Miss 2017 per web copia

Page 1

Sabato 26 agosto

ore 21.30

Terrazza Mascagni

Organizzazione

Col patrocinio di Comune di Livorno

In collaborazione con


M&M sponsor dal 2013

I LETT IALI C N GUA DOGHEAX A L RETIRONE RE POLT

Foto: S. Seghetti

I materassi, le reti a doghe e le poltrone relax, certificati come dispositivi medici di classe 1 a marchio CE possono beneficiare della DETRAZIONE DI IMPOSTA PER SPESE SANITARIE per un ammontare pari al 19%.

LIVORNO Via Firenze, 120

(angolo Via Nord, a fianco concessionaria Clas Renault) Sara Giacobone, Miss Relax Girl Materassi&Materassi 2016, premiata da Stefano Lupi e Stefano Ruglioni, amministratori di Dreamtime Srl, rivenditore esclusivo M&M per Livorno e Pisa

Tel. 0586 371.750

www.materassipromozionilivorno.it Livorno Materassi & Materassi Siamo anche a PISA in Via S. Michele degli Scalzi, 37 (angolo Via Matteucci, zona Palazzo dei Congressi) Tel. 050 520.1970


3

Sommario Miss Livorno 2017,

. . . . . . . . . . . .

5

La storia di 27 anni. . . . . . . . . . . 7-11 Sabato 26 agosto

ore 21.30

Terrazza Mascagni

Albo d’Oro

. . . . . . . . . . . . . . . . .

13

Le Miss dal 1991 al 2016 1991 Mariangela Catapano . . . 13 1992 Cristina Bigazzi .

. . . . . .

15

1993 Carlotta Di Paco. . . . . . . 15 1994 Sara Vassallo .

. . . . . . . .

17

1995 Ilaria Calzone. . . . . . . . . 17 Organizzazione

Col patrocinio di

In collaborazione con

Comune di Livorno

In copertina: Kiara Ferretti, Miss Livorno 2016

1996 Nancy Rolla. . . . . . . . . . 19 1997 Jennifer Borella. . . . . . . . 19 1998 Vanessa Kratochvil . . . . . 21 1999 Francesca Fallani .

Organizzazione evento Cronosax Livorno Progettazione e coordinamento Marco Silvestri Riccardo Rossato Stefano Salvini Foto Foto Novi - Livorno www.fotonovi.com Corrado Salvini Video 18C PLUS videoproduzioni Livorno Coordinamento spazi musicali Maria Maddalena Adorni Stampa Myck Press srl Piazza Giuseppe Dossetti, 7 56012 - Fornacette (PI) Grafica e impaginazione Scotto Pubblicità Gestione spazi pubblicitari Scotto Pubblicità - Livorno tel. 0586 403003 - cell. 336 710317

2000 Chiara Campo .

. . . . .

21

. . . . . . .

23

2001 Glenda Lenzerini. 2002 Laura Balzano .

. . . . .

23

. . . . . . .

25

2003 Lisa Cacciari.

. . . . . . . . . 25

2004 Silvia Gigoni .

. . . . . . . .

27

2005 Sara Guidetti .

. . . . . . . .

27

2006 Benedetta Falleni .

. . . . .

29

2007 Shara Dendi. . . . . . . . . . 29 2008 Madine Konate. . . . . . . . 33 2009 Ginevra Giardini .

. . . . .

35

2010 Martina Spagnoli .

. . . . .

37

2011 Greta Alessandra Ferretti. 39 2012 Eleonora Alfatti. . . . . . . . 41 2013 Beatrice Turini .

. . . . . . .

43

2014 Ukwa Cioma .

. . . . . . . .

45

2015 Linda Sonetti .

. . . . . . . .

47

2016 Kiara Ferretti. . . . . . . . . . 49

Le finaliste di Miss Livorno 2016 . 1a Edizione Mr. Palio. Miss Almanacco dello Sport 2016 . . . .

. . . . .

51-59

. . . . . .

61

. . . . . .

62



5

Miss Livorno 2017

Un nuovo film, tra spettacolo, arte, moda, eleganza & sport

C

entinaia di ragazze partecipanti, migliaia di spettatori presenti alle tante serate di spettacolo (promosse nelle piazze e nei locali del litorale livornese e pisano), tantissimi enti, associazioni, aziende ed istituzioni coinvolti, decine e decine di giovani artisti, cantanti, cabarettisti (successivamente affermatisi nel mondo dello spettacolo) avviati per la prima volta su un palcoscenico: ecco alcuni “numeri” della manifestazione MISS LIVORNO, numeri di incredibile rilievo nazionale che, uniti alla longevità, riescono ad oggi a far invidia a ben più rinomati concorsi italiani. Si tratti di dati e statistiche che giungono dopo ventisette anni di “passerelle” e di serate in ogni angolo del litorale livornese e pisano (Tirrenia), conseguenza della ricerca di un unico principale obbiettivo: rendere le ragazze di Livorno e della sua provincia assolute protagoniste, per una volta all’anno, di una kermesse di moda e bellezza, contornate del fascino della passerella e dell’eleganza, con il fine ultimo di creare per loro momenti di aggregazione e divertimento, facendole prender parte ad una iniziativa in cui lo spettacolo, l’arte, lo sport ed i valori aggregativi riescono a trovare espressione in ogni loro forma. È questo lo spirito della manifestazione, il “mondo” di Miss Livorno, quel connubio tra divertimento e serietà nel quale le partecipanti si trovano magicamente calate. È forse per questo motivo, per il suo essere una manifestazione “sui generis” al di fuori degli schemi usuali dei concorsi di bellezza, che non teme da tempo rivali a livello locale “Miss Livorno”, sia in termini di ragazze partecipanti che di coinvolgimento del pubblico. Neanche Miss Italia, che ha comunque perduto negli ultimi anni buona parte della sua

popolarità, è mai riuscita ad affermarsi in modo così evidente in città, una Livorno sempre molto attenta e premurosa verso le sue “bimbe”, che ad ogni edizio-

ne riescono a scatenare quasi un sorta di campanilismo tra stabilimenti balneari, scuole e rioni. Eccoci ora di fronte ad una nuova avventura, la ventisettesima, che da tre mesi si muove simpaticamente tra locali, spiagge e piazze di Livorno e provincia e che per il quarto anno consecutivo si

concluderà nella splendida location della Terrazza Mascagni, divenuta ormai il salotto della favola di bellezza livornese. Come ogni anno si ripeterà un film, sempre affascinante e sempre con finale imprevedibile, intriso di tante emozioni, di esperienze, di sorrisi, di tanto divertimento e talvolta anche di delusioni, che aiutano comunque a crescere. Sarà l’ennesimo viaggio, quello di Miss Livorno 2017, nel mondo spesso sconosciuto della moda e della bellezza, con una variante inedita che si concretizzerà la sera della finale alla Terrazza: l’accostamento di Miss Livorno con il mondo del remo livornese (ci sarà anche l’elezione di una Miss e di un Mister Palio) con il coinvolgimento delle cantine nautiche e dell’intero comitato Palio Marinaro, che ha vissuto la sua ottantesima edizione. Un modo per festeggiare assieme due manifestazioni che fanno parte della storia di Livorno e dei livornesi.



7

Miss Livorno:

La storia di ventisette anni di emozioni e divertimento

L’

idea nacque in una calda serata di maggio del 1991, ad un tavolo all’aperto di una baracchina del viale Italia della quale esiste ora solo il ricordo (la “Bussola”)…Partì da qui la storia di Miss Livorno, la genesi di una manifestazione-spettacolo che affonda tuttavia le sue radici leggermente più indietro, al 1989: fu allora che la Sax Promotions,

(associazione culturale delle Acli, che in quegli anni cominciò a gestire artisticamente gli eventi spettacolari su diversi stabilimenti balneari) si avviò a stendere i primi “cartelloni” di serate di intrattenimento, tra musica, cabaret, teatro e, appunto, selezioni di Miss. Le prime attenzioni si concentrarono subito sulla possibilità di portare a Livorno Miss Italia, il massimo concorso nazionale, che in quegli anni godeva di un seguito straordinario e che non era mai stato presentato fino ad allora in terra livornese. Per due anni ai Pancaldi vennero Miss da tutta la Toscana, per partecipare a selezioni e serate che videro la partecipazione, in veste di presentatori e di intrattenitori, di un ancora promettente Carlo Conti e di cabarettisti quali Giorgio Panariello, Andrea Agresti, Gaetano Gennai, Niki Giustini e Graziano Salvadori. Ma già al quarto anno di programmazione (e siamo al 1991), l’evento Miss Italia aveva perso il sapore della novità: le ragazze iscritte, già

dall’anno precedente, si contavano sulle dita, le richieste di partecipazione scarseggiavano, l’interesse generale attorno alla manifestazione si era sostanzialmente affievolito. Da queste considerazioni nacque l’idea di Miss Livorno: perché non rispolverare un concorso che tanto aveva avuto successo negli anni

’50 e che per lunghi anni era rimasto nel dimenticatoio, quasi visto come evento non più ripetibile? Perché non riproporre uno spettacolo, in cui le ragazze iscritte

non necessariamente dovevano lottare per diventare attrici e modelle? In fondo quello che le aspiranti Miss labroniche chiedevano (e che chiedono anche oggi) non era di diventare a tutti i costi personaggi nazionali del cinema o della televisione, bensì di divertirsi, di provare una prima esperienza in pubblico, di fare i primi passi in passerella senza tuttavia prendersi troppo sul serio. Nacque così la nuova edizione di Miss Livorno, concorso-spettacolo studiato appositamente per ragazze dai 14 ai 26 anni decise ad adottare quale parola d’ordine “divertimento”, da accompagnare ad un evento da prendere con impegno, serietà e dedizione ma che in fin dei conti poteva rappresentare soltanto un accrescimento dell’esperienza personale ed una nuova parentesi da mettere nell’album dei ricordi piacevoli. La prima edizione di Miss Livorno, presentata il 27 luglio 1991, fu un successone. Tanta gente ai Pancaldi, tanta attesa per uno show inedito alla quale prese parte anche la Miss Toscana 1990 Sonia Angelelli. Tra le quindici ragazze in gara la giuria dette le preferenze a Mariangela Catapano, vent’anni, studentessa, nativa di Taranto ma iscritta all’Università di Pisa, legata a Livorno per motivi di parentela (gli zii), di amicizia e di soggiorni estivi.


gioielleria - oreficeria laboratorio orafo • creazioni e riparazioni

Da oltre 40 anni condividiamo le vostre gioie... es t ’ y a N

Nov i

No

t à 2016

Livorno - Via Grande, 160 tel. 0586 219005 www.arteorafa.livorno.it info@arteorafa.livorno.it

Arte Orafa di Silvia Cara

vi t à 2016


9

Nel 1992, in considerazione del positivo riscontro dell’anno precedente, la “Miss Livorno” sperimentale dell’anno prima fu riproposta: il numero delle ragazze cominciò a salire ed iniziarono ad essere introdotte le prime fasi preliminari per giungere ad un numero “gestibile” di concorrenti. Vinse Cristina Bigazzi, diciassettenne, la giuria rimase ammaliata dal suo look acqua e sapone e dal suo modo elegante di presentarsi in passerella. Il 1993 segnò un salto di qualità dal punto di vista dello spettacolo inserito nel contesto della serata. Più spazio alla musica, al cabaret ed anche al vernacolo: ma anche tante concorrenti, tra le quali si impose Carlotta Di Paco, diciassette anni, bionda studentessa che successivamente riuscì ad affermarsi tra le prime trenta ragazze finaliste a Miss Italia. Il 1994 fu l’anno di Sara Vassallo: diciannove anni, viso dolce e sguardo incantevole, riuscì a d accaparrarsi non solo i voti della giuria labronica, ma anche quelli della giuria nazionale di “Una ragazza per il cinema” (per il quale Miss Livorno rappresentava la finale per litorale toscano), che a Taormina la decretarono la “più bella tra le belle” di tutta Italia. Il 5 agosto del 1995 la fascia di reginetta labronica fu conquistata da Ilaria Calzone, sedici anni ed un fisico da top model: in una cornice da grande evento, da segnalare la presenza in giuria di un ancora solo promettente Dario Ballantini. Scettro e corona, il 24 agosto 1996 andarono alla bionda Nancy Rolla, in un contesto estremamente suggestivo, con vele e surf sul solarium; per la prima volta il concorso visse intorno ad un defilèe di moda abbigliamento, intimo, e abiti da sposa. La bella Nancy si affermò pochi giorni dopo anche alla finale nazionale di “Miss Muretto di Alassio”, conquistando la terza posizione. Jennifer Borella, diciannove anni, tipico esempio di ragazza semplice ma determinata, bionda studentessa del Colombo, allora abitante nel nuovissimo quartiere della Scopaia, si aggiudicò la fascia di Miss Livorno nel 1997, mentre un anno più tardi, quando il concorso cominciò ad espandersi anche a livello provinciale, a vincere l’ambito premio fu Vanessa Kratochvil, diciassette anni, nata a Roma da padre austriaco e madre di Capo Verde, “inviata” da Cecina, dove aveva vinto il titolo di “Miss Targa Cecina” di quell’anno. Nel 1999 a vincere fu invece la bellezza tipicamente mediterranea di Fran-

