Issuu on Google+

VOCI DI CAPITOLATO Copertura piana a “tetto rovescio”

35

www.nordbitumi.it


IMPERMEABILIZZAZIONE DI COPERTURE :MANTO ZAVORRATO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: EN 13956

COP ER TURA PIANA A “TE T TO ROV E SCIO” PO SA IN INDIP ENDEN ZA 1 - Elemento portante Soletta portante in calcestruzzo o tegoli in cemento precompresso 2- Massetto pendenze Realizzazione massetto di pendenza per migliorare il deflusso delle acque meteoriche, dove necessario e comunque sempre ove vi siano pendenze inferiori a 1.0 %. 3 - Strato di regolarizzazione Posa a secco di uno strato di tessuto non tessuto geotessile tipo DRENO 300 avente una grammatura di ca. 300g/m! con sovrapposizioni minime di10 cm. Le sovrapposizioni saranno sigillate con del nastro adesivo idoneo all’uso. 4 - Elemento di tenuta Posa in opera di NORDSTAR TPO di Nord Bitumi Spa ,membrana sintetica a base di poliolefina termoplastica modificata con EPR (ethylene-propylene-rubber) realizzato per coestrusione e rinforzato con una rete in non tessuto di poliestere, resistente ai raggi UV , certificata Energy Star La messa in opera avverrà con sovrapposizione dei teli di almeno 80 mm con effettiva saldatura di almeno 40 mm; a tale scopo seguire anche gli appositi riferimenti impressi sul telo impermeabile. La saldatura dei sormonti avverrà per termo fusione , mediante l’apporto di aria calda con sistemi manuali o automatici. Prodotto soggetto a marcatura CE secondo EN 13956 Il manto dovrà avere le seguenti caratteristiche: Spessore (EN 1849-2): 1,5 mm Dimensioni (EN 1848-2): 2.44 m X 30.5 m Campo d’impiego (EN 13956): impermeabilizzazione di coperture, manto zavorrato Lunghezza ………………………………………………………… EN 1848-2 m……………….. 30.5 Larghezza………………………………………………………….. EN 1848-2 m…………… ….. 2.44 Massa per unità di superficie…………………………… EN 1849-2 Kg/m2………. 1.53 Spessore …………………………………………………………. EN 1848-2 mm……………. 1.50 Impermeabilità a 10 Kpa……………………………….. EN 1928-B Kpa…………… Supera la prova Comportamento al fuoco esterno………………….. EN 13501-5 ………… F Roof Reazione al fuoco…………………………………………… EN 13501-1 Classe F Resistenza alla trazione ( L/T)………………………… EN 12311-2 N/50 mm 2000 /1800 Flessibilità a freddo………………………………………… EN 495-5 ºC * - 35 Resistenza alla spellatura dei giunti ( peel): EN 12316-2 N/50mm # 300 Resistenza al taglio dei giunti: ………………………. EN 12317-1 N/50 mm # 1500 Resistenza all’urto………………………………………….. EN 12691 mm # 1000 * non testato a temperature inferiori

4 - Elemento termoisolante Posa di pannelli isolanti aventi spessore conforme al calcolo termoigrometrico della copertura ; i pannelli coibenti andranno posati a secco, ben accostati fra loro In caso di spessori elevati di isolante , si consiglia la posa di due strati sfalsati per ridurre gli effetti di ponte termico

10


5 - Strato filtrante Posa a secco di uno strato di tessuto non tessuto geotessile tipo DRENO 200 avente una grammatura di ca. 200g/m! con sovrapposizioni minime di10 cm 6- Zavorramento Realizzato mediante o strato di ghiaia tonda lavata di fiume di idoneo diametro ed avente uno spessore minimo di 50 mm e comunque sufficiente a contrastare l’azione del vento. NB: prevedere lungo tutti i perimetri ed attorno a tutti i corpi fuoriuscenti , elemento di ancoraggio eseguito tramite fissaggio meccanico , con densità di almeno 1 fissaggio ogni 25 cm. Risvolti/Raccordi verticali Realizzato mediante il riporto di membrana sintetica a base di poliolefina termoplastica , modificata con EPR (ethylene-propylene-rubber) NORDSTAR TPO realizzata per coestrusione e rinforzata con una rete in non tessuto di poliestere, resistente ai raggi UV , certificata Energy Star. Tale riporto dovrà essere risvoltato sulla parte orizzontale e saldato termicamente con aria calda con l’ausilio di sistemi manuali o ad avanzamento automatico. Le saldature dovranno essere verificate mediante sistemi meccanici. I risvolti aventi altezza superiore ai 30 cm dovranno essere incollati alla superficie verticale mediante l’utilizzo di colla a contatto tipo NORDSTAR GLUE di Nord Bitumi spa. Messa in opera di appropriata scossalina in metallo sulla sommità del muro perimetrale. In alternativa: Fissaggio a parete Realizzato sulla parete verticale mediante un profilo d’acciaio zincato preaccoppiato a membrana in TPO non armata, pre-sagomata con dentello per sigillatura, fissato meccanicamente alla parete mediante tasselli ad espansione e sigillato sulla sommità con l’estrusione di un cordolo di sigillante monocomponente a base di elastomeri sintetici, tipo CAULK SEALANT di Nord Bitumi. Tale profilo andrà inserito ad un altezza variabile in funzione della copertura , indicativamente fra 30 e 50 cm Successiva saldatura ad aria calda dell’elemento di tenuta al profilo

11


Copertura piana a “tetto rovescio”