Page 1

SEGNI DEI TEMPI

anno XVI n. 2 - febbraio 2010 Registrazione del Tribunale di Napoli n° 5185 del 26 gennaio 2001

www.segnideitempi.it

Arrivano una legge e un pacchetto di misure regionali per favorire l’inclusione sociale, economica e culturale degli stranieri

LA NUOVA IMMIGRAZIONE

Parere favorevole della Caritas: i migranti una priorità, ma attenti alle guerre tra i poveri

L

a Giunta regionale della Campania ha deliberato, il 15 gennaio, un pacchetto di misure di contrasto alle condizioni di degrado socio-economico dei migranti presenti in Campania. L'obiettivo, come sottolineato nella nota del Sir (Servizio d’informazione religiosa), è quello di potenziare i servizi sociali, il trasporto locale, le opportunità di lavoro, anche attraverso la formazione e riqualificazione professionale. È inoltre prevista la creazione di nuovi asili nido e centri di aggregazione e inclusione socio-culturale. L'importo totale stanziato è di 18,5 milioni di euro, che potranno via via essere incrementati attraverso risorse a valere sul Fas. Il consiglio regionale ha poi approvato, il 19 gennaio, la legge per l'inclusione sociale, economica e culturale delle persone straniere presenti in Campania. Tra le principali misure previste: interventi per favorire l'apprendimento della lingua italiana, strumenti per accelerare l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, incentivi per favorire il diritto alla casa e assistenza legale gratuita contro episodi di xenofobia. (continua a pag. 3)

Valentina Cavaliere

Un’agenda di speranza per il futuro

Il cammino dell'AC per preparare la 46ma Settimana sociale dei cattolici italiani

Pace e coscienza civile con l'Azione Cattolica Dai bambini agli adulti: una Giornata diocesana per lanciare un messaggio di speranza e riflettere sull'attualità Pag. 2

In memoria di Elisa che morì per il freddo La Comunità di S. Egidio promuove una celebrazione dedicata alla memoria dei poveri che muoiono per strada Pag. 7

Un gruppo famiglia

Il teatro per S. Artema

Spunti di riflessione da Arco Felice: alla parrocchia di San Luca si cerca di essere più vicini alle persone in difficoltà. E c’è una preghiera collettiva ogni sabato Pag. 5

La compagnia “Arianova” a Monterusciello mette in scena “L’eredità di zio Egisto”; parte dell’incasso devoluto per la risistemazione dell’urna con le reliquie del santo Pag. 7

L’Azione Cattolica Italiana ha avviato dal mese di ottobre scorso, una serie d’incontri in ogni regione, con l’obiettivo di contribuire alla fase di preparazione della 46a Settimana sociale dei cattolici italiani, che si svolgerà dal 14 al 17 ottobre 2010 a Reggio Calabria, sul tema “Cattolici nell’Italia di oggi. Un’agenda di speranza per il futuro del Paese”. In vista di questo importante appuntamento ecclesiale, l’AC ha inteso promuovere, tra ottobre 2009 e aprile 2010, sedici incontri tematici, organizzati dalla Presidenza nazionale congiun-

tamente alle Delegazioni regionali, sugli argomenti che saranno oggetto di riflessione durante i lavori della Settimana. Si tratta di occasioni di dialogo con le realtà territoriali, di momenti di discernimento e di confronto con la società civile e con le istituzioni. Il prossimo appuntamento, al quale parteciperà anche la nostra diocesi, sarà realizzato il 6 marzo ad Avellino, nella Sala Convegni della Banca della Campania, sul tema: “I doveri e i diritti. Per una rinnovata coscienza civile nel mezzogiorno”. (continua a pag. 5)


febbraio 2010

2

SEGNI FLEGREI PRIMO PIANO

Tutti insieme per il dialogo e la solidarietà Con l'AC Giornata di Pace a Monte di Procida U

