Page 1

S T R AT E G I A E O R G A N I Z Z A Z I O N E

PERCORSI DI FORMAZIONE Catalogo 2014/2015


50 anni di esperienza al fianco delle aziende che hanno a cuore il benessere delle persone …

PGA è

ACCADEMIA DI MANAGEMENT: corsi a catalogo e corsi progettati su misura, a seconda delle esigenze delle aziende, sono un’opportunità di confronto e crescita professionale, di rafforzamento di competenze e capacità, di miglioramento del benessere delle persone. Tutti in azienda, se gli si offre l’occasione di sviluppare il proprio potenziale, possono concorrere al miglioramento dell’efficienza e al raggiungimento degli obiettivi aziendali.


PARTNER NELLA VALORIZZAZIONE DELLE PERSONE:

MEDIATORE TRA MONDO PROFIT E MONDO NO PROFIT:

il processo di gestione del capitale umano, prima preziosa risorsa generatrice di valore per l’azienda, passa attraverso la comprensione dell’assetto organizzativo e del clima aziendale, la profilazione e valutazione delle competenze presenti e di quelle necessarie, lo sviluppo di percorsi di crescita delle persone, l’individuazione di soluzioni organizzative e la definizione di piani di azione che permettano di metterle in atto. Guardare la propria realtà attraverso lo sguardo “esterno” del consulente aiuta a vedere soluzioni altrimenti non individuabili.

Accompagnare le aziende nel terzo settore, suggerendo un percorso articolato tra Social Marketing, Responsabilità Sociale d’impresa, sostenibilità ambientale, prestito di professionalità, volontariato, è un altro modo di fare formazione non meno efficace dei percorsi più tradizionali. Per il mondo Non Profit la consulenza strategica e la formazione che offriamo nell’ambito dell’attività di Fundraising, Marketing e comunicazione, diventano asset e profitto per la piccola, media o grande Organizzazione che vuole crescere in professionalità e dimensione.

… perché il successo passa attraverso la valorizzazione dei propri talenti


INDICE La Formazione a catalogo Calendario corsi Area Management e gestione delle risorse Area Efficacia personale Area Vendite Area Non profit ModalitĂ di iscrizione e modulo La formazione in azienda I fondi per la formazione continua La consulenza Il coaching La Consulenza nel Non Profit Il Team PGA I nostri clienti

6 8 10 20 30 36 42 44 46 48 52 54 56 60


FORMAZIONE INTERAZIENDALE UN’OCCASIONE DI CONFRONTO E BENCHMARKING

AREA MANAGEMENT E GESTIONE DELLE RISORSE

PERCHÉ • per rispondere ad esigenze formative individuali o di piccoli gruppi • per incontrare colleghi provenienti da altre realtà aziendali e scambiare esperienze e punti di vista COME • • • • • •

4 aree di intervento 22 corsi 2 sedi in Italia 6 date per ogni corso Quote agevolate per partecipazioni multiple Possibilità di convenzioni per piani formativi

Per maggiori informazioni su convenzioni e quote agevolate: tel. 02 20520705 o info@pga-so.it 6


AREA EFFICACIA PERSONALE

AREA VENDITE

AREA NON PROFIT

7


CALENDARIO CORSI

2014-2015

CORSO AREA MANAGEMENT E GESTIONE DELLE RISORSE

sigla

durata

IL MANAGER COACH

M1

2 gg

FONDAMENTI DI MANAGEMENT PER RESPONSABILI DI PRODUZIONE

M2

2 gg

GESTIONE DEI COLLABORATORI

M3

2gg

27-28

LA VALUTAZIONE DEI COLLABORATORI

M4

1g

29

TECNICHE DI SELEZIONE

M5

1g

8

STRUMENTI AVANZATI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI DI SELEZIONE

M6

1

ELEMENTI DI PROJECT MANAGEMENT

M7

2 gg

6-7

FINANZA PER NON SPECIALISTI

M8

1g

22

ASSERTIVITÀ E GESTIONE DEI CONFLITTI

E1

2 gg

16-17

LAVORARE IN TEAM

E2

1g

LABORATORIO CREATIVITÀ

E3

1g

23

PROBLEM SOLVING

E4

1g

24

GESTIONE RIUNIONI

E5

1g

1

TIME MANAGEMENT

E6

1g

23

STRESS MANAGEMENT

E7

1g

24

PUBLIC SPEAKING

E8

2 gg

EFFICACIA AZIONE DI VENDITA

S1

2 gg

VALUE SELLING

S2

2 gg

20-21

VENDERE AL TELEFONO

S3

1g

22

TECNICHE PUBBLICITARIE DI BASE PER LA VENDITA

S4

2 gg

16-17

FUNDRAINSING INTEGRATO

F1

1g

18

2

COMUNICAZIONE E MKT SOCIALE

F2

1g

19

3

settembre

ottobre 14-15

25-26

AREA EFFICACIA PERSONALE 30

9-10

AREA VENDITE 25-26

AREA NON PROFIT

8


MILANO - ROMA MILANO - DATE CORSI IN BLU novembre

dicembre

gennaio

febbraio

11-12

ROMA - DATE CORSI IN ROSSO

marzo

aprile

maggio

11-12

13-14

27-28 14-15

giugno

6-7

6-7

26-27

30-31

16-17

24-25

23-24

25-26

27-28

10-11

26

25

27

29

12

10

15

19 3

5

16

17-18

23 2-3

1-2

27

30

6

5

11-12

8-9

7

5

3

11

13

1-2

9-10

2-3

20-21

10

17

1

27

5 e 18

18

22

28

6 e 19

19

23 10

3

luglio

28-29 17

3

4

9

13

13

23

28

21

1

14

24

29

22

2

9-10 20-21 11-12

24-25

15-16

18-19

26-27

5-6

18-19

9-10

9-10

18-19

8-9

29

5

4 1-2

20-21

31

15

26-27

16-17

22-23

12

5

21

18

13

6

22

19

13-14

3-4

9


10


AREA M

MANAGEMENT E GESTIONE DELLE RISORSE

M1

IL MANAGER COACH

M2

FONDAMENTI DI MANAGEMENT PER RESPONSABILI DI PRODUZIONE

M3

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

M4

LA VALUTAZIONE DEI COLLABORATORI

M5

TECNICHE DI SELEZIONE DEL PERSONALE

M6

STRUMENTI AVANZATI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI DI SELEZIONE

M7

ELEMENTI DI PROJECT MANAGEMENT

M8

FINANZA PER NON SPECIALISTI

11


M1

PERCHÉ PARTECIPARE

VALORIZZARE E MOTIVARE LE PERSONE, MIGLIORARE LE PERFORMANCE DEL TEAM

• Per acquisire efficaci strumenti di coaching al fine di esercitare un ruolo attivo nell’apprendimento, nella crescita e nella motivazione delle persone • Per acquisire consapevolezza del proprio ruolo di coach e degli effetti dei propri comportamenti nel trasferimento delle competenze necessarie ad affrontare le nuove sfide • Per creare un ambiente di lavoro motivante e collaborativo, facendo emergere le potenzialità dei collaboratori e spingendo all’assunzione di responsabilità e all’azione

IL MANAGER COACH

PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Manager e Responsabili di area o di funzione che vogliano far crescere i propri collaboratori, sviluppandone le potenzialità e incoraggiandone l’autonomia, guidandoli al raggiungimento dei risultati.

