Issuu on Google+

UNREAL ESTATE CORPORATION FOR TRANSNATIONAL AND URBAN PLANNING INVESTIMENTS

THE POWER OF NETWORKING UNREAL ESTATE CORPORATION IS A TRANSNATIONAL AGENCY FOR THE INVESTMENT OF CAPITAL AND HUMAN RESOURCES IN CITY PLANNING . UNREAL ESTATE CORPORATION IS ARCHITECTURE, A PROJECT FAR AWAY FROM THE SIMPLE PRACTICE OF PROFESSION; A COLLABORATIVE PLATFORM ABLE TO COMPETE ON AN INTERNATIONAL SCALE. UNREAL ESTATE CORPORATION IS POST-ARCHITETTURE, A POLITICAL PROJECT IN THE AGE OF GLOBAL COMMERCE. ARCHITECTURE WITHOUT BUILDINGS. COLLABORATIVE POWER APPLIED TO THE LOGICS OF THE MARKET . UNREAL ESTATE CORPORATION IS AN APPROPRIATION OF THE INSTRUMENTS AND LOGICS THAT REGULATE THE REAL ESTATE MARKET; THE POSSIBILITY TO REACH A COLLABORATIVE NETWORK ABLE TO DISPUTE IN THOSE DECISIONAL PROCESSES REGARDING CITY PLANNING. UNREAL ESTATE CORPORATION IS A CONSTITUENT POWER. EVERYTHING RESIDES IN DECIDING WHAT HAS TO BE CONSTITUTED. UNREAL ESTATE CORPORATION È UN AGENZIA TRASNAZIONALE PER L’INVESTIMENTO DI CAPITALI E RISORSE UMANE NELLA PROGETTAZIONE DELLO SPAZIO URBANO. UNREAL ESTATE CORPORATION È ARCHITETTURA, UN PROGETTO MOLTO LONTANO DALLA SEMPLICE PRATICA DI PROFESSIONE; UNA PIATTAFORMA COLLABORATIVA IN GRADO DI COMPETERE SU SCALA INTERNAZIONALE . UNREAL ESTATE CORPORATION È POST-ARCHITETTURA, IL PROGETTO POLITICO ALL’EPOCA DEL COMMERCIO GLOBALE. ARCHITETTURA SENZA EDIFICI. IL POTERE DELLA COLLABORAZIONE APPLICATO ALLE LOGICHE DI MERCATO. UNREAL ESTATE CORPORATION È UN’ APPROPIAZIONE DEGLI STRUMENTI E DELLE LOGICHE CHE REGOLANO IL MERCATO EDILIZIO; LA POSSIBILITÀ DI RAGGIUNGERE UN NETWORK COLLABORATIVO CAPACE DI CONTENDERE NEI PROCESSI DECISIONALI RIGUARDANTI LA PIANIFICAZIONE URBANA. UNREAL ESTATE CORPORATION È UN POTERE COSTITUENTE. TUTTO STA NEL DECIDERE COSA SI VOUL COSTITUIRE. EDITORS AND DESIGN GRID (PAOLO CAFFONI & ROBERTO SHWAFATY) CONTACT GRIDCOLLECTIVE@GMAIL.COM DISTRIBUTION ALMOST BIMONTHLY IN AN IRREGULAR BASIS. YOU CAN CONTACT US VIA E-MAIL TO ASK FOR A DIGITAL FILE, OR GET NOT ANNOUNCED WHEREVER YOU FIND IT! WE INCENTIVATE THE FREELY REPRODUCTION OF THIS PUBLICATION.


( ADOLFO NATALINI - SUPERSTUDIO . 1971, LECTURE AT AA SCHOOL OF ARCHITECTURE)

“...IF DESIGN IS MERELY AN INDUCEMENT TO CONSUME, THEN WE MUST REJECT DESIGN; IF ARCHITECTURE IS MERELY THE CODIFYING OF THE BOURGEOIS MODELS OF OWNERSHIP AND SOCIETY, THEN WE MUST REJECT ARCHITECTURE; IF ARCHITECTURE AND TOWN PLANNING IS MERELY THE FORMALIZATION OF PRESENT UNJUST SOCIAL DIVISIONS, THEN WE MUST REJECT TOWN PLANNING AND ITS CITIES... UNTIL ALL DESIGN ACTIVITIES ARE AIMED TOWARDS MEETING PRIMARY NEEDS. UNTIL THEN, DESIGN MUST DISAPPEAR. WE CAN LIVE WITHOUT ARCHITECTURE...” “...SE IL DESIGN È SOLTANTO UN INCENTIVO AL CONSUMO, ALLORA NOI DOBBIAMO RIFIUTARE IL DESIGN; SE L’ARCHITETTURA È SOLTANTO LA CODIFICAZIONE DEI MODELLI BORGHESI DI PROPIETÀ E SOCIETÀ, ALLORA NOI DOBBIAMO RIFIUTARE L’ARCHITETTURA; SE L’ARCHITETTURA E LA PIANIFICAZIONE URBANA SONO SOLTANTO LA FORMALIZZAZIONE DI ATTUALI INGIUSTE DIVISIONI SOCIALI, ALLORA NOI DOBBIAMO RIUFIUTARE LA PIANIFICAZIONE E LE SUE CITTÀ... FINO A CHE TUTTE LE ATTIVITÀ DEL DESIGN SARANNO MIRATE AD INCONTRARE I BISOGNI PRIMARI, FINO AD ALLORA, IL DESIGN DEVE SCOMPARIRE. POSSIAMO VIVERE SENZA ARCHITETTURA...”

NOT ANNOUNCED

#1 . 2009


Not Announced #1