Issuu on Google+

TORINO Free magazine

n.6 anno viii dicembre 2013

200

idee regalo

Edizioni

Rivoli Glitter Look vintage Agnolotti a Londra Oroscopo 2014

CArla gozzi Piccoli trucchi per vivere meglio


COLLEZIONE NATALE 2013


Un Regalo Perlier accende

la Magia della Festa

Cofanetto 3 Ricette Naturali Panettone Prezioso Il profumo delle Perle di Melograno piĂš preziose in una confezione scintillante. Un magico augurio di felicitĂ  per le feste.

Doccia Schiuma, Crema Mani e Crema Idratante Corpo nella fragranza preferita per una pelle morbida, vellutata e meravigliosamente profumata.

Cestino Ricette Naturali

La Collezione Natale vi aspetta nei punti vendita Perlier con tante altre proposte esclusive

www.perlier.it

Una nuovissima confezione regalo con quattro Ricette Naturali per ritrovare in ogni gesto quotidiano la fragranza preferita.


contenuti Shop in the City dicembre 2013

8

director's cut Rubriche

In.Spire. Il primo prodotto della collezione. bijouets aperto alla personalizzazione

42 Giocattoli per cani Pet Play

152

In copertina Carla Gozzi

4 | 12 . 2013 | Shop in the City

12

CONTRIBUTORS

14

poesia da borsetta

17

fermo Immagine

18

Oggetto del desiderio

22

la torinese

24

10 e lode

29

personal shopper

37

caccia al tesoro

42

pets

44

Ebook&shop

49

Bambini

53

cocktail

54

ricetta

57

DIY

59

Green

63

Go away

64

La Mcmusa consiglia

70

opinione

76

non sembra torino

L'ostessa di Gaby Marcello Goggio

le guardiaparco

Natale a quattro zampe

Creatività a portata di tablet Bollicine alla Lavanda Cioccolatini

Burnie ripiene di golosità Vestire eco si può

110

vita da blogger

112

Cambio vita

114

letture

116

coach

130

News&gossip

133

Health

141

testimonial

143

torinesi a teatro

159

oroscopo 2014

Pastificio Burro e Salvia

Calorie. i consigli per le feste


contenuti Shop in the City dicembre 2013

magazine

72 GazĂŠl

72

moda

80

outfit

85

beauty

Ispirazioni retrò Francesca Comoglio Voglia di glitter

107

4passi

119

In persona

66

in vetrina

Via Barbaroux Rivoli Stefania Bertola

carla gozzi

40

85 Pupa

91

REGALI DI NATALe

40

freestyle

Sopravvivere al Natale Dansyng

104

luci d'artista

149

Company profile

152

Programma di sala

Barbara Negro | Debora Garetto

59 Orti Urbani

91 Benedetta Bruzziches

54 6 | 12 . 2013 | Shop in the City

Saponi al miele Perlier Kelemata via Roma, 304


director's cut

Diamo i numeri Sabrina Roglio 6 uscite, 900 pagine, 180mila copie, 90mila lettori, 3mila contatti facebook in un anno. Sono i numeri del 2013 di Shop in the City. Un successo reso possibile grazie a tutto lo staff che avete conosciuto sulle nostre pagine Contributors e che ha lavorato per 12 mesi con impegno e costanza. Un successo reso possibile soprattutto grazie a voi lettori - che continuate a leggere Shop in the city e a mandarci messaggi di stima- e agli inserzionisti che nonostante la crisi, continuano a credere nel nostro giornale. Per ringraziarvi abbiamo preparato un numero ricco di contenuti e suggerimenti per il Natale. La cover è dedicata a Carla Gozzi, famosa per il suo “ma come ti vesti”, che arriverà al teatro Colosseo il 20 dicembre per dare buoni consigli di stile a tutte le donne – e uomini - presenti in sala. Non dovete poi lasciarvi scappare l’intervista alla torinese Stefania Bertola che paragona il suo ultimo libro Ragazze mancine a «un menu a prezzo fisso del ristorante cinese, vario, economico, stuzzicante e sempre leggero». Per le feste abbiamo preparato delle pagine da non perdere: dalla burnia regalo fai da te, alle passeggiate per la romantica via Barbaroux o le strade di Rivoli; dai prodotti “glitter” per il vostro maquillage ai trucchi per non prendere troppi chili nel periodo natalizio; dai libri da regalare, a tutti i tablet per i più piccoli. Regali, regali, regali. Sì è ora. Vi aiutiamo noi con le pagine dedicate – ce n’è una anche per i vostri amici a quattro zampe – zeppe di idee per tutte le tasche. E ancora: la caccia al tesoro, la nostra favolosa rubrica Non Sembra Torino, la ricetta per sfiziosi cioccolatini e un curioso cocktail alla lavanda e i suggerimenti per vestirsi “eco” o vintage. Non male, vero? Buon natale a tutti voi, vi auguriamo un felice 2014 direzione@shopinthecity.it

8 | 12 . 2013 | Shop in the City


car style

Abarth Fan Collection

Auguri allo Scorpione

I

l Mirafiori Store è orgoglioso di presentare la nuova Abarth Fan Collection, una linea completa di abbigliamento e accessori caratterizzata dalla presenza del logo dello Scorpione  che, quest’anno, celebra il 50° anniversario della mitica 595. La collezione, da uomo e da donna, include t-shirt a manica corta, a manica lunga e felpe con e senza cappuccio. Come la stupenda felpa con bottoni in resina, nastro jacquard personalizzato Abarth lungo l’abbottonatura interna e logo cuore in ricamo diretto. E ancora, in vero stile “street”, le t- shirt 100%

cotone con nastro jacquard personalizzato Abarth applicato internamente al collo, l’etichetta dello scorpione applicata sul fianco e replicata al centro del petto con una stampa a tecniche miste, con due simpatici crocini ricamati che occhieggiano sul collo. Uno stile senza compromessi, per chi ha lo Scorpione nel cuore ed è orgoglioso di metterlo in mostra. Per tutto il mese di dicembre, il Mirafiori Store sarà aperto 7 giorni su 7 con orario continuato, dalle 9.30 alle 19.30.

Vi aspettiamo in Piazza Cattaneo, all’incrocio tra C.so Orbassano e C.so Tazzoli, ma potete raggiungerci per telefono (011 0043244) o via mail: store_mmv@fiat.com. A presto!

Shop promotion | Shop in the City | 12 . 2013 | 9


dicembre 2013

Editore

Ad Local srl Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875

Direttore responsabile Sabrina Roglio direzione@shopinthecity.it

In redazione Coordinamento editoriale Elisa Montesanti redazione@shopinthecity.it

Arte - Cultura - Spettacoli

Marta Ciccolari Micaldi - Pietro Raboni

Moda - Beauty - Personaggi Irene Soave - Marco Bandinelli

Attualità - Curiosità a cura della redazione

Personal Shopper - Fai da te Isabella Maria Morbelli

Grafica editoriale

Antonella Ferrari - Gabriele Sinatra

Hanno collaborato

Maria Grazia Belli - Eleonora Chiais

Immagini

Beppe D'Angelo

Stampa

Roto 2000 spa - Via L. Da Vinci 18/20 - 20080 Casarile (MI)

Pubblicità

Ad Local srl Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875 - info@adlocal.it

Per segnalazione eventi e invio di materiali www.neaspa.it

Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875 - info@adlocal.it Registrazione Tribunale di Torino n. 6005 - 18-10-2006

Seguici su:

www.facebook.com/ShopInTheCityTORINO Vieni a provare il trattamento antirughe presso la nostra SPA

presso Hotel Air Palace Via Torino, 100 - Leinì (TO)

Per tutto il mese di dicembre in omaggio una crema antirughe da 50 ml presentando questa pagina

Registrazione Tribunale di Torino n. 6005 - 18-10-2006 Tutti i diritti di riproduzione, in qualsiasi forma e di qualsiasi parte della pubblicazione, sono riservati. L’ editore si scusa per eventuali omissioni ed è a disposizione di coloro che involontariamente non fossero stati citati. La redazione non si assume alcuna responsabilità per notizie, foto, marchi, testi utilizzati dagli inserzionisti nè per eventuali cambiamenti di orari, luoghi o note di servizio indicate nelle schede informative. Il materiale eventualmente inviato alla redazione non viene restituito.

10 | 12 . 2013 | Shop in the City


C’ERA UNA VOLTA UNA MELA... OGGI C’È NEÀ SPA

MOLTO PIÙ di un semplice centro benessere NEA-SPA presso Hotel Air Palace Via Torino, 100 - Leinì (TO) Tel. +39 011 - 99 83 171 - www.neaspa.it

di sconto PRESENTA QUESTO COUPON DAL 1/9/2013 AL 31/12/2013 PER OTTENERE LO SCONTO SULL’ACCESSO E I TRATTAMENTI


contributors

isabella morbelli

Publisher 

Appassionata di comunicazione pubblicitaria e "vicina" come vedete nell'immagine ai media in genere,

PASTICCERIA CIOCCOLATERIA GELATERIA www.avidano.it - info@avidano.it

Elisa montesanti

Isabella è l'ideatore della rivista.

Segreteria di redazione

Grazie alla profonda conoscenza

Personaggio “eclettico” ma

dei negozi torinesi è diventata la

schematico, che riporta sulla retta

personal shopper di riferimento.

via i venditori e alla quale puoi

Tutti  i giorni è impegnata nella

rivolgerti per qualsiasi dato,

vendita delle pagine pubblicitarie.

statistica, nominativo di cui hai

La potrete incontrare sulla sua

bisogno... insomma “le figarò della

veloce vespa rosa.

rivista”...

GIANDUIOTTI PRALINE NOCCIOLATI E MANDORLATI PANETTONE CLASSICO MILANO PANETTONE CON LE AMARENE PANDORO PIEMONTESE BUON NATALE DA AVIDANO

klara simkova

antonella ferrari

Social media manager

Grafica

é di Praga e ha vissuto in Germania e

Dopo la laurea in Disegno

Inghilterra. Da otto anni è torinese

Industriale, conseguita nel 2001

adottiva e in passato ha lavorato per

presso il Politecnico di Milano,

importanti multinazionali all'estero.

ha collaborato con società di progettazione e consulenza nei campi del design, della comunicazione e dell'architettura. Nel 2002 è stata cultore della materia presso il Laboratorio di Comunicazione visiva del Politecnico di Milano.

Via Madama Cristina, 62/d - TORINO - 011.66.98.929 Via Vittorio Emanuele II, 46 - CHIERI - 011.94.78.354

12 | 12 . 2013 | Shop in the City


contributors marta ciccolari micaldi

Giornalista

enrica ajo

Nata a Moncalieri nella primavera

Account

dell'82, abbina al romantico profumo

holly:Ti dirò una cosa, Fred, tesoro.

dei fiori in germoglio la tenacia

Te, per denaro, ti sposerei subito.

piccante tocco creativo di

irene soave

Giornalista

E tu sposeresti me per denaro?

provenienza calabra. Dopo la

Classe 1984, Gemelli. Giornalista

paul:Immediatamente.

Spagna e Berlino ha scelto l'Italia.

freelance (collabora anche con

holly:Meno male che nessuno dei

Lavora come freelance nel

Vanity Fair e Corriere della Sera),

due e ricco, eh?

movimentato mondo dell'editoria

saviglianese espiantata con un

e della comunicazione, adora la

piede a Torino e uno nella rivale

letteratura americana e il suo

Milano - indovinate in quale tra le

compagno più amato è il rock'n'roll. 

due città sta il suo cuore?

rossa del segno del toro e un

Chiara Alotto

loredana barbero

Holly Golightly (Audrey Hepburn), Paul 'Fred' Varjak (George Peppard) dal film "Colazione da Tiffany" di Blake Edwards

silvana mia

Account

Responsabile amministrativa

Account

La grande passione per la scrittura

Loredana Barbero sagittario

Torinese dedita all’attività di vendita

nasce insieme al suo primo diario

57 segno di fuoco per eccellenza,

da circa sei anni, ama trascorrere il

segreto e si evolve fino agli articoli

a contatto  con i numeri da  una

proprio tempo libero con la

di cronaca locale, passando per

vita,   ama svagarsi  attraverso

sua famiglia e concretizzare le sue

qualche libro iniziato, racconti e

i viaggi,  la  musica e il ballo.

fatiche con meravigliosi viaggi.

recensioni. Con penna e taccuino sempre in tasca, scopre, grazie a Shop in the city, che una rivista è molto di più di ciò che si legge.

Shop in the City | 12 . 2013 | 13


poesia da borsetta

L’ostessa di Gaby In tempi di feste invernali, quando fa buio presto e spesso fuori è grigio, il rosso è il colore delle donne piene di vita, contente, in attesa che si realizzino grandi progetti, grintose. Un modo per spezzare lo scuro dell’abbigliamento cittadino e per fare pendant con il bianco della neve sulle strade. Non è il massimo per fare una gita in montagna, di quelle gite davvero serie e intense, ma di certo è una perfetta nota di colore per chi in montagna ci va per un pranzo di festa, una cena romantica, una passeggiata di vacanza. È perfetta per chi va fuori città e ritrova il senso di un lontano tempo di gioia che suona, più o meno, così: “E verde e fosca l’alpe, e limpido e fresco è il mattino, e traverso gli abeti tremola d’oro il sole. Cantan gli uccelli a prova, stormiscono le cascatelle, precipita la scesa nel vallone di Niel. Ecco le bianche case. La giovine ostessa a la soglia, ride, saluta e mesce lo scintillante vino. Per le forre de l’alpe trasvolan figure ch’io vidi Certo nel sogno d’una canzon d’arme e d’amori.” L’ostessa di Gaby di Giosuè Carducci è la poesia che si nasconde dentro il taschino di questa borsetta rossa.

14 | 12 . 2013 | Shop in the City


www.balocco.it

Follow us


DOVE TI PIACEREBBE SCIARE GRATIS* QUEST’ANNO? Vale tutti i giorni, sabato e domenica compresi

PIU’ PROVE RACCOGLI, PIU’ CARD OTTIENI, PIU’ GIORNALIERI TI REGALI!

(salvo i periodi di esclusione indicati dai relativi comprensori).

Gratis* un giornaliero a chi beve leggero. Puoi scegliere tra 4 località sciistiche.

confezione non vendibil

e se

par

ata

m

*Raccogli le 20 prove d’acquisto e incollale sulla tessera per avere la Sant’Anna SkiCard che ti dà diritto ad avere un giornaliero gratis se ne compri uno. Per sapere come ritirare il premio vedi il regolamento completo su www.santanna.it - Operazione valida te en per la stagione invernale 2013/2014. Le prove d’acquisto valide ai fini della promozione 2013/2014 sono esclusivamente quelle di forma quadrata, distribuite sulle confezioni da 6 bottiglie di Acqua Sant’Anna e Sant’Anna Bio Bottle, quelle rettangolari presenti sulle singole bottiglie di SanThé Sant’Anna da 1,5 litri e il bollino ovale SanThé presente sul coperchio del bicchierino omaggio delle confezioni da 4 bicchierini (3+1). Utilizza questa tessera punti o chiedila al tuo punto vendita o scaricala dal sito www.santanna.it

Sul coperchio del bicchierino OMAGGIO della confezione 3 + 1 di

3+1

trovi il bollino SanThé che vale una prova d’acquisto. ®

AL

LIMO

NE

UN BICCHIERINO È IN

OMAGGIO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

INCOLLA QUI LA PROVA D’ACQUISTO

COD: SHOP IN THE CITY

Cognome

Indirizzo

N.

Città

CAP.

Tel.

Cell. (per servizio SMS)

Sulle bottiglie da 1,5 litri di

Tipo di documento esibito (carta identità, patente, passaporto) e numero

SANT’ANNA

SANT’ANNA

PROVA D’ACQUISTO

data di nascita

PROVA D’ACQUISTO

trovi le prove d’acquisto che valgono di più: 1 PER SINGOLA BOTTIGLIA!

e-mail Luogo di nascita

Prov.

PROVA D’ACQUISTO

Nome

SANT’ANNA

INFORMATIVA PRIVACY: la informiamo che i suoi dati sono raccolti per le finalità connesse alla partecipazione della promozione Sant’anna ski card Cervinia/Bardonecchia/Abetone/Bormio e, solo con il Suo consenso, per l’invio (anche attraverso telefax, e-mail o sms) di materiale informativo, pubblicitario e promozionale. I dati saranno trattati con modalità manuali, informatiche e/o telematiche. La compilazione del coupon è necessaria per partecipare alla promozione di cui sopra. I suoi dati potranno essere comunicati a Cervino S.p.A., Colomion S.p.A., Abetone Multipass Consorzio di Risalita e Società Impianti di Risalita Bormio S.p.A. Titolare del trattamento è la Fonti di Vinadio S.p.A. All’interessato sono riconosciuti tutti i diritti previsti dall’art. 7 codice Privacy (d.lgs. 196/2003) ed in particolare quello di ottenere l’aggiornamento, la rettifica ovvero l’integrazione dei dati, nonchè il diritto di opporsi al trattamento dei propri dati ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale o comunque per altri motivi legittimi. Le richieste vanno rivolte al responsabile del trattamento: Fonti di vinadio S.p.A. - Ufficio commerciale, via Manara 6, 10133 Torino. Nego il Consenso per il trattamento dei dati per fini promozionali Do il Consenso per il trattamento dei dati per fini promozionali

FIRMA ..............................................


fermo immagine

Nato a Torino nel 1977, nel 1999 inizia a lavorare con un fotografo in qualità di assistente. Ha pubblicato i suoi lavori su diverse riviste come Baco, Snowboard Magazine, 6 Am.

Marcello Goggio

M

arcello Goggio nasce a Torino nel 1977, città dove vive e lavora. Nel 1999, mentre stava frequentando la facoltà di Architettura e da anni coltivava la passione per la fotografia, fece un fortunato incontro con un fotografo con cui nacque presto una collaborazione in qualità di assistente. Le automobili erano spesso il soggetto dei loro scatti, che venivano pubblicati su tutte le riviste di settore. Fu un’ottima scuola. Pellicola  e diapositiva dominavano ancora il mercato della

fotografia professionale e questa fu la sua grande fortuna, anche se di lì a poco il digitale avrebbe cambiato le carte in tavola. Cominciò fotografando quello che amava e praticava, gli sport cosiddetti estremi, pubblicando su diverse riviste come Baco, Snowboard Magazine, 6 Am. Il passo successivo fu aprirsi al reportage, al ritratto e tutti gli altri sport. I suoi lavori si possono vedere qui: marcellogoggio.tumblr.com

Spesso Goggio fotografa gli sport estremi.

Shop in the City | 12 . 2013 | 17


oggetto del desiderio

Ghiande, legno, muschi e piante grasse. I gioielli di Sarah Hood sono un viaggio nella natura, una poesia e un sogno tra materiali naturali e colori.

Anello albero

Sarah Hood crea gioielli “vegetali” unici e in tiratura limitata . La bellezza della natura si trasforma, grazie alla sua maestria, in anelli, collane e orecchini. Una continua esplorazione del mondo naturale sia nelle forme sia nei materiali. Tutto nasce dalla sua passione per il giardinaggio, la botanica, la letteratura ma anche dall'amore per i giocattoli dei bambini e della filosofia orientale. Questo anello “quercia” è fatto con legno di castagno e argento.

sarahhoodjewelry.com

Sarah Hood, artista e designer, vive e lavora a Seattle. Ha studiato in California, New York e Washington. Foto di Doug Yaple.

18 | 12 . 2013 | Shop in the City


oggetto del desiderio

Prodotte in Giappone le cuffie Kotori possono essere personalizzate sul sito scegliendo i colori preferiti per ogni pezzo che le compone.

Cuffie Kotori 201

Le Kotori sono cuffie

all'avanguardia e restituiscono un

personalizzabili realizzate

suono pulito e senza distorsioni. Sul

dall'azienda giapponese Foster

sito è possibile personalizzare la

Company. Le cuffie hanno una resa

propria cuffia scegliendo i colori per

acustica di alta qualità e un design

ogni sua parte, dal cavo

alla moda.

all'imbottitura.

I colori sono metallici e luminosi, i

www.kotori.fostex.jp

materiali scelti sono performanti e

Kotori è prodotto da Fostex Company una divisione di Foster Electric Co., Ltd. produttore di apparecchiature acustiche giapponese. Oltre alle cuffie è possibile personalizzare anche gli auricolari (Kotori 101).

Shop in the City | 12 . 2013 | 19


oggetto del desiderio

Tornare da un viaggio con il profumo di quella città. Un sogno che diventa realtà grazie alle bottiglie create dal profumiere Gerald Ghislain e dal designer Magali Sénéquier.

The scent of departure

C'è quello di Parigi, di New York o di Tokyo. Sono i profumi “The scent of departure (il profumo della partenza)” creati dal profumiere Gerald Ghislain e dal designer Magali Sénéquier. L'essenza di ogni città è catturata in una bottiglia dal packaging originale e ispirato ai biglietti aerei.

www.thescentofdeparture.com

20 | 12 . 2013 | Shop in the City

Immergersi nell'energia del Grand Bazaar di Istanbul con i profumi del pompelmo, bergamotto, pepe rosa e spezie dolci. La dolcezza delle rose turche, del litchi, dell'uva spina insieme al legno di sandalo, cannella e muschio riporta alla memoria le passeggiate notturne per le vie della città.


la torinese

Le guardiaparco

Annalisa Rebecchi Nata a Bergamo il 30 marzo1966. Ha studiato a Rivoli e nel 2000 ha iniziato ad occuparsi di Educazione Ambientale mediante visite guidate e laboratori. Dal 2008 lavora nel Servizio di Vigilanza del Parco del Po Cuneese con la qualifica di Agente di Polizia Giudiziaria. Sua figlia Arianna è il motore della sua vita. È appassionata di botanica e di cucina ha una furetta di nome Cannella.

Elisa Ramassa Nata a Torino il 27 ottobre 1973, ma ancorata all’alta valle di Susa. Liceo linguistico, laurea in Produzioni animali gestione e conservazione della fauna. guardiaparco dal 1997. Lavora nel Parco del Gran Bosco di Salbertrand, che da 2 anni è stato accorpato con altri 3 parchi nell’Ente di gestione delle Alpi Cozie. Quando ha deciso di fare la guardiaparco? Senza saperlo da bambina, merito della vita in montagna e dell’educazione ricevuta

Quando ha deciso di fare la guardiaparco? Da bimba quando si

dai miei genitori. Amavo accudire gli animali di qualunque specie.

giocava a “guardie e ladri” io volevo sempre avere il ruolo della

Conoscevo un guardiacaccia, il cui solo nome provocava timore in

guardia; non avrei mai immaginato che molti anni dopo sarebbe

alcuni. Quando recuperava qualche animale ferito mi chiamava e

diventato il mio lavoro. È un lavoro che ho scelto.

mi permetteva di vederlo.

È un lavoro difficile, faticoso? Bisogna studiare per mantenersi

È un lavoro difficile, faticoso? Non è affatto un lavoro faticoso, se

aggiornati, le leggi cambiano continuamente. La fatica maggiore

ami stare all’aria aperta. Lo diventa quando iniziano i problemi di

per me rimane il viaggio che compio tutti i giorni per recarmi al

salute o se vai fuori allenamento.

lavoro:160 km tra andata e ritorno , la sede del Parco si trova a

Quali le principali difficoltà? La difficoltà pratica è l’orario su

Saluzzo (CN).

turni. Ne risente l’orologio biologico e la vita sociale. Come donna

Quali le principali difficoltà? Fare rispettare le leggi e i

alle volte capisci che non sei considerata, ma è più una questione

regolamenti, alle persone non piace sentirsi dire cosa possono o

generazionale o di cultura. La vera difficoltà di questo ultimo

non possono fare. Inoltre c'è ancora chi pensa che non sia un

periodo è causata però dalle scelte politiche, a livello nazionale,

lavoro adatto per una donna.

regionale e locale: alle volte smontano il lavoro di tutela di anni. E

Cosa la fa alzare la mattina per andare a lavorare? Mi fa stare

se credi in quello che fai, la sensazione di impotenza è notevole.

bene anche solo riuscire a limitare le azioni di danneggiamento di

Cosa la fa alzare la mattina per andare a lavorare? In questo

delicati habitat o il taglio indiscriminato degli alberi. Salvare un

periodo la consapevolezza di essere privilegiata perché ho un

animale in difficoltà succede ma non così spesso come si pensa.

lavoro e l’ho potuto scegliere. E poi perché ci credo. Resti

L'aspetto che ama di più del suo lavoro? Spiegare alle persone le

guardiaparco anche quando togli la divisa.

norme e perché le applichiamo. Il rispetto per l’ambiente si ottiene

L'aspetto che ama di più del suo lavoro? Gli animali. Incontrarli

anche da questo.

nel bosco per caso o partire con l’obiettivo di trovarli, riuscire ad avvicinarli senza che se ne accorgano. Lavorare all’aria aperta. Riuscire a fermare chi devasta il territorio.

22 | 12 . 2013 | Shop in the City


10 e lode

galup

noberasco

A volte pur avendo un prodotto storico e buono capita di non centrare il messaggio. Non è certamente questo il caso di Galup, che con il nuovo packaging, il prodotto sempre buono e alla sua nuova comunicazione pubblicitaria, ci fa tornare Bambini e prende anche lui un 10 e lode.

È arrivato a Torino dopo Albenga e Milano, il punto vendita diretto della grande azienda Noberasco che offre ai suoi clienti la possiblità di consumare la frutta lontano dal momento del raccolto, senza comprometterne i contenuti salutistici e nutrizionali. 10 e lode per aver scelto Torino, lo aspettavamo in tanti.

lentini Nuova  location dopo corso Orbassano  per Lentini's Pizza e Restaurant, 10 e lode a chi ha il  coraggio e la forza di rilanciare oggi!

ash Il servizio clienti di Ash ha preso un 10 e lode. In un post vendita Lisa di Ash ha saputo aiutare la nostra Personal Shopper Isabella con estrema gentilezza e sollecitudine, risolvendo rapidamente un piccolo difetto estetico creatosi sulle sue paperine preferite. 10 e lode dunque al servizio clienti di Ash che oltre all'attenzione alla qualità del prodotto fa della professionalità e della gentilezza la filosofia di un azienda. 

terme di pigna Se in un centro termale cerchi , relax, ambienti d'altri tempi, cortesia, precisione del personale e trattamenti professionali le Terme di Pigna sono quello che fa per te. 10 e lode al centro immerso in un contesto unico dell'entroterra ligure, da poco rinnovato e splendido.

24 | 12 . 2013 | Shop in the City

pepino

10 e lode a chi, oltre che pensare a produrre gelati sempre più buoni e con materie prime di altissima qualità, pensa anche alla solidarietà. È il caso di Gelati Pepino, che con il nuovissimo pack di tre pinguini dai gusti tipicamente piemontesi, dona parte del ricavato alla Fondazione per la ricerca sul cancro. 


freestyle

Da oltre 160 anni, Kiehl’s 1861 si impegna a soddisfare le esigenze dei suoi affezionati clienti nel rispetto delle collettività nelle quali opera.

Siamo lieti di servirvi

K

iehl’s: accoglienza e servizio. Un marchio che si distingue per la sua generosità e impegno sociale nella produzione di cosmetici di alta qualità, forte della sua expertise skincare. Da oltre 160 anni infatti la piccola farmacia di stile europeo tra la Third Avenue e Thirteenth Street di New York, si è evoluta e continua con successo a creare eccellenti prodotti per la cura del corpo e dei capelli, senza mai dimenticare la filosofia che l’ha creata: soddisfare l’esigenze di tutti i clienti che varcano la sua soglia. Sono sei i valori fondamentali che guidano la missione dell’azienda a cui ancora oggi si attengono tutti i membri della grande famiglia Kiehl’s nel mondo: Scienza, Istruzione, Donare, Servizio, Rispetto, e Qualità. Tutto nasce nel 1851 quando John Kiehl apre una farmacia di quartiere, tipicamente ottocentesca, per servire la sua clientela con rimedi omeopatici ed erboristici, oli curativi, tè e unguenti preparati con ricette del vecchio mondo a base di erbe medicinali. È qui che nasce anche il messaggio della famiglia vivo ancora oggi: “Siamo lieti di servirvi”. Nei primi del novecento l’azienda viene rilevata dall’ex apprendista Irving A. Morse che ne mantiene il nome e continua, anche insieme a suo figlio Aaron, a inventare e sperimentare nuovi prodotti e

formulazioni derivate da piante medicinali esotiche. Nel 1921 viene presentato il primo olio essenziale: Kiehl’s Original Musk Oil, seguito alcuni decenni dopo da molte altre profumazioni. Negli anni ’60 Jami Morse-Heidegger, la figlia di Aaron Morse, mette in pratica - con i campioncini - la filosofia vincente e propria del marchio, del “prova prima di comprare”. Dalla presentazione nel 1963 dell’Original Musk Oil, preparato ancora oggi nello stesso modo -e pare conservato fino al 1953 nel seminterrato del primo negozio Kiehl’s in un recipiente con scritto “Olio dell’Amore”-, all’“Aloe Vera” Biodegradabile Liquid Body Cleanser il primo prodotto biodegradabile e responsabile al 100% realizzato nel 2008 grazie alla partnership con Brad Pitt (uno dei tanti vip che amano Kiehl’s come Julianne Moore, Uma Thurman, Jessica Alba e Sarah Jessica Parker), i prodotti Kiehl’s sono formulati scientificamente, per rispettare, ripristinare e rafforzare la barriera dell’epidermide. Secondo Kiehl’s tutti possono ottenere una pelle sana e dall’aspetto più giovane in 28 giorni: è per questo che a tutti coloro che acquistano un prodotto l’azienda fornisce la “Kiehl’s Healthy Skin Guarantee” la Garanzia di una pelle sana.

