Issuu on Google+

1


Un amico del suo respiro.

Soluzioni fisiologiche isotoniche per liberare il naso dalle secrezioni in eccesso e prevenire la formazione di tappi di cerume nell’orecchio. Nebul Spray 120 ml

Nebul A 2 ml Aspiratore nasale per neonati Aiuta a liberare il nasino dalle ostruzioni del muco, facilitando sonno e poppata

+ 3 beccucci morbidi usa e getta SENZA FTALATI, SENZA BISFENOLO A

Soluzione fisiologica MONODOSE per L’AEROSOLTERAPIA.

Soluzione fisiologica BIOMARINA per NASO e ORECCHIO. Nebul 5 ml Soluzione fisiologica sterile per il NASO.

Ricambi beccucci aspiratore

10 e 20 pezzi

Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d’uso. Aut. alla pubbl. su domanda del 21/09/2011

2 2

NEBUL_ELEFANTE.indd 1

Linea Nebul per adulti, bambini e neonati.

21/10/11 15:25


editoriale

Il Presidente di FEDERFARMA Vicenza Alberto Fontanesi

Cari lettori, anche in questo numero abbiamo il piacere di segnalarvi importanti iniziative delle Farmacie vicentine. Sta avendo molto successo il servizio Pharmaround che consente di individuare la farmacia aperta più vicina al cittadino grazie ad un semplice SMS. Non serve più ricercare affannosamente la farmacia di turno, grazie al numero 339 99 41 112 riceverete il nome, l’indirizzo ed il numero di telefono della farmacia aperta più vicina a voi. Dopo il test sulla malattia celiaca, questo mese le farmacie hanno dato spazio alla “Giornata mondiale contro il diabete”, far conoscere e sensibilizzare la cittadinanza sulla malattia diabetica è importantissimo per attuare tutte le possibili strategie per la corretta prevenzione. E’ con soddisfazione che, come negli anni passati, vi invito a partecipare all’evento culturale pensato nel periodo che precede le festività natalizie. Quest’anno proponiamo uno spettacolo di immagini, suoni e parole curato dal dott Giustino Chemello per il 6 dicembre prossimo e descritto a pagina 6. Un occasione per incontrarci e per scambiarci gli Auguri per un felice Natale ed un anno nuovo ricco di soddisfazioni e di salute. Alberto Fontanesi

FEDERFARMA

VICENZA

Editore: B & B Agency sas

Direttore Responsabile

Per la pubblicità in questo Periodico: 348 2742972 - 3474319364 0445 370899 fax 0445 378938 bassottoeditore@virgilio.it

Direttore Valerio responsabile: Bassotto Valerio Bassotto bassotto.valerio@libero.it Bassotto.valerio@libero.it Stampa: Stampa Industrie Grafiche Vicentine S.p.A. Tipografia via Rovereto, Sartore 20 - 36030 Costabissara (VI) www.igv.it Fontaniva (Padova) info@igv.it

www.tipografiasartore.it

3 3


44


informazioni e consigli del farmacista

Un nuovo importante servizio gratuito offerto dalle Farmacie vicentine a cura dott. Giovanni Cardi - farmacista Federfarma Vicenza, l’Associazione che raggruppa le oltre 200 Farmacie della Provincia, ha ricevuto nei giorni scorsi diverse attestazioni di interesse e

possibilità di accedere al servizio gratuito che permette di raggiungere facilmente la Farmacia aperta più vicina.

di plauso sia da parte delle istituzioni pubbliche che dal comparto sanitario ma anche da semplici cittadini, per aver ideato con Farberica e prodotto con Develon e T-Net Consulting il servizio denominato Pharmaround.

La procedura di utilizzo del servizio è semplice ed intuitiva: inviando un sms al numero 339 9941 112, scrivendo la via, se conosciuta e la località nella quale ci si trova, si riceverà immediatamente un sms con l’indirizzo e il telefono di almeno una del-

Già negli anni precedenti era stato promosso un prodotto simile denominato “Trova farmacia” che purtroppo è stato cancellato per l’introduzione da parte di Telecom di nuove numerazioni. PHARMAROUND è un servizio innovativo frutto

le farmacie aperte più vicine. Il servizio è totalmente gratuito, attivo 24 ore su 24 e disponibile anche all’indirizzo internet www. pharmaround.it dove esiste anche come web app per lo smartphone.

della precedente esperienza e destinato a tutti colo-

In questo caso si visualizzerà la mappa con le indi-

ro che devono trovare una farmacia; infatti il servizio fornisce in tempo reale l’indirizzo, la distanza dal luogo in cui si trova l’utente e il numero di telefono della farmacia aperta che è possibile contatta-

cazioni stradali. E’ in fase avanzata di studio la possibilità di estendere il servizio di telefonia dai numeri fissi. Questo nuovo servizio, Pharmaround, è ideato ed

re, più vicina al richiedente. Con Pharmaround tutti i giorni, giorno e notte,

offerto dalle Farmacie Vicentine, sempre vicine e sensibili alle esigenze della popolazione.

l’utente stanziale, di passaggio o il turista hanno la

Trova la farmacia aperta più vicina

5 5


L’arte e la Cultura

La farmacia ama l’arte importante appuntamento con l’artista Giustino Chemello

Anche quest’anno Federfarma Vicenza organizza un evento culturale di grande respiro in prossimità delle festività natalizie. Martedì 6 dicembre si terrà lo spettacolo di immagini, musica e parole “ Perchè tanta assenza di te non è più possibile” ispirato all’opera omonima di Giustino Chemello. In sala le opere fotografiche dell’autore saranno sottolineate dalle musiche originali di Sergio Fedele eseguite dal vivo e dalle voci recitanti di alcuni attori vicentini del Gruppo Teatrale La Trappola.. invito.indd 1

“Questo libro di novantanove doppie pagine è un dialogo tra la parola e l’immagine. E’ un’esplorazione di sè e del mondo, attraverso una narrazione e non una spiegazione. Per questo ti permette di entrare libero, senza condurti e senza costringerti ma lasciandoti andare all’esperienza che ti sta venendo incontro. E’ un racconto fatto di immagini che evocano altri paesaggi, emozioni, suggestioni che si aprono, come le bambole matriosche e non chiudono in una risposta rigida, fissa, immobile. L’immagine dialoga con il testo e insieme risuonano dentro il vissuto di chi guarda e legge in un gioco di immedesimazioni, risonanze, rivisitazioni, simboli. E ‘ un libro che propone parole che ognuno di noi cerca e certe volte non trova per esprimere sentimenti, tensioni, desideri, motivazioni, per arrivare ad un incontro con la bellezza e l’armonia che offrono pace e speranza di vita. E’ un libro vivo, che non si dimentica su scaffali polverosi e abbandonati ma ci segue. Il chiaro e lo scuro illuminano quel luminoso intervallo che unisce le parti: la creatività del cuore, alimentando un amore per tutto ciò che ci attraversa e che abbisogna di riconciliazione e non di strappi. Per entrare si possono chiamare quelle forze che nutrono la curiosità e la immaginazione, senza le quali l’uomo si spegne, adagiandosi e rischiando di diventare una funzione e non più un viaggiatore consapevole del mondo che ci ospita.” Abbiamo chiesto all’autore Giustino Chemello come è arrivato a produrre delle opere così particolari e uniche dove immagine, parola e suono si fondono e si completano a vicenda l’una esaltando l’altra. Appare subito chiaro infatti al lettore che ogni foto va vista

66

ed “ascoltata”, grazie alle parole che accompagnano.

