Page 1

LA RIVISTA SECO SECO NUM. 2.2013

SGT5-8000H accanto a una persona alta 1,80 m Turbina a gas Siemens SGT5-8000H Peso ~390 tonnellate Diametro 4,9 m Lunghezza 13,1 m Potenza in uscita 375 MW Efficienza lorda 40%

SPIN DOCTORS LAVORAZIONI OTTIMIZZATE NELLA PRODUZIONE PRODUZIONNE DI D TURBINE PAGINA 14

25 800° 1,25 90 17,8k

percento

Celsius

milioni

percento

kWh

La crescita registrata nel 2012 per l'indiana Tushaco Pumps dopo aver migliorato la qualità produttiva.

La temperatura operativa per gli alluminuri di titanio di General Electric Aviation.

Le corone danesi risparmiate all'anno dal fornitore di componenti danese Yuksel Turn Tech.

Risparmio del tempo di lavorazione in Siemens grazie a HighFeed2.

La potenza generata dai pannelli solari Seco in Gran Bretagna.

PAGINA 14

PAGINA 19

PAGINA 4

PAGINA 8

PAGINA 9


COME FUNZIONA LA FRESA TURBO™ ELICOIDALE

Øda 32 a 80 mm

Profondità di taglio 0,8–2,0 x D

UNO SGUARDO ALL'ELICA L'ULTIMA AGGIUNTA ALLA GAMMA TURBO è un gruppo di frese

elicoidali adatte alle applicazioni di spallamento nel settore aerospaziale. Le frese sono state progettate con in mente il titanio, ma possono essere utilizzate con tutti i tipi di materiale. TESTO: Åke R Malm FOTO: Seco

IN QUESTO NUMERO

Dotato di inserti XO per infinite possibilità di lavorazione.

Andreas Gross, responsabile per la produzione di piccoli componenti presso lo stabilimento Siemens di Berlino dove si producono turbine a gas, rivela come la cooperazione con Seco abbia aumentato la produttività.

Leggete la storia alle pagine 14-17

Philip Madkins, responsabile della sicurezza e dell'ambiente presso Seco Tools Gran Bretagna, spiega come i pannelli solari abbiano contribuito a ridurre i costi e le emissioni.

Leggete la storia a pagina 19

EDGE è una rivista per i clienti di Seco Tools pubblicata in tutto il mondo in 25 lingue. Seco Tools AB Reparto marketing, 737 82 Fagersta, Sweden. Telefono +46 223-400 00 Fax +46 223-718 60 Sito web www.secotools.com EditoreHans Hellgren Indirizzo e-mail hans.hellgren@secotools.com Direttore editoriale

2 edge [2·2013]

La gamma di utensili Seco Turbo per fresatura a spallamento retto ed elicoidale è estremamente versatile e flessibile. Include frese standard in diametri compresi tra 10 e 250 millimetri ed un'ampia selezione di inserti in quattro dimensioni. Queste opzioni sono appropriate tanto per le macchine di grandi dimensioni che per quelle più piccole, con infinite combinazioni di materiali e applicazioni. Con le attuali geometrie e qualità, gli inserti XO possono lavorare ogni tipo di materiale. Un'applicazione esistente può sempre essere ottimizzata con una combinazione appropriata, sia con staffaggi rigidi che in condizioni di lavoro instabili. Seco Capto è ora disponibile per le frese con inserti nelle dimensioni XO..10, XO..12 e XO..18.

Jennifer Hilliard E-mail jennifer.hilliard@secotools.com Produzione editorialei ed impaginazione Appelberg Publishing Group Responsabile progetto Anders Nordner Editore Linas Alsenas Direttori artistici Cecilia Farkas, Johan Nohr Stampa Elanders Foto di copertina Siemens

Il materiale editoriale di questa pubblicazione è di proprietà di Seco Tools AB ed è protetto dai diritti d'autore. Gli articoli possono essere riprodotti gratuitamente, a condizione che venga citata come fonte Edge e venga informato il direttore editoriale. I marchi registrati ed i marchi commerciali utilizzati in questa pubblicazione sono protetti dalla legge.


CONTENUTI EDITORIALI num. 2.2013

09

UN ATTIVO SOSTENITORE

Jess Fausing, presso il produttore di componenti torniti Yuksel Turn Tech danese, utilizza un'ampia gamma di utensili Seco per soddisfare le richieste dei clienti.

06

IN SECO SIAMO ORGOGLIOSI DEL

POMPA IN AZIONE

L'innovazione consente all'azienda indiana produttrice di pompe Tushaco di espandere significativamente la sua attività.

13

APPROFONDIMENTO: PATRICK DE VOS

14

Le nuove frese consentono a Siemens, produttore di turbine a gas, di ridurre sostanzialmente i tempi di lavorazione nello stabilimento tedesco.

18

SUL CAMPO: TOCCO CREATIVO

20

Mathieu Melas descrive la sua esperienza come membro del team che si è aggiudicato il primo posto nella categoria CNC e CAD nell'edizione 2012.

22

RITRATTO: PARK MAN-GYO

24

TECNICO: PRODUCT CENTRE SOLID TOOLS

Il responsabile della formazione tecnica per il gruppo Seco parla nel suo articolo delle geometrie di taglio. SETTORE: GENERAZIONE DI ENERGIA

In qualità di tecnico presso BOST, Antonio Mangas deve spesso pensare a 360°. SEGRETI DI UN VINCITORE DI EUROSKILLS

Il responsabile del supporto tecnico di Seco in Corea del Sud ritiene che una diagnosi corretta sia il primo passo fondamentale verso la risoluzione di un problema. PCST sviluppa, produce e ripristina i 10.000 utensili che compongono la gamma standard di Seco.

rapporto di collaborazione che riusciamo a instaurare coi nostri clienti. Il loro successo è molto importante per noi per svariati motivi. Non solo perché è un riflesso positivo sulla qualità dei nostri prodotti e del nostro supporto, ma anche perché le società floride hanno maggiori possibilità di sopravvivere alle fluttuazioni economiche e di adattarsi alle mutevoli condizioni del mercato. Per migliorare la redditività dei clienti, offriamo un servizio di analisi dei costi e della produttività (PCA, Productivity and Cost Analysis). È qualcosa per cui abbiamo investito molto e a gennaio 2013 lo abbiamo ulteriormente migliorato con funzionalità aggiuntive di generazione di rapporti e studi sugli utensili basati sui componenti. Il supporto ha assistito numerosi clienti aiutandoli a migliorare la loro produttività. Abbiamo, ad esempio, aiutato una società danese a risparmiare 6,66 € per unità lavorata su una linea che produce 25.000 unità all'anno. Non dimenticate di leggere in questo numero l'articolo su Product Centre Solid Tools di Seco, diventato operativo lo scorso anno. Il centro intende migliorare il servizio che forniamo ai clienti rendendo disponibili i prodotti nel minor tempo possibile. Aspira inoltre a offrire il miglior supporto clienti possibile. Hans Hellgren vice presidente senior, vendite e marketing edge@secotools.com

Presenza globale di Seco

In questo numero

Non dimenticate, potete leggere Edge sul vostro iPad! secotools.com/edgeipad

edge [2·2013]

3


APPLICAZIONE B A RE N AT U RA

POMPA PRECIS TESTO: R.F.Mamoowala FOTO: Naresh Venkat

4 edge [2路2013]


UNO SGUARDO A TUSHACO

Tushaco Pumps Pvt. Ltd., ha sede a Daman, India, 180 km da Mumbai. Un'unità di Colfax produce oltre 25 diverse varietà di pompe a spostamento positivo specializzate. Leader del mercato indiano, offre soluzioni di pompaggio ai clienti che operano nel settore della generazione di energia, gas e petrolio, difesa, cemento, chimica ed altri settori. Collabora coi clienti fin dalla prima fase di pianificazione per offrire soluzioni di pompaggio ottimali.

