Issuu on Google+

RICETTE GUSTOSE IN TRE COLORI

Ed ecco finalmente la raccolta di (quasi tutte) le ricette regionali cercate e riordinate dagli alunni delle classi 2A 2B 2C della scuola “G. Caron” di Brugine (anno scolastico 2010/11) nell’ambito del progetto di Istituto dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia. Abbiamo scoperto una cucina veramente ricca e appetitosa, come abbiamo spiegato nella presentazione del lavoro in Power point già proposto in Sala polivalente. Ed ora…

A TAVOLA CON IL TRICOLORE: 150 RICETTE … O QUASI!


FRITTELLE Ingredienti: PER LA “PASTA” • Farina “00” (quanto basta) • 4 uova • ½ etto di burro • ½ cucchiaio d’olio • ¾ di litro di latte • Una bustina di lievito • 2 etti di zucchero • Limone • Un pizzico di sale PER LA “CREMA” • Una bustina di preparato per crema (crema “Leone”) • 4-5 cucchiai di latte ogni 6 cucchiai di farina • Farina “00” (quanto basta) • 4 cucchiai di zucchero ogni litro di latte Procedimento PER LA “PASTA” Sbattere le uova con lo zucchero, un pizzico di sale e un goccio di limone, dopo che si sono ben amalgamati aggiungo il latte e, un po’ per volta, della farina mescolo bene e aggiungo il burro sciolto e l’olio, un altro po’ di farina e il lievito e mischio bene il tutto. PER LA “CREMA” Metto il latte (freddo), la farina e lo zucchero e aggiungo la bustina di preparato mescolo bene e lo metto a bollire fino a che diventa “dura”. Quando è cotta la lascio raffreddare per un po’ e la aggiungo all’altro composto; dopo averli amalgamati per bene li lascio raffreddare per una notte poi faccio delle palline con il cucchiaio e le metto a friggere in una padella “fonda” antiaderente. Una volta fritte le spolverizzo con dello zucchero a velo.


INGREDIENTI: → 400g di spaghetti → 200g di gamberi → 2 calamari → 300g di vongole → Peperoncino → Prezzemolo → Olio → aglio → sale

PREPARAZIONE: Fate soffriggere aglio,olio e peperoncino,unite le vongole e i calamari. Appena si saranno aperte le vongole unite i gamberi già sgusciati e fate cuocere a fuoco vivace qualche minuto. Lessate gli spaghetti al dente, versateli nel sugo,rigirate,unite il prezzemolo tritato e servite subito.


FEGATO ALLA VENEZIANA INGREDIENTI: • 500 g di fegato di vitello • 2 grosse cipolle • Burro, salvia, sale PROCEDIMENTO: Per prima cosa preparate le cipolle. Tagliatele a finissimi anelli, salatele, cuocetele coperte al burro(circa 50 g)a fuoco bassissimo; devono ammorbidirsi, quasi spappolarsi. Questa cottura potrà durare anche 40 min. Tagliate il fegato a strisce fine, aggiungetelo alle cipolle calde, regolate il sale, e cuocetelo pochi a fuoco brillante. ORIGINE: Padova/Venezia

FOCACCIA SALATA CON STRUTTO INGREDIENTI: Strutto (circa 200 g) Un po’ di sale Farina quanto basta Acqua calda PROCEDIMENTO: Mescolare il tutto e stendere su una teglia da forno unte con olio e cuocere nel forno della stufa a legna. LUOGO: Campagne padovane


!

FRITTATA CON FIORI DI ACACIA ( ROBINIA)

LUOGO: Monte Rovarolla (COLLI EUGANEI) TEMPO: Questa è una ricetta esclusiva del mese di maggio INGREDIENTI: Uova (a seconda del numero di persone) Sale e pepe 1 noce di burro Fiori di acacia PROCEDIMENTO: Raccogliere i fiori di acacia nella giornata di fioritura, lavarli con acqua fresca senza sciuparli, attendere qualche minuto su carta assorbente per l’asciugatura. Sciogliere la noce di burro nella padella, mescolare la uova con i fiori tolti uno ad uno e aggiungere un pizzico di sale e pepe. Versare il preparato e cuocere, senza mescolare, a fuoco medio. Questo piatto abbastanza povero ma molto buono va servito con pane e del buon merlot rosso dei nostri colli euganei. PARTICOLARITA’: La particolarità di questo piatto è l’abbinamento del sapore semplice delle uova con il gusto dolce dei fiori di acacia.


! ! ! !

INGREDIENTI: 100g di burro 500g di farina gialla Mezzo bicchiere di panna da cucina 300g di formaggio fresco grasso PREPARAZIONE: Porre sul fuoco un recipiente con 3/4 l di acqua, salarla e appena alzerĂ  il bollore versarvi a pioggia, mescolando, la farina; cuocere la polenta per 50 minuti continuando a mescolare, nel frattempo tagliare il formaggio a fette. Mettere il burro in una padella, mettere le fette di formaggio e rosolare, verso fine cottura aggiungere la panna da cucina e terminare la cottura, accompagnare la polenta con il formaggio.

Ricetta tipica Friuli


INGREDIENTI: 48 lumache con il guscio olio d'oliva 2 spicchi d'aglio acciughe sott'olio 1 scatola di pomodori pelati da gr. 500 un pizzico di peperoncino rosso mentuccia romana fresca sale, pepe PREPARAZIONE: Se acquistate le lumache la preparazione è: immergerle prima in abbondante acqua fredda, scolatele e rimettetele quindi in un recipiente con sale grosso, aceto e un po' di farina; lasciatele spurgare per circa 2 ore scuotendole di tanto in tanto. Lavatele ancora in abbondante acqua ripetendo più volte il lavaggio. Scolatele, mettetele in una casseruola, coprite con dell'acqua fredda e fate prendere l'ebollizione a fuoco basso. Appena le lumache usciranno dal guscio fatele cuocere per circa 8 minuti a fuoco vivo. Scolatele e passatele sotto l'acqua fredda. Rimettetele in una casseruola, ricopritele abbondantemente di acqua e vino bianco in dosi uguali, aggiungetevi 8 gr. Di sale grosso per ogni litro di liquido, delle carote tagliate grossolanamente, cipolla e degli spicchi d'aglio e pepe in grani. Portate ad ebollizione a fuoco moderato e mantenete la cottura per circa 2 ore / 2 ore e mezza a seconda della grandezza delle lumache. Quando saranno cotte scolatele, togliete le lumache dal guscio, e eliminate la parte nera che si trova all'estremità. Ponete in un tegame dell'olio e fate soffriggere l'aglio, appena sarà dorato toglietelo, unite le acciughe e schiacciatele con un cucchiaio di legno, aggiungere i pomodori spezzettati, regolare di sale e pepe rigirare e far addensare leggermente la salsa, unite la mentuccia e il peperoncino lasciate insaporire per 5 minuti, aggiungete le lumache e lasciatele cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti. *** Se le lumache vengono raccolte in giardino è necessario innanzitutto spurgarle rinchiudendole per 2 / 3 giorni in un recipiente dove possa entrare l'aria e mettendo loro a disposizione qualche foglia di insalata, un po' di mollica di pane bagnata nell'acqua e poi strizzata. !


LEPRE IN SALMI’

INGREDIENTI: 1 lepre di grandezza media Aceto (quanto basta) 3 spicchi d’aglio 1 cipolla Vino nero 5 chiodi di garofano Un po’ di cannella in canna Sale Olio (quanto basta) 1 dado PROCEDIMENTO: Lasciare la lepre a bagno in acqua e aceto per po’ di tempo. Spezzettarla e metterla in una teglia in modo che si asciughi dalla propria acqua. In un'altra teglia far soffrigger con un po’ do olio gli spicchi d’aglio e la cipolla tagliate fine. Deporre la lepre e coprirla di vino rosso, mettere un po’ di sale e il dado, la cannella, i chiodi di garofano e lasciarla cuocere per 2 ore nella stufa a legna.

LEPRE ALLA CACCIATORA

CURIOSITA’: Questo modo di cucinare la lepre è un po’ più consistente vista la presenza di diverse spezie. LUOGO D’ORIGINE: Campagne padovane INGREDIENTI: 1 lepre Sale Olio 1 cipolla 1 rametto di rosmarino 1 bicchiere di vino bianco 300 g di sugo di pomodoro 1 cucchiaio di cedro candito 3 chiodi di garofano Un po’ di cannella PROCEDIMENTO: Lavare bene la lepre mettendola a bagno la sera prima con gli aromi; quindi mettere a soffriggere la cipolla tagliata fine. Adagiare la lepre tagliata a pezzi e bagnarla con il vino bianco. Mettere cannella, chiodi di garofano, cedro candito, rosmarino e il pomodoro. Lasciar cucinare per 2 ore nel forno a legna.


INGREDIENTI: 1/2 kg. di farina di grano duro 2 rossi d'uovo formaggio parmigiano grattuggiato sugo di carne

PREPARAZIONE: Preparare un impasto di farina di grano duro con rossi d'uovo (circa 6 per ogni Kg di farina). Dall'impasto prenderne poco a poco piccole parti (grandi poco pi첫 di un fagiolo) e dare loro la forma di 8 comprimendo le stesse con i due indici (della destra e della sinistra contemporaneamente). Esiste anche un apposito stampo di legno che imprime sulla pasta la forma del corzetto, tagliando la pasta stessa. Lasciate dissecare alcuni giorni opportunamente coprendo con carta straccia. Cuocere poi in acqua, in una pentola molto larga. Dopo averla scolata, versate la pasta in un piatto di portata e condire con sugo di carne e formaggio parmigiano. Ricetta tipica LIGURIA


PASTA E FAGIOLI Ingredienti Ingredienti per 4 persone - 200 gr. di pasta del tipo ditaloni - 400 gr. di fagioli borlotti secchi - 100 gr. di cotenne - 80 gr. di burro - 1 carota - 1 cipolla - 1 gambo di sedano - 30 gr. sale - salsa di pomodoro - pepe

Preparazione Mettete per prima cosa a bagno i fagioli la sera prima tritate sedano, cipolla e carota insieme, prendete una pentola dai bordi alti e fateci sciogliere il burro, unite poi il battuto di verdure e fate soffriggere, in seguito unite le cotenne tagliate a pezzi, la salsa, il sale ed il pepe. Successivamente dopo 4-5 minuti unite i fagioli con 2 lt. d\'acqua fredda e lasciate cuocere per 2 ore a fuoco lento, prendete poi dalla vostra pentola la meta\' dei fagioli e frullateli, unite il passato di fagioli alla pasta servite ora la pasta e cospargetela di pepe.