cesca Fallani, mentre nel 2000, sotto le telecamere di RAI 3, si impose la bionda studentessa Chiara Campo, che prosegui poi negli anni ad occuparsi di moda come modella ed indossatrice (hobby che ancora coltiva con passione). Dal 2001 in poi il concorso Miss Livorno assunse connotati assai ampi: le selezioni prefinale si moltiplicarono, le adesioni diventarono sempre più numerose, la popolarità dell’evento si accrebbe. Le ragazze cominciano ad essere presentate in ante- prima alla popolazione, cominciarono i giri in barca sugli stabilimenti balneari ed i tour in città in vespa e su auto d’epoca. A vincere nel 2001 fu Glenda Lenzerini, seguita l’anno dopo dalla mora Laura Balzano, che l’anno precedente si era classificata seconda. Mentre nel 2003 fu la bellezza di Lisa Cacciari a prevalere su oltre trenta concorrenti, nel 2004 la bionda Silvia Gigoni , sedici anni, sbaragliò tutti, prevalendo anche sulla sorella, in gara anche lei. In quell’anno furono assegnate ben dodici fasce premio. Nel 2005 a prevalere fu Sara Guidetti, 17 anni, che non si limitò ad affermarsi in terra labronica: a distanza di undici anni, la Miss Livorno tornò da Taormina, dal concorso “Una ragazza per il cinema”, da vincitrice assoluta, accompagnata anche dai successi delle altre ragazze livornesi Rebecca Bassano, Benedetta Falleni e Alice Leonardi. La Benedetta Falleni, 15 anni, un fisico imponente, non contenta dei lusinghieri risultati dell’anno precedente si aggiudicò il titolo nel 2006, premiata dal ballerino Kledi di Canale 5. E mentre la diciottenne Shara Dendi, studentessa al Colombo con l’obbietti-



11

vo di raggiungere Salsomaggiore vinse Miss Livorno nel 2007 premiata dall’attore e protagonista dell’ “Isola dei Famosi” Daniele Interrante, nel 2008 il titolo di reginetta labronica andò all’atleta Madine Konate, un fisico da gazzella, viso dolce ed incantevole (si aggiudicò anche il titolo di “Miss Livorno Calcio”, inserito già dall’anno precedente tra i premi di Miss Livorno). Il 2009 fu l’anno di Ginevra Giardini, bionda e simpatica ragazza, 17 anni, alta 1,77, occhi marroni e capelli castanochiari, hobby della danza, soprattutto hip-pop e classica. Allora tifosa dell’Inter era studentessa all’Istituto Attias e il suo più grande sogno nel cassetto era quello di diventare modella. Il 21 agosto 2010 la bella Ginevra cedette lo scettro a colei che si era classificata seconda l’anno precedente, ovvero Martina Spagnoli, diciassette anni, capelli castani lisci e 1.77 di altezza. Studentessa al liceo Cecioni, sognava un futuro da magistrato. Ospite della serata, presidente della corposa giuria, il personaggio e giornalista Rai Luca Giurato. Ventunesima Miss Livorno, l’anno seguente, venne incoronata Greta Alessandra Ferretti 17 anni, fisico minuto, mora, taglio sbarazzino e sguardo da femme fatale. Greta Alessandra precedette al fotofinsh Naomi Norci: uguale punteggio finale per loro, ma con la Ferretti premiata a seguito dei maggiori voti massimi ricevuti.

A sbaragliare la concorrenza, nel 2012, fu la mora Eleonora Alfatti, eletta dopo oltre tre ore di spettacolo e nubi minacciose esplose fortunamente soltanto al termine della proclamazione delle vincitrici. Studentessa in biologia sanitaria pensava al suo futuro come ostetrica. Nel 2013, invece, la finale di Miss Livorno, come il titolo di un celebre film di Hitchcock, fu “vissuta due volte”: un violento quanto breve acquazzone interruppe la sfilata delle prime ragazze in gara, costringendo l’organizzazione a rimandare l’appuntamento alla settimana successiva. Per motivi gestionalilogistici l’elezione delle belle di Livorno abbandonò per la prima volta nella sua storia i Bagni Pancaldi per spostarsi sul campo centrale della Libertas Sport Tennis, già sede ospitante la semifinale. E in un contesto elegante e raffinato, dopo uno show fatto di defilèe di moda, esibizioni di danza, cantanti ed evoluzioni acrobatiche di arti marziali, la giuria (numerosissima, come al solito), scelse la bionda Beatrice Turini, diciassette anni, studentessa all’ITI, fisico da atleta, sorriso dolce e viso incantevole. Già dal giorno dopo l’elezione di Beatrice, apparve subito chiaro che Miss Livorno aveva ormai raggiunto delle dimensioni tali da non poter esser costretta in strutture dalla capienza limitata. Dove poteva dunque essere ospitata la finale di un concorso che non aspettava altro che aprirsi definitivamente a tutta la città? Si sviluppò un progetto-sogno… far sfilare le Miss livornesi nel luogo simbolo labronico, alla Terrazza Mascagni, all’ombra del Gazebo. E grazie alla disponibilità dimostrata dall’Amministrazione comunale e dall’ufficio turismo e grandi eventi del Comune, il progetto-sogno divenne realtà nel 2014, con

un successo inimmaginabile (stimate oltre cinquemila presenze sul viale Italia). Sulla lunga passerella, nell’ambito di uno spettacolo-show di oltre tre ore, trenta ragazze si contesero fasce e titoli in grado di portarle dritte alla finale nazionale del concorso Miss Blu Mare, programmato dalla MSC crociere durante una crociera nel Mediterraneo. E ad affermarsi nella ventiquattresima edizione di Miss Livorno, fu Cioma Ukwu, quindicenne dal fisico statuario, livornese ma di origini nigeriane, altissima (1,85 cm) occhi e capelli neri, aspirazioni da avvocato e da modella. Arriviamo al 2015: la Terrazza Mascagni è nuovamente presa d’assalto da famiglie intere, amici, “fans”, fidanzati ed ex, per una nuova finale, la venticinquesima, distribuita per la prima volta su due serate, ancor più carica di emozioni, avvalorata dal ricordo di una ex Miss, Ilaria Carella, scomparsa tragicamente in un incidente stradale ed alla quale sarà per sempre intitolata la fascia “Miss delle Miss”. Ad aggiudicarsi il titolo di Miss Livorno – XXV edizione – è l’affascinante bionda Linda Sonetti, studentessa al Cecioni e ballerina di successo. Nella ventiseiesima edizione, infine, la manifestazione riscuote un altro grandissimo successo: in una serata in cui tutta Livorno sembra essersi riversata sul lungomare, sfilano sullo scacchiere della Terrazza, magnifica passerella-palco naturale, ventinove bellissime aspiranti reginette. E tra loro si afferma la bionda Kiara Ferretti, quindicenne studentessa in scienze umane al Liceo Cecioni. A chi cederà il titolo di reginetta labronica sabato 26 agosto, ancora una volta alla Terrazza Mascagni?



13

Albo d’oro

1991 MARIANGELA CATAPANO

2004 SILVIA GIGONI

1992 CRISTINA BIGAZZI

2005 SARA GUIDETTI

1993 CARLOTTA DI PACO

2006 BENEDETTA FALLENI

1994 SARA VASSALLO

2007 SHARA DENDI

1995 ILARIA CALZONE

2008 MADINE KONATE

1996 NANCY ROLLA

2009 GINEVRA GIARDINI

1997 JENNIFER BORELLA

2010 MARTINA SPAGNOLI

1998 VANESSA KRATOCHVIL

2011 GRETA ALESSANDRA FERRETTI

1999 FRANCESCA FALLANI

2012 ELEONORA ALFATTI

2000 CHIARA CAMPO

2013 Beatrice TURINI

2001 GLENDA LENZERINI

2014 Ukwa Cioma

2002 LAURA BALZANO

2015 LINDA SONETTI

2003 LISA CACCIARI

2016 KIARA FERRETTI

Miss Livorno

1991

MARIANGELA CATAPANO È targata Taranto la nuova Miss Livorno

V

Ama nuoto, ginnastica e body building

enti anni ancora da compiere, studentessa, capelli biondo-castani, un viso dolce acqua e sapone, un fisico imponente (è alta 1,80), una spigliatezza naturale ed un portamento sicuro: è lei, Mariangela Catapano, tarantina di nascita ma livornese d’adozione, la Miss Livorno 1991. Diplomata quale “dirigente di comunità” e prossima iscritta all’Università di Pisa nella facoltà di lingue, la bella Mariangela è domiciliata nella città di Taranto, ma trascorre a Livorno (dagli zii) la maggior parte del suo tempo: al centro labronico la legano, infatti, rapporti di amicizia, di studio, di soggiorni estivi oltre che di parentela. È conosciutissima ai Bagni Pejani, dove per almeno un mese all’anno passa intere giornate di mare, sole e sport (ama il nuoto, la ginnastica ed il body building). L’elezione

di Mariangela Catapano - una ragazza che ambisce alla carriera di hostess o di interprete parlamentare senza tuttavia scartare l’ipotesi di un futuro da fotomodella o da top model - è giunta al termine di una serata veramente particolare ben condotta da Vezio Benetti e dallo speaker di Radio Fragola Gianluca Bonetta. Tra i giurati l’assessore al commercio e artigianato Lino Pagano, il direttore dell’ufficio marketing della Cassa di Risparmio di Livorno Marcello Marziani, il presidente della Circoscrizione 3 Gianfranco Balestri, il responsabile dei servizi sindacali della Confcommercio Daniele Pracchia, il segretario provinciale dell’Enars Acli cav. Battista Strucchi, la Miss Toscana 1990 Sonia Angelelli e l’indossatrice Elisabetta Donati.



15

Miss Livorno

1992

B

CRISTINA BIGAZZI

Cristina, bellissima…

La giuria ammaliata dal suo look acqua e sapone. Allieva del “Cecioni”, ama la musica di Venditti

ionda, capelli a “baschetto”, un viso incantevole acqua e sapone, occhi castani, un fisico da fotomodellaindossatrice valorizzato da una naturale spigliatezza e da una semplicità nel comportamento talvolta tradita da un pizzico di timidezza; studentessa, diciassette anni ancora da compiere, è lei, Cristina Bigazzi, la Miss Livorno 1992, la neo reginetta labronica eletta ai Bagni Pancaldi, nel corso di uno spettacolo di bellezza, moda e magia. Di fronte al pubblico delle grandi occasioni, sotto le telecamere di Granducato Tv, la bella e dolce Cristina ha avuto la meglio, a colpi di tacco a spillo, su altre diciannove agguerrite concorrenti, preventivamente iscrittesi al concorso tramite il tagliando pubblicato sul giornale Il Tirreno.

Miss Livorno

1993

Assidua frequentatrice dei Bagni Lido, appassionata e seguace di Antonello Venditti, la Bigazzi è riuscita a prevalere su tutte le altre aspiranti Miss ammaliando una giuria qualificata e numerosa composta da personalità politiche ed economiche, da rappresentanti della stampa e televisione, da esponenti del mondo della moda e dello spettacolo. Le altre Miss premiate: Elisa Bosco, Miss Simpatia, maturità scientifica, già partecipante a selezioni di Miss Italia, aspirazioni giornalistiche e progetti per continuare gli studi in ambito psicologico e letterario; Leda Pampana, Miss Eleganza-Radio Fragola, ragioniera, attualmente hostess congressuale, con sogni nel cassetto nel campo dell’abbigliamento.

CARLOTTA DI PACO Carlotta conquista lo scettro di Miss È figlia d’arte la slanciata Miss Livorno ’93. Allieva del “Colombo”, ama la musica di Eros Ramazzotti

D

iciassette anni compiuti il 25 luglio scorso, studentessa al Colombo, un fisico imponente e slanciato (è alta 1,76), sguardo incantevole e profondo. Segni particolari: biondissima. Si chiama Carlotta Di Paco, abita in via Funaioli (vicino via Montebello), è nubile (ma fidanzata...) ed è una splendida Miss Livorno 1993. Aspirazioni da modella ed indossatrice, hobby sportivi (palestra), gusti musicali rivolti in particolar modo ad Eros Ramazzotti ed agli 883, la bella Carlotta è “figlia d’arte”: anche la mamma Anna, infatti, oggi apprezzata pittrice, ha preso parte in gioventù a concorsi di bellezza a livello nazionale, sfiorando la partecipazione a Salsomaggiore (dove non andò per il veto dei genitori). Ma per la neo reginetta labronica, che

ha ricevuto l’ambìto titolo sabato sera nel corso di un’intensa serata-spettacolo sotto le stelle sui Bagni Pancaldi (con un pubblico da tutto esaurito), il traguardo della finale di Miss Italia non sarà un miraggio. A Salsomaggiore, infatti, Carlotta andrà sicuramente (e con il consenso familiare) in virtù del titolo di Miss Wella conseguito già da tempo a livello regionale. “E sarà in quella sede – ha affermato la Di Paco al termine della serata mondana pancaldiana – che cercherò di avviarmi ad una professione nel campo dello spettacolo, senza tuttavia tralasciare la scuola e senza soffocare il fine primario che mi spinge a partecipare a concorsi come questo, ossia il divertimento e l’happening nel mondo della moda”.