CON IONE

P Pensando all'esportazione, un produttore di pompe u iindiano aggiorna il p processo produttivo per m migliorarne la precisione.

edge [2·2013]

5


APPLICAZIONE BA R E N AT U RA

"UNA POMPA A VITE DEVE AGIRE COME UNA SIRINGA in grado di iniettare liquido in continuazione, uniformemente e senza intoppi", afferma Akshay Champaneria, responsabile senior progettazione e produzione presso Tushaco Pumps a Daman, India. "Un pompaggio continuo e uniforme è fondamentale per i processi chiave di settori quali generazione di energia, petrolio e gas ed ingegneria navale". Nel 2008, Tushaco, un produttore di pompe a vite, ha intravisto grandi opportunità di esportazione. La società sapeva che gli Akshay Champaneria è responsabile senior utensili tradizionali non potevano garantire gli standard di progettazione e produzione precisione richiesti definiti per la produzione di raccordi, il cuore presso Tushaco Pumps. della pompa a vite, e che le operazioni manuali avrebbero influito sulla qualità e sull'attività stessa. Il momento dell'innovazione tecnologica era arrivato, il momento di procurarsi gli utensili giusti e di attuare i processi migliori per la produzione del raccordo. Champaneria decise così di rivolgersi a Seco Tools India. "Dalla nostra prospettiva l'importante era ottenere precisione ed affidabilità, nonché eliminare la dipendenza dall'operatore", afferma. "Questo risultato poteva essere ottenuto soltanto utilizzando le barre di barenatura più adatte per la produzione delle nostre pompe". Vidyadhar Kulkarni, esperto applicativo a livello regionale per il settore automobilistico di Seco Tools, elenca gli ostacoli che il gruppo di tecnici Seco ha dovuto affrontare per ottenere le specifiche di qualità necessarie: "Primo, dovevamo fornire utensili lunghi con rapporto lunghezza-diametro superiore a 7. Secondo, tutti i fori dovevano essere lavorati in condizione di metà foro, con un taglio pesantemente interrotto. Terzo, dovevamo controllare la tolleranza 'h7' per la distanza centrale tra gli assi di tutti e tre i fori, oltre a cilindricità, concentricità, parallelismo e rugosità della superficie". La lavorazione del raccordo era complessa ed il gruppo di tecnici Seco ha trascorso parecchio tempo presso lo stabilimento produttivo di Tushaco per Jignesh Prajapati di Seco offre una studiare e comprendere tutti i requisiti tecnici. visione ravvicinata del risultato finale dopo tre fasi di lavorazione. Il risultato finale fu una soluzione per l'intero processo, dalla sgrossatura alla finitura dei fori. "Erano incluse

6 edge [2·2013]


Seco interviene Nelle pompe a vite, il rapporto diametro-lunghezza deve essere particolarmente lungo, la distanza al centro deve essere precisa e la finitura superficiale deve essere eccellente. Per dismettere in Tushaco l'uso delle tradizionali barre di barenatura, Seco ha offerto una soluzione di lavorazione completa con un processo definito, dalla sgrossatura e semifinitura alla finitura. Questa soluzione è stata adottata per l'intera gamma di pompe Tushaco.

soluzioni di fresatura a penetrazione per la sgrossatura e la semi-finitura dei fori e il sistema di portautensili brevettato Steadyline™ ad assorbimento di vibrazioni per la finitura", afferma Jignesh Prajapati, assistente manager vendite di Seco. La principale preoccupazione di Tushaco era comunque il reinvestimento in utensili. "In un paese a basso costo come l'India, conduciamo un'analisi costibenefici per mantenere competitivo il costo del prodotto finale", afferma Champaneria. "Questo costo può essere compensato con benefici quali la maggiore durata degli utensili, il poter effettuare più lavorazioni con gli stessi utensili e, soprattutto, scarto zero".

"DALLA NOSTRA PROSPETTIVA L'IMPORTANTE ERA OTTENERE PRECISIONE E PREVEDIBILITÀ, NONCHÉ ELIMINARE LA DIPENDENZA DALL'OPERATORE"

Seco ha ricevuto l'ordine da Tushaco e ha messo a punto il processo per soddisfare le aspettative di qualità specificate. Il risultato finale è un sostanziale miglioramento della qualità delle applicazioni e delle soluzioni che Tushaco offre ai suoi clienti. Tushaco è cresciuta del 25% nel 2012. "Abbiamo compiuto un grande passo avanti quando la casa madre ci ha certificato come idonei all'esportazione di pompe a doppia vite direttamente verso i nostri clienti europei", afferma Champaneria, che si aspetta che anche altri mercati come Cina, Malesia e Thailandia si trasformino in vere e proprie opportunità nel prossimo futuro.

Un raccordo migliore Tushaco produce la pompa T3S 52, una pompa con equilibrio idro-dinamico con un raccordo realizzato in alluminio LM 13. Questo componente contiene le viti e funge da boccola per le viti del minimo.

OPERAZIONE: BARENATURA

UTENSILE: STEADYLINE IN ACCIAIO Diametro del foro del componente: 35 x 300 mm di lunghezza Diametro dell'utensile Seco Steadyline in acciaio: 50 x 320 mm di lunghezza Vc: 120-140 m/min fz: da 0,06 a 0,08 mm/giro OPERAZIONE: UTENSILE DI

BARENATURA: STEADYLINE IN METALLO DURO Diametro del foro del componente: 36 x 323 mm di lunghezza Diametro dell'attacco: 32 x 380 mm di lunghezza Vc: 120 m/min fz: da 0,06 a 0,08 mm/giro

edge [2·2013]

7


5

ILLUSTRAZIONE: Istockphoto & Johan Nohr

TENDENZE NELLA PRODUZIONE DI MOTORI A REAZIONE HOWARD WEAVER, responsabile di laboratorio per componenti rotanti e strutture e KEVIN MEYER, ingegnere capo e tecnologo per gli utensili per asportazione di truciolo presso General Electric Aviation condividono le loro opinioni sulle tendenze dei materiali verso cui si sta andando nel mercato dei motori a reazione.

1. Risparmio di carburante

Le linee aeree globali devono sviluppare una strategia per una redditività a lungo termine ed i costi del carburante possono costituire fino a metà dei loro costi operativi. Gran parte dell'attenzione del settore verte sulla termodinamica o sulla tecnologia dei materiali per ridurre il peso dei motori o aumentare il risparmio di carburante. Anche prodotti software possono contribuire a ridurre il consumo di carburante perché consentono di abbassare i costi operativi suggerendo la rotta migliore e la velocità più efficiente, per un minor consumo di carburante.

2. Riduzione del peso

Un altro modo per ridurre il peso consiste nello sviluppare materiali robusti e durevoli più leggeri. Gli esempi migliori sono i compositi a matrice ceramica (CMC), che presentano un terzo della densità delle leghe metalliche tradizionalmente impiegate nei motori. Oltre ai vantaggi in termini di consumo di carburante, i CMC garantiscono un maggiore margine di temperatura per gestire l'aumento della massima spinta.

3. Alluminuri di titanio

Come composto intermetallico, l'alluminuro di titanio (lega di titanio gamma) presenta legami interatomici forti che lo rendono simile alla ceramica. La sua fragilità relativa può essere contrastata con l'aggiunta di elementi quali il niobio ed il cromo. Resistente alle elevate temperature fino a 800 °C, presenta metà della densità delle leghe di nichel più comuni.

