Issuu on Google+

1

PERSONAGGI MARISA

LUIGI

DAVIDE

CARLO

SCENA 1

MAURIZIO


2

INTERNO CAMERA DA LETTO ALBERGO Sera. LUIGI Qui dentro, cara mia, batteremo i denti fino a domattina. Dalla scrivania, Marisa borbotta qualcosa senza alzare gli occhi dal computer portatile nel quale stava scrivendo con grande foga. LUIGI Hai sentito quello che ho detto? Marisa lo guarda come se solo in quel momento si fosse resa conto che nella stanza dell'albergo c'era anche suo marito. MARISA Hai detto, scusa? LUIGI sbuffa Ho detto che qui fa un gran freddo anche se siamo in estate e che tu non mi stai neppure a sentire. Per qualche giorno non potresti mettere via quell'incubo di computer? Dopotutto siamo venuti qui per una vacanza, non per lavorare. Marisa scuote il capo, si alza e mette le braccia al collo del marito. MARISA Ormai dovresti sapere che quando scrivo non lavoro: sogno. LUIGI Allora smettila di sognare e stai un po' con me. Tra il viaggio, i bagagli e preparativi, non abbiamo avuto un momento per noi. MARISA Non sarai geloso del mio libro, vero? Lei lo stringe nervosismo.

e

lo

bacia

e

lui

sente

svanire

tutto

il

suo

LUIGI Ora sĂŹ che fa meno freddo. bisbiglia accarezzandole i capelli Marisa allora lo bacia ancora e lascia che suo marito la ammiri in silenzio mentre si riveste, al momento coperto solamente da un minuscolo paio di mutandine e un minuscolo reggiseno in pizzo, dopo aver fatto cadere a terra la vestaglia. Mentre Marisa finisce di vestirsi per scendere a cena, Luigi si siede alla scrivania e sbircia lo schermo del piccolo computer.


3

MARISA Come sto? Girando su se stessa per mostrare l’abito indossato LUIGI Come stai? Sei bellissima. Ma lo saresti anche con addosso degli stacci. MARISA Metto gli orecchini che mi hai regalato la settimana scorsa per il mio compleanno? LUIGI Non ne hai bisogno. Sei bellissima, davvero. MARISA Allora scendiamo, Luigi, abbiamo fatto tardi. A che ora viene la guida? LUIGI Non c’è problema, abbiamo appuntamento per le nove, abbiamo tutto il tempo di cenare. Anche se ancora non capisco perché non ci siamo presi una bella crociera… Speriamo solo di non beccarci come guida un paesanotto con il fisico da boscaiolo e il cervello grande quanto un fagiolo… Marisa sorride, poi prende Luigi per mano ed escono dalla stanza. PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 2 INTERNO RISTORANTE Sera. Panoramica della sala con poche persone. Marisa non passa inosservata e molti si voltano al suo passare. Luigi è ormai abituato a quel genere di ammirazione, ma questa sera ne è infastidito. Maurizio, il garzone dell’albergo si avvicina al tavolo e si concede una generosa sbirciatina dalle gambe alla ampia scollatura. MAURIZIO Un aperitivo, signori?


4

Marisa rifiuta con un gesto, mentre Luigi resta pensieroso. LUIGI Non ha qualcosa di più forte, un whisky magari? MAURIZIO Abbiamo dell'whisky invecchiato, oppure della grappa fatta dai nostri contadini. LUIGI Ecco proprio quella! Maurizio se ne va non prima di aver gettato un’altra occhiata a Marisa. MARISA Sei sicuro di sopportarlo? LUIGI Vuoi scherzare? E poi, sarà l’aria di questo posto, ma mi sento addosso una sensazione di freddo. Lei sorride. LUIGI Brava, così va bene. le prende la mano attraverso il tavolo Sai, da quando sei impegnata con quel libro sulla storia della musica classica, ridi meno. MARISA Mi dispiace, ma sai, è la mia grande occasione, è la prima volta che qualcuno mi propone di scrivere un libro, e poi non poteva capitarmi di meglio, un libro sulle popolazioni antiche del nord Italia e proprio qui, in queste zone, ci sono degli scavi archeologici eccezionali, unici al mondo Maurizio porta il bicchierino e versa un’abbondante dose di grappa, poi prende le ordinazioni per la cena. Panoramica del resto della sala con gli altri intenti a cenare. PERSONAGGI Luigi Carlo