08/11/11 12:32

La parola evoca, fa sognare, lascia intuire quello che si nasconde dietro l’immagine. “Per vent’anni ho annotato in un quaderno le parole che immaginano la vita e poi le ho sposate a fotografie che immaginano un palcoscenico su cui recitarle. Non ho mai avuto il coraggio della solitudine e in esse trovo la compagnia ideale, quella che mi avvolge nello stato d’animo della malinconia, che è la forma più giusta per sedermi vicino e parlarmi. Nella mia vita ho perso tutte le briciole di verità che religione e ideologie mi avevano messo in tasca. Ora credo solo nell’arte. Ho pubblicato queste parole/immagini in un libro e adesso lo voglio presentare al mondo perché è nel mondo che si confonde. Ci sono libri che ti mettono il vestito della festa e ti portano in giro a ciondolare per le strade. Questo ti sprofonda dentro di te e ti pare d’infilarti nel pigiama della tua anima.”

Il Presidente Alberto Fontanesi ed il Consiglio di Federfarma Vicenza vi invitano a questo evento culturale che si terrà presso l’Auditorium di Via Fusinieri 8 Bolzano Vicentino - Vicenza - martedì 6 dicembre alle 21. www.giustinochemello.com


speciale ULSS 5 Arzignano

Un Ente in lotta contro il dolore

Umanizzazione delle cure

L’Ulss5 ha dato vita alla U.O.S.D. Cure palliative, che persegue finalità di intervento multidisciplinare orientate sia all’erogazione di prestazioni assistenziali squisitamente sanitarie che a strutturare un programma di sostegno e tutela della qualità di vita del malato e della sua famiglia nelle fasi estreme della sua vita. Le cure palliative si occupano in maniera attiva e totale dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti che prolungano la sopravvivenza. Il controllo del dolore e di altri sintomi invalidanti,nonché l’attenzione agli aspetti psicologici, sociali e spirituali, sono contributi di fondamentale importanza in un approccio attento e di qualità. Quindi da un’anno opera presso questa ULSS il “Nucleo di cure palliative”, che lavora con l’obiettivo di garantire la cura ed il miglioramento della qualità di vita per i pazienti terminali, privilegiando l’assistenza domiciliare. Dal mese di gennaio 2011 sono state seguite 153 persone in fase di fine vita, di cui 78 decedute. La percentuale di decesso in ospedale è del 17%, a domicilio il 56%, mentre nel restante 27% dei casi i pazienti sono deceduti in strutture sanitarie territoriali (principalmente in Ospedale di Comunità). Il nucleo di cure palliative ha una organizzazione basata sul lavoro in équipe e sulla semplicità, consta di due medici, si avvale della grande, professionalità degli infermieri dell’assistenza domiciliare, e opera a stretto contatto con il medico di famiglia. Viene attivato con una semplice telefonata dal medico di famiglia o dall’ospedale o dal paziente stesso. Si attiva subito senza alcuna burocrazia e lo staff può raggiungere in giornata l’ammalato e la famiglia garantendo una copertura telefonica 24 ore su 24.

Nuova Risonanza di tipo settoriale

Dalla fine di agosto è operativa presso la nostra Ulss una nuova risonanza magnetica di tipo settoriale. L’apparecchiatura specificamente dedicata all’esame delle articolazioni (piede, caviglia, ginocchio, mano, polso, gomito) permette di ottenere molti vantaggi per il paziente infatti l’esame viene effettuato in un apposita poltoncina mobile esterna e si inserisce nell’apparecchiatura solo l’estremità interessata eliminando i disagi collegati all’esecuzione di una risonanza fra i quali importante è la sensazione di claustrofobia. Inoltre si riducono i tempi di attesa sia per questi pazienti e sia, soprattutto, per quelli della risonanza generale che viene dedicata esclusivamente per le prestazioni più importanti.

Esami di laboratorio: risultati direttamente a casa grazie ad internet.

Dal 16 maggio, l’Azienda Ulss 5 ha attivato una nuova modalità di consegna dei referti del Laboratorio Analisi. Il “referto” va verso l’assistito, ovunque si trovi e purché disponga di un collegamento a Internet. Vantaggi: non più code allo sportello per il ritiro del referto, possibilità di leggere il documento in qualsiasi orario anche su molti dispositivi mobili (come l’Ipad di Apple) e possibilità di inoltrarlo al proprio medico curante tramite un messaggio di posta elettronica. E’ sufficiente che, all’atto del prelievo, l’assistito chieda all’operatore di sportello, la consegna del referto via Internet e proceda contestualmente al pagamento del corrispettivo richiesto. In questo modo gli verrà consegnato un “promemoria” contenente due parole chiave (il codice fiscale dell’assistito stesso e il cosiddetto PIN CODE). Dopo la data indicata sullo stesso promemoria, l’interessato potrà accedere al sito dell’Azienda Ulss 5 da una qualsiasi postazione collegata a Internet, nella sezione “Consegna referti on-line” e, seguendo delle semplici istruzioni, digitare le parole chiave ricevute per visualizzare e/o scaricare il proprio referto. È importante sottolineare, a proposito della protezione della privacy, che chi non é dotato delle due parole chiave non può accedere in alcun modo al referto e che ogni referto è legato a una diversa coppia di parole chiave. Infine, è anche necessario ricordare che, nel rispetto delle linee guida in tema di referti on-line, emanate dal Garante per la protezione dei dati personali, ogni singolo referto resterà disponibile via Internet per 45 giorni dalla sua pubblicazione.

Nuovi ambulatori pediatrici

Nel mese di settembre 2011 sono stati attivati gli ambulatori pediatrici di Gastroenterologia e Pneumoallergologia a completamento dell’offerta specialistica pediatrica presso l’Azienda Ulss 5, già avviata alla fine di marzo 2011 con gli ambulatori di Endocrinologia e Diabetologia – Obesità. L’attività ambulatoriale avrà cadenza quindicinale e si potrà accedere alla visita con la richiesta del pediatra curante, previa prenotazione al numero verde del CUP 800 21 25 25.

