’occasione Sibeg richiese a Methodos, una prestigiosa società di consulenza con diverse esperienze anche di progetti interni al sistema Coca-Cola, di identificare un percorso di lavoro e, appunto, un metodo, che consentisse un deciso cambio di passo avanti sul tema della redditività. Questi primi passi del progetto hanno comportato dapprima uno studio comparativo sui dati economici e finanziari delle principali aziende del sistema con l’obiettivo di individuare i punti di forza e di debolezza della nostra azienda rispetto agli altri operatori ma, soprattutto, per identificare precisi target, ambiziosi ma raggiungibili, verso cui tendere. Successivamente sono stati analizzati gli strumenti a supporto delle scelte di business e i diversi processi aziendali. In questa fase del lavoro il management aziendale ha lavorato a stretto contatto con i consulenti per far si che tutte le indicazioni che andavano emergendo fossero correttamente focalizzate sugli obiettivi e concrete nelle modalità di attuazione. Per-

6

tanto, a settembre dell’anno scorso, sono state identificate una serie di raccomandazioni che, se correttamente implementate, avrebbero potuto portare l’azienda a raggiungere i suoi obiettivi. A fine anno si è svolta una parte delicatissima del progetto: a partire della numerose raccomandazioni, a volte anche molto operative, occorreva identificare alcune linee di azione precise su cui concentrare gli sforzi per massimizzare i risultati con il minimo sforzo.

impegni della quotidianità, si fanno carico di questa attività progettuale e consulenziale che si aggiunge al normale carico di lavoro. Questi primi sei cantieri si concluderanno in estate e da allora produrranno i benefici attesi. Il settimo cantiere inizierà le sue attività tra breve, mentre gli ultimi due partiranno verso la fine dell’anno. Gli aspetti su cui i cantieri operano, sono i più diversi: dalle politiche commerciali ai sistemi informatici, ma tutti in fondo si pongono un solo obiettivo: fare in modo che il lavoro di

Sono nati così i “cantieri”: 9 diversi “sotto progetti”, ognuno con un tema specifico ed affidato ad un gruppo di lavoro, con un piano di azione stringente e obiettivi concreti da raggiungere. E questa è storia dei nostri giorni! Sei dei nove cantieri sono oggi al lavoro, grazie allo straordinario entusiasmo dei colleghi coinvolti che, senza dimenticare i pressanti

ognuno in Sibeg produca maggiore ricchezza per l’azienda e per chi ci lavora. è una sfida sicuramente impegnativa ma anche ineludibile per una azienda che, superata due anni fa la soglia dei 100 milioni di Euro di fatturato, ha l’ambizione di giocare da protagonista nello scenario competitivo di mercato e del sistema Coca-Cola.


Salute

Bisfenolo A (Bpa), un caso che non coinvolge il pet. “L’EFSA ha stimato che l’esposizione della popolazione europea è abbondantemente al disotto dei limiti di assunzione giornaliera tollerabili, indicati in 0,05 milligrammi/Kg corporeo”. di Carlo Coriolani

N

elle ultime settimane, è venuto nuovamente alla luce il caso Bisfenolo A (Bpa), una sostanza chimica ritenuta dannosa per l’uomo e presente in molti contenitori in materiale plastico. L’allarme è stato lanciato dal National Institutes of Health statunitense nell’ambito del National Toxicology Program (NTP). L’accusa è quella di recare danno al sistema endocrino e in particolare sullo sviluppo dell’apparato riproduttivo.

I quotidiani “Il Mattino” e “la Repubblica” del 17 aprile scorso, hanno titolato un articolo sul Bpa rispettivamente a pagina 15 per Il Mattino “Bottiglie di plastica, nuovo allarme tumori”, e a pagina 25 per la Repubblica “I medici Usa: “Attenti alle bottiglie di plastica contengono una sostanza chimica pericolosa”“ accusando indiscriminatamente tutte le bottiglie in plastica. Vediamo di fatto cos’è il Bpa. Il bisfenolo A, chimicamente 2,2-bis (4-idrossifenil) propano, è una delle sostanze chimiche impiegate nella produzione di policarbonato, una plastica utilizzata per biberon, stoviglie, contenitori per alimenti, contenitori sterili per le urine e nella produzione di rivestimenti epossidici per materiali metallici, per lattine ecc. Il BPA può migrare in piccole quantità nei cibi e nelle bevande conservati in materiali che lo contengono. Di fatto non interessa tutti i contenitori in plastica, ma solo quelli in policarbonato. è da escludere il PET, PoliEtilenTeraftalato, polimero che costituisce i contenitori che contengono i prodotti “Coca-Cola” e molte acque minerali. Ma torniamo al Bpa. L’EFSA, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, nel gennaio 2007 ha pubblicato la valutazione sui rischi derivanti da migrazione di Bisfenolo A in alimenti indicando il limite di 0,05 milligrammi/kg di peso corporeo come

assunzione giornaliera tollerabile (TDI). Il rapporto completo è disponibile sul sito ufficiale dell’EFSA all’indirizzo www.efsa.europa.eu. In Italia, l’Istituto Superiore della Sanità (ISS) ha calmato le acque in merito rifacendosi al rapporto pubblicato proprio dall’EFSA. Per essere certi che il PET, polimero che costituisce il packaging primario delle nostre bevande e di molte acque minerali commercializzate in Italia e in Europa, non fosse coinvolto dal caso Bpa, abbiamo posto alla Dott.ssa Maria Rosaria Milana, primo ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità esperta di esposizione e rischio dei materiali, alcune domande: Dottoressa Milana, cos’è il Bpa? “Il bisfenolo A è una delle sostanze chimiche impiegate nella produzione delle plastiche rigide in particolare per il policarbonato, utiliz zato per biberon, contenitori per alimenti, e nella produzione di rivestimenti epossidici per materiali metallici, come per esempio lattine ecc.” Se il Bpa migra negli alimenti, può essere dannoso per l’uomo? “ L’EF SA ha s timato che l ’e sp osizio ne d e l l a p o p o l a z i o n e e u r o p e a , l at t a nt i inclusi, al Bpa rilasciato dai contenitori è abbondantemente al disotto dei limiti di assunzione giornaliera tollerabili, indicati in 0,05 milligrammi/Kg corporeo. In maniera indiscriminata sono state accusate del rischio Bpa tutte le bottiglie in plastica. I contenitori in PET, sono coinvolti dal rilascio del Bpa? “Ad oggi possiamo dire che il Bpa, rientra nella fase produttiva dei policarbonati e dei rivestimenti epossidichi di alcuni contenitori e non delle bottiglie in PET. In conclusione possiamo tranquillizzare i nostri consumatori: il PET è fuori dal rischio Bisfenolo A.

7


Workshop

BUILDING THE FUTURE: RIFLESSIONI PER LO SVILUPPO DELLA HOLDING.