Marisa

Maurizio


5

SCENA 3 INTERNO RISTORANTE Sera La cena è terminata e la gente rimane nella locanda per il digestivo e per passare la serata. Dimenticato per un momento il libro, Luigi e Marisa parlano della loro giornata. LUIGI Certo che per arrivare qui, sembra che abbiamo fatto il giro del mondo… Sei ore di macchina… MARISA sorridendo Ci avremmo messo molto meno, se qualcuno non avesse sbagliato strada per ben quattro volte e se non ci fossi bloccati in sentiero senza uscita… LUIGI Già, ma hai visto la faccia del contadino, quando ha cercato di tirarci fuori… ridendo di gusto MARISA Per forza, nessuna macchina era mai arrivata fino a lì… Il viaggio di oggi è stato il più divertente che mi sia mai capitato… Maurizio arriva per servire il caffè. LUIGI Il panorama qui è davvero incantevole… MAURIZIO sbirciando Marisa Davvero incantevole… LUIGI si accorge dello sguardo indiscreto del ragazzo e gli tira il grembiule per attirare l’attenzione Parlavo del panorama là fuori! Maurizio se ne va, sotto lo sguardo infastidito di Luigi e divertito di Marisa e chissà quante cose abbiamo da vedere. MARISA Intanto domani e dopodomani ci facciamo due giornate di relax. Poi vedremo. Ci faremo consigliare dalla guida.


6

LUIGI A proposito, dovrebbe essere già qui. In paese mi hanno assicurato che è un tipo affidabile e molto esperto. Speriamo che mi aiuti a distogliere la tua attenzione dalla tua musica. MARISA sorride Ti avviso subito che non accadrà. Sai che devo finire la prima parte entro sei settimane? E sai quanto materiale devo ancora consultare? Luigi sospira e si nasconde dietro la tazzina di caffè. LUIGI Senti facciamo una cosa, tu prometti che per il resto della vacanza metti un poco, dico soltanto un poco, da parte quel libro e io in cambio ti prometto che quando ti vedrò prendere quel maledetto computer rimarrò impassibile. MARISA Mi stai trattando come se io fossi una sorta di fanatica... Parli così perché non conosci a fondo i Celti. LUIGI Moglie cara e bella, con i Celti ormai divido tutto da quattro mesi. E' come se vivessero in casa nostra. Quando non trovo le pantofole, penso sempre che se le sia messe loro. Lei si rabbuia. MARISA Ascolta bene, testone mio, scrivere di storia non è come scrivere sul primo che capita. È già stato scritto e detto di tutto e io voglio raccontare qualcosa che non è ancora stato detto. Cercare cose non ancora venute alla luce. Cerca di capire, quindi, una buona volta, che qualunque spunto, idea o pensiero mi vengano alla mente, io devo correre e scriverlo immediatamente prima che possa perderli. Luigi le manda un bacio attraverso il tavolo. LUIGI Quando mi guardi così, ti perdono i Celti, i Longobardi e anche gli Incas. MARISA Luigi, o la smetti di prendermi in giro o io... io... Un'ombra si allunga sul tavolo. Carlo, il titolare del ristorante si avvicina al tavolo.


7

CARLO La vostra guida è arrivata… si blocca a guardare la scollatura di Marisa Posso farla accomodare? Luigi interroga con lo sguardo Marisa. Lei gli fa una smorfia. Intanto Carlo prosegue la sua esplorazione visiva si Marisa. LUIGI La faccia venire al nostro tavolo. Che cosa beve di solito? CARLO Chi? LUIGI La nostra guida? CARLO Ah, sì. Davide preferisce della grappa di mirtilli invecchiata. LUIGI Davide è la nostra guida? CARLO No il fruttivendolo, certo che è la vostra guida. scocciato perchè quelle domande lo distraggono mentre continua ad osservare Marisa LUIGI rivolto a Marisa Ci va pesante questa guida. rivolto ad Carlo Ci porti due bicchieri di grappa di mirtilli invecchiata. Carlo si allontana. Luigi si sporge verso Marisa. LUIGI Sentito? Si tratta bene, il nostro Davide. Vedrai, sarà il solito contadinotto, nanerottolo, obeso e che non sa parlare italiano. Marisa guarda verso il fondo della sala e scuote il capo. MARISA La cantonata del mese, Luigi. Voltati...


