Page 1

DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

Drre'zione Didattica III Circolo Corso Dzrttte,1 1 8 1 t )t ) I N i I P t r R L { ( t e l . 0 1 8 3 / 2 9 2 7 6 0 f : r x t )I 8 3 / 2 9 2 7 6 ( t ) c. f. 80007320080

i

COh{TRJ\TTAZIOI{E D'ISTITTJTO

A . S .2 01 0 1 r 1


DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA ' Còt.o Dante,| 18100Imperia Il giomoMERCotEDI ' 15 SETTEMBRE2O1O AILE ORE 9 , 30 pressoi locali dellaDirezione Didattica3ocircolodi Imperi4 CorsoDante1, in sededi negoziazione integrativaa livello di istituzione scolastica di cui all'art.6 del CCNL del compartoScuola2006/09. Trala delegazione di partepubblicanellapersona dellaDirigenteScolastica dott.ssa TaniaNEGROei rappresentanti sindacalidelladelegazione sindacale insegnante SEMERIACarla(scuolaprimaria)e collaboratrice scolasticaARMELIO Giuseppina è sottoscritto il seguente contrattointegrativoperla regolamentazione dellerelazionisindacaliai sensidell'art.6, comma2, lett. F) del CCNL 2006-2009. Le OO.SSsonostateregolannente convocate, è presente CISL delle 1'InsGorgoGraziellaperi1sindacato altreOO.SS. nessruro è presente L'insegnante SURICOAngela(scuolaprimaria)è ASSENTE E' presente il D.S.G.A.CinziaDi Lieto L'Ordinedel Giomoè il seguente: 1. Awio ContrattazioneIntegrativa d'Istituto A.S. 2010/11 Si passaalladiscussione del 1opuntoali'O.d.G. 1) Arvio ContrattazioneIntegrativa d'Istituto A.S. 2010/1I La DirigenteScolastica comunicacheil Ministerononha ancoracomunicatol'assegnazione finanziaria f-lnalizzata a retribuiregli Istituti contrattualiper I'a.s. 201012011 La D.S.G.A.CinziaDi Lieto comunicadi avergià calcolatoil budgetrelativoall'A.S. 2010/11sul1abasedei parametridel CCNL e all'Intesacon le organizzazioni Sindacalidi compartosottoscritta il 18maggio2010. Si inserisce il file relativoal calcolo


D I R E Z I O N E DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

BudgetMOF- A.S. 201012011 /n base a Seg. F/S 8/4/2006- Seq.,4IA 25n/2008 - CCi/L 2" biennio

DIREZIONEDIDATTICA3" CIRCOLO IMPERIA PARTE I - Dati per la determinazione det budqet Fondo dell'lstituzione Sco/asfica

'.:ìiffi;

ru"'

|

O r g a n i c od i d i r i t t o Inteea MIUR-COSS d€l I 8-5.2010

C,Í:i*antaí*,ccn $fnt

7

S e d i c l ie r o q a z i o n ed e l s e r v i r i o

0 38 20 58

Docenti Sc Seconrlaria D o c e n t iS c . P r i n r a r i a Docenti Sc. lnfsnzia Totale Docenti

. Indennità di direzione lquofa fissa e variabile) ai sostiluti de/ DSGA Quota a carico del FIS di bilinguismo, - tndennfta per turno notturno, festivo, nottunfo/îestivo,

20

P B r s o n e l eA T A

76

Totale

quot d. .eriuns.Ért Frs

G PARTE fl . Sviluppo parametri per la detefminazione del'budget hliglioramento offeÎ7a Fomatlva a o m u n i c i ì t o( l i M ì U R

di trilínguísmo

oaDÉFlrllRE li6;6ìq-E;;rc'do'h'udo"

Diffefen:e

lncarichi ATA 8 / 1 2 tE . F .2 0 11

+

Pratica soortiva

Ore eccedenti

554,00 1 . 10 7 , 0 0 1.661.00

4 1 1 2Ei . F , 2 0 1 0

?

8 / 1 2 1E . F ,? 0 1 1

le FIS 2010/11

Totali per A.S.

S o m m a d l s p o n i b i l ap e r c o n t r a t t a z l o n e

AssegnazionlA.S. 2010-11

20 1

O r g a n i c o d i r i t t oA T A

exLsu

scolasticire

rtiiiii': o

E.F;n OD Docenti prov.le :.,ir Doc.Coord.

Fondo di riserva

n.oaa 28,00% 1.00%

. C o n v r t t i e d e d u c a n d a t ia n n e s s i Medie annesse ad istituti d'a|te B conservaton

€ 3 045'00 € 6.000,00

,,,,.,,,,,,,

€ 2Ù'63 € 53'00

1.660'54

UTILITA'parcalèolare la ripartizione FIS depurato dalla lD Docentl ATA

' u t r .Corsì serali cumcolari

comunlcato da MluR

0 No

58 OD Inf.e Pfimaria :,:.r,,.,.,.:0 OD Secondaria

corl

lstituti conrPrenstvt ' lstitr-rtidi istrLtzionesecondaria di secondo grado . S e : t o n r c a r c e r a n e ,s e : l o n l o s p e d a l i e t ' e

9.381,11 3 Ù0È,33 € 3 006ù0 C o r n u n i c a t od a N , 1 l U R €1980'00 € 10!pl ----- t tZ! 5.093,14 5 093,14 € 268'06

Quotabase N u m . C o m p l e s s i: t, àr ; : : , : : :0: :, :i .r :, : : , : . : ' 58 Dimensione OD doc.

't.661,00

70.927,74 27.971,50 998.98

98.899,24 S om mt

disp o ni b i le per co n lralla zione

1.660,54 i:lrly'lt.lR C0Dìunictto

Q u o t a p e r u n i t a d i p e r s o n a l ea T . l .

Indennita cll ulrezlona uìttrA Determinazionèpa,'tevaÍiabilea carico FIS dal '119/2008 I ridefinita .ad 3 sÈo ATAè Tabella lnìt)oÍo totale

f f i a i o i r . a s a a fqt .on alnìeno2 Duntierooazione

v

Selezlonare

30,00

Lordo dio Lordo Stato 1UC,'l

|

750'00

246,25

Orìeri iflessi {IRAP-INPDAP}su param. agg' lD

39,S1 tiota 3*17ùdtf $*11't009

Totale lnd. Dir. A.s.2010/2011 4.1UUr4J

definitiva. I'assegnazione non appenail Ministerocomunicherà la contrattazione di proseg$ire Si concorda Aile ore 10.00la sedutaè tolta. Perla Dele

LA DIzuG Dott.ssaTt

er la Dele

ione di Palte Pubbli

SCOLASTICA

one cli ParteSinda

R.S.U.E DELEGATISNDACALI ARN4ELIO CGIL GILTSEPPINTA ShIALS CARLA SEMERIA CGIL

ANGELA SLTRICO ASSENITE-

CISL GRAZIELLAGORGOW


DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

DIREZIOF{EDIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA Corso Dante,I

18100Imperia

Il giornoLIINEDI' 29 NO\ZEMBRE2o1o ALLE ORE 12,45 pressoi locali dellaDirezione integrativaa livello di istituzione Didattica3ocircolodi Imperia,CorsoDante1, in sededi negoziazione 2006/09. èomparto Scuola di cuí all'art.6 del CCNL del scolastica dott.ssaTaniaNEGRO e i di parteptùblica nellapersonadellaDirigenteScolastica Trala delegazione (scuolaprimaria)' Carla SEMERIA insegnante sindacale sindacalidelladelegazione rapptesentanti è scolasticaARMELIO Giuseppina insegnante SURICOAngela(scuolaprimaria)e la collaboratrice dellerelazionisindacaliai sensidell'art. il seguente contrattointegrativoperla regolamentazione sofioscritto 6, comma2, lett.F) del CCNL 2006-2009. CISL,delle l'Ins GorgoGraziellaper il sindacato è presente convocate, Le OO.SSsonostateregolarmente è presente altreOO.SS. nessuno it D.S.G.A.CinziaDi Lieto E'presente L'Ordinedel Giornoè il seguente: 1 Contrattazionelntegrativa d'Istituto A.S' 2010n1 2 Varie ed eventuali del 1opuntoall'O.d.G. Si passaalladiscussione Contrattazionefntegrativa d'Istituto A.S.2010/11

connotaProt-.n.9245 del21/0912010 La DirigenteScolasticadichiaracheil Ministeroin'data27109/2010 finanziariafinalizzataaretribuireglilstituticontîattualiperl'a.s.2010/2011 hacomunicato I'assegnazione Di Lieto comrurica che La D.S.G.A.Cinzia ATA docentee €. 442,37peril personale 1 L'avanzodell'annoscorsoè di €. 3.245,39peril personale perI'a.s.2010i 11 8 è quantoassegnato 2 la sommadi €. 107.082,7


DIREZIONE DIDATTIGA 3 GIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP '

Budget MOF - A.S. 201012011 $ffi.ir:ffi.ÈÌBa

'

,

t

.

:

Migiioramento Offerta Forn

ln base a Seg. FIS8/4/2008- Seg. AIA 25n/2008 - CCiVt 2'biennio

e iJofa MluR 9245

D I R E Z I O ND E I D A T T I C3 A' C I R C O L OI M P E R I A PARTE| - Dati per fa determinazione del bud$et Fondo dell'lstituzioneScolastica S c u o l as e c . di ll grado

I

No I Sedi di erogazionedel servtzro Docenti Sc. Secondaria Docenti Sc. Primaria DocentiSc, Infanzia Totale Docenti PersonaleATA

organico cli dirltto dl cùl doc. d, solegno Ant* gZ*f Uot:1Isr2g'l:i}ì S O L O P E R S C U O L E

7 u 38 20 58 1V

SECONOARIEii g'r.

28.392 00 62.556,00

4.056,00 802,00 E57,00

Sedidi erogazione del servizio Addettiin organíco di diritto Docentiin orqanicodi dintton

0

*) ScuoleSecondariedi 2o

- lndennità dl direzione (guota fissa e variabile) ai soslifufi del DSGA , Ouota a carico del FIS - lndennità per turno natturno, fesfivo, nottumolfestivo, di bi-trillnguismo

70,00% 30,00%

Totale NB - senza decuÉazione LSU

duota da aggiungere al FiS

I

DA DE'Flf\llRE I

PARTEfl - Svifuppo parametri per la determinazionedel budget Miqlioramenb Afferta Formativa ""r':i Bllanclo 4 / 1 2 8i . F . 2 0 1 0 8 / 1 2 tE . F . 2 0 1 1 A.S.

otale FIS2010/11

Funz.Strum.

F.t.s, JU.Jl

3.1 7,03 6.254.07 9 . 3 8 1, 1 0

b,UU

60.632,00 90.948.00

Ore eccedentl lncarichl ATA 1.697,71 553,51 1.107,03 3.395,43 1. 6 6 0 , 5 4 5.093,14 MOF Comunicato

da MIUR Differenza

T o t a l eg e n e r a l eF I S 2 0 1 0 / 1 1 Somma disponibile per contrattazione

AssegnazionlA.S. 2010-1 1 Budqet u zc10nl ' , F u n z i o n i Quotabase Strumentali N u m .C o m p l e s s i t à Dimensione OD doc. Organico dirittoATA , , , , l n c a r i c h i DSGA SpecificiATA Decurt.exLSU Decurt.Co.Co.Co. DocentiE.F.inOD PraticaSportiva Doc.Coord. prov.le

20 1 , , , 0. rii,:,.,,.1:::..::; 0

3.006,32

3.006,32 1.979,68 109,91 268.06 I

Totale

9.381,10 6.374,78 5.093.14 5.093,14

I

ffi

0 No

3.044,90 6.000,00

OD Inf.e Primaria

58 28,63 0 52,98 depuratoda docentidi sostegnoper scuo/esecondarieli grado

1.660,54

Ore eccedenti OD Secondaria :

.

t

.

:

F O N D ID O C E N T I

ATA

A V A N Z O2 0 1 O E ó,24C,óV ORE ECC € 554,00 F O N D OI S T € 20.264.44 F U N Z .S T R U M € 3.127,A0 : € " , ' , 2 7 . ' l9 0 , 8 3

lordo dio iraó inpdap

I N CA T A I N DD I R E Z

lordodin trao

€ € € A V A N Z O2 0 1 O € €

1 . 6 9 80 0 1 366.81 I 684,75 442.37 , ' 1 2 ,911. 9 3

1.660,54

avanzo ATA a. orec avanzoooc a.Drec

inodao

?

++t.3 |

20.490.45

€ €

3.245,39 3.687,76

t . / r +I , o Y

E

4.958,69 2 7 . 19 0 , 8 3

JC.OYC.UU

€ 39.382,76

7Rn OÀ

2.223,44 It

r ol

o't

Il calcolosuinclicato pari a €. 35.695,00.(LordoStato,quindi concemei 4/12 delbudgetassegnato comprensivo di ritenuteIrap 8,50%e lnpdap24,20%o) Talesommasaràliquidatadallascuola,poichéil Ministerohagiàprowedutoall'erogazione. quindi Gli altri 8/12pan a€. 53.796,92( LordoDipendente, senzaritenuteIrape inpdap) sarannoliqddati dallaDirezioneProvincialedel Tesorotramitele nuoveregole del"CedolinoUnico"


DIREZIONEDIDATTICA 3 CIRCOLO- IMPERIA IMEEOOSOOP + l'avanzo La qnotadestinata 2009/10di €. 3.245,39 al personaledocenteè del 70%oedèparia€.€ 60.793,30 + I'avanzo perun totaledì€, 64.038,69e la quota per il personaleATA è del 30% ed è pari a€. € 26.054,27 2009/10 di €. 442.37oeîun totaledi €. 26.496,64 La sommarelativaalle FunzioniStrumentalidei Docentiè di €. 9.381.10 suddivisatra 5 dooentidellascuola.

s.2010/11 AB EL L A D I L IQ U ID A ZION E FU N ZIONSI TR U MENTALI4.S.2 CANEPA NADIA CASTAGNINI FRANCA G R A M M A T I G OA N T O N I N A GUGLIERITIZIANA SAVIOLIALINA

|RAP8,50% TNPOAP 24.20%

totale 1 . 7 5 0 , 0 0€ 909,71 € 909,70 € 1 . 7 5 0 , 0 0€ 1 . 7 5 0 , 0 0€ 7.069,41 €

€ € €

€ € €

€ €

600,90 1.7f0.80

f--5bs:s--fii'l

154,00 € 6 , 1 3 80,05 E 3,18 80,05 € 3 , 1 8 A 1? 154,00 e A l? 154,00 € 622,10 € 24,75

'

IMPORTO

AL%

IMPONIBILE

tot.Ritenute

INPDAP

€ € € €

1 6 0 , 1 3€ 83,23 € 83,23 e 1 6 0 . 1 3€

1.589,87

160,13 €

1 . 5 8 9 , 8 7i

646,85 €

6.422,56

27 27 27 27 27

826,48

826,47 1 . 5 8 9 , 8 I7

€. € € € €

429,26 € 2 2 3 . 1 5€ 223,15 € 429,26 € 429,26 € 1.734,09 €

SALDO

1.160,61 603,33 603.32 1.160,61 1 . 1 6 01

4.688,47

i

i ATA è di €. 5.093,14Si stabiliscedi remunerare La sommadestinata agli IncarichiAggiuntidel personale coliaboratori amminisfativi,nontitolari di posizione scolasticidellascuoladell'infanziae gÌi assistenti economica ex Art. 7 CCNL 2004/2005.

