Issuu on Google+


Abbiamo compiuto trent’anni. Trent’anni costruiti insieme a te, al tuo impegno e alla tua fatica, mattone su mattone. Perché siamo un’impresa fatta di tecnici e maestranze, certo, ma soprattutto di persone. E condividiamo tutti lo stesso credo: creare valore, ovunque costruiamo. Lealtà, rispetto, impegno, passione e professionalità. Questo ci anima. Abbiamo compiuto trent’anni. Trent’anni di lavoro e di idee, di miglioramento continuo e dedizione.

Grazie.


EDIFICI CIVILI E INDUSTRIALI RESTAURO edifici religiosi residenziali direzionali commerciali scuole e DEI BENI IMMOBILI SOTTOPOSTI A TUTELA STRADE PONTI OPERE D’ARTE NEL SOTTOSUOLO FINITURE DI OPERE GENERALI DI NATURA EDILE COMPONENTI STRUTTURALI IN ACCIAIO O METALLO OPERE STRUTTURALI SPECIALI.


COSTRUIAMO OPERE DI VALORE DA TRE GENERAZIONI SETTEN GENESIO S.P.A., UN’IMPRESA CHE NEL TEMPO, MATTONE SU MATTONE È CRESCIUTA E SI È SVILUPPATA, HA COSTRUITO E CONTINUA A COSTRUIRE OPERE IMPORTANTI. EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA, OPERE NUOVE E RESTAURI, SEMPRE ALL’INSEGNA DELLA TECNOLOGIA E DELLA PROFESSIONALITÀ, DELLA QUALITÀ E DELLA SICUREZZA. COSTRUIAMO OPERE DI VALORE DA TRE GENERAZIONI. COSTRUIAMO OPERE DI VALORE PER LASCIARE UN SEGNO PERSONALE E IDENTIFICABILE DEL NOSTRO E DEL VOSTRO LAVORO.


MA QUANDO UN’OPERA HA VALORE?


Un’opera HA VALORE quando è costruita dai migliori tecnici.


Per Setten Genesio lavorano solo i migliori tecnici, i migliori progettisti, le migliori maestranze. Perché la professionalità è una dote imprescindibile per ogni impresa che si ponga l’obiettivo di costruire sempre opere di assoluta qualità, di valore e che durino nel tempo. Senza la professionalità dei propri uomini, nessuna impresa può pensare di costruire come si deve. E questo Setten Genesio lo sa bene.

In Setten Genesio il fattore umano è importante, anzi, è fondamentale. Preparazione ed esperienza, certo… Per costruire bene ci vuole tutto questo. Ma per costruire meglio, tutti all’interno del cantiere devono condividere la stessa passione, lo stesso impegno, la stessa tenacia, lavorare come una squadra unita. Da Setten Genesio succede proprio questo.


CORTE DEL BOSCO - Pordenone (Italy) 2005-2008 Edificio residenziale - commerciale - direzionale

Una composizione “Brano della Città” Un edificio di grande estensione, ricco di funzioni e suggestioni, un punto di riequilibrio tra il centro urbano e la prima periferia storica della città di Pordenone. La singolarità del luogo e la dimensione hanno ispirato i progettisti in una composizione di facciate con sequenze ritmiche, una partitura musicale dedicata alla città.

16


17


Complesso denominato “a corte�, un grande spazio pedonale contornato da edifici di diversa altezza con la zona residenziale che si affaccia sulla quiete del parco, la zona commerciale prospiciente sul viale principale. Volumi in movimento, dalla quiete dei porticati alla vibrante e tecnologica architettura di cristallo che si torce verso l’alto.

18


19


PALAZZO CRIMINI - Pordenone (Italy) 2004-2005 Nuova Sede Municipale Comune di Pordenone

20

Un dialogo a distanza tra vecchio e nuovo Un palazzo restaurato che sorge sulle antiche mura medievali e la nuova sede degli uffici comunali inquadrano uno spazio pavimentato in trachite, arredato con grandi masselli di Giallo d’Istria che fungono da sedute per il visitatore. La proposta progettuale ha previsto il recupero delle strutture esistenti con la sostanziale conservazione degli apparecchi murari, delle bucature delle facciate e delle quote degli impalcati.


21


CHIESA AUDITORIUM Bibione, Venezia (Italy) 1999-2000

Due vele dal mare verso il cielo Un edificio di culto in un ambiente prevalentemente turistico voluto per rispondere alle famiglie in vacanza che possono ritrovare un luogo di riflessione spirituale... Ma anche occasione di aggregazione per attivitĂ  di incontro sia religioso, sia laico. Tecnologia per i getti di calcestruzzo armato con casseratura rampante e sistema di puntellazione per ottenere muri verticali di 14 metri di altezza e due vele inclinate con altezza di 18-20 metri.

22


23


EDIFICIO POLIFUNZIONALE S. VITO SI CADORE - Belluno (Italy) 2006-2007

24


Ai piedi dell’Antelao Edificio commerciale destinato anche ad ospitare la nuova sede per le Regole di S.Vito di Cadore, costruito sul sedime di una vecchia segheria. Un piano interrato ed un piano fuori terra con struttura in cemento armato, copertura in legno lamellare, rivestimento in bris-soleil di acciaio rivestito in legno di larice. Vetro e legno esterno richiamano l’antica struttura esistente.