S

PN C M iss ai EU ON Liv lett MA TI or ori TIC no di I 20 17

Cambio gomme auto, furgoni, scooter

Deposito gomme stagionali

Officina meccanica • ampi locali

Auto di cortesia

Centro revisioni fino • a 35 qt - moto

Riservato ai lettori “Miss Livorno 2017” presentando questo coupon

Pneumatici a partire da 38€ - Sconto 10% per tagliando auto

OFFICINA: Via Torino int. 4/E - Livorno - Tel./fax 0586.857117 REVISIONI: Via Napoli, 14 - Livorno - Tel. 0586 864594


17

Miss Livorno

1994

SARA VASSALLO

La più bella è Sara

Semplice e sincera, gioca a tennis e va in moto. Studentessa del “Cecioni”, pratica windsurf

D

iciannove anni compiuti il 10 febbraio, biondo-castana dagli occhi verdi, viso dolce e sguardo incantevole, fisico slanciato e portamento sicuro: è lei, Sara Vassallo, studentessa al liceo Scientifico Cecioni, abitante in via Sommati 58, la bella e graziosa Miss Livorno 1994. Ragazza semplice e simpatica, aperta ai rapporti con la gente, dichiarata per ammissione delle numerosissime amiche e dei tanti amici che la conoscono “sincera e sempre disposta a stare in compagnia”, la neo reginetta labronica è una sportiva convinta: gioca a tennis, pratica il windsurf, va in moto; ha già vinto una selezione per Miss Gran Prix e Miss Moda Estate ’94, sta partecipando alle selezioni per Miss Mondo, parteciperà prossimamente all’elezione di Miss litorale e Miss Toscana (ultimo “scoglio”, questo, verso

Miss Livorno

1995

le finali di Salsomaggiore di Miss Italia). “Dedico questa affermazione-ha detto evidentemente commossa al termine della proclamazione a Miss-a coloro che mi hanno seguita ed acclamata; un grosso bacione a tutti, in primis agli amici ed ai miei genitori”. La sua elezione, salutata dagli applausi convinti di un pubblico da tutto esaurito, è avvenuta sabato sera sui Bagni Pancaldi, nel corso di un “happening” ispirato dal quadrinomio bellezzamoda-spettacolo-eleganza. Sono inoltre finite sotto i flash dei fotografi, malgrado i premi previsti fossero soltanto tre, due damigelle elette a sorpresa corrispondenti al nome di Francesca Borella e Alessandra Ciappi, distanziate per una manciata di punti dalla biondissima e super acclamata Matilde Giorgi (Miss Frago-

la ’94) e dalla “mora mozzafiato” Sole Leonardi (Miss Sorriso).

ILARIA CALZONE Ilaria, sei tu la più bella

Sedici anni, fisico da top model. Studentessa al Calamandrei, ascolta musica da discoteca

H

a incantato la giuria con il suo viso dolce acqua e sapone, con l’eleganza dei movimenti, con il suo modo di presentarsi da ragazza semplice ma determinata: al gran galà di Miss Livorno ‘95, presentato sabato sera sui Bagni Pancaldi di fronte ad un pubblico da tutto esaurito, il titolo di reginetta labronica, divenuto in questi ultime edizioni sempre più ambito e foriero di successi a livello nazionale, è andato a lei, Ilaria Calzone, sedici anni compiuti l’11 gennaio, abitante in via Pietri, 4 (zona di via Goito) studentessa al Calamandrei dove è stata promossa in terza. Biondo-castana, occhi marroni-scuri incisivi ed espressivi, fisico slanciato (è alta 1,74), sguardo affascinante, la bella e graziosa Miss Livorno 1995 pratica la pallacanestro ed il nuoto, le piace anche la pallavolo, è juventina accanita, frequenta i Bagni Fiume, ascolta musica da disco-

teca e ama andare a ballare con gli amici. Le sue aspirazioni ed i suoi programmi futuri? “Anzitutto intendo finire gli studi intrapresi-ha dichiarato a “caldo”, subito dopo la proclamazione, evidentemente emozionata; “ma il mio sogno-ha proseguito- è quello di affermarmi nel settore della moda e dello spettacolo, in qualità di indossatrice o di fotomodella”. Ancora quasi incredula di aver raggiunto il traguardo di Miss Livorno, la bella Ilaria è stata subito rapita dagli abbracci degli amici e dai baci commossi dei genitori (il padre è impiegato e la mamma commerciante). La sua elezione, salutata dagli applausi convinti del pubblico, è stata decretata al termine di un happening di moda-eleganza-bellezza e spettacolo, promosso dalla Sax Promotions, dalla Coop “Aldo Moro” e dalla nuova emittente livornese Radio Rosa.



19

NANCY ROLLA

Miss Livorno

1996

Scettro e corona per Nancy Rolla

D

Ha messo d’accordo pubblico e giuria Studentessa al Colombo, gioca a pallavolo in serie D

olce e incantevole, elegante nei movimenti e nel modo di parlare, biondissima dagli occhi azzurri espressivi ed ammalianti: è lei, Nancy Rolla, studentessa al Colombo, 16 anni, abitante in via Giolitti, la Miss Livorno per l’anno 1996. Fisico slanciato (è alta 1,77) ha messo tutti d’accordo, pubblico e giuria, ai Bagni Pancaldi, dove per il sesto anno consecutivo il trinomio bellezza, moda e spettacolo è riuscito a far decollare un gran galà entrato ormai a pieno titolo tra gli appuntamenti da non perdere dell’intera attività balneare cittadina. “Dedico questa vittoria – ha detto la neo reginetta labronica, che gioca a pallavolo in serie D nel Tirrenia Volley – interamente al mio ragazzo, con il quale sono fidanzata e mi trovo splendidamente da due mesi”. Autodefinitasi piuttosto

Miss Livorno

1997

testarda, tenace ed espansiva, Nancy ha ammesso di essere molto attratta per il futuro dal teatro e dalla passerella. “Ma solo – ha sottolineato – se saprò mantenere lo spirito di divertimento con il quale ho partecipato a Miss Livorno”. Ed è proprio il divertimento (con uno sguardo ad una possibile carriera futura) il leitmotiv che sembra aver spinto sul solarium pancaldiano le venti ragazze di Miss Livorno e le otto aspiranti Miss Pancaldi, il classico concorso dei bagni, quest’ultimo, inserito per la prima volta nell’ambito dell’elezione della Miss labronica. Oltre a Nancy Rolla sono state premiate dall’organizzazione Sax Promotions Luna Catarsi (Ragazza Sprint, 14 anni, carattere vivace ed espansivo), la sorella Kenia Catarsi (Miss Sax,

quindicenne mora mozzafiato) ed Irene Viscariello, Miss Eleganza, diciassette anni studentessa al Magistrale.

JENNIFER BORELLA

La più bella sei tu, Jennifer…

V

Viso incantevole, semplice e determinata Diplomata al Colombo come operatrice turistica

entisei ragazze partecipanti, parentesi di spettacolo di qualità, di musica, di moda, di cabaret, di danza; e poi, effetti luce e scenografie ben ideate, ambiente da “happening” con la presenza di ospiti di rilievo nell’ambito del cinema, della televisione e della stampa non solo locale, tanti addetti ai lavori invitati appositamente alla scoperta di volti nuovi da inserire nelle loro prossime promozioni e lavorazioni: è risultato un gran galà ben curato in ogni minimo dettaglio l’appuntamento con l’elezione di Miss Livorno ’97 che sabato sera ha attirato il pubblico delle grandi occasioni sul solarium trasformato in palcoscenico dei bagni Pancaldi. Protagonista dello show, organizzato dalla Sax Promotions, è stata lei, la neo reginetta labronica, indicata da una giuria di ben diciannove componenti come la più accreditata a ricoprire un tito-

lo che in questi anni è riuscito a costituire una vetrina assai valida per l’avviamento nel mondo della moda e dello spettacolo a livello nazionale. E lei, che adesso dovrà affrontare il primo esame prestigioso di Miss Muretto di Alassio, corrisponde al nome di Jennifer Borella, viso incantevole e dolce, elegante nei movimenti, tipico esempio di ragazza semplice ma determinata. Diplomata al Colombo come operatrice turistica, la bionda Jennifer compirà il 25 agosto il suo diciottesimo compleanno. Abita in via Inghilterra, alla Scopaia ed il suo sogno è riuscire un giorno a potersi affermare in ambito televisivo o dello spettacolo in genere. La serata è stata presentata da Simone Fulciniti (vincitore di “Beato tra le donne”, attore) e da una brillante Marianna Mecacci, presentatrice ufficiale del concorso “Fotomodella dell’anno”.


Lorenzo e Leonardo Minichiello premiano Miss Dinamica  Costruzioni e assemblaggio tubi flex  Costruzioni e assemblaggio tubi flex raccordati inox

 Distributore Hallite Italia  Costruzione impianti idraulici e pneumatici (cilindri, centraline a disegno)  Progettazione impianti

 Vendita guarnizioni, raccordi, oli, tubi flex, elettrovalvole, pompe, giunti, tubi rigidi (per condotte oleodinamiche)

 Tubi raccorderia elettrovalvole per impianti pneumatici, raccorderia valvole e tubi inox AISI3 16

DISTRIBUTORE E RIVENDITORE AUTORIZZATO

F.LLI TOGNELLA

Via delle Sorgenti, 108 - Nugola (LI) Tel. 0586 977325 - Fax 0586 978063 - Cell. 333 6384883 www.oleodinamicalivorno.com • E-mail: oleodinamica.li@tiscali.it


21

Miss Livorno

1998

VANESSA KRATOCHVIL

Il fascino di Vanessa conquista Livorno… Un cocktail ben riuscito di bellezza ed eleganza. Nata a Roma, ama la musica soul, rap e funky

È

stato un “gran galà” di rilievo, veramente degno dei rinomati spettacoli di altri tempi, che riuscirono a costruire il prestigio dei Pancaldi dagli anni ’50 in poi; la serata di Miss ’98 proposta ai Pancaldi non può che essere identificata come un cocktail ben riuscito in cui la bellezza, l’eleganza ed il “tutto quanto fa spettacolo” hanno giocato un ruolo sinergico difficilmente rilevabile in grandi spettacoli similari. E di fronte ad un pubblico da tutto esaurito le assolute protagoniste dello show sono state loro, le aspiranti reginette labroniche, provenienti anche dalla provincia. Tra tutte, per pochi scarti di punto, la più accreditata a ricoprire un titolo divenuto negli anni sempre più ambito, è risultata lei, Vanessa Kratochvil, diciasset-

Miss Livorno

1999

te anni ancora da compiere, che adesso sarà chiamata a prendere parte alle fasi finali regionali del concorso “Una ragazza per il cinema”. Viso incantevole e dolce, fisico slanciato, elegante nei movimenti, Vanessa risulta nata a Roma, da padre austriaco e mamma dell’Arcipelago del Capo Verde; residente a Cecina, dove lavora come barista, la neo Miss Livorno è alta 1,73, capelli riccioluti e occhi marroni. È una ragazza semplice ma determinata, le piace andare in palestra e ballare, il suo sogno è poter diventare un giorno un’attrice affermata. In proposito, i suoi modelli di attore sono Eddie Murphy e Demi Moore. Simpatica, socievole e sicura di sé, l’“esotica” Miss Livorno ’98 ha una passione per la musica soul, rap

e funky, non è fidanzata, ha una squadra del cuore (l’Inter).