Kiehl’s offre ai lettori di Shop in the City un codice sconto del 10% Sul sito www.kiehls.it è attivo il servizio “la tua routine” che permette di effettuare on line la consultazione della pelle per la scelta dei prodotti più indicati per le proprie esigenze. Il codice : KIEHLS4CITY

Super-Multi Corrective Cream

Test cosmeto-clinici hanno

dimostrato che con la formula all’avanguardia di Kiehl’s e la sua tecnologia a triplice azione, Kiehl’s Super Multi-Corrective Cream agisce simultaneamente per distendere, rassodare e ridefinire i contorni del viso e rinnovare la grana della pelle in due settimane, con efficacia migliorata a 4 settimane. 60€ formato 50ml, in vendita da novembre 2013 in negozio e sul sito e-commerce www.kiehls.it

La missione di Kiehl’s nei confronti della collettività L’esperienza di Kiehl’s è

caratterizzata da un profondo legame con la collettività, legame che la famiglia fondatrice ha enunciato con la “Missione di Kiehl’s.” In essa l’azienda proclama l’impegno a beneficiare le collettività nelle quali serve la propria affezionata clientela. Negli anni, Kiehl’s e i dipendenti di tutto il mondo sono stati coinvolti in molteplici iniziative benefiche a sostegno delle attività filantropiche dell’azienda: la lotta contro l’HIV/AIDS, le cause dell’infanzia e l’ambiente.

Shop in the City | 12 . 2013 | 27


Personal shopper Vuoi essere tu la protagonista del prossimo Personal Shopper? Inviaci il tuo profilo, la redazione con Isabella realizzeranno il tuo percorso di shopping. redazione@shopinthecity.it

Personal Shopper Come in "Ritorno al futuro" di Robert Zemekis, con Michael J. Fox, anche noi per tre giorni abbiamo vissuto un salto nel passato, quando ancora non dovevamo accompagnare i figli a scuola, e gli unici problemi che avevamo erano cosa indossare, dove andare a cena e cosa fare dopo! Ecco lo spirito con cui ho affrontato questa nuova missione da Personal Shopper con Matilde e Cristina arrivate da Cagliari per vedere Artissima. di Isabella Morbelli Shop in the City | 12 . 2013 | 29


Personal shopper

Eccoci di fronte a Eataly in via Lagrange mentre regalo alle mie ospiti, come omaggio di benvenuto, il panettone Balocco. Il tour inizia da Eataly subito dopo aver gustato un buon caffè Vergnano.

30 | 12 . 2013 | Shop in the City


Personal shopper

Ci siamo poi incamminate per andare a curiosare le novitĂ  di Granievaghi , collane e braccialetti unici, in un ambiente accogliente che richiama i laboratori di un tempo. Ăˆ qui che Matilde e Cristina

fanno i primi acquisti. Per uno shopping spensierato ci affacciamo da Tiger. Sono costretta a ricordare loro che in aereo potrebbero avere problemi con il supplemento peso del bagaglio! Shop in the City | 12 . 2013 | 31


Personal shopper

Poco oltre le porto da Via XX la gioielleria che vende Trollbeads. Complici l'accoglienza della titolare, la cura nell'arredo del locale e i magnifici prodotti come

ad esempio la linea di Laurent Gandini, il tempo è volato e non riuscivo piÚ a portarle via.

32 | 12 . 2013 | Shop in the City


Personal shopper

Ormai cariche di pacchi e pacchetti, ammiriamo stupefatte la vetrina di Kway e, dopo un veloce giro dello store, riprendiamo il tour. Arriviamo quindi in

Piazza della Consolata per degustare il Bicerin, che non poteva mancare. La giornata è trascorsa tra gianduiotti, caramelle Leone, Bicerin, Eataly:

tutto all'insegna del km 0 e della torinesitĂ !

Shop in the City | 12 . 2013 | 33


Personal shopper

Ancora moda, nuove idee sempre made in Turin. Ci troviamo non lontano dalla piazza del Bicerin, siamo da Quagga, il nuovo marchio che produce la giacca più cool del momento, interessante è proprio il caso di dirlo il modo in cui la indossa da modella la nostra Matilde. Chissà cosa penserà suo

marito Roberto quando sfoglierà la rivista e la vedrà anche davanti alle vetrine di Lovever, il concept store dedicato all'amore. Ancora un ultimo pensiero: tornare a casa dalle figlie teenager con un regalino. Facciamo un salto da Manhattan, dove trovano t-shirt per tutti.

34 | 12 . 2013 | Shop in the City


Personal shopper

Tre giorni a Torino di Matilde e Cristina

M

atilde ama le mostre, Cristina predilige i mercatini. Cosa le unirà in questo weekend torinese? Come potranno salvare una bella amicizia nata quindici anni fa quando le loro pance gravide, vis à vis, le tenevano ancora a debita distanza? … Isa, solo Isabella le salverà! Questi sono i nostri ringraziamenti alla bella-Isa, che ha reso davvero speciali questi tre giorni a Torino. Che ha saputo interpretare i capricci di Matilde e Cristina immortalandole nello splendido reportage fotografico della dolce Antonella, ladra di sguardi e presenza silente nelle nostre incursioni. Grazie per averci mostrato l’anima fashion e commerciale di Torino tra magnificenze gastronomiche, dolciarie e modaiole. Grazie per averci svelato che la Mole-Cola si può bere, non solo scalare e che Torino ha rivendicato la sana pagnotta all’italiana con il gustoso MBun. Grazie per averci fatto scoprire nel megastore Eataly , che l’Italia è una geografia di sapori da preservare . Grazie alla cortesia di Via XX , al Signor Balocco che ha anticipato il nostro Natale e alle creative signore delle collane Granievaghi. Al fashion designer di Quagga, e a Lovever per averci fatto superare l’imbarazzo di entrare in un sexy shop. Camilla, Carolina, Alice e Alberto sentitamente ringraziano lo store Manhattan cui dedicano un pensiero ogni volta che indossano gli abiti#pegno#viaggio#mamme. Sinceramente, grazie Isabella, grazie Torino !

Shop in the City | 12 . 2013 | 35

Melissa Aiello / Lucia Bianco di Lunatica Silvia Beccaria / Luisa Bruni Francesca Caltabiano / Ferdi Giardini / Maema Manuganda / Manu Mara / Valeria Eva Rossi

Silvia Tardy internocortile Via Villa Glori, 6 (zona Piazza Zara) 10133 Torino T 011 6618841 silvia.tardy@gmail.com / www.internocortile.it Orari apertura: Da martedì a venerdì 11/13 e 15.30/19; sabato 11/13; in altri orari: su appuntamento.


Piazza Vittorio Veneto,7 Torino Tel. 011 8173122 www.berruto1801.it


caccia al tesoro

CACCIA AL TESORO con Okra

Spezie e erbe aromatiche in tubo, un regalo gourmand, 100% naturale. ĂŠ un prodotto che ci offre Okra, il nuovissimo negozio alla Gran Madre in via Santorre di Santarosa dove lo shopping si traduce in ricerca continua presso le fiere europee dando la possibilitĂ  ad ogni tasca di poter scegliere tra oggetti mai banali. Il tutto in un contesto eco-sostenibile a partire dalla vernice all'acqua sino ad arrivare ad altri materiali riciclati. Veloci allora, i primi 15 lettori che troveranno il logo Okra e lo comunicheranno alla nostra redazione potranno avere in omaggio un tubo aromatico. Scoprite come scrivendo a redazione@shopinthecity.it

aguzzate la vista! redazione@shopinthecity.it

Shop in the City | 12 . 2013 | 37


freestyle

N

on è solo un gioco: è diventato ormai quasi un fenomeno, uno stile di vita! Non c’è luogo dove non si sappia giocare e, chi non sa farlo, guarda con un po’ di invidia e desiderio coloro che sono già esperti giocatori, che sanno muoversi tra circoli e salotti, con semplicità e simpatia. Proprio così: il successo di questo gioco non è altro che un cocktail calibrato di sentimenti, sensazioni e modi di vita. è stato in grado di semplificare tanti rapporti interpersonali e di diventare l’indispensabile compagno di pomeriggi e serate tra amici o tra soci. Sono infatti tantissimi i soci di circoli di burraco sorti ormai in tutta Italia. Uno dei primi circoli a Torino è stato organizzato dall’Associazione “Burraco Torino 3000”, presieduta da Adriana Siniscalchi, che riunisce i suoi soci il giovedì (pomeriggio e sera), nelle eleganti sale del Circolo Ufficiali di corso Vinzaglio, 6. Qui infatti, il giovedì, a partire dalle 15, comincia un flusso di signore che giocano fino alle 18,30 e poi alle 20,30 si riprende, questa volta anche con la presenza maschile per partecipare ai tornei serali, sempre diretti da arbitri federali. L’ultimo giovedì del mese, inoltre, la presenza è più nutrita per l’abbinamento ad un ottimo “apericena”. E non è finita qui. Essere associati a “Burraco Torino 3000” non significa giocare solo a Torino perchè ci si sposta spesso per i tornei interregionali e nazionali, sempre organizzati in città d’arte belle da visitare, promossi dalla Federazione nazionale FE.BUR.IT., affiliata al CONI. Non mancano altri piacevoli appuntamenti: per l’ annuale

BURRACO Un gioco alla moda o fenomeno sociale ?

“Crociera del Burraco” e per la settimana estiva di “Burraco in vacanza” in località balneari alla moda. La promozione e diffusione del gioco, in attuazione delle linee guida dello statuto sociale, è stimolata da corsi teorico-pratici, che “Burraco Torino 3000” organizza periodicamente avvalendosi di Arbitri federali. Ma il mondo del burraco non è solo divertimento fine a se stesso: spesso i tornei sono finalizzati alla raccolta fondi a scopo di beneficenza in collaborazione con altre associazioni impegnate nel sociale. Ecco quindi la risposta al nostro iniziale quesito: questo gioco del nuovo millennio permette, forse, di superare la difficoltà di comunicazione tipica dei nostri tempi, semplificando e creando nuovi rapporti umani e stimolando anche alla collaborazione e alla attenzione alle problematiche sociali.

38 | 12 . 2013 | Shop in the City | Shopromotion

Circolo Ufficiali giovedì ore 15 e 20,30


Ogni sapore ha un segreto.

Scopriteli tutti a Torino in via Andrea Doria 11.


freestyle

Dal maglioncino tremendo, alle domande insidiose. Dalle abbuffate ai regali orribili.

Sopravvivere al Natale di Maria Grazia Belli

I

l 25 dicembre si avvicina. È tempo di regali, neve e – soprattuto – cene e feste con i parenti. Resistere a queste maratone non è semplice e occorre prepararsi per tempo. Ecco alcuni consigli per uscire indenni da queste giornate. Buone feste! Passeggiate molto. Non state tutto il giorno a casa a poltrire o Se siete single questo è probabilmente il a parlare con la zia. Dopo pranzo periodo più brutto dell'anno. L'unica soluzione uscite, passeggiate, respirate aria è: resistere, resistere, resistere. Accogliete ogni buona. Ok, la zia o la nonna domanda su “quando ti trovi un fidanzato/a”, “ma probabilmente – accade perché sei ancora da sola/o”, “non è che sei ormai da oltre 10 anni – vi depresso/a” con degli ampi sorrisi e allontanatevi regaleranno un agghiacciante immediatamente. maglioncino con renne o babbi Create l'atmosfera giusta. Le natale. Anche qui l'unica luci e gli addobbi in casa soluzione e ringraziare. Se vi aiutano a entrare nel giusto obbligano a metterlo, indossatelo “mood” natalizio. Fatelo anche per un secondo e toglietelo subito voi, migliorerà il vostro umore. dopo con destrezza.

1

10

2

9

3

8

Non è detto che dobbiate per forza mangiare tutte e 12 le portate del pranzo di Natale. Scegliete quello che più vi piace senza strafare. Il fegato ringrazierà.

Comprate i regali per tempo e tenete da parte qualche candela natalizia già impacchettata. Vi toglierà dall'imbarazzo quando riceverete un dono dal collega a cui non avevate pensato.

4

7

Se siete vegetariani/ vegani o intolleranti a qualche alimento, il pranzo di Natale è sicuramente un momento difficile. Preparatevi una spiegazione standard per zittire il parente curioso e, per evitare di digiunare, portatevi da casa qualcosa di pronto.

L'anno scorso avete ricevuto dei regali orribili? Riciclateli ma con attenzione. Se il dono è veramente brutto non rifilatelo a nessuno, siate gentili. Se invece è passabile ma non si abbina con la vostra cucina, fate un bel pacchetto e regalatelo a qualche parente o amico.

6

Ogni anno la zia/ nonna vi invita a pranzo ma - anche se lei non lo sa – le sue pietanze sono immangiabili. Perché non proponete di affidarvi ad un catering? È comodo, pulito e buono.

40 | 12 . 2013 | Shop in the City

5

Se siete fidanzati/e attenzione alle domande insidiose dei vostri parenti che a quanto pare, per farvi il terzo grado, si preparano tutto l'anno in attesa di queste giornate. “Quando vi sposate”, “Quando fate uno-due-tre figli”, “Mi sembri troppo magro/grasso”, ecc... Come per i single rispondete con degli ampi sorrisi e cercate di darvela a gambe con qualche scusa.


Photo credit: Dave Lehl / Seth Wescott, Champion Olympique de Snowboard Cross - Vancouver 2010 / Graphic design:

MASSIMO CAMPO VISIVO //

MASCHERA SFERICA EMPEROR / La maschera Emperor è stata sviluppata e realizzata per offrire il massimo in termine di comfort e campo visivo. Il suo schermo sferico e il suo design di montatura a giorno garantiscono una visione XXL. La tecnologia Equalizer previene l’appannamento grazie ad una valvola waterproof e traspirante posizionata direttamente sulla lente. Un mix di tecnologia che assicurano un ottima qualità visiva in ogni condizione meteo. join us on facebook

BOLLE.COM


pets

Il giusto regalo da far trovare sotto l'albero al vostro amico fido.

Natale a quattro zampe di Maria Grazia Belli

D

allo smalto per unghie al porta pupù ricerca del regalo perfetto non avete che profumato e di gran classe, dal cappottino l'imbarazzo della scelta. Ormai le possibilità sono con il pupazzo di neve alla cuccia di design. Natale veramente infinite e - a volte - molto eccentriche. arriva anche per i vostri amati animali e se siete alla

Bk Atelier Borsa Nat in cotone canvas traforato con fodera in spugna removibile. www.bkatelier.com

Flexi Guinzagglio avvolgibile con Swarovski Elements. www.guinzaglio-flexi.it

Departures Pupù Clutch. www.dpts.jp

Dosha Dog Collari con stelline. www.doshadog.com

My Curly Luumi, led di sicurezza può essere fissato facilmente alla pettorina, al collare o al guinzaglio. www.mycurli.com

Dog&Dolls Pellicce ecologiche. www.doganddolls.com

Suck Right! Collare dorato con fiore. www.suckright.hu

Pet Play Pet Head Giochi per cani realizzati con fibra derivante al Smalto per unghie per cani 100% da plastica riciclata. www.petplay.com (asciuga in 10 secondi) e Shampoo deodorante con menta verde e citronella www.pethead.com

42 | 12 . 2013 | Shop in the City


pets

L’angolo di San salvario più economico per i tuoi animali!! United pets Bon Ton nano paints, dispenser sacchetti raccogli pupù con rotolo da 10 sacchetti biodegradabili. www.unitedpets.it

Canada Pooch Poncho Pacific anti pioggia. www.canadapooch.com

Timeinbox Ciotola Pin Up rossa. www.timeinbox.it

AlqoWasi Cappottino Ginger con omino di marzapane. www.alqowasi.com

Superfine Cuccia Atomo, in acciaio grezzo con led a basso voltaggio sulla sommità. Cuscino in microfibra antimacchia, sfoderabile. www.petsuperfine.com

Bowmiu Cappottino con colori natalizi anti neve www.bowmiu.com

KAKAPO

Via Belfiore 84 - 10026 Torino - Tel- 333.8679567 Shop in the City | 12 . 2013 | 43


Ebook&Shop little miss sunshine “Little Miss Sunshine siamo noi, tre ragazze torinesi che amano le bolle di sapone e la forma delle nuvole: leggerezza e unicità, come il nostro stile.” Così si presentano Daria, Camilla e Diana, davanti a un furgoncino Westfalia: un temporary shop – che ha fatto la sua prima comparsa ufficiale durante Paratissima– che porta in città un tipo di

L'orfanotrofio Il ritorno di Zandegù I mitici Millelire

di Marta Ciccolari Micaldi

moda colorata, romantica e un po’ retrò, realizzata da artigiani giovani e venduta a un pubblico altrettanto giovane.

Facebook / littlemissusnshinetorino

Orfanotrofio di Stefano Besi

etsy, l’universo dell’artigianato online Ormai famosissimo in tutto il mondo, in Italia tanti lo conoscono ma pochi lo frequentano davvero: è una community popolata da artigiani e artisti che, come se fossero in una grande fiera, espongono e propongono in rete i loro prodotti fatti a mano. Borse, gioielli, stampe, articoli per il giardino, mobili in legno, accessori da matrimonio.

www.etsy.com

ebook reader italia, per capire cosa sono gli ebook Dove si comprano i libri digitali? Quali sono gli editori che li pubblicano e che tipo di storie ci sono al loro interno? Esistono delle collane speciali oppure sono solo un banale trasferimento di un libro dalla carta all’ebook reader? A tutte queste domande risponde uno dei migliori siti italiani dedicati agli ebook, aggiornato di continuo. Un perfetto inizio per chi non sa da dove iniziare.

www.ebookreaderitalia.com 44 | 12 . 2013 | Shop in the City

Una storia così angosciante che se te la raccontassero a voce non vorresti mai leggerla, ma quando ce l’hai davanti agli occhi non riesci a smettere divorare le sue parole e di meravigliarti per quanto è bella. In un qualche futuro prossimo, un funzionario di un orfanotrofio deve eseguire la “procedura” su tutti quei bambini che non superano i test. Inizia a svolgere la sua mansione per un po’, rispettando gli ordini intransigenti di un sistema più grande e definitivo di lui. Finché un giorno, sovrastato e umano, basta, il protagonosta Ian smette. L’orfanotrofio è il racconto mozzafiato della sottrazione del senso di pietà quando più ne avresti bisogno. Disponibile su Amazon - così come gli altri dello stesso autore.

Zandegú

Dal 2005 al 2010 la casa editrice torinese Zandegù è stata il regno del surreale, un regno giovane e innovativo, capace di farsi conoscere in tutta Italia per le sue idee d’avanguardia. Poi si è presa una pausa di riflessione ed è tornata da qualche tempo in forma esclusivamente digitale. Due collane (Giluni, i reportage narrativi, e Gilaltri, i manuali) e qualche chicca fuori collana, oggi “Zandegù si impegna a diffondere la lettura digitale e lo fa con testi divertenti, unici e surreali, pensati appositamente per tablet ed e-reader. Tante idee, eventi originali e corsi: non ci piace proprio stare con le mani in mano!” Per il periodo natalizio Zandegù propone Malinverno, la fiaba scritta da Fabio Lubrano su quando ci si sente pinguini, fuori c’è la neve, dentro i panettoni e poi una sera si incontra Venere.  www.zandegu.it

I Millelire di Stampa Alternativa

Una volta costavano mille lire, li si trovava in giro dappertutto e andavano a ruba in poco tempo: piccoli e magri libretti editi da Stampa Alternativa, di argomento vario ma sempre attuale e spesso irriverente o molto pop, la loro veste era scarna e la loro ragion d’essere provocatoria. Dall’arrivo dell’euro sembravano essere scomparsi, invece si sono solo trasformati in ebook e continuano ad essere belli come una volta. I Millelire di Stampa Alternativa ora costano 0.49 euro e li si può trovare in rete (su bookrepublic.it, ad esempio). Alcuni titoli: Svastica di Charles Bukowski, Mi sento davvero a mio agio solo quando sono nuda di Marilyn Monroe, Ciucciati il calzino! Le migliori battute dei Simpson di Paronuzzi A. e MCNudo di Luther Blisset.


Dr. Toy consiglia

La storia di un chiodino

Chiodini Quercetti

F

Andrea Quercetti Il dott. Andrea Quercetti, alias Dr. Toy per gli amici, uno dei titolari della Quercetti Giocattoli, azienda leader nel settore del giocattolo che abbiamo in Piemonte ci ha consigliato durante tutto quest'anno i migliori giocattoli per i nostri piccoli.

www.quercetti.it

esteggiamo il 60esimo anniversario dall'introduzione dei nostri famosissimi Chiodini. Un'idea semplice ma geniale di mio padre Alessandro, fondatore dell'azienda nel 1950, che incominciò con chiodini di legno con la capocchia in ceralacca colorata, quasi dei vivaci fiammiferi, da infilare in una tavoletta di cartone; e poi trasformò tutto in plastica, idea molto innovativa per allora, consentendo al giocattolo di diventare un grande successo internazionale. Ancora oggi i Chiodini sono popolarissimi, un pò come i mattoncini da costruzione, e possiamo dire che sono entrati in tutte le case per ben due generazioni! Infatti ci hanno giocato prima i genitori ed ora i loro figli. Oggi però non ci sono solo i chiodini per fare mosaici, ma abbiamo sviluppato il concetto introducendo nuove idee di gioco, per esempio con Tecno, dove i chiodini sono stati trasformati in bulloni, viti, dadi, in modo da familiarizzare i bambini con i primi elementi di meccanica. Oppure Filo dove si usano delle stringhe per formare sulla tavoletta delle bellissime

48 | 12 . 2013 | Shop in the City | Shopromotion

composizioni di fili. Oppure Aquarium e Garden in cui ai chiodini si affiancano dei simpaticissimi personaggi da ambientare sulla tavoletta vivacemente colorata. I Chiodini sono diventati anche Chiodoni, in modo che anche i bambini più piccoli possano divertirsi in maniera adeguata alle loro capacità manipolative. Ed allora abbiamo Fantacolor Junior e Fantacolor Baby. Per la prima volta è stato ideato un gioco di chiodini adatto non solo ai bambini ma anche agli adulti: più che un gioco è un'attività artistica con risultati strabilianti. Si tratta di pixel art con cui si possono riprodurre famosissimi capolavori utilizzando chiodini e tavolette speciali per poi appendere il risultato alla parete come un vero quadro. La tecnica utilizzata è quella del "puntinismo", in questo caso i "punti" sono rappresentati dai chiodini in soli 6 colori che si miscelano straordinariamente se guardati alla distanza appropriata. Circa 10.000 chiodini sono necessari per realizzare la Gioconda.


bambini

Ecco cinque proposte di regali elettronici kid-friendly per i nuovi nativi digitali.

Creatività a portata di tablet

di Irene Soave

Tools

Chi invece preferisce crescere da

. 01

subito un figlio «smanettone» e

. 02

addestrarlo a usare il tablet da grandi ha a disposizione una serie di strumenti per non dire addio al proprio iPad per sempre. Come queste custodie: a forma di Teletubbie o in colori vivaci (verde, rosso, fuxia, azzurro, arancio), salvano iPad e mini iPad da urti, colpi e dalle mani dei più piccoli (di Cooper Cases, su Amazon.it e nei negozi specializzati). E ci sono anche aggiunte speciali. Come il pacchetto Crayola: una app da scaricare e una serie di «pennelli», «pennarelli» e «matite» digitali, compreso un accessorio per disegnare in 3D.

. 05 . 01 Clempad. . 02 SuperPaquito. . 03 Meep! Oregon Scientific. . 04 I-inn Kid Play. . 05 Mio Tab Lisciani. Nella pagina seguente le descrizioni complete.

. 03

. 04

L

o ha detto persino la sorella di Marc Zuckerberg, fondatore di Facebook: bambini e social network, bambini e tablet, bambini e computer... sono coppie da trattare con attenzione. Nel suo nuovo libro per bambini Dot (in italiano non è ancora stato tradotto, ma si trova su Amazon) racconta la storia di una bambina iperconnessa – come ce ne sono sempre di più – che trascorre il suo pomeriggio tra una app e un videogioco, una foto e un mp3, per poi essere trascinata a forza dalla mamma a giocare nel verde, dove si diverte tantissimo. Morale della favola? Per il touch screen c'è sempre tempo. Forse: perché tra i regali più gettonati di questo Natale ci sono i tablet per bambini: se mamma e papà non vogliono prestargli il loro, o temono che usando un normale iPad i piccoli finiscano più facilmente su siti che potrebbero turbarli, ecco i dispositivi elettronici kid-friendly, rigorosamente disconnessi da Internet (a cui possono accedere solo con il wifi di casa) e pieni zeppi di app gratuite da scaricare per giocare, divertirsi in modo creativo o imparare qualcosa. Come sceglierli? Ecco una guida per orientarsi tra i più celebri (e facili da trovare nei negozi). Shop in the City | 12 . 2013 | 49


bambini

64,90 €

39,90 €

Stumenti Crayola.

I tablet per i più piccoli

Clempad Sistema operativo: Android Età: 6-12 anni Ha un filtro di «parental control» per i genitori già installato. Le app si trovano su Google Play (va installato, non è difficile) e su ClemChannel, che offre giochi educativi.

69,90 €

Venite a trovarci, tante promozioni vi aspettano nei punti vendita di: Corso Peschiera, 291 - TORINO Via Matteotti, 129 - GAGLIANICO (BI) Tangenziale Ovest, comp. sud - VERCELLI Corso Torino, 123 - CHIERI

011-798101 015-2547221 0161-394650 011-9471820

I-inn Kid Play Sistema operativo: Android Età: 6 - 10 anni Guscio antiurto in silicone morbido, grafica molto accattivante, ha già installati 50 giochi. Si connette a Internet (solo wifi) e permette di guardare film e disegnare. Meep! Oregon Scientific Sistema operativo: Android 4.2 Età: 6 – 11 anni Ha un dispositivo di controllo dei contenuti efficace, e una parte dei giochi scaricabili dall'app store è a pagamento, ma con monete virtuali (il bambino non maneggia denaro). Ha una chat che i genitori possono monitorare da pc e consente di 50 | 12 . 2013 | Shop in the City

leggere gli e-book, e una serie di strumenti aggiuntivi (in vendita a parte): microfono, joystick e addirittura una batteria da suonare con le mani. Mio Tab Lisciani Sistema operativo: Android Età: scuola materna Contiene 81 giochi con attività prescolari: vocabolario illustrato, disegni, pianola. Ha uno schermo da 7 pollici ed è realizzato in materiale resistente ed antiscivolo. E c'è anche una versione «rosa», con identiche funzioni, dedicata a Peppa Pig. Non si collega a internet. SuperPaquito Sistema operativo: Android Età: 8-12 anni Si trova da Imaginarium, ed è il più potente: schermo 9,7 pollici, risoluzione 1024x768 pixel, sistema Android (modificato per controllare la sicurezza). Ha anche una serie di giochi dedicati: si trovano su un app store speciale, chiamato Paquitoland.


info@pippicalzelunghe.net info@pippicalzelunghe.net www.pippicalzelunghe.net www.pippicalzelunghe.net

OO PPE ENN DD AAY Y

NIDO: NIDO: Via Gassino, 10/12 - Torino - Tel. 011/8198577 Via Gassino, 10/12 - Torino - Tel. 011/8198577 SCUOLA DELL’INFANZIA: SCUOLA DELL’INFANZIA: Via Cocconato, 17 - Torino - Tel. 011/8192620 Via Cocconato, 17 - Torino - Tel. 011/8192620

0

Sa Sba ab Pi taot Pp o1 Ve ippip 414 Vne Ci di inte aCla dceic ite zle m co zleu em cno lnu brbe nq gnh reH uqe geh H use ev 9 tso iv .93 toC ai s .03 UC aps 0- 1 PUO ept - 2 e 1 PO N tatta .23. 03 N

Sabato 14 dicembre open day dalle H 9.30 alle H 12.30 Sabato 14 dicembre open day dalle H 9.30 alle H 12.30 Pippi Calzelunghe vi aspetta con sconti pensati per voi. Pippi Calzelunghe vi aspetta con sconti pensati per voi. Venite a trovarci con questo CUPON e scoprirete quali sono. Venite a trovarci con questo CUPON e scoprirete quali sono.


cocktail

Cocktail raffinato dal gusto delicato

Bollicine alla lavanda L

o champagne al sentore di lavanda si prepara semplicemente aggiungendo un cucchiaino di sciroppo alla lavanda al bicchiere di champagne. Di seguito vi indicheremo la ricetta per ottenere facilmente un ottimo sciroppo che potrete utilizzare anche per la preparazione di altre ricette a base di lavanda.

Le virtù della lavanda Il linalilacetato, principale responsabile del caratteristico profumo, stimola la produzione di serotonina, agendo sull'umore e sullo stato psicofisico generale. Il linaiolo, in percentuali altrettanto notevoli, ha un'azione antinfiammatoria, rigenerante e antisettica. La canfora e l'eucalipto, in misura minore, determinano un'azione espettorante e antinfiammatoria.

Coltivazione Biologica nel Monferrato Il basso Piemonte è una zona dove crescono spontaneamente con successo molte piante officinali, ed è proprio qui che ha sede la Cascina Blengio dove da anni, per tradizione, vengono anche coltivate con metodo biologico, la lavanda ibrida e officinale.

Ingredienti:

Preparazione:

da agricoltura biologica

l’acqua, la lavanda e lo zucchero

1 tazza di zucchero

in un pentolino, portare a ebollizione per

1 tazza d'acqua

circa un minuto, dopodichè lasciare

1 bottiglia di spumante

riposare il compsto per 15 minuti. Filtrare

2 cucchiai di fiori di lavanda

Per preparare lo sciroppo, mettere

lo sciroppo per eliminare i residui di lavanda. Mettere lo champagne e un cucchiaino di sciroppo di lavanda in un flûte e mescolare. Decorare il bicchiere con uno stelo di lavanda.

Shop in the City | 12 . 2013 | 53


ricetta

Consiglio: al posto della lavanda si possono mettere noci e pistacchi o la scorza di arancia o di limone.

Ingredienti:

200 grammi di cioccolato bianco 1 cucchiaino di fiori di lavanda secchi Qualche fiore di lavanda come guarnizione

Una ricetta semplice, profumata e di sicuro effetto per accogliere gli ospiti nelle serate natalizie. Il cioccolato bianco si sposa con il gusto particolare e energizzante della lavanda dando vita a delle stuzzicanti praline.

Il cioccolato incontra la lavanda

54 | 12 . 2013 | Shop in the City


ricetta

Procedimento:

S

pezzettare il cioccolato in un pentolino e farlo sciogliere a fuoco lento a bagnomaria. Quando il cioccolato sarĂ  completamente sciolto (attenzione non deve bollire), togliere il pentolino dal fuoco, aggiungere un cucchiaino di fiori di lavanda e amalgamare bene il tutto con una spatola. Versare il cioccolato nelle formine per cioccolatini (nel nostro caso abbiamo usato dei pirottini in silicone) ricordandosi di mettere sul fondo delle formine alcuni fiori di lavanda. Lasciare raffreddare i cioccolatini nel frigo per almeno un'ora. Staccare delicatamente i cioccolatini dai pirottini e servire con qualche fiore come decorazione. Di seguito le foto delle varie fasi...