na Giornata dedicata alla Pace. Anche quest’anno l’Azione Cattolica diocesana ha organizzato questo appuntamento che vede riunite tutte le componenti dell’associazione, dai bambini agli adulti, per lanciare un messaggio di speranza e invitare alla riflessione su tematiche di attualità. L’incontro si è svolto il 24 gennaio nella struttura ludico sportiva “Dante Alighieri”, messa a disposizione dal Comune di Monte di Procida. Dopo un momento comunitario di canti e preghiere, i ragazzi si sono ritrovati nella palestra per organizzare dei laboratori di animazione, mentre i giovani e gli adulti hanno partecipato alla tavola rotonda sul tema “Pace ed accoglienza dei migranti”. Il presidente diocesano di AC, Antonio Izzo, che ha moderato i lavori, si è soffermato su alcuni passaggi del messaggio del Papa per la Giornata mondiale della Pace relativi alle sofferenze cui vanno incontro i “profu-

ghi ambientali”, come li definisce, cioè persone che, a causa del degrado dell’ambiente in cui vivono, lo devono lasciare per affrontare pericoli e incognite di uno spostamento forzato. Il presidente ha infine ribadito come il cristianesimo che dobbiamo rappresentare sia quello indicato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel recente incontro avuto con gli educatori dell’ACR: “Grazie al costante impegno sociale e pedagogico dell’Azione Cat-

tolica, valori essenziali del cattolicesimo quali il primato dell’uomo e della sua dignità, la missione morale del laicato, la promozione della solidarietà e del dialogo fra le genti sono stati sempre ben presenti nella vita dell’intera collettività nazionale. Di questi ideali l’Azione Cattolica ha saputo offrire nel tempo una valida testimonianza opponendosi con coraggio alla dittatura e contribuendo alla formazione di cittadini in grado di concorrere alla rinascita del Paese

nel segno della libertà e della democrazia”. Dopo un interessante video preparato dai ragazzi dell’Acr con interviste poste ai loro coetanei sul tema dell’immigrazione, è intervenuto il direttore del Centro Studi per il Volontariato, Carlo Lettieri, il quale, partendo anche dall’analisi dei dati sul fenomeno migratorio nel mondo e in Italia, ha evidenziato come la disinformazione e la scarsa consapevolezza sono fattori che fanno crescere il fenomeno del razzismo, ed ha poi presentato i risultati positivi del progetto Ero Forestiero dell’Ambito territoriale N4 e della Caritas diocesana, in particolare con lo Scaffale interculturale itinerante. Il secondo contributo è stato curato dalla responsabile del Progetto Integra della Caritas diocesana, Fausta Sabatano, la quale ha illustrato come la diversità sia una risorsa quando viene vissuta nella reciprocità. Poi il presidente dell’associazione Arcobaleno, Antonio

SEGNI DEI TEMPI

Asilo nido da 0 a 3 anni Baby Parking - Ludoteca Per iscrizioni rivolgersi al

1° piano

(citofonare all'esterno "asilo nido")

Associazione La Roccia Centro Arcobaleno Via Cumana, 48 - Fuorigrotta Napoli

Informazioni: 333.684.68.96

Pacifico, si è rivolto da “coetaneo” ai tanti giovani presenti in platea, focalizzando il racconto della sua esperienza sull’importanza della conoscenza reciproca tra le persone come base di ogni dialogo. L’incontro si è concluso con gli interventi dell’onorevole Andrea Sarubbi, che ha presentato una proposta di legge “bipartisan” volta a dare la cittadinanza italiana ai bambini figli di immigrati che nascono in Italia e che ha invitato i giovani a non avere disprezzo della politica, e infine del sindaco di Monte di Procida, Francesco Paolo Iannuzzi, che ha sottolineato i diversi interventi portati avanti dal comune nel settore, sottolineando quanto sia importante oggi tendere ad una vera inclusione sociale degli immigrati a partire dal loro inserimento nella scuola. La giornata si è conclusa con una concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo, monsignor Gennaro Pascarella. Gennaro Piro