25


NUOVA SEDE DELLA PROVINCIA DI TREVISO Sant’Artemio - Treviso (Italy) 2007-2009

26


Il valore delle memoria in un ecosistema unico Un progetto su un’area complessiva di 31.550 mq comprendente 14 edifici esistenti dell’ex ospedale neuropsichiatrico di Sant’Artemio, per una volumetria totale di circa 127.000 mc. Esempio di recupero con integrazione funzionale ed ambientale degli edifici.

27


Ricerca attenta dei materiali e tecnologie in grado di non deturpare l’equilibrio architettonico. Nonostante l’adozione di sistemi impiantistici per il controllo dei consumi energetici, di sistemi domotici per la gestione degli ambienti interni e di centrale di biomassa per la produzione di energia termica, il complesso nel suo insieme mantiene inalterato il rapporto con il paesaggio circostante, conservandone la memoria. Di rilevante importanza sono il recupero di elementi simbolici quali: la vecchia ciminiera, le vecchie murature, i tetti in legno arricchiti nei grandi saloni interni con composizioni architettoniche in acciaio.

28


29


TORRE UNO Marghera - Venezia (Italy) 2002-2003 Edificio commerciale - direzionale

30


All’interno del polo industriale di Porto Marghera, la realizzazione di un’opera di riqualificazione facente parte di un progetto più ampio di recupero e riordino delle aree dismesse. Un edificio avente 8 piani fuori terra ed un grande piano interrato per parcheggi e servizi. La destinazione ad attività commerciali e direzionali risulta una localizzazione ottimale nei confronti delle attività imprenditoriali di Porto Marghera. La struttura a torre del fabbricato e gli elementi verticali tirantati della pensilina in acciaio richiamano alle strutture portuali dei cantieri navali.

31


Un’opera HA VALORE QUANDO LO SPAZIO è ABITATO DAL TEMPO.


Un’opera fatta bene è un’opera che si distingue per la solidità, per la bellezza, per la qualità delle finiture. Ma non solo. Perché un’opera, residenziale, commerciale o direzionale che sia, deve essere sempre costruita con i migliori materiali e progettata per essere a misura d’uomo e funzionale negli spazi e nelle linee. Sono molte, infatti, le dimensioni di un’opera edile, e la qualità si misura anche nel comfort.

Setten Genesio si distingue nel mercato per una speciale vocazione alla qualità della vita: opere certificate per quanto riguarda l’isolamento sia termico, sia acustico, secondo i più severi parametri. E poi opere in bioarchitettura, fusione perfetta di design, materiali di primissima qualità, energie rinnovabili che aiutano l’ambiente permettendo un forte risparmio energetico e impianti che garantiscono un benessere unico.


PORTO SAN ROCCO Muggia, Trieste (Italy) 1998-2007

36


Un borgo marinaro nel Golfo di Trieste In una realtà ricca di storia mitteleuropea, un progetto che, pur inserendosi nel contesto paesaggistico, è riuscito a coniugare l’aspetto del borgo marinaro del Nord Adriatico con il calore ed il sapore proveniente dal Mediterraneo.

37


38


Una sapiente ricerca di scelte costruttive è riuscita a mantenere inalterato il rapporto degli edifici con l’ambiente naturale, pur soddisfacendo alle esigenze moderne per la ricettività ed il comfort abitativo.

39


RESTAURO TORRE DELL’OROLOGIO E PALAZZO ANSELMI Serravalle, Vittorio Veneto (Italy) 2007-2008

40


La storia conservata In un luogo di grande interesse storico-ambientale, un restauro destinato ad ospitare mostre e convegni, in particolare il “Museo dell’Arte Bambina” con esposizioni e laboratori per bambini e adolescenti. Ricerche storiche accurate, l’anamnesi dell’opera e le indagini in loco sulle strutture e sui materiali hanno permesso di individuare gli interventi di restauro, mentre l’uso di tecnologie non distruttive di consolidamento ha permesso la fruibilità degli spazi al pubblico, rispettando le normative vigenti. Recupero di pavimenti, stucchi e marmorini, integrati con metodi tradizionali e tecniche antiche per non alterare le caratteristiche chimico-fisiche. L’antico orologio della torre ripristinato con il recupero dei meccanismi di funzionamento.

41


PALAZZO DEL MONTE DI PIETĂ€ Padova (Italy) 2008-2009 La casa degli Scrovegni Una tradizione storiografica indica il palazzo come la casa che gli Scrovegni detenevano sul sagrato. Ex sede principale del Monte di PietĂ , ora sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Esempio di restauro per adeguamento tecnologico strutturale.

42


43


44


L’opera si contraddistingue per la riuscita integrazione di nuovi impianti tecnologici, ascensori, montacarichi, scale di sicurezza, consolidamenti strutturali di solai e copertura, senza alterare l’aspetto nobile e austero del palazzo cinquecentesco.

45


PONTECHIESA Cortina D’Ampezzo, Belluno (Italy)

46


Residenze di montagna La realizzazione di nuove costruzioni residenziali con annessi parcheggi interrati, ha permesso di riqualificare dei volumi all’interno di un’area con demolizione dell’esistente e ricostruzione secondo i canoni della architettura montana. Un progetto che si integra con successo nel contesto urbano di una delle mete turistiche più ambite d’Italia.