• Date MILANO ROMA

14/15 ottobre 2014 11/12 marzo, 27/28 maggio 2015 11/12 novembre 2014 13/14 aprile, 6/7 luglio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

• L’importanza del Coaching come strumento di valorizzazione dei collaboratori • Da Manager tradizionale a Manager Coach: non problemi, ma progetti • Capacità e competenze del Manager Coach: sapere, saper decidere, saper delegare • Le abilità e qualità del Manager Coach: ascolto, feedback, sviluppo delle potenzialità, focus sui risultati attraverso esercitazioni e role playing • Il processo di Coaching: cos’è, come si realizza, quali sono gli strumenti efficaci per metterlo in pratica. Strutturazione e definizione di un processo di coaching attraverso una griglia. • Il Coaching come stile di management: stabilire gli obiettivi, definire la strategia, costruire il gruppo, valutare la performance, motivare al risultato

12


M2

FONDAMENTI DI MANAGEMENT PER RESPONSABILI DI PRODUZIONE GESTIRE EFFICACEMENTE LE PERSONE E MIGLIORARE LA PRODUTTIVITÀ DEL TEAM A CHI È RIVOLTO Responsabili di produzione, Responsabili di Servizi Tecnici, Capi Reparto, Capi Linea

• Date MILANO ROMA

6/7 novembre 2014 26/27 febbraio, 16/17 aprile 2015 25/26 settembre 2014 30/31 marzo, 14/15 maggio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per integrare le competenze tecniche con competenze e capacità gestionali e rendere più efficiente la propria unità produttiva • Per migliorare la propria leadership sviluppando le capacità relazionali, di comunicazione, di delega • Per comprendere come affrontare le situazioni conflittuali e gestirle in modo costruttivo • Per imparare a motivare e responsabilizzare il proprio team orientandolo al raggiungimento dei risultati

PROGRAMMA • Il ruolo del Responsabile di Produzione: da capo gerarchico ad allenatore • Le diverse tipologie di leadership. Autodiagnosi del proprio stile di leadership • Prendere la decisione giusta: problem solving e decision making in produzione • La comunicazione efficace come strumento per costruire il consenso: cosa e come comunicare • Lo strumento della delega per far crescere i collaboratori e incrementare le performance del team • Rafforzare lo spirito di squadra e motivare al raggiungimento degli obiettivi di produzione • Gestire e superare i conflitti: i diversi tipi di conflitto, le modalità per affrontarli e risolverli • Sviluppo di un piano di azione personale per il miglioramento del ruolo

13


M3

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI CREARE LO SPIRITO DI SQUADRA E ORIENTARE AI RISULTATI

A CHI È RIVOLTO Manager e Responsabili che gestiscono collaboratori o che si preparano a farlo.

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per ragionare, attraverso test di autovalutazione, sul proprio stile di management e su come renderlo più efficace • Per confrontarsi e far proprie modalità gestionali e comportamentali che migliorino la qualità delle relazioni e aiutino a creare un clima propositivo • Per imparare a gestire situazioni difficili riducendo il livello di conflitto interpersonale • Per rafforzare l’autonomia della propria squadra attraverso un corretto utilizzo della delega PROGRAMMA • Stili di management e processo di gestione delle risorse umane • Definire le regole, condividere la vision, comunicare gli obiettivi • La comunicazione efficace con i collaboratori • La delega e la motivazione dei collaboratori • Gli strumenti per la valutazione dei collaboratori • Trovare soluzioni efficaci alle difficoltà gestionali • Lo sviluppo della leadership: il modello della leadership situazionale

24/25 novembre 2014 25/26 marzo, 10/11 giugno 2015 27/28 ottobre 2014 23/24 febbraio, 27/28 aprile 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

14


M4

LA VALUTAZIONE DEI COLLABORATORI

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire criteri e tecniche per una corretta valutazione del comportamento e delle prestazioni dei collaboratori • Per migliorare le proprie capacità di conduzione di un colloquio di valutazione attraverso simulazioni • Per comprendere come utilizzare il sistema di valutazione delle prestazioni per accrescere le competenze gestionali e relazionali dei propri collaboratori

MISURARE LE PRESTAZIONI PER SVILUPPARE LE COMPETENZE PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Responsabili che sono chiamati a gestire momenti formali ed informali di valutazione della prestazione dei propri collaboratori.

• Date MILANO ROMA

• I principi guida della valutazione • Le fasi del colloquio di valutazione della prestazione: dalla definizione degli obiettivi all’analisi del comportamento • Comportamenti virtuosi, e non, nella gestione del colloquio • Il feed back positivo e quello costruttivo • Il controllo dei potenziali errori di valutazione • Il piano di sviluppo dopo la valutazione

26 novembre 2014 27 marzo, 12 giugno 2015 29 ottobre 2014 25 febbraio, 29 aprile 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

15


M5

TECNICHE DI SELEZIONE DEL PERSONALE CONDURRE EFFICACEMENTE UN’INTERVISTA PER VALUTARE ATTITUDINI E CAPACITÀ

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che sono coinvolti nel processo di valutazione finalizzato alla selezione del personale

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire le logiche e gli strumenti base per poter condurre un’intervista di selezione • Per confrontarsi e condividere alcuni consigli pratici da utilizzare prima, durante e dopo la fase di intervista • Per mettersi alla prova, attraverso role playing, nella conduzione di un’intervista di selezione

PROGRAMMA • Le competenze: sapere, saper fare e saper essere • Esercitazione sulla costruzione del profilo di ricerca e commento • La responsabilità della linea nella fase di reclutamento • Le fasi dell’intervista: apertura, corpo centrale e chiusura • Esercitazione sulle tipologie ed esempi di domande da porre al candidato • I possibili errori del valutatore • Gli elementi base del profilo di valutazione

19 novembre 2014 15 aprile, 30 giugno 2015 8 ottobre 2014 10 marzo, 27 maggio 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

16


M6

STRUMENTI AVANZATI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI DI SELEZIONE A CHI È RIVOLTO Responsabili del Personale, Selezionatori esperti, Addetti all’attività di selezione nelle Agenzie del lavoro, nelle Società di selezione e outplacement

• Date MILANO ROMA

5 dicembre 2014 23 marzo, 5 giugno 2015 3 novembre 2014 16 febbraio, 6 maggio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per confrontare esperienze e analizzare criticamente gli strumenti in uso per valutare le competenze sia in fase di selezione di risorse da mercato che ai fini dello sviluppo di carriera delle risorse presenti in azienda • Per acquisire conoscenze, competenze e strumenti operativi innovativi da utilizzare nell’attività di selezione • Per conoscere e utilizzare nuovi modelli di interpretazione della personalità a supporto del processo di selezione e inserimento PROGRAMMA • Dalla Job Description al profilo di competenze dei candidati: dall’organizzazione alla persona. • Il processo di selezionare: mappa dei criteri ed esemplificazione. • Conoscere le caratteristiche delle persone per migliorare le politiche di inserimento: l’intelligenza emotiva, dal Q.I. al Q.E.. Il modello Big five, NEO PI e varianti. • Lo strumento Skill View™ per ottenere una descrizione dell’intelligenza emotiva e sociale (competenze soft) delle persone tramite le cinque componenti principali (l’autocoscienza, l’autoregolazione, la motivazione, l’empatia e la socializzazione) • La selezione dei talenti: dal profilo atteso all’individuazione del candidato in base alla descrizione delle competenze soft • Le iniziative di Employement branding • Personalizzare la gestione del processo di Selezione 17


M7

ELEMENTI DI PROJECT MANAGEMENT GESTIRE CON SUCCESSO UN PROGETTO

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che, in azienda, sono coinvolti, a vario titolo, nella gestione di un progetto

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire e mettere a punto una metodologia di base per la pianificazione e programmazione delle attività di progetto • Per conoscere, ed utilizzare i metodi e gli strumenti più adatti all’organizzazione e gestione delle diverse fasi di progetto • Per sperimentare in aula la gestione di un vero progetto, in tutte le sue fasi, e consolidare in modo esperienziale gli aspetti chiave del Project Management

PROGRAMMA • Che cos’è un progetto: definizione, ruoli e responsabilità, , fasi, ciclo di vita • La definizione degli obiettivi e del budget di progetto • Chi fa che cosa: le attività e gli attori coinvolti. Il team di progetto • Il tempo, i costi e le performance • Gli strumenti di pianificazione, programmazione e controllo avanzamento • Le riunioni di progetto, la reportistica e gli strumenti di comunicazione

6/7 ottobre 2014 2/3 marzo, 11/12 maggio 2015 17/18 novembre 2014 1/2 aprile, 8/9 giugno 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