77 7


88


speciale ULSS 4 Schio/Thiene

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE 2011 - 2012

Offerta gratuita della vaccinazione La vaccinazione antinfluenzale verrà offerta gratuitamente alle seguenti categorie di persone: 1. Soggetti di età pari o superiore a 65 anni; 2. Bambini di età superiore a 6 mesi, ragazzi e adulti affetti da patologie croniche; 2. Donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; 3. Individui di qualunque età ricoverati presso strutture Il 7 novembre, ha preso il via ufficialmente la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2011-2012 organizzata per lungodegenti; 4. Medici e personale sanitario di assistenza; dall’ULSS 4. 5. Conviventi e/o personale addetto all’assistenza L’influenza è una delle malattie di maggior impatto nella nostra società, sia perché l’epidemia si manifesta in breve di soggetti a rischio (tale categoria di soggetti diventa un tempo interessando un elevato numero di persone, sia per importante elemento per l’interruzione della catena di le complicanze che possono insorgere in alcuni gruppi di trasmissione); 6. Soggetti addetti a servizi pubblici di primario popolazione, quali le persone anziane e le persone affette da interesse collettivo; patologie croniche. 7. Personale che per motivi occupazionali è a contatto La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace e sicuro con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da per prevenire la malattia E’ sufficiente una sola dose di vaccino. Una volta assunto, il virus influenzali non umani. vaccino inizia la sua protezione a distanza di due settimane Anche chi non rientra nelle categorie a rischio può effettuare per poi durare circa sei mesi. Solitamente è ben tollerato e la vaccinazione, rivolgendosi al proprio medico per la solo in pochi casi si possono verificare effetti collaterali prescrizione del vaccino, oppure recandosi direttamente nelle come arrossamento, gonfiore e dolore nel punto di iniezione, sedi vaccinali predisposte. La vaccinazione è a pagamento. malessere e febbre leggera di breve durata. Informazioni sulla campagna di vaccinazione, sul vaccino utilizzato, sulle precauzioni da adottare per evitare il Strategia vaccinale La collaudata macchina vaccinale dell’ULSS 4 Alto Vicentino diffondersi dei virus possono essere richieste: è organizzata e sostenuta dal Servizio Igiene e Sanità Pubblica con la collaborazione di varie figure professionali operanti sul - a partire dal 24 ottobre 2011 al numero verde 800 544 477, territorio. Come ogni anno, l’azienda invia una lettera di invito attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 per la somministrazione del vaccino ai gruppi di soggetti con - consultando il sito dell’ulss 4: www.ulss4.veneto.it patologie croniche e a tutti gli ultrasessantacinquenni. - Le persone considerate a rischio riceveranno la lettera d’invito a recarsi nell’ambulatorio del proprio medico Il sistema di sorveglianza dell’influenza Per controllare l’andamento della sindrome influenzale di famiglia. - Le persone ultrasessantacinquenni riceveranno lettera negli ultimi anni è stato istituito un sistema di sorveglianza internazionale. Dal monitoraggio dello scorso anno nel d’invito per sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale in una delle sedi vaccinali capillarmente organizzate su tutto il territorio. La possibilità di vaccinarsi in vari punti periferici potenziati è finalizzata ad accogliere al meglio gli utenti e consentire la vaccinazione evitando lunghi tempi di attesa. Gli organizzatori della campagna chiedono cortesemente di rispettare, per quanto possibile, l’indicazione della sede periferica specificata nell’invito. - Per i bambini e gli adolescenti fino ai 15 anni affetti da patologie a rischio, il punto di riferimento per la vaccinazione sarà, come in passato, l’ambulatorio vaccinale del proprio Distretto Socio-Sanitario, previo appuntamento telefonico. E’ necessario contattare gli operatori del Distretto SocioSanitario di appartenenza ai seguenti numeri telefonici: territorio dell’Azienda Ulss 4è stato rilevato un incremento - Schio: tel. 0445 598200 (dalle 8.30 alle 13.00) di influenza a partire dalle ultime settimane del 2010, - Thiene: tel. 0445 389581 (dalle 8.30 alle 13.00) - Per i pazienti non deambulanti, la vaccinazione raggiungendo il picco epidemico nel mese di febbraio 2011. sarà effettuata a domicilio, su indicazione medica, previo Quattro persone, non vaccinate, sono state ricoverate in ospedale per complicanze da influenza, di questi 2 erano appuntamento telefonico ai numeri sopra indicati. - Nei presidi ospedalieri verrà implementata appartamenti a categorie a rischio e 2 della fascia over 65 anni. l’informazione e l’offerta della vaccinazione antinfluenzale Negli ultimi anni la malattia non ha mai superato la soglia epidemica negli ultra 65enni, confermando l’efficacia della agli operatori sanitari e ai degenti. vaccinazione.

9 9


informazioni e consigli del farmacista

14 novembre 2011: Giornata Mondiale contro il diabete. Lo slogan scelto quest’anno è : “Agiamo contro il diabete. Ora.” a cura dott Maddalena Galvan - farmacista

Questa patologia uccide 1 persona ogni 8 secondi, 4 milioni di persone all’anno, per questo il diabete non può e non deve essere ignorato: 4 milioni di vite perdute ogni anno, 1 milione di amputazioni e conseguente peggioramento della qualità di vita. Il diabete non fa discriminazioni: colpisce tutte le età, ricchi e poveri di tutti i paesi. Per questo dobbiamo agire subito assicurando cure, educazione, farmaci e tecnologie. ll Diabete Mellito è una condizione caratterizzata da un patologico aumento della concentrazione di glucosio nel sangue. Responsabile di questo fenomeno è la mancanza assoluta o relativa di insulina, ormone secreto dalle insule di Langherhans del pancreas ed indispensabile per il metabolismo degli zuccheri. Si ritiene normale la glicemia fino al valore di 110 mg/dl, i valori compresi fra 110 e 125 definiscono la condizione di alterata glicemia a digiuno. Una patologia cronica quale il diabete comporta anche particolari difficoltà psicologiche, trattandosi di una condizione fisica con la quale si deve imparare a fare i conti quotidianamente. Primo fondamentale problema è l’accettazione della diagnosi, spesso accolta da un vero e proprio rifiuto: per superarlo, il paziente deve quindi riuscire ad arrivare ad assumersi la responsabilità della propria salute, convincendosi che, se seguirà con regolarità e attenzione la terapia, le norme di autocontrollo e i corretti comportamenti alimentari, potrà gestire bene la situazione. In altre parole, che la possibilità di stare bene, pur con il diabete, c’è ed è nelle sue mani. Essenziali in questa fase sono l’aiuto del diabetologo e dello psicologo, ma anche la condivisione dell’esperienza con altri diabetici. Ulteriore problema nasce dal rapporto con gli altri, i non diabetici, dal timore di non essere accettati, di essere oggetto di sciocchi pregiudizi, di essere considerati “diversi”. Infatti, tanto meglio si padroneggia la propria condizione di diabetico quanto più si è accettati dalle persone con cui viviamo e lavoriamo. La reazione più frequente della persona diabetica è quella di tacere il proprio stato: ciò in realtà può essere causa di maggiore stress che parlarne apertamente. I risvolti psicologici del problema sono molteplici e diversi a seconda delle età (per esempio, una attenzione particolare va prestata al bambino, specialmente nell’ambiente scolastico) e dei rapporti fra le persone (per esempio, una diagnosi di diabete può rischiare di alterare gli equilibri della coppia). La questione psicologica si deve dunque allargare anche ai soggetti che diabetici non sono, perché dalla loro comprensione della re-

10 10

altà, senza preconcetti, non può che venire un grande beneficio al diabetico. Perciò è importante sensibilizzare le persone su questa malattia ed attuare tutte le possibili strategie per la prevenzione.