TABELLA DrLrQUrDAzroNE "='"oTu:Jii'rfiT*tontt TOT.LCRDC INPDAP 8,80%

C O N S I G L IM OO N I C A SCIACCAMARIA MADDALONI MARIA M. ELENA GIANCATERINO

e € € €

SPINELLIANNA

€.

INPS

€ €,

IRAPx 8.50% fNPDAP24,200/o FC 0,35% INPDAP8,80% IRPEF TOTALE

€ € € €

€ € €

€ € € €

€ €

1.032,91 1.032.91 517.00 619.75

619.7s 3.822.32 € 17.00 325,00 925.00 13.38 336,36 938,00 , , , ':'5 . 0 8 9 , 7 1

S O M M EL O R D OS T A T O 1.366,81 I N DD t R 4 t 1 2 2 0 1 0 8 684,75 4 t1 2AT A z 0 1 A 20 264,44 412 DAC 2010 554,00 O R E E C C4 i 1 2 3.127.00 FUNZDOC 4112 1.698,00 INCATA 4/12 35.695.00 I N C A S S A TOI T T 2 0 1 O

tr a

90,90 90.90 45,50 54.54 54.54 336.38 €

€ € € € € € €

ExFUNzroNl sPEcrFrcr rNcARrcHr lJilutR

n ?qol- tot. Ritenute ?A?

1,81 2,17 2.17 13.39

94,52 94,52 47,31 56,71 56,71 349.77

IMPONIBILE

938,39 oce ?o

469,69 563,04 563,04 3.472,55

S O M M EL O R D OD I P E D E N T xE C . U . I N DD I R8 / 1 2 2.733.62 12 887,22 F . I 8 1 1 2A T A F . t 8 t 1 2D O C E N T I 30070.19 834,23 oR EE C C8/12 F U N ZD O C8 / 1 2 4.712.94 rNC.ATA 8/12 2.558.72 PAGATIDA DPSV 53.796.92

IMPORTO

ALTo

27 27 aa L I

27 27 €

€ € € € € €

SALDO

€ 685.02 1 6 , 6 3 9E1 a-7 € 685.02 12e'A? € 342.87 4Ea na € 411,42 €. 411,02 tct.ut 937.59 € 2,534,96 t3J.J

I

TOTALELORDOSTATO2O1OI11 I N DD I R 4.100,43 F.I ATA 26.454,27 F I DOCENTI 60.793,30 UKtr tr,UU 1.660,54 F U N ZD O C 9.381 ,10 INC.ATA 5.093,'14

€ 107.082.78 3 245,39 AVANZODCCENTI € 4 4 2 , 3 7 AVANZOATA € € 11A.774,54


- IIIIPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONEDIDAÎTICA3 CIRCOLO PERSONALEDOCENTE " Le attivitàaggiuntivefunzionaliall'insegnamento, retribuiteconil fondod'istituto( ai seniidell'an.88det CCNL2911 1i2007)€. 17.50lordodipendente sono: COLLABORATORI DEL DIRIGENTESCOLASTICO I CCNL 29111/2007i docentichein modocontinuativo pei collaborano lo.svolgimentodi attivitadi caratteregestionaleed orgalizzativo, con il capod'istituto è nonpossonoesserepiÌr di due.I compensia caricodel fondodellascuolasarannoalla 1^ collaboratrice attribuitoun compenspdi N 100 ore- alla 2^ coliaboratriceun compensopari a n. 80 ore

ATTIVITA' }OIOIIL i

,f-'Effi

RESPONSABILEDI PLESSO (FIDUCIARIA) SCUOLA INFANZIA

i

RESPONSABILE DI PLESSO(FIDUCIAzuA)PLESSOCASTELVECCHIO

l o o

i

pLESSoroNTEDASSIo e BoRGos. MoRo npspoNSABrLE Dr pLESSo(FTDUCTA&rA)

r-ió

i

VERBALISTA DI INTERSEZIOhIE SC INFANZIA

: i

i

VERBALISTADI INTERCLASSESCPzuIVfARIA

J

VERBALISTA COLLEGIO DOCENTI

i

corvrMrssroNE AMBTENTE

!

NTPERENTEED. SALUTE

i

COIvIMISSIONEED. SALUTE

i

NEPERENTEEDUCAZIONE A1\,{BIE}ITALE

I

pRovE Dr EvAcUAZoNE RESIoNSABTLE

t

1.

ffirNiónl,lqiicresc.nrra-^rzra

I

t......,..., f-**"--"-^-.**-".:

i

...,...,.....

....,:

rn l v

---r---***""---5 ti

,l

s

I

5

I

i it

í t

!

COMMISSIONE REFEZIONE SCOLASTICA COORDINAME}ITO SCUOLA INFAì.IZIA COMMiSSIONE D.S.A. RITINIONI INISEGNANTI DI SOSTEGNO

I

i i

COMMMISSIONE VALUTAZIONEINSEGNANTI

COMMISSIONEELETTORALE

Ì

RESPONSABILE SUSSiDI SCINFANZIA

I


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

i

n-uspowsaulE BIBLIoTEcA ALUNNTsc pRIMARIA

J

RESPONSABILE BIBLIOTECAAILINNI SCINFANZIA

i

RESPONSABTLE BIBLTOTECACASTELVECCHIO

I

coviMISSIONEVALUTAZTONED'TSTIfUTO

i

COMITATOSCUOLAINFA}{ZIA

i

r<

l

15 I -,-.-,-!--.----Ì 30 |

I I

CI.IvIMISSIoNE PHYLoSoPHY

i i

4'

.

.

;

COMMISSIONE SPORT

j

GESTIONE POSTA ELETTRONICA

:

PREVENZIONE NCENDI 1 . Le ore eccedenti I'orariodi servizio,prestatedurantele uscitedidattiche, finoad un massimodi sarannorecuperate

previarichiesta n. 5, nelcorsodell'anno nelleoredi compresenza scrittaal D.S.e comunque

2 . Esauritii suddetticriieri,in caso di tropperichiestesi stabiliscedi otfrirea tutti la possibilitàdi attuareil progetto ancheconmonteoreridottoin basealledisponibilità finanziarie La DirigenteScolasticacomunica che sono stati individuati gli incarichi da attribuire aJpersonaleATA. \

TNCARICHT ?O1O/11

i

t.,-...-......_ -

i COLLABOR.ATORTSCOLASTTCT r--------*: RESPONSABILE CASSETTA MEDICINALI

i npspoNSABILE PRIMoSoCCoRSo i RESPONSABILE PREVE}IZIOI.{E NC]E},IDI :PLILIZIA PALESTRA PICCOLA MANUTENZIONE SISTEMAZIOhIE ARCHIVIO GIARDNAGGIO

SOSTITUZIONE COLLEGHI iTRASPORTOMATERIALE DAL NEGOZIO

SPOSTAMENTO STRAORDINARIO

ARREDI


DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

-li

t--* li [' l ' l i

i RACCOLTA PRESENZEMENSA ! CEhITRALINO(CASTELVECL-HIO) ì SUPPORTOAI PROGETTI POF i****--**"

t

iALLESTIMENTO LOCALI PER ELEZIONI

5-li

PROG."SOSTARECONLA DIVERSITA"' I sI_rPP

t rr"-?o_li

j SERVÌZI SU 2 PLESSI('FLESSIBILITA')

t--r{L-li

JSORVEGLIANZA BIMBI (ARGINE DX)

frs]

rr_-li

i COIv{MISSIONEELETTORALE

Fti

t ',, li

i GESTIONE POSTA ELETTRONICA

r--r-li

GESTIONEFRUTTANELLE SCUOLEPzuMARIE ...........^.-------,,.-.-.......--......,^.i..-.-................-:.. l

]ORAzuO.SPEZZATO

E] F]i

.

i,

i AS SIS'IENTI AÀ,IVIINISTRATIVI

INSEzuMENTO/TRASMISSIONE DATI SIDI

_li

[40

: SOSTITUZIOI.IE COLLEGHI

[-3,i--li [ ,o-li

I SUPPORTOAI PROGETTI POF "SO STARE . SUPP-PROG. CON LA DIVERSITA"'

[-t,:,-_li

i INSERIMENTO DATI I}IVALSI

| ? ' -- " - - l í l ti

mi

Al DSGAcompeteun compenso per intensificazione prestazione lavorativa( Responsabile Privacy,Gestione programma Privacyconrelativi incarichi,Gestionee redazioneD.P.S., supportoai Progetti,gestioneFondi non Statali,verbaliRSUe aggiomamento Contrattazione, gestionale) complessità di ore300 (dafondi non vincolati)In casodi fondi insufficientipotrà usufruiredellestesseoreperriposicompensativi. INPS SOÙIùIADISPONIBILE ATA

€ 26.496,64

SPESAA3 x ATTIVITA'e INCARICHI

€ 24.223,92 € 2.272,72

S O M M AX ST R AOR D IN AR IO

IRAP INPDAP

37,35 € €, 1.549,25 € 4.410,81 €, 5.997,42

Si concorcla c1iproseguirela contrattazioneil 611212010 alle ore 12.45 Alle ore 15,30la sedutaè tolta. Per la Delesazione di Parte Pubbli

LA DIRIGENTESCOLASTICA

Dottssarftfiq,sna-

U

Per la Del

zionedi ParteSinclacale

R.S.U.E DELEGATISINDACALI CGIL GILISEPPINAARMELIO SNALS CARLA SEMERIA CGIL ANGELA SUzuCO ét6SE CISL GRAZIELLAGORGO 9


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

DIREZIOI{E DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA CorsoDante,I 18100Imperia 11 giomoLUNEDI'6 DICEMBRE2070 ALIE oE{E72.45' pressoi locali dellaDirezioneDidattica3" circolodi Imperia,CorsoDante1, in sededi hegoziazione integrativaa livello di istituzionescolastica di cui all'an.6 detCCNLdelcomparto Scuola2006/09. Trala delegazione di partepubblicanellapersonadellaDirigenteScolastica dott.ssaTaniaNEGRO e la collaboratrice scolasticaARMELIO Giuseppina. I rappresentanti sindacalidelladelegazione sindacale insegranteSEMERIACarla(scuolapririiarìà),insegnàteSTIRICOAngela(scuolapiimaria)sonoassentie di conseguenza, permancanza del numerolegale,nonsi puòprocedere perla sottoscrizione alla discussione del contrattointegrativoper la regolamentazione dellerelazir:nisindacaliai sensidell'art.6, comma2, 1ett. F) delCCNL200ó-1009. Le OO.SSsonostateregolarmente convocate, è presente I'Ins GorgoGraziellaper il sindacato CISL; delle altreOO.SS. nessuno è presente E' presente il D.S.G.A.CinziaDi Lieto Si concorda di proseguire la contrattazionesabato11/12/2010 alle ore9.30 Perla Deleeazione di Parte Pubblica LA DIzuGENTESCOLASTICA Dott.ssn

Perla Delesazione di ParteSindacale R.S.U.E DELEGATISNDACALI CGIL GIUSEPPINAARMELIO SNALS CARLA SEMEzuA-ASS CGIL

AhIGELASURICO

CISL

GRAZIELLAGORGO

10

ASS


DIREZIONE DIDATTIGA 3 CIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERIA CorsoDrrrite,1 18100Imperia 11giomosÀBATo 11 ftcEMBRE .2010 AJ.,L,,E oRE 9,3O pressoi locali dellaDirezioneDidatticà di 3'circolo di Imperia,CorsoDante1, in sededi negoziazione integrativaa livello di istituzionescolastica cui all'art.6 delCCNLdel comparto Scuola2006/09. dott.ssaTaniaNEGRO e i Tra la delegazione di partepubblicanellapersonadellaDirigenteScolastica rappresentanti insegnante SEMERIACarla(scuolaprimaria), sindacalidelladelegazione sindacale si procede insegnante scolasticaARMELIO Giuseppina SURICOAlgela (scuolapr-irnaria) e collaboratrice delle perla sottoscrizionedel seguente alladiscussione contrattointegrativoperla regolamentazione relazionisindacaliai sensidell'at. 6. comma2, 1ett.F) del CCNL 2006-2009. Le OO.SSsonostateregolarmente convocatee nessunoè presente E' presente il D.S.G.A.CinziaDi Lieto L Ordrnedel oromo e rl sesuente: .

'

1. ContrattazioneIntesrativa d'Istituto A.S.200912010 2. Varie

La DirigenteScolasticacomunicacheper 1arealizzazionedei Progettidel POF il budgetdisponibileè di €. 16.618,35 comedaprospettosottostante: SOMÙIA,DISPONIBILE DOCENTI

SPESAA3 x ATTIVITA'e INCARICHI PARI A N. 2.081 ORE a €. 17.50

Í.

