Issuu on Google+

SERGIO DAL FARRA & C. Snc Consulente Tecnico del Giudice – Perito del Tribunale di Torino Corso Trapani 23 - 10139 - TORINO Telef. 011 776.41.42 - fax 011 043.10.39 - Cellulare 327 6534244 email : sergio@dalfarra.it - posta certificata: serse62@pec.it http://www.gabbadei.net


INTRODUZIONE La progettazione, lo sviluppo e la realizzazione di questo progetto è pianificato sull’analisi dei modelli della fisica, è completato con l’utilizzo di software idonei alla verifica dei dati ottenuti con metodi tradizionali ed è perfezionato in un percorso finalizzato a ricostruire un incidente stradale come è accaduto nella realtà. L’elaborazione del metodo prevede la verifica dei dati esistenti e l’esecuzione di comparazioni grafiche, cui fanno seguito analisi e misurazioni tridimensionali delle deformazioni applicate ai singoli veicoli. I programmi di software inseriti nel progetto sono utilizzati allo scopo di accertare la validità dei risultati .

IL METODO 

Le misurazioni sono basate su modelli reali e rapportate alle deformazioni esistenti sui veicoli

La ricostruzione planimetrica è realizzata con un Drone su video e schede fotogrammetriche

Le riprese aerofotogrammetriche sono trasferite da SmartPhone su video HD – YouTube- Picasa

I risultati tecnici – comparativi – di ammissibilità – conferiscono la realtà dell’accadimento

I VANTAGGI 

Sono rese inutili le investigazioni mirate all’accertamento della genuinità del sinistro

Sono facilitate le mediazioni di carattere tecnico nelle sedi stragiudiziali e giudiziali.

La ricostruzione dell’incidente stradale si realizza in 15 - 20 giorni lavorativi


OBIETTIVI DEL PROGETTO Planimetria e ricostruzione ambientale La ricostruzione planimetrica rappresenta il punto di partenza per una corretta valutazione delle cause che hanno generato l’incidente stradale e i rilievi topografici sono realizzati mediante l’uso di strumentazione idonea e di programmi di grafica. Lo studio delle tracce impresse dai veicoli e da altri soggetti, quelle rilevate dalle Autorità, poi confrontate su apposita documentazione fotografica e verificate direttamente sui luoghi, restituisce alla verifica la fedele ricostruzione dell’evento.

Individuazione dei capisaldi

Segnaletica - ostacoli

Sviluppo dinamico


CALCOLI DELLA MECCANICA DEL SINISTRO si determina la w

= √ 2 g f s1-2

si procede con il bilancio delle quantità di moto sul piano delle ascisse.

Q1 + Q2 cos ῳ = Q11 + Q12 m1 v1 = m1 w cos α + m2 w cos β

da cui: w1 = √ 2 g f s1

- W2

v1

( m1 + m2 ) w1-2 cos α = -------------------------------m1

= √ 2 g f s1

ora si può ricavare la v2 sul piano delle ordinate:

v2

( m1 + m2 ) w1-2 sen α = ----------------------------m2

Quantità di Moto La procedura su descritta è basata sul principio di conservazione della quantità di moto, secondo il quale la risultante delle forze esterne che agiscono su un sistema composto da n corpi è nulla (sistema isolato). Sulla base di tale principio, il vettore quantità di moto totale del sistema rimane costante, indipendentemente dal modo in cui interagiscono fra loro i corpi che compongono il sistema.

Calcoli eseguiti con il programma CETRIS Tool Kit

La ricostruzione del sinistro si basa sul calcolo cinematico. Si realizza su molteplici protocolli fisico-matematici cui fanno seguito ulteriori verifiche con risposte del simulatore. In questo modo si determinano con il massimo rigore e precisione tutti i parametri ( velocità d’impatto e postimpatto lineari e angolari – velocità di ingresso sul campo del sinistro – tempi di frenata e/o scarrocciamento – fasi di decelerazione e/o accelerazione – sollecitazioni dinamiche sui veicoli e sui loro occupanti ). Il modello matematico semplificato con le formule non considera il veicolo come un corpo rigido di dimensioni finite nello spazio tridimensionale. Per ottimizzare i calcoli è necessario sviluppare la ricerca in ambito programmato e con utilizzo dei processori.


STUDIO E ANALISI DELLE DEFORMAZIONI Data Base - Scelta e studio dei Crash Test di riferimento

Misure di riferimento – Metodo Campbell

Misurazione delle deformazioni e loro dislocazione

Calcolo e stima EES –EBS e variazione di velocità – Delta V


TECNOLOGIE UTILIZZABILI PC-CRASH Il software Pc-Crash è un programma impiegato nella ricostruzione degli incidenti stradali e fin dal suo esordio ha incontrato la diffidenza di chi in passato operava e attualmente svolge la sua professione con metodi manuali semplificati e con l’uso di calcoli e formule facilmente contestabili nel contraddittorio e per i quali non si è mai reso opportuno l’utilizzo dei processori. L’argomentazione contraria, rivolta a chi utilizza i software, è che con i < metodi programmati > si possono esplicitare calcoli quasi sempre ipotetici, perchè i loro fruitori utilizzano una scatola chiusa il cui contenuto è difficilmente controllabile. La reale differenza è insita nel fatto che il metodo della conservazione della quantità di moto nella sua applicazione semplificata descrive in modo inappropriato alcune situazioni fisicamente più complesse: la naturale incertezza sui risultati è sorretta solo sull’esperienza dei singoli e sull’interpretazione opaca dei sacri testi senza un controllo rigoroso della soluzione prospettata. L’approccio con il software invece analizza tutto il fenomeno della collisione con un grado elevato di complessità e con l’utilizzo dei modelli matematici più evoluti: il maggior numero di parametri e di grandezze fisiche utilizzate consentono un minore margine di discrezionalità poiché la complessità dei dati, che sono facilmente controllabili, soddisfano le condizioni fisico-matematiche necessarie all’ottenimento del risultato.