Ristorante Torinese Da oltre 100 anni cucina tradizionale piemontese

SPECIALITA’ FRITTO MISTO FUNGHI, RANE, LUMACHE E TARTUFI

Via Torino 42 - Fraz. Rivodora Baldissero Torinese

Tel: 011/9460025 www.ristorantetorinese.it

Shop in the City | 12 . 2013 | 55

info@ristorantetorinese.it Ristorante Torinese di Rivodora


DIY Vuoi essere tu la prossima protagonista del Fai Da Te? Inviaci le foto e la descrizione delle tue creazioni a redazione@shopinthecity.it

La nostra lettrice Paola ci insegna a realizzare un'idea regalo per i vostri amici. Si tratta di un barattolo di vetro a chiusura ermetica -della capienza di un litro- con tutto il necessario per fare dei deliziosi biscotti.

Burnie ripiene di golositĂ 

Ingredienti:

250 grammi di farina autolievitante (oppure normale, allora aggiungete 1 cucchiaino di lievito per dolci in polvere) 1 pizzico di sale 130 grammi di zucchero di canna 70 grammi di zucchero bianco 100 grammi di fiocchi di avena 125 grammi di cioccolato fondente (o gocce di cioccolato).

Idea: Per rendere i vostri barattoli ancora piĂš originali, personalizzate la decorazione con l'utilizzo degli scotch decorati, il risultato sarĂ  sicuramnete originale. Ne trovate di bellissimi da Pennazio a Chieri.

Shop in the City | 12 . 2013 | 57


DIY

Procedimento:

Preparare il barattolo inserendo gli ingredienti a strati. Scrivere su dei cartoncini o degli adesivi la ricetta e attaccarla alla burnia. Ricetta:“Versa il contenuto del barattolo in un recipiente e aggiungi 1 uovo e 125 grammi di burro morbido. Amalgama bene e con l’impasto forma delle palline poco più grandi di una noce. Disponi su una teglia con carta da forno, ben distanziati. Cuoci a 180° per 12/15 minuti, o finché non saranno dorati. Rimuovere i biscotti una volta raffreddati e riporli dentro il vaso”. Decorare il barattolo con elementi natalizi e regalare il tutto agli amici. BUON NATALE.

www.pennazio.com

Ogni tipo di lana Corsi per realizzare borse e cappelli

58 | 12 . 2013 | Shop in the City


green

Dall'intimo alla giacca ecco l’outfit total green.

Vestire eco si può di Maria Grazia Belli

Felpa Pacino, intimo Equixeden, t-shirt Carta Vetrata, sciarpa sabbia Bio&Co, giacca Quagga, borsa Pure, scarpe bimbo By Kay, tutina bimbo Filobio.

V

ivere ecologico non è solo mangiare bio, a chilometro zero, muoversi in bicicletta o preferire i detersivi sfusi. Un passo in più si può fare scegliendo anche cosa indossare. Le fibre naturali– tra cui la canapa, il cocco, il bambù e il cotone – oltre ad avere un impatto ambientale inferiore rispetto a quelle sintetiche, sono anche traspiranti, atossiche, delicate sulla pelle e resistenti. Negli ultimi anni le case di alta moda si sono avvicinate a questi concetti -basti pensare alle varie linee green per esempio di H&M o Timberland- e le aziende che producono solo abiti eco-compatibili hanno lavorato per rendere questi capi

esteticamente più belli e alla moda. Abbiamo immaginato un outfit totalmente green e eco-sostenibile, eticamente corretto dall'intimo alla giacca. L'intimo è quello più vicino alla nostra pelle, deve quindi essere confortevole. Equixeden www.equixeden.com li realizza in bambù. La sua fibra morbida come la seta, è antibatterica, antifungina e al 100% biodegradabile. È molto assorbente (quasi 3 o 4 volte in più rispetto al cotone) e rende i tessuti traspiranti e termoregolatori. Il marchio Pacino ethical natural manifacture www.bottegadellacanapa.it/pacino.

html dal 2011 propone la linea intimo in canapa e cotone biologico e una linea di abbigliamento . La canapa è una fibra naturale al 100% riciclabile e i tessuti ottenuti sono morbidi e piacevoli al tatto. Per quanto riguarda l'abbigliamento (maglie, pantaloni e gonne) oltre alla linea di Pacino, Bio&co www.bioandco.it un'azienda fiorentina nata da un'idea di Probios, realizza prodotti tessili, come le morbide tute o le sciarpe dai colori neutri, in cotone biologico certificato proveniente da aziende indiane. Oppure ci sono le nuove T-shirt sostenibili di Carta Vetrata www. cartavetrata.org, il marchio Made in Italy, conosciuto per le calzature e gli Shop in the City | 12 . 2013 | 59


green

MonteOliveto di Casa’ 12066 Monticello d’Alba (CN) Tel +39 333 1004647 www.monteolivetodicasa.it infopoint@monteolivetodicasa.it

MonteOliveto di Casà è la location ideale per degustare, vivere e assaporare i vostri momenti migliori. MonteOliveto di Casà in questi anni si è specializzato nell’offrire a tutti i suoi clienti un’accoglienza speciale e un servizio di qualità. Perfetto per: matrimoni, battesimi, comunioni, cresime, cene aziendali, feste private e tutto ciò che i clienti vorranno organizzare in questo locale minimal e multifunzionale. Una cucina ricercata e la collezione dei vini di produzione, insieme alla disponibilità di tutto lo Staff, renderanno i vostri eventi davvero unici!

accessori ecologici, realizzate in collaborazione con Altriluoghi. Sono stampate su cotone biologico fair trade con inchiostri fatti in casa e derivati da ingredienti naturali come spezie e verdure. Per le mamme non poteva mancare la fascia porta bambino realizzata in cotone certificato come quella di Bk way bykay.com. E per i loro bambini ci sono le linee di prodotti in fibre naturali di: Bio&Co; Filobio, un’azienda italiana che realizza capi in puro cotone biologico o Iobio www.iobio.eu con una collezione che unisce linee classiche e particolari provenienti da coltivazione biologica certificata. Visto che l'inverno è arrivato meglio pensare ad una giacca calda ma che rispetti l'ambiente. Le giacche Quagga www.quagga.it, azienda tutta italiana nata nel 2010 che realizza capi di abbigliamento sostenibili e responsabili, creati in contesti di giustizia sociale privi di discriminazioni, con materiali, costituiti al 100% da fibre riciclate prive di sostanze nocive responsabili di allergie; hanno anche un utile inserto per farle diventare prima premaman poi porta enfant. A questo punto mancano solo più le calze e le scarpe. Natur www.calzebiologiche.it crea calze e calzamaglie in cotone biologico, lana naturale e canapa. La lana cotta è l'elemento fondamentale delle pantofole di Löwenweiss www.loewenweiss.com, calde e tradizionali si adattano a qualsiasi piede. Per scarpe un po' più originali c'è El Naturalista www.elnaturalista.com che propone modelli ispirati ad una filosofia ecocompatibile e che utilizza materiali 100% riciclabili. Le scarpe BioNatura www.bionaturashoes.com, caratterizzate da materiali di prima qualità, sono prodotte in Italia. Concludiamo l'outfit con l'accessorio che non deve mancare: la borsa. In questo caso ci affidiamo a Pure www.purebags.com un marchio che produce borse, marsupi e zaini in canapa e cotone biologici, pelle conciata con metodo eco-compatibile e materiali biodegradabili. 60 | 12 . 2013 | Shop in the City

Le Fibre Vegetali si possono ottenere da:

• Canapa

• Ginestra • Juta • Lino • Ortica • Ananas • Cocco • Cotone • Canapa • altre

Com'è andata...

L'anno scorso vi avevamo parlato dell'iniziativa del Comune di Torino “Adotta un albero”, ovvero la possibilità per i cittadini di regalare un albero alla città. Nel 2012 ci sono stati 43 donatori, per 62 piante totali. Per quanto riguarda il 2013 ad oggi (ottobre 2013) le proposte arrivate sono state 26, per complessivi 40 alberi. É possibile fare la richiesta fino al 20 dicembre 2013 per essere inseriti nella campagna di messa a dimora dell’inverno 2014 (entro il 31.03 dell'anno); le richieste pervenute dopo tale data saranno invece inserite nella campagna dell'anno seguente. http://www.comune. torino.it/verdepubblico/2010/ alberi10/regala-un-albero. shtml


Go away

Biennale di lione

Fino al 5 gennaio 2014 Museo d’Arte Contemporanea, la Sucrière, la Fondazione Bullukian, la chiesa di Saint-Just e la Chaufferie dell’Antiquaille www.biennaledelyon.com

La dodicesima edizione della

di questo argomento con materiali,

Biennale di arte contemporanea di

stili e tecniche diversi frutto anche

Lione, creata nel 1991 da Thierry

della propria cultura e storia

Raspail e Thierry Prat, è stata affidata

personale. Dalla scultura alla pittura,

al curatore Gunnar B. Kvaran che ha

dal disegno ai filmati, dalle

scelto come tema della mostra il

installazioni alle performance.

“racconto”. È nata così una mostra in

L'80% dei lavori di questa edizione

cui i 52 artisti internazionali

sono stati creati apposta per la

mostrano la propria interpretazione

biennale.

A sinistra Jeff Koons Ballon venus (Yellow) 20082012,© photo Blaise Adilon. Tavares Strachan Installation. Création 2013 © photo Blaise Adilon.

Shop in the City | 12 . 2013 | 63


LA MCMUSA CONSIGLIA

Shop in the City va alla scoperta dell’America con La McMusa (blogger di cultura e letteratura nordamericana): mostre, happening, inaugurazioni – e il racconto del meglio della cultura a stelle e strisce.

PLAYBOY COMPIE 60 ANNI di lamcmusa.wordpress.com

Per seguire tutti gli eventi di Playboy e sapere quando e come l’impero colpirà ancora, seguite www.playboyenterprises.com

L

a più famosa rivista dedicata all’intrattenimento maschile nasce nel dicembre del 1953, a Chicago, dall’idea di un uomo tutt’altro che sprovveduto e guardone, Hugh Hefner. Dopo essersi laureato in Psicologia e aver lavorato come copy per un’altra grande rivista, Esquire, e come promotion manager per il magazine Children’s Activity, a Hugh venne l’idea di fondare una rivista tutta sua e di stravolgere, così, il mercato editoriale internazionale. Erano gli anni Cinquanta, uno dei periodi più conservatori e rigidi nella storia degli Stati Uniti, uno dei momenti in cui, però, la carica innovativa e irriverente di un progetto come il suo poteva sfruttare l’onda del boom economico e trasformarsi da semplice idea a vero e proprio impero. Con un capitale di appena 8 mila dollari, di cui molti provenienti dalle tasche della madre e del fratello, Hugh Hefner fece uscire la 64 | 12 . 2013 | Shop in the City

di colmare anche il piacere culturale, il compito – tutt’altro che facile in mezzo a tutte quelle modelle mezze nude – di curare i servizi culturali del giornale e le sue – oggi famosissime – interviste. Alcuni celebri romanzi, quindi, nacquero sulle sue pagine (il più noto è prima copia di Playboy ancora senza il Fahrenheit 451 di Ray Bradbury) e tutti i famoso logo a forma di coniglietto, ma più grandi personaggi di sempre con l’icona del momento in copertina, la vennero intervistati con grande grande Marilyn Monroe, fotografata accuratezza e profondità – da Miles sorridente sulla prima pagina e nuda nel Davis a Martin Luther King, da Bill servizio interno. Da quel momento, da Gates a John Lennon insieme a Yoko quelle prime 50 mila (circa) copie Ono. In onore dei primi 60 anni del vendute, Playboy stravolse il concetto magazine, sulla copertina del numero in culturale di erotismo e, soprattutto, il uscita tra dicembre 2013 e gennaio 2014 rapporto tra editore e pubblico. Se da un sarà la più grande top model e icona del lato il fondatore di Playboy diventava nostro tempo, Kate Moss, a stuzzicare le sempre più noto perché si circondava di fantasie del pubblico maschile. Dopo conigliette e dava party sfrenati nella sua diverse trattative durante l’estate, la celebre Mansion in California, dall’altro conferma definitiva a settembre e la foto alimentava, numero dopo numero, l’idea anticipatrice del servizio a novembre che per il suo lettore ideale non fossero (Kate vestita da coniglietta/cameriera, sufficienti curve esplicite e sorrisi inginocchiata a mostrar le sue leggiadre ammiccanti, che l’eros, da solo, non forme), resta da capire se il nudo sarà potesse soddisfare il piacere dell’uomo integrale o camuffato. Sarà un nudo colto, il destinatario privilegiato della epocale, in ogni caso, un nudo su cui già sua rivista. Fu così che pensò, allora, di si può fantasticare, in attesa che si assumere alcuni tra i giornalisti e gli quietino i litigi su dove fare il grande editor più in gamba e visionari della sua party di lancio, se a Londra o a Los generazione e di affidare loro il compito Angeles.


Stillitano Corso Casale 2, 10131 Torino Tel. 011 8192670


in vetrina

CArla gozzi

Piccoli trucchi per vivere meglio "Fino agli 11-12 anni ero un maschietto, sportiva, amici maschi, nuoto, bicicletta. Ricevetti la prima Barbie a 13 anni, non ero mica il genere". di Irene Soave

S

ei a teatro, sprofondata nella tua poltroncina. Indossi i jeans, una camicetta e un paio di ballerine. Sei uscita tardi dal lavoro e non avevi voglia di vestirti bene. Tanto più che mica siamo alla prima della Scala. E poi diciamocelo, non è come nel secolo scorso: a teatro ci vai per vedere, non per farti vedere. Ti punti i capelli in testa col mollettone che hai

66 | 12 . 2013 | Shop in the City

in borsa e ti prepari a goderti lo show. Le luci però si accendono. E l'attrice sul palco scende, scrutando il pubblico... ti si avvicina a passo di marcia... sembra guardare proprio te e tu ti fai piccola nella poltrona ma lei conferma i tuoi timori esclamando: «Ma come ti vesti!». Non è la versione rosa di un incubo kafkiano.


in vetrina

Nella pagina a sinistra Carla Gozzi mentre dà lezioni di stile. A fianco la preparazione di alcune partecipanti alle serate a teatro.

Ma quello che succede veramente in sala al Carla Gozzi Show, lo spettacolo – un po' tutorial un po' cabaret un po' musical – portato in scena dalla fascinosa star di Ma come ti vesti?, che arriverà al teatro Colosseo di Torino il 20 dicembre. Carla, 51 anni, molta verve e una carriera trentennale nella moda come consulente per grandi stilisti (da Yohji Yamamoto a Jean-Charles de Castelbajac, «che mi regalava bozzetti ultracolorati perché mi vestivo sempre di nero», da Mila Schoen a Calvin Klein), mette in scena una serie di trucchi e consigli per non sfigurare mai. E lo fa (anche) scegliendo dal pubblico dieci spettatrici che qualche errore in fatto di stile, prima di andare a teatro, lo hanno commesso. «La prima che ho ''beccato'' in questa tournée? Una bolognese. Felpa, camicia a quadri, anfibi da lavoro. Insomma, siamo a teatro!», ci racconta lei, all'indomani della prima. «Il fatto è che le persone pensano sia una questione di budget. Invece no! È una questione di non essere trasandate. E osservare qualche regola base. A teatro, ad esempio, ma perché devi venire vestita così? Mica sei in casa».

Gli errori più comuni? «Dipende. In ufficio l'esibizionismo. Del capo più elegante, ma soprattutto del fisico: quante donne scelgono roba troppo stretta, troppo corta, troppo scollata. È un ufficio. Lo so bene perché tante multinazionali mi chiamano per tenere dei seminari sull'immagine dei loro dipendenti...» E nelle situazioni sociali? «La gente non tiene conto mai di che ore sono. Alle 18.30 ci si veste da cocktail, fino alle 20. Dalle 20 ti vesti da sera. La pochette per esempio, è perfetta per i cocktail perché si tiene in mano. Se alle 21 siamo invitati a una cena seduta, meglio la clutch. E poi dove stiamo andando? Ci sono amici, allora possiamo essere

«La gente mi scrive che a Natale non sa come vestirsi, perché sta a casa...e scrivono ''io normalmente metto la tuta''. La tuta a Natale???» Shop in the City | 10. 2013 | 67


in vetrina

più liberi? O è un evento aziendale? Allora non siamo a una festa tra amici, e ci va un tocco più professionale. Quindi sì alla clutch, ma magari con una tracollina, così possiamo lasciare un biglietto da visita avendo le mani libere. Piccole indicazioni che ci fanno vivere meglio». Sembra una scienza. «Non lo è. O meglio, è come le ricette di cucina. Ci sono due o tre cose da sapere: ad esempio lo sa che il 50% delle persone sbaglia la propria taglia? Al Nord comprano cose troppo larghe, al Sud troppo strette. Queste cose qualcuno te le deve insegnare». Lei ha anche una Carla Gozzi Academy per ragazzine e bambine. «Sì, ma a loro io insegno il fai da te. Quello che per noi ragazzine degli anni Sessanta e Settanta era applicare un bottone, farsi un orlo, non lo sanno più fare. Come farsi una pochettina, ricamarsi una maglietta, applicare una decalcomania. Il corso dura un giorno. Bimbe da 8 a 14 anni. Escono contente, alla fine il lavoro manuale batte il tablet». Lei già da bambina amava queste cose? «Al contrario, fino agli 11-12 anni ero un maschietto, sportiva, amici maschi, nuoto, 68 | 12 . 2013 | Shop in the City

bicicletta. Ricevetti la prima Barbie a 13 anni, non ero mica il genere. La nonna Maria mi ha molto influenzata però, era da lei che passavo le mie estati, in campagna. La donna più femminile della mia famiglia, faceva la maglia, ricamava... non era la tipica nonna emiliana attaccata ai fornelli, e mi sgridava sempre perché ero disordinata. Intorno agli 11-12 anni ho iniziato ad apprezzare un po' la bellezza, l'estetica. Ho fatto il liceo artistico, avevo una spiccata parte creativa. Seguii poi un corso sul costume storico, e iniziai a fare uno stage al gruppo Max Mara, negli anni Ottanta, e da lì nacque la mia carriera». Quando lasciò? «Quando decisi, anni dopo, di essere più creativa: iniziai come consulente, seguendo diversi stilisti in giro per il mondo. Ho conosciuto tutti i più grandi stilisti e questo ha plasmato la mia formazione, anche da un punto di vista più creativo. Ho seguito le collezioni di Mila Schon, Calvin Klein, Yoshii Yamamoto, Jean Charles de Castelbajac, che mi regalava i disegni coloratissimi perché smettessi di vestirmi di nero, e in quel periodo ho vissuto a Tokyo. E di fare la consulente non ho mai smesso, anche se dal 2007 sono molto


in vetrina

impegnata in tv. In tutto ciò mio marito, medico chiropratico newyorchese, mi ha sempre aspettata e seguita. Quanto gli devo!» Da quanto siete sposati? «Da 23 anni». Immagino che avrà teorie precise su come ci si veste in casa... «...per non ammazzare il matrimonio? Certo. Niente pigiamone e niente pinza in testa l'ho già detto? In casa bisogna stare comodi, ma presentabili. Ad esempio ballerine, che per me sono una scarpa da casa, leggings 100 danari, vestitino a manica lunga sui toni del grigio, maxi cardigan in lana perché fa freschino. Così se viene il postino o vado a prendere due uova al super non stona, e se qualcuno arriva lo posso accogliere senza vergognarmi. Ma pensi che la gente mi scrive che a Natale non sa come vestirsi, perché sta a casa...e scrivono ''io normalmente metto la tuta''. La tuta a Natale???» No eh? «Eh no. Ma insomma. Potete non mettervi i tacchi, ma la tuta no. Guardate che le foto di famiglia rimangono per anni, e poi hai un bel daffare a photoshopparle, ma la tuta resta...»

In alto Carla Gozzi durante i suoi spettacoli. Nella pagina a fianco Carla con una spettatrice.

Shop in the City | 12 . 2013 | 69


opinione

Rockabilly vs bon ton di Eleonora Chiais

I

n questo periodo un sussurro si leva dalle vetrine: «Look at me, I'm Sandra Dee». Sulle note di “Grease” e “Happy Days” tornano infatti in gran voga gli Anni Cinquanta tra gonne a palloncino e immancabili occhiali modello cat eye, bandane e frangette che si allungano fino alle sopracciglia. In epoca di citazioni dai guardaroba “Fifties” bisogna però saper scegliere da che parte stare. Nel decennio modaiolo del rock'n' roll, dei blue jeans e delle t-shirt, infatti, la moda per signore si declinava in due anime diverse che hanno convissuto, fianco a fianco, durante tutti gli anni ’50. Così

preferivano shorts e camice legate in vita oppure vestitini allacciati dietro al collo con scollature vertiginose. Minimo

prendevano vita nuove tendenze di stile e i suggerimenti di moda arrivavano, per la prima volta, dal basso e dai mass media. Ecco quindi la nascita di quella comun denominatore per entrambe i che Patrizia Calefato definisce mass look ecco i bigodini, indispensabili per moda cioè quel meccanismo che creare le acconciature vistose permette di rovesciare lo storico caratterizzate da una riga di lato in cui i modello a goccia, di simmeliana capelli cadono sulle spalle in vistosi memoria per il quale la moda si boccoli. Periodo di rinascita assoluta, il imponeva dall’alto verso il basso, dando New Look targato 1950 ha però grossi vita a stili e tendenze che partono invece debiti con il passato, in particolare con la dal basso e arrivano all’alto secondo un moda francese della seconda metà meccanismo che verrà definito bubbledell’800 caratterizzata, per le signore, up. Esemplificativi, in questo senso, dalla perfetta sinergia di lusso, grazia, ed saranno i due indumenti simbolo del da un lato si schieravano eleganza. Proprio nel secondo decennio successivo: i blue-jeans e la orgogliose le esponenti dello stile dopoguerra inizia ad imporsi, grazie ai minigonna che saranno salutati dai più “Bon Ton” che, imitando le suggerimenti di Christian Dior, una come gli spazi (vestimentari) nei quali si perfette housewives americane certa armonia interna al look che deve potranno esprimere i tratti individuali e (all’epoca non ancora desperate), essere coordinato in tutti i dettagli dal sociali e, soprattutto, il senso di optavano per le classiche gonne a ruota cappello ai guanti, dalle scarpe alla borsa appartenenza a un gruppo. Gruppo al mettendo ben in evidenza il punto vita rigorosamente in tinta. Ancora una volta quale i signori potevano già dire, a con cinture colorate e completando meglio se à pois o al massimo in vernice. ragione, di appartenere negli anni ’50 l’outfit da giorno con camicie bianche o a Ma mentre sulle passerelle si quando iniziarono a sfoggiare giacche di pois, elegantissimi foulard legati imponevano Balenciaga, Givenchy e il pelle per sentirsi un po’ Danny Zuko saggiamente al collo e ballerine raso Made in Italy (con le sorelle Fontana, durante le loro “Summer Nights”. terra. Dall’altro lato, invece, ecco Valentino ed Emilio Pucci) la vera le esuberanti pin up che rivoluzione avveniva in strada dove 70 | 12 . 2013 | Shop in the City


* Senza SLS (Sodium Laurilsolfato) e senza Sles ( Sodium Laurileteresolfato)

Preziosa e magica, la Melagrana è un “talismano color rubino” con centinaia di semi che assomigliano a splendide gemme, ricchi di principi attivi benefici per la cute. I Laboratori Helan hanno sviluppato una nuova linea di prodotti che sprigionano un’affascinante fragranza fruttata ma allo steso tempo speziata, quindi sensuale e avvolgente. • Formulati con estratti vegetali • Senza petrolati, olii minerali e lanoline •Senza parabeni •Senza coloranti •Senza SLS e SLES** •Realizzati per ridurre il rischio di allergie da metalli pesanti

www.helan.it Ci trovi anche su facebook


moda

. 01

. 02

. 04

. 03 . 05

Torna il vintage ma quello nuovo, datato 2014.

Ispirazioni retrò di Irene Soave

S

i scrive vintage, si legge – quasi sempre, siamo onesti – capi agé venduti a peso d'oro in taglie piccolissime e a cui manca sempre (ok, quasi sempre, con l'eccezione delle grandi firme) qualcosa di davvero attuale. Oppure si legge ripescato: dall'armadio della nonna, dalla bancarella al marché aux puces, dal negozietto dell'usato che stiva un solo, mesto Pucci d'annata (taglia 36 ovviamente) insieme a pile e pile di 72 | 12 . 2013 | Shop in the City

vecchi giubbotti in pelle e jeans senza stile, con il solo valore aggiunto dell'odore di cantina. Ma anche per i nostalgici il trucco c'è: il vintage va comprato nuovo. Per questo nelle collezioni autunno inverno 2014 (sì, avete letto giusto: non 1974 o 1944 o 1914) abbondano le ispirazioni retrò, decise ed evidenti. E non solo dai sempreverdi anni Trenta e Quaranta: lo stile vintage di quest'inverno ripesca anche molto l'hippy, tra pantaloni a

zampa e maglioni in lana colorata che «pungono». Avvertenze: il vintage si porta da giovani. Le over-40 vestite con roba «dei loro tempi» rischiano il grottesco. Si porta mescolato: il total-look retrò, dalla cloche al mocassino, fa molto Carnevale. Si porta con più rigore che ironia, anche se entrambi sono necessari: d'accordo, è una citazione, ma il troppo stroppia.


moda

Il vintage si porta mescolato: il total-look retrò, dalla cloche al mocassino, fa molto Carnevale.

La boutique propone pezzi unici rigorosamente Made in Italy confezionati in escusiva per Noemi. Sconto del 10% sulla collezione durante tutto l’anno.

. 05

. 05 Cloche in panno, Gazél. . 05 Pendenti in pietre dure, Ippocampo Jewels. . 05 Completo intimo, Golden Point. . 05 Pochette a tracolla Murano, Gazél. . 05 Decolletée allacciata, Luciano Padovan. . 05 Abito in crépe con inserti in pietre e metallo, Kaos.

Shop in the City | 12 . 2013 | 73

Via Colombo 26 10129 Torino (TO) Tel. 011 5681459


moda

. 01

. 04

Per saperne di più

Il vintage (quello vero) è un po' come l'antiquariato: bisogna studiare per non prendersi dei bidoni. Se l'argomento vi appassiona, potete

. 02

sfogliare questi due volumi della casa editrice torinese Lindau. Valentino, ritratto a più voci dell'ultimo imperatore della moda (di Tony Di Corcia, 304 pp., 24 euro) racconta l'eleganza con un tocco grandeur del più famoso stilista italiano. Burberry.

. 05

Storia di un'icona inglese (l'autore è lo stesso, 128 pp., 16 euro) ripercorre invece la vita di un marchio (e di una fantasia) cult, dalla regina Vittoria a Kate Moss. Perché il trucco più efficace per arrivare in alto è sempre quello: salire sulle spalle dei giganti.

74 | 12 . 2013 | Shop in the City

. 03


moda

Dai sempreverdi anni Trenta e Quaranta lo stile vintage di quest'inverno ripesca anche molto l'hippy.

Boutique Uomo

Torino - Via Gramsci, 7 Tel. 011.53.24.10

. 06 . 01 Foulard stile Hermés, Caractère. . 02 Maglione a collo alto ispirazione '70, Caractère. . 03 Mocassino spazzolato, Bata. . 04 Borsina-sacchetto in cuoio nero, Gazèl. . 05 Culotte in pizzo melanzana, Golden Point. . 06 Salopette slim-fit anni '70, Replay.

Shop in the City | 12 . 2013 | 75


non sembra torino

Austria

Linz, situata nell'Alta Austria, è la terza città austriaca per popolazione e sorge sulle rive del Danubio, fra Vienna e Salisburgo. Nel 2009 è stato completato l'ampliamento e la ristrutturazione della biblioteca di Stato molto simile al palazzo della foto. Qui però non siamo nella cittadina che ha dato i natali a Keplero ma nella sede della Camera di Commercio di Torino.

76 | 12 . 2013 | Shop in the City


non sembra torino

Andalusia

La Cattedrale di Cadice in Andalusia, Spagna, venne costruita in 116 anni. L'edificio originale del 1260 fu distrutto nel 1956 e ricostruito nel 1776. Lo stile è quello barocco ma nel tempo ha subito influenze rococò e neoclassiche. Da questa angolazione, la Sinagoga di Torino nel quartiere San Salvario le assomiglia molto.

Shop in the City | 12 . 2013 | 77


non sembra torino

Parigi

Parigi è magica e affascinante, ma c'è un quartiere unico, speciale ed esclusivo: Villa Montmorency. In quest'area residenziale e di lusso l'accesso è consentito solo ai residenti, tutti vip e ricconi. Le case sono bellissime e inavvicinabili, la maggior parte hanno i tipici tetti parigini. Anche in riva al Po, ci sono case con il caratteristico stile francese, poco prima dei Murazzi.

78 | 12 . 2013 | Shop in the City


non sembra torino

Svezia

Legno a vista, ampie vetrate, tanta luce e quel tipico rigore delle linee che fa pensare ad uno chalet svedese. Guardando questa casa, che in verità è vicino al parco del Valentino, vien voglia di rifugiarsi tra le sue mura, magari sotto un piumone davanti ad un camino acceso con una tazza di cioccolata calda.

Shop in the City | 12 . 2013 | 79


80 | 12 . 2013 | Shop in the City

Torino, Parigi e New York.

e accessori ricercati con cura fra

di seta, impreziosito da bijoux

libero il classico jeans con camicia

accessori total black. Per il tempo

fantasie abbinati con preziosi

Colori moda e attenzione al dettaglio. RV Roncato arricchisce la sua proposta di piccola pelletteria donna con gli accessori Antalia per i dispositivi mobili: iphone case, cover i-Pad e mini i-Pad coordinati per un look raffinato e distintivo. Da Baronio via Po 48.

