Issuu on Google+

UN CENTRO SPORTIVO PER I BAMBINI TALIBÈ DI SAINT-LOUIS, IN SENEGAL


1. L’ASSOCIAZIONE SENEGOL L'associazione di volontariato Senegol è nata a Milano nel novembre 2011. Opera in Italia e in Senegal con l'obiettivo di promuovere e tutelare il diritto al gioco dei bambini. In particolare, si adopera per migliorare le condizioni di vita dell'infanzia in Senegal riconoscendo allo sport in generale, e al calcio in particolare, un ruolo importante per il benessere psicofisico dell’infanzia. La storia di Senegol parte però prima della costituzione in associazione. Nel luglio del 2006, infatti, un gruppo di volontari e amici formato da circa venti ragazzi/persone di due Onlus milanesi, la fondazione Casa della carità e l'associazione Casa Magica, ha affrontato la “Milano-Dakar”, un viaggio in pullman di 7.000 chilometri e 14 giorni. Scopo dell'iniziativa era portare materiale ed equipaggiamento sportivo in diverse città del Senegal e organizzare, con la collaborazione delle associazioni locali che si occupano di tutela dell'infanzia, tornei di calcio dove potessero giocare i bambini di strada. Da quell'estate, ogni anno, il gruppo è ritornato in Senegal con le stesse finalità fino a quando non ha deciso di strutturarsi in associazione per progettare un sogno tangibile e costante. Dal 2011 l'associazione è infatti impegnata nella costruzione di un centro sportivo polifunzionale per l’infanzia svantaggiata nei pressi di Saint-Louis, la seconda città più importante del Senegal. Negli ultimi tre anni, sono stati ben 10 i viaggi compiuti per seguirne passo dopo passo la progettazione. Il centro sarà destinato alle associazioni di Saint-Louis con le quali collaboriamo da anni e con le quali ad Aprile 2013 abbiamo creato il “Comitato Senegol a Saint-Louis”. Sono piccole realtà che si occupano con passione dei “talibè”, quei bambini senegalesi che, per motivi economici e religiosi, vivono in condizioni di estrema precarietà e vulnerabilità, privati dei loro diritti fondamentali, tra cui quello al gioco. Per questo Senegol ha pensato di costruire il centro sportivo polifunzionale e di lasciarlo a disposizione proprio delle associazioni locali che già assistono con impegno e costanza i bambini sia sul piano educativo sia su quello sanitario.

Il centro prevede la realizzazione di un campo da calcio, aule didattiche e ricreative, infermeria, bagni e spogliatoi e un campo polifunzionale. In questi mesi, dopo aver acquisito il terreno, è stato elaborato il progetto architettonico e finora è stato costruito il muro perimetrale, spianato il terreno e predisposto il campo da calcio su cui si è già svolto, nel marzo di quest'anno, un primo torneo inaugurale. Il prossimo passo, non appena saranno disponibili le risorse, sarà la costruzione del primo modulo di strutture formato da spogliatoi e bagni, due aule, un’infermeria, uno spazio ludico e un magazzino.

Il progetto architettonico In Italia l'associazione Senegol opera principalmente con eventi e iniziative di raccolta fondi. È infatti un’associazione apolitica, laica e autofinanziata, un gruppo di venti amici, tutti volontari e tutti impegnati nel sociale anche in Italia. Parallelamente alla raccolta fondi per la costruzione del centro sportivo vengono portante avanti attività di conoscenza e sensibilizzazione sui problemi relativi all'infanzia senegalese.

2. BISOGNO SOCIALE I bambini “talibè”, letteralmente “allievi che studiano il Corano”, sono più di 150.000 in tutto il Senegal (Senegal Country Report, ONU 2011). Nascono da famiglie molto povere e per questo vengono cresciuti sin da piccoli nelle “daara”, le scuole coraniche, affidati alla guida spirituale del “marabout”. Le famiglie non riescono a contribuire alle spese della daara e spesso i bambini sono costretti dai marabout a elemosinare in strada il necessario per sopravvivere e per sostenere economicamente la scuola.