47


EDIFICIO RESIDENZIALE TOULÀ Cortina D’Ampezzo Belluno - Italy 2004-2008

48


Un recupero con grandi tecnologie Intervento di grande rilevanza tecnologica. Ai piedi delle Dolomiti Ampezzane, in un contesto ambientale di indiscutibile bellezza, il recupero di un fabbricato esistente (ex “tabià”) e la necessità di realizzare locali interrati hanno indotto progettisti ed impresa all’uso di tecnologie di scavo con sospensione tramite sostegni post-tesi del fabbricato esistente fuori terra. Ciò ha permesso la fruibilità dei volumi fuori terra per 7 unità abitative, destinando allo spazio interrato i volumi per locali e servizi.

49


Un’opera ha valore quando è costruita con tecnologie ad hoc


Ci distinguiamo per il nostro costruire in un modo unico. Utilizziamo da sempre tecnologie innovative e avanzate attrezzature, studiamo e applichiamo nuovi sistemi e nuove tecniche costruttive, progettiamo soluzioni compatibili e rispondenti alle esigenze ambientali e sociali.

Per questo abbiamo creato la divisione Sviluppo di Tecnologie Innovative - con la quale abbiamo giĂ  depositato diversi brevetti: soluzioni studiate ad hoc per contenere i tempi di costruzione e garantire la massima qualitĂ  del risultato, incrementare la nostra professionalitĂ  e le nostre capacitĂ  tecnico-organizzative.


MERVILLE - CASA NEL PARCO Jesolo lido, Venezia (Italy) 2005 - in costruzione

54


Iconica sky line Fronte mare su una superficie territoriale di: 50.000 mq circa. La torre rappresenterà, per effetto dei suoi colori e trasparenze, un’immagine simbolo per la città di Jesolo. Fondazioni speciali con pali trivellati di profondità 40 m garantiscono la stabilità delle strutture in elevazione verticale.

55


56


Il complesso immerso nel verde della pineta, oltre che dalla torre, è caratterizzato da 3 edifici residenziali, volumi semplici e sinuosi armonizzati con la natura, dalle cui logge e terrazzi si ammira il mare, concedendo visioni rilassanti e la possibilità di fruire di servizi confortevoli. La torre realizzata con struttura portante in cemento armato si innalza per 24 piani fuori terra. Particolari attenzioni sono dedicate ai valori fondamentali dell’edilizia ecosostenibile, con l’utilizzo di materiali biocompatibili ad alto risparmio energetico, di sistemi naturali di climatizzazione, di energie rinnovabili.

57


COMPLESSO INDUSTRIALE TEXA Monastier, Treviso (Italy) 2008 - in costruzione

58


Rapida realizzazione su solide basi La veloce tecnologia della prefabbricazione necessita di fondazioni rigide in grado di rispondere agli incrementi rapidi dei carichi strutturali. Grazie all’uso della tecnica dei pali con elica continua, si realizza l’obbiettivo di lavorazioni in assenza di vibrazioni. Questo significa riduzione del disturbo geologic e portata elevata in tempi brevi. Le scelte tecnologiche rispondono al meglio all’esigenza di ottenere quanto prima lo start-up produttivo industriale. La presenza di un giardino pensile sulla copertura, oltre a fornire prestazioni di risparmio energetico, favorisce l’inserimento ambientale dell’intero complesso, collocato ai margini di un area prevalentemente agricola.

59


INGRESSO OSPEDALE DI CONEGLIANO Conegliano, Treviso (Italy) 2007

60


Valorizzare “l’effetto soglia” Una struttura molto luminosa, arricchita dalla vista diretta ad un cortile interno, crea un ambiente rassicurante.Grazie ad un allargamento del corridoio, realizzato con una forma libera che interagisce con la successione di spazi aggregati e intercomunicanti, si elimina la severità degli usuali corridoi ospedalieri. Le sequenze di pilastri, accoppiati ad un percorso sinusoidale, offrono una serie di spazi di sosta (momenti di attesa, di incontro, punti di informazione e di orientamento), creando un ambiente di accoglienza e disponibilità.

61


Un’opera HA VALORE quando è COSTRUITA IN SICUREZZA.


L’importanza della sicurezza, quando si parla di edilizia, non è mai da sottovalutare. E per sicurezza s’intende sicurezza in cantiere ma anche sicurezza dell’opera stessa. È il concetto di sicurezza che conta. A tutto tondo. E gli standard Setten Genesio sono naturalmente elevati, perché tengono conto di una precisa serie di norme e scelte di ogni giorno improntate alla ricerca di miglioramenti.

Dal ponteggio all’attrezzatura personale. Dalla gru alle opere provvisionali, dai materiali alle tecniche costruttive. Ogni singolo elemento, dal più piccolo al più grande, viene scelto e usato nel massimo della sicurezza, per la sicurezza. Ma non basta: ogni nostro muratore, ogni nostro tecnico deve essere preparato, ecco allora la formazone e l’aggiornamento come sistema.


STABILIMENTO ACQUA MINERALE SAN BENEDETTO S.P.A. Paese, Treviso (Italy) 2003-2006

66


67


Post-tensione grandi luci con grandi carichi La realizzazione di un edificio su grandi luci, maglia 15x15 m, con grandi sovraccarichi da 1500-2000 kg/mq, su due piani fuori terra, ha richiesto uno sforzo notevole sia nel campo della progettazione strutturale che nello studio delle tecnologie di cantiere. Raro esempio di uso del calcestruzzo gettato in opera con armatura lenta integrata con la post-tensione, cavi e trefoli che disegnano le isostatiche strutturali. La scelta di solai a cassettonato ha permesso la riduzione del peso proprio, grazie alla progettazione di sistemi di casseratura e puntellazione di alta tecnologia e velocitĂ  di realizzazione.