8

Luigi si volta. Tutto è esattamente il contrario delle sue aspettative. Alto e robusto, il sorriso bianchissimo sul volto abbronzato, gli occhi splendenti, la barba cortissima che copre appena il mento. I capelli neri e il maglione nero che indossa, attillato, lascia intravedere una muscolatura possente da atleta. Luigi fa fatica a ritrovare la parola, cosa che gli capita molto raramente. Se ne rende conto e ciò non gli piace affatto. LUIGI Si accomodi, Davide. Questa è Marisa, mia moglie. Io sono Luigi. DAVIDE Grazie. Spero di non essere troppo in anticipo. Avete già finito di cenare, se volete torno più tardi? La voce è profonda e si esprime in un italiano impeccabile e privo di accenti. MARISA No, non si preoccupi, abbiamo già terminato… DAVIDE Ho qui alcuni itinerari che vorrei proporvi per i prossimi due giorni… sorridendo a Marisa Sono in ordine di difficoltà e di fatica. Una notte in tranquillo agriturismo e visita ai siti storici che mi avete richiesto nella mail. Maurizio porta un vassoio con due bicchieri che posa sul tavolo, poi apre la bottiglia della grappa, riempie i due contenitori e la lascia in mezzo al tavolo, approfittando per raccogliere alcune tazze e bicchieri. Luigi, Marisa e Davide osservano senza dire nulla. DAVIDE rivolto a Marisa Grazie per la grappa Prende il suo bicchiere e beve tutto in un sorso. Luigi, fa lo stesso. Davide intanto riempie di nuovo il suo bicchiere.


9

DAVIDE rivolto a Luigi Ne vuole? LUIGI Perchè no? cerca di non far trapelare l'irritazione DAVIDE Ne vuole…Marisa? Giusto? MARISA Sì, è giusto, ma preferisco non bere, Grazie. Luigi sente che la grappa gli sta andando di traverso. Infastidito per quell’inaspettato aspetto della guida, o forse dai continui sguardi a Marisa e che lei stessa ricambia. LUIGI Vediamo questo itinerario! taglia corto, buttando giù un sorso di grappa senza neppure sentirne il sapore Davide spiana sul tavolo una cartina spiegazzata e cominciò a parlare. DAVIDE Allora, per prima cosa, percorreremo tutto il sentiero fino ai piedi del passo, vi avviso che non ci possiamo fermare almeno fino a qui, altrimenti, rischiamo di metterci troppo tempo, quindi dobbiamo approfittare quando la strada è in pianura. parla a Luigi, ma guarda Marisa Poi cominceremo a salire, almeno fino a qui. Qui possiamo fermarci a visitare gli scavi archeologici di Castelseprio, come mi avete richiesto. Io non ne so molto, ma sono riuscito a trovare alcune guide. Poi proseguiremo fino a questo agriturismo. Luigi lo osserva sempre più infastidito. Qui ci si potrà rilassare, è un posto molto tranquillo. Al mattino presto ripartiamo per attraversare tutta questa zona boschiva fino ad arrivare sulle rive del lago per visitare gli altri scavi che mi avete chiesto, quelli del villaggio di palafitte Marisa ascolta, estasiata. Luigi si versa il terzo bicchiere. DAVIDE sempre rivolto a Marisa Dopo il bivacco vi porto a vedere… LUIGI Daccordo, abbiamo capito


10

interrompe con tono brusco Vada per l'escursione che ci ha descritto. A che ora domattina? DAVIDE Sorpreso Alle sei precise. Avrei molte altre cose da dirvi. LUIGI Ce le racconterà domani. Abbiamo due giorni per imparare tutto. Arrivederci! Marisa gli manda un’occhiataccia. MARISA Ma Luigi, è presto, e io vorrei sapere ancora qualcosa sull'itinerario del trekking. E poi, si sta così bene qui. LUIGI E' tardi e domani ci aspetta una levataccia. Buonanotte, Davide. Che cosa dobbiamo portare, oltre agli scarponi e alla grappa ai mirtilli? DAVIDE ancora sorpreso Niente. Ho tutto io… …allora , buonanotte, Marisa. E buonanotte anche a lei Luigi. Alle sei sarò qui. Davide lascia il tavolo e si allontana salutando con dei cenni alcuni presenti nella locanda. MARISA Sei stato proprio maleducato Perchè lo hai trattato male? E' così gentile... LUIGI Non l'ho trattato male. E poi, sono stanco. in tono scorbutico e non avevo nessuna voglia di sentire altre frasi da azienda di soggiorno. …questo è bellissimo, il panorama è unico, questsito è così, il clima è cosà…


11

MARISA Luigi, sei ingiusto. Era bello ascoltarlo. E poi è stato molto gentile. Luigi si alza. Il terzo bicchiere lo ha messo giù di corda. LUIGI Hai due giorni per ascoltarlo. E poi diceva solo delle grosse banalità. In silenzio si alzano dal tavolo e si avviano verso le scale per raggiungere la loro camera. PERSONAGGI Luigi Carlo