Acies: un gruppo orientato alle persone, che crede nel lavoro, punta all’innovazione, orientato al cliente ed attento alla qualità. è quanto emerso nel corso del recente workshop. di Antonio Marletta

L

o scorso 11 e 12 aprile, nella cornice del Riviera Golf Club di Cattolica, si è svolto l’incontro, dal titolo Building the Future, tra ACIES e tutte le aziende del gruppo. L’obbiettivo di questo workshop, di due giorni, è stato quello di chiarificare il ruolo della holding e dare avvio ad un percorso strutturato per la costruzione e condivisione delle strategie di business, sia a livello di singola società che a livello di gruppo. L’incontro ha avuto un taglio operativo sin dalle prime battute, con l’intervento del nostro Presidente, la Sig.ra Maria Cristina Elmi Busi che ha ricordato la crescita del gruppo il cui fatturato è passato dai 6 Mio di euro del 1970 ai 231 Mio di euro di oggi, e con le testimonianze esterne dei tre ospiti presenti. La prima ad intervenire è stata la dott.ssa Barbieri della società McCann Ericsson, che, con la sua presentazione, ci ha fornito una chiara fotografia dell’evoluzione dei trend di consumo e di come si stanno modificando i bisogni dei consumatori nel settore del beverage; a seguire è intervenuto il dott. Armuzzi della società Mercer, che ci ha dato un’esaustiva illustrazione sui percorsi evolutivi delle organizzazioni moderne; infine, abbiamo avuto la testimonianza del dott. Maccaferri, Amministratore Delegato del Gruppo Maccaferri e Presidente degli industriali di Bologna, che ci ha portato un esempio concreto di gestione di un gruppo

8

industriale, formato da diverse aziende, che deve affrontare e coordinare la complessità dei tanti mercati in cui è presente. La giornata è proseguita prima con un’analisi del posizionamento competitivo attuale e prospettico delle diverse aziende da parte dei loro direttori e, successivamente, con un ampio intervento da parte di Paolo Zancanaro che ha chiaramente illustrato la situazione economico -finanziaria del gruppo e posto gli obiettivi da raggiungere nei prossimi anni per continuare a garantire la crescita avuta fino ad oggi. Durante la seconda giornata i team manageriali delle varie aziende sono stati impegnati nell’elaborazione di un progetto concreto di trasformazione delle loro idee in piani operativi. Ogni azienda nei prossimi mesi lavorerà su questo progetto per

realizzarne i contenuti e per aggiudicarsi il premio Building the future, lanciato da Luca Busi, che prevederà l’esposizione del trofeo nella sede dell’azienda vincitrice. Un tema a parte del workshop è stato l’individuazione dei valori del gruppo ACIES condivisi dai rappresentanti delle diverse aziende. Dal confronto di questi due giorni è emerso che il nostro gruppo è fortemente orientato alle persone in termini di attenzione al lavoro di squadra, rispetto delle persone, ricerca dell’eccellenza; crede nel lavoro, che viene svolto con passione, perseveranza e rigore nella ricerca del risultato; punta all’innovazione, attraverso l’apertura al cambiamento e lo stimolo della creatività; è orientato al cliente ed attento alla qualità. L’incontro si è concluso con un impegno alla realizzazione del progetto presentato per l’aggiudicazione del trofeo Building the Future e con un’arrivederci al prossimo meeting. La competizione è iniziata in bocca al lupo a tutti.


Attualità

Calanovella mare, il benvenuto all’estate del Cral Sibeg. In novanta al long week end sulla costa tirrenica all’insegna dell’allegria e della buona tavola. di Francesco Messineo

I

l sodalizio aziendale ha organizzato,anche per il 2008, il consueto week-end di inizio estate. Quest’anno, approfittando della festività del 2 giugno, abbiamo potuto realizzare un fine settimana lungo invadendo con allegria il villaggio “Calanovellamare” a Gioiosa Marea (ME). I partecipanti, che aumentano ogni anno, sono stati circa 90 tra soci e accompagnatori. Interpretando lo spirito del CRAL, che promuove la socializzazione, il nostro gruppo ha partecipato alle numerose attività ludico-sportive organizzate all’interno del villaggio. Ottimi i “risultati” conseguiti: uno per tutti è stata la vittoria della nostra squadra di beach volley che ha macinato vittorie consecutive fino alla finalissima, premiata durante la serata finale nell’anfiteatro del villaggio. Visto il successo di queste iniziative si è deciso di continuare ad organizzare eventi simili, anche di minor durata, coinvolgendo tutti i soci e le loro famiglie all’insegna del divertimento e della socializzazione. Ricordo ai colleghi che volessero iscriversi al nostro CRAL che possono rivolgersi a tutti i membri

del consiglio direttivo, composto da Francesco Messineo, Valeria Merito, Lucio Di Prima,

Lorenzo D’Urso, Sergio Russo e Gaetano Castelluzzo.

Sibeg alla quarta edizione dell’Expo-Workshop del Calcio Catania. Tre giorni di incontro e di confronto con tifosi, sportivi e sponsor del Calcio Catania quelli degli scorsi 18, 19 e 20 aprile presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania. Alla importante kermesse Sibeg è stata presente con una sua area espositiva, all’interno della quale è stato offerto il prodotto ai visitatori, dedicata a Powerade, lo sport drink di The Coca-Cola Company, sponsor della squadra rosso azzurra. La tre giorni è stata caratterizzata da conferenze, di-

battiti e momenti goliardici che hanno coinvolto il pubblico, i partner commerciali, del sodalizio sportivo, e non per ultimi i calciatori e la dirigenza del Catania Calcio. Uno spazio è stato dedicato ai bambini delle scuole catanesi, con stand, giochi e tanti gadget. Alla tre giorni hanno partecipato anche la Nuoto Catania, la Pallavolo Catania, l’Amatori Catania Rugby e l’Orizzonte Geymonat, la Catania sportiva in serie A.

9


Sport & Sponsor. Il successo delle siciliane

con l’energia di Powerade.

Le squadre ringraziano Sibeg e Powerade per il sostegno in campo. Dr. Orsini e lo staff di Sibeg nella persona di Mario Barone, rapporto che anche tramite la ditta Orlandina Bevande di Capo D’Orlando ha trovato il punto di scambio per la fornitura della bevanda POWERADE PRO molto apprezzata dai nostri atleti. Grazie ancora per il Vs. supporto e la Vs. vicinanza.”

Francesco Venza Direttore Generale Orlandina Basket srl

“C

on la partita esterna Siena-Palermo si è conclusa l’attività agonistica 2007/2008 dell’US città di Palermo. Una stagione che ha visto Sibeg con Powerade ancora una volta a fianco del club siciliano attraverso la partnership con la società di marketing sportivo Infront Italy che ne gestisce i diritti pubblicitari. Una partnership di grande prestigio per Infront Italy che si è impegnata, nel corso dell’anno, per garantire a Powerade il massimo della soddisfazione non solo in termini di visibilità televisiva. Lo sforzo maggiore è stato profuso nell’allestimento della nuova Area Vip Hospitality allo stadio Renzo Barbera di Palermo. Una nuova Area Ospitalità dove Sibeg ha potuto accogliere i propri clienti.”

Gianluca Mazzardi Marketing Manager Infront Italy srl (marketing Palermo Calcio)

10

“Riteniamo proficuo e produttivo il rapporto intrattenuto tra Sibeg, con Powerade, e il Catania Calcio Spa. Ci preme evidenziare in particolar modo il rapporto di fattiva collaborazione con le numerose iniziative realizzate sul territorio con la dirigenza e le maestranze di Sibeg al fine di valorizzare ancor di più l presenza sul territorio della provincia di Catania e la partnership tra le nostre aziende.”

“Quando all’inizio della stagione,memori del dispiacere avuto nel campionato 2006/2007, decidemmo di far di tutto per riconquistare quanto perduto, mai avremmo pensato che la stagione potesse essere così esaltante !!! Un successo simile è frutto di tanti sacrifici, del lavoro di tante persone e del sostegno di chi, anche dall’esterno, ha fatto si che tutto questo si realizzasse; gli atleti hanno il merito sicuramente principale, ma spesso niente può venire cosi perfetto senza il supporto dello staff tecnico, medico dei consulenti e dei preparatori esterni... senza dimenticare i nostri sponsors che sono alla base del nostro percorso.”