Antipasti: FOLPETTI LESSI Ingredienti: 1kg di moscardini 2 foglie di alloro 1 limone 2 foglie di sedano 40gr di olio extravergine d’ oliva sale pepe Preparazione: Eliminate gli occhi e la bocca dai moscardini, puliteli bene e lavateli sotto il getto dell’acqua corrente fredda. Mettete a bollire in una pentola capiente, 2.5 litri d’acqua, unite il vino bianco, le foglie d’alloro e il succo di 1 limone. Quando l’acqua arriva ad ebollizione, versateci dentro i moscardini uno alla volta dalla parte dei tentacoli, in modo che si arriccino. Mettete il coperchio alla pentola e fate cuocere per 20 minuti a fuoco moderato. A fine cottura scolate i moscardini delicatamente e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente. Intanto lavate e tagliate a fettine sottili le coste di sedano, sistematele in una ciotolina e condite con olio extravergine d’oliva, sale, pepe. A piacere potete aggiungere anche una spruzzata di succo di limone. Una volta che i moscardini si saranno raffreddati, tagliateli a metà dalla pancia verso i tentacoli, sistemateli su i piatti da portata e condite con l’insalata di sedano, mescolando con delicatezza. Primi piatti: RISO AL NERO DI SEPPIA Ingredienti: 320gr di riso violone nano veronese 700gr di seppie nere 60gr di cipolla 1 L di brodo di pesce 1 spicchio d’aglio 1 ciuffo di prezzemolo ½ bicchiere di vino bianco secco 70gr di olio extravergine d’oliva sale dado pepe Preparazione: Prendete le seppie, eliminate tutte le parti non commestibili, quindi le interiora, la pelle esterna, la bocca, gli occhi. Dalle interiora, facendo molta attenzione a non romperle, estraete le vescichette dell’inchiostro e tenetele da parte. Lavate bene le seppie sotto il getto dell’acqua corrente, e tagliatele a striscioline sottili. Tritate la cipolla e l’ aglio, fateli poi appassire in una casseruola con dell’olio extravergine d’oliva. Aggiungete le seppie e fate rosolare. Unite ora le vescichette di nero, bagnate con il vino e coprite la casseruola con un coperchio, se serve aggiungete un po’ di brodo.


INGREDIENTI:! !6!Albumi!D'uovo,!200!G!Zucchero!A!Velo,!6!Tuorli!D'uovo,!200!G!Nocciole!Tritate,!100!G!Cioccolato! Grattugiato,!450!G!Crema!Pasticciera,!25!Cl!Panna,!4!Fogli!Colla!Di!Pesce,!100!G!Glassa!Di! Albicocche,!400!G!Glassa!Al!Cioccolato,!16!Pastiglie!Cioccolato,!Per!La!Crema!Al!Burro:,!50!G! Burro,!70!G!Meringa!Italiana,!50!G!Cioccolato!Di!Copertura! ! ! PREPARAZIONE:! Preparate! la! crema! pasticciera,! la! glassa! di! albicocche! e! quella! al! cioccolato! seguendo! le! indicazioni! riportate! nelle! ricette! corrispondenti.! In! una! terrina! montate! a! neve! gli! albumi!con!la!metà!dello!zucchero,!quindi!aggiungete!il!resto.!In!un'altra!terrina!mescolate!i!tuorli! e!unitevi!gli!albumi!montati,!il!cioccolato!grattugiato!e!le!nocciole!tritate.!Disegnate!3!dischi!di!26! cm! di! diametro! su! 3! fogli! di! carta! da! forno! e! riempiteli! con! l'impasto.! Fate! cuocere! nel! forno! preriscaldato! a! 200! gradi! per! circa! 20U25! minuti,! dopodichè! coprite! i! dischi! con! pellicola! trasparente!e!fateli!raffreddare.!Passate!la!crema!pasticciera!fredda!attraverso!un!setaccio,!quindi! incorporatevi!la!panna!montata!a!cui!avrete!mescolato!la!colla!di!pesce,!ammorbidita,!strizzata!e! fatta!sciogliere!in!poco!latte!caldo.!Spalmate!il!primo!disco!con!uno!strato!di!crema,!coprite!con!il! secondo! disco,! spalmate! anch'esso! con! la! crema! e! appoggiatevi! sopra! l'ultimo! disco,! premendo! leggermente.!Distribuite!uniformemente!sui!lati!della!torta!la!crema!eventualmente!fuoriuscita!e! lasciatela!raffreddare!per!un'ora!circa.!Coprite!tutta!la!torta!con!la!glassa!di!albicocche!e!poi!con!la! glassa! al! cioccolato.! Lavorate! il! burro! ammorbidito! in! una! terrina,! fino! a! quando! avrà! una! consistenza! cremosa,! quindi! incorporatevi,! poca! alla! volta,! la! meringa! italiana! ben! fredda.! Infine! unite!il!cioccolato!di!copertura,!fatto!fondere!e!raffreddare.!Mettete!la!crema!così!ottenuta!in!una! tasca! da! pasticciere! con! bocchetta! a! stella! e! formate! lungo! il! bordo! del! dolce! 16! rosette,! quindi! appoggiate!su!ciascuna!di!esse!una!pastiglia!di!cioccolato.!Infine!incidete!con!la!punta!di!un!coltello! la!glassatura!al!cioccolato!in!modo!da!disegnare!le!singole!fette.!


POLENTA DI NATALE

INGREDIENTI: 350 g di farina da polenta 2 litri di acqua circa Sale 150 g di strutto 200 g di fichi secchi 1 mela a pezzetti

PROCEDIMENTO: Mettere a bollire, in una pentola, l’acqua; quando bolle metterci dentro il sale e la farina a pioggia mescolando per circa mezz’ora. Quando è cotto, rovesciare il tutto in una terrina, sciogliere lo strutto e metterci dentro i fichi secchi tagliati a pezzetti e la mela, sempre tagliata a pezzetti. Mescolare bene il tutto e versarlo in una teglia rettangolare, poi metterlo nel forno della stufa a legna finché si forma una crostina dorata.

Ricetta tipica VENETO ( in aperte campagne padovane )


MIACCE

(PIEMONTE)

Preparazione: Le miacce sono una tradizione secolare della Valsesia. Di origine Walser, queste croccanti cialde erano utilizzate spesso dagli abitanti di queste vallate in sostituzione del pane. Gli ingredienti sono semplici e genuini: latte, acqua, farina e uova sono tutto ciò che occorre per creare l'impasto base per la creazione di queste delicatezze! Una volta pronta, questa pastella liquida viene stesa, come vuole la tradizione, molto velocemente e nel modo piÚ uniforme possibile, su lastre di ferro dotate di lunghi manici, fatte arroventare sulla brace. Una volta pronte, queste cialde sottili e croccanti sono pronte per essere consumate, farcite con formaggi, salumi o ancora con burro, miele e marmellata.


INGREDIENTI: 500 gr. di farina

10 uova intere

100 gr. di burro

1/2 l. acqua

PREPARAZIONE: Fate riscaldare in una casseruola l’acqua, il burro e una presa di sale: appena accenna a bollire incorporate la farina in un solo colpo mescolando rapidamente con un cucchiaio di legno fino a che il composto non si stacca dalle pareti del recipiente ( questa fase dura circa 10 minuti ) . Fate raffreddare l’impasto. Aggiungete, mescolando e uno alla volta, i tuorli e gli albumi. Versate il composto in una siringa da pasticciere con l’uscita larga a stella e formate delle ciambelline con il buco al centro ( se siete bravi potreste formarle direttamente nell’ olio dove vanno fritte ). Friggetele in olio extravergine molto caldo rigirando le zeppole tre o quattro volte in modo da avere una cottura uniforme. Sono cotte quando assumono un bel colore dorato. Se sono venute bene si gonfiano e non assorbono olio. Stendetele su carta da cucina in modo da assorbire l’olio in eccesso. Ora vanno farcite, tagliandole a meta, con crema pasticcera e guarnite con due amarene sciroppate sistemate in due punti opposti o un cucchiaino di marmellata di amarene. Spolveratele con zucchero a velo e ,se piace, cannella. P.S. Se non potete o non volete mangiarle fritte potete cuocerle al forno. Formate le zeppole in una teglia da forno e cuocetele a 190° fino a che diventano dorate, quindi farcitele come sopra.

Ricetta tipica PUGLIA


FONDUTA ALLA VALDOSTANA (Valle d’Aosta) Ingredienti per quattro persone: - 400 grammi di Fontina - 4 rossi d'uovo - un bicchiere di latte - un cucchiaio di farina bianca (facoltativo). Procedimento: Tagliate a dadi la Fontina (che deve essere a temperatura ambiente) e mettetela in una casseruola con la farina; mescolate bene con un cucchiaio di legno e aggiungete il latte freddo. Dopo aver mescolato accuratamente il tutto, lasciate riposare per un po' (meglio se per alcune ore). Fate cuocere il preparato a fuoco moderato, mescolando sempre con il cucchiaio di legno e facendo attenzione che la Fontina non bolla. Quando la Fontina sarà sciolta, togliete la pentola dal fuoco, aggiungete i tuorli d'uovo e amalgamate con l'aiuto di un frustino. Rimettete la casseruola sul fuoco (senza superare i 60-70°) e, quando la fonduta sarà diventata vellutata, servitela in piatti fondi molto caldi. Accompagnate con fettine di pane tostate o crostini fritti nel burro. Potete utilizzare la fonduta per condire la polenta, il riso bollito, gli gnocchi o per insaporire le verdure. Vi consigliamo di provarla con gli asparagi, con gli spinaci o con i cavolfiori. P.S. secondo un'altra versione di questa ricetta, per ottenere dell'ottima fonduta, è importante lasciare riposare la fontina, completamente coperta di latte, per almeno sei ore; poi si farà sciogliere circa un etto di burro nel recipiente che si utilizzerà per la cottura e, quando il burro sarà sciolto, si aggiungerà la fontina con circa metà del latte.