47.420.35

SOMMA PER PROGETTI

16.618.35

64.038.69

IRAP INPDAP

3,037.i[8

e

8.647,87

I 1.685.35

si concorda che,previoincontroconi referentidei progetti,si stabilirannoi criteridi ripartizioneper la realizzazione degli stessi. In questasedesi approvala Contrattazir:ne d'Istitutoper I'A.S. 20l0ll1 Alleore 10.30Ia seduta è tolta. Perla Delesazione di ParteSindacale

Perla Deleeazione d.iPafie Pubblica LA DIRIGENTESCOLASTICA Dott.ssaTa

R.S.U.E DELEGATISINDACAL CGIL GIUSEPPINAARMELIO ShIALS CARLA SEMERIA CGIL il

ANGELA SLTRICO


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

Finalità L'accordoè finalizzatoaclareattuazioneall'aú. 6 comma2 tlel CCNL 2006l20E9,fattesalvele materie attinentialle prerogativedirigenziali, divemrteoggettodi informazionepreventiva,per le quali. tuttaviail contrattazioni. i critericoncordatinellepassate D.S,intendeconfermare Validità j

Campodi applicazione,durata, deóorrenza docentee Ata a tempoindeterminato.e.determinato' Il presente Cóntuttosi applicaai personale Gù effetti decorronodaia datadi sottoscrizione,fermorestandochequantostabilitò ne1presenteContratto Integrativodi Istituto s'intenderàtacitamenteabrogatoda eventualisuccessiviatti normativi e/o contrattuali superiori,qualoraincompatibili. nazionalio regionaligerarchicamente sullabaseedentroi limiti previstidalla contrattointegrativodi IstitLlto,vienepredisposto Il presente normativavigentee in pàrticolarmodb,secondoquantostabilitodal CCNL Scuola2006/09e dal D'L' modifiche(D.L. 150/2009). 16512001 e successive

CAPO I - DIRITTI SINDACALI Premessa delDirigente Le relazionisindacalisonoimprontateal precisorispettodei diVersiruoli e responsabilità sostenendo scolastico, qualità del servizio la e delleRSU,. p".règoottoI'obiettivodi incrementare Scoiastico i processiinnovatoriin atto anchemediantela valoizzazionedelle professionalitàcoinv-olte.contemperando con Itnteressedei dipendential miglioramentodellecondizionidi lavoroe alla crescitaprofessionale e I'efficaciae l'efficienzadei serviziprestatialla collettività,e chela conettezza I'esigenza di incrementare la trisparenzadei comportamentisonocondizioneessenzialeper il buon esitodelle relazionisindacali, costituendoquindi impegnoreciprocodelle parti contraenti. Art. 1 - Convocazioni Tra il DirigenteScolasticoe le RSU è concordatoil seguentecaiendariodi massimaper 1emateriedi cui all'art.6 del CCNL 2006/09: .a)Nelmesedi febbraio: - verificadell'organizzaztone ATA;: del lavoropersonale - propostedi formazioneclassie sezioni,determinazione organicidi diritto; anchesurichiestadelleR.S.U.almeno3 giomi prima Gli incontrisonoconvocatidal DirigenteScolastico, degliincontri. almeno48 ore prima delf incontro. Il DirigenteScolasticoforniscela relativaclocumentazioue SGA. il Direttore partecipare può Agli incontri cf infonnazione o trattativa e/o confionto sinclacirleclirpersonale Analogamentela RSLI poffà essereassistitadurantela cc-rntrattazione

espertodeiproblemioggettodell'incontro. dalle e1^termineàegt inconiri l'annotazionedeliesingoleposizioni,su appositoregistro,saràsottoscritto partl. begli accordiraggiunti,saràdatainformazionea tutto il personaleattraversounacircolareintemacui sarà allesatoI'accordorelativo.

12


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONEDIDATTICA3 GIRCOLO Art. 2 - Brchecasindacale Il DirigenteScolastico assicwala predisposizione di materiale di ma bachecariservataall'esposizione sindacale, in sistemazione idoneae concordata conle RSU. Le RSUhannodirito di affrggere. e dellavoro.in nellesuddette bacheche, materiale d'interesse sindacalc confomritàalla lèggesullastampae senzapreventivaautorizzazione del DirigenteScolastico. Stampatie documentida esponenellebachechqpossono inviati direttamente dalleOO.SS.provinciali essere e/onazionali. Il DirigenteScolastico edinviato assicurala tempestiva ÍasmissionealleRSUdel materiaiea loro rndirizzato perposta.perfax o pere-mail. : Art, 3 - Permessisindacali dellerelazioni Per lo svolgimento de1leloro firnzioni,compresigli incontrinecessari all'espletamento sindacalia livello di Unità Scolastica, le RSU si awalgonodi permessisindacali,nei limiti complessivi, individuali e con le modalitàprevistedalla normativavigentee segnatamente dall'accordocollettivo quadro del 7 agosto1998.Le orecomplessive di permesso sonoripartitein misuraugualetra i delegati.Le sedute perle trattativesi svolgononormalmentè fuori dell'orariodi lavoro.Nel casodi sedutein orariodi lavoroi membridelleRSUpossonofmire dei permessiprevistiper l'eserciziodellaÍìurzione.Gii incontriconvocati in orariodi servizio.chenon comportanospesea caricodell'amministrazione, non incidonosulmonteore permessl. Art. 4 - Agibititàsindacale Alle RSUé consentito comrmicare con il personale durantel'orario di servizio,permotivi di carattere sindacale. Pergli stessimotivi,alle RSU è consentitoI'usogratuitodel telefono,fax, del fotocopiatore. nonchél'uso del personale computercon eventualeaccesso e reti telematiche e di tutti gli strumentied a postaelettronica presenti attrezzature nellascuoìa. Alle RSUè assegnato un localeidoneoperriunioniedincontri,e.l'utilizzodi un armadioperla raccoltadel materiale sindacale. Art. 5 - Trasparenzaamministrativa Il DirigenteScolastico dell'art. 10del CCNL,in materia e le RSU concorderanno le modalitàdi applicazione di semplifrcazione e hasparenza. L'affissioneall'alboufficialedellascuoladei prospettianaliticirelativiall'utilizzo del fondodelf istituzione in scolastica poichéprevistadaprecisenormecontrattuali e indicanti le attivitaedi relativicompensi, materiadi rapportodi lavoro,non costituiscono violalionedellaprivacy. Copiadeiprospetti è consegnata alleRSU. Art. 6 - Patrocinioe diritto d'accessoagti atti Le RSUhannodiritto d'accessoagli atti dellascuolasullemateried'informazionepreventivae successiva. Il rilasciodi copiadegliatti awiene senzaonerie, di normaenho2 giomi dallarichiesta. Le RSUedi sindacatiterritoriali,su delegadegliinteressati, al fine dellatutelaloro richiesta,hannodiritto d'accesso agli atti secondo[e normevigenti. La richiestad'accesso puòawenireancheverbalmelte,dovendo agli atti di ctú ai commiprecedenti assumere formascrittasoloin sesuitoa nrecisarichiestadell'Amministrazione Scolastica.

13


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

Art. 7 - Assemblee sindacali La dichiarazione in formascrittadal individualee preventivadi partecipazione espressa alle assemblee, personalecheintendeparleciparviduranteil proprio orario di servizio,fa fèdeai tìni del computodel monte oreúìnnuo individualeed è irrevocabile.. I partecipantialle assemblee non sonotenuti ad 4pporrefirme di presenza,né ad assolverealtri altri adempimenti. prevedalro de1personale ATA, il Dirigente assemblee,che la partecipazione Quandosianoconvocate del numerominimodi lavoratori Scolastico si atterràall'intesaraggiuntgconle RSU sull'individuazione perassicurare necessario i serviziessenziali alie attivitàildifferibili coincidenticon l'assemblea. Le assemblee sindacalisonoconvocaîe: - singolarmente ne1comparto,ai o congiuntamenteda una o più organizzazionisindacalirappresentative senside.ll'art.1 comma5 del CCNQdel 9 agosto2000sulleprerogativesindacali; - dallaRSUnel suocomplesso componenti, conle modalitàdell'art.8, comma1 e non dai:.singoli quadrosullaelezionedelleRSU del 7 agosto1998; dell'accordo - dalleRSUcongiuntamente cón rurao più organizzazionisindacalimppresentativedel compartoai sensi sindacali. dell'art.1,comma5 del CCNQdel 9 agosto2000sulleprerogative e le ATA. seI'adesioneè totale,il DirigenteScolastico Nelleassemblee in cui è coinvoltoancheil personaJe quanti ad sono tenuti i nominatividi RSUverificanopdoritariamente la disponibilitàdei singoli,stabiliscono ed indifferibili coincidenticonl'assemblea, i serviziessenziali relativi alle attivitàindispensabili assicurare (rino) già questa quota di 1 assistenteamministrativoper quantoriguardala segreteriae concordano in sedela di 1 (uno)collaboratore scolasticoper quantoriguardala vigilanzanei vari plessi. Art. E - Scioperi in casodi sciopero,valutateie le prestazioni indispensabili Il DirigenteScolastico, al fine di assicurare dellostesso,individuai seguenti necessità derivantidallaposizionedel servizioe dall'organizzazione IntegrativoNazionale: prestazioni necessari indicate nell'art. 1 del1'Accordo contingenti ad assicurare le - pergarantireI'effettuazionedegli scrutinie dellevalutazionifinali: I Assistente Amministrativoe 1 Collaboratore Scolastico; - per garantirela vigilanza sui minori duranteil serviziodi refezionescolasticaove tale serviziosia perogni sededi mensa; Scolastico eccezionalmente mantenuto;1 Collaboratore - per il pagamentodegli stipendial personalecon contrattoa tempodeterminatone1casoprevisto Scolastico; dall'accordo integrativo:Il DirettoreSGA, I Assistente Amministrativo,1 Collaboratore - pergarantirela sorveglianza di dei minori durantelo scioperodelpersonaledocente,verificarele esigenze servizio:i docentiin servizio dowannogarantireinnarzitutto la sorveglianzadei minori presentiin istituto e, in secondo luogo,sela situazionelo permette,garantireil correttosvolgimentodellelezioni. ed esponeali'albo de1lascuolal'ordinedi servizio Il DirigenteScolastico comunicaa1personale interessato coni nominatividei personaie obbligatoadassicurare i serviziminitni. indicheràin primoluogoi lavoratori Nella comuricazione de1personale da obbligare,il DirigenteScolastico (daacquisirein ogni casoin formascritta),in seguitoeffettueràun cheal'rannoespresso i1loro consenso sorteggioescluclendo dal medesimocolorochelbsserogià statiobbligatial servizioin occasioniprecedenti. Art, 9 - Conciliazione In casodi controversia ciascunodei soggetti suunadellemateriedi cui all'art.6 del CCNL del29/1112007, previstadall'art.135del sindacLrli intervenuto di conciliazione in sededi esame,puòrichiederela procedura CCNL del 29/11/2007.

t4


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

AÉ. 10- Duratadell'intesa accordo" e fino adeventuale Le inteseraggiuntehannovaliditacondecorrenza dal giornodellasottoscrizione salvenuovedisposizionidi leggeo conffattualiin contrastoconle stesse. ad integrazionie/omodifiche. Perrichiestamotivatadi unadelleparti,le intesepossonoesseresottoposte protocollod'intesa,la normativadi riferimento Rispettoa quantononespressamente indicatore,lpresente nazionali. primariain materia e contrattuali è costituita dallenormelegisiative CAPOII - PERSONALEDOCENTE docente. del personale Art.l I - Criteri riguardantil'assegnazione alle sezioni,alle classi,a1lecattedree agli assegna i docenti Il Dirigente Scolastico, in base all'organico, 1) ambitidisciplinari,sentitigli OO.CCcompetenti. 2) I criteridguardoall'assegnazione dei {ocentialle classisonoi seguenti: - continuitàdidattica - anzianità nelcircolol - anzianitàcomplessiva di servizio; - richiestapersònale di docentidi mobilitaintemaalla scuolasullabasedi motivatiinteressie ' competenzeanzianità. 3) La mobititàintemapuò awenire: - quandosi liberaun posto,per pensionamento o per trasferimentodel docente titolare; - peresigenze dei docentinell'ambitodel POFqualoraci sianomotivatee indicate dal collegio didattiche comprovaterichiesteda partedi singolidocentiriguardoalla mobilitaintema(cambiaresezione,classe, tipo di attiviG..).Il Docentecheintendecambiareclassefa domandaentroil 30 giugnoo. in ogni caso.15 giomi dallapubblicazione dei trasferimenti,indicandole propriepreferenze. Seil D.S e gmantiste. devonoesseretrasparenti 4) Nel casosi attuinoazionidi mobilitàintemale procedure diverseda quelleattesepeî continuitào daquellerichieste,indicaper assegna un docentea classi/sezioni reclamoal D.S entro5 giomi da il qualepuòpresentare iscrittoadeguate motivazioniall'interessato, quandoharicevutola comuricazione. Il decretod'assegnazione è pubblicatoall'alboentro10giomi dall'inizio dellelezioni. in relazioneal POF AÉ.12 - Modalilà di utilizzo del personaledocente. delleattivitàprevistedal POF(funzioni 1) Sonoattribuitiai docentiinìarichi per lo svolgimento firnzionistrumentalial POFnonpossono strumentali al POFart.33 CCNL 29111/2007).Le e i relativicompensisonodeterminatinegiiallegatidel comportare esoneridalf insegnamento presentecontmttod' istituto. Criteri d'utilizzo pregrcsse, corsidi (anivitàd'insegnamento in basealle competenze acquisitee documentate professionali) possesso di titoli progetti parlecipazione a similari, fbrmazione fiequentati, b) in relazioneallacontinuitànellesvolgimentodelleattività c) in relazionealle specificherichiestedegliinteressati I'equi ripartizionedegli incarichi d) garantendo garantendounarotazioneùa I'assegnazione delle attività(qualorapiir docentirichieclanodi e) impegnarsi in esse) f) a paritàdi condizioni.si precedeper età. a)

