Page 1

PCR Il 1 Aprile 2014 siamo andati in gita con la scuola alla stazione Eto-Ecologica di Corbaiola, una località vicino a Radicondoli (SI). La mattina, verso le 12:00, abbiamo assistito ad una spiegazione della "PCR" (Reazione a Catena della Polimerasi), che è una tecnica con la quale si duplica una porzione di DNA per avere più copie disponibili su cui lavorare.

Il DNA (Acido Deossiribonucleico) è un acido nucleico che contiene le informazioni genetiche di ogni singolo individuo. Il DNA ha una forma a doppia elica Il DNA è costituito da quattro basi azotate: adenina, timina, guanina e citosina. Esse si legano adenina con timina e guanina e citosina. Il DNA si trova nel nucleo delle cellule. Il DNA è organizzato in cromosomi.

La biologa di Corbaiola ci ha spiegato come funzionano le varie macchine per lo studio del DNA. Durante la duplicazione del DNA, il campione di DNA (nel nostro caso un gene specifico per identificare una determinata specie di topo presente nella zona rispetto ad una altra specie molto simile) viene immesso in una provetta eppendorf, viene aggiunta la polimerasi (una soluzione chimica), i primer specifici, i nucleotidi e 20 microlitri di acqua distillata prelevati con una gilson. La provetta eppendorf con all'interno la soluzione viene poi messa in una macchina apposita per la duplicazione del DNA che innalza ed abbassa automaticamente la temperature della soluzione per permettere alla DNA polimerasi di agire con una sequenza di cicli.


Finita la reazione si analizzano i campioni ottenuti tramite un gel di agarosio ed una lampada luminosa che rende visibili i frammenti di DNA generati dalla PCR. I risultati cosĂŹ ottenuti vengono studiati e pubblicati.

Pcr  

Reazione a catena della polimerasi (Ricerca di Gabriele Gazzei)