FRANCESCA FALLANI

Francesca, è lei la Miss Livorno 1999

Viso espressivo, dolce e misterioso... Studentessa al quinto anno del Magistrale

N

on una semplice elezione di Miss, bensì un vero e proprio show, un varietà in cui musica, bellezza, eleganza e cabaret, espressività artistiche e sportive più varie sono state intarsiate e ben amalgamate tra loro. Il risultato dell’operazione? Un vero successo, uno spettacolo senza pause, ricco di tanti risvolti ed in grado di non far mai calare l’attenzione e l’interesse del pubblico. Il “profilo” dello spettacolo è per l’edizione 1999 di “Miss Livorno”, svoltasi sul solarium trasformato in palcoscenico dei Bagni Pancaldi. Hanno partecipato 19 ragazze, con la presenza in veste di giurati di tanti addetti ai lavori nell’ambito della moda e dello show business, di rappresentanti istituzionali e della stampa non solo locale. E per il secondo anno consecutivo Miss Livorno ha assunto anche il ruolo di semifinale regionale del concorso nazionale “Una ragazza per il cinema”, le cui finali nazionali si svolge-

ranno a Taormina nel mese di settembre. La prima ragazza ad aver conquistato il diritto a proseguire nella strada di quello che rappresenta uno dei massimi concorsi nazionali di bellezza è stata lei, la neo Miss Livorno 99, alias Francesca Fallani, 18 anni, residente in Piazza Di Vittorio a Stagno, studentessa al quinto anno del Magistrale. Viso espressivo, dolce e misterioso, fisico slanciato, Francesca è figlia di madre rumena e di padre pistoiese. La sua è una bellezza dai tratti tipicamente mediterranei: capelli neri lunghi, occhi neri espressivi, altezza 1,78. Al secondo posto, Miss Sax Promotions, si è classificata Francesca Banti, nata il 26 gennaio 1983, studentessa all’Iti, al terzo posto Elisa Balloni (Miss Eleganza, già Miss Bagni Tirreno nel ’98, alta 1,73, capelli castani), mentre la quarta fascia, quella di Ragazza Sprint B.S. Foto è andata a Erika Miriello, già Miss Bikini, studentessa all’Orlando.



23

Miss Livorno

2000

CHIARA CAMPO

La bionda Chiara è la Miss Livorno 2000

I

Orgogliosa, gelosa ma sempre sincera. Studentessa del Vespucci, ascolta musica pop e rock

n ventiquattro si sono contese ai Bagni Pancaldi lo scettro di Miss Livorno del 2000. I loro nomi? Eccoli: Alice Paolettoni, Serena Casali, Claudia Mainardi, Jessica Cavallini, Camilla De Salvo, Elisa Ferroni, Ilenia Ferrara, Michela Serpi, Cristina Scali, Camilla Amendolea, Elena Santini, Chiara Carmignati, Sara Romanacci, Roberta De Santis, Erika Tacciati, Chiara Campo, Giulia Zucconi, Barbara Bonaccorsi, Sheila Schirru, Erika Miriello, Alice Pranzetti, Lunia Del Vivo, Deborah Falcinelli, e Annalisa Riversi. Ad incantare la giuria, con il suo modo di presentarsi e con la sua bellezza acqua e sapone è stata lei, Chiara Campo, bionda sedicenne, studentessa del Vespucci dove frequenta la terza classe, al corso Mercurio; alta 1,71, occhi marroni, viso

Miss Livorno

2001

dolcissimo, spontanea ed elegante nel portamento, la neo reginetta livornese è una ragazza che si è definita orgogliosa, a volte piuttosto insicura nelle scelte, gelosa, ma sempre e comunque sincera. Abita alla Scopaia, in via Svezia ed al momento ha un solo desiderio particolare: portare avanti gli studi e raggiungere il diploma, per poi valutare ulteriori sviluppi scolastici. Padre operaio al cantiere, mamma casalinga, è fidanzata con Andrea Stefanini, tra i suoi hobby troviamo il ballo e l’ascolto pressoché costante della musica, preferibilmente pop e rock. Frequenta assiduamente i Bagni Lido ed è inserita in un folto gruppo di amici alla “piazzetta” di Coteto. Tra i suoi personaggi preferiti nel mondo dello spettacolo primeggi a Raoul Bova, seguito di pari passo da Jovanotti. La sua elezione, annunciata dal

bravo e abile affabulatore Alby è avvenuta di fronte ad una giuria numerossima e ad un pubblico da “grandi occasioni”.

GLENDA LENZERINI

È Glenda la Miss Livorno 2001

L

Sorriso ammaliante, timida e socievole. Frequenta le Magistrali, indirizzo pedagogico

e belle tra le belle, nel terzo millennio, non si commuovono più. Sorridono a 32 denti, magari un torrente di emozioni, ma della lacrimuccia neppure l’ombra. Asciutti anche gli occhi di Glenda Lenzerini, 18 anni: quando Alby, brillante presentatore della serata, l’ha proclamata Miss Livorno 2001, lei ha accennato un sorriso ammaliante, si è mollemente e sapientemente portata al centro del palco, ha accettato la fascia ed i fiori come se fosse la cosa più normale del mondo, come bere un caffè o prendere l’autobus. “Sono emozionata – ha comunque confessato – perché questa scommessa l’ho accettata quasi per scherzo. Cosa cambia adesso per me? Assolutamente niente: continuerò a studiare ed a fare la mia vita, anche se essere scelta come la più bella di Livorno è una grande soddisfazione”. Fisico esile da pin-up (1,75 abbondante),

capelli biondo cenere ed occhi marroni, la bella Glenda studia alle Magistrali, dove l’anno prossimo affronterà la maturità ad indirizzo pedagogico. Si è definita timida ma socievole: socievole sembra davvero, sul timida non giureremmo, basta vedere il modo con cui ha “aggredito” la passerella ed i giurati. Giuste anche le altre nomination da parte della giuria, capitanata dall’assessore Vezio Benetti: la fascia di Ragazza Sprint Pentafoto è andata alla biondissima Eva Malvolti, il titolo di Miss Sax Promotions a Barbara Bonaccorsi, Miss Romance 2001 è stata eletta Laura Balzano, unica mora tra le vincitrici. Ma è stato un concorso particolarmente riuscito, in quanto ogni concorrente, nessuna esclusa, poteva salire sul podio senza creare dissensi ed ognuna delle ventisette girls livornesi in gara ha tirato fuori grinta e soprattutto simpatia.



25

Miss Livorno

2002

LAURA BALZANO

Laura, la notte della rivincita

Seconda l’anno scorso, ora ha trionfato ed è Miss Livorno 2002. Studentessa del Cecioni, pratica danza classica e moderna-jazz

L

unghi capelli neri ed occhi ebano profondissimi, dalla linea orientale. La nuova Miss Livorno si chiama Laura Balzano, 18 anni ancora da compiere. Era arrivata seconda nella scorsa edizione, ma quest’anno, con il numero tre, si è presa una bella rivincita. Quando Alby, mattatore della serata ai Pancaldi, ha dato l’annuncio che era lei la reginetta labronica, invitandola a ricevere la fascia ed i fiori, tensioni e stanchezze accumulate in una settimana-tra selezioni, prove e provini fotografici, tour in barca sugli stabilimenti balneari e passeggiate in bici sul lungomare ed in centro-si sono sciolti in un sorriso pieno di gioia, commozione e gratitudine. Alta 1,73, Laura studia al Liceo Cecioni, indirizzo pedagogico. Pratica danza classica e moderna-jazz e dice di aspi-

Miss Livorno

2003

rare seriamente ad un futuro nel mondo dello spettacolo. Ricevuti i premi ed i fiori da Vezio Benetti, assessore allo sport e da Walter Ferrini, in rappresentanza della Banca Toscana, Laura è stata presa d’assalto dai flash dei fotografi e dalle telecamere di 50 Canale, che hanno fermato i momenti più belli della serata. Le altre sei nominations? Con un esiguo distacco alle spalle di Miss Livorno si sono piazzate Silvia Simoni, Sigrid Baldanzi, Rossella Bessi, Lisa Cacciari, Chiara Iacuzio ed Elisa Macchiarini. Le prime quattro classificate accederanno di diritto alla finale regionale del concorso nazionale “Un volto per fotomodella” che eleggerà il volto più bello d’Italia a metà settembre, nel Palazzo reale di Caserta.

LISA CACCIARI

È Lisa la Miss Livorno 2003

È

Andrà alle finali di “Una ragazza per il cinema” Diciotto anni, occhi azzurri e un sorriso radioso

Lisa Cacciari la Miss Livorno 2003. Delle trentatre ragazze che sabato sera hanno sfilato sul solarium dei Bagni Pancaldi, una giuria ampia e qualificata ha decretato la vincitrice dell’ambito titolo labronica ed ha assegnato ad altre cinque bellezze nostrane fasce e premi che serviranno da trampolino di lancio per nuovi concorsi di bellezza, per sfilate di moda e per accedere alla finale del concorso nazionale “Una ragazza per il cinema” che si svolgerà dal 3 al 7 settemgre alla terme di Acireale. Diciotto anni, occhi azzurri, una cascata di capelli lisci castano scuri, un sorriso radioso, la carnagione scura, Lisa Cacciari ha un corpo longineo e affusolato, dall’alto dei suoi 1,75 di altezza. Insieme a Lisa volerà verso la Sicilia anche la seconda classificata Sigrid Baldanzi, 20 anni, nata a Grenoble, che

vive in via Accademia Labronica. Eletta con il titolo di Miss Livorno sport, è alta 1,72, capelli biondo scuro e occhi castani, studia all’Università e sogna di diventare giornalista. Terza classificata, che accede alla finale nazionale di Acireale con il titolo di Miss Golmar Italia è la quindicenne Sara Guidetti. Nata a Viareggio, risiede a Livorno, è alta 1,70, occhi marroni, capelli castani, ambisce a diventare modella, gioca a pallavolo, ama la corsa e la lettura. A Elisa Tafanari è stata assegnata la fascia di Miss Ippodromo Caprilli, mentre con le votazioni del 21 agosto al centro Commerciale Fonti del Corallo, è stata eletta Francesca Zuccherino (già Miss Collesalvetti 2003). Infine la giuria ha premiato la sedicenne Sara Lotti con la fascia di Miss www.livornotop.com.



27

Miss Livorno

2004

SILVIA GIGONI

Silvia, sedici anni: è lei la reginetta

P

Sedici anni, occhi azzurri e capelli biondi “Mi piacciono le sfilate di moda ma per ora c’è il liceo…”

ensava fosse la sorella maggiore Arianna a vincere il titolo di Miss Livorno. Ed invece a vincere è stata lei, la più piccola delle due, entrambe concorrenti sul solarium dei Pancaldi. Sedici anni, occhi azzurri che brillano incorniciati da capelli biondi, “assolutamente naturali – tiene a precisare –nonostante tutti mi chiedano se sono ossigenata”. Lei è Silvia Gigoni, la nuova Miss Livorno, incoronata reginetta dopo una kermesse durata quasi tre ore. Quando pronunciano il suo nome e Lisa Cacciari, la Miss Livorno uscente, le consegna la fascia, gli occhi le brillano e ringrazia commossa. Perché ha deciso di partecipare al concorso? “Non certo per vincere-ha dettosoprattutto spinta dagli amici e poi per fare una cosa divertente, diversa dal solito. Mi piace molto sfilare ed è soprattutto per

Miss Livorno

2005

questo che mi sono convinta a “buttarmi in questa avventura”. A luglio è stata incoronata Miss Fiume, ricevendo la fascia dalla Miss uscente che era Arianna, sua sorella, la stessa con la quale ha condiviso la manifestazione Miss Livorno. Il suo sogno nel cassetto? “Non ci ho ancora pensatoha detto-per il momento devo terminare il liceo, sono stata promossa in terza all’Enriques indirizzo linguistico, poi si vedrà..”. Queste le altre fasce assegnate: a Federica De Santi è andata la fascia di Miss Bellissima 2004, a Sara Guidetti il titolo di Fashion girl, a Fiorella Nardelli la fascia di Ragazza Sprint, a Arianna Gigoni quella di Miss Livornotop.com, a Sara Lotti il premio intitolato a Ragazza Colmar; Elisa Tafanari è stata proclamata Lady Fitness, Benedetta Veratti Miss 3line, Marianna Rapisarda Dinamic

Lady, Gaia Romani Miss Fonti del Corallo, Cinzia Ferretti Miss Caprilli e Rosa Cicchitto Miss Barchetta Club Italia.

SARA GUIDETTI

A Taormina le bellezze livornesi

Con la reginetta Sara anche Rebecca, Benedetta e Alice Studia al liceo Enriques e sogna il mondo dello spettacolo

“S

pero di diventare famosa e di avere successo”. È sincera Sara Guidetti, la nuova Miss Livorno. Non si nasconde dietro falsa modestia. Lei non ha partecipato al concorso di bellezza di Miss Livorno semplicemente per gioco o per fare nuove esperienze. Il suo sogno è quello di entrare a far parte del mondo dello spettacolo. Come modella, conduttrice o velina non ha poi tutta questa importanza, purché ci sia successo. “Certoammette Sara-il successo non è tutto. Le cose più importanti nella vita sono la salute e la felicità. Io spero soprattutto di sposarmi con un uomo stupendo che mi ami”. Sara Guidetti ha diciassette anni. È nata il 20 agosto 1988 e con l’inizio del nuovo anno scolastico tornerà tra i banchi, in quarta B al Liceo Enriques. Una scuola che la impegna molto ma non le

impedisce di avere altri impegni. Come il rugby, sport che pratica dallo scorso autunno dopo diversi anni di pallavolo e la discoteca che è un’altra sua grande passione. Ogni sabato va a ballare e una delle sue destinazioni preferite è Calafuria. Inoltre è tifosissima del Livorno calcio. Il suo mito calcistico è, ovviamente, il bomber Cristiano Lucarelli. Sara ha già una certa esperienza nel campo della moda e dei concorsi di bellezza. Oltre ad essere una veterana di Miss Livorno (è il terzo anno che partecipa insieme alla sua amica Clizia Ferretti) ha all’attivo anche un calendario fatto per Miss Litorale. Cerca di fare progetti concreti per il suo futuro, anche al di là del sogno di entrare nel mondo dello spettacolo. In quel caso le piacerebbe studiare medicina per diventare dietologa, oppure andare a Roma per frequentare la scuola di teatro.