Giuseppe La Delfa General manager Orizzonte Geymonat

Maurizio Ciancio Direttore Marketing Calcio Catania spa “La stagione sportiva 2007/08 della Orlandina Basket srl ha avuto il suo epilogo finale giovedi 15 maggio u.s. al termine della gara 3 dei quarti di finale dei play off scudetto giocatasi ad Avellino. Una stagione fantastica che ha visto l’Orlandina Basket srl partecipare alle final eight di Coppa Italia, chiudere al sesto posto in classifica, ottenere l’ingresso ai play off scudetto, e staccare il biglietto per partecipare nella prossima stagione sportiva ad una competizione europea. Mai alcuna società di basket siciliana era riuscita ad ottenere tali risultati. Supporto importante è stato la ulteriore continuativa presenza di Sibeg srl per la solidificazione di un rapporto che va avanti già da qualche anno. Al di là del puro e semplice rapporto di scambio di prestazioni legate ad un contratto il ns. rapporto con Sibeg srl ha avuto in più occasioni modo di migliorare i già buoni rapporti personali esistenti tra la ns. proprietà e l’Amministratore Delegato di Sibeg Dr. Busi, con il responsabile Pubbliche Relazioni

“Una stagione ricca di risultati quella del Tennis Club Umberto di Catania. Dalla serie D alla A, Campioni provinciali a squadre, Campioni siciliani di C, Campioni over 35 e non per ultimo il torneo dello scorso natale che ha visto il sodalizio classificarsi come primo circolo della Sicilia. Una stagione ricca di successi grazie anche al supporto di Sibeg con Powerade. Una collaborazione fattiva quella tra il sodalizio e l’azienda catanese anche in occasione del “Memorial Umberto” in onore al maestro Umberto Fonsmorti fondatore, il 23 novembre 1975, del circolo e pioniere del tennis a Catania. Uomo indimenticabile e di grande generosità che da due anni ci ha lasciato.”

Gaetano Fonsmorti Direttore Tennis Club Umberto


Appunti di viaggio

...C’eravamo anche noi!! Diario, semiserio, “On the road”... di MANUELA PANEBIANCO e BARBARA BELFIORE

E

ra un notte buia e tempestosa… scherziamo, era una fin troppo comune giornata lavorativa, occhi marchiati dalla stanchezza e confusione mentale dopo le numerose telefonate organizzative per il viaggio ad Atlanta e Miami. Ma all’improvviso ci arriva la notizia: Barbara, Manuela ci sarete anche voi!!! “Ma vieni...“ N on ci posso credere…” Wow...” il resto è meglio omettere. “Un pò diverso per me - Manuela - che ho dovuto chiedere informazioni sui migliori ansiolitici in commercio. Dodici ore sull’aereo all’andata e altrettanto al ritorno! Entrambe non avevamo mai messo piede negli Stati Uniti, e l’emozione cresceva di giorno in giorno: 1) si trattava della prima volta che partecipavamo ad un viaggio aziendale. C’è sempre capitato di far parte del team organizzativo, ma mai di essere presenti al reale svolgimento. 2) stavamo per visitare l’head office mondiale della nostra azienda, diciamo i cugini americani…..!!! e soprattutto incontrare Neville Isdell e Muthar Kent. Ma mettetevi comodi che vi raccontere mo tutto nel nostro diario di bordo. Siete Pronti?

Day one

Ore 5:00 Ci incontriamo tutti presso i rispettivi aeroporti: Palermo e Catania. Su Catania eravamo circa 80 persone, fra clienti e colleghi. La tensione di Manuela cresceva sempre di più e due lacrimoni le scorrevano lungo le guance; Barbara rideva istericamente e cercava di tirare su il morale a Manuela. Dobbiamo dire però che alla fine 12 ore di volo non sono neanche state sentite, l’atmosfera festosa e le nuove conoscenze hanno portato velocemente le lancette in avanti, catapultandoci ad Atlanta.

Day Two Ore 8.30 incontro nella

hall dello Sheraton Atlanta per partire verso gli uffici della The Coca-Cola Company. La curiosità era alle stelle: non potevamo mai immaginare che accoglienza calorosa ci avrebbero riservato Marta, Dimitri e tutto lo staff di Mutar Kent e Neville Isdell. Ricordiamo ancora le espressioni attonite ti tutto il gruppo, mentre visitava le varie stanze direzionali: dal Woodroof office alle meeting rooms, fino alla palestra e alle sale dedicate alla ristorazione. 9 blocchi di

strutture adibite ad uffici, per circa 4000 dipendenti. E noi ne abbiamo visitato solo una piccola parte in una mezza mattinata! Al pomeriggio tutti in albergo a prepararci per il cocktail e la cena di gala al WOC (World of Coca-Cola). Ore 18:00, la musica lounge ci guida verso i giochi di colore delle sale illuminate di uno stupendo “building” che ci accoglierà per la cena. Qui ad aspettarci Mr Kent in persona, che all’entrata ha dedicato una stretta di mano e un saluto personale ad ognuno di noi: moltiplica per 130!!! Non è facile trovare persone di importanza mondiale che riescano a farti sentire quasi quasi più importante di loro! Dopo il cocktail e i saluti di benvenuto ci siamo diretti tutti verso l’aula cinema (se così possiamo chiamarla) per assistere alla proiezione del nuovo film Happiness Factory che ha aperto le porte (nel vero senso della parola) ad un simpaticissimo orso polare di due metri che non dimenticheremo mai. Dopo la cena, i discorsi da parte di Mr Kent, del nostro presidente Cristina Busi Ferruzzi e di Luca Busi e, non per ultimo del vulcanico Sig. Gioacchino Arena, via tutti ad assaggiare la Coca-Cola più “sparkling of the world”. Ma le cose belle finiscono presto e la nostra carrozza ci attendeva all’uscita del Museo per rientrare in albergo e prepararci alla partenza dell’indomani.

Day Three: Miami Benve-

nuti in Florida e nella sua calda ed umida Miami! Accolti da un tempo un pò incerto iniziamo la nostra nuova avventura! Arrivati in hotel siamo rimasti estasiati dalla bellezza e dal lusso del Conrad Hotel: ma non è lo stesso che si vede sempre su CSI Miami? ? Forse ci piace pensarlo ma ne siamo quasi sicure. L’accoglienza ed il pranzo al 25° piano ha aperto un pomeriggio libero per le strade della città per concludere la prima giornata con la cena presso uno dei ristoranti più cool: stiamo parlando del ristorante “Quattro” sulla Lincoln road.

Day Four Il risveglio non è stato

facile visto il fuso ma principalmente perché noi stesse eravamo un pò fuse data la nottata brava appena trascorsa… Ma lo sforzo è stato ripagato dalla entusiasmante visita

guidata della città di Miami fino ad arrivare allo shopping center Aventura Mall dove molti di noi si sono sfrenati in acquisti superconvenienti. La giornata si è conclusa con una cena presso il Touch di Miami tra danza del ventre e musica live, cercando tra i tavoli volti noti della movida Americana.

Day Five

Poteva mancare una visita agli Everglades tra gli alligatori intravisti dagli affascinanti airboats? ; per molti di noi è stata la prima esperienza su un mezzo di locomozione così “ alternativo”. Il rumore dei motori copriva tutto, il vento sul viso e le frenate sull’acqua. Vi consigliamo di provarlo!! Dopo il pranzo nella Miami “cubana”, noi il nostro pomeriggio libero lo abbiamo passato insieme ad alcuni colleghi e clienti perdendoci da un tram all’altro: il fatto che l’inquietante metrò che attraversa Miami sia sospeso in aria e che sia guidato da un computer, ci ha reso l’avventura divertente, fino a quando non ci siamo resi conto che ci eravamo persi!!! Ma alla fine se siamo riusciti ad arrivare 20 minuti prima della cena è solo grazie al nostro “magico” mr Fabio Merlino che ci ha salvato... chi era con noi può confermare. Ci siamo… eccoci tutti al Bongo’s per la nostra ultima cena, il famosissimo locale di proprietà di Gloria Estefan. La nostra bella serata si è conclusa tra musica e balli e forse con qualche cocktail in più! Ringraziamo tutti coloro che ci hanno dato la possibilità di partecipare e... ovviamente, rinnoviamo la nostra disponibilità per 2009!