anno XVI - n. 2 - febbraio 2010

Direttore Responsabile: Salvatore Manna Direttore Editoriale: Carlo Lettieri Redazione: Paolo Auricchio, Pino Natale, Ciro Biondi, Armando Patierno Collaborano: Maddalena Annigliato, Ida Artiaco,Vincenzo Boccardi, Valentina Cavaliere, Fabio Cutolo, Eugenio d'Accardi, Gaetano Lombardi, Nello Mazzone, Maria Rosaria Merone, Giovanni Moio, Alessandro Napolitano, Gianni Palmers, Raffaela Pingi, Angelo Volpe Segni dei Tempi on-line: Riccardo Lettieri - Francesco Schiano di Cola (portale) Grafica e impaginazione: Ciro Biondi, Luca Scognamiglio (ZendoADV.com) Fotografie: Redazione Segni dei Tempi Stampa delle 4.000 copie: STIEM S.p.A. Pubblicità e amministrazione: coop. Ifocs Mensile della Diocesi di Pozzuoli, realizzato presso il Centro Studi per il Volontariato - Caritas diocesana, grazie alle collaborazioni gratuite ed all’utilizzo dei contributi giunti da: “otto per mille” e privati. Registrazione del Tribunale di Napoli n° 5185 del 26 gennaio 2001 Associato alla Fisc

Associato all’USPI

Federazione Italiana Settimanali Cattolici

Unione Stampa Periodica Italiana

Il Centro Arcobaleno è anche: L’Officina Teatrale - Laboratorio delle emozioni per diversamente abili - Attività di socializzazione per bambini e anziani Servizio di consulenza psicologica ed educativa - Nuova sala per feste Info: 348.968.07.35

Redazione c/o Centro Studi per il Volontariato Via N. Fasano, 9 - 80078 Pozzuoli (NA) telefax 081.853.06.26 - 393.586.19.41 - e-mail: segnideitempi@hotmail.com

www.segnideitempi.it - www.segniflegrei.it


3

febbraio 2010

PRIMO PIANO SEGNI FLEGREI

Passi avanti contro l’esclusione degli immigrati L’impegno di Caritas e Comunità di Sant’Egidio (segue dalla prima pagina)

P

ositivo il commento della Caritas sulla legge per l’inclusione sociale, economica e culturale delle persone straniere approvato dalla Regione Campania e sui finanziamenti destinati alle misure di contrasto alle condizioni di degrado socio-economico dei migranti. «C'era davvero bisogno di una nuova legge sull'immigrazione – ha affermato Giancamillo Trani, responsabile per l’immigrazione per la Delegazione Caritas Campania, in una nota del Sir, curata da Gigliola Alfaro – in quanto la precedente (la legge regionale 33/94) era sicuramente superata dai consistenti mutamenti di ordine quali-quantitativo che, in tema d'immigrazione, hanno investito la Campania negli ultimi 15 anni. Non ho dubbi circa il fatto che, almeno in linea di principio, la nuova legge sia avanzata rispetto al panorama nazionale; né dubito che il lavoro dei migranti sia una priorità, utile a contrastarne il

rischio di esclusione sociale insieme ad alfabetizzazione nella lingua italiana, lotta al razzismo e alla xenofobia. La Regione non deve essere un soggetto gestore, quanto piuttosto monitorare l'attuazione degli in-

tranno decollare se, prima, non si sarà provveduto a migliorare quelle degli autoctoni; in caso contrario, ci sarà ancora guerra tra poveri. In Campania nel corso degli anni si sono cronicizzate alcu-

campi rom: Scampia, Casoria, Afragola, Giugliano sono situazioni ai limiti dell'incredibile». A favore di una reale integrazione, nella stessa nota del Sir, si riporta la posizione di un’altra realtà particolarmen-

terventi da parte dei Comuni e degli altri enti locali. Si rischia però di aver approvato una legge che poi, in caso di cambio di maggioranza dopo le ormai prossime elezioni, dovrà essere attuata da una amministrazione di diverso orientamento. Occorrerebbero anche adeguate politiche abitative per i migranti, ma le stesse non po-

ne disdicevoli situazioni, delle quali, purtroppo, San Nicola Varco o Castelvolturno sono soltanto la punta dell'iceberg. Se restiamo al solo comprensorio cittadino di Napoli - afferma Trani - basta ricordare il degrado dei bipiani di Ponticelli e quello non meno grave delle case di Via dell'Avvenire, a Pianura. Per non parlare poi dei

te attiva verso gli stranieri e i più bisognosi, attraverso le parole di Francesco Dandolo, responsabile della scuola di italiano e cultura della Comunità di Sant'Egidio di Napoli. «La Comunità di Sant'Egidio di Napoli – ricorda Dandolo –, da oltre venti anni impegnata al servizio degli immigrati con la scuola gratuita di lingua e

