Page 17

26 Bricks thought into being ex nihil (I. Pravo) 27 Nato. Nato due volte perché non nato (I. Pravo) 28 Ho portato una stecca di Camel (I. Pravo) 29 Dos brais e criz dei pani e dei pesci (I. Pravo) 30 Ah lo spettro di Benito Mussolini (L.M. Panero) 31 Il doppio è una rosa malata che cade sulla pagina (L.M. Panero) 32 A te Ovidio, principe della pagina (L.M. Panero) 33 Chi è questo stronzo che si rispecchia nel mio viso (L.M. Panero) 34 La vita è una vecchia dai capelli bianchi (L.M. Panero) 35 Nero murena sul banco del mercato (I. Pravo) 36 Stabat Mater, politis lachrymis, crux (I. Pravo) 37 La città sommersa dell’intimo viola (I. Pravo) 38 Oh ouraní, viola a cui è stato succhiato il sangue (I. Pravo) 39 Questa è la mano di Muzio (I. Pravo) 40 Di chi è questa mano che scrive (L.M. Panero) 41 La parola è un oscuro assassino (L.M. Panero) 42 La magia del verso che distrugge la realtà (L.M. Panero) 43 Non c’è altro spirito che lo spirito della mia mano (L.M. Panero)

Profile for Società Editrice Fiorentina

Senz’arma che dia carne all’imperium  

Quella di Ianus Pravo è una poesia che ‘si svincola’. Alla lettura, si è immersi in un agone. Vi è rappresentata la lotta particolare dell’a...

Senz’arma che dia carne all’imperium  

Quella di Ianus Pravo è una poesia che ‘si svincola’. Alla lettura, si è immersi in un agone. Vi è rappresentata la lotta particolare dell’a...

Advertisement