Issuu on Google+

Carlo Villa    Eclisside 

Carlo Villa esordisce in poesia con l’avallo di Sinisgalli e Pasolini ed è nei Coralli Einaudi coi romanzi La nausea media, Deposito celeste, I sensi lunghi, L’isola in bottiglia; inaugura la collanina bianca di poesia con Siamo esseri antichi, ed è in quella di Munari con Le tre stanze. Con gli Editori Riuniti pubblica il romanzo Muore il padrone, con De Agostini Morte per lucro, con Feltrinelli Pan di patata, mentre Guanda con La maestà delle finte, e Scheiwiller con L’ora di Mefistofele accolgono le sue ultime raccolte poetiche. Per la Società Editrice Fiorentina edita Agrità, Sotto la cresta dell’onda, Quel pallido Gary Cooper, Caro, dolce nessuno, Dripping, Impronte, L’ospite sgradito, Pieni a perdere, Keatoniana e Pensieri panici. Nel 2012 ha pubblicato Donne che avesse amato con Liberodiscrivere e Sorpassi con Greco e Greco. Per la Rai e la Radiotelevisione Svizzera ha collaborato a lungo con originali radiofonici e televisivi. In Lector in tabula raccoglie una scelta di quanto nel tempo ha prodotto come critico presso quotidiani e periodici in anni ancora fruttuosi per la letteratura. (carlovilla.altervista.org; virconlala@virgilio.it)

euro 8,00

Carlo Villa

Con impasto ironico, appassionatamente “paesaggistico”, Eclisside indaga i fallimenti dovuti a comportamenti incapaci di rispettare i sentimenti, in vista di premi apparenti e scorciatoie sempre fallimentari ai fini d’un progetto alto e d’una pienezza duratura. Vibrante d’un indignato noto ai lettori di Siamo esseri antichi, L’ora di Mefistofele e de L’attimo leggente, titoli tra gli ultimi di poesia del nostro autore, la scrittura di Carlo Villa è stata apprezzata da Pasolini, Vittorini, Calvino, Butor (che lo volle alla Gallimard) fin dai suoi esordi per la sua stravolgente espressività, che lo pone – per quanto non ancora così come meriterebbe, ed è stato sottolineato più volte – a erede di quella d’un Gadda, che del resto di Villa favorì l’esordio nel lontano 1959.

Eclisside

Società

Editrice Fiorentina


Carlo Villa

Eclisside

SocietĂ 

Editrice Fiorentina


© 2013 Società Editrice Fiorentina via Aretina, 298 - 50136 Firenze tel. 055 5532924 info@sefeditrice.it www.sefeditrice.it blog www.seflog.net/blog facebook account www.facebook.com/sefeditrice twitter account www.twitter.com/sefeditrice isbn 978-88-6032-248-7 Proprietà letteraria riservata Riproduzione, in qualsiasi forma, intera o parziale, vietata Il disegno a p. 8 è dell’autore


Dopo aver mentito occorre buona memoria P. Corneille, Il bugiardo Gli uomini sono i plebei della menzogna; le donne l’aristocrazia. A. Hermann, Elogio della menzogna Era una straordinaria scuola d’esperienza, piena d’infelicità, perché piena di vita. E non d’una sola, di tante. Nessuna però che avesse trovato un suo perno. E non c’è salute senza questo. Né per lei, né con lei… L. Pirandello: Il gioco delle parti Si deve scegliere tra l’amore d’una donna e conoscerla. P. de Laclos Così la femmina infedele,


ministra e puttana, dĂ  fuoco al proprio rogo; e tu bruciala, amico. G. Manganelli, Hilarotragoedia


eclisside


Fedeltà La donna giusta vale sempre la pena d’aspettarla gli anni necessari e anche qualcheduno in più per la conferma. Lo deve capire che per prudenza l’uomo passa attraverso molte altre prima di giungere a quella che fa per lui: ma per fortuna eccoti qua ed ora a noi due. Lo so che non avrei dovuto fermarmi alla prima e neppure alla seconda; ammetto d’essere stato ingannato, ma visto che queste cose elementari non me l’ hanno insegnate a scuola e che fintantoché non t’ho incontrata praticamente non avevo idea di che cosa fosse una femmina,

9


ora dove vuoi che la trovi un’altra con una bocca altrettanto affilata quanto quella di un luccio assassino. Ma viva la faccia! Almeno so che l’userai fino ad essertela saziata. Che me ne farei d’una donna fedele con la rabbia di esserlo, dovendomelo suo malgrado dimostrare; tu ad essere di altri ci guadagni e ti terrò da conto e in maggior stima proprio per questo tuo congegno da rapina, in una ghirlanda di rilanci e di convalescenze, se solo considererai più onesto non perdere un totale per un semplice resto.

10


Indice

9 FedeltĂ  11 Ancora una volta 13 Consona 14 Charme 15 Viandante 16 Incanti 17 Visite 18 Condizioni 19 Retrospettiva 20 Piatti 21 Emozioni 22 PossibilitĂ  23 Regimi 24 Scatti 25 Capitali 26 Sempre 27 Posta 28 Salute 29 Soglie 30 Ragioni 31 Piste 32 Multipli 33 Limiti 34 Dettagli


36 Scavi 37 Ordine 39 Stato 40 Liste 41 Usi 42 Lacune 43 Carta 44 Genere 46 Colpi 47 Vuoti 48 Tennis 50 Modestia 51 Predilezioni 52 Assolutoria 53 Nature 54 ComoditĂ  55 Strumenti 57 In punta di spillo 58 Tenedo 59 Strumento solista 61 Ofelia 62 Che cosa? 64 Progetto 66 Mirando agli applausi 68 Delitti 70 Eclisside 72 Un banchetto di desiderio 74 Bovary 76 Preghiera 78 Delitti 79 Solo io


80 Passioni 81 A vele spiegate 83 A cuore lungo 84 Per salvarlo 85 Assoluzione 86 Estrema 87 Giubilei 89 Nel complesso 91 Resti


nella stessa collana

Pier Luigi Canzi, Per ripetuto caso, pp. 68, 2008. Giovanni Gut, Senza mai fermarsi, pp. 76, 2010. Carlo Cantagalli, Riverberi. Quarantaquattro sonetti, pp. 68, 2011. Walter Rossi, erfahrung. 140 caratteri in poesia, pp. 60, 2012.


Eclisside