Marisa Davide

Maurizio

SCENA 4 INTERNO CAMERA DA LETTO ALBERGO Sera. Luigi è già a letto, mentre Marisa, è in bagno e parla ad alta voce. MARISA F.C. Chissà quante cose impareremo da Davide. Pensa alla vita che fa, su e giù per le montagne, tra le gole, in mezzo a mille pericoli... LUIGI Già, è tutto a mille da queste parti… Mille pericoli, mille avventure, solo il prezzo è più di mille, direi. Marisa entra in camera indossando una minuscola camicia da notte. MARISA Ma si può sapere cosa stai borbottando? Hai la luna storta, vero? LUIGI Io quel tipo l'ho già visto, ne sono sicuro. MARISA alza le spalle Quando prendi uno per il verso storto, fai sempre così. Soltanto perchè voleva essere gentile e raccontarci delle sue avventure. Per forza da queste parti pensano che chi vive in città è schizofrenico, se tutti trattassero questa gente


12

come te… Marisa si infila sotto le coperte. LUIGI D’accordo non parliamone più. Luigi si avvicino a Marisa. Più provocante che mai con quel baby-doll che grazie agli inserti di pizzo lascia intravedere anche più del necessario.

LUIGI Non senti freddo anche tu? Proprio come prima che scendessimo per cena? accenna qualche carezza sul viso di Marisa MARISA Io non ho freddo. E poi, non eri stanco morto? Buonanotte. si gira e spegna la lampada del proprio comodino LUIGI Buonanotte. sconsolato spegne la propria lampada L’inquadratura dal totale della camera va al panorama fuori dalla finestra. PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 5 ESTERNO PIAZZA Alba Campo lungo della piazza deserta. Quando Davide avvia il motore della Jeep, le strade del borgo sono ancora avvolte nel silenzio. Davide appare in piena forma. Sorriso scintillante, gesti rapidi e precisi, poche parole efficaci. Prende gli zaini di Marisa e Luigi e li mette nel bagagliaio, poi si assicura, che tutto sia a posto. Ad ogni movimento, corrisponde un sorriso a Marisa, che ricambia.


13

Questo non sfugge a Luigi che osserva seccato quel silenzioso dialogo. Poi i tre, sempre senza dire una parola salgono, Luigi sul sedile posteriore e Marisa di fianco a Davide. Rumorosamente, la jeep lascia la piazza. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 6 ESTERNO SENTIERO DI MONTAGNA Mattino preso. Campo lungo. Il gippone sale lungo tracce di strada intagliata nella montagna. Il borgo scivola sempre più in basso. MARISA Luigi, è tutto così bello voltandosi verso di lui Non pensavo che esistessero scenari simili così vicino alla città. LUIGI Vedi che quando riesci a dimenticare il tuo libro, ti accorgi che esiste un mondo intorno a te. Prova rilassarti per due giorni e non pensare ai tuoi compositori. MARISA Sarà dura. ho il computer con me. Ma lo userò solo in circostanze disperate. Luigi sospira. Davide intanto lancia occhiate a Marisa. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 7 ESTERNO SENTIERO DI MONTAGNA Mattino. Dopo quasi due ore di viaggio, Davide arresta la Jeep su uno spiazzo erboso e balza a terra con l'agilità di un giaguaro. Fa il giro dell’auto e si mette vicino allo sportello di Marisa.


14

DAVIDE Ci fermiamo mezz'ora. Rivolto a Marisa Coraggio, salti giù. Luigi vede quelle braccia solidamente tese verso la sua Marisa. E’ perciò lesto a porgerle il proprio braccio. Si e levato un leggero vento che smuoveva l'erba. DAVIDE Vado oltre la curva per vedere se c'è fango: talvolta per passare occorre usare l'argano. Torno subito da voi. allontanandosi MARISA E' bravo il nostro Davide, vero? LUIGI Non vedo che cos'abbia fatto di speciale, oltre a guidare un gippone. MARISA Comunque sia, con lui mi sento sicura. LUIGI E con me, no? MARISA Ma che cosa c'entra... Tu non fai mica la guida. LUIGI Già, è vero, non sono una guida. Se lo fossi, magari sarebbe meglio. MARISA stupita E' da ieri che sei strano. Non stai bene? LUIGI Sto benissimo, io. avvicinandosi Io sto bene e sono come tutti gli altri giorni. Io! MARISA Allora smettila di dire sciocchezze. E' per via di Davide? Luigi si sente a disagio.