11


ATLANTA&MIAMI

Catania li


Marketing & Communication

“Prezzo Amico” la convenienza alla base della nostra strategia commerciale.

Sempre attenti ad offrire il prodotto giusto al giusto prezzo al consumatore siciliano.

I

consumatore siciliano. Dopo tanti anni Sibeg e Coca-Cola comunicano direttamente sulle etichette dei propri prodotti il prezzo consigliato per il consumatore nei formati da 1,5 l. di Coca-Cola, Fanta e Sprite. Una promozione studiata per soddisfare il consumatore con prezzi appropriati 1,55 € per CocaCola e 1,29 per Fanta e Sprite che garantiscono nello stesso tempo condizioni economiche soddisfacenti per il trade in un’ottica di partnership e creazione di valore sul mercato. La promozione iniziata dal mese di Luglio si concluderà a fine dicembre. Sarà comunicata con materiali pop impattanti: locandine e vetrofanie per le vetrine del pdv e ¼ di pallet per aumentare gli spazi espositivi. I nostri promoter contribuiranno come sempre alla attivazione sul mercato. Adesso la parola passa ai nostri responsabili vendita per iniziare il sell-in presso i nostri grossisti siciliani.

n Sicilia il canale Normal Trade continua ad avere un peso determinante nelle vendite delle bevande grazie alla ottima capillarità distributiva rappresentata da ben 8.000 punti vendita situati nei centri urbani e al livello di servizio offerto. Questo sub-canale rappresenta per Sibeg e la sua organizzazione di vendita un’occasione per attivare i punti vendita attraverso iniziative mirate a sviluppare l’assortimento trattato, la visibilità nel punto vendita e lo sviluppo del consumo di prodotto refrigerato. Nell’ambito di queste iniziative abbiamo ideato una campagna promozionale rivolta proprio ai consumatori che acquistano presso i punti vendita alimentari siciliani. La promozione “Prezzo Amico” è focalizzata proprio sul prezzo consigliato e sulla convenienza che sono alla base della nostra strategia commerciale sempre attenta ad offrire il prodotto giusto al giusto prezzo per il

Sibat Srl nuovo tool filler per The Coca-Cola Company. Ad Acireale la produzione di Nestea e Powerade destinati al mercato siciliano.

S i b a t S r l, p r o d u t t o r e d e i s o f t d r i n k s Tomarchio, entra a far par te dei Tool Filler autorizzati da The Coca- Cola Company. L’ambito traguardo è stato raggiunto dopo un im p o r t ante inve s t im e nto, e s e g ui to sullo stabilimento ed in par ticolar modo sulla linea di produzione asettica, e una s evera verific a degli impianti da par te degli ispet tori della multinazionale. Lo stabilimento di acireale dallo scorso 30 aprile produce i Thè Nestea e gli Spor t D r i n k P o w e r a d e, p e r c o n to d i S i b e g , destinati al mercato siciliano. Sibat Srl è stata individuata dalla catanese Sibeg

14

Srl, b ot tler autoriz zato T he Co c a - Cola Company, che ha sostenuto la produzione dei due drink in Sicilia, da par te di un to ol filler lo c ale, af finché si creas s ero nuove oppor tunità di lavoro e di sviluppo imprenditoriale a sostegno dell’economia siciliana in un mercato, quello dei sof t drink, in continua e costante crescita. La linea asettica è stata inaugurata lo scorso 30 aprile nel corso di una conferenza s t ampa alla pres enza d elle a u to r i t à c i v ili, m ili t a r i e r e li g i o s e d a i rap pre s ent anti di Sibat Srl, Co c a - Co la Italia e Sibeg.

Il tappo della fortuna, gioca in rete con Sibeg e vinci meravigliosi premi. On line da maggio il primo gioco a premi virtuale della nostra azienda. Collegati su www.sibeg.it ed avrai a disposizione un tappo virtuale da far girare: al termine di ogni giro, sarà estratta una lettera che ti aiuterà ad indovinare una serie di città italiane, europee ed internazionali. Potresti essere tu il vincitore dei di uno dei 5 fantastici navigatori satellitari in palio! Oltre al premio finale sono previsti d e gli o r iginali ga d g et digit ali (wallpaper e screensaver). E allora che aspetti? Registrati!


Promo music 2008: Coca-Cola Music@You.

Operazione Soundwave, al via la selezione di nuovi talenti musicali.

S

i spengono le luci, si alza il sipario, ha inizio lo spettacolo: va di scena CocaCola Music@You, il programma legato al mondo della musica che per il secondo anno interesserà l’area web, live e le promozioni al consumo. Come in passato, anche quest’anno Coca-Cola si avvicina al mondo delle sette note con Coca -Cola Music@You. Al suo interno ritorna un programma che seleziona nuovi talenti musicali: una prima fase (da Maggio ad Agosto) tramite web, durante la quale verranno caricati i pezzi musicali presentati e successivamente votati per preferenza; una seconda fase (da Luglio ad Ottobre) vede andare in scena la vera e propria “Operazione Soundwave” su MTV, che eleggerà la miglior band emergente, del panorama musicale italiano, la quale vincerà la possibilità di firmare un contratto con la casa discografica SUGAR. Ne sanno qualcosa i detentori del titolo: i TooMuchBlond (vincitori dell’edizione 2007). Quest’ultimi si esibiranno in un mini concerto, presso la Feltrinelli di Catania, il 25 Luglio, all’interno di un mini-tour che toccherà le più importanti città italiane. A supporto della Promo Music, oltre alla sezione web dedicata - www. coca-cola.it - sono state attivate le 7 maggiori sale di registrazione di Catania e Palermo. E per finire un’articolata campagna stampa sulle maggiori riviste di settore musicale come XL, Rockerilla, Urban. Ma Coca-Cola Music@You non è solo Soundwave. Dal 1 Luglio al 31 Ottobre CocaCola, Coca-Cola Light, Coca-Cola Zero, CocaCola senza Caffeina e Sprite - nei vari formati daranno la possibilità di partecipare all’estrazione di fantastici premi: inviando (via web o sms) il codice impresso sul prodotto acquistato si possono vincere 100000 iTunes song, 200 I-Pod Nano da 8 Gb e 50 VIP pack per il Coca-Cola live@MTV. Solo quest’ultimi permetteranno di partecipare allo Show organizzato da Coca-Cola in partnership con MTV: una

serata di Music Entertainment dove la musica si fonderà con l’intrattenimento per vivere una serata da protagonista. Inoltre sono previste una serie di attività sul punto vendita per vivere la musica con il gusto di Coca -Cola: 25 In Store Promotion tra 25 Hyper e Super siciliani permetteranno, all’acquisto di 4 bottiglie da 1,5 lt. e 8 bottiglie da 0,5 lt di CocaCola, Coca-Cola Light, CocaCola Zero, Coca-Cola senza Caffeina e Sprite, di portare a casa l’esclusiva tracolla Coca-Cola Music@You porta I-Pod. Infine, nel canale Immediate 80 lidi e parchi acquatici verranno vestiti da striscioni, mentre 300 punti vendita diurni e notturni verranno attivati con esclusive tovagliette sottopiatti: il tutto esclusivamente a tema musica. Insomma, un’estate da vivere tra le frizzanti note di Coca-Cola!

Sibeg - Aligrup.

A Messina la Vespa Coca-Cola dei “Punti d’incontro”. Roset t a A r tino di San Teodoro, in provincia di Messina, è la vincitrice della fiammante “ Ve s p a Co c a - Co la” sorteggiata tra i possessori della Fidelity card “Spar più” che hanno aderito al concor so “Punti d ’ i n c o n t r o”. I l

catalogo del concorso prevedeva premi sp e ciali firmati Co c a - Cola a conferma del successo della collaborazione di co marketing che da tre anni vede Sibeg Srl, imbottigliatore autorizzato dei prodotti a marchio The Coca- Cola Company per la Sicilia, e Aligrup Spa lavorare in perfetta sinergia per rispondere alle esigenze dei propri consumatori.