Bettarini Rent s.r.l.

info@bettarinirent.it


29

Miss Livorno

2006

BENEDETTA FALLENI Benedetta, la più bella del reame

G

ambe chilometriche, occhi verdi, capelli biondi ed un sorriso travolgente. È lei la nuova Miss Livorno: Benedetta Falleni, 15 anni, studentessa del Liceo Cecioni che sogna un futuro da modella. È stata incoronata ai Bagni Pancaldi direttamente dalle mani del ballerino Kledi Kadiu, presidente della giuria, che accompagnato dalla bella fidanzata Desy Luccini, si è rivelato il grande invitato della serata. Una sfida davvero all’ultimo voto, quella che ha coinvolto le trentadue “bimbe” finaliste livornesi che, dopo aver sfilato e sorriso come vere professioniste sotto gli occhi del pubblico sul palco-solarium pancaldiano, sono state sottoposte all’attento esame della numerosa giuria, composta da ben cinquanta elementi. Così, tra attimi nel segno della suspence (ma anche della musica e dell’allegria) lo spettacolo è andato avanti fino a not-

Miss Livorno

Incoronata da Kledi ai Pancaldi

te fonda sotto la guida del presentatore Alby, legato al concorso targato Livorno ormai da svariati anni. Il ripescaggio di cinque Miss, le sfilate in costume e in abito chic, la presentazione delle ragazze ed i momenti musicali con le premiate del Golden Disc 2006 (Noemi Baiocchi, Jessica Vitelli, Veronica Camici, Francesca Pagnini e Valeria Cosimi): sono state queste alcune delle divertenti parentesi si spettacolo che hanno intrattenuto il pubblico-assai numeroso-prima di arrivare alla proclamazione della reginetta tra le bellissime di questa edizione numero sedici. Ma la Miss Livorno 2006 non finirà qui: per la prima volta verrà realizzato un calendario in cui protagoniste saranno proprio buona parte delle ragazze che hanno partecipato a questa edizione della reginetta labronica. Il calendario sarà distribuito a Natale unitamente al giornale

“Il Tirreno” ed avrà finalità di beneficienza.

SHARA DENDI

2007

È Shara la nuova reginetta Miss Livorno 2007, ha diciotto anni e frequenta l’istituto Colombo

S

hara Dendi, diciotto anni e una cascata fitta di riccioli neri, è Miss Livorno 2007. Studia, lavora e il suo gran-

de sogno nel cassetto, quello che coltiva fin da bambina, è calcare la passerella di Miss Italia. Shara, il cui nome in arabo significa “Stella”, è stata promossa in quarta al professionale Orlando, dove frequenta l’indirizzo per operatore aziendale. “Durante l’estate però non amo stare con le mani in mano-spiega la neo Miss Livorno-e infatti da luglio lavoro in un negozio di abbigliamento del centro. Se ho già deciso cosa farò da grande? Ma, non ho ancora le idee molto chiare, comunque vorrei poter continuare a sfilare e magari riuscire a lavorare nel mondo della moda. Per il resto-prosegue-non credo che mi iscriverò all’Università. Preferisco provare ad entrare fin da subito nel mondo del lavoro”. Idee molto chiare, Shara, che ha anche due grandi passioni: il fidanzato Simone, con cui sta insieme da un anno e mezzo e la

sorellina di cinque mesi Suemy, nata a marzo. Al secondo posto, sabato sera, in un appuntamento ricco di emozioni sul solarium dei Bagni Pancaldi, si è classificata Madine Konate, quindici anni, capelli castani e lineamenti delicati, mentre terza si è piazzata Martina Checcacci, bellezza labronica che, i primi di agosto, si è classificata al terzo posto al concorso Miss Livorno Calcio. Le prime quattro classificate, dal 6 al 10 settembre saranno in Sicilia, ai giardini Naxos, per partecipare alla finale nazionale “Una Ragazza per il cinema”. Ad andare in scena sul solarium più conosciuto della città sono state la bellezza, la moda, la musica e lo spettacolo a 360 gradi, con una giuria tecnica allietata dal “naufrago” Daniele Interrante, sotto al cui occhio vigile sono sfilate le 25 ragazze finaliste.


EDILBITTA S.R.L.S.

Piazza XX Settembre, 18 - Livorno Tel./Fax 0586 959621 Cell. 328 1575418 • 338 2625948

edilbitta@virgilio.it

• Ristrutturazioni interne • Appartamenti, negozi e altro • Ristrutturazioni esterne • Tetti e facciate • Opere idriche • Opere elettriche • Cartongesso • Posa in opera di pavimenti • Tinteggiatrure • Lavorazioni spatolature • Posa in opera di parquet • Infissi e porte • Piccole costruzioni


31

Miss Livorno

2008

MADINE KONATE Madine, tutto il potere alla bellezza

Miss Livorno 2008 ha 16 anni e un sogno nel cassetto: partecipare alle Olimpiadi

U

na notte magica quella che ieri sera ha incoronato Madine Konate, sedici anni, Miss Livorno 2008. Capelli castani, occhi nocciola, alta un metro e 78, nata a Empoli ma abitante a Livorno in via Modiglioni, Madine pratica l’atletica leggera e sogna di partecipare alle Olimpiadi. La sua vittoria è apparsa chiara sin dall’inizio: figlia di una italiana e con padre ivoriano, è stata votata sia Miss Livorno che Miss Livorno calcio. Un en plein preannunciato dalla sua bellezza calda e elegante. Alla fine erano arrivate in venticinque. Venticinque bellezze, quasi tutte molto giovani-età media appena 15 anni-candidate al titolo di Miss Livorno che ieri sera si sono date battaglia fino a tarda notte sul solarium dei Pancaldi che ha accolto per il diciottesimo anno consecutivo la fase conclusiva dell’elezione. Insieme a Madine le piazze d’onore sono andate a Jasmine Voliani, appena tredici anni, che per la giovanissima età non potrà partecipare alle finali di “Una ragazza per il cinema”. Terza invece, Ginevra Giardini, bionda alta 1,76, 15 anni, occhi marroni e aspirazioni da astronauta. Sarà lei a partecipare, con Linda Bencreati, Giulia Gammanossi, Martina Spagnoli e Sara Speranza al concorso nazionale a settembre di cui Miss Livorno rappresenta la finale del litorale toscano. Come si è detto, anche il titolo di Miss Livorno calcio, assegnato la stessa sera, è andato a Madine Konate. Una bella vittoria ottenuta alla presenza di tutta la squadra del Livorno e dello staff dirigenziale della società amaranto. Ma ieri sera, in una cornice di pubblico da grandi occasioni-nemmeno un posto a sedere libero, tantissimi giovani assiepati attorno alla passerella-oltre a questi titoli sono stati assegnati anche altri tredici premi che si sono aggiunti alle due fasce (Miss Eleganza Blu Bay e Miss Livorno Finanza Sivin-

vest) già consegnate la sera della semifinale del 26 luglio. A rallegrare la serata hanno pensato i cantanti Emiliano Mascagni e Denise

Bizzi che hanno veramente fatto fuoco e fiamme con gl inviati del “Golden Disc” Martina Russomanno, Gabriele Puccetti, Teresa Rotondo, le “Five Sisters” e Serena Migliorini. A condurre ed a tessere la trama dell’evento, invece, ha pensato Alberto Bucci, in arte Alby, da anni legato alla manifestazione livornese, che ha saputo con ironia sdrammatizzare anche in quei

momenti in cui la tensione della competizione sembrava alzare un po’ i toni alle ragazze. Alla presenza di una giuria estremamente folta ed eterogenea, inferiore numericamente soltanto alla finale di Miss Italia, alla fine è arrivato il verdetto. A rappresentare Livorno nella gara della bellezza femminile saranno dunque le sei prime classificate. Ma a loro, sin

dall’altro ieri, si erano già affiancate Miss Tirreno.it e le due vallette. I loro nomi? Giulia Righi, eletta con oltre 6100 voti dai lettori del nostro giornale e vincitrice nelle ultime ore del concorso su Diletta Franzoni e Giulia Pellegrini.


1

FOTO NOVI

Le semifi 2

FOTO NOVI

3

1

30 giugno - Terrazza Mascagni

2

7 luglio - Fonti del Corallo

3

14 luglio - Miss Cecina

FOTO NOVI

Il coiffeur delle Miss è

SIMONA

acconciature

Concessionaria Renault Clas Livorno-Pisa-Cecina

EDILBITTA S.R.L.S.


4

FOTO NOVI

finaliste 27 Luglio - Marina di Bibbona

4

4 agosto - Porta a Mare

5

12 Agosto - Bagni Lido

6

FOTO NOVI

6

FOTO NOVI

Liberty Rentals

Un veicolo per ogni tua esigenza

Casa del Gas

5


Scotto PubblicitĂ 336 710317


35

GINEVRA GIARDINI

Miss Livorno

2009

È Ginevra la più bella del reame Miss Livorno 2009 incoronata ai Pancaldi in una notte da sogno Studia all’Istituto Attias e balla danza classica e hip-hop

M

iss Livorno 2009 è Ginevra Giardini, 16 anni, alta 1,77, occhi marroni e capelli castano-chiari, hobby della danza, soprattutto hiphop e classica e tifosa dell’Inter. Studia all’Istituto Attias e il suo più grande sogno nel cassetto è quello di diventare modella. “Non credevo assolutamente di vincere, l’anno scorso sono arrivata terza ed ero convinta di ottenere al massimo lo stesso risultato. Ora sono davvero felice, dice abbracciando Martina Spagnoli, seconda classificata e Miss Tirreno 2009“. Terza invece si è piazzata Martina Paganucci, altra biondissima sedicenne, quarto posto per la super favorita Jasmine Voliani. Come da diversi anni, il boccone più ghiotto, oltre al podio ai Pancaldi, è il concorso “Una ragazza per il cinema” che si terrà dall’8 al 13 settembre in Calabria, a Capo Piccolo, un’opportunità concessa soltanto alle prime quattro classificate, una bella soddisfazione per la quattordicenne Jasmine che lo scorso anno, pur essendo arrivata seconda, non aveva l’età per partecipare al concorso nazionale. Sotto il cielo stellato dei Pancaldi, neanche un posto a sedere, tantissimi i fans a sostegno delle Miss ed i giovani asserragliati lungo la spalletta per gustarsi lo spettacolo seppur da lontano. Magistrale la conduzione di Alberto Bucci, in arte Alby. Tra gli ospiti Caludio Marmugi, nuovo acquisto della kermesse, che ha regalato al pubblico un’irresistibile versione di “Acqua e sale” di Mina e Cementano in salsa labronica.

Durante la serata si sono alternate le splendide voci di Emiliano Mascagni, Martina Russomanno, Trio Boss, Elisa Ferretti, e Giada Francalacci, ex Miss esclusa dalla finale.

Una nota commovente sul finale: l’appello della mamma di Azzurra, la bambina affetta da una malattia gravissima che ha bisogno di continue cure negli Usa. Ma le vere protagoniste sono state loro, le ventisei bellissime. La prima uscita a marchio Coin: sono tutte giovani, per non dire giovanissime. Hanno dai 14 anni di Jasmine Voliani ai 22 non ancora compiuti di Johara Liguori, ma la stragrande maggioranza non supera i sedici anni. Eppure, a vedere quelle falcate da pantere pronte a divorare la passerella e la disinvoltura esibita di fronte a centinaia di occhi puntati addosso, non tutte sembrano ragazze alle prime armi. Il momento clou, poi, è quando le ragazze escono in bikini e sfilano prima davanti alla giuria

tradizionale e poi di fronte a quella delle ex Miss Livorno. È il secondo voto, quello decisivo, perché il défilé di moda mare presentato da Crilà, previsto come terza uscita, è fuori dalla gara. La tensione sale ed i sorrisi di poco prima non sono più così spontanei. Poi finalmente arrivano i risultati, i nomi delle premiate con ben dieci fasce

in palio, arrivano i nomi delle prime classificate, la vincitrice e le altre tre che andranno a “Una ragazza per il cinema”. Per le altre, resta un’esperienza ed un’avventura che difficilmente potranno dimenticare.