15

LUIGI Non mi dirai che non ti sei accorta di come ti guarda. MARISA Come mi guarda? scoppia in una risata Non sarai geloso? E poi, anche se me ne fossi accorta? LUIGI A me non va! Marisa alza gli occhi al cielo. MARISA Luigi, per l’amor di Dio, non essere ridicolo. Ci sono ben altri sguardi. Quelli di Davide al confronto... LUIGI movendosi in maniera concitata Però è un bell'uomo, non lo negherai. MARISA Certo che è un bell'uomo. E con questo? Anche tu lo sei, testone. Si guardano. Poi scoppiano a ridere. Si prendono la mano. LUIGI Scusami… Ma Davide non è il tipo di montanaro che mi aspettavo e quando ti guarda non vedo più nemmeno le montagne. Sarò stupido, ma quasi quasi glielo dico. MARISA Fai una cosa del genere e io ritorno in albergo. A costo di andarci a piedi. Un rotolio di sassi smossi fa cessare la discussione per l’arrivo di Davide. DAVIDE Tutto bene. Niente fango, possiamo passare senza problemi. Luigi osserva fissando il volto di Davide poi schiocca le dita.


16

LUIGI si avvicina a Marisa per sussurrargli nell’orecchio Ci sono! Ci sono! Ecco chi è... MARISA bisbigliando anche lei Ma che cosa stai dicendo? LUIGI Ma si! Guardalo bene. Non lo riconosci? E' quella della pubblicità delle sottilette. MARISA Sott... Santo cielo, Luigi, tu stai male... LUIGI Ma guardalo bene, ti dico. E’ quello che faceva la pubblicità delle sottilette, quelle con quella musichetta... MARISA Luigi, o smetti di dire idiozie o questa volta mi arrabbio davvero. LUIGI ...Non mi ricordo la marca, ma se non è lui, guadalo. Se non è lui, è tale e quale. Marisa si allontana infastidita. MARISA Luigi, tu sei malato. Ma cosa ti ha fatto, Perché poi lo stai martoriando, povero Davide? Vuoi smetterla? LUIGI Per me è lui. Ecco perchè mi sembrava di conoscerlo. Ora glielo chiedo... MARISA Luigi, io ti... Davide intanto si è avvicinato.


17

DAVIDE Ci beviamo un caffè, poi… LUIGI Senta amico. Lei è per caso quello della pubblicità delle sottilette, quello spot che fanno veder in TV? Il giovane lo guarda interdetto, poi scoppia in una grande risata. DAVIDE Io alla TV? Luigi, le ne ha di fantasia... LUIGI Guardi che è tale e quale. MARISA imbarazzatissima Mio marito vuole dire che lei assomiglia al tizio della pubblicità. Sa, lui si diverte così. DAVIDE Purtroppo non sono un divo della TV, e non so niente di sottilette nè di qualsiasi altro formaggio… Ora vi porto il caffè MARISA fulminando Luigi con un’occhiata Sei contento, testone? Perchè hai fatto questa ridicola sceneggiata? LUIGI per nulla imbarazzato Così almeno mi sono tolto il pensiero. Ero sicuro che fosse lui. MARISA A te, l'aria aperta ti fa male. Se continui con questa storia, riprendo il mio libro fino a quando partiamo. Luigi prende il caffè che Davide gli ha porto. Ha la sensazione di avere fatto un passo falso con Marisa, e di essere stato davvero ridicolo. Velocemente devono il caffè, poi rimettono tutto sulla jeep. DAVIDE Coraggio, dobbiamo ripartire. Entro un’ora dobbiamo arrivare agli scavi. Marisa, mi dia la mano.


18

aiutandola a salire La sospinge sul gippone come se fosse un fuscello. Lei gli sorride. Il suo sguardo incrocia quello di Luigi. Il sorriso verso la guida diventa, per dispetto più luminoso. MARISA Grazie, Davide. LUIGI A bassa voce facendo il verso a Marisa. Grazie, Davide. Risale sulla jeep che riprende la strada. Campo lungo con panoramica della montagna. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 8 ESTERNO SENTIERO DI MONTAGNA. Tarda mattinata. La jeep arriva nei pressi di un boschetto e si ferma. Come un fulmine, Davide scende e si dirige verso lo sportello di Marisa, ma, cercando di essere più veloce, Luigi si getta letteralmente dall’auto per arrivare prima della guida. Marisa osserva infastidita, ma in parte divertita. DAVIDE Da qui, dobbiamo proseguire a piedi. Sarà abbastanza faticoso, specialmente questa prima parte, ma vedrete, che dopo quel boschetto, indica un punto più in alto il sentiero torna ad essere più pianeggiante e diventa più facile. I tre si caricano gli zaini in spalla. DAVIDE si rivolge a entrambi, ma guarda Marisa Pensate di farcela? LUIGI Si intromette, tra Davide e Marisa Altrimenti, che fa? Ci carica sulle sue forti spalle e ci porta su lei?