15


Aprile, da Modica a Terrasini all’insegna del fitness e delle specialità locali. Coast to coast tra piaceri culinari ed eventi sportivi.

M

ese pieno quello di aprile per Sibeg impegnata a seguire molteplici appuntamenti in Sicilia. Tra gli eventi “firmati“ Coca-Cola e Powerade il XV° Campionato Nazionale Vela d’Altura al circolo nautico NIC di Catania; i Campionati Italiani Assoluti di Salto Ostacoli organizzati dal circolo ippico ADIM di Augusta; Eurochocolate a Modica, Spinning Event organizzato dallo staff del Coolmagazine a Baia Samuele e la convention Uragano a Terrasini.

La fotocronaca della tre giorni direttamente dalla penna dei protagonisti. di Manuela Panebianco con la collaborazione di Marco Messina, stagista.

24 APRILE Giunti al porto di Catania

abbiamo visitato la location dove, da lì a poco, avrebbe avuto inizio la regata, ritraendo con qualche scatto le boe nuove di zecca “firmate” POWERADE. Da Catania all’ADIM di Augusta il passo è stato breve e ad accoglierci vi era Ernesto Salamone, uno dei responsabili ed organizzatori dell’evento ippico dove, tra i vari sponsor, spiccano POWERADE e COCA-COLA grazie alla collaborazione del nostro promoter Giovanni Cafeo. Soddisfatti e compiaciuti sia per l’accoglienza che per

la disposizione dei materiali di visibilità, decidiamo di non indugiare oltre e riprende il viaggio verso la città di Modica dove in occasione dell’Eurochocolate ci attendevano Riccardo Pedriglieri (Bar Sicilia), Carmelo Giannone (Martin Cafè) e Marcello Ciaceri (Caffè Venezia). Qui dopo un briefing con le hostess e i proprietari dei punti vendita l’azione promozionale ha avuto inizio. La simpatia delle hostess, l’intraprendenza dei gestori dei locali, la voglia di fare e la forza di volontà di Giorgio Adamo (Senior Promoter), Loredana Fenoaltea e Pietro Bellia hanno

fatto si che ogni cosa andasse per il verso giusto. 25 APRILE Lasciata Modica il viaggio è proseguito verso il villaggio turistico di Baia Samuele per l’evento di spinning organizzato da Andrea Bonina con Coolmagazine. Una splendida giornata di sole ha fatto da cornice a questa manifestazione sportiva che si è protratta per tutto il fine settimana.

26 APRILE, Terrasini (PA).

All’ingresso di Città del Mare giganteggiava l’arco POWERADE, quasi a voler esaltare il carattere sportivo del salone del fitness più impor t ante della Sicilia: Uragano organizzato e gestito da Oscar Coci. Anche qui come nelle precedenti tappe POWERADE è stato il grande protagonista, dissetando e rinfrescando gli atleti spossati dalle fatiche sportive.

16


Noto città “frizzante”. Il fotoracconto dell’Infiorata.

N

oto città “frizzante”, termine più che appropriato per definire la cittadina che per tre giorni, dal 15 al 18 maggio, ha ospitato la tradizionale “Infiorata”. Quest’anno l’importante kermesse è stata arricchita da composizioni floreali riproducenti il logo “Coca-Cola”, realizzate dai giovani Maestri Infioratori della cittadina. L’edizione 2008 ha visto un particolare impegno di Sibeg e Coca-Cola nella valorizzazione e promozione del territorio con uno sforzo organizzativo e “creativo” particolarmente intenso per le risorse umane scese in campo che hanno garantito il successo della partecipazione di Sibeg all’importante appuntamento.

burn accende la notte. Locali notturni, piazze, università e vie principali di Palermo, Catania, Trapani, Marsala, Sciacca, Mazara del Vallo, Marzamemi, Marina di Ragusa e CapoD’Orlando sono state il palcoscenico naturale della travolgente energia della comitiva Burn. Burn Energy Drink e Burn Gum sono stati i protagonisti dei sampling, organizzati dal 24 maggio all’8 giugno, in Sicilia.

17


Marketing & Communication

Euro 2008, Coca-Cola sponsor ufficiale della kermesse calcistica. Nei pdv il lato Coca-Cola del calcio.

G

li spalti gremiti e colorati, 22 giocatori sul manto erboso: tutti in trepidante attesa del fischio del direttore di gara che sancisce il via all’inizio del Campionato Europeo 2008. Come di consueto, non poteva mancare l’ospite d’eccezione, giunto sino in

Austria/Svizzera per dare quel tocco di colore e frizzantezza: Coca-Cola è stata presente, anche quest’anno, in qualità di sponsor ufficiale della manifestazione calcistica. Per tutto il periodo che ha visto di scena Euro 2008, sono state previste una serie di attività e di promozioni legate ai

consumatori con il coinvolgimento di 25 Hyper e Super e 80 punti vendita del Normal Trade con In Store Promotion dedicate. è stato sufficiente acquistare 2 bottiglie PET 1,5 e 4 bottiglie PET 0,50 di Coca-Cola, Coca-Cola Light, Coca-Cola Zero, Coca-Cola senza Caffeina o Powerade per ricevere in regalo l’esclusivo bicchiere Coca-Cola Euro 2008. Coca-Cola ha dato inoltre l’occasione di giocare “uno contro uno” con la “dea Bendata”. Acquistando 4 bottiglie PET 1,5 e 8 bottiglie PET 0,50 di Coca-Cola, Coca-Cola Light, Coca-Cola Zero, Coca-Cola senza Caffeina o Powerade si ricevevano 3 bicchieri Coca-Cola Euro 2008 e un “gratta e vinci” per vincere uno degli originali Palloni Coca-Cola Euro 2008 in palio.

Per celebrare i campionati Europei 2008 non potevano mancare gli special pack PET 0,50 e VAP 0,33 Coca-Cola vestite ad hoc: proprio per l’occasione è stata realizzata la full body sleeve di Coca-Cola Euro 2008, un look da collezione che vede come protagonisti gli abbracci che caratterizzano anche gli spot TV di Coca-Cola Euro 2008. Inoltre l’attivazione della promozione ha previsto materiali a tema Euro 2008: nell’FC crowner per ¼ di pallet, totem ed albero multifunzionale; nell’IC crowner e bandierine: il tutto ha colorato con il “tricolore” i punti vendita siciliani per vivere il lato Coca-Cola del calcio.

18


Fuoriclasse Cup, un evento da fuoriclasse. di Nunzio Orsini

S

ano agonismo, desiderio di rivalsa, di dimostrare le vere capacità della loro generazione. Sono questi i sentimenti che hanno fatto emergere, nel corso delle sei tappe siciliane, gli studenti di casa nostra con i quali abbiamo vissuto a stretto contatto cogliendo il vero spirito di sano agonismo che, tappa dopo tappa , li ha animati. Fuoriclasse Cup, giunto alla sua sesta edizione e sin dalla prima presente in Sicilia, edizione dopo edizione riscuote sempre un maggiore successo di pubblico, come evidenziano i dati relativi alle presenze, riuscendo a far parlare di se sia in campo ma soprattutto fuori dal terreno di gioco lasciando segni indelebili di leale competizione. La kermesse didattico/ sportiva è sempre più all’insegna del fairplay. Il calore umano e il rispetto dell’avversario sono stati il leit motiv della manifestazione sia tra i concorrenti ma anche

e soprattutto sugli spalti dove le “tifoserie” hanno dato vita a colorate coreografie per sostenere i loro istituti. Un altro aspetto della sesta edizione è stata l’attenzione dedicata ai diversamente abili che grazie alla solidarietà dei loro compagni hanno vissuto la fuoriclasse cup da protagonisti senza barriere lasciandosi cosi alle spalle la disabilità. Quest’anno alla competizione sportivo/didattica hanno preso parte gli studenti compresi nella fascia di età tra i 14 e i 19 anni in linea con le norme del Codice di Autoregolamentazione Assobibe.