8 edge [2·2013]

4. Facilità di riparazione

Gli aerei fermi per manutenzione rappresentano un problema in termini di redditività e operatività, pertanto la facilità di riparazione è un fattore determinante. GE fissa il suo standard sulla data di consegna desiderata del cliente. Nel 2012 siamo stati puntuali nel 97% dei casi. Per garantire la disponibilità dei ricambi, prevediamo in anticipo quali dei nostri clienti visiteranno l'officina nel corso dell'anno successivo e quali pezzi di ricambio dovranno essere ordinati per non essere colti impreparati. Naturalmente è nostra intenzione ridurre i costi di magazzino, pertanto le previsioni della domanda devono essere accurate. Un intero canale della nostra attività verte sulla riparazione dei componenti, con costi inferiori rispetto all'utilizzo di componenti nuovi. Otteniamo 'materiale riutilizzabile' dai motori ritirati, rimettendo a nuovo i componenti. Per un motore alla sua ultima visita in officina prima del suo ritiro, la disponibilità di opzioni a costi inferiori può significare un notevole risparmio.

5. Produzione additiva

Oggi la "produzione additiva" (nota anche come "stampa 3D") ha uno spettro produttivo limitato, un numero limitato di leghe e un grado limitato di velocità ed efficienza per la realizzazione dei componenti. GE, tuttavia, si aspetta che attraverso la produzione additiva verrà prodotto un maggior numero di leghe in maniera più efficiente. Attraverso questa tecnologia, GE può cimentarsi in progettazioni impossibili da realizzare utilizzando i tradizionali metodi di lavorazione. La produzione additiva riduce il numero di componenti sostituendo gli assemblati con singole parti; in questo modo sarà possibile ottenere nuove progettazioni con peso inferiore e quindi con una maggiore efficienza a livello di consumo di carburante. Riducendo il numero delle fasi di lavorazione, la produzione additiva contribuirà a ridurre il costo dei componenti.


MATERIALE ACCIAIO INOSSIDABILE

PUNTO DI SVOLTA Il produttore danese di componenti in ottone Yuksel Turn Tech espande la sua offerta con componenti in acciaio inossidabile. TESTO: Lars Österlind FOTO: Svante Örnberg

Visualizzate ulteriori immagini dello stabilimento Yuksel Turn Tech nella versione per iPad di Edge. secotools.com/edgeipad


MATERIALE ACCIAIO INOSSIDABILE

Il sistema PCA (Productivity and Cost Analysis) adottato da Seco consente l'esecuzione di un'analisi dettagliata della produttività e dei costi.

IL CONTOTERZISTA YUKSEL TURN TECH

fornisce componenti torniti quali raccordi per tubazioni destinate a diversi settori, in particolare alle comunicazioni, al settore automobilistico ed al riscaldamento, alla ventilazione ed al condizionamento dell'aria. Gli stabilimenti della società, che occupano 4.500 metri quadrati, si trovano nella zona industriale di Kvistgård, in Danimarca. Sono dotati di macchinari altamente automatizzati, tra cui sei robot di cui uno è il più grande di tutta la Danimarca, e di 27 macchine CNC che ogni anno producono milioni e milioni di piccoli componenti partendo da 2.000 tonnellate di ottone. Per oltre 10 anni Yuksel ha fornito ad uno dei suoi più grandi clienti, Danfoss Semco, tre diversi tipi di sprinkler in ottone ed un ugello in acciaio inossidabile, quest'ultimo acquistato da terzi. Danfoss Semco, originariamente costituita per operare nei settori offshore e marittimo, intravede oggi un grande potenziale nel settore onshore per attrezzature anti-incendio. Alcuni ambienti come i macelli, tuttavia, sono troppo aggressivi per gli ugelli in ottone a causa dell'elevata quantità di ammoniaca presente nell'aria. Nel 2012 Yuksel si è aggiudicato un contratto triennale con Danfoss Semco per la produzione di due ugelli in ottone e uno in acciaio inossidabile, a condizione che effettuasse investimenti in nuove attrezzature. Per soddisfare la domanda sempre crescente, l'azienda decise di produrre internamente il modello in acciaio inossidabile.

UGELLO DE-LUGE MACCHINA CNC: Okuma MacTurn 250-W SISTEMA COMPLETO DI UTENSILI: Contiene 13 diversi utensili, tra cui punte, Jetstream Tooling®, utensili di filettatura, frese e torni multi-direzionali. Nella macchina possono essere utilizzati fino a 52 diversi utensili. PRODOTTO: Sprinkler De-Luge in acciaio inossidabile 316 per sistemi anti-incendio con pressione fino a 80-100 bar VOLUME: Fino a 40.000 ugelli all'anno AREE DI UTILIZZO: Sala macchine delle navi da crociera, stazioni di ferrovie metropolitane, cucine di ristoranti, macelli.

10 edge [2·2013]

Il responsabile della produzione di Yuksel Turn Tech, Kenth Wrist-Jensen, opta sempre per la migliore qualità e considera prioritaria la produttività.

Il responsabile della produzione di Yuksel, Kenth Wrist-Jensen, avviò quindi una ricerca degli utensili e delle attrezzature migliori disponibili sul mercato. "Optiamo sempre per la migliore qualità, che si tratti di ottone, acciaio, utensili o macchinari," afferma. "Se un utensile costa 90 euro e ci consente di raggiungere una capacità produttiva di due milioni di componenti all'anno, è senza dubbio da preferire a uno che costa 70 euro che però è in grado di garantire una produzione annuale di soli 1,2 milioni di componenti." Quando si trattò di scegliere gli utensili per la lavorazione di componenti in acciaio inossidabile, gli fu fatto immediatamente il nome di Seco. "Abbiamo messo a punto un progetto MRT-CET (Machine Related Tooling, Component Engineered Tooling) con calcolo dei tempi e sistema completo di utensili," afferma Michael Mellerup, consulente tecnico di Seco Tools Danimarca. L'analisi ha evidenziato un grande potenziale nell'acquisto di una macchina completa di utensili per la produzione interna degli ugelli in acciaio inossidabile. A dicembre 2012 fu installata la macchina CNC Okuma MacTurn 250-W e poche settimane dopo era già completamente operativa. "La nostra esperienza è maturata attraverso lunghe serie di produzione in cui ogni tre secondi


Jess Fausing, operatore macchina CNC presso Yuksel Turn Tech, utilizza i migliori utensili disponibili.


MATERIALE ACCIAIO INOSSIDABILE

Yuksel Turn Tech Fondata nel 1969 dall'ingegnere turco Yüksel Caglar. Dal 2001 è di proprietà di Morten Bengtsson. Yuksel Turn Tech conta 30 dipendenti con un fatturato di 40 milioni di corone danesi. È un subfornitore specializzato nella produzione e nell'assemblaggio di componenti in metallo in grande e piccola serie. La società fornisce i settori automobilistico,

riscaldamento/ ventilazione/ condizionamento dell'aria, delle telecomunicazioni, dell'elettronica e delle attrezzature anti-incendio di componenti torniti automatici, principalmente in ottone, ma anche in acciaio inossidabile. Ogni anno, Yuksel produce 18 milioni di componenti per le telecomunicazioni.

viene prodotto un nuovo componente," afferma Wrist-Jensen. "Questa è un'altra storia. Con questa macchina produciamo un componente ogni tre minuti." Seco aiuta Yuksel ad ottimizzare la produzione elaborando regolarmente analisi con l'aiuto della nuova e migliorata versione del sistema di analisi della produttività e dei costi (PCA). Dopo le prime settimane, i calcoli evidenziarono un risparmio di 1,25 milioni di corone danesi (circa 170.000 €) all'anno. Wrist-Jensen ritiene che il sistema contribuisca a dare una risposta ad alcune domande: "Dove sono i colli di bottiglia? Quanti componenti possiamo produrre in 24 ore? Come possiamo migliorare ulteriormente la qualità?" Un esempio è dato dall'uso dell'olio da taglio. "Sostituendo al 100% le tradizionali emulsioni di olio-acqua con olio da taglio, abbiamo ridotto i costi per componente del 50 percento," afferma WristJensen. Un altro esempio è dato dalla migliorata modalità di trasporto dei tubi in ottone e acciaio dal magazzino all'officina. "Anziché sollevarli con un carrello elevatore, col rischio di graffiare il metallo, impieghiamo una gru idraulica dotata di imbracature flessibili," afferma Wrist-Jensen. Prima della crisi nel 2008, il 60% dell'attività di Yuksel era destinato al settore automobilistico. Col peggiorare della situazione economica la società iniziò a cercare nuove opportunità commerciali e negli ultimi tre anni si è prodotta in un certo numero di investimenti allo scopo di cambiare le sue capacità produttive. Wrist-Jensen afferma: "In futuro realizzeremo serie più piccole e molti più componenti in acciaio inossidabile."