18


M8

FINANZA PER NON SPECIALISTI COMPRENDERE ED INTERPRETARE I DATI ECONOMICO-FINANZIARI

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che sentono la necessità di dotarsi di strumenti di base per poter meglio comprendere ed interpretare i dati economici, patrimoniali e finanziari della propria, o altrui, azienda

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire gli strumenti di base per comprendere un bilancio • Per analizzare e interpretare le principali voci di bilancio • Per saper valutare un’azienda e le sue scelte in chiave economica, finanziaria e patrimoniale PROGRAMMA • La portata informativa del bilancio d’esercizio: finalità, contenuti, prospetti • Il bilancio e i principali documenti che lo compongono: le voci del conto economico e dello stato patrimoniale, il rendiconto finanziario • Solidità, redditività e solvibilità: analisi delle grandezze fondamentali, dal brevissimo al medio/lungo termine • Gli strumenti per l’analisi di bilancio: indici e flussi, indicatori di redditività, solidità, liquidità e sviluppo • Gli indicatori di performance più utilizzati per la valutazione dell’impresa • La valutazione degli investimenti (cenni)

22 ottobre 2014 13 marzo, 5 giugno 2015 3 dicembre 2014 11 febbraio, 7 maggio 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

19


20


AREA E

EFFICACIA PERSONALE

E1

ASSERTIVITÀ E GESTIONE DEI CONFLITTI

E2

LAVORARE IN TEAM

E3

LABORATORIO DI CREATIVITÀ

E4

PROBLEM SOLVING

E5

LA GESTIONE DELLE RIUNIONI

E6

TIME MANAGEMENT

E7

STRESS MANAGEMENT

E8

PUBLIC SPEAKING

21


E1

ASSERTIVITÀ E GESTIONE DEI CONFLITTI MIGLIORARE L’EFFICACIA DELLE RELAZIONI CON I PROPRI INTERLOCUTORI

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che, lavorando all’interno di una unità organizzativa o di un progetto aziendale, hanno l’esigenza di stabilire e mantenere relazioni efficaci con i propri interlocutori, migliorando la propria capacità di gestione dei conflitti.

• Date MILANO ROMA

1/2 dicembre 2014 9/10 febbraio, 20/21 aprile 2015 16/17 ottobre 2014 2/3 marzo, 28/29 maggio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per comprendere meglio e saper gestire situazioni di crisi e conflitto • Per acquisire, attraverso esercitazioni di gruppo, metodi e strategie di prevenzione e di gestione dei conflitti interpersonali nei contesti di gruppo • Per analizzare, attraverso test autodiagnostici, la propria capacità di comunicare assertivamente e di migliorare la qualità delle relazioni interpersonali PROGRAMMA • I presupposti e i differenti livelli della comunicazione efficace • Il modello dell’assertività: potenzialità e vantaggi • Evitare passività, manipolazione, aggressività • Lo stile assertivo: saper criticare ma poi saper utilizzare le critiche • Come riconoscere i conflitti: che cos’è un conflitto e come distinguerlo dal contrasto • Essere consapevoli delle fonti di conflitto: comprendere motivazioni e strategie degli attori coinvolti • Come adottare un atteggiamento proattivo verso i conflitti: fare delle situazioni conflittuali una leva per il raggiungimento degli obiettivi e il conseguimento dei risultati • Costruire un piano d’azione personale, da applicare operativamente, per affrontare le situazioni conflittuali quotidiane

22


E2

LAVORARE IN TEAM COOPERARE EFFICACEMENTE CON GLI ALTRI PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI

PERCHÉ PARTECIPARE • Per conoscere le dinamiche di gruppo e saper gestire le situazioni conflittuali • Per imparare a sentirsi parte di un progetto comune • Per sviluppare la capacità di definire gli obiettivi e raggiungere i risultati valorizzando il contributo di ciascuno • Per ottimizzazione i processi, i metodi e le strategie di lavoro in team • Per acquisire, attraverso il confronto in aula, una maggior consapevolezza del proprio atteggiamento all’interno del gruppo PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che fanno parte di gruppi di lavoro, indipendentemente dal ruolo ricoperto

• Date MILANO ROMA

• Cosa significa lavorare in team • Da gruppo di collaboratori a team affiatato: le fasi di sviluppo del gruppo di lavoro • I ruoli all’interno del team: differenza tra ruoli formali e ruoli funzionali all’efficacia del team • Esercitazione sullo sviluppo della dinamica di gruppo e sul ruolo di ognuno all’interno del team • Confronto ed analisi dei presupposti ed elementi chiave per lavorare bene insieme • I metodi e gli strumenti per il lavoro di gruppo • Il rapporto tra lavoro di squadra e risultato finale

10 novembre 2014 1 aprile, 17 giugno 2015 30 settembre 2014 17 marzo, 3 luglio 2015

• Durata 1 gg • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

23


E3

PERCHÉ PARTECIPARE

SVILUPPARE IL PENSIERO CREATIVO E TRADURLO IN IDEE E AZIONI

• Per superare i propri blocchi emotivi, percettivi e culturali sviluppando il proprio potenziale di “generatore di idee” • Per sviluppare una grande flessibilità, un atteggiamento aperto ed una disponibilità all’ascolto attivo • Per diventare promotore di creatività e saper individuare, analizzare e risolvere i problemi, eliminando soluzioni note e trovando rapidamente soluzioni efficaci • Per imparare a stimolare la creatività negli altri, per saperla riconoscere e premiare

LABORATORIO DI CREATIVITÀ

PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che, in azienda, desiderano scoprire la propria creatività, per sviluppare un atteggiamento mentale aperto e curioso nelle varie situazioni di lavoro

• Date MILANO ROMA

23 ottobre 2014 18 marzo, 18 maggio 2015 27 novembre 2014 5 marzo, 22 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

• Che cos’è la creatività: individuale e di gruppo, come atteggiamento e come metodo. • Autodiagnosi del proprio profilo creativo • Lo strumento della mappa mentale e le sue regole • Alla scoperta del proprio potenziale creativo: autodiagnosi del proprio profilo, mental jogging, individuazione dei blocchi alla creatività e loro superamento • Mettere in moto l’energia creativa: il pensiero positivo e i tre assi della creatività • Mettiamoci in gioco: un percorso di eccellenza creativa • Da creatività personale a creatività in azienda: trasformare la creatività personale in un valore aggiunto per il gruppo

24


E4

PROBLEM SOLVING ANALIZZARE LE CAUSE E INDIVIDUARE LE SOLUZIONI

PERCHÉ PARTECIPARE • Per adottare un approccio analitico e propositivo ai problemi attraverso l’utilizzo delle metodologie più adatte alle diverse situazioni • Per imparare a trovare soluzioni innovative, utilizzando il proprio potenziale creativo • Per riuscire a trasformare il problema in opportunità, abituandosi a pensare “fuori dagli schemi”

PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che, in azienda, si trovano a dover affrontare problemi e situazioni critiche di varia natura e complessità, dovendo identificare soluzioni rapide e condivise

• Date MILANO ROMA

• Energia, talento e metodo: i 3 assi della creatività in azione • Il processo di risoluzione di un problema: dall’analisi all’individuazione delle soluzioni • La definizione delle priorità, la scomposizione di situazioni complesse in situazioni semplificate e l’individuazione delle cause del problema • Le tecniche della produzione creativa: carte eureka, la matrice di scoperta, l’analogia, il brainwriting, il planetario. • Trasformare le soluzioni individuate in azioni condivise: la vendita delle idee

24 ottobre 2014 19 marzo, 19 maggio 2015 28 novembre 2014 6 marzo, 23 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

25


E5

LA GESTIONE DELLE RIUNIONI MASSIMIZZARE L’EFFICACIA DEI MEETING AZIENDALI

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che in azienda si trovano a condurre riunioni e meeting

• Date MILANO ROMA

3 dicembre 2014 4 marzo, 13 maggio 2015 1 ottobre 2014 9 aprile, 10 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per imparare a strutturare al meglio una riunione affinché sia produttiva per tutti i partecipanti • Per acquisire modalità di gestione che massimizzino l’efficacia delle riunioni • Per esercitarsi ad utilizzare una comunicazione appropriata • Per confrontarsi sulla gestione delle situazioni difficili