68


Su una superficie totale di solai pari a 36.000 mq (18.000 per piano) venivano effettuati getti a lotti di 900-1.000 mq in un’unica tornata, al fine di garantire la monoliticità del modulo, alternando moduli solaio portanti a moduli solaio portati, una sorta di sistema “Gerber” bidimensionale.

69


PARCO COMMERCIALE AREA PRUST Oderzo (Italy) 2005-2008

Un abbraccio nel parco L’intervento si colloca all’interno di un parco urbano di circa 60.000 mq. Una cerniera tra il tessuto urbano della città di Oderzo e le vicine frazioni di Camino e Col Francui.Gli esercizi commerciali si affacciano a semicerchio realizzando un’enorme corte, una sorta di abbraccio che accoglie il visitatore.

70


71


La composizione della facciate ha cercato di riproporre i colori caldi del legno delle strutture di copertura e ciò ha permesso di uniformare la quinta scenografica, generando una resa visiva che, pur evidenziando le singole attività commerciali, evita la dispersiva distrazione creata dalle molteplici vetrine.

72


73


BORGO PIAZZA Ormelle, Treviso (Italy) 2007-2009 Edificio residenziale - commerciale

74


Razionale semplicitĂ  Due edifici porticati disposti lungo due strade laterali e separati da una piazza pedonale. Riprendono in chiave moderna il concetto del “Borgo Anticoâ€?, piccolo centro abitato attorno ad una piazza racchiusa dagli edifici. Favorita dalla protezione del portico, la zona pedonale permette l’aggregazione e la comunicazione tra i residenti. Finiture semplici ma prestigiose come le facciate in marmorino e gli sporti del tetto in legno naturale confermano lo stile razionale del progetto architettonico, senza privare il complesso delle moderne tecnologie impiantistiche.

75


ISOLA PESCHERIA Treviso (Italy) 2000-2002

PIAZZA VERDE SULL’ACQUA La Pescheria di Treviso si colloca in uno dei luoghi più caratteristici del centro storico, circondata da edifici quali Ca’ dei Carraresi e Ca’ Brittoni da un lato e dall’altro edifici che un tempo facevano parte del Convento delle Monache Camaldolesi. Uno storico mercato del pesce all’aperto lambito da ambo i lati dalle acque del Sile, da cui la definizione di “Piazza verde sull’acqua”. L’intera forma planimetrica ricorda la sagoma delle chiatte lagunari, tipiche barche da trasporto, i pavimenti lavorati con andamento bombato in pietra trachite, ricorda i ponti delle chiatte. Un voluto riferimento romantico alle antiche tradizioni venete viene accostato ad un elegante studio di dettagli negli elementi in acciaio e nodi strutturali della copertura ricca di luce e suggestive trasparenze.

76


77


PARCO DOROTEE Oderzo, Treviso (Italy) 2005-2008 Edificio residenziale Il miglior modo di abitare L’obbiettivo progettuale di analizzare le reali esigenze dell’abitare al di fuori di tipologie precostituite e dei modelli imposti dal mercato, ha trovato nell’intervento “area Ex Dorotee” la sintesi riuscita della residenza contemporanea. 28.000 mc con 78 unità abitative, oltre alle autorimesse interrate su due livelli e coperte dalla superficie verde del parco.

78


79


Lo studio degli ambienti interni, le finiture, gli impianti ad alta efficienza energetica e la parete ventilata esterna in pietra “Verdello di Rubio“ fanno dell’involucro edilizio un vestito su misura per i residenti, pelle su pelle che dona in ogni giorno dell’anno il piacere dell’abitare.

80


81


Un’opera HA VALORE quando RISPETTA L’AMBIENTE.


L’ecologia non è una parola priva di valore. Non è un concetto vacuo, ma concreto. Lo è di più, poi, quando si parla di edilizia. Soprattutto se chi costruisce ne tiene conto, tutti i giorni. In ogni lavoro, per ogni opera, Setten Genesio vuole essere sicuro che i materiali che usa siano eco-compatibili, non dannosi per l’ambiente. È un imperativo che l’azienda si è data nel corso del tempo e che rispetta sempre.

Soluzioni abitative, commerciali e direzionali dotate di impianti che sfruttano fonti energetiche rinnovabili per il riscaldamento e la produzione d’acqua calda sanitaria a basse temperature, oltre che per la produzione di energia elettrica. Sistemi di ricambio d’aria per garantire la giusta salubrità degli ambienti e poi efficace isolamento termico e impianti centralizzati a gestione autonoma per il massimo risparmio energetico.


“PORTA FRIULI” Oderzo, Treviso (Italy) 1998 – 2000 Complesso residenziale e commerciale

86


Vivere la cittĂ  Un nuovo modo di vivere la cittĂ  di Oderzo, attraverso un complesso polifunzionale con destinazioni residenziali, commerciali e direzionali. Una cittĂ  nella cittĂ  che si integra attraverso le scelte architettoniche nel contesto urbano della vecchia Oderzo.