19

Marisa lo strattona, mentre Davide, non capendo il motivo di quel tono, si volta e comincia a camminare, seguito dai due coniugi. Da totale dei tre, l’inquadratura si alza, fino a prendere la vetta della montagna. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 9 ESTERNO SCAVI ARCHEOLOGICI. Pomeriggio inoltrato. Dal parcheggio arrivano Davide e Marisa, poco dietro arriva, imbronciato, Luigi. I tre si fermano vicino ad un muretto di sassi DAVIDE Ecco! Qui comincia il Parco Archeologico di Castelseprio, Come da vostra richiesta. Io non ne so nulla, quindi… Estrae dalla tasca una guida turistica. Credo che sia meglio seguire queste indicazioni. MARISA Estasiata. Ma è bellissimo… Indicando dei muretti di pietra. Quelli sono… Riflette. I muri portanti di un ponte levatoio. DAVIDE Controllando sulla guida. Bravissima, Marisa. Questo era l’accesso del villaggio. Qui c’era un ponte levatoio. Mentre Davide parla, Marisa sembra rapita. Davide continua le sue spiegazioni attingendo nozioni dalla guida e Marisa prende appunti o scatta foto. Nessuno dei due si accorge di Luigi che, con aria sempre più scocciata, li segue completamente disinteressato. Personaggi


20

Luigi

Marisa

Davide

SCENA 10 ESTERNO PASSAGGIO GROTTA. Tardo Pomeriggio. Davide arriva davanti ad un piccolo anfratto della roccia, fa cadere lo zaino a terra e si siede. Dopo pochi secondi arriva Marisa, sudatissima, si avvicina a Davide che gentilmente la aiuta a togliersi lo zaino dalle spalle. A distanza di qualche secondo arriva anche Luigi, incespicando prima di arrivare dagli altri. A fatica raggiunge Davide, poi cerca di togliersi lo zaino, ma è troppo stanco, cerca allora di sedersi, ma il peso del carico lo vince e finisce a terra lungo e disteso. DAVIDE Quello… indicando una fessura nella roccia …è l’ingresso della gola. LUIGI Quello? Ma non ci passeremo ami. E poi non si era parlato di strisciare come lombrichi in mezzo al fango. E poi non sono mica una lucertola. E poi che bisogno c’è di passare di lì, non possiamo aggirare la montagna? E poi… MARISA Luigi Piantala! seccata DAVIDE Solo la prima parte della gola è stretta, appena dentro, ci si cammina abbastanza facilmente stando in piedi. Più avanti ancora, arriviamo dall’altra parte della montagna, dove la gola si riapre e lì ritroviamo il sentiero che ci porterà fino all’agriturismo. LUIGI Sentite, davvero io… L’occhiata di Marisa zittisce Luigi. DAVIDE Io entro per primo, voi passatemi gli zaini e il materiale, poi entrate senza paura, non è stretta come


21

sembra. Davide si inginocchia e si infila strisciando tra le roccie. Luigi si inginocchia e si avvicina all’entrata trascinando gli zaini. Dopo qualche secondo, una mano compare dalla fessura. DAVIDE sporgendo anche il viso Se mi passat e gli zaini, forse riusciam o ad andare avanti. Luigi offeso da quel appunto gli passa il materiale. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 11 PASSAGGIO GROTTA. Davide e Marisa sono già entrati nello stretto passaggio. Luigi, lamentandosi continuamente, sta strisciando verso di loro. LUIGI E’ troppo stretto qui, non ci passo… Che schifo! E’ pieno di fango. Blah. Devo aver messo la mano sulla cacca di qualche animale… Marisa osserva rassegnata, l’arrivo di Luigi. Questi, appena arriva, si accorge che lo spazio è meno angusto del passaggio precedente, ma non appena si mette seduto picchia la testa contro una roccia sporgente, facendo un suono particolare. A quel punto Marisa non resiste e scoppia a ridere. Anche Davide, ride, ma per non farsene accorgere, si allontana, andando verso gli zaini. Marisa intanto, cerca di smettere e si assicura che la testa di Luigi sia intatta. In quel momento, dal fondo della grotta si sente prima degli strani gridolini, poi la risata di gusta di Davide che non resiste. La risata è contagiosa e anche Marisa ricomincia, trascinando nella risata anche il povero Luigi. Davide, sempre ridendo passa i caschi con le lampade a Marisa e a Luigi e con un segno gli indica di seguirlo. I tre, sempre ridendo ripartono camminando piegati.