l5


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

Art. 13- Sostituzionedei colleghiassenticon personaledi serviziorcriteri, Considerata la necessitàdi garantirela sostituzionedei collegJriassenticon il personaledi servizio,si stabiliscono i sesuenti criteri: SCUOLADELL'INFANZIA Si privilegiail ricorsoall'istitutogiuridicodel fermessobreve( art. 16 CCNL29/11/20011:' Si acceriala disponibilitadeil'insegnante cheha il tumopomeridianoa sostituirela collegaassente ; al piîr deveessererecuperato .L'orarioeccedente I'insegrrante è liberodi -accettare o menola sostituzione Dresto: Si ubbitr*o le sezioniquaiorai1numerodei frequentanti,deteminato ancte con rifèrimentoalla giomata di precedente; nonsiasuperiorea 25 o multiplodi esso( riferitoal pomeriggioe soloin situazione emergerza allamattim); in casodi necessità. alle sostitwzioni. Gli insegnanti di sostegno e religioneconcoÌÌeranno nell'attesadel dell'emergenz4 tamponanento o, anche,come Cambiotumocomestrategiadi sostituz.ione reperimento o arrivodel personalea tempodeterminato. SCUOLAPzuMARIA breve( art. 16CCNL 29111/2007) Si privilegiail ricorsoalf istitutogiuridicodel perrnesso cheha il turnopomeridianoa sostituirela collegaassente ; Si accerlala disponibilitàdell'insegnante al piÌr recuperato deveessere .L'orarioeccedente I'insegnante è tiberodi accettateo menola sostituzione presto; sostegnoe religione; con f insegnantedi lingua straniera,, Si siruttanole compresenze In questocasoè il docentedi classecheoperanellaclassedel collega; puòaumentare, ferme Potenziamento numericodeglialururinei laboratori:it gruppo(ntLmericamente) restandole attività programmate; nell'attesadel de1l'emergenza, Cambiotumocomestrategiadi sostituzione o, anche.cometamponamento reperimento a tempodeterminato. o arrivodel personale CAPO III - CRITERI GENERALI PER LA RIPARTIZIOIYE DEL FOITDO D'ISTITUTO Art. 14 1- Le risorseperl'E.F.2010/11 sonocalcolatein baseall'Art 85 comma3 e dall'Art 90 commi1,2'3e 5 del FIS del 8/4/2008e SequenzaATAdel25l7/2008 contrattuale CCNL del 2911112007 e alla Sequenza e NotaMIUR e 18/5/2010 CCNL2'biennio2008-2009 23/l/2009 AccordiMIUR-OOSS18/11/2009 conle 9245del21/0912010,1a cui destinazione è stabilitain baseall'art 88 del CCNL 29117/2007 priorita: seguenti - retribuziÀne le attività per il personale docente,ivi comprese delleattivitàaggiuntivenond'insegnamento ATA; di formazione in servizioe delleattivitàaggiuntiveper il personale - retribuzione peri1personale docentee delleattività delleattivitàaggiuntivenoncl'insegnamento rispetto al curicolo peril personale ATA coruresse a progettidiclatticiaggiuntivi aggiuntive ordinamentale; - retribuzione a progetti peril personale docenteconnesse de1leattivitaaggiuntived'insegnamento didattici aggiuntivirispettoal cruricolo ordinamentale;in via preventivasaràproweduto a ripartire le numerica disponibilitànon finalizzaletl:apersonaiedocentee personaleATA in relazionealla consistenza edin proporzione all'importoponderatodelleretribuzioniorarioprevistedallatabellaallegataal CCNL.

16


DIREZIONE DIDATTIGA 3 GIRGOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

2- I progettididattici aggiuntivi rispettoal curricoloordinamentalesarannoprogettatie realizzatinella misurapermessa dalle risorse 3- Il personaledocenteha accessoalla retribuzionedel1eattività aggiuntivedi insegnamento e non di insegnamento preventivaderivante in modo paritario,senzaalcunadiffèrenziazione o quantificazione dall'appartenenza a orciinie gradidi scuoladiversipresentinellascuola. quindia caricodel Fondod'lstituto: Saranno - attivitaaggiuntive prestatedai docenticonî:niioni di collaborazione conil D.S.ar1.33 del CCNL 2911I/2007, daretribuiresecondoil compenso previstodallatab.5 - attivitàaggi.vefunzionaliall'insegnamento consistenti nellosvolgimentodi cori.rpitirelativialla progettazione e allaproduzionedi materialiutili perla didatticd(.afi 29 comma3 letteraa) CCNL previstodallatab.5 29/1112007\ daretribuire il compenso secondo -prestazioniaggirurtivedel personaleATA consistentiin prestazionioltre l'orario o intensificazionedelle prestazioni; previstodallatab.6 darefibuire secondoil compenso - altreattivitàdeliberate dal collegiodocenrii L'importodelle funzionistrumentalièdi€.9.381,10 suddivisatra 5 docentidellascuolae degliincarichi specificide1personale ATA è di €. 5.09i,14Si stabiliscedi remunerare i collaboratoriscolasticidellascuola dell'infanziae gli assistenti amministrativi,nontitolari di posizioneeconomicaex Art. 7 CCNL 200412005. CAPO IV. PERSONALEATA Premessa il nostro Il presente accordosi rilèriscealla particolaritàdellanostrascuola.Le duescuolechecostituiscono ed circolodidatticosonodiverseper esigenzadi vigilanza,di pulizia,di collaborazione alla didattica agli uffrci amministrativi.Pertantoè necessariovalutarei diversi elementiper assegnare il numerodei completadi collaboratori per in rapporto alla funzionalità ai diversiordini di scuola, valutarela flessibilita tuttele sedie perassegnare tipologiedi funzionie personale. Il numerodei collaboratorie deglìassistenti amministrativi assegnati alla scuolae il puntodi partenza. r DirettoreS.G.A. T.I. n. 1 o AssistentiAmministrativi T .I. n.2 o AssistentiAmministrativi T. D. n. 1 o Collaboratori scolastici T.l. n. 15 o Collaboratori scolastici T.D.n. I perdefinirele . L'esperienza maturatanegli ami è presacomeriferimentoalla datadi quest'accorclo decisioni,conl'obiettivodi garaltireal meglioil firnzionamento del servizio,e perrenderepiù efficacela gestionedelpersonale nei vari plessi,dovela mancata presenza e del de1responsabiie amministrativo può esserefontedi problemidi mancatacollaborazione DirigenteScolastico e d'incerlezze tra il personale gestionali. Ai sensidell'art.6 comma2 letterah) clelCCNL Scuola29i11/2007i "Criteririguardantile assegnazioni delpersonale sono docente,educativoedATA alle sezionestaccate ed ai plessi..."(...omissis) materiedi contrattazione integrativad'Istituto. L'assegnazione delpersonaleè tesaa garantireun servizioottimalenei vari plessie la finzionalitàgenerale del servizioamministrativoche,comeprevistonel POF,è frnalizzatoall'attuazionedei progettididattici e formaîividellaScuola. Art.15 - Criteri di Assegnazione del personaleA.T.A proposta 1) Su del Direttoredei ServiziGeneralie Amministrativi,il DirigenteScolastico comunicaalle R.S.Ueda tuttoil personale A.T.A in servizioil numerodi unitàdi personaledaassegnare ai diversiplessi dell'istituto.. 2) Il personale ATA è assegnato ai plessiinnanzitrttoverificandola disponibilitàdei singolidipendenti.

t7


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIDATTIGA3 CIRGOLO DIREZTONE ATA viene crvqrma 2, il personale 3) Qualoranonsiapossibileapplicarequantodescrittoa1precedente principi: assegnato ai plessi applicandoi segrrenti per garantiree facilitareil neli'A.S.precedente, a) mantenimenîo dellacontinuitanellasedeoccupata gli studenti, le famiglie. rappoÍoconi docenti. di servizio b) maggioreanzianid da attivarsinellediversesecli svolgereincarichiorganrzzativi c) disponibilitàdei personaiestesso.a fta le diversisetlidisponibili' 4) 11personale beneficiariodell'art.33 dellaL lQ4l92ha diritto di scegliere, quellapiù vicinaal propriodomicilio. beneficiariodella 5; FattesalveI'efficaciae I'efficienzadei serviziscolastici,ovepossibileil personale va fayoÀtonellasceltadellasededi lavoropiù vicinaal propriodomicilio. dellaL. 903177 L.1204171e/rr essereapplicatoanchea singoli dipendenti 6) Quantoprevistodal prècedentecomma5 può eventualmente si trovinoin gravisituazionipersonali,familiarie/odi salutedimostrabilie cheoggèttivamente docunentabili. sentitoil Direttoredei SewiziGeneralied Amministrativi,all'attodellaricezione 7) Il DirigenteScolastico, ai dipendentistessiin quale plesso volontariedei dipendenti,comunicatempestivamente delledómande in baseai i qualisarannoassegnati degliincarichiorganizzativi, I'espletamento dellaScuolaè necessario integrativad'istituto. criteridefinitiin sededi contrattazionè ATA è ripanitonellevarieseclisecondocomedi seguitoindicato: 8) Il personale I' Sede ffnS'TE"fVÈCdiTiÓ CoIlaboratore scolastico scolastico Collaboratore Sede CASTELVECCHIO,: scolastico Sede CASTELVECCHIO Collaboratore scolastico Sede CASTELVECCHIO Collaboratore scolastico Sede CASTELVECCHIO Collaboratore scolastico Collaboratore Sede VIA SANT'AGATA scolastico Sede VIA SANT'AGATA Collaboratore scolastico Sede PONTEDASSIO , Collaboratore scolastico Sede PONTEDASSIO Collaboratore scolastico Sede SALITABERTELLACollaboratore scolastico Sede SALITABERTELLACollaboratore scolastico Sede VIA V. PIEMONTE Collaboratore scolastico Sede VIA V. PIEMONTE Coflaboratore scolastico Sede ARGINEDESTRO Collaboratore scolastico Sede ARGINEDESTRO Coilaboratore scolastico Collaboratore Sede VIALE EUROPA ,,,,, ' scolastico Sede VIALF EUROPA Collaboratore

rio1 A :(d6tàc'Èa o NtMARI mnu-Óftr PALA RINO ACQUARONEVITTORIO D E L U C AM a r i n a IPPOLITOFranca, B R U N OL u c i a n o BONELLC ALESSANDRO BOMMARITOMARCELLO PIRROTTAGiovanna 4;;"''"ALASSIo DANIELA i,.r.i ,, TRUZZI$abrina PRESTALAURA MAIOLINOPatrizia ARMELIOSiusePPin:a iir', MADDALONIMARI* 1m:étàoraii$l G I A N C A T E R I NM O.Elena S P I N E L LA I L B A N E S EA N N A

AÉ. 16 - Orario di lavoro L'orariodi lavoroè di 36 oresettimanalisuddivisein5 giomi. L'orario di lavoromassimogiomalieroè di noveore. Eccedendola prestazionedi lavoro giomaliera le sei ore continuativei1 personalepuò usufruire,a richiesta, di unapausadi almeno30 minuti al fine del recuperodelleenergiepsicofisichee dell'eventuale delpasto. consumazione prestareI'attivitàlavorativaal cli di sewiziosianecessatio e per esigenze per la Talora tipológiaprofessionale al luogodi prestazione per dalla sede recarsi fuori dellasededi servizioil tempodi andatae di ritomo a tutti gli effettiorariodi iavoro. è da considerarsi de11'attivita Le attivitàcunicularidellascuolainizianoalle ore8.00e terminanoalle ore 16.30secondoi criterifissatidal Consigliodi Circolosullascortadegli obiettividel POFe precisamente: Tipologiapersonale

Modalità prestazioniorarie

iìsslstentl amministrativi

4 GTORNT 7.r5111.00 (oRE27) NEL GIORNODI RIEì\TTRO GIOVEDÌ,LE RESTANITI 9 ORE MARTEDÌ,VIERCOLEDI'E

1B


DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO - IMPERTA IMEEOO3OOP

Collaboratoriscolastici

si iuredìal venerdì.Tutto il perst'rnale alle conne-sse con orari tissi o tumaziorleseconclole necessità avv-icencla finalità e obiettivi della sclrola.

orario: il seguente osserverà tutto il personale delleattivitàdiclattiche Drrantei periodidi sospensione LUN/GIO7.00/14.15;VEN7.00lI4'00 ì in basealle disponibilitàindividualee alla il personale prioritariaménte. Nei vari tumi saîàassegnato dtuanteil.tumo in considerazione. necessaria profèssionalità 'Sq lo scambiogiomaliero personalie/ofamiliari,è possi.tiile motivata.daesigenze richiestadegliinteressati, del turnodi lavoro. breve sono'definiti.incasodi assenza a ciascundipendente, it "rl " gii "t*i di lavorogiomalieri,assegnàti concreditodi orario' un collega1osostituisce di un coliaboratore secondo e il propriotempodi lavoroin 36 oresettimanali presenza in servizio propia la :Il DSGAorganizza asiicu.andloil rispettodi tutte lo scadenzeamministrativee la presenzanegli organi crited di fles-siUilita, le sottoindicatetipologiedi orariodi di diritlo.Nelf istitutosonoaclottate collegialinei qualiè componente e gli obiettividefinitidallascuola' lavoro:orariodi lavoroflessibile;t,m-iotr" secondole esigenze Art. 16-oratio di lavoro f].essibíle è possibileadottareI'orario o edncativa. 1)UnavoltastabilitoI'orario di serviziodell'istituzionescolastica l'entfatae l xscita delpersonale e posticipare flessibiledi lavorogiomalierocheconsistenell'anticipare o educativa alle frnalitàe agli obietiividi ciascunaistituzionescolastica connesse le necessità secondo delf (pianodell'offerta formativa. fruibilità dei sewizi da partedell'utenz4 ottimizzazione impiegodelle nellastessagiomata' di norma,. L'evenhuleperiodononlavoratosaràrecuperato, isorse umane..). e/o sefavorisce non conffastacon è permessa 2) La flessibilitàú'orario,serichiestada1dipendente, superiorialle sianoquantitativamente richiedente del servizio.Qualorale unitÀdei personàle l,erogazione allafruizione numeroda ammettere richiedente.Il si faràricorsoalla totazionefia il personale necessità per dell'orarioflessibilenon può esseresuperioiea1numerodel1eunitain serviziodistinte ciascuna cate*qorla. circa i criteri 3 ) Si rinvia ail'afi. 53 comma 1 lettera a) clelCCNL Scgola 2gllll2007 per quantodisposto cli per concedereIa ilessibilità di orario ai dipendentiche si trovino in particolari sittiazioni pret-erenziaii disaqioindicatenella norma .