Color Bloom Masque di Matrix. Avvolge i capelli in un nutrimento a 360°, aiuta a mantenere il colore vibrante grazie ai filtri UV, lisciando la cuticola.

Vuoi essere tu il prossimo protagonista del nostro Outfit? Raccontaci il tuo stile a redazione@shopinthecity.it

Per l’ufficio, abiti dalle sorprendenti

femminile e giocato sui contrasti.

Ama osare nel look, sempre iper-

che la contraddistinguono.

e l'energia

esprimono la determinazione

grande personalità che ben

sobria eleganza con tocchi di

e viaggi di piacere. Il suo stile mixa

movimento fra trasferte di lavoro

Torinese da sempre, ma in continuo

moda, la cosmesi e il lusso.

professione la sua passione per la

riuscita a trasformare in una

L’ingegnere che non ti aspetti, che è

Francesca Comoglio

outfit


In ogni armadio non dovrebbe mancare lui, il tubino nero. Sta bene praticamente a tutte e con gli accessori giusti si traforma. Laura Mancini ha creato una collezione di abiti total black: dal tubino passpartout all’abito piÚ elaborato per le occasioni speciali.

Francesca indossa un anello della collezione Classic Cammeo di Nina Tra Le Nuvole realizzato a mano ispirandosi ai vecchi cammeo della nonna. www.ninatralenuvole.it

Foto di Maria Sacco

La passione per la moda si vede dai dettagli. Dalla borsa agli orecchini.

STILE E LEGGEREZZA

Per completare la sua collezione autunno/inverno dedicata al mondo inglese, Frau propone la shopping in saffiano tagliato a vivo con bustina interna estraibile.

Orecchini Nana Jewelry di Caroline Meyer in pelle e perline. Da Noemi via Colombo 26, Torino.

outfit

Shop in the City | 12 . 2013 | 81


CORREDI E LISTE NOZZE | COMPLEMENTI D’ARREDO | CONFEZIONI SU MISURA | BIANCHERIA PER LA CASA BIANCHERIA E ABBIGLIAMENTO NEONATO | PROFUMAZIONI PER AMBIENTE | TENDAGGI | RIVENDITORE FLAMANT

www.lydaturck.it


ORARI NEGOZIO: fino al 24 Dicembre 2013 Lun. 15.00 - 19.30

Domenica

Mar., Mer., Ven., Sab. 10.00-14.00 e 15.00-19.30

1, 8, 15 e 22 Dicembre il negozio sarà aperto

Giovedì orario continuato 10.00-19.30

con orario: 10.00-14.00 e 15.00-19.30


sex and the city

Per saperne di più Lovever via Rattazzi 3/A Torino.

C

AMORE, PASSIONE e QUELLO CHE CI VUOLE

'è un momento nella vita di una coppia in cui ci si chiede se sarà così per sempre. Se quella passione, quella fiamma ardente che ci fa fremere, quando il nostro partner ci sfiora, durerà ancora a lungo o se verrà il giorno in cui la routine prenderà il posto di quei messaggi piccanti che ora intasano il nostro cellulare. C'è chi giura duri per sempre e chi invece, affidandosi ai racconti di coppie più âgés, si abitua all'idea che prima o poi la passione finisca, forse anche un po' l'amore e resti l'affetto fraterno, il rispetto educato di due persone che ormai conoscono il peggio e il meglio dell'altro e pertanto si accettano, si tollerano nella loro quotidianità fatta di lavoro stressante, tempo tiranno, famiglia, il tutto ben miscelato alla frenesia della vita che ormai tutti ben conosciamo. Giornate che comiciano con una sveglia “che la vorresti lanciare” e finiscono con la lavastoviglie e i compiti ancora da

finire. Ed è già la seconda volta che rimandi l'appuntamento dal parrucchiere. E la prossima settimana è il compleanno di tuo marito e per l'ennesima volta una riunione fiume rimanderà la vostra cena romantica, prenotata con largo anticipo. Basta! Come si fa a recuperare quel momento magico, quel tempo della riscoperta, senza crollare sul letto addormentate al secondo paragrafo di quel libro che è lì da quest'estate? Fermandosi. Non c'è nulla di più importante del pilastro della vostra unione. é su quella che potete contare quando le giornate sono troppo pesanti e sembrano non dover mai finire. é a quella a cui vi aggrappate quando vostra suocera insiste tre volte al giorno sull'organizzazione del pranzo di Natale quando voi vorreste prendere il primo volo per “ovunque sia purché non qui”. Non abbandoniamoci placidamente alla deriva del sentimento e della passione. Questa idea ci porta

rapidamente, e anche prima del tempo, a spegnere una parte importante di noi e della nostra relazione con l'altro. E poi diciamocelo: l'amore fa bene alla pelle! Fa consumare calorie in eccesso (ottima idea per smaltire la tonnellata di cioccolatini fagocitati davanti a un pessimo film in tv) e ci rende felici! Il palinsesto televisivo è affollato di trasmissioni che parlano e promettono soluzioni per riportare in vita il desiderio di coppia ormai sopito, ancore di salvezza per un amore a rischio... ma forse il tempo passato davanti alla televisione, davanti a presunte o reali storie di amanti senza verve, toglie anche l'ultimo sospiro passionale. Affidiamoci a noi stesse, alla nostra fantasia, alla nostra capacità di stimolare l'altro come solo noi sappiamo fare e se non lo sappiamo, è ora di imparare! Le lezioni sono semplici e le ricette facili da realizzare. L'ingrediente più importante è l'atmosfera che sapremo creare.

LEZIONE N.1: IL GUSTO

LEZIONE N.2: L'OCCASIONE

LEZIONE N.3: IL GIOCO

LEZIONE N.4: LA SORPRESA

Dopo cena il vostro compagno si aspetta il dolce? Forse non sa che questa volta a essere gustato sarà lui. Dipingete il suo corpo con un morbido pennino intinto in una crema al cioccolato o alla fragola e champagne e assaporate ogni angolo del suo corpo.

Il vostro lui gioca a calcetto? Aspettatelo sveglie al suo rientro con una candela profumata che oltre a creare l'atmosfera giusta, sarà lo strumento per un caldo massaggio sui suoi muscoli tesi. La fragranza sensuale e le vostre mani sapienti faranno il resto.

Il vostro partner si è buttato sul divano e fa zapping annoiato? Dategli un altro telecomando e fategli scegliere il “canale” che voi preferite. Aspettatelo nell'altra stanza per fargli scoprire i benefici dell'intesa a distanza!

Vi state preparando per uscire e avete indosso solo una goccia di profumo e un filo di perle? Forse la cena al ristorante si può rimandare per scoprire insieme come questo elegante accessorio possa diventare uno stuzzicante strumento di piacere.

84 | 12 . 2013 | Shop in the City | Shopromotion


beauty . 01

. 02 . 03

. 04

. 06

. 05

Bagliori metallici e smoky eye.

Voglia di glitter di Irene Soave

R

egine del ghiaccio, con lampi d'oro e argento che illuminano il buio invernale: è questa la tendenza make-up delle feste, con il solito glitter sostituito da bagliori metallici, smoky eye, sfumature preziose. Più diva che carta regalo; più ricchezza e opulenza che festività. I prodotti? Soprattutto per occhi, pigmentati e cremosi. Da uno sguardo alle passerelle, i volti delle modelle sono come fiori coperti di brina: dalle labbra all'incarnato alle ciglia, tutto scintilla. Il consiglio, per rifarlo chez

nous, è di non esagerare: soprattutto per i volti larghi e dai tratti decisi è meglio una sola zona «illuminata» che una distesa di pigmenti brillanti, che fa tanto carta da regalo. Occhi smoky-argentati, bocca neutra; bocca scintillante, occhio leggero; sull'incarnato – preparato da trattamenti illuminanti, pulizie profonde, scrub leviganti – meglio sollevare zigomi e punti luce che stendere un'uniforme coltre scintillante. Dovete somigliare a una regina delle fiabe, non alla fata del dentino.

. 01 Spray glitterato (oro o argento) con stencil per tatuaggi, Sephora. . 02 Liner pailletté, argento, Sephora. . 03 Siero vivo Hydramemory, definisce e riempie, Comfort Zone. . 04 Glitter gun metal packshot, Make up forever. . 05 Pochette glitterata, Sephora. . 06 Ombretto Color Riche Midnight Carat, L'Oreal.

Shop in the City | 12 . 2013 | 85


beauty . 01 Trousse glitterata, Sephora. . 02 Smalto glitter nero e acciaio, Morgan Taylor. . 03 Universal lip gloss, Sephora. . 04 Pennelli e trousse silver, Smashbox. . 05 Trattamento illuminante Glam Glow Supermud. . 06 Smalto a pois Maybelline color show.

. 02

. 03

. 01

. 04

. 06 . 05 86 | 12 . 2013 | Shop in the City


beauty

. 01 Gelée Powder Estée Lauder, ombretto gel (nuance: Cyber Silver). . 02 Trattamento notte Estée Lauder Advanced Night Repair, rinnova la pelle spenta per mancanza di sonno. . 03 Eyeliner metallico, RiRi per Mac.

. 04 Sephora, glittering eye duo. . 05 Pupa, Princess palette (31 colori tra blush, ombretti e lucidi). . 06 Blush minerale Mac (nuance: Talk of the Town). . 01

. 02

. 03

. 06 . 04

. 05

Shop in the City | 12 . 2013 | 87

Piazza Gran Madre 6 Torino Tel. 333.5377705 carmengemma@yahoo.it


L’ elicicoltura consiste nell’allevamento a ciclo biologico completo della chiocciola. L’allevamento avviene esclusivamente su terreno e all’aperto. Questo metodo consiste nell’introdurre in appositi recinti la chiocciola che è destinata ad accoppiarsi ed a moltiplicarsi. L’accoppiamento e la deposizione di circa 40-80 uova per  ogni chiocciola avviene generalmente due volte all’anno.

Nei recinti di riproduzione, la semina segue uno schema ben preciso: al centro una striscia di girasole (serviranno per alimentare le neonate) e a destra e a sinistra di questa striscia si semina la bietola ed insalate varie (per l’alimentazione delle riproduttrici). Per ultimo due strisce laterali di trifoglio che faranno da nascondiglio.

Nei recinti d’ingrasso tutta la semina sarà per alimentazione, quindi si procede seminando un misto di bietola, radicchio ed alcune file di girasole. Questa semina viene fatta nei mesi di aprile-maggio, all’inizio della primavera.

IMPORTANTE! Le nostre chiocciole vengono alimentate con i vegetali seminati, con l’aggiunta di mele, zucche e cavolo prodotte da noi. Per la semina non usiamo nessun concime chimico, nè insetticidi, nè veleni di nessun tipo. L’estrazione della bava si fa usando il metodo della stimolazione manuale: il primo passo è la raccolta delle chiocciole bordate (con più di un anno di età), segue il lavaggio con abbondante acqua potabile con l’aggiunta di una minima parte di disinfettante. Quando le chiocciole sono pulite si procede semplicemente a muoverle delicatamente con le dita dentro una tinozza per qualche minuto,questo movimento provoca la sbavatura perchè è una difesa naturale delle lumache. Ottenuta la bava si ritirano, si lavano accuratamente con acqua perchè la bava delle altre lumache le infastidiscono e si riportano nell’allevamento dove continueranno la loro vita normale. La bava verrà filtrata e poi microfiltrata per eliminare qualsiasi tipo di impurità. Tutto si svolge all’interno del nostro laboratorio rispettando le norme igieniche imposte dalla U.S.L. Il nostro metodo ci permette di ottenere una bava di ALTA QUALITÀ oltre che a risparmiare lo stress e LA VITA DELLE NOSTRE CHIOCCIOLE.

Da oggi puoi trovarla e provarla: Istituto Ortopedico Molinette in corso Bramante 80 Torino telefono 011 6633048 Crocetta Medico Sanitari via Fratelli Carle 49 Torino telefono 011 19586399 Centro Benessere Doramas Via Rondolino 34 - Cavaglià (BI) telefono 0161 966234 Presentando la copia di Shop in the City riceverai uno sconto del 10% sull’acquisto del prodotto.

Chiocciole fotografate all’interno dell’allevamento.


la Nuova filosofia del Benessere

Alleate per la Pelle Dalla natura, la ricerca CALIDAE, ha selezionato preziosi elementi tra cui l’HELIX ASPERSA FILTRATE 100% (bava di lumaca) mirati al trattamento cosmetico quotidiano delle pelli mature con rughe. I principi attivi selezionati e sinergizzati tra loro danno vita a due prodotti: •SIERO

FL187 •CREMA FL187

di altissima qualità capaci di regalare alla pelle una cascata d’idratazione, tono, turgore, freschezza, luminosità, RIDUCENDO LE MACCHIE, LE CICATRICI E LE RUGHE PROFONDE. La particolarità dei nostri prodotti è che: • NON contengono ACQUA • Tutte le sostanze funzionali sono state mixate solo ed esclusivamente all’HELIX ASPERSA FILTRATE 100% (bava di lumaca)! • Il prodotto è senza parabeni e non viene testato sugli animali

Le chiocciole sono allevate all’aperto e la raccolta della bava viene effettuata senza causare loro alcuno stress.


www.granievaghi.com

è anche a Torino nel cortile di Via Lagrange, 13 - Torino tel 346.244.88.43 Finalborgo Spotorno Torino


regali natale

golosità . 01 Preparazioni per i cocktails, da Okra Concept Store via Santorre di Santarosa 1/bis. 02 Confezioni di caffè I Desideri Limited Edition, Vergnano. 03 Stella appendibile, Ferrero Rocher . 04 Principessa con crema al cioccolato, Balocco. 05 Confezione regalo, Albergian. 06 Limited edition realizzata da Guido Gobino e Ugo Nespolo per la Fondazione per la Ricerca e la Cura del Cancro di Candiolo, Guido Gobino. 07 Rivolesi al Rhum e mini torcetti, da Pasticceria Moine via f.lli Piol 18 Rivoli (to).

. 01

. 02

. 07

. 03

. 06

. 05

. 04

Shop in the City | 12 . 2013 | 91


regali natale

Uomo . 01 Casco Sensor_bt_runtastic, Head. 02 Passamontagna, Bark. 03 Stivaletto in pelle Please Walk, da Santabarbara via Gramsci, 7. 04 L'ultima novitĂ  negli occhiali, Spektre, da Rickar's via Villa della Regina,1 . 05 Borse porta Ipad, Bensimon. 06 Bracciale in acciaio lucido e pelle, Emporio Armani . 07 Impermeabile, Ten c. 08 Calzature 54, Dolomite. 09 Cronografo, Lotus 15842.

. 01

. 02 . 03

. 04

. 05 . 09

. 07 . 08

. 06

92 | 12 . 2013 | Shop in the City


ISTITUTO TERMALE CONVENZIONATO SSN E MEDICAL SPA

OFFERTA "WEEKEND"

Se possiedi la copia di Shop in the City e lo comunichi al momento della prenotazione riceverai uno sconto pari al 10% sia sul pernottamento che sui trattamenti. Per ulteriori informazioni contattare la reception dell'hotel. GRAND HOTEL PIGNA ANTICHE TERME SPA & BEAUTY REGIONE LAGO PIGO 18037 PIGNA (IM) IT

HOTEL: +39 0184240010 TERME: +39 0184240040 WWW. TERMEDIPIGNA.IT INFO@TERMEDIPIGNA.IT


regali natale

donna . 01 Cappello anni 60, Pepe Jeans London. 02 Total look, Ricostru. 03 Stivali da pioggia pieghevoli, Windsor Wellington. 04 Capsule collection di occhiali Candy Gold , Furla. 05 Stivaletto basso da casa in simil scamosciato, De Fonseca. 06 Borsa, Mandarina Duck. 07 Giaccone, Bark.

. 01

. 02

. 03

. 04

. 07

. 06 . 05

Shop in the City | 12 . 2013 | 95


regali natale

. 01

accessori

. 01 Spilla renna in argento placcato oro giallo e zirconi colorati, Misis. 02 Papillon bianco lucido con punta oro, Cor Sine Labe Doli. 03 Collana, Mirit Weinstock. 04 Occhiali Made in Italy, Bob Sdrunk da Rikar's via Villa della Rgina, 1. 05 Ferma capelli Allegra, Toi Et Moi. 06 Pendenti in argento, Laurent Gandini da Via XX via XX Settembre, 62. 07 Clutch Cabaret Gold, Benedetta Bruzziches.

. 03 . 02

. 04

. 07

. 05 . 06

96 | 12 . 2013 | Shop in the City


regali natale

beauty . 01 Tree Trinket, Ciatè da Sephora. 02 Cofanetto “Regina del Cioccolato Bianco” collezione "Specchio delle mie brame", Aquolina. 03 Kit Regalo Sonority ispirato ai Futuristi italiani, Aesop, www.olfattorio.it. 04 Huile Prodigieuse, Nuxe. 05 Make a wish perle di luce con polveri di rubino e di diamante nero, Bottega Verde. 06 Soin-perfection, Colette Paris. 07 Doccia schiuma alla birra con olii essenziali, Bagno Birra 14 www.birrificiocastagnero.com.

. 01

. 02 . 03

. 04 . 07

. 06

. 05

98 | 12 . 2013 | Shop in the City


Azienda privata nata nel 1977 "Le Candele di Franca" sono interamente fatte a mano artigianalmente. Candele decorate con fiori veri Candele decorate con cordoni nastri e fiori Candele profumate Candelieri, Photophore, contenitori vetro e cristallo, addobbi COLLEZIONI SPECIALI: Pasqua Matrimonio Giardino Mare Natale Vino Cioccolato "Le Candele di Franca" sono prodotte con paraffina purissima ad uso alimentare, bruciano lentamente, estremamente bene e non producono fumo. Realizziamo tovaglie su misura ed altri articoli per la casa in tessuti particolari.

Villagio DeGa - Viale Piemonte 0/7b - 10048 Vinovo (Torino) Tel./Fax 011 9653068 - 335 6881006 e-mail: le-candele-franca@libero.it 15 minuti da Torino all'altezza del centro Juventus e Ippodromo


regali natale

cASA . 01 Cavatappo limited edition Boomerang, X.Tend速 . 02 La nuova collezione Sigg Thermo, Sigg. . 03 Scaldavivande che funziona con usb da attaccare al computer, Giemme, via XX Settembre 67 e via Montebello 4. 04 Kit base per preparare i cupcakes, Guardini. 05 Candela natalizia, Le candele di Franca, Villagio DeGa - Viale Piemonte 0/7b - Vinovo (Torino). 06 Kit per il bagno, Mathilde M. da Lyda T端rk corso Vittorio Emanuele II, 90. 07 Rosa stabilizzata in confezione regalo, Il Sentiero dei Fiori (Sommariva Bosco - Cn). 08 Cooking Chef, Kenwood. . 01

. 02

. 08 . 03 . 07

. 04 . 06

. 05

100 | 12 . 2013 | Shop in the City


Fermatevi ad ascoltare i calorosi auguri di Rikar’s

C.SO ALCIDE DE GASPERI, 4 TEL. 011 758963 TORINO

VIA VILLA DELLA REGINA, 1 TEL. 011 8198780 TORINO

RAY BAN | TOM FORD | CARTIER | PERSOL | MARNI | CHANEL | GUCCI | LINDBERG | ITALIA INDEPENDENT | ALAIN MIKLI | KIRK ORIGINAL GIORGIO ARMANI | STARCK | MYKITA | LUNOR | OLIVER PEOPLES | PORSCHE DESIGN | AGATA RUIZ DE LA PRADA | VERY VINTAGE SPEKTRE | CHEAP MONDAY | MONCLER | HAPPINESS | EPOS | JPLUS | VUARNET | OAKLEY | RUDY PROJECT OLIVER GOLDSMITH | G-SEVENSTARS | BOB SDRUNK | CONSERVATOIRE DE LUNETTES | MOSCOT | HALLY & SON


TORINO - Corso Moncalieri, 236 - TEL 011.661.85.32 lun 15.30/19.30 dal martedì al sabato 9.30/12.30 - 15.30/19.30

abbigliamento:ANIS - BLUMODE - GAUDI' - LA CAMICIA BIANCA - MISSAUGA - PAROCAS PAS DE QUOI -REBECCA - RISSKIO - WORKING OVERTIMEcalzature: CAFE' NOIR - PIKOLINOS Spagna- TONY PONS Spagna.

www.gregorias.com


regali natale

bambino . 01 Paraorecchie, Barts. 02 Mantelle foderata, Bark. 03 Le nuove Kleenex速 Collection Box Cubo, Kleenex速. 04 Soft-Sole teddybear, Bobux. 05 Gioco trainabile a forma di cerbiatto in legno linea Berries, Tuc Tuc. 06 Fantacolor Junior, Quercetti. 07 Linea Bimbi Biologica, I Provenzali Bio.

. 01

. 02

. 03

. 07

. 04

. 05 . 06

Shop in the City | 12 . 2013 | 103


luci d'artista

Mini selezione del calendario artistico invernale

gam, galleria d’arte moderna. Tra le diverse mostre che abitano gli spazi della Gam in questi mesi, due

Quest'anno sono state realizzate due nuove opere, una dell’artista Alfredo Jaar, sulla facciata della Biblioteca Nazionale in piazza Carlo Alberto, l'altra di Losanna Vanessa Safavi in piazza Bodoni.

Ogni strada è illuminata: Torino e l’arte invernale di Pietro Raboni

sono particolarmente interessanti: la prima è Renoir, un omaggio all’impressionista francese in cui vengono esposti 60 suoi capolavori; la seconda è la mostra dei ritratti femminili di ispirazione pop dell’artista torinese Max Pellegrini, realizzati tra il 1966 e il 1971.

www.gamtorino.it pittura e scultura al polo reale. Dal 14 novembre 2013 al 9 marzo 2014, Doppio sogno, la mostra a cura di Luca Beatrice e Arnaldo Colasanti, propone l’esplorazione di “immagini contrapposte e complementari” realizzate con linguaggi spesso affini, altre volte contrapposti. La mostra avrà luogo nel cortile e nel portico di Palazzo Reale, in piazzetta Reale, a palazzo Chiablese e alla Galleria Sabauda.

www.piemonte.beniculturali.it Anche quest’anno tornano gli appuntamento di natale coi fiocchi. Ogni fine settimana, dall’inizio di dicembre all’Epifania, una serie di appuntamenti di teatro, musica e spettacolo animano le vie e le piazze di Torino. In piazza Carlo Felice torna il presepe di Emanuele Luzzati, così come in piazza Castello il calendario dell’avvento.

www.nataleatorino.it L’ultimo giorno dell’anno, come tradizione vuole, il concerto di San Silvestro dell’orchestra filarmonica di torino esegue Strauss per salutare il nuovo anno, ma si concede anche un’interessante novità: l’esecuzione di 5 brani di altrettanti musicisti provenienti da tutto il mondo. L’orchestra è diretta da Alessandro Cadario.

104 | 12 . 2013 | Shop in the City

S

ono ormai quindici anni che le Luci d’Artista di Torino rendono l’inverno della nostra città meno grigio, più colorato e caldo. Posizionate ogni anno in strade diverse, le installazioni al neon e le opere di luce si fanno riconoscere dai cittadini come fedeli compagne, dando alle strade un aspetto ogni volta diverso, una visione ogni volta nuova. Che le si amino tutte o solo alcune, ogni inverno, almeno una volta, chi passa vicino o sotto di loro non può fare a meno di chiedersi dove erano l’anno prima e qual è la via o la piazza che meglio le valorizza. L’edizione 2013 delle Luci d’Artista ha inaugurato il 1° novembre e si spegnerà il 12 gennaio. Accanto alle 17 installazioni già conosciute, tra cui vale la pena ricordare due grandi classici come Il volo dei numeri di Mario Merz sulla Mole Antonelliana e i Piccoli spiriti blu di Rebecca Horn sul Monte dei Cappuccini, quest’anno fanno la loro apparizione altre due opere d’arte:

CULTURA = CAPITALE dell’artista Alfredo Jaar, posizionata sulla facciata della Biblioteca Nazionale in piazza Carlo Alberto, luogo simbolo che amplifica ancora di più il messaggio dell’installazione secondo cui la creatività di ognuno e la cultura di tutti non possono che produrre ricchezza; e Ice-Cream Light, ovvero cinquanta coni gelato realizzati dall’artista di Losanna Vanessa Safavi in piazza Bodoni, che, con la reiterazione di uno dei simboli popolari più noti di Torino, il gelato e le insegne delle gelaterie, omaggia e critica allo stesso tempo i nostri più diffusi stereotipi culturali.


luci d'artista

Ulteriore iniziativa del programma 2013 di Luci d’Artista è la valorizzazione del light design attraverso i progetti di due grandi interpreti: il torinese Richi Ferrero, che realizza due installazioni “giardinesche”, il Giardino Verticale e il Giardino Barocco nel cortile di Palazzo Valperga Galleani (via Alfieri 16); e la turca Deniz Kurtel, autrice di un’installazione mobile dal nome Introspectacular, ovvero uno spazio chiuso e confortevole per favorire l’introspezione, costruito interamente con un impianto interattivo di led e montato all’interno di un rimorchio.

Shop in the City | 12 . 2013 | 105


Artigianino Roma via S.Tommaso 6A Tel: 011 5822032 www.artigianino.com


4 passi

Via Barbaroux, angolo via Dei Mercanti cuore ciottolato di Torino.

Via Barbaroux Il tappeto rosso che porta al Natale. di Marta Ciccolari Micaldi

D

i fianco a via Garibaldi, meno affollata e decisamente più suggestiva, scorre una via stretta che racconta un pezzo della storia di Torino e la rinnova di anno in anno: via Barbaroux. Acciottolato per terra ed edifici storici ai suoi fianchi, questa via fa parte di una contrada di strade tutte molto simili dove una volta, nei tempi in cui Torino era capitale del Regno d’Italia, ma forse ancor prima, si fabbricavano i guardinfanti, quelle strutture in legno che servivano per tenere le gonne gonfie e dare alle donne la loro dose di grande eleganza mista a persistente scomodità. Oggi via Barbaroux mantiene tutto il suo fascino antico, di cui è complice anche una certa atmosfera surreale legata alla presenza sotterranea - si dice - di elfi e creature di fantasia, oltre che di tutti i simboli architettonici e

nascosti della famosa Torino magica. La Chiesa della Misericordia (al numero 41), per esempio, nonostante la sua facciata tranquilla e la sua architettura dolce, viene ricordata perché conserva il registro dei condannati a morte che venivano giustiziati davanti alla folla, dopo essere stati accuditi da monache, appunto, misericordiose. Ma il vero tesoro di leggende, vere e false, della zona è il signorile Archivio Storico (all’angolo con via Stampatori), dove, oltre ai documenti dell’amministrazione cittadina dal 1111 a oggi e le fotografie della Gazzetta del Popolo, si nascondono chicche architettoniche risalenti all’antichità: una domus romana, il basamento di una torre medievale e un silo di granaglie. La via Barbaroux del presente, tuttavia, si fa frequentare soprattutto per le sue

Lo shopping natalizio

C’è un aspetto di via Barbaroux che sotto Natale non può assolutamente passare inosservato: la sua capacità di offrire regali e articoli a tema, oppure – semplicemente – di qualità e molto adatti a fare bella figura sotto l’albero. Ecco una piccola selezione: la bottega del natale (all’angolo con via dei Mercanti) è il paradiso (da lungo tempo ospitato in questa zona di Torino) degli addobbi natalizi: dalle palline dell’albero alle fontane del presepe, dai Babbo Natale alla carta da regalo, questo è il negozio giusto al momento giusto. sayang ku (al numero 38) è l’officina creativa di Serena Ciliberti, designer e creatrice di bigiotteria spiritosa, colorata e assolutamente fuori dagli schemi, che si ispira agli oggetti della vita quotidiana (come attaccapanni o sedie) per riprodurli in forma di gioiello. goblin (al numero 13) è il posto adatto per chi colleziona oggetti, disegni e giochi del mondo fantasy, e per chi vuole anche imparare a pitturare le proprie creature magiche.

Shop in the City | 12 . 2013 | 107


4 passi

La Fiorina

Negozio caratteristico nel cuore di Torino, specializzato in distillati, prodotti dall’ azienda di famiglia in Valle di Susa, delizie e dolciumi tipici del Piemonte. Confezioniamo eleganti ed originali cesti personalizzati e confezioni regalo.

Da Lunedì 18 Novembre a Martedì 24 Dicembre aperto tutti i giorni con orario: dal Martedì alla Domenica 10.00-19.30 Lunedì 15.00-19.30 Lunedì 23 Dicembre 10.00-19.30 Via G. Barbaroux, 12/H 10122 Torino Tel. 011 5613402

botteghe, i negozi e i locali, tutti legati da una stessa impronta: l’originalità unita all’autenticità. È il caso, ad esempio, del locale Santa Polenta (al numero 33), un angolo del gusto riempito da libri per bambini, piante e oggetti che ricordano un po’ la Provenza, un po’ i salotti inglesi all’ora del tè. Qui, come il nome suggerisce, la specialità è la polenta, cucinata in tanti modi diversi: con la salsiccia, il cervo, il baccalà o concia, qualsiasi ricetta aiuta a scaldare il cuore e a dimenticare l’inverno. Così come fa il vino, che si può degustare alle Cantine Barbaroux (al numero 13), un locale storico in cui si respira la nostalgia tipica dei locali che resistono negli anni. Proseguendo nella passeggiata enogastronomica che è difficile che non conquisti chiunque passi di qui, c’è l’Atelier Bistrot Liu (al numero 12), un locale color pastello dove convivono moda e cucina, e dove sembra di bere un cappuccino insieme ad Alice nel paese delle meraviglie. È, in effetti, il posto ideale dove trascorrere qualche ora di svago con le amiche, alternando discorsi leggeri a sguardi furtivi agli articoli di abbigliamento lì esposti. A chiudere le note di gusto c’è, infine, Soup&Go (all’angolo con via San Dalmazzo), il locale delle zuppe, dove si nascondono calde ricette che neanche sapevamo di amare. 108 | 12 . 2013 | Shop in the City


Sayang Ku di Ciliberti Serena Elisabetta Via Barbaroux 14/b, 10122, Torino, Italy T. +39.0115611112 www.sayangku.it


VITA DA BLOGGER

Viaggi 2.0

Riru in Glasgow

The greatest gift

riruinglasgow.wordpress.com

valentinavaselli.com

S

V

di Marta Ciccolari Micaldi

Shop in the City fa un salto nel web, alla scoperta delle blogger (e anche di qualche boy blogger) che, da dietro lo schermo, informano, incuriosiscono, stimolano i loro lettori sugli argomenti più diversi (moda, stile, costume, letteratura, food, viaggi), imponendosi come punti di riferimento dell’informazione dei giorni nostri, originali e creativi. Shop in the City presenta in ogni numero 5 blogger e un tema comune: questa è la volta dell’esplorazione, i viaggi e la vita in giro per il mondo. E la provenienza è, rigorosamente, Torino e il Piemonte.