4. AZIONI E MODALITÀ REALIZZAZIONE

DI

Ci proponiamo di intervenire per rispondere al bisogno sociale attraverso la costruzione di un centro sportivo polifunzionale per l’infanzia che sia: •

• Un bambino Talibè all'interno di una daara Il profondo radicamento culturale delle daara e la loro informalità le rendono un fenomeno sociale di difficile comprensione, ma in troppi casi i “talibè” vivono in condizioni di estrema precarietà e vulnerabilità, privati dei loro diritti fondamentali, primo tra tutti il diritto al gioco. I responsabili e i volontari delle associazioni di Saint Louis, che quotidianamente si prendono cura di questi bambini, hanno denunciato, in tutti questi anni, la mancanza di un luogo adeguato dove i “talibè” possano giocare, divertirsi e crescere in modo sano.

3. OBIETTIVI E BENEFICIARI Obiettivo del progetto è migliorare le condizioni di vita dei bambini talibè di Saint Louis attraverso: • • •

La tutela e la promozione del diritto fondamentale al gioco; Il miglioramento del loro benessere psicofisico e della loro educazione; La creazione di una rete virtuosa di collaborazione tra le associazioni locali che quotidianamente si prendono cura di questi bambini.

I beneficiari previsti dal progetto sono circa 1.000 bambini talibè e 4 associazioni senza fine di lucro senegalesi che operano con i talibè nella città di Saint Louis (Clare Enfance, La Liane, Jardin d’Espoir, Maison de la Gare).

 

Aperto: in primo luogo e gratuitamente alle associazioni locali partner del progetto, ma anche alla cittadinanza, alle scuole etc.; Autogestito: l’autonomia organizzativa indurrà le associazioni a dialogare tra loro dando vita a una “rete” virtuosa di confronto e collaborazione; Autofinanziato: l’utilizzo delle strutture da parte di enti o altre realtà diverse dai nostri partner principali sarà subordinato al versamento di un contributo.

Nel 2011 abbiamo acquisito 14.000 mt2 di terreno nella Comunità Rurale di Gandon, 3 km a Nord di Saint Louis, dove stiamo realizzando il centro. Il progetto architettonico (Allegato1) è stato elaborato da un team di architetti volontari italiani, con diverse esperienze all’attivo in Africa Occidentale, dopo numerosi sopralluoghi per assicurarne la compatibilità con le tecniche costruttive e i materiali locali. Nel Dicembre 2012 sono terminati i lavori di costruzione del muro perimetrale e dello spianamento del terreno, affidati a un’impresa locale. Ad Agosto 2013, dopo aver pubblicato un bando di gara, insieme al Comitato delle associazioni partner, abbiamo raccolto quattro preventivi da azienda locali per la costruzione di spogliatoi e bagni, due aule, un’infermeria, un magazzino e uno spazio ludico e abbiamo identificato l’azienda che ha presentato l’offerta tecnica ed economica migliore. Non appena reperiremo la somma necessaria alla costruzione del modulo progettato, i lavori prenderanno il via sotto la direzione dei nostri architetti volontari, che si recheranno in loco 2 volte nel corso dei 3 mesi previsti per il lavoro. Un report settimanale sull’andamento dei lavori ci sarà inviato dal Comitato delle associazioni.

3  


5. SOSTENIBILITÀ Mentre le associazioni partner del progetto potranno accedere gratuitamente al centro sportivo per portare i loro bambini a giocare, saranno istituite delle fasce orarie in cui affittare il campo alle numerose squadre di calcio della città di Saint Louis, una realtà che a fronte di circa 30 squadre di calcio, dispone di soli tre campi regolamentari a disposizione.

contribuiranno sia a generare piccole entrate per la manutenzione sia a rendere più vivo e integrato nella comunità locale il nostro terreno.

6. RISULTATI ATTESI Tramite l’intervento che realizzeremo, miglioreremo le condizioni di vita dei bambini talibè di Saint-Louis, fornendo loro uno spazio dove giocare, crescere e imparare, accompagnati dagli operatori delle associazioni partner. In secondo luogo ci aspettiamo che la gestione del centro produca sempre più occasioni d’incontro per i responsabili delle associazioni, così da configurare un loro intervento “in rete” sul territorio per rispondere più efficacemente al bisogno sociale. Infine un altro risultato atteso del progetto è il maggior grado di conoscenza in Italia sui problemi relativi all'infanzia senegalese, che perseguiamo per il momento attraverso l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione e in futuro, non appena il centro sarà operativo, con viaggi estivi di volontariato per chiunque vorrà partecipare.