In molte farmacie vicentine è possibile effettuare l’autoanalisi della glicemia con un semplice prelievo di sangue dal polpastrello di un dito. In pochi minuti si può avere un valore di riferimento molto importante, soprattutto se in famiglia esistono già dei soggetti diabetici. Rivolgetevi con fiducia al vostro farmacista: una semplice analisi può tenere sotto controllo il vostro “rischio-diabete”.


informazioni e consigli del farmacista

MENO RISCHI NELLE TERAPIE a cura dott Gianni Cogato farmacista, giornalista e pubblicista Malasanità è parola che compare quando emergono fatti molto gravi nella cura dei malati. Talvolta è abusata perché di per sé la medicina è complessa e l’errore umano è sempre in agguato. Il sistema sanitario, occupandosi di problemi di salute, fatalmente risulta fra i più rischiosi e imprevedibili. Sotto il profilo dell’organizzazione c’è tuttavia ancora molto da fare. Si stima che il trenta per cento delle attività sanitarie possa portare ad eventi indesiderati avversi ma solo una bassa percentuale di questi sia da attribuire all’incompetenza dei singoli operatori mentre il novanta per cento è dovuta all’organizzazione inadeguata. Scambio di paziente in chirurgia o interventi sul lato sbagliato o scambi di bombole di gas medicali sono eventi per fortuna rari ma dovuti in genere al sistema organizzativo. E’ in corso un grande dibattito internazionale nel mondo sanitario per dare una risposta organizzativa al bisogno di ridurre numero e gravità degli errori ed i loro costi, con obiettivo la sicurezza dei pazienti. Si tratta di raggiungere un’elevata gestione del rischio-clinico, Clinical Risk Management, intervenendo sui punti maggiormente critici. Fino a poco tempo fa tale tecnologia per aumentare l’affidabilità del sistema sanitario era limitata ai reparti e ai servizi farmaceutici degli ospedali e delle cliniche universitarie. Ora la cultura assistenziale si sta spostando dall’ospedale, riservato ai malati acuti, al territorio. L’ottanta per cento degli atti sanitari viene erogato sul territorio ed in Veneto si sta attuando un progetto in tal direzione attraverso l’Agenzia Regionale socio sanitaria. Farmaci sempre più potenti e delicati verranno affidati alla responsabilità gestionale delle farmacie territoriali previa intensificazione dei corsi di aggiornamento permanente per farmacisti. LE FARMACIE, DISPOSTE A RETE SUL TERRITORIO, SONO NODI CRUCIALI DELLA RETE ASSISTENZIALE SANITARIA, che si integra con ospedali, medici di medicina generale, pediatri di base, distretti, infermieri. Nel sistema non agiscono solo professionalità sanitarie ma anche management, ingegneria, informatica, sociologia, che devono agire in sintonia onde non si ripetano sbagli addirittura a livello normativo, come quando in nome della mitizzata privacy si stabilì di eliminare il nome del malato dalle ricette e il nome del medicinale dal bollino autoadesivo. Provvedimenti decaduti perché eliminavano dati preziosi per prevenire o correggere eventuali errori farmacologici. La prevenzione del rischio clinico si basa sulla rilevazione degli eventi avversi in tutta la filiera delle cure. I più avanzati in tal senso sono i governi australiano e danese che, per facilitare le segnalazioni “senza rimprovero” vietano di utilizzare i dati delle segnalazioni a scopo giudiziario, a

salvaguardia del principio generale del segreto professionale. Le ricerche si sono già concretizzate in decine di raccomandazioni verso l’assistenza sanitaria ospedaliera e anche territoriale. Farmacie pilota in tal senso appartengono in Veneto alle Province di Belluno e Vicenza, coordinate in questa dal Dott. Vittorino Molini Ballici del Consiglio di Federfarma Vicenza. Dopo la ricerca sono state adottate raccomandazioni in merito ai punti critici emersi. Particolare attenzione a farmaci diversi con nomi simili tipo Deflan e Daflon, Lanoxil, Laroxil, Xalatan, e Xalacom; a medicinali con lo stesso nome ma dosaggio diverso sulla stessa ricetta oppure con rapporti diversi di dosaggio (Plaunazide 20 mg + 12,5mg o 20 mg+25 mg) o in ordine invertito dosi e dosaggio oppure ricette scritte a mano con grafia approssimativa o peggio abbreviazioni come cpr che starebbe per compresse a rilascio modificato; prescrizioni scritte sotto dettatura e non controllate oppure scritte al computer ma in cui sbagliando riga si è sbagliato il dosaggio; delicatissime le prescrizioni in dimissione ospedaliera con verifica di interazioni con eventuali farmaci già in uso, spiegazioni a parenti o badanti che vanno aiutati anche con pittogrammi. Fa parte della sicurezza sull’uso dei medicinali anche il freno all’abuso degli stessi, che non dà più salute ma più pericolo. Assai fuorviante per la concezione comune sarebbe banalizzare a merce i farmaci, allargando l’accesso di ormoni, stupefacenti, sostanze dopanti, ipnotici, chemioterapici, in strutture come i supermercati che adottano come principio diffuso lo stimolo al maggior consumo mediante la vendita d’impulso. PORTEREBBE A DIFFONDERE LA CREDENZA CHE I FARMACI SIANO BENI DI CONSUMO CHE SI POSSONO USARE SOSTANZIALMENTE COME GLI ALIMENTI CON AUMENTO DELL’ABUSO E GRAVE PREGIUDIZIO PER LA SALUTE PUBBLICA. Il Pubblico potere nel caso specifico le Regioni sono le titolari dell’assistenza farmaceutica, gestita in regime di concessione attraverso le farmacie pubbliche e private. Questa riserva è riconosciuta anche dalla Comunità Europea essendo giustificata dall’interesse generale di “tutela della Sanità pubblica”.

11 11


12 1 2


13 13


14 14


speciale Ulss 3 Bassano del Grappa

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE 2011 - 2012 Il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria ULSS n. 3, Valerio Alberti, ha chiesto la collaborazione degli organi di informazione, per far conoscere a tutte le persone anziane e ai soggetti a rischio la possibilità di ricorrere – gratuitamente, anche quest’anno – alla vaccinazione anti-influenzale. Anche su questa rivista, quindi, pubblichiamo ogni informazione utile per accedere a questo servizio nella stagione stagione 2011 – 2012. L’unica vera prevenzione per l’influenza è la profilassi vaccinale. La composizione del vaccino cambia ogni anno, in base ai ceppi virali circolanti. Per la stagione 2011-12, l’OMS ha indicato che la composizione del vaccino per l’emisfero settentrionale sia la seguente: - antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1); - antigene analogo al ceppo A/Perth/16/2009 (H3N2); - antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008. Nell’ULSS n. 3, la vaccinazione per i soggetti a rischio è stata messa a disposizione negli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta, dai primi giorni del mese di novembre. Per le strutture protette (Case di Riposo, RSA, ecc.) la vaccinazione degli ospiti verrà effettuata sul posto. Il vaccino antinfluenzale è indicato per la protezione di tutti i soggetti che desiderano evitare la malattia influenzale e che non abbiano specifiche controindicazioni alla sua somministrazione. 1. Soggetti di età pari o superiore a 65 anni; 2. Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da: * malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio * malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite * diabete mellito e altre malattie metaboliche * malattie renali con insufficienza renale * malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie * tumori * malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV * malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali * patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici * patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari) 3. Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale 4. Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza

5. Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti 6. Medici e personale sanitario di assistenza 7. Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio 8. Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori * forze di polizia * vigili del fuoco * altre categorie socialmente utili (è facoltà delle Regioni/PP.AA. definire i principi e le modalità dell’offerta a tali categorie). * è pratica internazionalmente diffusa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale da parte dei datori di lavoro ai lavoratori particolarmente esposti per attività svolta e al fine di contenere ricadute negative sulla produttività. 9. Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero essere fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, macellatori, veterinari, trasportatori di animali vivi, ecc.)