37

Miss Livorno

2010

MARTINA SPAGNOLI È Martina la reginetta di Livorno del 2010

17 anni, capelli castani lisci, 1.77 di altezza ed un fisico slanciato. Studentessa al liceo Cecioni, sogna un futuro da magistrato

D

opo il secondo posto nell’edizione 2009 e la conquista nello stesso anno della fascia di Miss Tirreno, nel 2010 Martina Spagnoli, diciassette anni, capelli castani lisci, 1.77 di altezza ed un fisico slanciato, ce l’ha fatta. È lei la reginetta dell’estate, la Miss Livorno del ventennale. Studentessa al liceo Cecioni, Martina sogna fortemente un futuro da magistrato, oltre naturalmente ad una affermazione nel mondo della moda e dello spettacolo. Ai Pancaldi è riuscita a sbaragliare la concorrenza di altre ventisette rivali, provenienti da casting e selezioni in giro per il litorale livornese e pisano. Al secondo posto si è classificata Linda Centofanti mentre la terza piazza è andata a Francesca Falcinelli. Un altro importante titolo, quello di Miss “Il Tirreno”, è stato assegnato tramite i voti dei lettori, alla bionda Diletta Franzoni, premiata sul palco pancaldiano dal caposervizio del giornale Alessandro Guarducci. Diletta, che proprio oggi compie 17 anni, ha ottenuto la preferenza dei lettori con un totale di 655 voti. La calda serata dei Pancaldi è iniziata con il doveroso e commosso omaggio delle Acli e del pubblico al vescovo, Monsignor Alberto Ablondi. Un minuto di silenzio e l’applauso compatto della platea. Sul palco il presentatore Alby è a suo agio, ma la star della serata è lui: chiamato dall’organizzazione Job & Service e Sax Promotions è apparso in prima fila sul palco, in qualità di presidente della corposa giuria (in tutto 53 invitati) il popolare anchorman Rai Luca Giurato, personaggio e giornalista televisivo.

Appena intervistato, si è aperto al pubblico livornese con un «Le ragazze di Livorno sono le più belle d’Italia». Immaginate il boato dei presenti. Sul maxischermo scorrono le immagini del video della semifinale, registrato al garden “Ghiomelli” e quelle del tour cittadino sulle cabrio del Barchetta Club Italia. L’atmosfera è calda, la luna (quasi) piena illumina il solarium, reso vibrante dalle curve delle giovani pretendenti al titolo. Le ragazze sono tanto belle quanto emozionate, la tensione viene allentata dal cabarettista Giuliano Chiariello che imita alla perfezione Giurato. Prima sfilata sulla passerella con gli abiti del marchio Desigual presentati dalla Coin, seconda in costume da bagno. Poi défilé moda-mare di Crilà, quindi esibizioni di ballo, esibizioni di sport acrobatico e tanta musica con i cantanti vincitori del Golden Disc,: tra loro Silvia Cerretani che si improvvisa Amy Winehouse. In tutto sono state assegnate tredici fasce.



39

Miss Livorno

2011

GRETA ALESSANDRA FERRETTI

È Greta la più bella, a Jasmine la fascia di Miss “Il Tirreno”

Diciassette anni, fisico minuto, mora, taglio sbarazzino e sguardo da femme fatale. Studentessa al Cecioni, alta 1.70 e aspirazioni da ballerina

G

reta Alessandra Ferretti è la ventunesima Miss Livorno, edizione 2011. Diciassette anni, fisico minuto, mora, taglio sbarazzino e sguardo da femme fatale. Greta Alessandra l’ha spuntata al fotofinsh su Naomi Norci, con cui ha condiviso il punteggio complessivo finale. In favore della Ferretti il maggior numero di 5 ricevuti, ovvero il voto più alto. Studentessa al Cecioni, alta 1.70 e aspirazioni da ballerina, la nuova miss ha convinto appieno una giuria numerosissima presieduta dall’ex assessore allo sport, Vezio Benetti. Fra le sedici fasce assegnate spicca quella di Miss “Il Tirreno”, vinta da Jasmine Voliani, bionda sedicenne, elegante, premiata dal nostro caposervizio Alessandro Guarducci. La serata è stata presentata da Alby e da Martina Spagnoli, la reginetta uscente. Prima dell’ingresso, le mamme passeggiano nervose (più delle figlie). Le aspiranti Miss Livorno, su tacchi vertiginosi e abiti minimalisti e sgargianti, si prestano al rito delle interviste. Sul palco le gambe tremano, ma dolci sorrisi ai genitori e occhiolini ai ragazzini sciolgono la tensione. Si tratta di un concorso-show, in cui le ventotto aspiranti, che hanno seguito lezioni last-minute di portamento e presenza scenica, fanno tutte la loro figura. Alcune, le più giovani, sono un po’ impacciate, altre invece sicure del fatto proprio. Sogni e desideri di mezza estate, nei pochi istanti di vetrina concessa. Aspirazioni? Prevale il cinema ma c’è anche chi vuole fare il magistrato. Momento nostalgia quando sotto i riflettori sbarcano le miss Livorno del passato: chi è a un passo dal farcela

(Benedetta Falleni ha iniziato qualche comparsata a Cinecittà), chi ha cambiato vita e si è riscoperta dolce mamma (Shara Dendi a soli 22 anni è già madre di un bimbo di 4 mesi). Nel corso della serata, gli organizzatori abbassano le luci e discutono di un articolo del Tirreno sulla base della lettera di un giurato delle semifinali che riteneva inopportuna la decisione di ammettere al concorso ragazze di 13 e 14 anni. Un mini dibattito con le immagini del quotidiano sul maxischermo e il richiamo a donne del passato che fra i 13 e i 15 anni hanno vinto selezioni di bellezza (Sofia Loren, Claudia Gerini, Laura Chiatti), con la conclusione che forse «non esiste un’età giusta per partecipare» a un concorso di miss. Lo show prosegue poi con i giovani ballerini campioni italiani della scuola Livorno Danza di Sonia Filippi. E poi quattro break musicali, interpretati dai migliori artisti del Golden Disc e le evoluzioni dello Zen club.


ENRICO BETTARINI Dottore in podologia

o

ni p er c o g o i rs d e s di sono e a i b alla Ip

Tel. 335 433835 • Trattamento infezioni del piede (micosi, verruche...)

• Trattamento patologie ungueali

(unghie incarnite, ispessite, ipertrofiche...)

• Rieducazioni ungueali

• Analisi biomeccanica del passo

con confezionamento ortesi plantari su misura

• Confezionamento ortesi interdigitali in silicone

• Massaggi articolari

• Medicazioni avanzate piedi a rischio (ulcere diabetiche, vascolari...)

• Rimozione ipercheratosi (callosità)

• Rieducazione propriocettiva,

funzionale del passo e post-intervento

V.le della Libertà, 48 - Livorno

e.betta@libero.it

www.podologialivorno.it


41

Miss Livorno

2012

ELEONORA ALFATTI È Eleonora la reginetta dell’estate, futura biologa

Diciassette anni ancora da compiere, Eleonora proviene da Firenze. Studia biologia sanitaria e da grande vorrebbe fare l’ostetrica.

C

on i suoi occhi scuri e i grandi riccioli castani, ha sbaragliato la concorrenza e si è aggiudicata il titolo di Miss Livorno 2012: è lei, Eleonora Alfatti, la più bella tra le belle di Miss Livorno 2012, che ha avuto la meglio tra le trenta aspiranti reginette impegnate nel darsi battaglia sul solarium dei Bagni Pancaldi. Il verdetto è arrivato a notte inoltrata dopo oltre tre ore di show e poco istanti prima di un violento temporale. Diciassette anni ancora da compiere, Eleonora proviene da Firenze, ma ha solidi legami con la città di Livorno, che abitualmente frequenta in particolar modo nel periodo estivo. Studia biologia sanitaria e da grande vorrebbe fare l’ostetrica. La sua proclamazione nella ventiduesima edizione del massimo concorso-spettacolo la bronco è giunta a conclusione di un vero e proprio varietà a 360 gradi, nel quale sono state condensate parentesi di moda, eleganza, musica e sport. Anche quest’anno l’appuntamento con le Miss di scoglio è stato organizzato dalla divisione spettacolo della Job & Service, dalla Axis 0586 e dall’associazione Cronosax. Tantissime le giovani che hanno partecipato alle selezioni, una vera e propria tournée in giro per la provincia di Livorno e il litorale pisano. E tanti anche i titoli messi in palio: ben quindici fasce tra le quali spicca quella di Miss “Il Tirreno”, aggiudicata a Camilla Nobili, bionda studentessa che vorrebbe entrare in Accademia, premiata dal capocronista Alessandro Guarducci. Il suo nome è stato quello più votato dai lettori del giornale. La serata di sabato ai Bagni Pancaldi è stata presentata da Claudio Marmugi, perfettamente a suo agio nella doppia veste di padrone di casa e cabarettista. I suoi sketch esilaranti hanno intervallato le uscite in passerella delle giovani

reginette di bellezza in costume e abito da sera. L’elezione di Miss Livorno 2012, kermesse che rappresenta ormai una istituzione per la città, è stata seguita da un pubblico numeroso che ha sostenuto con applausi a scena aperta le proprie candidate. Mamme, nonni e amici hanno atteso con trepidazione il verdetto della giuria. Le 30 Miss si sono davvero messe in gioco, raccontandosi sul palco, tra sogni e ambizioni. Ci sono le aspiranti modelle, le pallavoliste e la fotografa in erba, ma anche chi desidera diventare architetto o pediatra. La serata ha dato spazio alla musica con le esibizioni di Carolina Casali, Emiliano Mascagni e Marina Ardimento. Ospite della serata e giurato d’eccezione Carlo Alberto Di Micco, giovane promessa dalla voce soul, reduce dall’ultima edizione del talent show “Amici” di Maria De Filippi. Le spettacolari acrobazie e le tecniche di difesa personale e arti marziali proposte dagli atleti della palestra Zen Club di Via Pera hanno lasciato letteralmente a bocca aperta il pubblico. E per le bellezze labroniche, gli impegni non sono finiti. Anche quest’anno Miss Livorno sarà abbinato a un concorso di respiro nazionale: per le prime classificate si aprono le porte delle selezioni per “Ragazze Moda e Spettacolo”, manifestazione di bellezza in programma a settembre a Catanzaro.



43

Miss Livorno

2013

BEATRICE TURINI

Beatrice conquista lo scettro della città

Bionda, occhi chiari, pratica l’atletica leggera e studia all’Iti di via Galilei

D

opo quasi due ore ininterrotte di sfilate, musica e spettacolo a 360°, Beatrice Turini, 17 anni, è stata incoronata reginetta di bellezza labronica. Ha colpito pubblico e giuria per il suo fisico da atleta ed il suo sorriso dolce. Con una settimana di ritardo, dunque, Livorno ha finalmente la sua Miss. Il concorso- show, giunto alla sua 23°edizione, avrebbe infatti dovuto svolgersi lo scorso week-end, ma un improvviso e violento temporale aveva interrotto la finalissima già in corso e costretto gli organizzatori allo stop. Così, per la prima volta nella sua storia, Miss Livorno ha lasciato il solarium dei Bagni Pancaldi per trasferirsi alla Libertas Sport Tennis, di fronte al Modigliani Forum, dotata di una tensostruttura in caso di ulteriore maltempo. La manifestazione ha richiamato al centro sportivo centinaia di persone. Mamme, nonne, fidanzati, amici, tutti a sostenere la loro preferita. La serata è stata presentata da Alberto Bucci, in arte Alby e da Johara Liguori, ex Miss. Oltre al titolo di Miss Livorno sono state assegnate altre undici fasce: Lisa Cantoni (miss Coin Desigual), Melissa Luciani (Miss ragazza Immagine Scotto pubblicità), Serena Frolli (Miss Accademia dello sport), Ilaria Carella (Miss Savi Shop), Arianna Biasci (Miss Hair Fashion Simona Acconciature), Linda Sonetti (Miss Banca Cras), Greta Casabona (Miss Il Tirreno), Beatrice Tufi (Miss Smok in), Alice Falleni (Relax Girl Materassi & Materassi), Vanessa Perrone (Miss Lineasanabella) ed Eleonora Melosi (Ragazza Sprint Scotti Auto). Prima dell’incoronazione delle “elette”, sul campo centrale della Libertas, trasformato in passerella, è andato in scena un vero e proprio spettacolo di arte varia. Ad aprire la serata sono

state le coreografie della scuola Dance Master di via delle Cateratte, quindi è stata la volta delle aspiranti Miss: prima uscita in abito da sera, nel corso della quale le ragazze si sono prestate alle domande dei due conduttori. Nei pochi minuti a disposizione hanno cercato di raccontare un po’ di sé agli spettatori. C’è la studentessa, l’aspirante archeologa, l’atleta, quella che fa nuoto sincronizzato. Tutte cariche di sogni e speranze. E per tutte loro, trenta, ci sono stati altri due défilé: il primo in costume olimpionico, il secondo con il “modamare” presentato da “La vie en rose di Crilà: una uscita fresca e colorata, questa, in cui le aspiranti modelle hanno dimostrato di saper ben affrontare la passerella, malgrado la loro limitata esperienza sui “tacchi”. Infine, fasciata in un costume nero intero, Beatrice è stata incoronata Miss Livorno 2013. Per intervallare le sfilate l’organizzazione Cronosax Livorno ha pensato di inserire parentesi in musica con i cantanti Ylenia Suffredini, Aurora Pinto, oltre agli allievi della Wos Academy Diego Pieri ed Eleonora Visinoni. Spettacolare è stato inoltre l’intervento degli atleti dello Zen Club di via Pera, che hanno dato vita ad una esibizione di arti marziali acrobatiche che ha lasciato tutti con il fiato sospeso. Per le prime cinque classificate si sono aperte le porte del concorso nazionale “Ragazza Moda e spettacolo” le cui finali si svolgeranno a metà settembre a Catanzaro.