12 edge [2·2013]

DKK

1.250.000

Cifra risparmiata da Yuksel Turn Tech grazie allo strumento di analisi della produttività e dei costi di Seco.

circa 170.000 €


A PPROFONDI M ENTO: G E O ME T R IA D I TAGLIO

Angolo d'attacco Patrick de Vos, responsabile aziendale della formazione tecnica per il gruppo Seco, spiega come geometrie di taglio diverse influiscono sul processo di lavorazione. COSA INTENDIAMO quando

parliamo di una buona geometria di taglio? Una geometria di taglio racchiude tutta una serie di proprietà geometriche di utensili da taglio che influiscono sulla durata dell'utensile stesso, sulla formazione ed evacuazione del truciolo, sulla stabilità e sulla sicurezza. In sostanza, in presenza di una buona geometria di taglio si ha una formazione corretta del truciolo senza grandi sforzi di taglio. Le proprietà di un tagliente sono determinate prima dalla qualità di metallo duro impiegato e poi dalla geometria del tagliente stesso. Entrambe devono essere accuratamente scelte in funzione della lavorazione. Un modo pratico per valutare una geometria di taglio consiste nell'esaminare la formazione del truciolo durante il taglio. Idealmente il truciolo non dovrebbe essere né troppo lungo

Fascetta di rinforzo

Geometria formatruciolo Geometria del tagliente

né troppo corto e dovrebbe presentare una forma a spirale. Un buon processo di taglio deve garantire la massima efficacia in termini di formazione ed evacuazione del truciolo. Ciò dipende dalla geometria di base dell'utensile, ovvero dal posizionamento del tagliente nel portautensile o nella fresa. Una geometria positiva (se combinata ad una spoglia neutra) riduce il calore e le forze di taglio. Sfortunatamente però il truciolo risulta più lungo e la resistenza meccanica del tagliente è inferiore. Una geometria negativa garantisce una buona robustezza del tagliente e crea un truciolo più corto, ma fa aumentare il calore e le forze di taglio. La geometria di taglio effettiva si trova tuttavia sul tagliente stesso. Questa geometria di taglio è composta da tre elementi: geometria del tagliente (trattamento del tagliente o preparazione del tagliente), fascetta di rinforzo e geometria formatruciolo (geometria di spoglia). Esistono tre tipi di geometria del tagliente di base: affilato, arrotondato e smussato. Un tagliente affilato offre basse forze di taglio, riduce la tendenza alla formazione del tagliente di riporto, conferisce maggiore durata all'utensile, ma è meno stabile. La fascetta di rinforzo è la zona di transizione tra geometria del

tagliente e geometria formatruciolo. Le fascette di rinforzo positive mantengono basse le temperature di taglio, comportano un'usura minore, migliorano la capacità della velocità di taglio, contengono le dimensioni delle zone di pressione massima e riducono le forze di taglio. Comportano, tuttavia, una maggiore concentrazione delle tensioni ed un maggior rischio di scheggiatura del tagliente. La geometria del tagliente e la fascetta di rinforzo insieme determinano la durata del tagliente. Per sfruttare al meglio le geometrie del tagliente e la fascetta di rinforzo, è necessario che l'avanzamento sia maggiore della dimensione di queste geometrie. Il processo di formazione del truciolo è determinato dalla geometria formatruciolo. Una geometria con un'elevata capacità di controllo costringe i trucioli, nel momento in cui si creano, a deformarsi ed a rompersi per ridurne le dimensioni. Lo svantaggio è una maggiore fragilità del tagliente dovuta alla concentrazione di sforzi. Con una geometria poco positiva i trucioli sono più lunghi. Questa geometria dona tuttavia maggiore robustezza al tagliente. Le geometrie medie sono a metà strada tra le due. Patrick de Vos, patrick.de.vos@secotools.com

ULTERIORI INFORMAZIONI sono disponibili nei programmi di formazione STEP di Seco — www.secotools.com/it/step

edge [2·2013]

13


SEGME N TO I N DUSTRI A L E G EN E RA Z I O N E D I E NE R G IA

SGT5-8000H di Siemens è la piÚ potente turbina a gas del mondo.

UN TAGLIO Ulteriori immagini degli stabilimenti Siemens sono visibili sulla versione di Edge per iPad. secotools.com/edgeipad


AI TEMPI G Grazie alle fr nuove frese la tedesca Siemen è riuscita ad Siemens abbrev abbreviare in modo sostanz sostanziale il processo produttiv delle turbine produttivo d a gas destinate alle centra elettriche di centrali tutto il mondo. TESTO: Nigel J. Luhman FOTO: Siemens Markus Altmann eM


SEGME N TO I N DUSTRI A L E G EN E RA Z I O N E D I E NE R G IA

La sede produttiva per turbine a gas Siemens di Berlino, Germania, fornisce turbine altamente efficienti ed ecosostenibili destinate alle centrali elettriche. La nuova nata della gamma di prodotti, la SGT5-8000H, rappresenterà lo standard globale in termini di protezione ambientale: sebbene la turbina vanti una generazione di potenza record pari a 375 MW, attuando un ciclo combinato con una turbina a vapore l'efficienza del suo processo può essere migliorata di oltre il 60%. Rispetto alle turbine più comuni attualmente in funzione, tutto ciò si traduce ogni anno in un risparmio di circa 43.000 tonnellate di emissioni di CO2. Nonostante il peso e le dimensioni enormi, le turbine a gas devono essere assemblate con estrema precisione con tecniche altamente avanzate. Il rotore, ad esempio, è un elemento composto da più componenti e può facilmente arrivare a pesare 100 tonnellate. In fase operativa ruota a 50 giri al secondo, con le punte delle pale a pochi millimetri di distanza dalla cassa. Per quanto riguarda l'assemblaggio, saranno frazioni di millimetro a determinare se la turbina funzionerà in modo ottimale una volta operativa. Una singola turbina a gas è composta da circa 2.400 palette, ognuna delle quali viene sottoposta a tensioni estreme durante la fase operativa. Le temperature che si sviluppano all'interno della turbina durante la combustione, ad esempio, arrivano in alcuni casi a 1.500°C. Le palette sono in grado di supportare queste condizioni estreme grazie a un'innovativa tecnica produttiva che rende possibile un raffreddamento ad aria perfetto. Andreas Gross lavora in Siemens dal 1978 e attualmente è il responsabile per la produzione di piccoli componenti, tra cui la fresatura CNC dei supporti cuscinetto. Seco Tools fornisce l'azienda ormai da decenni; sia il responsabile tecnico Steffen Köckeritz che il direttore vendite Bernd Scheunemann lavorano a stretto contatto con Gross ed i suoi colleghi per fornire loro assistenza ogni volta che la richiedono. "Se sorge un problema di fresatura, non devo far altro che chiamare il sig. Scheunemann," spiega Gross. "Se non si trova già sul posto, arriverà in tempi brevissimi. Sono sempre riusciti a trovare una soluzione." L'impiego delle nuove frese non è che l'ultimo esempio di uno sviluppo che nasce direttamente dalla cooperazione tra le due società. Scheunemann, che segue Siemens ormai da 20 anni, ha colto l'opportunità concreta di ottimizzare il processo di fresatura dei supporti cuscinetto utilizzando le frese HighFeed2 di Seco. Anziché lavorare in profondità, queste frese combinano una profondità di taglio minima a un avanzamento al dente molto elevato: il risultato