PROGRAMMA • I ruoli dei partecipanti alla riunione e le diverse attitudini (paura di esprimersi, desiderio di imporsi …) • Esercitazione e confronto sulle dinamiche di gruppo durante le riunioni • I differenti tipi di riunione: informativa, di valutazione, per la risoluzione di problemi, per prendere decisioni, di consultazione • La comunicazione efficace: coinvolgere, convincere, persuadere • La preparazione della riunione: aspetti materiali e aspetti psicologici • Role playing sulla conduzione della riunione: presentare gli obiettivi, stimolare il dibattito, rifocalizzare la discussione, gestire le dinamiche di gruppo, gestire il tempo, capire i punti di vista, sintetizzare e concludere

26


E6

PERCHÉ PARTECIPARE

GESTIRE IL TEMPO PER GUADAGNARE TEMPO

• Per comprendere, attraverso un’autoanalisi dei punti di forza e di debolezza, come si utilizza il proprio tempo e come lo si potrebbe utilizzare • Per ridurre lo stress grazie all’utilizzo di tecniche per organizzare meglio il proprio tempo • Per capire che priorità dare e cosa poter delegare o posticipare • Per imparare a pianificare il tempo da dedicare alle diverse attività

TIME MANAGEMENT

PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che sentono la necessità di gestire in modo più produttivo il proprio tempo, utilizzandolo al meglio

• Date MILANO ROMA

13 novembre 2014 28 aprile, 1 luglio 2015 23 settembre 2014 23 marzo, 21 maggio 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

• Dalla percezione alla gestione del tempo: conoscere l’utilizzo del proprio tempo • Esercitazione: quali sono e come “lavorano” i ladri del tempo • Un metodo per usare con efficacia il proprio tempo: il modello dei 5 assi per combattere i ladri del tempo • Esercitazione su come utilizzare il modello per migliorare l’uso del proprio tempo • Tecniche e strumenti: avere chiari gli obiettivi, definire le priorità, distinguere fra importanza e urgenza • Il metodo di Eisenhower • Organizzare il tempo relazionale • Dal metodo all’azione: la programmazione del lavoro e la delega

27


E7

STRESS MANAGEMENT GESTIRE LE SITUAZIONI STRESSANTI E VIVERE SERENI

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che intendano trasformare lo stress in uno stimolo positivo, imparando a utilizzare le proprie energie per convivere serenamente con eventi stressanti

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire le conoscenze chiave per la gestione dello stress • Per adottare atteggiamenti mentali che permettano di affrontare situazioni stressanti • Per conoscere e sperimentare con l’aiuto di esercitazioni mirate, tecniche per superare momenti di tensione

PROGRAMMA • Che cos’è lo stress: fisiologia dello stress • Eustress e distress: la differenza tra stress positivo e negativo • Le fonti dello stress: test di autodiagnosi per individuare quali sono e dove risiedono le proprie fonti di stress:”il fulmine a ciel sereno”, la gara delle difficoltà • Le forme e le strategie del coping • 6 regole per la gestione dello stress • Le tipologie di persone che stressano • Come difendersi dallo stress: le strategie

14 novembre 2014 29 aprile, 2 luglio 2015 24 settembre 2014 24 marzo, 22 maggio 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

28


E8

PUBLIC SPEAKING COMUNICARE EFFICACEMENTE PROGETTI, IDEE, OBIETTIVI , RISULTATI

A CHI È RIVOLTO Tutti coloro che, dovendo parlare in pubblico, desiderano acquisire sicurezza e capacità di persuasione nei confronti degli ascoltatori

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per allenarsi a migliorare l’efficacia delle proprie presentazioni • Per sviluppare le abilità e capacità per parlare efficacemente davanti agli altri • Per imparare a gestire l’ansia • Per esercitarsi a conoscere e utilizzare le leve in grado di colpire e influenzare il pubblico

PROGRAMMA • La comunicazione in pubblico: le regole base, i modelli • Analisi di una propria presentazione per strutturare al meglio l’intervento: gli aspetti principali, gli stadi della preparazione, le fasi del discorso • Personalizzare la presentazione in base al profilo e alle esigenze del pubblico • Ottenere l’attenzione e far partecipare: alcuni accorgimenti operativi • Usare i movimenti, l’enfasi, i gesti ed il controllo vocale per conquistare l’uditorio: esercitazione pratica • Creare supporti visivi e multimediali d’effetto • Gestire in modo ottimale il tempo a disposizione • Affrontare e gestire obiezioni e polemiche

9/10 ottobre 2014 24/25 febbraio, 15/16 giugno 2015 9/10 dicembre 2014 20/21 aprile, 13/14 luglio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

29


30


AREA S

VENDITE

S1

L’EFFICACIA DELL’AZIONE DI VENDITA

S2

IL VALUE SELLING: LA VENDITA DI VALORE

S3

VENDERE AL TELEFONO

S4

TECNICHE PUBBLICITARIE DI BASE A SUPPORTO DELLA VENDITA

31


S1

L’EFFICACIA DELL’AZIONE DI VENDITA TECNICHE DI VENDITA PER VENDITORI DI SUCCESSO

A CHI È RIVOLTO Venditori, tecnici commerciali, agenti, addetti e responsabili vendite che desiderano rafforzare le proprie competenze commerciali

• Date MILANO ROMA

25/26 settembre 2014 18/19 febbraio, 5/6 maggio 2015 20/21 novembre 2014 26/27 marzo, 18/19 giugno 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per sviluppare una visione complessiva dell’intero processo di vendita dando ordine logico e pratico alle varie fasi • Per apprendere gli strumenti, le tecniche e le metodologie per essere efficaci nel mondo delle vendite • Per pianificare la propria azione di vendita con il supporto delle metodologie più efficaci • Per applicare le modalità comunicative più idonee per una relazione positiva con il cliente

PROGRAMMA • Il venditore e il processo d’acquisto: pianificare la propria azione di vendita, conoscere i bisogni del cliente, analizzare la concorrenza. Esercitazione: l’identikit del venditore • Gli strumenti per organizzare la propria azione di vendita • Conoscere il proprio mercato oltre il prodotto: la psicologia dell’atto d’acquisto • Le regole di base di una buona relazione • Le tecniche dell’intervista, i metodi per riformulare la domanda e per strutturare e adattare le proprie argomentazioni • Presentare e difendere il prezzo: quando e come parlarne • La gestione delle obiezioni: simulazione di un incontro con il cliente • Concludere per vendere: come terminare un incontro e fidelizzare i propri clienti

32


S2

IL VALUE SELLING: LA VENDITA DI VALORE VENDERE OLTRE IL PRODOTTO

A CHI È RIVOLTO Venditori, tecnici commerciali, agenti, funzionari di vendita, responsabili vendite che già possiedano le competenze commerciali di base e che siano interessati ad arricchirle facendo propri gli strumenti della vendita di valore

• Date MILANO ROMA

11/12 dicembre 2014 9/10 marzo, 8/9 giugno 2015 20/21 ottobre 2014 9/10 febbraio, 18/19 maggio 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per imparare a proporsi al cliente come venditore di soluzioni e di valore, in un’ottica di Value Selling • Per migliorare la propria capacità di identificare i bisogni, i ruoli e le motivazioni d’acquisto dei clienti • Per aumentare la consapevolezza della propria capacità di influenza • Per apprendere metodi innovativi per favorire la fidelizzazione del cliente