RICORDIAMO INOLTRE…

La trasmissione interumana del virus dell’influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie. Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell’influenza. Sono quindi raccomandati: 1. Lavaggio delle mani o uso di gel alcolici (Fortemente raccomandato ) 2. Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani) Raccomandato 3. Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale Raccomandato 4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali) Raccomandato. Queste misure NON SOSTITUISCONO quelle basate sull’utilizzo della vaccinazione, ma aiutano a diminuire la propagazione del virus.

15 15


Campagna promossa da

FONDAZIONE PER L’INCREMENTO DEI TRAPIANTI D’ORGANO E DI TESSUTI O.N.L.U.S.

“Dai tempo alla vita!” Aiuta la ricerca sul trapianto DAL 20 NOVEMBRE AL 10 DICEMBRE 2011 DONA 2 EURO CON UN SMS AL

45507

Il piccolo Tommaso, Federico, Cristina, Giovanna, Stefano, Luigi e Natascia. Sette storie per tutti quelli che dopo il trapianto sono tornati a vivere una vita meravigliosamente normale. L’organo che hanno ricevuto in dono, però, potrebbe non durare quanto la loro vita. Aiuta i ricercatori a sconfiggere il rigetto cronico.

OPPURE PUOI DONARE SEMPRE: CON UN VERSAMENTO BANCARIO Intestato a Fondazione FITOT O.N.L.U.S. Banca Popolare di Verona IBAN: IT38 J 05188 12100 000000004220 CON UN VERSAMENTO POSTALE Presso tutti gli uffici postali, con un bollettino intestato a F.I.T.O.T. c/c N. 001001567344 ON LINE SU www.fitot.it alla voce DONA CON CARTA DI CREDITO

www.fitot.it seguici su

www.facebook.com/fitot.trapianti

sms da cellulari privati al costo di 2€

Campagna sostenuta da chiamata da rete fissa al costo di 2€

16 16


Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sul trapianto. Dal 20 novembre al 10 dicembre 2011 dona due euro al 45507. E’ convinzione diffusa che il sistema della sanità veneta sia il migliore e il più organizzato d’Italia. Ciò si riscontra soprattutto nel settore dei trapianti. Esso non si basa solamente sulle strutture ospedaliere, sulla rete dei coordinatori, sulle elevate professionalità dei medici. Il sistema regionale dei trapianti si è altresì strutturato con organizzazioni snelle, autonome, gestite con criteri privatistici: sono la Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, con sede a Mestre; la Fondazione Banca dei Tessuti del Veneto, con sede a Treviso; la FITOT - Fondazione per l’Incremento dei Trapianti d’Organi e Tessuti, con sede a Padova. Pochi dati possono bene esplicitare quanto affermato. E Vicenza contribuisce con il 25%. La Banca degli Occhi, cui confluisce tutto il Veneto, lo scorso anno ha raccolto e lavorato complessivamente 3.137 cornee e 647 bulbi, risultando la prima in Europa in questo settore; 2.550 persone hanno ritrovato una qualità di vita migliore grazie al trapianto di cornea. La Banca dei Tessuti è valorizzata sempre più. Dalla sua istituzione nel 2000 sono stati 28.680 i pazienti trattati con tessuti raccolti e lavorati dalla Banca. Nel 2010 sono stati distribuiti 5.131 tessuti. E’ la terza banca dei tessuti d’Europa. La FITOT è stata costituita dalla Regione Veneto nel 1995, conscia della necessità di un’azione incisiva per aumentare il numero dei trapianti e migliorarne i risultati. FITOT è stata dotata di personalità giuridica privata affinché possa agire con tempestività, flessibilità e con il necessario dinamismo. FITOT, in particolare, si è impegnata sui fronti della cultura della donazione, promuovendo attività di sostegno e promozione del concetto di scelta consapevole e informata, e della formazione, diventando una delle agenzie formative di riferimento per il Ministero della Salute e il Centro Regionale Trapianti. E fin dalla fondazione è stato chiamato a presiederla il Cav. del Lavoro Pilade Riello, che così si esprime: “Con grande entusiasmo

ho accettato di presiedere questa Fondazione perché, personalmente, ho sempre creduto importante restituire, attraverso un impegno nel sociale, parte di ciò che generosamente la vita mi ha donato.” E da questa affermazione prendiamo lo spunto per far rilevare un altro aspetto di questo nostro Veneto e dei suoi capitani d’industria, i quali, magari in età avanzata sentono il bisogno di un impegno nel sociale e nel volontariato. A partire dal 1987 quando il C.d.L. Piergiorgio Coin collabora con l’oftalmico prof. Giovanni Rana, per fondare la Banca degli Occhi. Quando recentemente la Fondazione voluta dal conte Giannino Marzotto ha lanciato l’idea di un concorso, fra gli studenti delle scuole della nostra provincia su “L’Italia che vorrei”, ha trovato un’incredibile adesione, a migliaia hanno risposto. Giannino Marzotto si è iscritto all’Aido tre anni fa, inviandoci una lettera di scuse per non averlo fatto prima. Nel 1994 è stata regolarmente costituita (ma operava già anni prima) una sezione autonoma della Lega Italiana per la lotta contro i tumori: cofondatore il cav. Nicola Amenduni. La Lega è oggi presieduta dall’alpino Gen. Domenico Innecco, già comandante della Zona Militare. Si potrebbe far cenno anche a Giancarlo Ferretto e Walter Giacometti. Ma credo che il messaggio sia chiaro e possa essere raccolto. Bruno Zamberlan, Presidente dell’Aido Vicentina