16 edge [2·2013]

Siemens in breve La sede produttiva per turbine a gas Siemens di Berlino conta 3.500 dipendenti di 46 diverse nazionalità. La prima turbina a gas destinata a una centrale elettrica fu realizzata nel 1972 e da allora ne sono state prodotte oltre 800 per clienti in più di 60 paesi. Tali turbine sono destinate al mercato dei 50 e 60 Hz e generano tra 113 e 375 MW. Oltre ai processi produttivi, vengono testati tutti i componenti e le turbine e viene fornito un servizio di assistenza 24/7 per tutte le macchine installate.

è un'asportazione di gran lunga superiore al normale. Inoltre le forze di taglio sono dirette al mandrino macchina in direzione assiale, con conseguente riduzione delle vibrazioni e maggiore durata. Questo metodo garantisce l'elevato grado di precisione richiesto da Siemens. Fin dalla sua introduzione nello stabilimento Siemens all'inizio del 2012, la fresa HighFeed2 ha comportato una riduzione dei tempi di lavorazione di ben il 90%. In questo modo Siemens è in grado di produrre un maggior numero di componenti per macchina CNC, per un miglior ritorno degli investimenti.

A sinistra: Bernd Scheunemann, Seco Tools. A destra: Andreas Gross, Siemens


"Mi aspettavo ovviamente un risparmio, ma non me lo sarei mai immaginato così grande." Andreas Gross, Siemens

Fresatura ad elevato avanzamento Per quanto riguarda l'assemblaggio, frazioni di un millimetro possono fare la differenza per il successo operativo delle turbine a gas.

"Mi aspettavo ovviamente un risparmio," afferma Gross. "Ma non me lo sarei mai immaginato così grande." Per la fresatura delle sedi cuscinetto delle turbine a gas, la nuova strategia di fresatura ad elevato avanzamento ha ridotto i tempi di lavorazione da 90 minuti a meno di 10. Poiché ogni turbina può presentare fino a otto sedi, si tratta di un notevole risparmio in termini di tempi di produzione complessivi. Gross confida nel fatto che la collaborazione tra Siemens e Seco porterà in futuro a ulteriori ottimizzazioni.

La fresatura ad elevato avanzamento consente lavorazioni fino a tre volte più rapide rispetto ai metodi convenzionali. Anziché tagliare in profondità, il processo combina una profondità di taglio massima di 2 millimetri a un avanzamento maggiore, consentendo asportazioni superiori a quelle ordinarie, fino a 1.000 cm3/min. Il metodo è basato su piccoli angoli di attacco per produrre forze di taglio assiali massime e forze radiali minime con cui si riduce rispettivamente il rischio di vibrazioni e si stabilizza la lavorazione. Sebbene si tratti di una strategia di sgrossatura, le profondità di taglio minime generano una forma molto vicina a quella finale desiderata, eliminando la necessità della semi-finitura.

edge [2·2013]

17


SUL CAMPO

FOTO: Diego Vivanco

PERSONALIZZATO per I CLIENTI Ad Asteasu, Spagna, il tecnico di programmazione Antonio Mangas deve dar spazio a tutta la sua creatività per fornire ai suoi clienti di tutto il mondo macchine utensili personalizzate in base alle più specifiche esigenze. LA MIA VITA È LEGATA ALLE

Antonio Mangas Trigo Età: 53 Occupazione: Tecnico applicativo e della programmazione Datore di lavoro: BOST Machine Tool Company Località? Citta industriale basca di Asteasu, Spagna Famiglia: Sposato con due figli Hobby: Antonio pratica il silvestrismo, l'antica tradizione mediterranea della cattura e dell'allevamento di uccelli canori.

18 edge [2·2013]

Catena di fornitura adattiva Seco offre un'ampia gamma di strategie di fresatura per operazioni di sgrossatura, semi-finitura e finitura. Negli ultimi due anni, Seco ha fornito a BOST frese a disco personalizzate per i suoi torni CNC verticali multitasking.

macchine utensili fin dagli anni '80, quando frequentai un corso universitario sul controllo numerico. Lavoro in BOST da quasi 24 anni. BOST progetta e realizza macchine utensili personalizzate, offrendo soluzioni chiavi in mano adattate alle specifiche esigenze di ogni cliente. I nostri sviluppi includono torni, macchine speciali per sgrossatura, alberi a gomiti, barenatrici idrostatiche e guide rotative per svariati settori in tutto il mondo. Il mio lavoro consiste nel trovare gli utensili e i programmi specifici di cui necessitano i nostri clienti per ottenere i migliori risultati di lavorazione per i loro componenti in tempi operativi brevi. Siamo inoltre qualificati per offrire a queste società servizi di consulenza e consigli sul software CNC. È un lavoro molto creativo, ogni giorno imparo qualcosa di nuovo. Le nostre macchine sono tutte dotate di utensili Seco. Quando progettiamo una macchina e sviluppiamo un concetto di funzionamento, contattiamo Seco affinché mettano a punto utensili adattati alle nostre idee. BOST ha adottato gli utensili Seco nei più svariati contesti e ha sempre potuto contare sul suo servizio di assistenza. Abbiamo ad esempio impiegato gli attacchi antivibranti Steadyline e frese Jabro personalizzate per lavorazioni ad alta precisione, soluzioni di fresatura di alberi motore e lavorazioni di tornio-fresatura. Alcune soluzioni offerte da Seco sono state adottate internamente da BOST. Se un mio cliente finale richiede un utensile, Seco fa il possibile per renderlo disponibile rapidamente, se necessario persino adattando i suoi prodotti e modificando ciò che ci era stato offerto."


SOSTENI B ILITÀ

SOLEGGIATE In Gran Bretagna un nuovo stabilimento Seco ha installato un efficiente sistema di pannelli solari allo scopo di tagliare i costi energetici e ridurre le emissioni di CO2.

TESTO: Daniel Dasey ILLUSTRAZIONE: Prince Hat/Agent Molly & Co

QUANDO, NEL 2012, LA FILIALE BRITANNICA di Seco si trasferì in un

complesso più moderno, si adoperò affinché i nuovi locali assumessero solide credenziali ecosostenibili. Orinatoi senz'acqua, sistemi di raffreddamento centralizzati ed un sistema di condizionamento dell'aria all'avanguardia sono stati tutti installati nella nuova sede di Alcester nell'Warwickshire, Inghilterra. La realizzazione più ambiziosa fu l'installazione di pannelli solari sul tetto dell'edificio allo scopo di ridurre la produzione dei gas serra e contenere i costi energetici. Philip Madkins, responsabile sicurezza ed ambiente di Seco Gran Bretagna, afferma che già alcuni anni fa la società aveva pensato di installare i pannelli solari, ma che la loro efficienza non l'aveva impressionata. "Otto anni fa avevamo pensato di installare i pannelli solari nella vecchia sede, ma la loro efficienza non ci aveva impressionato", afferma. "Ma i pannelli di oggi sono di gran lunga superiori. Oggi basta un solo pannello per fare il lavoro di 10 o 15 pannelli di dieci anni fa.