PROGRAMMA • Cosa vuol dire value selling? • Pensare in termini di valore: differenza tra caratteristiche, prove e vantaggi • Il marketing del venditore nei mercati B2B e B2C • Analizzare le criticità nella vendita “tradizionale”: i numeri chiave della vendita, analisi del GRID e della DMU (Decision Making Unit) • Il venditore-consulente: abitudini e caratteristiche di un venditore di successo • I bisogni e le motivazioni d’acquisto dei clienti • Conoscere ed entrare in sintonia con i diversi interlocutori: le informazioni utili per identificarne il profilo e per modulare la propria offerta • Vendere in termini di Valore anche costi e condizioni: rispondere alle richieste reali, conoscere le leve commerciali e le trappole dell’interlocutore, fronteggiare le pressioni e trovare le argomentazioni più adatte • Simulazione sulla vendita di valore di prodotti/ servizi ed esercitazione “Solution selling” 33


S3

VENDERE AL TELEFONO INCREMENTARE LE VENDITE E FIDELIZZARE I PROPRI CLIENTI ATTRAVERSO IL TELEFONO

A CHI È RIVOLTO Venditori, tecnici commerciali, assistenti commerciali, operatori di telemarketing e, in generale, coloro che utilizzano il telefono per fissare appuntamenti commerciali

• Date MILANO ROMA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per imparare a creare una relazione positiva con il cliente migliorando le proprie capacità relazionali e comunicative • Per migliorare le proprie tecniche di persuasione telefonica e le strategie di vendita • Per acquisire sicurezza e fiducia nelle proprie capacità, esercitandosi a superare le obiezioni, e concludere efficacemente la vendita

PROGRAMMA • Preparare la telefonata: lo script • Sviluppare un atteggiamento empatico per entrare in sintonia con il cliente e farsi ascoltare • Utilizzare la voce per infondere fiducia • Controllare le proprie emozioni e tenere alta la motivazione: la metafora del pescatore: utilizzare l’attrezzatura adatta, l’esca giusta e avere tanta pazienza • Role playing: porre le “giuste” domande per capire le esigenze del cliente e le motivazioni d’acquisto • Imparare a gestire e superare le obiezioni, trasformandole in opportunità di vendita • Concludere la vendita

4 dicembre 2014 31 marzo, 29 maggio 2015 22 ottobre 2014 15 aprile, 5 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 500 euro + iva (intera) - 450 euro + iva (multipla)

34


S4

TECNICHE PUBBLICITARIE DI BASE A SUPPORTO DELLA VENDITA COSTRUIRE UN’EFFICACE COMUNICAZIONE DI PRODOTTO

A CHI È RIVOLTO Product manager, brand manager, account manager, assistenti o specialisti del marketing e/o delle vendite.

• Date MILANO ROMA

16/17 ottobre 2014 26/27 febbraio, 22/23 aprile 2015 1/2 dicembre 2014 16/17 marzo, 3/4 giugno 2015

• Durata 2 gg • Quota di partecipazione 950 euro + iva (intera) - 850 euro + iva (multipla)

PERCHÉ PARTECIPARE • Per acquisire maggiore competenza circa gli strumenti più idonei per la pubblicazione su carta delle proprie azioni di marketing • Per apprendere ed applicare tecniche e metodologia di produzione di un oggetto pubblicitario riducendo i costi e ottimizzando i tempi • Per comprendere come gestire i rapporti con i fornitori: agenzie di comunicazione, studi grafici, stampatori

PROGRAMMA • Il mondo della pubblicità: cenni storici, dinamiche e tipologie • Il colore: cos’è; come i colori comunicano con l’inconscio • Il lettering: font e tipografia del testo • La forma e l’immagine: percorso esplorativo nel mondo della comunicazione visiva • Il mondo digitale: cosa sono le immagini bitmap e le immagini vettoriali, quali sono le loro caratteristiche distintive e le peculiarità, quali sono i punti di forza e le criticità • Strutturare un layout efficace • Nozioni tecniche di base dei software Adobe Photoshop, Illustrator, Indesign. Esercitazione. • Il “Below the Line” e la produzione dell’oggetto cartaceo

35


36


AREA F

NON PROFIT

F1

IL FUNDRAISING INTEGRATO

F2

IL MARKETING E LA COMUNICAZIONE SOCIALE

37


LA FORMAZIONE AL FURDRAISING E AL MARKETING SOCIALE PER IL TERZO SETTORE

38


PERCHÉ • Per migliorare la capacità di capitalizzazione e comunicazione di quanto viene fatto, anche in ottica di miglioramento della relazione con il mondo profit • Per dotarsi di metodologie e strumenti che ottimizzino l’attività di Raccolta Fondi • Per acquisire metodi di analisi e supporto a processi di riorganizzazione o ristrutturazione che diano nuova vita all’ente • Per migliorare la propria capacità di creare opportunità di partnership durature con aziende profit, al fine di sostenere nel tempo i servizi di welfare progettati

Docente dei corsi

Elena Zanella E’ Direttore Fundraising, Comunicazione e Marketing di Fondazione Serena Onlus – Centro Clinico Nemo. Blogger su vita.it - La Zanzarella e relatrice Festival del Fundraising, è inoltre la vincitrice dell’Italian Fundraising Award 2013.

Tutti i corsi possono essere finanziati tramite Fondi Interprofessionali e bandi pubblici, per maggiori informazioni consultare la sezione “Fondi per la formazione continua” a pag. …

39


F1

IL FUNDRAISING RACCOGLIERE FONDI PER FINANZIARE LA CRESCITA

PERCHÉ PARTECIPARE • Per capire cos’è la raccolta fondi e quali sono le diverse attività che la costituiscono • Per collocare l’attività di fundrainsing nel contesto sociale ed economico attuale • Per acquisire gli elementi base per implementare con successo un’azione di fundraising, con il supporto di esercitazioni e casi pratici • Per dotarsi delle istruzioni necessarie per applicare in modo efficace e concreto il fundraising in uno specifico contesto organizzativo PROGRAMMA

A CHI È RIVOLTO Responsabili di Associazioni e Cooperative, funzionari e dirigenti della P.A. e della Scuola, volontari dedicati alla raccolta fondi.

• Date MILANO ROMA

• Il terso settore in Italia: come nasce, come si sviluppa e come si professionalizza • Introduzione al fundraising • Il ciclo del fundraising • Analisi strategica iniziale • La professione del fundraiser

2 ottobre 2014 12 febbraio, 21 maggio 2015 18 settembre 2014 5 marzo, 18 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 150 euro + iva (intera) - 100 euro + iva (multipla)

40


F2

IL MARKETING E LA COMUNICAZIONE SOCIALE

PERCHÉ PARTECIPARE • Per comprendere i diversi canali di comunicazione da utilizzare nei progetti di fundraising • Per imparare a comunicare i progetti raggiungendo i target interessati • Per acquisire gli strumenti necessari all’implementare della strategia progettuale

PROGRAMMA IL MARKETING SOCIALE

ALLARGARE LA RETE DI RELAZIONI E OTTENERE CONSENSO E ADESIONE AI PROGETTI DELL’ENTE A CHI È RIVOLTO Responsabili di Associazioni e Cooperative, funzionari e dirigenti della P.A. e della Scuola, volontari dedicati alla raccolta fondi.

• Date MILANO ROMA

• I donatori e il database relazionale • Strategie, strumenti, tecniche: a. Direct Marketing e Direct Mail b. Corporate Fundraising c. Gli eventi speciali d. IL fundraising on line e. Crowdfunding • Analisi di case histories LA COMUNICAZIONE • • • •

La comunicazione sociale La comunicazione nel fundraising: on e offline I social network Analisi di case histories

3 ottobre 2014 13 febbraio, 22 maggio 2015 19 settembre 2014 6 marzo, 19 giugno 2015

• Durata 1 g • Quota di partecipazione 150 euro + iva (intera) - 100 euro + iva (multipla)

41


MODALITÀ DI ISCRIZIONE E’ possibile effettuare l’iscrizione ad un corso PGA sia dal nostro sito web, compilando il modulo on line che trovate nella pagina relativa al corso di vostro interesse, sia via fax , inviandoci il modulo che segue al numero 02 700528459. Il pagamento deve avvenire al momento dell’iscrizione. 7 giorni prima della data di erogazione del corso riceverete una mail di conferma con le indicazioni di carattere logistico (sede del corso e orari). Per annullare l’iscrizione è necessario comunicarci la cancellazione in forma scritta (fax o e-mail). In caso di rinuncia scritta pervenuta tra il 7° e il 4° giorno prima della data di effettuazione, vi sarà addebitato il 25% della quota di partecipazione. Per annullamenti pervenuti successivamente, verrà addebitata l’intera quota. E’ possibile sostituire un partecipante in qualunque momento, previa comunicazione del nuovo nominativo via e-mail o via fax.