Ingredienti: -stoccafisso (già bagnato), circa gr. 800 -burro gr.50 -due grosse cipolle -olio d'oliva -un litro di latte -farina bianca -parmigiano grattugiato -sale -pepe Preparazione: Tagliare lo stoccafisso a pezzi di circa dieci centimetri di lato e tagliare a pezzetti anche il relativo budello, poi infarinarli. Affettare sottilmente le cipolle e sistemarle in una casseruola di terracotta; porre sulle cipolle i pezzi di stoccafisso, salarli, peparli, irrorarli con qualche cucchiaiata di olio e mettervi sopra il burro a pezzetti. Porre il recipiente su fuoco moderato e appena le cipolle cominciano a rosolare versare sul pesce un bicchiere di latte; coprire e cuocere, sempre a fuoco moderato, per circa tre ore, unendo di tanto in tanto un poco di latte e badando di non rigirare mai lo stoccafisso durante

la

cottura.

Quando

sarà

cotto

dovrà

risultare

bene

asciutto;

spolverizzarlo allora con tre cucchiaiate di parmigiano ed irrorarlo con abbondante olio. Mettere il recipiente in forno già caldo (150°) lasciandovelo per circa mezz'ora; l'olio e il parmigiano conferiranno allo stoccafisso un intingolo burroso, squisito. Servirlo nel recipiente di cottura, accompagnandolo con polenta appena fatta o anche abbrustolita.


CALCIONI (Lazio) Ingredienti: -farina bianca gr. 400 -pecorino grattugiato (fresco e non piccante),circa gr. 500 -zucchero semolato gr. 250 -burro,circa gr. 80 -10 uova -un grosso limone -olio d'oliva Preparazione: Con la farina, gr. 50 di zucchero, gr. 50 di burro, 3 piccole uova e 5 tuorli fare la pasta frolla unendo anche una cucchiaiata di olio. Mentre riposa preparare il ripieno: sbattere due uova intere e quattro albumi con il restante zucchero poi unire a poco per volta il pecorino sino ad ottenere una giusta consistenza. Grattugiare su questo impasto la scorza del limone, mescolando bene. Stendere la pasta frolla ad un'altezza di 2-3mm., poi usando un tagliapasta dentellato del diametro di cm. 8 ricavare tanti dischi: su ognuno distribuire un poco di ripieno, quindi chiudere il disco a metà , ottenendo delle mezze lune. Per unire bene la pasta pennellarne i bordi con albume sbattuto. Con le forbici praticare un taglietto al centro del « calcione ». Imburrare due placche, sistemarvi i dolci un poco distanziati, poi pennellarli con albume sbattuto. Cuocerli in forno già caldo a 180° per 18 minuti. Servirli caldi oppure tiepidi.


Ingredienti: 1 Kg. di cinghiale magro (coscia e spalla), olio, vino rosso, cipolla, aglio, sedano, rosmarino, maggiorana e peperoncino. Preparazione: Tagliate il cinghiale a pezzetti e versateci sopra una marinata composta da 1/4 di vino rosso asciutto, 2 spicchi d'aglio pestati, una costa di sedano, una carota, una punta di rosmarino, un po’ di maggiorana. Dopo qualche ora estraete la carne, infarinatela leggermente e rosolatela con olio e cipolla, poi aggiungere la marinata senza l'aglio. Asciugato il vino, aggiungete un peperoncino piccante intero, regolate di sale, abbassate la fiamma e coprite il tegame, aggiungendo ogni tanto un po’ di acqua calda. Quando la carne sarà cotta, passate il sugo al setaccio, rimettetelo nel tegame con la carne e una manciata di olive nere, dopo un quarto d'ora sarà pronto. Qualcuno aggiunge della passata di pomodoro insieme al peperoncino, in tal caso si ottiene un sugo adatto a condire anche una polenta.


Ingredienti: per 4 persone: 1 Kg di “Stocco di Mammola” spugnato, farina, uova, aglio, prezzemolo, olio d’oliva, (peperoncino e formaggio caprino a piacere). Preparazione: Fare l’impasto con farina acqua e uova, dopo aggiungere lo stocco tagliuzzato, prezzemolo e aglio ed amalgamare tutto, fare le frittelle e friggere in abbondante olio bollente.


Ingredienti: -600 grammi di farina -280 grammi di zucchero -160 grammi di burro o margarina -2 uova (tuorlo e albume) -scorza grattugiata di mezzo limone -dose per dolci da mezzo chilo, 1 cucchiaino -circa mezzo bicchiere di latte Preparazione: Amalgamate tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta morbida ma non troppo: non si deve appiccicare alle mani. Modellate due filoncini oppure una ciambella rotonda col buco al centro. Spennellate la superficie con del latte, spolverate di zucchero semolato o in grani. Mettete in una teglia unta e infarinata. Infornate a 180 gradi per circa 50 minuti.


Ingredienti: 3 piccioni grossi, 1 uovo, 2 mandorle amare, 100gr burro, 35gr formaggio grana grattugiato, 40gr pan grattato, 45gr olio extravergine d’oliva, 35gr cipolla, 1 rametto di rosmarino, 100ml vino bianco, 1 mestolo di brodo, sale e pepe.

Preparazione: Fiammeggiare e pulire i piccioni conservando i fegatini. Far saltare in un tegamino i fegatini tritati con la cipolla, anch'essa tritata, e 30 g di burro. Impastare il composto in una terrina con il pan grattato, l'uovo, le mandorle tritate, il formaggio e il brodo. Regolare sale e pepe e lasciar riposare per 20 minuti. Riempire i piccioni con il composto, cucirli e legarli. Disporli in una tortiera con l'olio, il restante burro e il rosmarino. Cuocere in forno moderato bagnando di tanto in tanto con il vino bianco. Note: La preparazione per la cottura dei volatili di piccola taglia richiede pazienza e attenzione. Deve essere messa a permanenza sulla fiamma non deve però essere prolungata,

per

impedire

che

la

pelle

asciugandosi

troppo

si

rompa.

Successivamente è necessario sventrarli, estraendo le interiora, e ripulire il fegatino che (anche qualora il piccione non sia farcito) è di norma ricollocato all'interno del volatile. Si lavano all'esterno e all'interno, asciugandoli con un canovaccio, per eliminare ogni residua traccia di strinatura; si taglia la coda, per asportare le due ghiandole amare che si trovano nella parte superiore, si taglia la parte inferiore delle zampe, che si ripiegano all'indietro, fermandole alla pelle del ventre: in questo modo sono pronti per essere riempiti e cotti.


Ingredienti: 500 gr di pane a dadi, 100 gr di formaggio Spretz TsaorĂŹ (Puzzone di Moena), 100 gr di formaggio caprino trentino, 50 gr di farina, 0,25 l di latte, 1 cipolla, 4 uova, 2 porri. Preparazione: Si impasta il pane tagliato a dadi con la cipolla rosolata, le uova sbattute con il latte e i dadi di formaggio Spretz TsaorĂŹ e di Caprino trentino fino ad ottenere un composto omogeneo. Si spolvera con la farina, si mescola bene e si formano gli gnocchi, che verranno bolliti in acqua salata per circa 10 minuti al termine dei quali, scolati, saranno conditi con i porri glassati in una pentola con il burro e il formaggio Caprino trentino.


Ingredienti (per 6 persone): -

6 fette di carne di manzo alte circa 2 dita e tagliate nella lombata con osso a "T"

-

sale, pepe.

Preparazione: Il segreto della 'fiorentina' è trovare la carne giusta e il giusto taglio. La preparazione è semplicissima: mettere la bistecca sulla griglia e cuocere sulla brace senza fiamma per circa 5 minuti senza bucare la carne. Girare la bistecca, salare la parte già cotta e lasciar cuocere l'altra parte per altri 5 minuti, poi salare

anche

l'altra

parte

e

servire.

Un piatto talmente famoso che non ha bisogno di presentazione, tanto che ormai il termine bistecca è diventato superfluo e basta semplicemente dire "fiorentina" per

indicare

questo

piatto

semplice

e

gustoso.

La 'fiorentina' deve essere ben arrostita in superficie e "al sangue" dentro. Servire con una spolverata di pepe nero appena macinato e, a piacere, un po' di limone.


(Abruzzo) Ingredienti: -mandorle gr. 100 -cacao amaro gr. 80

-zucchero semolato gr. 50 -polvere di biscotto gr. 30 -un limone -cannella in polvere -mosto cotto (o liquore) per la palla : -farina 1 gr. 200 -burro gr. 100 -zucchero semolato gr. 80 -due uova intere - due tuorli -burro e farina per gli stampini Preparazione: Scottare in acqua in ebollizione le mandorle, quindi pelarle e tostarle in forno. Nel frattempo versare sulla spianatoia la farina, unire lo zucchero, il burro sciolto e freddo, le due uova intere e i tuorli; usando le mani lavorare un poco gli ingredienti, poi ricavare una sfoglia e con essa rivestire nove stampini rotondi a forma di cestino, dopo averli imburrati e infarinati. Tenere a parte i ritagli della pasta. Tritare le mandorle, mettere il ricavato in una zuppiera, unire lo zucchero, il cacao, la polvere di biscotto, la scorza di limone grattugiata e un pizzico di cannella. Mescolare bene, poi aggiungere tanto mosto o liquore, quanto ne occorre per ottenere un composto della consistenza di una marmellata; con esso riempire quindi gli stampini. Rimpastare gli avanzi di pasta, stendere una piccola sfoglia e usando uno stampino vuoto, uguale a quelli adoperati, ricavare da essa nove dischetti; porne uno sopra ogni ripieno. Disporre gli stampini su una placca e metterli in forno già caldo a 200°, per 25'. A cottura avvenuta sformare i bocconotti dagli stampini, lasciarli raffreddare su una gratella e servirli.