Il bollettino è in distribuzione gratuita presso l'Ufficio Cultura del Comune di Quarto

cultura italiana al centro della città, saluta con soddisfazione l'approvazione della legge regionale, da lungo tempo richiesta, anche se non può fare a meno di rilevare che si tratta forse di uno strumento normativo datato rispetto alla rapida evoluzione che il mondo migratorio in Campania ha conosciuto in questi ultimi anni. È comunque da ritenere un buon segnale, anche in risposta alle tristi vicende di Rosarno. L'augurio è che si possa promuovere fin da subito l'applicazione concreta di queste iniziative, soprattutto mediante un pieno coinvolgimento degli immigrati, al fine di favorire processi di reale integrazione. Così come si auspica il varo di misure, a livello anche nazionale, in grado di affrontare la riforma della cittadinanza, soprattutto per i minori nati in Italia, figli di immigrati o giunti nel nostro Paese in tenera età". Intanto, è in programma a Napoli il 19 e 20 febbraio la Conferenza regionale sull'immigrazione.

tel 081 229 67 53 fax 081 372 04 33 serviziotim@tin.it


febbraio 2010

4

DENTRO LA DIOCESI


5

febbraio 2010

DENTRO LA DIOCESI

Ad Avellino l’Azione Cattolica e una rinnovata coscienza civile L’

azione cattolica organizza un convegno pubblico. “I doveri e i diritti. Per una rinnovata coscienza civile nel mezzogiorno”: questo è il tema che l’Azione Cattolica della Regione Campania ha voluto dare all’incontro che si terrà il 6 marzo 2010 ad Avellino, presso la Sala Convegni della Banca della Campania, Collina Liguorini. Da sempre l’Azione Cattolica è a servizio della Chiesa e del Paese, così come recitava anche lo slogan per suoi 140 anni, celebrati lo scorso maggio, “Tra piazze e campanili”. E’ un convegno, questo, che vuole rendere tangibile, sul territorio, il senso della presenza dell'AC, la quale ha a cuore le questioni sociali e non intende sottrarsi al dovere di partecipare alla loro risoluzione, attraverso l’impegno a stimolare il dialogo e la produzione di idee che

sappiano guardare al presente, ma anche alle radici del passato ed alle speranze del futuro, in modo costruttivo e vitale. Il convegno è stato voluto dall’Azione Cattolica Italiana, che in ogni regione d’Italia cercherà di discutere sulle problematiche legate ai vari territori,come contributo in preparazione della Settimana sociale dei cattolici e alla luce della dottrina sociale della Chiesa e dell'enciclica Caritas in veritate, ponendo al centro proprio la riflessione sul bene comune in rapporto al territorio locale, a quello che è lo specifico volto di una regione. Il convegno vedrà la partecipazione di illustri relatori e la presenza dell’intera Presidenza Nazionale, proprio a voler sottolineare la vicinanza dell’associazione ad ogni terra e ai suoi bisogni. I lavori saranno aperti alle ore 17 dalla Delegata re-

gionale dell’Azione Cattolica, Giovanna Accomando, a cui faranno seguito gli interventi di Pierpaolo Forte, Docente di Diritto Amministrativo, presso l’Università del Sannio di Benevento; Giuseppe Acocella, Rettore della Libera Università degli studi San Pio V di Roma, Docente ordinario di Etica sociale presso l'Universita' Federico II di Napoli e VicePresidente CNEL; Franco Miano, presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e docente di filosofia morale presso l’Università di Roma Tor Vergata. A fare le conclusioni sarà il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli e presidente della Conferenza episcopale campana, mentre a moderare i relatori sarà Massimo Milone, direttore TG3 Campania (per il programma vedi locandina a pagina 4).