87


Costituita da due grandi blocchi muniti di due piani interrati e 5 piani fuori terra - collegati da una passerella sospesa in acciaio e vetro che alleggerisce l’impatto dei volumi - la costruzione degli interrati vicina al fiume Monticano ha costretto la realizzazione di imponenti diaframmi in calcestruzzo in grado di garantire l’impermeabilità dalle acque di falda. Rivestimenti in cotto, intonachini colorati, rivestimenti in pietra compongono le facciate come tela pittorica che si riflette sul fiume Monticano.

88


89


BANCA DI MONASTIER Monastier, Treviso (Italy) 2003-2004

Geometrie in equilibrio La realizzazione di tre corpi cilindrici degradanti attorno al perno focale, rappresentato dal corpo ascensore e vano scala, genera un’equilibrata composizione di geometrie. Grande attenzione è stata dedicata allo studio dei sistemi di casseratura e puntellazione per realizzare murature in calcestruzzo a raggio di curvatura variabili. L’immagine del solaio evidenzia la sinuosità planimetrica del fabbricato. Le facciate sono realizzate con elementi prefabbricati dipinti con tonalità che richiamano il colore del logo aziendale della committenza.

90


Lo studio degli ambienti interni ha dato grande rilievo alla climatizzazione e alla qualità dell’aria. Per generare massimo comfort al personale operante, attraverso un controllo sui contaminanti presenti nell’aria e una regolazione della velocità dei flussi, si eliminano gli spiacevoli effetti prodotti da fenomeni convettivi.

91


CINETECA DEL FRIULI Gemona del Friuli, Udine (Italy) 2007-2008

92

Fotogrammi protetti dal cemento armato L’esigenza di realizzare un archivio per la conservazione delle numerose pellicole della Cineteca del Friuli ha indotto i progettisti alla creazione di un grande contenitore climatizzato. L’uso intelligente del cemento armato a vista - accoppiato con superfici traslucide verticali su struttura metallica - e uno zoccolo in calcestruzzo - a faccia vista dilavato, su cui poggia una superficie verticale di vetro traslucido - hanno trasformato la severità funzionale del fabbricato in un volume geometrico puro con un forte accento materico.


L’edificio è costituito da due volumi dotati di una corte centrale occupata da una vasca d’acqua e sassi che lascia spazio al passaggio dalla silenziosa e imponente zona archivio alle aree destinate ad uffici e laboratori illuminate da ampie vetrate. L’uso sapiente del calcestruzzo ha riproposto la forza comunicativa del materiale senza ricorrere a forme integrative di rivestimento.

93


CA’ BALBI Oderzo, Treviso (Italy) 2006-2008

94

Chirurgia conservativa Un palazzo eretto tra il XV e il XVI secolo che insiste su un’area di alto valore archeologico dell’antico insediamento Romano di Opitergium ha vincolato ogni attività al vigile controllo della Soprintendenza dei Beni Archeologici. Notevoli risorse sono state destinate a rilievo, monitoraggio, analisi degli elementi di fabbrica, fondazioni, murature, solai, copertura.


La raccolta dei dati ha permesso la scelta degli interventi più idonei di restauro conservativo, curando ogni ferita lasciata dal degrado del tempo, un’operazione chirurgica eseguita passo passo in ogni tipologia di lesione o ammaloramento. Dall’uso di metodi tradizionali di riparazione quali il “cuci-scuci” sui mattoni, si è passati all’uso di iniezioni di malte speciali additivate di resine epossidiche per la ricucitura delle fessurazioni. Un restauro che rappresenta l’uso attento di tecnologie di consolidamento reversibili, senza utilizzo di cemento armato e strutture di rinforzo aventi impatto distruttivo.

95


Un’opera HA VALORE quando LA SUA QUALITà DURA NEL TEMPO.


Parliamo di valore. Parliamo di investimento. La qualità dei materiali, della struttura, delle finiture e degli impianti, la qualità globale. Che fa di ogni opera Setten Genesio non è solo una casa, o un negozio, o un centro polifunzionale… ma anche valore.

Domotica, videosorveglianza, innovativi impianti di climatizzazione e purificazione dell’aria, energia elettrica e riscaldamento. Le più innovative tecnologie e i migliori sistemi che significano subito assoluta qualità della vita subito. E investimento sicuro nel tempo.


CAMPANILE DEI FRARI BASILICA DI S. MARIA GLORIOSA Venezia (Italy) 2003-2008

100

“Cantiere della conoscenza” La comprensione dei fenomeni di dissesto nella città di Venezia induce per ogni intervento ad un lavoro attento di studio e modellazione teorica in quanto la variabilità dei cedimenti e movimenti delle strutture che insistono sulla laguna non permettono mai di individuarne le cause a prima vista. Proprio per questo ogni cantiere di restauro in Venezia diventa un “cantiere della conoscenza”, fatto di ricerche storiche, architettoniche, ingegneristiche.


I risultati ottenuti dal monitoraggio e modellazione tridimensionale del campanile hanno permesso la scelta più appropriata di intervento sulle fondazioni con la tecnica di consolidamento del terreno mediante “Soil Fracturing”: un anno di lavoro di iniezioni a pressione controllata per un totale di 100 mc di miscela cementizia iniettata attraverso più di 1600 valvole, oltre all’uso di tiranti inseriti nella canna del campanile per ridare continuità al paramento murario.