SEDE E ORARI I corsi hanno inizio alle ore 9.00 e terminano alle ore 17.30 e si svolgono presso hotel e strutture convenzionate. Le quote di partecipazione comprendono il materiale didattico, l’attestato di partecipazione, i coffee break e la colazione di lavoro.

42


TAGLIANDO DI ISCRIZIONE

SOCIETÀ ALLA QUALE INTESTARE LA FATTURA: Ragione sociale CAP

Via Città

Provincia

Settore di attività

P.IVA

Codice Fiscale

SOCIETÀ ALLA QUALE SPEDIRE LA FATTURA (SE DIFFERENTE): Ragione sociale CAP

Via Città

Provincia

❑ Desidero ricevere la fattura via mail all’indirizzo .................................................................................... DESIDERO ISCRIVERE LE SEGUENTI PERSONE AL CORSO:

Titolo corso 1

2

3

SIGLA

DATA (GG/MM/AA)

__

__/__/__

Nome

Cognome

E-mail

Ruolo

Nome

Cognome

E-mail

Ruolo

Nome

Cognome

E-mail

Ruolo

Informativa sulla PRIVACY ex art.13 D.Lgs. 196/2003Le informazioni fornite verranno trattate per finalit di gestione amministrativa dei corsi (contabilità, logistica, formazione elenchi). I dati potranno essere utilizzati per la creazione di un archivio ai fini dell’invio di aggiornamenti sui corsi e/o sulle attività future. In qualunque momento, potrà accedere alle informazioni in nostro possesso ed esercitare i diritti di cui all’art. 7 del D. Lgs. (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ect.). Questi dati non saranno mai ceduti a terzi. Con l’invio del modulo, dichiaro di accettare le suddette condizioni. Titolare e responsabile del trattamento è la società PGA Strategia e Consulenza Srl

COORDINATE BANCARIE PER IL PAGAMENTO TRAMITE BONIFICO BANCARIO:

C. C. 615253501302 - Banca Intesa San Paolo - Agenzia 2124 via Carpi 4, Milano - Intestato a PGA Srl

IBAN

Paese

CIN Euro

CIN IT

COD. ABI

C.A.B.

N. CONTO

IT

08

E

03069

09509

615253501302

BIC SWIFT: BCITITMM

NOME, COGNOME E RUOLO DELLA PERSONA CHE EFFETTUA L’ISCRIZIONE

Scarica il pdf del Tagliando di iscrizione

..................................................................................................................Telefono.....................................

Data..........................................

Timbro e Firma ......................................................................................

43


FORMAZIONE IN AZIENDA PROGETTIAMO INSIEME A VOI UNA CULTURA AZIENDALE CONDIVISA

PERCHÉ • Per accrescere la fiducia reciproca e il senso di appartenenza al gruppo, e acquisire una cultura aziendale condivisa al fine di lavorare insieme in modo efficace e produttivo • Per creare occasioni di incontro tra persone che, pur appartenendo alla stessa organizzazione, non hanno ancora avuto modo di conoscersi o di lavorare insieme • Per migliorare lo spirito di gruppo e rafforzare la coesione e l’orientamento ai risultati su team già costituiti 44


COME I percorsi formativi PGA si caratterizzano per l’animazione d’aula a forte impatto esperienziale, sono ricchi di occasioni di confronto e di lavori in sottogruppo, e prevedono: • la definizione dei contenuti in base ai bisogni emersi dall’analisi preliminare e dagli affiancamenti effettuati in fase progettuale • la progettazione di esercitazioni e role playing in base allo specifico contesto aziendale • il riallineamento dell’intervento in corso d’opera, in maniera flessibile e dinamica e in funzione delle esigenze che man mano emergono • la possibilità di usufruire di metodologie formative di team building particolarmente efficaci e coinvolgenti per gruppi aziendali: maestri d’arte, teatro in azienda, laboratorio di creatività, running training, cooking, barca a vela, green days La modalità formativa tradizionale prevede aule con un massimo di 15 partecipanti. Gli eventi formativi esperienziali, adatti sia a piccoli che a grandi gruppi, utilizzano metafore quali il teatro, le arti, il cooking per veicolare i contenuti precedentemente definiti con il commitment. L’organizzazione di questi format prevede massima flessibilità nella definizione della durata dei diversi moduli. Artisti e attori professionisti, esperti ambientali e chef animano gli eventi affiancati dai formatori PGA.

LE NOSTRE AREE DI INTERVENTO: • • • •

Management e gestione delle risorse Comunicazione ed efficacia personale Sales Change Management

Per maggiori informazioni su eventi speciali, contenuti e metodologie formative, visitate il nostro sito: www.pga-so.it o contattateci all’indirizzo info@pga-so.it o al tel. 02- 20520705 45


I FONDI PER LA FORMAZIONE CONTINUA UN’OPPORTUNITÀ PER LE PERSONE, LE AZIENDE E GLI ENTI NON PROFIT

I Fondi per la formazione continua sono nati per promuovere lo sviluppo della formazione dei lavoratori attraverso il finanziamento di Piani formativi aziendali, settoriali, territoriali e individuali. Per le aziende e gli enti non profit, PGA offre un servizio di orientamento alla scelta del Fondo interprofessionale più adatto cui iscriversi, qualora non si sia ancora aderito ad alcuno. Per i singoli, PGA fornisce un supporto nell’individuazione di modalità di finanziamento attraverso bandi pubblici.

COSA PGA PUO’ FARE PER VOI Gli esperti PGA vi affiancano nelle varie fasi del processo di finanziamento della formazione, dall’analisi dei fabbisogni all’erogazione e rendicontazione: • analisi e stesura del progetto formativo ed elaborazione del preventivo finanziario da presentare all’ente finanziatore • predisposizione della domanda di contributo • presentazione della domanda di finanziamento presso il fondo/ente pubblico • assistenza alla gestione delle attività di rendicontazione, durante la fase di erogazione della formazione • attività di consuntivo con predispozione delle relazioni finali da presentare all’ente finanziatore

46

Per maggiori informazione in merito contattateci all’indirizzo info@pga-so.it o al numero 02 20520705


€ €

47


CONSULENZA VI AFFIANCHIAMO NELL’ALLINEARE BUSINESS E COMPETENZE DELLE PERSONE

PERCHÉ • per avviare un piano di innovazione e sviluppo organizzativo attraverso l’identificazione delle aree critiche, degli spazi di miglioramento e di un assetto organizzativo coerente con la strategia aziendale → check up organizzativo • per identificare le competenze chiave e quelle da potenziare e valorizzare attraverso la definizione e la gestione di percorsi di sviluppo → modelli di competenze • per implementare un sistema di gestione delle competenze al fine di migliorare le prestazioni aziendali → strumenti di gestione delle performance • per misurare il grado di fiducia e la motivazione delle persone ed individuare e implementare le conseguenti azioni di miglioramento → indagini di clima • per dotarsi di strumenti di valutazione e gestione del potenziale che consentano di identificare e gestire percorsi di crescita delle risorse → assessment e developement centre

48


COME CHECK UP ORGANIZZATIVO

INDAGINI DI CLIMA

• individuazione e formalizzazione dei principali processi di collaborazione dell’organizzazione • descrizione (Job Description) delle principali Posizioni Organizzative • stesura dell’Organigramma inteso come disegno della macro e della micro struttura organizzativa

Affianchiamo il management nella definizione ed implementazione di una piattaforma on line per la somministrazione e gestione del Questionario finalizzato alla rilevazione del Clima Organizzativo. Nello specifico:

MODELLI DI COMPETENZE • definizione delle competenze trasversali all’organizzazione e di quelle tipiche di mestiere; • individuazione dell’ architettura e del metodo per la valutazione del livello di competenza atteso per le risorse interne all’organizzazione. STRUMENTI DI GESTIONE DELLE PERFORMANCE • creazione ed implementazione di strumenti di valutazione del livello di competenza effettivamente posseduto dalle risorse rispetto alle aspettative del ruolo; • individuazione ed analisi dei principali gap di competenza tra livello richiesto e posseduto; • identificazione ed implementazione di azioni di sviluppo individuale ed organizzativo • formalizzazione di Piani di Successione.

