Page 1

Paolo Valesio Emma Pretti è nata a Trino (Vercelli). Collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. Dal 2006 partecipa assiduamente a letture pubbliche e performance, eventi divulgativi e di informazione di carattere letterario.

euro 10,00

www.sefeditrice.it

EMMA PRETTI I GIORNI CHIAMATI NEMICI

Emma Pretti ha già una carriera poetica alle spalle – ma “carriera” è un concetto burocratico: in realtà un(a) poeta si ripresenta sempre di nuovo in ogni suo singolo libro. I giorni chiamati nemici descrive un paesaggio quotidiano che però è al tempo stesso – se non proprio una regione di dissimilitudine – almeno un paesaggio non ovviamente riconoscibile. Un paesaggio che si deduce italiano per la vivace presenza di alcuni termini dialettali (dunque, regionalizzato): rurale e in certo senso post-urbano, con qualche tocco da racconto nero. Al suo interno parla una voce che appartiene a un personaggio-io (ma le voci sembrano essere più d’una): il personaggio è costantemente tentato di abbandonarsi alla tenerezza verso gli altri, verso le cose – e per fortuna cede spesso a questa tentazione – e non ha abbandonato la speranza. Ma c’è anche un’aspra resistenza all’«autoinganno», per cui le dichiarazioni d’amore si risvoltano spesso nel loro contrario (gli «innamorati fradici» risultano essere tacchini; e anche loro, forse, sono fradici soltanto di pioggia). Tutto ciò è detto in un linguaggio che in generale è duramente chiaro, con qualche irruzione opportunamente demotica, e qualche torsione metaforica neobarocca che sembra echeggiare lo stile delle avanguardie protonovecentesche. La dubitosa interrogazione di Dio (una «preghiera scoscesa e pesta», gomito a gomito con momenti d’odio) non teme di usare la parola anti-moda, la parola evitata dalle teologie morbide: «peccato». Colpisce e rassicura, nelle poesie più forti di questa raccolta, il lieve aleggiare di una certa crudeltà.

1

UNGARETTIANA

emmapretti

igiorni chiamatinemici


ungarettiana 1

collana di poesia, traduzioni e saggi diretta da Paolo Valesio e Alessandro Polcri

«Ungarettiana» si interessa a un’esperienza di poesia che sappia fare convivere un forte senso della situazione italiana con una significativa apertura internazionale. Nel repertorio della collana rientrano libri monolingui in italiano, libri bifronti (tradotti in italiano) e saggi. Siamo convinti che la poesia sia in prima istanza ricerca di linguaggio e linguaggio della ricerca. Ma quello che noi in ultima analisi cerchiamo non è, come spesso accade di trovare nella lirica contemporanea, un eccesso di esistenza al ribasso, spesso ridotta a catalogo di fatti insignificanti narrati con una lingua scolorita; è, semmai, una nuova e accresciuta quantità di vita e di pensiero. Lo stile sarà la forma di quella quantità e sarà a volte semplice, a volte – perché no? – complesso e seletto. Ma saranno i poeti che sceglieremo a condurci là dove ancora non sappiamo di voler andare.


Emma Pretti

I giorni chiamati nemici postfazione di

Mauro Ferrari

SocietĂ

Editrice Fiorentina


© 2010 Società Editrice Fiorentina via Aretina, 298 - 50136 Firenze tel. 055 5532924 fax 055 5532085 info@sefeditrice.it www.sefeditrice.it isbn 978-88-6032-123-7 Proprietà letteraria riservata Riproduzione, in qualsiasi forma, intera o parziale, vietata Copertina a cura di Raffaele Ricciardi (Grafica elettronica, Napoli) In copertina El Euro, Così parlò Mainstream (per gentile concessione dell’autore)


i giorni chiamati nemici


Mendicante Povero e nel sole. Il sole che saltava dall’ombra alla luce. La sua luce chiara le mie vesti meschine. E ballavo. Povertà di tasca e di parola. Fuggivo sopra un organo miracoloso percosso da faville. Così ho sognato di quella musica l’indescrivibile gioia del mondo in quella musica, dentro il mio cuore. Che era pieno del successo di quella musica che aveva conquistato il mio cuore.