Art. 17- Turnazioni 1) La tumazioneè fnalizzata a garantirela coperturamassimadell'orario di servizio giomalieroe perspecifichee d-efinitefunzionied attività.qualoraaltretipologied'orarioordinarionon settimanale sianosuffrcientia coprire le esigenzedi servizio; è urr"gr*to ai tumidal D'S.G'A' secondoi seguenticriteri: 2) 11personale (periscritto) espresse Preferenze si Rotazionetîa tutte le unità dello stessoprofilo compatibilmentecon i problemi, anchepersonali'che possonopresentare dellerichieste: Hanno,in ognicaso,prioritànell'accoglimento conparticolariproblemidi salute1documentatil; Personale conparticolarie documentatigraviprobiemifamiliari; Personale non 3) Nell'ambitoàel'orario di lavoroe dei iumi iono consentitieventualiaccorditra il penonale,che dellascuola' compotinomodificheall'assettoorganizzativo chedowannoesserecomunicatiper personali documentati cambidi tumo solopermotivi 4) Sonòconcessi almeno48 oreprima. iscrittoall'amministrazione

T9


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONEDIDATTICA3 CIRCOLO Art. 18- Riduzionedell'orario di lavoro a 35 ore settimanali adibitoa regimidi lavoroarticolati Destinatario dellariduzionedell'orarioa 35 oresettimanaliè i1personale supiù tumi o coinvoltoin sistemid'orariocomportantisigni{icativeoscillazionidi orari dei serviziall'utenzaossia: individualirispettoall'orarioordinario,finalizzatial1'ampliamento personale coinvoltosutumi pomeridianilalneno tre voltealiasettimanae conplessiapertiperpiù di l0 ore) dell'attività La riduzionedell'orariodi lavoroa 35 oresettimanalisi applicasolonel periododi svolgimento qualsiasi titolo. giorno a d'assenza si supera1 scolastica. Non si attribuiscono senell'arcodell4settimana Art. 19 - Mansioni e compiti Ttttto il personalesaràutilizzato per cgmpiti previsti clalprofilo ed in particolarecon riferirnento all'art. 47 del CCNL 2911112007

Art.20 - Attivita prestateoltre I'orario d'obbligo - recupericompensativi in servizio. Le oreeccedenti sarannoprestateda tutto il personale a caricodel fondo perla retribuzioneconcompenso la propriapreferenza segnaleranno Gli interessati compensativi. con riposi per il recupero finanziarie, o con le disponibilità d'istitutq,compatibilmente con concordato il DSGA.dovrà preventivamente Il recuperodelieoreeccedenticonriposrtcompensativi, in ognicaso dellechiusureprefestive, o in occasione dell'attivitàdiclattica awenirenei periodidi sospensione entrodell'annodi riferimento. per esigenze oltre I'orariodi lavorosi faràricorsoesclusivamente Alle attivitàaggiuntivesvoltedal personale eccezionali. imprevedibilie non programmabili. L'effettuazione d'attivitàaggiuntiveoltre I'orariod'obbligodeveesseredispostadal capod'istituto,o, su delega. dalD.S.G.A. apposita Arr.21 - Pianodelleattivita flL PIANO DELLE ATTMTA SI ALLEGA AL CONTRATTO) in organico, la ripartizionedellemansionifra il personale Il DSGAformulail pianodelleattivitàcontenente di oreeccedenti. I'organizzazione deitumi e degliorari e le necessita I1DirigenteScolastico,verificatanela congruenzarispettoal POF adottail piaao delle attivita. La puntuale attuazionedello stessoè affrdataal Direttore dei servizi generalie amministrativi. le mansioni,i tumi e gli orari, sulla basedei criteri indicati ne1 Il DSGA individuail personalea cui assegnare conun pianodi lavoroprotocollato,contenentigli impegnida presente contrattoe dispone1'organizzazione svolgerepertuttol'annoscolastico. All'albo dellascuolasaràespostocopiadelpianodi lavoroconI'indicazionedi mansioni,tumi e orari, ai delegatisindacaliche copiadei pianosaràconsegnato a ciascuna unitàdi personale; assegnati presente il contratto. sottoscrivono Art.22 -Criteri e modalità individuazionepersonaleda utilizzareper incarichi specifici A.T.A. comeprevistodall'art.47de1CCNL 29i11/2007,sonocostituiti: I compitidel personale previstedall'aread'appartenenza; a)dalÈ attivitae mansioniespressamènte compoftano b)daincarichispecificiche,nei limiti delledisponibilitàe nell'ambitodei profili professionali' rischioo di compitidi particolareresponsabilita, ulteriori,e dallosvolgimento I'assunzione di responsabilità piano formativa. perla rcalizzazione dell'offerta del disagio,necessari Essesarannofin alizzateperrl raggiungimentodegli obiettivi dell'offerta formativadefinite dal Dirigente e ripoftaledi seguitosecondole modalitàe i critericosìconcordati: Scolastico Art. 23 - Permessibrevi. dal D.S.G.A, 1) I permessi d'uscita,di duratanon superioreallametàdell'orariogiomaliero,sonoautorizzati in sewizio,ossia: purchésiagarantitoil numerominimodi personale ScolasticiN" 2 Collaboratori AssistentiAmministrativiNo 2 36 orenel corsodell'annoscolastico. complessivamente concessinonpossonoeccedere 2) I permessi 20


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONEDIDATTICA3 GIRCOLO 3) La mancata concessione deveesseredebitamente motivataperiscritto. 4) Salvornotiviimprevedibilie improwisi, i permessiandranno chiestialf inizio del tumo di servizioe saranno concessi secondoI'ordined'arrivodellarichiesta,per salvaguardare il numerominimodi personale presente. le modalità 5) I permessi andranno recuperatientroun mese,dopoaverconcordato con l'amministrazione delrecupero; iir casocontrarioverràeseguitaunatrattenuta stipendio, sullo 6) Le oredi lavorostraordinario non preventiva[i1i(Collegiodei docenti,Consigliodi circolo,Ricevimento a parenti"ecc.)dovraru:oin ogni casoessere.preientivamcnte dal DircttoreS.G.A.e andranno autorizzate decurtare eventualipermessi. J

Art.24 - Ritardi. a 30 nonsuperiore posticiiazionedell'orariodi serviziodel dipendente 1) S'intendeperritardoI'eccezionale minuti. o nellastessagioînatao entroI'ultimo 2) Il ritardodevein ogni casoesseresempregiustificato,e recuperato giomodelmesesuccessivo a quelloin cui si è verificatoprevioaccordocon il D.S.G.A. si operala del dipendente, 3) In casodi mancatorecuperodel ritardq,attribuibileadinadempienza proporzionale decurtazione dellaretribuzionein conformitàa quantoprescrittodall'art.54 comma2 del /1112007 CCNLScuola29 . del proprio un quadrohepilogativo 4) L'istituzionescolasîica fomirà mensilmente a ciascundipendente profilo orario,contenente gli eventualiritardidarecuperare o gli eventualicreditiorariacquisiti.l puòvedflcareil quadropressol'Uf{icio di Segreteria. I creditipossonoessereutilizzati.a dipendente perrecuperare per i riposi compensativi, eventualiritardio giomi di chiusuraprerichiestadel lavoratore, festiva. AÉ. 25 - Permessiper motivi faniliari o personali. il dipendente dellascuolacon contrattodi lavoroa i) Ai sensidell'art.15del CCNL Scuola29111i2007 tempoindeterminatoha diritto a permessiretribuiti per i seguenticasi: ivi compresiquelli Partecipazione a concorsiod esami:gg 8 complessiviperannoscolastico, eventualmente richiesti per il viaggio; Lutti per perditadel coniuge,di parentientroil secondogrado,di soggettocomponentela famiglia anagrafica e di affini di primo grado:gg 3 perevento. .Art. 26 - Crediti di lavoro 1) Il seruizioprestatooltre I'orario d'obbligo (attivita aggirurtiveestensive)nonchétutte le attività riconosciutecomemaggiororario in servizio (attività aggiuntiveintensive)oltre i1normalecaricodi lavoro,dannodiritto all'accesso al Fondodi Istituto. per indisponibilità clei foncli. non siapossibilemonelizzarele attivitàaggiuntive,le ore Qualora, quantificatepofanno esserecumulateed usufruitecomegiomatedi riposo da godersi,di norma,in periodi comasopraindicati (vedipuntoferie). Art.21 - Sostituzionecolleghiassenti. 1) Nel casod'assenza dei personaleche,ai sensidellanormativain vigore.nonpossaesseresostituito il D.S.G.Ao I'assistente conpersonale assuntoa seguitodi contrattodi lavoroa tempodeterminato, personale in modotalechesiagarantito amministrativo che1osostituisce, di lavoro del modificheràI'orario (comedalpianodei serviziproposto)e il funzionamento delle I'orariod'aperhradell'ufficio di segreteria scuolesiaperquantoriguardal'attivitàdidatticacheperi servizitenitorialiesistenti.Si rilevachein caso permalattiala comunicazione d'assenza devepervenireentrole 7,15;il certificatomedicodeveessere (nonoltreil consegnato tempestivamente entrosogiomo,ma la duata dell'assenza deveesserecomunicata 2^ giorno)in mododa organizzarele sostitiuioni. 2) la sostituzione dei collaboratoriscolasticiawienesecondo i seguenticriteri: - All'intemodellostesso nlesso 21


DIREZIONE DIDATTICA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

- Il personale in servizionellevariesedipuò esserespostato di servizio. soloper 'flotivate esigenze per 3) Il compenso I'intensificazione è stabilito la peÍsonaassente dellaprestazione di chi sostituisce nell'articolodedicatoalle Attività Aggiuntive. AÉ. 28 - Controlli. dell'otariodi 1) La modalitàdi controllodeli'orariodi lavoroè di competenza del D.S.G.A.L'accerlamento lavoroawieneattraversoil rilevatoredi presenza automatico AÉ.29 - Ferie 1) I giomidi ferieprevisti"per il personale e spettantiper ogniannoscolastico ATA dal CCNL 29111/2007 possono godutirìelperiododi sospensione delieattivitàdidattiche,anchein modofru.ionato.in piil essere periodi purchésiagaraniitoil numerominimodi personale in servizio. ' godutepossibilmente enffoil 3l agostod'ogni per ogni annoscolastico. devonoessere 2) Le feriespettanti, giorni i130 apriledell'anno entro residuodi no I scolastico, conpossibilitàdi usufiuiredi un eventuale scolastico successivo. 3) La riqhiestaper usufruiredi brevi peripdi di ferie deveesserefatia almenocinquegiomi prima . I giomi di il numero ferie possonoessereconcessi,compatibilmentecon Ie esigenzedi servizio,e salvaguardando Brevi). minimodi personale in servizio(comeprescrittonell'articolodedicatoai Permessi 4) Le ferieestive,di almeno15giomi lavorativiconsecutivi( 24 giomi per i collabotatoriscoiasticidi ruolo comprese le festivitàsoppresse ), devonoessereusufruitenel periododal 1.7al 31.8La richiestadowà entro20 giomi dal essere f-attaentroil 30 apriled'ogni anno,con risposta.dapartedell'amministrazione, i servizi in servizioper salvaguardare Il numerodellepresenze terminedi presentazione delledomande. amministrativi. minimi dat 1.7at 31.8saràdi n. 4 collaboratoriscolasticie n. 2 d'assistenti continuadel delleattivitàdidattiche,la presenza Nei plessinonè necessaria, nel periododi sospensione la pulizia checonsenta prevedere un pianodellepresenze collaboratore scolastico. E' indispensabile di la Durante settimana ordinariae straordinaria dell'edificiopet la riapertuadelleattivitàa settembre. per1evacanzedi NatalePasqu4per i collaboratoriscolasticiil serviziominimosmàdi 3 unità. Ferragosto, Nel casosi scendaal di sotto del numerominimo si dovràprocederea far rientrarepersonalecollocatoin ferieseconclo un elencopredisposto secondoi seguenticriteri: a) minoreanzianitàdi servizio b) personale cheha già usufruitodi un maggiornulnerodi giomi di ferie la reperibilità. chetutto il personale devefornireun recapitotelefonicoe assicruale Si stabilisce (compatibiimente dellascuola)usufruiràdi n. 10giomi con1eesigenze 5) Il personale a tempodeterminato di ferie e dei crediti di lavoro maturatiin ognì annoscolasticoduranteil periododi sosperisione periodonei mesidi luglio e agostoe in ogni caso dell'attivitàscolastica tra settembre e giugnoil restante nonoltrela risoluzionedel contratto. 6) Perquantoriguardala fruizione dei giomi maturatiper maggioricarichi di lavoro e previsti dalla del fondo di istituto si fa riferimentoa contrattazione decentrataa livelio d'Istituto per I'assegrr.azione quantoprevlsto1nmerlto . motivatoentîo 7) L'eventualeritìuto del dirigentescolasticodeverisultaredaprowedimento adeguatamente i terminisoprastabiliti.La mancatarispostanegativaentroi terminisopraindicatiequivale previstonel presente articolosi rinviaa all'accoglimento clelladomanda.Perqiralto nonespressamente quantopîescîittoin materiadall'art.l3 del CCNL Scuola29llll2007. Art. 30 - Chiusuradella scuolanei giorni prefestivi Sonoprevistele seguentichiusure: -24t12t1} -31r12t10 -O5t}1l2o11 - 07tO1t2o11 - 22t0412011-12t08t2011 2t1U10