110 | 12 . 2013 | Shop in the City

olo due anni fa Aurora si trasferiva in Scozia. Solo due anni fa Aurora inaugurava un blog che doveva servire come biglietto da visita da allegare al suo curriculum per dimostrare agli eventuali (e ricercati) datori di lavoro che lei era in grado di seguire un progetto dall’inizio alla fine, con costanza e autonomia. Dopo aver trovato lavoro e aver avviato una serena vita scozzese, in questi due anni il blog è diventato in realtà molto più di un allegato: dalla ristrutturazione della sua cucina alle gite nei weekend, dai ritorni a casa in Italia ai matrimoni degli amici scozzesi, il blog è un ponte tra Italia e Scozia, è la raccolta dei piccoli episodi comici che il cosmo le mette a disposizione. Episodi che Aurora racconta con amabile follia, e con lo stile e la consistenza di un fumetto unico e spassoso. Un consiglio per festeggiare in viaggio le vacanze natalizie o magari il sempre temutissimo Capodanno? “Hogmanay – il nome del capodanno in Scozia – è un grande evento da queste parti. Per gli amanti: rifugiatevi in un cottage tra le montagne di Glencoe con una bottiglia di Prosecco. Per i party animals: unitevi alla folle folla scozzese e aspettate la mezzanotte in piazza a Glasgow o Edimburgo”.

alentina vive in Polonia ed è una perfetta “mamma moglie expat”, nonché blogger che sa usare molto bene gli strumenti della redazione web. Dedicato soprattutto alle mamme che desiderano viaggiare con i bimbi piccoli, The Greatest Gift è nato inizialmente con l’idea di raccontare la propria esperienza in giro per il mondo e poi si è arricchito di una parte più informativa, elaborata sulla base di una lacuna: la mancanza di informazioni su come viaggiare da sole con i propri figli. Alternando quindi uno stile narrativo e ironico a uno più esplicativo, Valentina segnala gli aeroporti baby friendly e i passeggini più leggeri, ma allo stesso tempo racconta i segreti di Varsavia o quelli di Ginevra, a seconda di dove corre la sua vita. Un consiglio per festeggiare in viaggio le vacanze natalizie o magari il sempre temutissimo Capodanno? “Varsavia è una città estremamente vibrante: tutta la Polonia, dopo molti decenni di sofferenza, sta vivendo una fase di rinascimento. Se non temete temperature sottozero, vi invito a venire a scoprire una città dove tutte le tendenze contemporanee di architettura, design, cibo, arte sono vissute con lo stesso impeto con cui si recupera, restaura e celebra il proprio passato”.


VITA DA BLOGGER

Bitter funny life

The girl with the suitcase

Gattosandro viaggiatore

I

T

E

bitterfunnylife.com

suoi amici la chiamano Trip, in onore di Tripadvisor, e da sempre sfruttano le sue abilità logistiche e la sommergono di richieste sugli itinerari delle loro vacanze. È per questo motivo che qualche anno fa Giulia ha inaugurato un blog dove mettere a frutto la sua esperienza di abile viaggiatrice e dove condividere con i lettori i suoi diari di bordo o semplicemente utili consigli e aneddoti. Che sia per raccontare i viaggi passati o per dare informazioni concrete, Bitter Funny Life offre uno sguardo particolareggiato e curioso su tante zone del mondo attraverso post divisi per categoria (dove/cosa mangiare, i parchi, i divertimenti ecc.) oppure day-by-day (per organizzare le diverse fasi di viaggi avventurosi o anche di weekend lunghi). Sempre vissuti in prima persona, i racconti di Giulia riescono a trasportare i lettori in dimensioni piene di stimoli, e se non si hanno momentaneamente i mezzi per intraprendere viaggi verso mete lontane si può sempre prendere appunti e iniziare a sognare. Un consiglio per festeggiare in viaggio le vacanze natalizie o magari il sempre temutissimo Capodanno? “Senza andare troppo lontano, consiglio una città europea come Budapest o Madrid: l'atmosfera natalizia è emozionante ed il divertimento è assicurato!”.

thegirlwiththesuitcase.com

ravel blogger per passione e copywriter di moda per lavoro, Silvia è la ragazza con la valigia che racconta i suoi viaggi con il cuore. Non esiste post o racconto nel suo blog che non sia frutto di un’esperienza realmente vissuta, di un’emozione realmente provata on the road. È infatti dalle proprie avventure di viaggio che Silvia trae ispirazione per i contenuti del blog, tralasciando le mete e i percorsi che, seppur noti e invitanti, non ha visitato di persona e preferendo ad essi l’autenticità e il ricordo sentito della propria esperienza. Insieme al viaggio, il blog ospita anche segnalazioni di fotografia ed eventi, ma la soddisfazione più grande per lei è sapere che qualche lettore ha letto un suo racconto di viaggio e ha deciso poi di organizzare una gita verso la stessa identica meta! Un consiglio per festeggiare in viaggio le vacanze natalizie o magari il sempre temutissimo Capodanno? “Si sa che in alta stagione è sconsigliabile mettersi in viaggio, soprattutto a Capodanno: ma se non avete alternative, io vi consiglio il Trentino Alto Adige. Relax, sport, natura e cordialità fanno da cornice a un viaggio che permette davvero di staccare la spina: parlo per esperienza, quindi fidatevi!”.

gattosandro-viaggiatore.blogspot.it

sperta viaggiatrice fai da te e amante della Cina e del Giappone, Simona lavora in un cinema di Torino ma la sua vera passione sono i viaggi. Gattosandro è lo spazio virtuale che porta il nome del suo compagno a quattro zampe ma che ha come tema l’esplorazione del mondo e l’organizzazione di itinerari, da quelli più vicini a quelli decisamente lontani. Il blog è diviso in due parti: da un lato i diari delle sue avventure (a cui si accompagnano sempre link e info utili) e dall’altro degli approfondimenti di carattere culturale, riflessivo o semplicemente curioso. Simona è il tipo che prima di organizzare un viaggio legge attentamente tutti i siti web ufficiali, poi passa ai blog, poi mette alla prova le sue fonti con ricerche super particolareggiate e infine va nel posto stabilito e lo trasforma nella sua esperienza personale, colmando così le informazioni che non è riuscita a trovare online e dandole di persona. Un consiglio per festeggiare in viaggio le vacanze natalizie o magari il sempre temutissimo Capodanno? “Visti i prezzi del periodo natalizio converrebbe partire dopo la Befana! Una capitale europea è l'ideale, penso alla classica Parigi o alla più vicina Nizza (il mare d'inverno ha un fascino irresistibile per me). Personalmente se potessi partire per Natale andrei a Praga”.

Shop in the City | 12 . 2013 | 111


cambio vita Conoscete qualcuno che ha deciso di cambiare vita? Lo avete fatto anche voi? Scriveteci: redazione@shopinthecity.it

La torinese Gaia Enria ha aperto in Inghilterra "Burro e Salvia" un pastificio che realizza tortelloni verdi di ricotta e prezzemolo, l'agnolotto Cavour e tante altre specialità di pasta.

Fare gli agnolotti a Londra di Irene Soave

L

asciare un lavoro da pr per dedicarsi a fare gli agnolotti: una scelta che i più stressati, soprattutto sotto Natale, invidiano, e i meno fantasiosi, soprattutto sotto Natale, collegano a un universo casalingo, alla regressione nei ricordi d'infanzia, nelle ricette della nonna, nel buon cibo di casa. Nel caso di Gaia Enria, 41 anni, torinese trapiantata a Londra da 6 anni, non è stato così. «Contrariamente a quanto molti pensano, a casa non avevo mai fatto la pasta. La facevano le nonne ma a quei tempi ero troppo piccola per imparare». E anche lo stile del suo pastificio Burro e Salvia, aperto a Londra a maggio scorso, non è tanto rustico e casalingo, quanto accogliente, sì, ma di design e sofisticato. Niente tovaglie a quadretti, ma molta luce e arredamento bianco; niente ricette della tradizione scolpite sulla pietra, ma classici - come «l'agnolotto di carne come ho imparato al pastificio Sapori, chiamato Agnolotto Cavour perché si narra che facesse impazzire lo statista, e i tortelloni verdi di ricotta e prezzemolo di Bologna» - affiancati, 112 | 12 . 2013 | Shop in the City

nello stesso menu, a esperimenti più innovativi, come gli gnocchi con polvere di acciughe o gli scialatielli al burro acido. Funziona?  «Abbiamo solo pochi mesi di vita ma posso dire di sì, piacciono tantissimo l’idea e il prodotto. Ai consumatori finali ma anche a quelli del settore. Sono passati ristoratori, chef, proprietari di gastronomie e negozi e tutti sono entusiasti». Quali sono i prodotti che piacciono di più? «Le due paste di punta dei pastifici di Torino e Bologna: l’agnolotto Cavour e i tortelloni verdi di Bologna. C’è una grandissima curiosità e alcuni clienti tornano più volte nella stessa settimana, quindi noi introduciamo continuamente delle paste speciali con prodotti di stagione o ricette regionali».   Gastronomie italiane all'estero ce ne sono tante. Cos'ha di diverso la tua? «Burro e Salvia rappresenta un certo gusto e atmosfera autenticamente ‘di casa italiana’ ma anche capace di dialogare con le tendenze londinesi e con clienti e culture diverse. E cosi

abbiamo curato gli interni, il packaging, i menu, le divise del personale e ogni dettaglio. E poi le ''sfogline'' a Londra non c'erano!». Chi ti ha insegnato a fare la pasta fresca? «I miei esordi da “sfoglina” sono stati a Modena, grazie a un caro amico fiduciario di Slow Food nella zona, che mi ha accompagnata a una serata munita di grembiule e mattarello… Li é iniziato tutto, ma le mie grandi maestre sono in realtà state Iva Tassinari a Torino con il suo pastificio Sapori e le sorelle Daniela e Monica Venturi del pastificio Le Sfogline di Bologna». Perché hai deciso di cambiare vita? «La pasta è sicuramente il mio piatto preferito...e dopo anni a lavorare come pr nel mondo degli alimentari mi sembrava che quest'area fosse ancora scoperta. E poi il concetto del “fatto a mano” o come dicono qui dell’ “hand crafted” è stato vincente in tutti i settori di alta gamma negli ultimi anni. Prima facevo un lavoro molto cerebrale, sentivo il bisogno di qualcosa di più fisico, pratico, manuale».


Cambio vita

La tua giornata tipo quanto è cambiata? «Per certi versi non molto. Sicuramente è sempre stata una giornata lunga, senza orari prefissati. Ma oggi passo molto meno tempo al computer e invece sono in piedi per ore e per tante ore anche con le mani in pasta. Arrivo a fine giornata a volte completamente stravolta, ma “fare cose” che si trasformano in un’esperienza per i sensi degli altri mi dà un piacere e una soddisfazione molto più grande». E con la comunicazione hai chiuso? «Quando mi sono trasferita a Londra sei anni fa il mio lavoro in comunicazione ha iniziato a specializzarsi molto di più nell’area food & drinks e nel lusso. E ancora oggi, comunque, anche se Burro e Salvia mi impegna full time, dedico qualche giornata al mese a consulenze, ma solo per i progetti che mi piacciono». Quanto tempo ci è voluto dal momento in cui hai avuto l'idea "apro un pastificio" al momento dell'apertura del negozio? «Ci sono state varie fasi con tempi più o meno lunghi. Ma devo dire che la burocrazia qui ha reso tutto molto scorrevole, ho trovato tutte le risposte alle domande da sola, che si trattasse di aprire la società, richiedere licenze o registrare il marchio. In tre mesi ho scritto il business plan (ma da mesi facevo ricerche sul tema della pasta e della cucina italiana) e ho messo insieme un gruppo di soci investitori in altri tre-quattro. Questo mi ha dato grande energia, perché ha confermato che l’idea era buona e solida. Ho poi impiegato un anno e mezzo a finalizzare il piano operativo e cercare lo spazio. Ecco, la ricerca dello spazio è stata l’unica fase lunga e frustrante. Ma alla fine l'ho trovato! E ora sto già cercando dove aprire il secondo negozio!».

Come sempre, anche Gaia dà tre consigli a chi vuole cambiare vita: lasciare l'italia. «Almeno per qualche tempo. Il cambio di prospettiva è illuminante! Lo so che per molti è un sacrificio, ma è il primo nuovo progetto che chiunque potrebbe porsi, mettendosi in proprio o no». definire una struttura delle cose. «Il progetto va dettagliato e non necessariamente ha un'anima. L'idea va poi tradotta in un piano d'azione chiaro». ascoltare molto il proprio intuito. «O, come mi piace definirla, la propria pelle. Che si tratti dell’idea stessa o delle persone che ruotano intorno al progetto, una volta definita la struttura bisogna anche e molto ascoltarsi e fidarsi delle proprie certezze, o incertezze».

Shop in the City | 12 . 2013 | 113

PRODUZIONE PROPRIA di Fornasiero Natalino Via Digione,1 bis Torino Tel. 011 771.07.57


letture

Nonostante romanzi e racconti siano tra i regali favoriti da mettere sotto l’albero, capita sempre, almeno una volta ogni Natale, che il dono sia più un riflesso dei propri gusti letterari che di quelli del destinatario. Occhio, allora, ai tipi più pericolosi, quelli che di te non sanno nulla ma vogliono regalarti lo stesso un pezzo di sé.

LIBRI IN REGALO, I TUOI

di Marta Ciccolari Micaldi

La ribelle

Il disincantato

Estelle gestisce il Cafè Crumb, una piccola pasticceria di torte e

Foster Wallace e Dieci dicembre di George Saunders. Due libri

muffin, che, come tutte le piccole attività artigianali, avrebbe

apparentemente lontani fra loro, il primo (meta)saggistico, il secondo di

bisogno di una piccola grande scossa per attirare più pubblico e

racconti, sono due ritratti ironici e complementari della stessa società,

farsi conoscere. Ecco che allora Estelle decide di inaugurare un

quella consumata dai media, deviata in famiglia, attaccata ai propri riti

book club e, dopo i primi, imbarazzanti e poco frequentati

culturali ma imbavagliata da qualcosa di molto più grande di sé. Due

incontri, decide di concentrare l’attenzione del gruppo solo su un

scrittori di punta della letteratura americana contemporanea, Wallace e

tipo di letteratura, quella erotica. Non sarà quindi solo la

Saunders mettono il lettore sempre di fronte alla stessa, profonda,

pasticceria a beneficiare di questa piccante e peccaminosa

domanda: se questa è la mia gente, io chi sono?

esplorazione letteraria, ma anche la vita di tutti i partecipanti al

MinimumFax (entrambi), 379 pp, 12.50 euro il primo; 222 pp., 15 euro il secondo.

non può che regalare Il club delle cattive ragazze di Sophie Hart.

non regala un libro ma due: Tennis, tv, trigonometria e tornado di David

club, costretti a rivedere per intero la loro idea di tentazione. Feltrinelli, 352 pp., 15 euro.

Il ricercato

L’autodidatta tuttofare

moderna Natsume Soseki, pubblicato originariamente da Neri

manuale che racconta e insegna ai lettori come celebrare le feste

Pozza e oggi riproposto in edizione Beat. La storia è poetica: un

all’insegna del risparmio e della creatività. Dal Natale ai compleanni, dal

artista si mette in cammino lungo i sentieri di un piccolo villaggio

matrimonio al Carnevale, il messaggio di questo libro è chiaro: in tempi

di montagna giapponese e, come un viandante che esplora i

di crisi e austerità non è necessario rinunciare alle feste, ma è sufficiente

mondi incantati della fiaba, sulla strada incontra tantissimi

rielaborare i loro simboli, gli addobbi e i riti con materiali di riciclo,

personaggi, ognuno con la sua storia e la sua direzione. Uno dei

sobrietà e soprattutto personalità. Non è l’abbondanza a fare le feste, ma

romanzi più amati dai conoscitori della letteratura d’Oriente,

la condivisione e un pizzico di abilità.

quest’opera racchiude in sé tutto l’immaginario giapponese:

Ponte alle Grazie, 144 pp., 9.50 euro.

regala Il guanciale d’erba del maestro della letteratura giapponese

delicatezza, mistero, malinconia, atmosfere ovattate, eleganza e poesia.Beat, 176 pp., 9 euro.

114 | 12 . 2013 | Shop in the City

regala Facciamoci le feste di Massimo Acanfora, un leggero e utile


ti zi anal ombardi . i t

A Natale abbiamo un unico desiderio: soddisfare quello di tutti.

ALVIERO MARTINI 1^ CLASSE COCCINELLE GIANNI CHIARINI BRACCIALINI LE PANDORINE ARMANI JEANS TWIN-SET SAMSONITE RIMOWA TUMI Via Garibaldi, 46 Torino Tel 011 4366388 Via Po, 48 Torino Tel. 011 8128648 instore@baronioborse.it www.baronioborse.com


coach

Contenere i danni dei pranzi di Natale non è difficile, è sufficiente capire come funziona il nostro corpo.

Calorie: i consigli per le feste di Maria Grazia Belli

Non riuscite a fare a meno della fettina di panettone. Consiglio 1: Mangiatela ma poi non

consumate altri dolci o – ancora peggio – la frutta secca. I cesti di noccioline, noci o arachidi, sono olio allo stato puro non a caso il loro nome è “frutta secca oleosa” - e quindi molto calorici.

Non riuscite a fare a meno della fettina di panettone. Consiglio 2: Evitate di assumere altre

P

arola d'ordine “contenere i danni”. Durante le vacanze natalizie si tende a mangiare un po' di più ma per non buttare al vento gli sforzi fatti durante l'estate sono sufficienti piccoli accorgimenti per evitare che l'ago della bilancia si alzi troppo. “Il problema di chi ingrassa a Natale – spiega Annalisa Bellino, dietista e vicepresidente dell'Associazione Girovita - è che inizia a mangiare il 24 con la vigilia e poi continua con cene e avanzi fino alla

116 | 12 . 2013 | Shop in the City

Befana. Inoltre chi solitamente lavora e va in palestra, nei giorni di festa si chiude in casa e diventa sedentario, questo non aiuta”. Abbiamo realizzato con l'aiuto della dietista un piccolo vademecum:

Attenzione al burro: cucinare i piatti senza eccedere nei quantitativi di olio. Tra il burro e l'olio privilegiare sempre il burro e limitare l'assunzione di dolci o preparazioni con grassi animali.

cose molto ricche di grassi nell’arco della giornata. Se siete abituati a fare colazione con merendine, frollini o latte intero, tagliate i grassi – solo per i giorni di festa – alla mattina. Sostituite il latte con il tè, togliete lo zucchero e mangiate dei biscotti secchi, in modo da ammortizzare un po’ le calorie che si accumuleranno negli altri pasti della giornata.

Pranzo di Natale? Alleggerisci la cena: Se si è mangiato tanto a

pranzo, si possono risparmiare delle calorie nel pasto della sera evitando di mangiare gli avanzi o i tortelli in brodo fatti con quello di carne, che è buono ma anche super calorico.

Mai digiunare: Il digiuno non è mai consigliato: per smaltire i chili di troppo


coach

si può ridurre l’apporto di sale, bevendo di più – le tisane al tarassaco, betulla o cardo mariano sono ottime- e facendo movimento.

Per smaltire: Non è difficile smaltire il

chiletto in più, è sufficiente privilegiare la verdura. Attenzione inoltre a non esagerare con la frutta che è ricca di zucchero (bisognerebbe mangiare solo due frutti al giorno).

Attenzione alle bibite gasate:

Cercare di limitare le bibite gasate ricche di zuccheri che, sommate alla frutta e ai dolci, aumentano l'apporto di zuccheri della giornata.

Moderare le bevande alcoliche e se vuoi digerire bevi una tisana:

Il vino rosso non fa buon sangue e, secondo le linee guida di prevenzione oncologica, il dosaggio giornaliero dovrebbe essere di 2 bicchieri per gli uomini e 1 per le donne. Meglio bere un bicchiere di vino che ha una gradazione alcolica sui 12 gradi, che il digestivo a fine pasto. Amari, grappe, grappini, limoncello, mirto o vodka hanno 30-40 gradi di gradazione alcolica. Più è alta la gradazione alcolica più è alto l’apporto calorico del bicchierino.

Passeggiate: Chi non è abituato

normalmente a mangiare tanto, potrebbe far fatica a digerire. La soluzione è quella di alzarsi e fare una passeggiata. Anziché stare a tavola meglio uscire e fare due passi.

Un tipico pranzo di Natale

antipasti

insalata russa 310 Kcal 3 filetti di acciughe al verde 30 kcal 2 vol au vent alla fonduta 413 kcal carpaccio di carne cruda, (condito con olio limone e sale) 190 kcal primo piatto agnolotti del plin al sugo d'arrosto 480 kcal 2 cucchiaini di parmigiano 40 kcal secondo piatto Media tra cappone ripieno e brasato al barolo 543 kcal contorni sformato di carciofi 288 kcal patate novelle al vino rosso 220 kcal frutta ananas fresco, 2 fette, senza aggiunta di zucchero né liquori 60kcal 5-6 noccioline americane (ovvero 15 g di frutta secca), 97kcal 2 fichi secchi o datteri media di 75 kcal dolce una fetta di panettone classico 365 kcal aggiunta di crema di zabaione 147 kcal 40 grammi di grissini torinesi stirati (in tutto il pasto) 160 kcal 2 bicchieri di vino (uno rosso ed uno di spumante) 170kcal caffè con 1 bustina di zucchero 28 kcal digestivo, inteso come 30 ml di liquori o grappa, 72kcal il totale ammonta a circa 3690 kcal (n.b. il fabbisogno medio giornaliero di una donna adulta è di circa 1300-1400 kcal, 1800 per un uomo adulto)

Via Accademia Albertina, 31 10123 Torino Tel. 011 88.39.00 Fax 011 81.22.301 www.ilpardo.it E-mail: info@ilpardo.it Orario: Lun/Ven 9-22 Sab 9-18 Seguici anche su facebook.com/ilpardo

Shop in the City | 12 . 2013 | 117

RAGGIUNGIBILE CON MEZZI PUBBLICI: 61 - 68 - 9 - 18 - 52 - METRO


cro tà d l onn stre l o s s i n tre i con stre psi ss vec onn oa gita diffi chia o ag mino co-fi s ss cent ss raz itat ri d sic pos to a colt me ion o o i à n sat str f fes e ess c fatica di co to e e zza atti me nce sta spo dai f rol lo p va nto ntr nch ssa ast inve c d id t a e sic o-f igest duran zione zza ezza i sta chiam gio io te p inv isic nal ento ecc o s ne rat i ich oss hiam tres e s ate spo zza ento rtiv e

®

La difesa naturale per il benessere psico-fisico

100% Papaya bio-fermentata arricchita con mix di attivi

100% Papaya bio-fermentata

www.dietalinea.it

Ogni ingrediente dà scacco in maniera differenziata per raggiungere sinergicamente il massimo risultato: UN BENESSERE PSICO-FISICO A 360°!!! La Papaya fermentata, assume quelle caratteristiche appropriate a supportare le naturali difese dell’organismo esaltando al contempo l’azione anti-ossidante già esistente nel frutto fresco e introducendo un’azione immuno-modulante. Inoltre, la mancanza di papaina e chimo-papaina - enzimi peculiari al frutto fresco non più presenti dopo l’avvenuto processo di fermentazione - aiuta la riduzione delle possibili manifestazioni allergiche a volte presenti nell’uso protratto della polpa. Il composto ottenuto in seguito alla trasformazione - quasi una pre-digestione - risulta dunque totalmente assimilabile e utile a tutte le età. Valida per contrastare le infezioni intestinali e per svolgere buona azione antisettica. Il Polygonum Cuspidatum, deve la sua “notorietà” all’estratto derivato il cui principale componente è il resveratrolo, a cui si attribuiscono proprietà antiossidanti, depurative, toniche e di supporto all’apparato cardiovascolare. Il Goji, frutto dalle bacche vermiglie allungate, utilizzato fin dai tempi più antichi per le sue proprietà salutistiche. In particolare le sue molteplici doti riguardano la sfera relativa alla capacità antiossidante in grado di proteggere l’organismo dai radicali liberi. La vitamina A, con la sua azione di supporto ai tessuti epiteliari, contribuisce al mantenimento di una pelle sana. Agisce inoltre positivamente sulla capacità visiva e sulla funzione del sistema immunitario. La vitamina C, aiuta la normale formazione del collagene, costituente della pelle, delle ossa e delle cartilagini, contribuisce inoltre alla protezione delle cellule dai radicali liberi, aiuta a ridurre stanchezza ed affaticamento e supporta la normale funzione psicologica. Contribuisce al funzionamento del sistema immunitario ed è infine essenziale per la rigenerazione della forma ridotta della Vitamina E (forma attiva contro i radicali liberi). La vitamina E, altamente antiossidante e liposolubile, agisce come “messaggero” tra le cellule, difendendole dalle pressioni dei radicali liberi. Il selenio previene i danni causati dai radicali liberi e protegge le membrane cellulari dall’ossidazione. Agisce infine sul normale funzionamento del sistema immunitario. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

SENZA GLUTINE SENZA LATTOSIO In farmacia, parafarmacia ed erboristeria

papaya NOÆGING® Ti protegge!


in persona

Ragazze mancine è l'ultimo libro di Stefania Bertola ambientato a Torino "Non saprei scrivere di un'altra città, se non di questa, che amo e conosco".

Come sposare un milionario (sicure che vi conviene?)

di Irene Soave

l'ha perso potrebbe riconoscermi. Mi sono sempre chiesta: cosa succederebbe se ci incontrassimo? è nato tutto di lì. Parallelamente c'è questo momento di crisi: quante donne diventano ex ricche in questo momento? Secondo me in questi anni è successo a tante, e come te la cavi se non hai mai lavorato?» Come te la cavi? «Guai. Guardi la protagonista, Adele. È una sciura, ma non aspira a fare la sciura. È una mantenuta per scelta, perché vuole fare la vita dell'intellettuale senza produrre: andare alle mostre, ai concerti. Il suo errore non è non voler lavorare, ma non voler lavorare a spese e Ragazze mancine, (Einaudi, 281 Eva, super indipendente, che si arrangia altrui. In specie, di suo marito. Lo fanno pagg., 18,50 euro) fosse un piatto, in tante. Mi sembra pazzesco, oltre che sempre col sorriso grazie a un sarebbe «un menu a prezzo fisso del scorretto. E se lui si innamora di portafortuna magico, un medaglione, ristorante cinese, vario, economico, un'altra? Se diventa violento? L'amore è trovato in spiaggia. Ed è ambientato a stuzzicante e sempre leggero». Parola Torino: «Non saprei scrivere di un'altra un legame troppo fragile per essere della sua autrice, la torinese Stefania giusto. E basarci una vita è un diabolico città, se non di questa, che amo e Bertola; che risolve così, con la metafora conosco». Come piazzetta Maria mix tra ingenuità e cinismo». culinaria, la diatriba culturale tra Cinismo? Teresa, dove Ragazze mancine si letteratura «alta» e letteratura «leggera» conclude. «Ma il mio posto preferito è «Cinismo. Perché la legge in materia, molto in voga in questi giorni di reality forse largo Moncalvo, dietro la Gran giustissima e necessaria, può essere show per scrittori e ospitate di Fabio usata in modo molto impari, molto Madre. Torino è magica per le sue Volo su inserti culturali di grandi favorevole alla donna quasi a sorprese: in via Catania, ad esempio, quotidiani. «é una diatriba un po' cioè non proprio in centro, c'è una casa prescindere. Io mi sono separata, anni sciocca», spiega Bertola, 60 anni, «come che nell'ultimo isolato prima di arrivare fa, e tra noi è filato tutto liscio. Perché chiedersi se sia meglio la pummarola o al cimitero, che ha tutti i balconi in ferro abbiamo agito con buonsenso. Ma la cucina di Ferran Adrià. Sono due cose battuto fatti a forma di enormi insetti. come si fa, mi chiedo io, a decidere che i diverse, punto. Se sul Corriere scrive tuoi bambini vedranno il papà solo due Per i suoi ristoranti esotici: il mio Romano perché non deve scriverci volte al mese? Che ritorno ne hai? Io preferito è il thai di piazza Quattro Volo? C'è spazio per tutti». Di certo c'è credo che su questi temi le leggi servano Marzo [il Daiichi, ndr]; le sue librerie, nei suoi romanzi: leggeri e arguti, a poco». come la Therese di corso Belgio, che divertenti ma mai banali, somiglianti Come, dicono in molti, in tema di adoro. I miei posti preferiti finiscono alla vita vera ma con uno spazio anche violenza sulle donne. sempre nei miei romanzi». per il sogno e la fantasia. Ragazze «Certo, è la cultura che la determina. Ci sono altri spunti reali in questo? mancine, appena uscito in libreria, è la Non servono decreti, bisognerebbe «C'è una cosa che mi è successa. Una storia di due donne. Adele, ex sciura educare i maschi, in modo diverso. Non volta, in spiaggia con le mie figlie, biellese sposata bene, che non ha mai dirgli "non piangere perché è da abbiamo trovato un braccialetto d'oro: lavorato un giorno in vita sua e si trova lo abbiamo tenuto, ma siccome è molto femminucce" o ''se il tuo amico ti sul lastrico dopo la fuga del marito; e picchia dagliene il doppio''. E insieme particolare, un giorno la persona che

S

Shop in the City | 12 . 2013 | 119


in persona

educare le donne all'indipendenza, all'autonomia economica. Ad avere abbastanza soldi per sé e le sue esigenze. I soldi in sé non fanno la felicità, ma sa cosa la fa? Poter soddisfare le proprie esigenze, per quanto piccole. Possono bastare mille euro al mese. Ma sapersi garantire da sole la propria felicità sarebbe una conquista». Adele, la protagonista, è presto divisa tra un amore-passione e un amorecomplicità... «Ma l'amore vero è il secondo. Non il torcimento di budella, la soggezione, le schermaglie telefoniche... sa cosa ho capito negli anni? Che l'amore vero è il contrario del disagio. Ti accorgi che è amore perché non hai mai il timore di chiamarlo, di mandargli un messaggio... se stai facendo questi pensieri, non funzionerà. Lo so perché l'ho provato». L'eccesso opposto dello strazio amoroso è la donna che vuole farsi sposare e ci riesce. Nel suo libro ce n'è una. Ma come si fa? «A farsi sposare, dice?» Eh. «Beh, non è difficilissimo. Ci sono un sacco di uomini influenzabili. E se non sei innamorata è molto più facile, perché non essendo coinvolta sai fare tutti i calcoli giusti. Poi ci deve essere un motivo per ''farsi sposare'': i soldi, la scalata sociale. Infatti se tu stai con uno che ami e che ti ama non dovresti neanche volerti sposare: è un retaggio di un'insicurezza e di un senso di inferiorità femminile che vorrei veder sparire. Perché? se sei autonoma e non hai mire sui soldi di lui, cosa ti cambia essere sposata o no? un buon motivo, al massimo, può essere un'adozione: volete adottare e la legge non lo permette alle coppie di fatto. Ma se è solo per amore, sposarsi, mai». 120 | 12 . 2013 | Shop in the City

Ragazze mancine, Einaudi, 281 pagg., 18,50 euro.