22

Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 12 ESTERNO SENTIERO I tre erano ormai da parecchio tempo sono impegnati nel passaggio di una stretta gola e Luigi ha finalmente smesso di lamentarsi. Davide chiudeva la fila, trascinandosi dietro il proprio zaino, più grande fra tutti e altro materiale. Davanti a lui, silenziosa, anche se affaticata, Marisa, che spesso si soffermava ad ammirare le concrezioni sulla roccia. Luigi apre la fila, accaldato, nonostante la temperatura bassa della grotta. DAVIDE parlando ad alta voce per farsi sentire da Luigi Tra poco, dovresti trovare, sul sentiero principale, un buco, un cunicolo proprio a livello del pavimento. Dobbiamo prendere quello, e tra una ventina di minuti siamo arrivati… LUIGI parlando da solo ma a voce abbastanza alta Devo cercare un buco… Sono due ore che siamo in un buco. E poi, se scendiamo ancora un po’ usciamo direttamente in un giardino di qualche mandarino cinese. E pensare che ho pagato per andare in montagna a godermi dei bellissimi panorami, e questo montanaro uscito dalle copertine di Vogue, cosa fa? Ci porta nei buchi. a voce più alta Io non vedo nessun bu…. Luigi ci finisce proprio dentro. E comincia a scivolare sempre più in basso, urlando e non riuscendo a capire dove stesse andando. Intanto Marisa e Davide arrivano al buco e vedono la sagoma di Luigi che scende e soprattutto sentono i suoi urli. DAVIDE Perfetto, l’hai trovato, visto! MARISA un po’ preoccupata Tesoro, ti sei fatto male?


23

VOCE DI LUIGI DAL CUNICOLO No! Se non ascendo così non mi diverto. Marisa guarda Davide e cominciano anche loro a scendere. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 13 ESTERNO AGRITURISMO Sera. Davide, parlando con Marisa, arriva all’ingresso dell’Agriturismo, varca il cancello e arriva sino davanti all’ampio stabile. Dopo qualche istante compare Luigi con un passo pesante. DAVIDE Eccoci arrivati! MARISA Mha… Non c’è nessuno? DAVIDE No, è in ristrutturazione. Ma per noi hanno fatto un’eccezione e ci consentono di passarci la notte. Io adesso vado cercare le chiavi. Se volete potete fare visita alle scuderie. Allontanandosi. Ci vediamo tra qualche minuto. Davide si dirige verso il retro della casa lasciando Luigi e Marisa. Personaggi Luigi

Marisa

SCENA 14 INTERNO SCUDERIE. Sera. Marisa entra seguita da Luigi.

Davide


24

MARISA Non è fantastico? Senti che pace… LUIGI Avvicinandosi. Certo… Adesso sì. Comincia a piacermi questo posto in mezzo al niente. MARISA Ma che hai? Sei stato strano per tutto il giorno. LUIGI Non ho niente. È solo che mi aspettavo di passare queste giornate in maniera un po’ diversa. MARISA Ma non ti è piaciuta la visita agli scavi? Non immagini quanti spunti ho trovato per il mio libro. Qui ogni sasso parla di storia… LUIGI È vero, ma io speravo… DAVIDE Entra interrompendo. Ho trovato le chiavi. Se entrate prepariamo qualcosa per cena. Marisa sguscia dalle braccia di Luigi per seguire Davide. Luigi, dopo qualche secondo per riprendere il controllo si dirige verso l’uscita. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 15 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Sera. Davide ha preparato una semplice cena e racconta alcune avventure capitate ad altri gruppi di escursionisti.