Foto di S.Mazzarino

Fuoriclasse cup: alla scoperta dei valori de calcio. Settantacinque province in campo, autentico boom dell’edizione 2008.

Foto di S.Mazzarino

Dopo le fasi d’istituto e provinciali, svolte lo scorso aprile a Catania, Palermo, Messina, Trapani, Siracusa e Ragusa, i giovani protagonisti di Fuoriclasse Cup si sono dati appuntamento per la finale nazionale, del 30 e 31 maggio, a Riccione. La manifestazione calcistica, riservata agli studenti delle scuole superiori di età compresa tra i 14 e i 19 anni, è stata voluta dalla FIGC, settore giovanile e scolastico, e da Coca-Cola che hanno proposto una formula semplice e vincente, 50% calcio

e 50% didattica. Gli studenti oltre a mostrare il loro talento calcistico hanno dovuto dimostrare abilità e fantasia per spiegare come il calcio riempia di significati le loro giornate e alimenti i sogni e le aspirazioni. Tra i banchi gli studenti sono stati impegnati nel Fuoriclasse Project con l’impegno di realizzare racconti, poesie, articoli giornalistici, tg o giornali radio da presentare nelle tappe provinciali. Tra i lavori presentati non sono mancati innovativi cortometraggi, sceneggiature e disegni. Spazio anche alla multimedialità con la realizzazione di siti internet, dedicati al progetto, e format televisivi che hanno entusiasmato il pubblico nel corso delle varie tappe dell’evento. Protagonisti del progetto non sono stati solo gli studenti ma anche i loro professori, che hanno vestito il ruolo del “mister”, chiamati a dare l’impronta tattica, tra i banchi e sul campo di gioco, del lavoro degli studenti contribuendo cosi nell’economia del successo dei loro ragazzi. L’even-

to finale ha coinvolto, in una grande festa, tutte le squadre campioni provinciali divise nelle quattro categorie (Under 16 maschile e Under 16 femminile nati dall’1/1/91 al 31/12/93 - Under 19 maschle e Under 19 femminile nati dal 1/1/88 al 31/12/91), ed anche in questa fase sono state determinanti sia le performance calcistiche in campo, che l’abilità e la creatività nella realizzazione del lavoro didattico.

Italia-Francia. I vincitori di Fuoriclasse Cup in Austria per la partitissima. La scuola di Santa Teresa Riva ha vinto le finalissime di FCC a Riccione ed ha assistito agli Europei 2008 a Zurigo. Una giornata intensamente vissuta tra visita alla città, shopping e l’emozione di un incontro vittorioso, Italia - Francia, vedendo da vicino i propri eroi del calcio nazionale. Guidati dall’organizzazione di FCC, di Coca- Cola Italia e dagli insegnanti i giovani vincitori hanno trascorso tre giorni in Svizzera subendo il fascino quieto della natura rigogliosa.

I numeri delle tappe siciliane Messina, 3 aprile, 400 presenti Catania, 4 aprile, 800 presenti Ragusa, 7 aprile, 500 presenti Siracusa, 8 aprile, 450 presenti Trapani, 10 aprile, 800presenti Palermo, 11 aprile, 1200 presenti.

19


People

Nunzio Orsini, dal 2002 alla guida delle p.r. di Sibeg. “Mia moglie sostiene il mio status di pendolare”.

Q

uando lo chiami lui risponde, specialmente se c’è da risolvere qualche problema. E’ stato definito “ un’istituzione per Sibeg” e la “mente storica dell’azienda”, effettivamente dal quel lontano 1978 ad oggi Nunzio Orsini, attuale responsabile P.R. di Sibeg, ne ha viste e ne potrebbe raccontare. “ Sono stato assunto con la qualifica di venditore per poi ricoprire l’incarico di promoter e merchandiser fino all’aprile del 1988 quando ho assunto la responsabilità di ispettore addetto alle vendite del mercato tradizionale per le zone di Agrigento, Caltanissetta, Enna e Gela. Due anni sempre in giro quando nel 1990 in occasione dei Mondiali l’azienda mi sceglie come responsabile dell’importante evento. Una grande sfida visto che non avevo mai organizzato nulla di cosi importante, un impegno non indifferente che mi ha fatto vincere il premio come miglior organizzatore Coca-Cola d’Italia, non poco per la prima volta… - sorride Orsini.” Le sfide non finiscono mai. “Conclusa l’esperienza dei Mondiali vengo promosso Capo area della Gdo sino al 1996 quando mi viene offerta l’opportunità di fare un’esperienza in Albania,

per un paio di mesi, in sostituzione del responsabile alle vendite, un’esperienza unica dal punto di vista umano e professionale. Chiuso il capitolo Albania, nel maggio del 1996, assumo l’incarico di Responsabile area tradizionale per la Sicilia occidentale sino al 2002 quando lascio le vendite per le relazioni esterne.” Una carriera segnata da molteplici e sempre più importanti passaggi quella di Orsini che quando esce da Sibeg salta in macchina per raggiungere, nella sua Palermo, la moglie Marina i figli: Alessia, Fabio e Riccardo, e gli amatissimi nipotini, Orsini è nonno Nunzio. “ Un ruolo importante nella mia famiglia è svolto da mia moglie che riesce a tenere le redini della famiglia durante la mia assenza, in lei ho una grande complice in grado di sostenere il non semplice status di pendolare.” Ma come vive, calcisticamente, la doppia “cittadinanza” ? “ Il mio cuore è per il Palermo ma gioisco anche per i risultati del

Catania… certo per il derby - sorride e parla di letture e buona tavola, altre passioni che Orsini coltiva durante il tempo libero andando alla ricerca di tranquilli agriturismo sull’isola. Tra le passioni “evasive” c’è spazio anche per una crociera rilassante e rigenerante.”

Antonella Bonanno,

siciliana di nascita francese di adozione. Si insedia la nuova assistente di direzione.

Antonella Bonanno, quarant’anni, sposata, dallo scorso 1 aprile è la nuova assistente di direzione di Sibeg succedendo a Valeria Merito che va ad affiancare Nunzio Orsini nelle public relations. Dopo la laurea in lingue Antonella vola oltralpe dove matura una importante esperienza professionale nell’area della formazione e delle risorse umane, per importanti istituzioni culturali e forma-

20

tive francesi. Questa esperienza fa confrontare quotidianamente la Bonanno con aziende e istituzioni internazionali. Dopo otto anni di permanenza in Francia rientra in Italia dove, per conto di una primaria università di formazione economico manageriale, intrattiene rapporti con aziende protagoniste dello scenario economico internazionale. Prima di approdare in Sibeg Antonella Bonanno ha collaborato, con la stessa funzione, in un’azienda, leader in Sicilia, specializzata nella prefabbricazione industriale. Dimessi i panni di assistente di direzione Antonella ama viaggiare da “viaggiatrice” fuori dai classici itinerari. “Per me - spiega Antonella - il viaggio deve essere scoperta e contatto con la cultura del luogo, solo cosi puoi comprendere il vero spirito del paese visitato”. Dai suoi viaggi porta con se le ricette dei piatti assaporati nelle varie tappe. “Amo

molto la cucina e cucinare - riprende Antonella - ed ogni volta che assaggio una pietanza nuova non esito a riproporla ai miei amici… gli amici per me sono molto importanti e sono quelli di una vita… con la mia migliore amica ci conosciamo dall’età di 5 anni…” I fine settimana sono sempre un’occasione per delle gite fuori porta alla scoperta dei tesori storici e naturali della Sicilia. “Tra i posti che amo di più al primo posto c’è Ortigia seguita dalla valle dell’Anapo, senza nulla togliere a Ragusa Ibla, all’Etna e alla mia Messina che custodisce angoli di estrema bellezza paesaggistica… di Catania - conclude Antonella Bonanno - apprezzo il barocco e dei catanesi la dinamicità”. Tra gli hobby di Antonella ci sono gli sports non competitivi e a contatto con la natura, abile nuotatrice durante il relax ama le buone letture… lavoro permettendo…


Visti da vicino

?dario leotta ?

di ? Età: 43 : coniugato Stato civile Figli: 2 onico n o: Perito Elettr Consumptio Titolo di. studi Future : azienda in o Ruolo ricopert Manager Channel Sales in Sibeg: 9 anni Da quanti

?