4 passi

Via al Castello.

Rivoli C'era una volta.... a cura della Redazione

P

ercorrendo corso Francia da Torino, a un certo punto compare davanti agli occhi un’immagine che difficilmente rimane inosservata. Una prorompente collina verde si innalza portando sulla sua cima un grande castello, e non uno qualunque, ma uno dei progetti più belli di Filippo Juvarra. Quella visione corrisponde alla città di Rivoli, da sempre la porta della Valle di Susa verso la Francia. Di origine medievale, nata intorno al Castello, divenne una delle residenze preferite dalla famiglia reale dei Savoia.

Passeggiando per il centro storico si incontrano scorci che sembrano inalterati nel tempo, o forse impreziositi. Di sicuro non c’è turista che non rimanga affascinato da questa città e da tutte le bellezze che ne fanno parte.

Il Castello di Rivoli con il suo Museo d’Arte Contemporanea e la Manica Lunga.

Situato all’imbocco della Valle di Susa a difesa della via verso la Francia e in posizione dominante la pianura e la

città di Torino, il Castello di Rivoli ha antiche origini militari. Proprietà dei Savoia dal 1280, diventa nel Cinquecento residenza reale con Emanuele Filiberto. Nel Seicento viene edificata la Manica Lunga, il singolare edificio lungo ben 140 metri e largo 6 destinato ad ospitare la pinacoteca di Carlo Emanuele I. Nel 1718 l’architetto Filippo Juvarra, su incarico di Vittorio Amedeo II, avvia un grandioso progetto per trasformare Rivoli in una reggia che avrebbe dovuto competere con le maggiori residenze reali Shop in the City | 12 . 2013 | 123


4 passi

A sinistra uno scorcio della chiesa di Santa Croce. Sotto il Castello di Rivoli. A destra Casa del Conte Verde.

Istituto musicale

Una realtà importante per la città di Rivoli è certamente l’Istituto Musicale, un luogo dove la musica si insegna, si impara, si ascolta, si vive. Una cornice da sogno, il Rustico di Palazzo Piozzo, dove tutti, senza limiti di età o abilità, possono entrare e partecipare all’apprendimento e alla diffusione della musica sul territorio. Qui la musica si impara con il vissuto e con le emozioni, attraverso la creatività, il gioco, il movimento, le relazioni con il prossimo. E si ascolta anche, in una stagione concertistica che dura da ottobre a giugno, e che propone concerti di diversi generi musicali, di livello internazionale, nelle più prestigiose sedi della città. Via Cappello 3 Rivoli tel. 011 9564408

www.istitutomusicalerivoli.it 124 | 12 . 2013 | Shop in the City

d’Europa. Purtroppo per le alterne fortune economiche e militari di casa Savoia non viene portato a termine. Solo poi nel 1979 viene affidato il restauro all’architetto Andrea Bruno, e nel 1984 viene inaugurato il Museo d’Arte Contemporanea. Il Castello di Rivoli è uno dei più insigni elementi di quella “corona di delitiae”, il complesso di castelli e dimore che contornano Torino, voluto nel Settecento dai Savoia. Lo spazio architettonico, nella sua incompiutezza sottolineata dal restauro contemporaneo, crea una linea di continuità fra passato, presente e futuro divenendo una sorta di labirinto borgesiano. Il Museo d’Arte Contemporanea è considerato un luogo unico al mondo proprio per la sua varietà architettonica dovuta dal passaggio da un periodo storico all’altro quasi senza soluzione di continuità. Il Museo dal 1984 svolge un lavoro di qualità espositiva a livello internazionale. C’è una collezione permanente di oltre 300 tra opere e installazioni di artisti che documentano i momenti più importanti nello sviluppo dell’Arte Contemporanea tra il 1960 e oggi, in Italia e all’estero. Oltre alla collezione permanente il Castello di Rivoli è noto a livello

internazionale per le sue rassegne d’arte contemporanea, più di 150 dalla sua nascita a oggi, anche organizzate in collaborazione con importanti istituzioni culturali di tutto il mondo. Attualmente, il Museo d’Arte Contemporanea, in collaborazione con le maggiori Istituzioni d’arte contemporanea in Torino, e con Artissima, ospita la prima edizione di One Torino, con la mostra Premio illy Present Future 2012. Inoltre, fino al 6 gennaio 2014 è presente la mostra Marinella Senatore. Costruire comunità. Per informazioni www.castellodirivoli.org e-mail info@castellodirivoli.org tel. 0119565280


4 passi

Moine dal 1949 è un punto di riferimento indiscusso per la pasticceria dolce e salata di altissima qualità, in un perfetto equilibrio fra tradizione e innovazione. Le novità per il Natale 2013 sono tre golosissime varianti di panettone: marron glacè e cioccolato, ai cereali e albicocche e pere e cioccolato

Casa del Conte Verde (via Fratelli Piol 8, Rivoli)

Tipico esempio di abitazione privata di fine Trecento, con botteghe al piano terreno, residenza nobiliare al primo piano e loggiato al piano superiore, incanta con la sua facciata in cotto decorata con motivi antropomorfi e floreali. Oggi è sede museale destinata a ospitare mostre temporanee a carattere prevalentemente etnografico, conferenze e seminari. Al suo interno ospita anche una sala multifunzionale, un bookshop e il punto d'informazione turistica della Città. Immancabile tappa di chiunque decida di fare una passeggiata nella via pedonale del Centro Storico.

Chiesa di Santa Croce (via Santa Croce, Rivoli)

Incastonata tra i vicoli del centro storico, questa bella chiesa secentesca Shop in the City | 12 . 2013 | 125

MOINE PASTICCERIA CAFFE’ V. F.LLI PIOL 18 - 10098 - RIVOLI (TO) Tel: 011 9586267 mail: amoine@libero.it


4 passi

Dettaglio di una casa d'epoca. Sotto, il campanile della Collegiata "Alta".

conserva tracce e soprattutto il campanile di un’antica confraternita medievale attiva come istituzione ospedaliera. L’interno in stile rococò è arricchito da affreschi del XVIII secolo.

Collegiata “Alta” di Santa Maria della Stella (via Santa Maria della Stella, Rivoli)

Della chiesa conventuale di San Domenico del XIII secolo rimane solo il bel campanile gotico e qualche resto architettonico dell’antica abside. All’inizio del Settecento viene inserita una nuova sacrestia, attribuita all’architetto Filippo Juvarra e corredata da pregevoli arredi di foggia barocca.

Chiesa di San Martino (via San Martino, Rivoli)

Documentata già nel 1217, si tratta della più antica e grande istituzione religiosa di Rivoli, da cui in passato dipendeva anche il Castello. Nel ’700 l’interno viene arricchito da opere d’arte di grande pregio, l’altare maggiore, per esempio, fu riccamente decorato da marmi e intagli lignei. 126 | 12 . 2013 | Shop in the City

Eccellenze culinarie

In un percorso in cui si passa per antichi conventi, chiese secentesche con affreschi del XIII secolo, scorci medievali, e un castello progettato dallo Juvarra per volere dei Savoia e in seguito diventato sede di uno dei più importanti musei di arte contemporanea in Europa, non potevano mancare realtà culinarie di alto valore artistico. Di fronte alla Manica Lunga infatti, con una linea sottile di prato verde di divisione, si trova il Combal.zero, ristorante pluripremiato, due stelle Michelin, e un cuoco di fama internazionale sempre pronto a lasciare i suoi ospiti a bocca aperta. La cucina di Davide Scabin è un mix perfetto di genialità, innovazione, cultura, tradizione, e, perché no, provocazione. Ingredienti, tutti, che rendono questo bellissimo ristorante un luogo di culto per gli amanti dell’arte e della cucina di altissima qualità. Entrando nel grande salone in cui si viene accolti prima di accedere alla sala da pranzo, si nota subito come arte e cucina siano assolutamente sinergiche

nella filosofia del locale. Ampie vetrate con una vista emozionante, tavoli apparecchiati con discrezione ed eleganza, anticipano quello che sarà l’intera serata, e cioè un insieme di piacevoli momenti rilassanti scanditi da portate di piatti uno più interessante dell’altro, in cui materie prime, cotture, forme e servizio rispecchiano la continua ricerca e sperimentazione che ha portato Davide Scabin a essere considerato uno degli chef più talentuosi a livello internazionale. Una realtà di cui è doveroso parlare in un contesto di eccellenze è sicuramente la scuola d’ arte culinaria La Maggiorana.  Fondata nel 1973 da Elena Maggiora, delegata nazionale della Commanderie dei Cordon Bleu, nasce come prima scuola di cucina in Piemonte. Donna di grande abilità, pioniera nell'arte culinaria, Elena da subito trasmette ai suoi allievi ciò che a


4 passi

La scuola d’arte culinaria La Maggiorana trae le origini nel 1973 come prima scuola di cucina in Piemonte. Le lezioni sono un’esperienza che coinvolge tutti i sensi, un’ atmosfera in cui gli allievi sono guidati con precisione ed affettuosa semplicità alla comprensione e sperimentazione delle lei viene assolutamente naturale: la La Manica Lunga e il tecniche piùCombal.Zero. sofisticate. Ristorante tecnica e la passione in cucina. Ben culinarie

10098 Rivoli, Torino Tel. +39 011 9587631 www.lamaggiorana.it Shop in the City | 12 . 2013 | 127 info@lamaggiorana.it

Via Cuneo 5, 10098 Rivoli, Torino Tel. +39 011 9587631 www.lamaggiorana.it info@lamaggiorana.it

presto si affianca la figlia Erica, figlia d'arte, nominata a soli 19 anni la più giovane Cordon Bleu d’italia e allieva dei più grandi esperti di alta cucina.  Madre e figlia hanno subito un grande successo sul territorio, tengono lezioni quotidiane, sia la mattina che il pomeriggio. Le ricette proposte nelle lezioni spaziano dai grandi classici della cucina italiana alle più creative rielaborazioni, create e sviluppate da Erica Maggiora. Dato il successo sempre più importante, nel 2004 è proprio Erica a decidere di ristrutturare la casa di famiglia a Rivoli, dove trasferire la sede della scuola, nella cornice di una splendida villa dei primi novecento, circondata da un parco secolare. Di questo progetto entra a far parte  anche Camilla, figlia di Erica, che decide di unire il suo amore per il Via Cuneo design alla passione per la cucina. Tre 5,

LaLa scuola scuola d’arte d’arte culinaria culinaria LaLa Maggiorana Maggiorana trae trae le le origini origini nel nel 1973 1973 come come prima prima scuola scuola didi cucina cucina inin Piemonte. Piemonte. LeLe lezioni lezioni sono sono un’esperienza un’esperienza che che coinvolge coinvolge tutti tutti i sensi, i sensi, un’ un’ atmosfera atmosfera inin cuicui gligli allievi allievi sono sono guidati guidati con con precisione precisione eded affettuosa affettuosa semplicità semplicità alla alla comprensione comprensione e sperimentazione e sperimentazione delle delle tecniche tecniche culinarie culinarie più più sofisticate. sofisticate.

Via Via Cuneo Cuneo 5, 5, 10098 10098 Rivoli, Rivoli, Torino Torino Tel. Tel. +39 +39 011 011 9587631 9587631 www.lamaggiorana.it www.lamaggiorana.it info@lamaggiorana.it info@lamaggiorana.it


4 passi

Maison Musique

Una struttura di 5.000 mq in stile liberty, realizzata, su progetto di Franco Lucà, dal C.R.E.L. Primo villaggio della musica in Italia, con auditorium, sala di registrazione, museo degli strumenti,musicarium, centro di documentazione etnomusicologico, foresteria, bar, ristorante, il centro, inaugurato il 28 maggio 2004,diventa la sede del C.R.E.L. e degli uffici del FolkClub. Maison Musique si afferma in breve tempo come polo culturale di rilievo non solo nazionale, arrivando a coinvolgere nelle proprie attività musicali più di 150.000 spettatori in circa 6 anni.

128 | 12 . 2013 | Shop in the City

generazioni di donne dunque, che con capacità, eleganza, tecnica e armonia hanno costruito nel tempo una scuola di altissimo livello, in cui alla tecnica e al rigore dell’alta cucina si affiancano passione e dolcezza nella cura del particolare. Il cibo diventa un mezzo con il quale trasmettere emozioni, un'esperienza dove sapori, profumi, colori e sentimenti hanno lo stesso ruolo. La particolarità della scuola ha portato nel tempo alle collaborazioni più svariate, tra le più recenti c’è quella con Patrizia Nobile e la figlia Giuliana Ferrero, note tea tester torinesi, che hanno guidato gli allievi in un percorso di deliziose ricette e abbinamenti fantasiosi a base di te. Un’altra interessante collaborazione è stata quella con i gelati Pepino, in una lezione interattiva in cui ricette dolci e salate erano accompagnate dai più classici gusti della storica gelateria torinese. Si potrebbe pensare che ricette tanto particolari possano essere troppo difficili da realizzare, la magia di questa scuola invece è nella capacità di rendere qualunque piatto estremamente semplice nella sua lavorazione. Motivo per cui durante le lezioni gli allievi sono coinvolti nella realizzazione delle ricette, avvicinandosi ai vari ingredienti in termini emozionali, sentendone i profumi e la consistenza, in modo tale che ognuno di questi, dal più classico al più stravagante, sembri nato apposta per quella ricetta. é un lavoro intenso quello che queste tre donne hanno fatto e fanno ogni giorno perché la loro scuola sia, ormai da molto tempo, un punto di riferimento importante dell’eccellenza piemontese in cucina.

Natale

Da ormai 11 anni nel periodo natalizio Rivoli diventa la città di Babbo Natale, con le luci, gli addobbi, la slitta, le renne, la casa di Babbo Natale dove i bambini possono portare la loro letterina e fare una fato con lui. E poi la pista di pattinaggio, il trenino che fa il giro della città con le varie tappe e tante


attività organizzate per divertire grandi Il villaggio di Babbo e bambini e per tuffarsi tutti nel magico Natale con la pista di pattinaggio. mondo del Natale. Le vie e le piazze della città prendono vita in uno scenario che solo il Natale può regalare. Nell’aria le canzoni natalizie accompagnano in un percorso ricco di magia e sorprese. E quest’anno pare che l’itinerario sia davvero vario, partendo dal mercatino di Babbo Natale, dove poter fare acquisti o degustare qualche prelibatezza di stagione, si prosegue lungo il centro storico dove si incontrerà la Piazza Incantata, la Casa di Babbo Natale e la Piazza della Befana. E poi il Viale Animato, la Piazza dei Giochi, La Galleria dell’Orsetto, il Castello Fatato e molto altro ancora. Per informazioni TurismOvest Consorzio per la promozione e lo sviluppo turistico della città di Rivoli Via F.lli Piol 8, Rivoli (TO) tel. 011/956.10.43 - e-mail: contact@ turismovest.it www.turismovest.it www.ilvillaggiodibabbonatale.it www.youtube.com/turismovest

Shop in the City | 12 . 2013 | 129

NATURALMENTERISTOPIZZA

4 passi

&

& VIA PIAVE 20 - RIVOLI CHIUSO IL LUNEDI’

WWW.2UEPUNTOZERO.IT


news&gossip

per la pulizia del viso I laboratori New Topexan hanno creato una nuova Acqua Mousse Anti-Imperfezioni ideale per la pulizia del viso. Si tratta di un’acqua micellare delicata e purificante che, grazie allo speciale erogatore, si trasforma in una morbida schiuma detergente. Creata per le pelli impure e miste, è una soluzione acquosa adatta a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili.

L'ultima graphic novel di Davide Pascutti

L'economia in fumetto L'economia che riempie le pagine dei giornali è un po' incomprensibile? Niente paura, c'è Pop Economix, un progetto che incrocia teatro e giornalismo e ora è anche un fumetto. Pop Economix è anche una graphic novel opera di Davide Pascutti, edita da BeccoGiallo e tratta dal testo teatrale di Alberto Pagliarino, Nadia Lambiase e Paolo Piacenza che sta girando l'Italia. La storia di Jack, di Christophoros (e di tutti noi) alle prese con debiti e derivati è nelle librerie e nelle fumetterie da novembre.

occhiale alfa romeo 4c Occhiale polivalente ergonomico super leggero, montatura flessibile. Il dettaglio in lega frontale forato permette la perfetta aerazione delle lenti evitandone l'appannamento, mentre le aste in Kynetium, sono in lega aerospaziale e conferiscono un’ eccezionale leggerezza. I terminali delle aste ed il nasello sono ergonomici , consentono una calzata stabile e confortevole sul volto. L’assenza di angoli acuti sulle cerniere e sulle aste fanno evitare pericoli e traumi al viso in caso di urti o cadute, all’interno 2 cuscinetti antishock in Megol, intercambiabilità delle lenti. Per chi necessita di correzione ottica, è possibile agganciare le lenti da vista dietro a quelle da sole con il pratico sistema clip on, protezione filtro 3. In vendita presso il Mirafiori Store, Piazza Riccardo Cattaneo, Torino, tel. 011 0043244. 130 | 12 . 2013 | Shop in the City

mangiamo insieme Perché non assaggiare una pizza un po' diversa dal solito, realizzata con farine integrali e di kamut lavorate a pietra, condita con ingredienti di primissima qualità e nell'assoluto rispetto di tutti i gusti. Questa focaccia di farina integrale ricoperta di tofu saltato con algne e kurkuma, condita con salsa curry e pomodori secchi, è un esempio di cucina vegana/vegetariana di alta qualità. Ma le pizze sul menu di Duepuntozero sono tantissime e una più fantasiosa dell'altra. www.2uepuntozero.it


Immaginavi che i tuoi vecchi cimeli di famiglia potessero essere una risorsa?

Collezionista Privato Cerca Oggetti ex militari dal risorgimento alla seconda guerra mondiale (1848–1945) Medaglie, croci smaltate, decorazioni, distintivi, elmetti, berretti, cappelli da alpino, divise, cinturoni, equipaggiamenti, bandiere e gagliardetti, album di fotografie con militari in divisa, cartoline, bronzi e quadri a carattere militare e giocattoli militari d’epoca.

Chiama il 3662536596 oppure manda le tue foto via e-mail cercomilitaria@hotmail.com e riceverai la nostra valutazione senza impegno. Pagamento immediato massima serietĂ  e riservatezza


news&gossip

la magia in città Per quattro giorni, dal 6 al 9 dicembre, la città magica per eccellenza si trasforma nella capitale dell'illusionismo. Torino ospita infatti per la prima volta Incan.to una rassegna di magia per tutti. Incontri al Circolo dei lettori con i maggiori artisti magici italiani, laboratori per le scuole e i bambini, numeri di close up in via Lagrange trasformata in strada della magia, evento spettacolare di escapologia in Piazza Castello e gran finale lunedì 9 al Teatro Regio. www.circololettori.it/ grangaladimagia

Per la pelle delicata dei bambini

Kit nascita Filobio  Il neonato ha bisogno della massima cura e protezione. I primi indumenti che verranno a contatto con la sua pelle devono accoglierlo in modo sicuro e garantirgli protezione e morbidezza. Il Kit Nascita FiloBio è un prodotto sterilizzato, che non richiede il primo lavaggio. Tutti gli indumenti all'interno della confezione sono realizzati al 100% in cotone organico. È disponibile in 5 diversi composizioni: set con due bavaglini e una bavetta coprispalla; set con due body kimono; set tutina più berrettino; quello contenente una copertina ed il set adatto ai bambini prematuri e sottopeso. Lo trovi da Okra Concept store, in via Santorre di santarosa 1/bis. www.filobio.com

regali solidali Per sostenere i progetti di sviluppo in Africa e America Latina Cisv ha

il magico paese di natale

www. regalisolidali.cisvto.org di regali

Da sette anni il paese di Govone, sulle colline del Roero, tra Langa e Monferrato, si trasforma nel Magico Paese di Natale. Fino al 7 gennaio un ricchissimo calendario di eventi, trasformerà Govone in un paese d'incanto: dal mercatino di natale con oltre 50 casette, ai cori natalizi; dalla casa di Babbo Natale, alla Baita di Eriol, amico degli Elfi; dai fuochi di artificio con accompagnamento musicale al trenino del tour panoramico per scoprire i dintorni e le suggestive colline. www.ilpaesedinatale.com

creato un portale

solidali per Natale il cui ricavato verrà destinato a sostenere il diritto al cibo, all’acqua, alla salute e all’istruzione in Africa e in America Latina.

132 | 12 . 2013 | Shop in the City


Health

Ci sono diversi fattori che portano all'indebolimento e alla perdita dei capelli. Studi dimostrano come alcuni elementi possano aiutare a rafforzare la capigliatura.

Per una chioma sana e bella a cura della redazione

L

a perdita dei capelli è un fenomeno naturale, quando però è eccessiva nasconde indubbiamente uno squilibrio. I fattori scatenanti una perdita importante di capelli possono essere molti: sempre più spesso si tratta di stress psico-fisico, ma la causa può anche derivare da trattamenti farmacologici, fattori genetici, ambientali e alimentari possono alterare la situazione, oltre a una generale intossicazione dell’organismo. Un capello sano, ben strutturato e resistente, è costituito da una radice in grado di svolgere al meglio le proprie funzioni e questo dipende da un processo nutritivo adeguato. Quando i capelli crescono sani vengono anche regolarmente sostituiti nel naturale ricambio operato dal follicolo.

Viene da sé quindi che quando l’organismo non è correttamente nutrito, i capelli s’indeboliscono e insieme alle concause sopra citate può iniziare la loro caduta. Quali sono le soluzioni possibili? Dati inequivocabili dimostrano che un apporto bilanciato di amminoacidi, di tutte le vitamine e i sali minerali, sono alla base di una capigliatura sana. In particolare è dimostrato che alcuni elementi, assunti in una formula altamente concentrata, sono specifici ed essenziali per contrastare la caduta dei capelli, favorirne la ricrescita e addirittura rallentarne l’ingrigimento, con un conseguente aspetto più giovane e sano, sia nell’uomo che nella donna. Tra questi spicca la Serenoa repens, i cui principi attivi, vengono largamente

utilizzati nel trattamento dell’alopecia androgenica (caduta dei capelli dovuta a disordini endocrini). Associando a questi quattro amminoacidi essenziali per la ricrescita del capello, ovvero l’l-Cistina, l’l-Metionina, l’l-Arginina e l’l-lisina, insieme alle vitamine fondamentali nella regolazione della crescita e del mantenimento del cuoio capelluto, tra cui la A, B6, C ed E, pare ci si possa assicurare non solo un mantenimento ottimale della chioma ma un’importante azione rinvigorente in caso di eccessivo indebolimento.

Shop in the City | 12 . 2013 | 133


news&gossip omaggio a rita levi-montalcini Poste Italiane ha da poco emesso un francobollo commemorativo di Rita Levi-Montalcini nel valore di € 0,70. La vignetta raffigura un ritratto di Rita Levi-Montalcini, Premio Nobel per la Medicina nel 1986, scomparsa il 30 dicembre 2012. www.poste.it

crema corpo “bionda 27” La soffice crema corpo alla birra, prodotta con la “Bionda 27” è un vero elisir di giovinezza che grazie agli olii essenziali di arancio dolce e bergamotto, renderà la tua pelle rivitalizzata, stimolata e purificata. Contiene estratto di luppolo ed estratti biologici di vite rossa, equiseto, echinacea, rassodanti ed elasticizzanti. www.birrificiocastagnero.com

Torna la carta che fa scoprire i tesori del piemonte

Abbonamento Musei Torino Piemonte

biscotti da favola con farina di riso L'azienda vercellese gli Aironi, leader nella produzione risicola ha creato una nuova linea di la Grange di prodotti esclusivamente Bio. Tra i primi ci sono i Biscotti da Favola, disponibili in sei tipologie diverse e fatti con la farina di riso.

Torna l’Abbonamento Musei Torino Piemonte, la carta di libero accesso a musei, residenze reali, castelli, giardini e fortezze, collezioni permanenti e mostre temporanee in tutto il Piemonte. L’Abbonamento Musei è diventato negli anni l’offerta simbolo del sistema culturale del Piemonte.

cialde puff L'azienda torinese Puff, in collaborazione di un’altra eccellenza piemontese del made in Italy, la Torrefazione Cafèmoka, ha lanciato quattro tipologie di cialde differenti, declinate in 4 aromi (Crema, Espresso, Delicato e Decaffeinato), distribuite in confezioni da 50 e compatibili con le macchine Espresso Point, Nespresso e Filtro Carta.

134 | 12 . 2013 | Shop in the City


La nostra fabbrica è la tua casa. Scopri anche tu il vantaggio di acquistare direttamente in fabbrica i tessuti d’arredo per la tua casa.

Made’nready è l’outlet aziendale dove acquistare, al metro o in prodotti già confezionati, tessuti per rivestimenti, tende, lenzuola, biancheria… tutto rigorosamente Made in Italy, tutto a prezzi… di fabbrica! Potete scegliere tra molti bastoni reggitende e affidarci anche il confezionamento delle vostre idee.

Promozione sui tessuti “natalizi” 50% di sconto (su tagli da 3 e 6 metri).

buono 10 euro Su una spesa minima di 50 euro.

Valido fino al 01.06.2014 Non cumulabile ad altri buoni.

spaccio tessuti

FANTINEX Via Chieri, 73 Andezeno To tel 011 9434158

www.madenready.com


E ZZ LA B E LL

UTTI A È DI T

, a c i t e t s e o m r e d a l l e d o i l g e Il m . i p m e t i r t l a ’ d a prezzi PREZZO UN IC

O O NA AZ

30

Fotoepilazione Corposcultura Ringiovanimento della pelle o di ervizi tale! S o v Nuo ento Den cam Sbian

www.pulsazione.it

L’unica cosa retrò in Pulsazione è il prezzo. Vieni in qualsiasi nostro centro e rimarrai stupito per l’efficacia dei nostri sistemi di ultima generazione in dermoestetica non invasiva. Per lei e per lui. Tutto a 30€ per zona e sessione. Senza bisogno di promozioni e accessibile a tutti! A Cuneo. Via Cascina Colombaro, 31. 12100 / T.01711873289 / cuneo@pulsazione.it A Torino. Corso Mediterraneo, 84. 10129 / T.0117643068 / to_crocetta@italia.pulsazione.com Siamo presenti in Milano, Roma, Benevento, Olbia, Latina, Nettuno, Castelli Romani, Madrid, Barcellona, Lisboa, Buenos Aires, São Paulo, Bogota, Medellin, Mexico, ...


news&gossip gala verdi Il 18 dicembre alle ore 19 e il 22 alle 18 si terranno al Teatro Regio due importanti e inediti appuntamenti per chiudere l’anno che ha celebrato il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Uno spettacolo che propone la summa di tre intense opere: Macbeth, Il trovatore, Aida e prelibatezze gastronomiche delle terre verdiane firmate da Eataly. www.teatroregio.torino.it

bijoux eco La linea di accessori “Eco Bijoux” firmata TU&TU è creata con la microfibra Dinamica® by Miko: 100% vegan, ecologica, riciclabile e deriva da bottiglie di Pet riciclate.

Un progetto per aiutare i bambini

Pochette solidale

Bottega Verde per il 6 anno consecutivo rinnova la sua collaborazione con la Fondazione Aiutare i Bambini. Per ogni pochette in pelle nei colori nero e rosso venduta, Bottega Verde devolverà 0,50 Euro al Progetto “Un nido per ogni bambino", che permetterà la realizzazione di nuovi asili per l'infanzia.

gerla e gam insieme La Caffetteria ristorante della GAM di corso Galileo Ferraris 30 ha riaperto grazie a Gerla 1927 che l'ha presa in gestione con il proposito di offrire ai visitatori del museo un servizio di alto livello e la possibilità di degustare i classici prodotti della tradizione Sabauda. Antonio Manarello, già chef presso Gordon Ramsey di Londra (3 stelle Michelin), curerà le

colorare gli ospedali A ottobre ottantacinque tra Alpini della Sezione A.N.A. di Torino e dipendenti DHL Express Italy, coordinati dalla Fondazione FORMA Onlus, si sono trasformati in decoratori, rinnovando gli spazi e i locali che appartengono all'ex day hospital di Oncologia dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, ma che in futuro ospiteranno attività ambulatoriali di Psicologia legate a patologie oncologiche.

attività della sera, mentre il pranzo sarà seguito dallo chef Sandro Vietti.