CASTRATELLI CON PATATE (MARCHE) Ingredienti: -carne di castrato (parte della coscia) gr. 700 -fettine di pancetta gr. 200 -una cipolla -basilico -tre o quattro patate -due acciughe -aglio -vino bianco secco -sale -pepe Preparazione: Affettare la cipolla e metterla in una casseruola, unire le fettine di pancetta tagliuzzate e il pezzo di castrato; salare e pepare. Porre il recipiente sul fuoco, lasciare soffriggere un momento poi bagnare la carne con un po' di vino bianco. Coprire e cuocere a fuoco moderato, rigirando di tanto in tanto il castrato. Mezz'ora prima di levare la carne dal fuoco aggiungere le patate, pelate e tagliate a spicchi, e subito dopo un battuto di basilico, aglio e acciughe. Mescolare e terminare di cuocere.


!

!

RISOTTO AI FEGATINI

INGREDIENTI: • 300 g di fegatini di pollo misti • Cipolla,sedano,carota • Salsa di pomodoro • Olio,sale,pepe,burro • 350 g di riso • Brodo • Parmigiano grattugiato PROCEDIMENTO: Fare un soffritto con cipolla, sedano, carote tritate e olio, aggiungere i fegatini tagliati a pezzetti. Quando sono rosolati aggiungere il pomodoro e un po’ di brodo e portare a cottura. Aggiungere il riso e tostarlo, versare il brodo fino a completa cottura. Mantecare con un po’ di burro e il formaggio grattugiato.

RISOTTO DI SEPPIE NERE INGREDIENTI: • 350 g ca. di riso •

400 g di seppie

Olio, burro, aglio, cipolla, vino bianco, sale, pepe

PROCEDIMENTO: Preparate le seppie lavandole e togliendo la penna (osso di seppia), gli occhi e la bocca. Mettete da parte la sacche dell’inchiostro senza romperle. Fate soffriggere in 2 cucchiaiate d’olio 1 spicchio d’aglio e mezza cipollina tritati, aggiungete le seppioline tagliate a strisce e lasciatele insaporite, salatele, pepatele, bagnatele con il vino bianco allungato con 1 po’ d’acqua. Cuocetele a fuoco basso per 30 min. Unite il riso, mescolatelo e lasciatelo insaporire. Mettete anche l’inchiostro delle seppie. Continuate a mescolare il riso e bagnatelo con qualche mestolo di acqua a bollore, salata. A cottura quasi ultimata aggiungete 1 pezzo di burro. LUOGO: Veneto


RISOTTO CON LA ZUCCA INGREDIENTI: • 350 g ca. di riso • 1 litro abbondante di brodo • 500 g di zucca • Olio,burro,cipolla,sale,pepe PROCEDIMENTO: Mettete al fuoco con olio,burro o margarina la zucca pulita e tagliata a dadini, lasciatela ammorbidire e insaporire, bagnandola con qualche cucchiaiata d’ acqua;salatela e pepatela .Cuocetela per una decina di minuti mescolandola e schiacciandola con la forchetta. A parte fate un soffritto con olio, burro e poca cipolla, unite il riso, lasciatelo tostare per qualche minuto, poi aggiungete la zucca e versate a poco a poco il brodo facendolo assorbire. A cottura ultimata mettete una noce di burro. Ricetta tipica VENETO

RISI E BISI INGREDIENTI: • 350 g circa di riso • 700 g di piselli freschi • Olio,burro,cipolla,sale • 1 l di brodo • Formaggio grattugiato PROCEDIMENTO:

Soffriggere in olio e burro poca cipolla, preferibilmente primaverile. Aggiungete i piselli sgranati e lasciateli insaporire per qualche minuto,unite il riso,mescolatelo, lasciatelo tostare un po’, versate il brodo bollente e mescolate. Quando è cotto mantecatelo con una noce di burro fresco e servitelo con formaggio grattugiato.

Ricetta tipica VENETO


!

RISO ALLA MILANESE INGRENDIENTI: • 350!g!ca.!di!riso! • Olio,burro,cipolla! • 40!g!di!midollo!di!bue! • 1!l!di!brodo! • 1!bustina!di!zafferano! • ½!bicchiere!di!vino!rosso! • Formaggio!grattugiato!

PROCEDIMENTO: Fate! soffriggere! in! olio! e! burro! pochissima! cipolla! e! il! midollo.! Quando! sono! appena! rosolati!aggiungete!il!riso,mescolatelo!con!il!cucchiaio!di!legno;deve!diventare!lucido!e! assorbire!il!condimento.!L’aggiunta!del!vino!è!a!piacere:!se!lo!mettete!unitelo!quando!il! riso! è! tostato! e! lasciatelo! evaporare.! Cominciate! a! bagnare! il! riso! con! un! mestolo! di! brodo!bollente!in!cui!avrete!sciolto!lo!zafferano;!continuate!a!mescolare!e!aggiungete! via!via!altro!brodo!a!mano!a!mano!che!viene!assorbito.!Cuocete!per!18!min.! Mantecatelo! con! una! noce! di! burro! e! insapori! telo! con! un! cucchiaio! di! formaggio! grattugiato.!

Ricetta tipica MILANO


INGREDIENTI: prosciutto crudo, olio d'oliva, patate, zucca, sale, pepe, parmigiano, 4 uova, 1 Kg di farina.

PREPARAZIONE: Servono patate e zucca lessate, in una preparazione che favorisce la seconda. Poi prosciutto crudo, finemente tritato, rosolato in olio d'oliva. L'impasto si prepara dapprima con le patate, passate nell'utensile, il prosciutto rosolato, sale e pepe, abbondante parmigiano appena grattugiato e per ultima la zucca lessata e ben strizzata dall'acqua di cottura. Ottenuta una massa adeguatamente morbida (ricorrendo eventualmente al latte) si prepara la sfoglia. Serviranno per ogni chilo di farina bianca 4 uova, 1 cucchiaio di sale e l'acqua di cottura della zucca. Dalla sfoglia si ottengono dei quadrettoni sui quali si colloca abbondante ripieno, e che si chiudono a triangolo, ottenendo i vari crescioni, comprimendo bene con le dita. I crescioni o tortelli di zucca vengono cotti sulla piastra e serviti con prosciutto e formaggi affettati.


INGREDIENTI: 500 g di mandorle dolci 50 g di mandorle amare 500g di zucchero 6 albumi 2 limoni PREPARAZIONE: Tritare molto finemente le mandorle spellate. Aggiungere lo zucchero, gli albumi (possono anche essere montati a neve), la buccia grattugiata dei limoni e lavorare il composto finchè non sarà completamente amalgamato; utilizzarlo subito o lasciarlo riposare da 1 a 10 ore. Realizzare delle palline di grandezza omogenea, con le dita inumidite nell'acqua fredda per evitare che la pasta si attacchi. Posizionarle, distanziandole di 5 cm, su carta da forno, schiacciarle delicatamente (a piacere cospargere la superficie con poco zucchero) ed infornarle a temperatura bassa (150 gradi). Dopo circa 15 minuti, controllare frequentemente, e quando la superficie della pasta comincia a screpolarsi, alzare la temperatura a 200 gradi per qualche minuto, lasciando che gli amaretti si colorino e togliere dal forno. In questo modo si ottiene il caratteristico interno cremoso. Servire a temperatura ambiente

Ricetta tipica SARDEGNA


TORTA PARADISO

INGREDIENTI: 4 Uova 125 g di olio di semi vari 1 pizzico di sale Il succo di un limone 500 g di fecola di patate 400 g di zucchero 1 bustina di lievito 1 cucchiaio di farina fiore lievito

PROCEDIMENTO: Sbattere bene zucchero con olio e margarina ammorbidendola finché diventa una crema, aggiungere il succo di limone e le uova una alla volta sbattendo bene tra un uovo e l’altro. Aggiungere la fecola di patate setacciata un po’ alla volta e per ultimo aggiungere il lievito con un cucchiaio di farina fiore. Mettere il tutto in una teglia rettangolare imburrata e infarinata nel forno a legna per circa 1 ora.

TORTA PASQUALINA INGREDIENTI: 400 g di zucchero 8 uova 1 pizzico di sale 100/150 g di olio di semi vari 500 g di fecola di patate Un po’ di vanillina Scorza di limone (grattuggiata) Lievito PROCEDIMENTO: Separare le uova ( chiare da rossi), sbattere i rossi con zucchero finché diventa spumoso; aggiungere la vanillina, l’olio e sbattere ancora aggiungendo anche il limone grattugiato, la fecola di patate, setacciata un po’ alla volta, e il lievito. Montare a neve le chiare con un pizzico di sale fino e aggiungere al rimanente composto. Mettere le braci calde sotto la teglia e sopra il coperchio all’interno del caminetto.


INGREDIENTI: 1. Fagioli lessi 200g 2. Sedano un gambo piccolo 3. Mezza cipolla piccola 4. 1 carota piccola 5. 2 pomodori maturi pelati 6. 1 ciuffetto di prezzemolo 7. Basilico 8. Peperoncino 9. Salvia 10. Olio extra vergine d’ oliva 11. Sale 12. Pasta corta all’uovo 250g

PREPARAZIONE: In un tegame si mette olio di oliva, 1 spicchio d’aglio intero(che andrà tolto a fina cottura),un pezzettino di peperoncino, prezzemolo, cipolla, sedano, basilico, una piccola carota tutti tritati non troppo finemente; si fanno appassire nell’olio quindi si aggiunge qualche pezzetto di pomodoro ben maturo e si fa cuocere ancora per 5 minuti; a questo punto si aggiungono i fagioli lessati (in acqua, sale 1 picchio di aglio e qualche foglia di salvia) preferibilmente passocci o cannellini. Si aggiusta di sale : si condiscono i maccheroni di sfoglia fatta in casa e vanno mangiati ben caldi.