101


RESTAURO PALAZZO LUXOTTICA Milano (Italy) 2001- 2002

102


Un restauro a tempi di record La necessità di realizzare il restauro del palazzo ottocentesco situato nel centro storico di Milano in 12 mesi per soddisfare le esigenze imprenditoriali della proprietà, ha consegnato nelle mani dell’Impresa una sfida contro il tempo. Basti considerare la difficoltà logistica di accesso ai cantieri nel centro storico di Milano e i tempi necessari per le tecnologie di restauro conservativo. L’edificio è stato ristrutturato realizzando due piani interrati e cinque piani fuori terra.

103


104


Con particolari tecniche di puntellazione sono state conservate le strutture portanti verticali, mentre sono stati sostituiti tutti gli orizzontamenti di piano con sistemi strutturali piÚ veloci e piÚ leggeri, utilizzando strutture metalliche con lamiere Hi Bond. A lavori ultimati, l’edificio ha riacquistato nelle facciate l’originale nobiltà degli ottocenteschi palazzi milanesi.

105


COMPLESSO ALBERGHIERO Bibione, Venezia (Italy) 1999-2000

106


Da colonia estiva per l’infanzia ad area ad utilizzo prevalentemente turistico, ma sempre con un taglio socio-assistenziale. Un complesso ricettivo composto da strutture residenziali ed alberghiere con relativi servizi annessi. I diversi corpi di fabbrica che articolano l’intervento si trovano a margine della pineta lungo l’originario Viale dei Pioppi, memoria delle opere di bonifica del litorale veneto, che porta all’arenile sabbioso. Organizzati lungo un percorso pedonale in quota attraverso terrazzi, passerelle e camminamenti, i fabbricati inducono a relazionarsi con il contesto naturale circostante.

107


IL “RONCHETTO” Salgareda, Treviso (Italy) 2004-2007

108

Recupero rurale Da un edificio rurale in vicinanza all’argine del fiume Piave, un recupero con destinazione ricettivo-alberghiera ha permesso la conservazione delle forme tipiche dell’architettura rurale nel paesaggio agricolo delle terre del Piave. Il progetto, infatti, recupera i caratteri stilistici e le forme dell’esistente, come la conservazione dei vecchi silos cilindrici utilizzati un tempo per il foraggio. La possibilità offerta dal portico di trovare ristoro all’esterno permette di riassaporare le atmosfere oggi perdute della antiche osterie di campagna. I colori del cotto e del legno connotano la semplice e “povera” origine agreste del fabbricato.


109


PIAZZA GRANDE Oderzo, Treviso (Italy) 1990-1993

110

La centuriazione romana Un grande restauro commissionato dal Comune di Oderzo per realizzare la nuova Piazza Grande, già Piazza Vittorio Emanuele II, ha valorizzato una delle più belle piazze del Veneto per la sua forma a palcoscenico, oggi teatro di molti eventi culturali. Sulla stessa pavimentazione è stata realizzata la più grande meridiana d’Italia che funge da calendario grazie all’ombra proiettata dal pinnacolo del Duomo: l’ombra percorre i giorni dell’anno sulla curva detta “analemma” rappresentata sulla piazza da una pietra chiara che disegna un figura a forma di un grande 8.


La posa della pavimentazione è stata preceduta da un grande lavoro di rilievo archeologico che documenta e protegge tutto ciò che è stato ritrovato nelle fase di demolizione e scavo delle precedente piazza. La combinazione di trachite zovonite a colorazione di base grigia con lastre di tonalità più calda, oltre alla particolare lavorazione superficiale con fresature e bocciardature, conferiscono alla pavimentazione una tessitura che riproduce con grande effetto realistico la vista dall’alto della Centuriazione in epoca Romana dei territori veneti, tra cui l’antica Opitergium.

111


RESTAURO “EX CARCERI” RISTORANTE “GELLIUS” Oderzo, Treviso (Italy) 1992- 1994

112


Assaporare la storia Durante i lavori di restauro del fabbricato sono tornati alla luce i resti di un’abitazione patrizia romana appartenuta ad un certo “Gellius”: da lui ha preso il nome il rinomato ristorante che vi trova sede. Un restauro che, grazie ad una sapiente scelta del progettista, ha permesso il recupero di un vera e propria area archeologica, area delle “Ex Carceri” (Calle Pretoria in epoca romana), facendola diventare parte integrante di un ristorante, permettendo la conservazione dei reperti e la fruibilità degli spazi da parte dei visitatori. Un accurato lavoro nella studio del dettaglio, sia in fase di restauro che nella fase di arredo, non ha arrecato disturbo alla presenza millenaria di reperti di epoca romana e medievale, forme immobili che trasmettono al visitatore l’evocazione del tempo, sulle cui pietre ha tracciato i segni della storia vissuta di un’antica città.

113


CANTINE DI OGLIANO Treviso (Italy) 2009 - in costruzione

114


UNA CANTINA SULLA STRADA DEL VINO BIANCO Sulle colline di Ogliano, alle spalle di Conegliano, le nuove cantine della ditta “Terre di Ogliano”. Un intervento di notevole impegno strutturale per la presenza di un grande fronte di scavo sostenuto da diaframmi e la realizzazione di circa 300 m di galleria interrata per la conservazione del vino in botti “Barricaia”. Un’opera realizzata rispettando i canoni dimensionali e climatici delle tradizionali cantine Venete. Le strutture in elevazione e l’intero edificio cantina e servizi scompaiono per effetto della copertura con prato erboso che, seguendo le curve di livello della collina esistente, offre un’armoniosa integrazione ambientale.