22


DIREZIONE DIDATTIGA 3 GIRCOLO - IMPERIA IMEEOO3OOP

Art.3l - Attivitaaggiunfive oltrel'orario di ATA nonnecessariamente l) Costituiscono attivitaaggiuntivequellesvoltedalpersonale lavoroe/orichiedentimaggiorirnpegxro rispettoa quelleprevistedal propriocaricodi iavoro. 2) Tali anivitàconsistono in: Elaborazionee attuazionedi progettivolti al miglioramentodella funzionalità organlzzati\a, amministrativa, tecnicae dei servizigenerglidell'unitàscoìastica; degliahuurinei processiformativi; Attivitàfinalizzateal più effrcaceinserimento dei selviziscolastici,owero per a garantirel'ordinariofunzionamento Prestazioni aggiuntiver.recessarie straordinarie; tonteggiarele esigenzè peril alla gestione co'llaborazione operativoe la necessaria Attivitllntesead aisicurareil coordinamedto connesse il tipo e il livelio di responsabilità funzionamento dellascuoia,degliuffici e dei servizi(secondo al profilo): assente. Sostituzione del personale per unitàorarie.(oreeccedentil'orario di servizio)sonoretribuiteconil quantificate Le aggiuntive. 3) anività le orenonletribuite lbndod'Istituto.ln casod'insulhcient'irisorsee/osu esplicitarichiestadell'interessato possono essere conrecuperiorario giornalierio coni giomi di chiusuraprefestiva. compensate le 9 delleored'attivitàaggiuntive,non può di normasuperare 4) L'orariodi lavorogiomaliero,comprensivo ore. Art. 32 - IncarichiAggiuntivi attribuitidal 1) Gli incarichiaggiuntivi(d'orain poi I.A), ai sensidell'art.47del CCNL 29lll/2007 saranno Dirigente Scolastico. I'attribuzionedei dellascuola,è necessaria 2) Le particonvengono che,in baseal POFed alla complessità seguentiincarichiaggiuntivi: ASSISTENTIAMMINISTRATTVI: A) Coordinamento alla gestionedel personalel conla gestionedegliaiunni. B) Coordinamento d'attivitàconnesse COLLABORATOzu SCOLASTICI A) Assistenza alla curadellapersonadeglialunnidellascuoladelf infanzia 3) Gli incarichiaggiuntivisaramoattribuitiin baseai seguenticriteri: nel qualesi svolgel'attività perla qualeè stata A) Esserein servizionel plesso,sezionestaccatasuccursale di un I.A; individuatala necessità richiestadal tipo di attività. B) possesso dellaprofessionalità il ancheduranteI'annoscolastico, 6j ùel casoin cuiio svolgimentodell'LA siariÈnutononadeguato, preventiva,revocherà DirigenteScglastico, su motivatapropostadel DSGAe previainformazione quanto ai commii,2,3,4,e 5 del applicando prowederà attribuzione a nuova I'attribuzione effet[ratae gli interessati' pro-cluota adetmbedue presente saràcorrisposto articolo;il cornpenso Art. 33 - FunzioniMiste la suadisponibilitàallo svolgimentodellefunzionimisteper Nessuncollaboratore scolasticoha manifestato l'annoscolastico in corso. Art. 34 f ormazione professionale 1) Le particoncorclano sul fatto chevadain ogrrimodofavoritala crescitae I'aggiomamento delpersonale ATA. ai corsichesi svolgeramoin orariodi servizio la frequenza A tal fine il dirigentescolasticoautorizzerà tìno adwr massimodi 20 ore 23


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONE DIDATTICA3 CIRCOLO 2) Obiettivi prioritari di formazionesonodefiniti annualmente nel POF:.Siconsideranoprioritari i seguenti ambiti: PERGLI ASSISTENTIAMMINISTRATIVI: conoscenza dellenuovetecnologieinformaticheadeguiutento alle nuoveesigenze dellecompetenze professionali òorsiattinential1aL.626/94 e 675196 I PERICOLLABORATOzuSCOLASTICI: . compitie responsabilita del proprioprofilo professionale corsiattinentiallalegge626194(sicwezza) corsodi informaticad.ibàse Il pianodelleattivitàdi formazioneè formulàtodal D.S.G.A,sentitele esigenze Il D.S.G.A degliinteressati. informale RSU dei contenutidelle attività di formazione. Perla formazione delpersonaleè riservataunaspecificasomma,riportatanel programmaannualed'Istituto. Art. 35 : Attività in contoterzi :. L'utilizzo dei localidellascuolaper atti'Jitàautorizzare,svolfedaenti o daprivati,comportaI'utilizzodel personale dellascuola. ciò deveawenirealleseguenti condizioni: -disponibilitàdichiaratadel personalea presîareattivitàaggiuntiva - retribuzione dell'attivitàsvoitaa caricodi chi organizzaI'attivitàconun compenso stabilito - è preferibileI'utilizzopertali attività( di custodia.ecc..)del personale dellascuolachene facciaespressa richiesta.In casodi richiesteeccedentiI'effettivobisogno,si procedea sorteggiotra gli interessati. CAPO V : ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DELLA SICUREZZA ST]I LT:OGHIDI LAVORO. Art, 3ó - Campod'applicazione 1) Il presente ContrattoIntegrativod'Istitutoè predisposto sullabaseed entroi limiti previstida1lanormativa vigentee, in particolaremodo,secondoquantostabilitodal CCNL Scuoladel 2417 /2003,dal CCDNScuola 20/612003, dalCCNIScuola31.8.1999, dalD.L.vo297194, dalD.L.vo165/2001 dal CCNLScuola4.8.1995, "Unico e dallaL. 300/70,nei limiti delleloro rispettivevigenze.E dal nuovo Testonormatívo"in matertu di saluÍee sicureaa,il D. Lgs. n. 8,1,pubblicatonellaGazzetta Ufticialen. 101del 30 aprile2008,edentrato uffrcialmente in vigoreil 15maggio2008. 2) rispettoa quantonon espressamente indicatola normativadi riferimento in materiaè costituitadallenorme legislativee contrattualidi cui a1commaprecedente. 3) I soggettitutelatisonotutti colorochenellascuola.prestaao servizioconrapportodi lavoroa tempo cleterminato e a tenpo indeteminato;a loro sonoequiparatitutti gli alururidellascuola. 4) Gli alunninon sononumericamentecomputatinel numerodel personaleimpegnatopressoI'istituzione scolastica, mentresononumericamente computatiai fini degliobblighidi leggeper la gestionee la revisione amualedel Pianodi emergenza. 5) Sonoparimentitutelatii soggettiche,avendoa qualsiasititolo clirittodi presenza pressoi localidella Scuola,si trovinoal suointemo( a titoio esemplificativo: ospiti,ditteincaricate,genitori,fomitori,pubblico in genere, rappresentanti, utenti.irsegnanticorsisti). Art. 37 - Obblighi in materia di sicurezzadel DirigenteScolastico 1) Il dirigenteScolastico, in qualitadi datoredi lavoroindividuatoai sensidel D.M. 292l96,haiseguenti obblighiin materiadi sictuezza: Adozionedi miswe protettivein materiadi locati, strumenti,materiali,apparecchiature, vicleoterminali; Valutazione dei rischiesistenti; elaborazione nel qualesianoesplicitatii criteridi di appositodocumento valutazione seguitile misuree i dispositividi prevenzione adottati; 24


- IMPERIAIMEEOO3OOP DIREZIONEDIDATÎICA3 CIRCOLO Designazione del personale incaricatodi attuazione dellemisure; Pubblicazione, informazionee formazionerivolti a favoredeglistudentie dèl personale scolastico da organizzare compatibilmente con ogni altraattivitàsiaperaggiornamento periodicocheperinformazione e formazione inizialedei nuovi assunti. Art. 38 - Serviziòdi prevenzionee protezione Nell'unitàscolastica il Dirigentescolastico, in quantodatoredi lavoro,deveorganizzxeil serviziodi prevenzione e protezionedesignando per talecbmpito,previaconsultazione del rappresentante dei lavoratoriperla sictxezza,unao piir personetr;ri dipendenti, secondole dimensionideilascuola. I lavoratoridesignati,docentio ATA" devonoesserein numerosufficiente,possedere le capacitanecessarie e disponedi mezzie di tìmpo adeguatiper lo svolgimento dei éompitiassegnati. Essinonpossonosubire pregiudizioa causadell'attivitasvoltanell'éspletamento del loro incarico.' Art, 39 - Sorveglianzasanitaria I lavoratoriaddettialle attivitàper le qualiil documento di valutazionedei rischiha evidenziato un rischio perla salutesonosottopostialla sorvegli'anza sanitaria. Essaè obbligatoria qmndo i lavoratorisonoespostia rischispecificiindividuatidallaleggecome particolarmente pericolosiperla salute:ad es.,l'usosistematico peralmeno di videoterminali, ventioresett.lidedottele intemrzioni.L'individuazionedel medicochesvolgela sorveglianza sanitariapuò essere concoîdata conI'ASL o altrastrutturapubbiica,secondoconvenzionidi tipo privatisticoe il medicoè individuatotra i medicicompetentiin medicinadel lavorosullabasedi elencofomito dall'ordinedei medici dellaprovinciadi Imperia. Art. {0 - Riunioneperiodicadi prevenzionee protezionedei rischi Il Dirigentescolastico direttame-nte o tramiteil personale del serviziodi prevenzione e protezione,indice almenounavoltaall'announariunionedi prevenzione e protezionedei rischi,alla qualepartecipano 1o stessodirigenteo un suotappresentante, cheia presiede,il responsabiledel servizio di prevenzionee protezione, il medicocompetente oveprevisto,il rappresentanîe dei lavoratoriper la sicurezza. Nel corsodellariunioneil dirigentescolasticosottopone all'esamedei partecipaatiil documento sulla siaxezza.l'idoneità dei mezzidi protezioneindividuale,i programmid'informazionee formazione dei lavoratoriai fini della sicurezzae della salute. La riunionenon hapoteridecisionali,ma carattereconsultivo. I1dirigentescolasticodecideràseaccoglierein tutto o in parte,suggerimentiscaturitidallariunione, assumendosi tuttaviala responsabilità di nontenercontodeglieventualirilievi documentati nell'apposito verbalechedowà essereredattoa ogni riunione.

' .

Art. 41 - RappoÉi con gli enti locali proprietari Pergli interventidi tipo strutturaleed impialtistico deveessererivolta all'ente localeproprietariorichiesta formalecli adempimentomotivandonel'esigenzasoprattuttoper quantoriguarda1asicurezza, hr casodi pericolograveed imminenteil dirigentescolastico adottai prowedimentidi emergenza resi necessari dallacontingenza ed informatempestivamente I'errtelocaleproprietario.L'entelocaleproprietario contalerichiestaformalediventaresponsabileai fini della sicurezza a termini.di legge. .

Art. 42 - Attivita di aggiornamento,formazionee inforrnazione 1.Nei limiti dellerisorsedisponibilidevonoessere realizzateattivitad'info rmazione, formazionee aggiornamento nei confrontidei dipendentie, ovenecessario. degliahurni.I contenutiminimi della fbrmazione sonoquelli individuatidal D.I. lavoro/ sanitadel 16/1/97. 2. Art. 39 Rappresentante dei lavoratoriperla sicurezza Nellascuolaè desigratonell'ambitodelteR.S.U.il rappresentante dei lavoratoriper la sicurezza 25


- IMPERIAIIIIEEOO3OOP DIREZIOI{EDII'ATTICA3 CIRCOLO I1rappresentante dei lavoratoriper la sicurezzaha diritto di accessoai'luoghi di lavoro nel rispettodei limiti previstidallalegge;segnalapreventivamente negli le visitecheintendeeffettuare al dirigentescolastico ambientidi lavoro; tali visite possonosvolgersicongirurtamente del serviziodi con il responsabile prevenzione e protezioneo del suosostituto. .3. La consultazione dapartedel D.S., previstadal D.L.vo de1rappresentante dei lavoratoriperla sicurezza dei lavori il rappresentante 626/94,si develvolgerein modotempestivo; in occasione dellaconsultazione inoltreil perla sicurezza hafacoltàdi formulareproposteed opinionichedevonoessereverbalizzaté, e degliaddettidel servizio perla sicurezzaè consultato.sulla del responsabile tappresentante designazione di prevenzione,sul piano della valutazionedei rischi, programmazionpJealizzazionee verifica della prevenzione dellaibrmazionedi cui all'af|.22 nellascuola; è altresìconsultatoin meritoall'orgaatzzazione comma5, delD.L.vo6i6/94. nellapersona 4. Il rappresentante dei lavbratoriper la sicrìrezza chein questariunionevleneconfermata relativaalla dell'Ins.CarlaSEMERIA, ha diriuo di riceverele informazionie 1adocumentazione e ai preparati valutazione deirischie alle misuredi prevenzione , nonchéquelleinerentialle sostanze pericolosi,alle macchine,agli impianti, all'organizzazionedel lavoro e agli ambientidi lavoro , Ìa certificazione relativaall'idoneitàdegli;pdifici,agli infortunie allemalattieprofessionali , riceveinoltre informazioniprovenientidai servizi di iigilanza; 5. I1rappresentante dei lavoràtoriper la sicurezzaè tenutoa fare delle informazioni e delladocumentazione un usostrettamente connessoalla suafunzione; ha diritto alla formazioneprevistadall'art.19c.1 lett. g del Il rappresentante dei lavoratoriper la sicurezza D.L.vo 626194 chedeveprevedere un programmabaseminimodi 32 ore;i contenutidellaformazionesono quelliprevistidalD.L.vo 626194 e dal D.L lavorosanitadel M11/97conpossibilitàdi percorsiformativi particolari aggiuntiviin considerazione di esigenze. 6. Il rappresentante dei lavoratoriper la sicurezzanon può subirepregiudizioalcunoa causadello svolgimentode1laattività e nei suoi conlionti si applicanole tuteleprevistedalla leggeper le rappresentanze sindacali. perla sicurezza oltreai il nppresentante Perl'espletamento dei compitidi cui all'art. 19del D.L.vo 626194, i1 presente articolo de1 gli previsti commi 2,3,e 5 permessi dai oraripari a 40 orerinnue;per adempimenti predettomonteore e i'attivita sonoconsideratitempodi lavoro e di servizio a tutti gli effetti. Art. 43- Controversieinterpretative Perrisolvereeventualicontroversiesull'interpretazionedellenormecontenutenel presentecontratto1eparti il significatodellaclausolacontestata. chel'annosottoscritto s'incontranoper definireconsensualmente L'accordod'interpretazione autenticaha effettosin dall'iniziodellavigenzadei contratto. Art. 44 - Validità dell'accordo Il presente contrattoconservavaliditàfino a nuovanegoziazione. Alf inizio d'ogni annoscolasticole parti s'incontranoper verificarela volontà di confermareo menole normecontenute nel presentecontratto. di ParteSindacale Per la Deleeazione