INGREDIENTI: 600g farina 100 gr di burro 400 gr di fichi secchi tagliati a pezzettini e messi nel rhum a macerare 100 gr di uva sultanina 100 gr di arancia e cedro canditi 100 gr di noci sgusciate 50 gr di pinoli 50 gr di mandorle spellate due uova due cucchiai ben colmi di zucchero 30 gr di lievito di birra Latte sale

PREPARAZIONE: Mettere la farina a fontana in una scodella, sbriciolarvi il lievito e bagnarlo con latte tiepido; coprire con lo zucchero e fare lievitare. dopo circa mezz'ora, unire il burro precedentemente sciolto in un po' di latte tiepido assieme al sale, le uova e tutti gli altri ingredienti, escluse noci e mandorle. amalgamare bene e maneggiare finchÊ la pasta risulterà liscia; ungere con burro una lamiera o tortiera e stendervi la pasta dello spessore di circa un centimetro; guarnire con le mandorle e le noci che dovranno essere leggermente premute sulla superficie. far lievitare in luogo caldo e poi cuocere a forno medio. quando lo zelten è colorito, ma non troppo, pennellarlo con vino rosso nel quale sia stato bollito un bel po' di zucchero. lasciare ancora in forno. Ricetta tipica TRENTINO


! ! !

INGREDIENTI: - 100 gr di riso - mezzo litro di latte - tre uova - cannella - alchermes - rum - olio per friggere

PREPARAZIONE: In una casseruola cuocere a fuoco basso il riso nel latte, aggiungendo un pizzico di sale. togliere dal fuoco, lasciare raffreddare, unire le uova, lo zucchero semolato, un poco di fiore di farina, la cannella, la raschiatura di limone, l'alchermes e il rum, mescolando bene; quindi lasciare a riposo per qualche ora. in una padella, quando l'olio bolle, friggere il composto a cucchiaiate e, nel momento in cui le frittelle avranno un bel colore biondo e saranno croccanti, ma morbide all'interno toglierle via via, scolarle, stenderle su carta paglia assorbente, per togliere l'eccesso di grasso, accomodarle in un vassoio e spolverizzarle con zucchero a velo.


Origine: VALLE D’AOSTA

INGREDIENTI: • 700 g di carne di camoscio, a pezzetti, 1 cipolla • 1 carota, 1 costola di sedano • 10 g di burro,farina • olio extravergine di oliva, sale • 1 bottiglia di vino rosso corposo, 1 cipolla,1 carota • 1 costola di sedano, 1 spicchio di aglio,• 1 ciuffetto di salvia • 1 rametto di timo, 1 rametto di maggiorana • 2 foglie di alloro, 3 bacche di ginepro, 1 chiodo di garofano • sale PREPARAZIONE: Lavate velocemente e asciugate i pezzi di carne di camoscio, metteteli in una terrina e insaporite con la cipolla, la carota e il sedano, mondati e affettati, e l’aglio, sbucciato e tritato. Aggiungete tutte le altre spezie e le erbe aromatiche, salate e coprite con il vino. Fate marinare in frigorifero per almeno 12 ore, rigirando la carne di tanto in tanto. Scolate la carne e infarinatela leggermente. Scaldate in un tegame capiente 4 cucchiai di olio e il burro, unite tutte le verdure, mondate, lavate e tritate, quindi rosolate la carne, facendole prendere colore; regolate di sale. Aggiungete anche la marinata con tutte le verdure e fate cuocere coperto per circa 2 ore a fuoco dolce e mescolando di tanto in tanto. Quando la carne sarà cotta, toglietela dal fuoco e passate al setaccio il fondo di cottura. Versate la salsa ottenuta nello stesso tegame, unite la carne e proseguite la cottura per altri 30 minuti. Togliete dal fuoco e servite, accompagnando a piacere con polenta.


INGREDIENTI: → 24 gamberoni → 200 g di funghi → 100g di burro → 3 uova → Una cipollina → 1.5 dl di panna liquida → Champagne Brut → Sale e pepe

INDICAZIONI UTILI: si può sostituire lo champagne con dello spumante

PREPARAZIONE : Sgusciate i gamberi già lessati . Tritate la cipolla e fatela dorare con 50g di burro, unite i gamberi e rosolateli a fuoco vivo facendoli saltare. Pulite i funghi, affettateli e aggiungeteli ai gamberi, condite con sale e pepe e dopo alcuni minuti versate in bicchiere di champagne Brut, che lascerete evaporare quasi completamente , lasciando il tegame scoperto. Togliete , ora, scolandoli bene dal fondo il burro rimasto e i tuorli diluiti con panna liquida. Mescolate con cura e togliete dal fuoco, aggiungete i gamberi e i funghi e infine servite.


ZALETTI

INGREDIENTI: • 150 g farina fioretto di mais • 150 g di farina 00 • 150g di zucchero • 150 g di burro morbido • 3 uova • Buccia e succo di 1 arancia • 100 g di uvetta sultanina ammollata • 1 pizzico di sale • ½ bustina di lievito per dolci • 1 bustina di vanillina

PROCEDIMENTO: Lavorare con cura tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e piuttosto morbido. Dividere il composto in biscotti di 5cm di diametro dandogli la forma di losanghe (rombo) a punte arrotondate. Disporre i biscotti sulla placca ricoperta con carta da forno tenendoli ben distanziati. Infornare a 180° per 15/20 min finché sono ben dorati girandoli all’occorrenza.


Ingredienti Farina 500 g Ricotta 1 kg Uova 6 Noce moscata q.b. Sale q.b.

Preparazione Con la farina, le uova ed il sale, preparate una pasta molto morbida che lascerete riposare, avvolta in un tovagliolo, per circa 30 minuti. Lavorate quindi la ricotta con due uova, del sale e la noce moscata fino alla completa scomparsa dei grumi. Stendete ora la sfoglia e metĂ  della pasta, opportunamente distanziati, e versatevi un cucchiaio del composto. Chiudete ora la pasta con attenzione e quindi, servendosi dell\'apposita rotellina, separate i ravioli. Fateli cuocere in abbondante acqua salata e serviteli ricoperti da parmigiano.


INGREDIENTI: 300 g di cioccolato fondente 150 g di burro 50 g di farina 80 g di zucchero 6 uova

PREPARAZIONE: Fondere cioccolato e burro in un tegamino facendo in modo che non si attacchino. Montare i tuorli con lo zucchero. Montare a neve gli albumi. Quando il cioccolato si è raffreddato, incorporare tutti gli altri ingredienti; il composto deve risultare soffice e spumoso. Ungere con il burro 10 stampini (circa 8/10 cm di diametro) e suddividere il composto. Infornare, appena prima di servire nel forno già caldo, a180°C per circa 10 minuti. Toglierli dal forno e ancora caldi sformarli e servirli in un piatto spolverati con lo zucchero a velo. Oppure preparare mezza tazza da cappuccino di caffè' caldo con un po' di zucchero e 2 cucchiai grandi di nutella e mescolare fino a sciogliere la nutella ,dopo di che dividere a metà le bombe e bagnarle da una parte all'altra con la bagna preparata e nel mezzo mettere abbondante panna . Nota: il composto può essere preparato anticipatamente e conservato, negli stampini, in frigorifero.


INGREDIENTI: -

un chilo di castagne

-

un litro di latte

-

mezza stecca di vaniglia

-

200 gr di zucchero

-

mezzo litro di panna montata poco zuccherata

-

un bicchiere di rhum

-

sale.

PREPARAZIONE: Incidere su un fianco con lo spelucchino, e lessare al dente le castagne in acqua bollente leggermente salata. ancora ben calde sbucciarle con cura. sistemarle in un tegame ricoperte di latte con la vaniglia, e cuocerle piano piano, finché saranno ben tenere. sgocciolarle e passarle allo schiacciapatate. lavorando col cucchiaio di legno, incorporare alla purea di castagne lo zucchero ed il rhum. aggiustare ancora di zucchero, ed eventualmente aggiungere anche qualche cucchiaio di latte. ripassare il preparato nello schiacciapatate a fori più grandi e raccogliere i vermicelli sul piatto di portata formando un monte appuntito. ricoprirlo con la panna montata già zuccherata distribuendola in modo omogeneo e ricoprire tutta la superficie del monte. guarnire con le meringhette e con pezzi di marrons glacés e violette candite.

Ricetta tipica PIEMONTE


BISCOTTINI DI NOVARA Tempo di preparazione: 40 minuti

Ingredienti per 500 g di biscotti: • 120 g di zucchero • 170 g di farina • 4 tuorli d’uovo • 2 albumi Per la decorazione: • 2 cucchiai di zucchero in granella

Preparazione: 1) In una terrina lavorare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo;aggiungervi,poco alla volta, la farina setacciata e amalgamare gli ingredienti; incorporatevi delicatamente gli albumi montati a neve con il cucchiaio di zucchero tenuto a parte. 2) Mettete il composto in una tasca da pasticceria con bocchetta liscia e premendola leggermente, formare sopra una placca imburrata tanti bastoncini sottili della lunghezza di 6 cm circa. 3) Distribuire sopra metà dei biscottini lo zucchero in granella e cuocerli in forno preriscaldato a 180 gradi, per 7-8 minuti, finchè saranno leggermente dorati. 4) Togliere i biscottini dal forno,staccarli delicatamente con una spatola e farli raffreddare prima di servirli.


CANNOLI SICILIANI ALLA RICOTTA

INGREDIENTI • 300g farina • 1 turlo d'uovo • 1 albume • 30g burro • 30g zucchero • cannella q.b. • canditi misti • 400g ricotta • 50g cioccolato fondente • sale • 3 cucchiai marsala secco • 200g zucchero a velo • olio per friggere

PREPARAZIONE Sciogliete il burro e mttetelo nel frullatore con la farina, il tuorlo, lo zucchero semolato, il marsala e un pizzico di sale, amalgamando finchè l'impasto sia liscio e copritelo con un canovaccio per 2 ore. Unite la ricotta con lo zucchero a velo, con il cioccolato fondente e con i canditi mescolando il tutto con una frusta elettrica. Stendete la pasta sottile e fate dei quadrati di 10cm per lato. Con l'albume spennellate da tutte e due le parti, avvolgete i cannoli negli stampi a cono e friggete in abbondante olio. Fateli scolare su carta assorbente, sfilate gli stampi e riempite i cannoli di ricotta. Messi sul piatto spolverateli con la cannella e lo zucchero vanigliato.