7 117


18 18

15


informazioni e consigli del farmacista

CADUTA CAPELLI: CAUSE E TRATTAMENTI A cura dott. Ilaria Schizzarotto - farmacista L’ inizio della stagione autunnale è per molte persone l’ avvio di stressanti cambiamenti: le prime malattie influenzali, tosse, raffreddore ma in molti si affacciano al problema della caduta di numerose quantità di capelli. Per capire meglio questo fenomeno è importante sapere come è strutturato il capello e quali cicli compie durante il suo periodo vitale. Il capello è costituito da tre parti: - STELO o FUSTO: è la parte esterna al follicolo pilifero, ha uno spessore tra i 65 e 78 micron nel capello di un adulto; - RADICE: è la parte interna al follicolo pilifero e si trova ancorata nella cute; - BULBO: alloggia nella parte profonda del follicolo pilifero, contiene due o tre file di cellule germinative sovrapposte a rapida riproduzione che costituiscono la MATRICE. Le cellule germinative della matrice si riproducono e spingono verso l’ alto quelle nate in precedenza; quando le cellule risalgono elaborano al loro interno la proteina cheratina, vanno quindi incontro al “processo di cheratinizzazione” diventando così sempre più rigide. Queste cellule all’inizio sono tutte uguali, successivamente si specializzano: alcune vanno a costituire la guaina epiteliale interna, altre invece vanno a costituire le tre parti strutturali del capello vero e proprio, cuticola, corteccia e midollo. Sopra alle cellule della matrice sono presenti alcuni melanociti che colorano il capello, immettendovi la melanina. Effettuando una sezione orizzontale del capello si potranno osservare tre parti: - cuticola: è la parte esterna, formata da una fila di cellule trasparenti e sottili, con l’estremità inferiore attaccata alla corteccia e quella superiore attaccata a livello del fusto. La cuticola è la prima parte ad essere danneggiata quando il capello subisce dei trattamenti aggressivi; - corteccia: è la parte più abbondante e intermedia, formata da cellule più grosse, contengono la melanina; - midollo: è la parte interna, formata da cellule arrotondate. I capelli veri e propri sono in media 160-240 per cm2 , il numero totale dei capelli dei giovani adulti varia da 90.000 a 150.000 e scende a 60.000 – 100.000 con l’ avanzare dell’età. Nel follicolo si alternano fasi di crescita e cicli di riposo. Nel corso del suo ciclo di vita un capello attraversa tre fasi: - ANAGEN (fase di crescita): la matrice produce le cellule che costituiscono il capello permettendogli di risalire lungo le pareti del follicolo; questa fase dura in media dai 2 ai 4 anni nell’uomo e 3-7 anni nella donna. - CATAGEN ( arresto delle funzioni vitali): il follicolo entra in una fase di “riposo”, in cui le cellule non si riproducono più. Il capello rimane nel cuoio capelluto, ma non cade né cresce. Questa fase dura un paio di settimane circa. - TELOGEN ( riposo funzionale): è il periodo terminale durante il quale il capello si trova ancora nel follicolo pilifero, ma le attività sono completamente cessate. Il capello prima di cadere rimane ancora sul cuoio capelluto per un po’

di tempo e infine si staccano senza dolore se si esercita una trazione modesta. Dopo circa tre mesi, se non sono intervenuti fattori nocivi a carico della matrice, nasce il nuovo capello. Le normali attività fisiologiche del capello prevedono una fase di nascita, crescita e infine morte che, in una matrice sana, riporterà alla nascita di un nuovo capello che ricalcherà le orme del predecessore: questo andamento si potrà ripercorrere per tutta la vita di una persona. È quindi normale un‘ accelerazione del ricambio nella maggior parte delle persone durante l’autunno e la primavera, soliti trovare quantità abbondanti di capelli sulle spazzole o nei lavandini dopo un lavaggio. Il problema invece si riscontra se, in seguito alla caduta, questo non ricresce. È importante utilizzare prodotti che rinforzano il capello e ne diminuiscono la caduta; in commercio si possono trovare: fiale da applicare direttamente sul cuoio capelluto, di solito si possono applicare sia su capello asciutto che bagnato. Le fiale sono i prodotti più concentrati di principi attivi quindi le più efficaci, spesso vanno associati shampoo rinforzanti e integratori orali specifici per la salute e qualità del capello per potenziare l’ efficacia delle fiale. La caduta può essere causata anche da situazioni di forte stress emotivo e fisico come durante intensi periodi di studio o lavoro, problemi familiari, attività sportive molto dure, o anche a causa di alterazioni del regime alimentare. In questi casi si possono utilizzare prodotti per l’igiene del capello con proprietà anticaduta o rinforzanti ma soprattutto risolvere la causa del grande stress. Anche farmaci come alcune classi di antibiotici o antidepressivi possono provocare un aumento della caduta del capello, fase telogen, che può migliorare alla sospensione della cura, anche se è sempre meglio trattare il capello con prodotti nutrienti e rinforzanti se la malattia è stata particolarmente debilitante. L’ alopecia infine è una diminuzione della qualità e quantità di capelli o la loro scomparsa spesso causata da fattori ormonali. In questi casi è importante consultare personale esperto per poter definire correttamente il tipo di calvizie e le cause ad essa correlata, e procedere con la giusta terapia. Per l’alopecia androgenetica vi sono prodotti in commercio contenenti principi attivi molto efficaci che vanno prescritti dal medico curante. È molto importante interpretare correttamente il tipo di caduta che colpisce l’ individuo e valutare insieme a medici e farmacisti il giusto trattamento da effettuare.

19 19


R DAL M T A UO C IS TA

’ NO V ITA12

FA

2 011/ 2

con PropolORO

www.IDEARE.eu

®

PER IL BENESSERE DELLA GOLA E DELLE PRIME VIE RESPIRATORIE PropolORO

®

è la denominazione di una associazione di Propoli Decerata ed Erisimo, pianta nota come “erba dei cantori”. Sono disponibili caramelle, sciroppi, gocce e spray orale per adulti e bambini.

Bardolino (VR) Italy Tel. +39 045 6770222 www.phytogarda.it

20 20 20

0


ULSS 6 Vicenza

Parte il Polo assistenziale Alzheimer Ha preso il via la seconda fase del progetto “Polo Assistenziale Alzheimer”, promosso dall’Azienda ULSS n. 6 “Vicenza”, dal Comune di Vicenza, dall’IPAB di Vicenza, dalla Conferenza dei Sindaci, da 9 Centri di Servizio e cofinanziato dalla Fondazione Cariverona. Questa seconda sperimentazione, coordinata dall’UOS Servizio Adulti Anziani, di cui è Responsabile la dr.ssa Emma Nardin, segue la prima già attuata all’interno del Comune di Vicenza nel periodo 2006/2009. La prima fase del progetto realizzata nel territorio cittadino, ha previsto la identificazione e l’incontro di tutti i servizi che operano nell’ambito della demenza. L’obiettivo era rappresentato dalla facilitazione dell’accesso ai servizi e dall’avvio di una attività di ricerca per individuare le nuove forme di supporto al malato di Alzheimer e alla sua famiglia. Nello stesso periodo più di 1200 persone sono state raggiunte dalle attività del progetto per un totale di oltre 2000 interventi erogati dai servizi. La demenza è uno dei problemi maggiori per la salute pubblica e per i sistemi di walfare del XXI secolo: 5,4 milioni di persone attualmente soffrono di demenza in Europa. Si stima che circa il 70% dei malati siano curati in casa da un familiare che spende più di 10 ore al giorno per l’assistenza al proprio congiunto. La richiesta di aiuto in questo ambito è pressante e in continuo aumento, e le numerose problematiche (di natura emotiva, medica, assistenziale, organizzativa) che vivono i familiari di un malato, hanno sollecitato gli Enti coinvolti a promuovere una seconda progettualità con servizi attività che saranno sviluppati non solo a Vicenza ma estesi a tutto il territorio dell’ULSS, con il coinvolgimento dei 4 Distretti Socio Sanitari, dei Comuni e dei Centri di Servizio residenziali per anziani. Questa seconda fase del progetto intitolata: “ Progetto Polo Assistenziale Alzheimer seconda fase. Biennio 2011-2013, consolidamento ed estensione delle attività su tutto il territorio ULSS. “ si caratterizzerà per un grosso impegno nei confronti della sensibilizzazione sulla malattia e della formazione di operatori sociali e sanitari, familiari e cittadini per attivare le risorse esistenti in ogni territorio con l’ottica di ricercare, insieme, nuove risposte concrete alle necessità del malato e delle famiglie. L’obiettivo principale che il progetto si prefigge è quello di accompagnare e sostenere “chi assiste”, per rendere meno gravoso il difficile lavoro assistenziale e per permettere al malato di restare il più a lungo possibile nel proprio nucleo familiare. L’impegno di spesa per il progetto è di un milione 293 mila euro sul quale interviene il contributo di 850 mila euro della Fondazione Cariverona che coprirà più del 65% dei costi. Il risultato è positivo: hanno aderito tutti i 39 Comuni dell’ULSS e 9 Centri di Servizio dislocati nel territorio (Centro Polifunzionale “Papa Luciani” - Altavilla Vicentina,