Il tratto principale del suo carattere: Testardo e un pò ambizioso La qualità che preferisce in un uomo: Onestà La qualità che preferisce in una donna: Semplicità e... la bellezza Il suo sogno di felicità: Una mega vincita e un’attività nell’ambiente motociclistico/gare Il suo rimpianto: Non aver continuato l’università di ingegneria L’incontro che le ha cambiato la vita: Mia moglie Il giorno più felice della sua vita: La nascita dei miei figli Il più infelice: Spero che non arrivi mai La materia scolastica preferita: Storia La città: Catania e... Rio de Janeiro Il colore: Nero La bevanda: Coca-Cola regular ...un’altra bevanda: Lager tedesca Il piatto preferito: Spaghetti alla norma Libro preferito di sempre: Il Principe di Niccolò Machiavelli Poeti preferiti: Dante Alighieri Il suo eroe o eroina: Spartaco gladiatore Tracio La trasmissione televisiva: Tutto il canale History Channel Il film cult: Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg, Il Gladiatore di Ridley Scott Attore preferito: Tom Hanks, Russel Crowe Attrice preferita: Angelina Jolie La canzone che fischia sotto la doccia: Nessuna Il personaggio storico più ammirato: Giulio Cesare Se non avesse fatto il mestiere che ha fatto: Ingegnere elettrotecnico o impiegato Enel Il dono che vorrebbe avere: Leggere i pensieri altrui Il regalo più bello che ha ricevuto: I regali da parte dei miei figli Come vorrebbe morire: In silenzio senza far soffrire nessuno Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza: Le bugie dei miei figli Cosa si aspetta di ottenere da qui ad un anno in ambito lavorativo: Professionalità e onestà Il suo motto: il fine giustifica il mezzo Un augurio ai collaboratori: Un doveroso riconoscimento e gratitudine per l’impegno al mio staff dimostrato nelle “battaglie commerciali di ogni giorno”.

francesco nicotra Età: 43 Stato civile: coniugato Figli: 2 Titolo di studio: diploma Ruolo ricoperto in azienda : Immediate Consumption Channel Sales Manager Da quanti anni in Sibeg: 12

Il tratto principale del suo carattere: Imperturbabilità La qualità che preferisce in un uomo: Onestà intellettuale La qualità che preferisce in una donna: Intelligenza e femminilità Il suo sogno di felicità: Piscina, a casa però Il suo rimpianto: Sinceramente penso di non averne L’incontro che le ha cambiato la vita: Anna Finocchiaro Il giorno più felice della sua vita: 29/01/1992-30/04/1999 Il più infelice: 25/06/2008 La materia scolastica preferita: Geografia La città: Barcellona Il colore: Blu La bevanda: Nestea, limone in lattina ...un’altra bevanda: Coca-Cola light,in vetro Il piatto preferito: Zuppa di lenticchie Libro preferito di sempre: Cent’Anni di Solitudine di Marquez Poeti preferiti: Dante ma solo perché ho visto Benigni leggerlo in TV Il suo eroe o eroina: Nelson Mandela La trasmissione televisiva: Report Il film cult: The Blues Brothers Attore preferito: Dustin Hoffmann Attrice preferita: Nicole Kidmann La canzone che fischia sotto la doccia: In Italia di Fabri Fibra Il personaggio storico più ammirato: Alessandro Magno Se non avesse fatto il mestiere che ha fatto: Deputato all’A.R.S. Il dono che vorrebbe avere: Lo scudetto del Catania Il regalo più bello che ha ricevuto: Il biglietto del concerto dei Cure Come vorrebbe morire: Non voglio morire. Sinceramente Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza: Spregiudicatezza Cosa si aspetta di ottenere da qui ad un anno in ambito lavorativo: Recuperare tutto e raggiungere tutti gli obiettivi (anche quello della CocaCola Senza Caffeina pet cl.50) Il suo motto: Cogli l’attimo Un augurio ai collaboratori: Daiiiii che ce la faremo.

21


Chiuso per ferie

Suggerimenti per gite fuori porta.

A

ppuntamenti in Sicilia, da metà luglio a settembre, da godersi nello spazio di un weekend all’insegna della tradizione enogastronomica e culturale dell’isola.

Etna19 luglio pomeriggio concerto dell’orchestra del teatro Massimo Bellini di Catania sull’Etna all’interno dei Crateri Silvestri (versante sud del vulcano zona Rifugio Sapienza). Levanzo 22 luglio Sagra del pesce a z zurro. Una grigliata lunga cinque metri, quattrocento chili di pesce spada e di sgombri sono alcuni dati della rinomata sagra che si svolge sulla banchina del porto dove sono imbandite tavolate per consumare il pesce il cui gusto è esaltato dal pane e dal vino locale. La sagra si conclude con musiche e danze. Info 0923 924089 Modica (Rg) 27 luglio Sagra Scaccia e ‘nciminata. L’appuntamento culinario si ripete da anni ed è possibile gustare le focacce; scacce, ripiene di ricotta e salsiccia; ricotta e cipolla, solo ricotta, 22

pomodoro e cipolla; prezzemolo cipolla e salsiccia. Oltre alle scacce anche l’nciminata, pane abbastanza morbido condito con olio di oliva, sale e origano. Vino in abbondanza. Info 0932 753324 Ufficio turismo www.turismodica.com

San Giovanni Gemini (Ag) 27 luglio Sag ra del cast rato e dell a salsiccia. Dalle otto di sera in piazza Falcone vengono arrostiti oltre 400 kg di carne, salsiccia e castrato, innaffiata da vino rosso locale. Info 0922 903262

Milazzo (Me) Tra fine luglio e inizio agosto ha luogo nella piazzetta di contrada Tono la Sagra del tonno. Pasta col tonno, panini e tonno sott’olio sono solo alcune delle pietanze che si possono gustare tra una visita al Duomo e al Castello di costruzione araba situato sulla sommità della cittadina vista isole. Avola (Sr) 2 agosto Sagra del pane condito. In piazza Santa Venera il pane di frumento integrale e non, preparato con metodi tradizionali e cotto all’interno

di forni a legna, viene condito con il miele dei monti Iblei, con ricotta locale o con pomodori salati. Non manca il buon vino rosso locale. Info 0931 578515

Sclafani Bagni (Pa)

3 agosto Sagra del castrato. Nel rione Sant’Antonio di Sclafani, conosciuto come il Belvedere, vengono sistemate grandi griglie per arrostire ottima carne di castrato proveniente dagli allevamenti locali. Da gustare anche il formaggio pecorino, le olive verdi e la tradizionale pasta con il sugo di castrato da innaffiare con il vino rosso dei vigneti della zona.