CROSTATA'DI'RICOTTA'(LAZIO)' Ingredienti:'' Per!la!pasta!frolla:!! - 300!!grammi!di!farina!bianca! - 150!!grammi!di!zucchero! - 150!!grammi!di!burro! - due!tuorli!e!un!uovo!intero! - sale! Per!la!guarnizione:!! - un!limone! - un'arancia! - 500!!grammi!di!ricotta!fresca! - 250!!grammi!di!zucchero! - 50!!grammi!di!cioccolato! - tre!uova! - rhum,!cannella,!canditi!vari! !

Preparazione: Con la farina, il burro e le uova, preparate una pasta frolla alla quale aggiungerete una puntina di sale e la buccia grattata di mezzo limone. Fatela riposare per un poco avvolta nella carta stagnola. In una terrina preparate un impasto con la ricotta passata al setaccio, lo zucchero, due tuorli e un uovo intero, la buccia grattata di mezzo limone e di un arancia, un pizzico di cannella e un bicchierino di rhum, fino a formare un composto omogeneo. stendere una parte della pasta frolla sul fondo imburrato di una teglia rotonda lasciando il bordo un poco pi첫 alto e versarvi il composto di ricotta disponendolo in un unico strato. Con la restante pasta preparare le striscioline disposte a formare un bordo circolare all'esterno e una grata sopra l'impasto di ricotta. spennellare queste striscioline con l'uovo battuto e cuocere in forno medio (180째) fino a quando le striscioline saranno ben imbiondite. lasciare raffreddare e prima di servire spolverizzarla con zucchero vanigliato.


!!!!!!

INGREDIENTI:! • 120 gr di nocciole, • 100 gr di farina di mandorle, •

2 o 3 cucchiaiate di crema alla nocciola,

• 200 gr di cioccolato fondente!

PREPARAZIONE: Tritare le nocciole grossolanamente con il mixer da cucina, mescolare alla farina di mandorle e alla crema alla nocciola a cucchiaiate. Impastare con le mani fino ad ottenere un impasto non troppo morbido ma appiccicoso con il quale ricavare tante palline. Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria senza aggiungere acqua. Togliere dal fuoco, immergere le palline nel cioccolato fuso aiutandosi con un cucchiaino e deporle delicatamente su un vassoio ricoperto di carta forno. Lasciare solidificare anche una notte intera.

Ricetta tipica UMBRIA


Erbazzone Ingredienti per 6 persone: 1 kg. di spinaci (o bietole), gr. 100 di lardo tritato, gr. 100 di parmigiano reggiano grattugiato, 1 uovo, 2 spicchi d'aglio e prezzemolo tritati, gr. 300 di farina bianca, gr. 150 di burro giĂ  morbido, sale e pepe.

Preparazione:

Pulire e lavare molto bene gli spinaci e lessarli, nella sola acqua che rimane loro attaccata. Quindi scolarli, strizzarli accuratamente e tritarli. In un tegame sciogliere il lardo, unire il prezzemolo e l'aglio e aggiungere gli spinaci per farli insaporire. Una volta tolti dal fuoco, togliere l'aglio, mescolarvi il formaggio grattugiato e l'uovo intero sbattuto, regolare di sale e pepe e amalgamare il tutto. Con la farina e il burro preparare una pasta brisĂŠ. Lasciarla riposare quindi col mattarello tirarla sottile e poi ritagliarla in due dischi, uno piĂš grande dell'altro. Col disco piĂš grande foderare il fondo e le pareti di una teglia di circa 28 cm. di diametro unta di burro, riempirla col ripieno e coprire il tutto con l'altro disco. Saldare il bordo, premendo tutt'attorno con i rebbi di una forchetta. Mettere la teglia in forno a 200 gradi per tre quarti d'ora circa !


GNOCCHI FRITTI! ORIGINE

EMILIA ROMAGNA

DIFFICOLTÀ:

minima

PREPARAZIONE:

20 minuti più 40 minuti di lievitazione

COTTURA: 20 minuti IL VINO GIUSTO

Piatto poco corposo, ma grasso; vanno pertanto scelti vini di

corpo sottile e ricchi di anidride carbonica come la Malvasia dei Colli Piacentini frizzante, o il Pignoletto dei Colli Bolognesi frizzante. INGREDIENTI PER 4 PERSONE • • 330 g di farina •

• 100 g di burro

• 20 g di lievito

• olio di oliva per friggere

• sale

PREPARAZIONE Stemperate il lievito in 1 dl di acqua tiepida. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, unite al centro una presa di sale, il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti, l’acqua con il lievito; amalgamate gli ingredienti e impastateli fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Copritelo e lasciatelo lievitare per circa 40 minuti in luogo protetto da correnti d’aria, per esempio in un forno tiepido spento. Stendete l’impasto con il matterello a uno spessore di 5 mm sulla spianatoia infarinata. Ritagliate tanti dischi utilizzando uno stampino tagliapasta o un bicchiere capovolto. Scaldate in una padella abbondante olio (tradizionalmente strutto) e, prima che sia fumante, immergetevi i dischi di pasta finché diventeranno ben gonfi e dorati in modo uniforme da entrambe le parti. Sgocciolateli con un mestolo forato e adagiateli su carta assorbente da cucina. Serviteli ben caldi. Lo gnocco fritto spesso è servito aperto a metà e farcito con una fetta di zampone caldo, più comunemente è accompagnato da salumi locali come la coppa o la pancetta.


IL'CACCIUCCO'ALLA'LIVORNESE' Il' cacciucco' è' una' zuppa' di' pesce' tipica' di' Livorno' anche' se' ne' esiste' una' variante' viareggina.'E''un'piatto'nato'povero'e'in'origine'preparato'dai'pescatori'con'il'pescato' che'rimaneva'dalla'vendita.' Tempo!di!cottura:!2!ore! !

!

Ingredienti per 6 persone: 500 gr. di polpo 500 gr. di seppie 300 gr. di palombo (o altro pesce similare al trancio) 500 gr. di pesce da zuppa (scorfano, gallinella, ecc.) 500 gr. di crostacei misti (cicale, scampi, gamberi) 500 gr. di cozze 500 gr. di pomodori pelati aglio salvia peperoncino odori da brodo (cipolla, carota, sedano) 1 bicchiere abbondante di vino rosso ' Preparazione:!

In!una!capace!casseruola!si!mettano!un!paio!di!spicchi!d'aglio!"in!camicia",!il!peperoncino!e!il! ciuffo!di!salvia!nell'olio.!Quando!l'aglio!imbiondisce!si!spruzzi!con!parte!del!vino!rosso!e!si!lasci! evaporare!a!fuoco!vivace.!Si!tolgano!aglio,!salvia!e!peperoncino!e!si!disponga!nella!casseruola!il! polpo!tagliato!a!pezzi!e!battuto!per!ammorbidirlo.!Dopo!circa!1/4!d'ora!si!aggiungano!le!seppie! anch'esse!a!pezzi.!Si!fa!colorire!ben!bene!il!tutto!e!poi!si!versa!il!restante!vino!rosso!che!lasciamo! evaporare.! Si! aggiungono! i! pomodori! pelati! con! la! loro! acqua! e! si! abbassa! la! fiamma.! In! contemporanea!si!mettono!in!una!pentola!in!acqua!fredda!gli!odori!da!brodo!e!i!pesci!da!zuppa.! Li!facciamo!bollire!e!quando!il!pesce!è!pronto!si!toglie!dall'acqua!e!si!passa!con!il!passatutto!e!si! aggiunge! nel! pomodoro.! Teniamo! di! scorta! il! brodo! del! pesce! perché! potrebbe! servire! se! il! cacciucco!tendesse!ad!asciugare!troppo.!Quando!il!polpo!e!le!seppie!iniziano!ad!ammorbidirsi,!si! aggiungano! i! crostacei! e! il! pesce! a! trancio! (se! palombo! a! rondelle,! altrimenti! a! cubetti).! Si! aggiusta!di!sale!(se!fosse!necessario)!e!a!cottura!quasi!ultimata!si!aggiungono!le!cozze.!Quando! sono!aperte!il!cacciucco!è!pronto.!


La! zuppa' inglese! è! un! dolce! al! cucchiaio,! simile! al! tiramisù.! È! un! dolce! antico! da! secoli,! che! appare! nella!cucina!della!zona!di!Modena,!Bologna,!Forlì,!Ferrara!e!Reggio!Emilia!nell'Ottocento,!a!base!di!pan! di!Spagna,!imbevuto!in!liquori!quali!l'alchermes!e!il!rosolio,!crema!pasticcera.!!!!!!!!!!!!!!!!!Sebbene!la!sua! origine!non!sia!certa,!la!sua!denominazione!tradisce!la!derivazione!dalla!ricca!e!creativa!cucina!inglese! del! periodo! elisabettiano.! Originalmente! composta! di! una! base! di! pasta! morbida! lievitata,! intrisa! di! vino! dolce! (infusi,! poi! madeira,! porto! o! simile)! arricchita! di! pezzetti! di! frutta,! o! frutti! di! bosco,! e! coperta!da!crema!pasticciera!custard!e!panna!o!crema!di!latte,!double!cream,!il!trifle!sembra!fosse!un! modo! di! recuperare! gli! avanzi! dei! ricchi! pasti! dell'epoca.! Il! termine! trifle! è! sinonimo! ancora! oggi! in! Inghilterra! di! qualcosa! di! minore.! La! versione! odierna! del! trifle,! tradizionalmente! compromessa! dal! rigore!del!puritanesimo!e!gli!stenti!della!rivoluzione!industriale,!è!a!volte!preparata!con!una!sorta!di! crema! senza! uova! Bird's! Custard! al! posto! della! crema! pasticciera,! e! gelatina! di! frutta,! fruit! jelly! ed! il! tono!alcolico!è!generalmente!basso.!! La!ricetta!è!la!seguente:!!!!!!!! ! INGREDIENTI:! • • • • • • • • •

!4!uova,! !4!cucchiai!di!farina,! !4!cucchiai!di!zucchero,!! 200g!di!cacao!in!polvere,!! 1/2!lt.!di!latte,! !una!scorza!di!1/2!limone!e!di! arancia,! 40savoiardi,! !liquore!Alchermes!(e/o!Rosolio!_! e/o!Anicione).! una!ciotola!di!vetro!alta! ! !