Perla Deleeazione di Parte Pubblica

LA DIRIGE TE SCOLASTICA Dott.ssaNe

E DELEGATISINIDACALI R.S.TI. ARMELIO CGIL GITISEPPINA SNALS CARLA SEMERIA CGIL 26

ANIGELASUzuCO


SCHEMADI PIANODI LAVORODEL PERSONALE SGA ATA A CURADEL DIRETTORE DIREZIONEDIDATTICATERZOCIRCOLO CORSO DANTEI IMPERIA .. lmpetia '11/12nu0 ArDirioente s"or"stico

sEDE

Oggetto:Proposfa píanodi lavoro del personaleATA a. s.2010/11, ínerentealle prestazionidelt'oraio di lavoro, all'attribuzione degli incarichi d.i natura organizzativa e di que i specifici, all'individuazione delle posizioni economiche, all'intensificazione delle prestazioni lavoÍative e di quelle eccedenti I'oraùo Ì d'obbligo eclalle attività di formazione. . IL DIRETTORE DEISERVIZIGENERALI E AMMINISTRATIVI VISTOil CCNL29t1112007, conpartìcolare riferimento agliartt.46,47, 50,51,53,54,55,84, 88;92 VISTAla secluenza Ata, art' 62 del Ccnl 29 novembre2007 VISTOil vigenteÉianodell'Offerta Formativa, 2008/2010 VISTEle direttivedel DirigenteScolastico, VISTOI'organico ATA; delpersonale n. 161 del VISTOil programma annualedell'es.fin.2b'10approvato dal conligliodi Circolocon deliberazione 0210212:010 e le successivemodifiche; :.. 2011; peril periodosettembre/dìcembre IENUTOCONTOdelfondod'istituto 2010 e gennaio/agosto spettante TENUTO in servizio; CONTOdell'esperienza e dellecompetenze specifìche chedelpersonale CONSIDERATE le esigenzee le propostedel personaleinteressato. . PROPONE perl' a. s 2010/1 1 pianodi lavoroe di attivitadel personale ll seguente amministrativo, tecnicoed ausiliario, ll pianocomprende seiaspetti: a) la prestazìone dell'orario di lavoroi b) I'attribuzione di incarichi di naturaorganizzativa; c) l'individuazione delleposizioni economiche; d) gliincarichi specifici; e) l'intensificazione di prestazioni lavorative e di quelleeccedenti l'orariod'obbligo; I'attività di formazione. 0 dell'orario dì L'attribuzione la prestazione di incarichiorganizzativi, I'individuazione delleposizìoni economiche, nellecompetenze lavoro,le prestazioni eccedenti delleprestazioni rìentrano l'orariod'obblìgo e I'intensificazione del Direttore, sempre,perÒ, mentrel'attribuzione dì incarichispecificiappartiene alla funzionedirigenziale, nell'ambito delDianodelleattività. L'attivitàdi formazione annuale. dovràessereoggettodi specificoprogettonell'ambito del Programma A) PRESTAZIONE DELL'ORARIODl LAVORO(Artt.50. 52 e 54) Per svolgerecorrettamente del POF e garantirele le funzioniistituzionali, consentirela puntualercalizzazione le seguenti necessarie relazioni con l'utenza,il personaleed il pubblicoI'orariodi lavorodovrebbeprevedere prestazioni: AI - ASSISTEA/I/ AMMINISTRATIVI Orarioantimeridiano dalle7,15 alle 14,00per cinquegiornie orariopomeridiano sino alle 17 esclusilunedie genitori,elezioniorganicollegiali venerdi). ed Nei giorniin cui si svolgonoriunioni(collegio docenti,ricevimento eventuali altriincontriprogrammati) I'orariopomerìdiano dell'orario è garantita slitteraalleore 19,00.La copertura previsti plurisettimanale, (orarioordinario, utilizzando tuttiglistrumenti flessibile, turnazioni). La presenza in orarioantimeridiano è sufficiente coinvolge n. 3 Assistenti, mentreperquellain orariopomeridiano n. 1 Assistente. Perla turnazione quellodellarotazione. si applicail criteriodelladisponibilità e in subordine L'orariodel DirettoreSGA:il DSGAorganizzala propriapresenzain servizioe il propriotempodi lavoroin 36 ore settìmanali secondo e la presenza crìteridi flessibilìt, assicurando il rispetto di tuttele scadenze amministrative negliorganicollegiali tipologie d'orario neiqualiè componente di diritto.Nell'istituto sonoadottatele sottoindicate di lavoro: orariodi ìavorofléssibìle; e gli obiettivi definiti dallascuola. turnazione secondo le esigenze A2 - COLLABORATORI SCOLASI/C/ plurisettimanale, previsti La copertura (orarioordinario, dell'orario flessibile, è garantita utilizzando tuttigli strumenti turnazioni). Considerato cheinumerodeicollaboratori scolastici di ulteriori 2 unità,nel Plessodi Castelvecchio è diminuito I'orario di lavorodeicollaboratori scolastici è strutturato, ognitresettimane, su 37 ore


GU ARARTDETTAGLTATT Dt OGNTPTESSOSO,VOti/SER/Ii ALLA FINE.

A3 - DtSPOStztONt coMUNt PeÍeventualieccezionali esigenzeche richiederanno prestazioni in oraiionotturnoo festivoo notturnofestivo,si seguono icriteridelladisponibilità e dellarotazione. Neiperiodi di sospensione delleattjvitàdidatiche(vacanze pasquali natalizie, ed estive), salvocomprovare jl soloorarioantimeridiano esigenze, tuttiosservano dalle7.00alle14.15dallunedjal qiovedìe dalle7.00alle

;li:3"îi"""il:'::i rubbtìco si erfettua inorarioantimeridiano ognigiorno dale orea.ooaneore8.4s-dale 10.45 '12'45

alle e in orariopomeridiano nei giornidi m'artedì mercoledl e giovedidalleore 14.30alle ore 16.45.Nei periodidi sospensione delleattivitadidattiche, già indicati in precedenza, il ncevimento del pubblico awienesoloin orarioantimeridiano. In casodi chiusureprefestivedeliberate.dal Consigliodi circolo le modalitàdi recuperodelleore nonprestate sarannostabilitein sededÌ contrattazione integrativa di istituto. B) ATTRIBUZIONE INCARICHI Dl NATURAORGANTZATTVA (Art.46,tab.A,.profito areaD) 81 - SERVIZI AMMINISTRATIVI

. Ufficio personale . Ufficioalunni,acquistie patrimonio . Ufficio affari generalie contabilità j.

" l'assistente àilil[ni*itiàtiù5 MARlA,,$ffÀCe'H

DDD

:i,

, MONTGASONSIGII$

|'assistenteàfimiiilctiativas|MoNASALDo

t

Neu'emgtro oELt'urrtclo PERSoNALEI'Ass.sclAcGA si occuoadel oersonale Docentee ATA. individuazione supplenti docentie ATA ,stipulacontratti dì assunzione, assunzione in servizio,periododi prova, documentidi rito, certificatidi servizio, inquadramentieconomici,tenuta fascicoli,attività di formazionee aggjornamento, stesuragraduatorie procedimenti di istituto,organicodel personale, disciplinari e pensionistici, registrodeicontrattidel personale,inserimento datial SlDl e registrazione orariopersonaleATA NELL'AMBITO DELL'UFFICIO ALUNNI,ACQUISTI E PATRTMONTO l' Ass.CONS|GL|O si occupadel supporto all'attività curriculare, delle attivitàextracurricolari, dei servizidi assistenzaagli alunni,iscrizioni, frequenze, trasferimenti rilascio attestazioni e certificazionì, infortuni alunni,assenze, tenutafascicoli cedolelibrarie, e registri, seguela gestionepatrimoniale, passaggio il magazzino, I'attività negoziale, tenutadegliinventari, discarico, di consegne, rapporti con isub consegnatari, la biblioteca, attivitàconnesse al funzionamento degliorganicollegiali, libridi testo,organizzazione visiteguidatee viaggidi istruzione NELL'AMBlroDELL'uFFtctoAFFARIcENERALT E coNTABrLrrÀrnss. siÀLÌíèi1st occupadi programmazrone, geslionee rendicontazione Írnanziaria,di liquidazione e pagamentodei trattamentieconomici(fondamentale e accessorio) e dei relativiadempimenti contributivi e fiscali,si occupadi protocollo, corrispondenza in arrivoe in partenza,raccoltaatti da sottoporrealla fìrma e dell'archivio,dell'albo,.tenuta del registro protocolloe archivlazione degliatti,inviocorrispondenza, inserimento datiperla liqujdazione deglistipendi al personale S.T., - e il DirettoreSGA- sonoincaricatidel trattamentodei dati personali,sensibilie Tuttigli Assistentiamministrativi giudiziari, secondole regoleprevistedal DecretoLegislativo 196/2003. L'incarico, che costituisce attribuzione di compiticonnessiall'eserciziodelle mansioniprevistenel profiloprofessionale, sarà fotmalizzatocon specifico provvedimento deltitolareo del responsabile deltrattamento deìdatiin parola. 82 - SERVIZIAUSILIARI Sede CASTEIVECCHIO Collaboratore scolastico Sede CASTELVECCHIO Collaboratore scolastico Sede CASTELVECCHIO Collaboratore scolastico Sede CASTELVECCHIO' Collaboratore scolastico S e d e G A S T E L V E C G H I OC' o l l a b o r a t o sr ec o l a s t i c o Sede VIA SANT'AGATA Collaboratore scolastico Sede VIA SANT'AGATA Collaboratore scolastico Sede PONTEDASSIO Collaboratore scolastico Sede PONTEDASSTO Collaboratore scolastico Sede SALITABERTELLACollaboratore scolastico Sede SALITABERTELLACollaboratore scolastico Sede VIA V. PIEMONTE Collaboratore scolastico Sede VIA V. PIEMONTE Collaboratore scolastico Sede ARGINEDESTRO Collaboratore scolastico Sede ARGINEDESTRO Coltaboratore scolastico Sede VIALE EUROPA Collaboratore scolastico Sede VIALEEUROPA Collaboratore scolastico

MADDALONI]MARIA FAI.A RINO ACQUARONEVITTORIO D E L U G AM a r i n a IPPOLITOFranca B R U N OL u c i a n o B O N E L L OA L E S S A N D R O BOMMARITOMARCELLO PIRROTTAGiovanna ALASSIO DANTELA it,,,. TRUZZI Sabrina ;,,,i:ji,, PRESTALAURA 1 : " r ,M A | O L l N O P a t r i z i a ARMELIOGiuseppina ,i,,,,,:,, M A D D A L O NM I ARIA , GIANCATERINO M.Elena : ] . : : . S P I N E L LA I L B A N E S EA N N A


Norme di comportamentoe doveri dei cotl:rborirtoriscolastici. ' I collaboratoriscolasticisonotenuti a prestareservizio,salvodiverse disposizioni.nellazonadi competellzasect)ndole mansit)diloro assegnate il cui prospettopafiicolaleggiatorelativoai diversiplessi è statoconsegnatoclurantei prirni git-rmicli settemtrre. Della presenzainservizio fara fbde la timbratura del cartellino che clovràessereconsegnatoin Segreteriail primo giomo clel mesesuccessivoail'ultima timbratllra.Èa timbratllradel cartellinodovrà esserequantopiùt possibileprecisae pllntltale soprattuttoal primo turno per I'apertllra della scuola.Eventuali prestazionic1ilavoro straorclinarioclovrannoesserecoltcordatee autt-rtizzate,Illavoro straorclinario svoltosenzaavto:rizzazione non saràtentrtoin consiclerazione. ' In ogni twno di lavoro i collaboratoriscolasticidevonoaccertare'l'efficienzadeidispositividi sicurezza(individuali e collettivi) e la possibilitàdi utilizzar'licon faciliteì. . I collaboratoriscolastici: ' indossano,in nìodo ben visibile. il tesserinocli riconoscimentoper I'intero orariodi lavoroe il grelllbillleed al telefonorispondonocon la clenominazione cleli'istitlizionescolasticae il loro norne. ' devonoesserepresentiall'ingressoe all'uscitacle-eli alunni; ' sonofacihnentereperibili claparte degli insegnantiper qualsiasievenienza; ' collaboranoal complessivofunzionamentodidatticoe fomrativo: ' colllltnicanoimmediattrinentearldirigente Scolasticoo ellDocenteCoordinatorecli plesso l'eventualeassenzadell'insegnallteclall'aula,per evitareche la rrlasseresti incustoclita; ' coliaboranocon gli insegnantinella raccoltaclellepresenzeai pasti e nella predisposizione clegli elenchidei partecipantial serviziomensa; . tutti i coilirboratoriscolasticia rotazione.e secondole necessitaquotidiane.svolgonol'assistenza necessaria cluranteil pastr)nelle mensesct-liastiche; ' tavorisconol'integrazionedegli alunni diversamente abili; ' vigilano sulla sicurezzaed iucolutnità degli alurni. in partic.olaredurantegli intervalli. negli spostamentie nelle Llsciteper recarsiai servizi o in altri locali; ' possollosvol-qere.sll accertatadisponibilità,funzione cli acc:ompagpatore durantei via_ggie le visite di istruzione; r riaccompagnano nelle loro classigli aluniriche"al di frrori delf intervalloo senzaserimotivi, sostanonei con'idoi; ' sorveglianogli alunni in casod'uscitadalle classi.cli ritardo,assenzao allontanamento rxomentaneodelf insegnante; ' sonosenpretolleranti e disponibili con gli alunni.non dimenticandomai che la ftinzionedella scllolaè quelladi eclucarespecialmente quegli allievi chene hannopiùrbisogno; . evitanr)di parlaread alta voce; o tengonoi servizi igienici sempredecorosi,puliti e accessibili; ' provvedonoal tennine delle lezioni alla qriotidianapulizia con acquae detersividisinfettanticlei servizi e cleglispazi di pertinenza,nonchéclellesuppellettili c1elleallle af1iclate; ' r1o11 si allontananodal posto di servizio , tranneche per motivi antorizzati clalDSGA o clal dirigenteScolastico; ' invitano a noll elltraretutte le personeestraneeche non sono espressamenteautotizzatedal DirigenteScolerstico dal DocenteCoordinatoredi Plessoad usciredalla scuola. A talepropositosi ten'annosempreinfbnlati dei giomi e degli orari in cui si svolgonoassemblee, colloqui.ecc.coliocati sempre(trannecasieccezionali)in orari non di lezione; 'prendouovisiouedel calendariodelleriunioni che si svoigononel plesso,tenendosiaggionìitti circa I' efl-ettuazic-rne del necessiìt'io servizio; ' sorve-qliano I'uscita clalleclassie daiiepofte e/o cancelliesterniprirna di dareinizio alle pulizie.('si precisaclìe per pulizia si intende:lavaggiopavimenti.zoccolino.banchi,lavagne, vetri. spolverodel mobilio ecc.)