Opera Pia Raggio di Sole Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto UNITA’ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 “VICENZA” Azienda ex DD.LL.ggss. 502/92 e 517/93 N. 51/11 Dr.ssa Antonia Basso Responsabile U.O. Operativa Relazioni Esterne e Media Relations Email: comunicazione@ulssvicenza.it Tel. 0444 753165 - Casa Soggiorno “A. De Giovanni” - Barbarano Vicentino, Residenza “Villa Caldogno” – Caldogno, Casa di Riposo “Serse Panizzoni” - Camisano Vicentino, IPAB Centro Servizi Anziani – Dueville, Fondazione Luigia Gaspari Bressan o.n.l.u.s. - Isola Vicentina, IPAB “Suor Diodata Bertolo” – Sandrigo, Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus - San Giovanni in Monte Casa di Riposo “Michelazzo” – Sossano). Diverse sono le azioni previste dal progetto. * Percorsi di formazione per gli operatori professionali degli enti aderenti. Il I° Seminario che si volgerà il 22 ottobre p.v. su “DEMENZA : LA STORIA NATURALE DELLA MALATTIA E LE SUE CRITICITA” vede la partecipazione di 240 operatori dei servizi socio-sanitari. * Percorsi formativi rivolti “a chi cura” (assistenti familiari/ badanti, familiari e volontari) per migliorare le competenze di “chi si prende cura” nella gestione a domicilio dei malati; * procedure e percorsi assistenziali per migliorare la presa in carico del paziente demente attraverso l’articolazione territoriale dei servizi specialistici e il coinvolgimento dei medici di medicina generale; * Scuole per i familiari quale ulteriore forma di sostegno a familiari e persone che prestano assistenza. * Già avviata anche l’accoglienza temporanea di sollievo alle famiglie che prevede un accoglimento temporaneo del paziente presso Centri di Servizio Residenziali, della durata media di 30 giorni. * Già attivati anche i Gruppi di auto mutuo aiuto per familiari e/o caregiver che offrono opportunità di incontro e condivisione dei vissuti individuali di chi assiste e di chi cura, con la possibilità di preziosi suggerimenti per chi vive lo stesso problema. * A breve sarà disponibile, inoltre, lo Sportello Informativo Alzheimer, quale punto telefonico di ascolto delle famiglie e per fornire informazioni sui servizi e sui supporti dedicati.

21 21


Farmacie di Turno

FARMACIE DI TURNO Novembre - Dicembre 2011

TURNI DAL 19 NOVEMBRE AL 26 NOVEMBRE 2011

BRENDOLA Farmacia Liviero Snc

ASL 4 CHIUPPANO

Via B.Croce n. 2 – Tel. 0444/400836

Farmacia Pasin Snc Via Matteotti – Tel. 0445/891152

BASSANO DEL GRAPPA

ASL 6

MONTE DI MALO Farmacia Dr. Frigo

Farmacia Dr. Scaroni Lodovico Viale Vicenza n. 85 – Tel. 0424/502102

VILLAGA

SAN ZENO DI CASSOLA Farmacia Dr.ssa Patella Claudia

Farmacia Dr. Giaretta Via Berico Euganea n. 43/a – Tel. 0444/885768

SCHIO Farmacia Rossi Snc Via S.Croce n. 8 – Tel. 0445/671048

OLMO DI CREAZZO

THIENE

Farmacia Dr. Mattiello Viale Italia n. 96 – Tel. 0444/520481

Farmacia Dr. Cinzano C.so Garibaldi n. 58 – Tel. 0445/361609

MONTEGALDA Farmacia Dr. Pietrogrande Via D.Cattaneo n. 18 – Tel. 0444/737181

VALDASTICO (FINO ALLE ORE 21.00) Farmacia Dr.ssa Buora Via R.Margherita n. 25 – Tel. 0445/745009

CALDOGNO/CENTRO Farmacia Dr. Zanoni Via Risorgimento n. 21 – Tel. 0444/905520

ASL 5

ASL 3

Via Gecchelina – Tel. 0445/605344

Via Monte Asolon n. 5 – Tel. 0424/833779 SAN NAZARIO Farmacia Dr. Comacchio Sergio Via Europa n. 32 – Tel. 0424/98495 ASIAGO Farmacia Chimica Bortoli Sas Dr. Ballici Molini Vittorino Piazza II° Risorgimento n. 23 – Tel. 0424/462112 ASL 4 BREGANZE Farmacia Dr. Sartori Via Mazzini n. 19 – Tel. 0445/873113 PIOVENE ROCCHETTE Farmacia Alla Madonna Dr. Rohr Snc P.Le Vittoria n. 62 – Tel. 0445/650068 SCHIO Farmacia Dr. Breda Via Pasubio – Tel. 0445/520941 cell.

VICENZA/S.ANDREA Farmacia Dr. Carraro Via Pizzocaro n. 67 – Tel. 0444/511692 VICENZA Farmacia Dr. Pretto Paolo Viale R.Margherita n. 101 – Tel. 0444/544812 TURNI DAL 26 NOVEMBRE AL 03 DICEMBRE 2011

VALDAGNO Farmacia Bartolotta Dr.ssa Giovanna V.Le Margherita n. 67 – Tel. 0445/402786 ARZIGNANO Farmacia Zanoni Dr. Luca Via Mazzini n. 3 – Tel. 0444/670174 LONIGO Farmacia Cardi Snc Via Garibaldi n. 1 – Tel. 0444/830076 ASL 6

334/6432972

ASL 3

VILLAVERLA Farmacia Dr. Zago P.za del Popolo n. 13 –Tel. 0445/855019

BASSANO Farmacia Centrale Dr.ssa Dall’Oglio Licia Piazza Libertà n. 40 – Tel. 0424/522223 PIANEZZE S.L. Farmacia Peruzzo Nadia

Via Celotto n. 9/11 – Tel. 0444/614539

ASL 5

Via Ten. Lorenzon n. 99 – Tel. 0424/780225

ASIGLIANO VENETO Farmacia Rossini Sas

Farmacia Pasetti Dr. Antonio

CASONI DI MUSSOLENTE

Via Vela n. 2 – Tel. 0444/872025

Via Chiesa di Novale n. 11-13 (Novale) – Tel. 0445/414389

Farmacia Dr. Baggio Luigi Via Papa Giovanni XXIII° n. 56 – Tel.