Ufficio per le celebrazioni liturgiche Chiesa Concattedrale - 14ª Giornata della Vita Consacrata Presentazione del Signore – Lucernario e Santa Messa presieduta dal vescovo Martedì 2 (ore 18) - Santa Messa, benedizione e imposizione delle Ceneri presieduta dal vescovo Mercoledì 12 (ore 18) Agenda diocesana Febbraio Ufficio per la pastorale carceraria Incontro biblico con le detenute della casa circondariale femminile di Pozzuoli Venerdì 5, 12, 19 e 26 Ufficio per la Pastorale della Famiglia e della Vita Giornata per la vita Forania di Quarto Sabato 6 (ore 16.30) Anno Sacerdotale Esercizi spirituali per il clero Domenica 7 a giovedì 11 Conferenza Episcopale Campana Esercizi spirituali per i vescovi Lunedì 22 a venerdì 26

Il gruppo famiglia della parrocchia S. Luca Voi siete il sale della terra e la luce del mondo. Sono parole così dense di significato che ci lasciano interdetti. Ma allora scuotiamoci una buona volta e per sempre da questo torpore, da questa apatia che ci attanaglia, da una astenia spirituale che forse inconsapevolmente, tacitamente ma insistentemente ci conduce giorno per giorno verso l’abisso. In una società lacerata dagli odii, impastata dalla cupidigia, tarlata dal sesso, molti uomini non riescono più a dare né un significato né un valore alla propria esistenza. La gioventù spesso viene drogata con l’oppio della corruzione, l’infanzia contaminata dalla lebbra dello scandalo. E noi, che ci professiamo cristiani, assistiamo inerti al progresso che rischia di essere asservito e tradito da sistemi ideologici disumani, dal gioco degli egoismi. Un vento carico di angoscia, di inquietudine, ha spazzato via come un turbine quella luce interiore che trasformava le parole in opere. No, a volte non siamo più inclini a fare opere di bene. Siamo cristiani a buon mercato. Imberriti di materialismo, le nostre azioni quotidiane sanno di naftalina, sonnecchiano pigri e pieni di indolenza di fronte ai più atroci dolori, scollandoci dalle spalle le nostre responsabilità per addossarle agli altri. Quanti modi di mentire, di ingannare, di offendere,

mentre tutta l’apparenza farebbe giurare il contrario. La spiritualità cristiana si è disincarnata, è statica e stagniante. La fede rischia di trasformarsi in un fatto generico di pratiche, di abitudini, di formule imparate ieri a memoria ma oggi non sentite né tanto meno vissute. Intendiamoci: vivere nella luce non significa rinunciare alla vita, al suo fascino ma liberarsi dalle ombre. Al cristiano cosciente, coerente, consapevole oggi e non domani, viene chiesto di uscire dal proprio ambito familiare ed individuale, poiché il mondo attende proprio il suo aiuto. E credo che prima condizione per offrire aiuto agli altri è quella di sentirsi poveri noi stessi. Il gruppo famiglia della parrocchia S. Luca, guidati e sostenuti sempre dal parroco, intende con il nuovo anno essere vicini a famiglie in difficoltà. E quanto il sabato noi ci riuniamo chiediamo a Cristo nostro padre che ci insegni a perdonare davvero a placare il nostro orgoglio. Preghiamo il Maestro affinché la bontà, la tenerezza, la fiducia con la quale ci perdona, ci invada al punto tale da liberarci di quel disgusto di noi stessi che ci accompagna da per tutto e del quale non abbiamo alcuna vergogna. Allora sì che ci riconosceranno perché dal nostro volto trasparirà quella luce che tutto illumina, che tutto riscalda perché divina. Letizia Grossi

Biblioteca sociale

“Don Tonino Bello” Oltre 1.300 volumi, consultazione informatizzata e prestito nella Biblioteca sociale “Don Tonino Bello” del Centro Studi per il Volontariato - Osservatorio delle povertà e delle risorse della Caritas Diocesana di Pozzuoli. Queste le tematiche maggiormente documentate: volontariato, analisi povertà ed esclusione sociale, immigrazione, minori, non violenza. La Biblioteca si trova in via N. Fasano, 9 Centro Studi Caritas tel. 0818530626 e-mail: csvpozzuoli@hotmail.com (martedì ore 10-12, giovedì ore 17-19).