. Oveaccertinosituazioni di disagio.di disorgarttzzazione o di pericolo,devonoprontamente comunicarlo in Segreteria. e, oveprevisto,all'Ufficio Tecnicodel Segnalano, semprein Segreteria alla sostituzione, Comwre,I'eventualerotturadi suppellettilisedie.banchi,ecc.primadi procedere ripristino, ecc. . Accolgonoil genitoredell'alurnominorennecherichiedel'autorizzazioneall'uscitaanticipata e nonpreventivamente d'uscita,firmatodal Drigente comunicatae autorizzata. 11permesso Scolastico o dal DocenteCoordinatore di plessoo daun docentedeliaclassedell'alunnova presentein classecheprowederàa inserirlonel registro. consegnato all'insegnante . Al terminedel servizio tutti i collaboratoriscolasticidi qualunquetumo e a qualsiasispazio pulizie,quantosegue: addettidorrannocontrollare,dopoaverprowedutoalle consuete . chetutte le luci sianospente ; . chei rubinettidei servizisianochiusi . chesianochiusepoftee llnestre(serrahde. persiane, ecc.)di aulee laboratori tapparelle, . cheognicosaslaal proprio_ postoe in ordine . chesianochiusiportee/ocancellid'ingressodellascuola . chesiacorretlamente inseritol'antifirrtoove installato . gli addettiagli uffici di segreteriae direzionecontrolleralnoche sianochiuseporte e finestre . Devonoapporrela propriafirma,perpresavisione,sullecircolarie sugli awisi; in ognicaso tuttele circolarie gli awisi aJfissiall'albodellascuolao inseritinel registrodegliawisi della 'scuola tutto. notificatial personale si intendonoregolarmentè . E' fattoobbligoai collaboraloriscolasticidi prenderevisionedellemappedi sfollamento dei localie di controllarela praticabilitàed efficienzadellevie di esodo deveesserechiusanei sacchineri e portatanei bidonidelia . Si ricordachela spazzatura spuzatuîao, sesonopieni,lasciatadi fianco. E' vietatofumarenegli ambienti scolasticie davantiagli alunni. prowedimento potranno conspecifico deidatipersonali deltrattamento I Collaboratori scolastici essereincaricati deidatiin parola. deltitolare o delresponsabile deltrattamento 83 - DISPOSIZIONI COMUNI tra addettidellostessoservizio, In caso dì necessitae/o assenzae senzaformalismisi operain collaborazione di funzioni,attivitàe sedi di lavoroe per situazioni laboratorio, sede e/o piano.Per eventualicambiamenti si prowederàconspecificie appositiprowèdimenti. d'urgenzae/oemergenza, (Art.7 CCNL7/122005e art.4 dell'AccordoNazionale ECONOMTCHE c)tNDtvtDUAztoNE DELLEpOStZlONt del 10/05/2006 e N.9 UNITA, AMMINISTRATIVO ASSISTENTE N. I UNITA,DIPERSoNALE NELLAscUoLA È PRESENTE DI PER L'ATTRIBUZIONE COLLOCATO SCOLASTICO UTILMENTE DI PERSONALE COLLABORATORE POSTZTONt ECONOMTCHE SlmonaSALDOsi attrlbuisconole seguentimansioni:. Diretta 1) AII'ASSISTENTE AMMINISTRATIVA di (inóasodi assenzao impedimento) e attività vicariali collaborazione conil DÌrettore SGA,funzioni coordinamento Uff.Contabilità e AffariGenerali D)ATTRfBUZIONE lNCARtcHlSPEclFlCt(AÉ.47 CCNL24l7t2oo3ll Si stabiliscedi remrmerarei collaboratori scolasticidella scuoladell'infanna e gli assistenti amministrativi,non titolad di posizioneeconomicaex Art. 7 CCNL 200412005.La sommapro capitesarà definita in baseall'assegnazionedefinitiva. i professionalita si propongono e competenze, Tenutocontodelleesigenzedi servizio,nonchédi esperienze seguenti specìfici incarichi: D1 - SERVIZAMMINISTRATIVI . coord.uii. Personare oocenree A-rA . coord.Uff.Alunni,Acquistie Magazzino

Ass.Amm.voSffiM Ass.Amm.vadOustclto lrto-nirit

- SERVIZIAUSILIARI DEGLIALI]NNI DELLA SCUOLADELL'INFANZIA. ASSISTENZA ALLA CI'RA DELLA PERSONA


1 . Collaboratorescolastico 2 . Collaboratore scolastico 3. Collaboratore scolastico

MADDALON|:.MàTia GIANCATERINO MariaEtena SPINELLIAI-BANESEAnna

E) INTENSIFICAZIONE DELLEPRESTAZIONI E PRESTAZIONI EGCEDENTI L'ORARIOD'OBBLIGO Perfronteggiare icarichidilavoroistituzionali e peril necessario supporto alleattjvitàextracurricotari, si propone quantoseguein terminid'intensificazione e di prestazioni eccedenti l'orariod'obbligo: E1 . SERVIZIAMMINISTRATIVI

:

. Intensificazioneper un totale di ffifi.ff, EZ - SERVIZ:nrJstL+at' '

Totafe per intensificazioneffi89 2

Lavorosttaordinario : possonoesserepagateun massimodi 6 ore ciascuno. Le ore eccedentiprestatenel Ptessodi.Castelvecchio sarannorecuperate durante il periodoestivo. i

Peril calcolodel Fondodell'lstituzione scolastica si allegaun tabellasullabasedegliaccordicontrattuali dell'anno scorsoIl Fondo2010/11calcolato e paria €. 90.948,00, peril pèrsonale di cui€.26.496,64 ATA. In basealleesigenze che si manifesteranno concretamente in corsod'anno,si oiocederà allesinooleattribuzioni

!:ifir..ff.lt"ltt:HÌîfi:lh"

SGA,chiede uncompenso peri'tensificazione prestazion" luuo.utiuu-1 R"sponsabile

Privacy.'GestioneprogrammaPrivacy con relativi incarichi,Gestionee redazioneDocumentoProgrammàtico dellaSicurezza, supportoai Progetti,gestioneFondinon Statali,verbaliRSU e aggiomamento Contrattazione, complessità gestionale) di ore300 (dafondi nonvincolati) In casodi fondi insufficientipotrà usufruiredelle sLesse oreperriposicompensativi.

ItDirettoreSGApuÒaccedereancheal budgetper întensificazioni qi.randoricorronole situazioniprevisteda 'art. 87' c. 3, lett.b CCNL24.7.2003. Può,altresì,accedere al fondodi istitutopreviaesplicita deliberazione consiliare assunta ai sensidett'art. 86,c. 2, lett.j, CCNL24,7.03.


ORARIODETTAGLIATOPERPLESSO PLESSO DI VIALE EUROPA GIAI{CATERINO M. ELENA

SPII\ELLI ALBAI\ESE ANI{A 1' TURNO:LtrN/cIO 7.15/14.30; VEN 7,15/14.15 l" TURNO:LLIN/CIO10.15/17.30; VEN 10.15/i7.i5 L'orario pomeridianoin concomitanzadella programmazionemensilee di evenfualiriunioni sarà dalleore I l.00.alleore 18.15 Si sottolinea chele duecollaboratricichesvolgonoseruiziosoloil V.le Europadevonoaltemarsinei Ì turni settimanali: ' ^settimana es. 1 lun/mar/merc mattino giov/venpomeriggio GIANCATERINO lun/marlmerc pomeriggiogio/venmattino . SPINELT,I 2^settimana lun/mríLr/merc mattino giov/venpomeriggio SPINELLI GIAIJCATERINO lun/mart/merc pomeriggiogio/venmattino giov/venpomeriggio .3^settimana lurVmar/merc mattino GIANCATERINO SPINELLI lwr./marlmerc pomeriggiogio/venmattino 4^settimanalur/mar/merc mattino giov/venpomeriggio SPINELLI GIANCATERINO lurVrnarlmerc pomeriggiogio/venmattino t' ecceterà......... rientra,dovrà in casodi assenza la collaboratrice sóolastica cheha saltatoil tumo settimanale,quando comunque ricominciareprestandoil serviziodeltumonon svolto.

PLESSODI VIA VECCIIIA PIEMONTE PRESTALAURA MAIOLINOPATRTZTA_ 1"TURNO: LLIN/GIO 7.00/14.15: VEN7.00/14.00 2" TURNO: LI^I/GIO10.15/17.30; VEN10.15/17.15 mensilee di eventualiriunioni saràdalle L'orario pomeridianoin concomitanzadella programmazione ore11.00aileoreI 8.15

PLESSODI SALITA BERTELLA ALASSIODANIELA TRLIZZI SABRINA 1" TURNO:LLIN/GIO7.30114.45; VEN 7.30/14.30 2oTURNO:LUN/GIO10.45118.00; VEN 10.45117.45 mensilee di eventualiriunioni saràdalle L'orario pomeridianoin concomitanzadella programmazione o r eI 1 . 0 0a l l eo r e1 8 . 1 5

PLESSODI BORGO SAN MORO BRUNO LUCIAI\OBONELLO ALESSANDRO

t" TURNO: LUN/cIo7.oo/14.m

s. MoRo

BORGOS. MORO(VEN 14.15) 2oTURNO:LUN e VEN 7.15110,15 Cesrelvrccnto 10.25/14.30 (programmazione) 2" TURNO:MAR 11.30/18.45 GIO 10.45118.00 2" TURNO:MER 10.15/17.30 I'orariopomeridiano in concomitanza di eventualiriunionisaràda1leore 12.00alle 19.15

PLESSODI PONTEDASSIO :

BOMMARITO MARCELLO PIRROTTA GIOVAFI}.IA 1' TURNO:LLINI/GIO VEN 7.00114.00 7.00114.15; 2" TURNIO: LLIN-MAR-MER-GIO10.30/17 .45 1 COLLSCOL MAR. 11.30/18.45 v E N 1 0 . 3 0r/7 . 3 0 pomeridimro I'orarit'r di eventr-rali saràdaller)re12.00alle 19.15 in concomitanza rir"ririoni


PLESSO DI ARGII\E DESTRO MADDALONIMARIA LLI-NEDI' 10.15/14.20CASTELVECCHIO 14.30117.30ARGINEDESTRO 10' r spostarsi MARTEDI' 7.T51 10.30ARGINEDESTRO15.00/19.00CASTELYECCHIO MERCOLEDI' CASTELVECCHIO 7,15110.30ARGINEDESTRO15.00/I9.OO GIOVEDI'7,15110.30ARGINEDESTROis.OO/ 19.OO CASTELVECCHIO VENERDI'10.15114.05CASTELVECCHIO 14.151L7.15ARGNE DESTRO 10' x spostarsi ARMELIO GTUSEPPINA LUNIEDI' 7.15114.30

MARTEDI' 10,15/17.30 MERCOLEDI' 10,15/T7,30 GIOVEDI'10.15/17.30 VENERDI'7,T51 11.75...

'.

PLESSO DI CASTELVECCHIO DE LTTCAMARINA PALA RINO ACQT.TAROI\EVTTTORTO

ALTERNATIVAMENTE I COLL. SC DI BORGO S. MORO IL LUN E VEN DALLE 7.15/10.15 1oTURNO:LUN 7.15/14.35: VEN 7.15/14.20 2" TURNO:LTJNEDI' 10,30/17,45 VENERDI' t0,30/ 17,30 1oTURNO:NIARTEDI'7.15114.35 -13,30/19,00 l" TRUNO MARTEDI' 10,30/13.00 lo TURNO:MERCOLEDI'7.15114.35 -13,30/i9,00 2' TRUNO MERCOLEDT'10,30/13,00 1'TURNO: GIOVEDI" 7.15/14.35 -13,30/19,00 2" TURNO GIOVEDT'10,30/13,00 MADDALONIMARIA LLTNEDI' l0.l5l 14.20CASTELVECCHIO14.30i17.15 ARGINE DESTRO 10'x spostarsi MARTEDI' 7.15/10,30 ARGINE DESTRO 15.00/19.00CASTELVECCI{IO MERCOLEDI'7.15/ 10,30ARGINEDESTRO15.00/19.00CASTELVECCHIO 10.30 ARGINEDESTRO 15.00/19.00CASTELVECCHIO GIOVEDI' 7.151 14.15/17.00ARGINEDESTRO 10'x spostarsi VENERDI'10.15/14.05CASTELVECCHIO ORARIODI SERVIZTO: IPPOLITO FRANCA 14.30 CASTELVECCHIO7.151 LLN/ GIO CASTELVECCHIO7115114,15 VENI + 16.45119.15 7,151T1.30 POMEzuDIA}IO I}I CASODI RIENITRO ORARIODI SERVTZTOSEGRETERIA 4 GTORNT 7.1s114.00 (ORE27) NEL GIORNODI RIENTRO MARTEDi'/MERCOLEDI'/GIOVEDI'LE RESTANTI 9 ORE Q s}t 13.30r4n7)

contrattazione n.1 [regole istituto]  

contrattazione n.1

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you