AEROFOTOGRAMMETRIA -- PC -RECT ™ L'aerofotogrammetria è un'attività svolta dallo studio tecnico nell’ambito dell’accertamento sul campo del sinistro con l’utilizzo di un Drone Phantom Vision DJI . Il software Pc-Rect concretizza le fotografie scattate in volo dalla fotocamera installata sulla parte inferiore del Drone Phantom Vision DJI e le converte in scenari su pianta in scala.

Tutti i parametri della fotocamera ( come l'inclinazione, la rotazione, la lunghezza focale e l'altezza della fotocamera) sono calcolati in un processo di ottimizzazione con l’utilizzo delle lunghezze di riferimento.

le fotografie e i video con riprese tipo "a volo d’uccello” sono tutte scannerizzate e inserite direttamente dall'interno del programma che le rettifica in termini reali.

Un software di disegno integrato con il programma PcCrah riproduce in scala la scena dell'incidente su una visuale in pianta, come su una mappa.


RICOSTRUZIONE DELLA DINAMICA ANALISI DELLE DEFORMAZIONI Ogni dettaglio è valutato attraverso una costante analisi delle direttrici d’urto e le profondità di applicazione, della loro ampiezza e dislocazione sui tre piani di contatto, secondo forme, incavi, strisciature, rotture strutturali e accessorie. L’analisi è perfezionata in una grafica tridimensionale con utilizzo di esplosi dei singoli particolari componenti le strutture esterne e interne, segue un percorso investigativo aderente alle linee di traiettoria di ogni singolo veicolo, pedone, ciclista, motociclista, si completa con l’analisi delle strutture architettoniche esistenti sul luogo, così integrate nel contesto delle condizioni meteo dei luoghi e degli spazi esistenti sul campo del sinistro.


COMPATIBILITA’ GEOMETRICHE Notevole importanza è data allo studio specifico delle compatibilità geometriche attraverso le quali è possibile risalire agli effettivi punti di contatto e al riposizionamento dei veicoli all’urto.

L’analisi di tutte le deformazioni, la direzione degli impulsi e le intensità di compenetrazione sono tutti elementi assoluti per un’accurata ricerca delle energie dissipate. Lo studio delle caratteristiche di ognuna delle deformazioni viene eseguito dopo molteplici analisi con sovrapposizioni grafiche e dirette sui veicoli protagonisti.


LA FISICA NELL'INCIDENTE La fisica nellâ&#x20AC;&#x2122;incidente è integrata da diagrammi di velocitĂ -spazio-tempo, da planimetrie integrate dalle fasi ante-post-urto e da analisi grafiche delle tracce del passaggio dei veicoli sul campo del sinistro.

Ulteriori rappresentazioni grafiche della meccanica del sinistro esprimono le diverse fasi in termini immediatamente accertabili.


INVESTIMENTO – PEDONI - VELOCIPEDI Le analisi degli impatti sui corpi delle persone investite, pedoni e/o ciclisti, sono mirate all’analisi ai vari segmenti corporei allo scopo di confrontare la potenzialità lesiva specifica con le lesioni accertate.


COLPO DI FRUSTA ( WILPLASH ) L’analisi dell’evento si sviluppa con una verifica delle profondità di deformazioni inserite sui singoli veicoli, cui fanno seguito le analisi mediante applicazione del metodo Multibody, al quale segue lo sviluppo dinamico attraverso interpolazione dei dati conseguiti con il metodo Roadscan e riproposti come verifica sul luogo stesso del sinistro. Gli accertamenti così eseguiti si confrontano tramite la ricostruzione cinematica realizzata con il metodo Cetris Tool Kit.


PROFILI TECNICI L’appropriata risoluzione di un sinistro stradale richiede conoscenze tecniche elevate e l’impiego delle più moderne metodologie scientifiche, ingegneristiche e matematiche. Col passare del tempo l’utilizzo dei valori risultanti dalle procedure analitiche adottate nel campo dell’infortunista stradale sono apparsi insufficienti, perché ricavate da studi legati a pregresse esperienze basate solo sui dati tecnici e parametri comunemente ammessi da esperienze personali, per lo più carenti sul piano tecnico e con risultati non conformi ai fatti reali. L’adozione di modelli adeguati e implementati sulla base dei dati sperimentali provenienti da prove di crash test e con il supporto della moderna tecnologia, uniti insieme, forniscono risultati molto prossimi alla realtà dei fatti accaduti. L’approfondimento scientifico del fenomeno, l’applicazione delle analisi più complesse e l’utilizzo di adeguate tecnologie, l’esperienza investigativa e la capacità di giudizio maturata con il buon senso, tutti elementi collegati fra loro e implementati, consentono al perito ricostruttore di infortunistica stradale la realizzazione di progetti concreti e di accertamenti tecnici coerenti con la realtà dei fatti veramente accaduti.



Ricostruzioni cinematiche upx brochure