45

CIOMA UKWA

Miss Livorno

2014

Tra lacrime ed emozione Cioma è Miss Livorno 2014 15 anni da compiere a settembre, altissima, 1,85 cm, occhi e capelli neri. Sogna un futuro da avvocato oppure da modella

U

n pubblico eccezionale (si sono sfiorate le cinquemila presenze), sfilate in costume e in abito da sera. E il lungomare si è illuminato di bellezza sabato 22 agosto per la serata finale di Miss Livorno 2014. La vincitrice? Il suo nome è difficile da pronunciare, ma in quanto a classe e avvenenza ha messo tutti d’accordo. Cioma Ukwu, 15 anni da compiere a settembre è la nuova Miss Livorno. Di origini nigeriane, Cioma è la seconda reginetta di colore che la città elegge: la prima fu Madine Konate, vittoriosa nel 2008. Altissima, 1,85 cm, occhi e capelli neri, Cioma era una delle favorite della vigilia. Sogna un futuro da avvocato oppure da modella, molto sensibile, si affeziona subito alle persone. Dietro di lei Isabella Sposaro ed Eleonora Melosi. Non più i Pancaldi a far da scenario alla kermesse, ma la Terrazza Mascagni. E l’effetto-bisogna essere onesti- è di notevole impatto. Il mare infuria alle spalle, a fianco il gazebo illuminato a festa osserva compiaciuto. Soffia forte il libeccio, ma il pubblico numeroso come nemmeno nelle migliori previsioni non sembra accorgersene, intento a tenere incollati gli occhi sulle sfilate in passerella delle miss. Prima la passeggiata lungo la scacchiera, fra le ali di giurati e gli appassionati spettatori, indossando gli abiti di via Ricasoli 60. Ventisei giovanissime in corsa per il titolo: età delle reginette che si aggira intorno ai quindici anni, con rare punte di diciannove e venti. Ormai bellezza fa rima con adolescenza. Fa gli onori di casa, come tradizione, “Alby” Bucci, a suo agio nel presentare e prendere un po’ in giro le ragazze, soprattutto quelle dall’accento livorne-

se più marcato o quelle intimidite dalla folla. E il loro è un giustificato timore: la stima non ufficiale dei presenti conta cinquemila persone assiepate fin lungo il marciapiede di viale Italia. È questa la ventiquattresima edizione del concorso di bellezza cittadino: la Cronosax, associazione aderente alle Acli che organizza, comunica con soddisfazione che in quanto a longevità, oggi solo Miss Italia supera lo show di casa nostra. E infatti, lo scettro di Miss Livorno attira molte concorrenti da fuori, in cerca di un palco che fa cassa di risonanza in tutta la Toscana. Sulla Terrazza sorridono giovanissime da Cecina, Castiglioncello, Carrara e Lucca, pronte a contendere ogni voto alle livornesi. La seconda sfilate della serata è la più attesa, quella in costume. Ad elettrizzare il ritmo arrivano i ragazzi dello Zen Club di Maurizio Silvestri (arti marziali), dell’Accademia della Danza e le canzoni delle interpreti Sara Vassalle, Giulia Pastore e Angie Impallazzo. Poi torna la competizione: suspence, brividi e lacrime. Fino al trionfo di Cioma, la nuova Miss Livorno. Una edizione del concorso, questa, che non sarà ricordata solo per la bellezza delle partecipanti, ma anche per la splendida cornice in cui si è svolta la serata finale: la terrazza Mascagni, gremitissima di pubblico. Basti pensare che almeno un migliaio di persone ha resistito fino alle 2,20, quando Cioma Ukwu ha indossato la fascia ed è stata incoronata Miss Livorno. Una serata magica, dominata dalla bellezza di “scoglio”, dal mare e dal vento.



47

LINDA SONETTI

Miss Livorno

2015

La Miss dei sogni 18 anni, bionda, bellissima. Un sogno avverato in una magica serata

U

n pubblico eccezionale per due serate consecutive all’insegna della moda, della musica, della danza, della comicità e della bellezza femminile (non soltanto esteriore). Tanta gente in età eterogenea, tanti operatori del settore spettacolo alla ricerca di nuovi talenti, tante famiglie al completo, nonne comprese, ad applaudire e commuoversi per le sfilate in costume e in abito da sera delle venticinque bimbe di scoglio finaliste di Miss Livorno 2015 XXV edizione. Un’edizione veramente speciale, quella che ha avuto il suo epilogo il 21 e 22 agosto scorso alla Terrazza Mascagni, ai piedi del Gazebo, su quella scacchiera affascinante divenuta per l’occasione un palco naturale dal quale l’arte ha trovato espressione attraverso le più varie forme. Ed il lungomare rappresentativo di Livorno, per due sere, si è veramente illuminato di bellezza (nella concezione più ampia del termine), in un contesto scenografico ispirato al mare, con reti da pesca e conchiglie a far da cornice alla passerella ed in un “palinsesto” di serata ricco di attrazioni e momenti di spettacolo. Ma tra tante “distrazioni”, le protagoniste indiscusse sono state comunque loro, le ragazze giunte alla fase finale di Miss Livorno dopo due mesi di selezioni, prove, sfilate nei locali e sulle spiagge del litorale livornese e pisano, provini videofotografici, sessioni di trucco, estetica e di acconciatura. Per loro la prima delle due serate finali si è rivelata anche una opportunità per mettersi alla prova come cantanti e ballerine: la Cronosax Livorno, infatti, associazione aderente alle Acli che ha ideato e cura da sempre la manifestazione (guidata da Marco Silvestri e Riccardo Rossato, oltre che dal coordinatore eventi Stefano Salvini), ha istituito un vero e proprio “talent” tra le Miss, tendenzialmente finalizzato a metterne in risalto le qualità artistiche al di là della bellezza puramente fisica.

Tra le tante fasce assegnate, una in particolare ha toccato la sensibilità degli oltre cinquemila presenti: ci sono stati attimi di commozione per il titolo di “Miss delle Miss”, aggiudicato attraverso i voti delle stesse ragazze finaliste, dedicato alla memoria di Ilaria Carella, la ragazza tragicamente scomparsa in un incidente stradale durante una vacanza in Calabria a dicembre scorso, ex Miss che aveva partecipato negli anni precedenti al concorso.A seguire, poi, sono state chiamate a ricevere i tanti premi messi in palio dagli organizzatori e dagli sponsor, le vincitrici di oltre quindici titoli, tra i quali Miss Fonti del Corallo, Miss Il Tirreno, Miss Caprilli, Miss Promosport, Miss Almanacco dello sport, Miss Social, Fashion Girl Simona acconciature (coiffeur ufficiale di Miss Livorno 2015), Make up girl La Gardenia (esclusivista per il trucco), Miss Crilà (fornitrice della linea costumi). E tra un ospite e l’altro (le Five sisters reduci da X Factor, alcune giovani cantanti, gli atleti dello Zen Club, i ballerini dell’Accademia della danza, il cabarettista Michele Crestacci), si è giunti alla proclamazione tanto attesa di Miss Livorno 2015: quando il poliedrico ed affabulatore Alby, presentatore storico delle Miss labroniche ha pronunciato il suo nome, tutte le ragazze si sono strette intorno a lei, a Linda Sonetti, diciottenne studentessa del Cecioni, sommersa dai coriandoli sparati dai lati della Terrazza, dagli applausi, dai baci e abbracci di quanti avevano scommesso su una sua affermazione e dei tanti, ancora increduli, che non pensavano (fors’anche per scaramanzia) che Linda potesse divenire la reginetta livornese del venticinquennale di Miss Livorno. Un sogno avverato, per lei, in una serata da sogno (anche dal punto di vista meteorologico) in una manifestazione che da sempre invita a sognare.


Abbigliamento tecnico e accessori per tutte le esigenze Training test:

Biciclette: √ Da corsa personalizzate

per competizioni e non

per analizzare lo stato di forma e programmare un mese di corse dimensionate alle capacità del ciclista

√ Tempo libero da passeggio e da turismo

(con possibilità di noleggio)

√ MTB bambino Esclusivista per Livorno biciclette:

NUOVA SEDE:

Scali delle Cantine, 16/20 - 57151 LIVORNO Tel. 0586 800093


49

Kiara Ferretti

Miss Livorno

2016

La Miss ballerina che sogna da psicologa

Quindicenne, capelli biondi, occhi azzurri ed una bellezza che ha convinto tutti

U

na serata meravigliosa davanti agli occhi di cinquemila persone, incantante dalla bellezza di 29 aspiranti Miss. Ed ancora una volta sfilate, sorrisi e applausi sono stati i protagonisti per una sera alla Terrazza Mascagni, trasformata in un grande naturale stage dove ha brillato alla fine la neo Miss Livorno 2017. Il suo nome? Kiara Ferretti, quindicenne dai capelli biondi, occhi azzurri ed una bellezza che ha convinto tutti. Al secondo posto Martina Lazzara, 19 anni ed al terzo Matilde Domenichini, 16 anni. Giunta alla sua ventisettesima edizione consecutiva, la serata finale della manifestazione-show Miss Livorno targata 2016 è stata aperta da uno spettacolo di danza con la partecipazione di Linda Sonetti, Miss uscente. Poi è salito sul palco Alberto Bucci, Alby per tutti, con la sua inconfondibile voce e la sua infinita simpatia. In apertura il mitico Alby ha avuto modo di presentare le “Miss del futuro”, impegnate in un defilè di moda-bambino di Cartoon-show che ha strappato applausi e attimi di commozione. Ma il momento clou, ovviamente, è arrivato con le sfilate delle 29 ragazze: dovevano essere trenta, ma una di loro, Sara Pachetti, ha avuto un incidente stradale e non è riuscita a salire in passerella. Prima le aspiranti Miss, preparate nell’acconciatura da Simona di via della Coroncina e truccate dallo staff di Gardenia, si sono presentate in abito da sera, poi con il costume intero e infine in bikini. Tutto tra applausi, occhi incantati ed emozioni. E con la giuria, numerosissima, capitanata dal neo assessore alla cultura e spettacolo Francesco Belais e dall’inossidabile Vezio Benetti, primo presentatore nel 1991 di Miss Livorno.

Tra i giurati anche tanti volti noti del mondo dello sport: Paolo Stringara (ex allenatore del Livorno), Christian Scalzo (ex giocatore amaranto), Domenico Passuello (triathlon), Olga Calissi (scherma), Tommaso Lari (scherma), Daria Klimenko (lotta libera), Mauro Martelli (canottaggio), Davide Chiaverini (nuoto) e Marco Lombardi (atletica). Tra una sfilata e l’altra tanto spettacolo a 360°: si è spaziato dalle coreografie di danza preparate direttamente dalle concorrenti agli interventi musicali proposti da giovani cantanti tra i qualì Eleonora Biancani; ci sono state anche esibizioni di danza con la partecipazione di ballerini di livello internazionale appartenenti alla scuola “Accademia della Danza” di Linda Mistretta e Serena Sicilia. Spettacolari, poi, le evoluzioni proposte da una “delegazione” di allievi della palestra Zen Club di via Pera, con le loro acrobazie free-style che hanno lasciato tutti a bocca aperta. E poi ancora momenti dedicati alla moda, con particolare riguardo al moda-mare presentato da Crilà di via Marradi. Il tutto in rapida successione fino al gran finale, con tutte le Miss sul palco ad abbracciarsi ed a condividere emozioni e lacrime di gioia. Tantissime le fasce consegnate e altrettanto numerosi i premi ricevuti dalle “bimbe”, oltre ai bouquet preparati da Biricotti di via dell’Ardenza. Ed al centro dell’attenzione lei, la neo Miss Livorno 2017, raggiante e commossa per l’inaspettata affermazione. Studentessa al Cecioni, indirizzo scienze umane, l’incantevole Kiara ha aspirazioni da psicologa, ma il mondo dello spettacolo la affascina, così come quello della danza, che pratica tutti i giorni allo Studio Live di Piazza san Marco.



51

Le Finaliste SIMONA GINEVRAIALLONGHI ADINOLFI

SIMONA IALLONGHI STEFANIA BRILLI

SIMONADOMENICHINI IALLONGHI MATILDE

Diciassette anni compiuti a gennaio, è alta 1,65, studia al Liceo Cecioni, indirizzo scienze umane, hobby e sport in palestra, aspira a lavorare nella moda.

Sedici anni a dicembre, studia per ragioniera, è alta 1,65, castana dagli occhi verdi, ha la passione per la danza. Il personaggio più amato? Roberto Bolle.