Dopo aver valutato diverse opzioni, la società commissionò alla società britannica Sanctus Energy l'installazione di un sistema composto da 200 pannelli solari Sanyo per una produzione massima di energia di 50 kW. Malgrado le condizioni meteo poco favorevoli di Alcester, il sistema produce energia ogni giorno. "Anche quando è nuvoloso, riusciamo a produrre tra 12 e 20 kilowatt ora (kWh) al giorno," afferma Madkins. "In un giorno di sole la produzione può arrivare fino a 80." Afferma che il sistema, diventato operativo a luglio 2012, ha prodotto entro la fine dello stesso anno 17.800 kWh di energia. Si prevede un calo delle emissioni di CO2 di 21 tonnellate all'anno e un notevole taglio dei costi per Seco. "È una soluzione vincente per tutti," dichiara Madkins. Afferma che l'impianto è stato finanziato col Green Fund di Seco, al costo di 117.000 sterline britanniche. La filiale britannica ha così ottenuto il diritto a ricevere un incentivo

statale per ogni kilowatt di energia prodotto dal nuovo sistema. Anche le fatture dell'elettricità sono diminuite e nei periodi di maggiore tranquillità, ad esempio durante i fine settimana, la produzione dei pannelli solari supera il consumo di elettricità di Seco Gran Bretagna. La società ha così la possibilità di aumentare il proprio utile esportando energia nella rete. Madkins è sicuro che i costi affrontati per l'installazione del sistema verranno ammortizzati nel giro di 8-12 anni, a seconda dell'efficienza che dimostreranno i pannelli solari. Fra 25 anni, la società dovrebbe aver risparmiato la modica cifra di 381.000 sterline. "Sembra molto promettente," afferma. "Non abbiamo mai avuto problemi coi pannelli o con gli inverter. Tutto sembra andare per il meglio." Madkins suggerisce che anche le aziende che si trovano in zone poco favorevoli dal punto di vista meteorologico valutino la possibilità di installare i pannelli solari. edge [2·2013]

19


L'IDOLODEI C TESTO: Anna McQueen

FOTO: Dieter Telemans

EUROSKILLS È UN EVENTO BIENNALE

Edge parla con Mathieu Melas, un membro del team belga che si è aggiudicato il primo posto nella categoria CAD e CNC alla competizione Euroskills 2012.

20 edge [2·2013]

volto a sottolineare l'importanza dell'eccellenza professionale e della formazione di alta qualità in tutta Europa. L'edizione 2012, che si è tenuta a ottobre presso il circuito automobilistico belga di Spa-Francorchamps, ha riunito oltre 400 concorrenti provenienti da 24 paesi che si sono fronteggiati in sei diverse categorie (Moda e arti creative, Trasporti e logistica, Tecnologia produttiva, Tecnologie dell'informazione e della comunicazione, Servizi sociali, personali e per l'ospitalità e Costruzioni ed edilizia).


... aiutare a migliorare il profilo dell'industria della fresatura." Alain Stas

Assistente personale. Michael Robas (sinistra) lavora come insegnante presso il centro formativo TECHNOFUTUR Industrie. È stato lui a sostenere Mathieu Melas nel corso dell'edizione 2012 di Euroskills.

NC

I vincitori per la categoria CNC/CAD sono stati i belgi Mathieu Melas per CNC e Guillaume Biset per CAD. All'epoca, Melas frequentava un corso presso il centro formativo TECHNOFUTUR Industrie di Gosselies. "Ero disoccupato e dovevo migliorare le mie competenze per trovare un lavoro," spiega. "Alcune settimane più tardi, un amico mi disse che avrebbe partecipato alla competizione Euroskills e mi convinse a iscrivermi," continua. Alla competizione si iscrissero dodici studenti del centro TECHNOFUTUR Industrie i quali

EUROSKILLS 2014 QUANDO 1-4 ottobre 2014 DOVE Lille Grand Palais, Lilla, Francia PERCHÉ Sottolineare l'importanza dell'eccellenza professionale e della formazione di alta qualità IN PIÙ euroskills.org

dovettero sostenere una serie di test di ammissione: una prova scritta, un corso di formazione sul software Mastercam CAD/CAM e una prova pratica consistente nella fresatura di un componente partendo da un disegno, utilizzando utensili forniti da Seco. Un solo studente superò il test: Melas. LE TEMPISTICHE HANNO RAPPRESENTATO L'ASPETTO PIÙ DIFFICILE della competizione,

afferma Melas: "Avevamo tempi stabiliti sia per la programmazione Mastercam che per la lavorazione. Anche se finivamo la programmazione in anticipo, non potevamo cominciare la lavorazione finché il tempo non era terminato." Ma Melas era piuttosto sicuro delle sue capacità e così vinse il bronzo nella competizione individuale per la lavorazione CNC. "Ma aggiudicarsi il primo posto nella sfida a squadre fu una vera sorpresa," afferma Melas. In seguito a questo evento, Melas fu contattato da una società di fresatura belga. Successivamente gli fu offerto un lavoro meglio retribuito come operatore macchina in Lussemburgo. Alain Stas, direttore di TECHNOFUTUR Industrie, afferma: "La competizione Euroskills è una fantastica opportunità per chi, come Mathieu, desidera maturare esperienza, migliorare le sue competenze e, si spera, trovare un buon lavoro. Il nostro obiettivo ultimo è quello di vedere i nostri studenti trovare lavoro ed Euroskills può rivelarsi un vero e proprio trampolino di lancio nel settore." A Stas fu proposto il posto di supervisore di Euroskills per le competizioni di fresatura, con il compito di impostare collaborazioni coi fornitori di utensili Seco e Mitutoyo e coi produttori di macchine Buhlmann e Huron e di software CAM Meca-consult e Mastercam. "Queste collaborazioni si sono rivelate molto vantaggiose per TECHNOFUTUR Industrie perché ci hanno consentito di sviluppare relazioni molto più strette coi principali fornitori del settore," afferma. Euroskills ha accolto 50.000 visitatori durante i tre giorni dell'edizione belga 2012. "È un ottimo modo per stimolare i giovani a interessarsi al settore," afferma Stas. "Il numero delle matricole è in calo ed Euroskills può aiutare a migliorare il profilo del settore della fresatura per stimolare i giovani a interessarsi a questo settore. "Sono fiero dei nostri studenti e dei risultati che hanno ottenuto." "Le competizioni come Euroskills sono molto utili. Ritengo tuttavia che la parte migliore sia stata la preparazione, l'incontro con gli altri candidati e con l'intero team," afferma Melas. "Penso infatti che parteciperò a Worldskills fra qualche mese in Germania, vincere Euroskills mi ha dato lo spunto per rimettermi in gioco!" edge [2·2013]

21


RITRAT TO PARK MAN-GYO TESTO: Jane Wong FOTO: Qilai Shen

Analisi accurata Park Man-gyo, responsabile del supporto tecnico Seco in Corea del Sud, ritiene che solo conducendo diagnosi appropriate è possibile offrire soluzioni efficaci ai problemi dei clienti.