Caronia (Me) 10 agosto Sagra del pesce pettine. Piazza Nunziatella si trasforma in un calderone di olio bollente, più di 400 kg di pesce vengono infarinati e fritti. Il fritto misto si gusta insieme al pane casereccio e un buon bicchiere di vino bianco o rosè. Fuochi di artificio e musica fanno da cornice alla serata. Info 0921 332046 www.comune.caronia.me.it


Avola (Sr) 14/15 agosto Sagra dell a M a n dorl a . In piaz za Santa Venera è possibile gustare il risotto a base di mandorle, budini, confetti, confetture, torrone e le immancabili paste di mandorle. Info 0931 578515

Stromboli (Me) alba del 15 agosto concer to dell’orchestra del teatro Massimo Bellini di Catania. Santa Caterina Villarmosa (Cl) fine agosto inizi settembre Sagra del Muffuletto. In piazza Garibaldi i panificatori preparano i muffuletti, piccoli pani aromatizzati con anice dolce e farciti con ragù di maiale. Da gustare con un bicchiere di vino rosso. Info 0934 601011

Raddusa (Ct) seconda settimana di s e t t e m b r e S ag ra de l g ra n o. La festa del grano qui è una vera e propria rappresentazione teatrale dove i protagonisti sono i contadini che preparano piatti tipici da offrire agli ospiti. Pasta, fatta in casa, condita con broccoli e legumi; pasta con finocchio selvatico, olio di oliva, pepe nero, peperoncino e cannella; pane fatto in casa; cuccia e tanti altri prodotti tipici sono offerti al visitatore per strada o nelle tipiche “putie”. Non mancano i momenti dedicati al folclore. Info 095 662060 www.festadelgrano.it San Vito Lo Capo (Tp) dal 19 al 23 settembre Sagra del Cous Cous. Cinque giorni di festa per la tradizionale gara gastronomica tra i diversi paesi del Mediterraneo. Chef algerini, arabo-israeliani, italiani, marocchini e tunisini prendono parte alla

competizione per contendersi il premio “miglior cous cous dell’anno”. Oltre ad un’area per la degustazione è prevista una zona espositiva di prodotti tipici della gastronomia del bacino Mediterraneo. La degustazione per il pubblico avviene dal secondo giorno.

.. e per chi vuol fuggire verso mete esotiche...

Ai Carabi sulle rotte dei pirati. Vento costante, mare calmo e baie cristalline: la destinazione da sogno di ogni velista esiste e si chiama St Vincent e Grenadine. Le 32 isole delle Piccole Antille, nel Mar dei Caraibi, sono caratterizzate da paesaggi da cartolina e offrono numerose possibilità per gli amanti del mare, sia che si desideri noleggiare un’imbarcazione per escursioni in giornata sia che si scelga una crociera di più giorni. Ecco il nostro diario di bordo: si salpa a St Vincent per arrivare ad Admiralty Bay nell’isola di Bequia. Qui si trova la cittadina caraibica di Port Elizabeth, con i suoi atelier artigiani specializzati nella costruzione di barche a grandezza naturale e in scala. Ci si sposta poi a Mustique, l’isola amata dai VIP perfetta per una sosta esclusiva e un aperitivo nei luoghi frequentati dalle celebrità, per poi giungere a Canouan Island. L’isola ospita

l’esclusivo Raffles Resort con il campo da golf 18 buche progettato da Jim Fazio. Da Canouan alle Tobago Cays, paradiso per gli appassionati di vela ma anche per gli amanti delle immersioni. Le cinque isole deserte, protette dalla barriera corallina a forma di ferro di cavallo, sono perfette per lo snorkeling grazie ad una flora marina che fiorisce a soli 7 metri di profondità. Da qui si raggiunge Mayreau dove concedersi un bagno nella piscina naturale di corallo di Salt whistle Bay, per poi costeggiare Petit St Vincent, Carriacou e Palm Island. L’itinerario si conclude a Union Island con la sua atmosfera cosmopolita. Maggiori informazioni sulla destinazione su www.svgtourism.com

Foto di S

.Mazzari

no


Rondine d’Albania

Viaggio in Sicilia, dal panorama mozzafiato

dell’Etna alle suggestioni delle festività agatine.

Ccbs, Tepelene e i grossisti albanesi in visita nella Perla del Mediterraneo. di Maria Cristina Busi Ferruzzi

D

opo i fuochi d’artificio in piazza Skandenberg per festeggiare l’arrivo del 2000, siamo passati ai fuo chi d ’ar tifici o p er S ant ’Agat a, nel febbraio 2008. Per tutti questi anni i viaggi premio che abbiamo potuto fare come Ccbs, francamente, non sono stati particolari, soprattutto perchè, quando nel lontano 1998 portammo con noi a Las Vegas, Arben Rrapo e Gazmend Shameti, i nostri due ispettori di vendita da premiare, Arben Rrapo tornò in Albania ma l’altro, Gazmend Shameti, scappò durante l’ultima notte! Praticamente, il 50 % degli albanesi che avevo portato negli Stati Uniti, era rimasto lì! Alquanto imbarazzante ! Per non parlare dei rischi corsi da Luca quando partì con quattro grossisti per partecipare alle Olimpiadi di Atlanta. Sono rientrati tutti, ma con percorsi molto stravaganti. Per fortuna che l’Albania è maturata, e anche tutta la Ccbs si è evoluta come mentalità. Finalmente possiamo spaziare, dare sfogo alla fantasia. Perciò nel 2008, febbraio, siamo venuti in Sicilia, a conoscere da vicino i colleghi di Sibeg e a conoscere la più bella isola del Mediterraneo. Cinquantotto persone e già ottenere i visti è stato un vero miracolo, che solo Luigi Verardo poteva fare! Il gruppo era composto da 21 persone di Ccbs, da 15 di Tepelene e da 22 grossisti. L’organizzazione in Sicilia è stata affidata a Nunzio Orsini e la sua squadra, il quale ha saputo dare il meglio di sè stesso. Grazie Nunzio.

24

Il viaggio iniziava il giorno 4 febbraio con arrivo a Catania alla sera. Il 5 mattina ci siamo recati in visita alla Sibat, per ammirare la macchina asettica che produrrà Powerade e Nestea per Sibeg. Poi il giro continuava con una sosta in Piazza del Duomo ad Acireale, dove abbiamo visto la sfilata dei carri. Fantastici! Ma la cosa più sbalorditiva ed eclatante è stato il panorama che si è aperto davanti a noi quando siamo arrivati sull’Etna. Il cielo che sembrava “blu, dipinto di blu”, la neve candida, la lava nera, il mare azzurro e qu e s to tr i o nfal e pennacchio in cima al vulcano, tutto questo ci ha lasciati senza respiro: magico! Poi di corsa in centro a Catania per vedere S a n t ’A g a t a , le candelore, i fuochi d ’ar tificio. I n tut ti questi anni, dal 20 0 0, gli alb an e si hanno visto tanti altri fuochi d’artificio, ma belli come quelli di Sant’Agata, mai.

Il giorno dopo, abbiamo attraversato la Sicilia più verace, Catania-Enna-Agrigento: forse i siciliani non possono rendersi conto di quanto sia particolare, selvaggio, ma carico di storia questo itinerario. Ad ogni curva il panorama cambia, e quando si intravedono i templi che si stagliano nella valle è come quando si arriva sull’Etna: non si respira più ! Rientro su Palermo passando per la “Piana degli albanesi” . Io non sono andata per rispetto di un momento particolare dei miei collaboratori: la storia, la storia che si ripete ma al contrario. Forse in Italia poche persone sanno che gli albanesi, gli arbaresh, venuti in Italia a quell’epoca, furono invitati dal Papa che mise a loro disposizione dei territori. Furono invitati per difenderci dall’invasione ottomana e di questo noi dovremmo essere molto grati. Poi, due bellissimi giorni trascorsi a Palermo, nella magnifica, scoppiettante, allegra Palermo. Il viaggio è terminato con una cena al Charleston dove i nostri amici e colleghi albanesi hanno espres so con grande allegria il loro più sentito ringraziamento per l’accoglienza e l’ospitalità dei siciliani. Come Amministratore Delegato di Ccbs ringrazio tutti e vi dico “torneremo nella bellissima Sicilia”.


Sibeg Inside - anno 4 n° 2  

Sibeg Inside è la rivista che tratta della vita e dell'organizzazione di Sibeg

Advertisement