115


CHIESA DI SAN FERMO Verona (Italy) 1994-1997 Manutenzione straordinaria sulla copertura lignea. L’intervento è consistito nel collegare la catena in acciaio delle capriate direttamente alla sezione d’imposta di queste alla muratura con un sistema di tiranti in acciaio pretensionati, in modo tale da entrare subito in rapporto con l’intelaiatura esistente. Considerata la delicatezza della costruzione, sono stati installati strumenti di monitoraggio degli spostamenti della copertura del comportamento strutturale del manufatto nel tempo.

116


PORTO VENEZIA Venezia (Italy)

Recupero edilizio del terminal passeggeri.

117


EX CONTERIE DI MURANO Venezia (Italy) 2010 - in costruzione

L’intervento di riqualificazione, con la realizzazione di una struttura alberghiera, si pone all’interno di un più ampio disegno di ricucitura di una parte dell’Isola di Murano. Il leit-motiv dell’intervento è costituito dal mantenimento di un’estetica di tipo industriale per valorizzare gli spazi di ampio respiro e l’originalità tipologica che contraddistinguono il lotto. È un accurato intervento di restauro e integrazione con nuove aperture mediante l’adozione di tecniche costruttive tradizionali all’interno di un disegno modulare.

118


119


PALAZZO ZAGURI Venezia (Italy)

120

Restauro di un palazzo di particolare valore storico/ architettonico. Ricavate unitĂ  residenziali.


PALAZZO COSTA Venezia (Italy)

Recupero di un palazzetto storico di particolare profilo architettonico con sviluppo di unitĂ  residenziali.

121


Mappa strategica

MISSION CREARE VALORE

NEL TERRITORIO IN CUI L’IMPRESA OPERA.

122


Valori LAVORO PASSIONE PROFESSIONALITà RISPETTO LEALTà RESPONSABILITà

Stile di Direzione Pensare all’azienda come ad un team che:

Linee guida di comportamenti aziendali Chi sa ascoltare riesce a farsi ascoltare. Dai libertà per proporre progetti ma anche il potere per realizzarli.

Obiettivi Favorire le collaborazioni con chi condivide principi di vita e di professionalità. Realizzare ogni progetto rispettando i valori e la filosofia dell’azienda.

Tratta i tuoi fornitori come vorresti essere trattato da cliente. Dai sempre una opportunità a chiunque se ne voglia assumere la responsabilità.

Lavora insieme con responsabilità e con il coinvolgimento di tutti

Le difficoltà rendono le aziende migliori.

È aperto alle collaborazioni esterne

Riconosci sempre i meriti altrui.

Si basa su un confronto continuo e costruttivo nel rispetto dell’interesse di tutti

Non anteporre il tuo interesse a quello aziendale.

Sii leale con tutti.

Filosofia Valorizzare ogni singola persona e le sue idee. Attraverso l’esperienza maturata, costruire insieme un futuro caratterizzato da importanti opere che si distinguono per innovazione, sostenibilità ambientale ed energetica.

123


124


SVILUPPO TECNOLOGIE INNOVATIVE Setten Genesio SpA costruisce opere di valore. E lo fa tramite la sua divisione Setten Sviluppo di Tecnologie Innovative: soluzioni costruttive studiate e realizzate ad hoc, spesso frutto di brevetti. Nuovi sistemi e soluzioni eco-compatibili rispondenti alle esigenze ambientali e sociali. Tecnologie all’avanguardia e avanzate attrezzature, nuovi sistemi e nuove tecniche costruttive.

125


Pannelli radianti a soffitto

Con Messana, azienda del Gruppo, Setten Genesio propone anche soluzioni per una climatizzazione omogenea, sana e naturale. Tecnologia per il benessere. I pannelli radianti a soffitto sono una soluzione innovativa per la climatizzazione, la deumidificazione e il controllo dell’umidità degli ambienti (anche in ogni stanza) che combina al meglio efficienza, benessere e risparmio energetico. Il sistema si caratterizza per il pannello con la “spina dorsale” e la facilità del montaggio, in un semplice “clack”.

126


127


Solaio cassettonato

Solaio di calcestruzzo armato gettato su casseri, affidabile e ideale per le unità abitative. Garantisce una qualità ottimale delle strutture finite e un’importante riduzione dei tempi di realizzazione. Permette elevate portate e notevoli vantaggi rispetto a un solaio tradizionale.

128


Porta da interni filo muro

16

4.3

51.3

23.3

8

23.7

12.1 11.2 4

16.5

12

10

8.5 5 0.5

74

50

11.8

1.5

50

30

4

13.5 12.5

Porta a battente filo muro e totalmente reversibile dall’estetica unica. Meccanismo che si monta, in cantiere, direttamente nella cassamatta. Con un semplice incastro, poi, si aggiunge la cornice della porta.

12.5 13.5

30

129


Parete CLS trilama isolata con stiferite GT

B

B

130

IL PANNELLO A FIBRE ORIENTATE OSB

IL PANNELLO ISOLANTE IN STIFERTITE GT


Sistema costruttivo ad alto isolamento termico che realizza una parete in calcestruzzo armato isolato completa e finita con un’unica operazione di getto.