"CREDO CHE IL MIGLIOR rapporto

tra un cliente ed un fornitore si instaura quando entrambe le parti dimostrano rispetto reciproco," afferma Park Man-gyo di Seco. "Solo così entrambe le parti potranno dirsi vincitrici." Park è responsabile del supporto tecnico di Seco in Sud Corea, il che significa che deve risolvere i problemi più diversi. "Quando mi trovo davanti ad una sfida, analizzo accuratamente il problema e cerco di risalire alla causa," afferma. "Cerco quindi di risolverlo o di apportare miglioramenti discutendone coi colleghi, dopodiché condivido con tutti i risultati per evitare che il problema si ripeta". Park cita come esempio un dottore che non è in grado di elaborare una cura appropriata finché il paziente non gli spiega correttamente nei minimi dettagli il suo problema fisico. "Analogamente, il fornitore potrà offrire il miglior prodotto e le migliori soluzioni solo dopo che il cliente gli avrà presentato chiaramente la situazione ed il problema". RISOLVERE I PROBLEMI DEI

clienti non è sempre facile. Park ha maturato una lunga esperienza nel settore della

22 edge [2·2013]

La Corea del Sud è uno dei paesi più all'avanguardia nei settori automobilistico, dell'elettronica, delle telecomunicazioni e dell'ingegneria navale.

metallurgia, avendo trascorso 14 anni in Seco e i 14 anni precedenti come progettista di utensili e responsabile del reparto fresatura di Korea Tungsten, azienda produttrice di utensili che divenne in seguito TaeguTec. Park ritiene che la trasparenza e l'empatia siano gli approcci migliori per affrontare le situazioni più problematiche: "Faccio del mio meglio per capire la natura dell'equivoco in cui è caduto il cliente. Se siamo noi ad aver sbagliato, porgo le nostre scuse. Se una situazione difficile ha avuto origine da un equivoco creato dal cliente, prendo del tempo e spiego la

questione offrendo un documento di supporto. Cerco di immedesimarmi nel cliente per capire meglio". Park ritiene che i problemi debbano essere affrontati positivamente, ma con la giusta cautela, affidandosi molto alla responsabilità. Non abbandona mai un lavoro incompiuto perché non può concentrarsi su qualcosa di nuovo se il precedente problema è ancora senza soluzione. Ama delegare e quando analizza le situazioni dimostra apertura mentale, flessibilità e volontà a sperimentare nuove idee. Oggi la tecnologia si evolve rapidamente e Park è in grado di scorgere in anticipo i cambiamenti che riguardano il settore e il suo lavoro. "Ritengo che il settore della lavorazione della prossima generazione abbia bisogno di software innovativo", afferma. "L'attuale settore della lavorazione deve trasferire le sue basi dall'hardware al software. In questo modo saremo in grado di scaricare l'applicazione delle condizioni di taglio per gli utensili o qualsiasi altra applicazione dal web in tempo reale, solo così riusciremo a tenere il passo con la rapida evoluzione delle conoscenze tecniche".


Cerco di immedesimarmi nel cliente per capire meglio".

PARK MAN-GYO

Età: 52 Posizione: responsabile del supporto tecnico, CET & CT e produzione presso Seco Tools in Corea del Sud Formazione: specializzato in ingegneria meccanica presso la Kyungpook National University, Corea del Sud Esperienza professionale: progettista di utensili e esponsabile del reparto fresatura presso Korea Tungsten dal 1984 al 1998. Nel 1999 è stato

assunto da Seco Tools Corea come responsabile tecnico Famiglia: è sposato con Lee Young-ju, insegnante di scuola elementare, sua figlia, Park So-yeon, studia arti occidentali e lavora come segretaria presso Hyundai, suo figlio, Park Cho-ho, è tenente dell'esercito coreano. Interessi personali: Trekking in collina ed arrampicate in montagna, nuoto.

edge [2·2013]

23


CONOSCENZA CONSOLIDATA Cliente

PRODUZIONE

Ricerca e sviluppo

Vendite PCST

RICERCA E SVILUPPO PIÙ RAPIDE Il Product Centre Solid Tools sviluppa, produce e offre assistenza per i 10.000 utensili che compongono la gamma standard Seco, aiutando i suoi clienti a tenere il passo con l'innovazione tecnologica.

F

TESTO: Åke R Malm ILLUSTRAZIONE: Johan Nohr

rese integrali, punte ed utensili per filettare per le più svariate applicazioni, con componenti che vanno da impianti dentali e da pale per le turbine degli aerei a bielle destinate alle automobili. L'innovazione tecnologica richiede un costante perfezionamento, ecco perché Seco ha istituito il Product Centre Solid Tools (PCST). "PCST accelera i nostri sviluppi in produzione, ricerca e sviluppo e marketing per offrire un servizio clienti sempre migliore," afferma il responsabile marketing Johan Lahiri. Circa 10.000 frese integrali compongono la gamma standard di Seco, ecco perché le combinazioni possibili tra utensili e applicazioni sono praticamente infinite. Le nuove tendenze nel campo delle lavorazioni continuano a cambiare il panorama, questo è il motivo per cui la maggior parte delle aziende operanti in questo settore sta compiendo ingenti sforzi per stare al passo coi nuovi sviluppi su tutti i fronti. È in questo contesto che PCST può rivestire un ruolo importante. "Il nostro obiettivo non è solo aumentare le vendite, ma aiutare i nostri clienti a raccogliere sempre più successi attraverso una soluzione adatta alle loro esigenze," afferma Lahiri. "È una situazione vincente per entrambe le parti in cui le conoscenze applicative sono l'elemento fondamentale”. La scelta di questi utensili non può prescindere da un certo numero di considerazioni. Ad esempio, la diffusione della produzione non presidiata richiede la massima affidabilità degli utensili

24 edge [2·2013]

ed una loro durata prevedibile. "Se si imposta una macchina affinché rimanga in funzione non presidiata durante la notte e un utensile si rompe dopo solo un'ora, la produttività ne risentirà notevolmente. È essenziale che gli utensili forniti offrano esattamente le prestazioni e la qualità promesse," afferma Lahiri, sottolineando che PCST aiuta a conseguire questo risultato. I settori automobilistico ed aerospaziale lottano costantemente contro il peso per rendere i loro prodotti sempre più efficienti dal punto di vista del consumo di carburante. "Si sta diffondendo l'impiego di materiali di difficile lavorazione come le superleghe, le ceramiche ed i compositi, leggeri e robusti", afferma Lahiri. "Per questo siamo costantemente impegnati a sviluppare nuovi utensili con rivestimenti e geometrie in grado di lavorare tali materiali". Anche le forme dei componenti lavorati sono sempre più complesse, con tolleranze più strette. Gli utensili possono essere prodotti esattamente in base a questi requisiti. Anche la necessità di tutelare l'ambiente sta influendo su tutti i processi di lavorazione, a partire dalla strategia adottata, dove il refrigerante viene sostituito sempre più spesso con la lavorazione a secco. La flessibilità è un altro fattore determinante. È infatti importante che un tipo di utensile possa essere impiegato nelle più svariate applicazioni e con i più diversi materiali, soprattutto per quelle aziende non specializzate a cui vengono affidate piccole serie di produzione con poco preavviso. Ultima considerazione, ma non meno importante, la necessità di avere sempre a disposizione informazioni corrette ed aggiornate. Nel settore produttivo ciò si traduce in un facile accesso ai parametri di taglio dinamici, e gli addetti ai lavori possono trovare questo supporto direttamente sul web. "Abbiamo messo a punto un'applicazione, 'solid quote', in cui gli utenti possono immettere i loro parametri per individuare l'utensile di cui hanno bisogno, il suo prezzo e i relativi tempi di consegna," afferma Lahiri.