Studentessa al “Colombo”, alta 1,70 è una bionda dagli occhi azzurri, pratica la danza e le piace sfilare, generosa, gelosa e permalosa, frequenta i bagni Fiume.

SIMONA CHIARAIALLONGHI SABATINI

SIMONA MARTINAIALLONGHI MONACO

SIMONA SARAIALLONGHI ROSSI

Sedici anni a novembre, è alta 1,65, studia al Vespucci, hobby in palestra, si definisce determinata e “pignola”, ha aspirazioni da truccatrice cinematografica.

Quindici anni, studentessa liceale (scienze applicate), è alta 1,70, bionda dagli occhi azzurri, pratica la pallavolo, canta e le piace suonare la chitarra.

Studentessa liceale, sedici anni, è alta 1,73, capelli castani e occhi azzurri, ha una passione per la pallavolo, si definisce sincera, timida e testarda, sogno di girare il mondo.


REVISIONI

NOVITĂ€ ASSOLUTA Via G. Piombanti, 14 (zona Shangay)

Tel. 0586 424691

centrorevisionioksrl@gmail.com

Ritiriamo il tuo veicolo a domicilio,lo revisioniamo e te lo riconsegnamo


53

Le Finaliste SIMONA IALLONGHI LUDOVICA ROMEO

SIMONA IALLONGHI CATERINA FAGNI

SIMONA IALLONGHI GIADA SPINAPOLICE

Nativa di Auckland (Nuova Zelanda), ha quindici anni, è alta 1,71, studentessa liceale, pratica la danza ma ha una grossa passione anche per la vela ed il surf.

Nata a S.Benedetto del Tronto ma residente a Livorno, è alta 1,70, bionda dagli occhi marroni, va in palestra, ha aspirazioni da modella o psicologa.

Nata a Pontedera ma residente a Rosignano Solvay, ha quindici anni, studia al Liceo Linguistico, è alta 1,65, è una bionda con hobby nuoto e palestra.

SIMONA IALLONGHI BENEDETTA SERRAGLINI

SIMONA IALLONGHI ALICE MAGELLI

SIMONA SARAH IALLONGHI DURANTE

Diciassette anni, alta 1,62, frequenta il liceo Enriques indirizzo scientifico, si definisce forte e determinata, a volte timida e ansiosa. Aspirazioni da pediatra.

Residente a Nugola, studia al liceo Enriques, è alta 1,74, capelli biondi e occhi castani, ha aspirazioni da medico. Pratica la corsa, è simpatica, estroversa e testarda.

Nata a Cecina ma residente a Castiglioncello, ha sedici anni, è alta 1,73, bionda dagli occhi celesti, studia al liceo linguistico, pratica la pallavolo.



55

Le Finaliste SIMONA IALLONGHI AGNESE SOCCI

SIMONA IALLONGHI EVA MENICHETTI

SIMONA IALLONGHI FRANCESCA GROSSI

Sedici anni, residente a Castiglioncello, capelli castano-chiari ed occhi verdi, frequenta il liceo classico, aspirazioni da avvocato, pratica la ginnastica artistica.

Studentessa al liceo scientifico, è alta 1,73, capelli castano scuri ed occhi marroni, è testarda e solare, ha aspirazioni nel corpo diplomatico, pratica la danza.

Diciassette anni a dicembre, capelli ed occhi castani, è alta 1,64, studentessa al liceo scientifico, pratica la palestra e canta. Il suo idolo? Tiziano Ferro.

SIMONA DILETTA IALLONGHI HARTWIG

SIMONA IALLONGHI CHIARA SCARPARO

SIMONA IALLONGHI MICHELLE BETTI

Sedici anni a dicembre, è alta 1,65, bionda dagli occhi verdi, studia al liceo scientifico “Cecioni”, pratica la danza, si definisce simpatica, permalosa e insicura.

Sedici anni, alta 1,66, studia all’istituto tecnico commerciale, ha aspirazioni da arredatrice di interni, pratica la pallavolo e sogna di girare il mondo. Tifa Napoli.

Quindici anni, alta 1,67, studia all’ITI di via Galilei, pratica la pallavolo e le piace la cucina, ha aspirazioni da chirurgo, è estroversa, permalosa, buona e testarda.


pellicole oscuranti

• Carro Attrezzi • Assistenza legale e medico legale

Scotto Pubblicità 336 710317 by I. Scootto

• Auto di cortesia sostitutiva • Montaggio di


57

Le Finaliste SIMONA IALLONGHI FRANCESCA VICHI

SIMONA AGATAIALLONGHI BODDI

SIMONA IALLONGHI ASIA PANTOSTI

Sedici anni, alta 1,65, frequenta l’istituto tecnico agrario a Pisa, una passione per le danze latino-americane e per l’equitazione, è altruista e determinata.

Viene da Castiglioncello, frequenta il liceo scientifico Enriques, capelli castano-ramato ed occhi marroni, è alta 1,74, pratica la pallavolo, precise aspirazioni da modella.

Sedici anni, alta 1,75, bionda dagli occhi verdi, studia all’ITI in indirizzo chimico, pratica la pallavolo, le piacerebbe in futuro sfilare per l’alta moda, Tifa Juventus.

SIMONA IALLONGHI VERONICA BANDINI

SIMONA IALLONGHI MARGHERITA VACCARI

GIADA GINEVRA VENTURI SIMONA IALLONGHI

Quasi diciassettenne,viene da Campiglia Marittima, studentessa liceale in scienze umane, ha una grossa passione per le danze latinoamericane. Impulsiva e realista.

Sedici anni, studia al Liceo scientifico Cecioni, è alta 1,70, pratica la pallavolo ed ha una passione per il ballo; è ambiziosa, simpatica e testarda.

Quindici anni, studia all’Istituto alberghiero di Viareggio, è alta 1,65, ballerina di danze latino-americane e standard, si definisce ambiziosa e determinata.



59

Le Finaliste SIMONA IALLONGHI FRANCESCA BELLI

SIMONA IALLONGHI LINDA CORDIVIOLA

SIMONA IALLONGHI ELISA ALDEGHERI

Nata e residente a Cecina, è alta 1,68, frequenta il Liceo in indirizzo sportivo, ha hobby nel karate e pratica la ginnastica artistica, è timida ed allegra.

Diciassette anni a novembre, studia all’ITI in via Galilei, alta 1,78, ha aspirazioni da medico chirurgo, ama la vita e la follia, è gelosa ed orgogliosa. Tifa Juventus.

Bionda quindicenne dagli occhi verdi, alta 1,71, è estroversa ed un po’ testarda. I suoi hobby? Teatro e pallavolo, ascolta musica pop e classica. Tifa Livorno.

ALESSIA COROZZI

ALESSIA GARCIA

Studentessa al Liceo Scientifico Cecioni, indirizzo linguistico, è alta 1,70, le piace leggere e giocare a pallavolo, è sincera, altruista e determinata, un po’ cocciuta.

Studentessa all’ITI di via Galilei, è alta 1,65, hobby in palestra, si autodefinisce altruista e sa ascoltare gli altri, ma è poco paziente ed a volte irascibile. Tifa Inter.


FRUVER Yogurteria Gelateria LIVORNO - Via Forte dei Cavalleggeri, 2/A


61

1a edizione Mister Palio 2017 Il saluto del Presidente del Comitato Organizzatore Palio

U

Maurizio Quercioli

n saluto a tutti i lettori e un grazie agli organizzatori di “Miss Livorno”, per l’opportunità e accoglienza dimostrata, nel cogliere questa novità sportiva con “Mister Palio”. Questo è il primo anno che i vogatori livornesi, si cementano in questa festa vincendo timidezza e impaccio a dispetto della loro prestanza fisica e tenacia remiera ed è il giusto

connubio per esaltare i giovani cittadini labronici che sono la risorsa e la speranza di questa città. Alla bellezza di tutti i partecipanti sia accompagnata l’intelligenza e la volontà che Livorno ha sempre dimostrato nei nostri numerosi talenti, affidando ai vincitori l’onere di diffondere tali qualità anche negli altri adolescenti. Viva le Miss e i Mister, VIVA LIVORNO!!

Questi i vogatori: Ermes Bacci, Alessio Zapparata, Simone Bernini, Yan Carlos Filippelli, Alessandro Lubrano, Daniel Noè, Leonardo Quercioli, Alessandro Campana, Lorenzo Speranza, Michele Roffi, Gabriele Bacci, Cristiano Novelli. Questi i Rioni partecipanti: Ardenza - Borgo Cappuccini Labrone - Ovo sodo - Pontino Salviano - St. Jacopo - Venezia


62

A Camilla Serra la fascia Miss Almanacco dello Sport 2016 Una ragazza solare e dinamica

La giuria composta dai nostri campioni

A

nche quest’anno possiamo affermare di aver scelto come Miss Almanacco dello Sport la ragazza più solare e sorridente della manifestazione. E la conferma ci arriva, anche se non ne avevamo bisogno, quando incontriamo Camilla Serra per la nostra intervista di presentazione. Camilla ha 19 anni ed ha appena cominciato a frequentare la Facoltà di Scienze della Formazione e dell’Educazione a Firenze, dopo aver conseguito il diploma al Liceo Scientifico Cecioni ad indirizzo Scienze Umane. Come hai deciso di entrare nel mondo delle sfilate? “Ero una ragazza molto timida ed ho pensato che questa esperienza potesse aiutarmi a diventare più disinvolta e poi credo che tutte le ragazze sognino di partecipare ad una sfilata. Così nel 2014 provai con il concorso Miss Reginetta d’Italia, che viene organizzato a Stagno, ma andò male, non ottenni niente, ebbi delle difficoltà e mi scoraggiai”. Nonostante tutto hai deciso di fare un altro tentativo con Miss Livorno? “Sì, perché parlai con la mia amica Linda Sonetti, la vincitrice dello scorso anno di Miss Livorno e Miss Almanacco dello Sport, che mi consigliò di provare con Miss Livorno, perché per lei era stata una bella esperienza e sapeva che l’ambiente era positivo. Ero un po’ scettica, però incoraggiata da lei decisi di provare e così sempre nel 2014, partecipai al concorso trovandomi benissimo, ed infatti, ho partecipato anche

l’anno dopo e quest’anno”. Come sono andate le precedenti edizioni di Miss Livorno? “Il primo anno non ho vinto niente, ero più timida ed impacciata. Lo scorso anno invece sono stata Miss Cooper” Ti aspettavi la fascia dell’Almanacco dello Sport? “No, quest’anno poi ho partecipato per divertirmi e non mi aspettavo niente”. La tua esperienza con lo sport? “La mia passione è la danza, che ho iniziato a praticare da quando avevo 3 anni. Contemporaneamente ho provato anche altre discipline, ho fatto un po’ tutto, perché come ho già detto, sono una persona che non sta ferma e così ho provato anche con la ginnastica artistica, il nuoto, il pattinaggio, la pallavolo e altro, ma alla fine il cuore mi ha sempre riportata alla danza, dove ho praticato un po’ tutte le specializzazioni come la classica, la moderna, l’hip hop, il latino americano e al-

tre. Nel periodo finale degli anni del liceo ho smesso perché lo studio era impegnativo, ma adesso desidero ricominciare”. Che performance hai fatto a Miss Italia? “Mi sono esibita in un ballo moderno preparata da me il giorno prima. Ogni volte che studio una coreografia, quando arrivo al momento di entrare in scena dimentico tutto e così sono costretta ad improvvisare, ma non è un problema, perché è come se avessi la musica nel sangue, quando la sento mi viene spontaneo ballare”. I tuoi hobby? “Sono un’amante degli animali, ed infatti, fra poco andrò a fare la volontariato in un canile. Poi mi piace molto leggere, soprattutto le storie vere commuoventi ed i gialli, ma sono interessata alla lettura in generale”. Un libro che ti è piaciuto? “La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano. Forse anche grazie all’indirizzo di studi che ho frequentato al liceo e che mi ha dato l’opportunità di entrare in contatto con i diversamente abili. Ad esempio ho un’amicizia molto forte con un ragazzo autistico che ho conosciuto a scuola. Mi sento con lui in empatia. I diversamente abili sono ragazzi speciali, che hanno un cuore immenso e sanno darti tanto. Anche la scelta universitaria è in linea con questo mio sentimento e in futuro mi piacerebbe lavorare nel settore o anche fare volontariato”. Un tuo pregio? “Credo di essere solare”. Un difetto? “Quando mi metto in testa una cosa non me la toglie nessuno. In altre parole sono una testona”. Sonia Sonetti ti ha dato qualche consiglio prima di salire in passerella? “Linda è una ragazza particolare, è molto dolce, mi ha sempre coccolata e incoraggiata, dicendomi belle parole. Mi ha consigliata di essere me stessa e salire in passerella pensando solo che stavo facendo una cosa per me stessa”.



dal 1971

Da sx il Vice Pres. della Cooper Livorno Riccardo Giovannelli e il Pres. Massimo Gori, premiano Nancy Pozzi Miss Cooper 2016