Sito: www.centrostudivolontariato.it

È disponibile il progetto Scaffale Interculturale Itinerante per le scuole


febbraio 2010

6


7

febbraio 2010

SOLIDARIETÀ

Sono 135 i morti di povertà nelle strade di Napoli Il ricordo e l’appello della comunità di S. Egidio E

ra il 17 febbraio 1997 quando è morta Elisa Cariota, anziana senza dimora che viveva alla Stazione Centrale di Piazza Garibaldi, la prima persona che viveva per strada conosciuta dalla Comunità di Sant’Egidio. Da più di dieci anni a febbraio, la Comunità di Sant’Egidio fa memoria di chi vive e, troppo spesso, muore per strada nella nostra città. Quest’anno la celebrazione si svolgerà domenica 14 febbraio (alle ore 12), nella chiesa dei Ss. Severino e

Sossio a Napoli, dedicata alla memoria di Elisa e dei poveri che muoiono per strada nella città partenopea. Sono 135 i nomi delle persone incontrate, conosciute, amate e morte nelle strade di Napoli in questi anni. Saranno ricordati uno per uno. Italiani, stranieri, giovani, anziani, donne, bambini… tante storie diverse, di vite difficili, quasi mai frutto di scelte. Per ogni nome sarà accesa una luce, perché la vita di nessuno sia dimenticata e perché la città di

Napoli sappia ritrovare una nuova umanità. Alla fine della Liturgia sarà offerto un pranzo a tutte le persone senza dimora. La comunità di Sant’Egidio esprime la sua preoccupazione per l’aumento della povertà e soprattutto per l’aumento della distanza e dell’ ostilità nei con-

fronti di chi è povero, che viene così emarginato e lasciato solo, senza reti di protezione, fino ad essere escluso dai diritti fondamentali. Nel 2009 sono 20 le persone morte per strada, 4 nel solo mese di gennaio 2010. Così, nel momento più freddo dell’anno, si chiede alle istitu-

zioni, alle associazioni, ai cittadini, alla città tutta, di rendere stabili i servizi di accoglienza attivati, perché venga superata la logica dell’emergenza. Il teatro per S. Artema La compagnia teatrale “Arianova” domenica 21 febbraio (ore 19,30) presenterà “L’eredità di zio Egisto”, tre atti comici di Antonella Zucchini diretti da Rita Pirro. La rappresentazione si svolgerà al Teatro Sant’Artema in via Modigliani 2 a Monterusciello. Parte del ricavato della serata andrà sia alla Caritas della parrocchia Sant’Artema a sia al progetto della sistemazione dell’urna che ospiterà le reliquie del martire puteolano Artema.

CARITAS DIOCESANA POZZUOLI AREA SANITARIA

Ambulatorio San Giuseppe Moscati Studio Odontoiatrico Manlio Fanuzzi

Via Roma, 50 - Pozzuoli Telefax 0813032637

Lunedì: consultorio familiare (ore 16.00-18.00) Martedì: odontoiatria ed internistica (ore 14.30-18.30) Mercoledì: odontoiatria (ore 9.30-13.30) Giovedì: odontoiatria ed odontotecnica (ore 14.30-19.00); ginecologia con relativa internistica (oer 16.00-19.00); ecografie (ore 9.00-12.00) Venerdì: odontoiatria ed odontotecnica (ore 9.00-12.00) Su prenotazione: chirurgia, dermatologia, ortopedia, oculistica Si segnala il servizio di neurologia e di elettroencefalografia (giovedì ore 16.00-19.00)


febbraio 2010

8

Febbraio 2010  

Segni dei Tempi, testata di attualità sociale, culturale e religiosa Segni dei Tempi, testata di attualità sociale, culturale e religiosa