Shop in the City | 12 . 2013 | 137


news&gossip

natale a torino In attesa della neve Torino si prepara al Natale con un ricco cartellone di eventi che porterà lo spirito natalizio in città. Dal primo dicembre torna, nella sede storica del Giardino Sambuy in Piazza Carlo Felice, il magico Presepe di Emanuele Luzzati. In Piazza Castello invece ogni giorno fino al 24 di dicembre verranno aperte le finestre del Calendario dell'Avvento. Attività per i bambini, cori e concerti allieteranno i weekend dei torinesi in cerca del regalo. Come ogni anno infine a Borgo Dora ci sarà il Mercatino di Natale. www.nataleatorino.it www.mercatinodinataletorino.it

Dal 1930 per le donne

Eight Hour Cream calendari zanzara Anche quest'anno il Laboratorio Zanzara, la cooperativa sociale no profit nata a Torino come progetto d’integrazione per persone con disagio mentale, ha realizzato l'agenda e il calendario 2014. Il tema di quest'anno è “Mi hanno detto di prenderla con allegrezza”. laboratoriozanzara.blogspot.it

Creato da Elizabeth Arden nel 1930 per ammorbidire e proteggere la pelle è diventa subito un irrinunciabile Beauty Secret per le donne di tutto il mondo. Protegge la pelle dall’inaridimento provocato da vento, riscaldamento e aria condizionata, illumina guance, palpebre e labbra, disegna armoniosamente le sopracciglia, lucida e nutre i capelli e tanto altro.

galup ha inaugurato il primo negozio monomarca a torino Ha inaugurato il 14 novembre il primo monomarca Galup a Torino, un progetto espositivo sintesi della volontà d’innovazione dell’Azienda. Il nuovo store di 200 mq, situato in uno storico palazzo del ‘700 in via Maria Vittoria, è una vera e propria galleria d’arte espositiva che vive attraverso i colori e il gusto dei capolavori culinari Galup. Via Maria Vittoria 27/a, Torino, Tel. 011 88 92 62. Da martedì a sabato apertura dalle 10 alle 19.30. Nel periodo natalazio aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19.30. www.galup.it 138 | 12 . 2013 | Shop in the City


news&gossip

cuore di maglia

Toutes a l'ecole

Una mascotte per le bambine cambogiane

Cuore di Maglia è un gruppo di donne, amanti del lavoro a maglia, unite dalla voglia di aiutare il prossimo. Sono oltre cento e dal 2008 a oggi hanno realizzato scarpine e cappellini per scaldare i bimbi nati pretermine, copertine e corredini per aiutare le famiglie in difficoltà. Dal Terremoto in Abruzzo a quello in Emilia, dall’alluvione in Liguria ai reparti di Terapia Intensiva Neonatali in tutta Italia. cuoredimagliablog.blogspot.it

Dal 2011 Sephora supporta in maniera attiva "Toutes a l'Ecole", associazione che realizza in Cambogia strutture scolastiche con l'obiettivo di portare l'istruzione alle bambine, categoria più fragile e soggetta allo sfruttamento e alla violenza domestica. Quest'anno, la mascotte scelta è un pappagallo cacatua ribattezzato "Beauty Bird". Tutto il ricavato della vendita di questo peluche sarà devoluto all'associazione .

innaugurazione albergian Il 20 Novembre ha inaugurato il primo negozio monomarca Albergian in via Buozzi 4. Taglio del nastro con Giacomo Tillino e Maria Luisa Coppa, presidente Ascom Torino.

candeliere prezioso Candeliere realizzato in vetro pressato, design e realizzazione ‘made in Germany’, "old style" ispirato a modelli inglesi e americani. Composto da tre pezzi. La base che può essere un semplice candeliere, sovrastata da un porta candela a cui potrà essere aggiunto, ad ulteriore abbellimento, il cappellino in vetro frastagliato. Questo candeliere illuminerà felicemente ed in modo elegante le vostre serate! Il fiocco si può realizzare in qualunque colore adattandolo alla vostra casa, oppure ai vostri addobbi natalizi. Da Le candele di Franca Villaggio DeGa viale Piemonte 0/7b, Vinovo.

140 | 12 . 2013 | Shop in the City


testimonial Vuoi scrivere anche tu il prossimo protagonista della nostra operazione Testimonial? Inviaci i tuoi dati a redazione@shopinthecity.it, ti contatteremo quando il nostro giornale arriverĂ  in deposito

Testimonial Vuoi essere il prossimo Testimonial? Vieni a contare con noi le 30.000 copie di Shop in the City

Testimonial:

Fabio Perino. Laureando in Economia e apprendista mastro panificatore e pasticcere.

Shop in the City | 12 . 2013 | 141


news&gossip

artigianino roma Per Natale Artigianino Roma lancia la nuova agenda 2014 con copertina e laccetto chiudi agenda in cuoio lucido tamponato. Disponibile in vari colori nei formati 12x17 e 9x13. Via San Tommaso 6 Torino Tel. 011.5822032 www.artigianino.com facebook : artigianino roma torino

Tesori d'arte a Valenza

Oltre cento opere in mostra Inaugura sabato 7 dicembre nella sede di Villa Scalcabarozzi a Valenza (Al), la mostra "Tesori d'arte a Valenza" per scoprire i capolavori dell'arte dell'Ottocento, del Novecento e degli anni più recenti presenti nelle collezioni private di Valenza. A cura di Domenico Maria Papa sarà possibile ammirare oltre un centinaio di opere, per lo più capolavori che raramente sono visibili al pubblico. www.museodelgioiellovalenza.it

accessori fashion dallo stile inconfondibile Il brand torinese Crosser è sempre alla ricerca delle ultime tendenze, stimolo creativo e sinonimo di novità ed unicità per i suoi prodotti. Le esclusive linee "animalier" e "camouflage", ora presentate anche per le borse, saranno disponibili già dal mese di dicembre; imperdibili anche i nuovi look "pied de poule" delle cinture e delle rivoluzionarie cover per smartphone. La filosofia è ecosostenibile e la produzione 100% Made in Italy. I prodotti Crosser non si fermano qui: visitate l'intera gamma sulla pagina ufficiale: www.facebook.com/crosser.style

142 | 12 . 2013 | Shop in the City

la maggiorana Regala un corso di cucina fuori dal comune, in uno scenario unico e suggestivo. Da La Maggiorana le lezioni di cucina sono un'esperienza culinaria ed emozionale, in cui imparare tecniche di alta cucina con il coinvolgimento di tutti i sensi. Info e prenotazioni

www.lamaggiorana.it Via Cuneo 5, Rivoli, Torino Tel. +39 011 9587631.


torinesi a Teatro

Dalla periferia nasce una nuova stagione teatrale creativa e coraggiosa.

Sperimentazione e energia nel cartellone del Circolo Bloom di Marta Ciccolari Micaldi

Un assaggio del cartellone

6/7 dicembre: La settima moglie, thriller in due atti di Giorgio Perona per la regia di Antonello Panero. Piccolo teatro comico, con Giorgio Perona, Marco Sabatino, Micol Damilano, Gianpiero Goro. Preda di un blocco creativo lo scrittore Charlie Nicholson non è in grado di far fronte ai propri debiti di gioco, finché l’anziano e celeberrimo attore Merlin Foster non gli offre un lavoro. Merlin ha però precise esigenze: la commedia che Charlie si accinge a scrivergli dovrà contenere metodo e alibi perfetti per uccidere la settima moglie dell’attore, la bellissima e giovanissima Eden. Ma non basterà scrivere il delitto perfetto: la trama, a detta di Merlin, dovrà funzionare anche nella realtà, e si accinge a metterla in atto… Nell’alternarsi di dramma e commedia il testo tiene fede alle premesse garantendo al pubblico finale a sorpresa e offrendo ai tre (o forse quattro?)

U

n’associazione culturale dedita alla promozione e alla realizzazione delle arti dello spettacolo, il Circolo Bloom è in realtà molto di più di quanto questa definizione lasci intendere. Posizionato in via Challant 38, in una delle periferie di Torino più rarefatte e nascoste, quella che si estende al di là di via De Sanctis, il Circolo Bloom è un baluardo di coraggio culturale e di iniziativa creativa. Nato con il proposito di lavorare soprattutto con i ragazzi e il teatro sperimentale (cosa che fa ormai da molti anni), l’associazione lancia in questi mesi il suo primo cartellone stagionale completo, e alle produzioni teatrali unisce quelle musicali: nasce così Di teatro e di note, una rassegna di 13 serate divise in 10 appuntamenti teatrali e 3 musicali. Dopo un rinnovamento dei locali che ha portato alla costruzione di uno spazio

protagonisti l’occasione per delineare personaggi che lasciano il segno. 13/14 dicembre: Grasse risate, lacrime magre!, di e con Paolo Faroni & Fabio Paroni. Lo spettacolo gioca coi luoghi comuni del mondo del teatro e i suoi stereotipi, sviscerando allegramente il mestiere dell’attore in quattro quadri, più Prologo ed

scenico con sipario, impianto luci e palco, il Circolo Bloom si appresta a ricevere fino a 90 persone ogni sera e a contagiare della propria energia artistica anche l’ambiente circostante. Il direttore artistico Pietro Di Legami dichiara, infatti, di voler rendere vivo sì il Circolo Bloom ma anche lo spazio che si trova attorno: “per questo abbiamo deciso di mettere insieme una stagione non convenzionale in una zona, da sempre

Epilogo. L’attore felice di recitare nella TV commerciale lotta contro il compagno che vorrebbe fare teatro serio; il giovane regista cerca di piazzare le sue idee su un mercato che prevede solo commedie brillanti e classici con bellocce televisive; due vecchi amici del liceo, uno fa il dentista e l’altro l’attore, in una visione

Segue... Shop in the City | 12 . 2013 | 143


torinesi a Teatro

.... ribaltata della realtà alla Monty Phyton; il dramma di dover scegliere tra famiglia e vita comoda e un'esistenza senza punti fermi e solitaria. Un susseguirsi di scene divertenti, a tratti esilaranti, dove i due attori/registi/autori si scambiano vicendevolmente il ruolo di buono/cattivo, pratico/ idealista, affermato/fallito con grande versatilità e capacità mimetica. 10/11 gennaio, La guerra di Pinter, testi e poesie di Harold Pinter per la regia di Riccardo De Leo. Onda Larse, con con Riccardo De Leo, Luciano Faia, Gianluca Guastella.

Via Botero Giovanni 16 T 011 545404

Questo spettacolo è stato pensato per raccontare delle storie di oggi: storie di guerra, storie di

periferia della periferia.” Sperimentazione, comunicazione ed energia, dunque, al servizio di una zona di Torino che dal teatro potrebbe trarre grandi vantaggi.

lotte di classe, storie di attualità, storie di disagio sociale, storie di politici incapaci e informazioni pilotate. I personaggi sono dieci e vengono interpretati da tre attori i quali avranno un simbolo, un

Il cartellone, inaugurato nel mese di novembre con una produzione dello stesso Circolo Bloom dal titolo L’ultima occasione per la regia di Esther Ruggiero, comprende tutta la stagione invernale e primaverile 2013/2014 e accoglie produzioni e compagnie provenienti anche da altri circoli, ambienti, città.

elemento che li renderà facilmente riconoscibili. I personaggi dicono quel tanto che basta per far capire quali esperienze hanno vissuto, qual è la loro storia; sono evasivi, vaghi, contrastanti ma il loro linguaggio è unico e nasconde una realtà senza tempo, adattabile facilmente ai giorni nostri. La chiusura degli sketch lascia spiazzato lo spettatore perché lo

Per info e cartellone completo www.circolobloom.org; info@circolobloom.org cell. 3331571769

144 | 12 . 2013 | Shop in the City

pone di fronte a uno specchio, lo costringe ad analizzarsi nel profondo facendolo così riflettere sulla sua condizione, sulle sue paure e sui suoi comportamenti nel mondo reale.


...creare e decorare i tuoi dolcetti preferiti? Abbiamo pensato agli amanti dei dolci e appassionati del cake design creando una linea dedicata, ideale per chi vuole compiere i primi passi nell’arte della decorazione.

a idegalo re

Inoltre proponiamo 4 kit base, ottimi anche come idea regalo! Non resta che scoprire la nostra offerta per la creazione di dolci belli oltre che buoni. Per maggiori informazioni www.guardini.com Visita il nostro store on-line www.guardini.com/store . STORE

Seguici su

GUARDINI S.p.A. Via Cravero, 9 - 10088 Volpiano (TO) - ITALIA - Tel. +39 011 9952890 - Fax +39 011 9952142 info@guardini.com - www.guardini.com


freestyle

Si chiama Dansyng® il nuovo metodo di allenamento, nato da un’idea di Carlo Freddi e progettata da Paolo e Giulio Evangelista.

L’ultima frontiera del fitness: danzare cantando a cura della redazione

C

’è chi canta sotto la doccia, chi solo ai concerti del proprio idolo, chi ancora al Karaoke. Da maggio è possibile farlo anche in palestra. È Dansyng®, il nuovo metodo di allenamento e fitness nato dall’intuizione di Carlo Freddi, presidente e fondatore dell’omonimo marchio Freddy e progettato da Giulio e Paolo Evangelista che da quindici anni portano in Italia e nel mondo il fitness italiano. I due fratelli lavorano sia in Piemonte – Paolo è insegnante al Suism di Torino e hanno due scuole di danza “Laboratorio Danza” a Sangano e a Villarbasse – sia nel resto d’Italia e all’estero. “Circa un anno e mezzo fa – racconta Giulio Evangelista - Carlo Freddi ha contattato mio fratello perché aveva avuto un’idea. Era in aereo e stava guardando un video senza audio e gli sembrava mancasse un pezzo. Lo stesso pezzo che mancava alle lezioni di fitness: il canto, la voce”. L’idea piace a Paolo Evangelista che ne 146 | 03 . 2013 | Shop in the City

parla subito con il fratello. Iniziano quindi a ragionare su un nuovo modello di allenamento che non è né canto né ballo ma “un insieme di liberazioni fisiche e vocali” una serie di esercizi dove contemporaneamente si canta. Il Dansyng® si svolge in un’atmosfera molto particolare, “la sala è in penombra – spiega Giulio – e alle spalle dell’insegnante vengono proiettati dei visual e su questi compaiono le parole che gli allievi devono imparare. Durante l’anteprima mondiale al Rimini Wellness l’11 maggio abbiamo avuto una platea di 6800 persone, sembrava di essere ad un concerto”. L’utilizzo della voce aiuta a conoscere il proprio corpo e insegna, regolarizzando la respirazione, quanto sia importante disciplinare l’utilizzo del diaframma. Il programma di lavoro è suddiviso in 4 livelli: il primo dove si fa cantare soltanto il ritornello (ad oggi ci sono 30 canzoni tra cui i coach possono scegliere e a breve verranno realizzate

delle canzoni ad hoc che prevedono anche vocalizzi per poter esportare il programma in tutto il mondo), nel secondo si introducono anche le strofe e così via fino all’ultimo livello dove sono previste delle gare di Dansyng®. “Si tratta di un progetto in divenire – conclude Giulio – ed è anche questo il bello, poterlo modificare e migliorare sulla base dei feedback dei coach”. www.dansyng.com

Abbigliamento Freddy Freddy ha creato una mini-

collezione di capi dedicati al

®

Dansyng . È stato scelto il monocromo con dettagli che si illuminano in penombra. Un dettaglio scelto per rafforzare la sensazione di intimità, di socializzazione e di appartenenza ad una comunità, caratteristica del nuovo metodo di allenamento.

www.freddy.com


shop in the city space

Seguici su:

www.facebook.com/ShopInTheCityTORINO

Conserva il biglietto del parcheggio ACI di piazza Bodoni e Madama Cristina.

Mostrando il biglietto all'interno dei negozi Vai sul sito www.shopinthecity.it per avere convenzionati potrai approfittare di sconti maggiori informazioni. e iniziative sempre nuove.

Speciale Gamma GPL

2 euro di sconto sul biglietto del cinema

10% di sconto sull'acquisto mamma e figlio

25% di sconto immediato

Il tavolo riceverĂ  il 10% di sconto Shop promotion | Shop in the City | 12 . 2013 | 147


CAPELLI CHE CADONO? DIRADATI - CON POCO VOLUME - INDEBOLITI E INGRIGITI? ULA PO T RM

ZIATA EN

FO

SENZA GLUTINE SENZA LATTOSIO

SERENOA REPENS 500 + AMINOGROW®

Serenoa Repens - 500mg ad altissima concentrazione

CONTRASTA LA CADUTA FAVORISCE LA CRESCITA DI CAPELLI SANI Biokeratin® Neo Pecia Forte 500 è un mix di elementi specifici per integrare carenze alimentari o aumentati fabbisogni organici di nutrienti per contrastare la caduta dei capelli, favorire la crescita di capelli sani tanto negli uomini quanto nelle donne.

Aminogrow® - 400mg miscela registrata di 4 aminoacidi Biotina e Zinco contribuiscono al mantenimento dei capelli sani Selenio contribuisce al mantenimento di capelli sani e protegge dallo stress ossidativo Vitamina C, Niacina, Vitamina B5, Vitamina B6: supportano il metabolismo energetico In farmacia

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

parafarmacia ed erboristeria

www. dietalinea.it Ogni giorno più forza ai tuoi capelli

®


company profile

Il lato rosa delle aziende Le imprese femminili hanno un passo più veloce rispetto al totale delle imprese. Considerando il periodo giugno 2013-giugno 2012, l’esercito delle imprese in rosa è cresciuto di 4.878 unità, pari al +0,34%, mentre le imprese nel loro complesso sono aumentate dello 0,13%. Questi gli ultimi dati elaborati dall’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile di Unioncamere-InfoCamere. di Maria Grazia Belli

• Alla fine del secondo trimestre di quest’anno, le imprese femminili iscritte al Registro delle imprese delle Camere di commercio sono 1.429.880, il 23,6% del totale delle imprese. Quasi il 12% di esse (per complessive 171.414 unità) ha al comando giovani di meno di 35 anni.

Revi.Tor

Portalupi Salumi

Barbara Negro

REVI.TOR S.r.l. È una società di revisione contabile con sede a Torino, nata nel Settembre 2003 dall’iniziativa di alcuni professionisti revisori dei conti e dottori commercialisti torinesi.

Barbara Negro, socio e Amministratore Delegato di Revi.Tor dal 2005. Dal 1997 al 2005 ha svolto l’attività di revisione presso la società di revisione PricewaterhouseCoopers, presidio di Torino.

I

Debora Garetto

n questo momento di crisi economica dove tutto sembra essere messo in discussione, secondo i dati, le imprese femminili hanno perdite inferiori rispetto a quelle capeggiate dall’altro sesso, secondo lei a cosa è dovuto? Ritengo che la motivazione sia dovuta all’atteggiamento con cui noi donne sappiamo affrontare contesti difficili. Forse la nostra sensibilità ci porta ad adattarci più in fretta alle situazioni negative ed a anticiparne le soluzioni. Ci distinguiamo per essere altamente pragmatiche, organizzate e veloci di fronte ad un cambiamento ambientale, economico e sociale.

La Portalupi Salumi nasce in

Esistono donne che riescono a conciliare famiglia, vita sociale e successo professionale. Queste donne “ investono, progettano e rischiano”. Lei si rispecchia in questa descrizione? Non credo ancora di aver

Debora Garetto, 35 anni, dal 2005 è amministratore unico e titolare della Portalupi Salumi.  È stata una delle 7 imprenditrici selezionate per l'apertura dell'ultimo Salone GammaDonna.

Valsessera negli anni 30 del secolo scorso. Oggi produce 60 tipi di salami nelle diverse pezzature, diversi tipi di prosciutti cotti, lardi e coppe senza allergeni e glutine ed esporta in 26 paesi nel mondo.

I

n questo momento di crisi economica dove tutto sembra essere messo in discussione, secondo i dati, le imprese femminili hanno perdite inferiori rispetto a quelle capeggiate dall’altro sesso, secondo lei a cosa è dovuto? «Alle donne da sempre è affidata la difficile gestione domestica e quindi abbiamo affinato la capacità di far quadrare i conti non solo economici, ma anche emotivi, capacità che fanno la differenza nelle aziende. Per affrontare un momento difficile, instabile, come l’attuale bisogna avere una grande volontà, tanta passione, determinazione e doti empatiche che le donne hanno sviluppato nei secoli. Gli uomini sono tendenzialmente più tecnici   e compagnoni nella gestione e quindi a volte troppo ingessati, lenti e legati a dinamiche di gruppo inadatte ad un momento come questo. Non bisogna pensare inoltre solo al Shop in the City | 12 . 2013 | 149


company profile

REVI.TOR

Portalupi Salumi

raggiunto successo professionale, ma di sicuro ho investito molto su me stessa, sul mio lavoro e sul mio gruppo di lavoro e dovrò continuare ad investire per tutta la mia vita professionale. Forse è questo uno degli aspetti che amo di più del mio lavoro: ogni giorno è denso di progetti, di ostacoli, di rischi e di sfide che richiedono la capacità di risolvere, organizzare, inventare e raggiungere gli obiettivi prefissati. Grazie alla passione, amore ed ambizione nel senso positivo del termine, ritengo di essere riuscita sino ad oggi a conciliare famiglia, vita sociale e professione.

guadagno. Non sempre si guadagna nei tempi attesi o come si vorrebbe, si deve insistere con amore materno e dare modo alla propria creatura, al proprio progetto, di affermarsi».  Esistono donne che riescono a conciliare famiglia, vita sociale e successo professionale. Queste donne “ investono, progettano e rischiano”. Lei si rispecchia in questa descrizione? «Sicuramente io investo e progetto. Credo che l’investimento dell’imprenditore vada oltre quello economico. In merito al rischio, io non lo vedo mai, lo pondero, ma nella mia visione non c’è. Guardandomi poi indietro mi rendo conto di aver fatto scelte rischiose. Ho sacrificato molto della famiglia e della vita sociale, ma ho sentito di dare spazio al mio progetto d’impresa, che è qualcosa che oggi s’impone come priorità fra le altre».

Quali sono gli ingredienti giusti per conciliare lavoro e vita sociale?   Credo sia necessario essere noi stesse in azienda e nella vita sociale. Non ritengo che ci siano ingredienti specifici. Di sicuro una buona organizzazione del tempo e del lavoro aiuta a conciliare lavoro e vita personale. E poi lavori meglio se ami il tuo lavoro e sei capace ogni giorno Quali sono gli ingredienti giusti per conciliare lavoro e vita di rinnovarlo con idee e progetti. sociale?   «Sono una torinese tradizionalista e penso che sia Ci sono molti che ritengono che la maternità ostacoli la fondamentale divertirsi e rilassarsi per lavorare meglio, per carriera, lei è d'accordo? Nella sua azienda sono molte le ricaricarsi e rafforzare le proprie energie: non si lavora per donne con figli? divertirsi, ma ci si diverte per lavorare meglio. Non avendo ancora figli, non ho avuto un’esperienza L’imprenditore vive di idee creative e organizzative: per diretta sulla maternità e sugli ostacoli connessi. Tuttavia garantire alle idee la giusta vitalità è importante staccare, ho molte amiche, brave professioniste, che hanno rilassarsi e permettere agli stimoli di definirsi». incontrato delle difficoltà al ritorno sul lavoro dopo una o due maternità. La nostra azienda è costituita da neolaureati e neolaureate molto giovani e al momento non abbiamo avuto maternità ma spero presto possa succedere.

150 | 12 . 2013 | Shop in the City


company profile

REVI.TOR

Portalupi Salumi

La presenza femminile in azienda può veramente essere una marcia in più e apportare un sistema lavorativo diverso rispetto al tipico approccio maschile? Succede anche nella sua? Ci fa qualche esempio? La nostra azienda è condotta congiuntamente dal mio socio e amministratore Simone Pestrin e dalla sottoscritta. Ritengo molto vincente questo connubio professionale uomo e donna. Tuttavia, riesco ad imporre positivamente e in modo costruttivo le mie idee e i miei progetti grazie all’eccellente intesa che ho con il mio socio e alla sua disponibilità a innovare con me la nostra azienda. Al tempo stesso, io beneficio del suo approccio più riflessivo e razionale, tipico degli uomini.

Ci sono molti che ritengono che la maternità ostacoli la carriera, lei è d'accordo? Nella sua azienda sono molte le donne con figli? «Per me i figli sono il progetto più importante di una persona, per sé stessi, per la famiglia e per la società. Non si può avere un vero successo professionale, sacrificando il successo e l’equilibro dei figli. Sicuramente la maternità toglie tempo al lavoro e il lavoro toglie tempo ai figli, ma è lì che deve emergere l’esperienza e la capacità organizzativa della donna. Quasi tutte le dipendenti hanno figli, ma hanno scelto di avere un lavoro per la propria indipendenza economica e gratificazione personale. Anche le ragazze più giovani mi dicono di non immaginare un futuro in cui non lavorano. Io che ora non ho figli, m’interrogo sulla gestione del tempo e credo fortemente che se l’azienda avesse bisogno della mia presenza al punto da non permettermi di seguire i figli a dovere sarebbe o mal organizzata o con le persone sbagliate».

La presenza femminile in azienda può veramente essere una marcia in più e apportare un sistema lavorativo diverso rispetto al tipico approccio maschile? Succede anche nella sua? Ci fa qualche esempio? «Preferisco lavorare con le donne: sono precise, veloci, determinate, concentrate meno compagnone degli uomini e in generale più piacevoli, accoglienti e flessibili. Le donne solitamente hanno una maggior precisione gestionale. Ad esempio le donne prendono appunti e fanno proprie le regole aziendali, gli uomini pretendono di ricordare tutto a memoria e giudicano le procedure non strumenti di efficienza, ma fardelli burocratici. Parlando per grandi numeri le donne sono tanto più creative in fase di progetto quanto più attente e rigide in fase di esecuzione, gli uomini diventano creativi in esecuzione quando devono tamponare gli imprevisti non analizzati in progettazione». Nelle immagini lo staff e i locali della società di revisione contabile di Torino. www.revitor.it

Nelle immagini Debora Garetto in azienda, la panoramica dei prodotti offerti e l'esterno dell'azienda. www.portalupi.com Shop in the City | 12 . 2013 | 151


programma di sala

eventi NATALE A TORINO Fino al 7 gennaio Luoghi vari Torino si prepara al Natale con un ricco cartellone di eventi che porterà lo spirito natalizio in città. Dal primo dicembre torna, nella sede storica del Giardino Sambuy in Piazza Carlo Felice, il magico Presepe di Emanuele Luzzati. In Piazza Castello invece ogni giorno fino al 24 di dicembre verranno aperte le finestre del Calendario dell'Avvento. concerti allieteranno i weekend

FESTA DI CAPODANNO

dei torinesi in cerca del regalo.

31dicembre

Infine come ogni anno a Borgo

Piazza San Carlo

Dora ci sarà il Mercatino di

Per salutare l’arrivo del nuovo

Natale. www.nataleatorino.it

anno alle ore 22.30 i giovani

www.mercatinodinataletorino.it

torinesi Garden of Alibis,

Attività per i bambini, cori e

protagonisti nell’estate di un

IL MAGICO PAESE DI NATALE

dell'illusionismo. Una rassegna

appuntamenti per chiudere

scalderanno il pubblico, toccherà

Fino al 7 gennaio

di magia per tutti: incontri al

l’anno che ha celebrato il

a Giuliano Palma con la sua

Govone (CN)

Circolo dei lettori con i maggiori

bicentenario della nascita di

inedita Orchestra, resident band

Da sette anni il paese di Govone,

artisti magici italiani, laboratori

Giuseppe Verdi. Uno spettacolo

dell’edizione 2013 di Zelig, il

sulle colline del Roero, tra Langa

per le scuole e i bambini, numeri

che propone la summa di tre

countdown verso il 2014

e Monferrato, si trasforma nel

di close up in via Lagrange

intense opere: Macbeth, Il

attraverso i più grandi successi

Magico Paese di Natale. Un

trasformata in strada della

trovatore, Aida e prelibatezze

della musica italiana e

ricchissimo calendario di eventi

magia, evento spettacolare di

gastronomiche delle terre

internazionale.

trasformerà Govone in un pese

escapologia in Piazza Castello e

verdiane firmate da Eataly.

Chiuderà la festa il dj set dei

d'incanto: dal mercatino di

gran finale lunedì 9 al Teatro

www.teatroregio.torino.it

Mostricci of Sound.

natale con oltre 50 casette, ai

Regio. www.circololettori.it/

cori natalizi; dalla casa di Babbo

grangaladimagia

Natale, alla Baita di Eriol, amico

TORINO ANIMA TANGO

ONE TORINO. EDIZIONE #1

degli Elfi; dai fuochi di artificio

Dal 25 dicembre al 6 gennaio

Fino al 12 gennaio

con accompagnamento

Aldobaraldo

Sedi varie

musicale al trenino del tour

I migliori maestri e

Artissima presenta la prima

panoramico per scoprire i

muzicalizador del mondo

edizione di ONE TORINO, una

dintorni e le suggestive colline.

parteciperanno all'undicesima

grande rassegna realizzata in

www.ilpaesedinatale.com

edizione del festival anima tango

collaborazione con Castello di

e si avvicenderanno sul palco

Rivoli Museo d’Arte

dell'aldobaraldo di Torino (via

Contemporanea, GAM Galleria

Parma, 29/bis). Esibizioni serali e

Civica d’Arte Moderna e

fortunatissimo tour,

INCAN.TO TORINO CITTÀ DI PRESTIGIO

GALA VERDI 18 e 22 dicembre

stage aperti e dedicati a tutti:

Contemporanea, Fondazione

6-9 dicembre

Teatro Regio di Torino

agli esperti per affinare la tecnica

Merz, Fondazione Sandretto Re

Luoghi vari

Il 18 dicembre alle ore 19 e il 22 alle

e ai principianti per esplorare le

Rebaudengo. Otto affermati

Per quattro giorni la città si

18 si terranno al Teatro Regio

basi della disciplina. aldobaraldo.

curatori internazionali, hanno

trasforma nella capitale

due importanti e inediti

net/torino-anima-tango/

progettato cinque mostre

152 | 12 . 2013 | Shop in the City


programma di sala

collettive, che insieme daranno

Veronese e da Francesco

vita a un percorso espositivo

Bassano. www.lavenaria.it

unitario. www.artissima.it

ALFREDO JAAR

MOSTRE

Fino al 2 febbraio

MATCO

Una grande mostra personale, a

Fondazione Merz

Dal 5 al 21 dicembre

cura di Claudia Gioia, di un

We made for love

indiscusso protagonista dell’arte

Una trentina di opere del

di oggi. Rappresentante del

giovane artista genovese Matco

padiglione cileno alla 55

che testimoniano l’evoluzione

Esposizione Internazionale

del suo percorso artistico dove

d’Arte di Venezia e artista scelto

pittura, grafica e fotografia si

da Luci d’Artista, Alfredo Jaar fa

contaminano per creare un mix

suo l'ottimismo della volontà e con determinazione sollecita

particolarmente azzeccato che mette la comunicazione al primo

L'Associazione Yoshin Ryu nel

trasformano la “materia” in

all'autoconsapevolezza e alla

piano.

promuovere e portare a

qualcosa di ironico e animato e

responsabilità verso il mondo e

www.wemadeforlove.com

conoscenza del pubblico italiano

invitano a una riflessione sulla

quello che accade.

l'arte e la cultura del Giappone,

società contemporanea affetta

www.fondazionemerz.org

presenta una mostra sugli

da “neoplasia”.

origami: oltre 200 ricami 3d di

square23.blogspot.it

carta di piccole e grandi dimensioni che interpretano il mondo degli origami in tutte le sue declinazioni e soggetti: naturalistici, geometrici, simbolici, scientifici e gioielli. www.yoshinryu.com

VUOTI DI CONFINE

Fino al 6 gennaio

MARINELLA SENATORE. COSTRUIRE COMUNITÀ

IL PAESE CHE SONO IO! Museo Nazionale del Cinema

Fino al 6 gennaio

Dal 5 dicembre al 19 gennaio

Una mostra di fotografie, ritratti

Castello di Rivoli Museo D'arte

Mirafiori Galerie

e parole nata dall’incontro tra il

Contemporanea

La mostra di Erika Rihele

fotografo Andrea Guermani,

presenta 15 opere pittoriche che

l’artista Coco Cano e la scrittrice

conducono il visitatore lungo un

Anna Peiretti in occasione del

IL VERONESE E I BASSANO

percorso metropolitano dove lo

ventennale della Fondazione

Fino al 2 febbraio

Tirreni 1977, vive e lavora a

sguardo dell’artista percorre

Paideia Onlus, che dal 1993 offre

La Venaria Reale

Berlino). Dalle prime opere che

paesaggi e visioni notturne di

sostegno a famiglie e bambini in

Alla Reggia sono presentate,

traevano ispirazione dal

spazi periferici e interni

difficoltà. www.museocinema.it

dopo un accurato intervento di

linguaggio del cinema e

restauro, le tele, commissionate

indagavano micro-narrative

dal Duca Carlo Emanuele I di

quotidiane, agli aspetti di

lavorando su tele singole in

Un’importante selezione dei progetti a oggi realizzati da Marinella Senatore (Cava dei

bianco e nero.