9


nota bio-bibliografica

Emma Pretti è nata a Trino (Vercelli). Collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Suoi testi poetici sono presenti nell’antologia Giovani poeti nati dopo il ’50, diretta da Edoardo Sanguineti e curata da Adriano Spatola (Roma, Etrusculudens, 1983). Il suo primo libro di poesia, Assurde presenze perfette, è del 1995 (Pisa, Giardini, 1995). In seguito ha pubblicato Battaglie nane (Pisa-Roma, Istituti Poligrafici Internaz., 1997), la raccolta di poemi Viaggio da Ovest a Est (Pisa-Roma, Istituti Poligrafici Internaz., 1997), nel 2002 Economia del bosco (Marina di Minturno, Caramanica Editore, 2002), A Caccia in paradiso (Novi Ligure, Edizioni Joker, 2005). Suoi racconti sono apparsi su «Italian Poetry Review» (i, 2006, pp. 185-188, Columbia University, Italian Academy and Fordham University) e «Le colline di Pavese» (gennaio 2006, anno 29, n. 109, pp. 21 e gennaio 2007, anno 30, n. 113, pp. 35-37, rivista del Centro Studi Pavese). Dal 2006 partecipa assiduamente a letture pubbliche e performance, eventi divulgativi e di informazione di carattere letterario. Per un’emittente privata ha condotto una rubrica radiofonica dedicata alla poesia. Nel 2008 l’aido del Piemonte (Associazione Italiana Donazione Organi) ha basato la sua campagna di informazione sulla pubblicazione di una storia vera

80


trattata in forma di racconto da Emma Pretti dal titolo La vita segreta; l’opuscolo è stato realizzato con il sostegno del Centro Servizi Volontariato di Vercelli e si è aggiunto al materiale di divulgazione e informazione dell’aido.

81


Indice

I giorni chiamati nemici

9 Mendicante 10 Audience 11 Serendipity 12 Grandi cose 13 Un tentativo 14 La fertilitĂ che ci attende 15 Gli alberi non nati 16 Eclisse di luna 17 Un nuovo inizio 18 Per quel che vale 19 Erosione 20 Inviato speciale 21 Tra i giganti 22 Sestante 23 Disperso ad alta quota 25 Rabdomante 26 Il sognatore 28 Fresco mistero 30 La mano vincente non esiste 31 In-attesa 32 La stanza di Cloe


33 La ricompensa 34 Ripensamenti 35 L’orizzonte migliore 37 L’amore ci distruggerà separatamente 39 Lasciati ossessionare 42 Se proprio vuoi saperlo 44 Rivelazione 45 Avvertimento 46 Paura e minaccia 47 Perversione 48 I primi riti 50 Apocalisse 52 Canto dell’odio 54 La venditrice di gamberi 56 Davanti a un quadro d’Ignoto Romantico: disfatta navale e ritorno a casa 58 La tempesta perfetta 60 È andata 62 Il piroscafo 64 Il racconto di un amico 66 Ogni cosa è illuminata 67 Sonia rapita 68 Indagine 69 Riflessioni personali 71 Giorni chiamati nemici 73 Contraddittorio 75 Postfazione di Mauro Ferrari

80

Nota bio-bibliografica

I giorni chiamati nemici  

Emma Pretti ha già una carriera poetica alle spalle – ma “carriera” è un concetto burocratico: in realtà un(a) poeta si ripresenta sempre di...

I giorni chiamati nemici  

Emma Pretti ha già una carriera poetica alle spalle – ma “carriera” è un concetto burocratico: in realtà un(a) poeta si ripresenta sempre di...

Advertisement