PROCEDIMENTO:! • • • • •

• •

Prendete una scodella e mescolare per dieci minuti i tuorli, lo zucchero, la farina, il latte e la scorza di limone. Rovesciare il composto in un tegame e riscaldare il tutto a fuoco lento. Continuare a mescolare (possibilmente sempre in un senso) per evitare che si attacchi tutto al fondo. Rovesciare un cucchiaino di liquore. Appena diventa densa, togliete la crema dal fuoco e mettetela in due contenitori, in parti uguali. In uno dei due aggiungete il cacao e mescolare fino ad omogeneità. Prendere i savoiardi e intingerli bene in uno dei due liquori. Disporli sul fondo di una terrina o, in alternativa, a delle coppette da dessert trasparenti per creare pratiche porzioni monodose. Alternare strati delle due creme a strati di savoiardi fino ad esaurimento. L'ultimo strato di guarnitura è al cioccolato. Lasciare riposare, quindi mettere in frigo e servire freddo. Mettere una spruzzata di cannella


INGREDIENTI: 600 g di fagioli (sgusciati freschi, o se secchi, una quantità equivalente a metà peso lasciandola in acqua per almeno una notte ) - 2 patate - Una spruzzata di aceto si vino - Acqua, sale, pepe qb Per il condimento: - 100 g di pancetta o lardo, salati - 1 cipolla (200-250 g) - 2 gambe di sedano - 50 g (circa) di olio extra vergine di oliva e/o burro - Aglio, rosmarino e prezzemolo - 150-200 g di pasta all’uovo fatta in casa, tirata a sfoglia e tagliata a straccetti o in fettucce. -

PREPARAZIONE: Si pongono sobbollire i fagioli in abbondante acqua leggermente salata. In un’altra pentola si prepara un soffritto con lardo (meglio grasso di prosciutto), cipolla, sedano, aglio, rosmarino e prezzemolo pestati finissimi. Si aggiunge dell’acqua bollente e si travasano rapidamente i fagioli dal loro primo brodo di cottura. Si sala e si lascia sobbollire a lungo la minestra per poi aggiungere la pasta all’uovo fatta in casa tagliata a losanghe o strappata, Si toglie dal fuoco e si lascia intiepidire: nel frattempo la pasta risulterà cotta. Se si usa pasta di grano duro si lascia sul fornello un paio di minuti in più. C’è chi unisce alla minestra delle striscioline di cotica di maiale o chi a aggiunge del burro crudo che va “montato” nel liquido della minestra. Ogni tipo di condimento porta alla pietanza una propria differente personalità da gustare ed apprezzare.

RICETTA TIPICA DEL VENETO.


Pesto alla Genovese INGREDIENTI:

100 gr. foglie di basilico rigorosamente liguri 40 gr. pinoli 100 gr. parmigiano grattugiato (o grana padano) 20 gr. pecorino sardo 100 gr. olio extravergine d'oliva delle riviera ligure 1 o 2 spicchi di aglio 6 gr sale grosso marino

PREPARAZIONE:

Mettete nel mortaio (che deve essere rigorosamente di marmo con pestello di legno) l'aglio e il sale così, quando aggiungete le foglie di basilico (lavate ed asciugate), queste rimarranno di colore verde intenso. E' importante che le foglie non si impastino sul fondo del mortaio, ma sulle pareti, amalgamando in senso rotatorio, lentamente e senza violenza. Dopo il basilico mettete i pinoli e i formaggi. Infine aggiungete, goccia a goccia, l'olio. Per conservarlo: Versatelo nei vasetti e lasciatelo riposare per un paio d'ore con l'imboccatura aperta, coperta con un foglio di carta oleata. Quando l'olio sarà salito in superficie, isolando il pesto dall'aria, chiudete energicamente, se è il caso aggiungete prima ancora un po' olio. Il pesto così ottenuto si manterrà per alcuni mesi anche se il caratteristico verde inizierà a scurirsi un po'.


INGREDIENTI (dosi per 4 persone): Per la pasta: 500 g. di farina, 20 g. di lievito di birra fresco, 250 ml. d'acqua, 10 g. di sale fino Per il condimento: 400 g. di passato di pomodoro, 400 g. di mozzarella, qualche filetto di alice sott'olio, origano q.b., sale fino q.b., olio q.b. PREPARAZIONE: Sciogliere il lievito di birra in cinque cucchiai d'acqua tiepida (la temperatura non deve essere nè troppo bassa, nè troppo alta); aggiungere 80 g. di farina e lasciare riposare per un'ora in un ambiente tiepido .Versare quindi la rimanente farina a fontana, mettere al centro il panetto lievitato e versarvi lentamente due bicchieri d'acqua tiepida in cui sarà stato sciolto il sale. Lavorare l'impasto piuttosto energicamente con le mani, finché non si attacca più al piano di lavoro (almeno 10 minuti sollevandolo e facendolo ricadere con forza sul piano di lavoro, allungandolo e ricomponendolo a palla: ripetere ognuna di queste operazioni varie volte); la pasta è pronta quando risulterà liscia e vellutata e mostrerà delle bolle d'aria .Modellare quindi l'impasto a palla e sistemarlo in una capiente ciotola infarinata; incidere la palla superficialmente con un taglio a croce e, dopo aver coperto la ciotola con un telo umido, sistemarla in un luogo tiepido finché l'impasto non sia raddoppiato di volume: occorrono due/tre ore, a seconda della stagione; per controllare quando l'impasto è pronto, infilarci un dito: se rimane l'impronta la lievitazione è terminata .Trascorso questo tempo, riportare l'impasto sul piano di lavoro infarinato e sgonfiarlo lavorandolo energicamente con le mani per altri cinque minuti, quindi stenderlo in una o più sfoglie: prima appiattendo la pasta con i palmi, poi tirandola delicatamente con le mani allo spessore desiderato (da 0,5 a 1,5 cm., a seconda che si preferisca una pizza bassa o alta).Appoggiare la pasta nelle teglie (o su una placca) unte ognuna con un cucchiaio d'olio, allargarla con le mani finché tutto il fondo della teglia sia ricoperto di pasta e lasciarla lievitare ancora un'ora nel forno nuovamente preriscaldato e quindi spento. Trascorso anche questo tempo, togliere la pasta dal forno e formarvi sopra delle fossette, premendovi il polpastrello con un dito (per rendere la cottura più uniforme). Mescolare in una ciotola il pomodoro con un po' d'olio, salarlo moderatamente, e distribuirlo sulla pizza. Preriscaldare il forno alla temperatura massima: in un forno casalingo la temperatura sarà mediamente di 250° per un tempo di cottura di circa 15 minuti. Infornare per circa 10 minuti solo la pasta con sopra il pomodoro precedentemente preparato; quindi, ritirare la teglia dal forno, farcirla con la mozzarella tagliata a dadini, qualche filetto di alice, una spolverata di origano e rimetterla nel forno per il tempo sufficiente a far sciogliere il formaggio.


POENTA E OSEI Cosa serve per la ricetta: 50 uccellini, 150 gr di pancetta magra, 100 gr di olio di oliva, foglie di salvia, polenta bollente appena fatta, sale

Come preparare la ricetta Poenta e osei Con molta cura, pulire gli uccellini (oggi la legge proibisce quelli dal becco gentile), spuntare il becco e le zampine, spiumarli alla fiamma per togliere qualsiasi residuo, pulirli all'interno. avvolgerli con una sottile fettina di pancetta, porre ai due lati una bella foglia di salvia, che verrĂ  fissata con uno stecchino. porre gli uccellini in una padella ben unta di olio aggiungendo foglie di salvia a volontĂ  . tritare l'eventuale pancetta avanzata e porla anch'essa nella padella. disporre gli uccellini a strati e lasciarli rosolare lentamente: il tempo di cottura varia a seconda della specie degli uccellini e della loro grandezza. riportare sovente alla superficie il condimento che si sarĂ  formato nel fondo. salare il giusto, eventualmente aggiungere a termine di cottura qualche fiocco di burro, per aumentare il condimento che verrĂ  versato sulla polenta bollente.


INGREDIENTI per 4 persone: !

300 grammi di farina di castagne;

!

15 grammi di zucchero;

!

Semi di finocchio;

!

Acqua tiepida

!

Olio d’oliva

!

Pinoli

!

Sale

PREPARAZIONE: Mettere in una terrina la farina di castagne, lo zucchero e un pizzico di sale, e aggiungere l’acqua tiepida necessaria per fare un impasto denso e omogeneo. Quando l’impasto è compatto e senza grumi aggiungere una manciata di pinoli e un pizzico di semi di finocchio. Ungere con un po’ d’olio una teglia larga e bassa e stenderci l’impasto, facendo in modo che sia alto circa due dita; poi metterlo in forno fino a quando la superficie diventa scura. Il castagnaccio è cotto: lo si lascia un po’ raffreddare prima di servirlo in tavola.