Il Product Centre Solid Tools (PCST) fu istituito da Seco nel 2012. Il suo obiettivo è semplificare i processi interni per ridurre i lead time ed ottimizzare la puntualità in fase di consegna, ma anche migliorare la qualità e l'offerta dei prodotti, oltre al miglior servizio clienti possibile. Con sede a Lottum, nei Paesi Bassi, l'organizzazione PCST conta 320 dipendenti. La ricerca, lo sviluppo e la produzione avvengono in sedi diverse, a seconda dell'applicazione. Lo stabilimento di Lottum è specializzato in fresatura, insieme all'unità Seco di Reynoldsville, Stati Uniti. La foratura è basata a Norrköping, mentre la filettatura a Fagersta, entrambe in Svezia. Anche il ripristino degli utensili usati è un aspetto importante ed il supporto logistico ha un'organizzazione centrale e specialisti sul territorio.

Johan Lahiri, responsabile marketing — Product Centre Solid Tools


Ulteriori informazioni sull'offerta Seco edgeupdate.com

IN BREVE TESTO Åke R. Malm

SCANALATURE DI QUALITÀ Ogni inserto ha quattro taglienti con formatrucioli MC ed è rigidamente fissato con una robusta staffa.

X4 È UN NUOVO UTENSILE AD INSERTI sviluppato per scanalatura e troncatura adatto anche alla tornitura, alla profilatura e alla sfacciatura. Ogni inserto presenta quattro taglienti con formatruciolo MC rigidamente fissati con una robusta staffa parte integrante dell'utensile per una rapida sostituzione dell'inserto. La gamma X4 comprende inserti neutri e con taglio sinistro e destro, con larghezze comprese tra 0,5 e 3 millimetri e con profondità di taglio fino a 6,5 millimetri. I portautensili sono dotati della tecnologia Jetstream Tooling® Duo per la gestione efficiente del refrigerante, a bassa o ad alta pressione.

edge [2·2013]

25


IN BREVE

Compresi nella cassetta degli attrezzi

TP1030 Una famiglia di qualità cermet moderna ed ecosostenibile che consente di ottenere eccellenti gradi di finitura superficiale su acciaio ed acciaio inossidabile.

FORMATRUCIOLO M6 Il disegno del formatruciolo M6 consente un maggiore avanzamento per una migliore produttività, una qualità dei componenti prodotti superiore ed un sicuro controllo del truciolo.

PORTA PINZE HP La gamma di porta pinze a elevata precisione EPB 5672, ora disponibile nelle dimensioni ER HP 11 per le lavorazione di piccoli componenti, combina un basso errore di eccentricità, una coppia trasmissibile elevata e l'idoneità alle lavorazioni ad alta velocità.

ATTACCO A CALETTAMENTO TERMICO, SAFE-LOCK™ Combinando un sistema di protezione antiestrazione dell'utensile col serraggio a calettamento termico, EPB 5600 Safe-Lock™ consente parametri di taglio più elevati ed impedisce all'utensile di uscire.

TH1000 E TH1500 TH1000 e TH1500 offrono la possibilità unica di combinare la massima resistenza all’usura alla robustezza del tagliente.

CS100 CS100 è una qualità ceramica tipo SiAlON realizzata per ottimizzare resistenza all’usura e tenacità nelle lavorazioni di superleghe resistenti al calore.

26 edge [2·2013]

Niente ferro, nessun problema LA GAMMA JABRO-SOLID2 di frese integrali è stata ampliata con la famiglia JS400 appositamente studiata per i materiali non ferrosi. Sulla scia del successo ottenuto con la famiglia JS500 per acciaio, acciaio inossidabile e ghisa, la famiglia JS400 è stata progettata per la lavorazione dell'alluminio e della plastica. JS412 e JS413 sono di facile utilizzo e adatte agli utenti che dispongono di macchine con mandrini a bassa velocità o bassa potenza, tipiche delle officine più piccole. JS452 e JS453 sono gli utensili di fascia alta destinati ai fornitori di componenti di primo e secondo livello. Per soddisfare i più elevati requisiti in termini di affidabilità e prestazioni, l'evacuazione del truciolo deve essere perfetta in ogni fase. Una caratteristica importante della famiglia JS450 è la particolare elica che ottimizza l'uscita del truciolo dalla zona di taglio critica. La nuova famiglia JS400 sostituirà Jabro-VHM tipi J40, J99 e J93, per un'asportazione ed una durata del 30% superiori.


r li pe ensi sentano vi ut e o r u In ura p enziato ssat r a smu so diffe ttim s a un'o p e n r u ti . n e l a a r a fici per g uper ura s finit

La gamma JETSTREAM TOOLING DI SECO® offre una migliore produttività e un migliore controllo del truciolo con getti di refrigerante mirati e precisi dalle uscite poste proprio dietro l'area di taglio. Una nuova generazione di questa gamma di utensili destinata alla tornitura è caratterizzata dal sistema P con leva, che sostituisce il precedente bloccaggio con perno. L'utensile con sistema P utilizza una leva per offrire un bloccaggio più rigido dell'inserto ed una migliore ripetibilità in fase di sostituzione inserto. Una migliore rigidità consente maggiori profondità di taglio, un maggiore avanzamento e una migliore qualità dei componenti prodotti. Oltre all'adduttore di refrigerante standard per finitura e sgrossatura media, è oggi disponibile una nuova opzione per sgrossatura. Il sistema di bloccaggio tipo P e' stato realizzato anche in versione Jetstream Tooling® Duo, dove un canale addizionale indirizza il refrigerante nella zona inferiore alla sede inserto. Questo getto aggiuntivo di refrigerante può aumentare la durata dell'utensile di un ulteriore 10% e migliorare la finitura del componente. Tutti gli utensili Jetstream Tooling® di nuova generazione sono per inserti negativi e sono disponibili nelle versioni con stelo quadro e Seco-Capto.

FRESE JABROTM SOLID2 PER SMUSSI DUE NUOVI UTENSILI PER SMUSSARE sono stati inclusi nella serie Jabro-Solid2 JS500. JS506 e JS509 sono disponibili con conicità di 90° o 60°. Un'elevata qualità di metallo duro è stata combinata col collaudato rivestimento SIRON-A per garantire una maggiore durata. Gli utensili presentano inoltre il passo differenziato per evitare rumori e vibrazioni ed offrire componenti con una superficie impeccabile. JS506 e JS509 sono adatti a tutti i materiali usati nel segmento delle lavorazioni generiche e rappresentano un prezioso valore aggiunto per il portafoglio di prodotti Seco Jabro.

TORNITURA RIGIDA

edge [2·2013]

27


Una motoslitta dotata di un kit turbo MCXpress ha raggiunto 189 km/h dopo 660 piedi (201,17 metri).

4,91 secondi Una motoslitta dotata di turbo MCXpress ha impiegato 4,91 secondi a percorrere 500 piedi (152,4 metri) sull'erba.

Tempo e qualità MCXpress utilizza Turbo10, Seco-Jabro J40 e Seco Feedmax per lavorare i componenti in alluminio. L'azienda ha scelto gli utensili Seco perché garantiscono tempi di lavorazione più brevi e prodotti finali di qualità superiore.

L ARE ta? E CO L D iclet O T motoc rbo ER A o D I A S T u AI D E n k it t OS LI T HAI M TUA MOT installare u ienda i A z d L 'a à CO N ress. L otoslitte, sibilit MC Xp la p os m Valuta nda svedese market per tilitari. r e e i t du z f e a 'a a rbo dell trad e k it tu icoli fuoris c u d o pr , ve iclette motoc

270 Grazie a un kit turbo di MCXpress, la potenza di una motoslitta Yamaha Nytro FX è passata dalla versione standard di 130 a 270 CV.

SUGGERIMENTI? Utilizzate gli utensili Seco per realizzare un prodotto interessante? Contattateci all'indirizzo edge@secotools.com. 02897518 ST20136413

FOTO: VISUALCOMMUNICATIONS/GETTY IMAGES

189 km/h

Seco edge 2 2013 it it hr  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you