25

Marisa ascolta con attenzione, cosa che fa anche Luigi DAVIDE …E così ci siamo ritrovati a dormire in sette in una tenda per due…. ridendo divertito La cosa divertente era vedere questi poverini, cercare di organizzarsi per girarsi, durante la notte nello stesso momento… LUIGI si alza, interrompendo il racconto di Davide Vado ad organizzare il mio sonno. Buonanotte! Davide e Marisa seguono con lo sguardo Luigi che si dirige verso le scale per salire in camera. DAVIDE Ma che ha? Non sta bene? MARISA Non lo so, è un po’ strano, forse l’aria senza smog, o forse era troppo tempo che non si prendeva una vacanza. E’ meglio che vada da lui. Buonanotte Davide. DAVIDE Buonanotte. Marisa si alza e si dirige verso le scale, mentre Davide comincia a raccogliere i piatti e le stoviglie della cena per fare ordine. Personaggi Luigi

Marisa

Davide

SCENA 16 INTERNO CAMERA LUIGI E MARISA Sera. Marisa entra in camera, Luigi sta guardando la TV e, dopo essersi sfilata quegli indumenti davvero ingombranti, si dirige verso il bagno. PERSONAGGI Luigi

Marisa


26

SCENA 17 INTERNO BAGNO. Sera. Marisa entra e apre l’acqua della doccia. Lascia cadere gli ultimi indumenti a terra e si infila sotto l’acqua. PERSONAGGI Marisa

SCENA 18 INTERNO CAMERA LUIGI E MARISA Sera. Intanto Luigi, silenzioso e pensieroso, continua il suo zapping alla ricerca di un programma interessante. PERSONAGGI Luigi

SCENA 19 ESTERNO AGRITURISMO. Notte. Davide esce nel porticato, con in mano una tazza di una bevanda calda. Si appoggia ad una delle travi del portico e pensieroso degusta la sua bevanda. PERSONAGGI Davide

SCENA 20 INTERNO CAMERA LUIGI E MARISA Sera. Marisa rientra in camera con i capelli bagnati e coperta da un telo di spugna. Si avvicina al letto, sotto lo sguardo del marito, lascia cadere il telo e si infila sotto le coperte.


27

Prende dal comodino il proprio PC MARISA Soltanto pochi appunti. La musica ha le sue esigenze. Luigi, sai che questa giornata mi ha portato idee per il mio libro? C'è qualcosa che lega la musica a questi luoghi. Luigi annuisce poco convinto. Sfiora Marisa con un bacio su una spalla, poi si sofferma a guardare il corpo della moglie che sporge dalle coperte. Gli accarezza la schiena, ma Marisa si ritrae. MARISA Luigi, ti prego, non ora, mi sono venute delle idee che non mi voglio perdere… Decide che è meglio uscire per dare un ultimo sguardo alla notte. PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 21 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Notte. Luigi arriva, l’ambiente è immerso nell’oscurità. Fa qualche passo, osserva qualche oggetto, poi trova una bottiglia di grappa e la stappa, cerca un bicchiere e se ne versa una abbondante razione. La beve tutta in un sorso. Si siede e ne versa un altro bicchiere che tracanna velocemente. Rimane qualche momento pensieroso, poi si versa un altro bicchiere e se lo beve. PERSONAGGI Luigi

SCENA 22 INTERNO CAMERA MARISA. Notte. Marisa è immersa nel proprio lavoro, scrivendo sul PC e leggendo gli appunti presi durante la giornata PERSONAGGI


28

Marisa

SCENA 23 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Notte. Luigi scola l’ennesimo bicchiere, si alza per uscire a prendere un po’ d’aria. Barcollando fa qualche passo, poi ci ripensa, torna al tavolo e prende la bottiglia, infine si dirige verso l’uscita. PERSONAGGI Luigi

SCENA 24 ESTERNO AGRITURISMO. Notte. Luigi, barcollando, esce, si appoggia ad un grosso vaso, beve un generoso sorso dalla bottiglia, poi, con passo incerto si dirige verso le scuderie. PERSONAGGI Luigi

SCENA 25 INTERNO SCUDERIE. Notte. Barcollando, Luigi entra e si avvicina ad uno dei cavalli. LUIGI Rivolto al cavallo. Lo sai amico? Ti dico una cosa. Non fidarti di nessuno. Il mondo non è come te lo spetti… Guarda me. Io speravo di passare un paio di giorni con la mi bella moglie e invece… Mi è capitato tra i piedi una specie di guida che anziché assomigliare a un montanaro… Grosso… rozzo… con le ascelle che puzzano… Sembra uno di quei modelli dei giornali di moda. E poi è poi scemo…. Più scemo…. Di te


29

Scusa amico. Senza offesa. Si gira per uscire ma si ferma di colpo e si rivolge ancor al cavallo. Ricordati! Non fidarti di quelli belli… Si accorge che nel box accanto c’è un asino. Indicandolo. Ecco. Di lui ti puoi fidare. Rivolgendosi all’asino. Scusa amico. Ma davvero non sei proprio uno schianto. Barcollando esce. PERSONAGGI Luigi

SCENA 26 ESTERNO AGRITURISMO. