Issuu on Google+

http://scribacchione.jottit.com

pensieri poesie frasi immagini ‌


Una pagina bianca … per lasciare un testo, un pensiero, una poesia, una frase,un pezzo della nostra fantasia. Questo è Lo scribacchione

Parole x esprimersi = sogni Un’operazione che non sa di risultato perché porta a vivere l’ordinario schema di ogni giorno oltre la dimensione del sono quel che ho fatto. Credo che la volta dell’immaginazione sia drasticamente immensa, enorme. Una mongolfiera a cielo aperto da fissare con gli occhi stupiti verso chi sta appeso ad un cestino. Ci possiamo girare il mondo seduti qui al nostro piccolo posto. Un grazie va a chi sfoglia queste pagine e a chi, scrivendole, le sta per condividere con voi. Buona lettura un sorriso davide nonino


Quel male invisibile Quel male invisibile Porta colore bianco Nessuno lo vede A parte chi lo ha… Tutti intorno a quel male Senza sapere cosa esso fa Ne vedono gli effetti E condannano chi lo porta in grembo Quel male consuma Ogni giorno alimentato Da coloro a cui esso è ignoto Essi non sanno di commettere omicidio Calpestano l’anima Di coloro che incolpano Senza sapere che… Quel male nasce come un germe E come un germe divora Agli innocenti le interiora Quel male nessuno lo uccide Perché si presenta Col volto da innocente… Esso rende colpevole la sua vittima Costringe alla peggiore delle prigioni Quella dove le sbarre Sono le mani di chi dovrebbe amare Le mani di chi invece sa solo condannare L’unica via per potersi liberare È quella di trovare dentro se Un giudice salvatore Che assolva invece di condannare Ma trovare salvezza Tra le viscere di un buio interiore È cosa ardua per gli impossibilitati Quando da dolore si è accecati


Il sapore di un sogno Immagina di volare in alto, talmente in alto che ti manca il respiro...adesso guarda giÚ...lo vedi come è lontano il mondo? Potresti bussare alla porta del paradiso e sentire in bocca quel sapore dolce...il sapore dolce di un sogno. Non aprire gli occhi, non sciupare tutto, continua a viaggiare...lasciati trasportare dal sogno. Vivi questa emozione fino in fondo, come un'esplosione di colori...lo senti quel calore? Lo stai vivendo? ...continua a sognare..


Anjo Dias turbulentos Pedras na calçada Espinhos cravados no coração Tu és o mar imenso Que acalma a minha solidão O raio de sol que me aquece O anjo que me salva e protege… Noite fria e silenciosa Caminhos traçados na escuridão Tu és o raio de luz Que me abraça e conduz… AC/2007.11.04 Angelo Giorni turbolenti Rocce nel marciapiede Attaccate alle spine nel cuore Siete il mare immenso Che calma la mia solitudine Il raggio di sole che mi riscalda L'angelo che mi ha risparmiato e protegge... Notte fredda e silenziosa Sensi tracciati nel buio Siete il raggio di luce Che mi abbraccia e mi conduce....


Fata Gli occhi di fata non han misteri Son occhi profondi dolci e veri Se incontri una fata che ancora è dormiente, tu prendila, ma molto dolcemente. Se le offri il tuo cuore, senza risparmiare l’amore, la fata ti regala sorrisi e fantasia e canta per te una magica armonia. Donale i petali morbidi dei tuoi fiori E le gocce del profumo che più adori, posala dolcemente sul davanzale della finestra quando la luna piena rende il cielo in festa. Attendi e vedrai con grande stupore, la fata sollevarsi nel suo immenso splendore, mentre vola dinanzi al tuo viso non negarle un sorriso, e mentre ti bacia sulla punta del naso, polvere di stelle scivola come filo di raso, non sai che è questa cosa misteriosa ma ti senti felice, piena e gioiosa. La tua fatina è arrivata, si è fatta trovare da te, per farsi risvegliare. Amala come non hai mai fatto, e non sciogliere mai questo patto. Sei fortunata, bambina mia, queste cose di solito accadono solo nella fantasia.