Ricetta della regione Toscana


LO STRUDEL La'storia'

Lo!strudel!è!un!dolce'tipico'del'Trentino'Alto'Adige,!ma!le!sue! origini!sono!Turche.!I!Turchi,!che!dominarono!intorno!al!XVII! secolo!l’Ungheria,!preparavano!un!dolce!di!mele!simile!che!si! chiamava!baklava.!Questa!ricetta!fu!variata!e!trasformata!dagli! ungheresi!nell’attuale!strudel!che!presto!prese!piede!in!Austria,! che,!a!sua!volta,!dominando!per!un!certo!periodo!alcuni!territori! dell’Italia!del!Nord,!fece!conoscere!loro!questo!delizioso!dolce.!Il! Trentino!Alto!Adige!è!ormai!il!depositario!di!questa!preparazione,!che!qui!ha!avuto!notevole!successo! anche!grazie!alle!numerose!coltivazioni!di!mele!presenti!sul!suo!territorio,!che!sono!l’ingrediente! fondamentale!del!ripieno!di!questo!rotolo!di!pasta,!assieme!a!uvetta,!pinoli!e!cannella.! Lo!strudel!è!un!dolce!molto!noto!anche!oltre!i!confini!del!trentino!e!la!sua!ricetta!è,!come!spesso!accade! per!i!piatti!tipici,!molto!semplice.!Fu!infatti!in!passato!un!dolce!povero,!costituito!da!un!impasto!di! farina!e!uova!guarnito!da!mele!e!zucchero.! Con!il!passare!degli!anni!la!ricetta!dello!strudel!si!è!arricchita!di!nuove!spezie!e!sapori,!ma!conserva! ancora!il!suo!gusto!originale.! !

Ingredienti':!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 200!g.!di!farina! 100!g.!di!burro! 5!mele! 50!g.!di!zucchero! 50!g.!di!uva!sultanina! 1!uovo! latte!q.b.! cannella!in!polvere.! 1!pizzico!di!sale.! Il'ripieno'si'prepara'con:! 500!g.!di!mele!affettate! 100!g.!di!zucchero! un!odore!di!cannella! a!scelta!pinoli,!mandorle!o!nocciole!tritate.! !

Preparazione:' Preparate l'impasto mescolando il sale, l'uovo ed il burro alla farina aggiungendo a poco a poco il latte intiepidito. Il tutto va amalgamato fino ad ottenere una pasta morbida e compatta che va poi lasciata riposare per un quarto d'ora. La pasta va stesa su un ripiano cosparso da un sottile strato di farina (perchè non rimanga incollata), e con il mattarello va passata fino ad ottenere una sfoglia molto sottile. Sulla sfoglia cospargete le mele tagliate a fette sottili, lasciando alcuni centimetri liberi sul bordo. Alle mele aggiungete poi l'uva sultanina e cospargete con zucchero e cannella. Arrotolate il tutto chiudendone le estremità facendo aderire la pasta lungo i bordi con la pressione delle mani e arricciandola alle due estremità. Sistemate lo strudel in una teglia sufficientemente ampia e leggermente unta, prima di infornarlo pennellatelo con un tuorlo d'uovo (o in alternativa anche solo con del latte). La cottura va fatta a forno ben caldo per circa 50 minuti.


INGREDIENTI: •

150 g di zucchero a velo setacciato

225 g di mandorle macinate

2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata

1 uovo sbattuto

1 cucchiaino di essenza di vaniglia

¼ cucchiaino di cannella

zucchero a velo per decorare

PREPARAZIONE: 1. Preriscaldare il forno a 180°. Mescolate in una terrina capiente l’uovo sbattuto con lo zucchero a velo fino a ottenere un composto uniforme. 2. In un altro recipiente mescolate le mandorle, la scorza di limone, l’essenza di vaniglia e la cannella, quindi incorporatevi gradualmente l’uovo e lo zucchero. 3. Lavorate l’impasto nella terrina per circa 5 min., finché non diventa elastico, quindi copritelo con un panno e lasciatelo riposare per 15 min. 4. Su una superficie infarinata lavorate la pasta e fatene un rotolo del diametro di 4 cm. Tagliatelo in 24 pezzi uguali e formate delle palline della stessa misura. 5. Ungetevi i palmi delle mani e schiacciate ogni pallina in un disco di 4 cm di diametro. 6. Disponete i biscotti su una piastra da forno imburrata, lasciando tra loro lo spazio sufficiente perché aumentino di volume durante la cottura. Cospargete di zucchero a velo e infornate per 15-20 min., finché i biscotti sono dorati. Raffreddateli su una gratella metallica e conservateli in un contenitore ermetico. 50


INGREDIENTI: Cous cous ceci in scatola; 2 cipolle; 2 carote; 3 zucchine; 2 pomodori; 100 g fave fresche sgusciate; 50 g uvetta sultanina; 3 cucchiai olio d'oliva extra-vergine; 40 g burro; 1 bustina zafferano; 1 mazzetto prezzemolo tritato; 1 cucchiaino coriandolo in polvere (facoltativo); 1 cucchiaino paprika; sale; pepe nero;

PREPARAZIONE: In una padella fonda (o nel recipiente inferiore del couscousier, la pentola apposita) far scaldare l'olio ed oggiungervi la cipolla tritata, i ceci, le carote a fettine, il pepe macinato, lo zafferano e coprire d'acqua, lasciando cuocere a fuoco moderato per circa un'ora mescolando di tanto in tanto. Aggiungere quindi il sale, i pomodori tagliati a pezzi, le fave, l'uvetta, le zucchine affettate, il prezzemolo, il coriandolo, la paprica e cuocere per altri trenta minuti rimestando ogni tanto. Aggiungere quindi il burro a pezzettini, rimestare e servire su un letto di couscous che avrete preparato a parte (nel caso di couscous tradizionale, che avrete cotto sulla parte superiore della couscousier).


RISOTTO AL NERO DI SEPPIA INGREDIENTI per 4 persone: 400g di seppie 3 sacche di nero di seppia ¼ di cipolla bianca 1 spicchio d’aglio Una manciata di prezzemolo Olio, pepe, sale, peperoncino q.b. Crema marsala all’uovo q.b. 2 cucchiai di vino bianco 200g di carne di manzo Cipolla carota sedano 320g di riso carnaroli Grana q.b. Burro q.b.

PREPARAZIONE: Pulire le seppie dalle interiore e dalla pelle facendo attenzione a estrarre il sacchetto del nero senza romperlo. Losangare la seppia possibilmente in pari dimensioni. Prendere una pentola, versare un cucchiaio di olio d’oliva, tritare il ¼ di cipolla, lo spicchio d’aglio e il prezzemolo, versare il tutto all’interno della pentola con l’olio caldo e friggere il tutto per circa 3-4 minuti, aggiungere le seppie losangate, prendere i neri e aggiungerli alle stesse facendo attenzione a eventuali parti dure che devono essere scartate e rimestare il tutto fino a colorazione avvenuta. Cucinare per circa 45-50 minuti facendo attenzione a correggere con sale e pepe q.b. Prendere una pentola, versarci 1,5 l di acqua, aggiungere mezza cipolla, mezza costa di sedano, una carota, la carne di manzo, portare ad ebollizione per circa 90 minuti.

PREPARAZIONE DEL RISOTTO Scaldare leggermente una pentola larga e bassa aggiungere il riso, tostarlo, aggiungere l’intingolo di seppie, portare il tutto ad ebollizione continuando a rimestare. Allungare quando serva con il brodo aggiungendo una noce di burro dopo 5 minuti, cucinare per un totale di 18 minuti aggiungendo brodo q.b. per ottenere una densità cremosa. A fine cottura aggiungere il grana, rimestare per amalgamare, lasciare riposare un minuto e servire.

BUON APPETITO!!!!!!


'

SARDE IN SAOR ' ' INGREDIENTI!per!4!persone:! • 500g!di!sarde!! • 500g!di!cipolla!bianca! • 50ml!di!aceto! • 50ml!di!olio!di!semi!di!girasole! • 50ml!di!vino!bianco!secco! • Sale!pepe!q.b.! ! PREPARAZIONE:' ! Pulire!le!sardine!e!liscarle.! Infarinare! e! friggere! le! stesse! in! abbondante! olio! di! semi,! riporle! su! un! vassoio!con!carta!paglia!.! Sbucciare!e!pulire!le!cipolle,!tagliarle!a!fette!sottili.! Prendere! una! padella,! aggiungere! l’olio! di! semi,! aggiungere! le! cipolle,! portarle!ed!ebollizione,!aggiungere!aceto!e!vino,!sale!e!pepe!q.b.!e!cucinare! finché!la!cipolla!non!imbiondisce.! A!metà!del!procedimento!aggiungere!un!cucchiaino!da!caffè!di!zucchero!di! canna.! Lasciare!raffreddare!la!cipolla!.! Prendere!una!pirofila,!fare!uno!strato!di!sardine!e!coprirle!con!uno!strato! si!cipolla,!continuare!così!fino!a!completamento.! Chiudere!in!maniera!ermetica!e!riporre!in!frigorifero!per!2!giorni.! Toglierle!dal!frigo!2!ore!prima!di!mangiarle.! ! ' BUON'APPETITO!'


!

SALAME'DI'CIOCCOLATO' ! INGREDIENTI' Cosa serve per la ricetta 125!grammi!di!zucchero! 125!!grammi!di!burro! 75!!grammi!di!cacao!amaro! 50!!grammi!di!nocciole!(o!di!mandorle)!pelate!e!tritate! 100!!grammi!di!biscotti!secchi! due!uova.!

! PREPARAZIONE' ! Amalgamare in una terrina lo zucchero, un uovo intero e un tuorlo per quindici minuti. Sciogliere il burro e unirlo al composto nella terrina; aggiungere cacao, frutta secca, biscotti a pezzettini e mescolare delicatamente. Avvolgere il composto in carta oleata unta con olio di mandorle, dandogli la forma di un salame e lasciare raffreddare in frigorifero. Servire il giorno seguente, tagliato a fette.


INGREDIENTI • • • • •

300g cioccolato fondente triturato 150g miele 100g zucchero 120g nocciole 4 albumi montati a neve

PREPARAZIONE: Sciogliete in acqua lo zucchero a cui aggiungete la cioccolata amara. Fate caramellare altro zucchero in acqua,montate a neve due albumi d'uovo a cui unirete del miele fatto cuocere a bagno maria, il cioccolato sciolto e lo zucchero caramellato. Aggiungete delle nocciole sbucciate, amalgamate sul fuoco e versate l'impasto sulle cialde, infine lasciate raffreddare.

Ricetta ABRUZZO


Ricette gustose in tre colori