COSTABISSARA

VALDAGNO

0424/574056 TRISSINO

LONGARE Farmacia Dr. Valmassoi Via Roma n. 29 – Tel. 0444/555064 GRISIGNANO DI ZOCCO Farmacia Dr. Cavoli

Farmacia Dr. Dalla Fina Via Brig. Sassari n. 4 – Tel. 0444/971002

Farmacia Zanetti Dr.ssa Silvana

ROANA

Viale dell’Industria n. 32 – Tel. 0445/491122

Farmacia Di Roana Sas Dr.ssa Passuello Silvia

VICENZA Farmacia Dr. Florean

Piazza S.Giustina n. 23 – Tel. 0424/66198

Corso S.Felice n. 188 – Tel. 0444/325918

FOZA Farmacia Dr.ssa Scaffidi Militone Gilda Via Roma n. 7 – Tel. 333/6711333

VICENZA/ALLA STANGA Farmacia Dr. Caretta Via Camisano n. 45 – Tel. 0444/500734

MONTORSO VICENTINO Farmacia Sacchiero Dr.ssa M.Adelia Via Valchiampo n. 38 – Tel. 0444/685420

22 22

23

23


Farmacie di Turno

FARMACIE DI TURNO Novembre - Dicembre 2011

TURNI DAL 03 DICEMBRE AL 10 DICEMBRE 2011 ASL

CHIAMPO Farmacia Bezzan Snc Via B.Dal Maso n. 6 – Tel. 0444/623077 3 GAMBELLARA

ASL 4 CALTRANO Farmacia Dr. Gheno Via Roma n. 8 – Tel. 0445/891053

BASSANO DEL GRAPPA Farmacia Dr.ssa Carpenedo Maria Piazza Garibaldi n. 13 – Tel. 0424/522325

Farmacia Rigodanzo Dr. Sergio Via Mazzini n. 7/A – Tel. 0444/444058

SCHIAVON

ASL 6

Farmacia San Francesco Dr.ssa Bosio Michela Via Roma n. 12 – Tel. 0444/665006

NOVENTA VICENTINA Farmacia Dr. Schio

SCHIO Farmacia Comunale Via Giavenale di Sopra n. 79 – Tel.

Corso Matteotti n. 47 – Tel. 0444/887224

0445/511312

CAMISANO VICENTINO Farmacia Eredi Fecchio Snc Via XX Settembre n. 1 – Tel. 0444/610117

THIENE Farmacia Al Redentore Sas Via Trieste n. 193 – Tel. 0445/381360

ISOLA VICENTINA Farmacia Zanini Snc Piazza Marconi n. 5 – Tel. 0444/976128

TORREBELVICINO Farmacia Eredi Dr. Chemello P.zza A.Moro – Tel. 0445/570180

VICENZA Farmacia Dr. Cattaneo Snc Corso Palladio n. 63 –Tel. 0444/321124

ASL 5

MALO Farmacia Dr. Marchioro Via Chiesa n. 2 – Tel. 0445/602025

MUSSOLENTE Farmacia Dr.ssa Rausse Giorgia Viale Vittoria n. 37 – Tel. 0424/577006 GALLIO Farmacia Di Gallio Dr. Dalla Valle Stefano Via Prestinari n. 34 – Tel. 0424/658304 ROTZO Farmacia Dr.ssa Bottura Anna Via Roma n. 9/a – Tel. 0424/691272

ASL 4 ARSIERO Farmacia Dr. Vianello Via Marconi n. 1 – Tel. 0445/741288 MALO LOC. MOLINA Farmacia Dr.ssa Anedda Via S.Domenico n. 7 – Tel. 0445/637265

VICENZA/FERROVIERI Farmacia Dr. Giovanetti Snc Via Vaccari n. 99 – Tel. 0444/960760 VICENZA MADDALENE (FINO ALLE ORE 22.00) Farmacia Tonello e Carli Snc Via Maddalene n. 2 – Tel. 0444/980688

VALDAGNO Farmacia Vantin Sas Via Bellini n. 3 – Tel. 0445/410099 ARZIGNANO Farmacia Munari Dr.ssa Maria Teresa Via Po n. 44 (San Zeno) – Tel. 0444/452247 ALONTE Farmacia Bertotti Dr. Giorgio Piazza S.Savina n. 1 – Tel. 0444/439396

SARCEDO Farmacia Al Redentore Sas

TURNI DAL 10 DICEMBRE

Via Gen. A. Dalla Chiesa – Tel. 0445/884040

AL 17 DICEMBRE 2011

ASL 6 ORGIANO Farmacia Dr. Rossignolo Via IV Novembre n. 2 – Tel. 0444/874565

SCHIO Farmacia Dr.ssa Chemello

ASL 3

Via Pasini n. 39 – Tel. 0445/520540

BASSANO Farmacia Alle Due Colonne Dr. Tegon

ALTAVILLA VICENTINA

VALLI DEL PASUBIO Farmacia Dr.ssa Maccaferri

Andrea Via Roma n. 11 – Tel. 0424/522412

Farmacia Dr. Tomasi Via A.De Gasperi n. 19 – Tel. 0444/573730

NOVE Farmacia Dr. Berlese G.Domenico

SANDRIGO Farmacia Dr. Chemello & C. Sas

ASL 5

Via Molini n. 6 – Tel. 0424/590036

P.V.Emanuele II n. 27 – Tel. 0444/659035

CORNEDO VICENTINO

ROSSANO VENETO

VICENZA

Farmacia Bellosi Dr. Corrado Via Monte Cengio n. 5 – Tel. 0445/951165

Farmacia Dr. Cappellari Renato Via Roma n. 51 – Tel. 0424/540033

Farmacia Dr. Patuzzi Via Lamarmora n. 104 – Tel. 0444/923375

MONTECCHIO MAGGIORE

ASIAGO

VICENZA

Farmacia Zanchi Dr.Enrico Via Pietro Ceccato n. 79 (Alte Ceccato) – Tel. 0444/607399

Farmacia Rossi Sas Dr. Zuccato Adelchi Viale Matteotti (Sporting Resort) – Tel. 0424/462072

Farmacia Dr. Marchetti Piazza delle Erbe n. 21 – Tel. 0444/321951

P.zza P.Giraldi n. 15 – Tel. 0445/630035

23 23


24


fine 24 pagine

25 25


26


27


28


29 29


30 30

23

23


31 31


32


Farmacia Amica