Il nostro terreno visto da Google Maps Sono stati numerosi presidenti di squadre locali a chiederci la possibilità di accedere al campo previo pagamento. Le entrate dal canone di locazione consentiranno così di rendere sostenibile il centro per quanto riguarda il funzionamento quotidiano e la manutenzione ordinaria.. Sempre in quest’ottica, la comunità rurale di Gandon ha espresso la volontà di coltivare alcuni piccoli appezzamenti all’interno del terreno. L’idea è ancora sottoposta a un’analisi di fattibilità da parte dei nostri partner locali, ma sicuramente saranno prese in considerazione tutte le proposte che

Monitoreremo costantemente l’evoluzione del progetto attraverso alcuni indicatori quantitativi, pensati per verificare, nelle varie fasi, l’andamento del nostro progetto: • n. di mesi in cui verranno costruite le strutture (target: <4) • n. di mesi tra la fine dei lavori e l’inizio delle attività giornaliere delle associazioni presso il centro (target: <2) • n. di bambini/e che accederanno al centro settimanalmente. (target: >200) • n. di iniziative comuni sviluppate mensilmente dalle associazioni nel centro (target >2)

Il muro e il cancello del terreno visti dall’esterno

 

4  


7. PIANO ECONOMICO E CRONOGRAMMA DEI LAVORI Importo totale del progetto di costruzione: € 57.476,65

Struttura

€ 28.299.73

Carpenteria

€ 7.668.19

Impianti elettrico

€ 2.429.28

Impianto idraulico:

€ 2.904.15

Pavimentazioni e tetto:

€ 5.525,28

Rifinitura e pittura:

€ 1.882.49

Totale dei lavori:

€ 48.709.11

TVA* al18%:

€ 8.767,60

Totale:

€ 57.476,65

* Taxe sur la valeur ajoutée, equivalente dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) Partendo dall’importo totale e raffrontandolo con le metrature dei singoli ambienti, è altresì possibile la scomposizione dell’importo totale in base alla tipologia di funzione:

Spogliatoi con docce

€ 22.299,21

2 Bagni

€ 7.386,08

2 Aule

€ 12.308,07

1 Infermeria

€ 5.582,10

1 Magazzino

€ 4.291,04

Veranda esteriore

€ 5.610,15

Totale dei lavori:

€ 57.476,65

Riguardo alle tempistiche di realizzazione, i lavori da preventivo dureranno esattamente 3 mesi. Noi speriamo è di riuscire a raccogliere le risorse necessarie entro Febbraio 2014, così da far iniziare i lavori attorno al mese di Marzo 2014 e rendere il centro operativo entro Luglio. Per quanto riguarda la durata complessiva del progetto del centro sportivo, il nostro auspicio è che il progetto duri nel tempo e diventi parte integrante del contesto di riferimento. Non ci precludiamo, in futuro la possibilità di intervenire in maniera similare in altre città del Senegal, essendo la presenza dei bambini talibè diffusa purtroppo in tutta la nazione.

 

5  


8. FUNDRAISING Senegol è un’associazione laica, apolitica e, soprattutto, autofinanziata. I primi lavori di costruzione del muro sono stati finanziati in due anni attraverso più di 20 evento di raccolta fondi: feste, cene, aperitivi, mostre fotografiche etc. Ora che il progetto ha preso forma, che in Senegal è stato formato un comitato locale di gestione e, soprattutto, che il muro c’è e che il terreno è stato spianato, sentiamo di poterci impegnare con un privato (una persona, un’azienda, una squadra di calcio etc.) che prenda la decisione di aiutarci a inseguire e realizzare il nostro sogno. Qualsiasi contributo, piccolo o grande che sia, sarà in ogni caso un passo verso i 57.476,65 euro necessari per la costruzione del centro sportivo. Noi garantiremo sempre massima trasparenza nell’utilizzo delle somme raccolte, inviando periodicamente l’estratto conto con i movimenti bancari eseguiti e saremo ben felici di promuovere un’eventuale sponsorizzazione nelle forme più opportune.

Tommaso Goisis e Paolo Riva per i volontari e le volontarie dell’Associazione Senegol

Associazione di Volontariato Senegol Via Francesco Brambilla 10, 20127, Milano. E-mail: progettosenegol@gmail.com Telefono: +393491650902 (Tommaso) | +393358703065 (Paolo) https://www.facebook.com/associazionesenegol | http://www.progettosenegol.org Codice Fiscale / P. IVA: 97610090157 IBAN Conto Corrente c/o Veneto Banca Holding S.p.A. IT 59 T 0535 01600 225570211248

 

6  


Un centro sportivo per i bambini talibè di Saint-Louis, in Senegal.