• analisi degli obiettivi e della strategia dell’intervento insieme alla committenza; • definizione e validazione delle domande del Questionario e della scala di misurazione; • somministrazione del Questionario on line; • elaborazione e restituzione dei risultati; • definizione di un piano d’azione per i passi successivi all’indagine. ASSESSMENT E DEVELOPEMENT CENTRE Supporto al management (tramite questionari, in basket, role playing e lavori di gruppo) nella valutazione del potenziale di risorse che siano inserite in un percorso di crescita e della prestazione per risorse che debbano migliorare le proprie performance e sviluppare maggiore efficacia nel ruolo ricoperto. Per la mappatura delle capacità manageriali viene utilizzato SKILL VIEWTM, un test descrittivo delle 5 macroaree di competenza che definiscono il profilo professionale: competenze personali, realizzative, sociali, di influenza e manageriali.

49


SKILL VIEW TM Il test per individuare e gestire le competenze aziendali Che cos’è: sviluppato dal Centro Universitario Internazionale, è un test descrittivo delle capacità manageriali individuali, in ambito professionale, e viene utilizzato per la selezione, la formazione, lo sviluppo delle risorse umane, in fase di Assessment, individuale o di gruppo, e per bilanci di competenze, nella valutazione dei passaggi di carriera. L’output è costituito da report qualitativi e quantitativi in riferimento a capacità, caratteristiche e attitudini, anche rispetto ad un profilo atteso.

Perché: • per permettere all’ HR di avere un panorama dettagliato del profilo di personalità ed un Bilancio di Competenze; • per aiutare l’HR ad individuare le risorse più adatte a ricoprire una specifica posizione; • per dare a ciascuno la consapevolezza dei propri punti di forza e delle proprie aree di miglioramento; • per permettere ad ognuno di meglio definire un programma personalizzato di crescita e sviluppo professionale, per colmare i gap tra profilo ideale e profilo posseduto

Sul sito www.pga-so.it è possibile visionare una demo di SKILL VIEWTM 50


51


COACHING ALLENIAMO LE POTENZIALITÀ DEI VOSTRI TALENTI

PERCHÉ • • • • •

52

per individuare e sviluppare le potenzialità del singolo e del gruppo per accrescere la consapevolezza, la responsabilità e l’efficacia delle persone per tradurre una richiesta di cambiamento o miglioramento in obiettivi concreti per realizzare piani d’azione finalizzati al raggiungimento degli obiettivi prefissati per monitorare i risultati attraverso report e feedback


COME • Il modello di Coaching cui facciamo riferimento è quello basato sulle 11 competenze di ICF (International Coach Federation). I Coach PGA, accreditati presso ICF, accompagnano la persona o il team nell’ acquisizione di maggiore consapevolezza, incrementando fiducia e motivazione, sviluppando talenti e capacità. • Dopo aver concordato le aspettative e la durata del percorso, l’azione di coaching si snoda attraverso una serie di incontri finalizzati a stimolare un processo creativo e di scoperta. • I modelli decisionali, emotivi e di comportamento della persona diventeranno più efficaci. Ci si concentra sul contesto lavorativo dell’individuo e sul suo modo di apprendere, permettendo l’identificazione di punti di forza e di miglioramento, fornendo strumenti personalizzati per integrare gli obiettivi individuali con quelli organizzativi.

I PERCORSI EXECUTIVE COACHING • Per aiutare i top Manager a creare e sviluppare la propria leadership strategica. Un percorso individuale a beneficio di coloro che sono responsabili di decisioni complesse di grande impatto sull’organizzazione nel suo insieme. Il percorso di coaching è incentrato su performance organizzative e di sviluppo oltre che personali.

CAREER COACHING • Per chi in azienda è in procinto di ricoprire un nuovo ruolo o affrontare nuove sfide professionali. Il percorso di Career Coaching consente di scoprire i propri talenti e punti di forza, facendo luce sul proprio potenziale e individuando modalità per migliorare le proprie performance e perseguire con determinazione i propri obiettivi. TEAM COACHING • Ogni volta che l’azienda ha bisogno di accompagnare un team nel raggiungimento di obiettivi sfidanti, nella gestione dei conflitti e nella costruzione di un team affiatato.

53


LA CONSULENZA PER IL TERZO SETTORE VI ACCOMPAGNIAMO NEL PROCESSO DI CRESCITA E NELLE ATTIVITÀ A SOSTEGNO DEI VOSTRI PROGETTI PERCHÉ • Per analizzare e migliorare l’organizzazione e la strutturazione interna → → check up organizzativo • per ottimizzare la gestione dei processi e delle risorse umane → → consulenza organizzativa • per guidare le persone nell’acquisizione di metodologie e tecniche che migliorino competenze e prestazioni → formazione su misura • per migliorare l’attività di reperimento fondi a sostegno dei progetti e della vita stessa dell’ente → fundraising integrato (aziende, istituzioni, donatori privati) • per creare nuove sinergie e partnership Profit – Non Profit → Corporate Philantropy

54


COME CHECK UP ORGANIZZATIVO

FUNDRAISING INTEGRATO

• Individuazione e formalizzazione dei principali processi di collaborazione dell’organizzazione • Descrizione (Job Description) delle principali Posizioni Organizzative • Stesura dell’Organigramma inteso come disegno della macro e della micro struttura organizzativa

• Supervisione e coordinamento di chi, all’interno dell’associazione, si dedica all’attività di Fundraising • Trasferimento di know how • Ampliamento dell’attività di fundraising • Valutazione dell’operatività e dell’eventuale necessità di ampliamento dell’organico

CONSULENZA ORGANIZZATIVA

CORPORATE PHILANTROPY

• Identificazione degli obiettivi • Mappatura dei processi e delle competenze (esistenti e necessarie) • Definizione della strategia, delle aree di miglioramento e delle possibilità di ampliamento delle attività e di crescita delle persone

• Creazione di relazioni tra mondo non profit e mondo profit • Organizzazione di eventi di incontro tra le due realtà

FORMAZIONE SU MISURA • Definizione del percorso formativo per migliorare l’efficienza delle risorse • Consolidamento delle capacità esistenti, creazione delle competenze mancanti • Miglioramento e facilitazione del processo di condivisione delle conoscenze e di capitalizzazione delle esperienze

Per maggiori informazioni visitate il nostro sito: www.pga-so.it o contattateci all’indirizzo info@pga-so.it o al tel. 02 20520705

55


TEAM PGA ALESSANDRO PERINI Amministratore Delegato PGA, dal 1995 si occupa di formazione manageriale e consulenza aziendale. Progetta e gestisce percorsi di formazione nell’area gestione e sviluppo risorse umane (leadership, gestione collaboratori, team work) e nell’area vendite e comunicazione (sales, customer care, negoziazione). Gestisce percorsi di coaching manageriale. Lavora a stretto contatto col settore formazione e sviluppo delle Aziende clienti. E’ intervenuto tra gli altri presso : AXA, Bayer, Metro, Siemens, Agip, Bosch, Banca Marche, Ferrovie Nord Milano, Sutter, Unicredit, Ing Direct.

ALESSANDRO LONARDI Consulente PGA, dal 1998 al 2006 è stato Sales Manager di alcune realtà imprenditoriali nazionali e multinazionali. Dal 2008 si occupa di formazione e consulenza lavorando su aspetti legati all’area vendite e comunicazione (sales, customer care, negoziazione, gestione dei reclami, call center) e all’area di gestione e sviluppo delle risorse umane (self development, leadership, team work, coaching).