NEOPLASIA

www.mirafiorimotorvillage.it

Fino all'8 gennaio

Savoia ai più celebrati maestri

coinvolgimento del pubblico

Square 23

veneti del Cinquecento,

quale protagonista sono

Pinguini, polpi, conigli, creature

raffiguranti La regina di Saba

diventati parte preponderante

fantastiche, anomale e surreali.

offre doni a Salomone e Il ratto

della ricerca di Senatore.

Dalla strada alla galleria,

delle Sabine dipinte

www.castellodirivoli.org

ORIGAMI, SPIRITO DI CARTA Dal 14 dicembre al 16 febbraio Palazzo Barolo

rispettivamente dall’atelier del

Shop in the City | 12 . 2013 | 153


programma di sala

dell’impressionista francese

UNICUM BOTTO&BRUNO E LAURA VIALE

Pierre- Auguste Renoir presi in prestito dal Musée d’Orsay e dal Musée de l’Orangerie - che

Fino al 12 gennaio

conservano la collezione più

PAV - Parco di arte vivente

completa al mondo dell’opera del

All’interno di UNICUM sono stati

pittore- la rassegna

prodotti due progetti, This is the

documenterà tutta l’attività di

place where I feel at home e

questo autore, testimoniando i

Senza titolo (Inframondo),

momenti più significativi e le

studiati per il PAV da

svolte della sua vita artistica.

botto&bruno e Laura Viale, lavori

www.gamtorino.it

che riflettono sul cambiamento e sulla trasformazione dei luoghi al fine di preservarne la memoria e la percezione. www.parcoartevivente.it

SPIRITO DEL GIAPPONE FOTOGRAFIE DI SUZANNE HELD

MARIO CALANDRI

Diego Scusatone e Massimo

Fino al 25 gennaio

Tosco. Artisti così diversi tra loro

Spazio Don Chisciotte

per età, preparazione

A vent’anni dalla scomparsa

accademica, tecnica, stile e uso

Fino al 12 gennaio

e a ridosso del centenario della

dei materiali, ma uniti da

MAO Museo d’Arte Orientale

nascita di Mario Calandri la

un’intima ricerca che li porta

40 fotografie dedicate al

Fondazione Bottari Lattes

verso un luogo dove rifugiarsi.

Giappone della fotografa

ricorda l’artista con una rassegna

sb.art@libero.it

Suzanne Held già esposte al

di opere scelte curata da

Musée d’Arts Asiatiques di Nizza.

Vincenzo Gatti. Una ventina di

Negli scatti la fotografa sceglie di

opere pittoriche e grafiche, a

LA BARCA SUBLIME

restituire un Paese abitato dalla

sottolineare la rilevanza della

Fino al 2 febbraio

- a cura di Luca Beatrice e

tradizione nel quale ogni istante

figura di Calandri non solo

Venaria Reale

Arnaldo Colasanti - tra scultura

si veste del silenzio del rituale, un

nell’ambito della grafica incisa

Nell’imponente Scuderia Grande

e pittura diviso in due parti: la

Paese popolato tanto dagli

ma anche della pittura del secolo

si può ammirare la mostra su  il

prima è dedicata alla scultura e

uomini quanto dagli “spiriti”

scorso.

“Bucintoro del Re di Sardegna”, il

presentata negli spazi all'aperto

dello Shintõ e dalle grandi figure

www.fondazionebottarilattes.it

più incredibile dei manufatti di

del Polo Reale, la seconda – dall'11

del Buddhismo.

Casa Savoia, l'ultima

dicembre – è rivolta alla pittura e

www.maotorino.it

imbarcazione veneziana

esposta nei nuovi spazi

originale del Settecento

espositivi del Polo Reale a

esistente al mondo. Per

Palazzo Chiablese, in piazzetta

l’occasione è stato ideato

Reale.

un allestimento multimediale

www.piemonte.beniculturali.it

curato da Davide Livermore,

IN ART WE TRUST Fino al 31 gennaio

154 | 12 . 2013 | Shop in the City

DOPPIO SOGNO Fino al 9 marzo Polo Reale e Palazzo Chiablese “Doppio Sogno” è un percorso

registra specializzato in teatro

SOFT PICTURES

musicale.

Fino al 23 marzo

www.lavenaria.it

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

SB Art

RENOIR

Mostra collettiva con opere di:

Fino al 23 febbraio

all'uso del medium tessile

Francesca Arsì, Davide Binello,

Gam - Galleria Civica d’Arte

nell'arte contemporanea curata

Jean Paul Charles, Fausto

Moderna e Contemporanea di Torino

da Irene Calderoni. L’uso del

Ghiglia, Claudio Massucco,

Con circa 60 capolavori

tessuto come materiale per

Una mostra collettiva dedicata


programma di sala

creare immagini artistiche è

"Sun", dai suoi più grandi

contiene 5 inediti – tra cui il

dernière pensée rilegge, in

oggi ripreso dagli artisti nelle

successi e per la prima volta,

primo singolo “L’universo tranne

quest'occasione, l'Oratorio di

sue molteplici valenze, storiche,

alcune canzoni contenute nel

noi” – e 14 duetti con i più grandi

Natale di Camille Saint-Saëns, in

politiche, sociali e simboliche,

nuovo album "Mario Christmas":

artisti della scena musicale

una veste che sembra calare la

una ricca trama di significati di

un disco speciale che contiene

italiana.

partitura nello spirito più

cui questa mostra rende conto.

tutta la magia dei classici

www.palaolimpicotorino.it

segreto e contemporaneo di

www.fsrr.org

natalizi e 2 inediti. Ad accompagnarlo sul palco

BAUSTELLE

“The Italian Jazz Players”.

18 dicembre

www.teatrocolosseo.it

Teatro Colosseo

Lorenzo Lotto. www.fondazionecosso.com

I Baustelle, con il Quartetto

CONCERTO DI FINE ANNO

d'archi Maurice, portano in città

30 – 31 dicembre

il Minimal Fantasma Tour che

Teatro Regio Torino

simbolicamente chiuderà il

L'Orchestra del Teatro Regio,

lavoro di presentazione di

diretta da Christian Arming,

FANTASMA, il loro ultimo album,

proporrà musiche di Josef

pubblicato il 29 gennaio.

Strauss, Richard Strauss, Johann

www.teatrocolosseo.it

Strauss, Eduard Strauss, per il classico concerto di fine anno (il 30 alle 20.30 e il 31 alle 17.30).

MUSICA EMMA

www.teatroregio.torino.it

IARLA O'LIONARD'S GHOST TRIO

CONCERTO DI SAN SILVESTRO

13 dicembre

31 dicembre

7 dicembre

Folk Club

Palaolimpico

The Ghost Trio mette insieme

Il tour “Schiena tour 2013” arriva

Iarla O’Lionard, il più grande

CONCERTO DI NATALE

Torino. Uno spettacolo tutto

cantante di sean nòs (lo stile

20 dicembre

Cadario presenta musiche di

nuovo, sia dal punto di vista

arcaico di canto in lingua

Auditorium Rai

Johann Strauss figlio e cinque

artistico che produttivo, che

irlandese) con Cleek Schrey,

L'Orchestra Sinfonica della Rai

nuovi brani appositamente

prende le forme dal nuovo album

giovane violinista stile ‘old time’

presenta in occasione del Natale

commissionati da Oft in prima

di inediti “Schiena”, insieme al

della Virginia e Ivan Goff,

il concerto “Les valses” fuori

esecuzione assoluta di Orazio

già vasto repertorio di hit messe

straordinario ‘piper’ di Dublino

abbonamento. Diretti da Juraj

Sciortino (Italia), Michael Sarter

a segno in pochissimi anni.

che da anni vive a New York.

Valcuha e suoneranno musice

(Stati Uniti), Matteo Manzitti

www.palaolimpicotorino.it

www.folkclub.it

di Von Weber, Aleksandr

(Italia), Marco Nodari (Italia),

Glazunov, Ciajkovskij, Maurice

Patrick Burgan (Francia).

Ravel, Richard Strauss, Émil

www.oft.it

Waldteufel, Johann Strauss figlio. www.orchestrasinfonica.rai.it

CONCERTO DI NATALE

Conservatorio Giuseppe Verdi L'Orchestra Filarmonica di Torino, diretta da Alessandro

TEATRO GISELLE 5 – 7 dicembre Teatro Regio Torino

25 e 26 dicembre

Mats Ek, svedese, a lungo

Castello di Miradolo

direttore del Cullberg Ballet,

MARIO BIONDI

MAX PEZZALI

10 dicembre

14 dicembre

La Fondazione Cosso rinnova il

coreografo di primissimo piano

Teatro Colosseo

Palaolimpico

consueto appuntamento con il

da oltre 30 anni, ha intrapreso un

“Sun, il tour”, è uno il nuovo show

Max Pezzali, porta il suo nuovo

Concerto di Natale. Giunto

cammino di rilettura dei classici

di Biondi. La scaletta è composta

album “Max 20” nel suo tour

quest'anno alla sua quinta

rimanendo fedele a uno stile

dai brani del suo ultimo album

“Max 20 live tour”. L'album

edizione. Il progetto Avant-

originale, scabro e spesso

Shop in the City | 12 . 2013 | 155


programma di sala

“quotidiano”. Nel suo percorso

31 dicembre

Giselle è sicuramente la prima

Alfateatro

grande realizzazione. In oltre

Maghi, ballerine, cabarettisti e

trent’anni (nasce nel 1982) è

attori si trovano al porto pronti

diventato a sua volta un classico,

per salire sulla nave che li porterà

entrando nel repertorio di molte

in giro per il mondo… E dopo il

grandi compagnie, dalla Scala di

brindisi, animazione a balli fino

Milano all’Opéra de Lyon.

al mattino. www.alfateatro.it

www.teatroregio.torino.it

KATAKLÒ

MISERIA E NOBILTÀ

4-5 dicembre

Dal 27 dicembre al 5 gennaio

Teatro Colosseo

Teatro Carignano

La compagnia che ci ha fatto

Eduardo Scarpetta, il più

amare il teatro-danza attraverso

mercante di Venezia. Insieme a

di trucchi e consigli per far sì

importante autore e attore

il ballo che sconfina

loro in questo allestimento Silvio

che non arrivi mai, come una

napoletano tra la fine

nell'acrobatica si esibirà in

Orlando, che alterna i ruoli

pugnalata, la temuta frase...

dell’Ottocento e i primi del

"Puzzle”: un progetto, una

teatrali alle interpretazioni

"ma come ti sei vestito oggi?".

Novecento, padre di Eduardo,

filosofia dove i danzatori

cinematografiche con i più

www.teatrocolosseo.it

Peppino e Titina De Filippo scrive

diventano danzautori, ovvero

importanti registi italiani.

Miseria e nobiltà nel 1887. Questa

parte fondamentale ed

www.teatrostabiletorino.it

nuova messa in scena propone

integrante della coreografia,

una versione in italiano. Geppy

del messaggio stesso.

Gleijeses, che firma l’adattamento

www.teatrocolosseo.it

e la regia riserva per sé il ruolo di Sciosciammocca, affiancato da

ECCE HOMO

Lello Arena e da Marianella

10-15 dicembre

Bargilli.

Teatro Astra

www.teatrostabiletorino.it

Lo spettacolo di Lucilla Giagnoni che da più di quindici anni è

DARIO FO

concentrata ad interpretare i

19 dicembre

TRA SPAZIO E TEMPO

testi sacri in stretto dialogo con

Teatro Colosseo

27- 29 dicembre

la poesia e la scienza, senza mai

Con la collaborazione di Jessica

Cineteatro Baretti

rinunciare alla specificità o alla

Borroni, Chiara Porro e Luca

Il nuovo spettacolo di Alexander

forza delle rappresentazioni che

Vittorio Toffolon Dario Fo torna

ciascun linguaggio porta con sé.

a teatro con una presentazione/

Alla fine di questo percorso però

spettacolo dedicata al libro "In

SUITE DI COMPLEANNO

le è rimasta una domanda: se

fuga dal Senato" (Chiarelettere,

31 dicembre

descrivono alcuni fenomeni

dicessimo oggi Ecco l’Uomo, che

Milano 2013) il prezioso lascito

Teatro Astra

studiati dalla Fisica Quantistica;

cosa vedremmo? Che significa,

in cui Franca Rame ripercorre

Uno spettacolo di Robin

poi si spettacolarizza il concetto

veramente, Essere Uomini?

l'amara esperienza vissuta in

Hawdon con la regia di Claudio

trattato usando metafore, effetti

fondazionetpe.it

Parlamento tra il 2006 e il 2008.

Insegno e con Carlotta Iossetti,

visuali, esperimenti mentali.

www.teatrocolosseo.it

Andrea Beltramo, Claudio

www.cineteatrobaretti.it

IL MERCANTE DI VENEZIA

CARLA GOZZI

10-11 dicembre

20 dicembre

Teatro Carignano

Teatro Colosseo

Dopo il successo di Romeo e

Uscire di fretta e mettersi la

Giulietta la Popular Shakespeare

prima cosa che capita? Sì, ma a

Kompany, che ha esordito con La

patto che sia in armonia con

Tempesta, porta in scena Il

tutto il resto! Ecco una carrellata

156 | 12 . 2013 | Shop in the City

Insegno, Guido Ruffa. Musiche originali di Jacopo Fiastri fondazionetpe.it

GRAN FESTA DI CAPODANNO TUTTI A BORDO CHE SI RIDE!

si propone di intrattenere il pubblico e di informare. Si parla di Fisica e più specificamente si


programma di sala

CAPODANNO IN FAMIGLIA

danzato, la portavoce di un’inquietudine dell’assoluto

31 dicembre

che appartiene a numerosi

Casa Teatro Ragazzi e Giovani

personaggi della letteratura

Uno spettacolo per tutta la

di tutti i tempi e di tutti i paesi.

famiglia con il Circo Puntino di

Alice, ora angosciante come ogni

e con Andrea Castiglia ed Elisa

perdita, ora emozionante come

Zantari e Mister David di e con

ogni partenza, diventa un invito

Davide Demasi.

a chiudere gli occhi per accettare

www.casateatroragazzi.it

l’impossibile e lo straordinario.

IL FLAUTO MAGICO

www.fondazionetpe.it

10 – 21 gennaio

MOZART NACHT UND TAG VI

Teatro Regio

25 e 26 gennaio

Il flauto magico di Mozart nasce

Luoghi Vari

come Zauberoper; molte sono le

L'Associazione Baretti in

fonti che lo ispirarono, ma la più

collaborazione con Associazione

accreditata è Lulu, ovvero il

Concertante - Progetto

flauto magico di August Jakob

Arte&Musica, i Conservatori di

Liebeskind. Mozart scrive Il

Torino, Alessandria, Cuneo e

flauto per l’amico massone

Novara, presenta la sesta

Emanuel Schikaneder, attore e

edizione della maratona

impresario teatrale che gestiva il

musicale dedicata a Mozart

Theater auf der Wieden di

divenuta ormai un

Vienna, il quale ne scriverà il

appuntamento istituzionale in

libretto e sarà anche il primo

città. Oltre 30 ore di musica

interprete di Papageno.

non-stop, ingresso gratuito a

www.teatroregio.torino.it

tutti i concerti e a tutte le ore

LA GRAMMATICA DELLE NUVOLE

nelle sedi Baretti, alla Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, al Conservatorio, alla Casa del

17-18 gennaio

Quartiere, al Circolo dei Lettori,

Teatro Astra

al Castello del Valentino,

Una riscrittura da Alice nel paese

all'Ospedale Molinette.

della meraviglie di Lewis Carroll.

www.cineteatrobaretti.it

Alice è, in questo racconto

Shop in the City | 12 . 2013 | 157

Bob Marongiu ringrazia il Gran Bar per averlo ospitato durante Paratissima.


lettere Vuoi scrivere anche tu a Shop in the City? Ecco i nostri riferimenti: redazione@shopinthecity.it o via posta Corso Giovanni Lanza 105, 10133 Torino

corrispondenza dai nostri

lettori

Abbiamo voluto creare uno spazio per i nostri lettori, chiedete e noi vi risponderemo. Ciao Shop in the City, e a tutta la redazione! Sono Monica ho 28 anni e lavoro a Milano. Ogni giorno prendo il treno e trascorro due ore del mio tempo ad alta velocità! Spesso sfoglio la rivista e mi piacerebbe davvero avere del tempo per fare shopping. Potete consigliarmi un giro per Natale? Vorrei regalarmi mezza giornata di ferie da trascorrere per negozi, mi aiutate? Sono sportiva, faccio un po' di tutto, amo stare soprattutto all'aria aperta. Lavoro per una società di revisioni contabili e il mio abbigliamento deve essere semplice, sobrio ma al tempo stesso elegante... Sono fidanzata e nel tempo libero mi piace cucinare. Ecco, questa a grandi linee sono io! Dove mi consigliate di andare? Grazie Monica! Ciao Monica, grazie della tua lettera, e grazie di essere una nostra lettrice! Ecco il giro preparato per te dalla nostra Personal Shopper Isabella! “Sicuramente devi andare a fare un giro da Base Running perché ho letto che sei una sportiva e da loro puoi trovare l’abbigliamento giusto e anche iscriverti nell'organizzazione di una gara podistica. Per i capi delle giornate di lavoro ti consiglio di fare un salto da Nizza 32, da loro puoi trovare abiti che non eccedono nei colori o nei tagli e che restano nel tempo, il negozio ha un gusto elegante e ricercato ma non stucchevole. Se ti vuoi regalare un momento di svago puoi consultare questo numero di Natale, nelle pagine della casa troverai dei consigli e delle 158 | 12 . 2013 | Shop in the City

idee. Se sei alla ricerca di un negozio con un vasto assortimento e novità irresistibili devi fare un salto da Berruto in piazza Vittorio Veneto. Speriamo tu riesca in una sola mattina a fare questo giro pazzo di Shopping!”. Ciao sono Chiara, siete la mia unica speranza! Sono molto agitata, ansiosa e un po’ confusionaria! Lavoro nell'ambito dell'arte e ho bisogno di trovare il modo per scaricare la tensione che accumulo tutti i giorni. Ho già provato ad andare a correre , non fa per me.. mi fermo a pensare ai quadri in disordine.... Cosa mi consigliate? Chiara Ciao Chiara noi, come te e come tanti altri abbiamo il tuo stesso problema, il momento è duro per tutti. Abbiamo due cose da consigliarti entrambe provate da noi. Un corso di yoga e Dancemotion. Con lo yoga ritrovi davvero il tuo equilibrio e basta una full immersion di tre giorni per avere un risultato davvero ottimo, la giusta respirazione inoltre torna utile in tante occasioni della vita. Dancemotion è una nuova disciplina aerobica che a tutto lo staff di Shop piace molto... Un'ora dove attraverso la musica e dei semplici passi di danza, potrai scaricare lo stress accumulato. Il lunedì e il venerdì alle 13 potrai trovarci lì in corso Moncalieri 21b ! Ciao.

Caro Shop in the City ti scrivo perchè ho bisogno di un consiglio pratico per Natale e spero possiate aiutarmi. Sto arredando la casa a Bardonecchia e mi piacerebbe ottenere uno stile un po' inglese. I negozi in montagna, data la stagione, propongono arredi spiccatamente invernali e troppo rustici mentre io vorrei qualcosa di diverso. Mi potresti consigliare un negozio o un architetto che mi aiuti e non mi faccia spendere troppo? Ciao Michela! Ciao Michela, comprendiamo bene la tua necessità. Il nostro consiglio è di farti aiutare da Simonetta, la titolare di Atelier Decor, che si occupa spesso di interni anche di seconde case e il suo gusto è decisamente sobrio ma caldo, arricchito da note inglesi e francesi. Da lei potrai trovare tessuti d'arredo, oggettistica e se fosse necessario lei ti può consigliare un ottimo falegname per pareti in boiserie. Noi troviamo molto professionale il suo metodo di lavoro soprattutto per il rapporto qualità/prezzo e i tempi di realizzazione. Si trova in un interno cortile di via Lagrange al numero 31! Auguri!


OROSCOPO 2014

Ariete

Toro

21|03 20|04

21|04 20|05

È certamente il momento buono! L'anno sarà un crescendo di

Spigolosi, irascibili e combattuti? Dovrete ringraziare Marte che è nel

positività, raramente  i pianeti si trovato tutti nella giusta posizione

vostro segno e non renderà le cose migliori... Fino a metà dell’anno alti

da garantirti un anno così positivo. In amore troverete quella stabilità

e bassi vi renderanno nervosi. Da giugno cambia tutto: vivrete un

che stavate cercando. Il nostro consiglio è di aiutare il prossimo, voi

momento di totale fiducia e serenità con il vostro partner. Se siete

che siete così forti riuscirete, anche con piccoli gesti quotidiani, a

single potreste trovare l’amore. Lavorate a fondo su voi stessi e cercate

sostenere qualcuno che non sta bene quanto voi. Acquistate una

di capire se sono le influenze vicine a condizionarvi .

bicicletta, magari con pedalata assistita, potrete sentirvi ancora

Per scaricare l'ansia e l'aggressività vi consigliamo di prendere un

meglio sapendo di non inquinare il mondo. Da Granbike Corso

sacco da boxeur, davvero un oggetto trendy e utile. Da Decathlon.

Moncalieri 11, www.granbike.com.

Gemelli

Cancro

22|05 21|06

22|06 22|07

Attenzione nel 2014 non dovrete dare nulla per scontato. In amore,

Calma ed equilibrio vi daranno la forza giusta realizzare un grosso

come nel campo lavorativo, sarete riconosciuti come seri

progetto che coinvolge tutta la famiglia. La posizione degli astri vede il

professionisti e per questo stimati. Ma quest'anno non basta, dovrete

cancro nel momento più giusto per essere fecondo. A seconda che voi

essere ancora più chiari proprio con chi vi conosce da sempre,

siate single o in coppia, quest’anno vedrà la nascita di un progetto a

altrimenti ne pagherete le conseguenze. In campo lavorativo sarà

lunga scadenza. Dovrete cercare di muovervi al meglio nelle situazioni

l'anno  in cui aumenteranno i contatti, e saranno perfino

di lavoro per consolidare e poter ottenere il massimo. Vi consigliamo

internazionali, i risultati arriveranno solo se saprete fare gioco di

un prodotto per la cura dei capelli che saranno certamente sotto

squadra. Avrete poco tempo per lo svago ma voi siete abituati a

stress, ottimo è la maschera Keramine H che rende i capelli più forti.

lavorare giocando. Con questi ritmi vi consigliamo una borsa capiente e perfetta dalla mattina alla sera. Borsa Luxur in velluto ricamato a mano e interno in seta, da Le Candele di Franca (Vinovo)

23|07 22|08

Leone

23|08 22|09

Vergine

Ordinario, razionale logico e attento! Tutti i vostri sforzi dovranno

Per voi il 2014 sarà all’insegna della parola “anticonformismo”. Il parere

concentrarsi nei rapporti interpersonali. La vostra maniacale voglia

degli altri sarà sempre contrario al vostro, rendendo difficile anche la

di apparire metterà come al solito partner e soci in penombra,

scelta della decisione più sciocca. Niente panico, gli astri assicurano

ma nel 2014  chi vi sta attorno potrebbe scocciarsi.

grossi cambiamenti, lavorativi e in amore. Non abbiate paura perché

Sfoderate la vostra solita astuzia per ottenere un aiuto economico

non appena avrete deciso, tutto filerà liscio come l'olio.

dal partner/socio e coltivate bene il rapporto, solo in questo modo

Vi consigliamo di acquistare una nuova agenda magari in cuoio per

potrete avere un anno ricco di occasioni per stappare delle buone

fissare nero su bianco i vostri cambiamenti. A noi piace molto quella

bottiglie di vino. Procuratevi un comodo cavatappi.

prodotta a mano di Artigianino, in via Via San Tommaso 6.

Da Berruto in piazza Vittorio Veneto 7.

Shop in the City | 12 . 2013 | 159


OROSCOPO 2014

Bilancia

Capricorno

23|09 22|10

22|12 20|01

C'e bisogno di filosofia e romanticismo nel vostro 2014. Se riuscirete ad

Diplomazia, grazia e affetto. Un tris perfetto per cominciare il nuovo

mettere un pizzico in più di questi due ingredienti, la vostra ricetta di

anno e per ottenere sin da subito il meglio da chi vi sta attorno. Con la

vita sarà facile e di gran gusto. Siete senza dubbio tra i più ambiziosi

solita tenacia che vi contraddistingue riuscirete a portare avanti i

tra i segni zodiacali e, se saprete sfruttare questi nostri consigli, sarà

vostri progetti. Anche in amore, verso maggio, ritroverete

più facile unire prestigio e autorevolezza al giusto ritorno economico.

quell'armonia di coppia un po’ sopita. Se non avete in programma una

Curate il vostro look. Vi consigliamo di passare da Nizza32 per

vacanza a Natale, organizzatene una per il ponte del primo maggio,

prendere le scarpe I-SHU davvero originali. Via Nizza 32/i.

qualche giorno in anticipo di caldo sole e sale vi farà bene. Etichetta per bagaglio Roncato, da Baronio via Po 48.

Sagittario

Scorpione

23|11 21|12

23|10 22|11

Anche per voi sarà un anno eccellente. Dovrete però fare attenzione ai

Anche per i nati in questo segno Plutone sarà un valido aiuto in un

rapporti con quelle persone che da sempre nutrono invidie nei vostri

anno che generalmente appare roseo e proficuo. Dunque resistete

confronti soprattutto in ambito lavorativo. Da giugno avrete modo di

qualche mese all’inizio dell’anno e poi tutti i vostri progetti si

riconfermare le vostre posizioni e ottenere il giusto ritorno economico

concretizzeranno. Il nostro consiglio è di ascoltare i segnale del corpo,

che meritavate. Concedetevi una giornata alle terme e senza muovervi

non strafare, non affaticarsi troppo. Passate da Tiger corso Vittorio

troppo. Vi consigliamo QC Terme in corso Vittorio, il posto giusto per

Emanuele II 62.

regalarvi una giornata di relax.

21|01 19|02

Acquario

20|02 20|03

È l'anno delle decisioni incombenti, del susseguirsi di quesiti da

Sarà un anno indimenticabile. Non dovrete neppure decidere o

risolvere di media importanza che affolleranno la vostra mente, sino

scegliere: vivrete solamente giorni positivi. Lavoro, amore e salute:

ad arrivare a mettere in discussione anche il rapporto di coppia.

tutto filerà liscio come l’olio. Sarete solari, sorridenti, e pieni di

Tranquilli, alla fine ne uscirete bene. Ci vorrà del tempo e dovrete

iniziativa. Vi sentirete invincibili. Osate e acquistate per capodanno

tenere i nervi saldi ma per l'autunno avrete raggiunto la stabilita che

un pezzo unico per accogliere al meglio il passaggio al vostro

cercavate. Iscriversi alla palestra Il Pardo nel cuore di Torino, potrebbe

fantastico anno. Da Lovever via Rattazzi 3/A troverete certamente il

essere un buon modo per scaricare le tensioni.

capo perfetto.

160 | 12 . 2013 | Shop in the City

Pesci


Area Sport Spa - Via Aosta 8/N - Torino - 011.5536800 - www.area-sport.it


MESSAGGIO PUBBLICITARIO.

ONLINE O IN FILIALE SEMPRE A ZERO SPESE. E DI L A I L I F UOVA N A L I R SCOP 58 E E R B M E SETT X X A I V IN

O N I R O T

CONTO CORRENTE ARANCIO ZERO CANONE

ZERO

PER CARTA DI CREDITO VISA ORO

ZERO

PER PRELIEVI BANCOMAT

848.884.884 - ingdirect.it E IN FILIALE in Via XX Settembre 58 E PER CONSULTARE I FOGLI INFORMATIVI, LA DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE E IL DOCUMENTO INFORMATIVO MIFID RELATIVI AI SERVIZI OFFERTI DA ING DIRECT CHIAMA, COLLEGATI O VIENI IN FILIALE.


Shop in the City Dicembre 2013