I tuoi sorrisi riflessi sull'acqua I tuoi sorrisi riflessi sull'acqua/la mia stagione di pesche rubate nel tuo giardino di mirti e miraggi/ sfiorando il suolo sull'erba/il profumo/il tuo corpo/il silenzio/il calore dei baci/la pioggia sottile/quell'ombra e la luce nel viso/che ha visto rapire il passato in un fiato sprecando domanderisposte/raggelo ti guardo/capisco il futuro, la mano/ i tuoi occhi/i tuoi piedi sono una cosa sola/ son vento e lamenti di stelle svanite che chiamano noi in quest'istante/passato che è dentro di noi come un cerchio di fuoco/ reciso da spade di guerre e passioni ribelli che non sanno infiggersi in noi come gli alberi son nostre radici- ma noi senza terra in quest'era non abbiam radici/sicure e cerchiamo altre rotte/per sentire noi stessi la nostra divina risposta è in arrivo... ti guardo e capisco me stessa sei l'erba/la pioggia/le lacrime/il vento/la stella/il mattino/la notte il mio corpo -qui dentro al mio corpo e ti voglio rapire mia stella e partire con te rimanendo me stessa in silenzi suonando strumenti accordati nei sensi- vibratili alchemici frutti di un patto che intatto rimane e ci guida nel sonno/nel giorno nel vivere il flusso di un'eternità la mia eternità è questo mio soffio di vento e calore che emana il mio cuore che muore con me ma vivo rimane per sempre e si espande in un cerchio di luce ed amore/sorrisi/e bugie.


Š Photo by pokaonta


di Silvia Bellinelli

“La Foresta Incantata” è uno spazio per chi vive di fantasy e vuole condividere le proprie storie, pensieri e poesie sullo scribacchione scrivendo a laforestaincantata@gmail.com

"Canto di un mondo fatato perduto tra sogno e realtà, di una dama e un cavaliere il cui amor si narrerà. Canto di maghi e stregoni che con incanti spariran, o di gnomi e fate che con astuzia vi stupiran. Di mistero e leggenda è questo il bel regno, e tra le pagine bianche imprimerò di nero il mio segno. Foresta Incantata mi chiaman di già, luogo di sogno che mai finirà. Or dunque ascoltate: ho cominciato, la fantasia ho liberato"


di Serena Dal Pos – sognamisognando@libero.it

Per me un sogno è una magia e non è solo un’illusione in cui è dolce cullarsi. Mi fa vivere Serena. Cosa ne pensate? Mandate i vostri pensieri e le vostre poesie… Quelli che sapranno far sognare verranno pubblicati nel prossimo numero.

Lacrima Una lacrima è scesa sul tuo viso Ma tu non avere paura, lasciala tranquillamente asciugare al sole. Ti riscalderà, e il calore che ti darà ti aiuterà a riempire ciò che hai perso, che è a un passo da te e quando sorriderai nuovamente lo riprenderai.


Ricette e sfizi di Marzia – m.boccone@tin.it

Bastoncini di Pan brioche Fumè con Crema di Zucca Per aperitivo o antipasto per 4 persone tempo di cottura 8min tempo di preparazione 8min zucca decorticata 200g salsa Worchester qb olio extravergine d’oliva sale quanto basta peperoncino o paprica in polvere a piacere pan brioche 4 fette storione affumicato 16 fette (o spada, salmone, musciame di tonno) Lessare la zucca a vapore o al microonde per 8 min a 750w, frullarla con olio, sale e salsa W. fino a consistenza di soda purea, far freddare e disporla in bicchierini da liquore fino a metà. Togliere la crosta dal pan brioche e tostarlo o nel tostapane o in padella antiaderente. Tagliare le fette in bastoncini da avvolgere ognuno con le fette di storione. Immergere i bastoncini nei bicchierini e cospargere con peperoncino o paprica a piacere. La foto sfiziosa è di Marzia… per una rubrica dove si vede quello che si cucina ;)


Lo scribacchione raccoglie i 5 testi piĂš appassionati arrivati al sito http://scribacchione.jottit.com. Si sfoglia sul web come una rivista di ogni giorno e gira tramite mail e community attraverso le persone a cui pensiate possa far piacere riceverlo.

REDAZIONE Silvia Bellinelli, Serena Dal Pos, Marzia Boccone, Davide Nonino

SCRIBACCHIA CON NOI Volete proporre un servizio fotografico per il prossimo numero? Avete in mente una rubrica che non deve mancare in uno Scribacchione? Vi piacerebbe inviare un testo (30 righe circa)? Scrivete a parlamidite@gmail.com Lo Scribacchione si può inserire anche sul proprio Myspace, Facebook, Blogger etc.


Scribacchione Small Magazine