METELLO SORGATO Consulente PGA, per diversi anni ha lavorato all’interno delle Agenzie per il Lavoro provinciali e collaborato con aziende private occupandosi di attività di matching e recruitment. Ha, inoltre, maturato esperienze nel campo della formazione comportamentale e implementato sistemi di competenze in Enti Pubblici e aziende private. Per PGA è docente in percorsi di formazione nell’area gestione e sviluppo risorse umane, in particolare in percorsi di Leadership e Gestione dei collaboratori, Comunicazione, Efficacia Personale, Gestione dei conflitti e Team Working.

MONICA ADORNI Consulente PGA, dal 1993 si occupa di formazione aziendale nell’area vendite, area comportamentale e manageriale, creatività e problem solving. E’ specializzata in tecniche di creatività applicate alla formazione e alla ricerca, team building e utilizzo di metodologia ludiche per la formazione in aula.

ELISA CAVALLAZZI Consulente PGA, ha maturato esperienze come responsabile selezione, formazione e sviluppo del personale in realtà multinazionali come Bayer e Impregilo. Dal 2010 si occupa di progettazione ed erogazione di percorsi formativi nell’area dei comportamenti organizzativi e del people management ed è specializzata nella realizzazione di progetti di consulenza direzionale che abbiano come focus il miglioramento dell’organizzazione e la valutazione e gestione delle risorse umane. 56


MASSIMO LUPI Ha maturato esperienze come responsabile formazione, selezione e sviluppo in Beiersdorf Italia, responsabile europeo formazione e sviluppo in Sony Europa a Berlino e responsabile, a livello mondiale, dei progetti nell’area Talent Management in Microsoft Corporation a Redmond (Seattle – Stati Uniti ). In PGA si occupa di progetti di consulenza volti a sviluppare l’efficacia dei processi organizzativi ed i sistemi di performance management; è formatore nell’area della gestione risorse umane e dei conflitti.

LAURA BORGHERINI Consulente PGA, ha una forte esperienza nell’orientamento e valutazione delle risorse umane sia in ambito accademico che aziendale. Si occupa della progettazione ed erogazione di percorsi formativi manageriali, di consulenza organizzativa e di gestione e assessment delle risorse umane.

57


VALENTINA UGO E’ Consulente PGA all’interno dell’Area Non Profit. Dal 2002 ha maturato esperienze nel terzo settore all’interno di importanti realtà nazionali ed internazionali specializzandosi nelle attività di Fundraising. In PGA, segue progetti di consulenza per sviluppare la strategia di comunicazione e fundraising, l’analisi e l’ottimizzazione dei processi e delle risorse umane e la progettazione/erogazione di percorsi formativi ad hoc per il terzo settore.

ALBERTO PELIZZA In PGA si occupa di formazione nell’area Finance e Controllo di Gestione. Ha iniziato la propria attività lavorativa presso Snamprogetti (Gruppo ENI) nell’area Trade, Export e Project Finance, per poi diventare Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo di una Società del Gruppo. E’ stato Responsabile del Controllo di Gestione Snamprogetti sino al 2006, poi Responsabile Finanza in Tecnimont. Dal 2012 è Head of Corporate & Trade Finance per Maire Tecnimont.

58

CARLA BENEDETTI Responsabile della sede PGA di Roma, è Business Coach e si occupa di sviluppo delle risorse, innovazione di impresa, training per goal setting, leadership e trasformazione organizzativa, creazione di training innovativi, concept e realizzazione. E’ Professional coach accreditata ACC presso ICF. Ha lavorato per 15 anni nel Management e HR in Italia e all’estero. Trainer Europeo per Erickson College International, è stata Concept e Project Leader della prima Coaching Expo - Roma 2013.

GIUSEPPE SCIFO Presidente del Comitato Scientifico PGA, è stato Business Economist in Imb Italia e Ibm Europe, poi Direttore Amministrativo e Controller alla Sperry Univac e Responsabile di ricerca presso la Fondazione Agnelli. Già Docente di strategia al Libero Istituto Universitario C. Cattaneo di Castellanza, è stato Direttore del CeRiCo (Centro Ricerche sulla Complessità). Docente presso le maggiori business schools italiane, è stato docente di la politica economica presso l’Università di Pavia. Consulente di direzione, è autore di numerosi volumi e pubblicazioni.


ALESSANDRA SAVI Ha lavorato per diversi anni per un’importante società di formazione internazionale per la quale, nell’ambito delle Operations, ha gestito i corsi, progettato percorsi formativi, ideato nuovi prodotti di formazione, curandone il marketing. Successivamente è stata Marketing Manager per una società di formazione e consulenza, gestendo le attività di marketing e comunicazione volte a sostenere il brand, gestendo la scuola di formazione e organizzando eventi per promuovere la consulenza. Per PGA si occupa delle attività di marketing e comunicazione e della gestione della scuola di formazione.

ANTONIO DE BARTOLOMEIS Ingegnere, ha ricoperto diversi incarichi manageriali in aziende italiane e multinazionali, dove si è occupato di organizzazione e miglioramento delle performances dei processi aziendali. Ha ricoperto incarichi di Project Manager per progetti di sviluppo organizzativo e sviluppo manageriale in diverse società di consulenza e formazione. E’ stato responsabile commerciale in società di consulenza italiane ed estere. E’ esperto di sistemi qualità e progetti di miglioramento continuo. Per PGA si occupa dello sviluppo commerciale.

ANTONELLA ZANETTO VASORI Consulente PGA dal 2012. Dal 1990 si occupa di marketing, vendite e trattative commerciali. Ha lavorato per alcune importanti società di comunicazione e formazione curando la gestione commerciale, le vendite e il follow up del cliente.

STEFANO DE IACO Consulente PGA dal 2010, ha lavorato come referente di start-up per studi professionali e aziende di diverse dimensioni; si occupa di rendicontazione per il non-profit e di progetti sul cloud, oltre che di attività commerciali e di social media marketing. Segue le attività amministrative e contabili di PGA. Dal 2009 è professionista fotografo ed esegue la cronaca di corsi ed eventi rielaborando le immagini in video emotion che vengono poi lasciate ai clienti a completamento delle attività formative effettuate.

GIOVANNI PINTUS In PGA si occupa di formazione nell’area della comunicazione di prodotto. Pubblicitario e consulente di immagine e comunicazione per le aziende, ha svolto l’attività di Art per i vari brand del Gruppo Bosch per poi costituire e prendere la responsabilità della House Agency del medesimo Gruppo, ricoprendo mansioni di direzione creativa e formazione dei collaboratori Art e Designer. E’ Owner e Creative Director dell’agenzia pAint us.

59


REFERENZE ALCUNI DEI CLIENTI PIU’ RECENTI •

ABINBEV

IL SOLE 24 ORE

ARKADIA Translation

LUCCHINI RS

ARTSANA

METRO Cash & Carry

ASARVA (Associazione Artigiani Varese)

MSC Software

AXA Assicurazioni

MSD Animal Health - Italia

AUTOGRILL

NEXTHEALTH

BOSCH Tec

OBIETTIVO LAVORO Group

BULGARI

PIONEER Investments

BUREAU VAN DIJK

SIEMENS

DET NORSKE VERITAS ITALIA

SUTTER PROFESSIONAL

DPS Group (Trony)

TNT Post

DWR Group

UNICREDIT Group

FAMAR Italia

VENETO FORMSS

FM Group

WARSTEINER Italia

FRC Group (FNAC)

YVES ROCHER

ZAMPEDIVERSE graphic and advertising

NON PROFIT AREA

60

AFOL Sud Milano

Fondazione GUIDO BERNARDINI

AISLA Onlus

Fondazione VIALLI e MAURO Onlus

ARISLA

SPAZIO APERTO Cooperativa

FAI Fondo Ambiente Italiano


61


S T R AT E G I A E O R G A N I Z Z A Z I O N E

PERCORSI DI FORMAZIONE Catalogo 2014/2015 www.pga-so.it

Pga catalogo 2014 2015 rev