131


COSTRUIAMO OPERE DI VALORE PER COSTRUIRE IL FUTURO.


“Un’idea non può essere la sola guida di un’opera. Deve essere presa per mano. E tante mani fanno di un’idea un’opera importante.”


Un ringraziamento a tutti i progettisti e tecnici che hanno contribuito al raggiungimento di questo meraviglioso traguardo.

CORTE DEL BOSCO - Pordenone (Italy) Progetto: arch. Italo Giorgio Raffin arch. Francesco Giannelli

PALAZZO CRIMINI - Pordenone (Italy) Progetto: prof. arch. Giuseppe Gambirasio arch. Stefano Colin arch. Giorgio Della Longa arch. Michele De Mattio arch. Stefano Forte ing. Carlo Griz

CHIESA AUDITORIUM Bibione, Venezia (Italy) Progetto: ing. Tullio Fantuzzi

EDIFICIO POLIFUNZIONALE S. VITO DI CADORE - Belluno (Italy) Progetto: arch. Franco Dall’Antonia ing. Gianpietro De Vido ing. Michele Bernard

NUOVA SEDE DELLA PROVINCIA DI TREVISO Sant’Artemio, Treviso (Italy) Progetto: arch. Toni Follina ing. Renato Vitaliani

TORRE UNO - Marghera, Venezia (Italy) Progetto: arch. Nicola Svalduz ing. Giuseppe Svalduz

PORTO SAN ROCCO Muggia, Trieste (Italy) Progetto:

arch. Luigi Vietti Studio SEC arch. Carniato arch. Francesco Gianelli ing. Alessandro Avalli

RESTAURO TORRE DELL’OROLOGIO E PALAZZO ANSELMI - Vittorio Veneto (Italy) Progetto: arch. Alessandro Piaser

PALAZZO DEL MONTE DI PIETÀ Padova (Italy) Progetto: arch. Claudio Rebeschini Studio R&S Engineering s.r.l.

PONTECHIESA Cortina D’Ampezzo, Belluno (Italy) Progetto: arch. Franco Dall’Antonia ing. Rocco Dal Pont EDIFICIO RESIDENZIALE TOULÀ Cortina D’Ampezzo, Belluno (Italy) Progetto: arch. Franco Dall’Antonia ing. Pier Ferdinando Brugnera MERVILLE CASA NEL PARCO Jesolo Llido, Venezia (Italy) Progetto: arch. Gonçalo Byrne arch. João Ferreira Nunes arch. Andrea Menegotto COMPLESSO INDUSTRIALE TEXA Monastier, Treviso (Italy) Progetto: ing. Marci De Nardi Studio Teorama INGRESSO OSPEDALE DI CONEGLIANO Conegliano, Treviso (Italy) Progetto: arch. Nerino Meneghello. arch. Mario Foltran

PORTA FRIULI - Oderzo, Treviso (Italy) Progetto: arch. Toni Follina

BANCA DI MONASTIER Monastier, Treviso (Italy) Progetto: ing. Giuseppe Svalduz

CINETECA DEL FRIULI Gemona del Friuli, Udine (Italy) Progetto: arch. Giuliana Raffin arch. Michele De Mattio

CA’ BALBI - Oderzo, Treviso (Italy) Progetto: arch. Anna Della Francesca

CAMPANILE DEI FRARI Basilica di S.Maria Gloriosa - Venezia (Italy) Progetto: ing. Alberto Lionello arch. Ilaria Cavaggioni

RESTAURO PALAZZO LUXOTTICA Milano (Italy) Progetto: arch. Francesco Lorenzelli

STABILIMENTO ACQUA MINERALE SAN BENEDETTO S.P.A. - Paese, Treviso (Italy) Progetto: ing. Giuseppe Zago ing. Stefano Secchi PARCO COMMERCIALE AREA PRUST Oderzo, Treviso (Italy)

COMPLESSO ALBERGHIERO Bibione, Venezia (Italy) Progetto: arch. Pierluigi Fantuzzi

IL “RONCHETTO” - Salgareda, Treviso (Italy)

Progetto: ing. Giancarlo Casetta Studio Casetta & Partners

Progetto: arch. Franca Furlan arch. Franco Lorenzon

BORGO PIAZZA - Ormelle, Treviso (Italy)

PIAZZA GRANDE - Oderzo, Treviso (Italy)

Progetto: arch. Italo Giorgio Raffin ing. Vinicio Perin Studio Nadalin Group

Progetto: arch. Toni Follina

ISOLA PESCHERIA - Treviso (Italy)

RESTAURO “EX CARCERI” RISTORANTE “GELLIUS” Oderzo, Treviso (Italy)

Progetto: arch. Toni Follina

Progetto: arch. Paolo Bandiera

PARCO DOROTEE - Oderzo, Treviso (Italy)

CANTINE DI OGLIANO - Ogliano, Treviso (Italy) Progetto: arch. Toni Follina arch. Mario Donà Studio Greggio-Donà

Progetto: arch. Francesco Bandiera arch. Paolo Bandiera ing. Roberto Panighel


SETTEN GENESIO S.p.A. Via Venezia, 18 - 31046 Oderzo (TV) Italy tel. 0422 2008 r.a. - fax 0422 200960 info@settengenesio.it www.settengenesio.it

Progetto grafico WARMIDEAS



Monografia aziendale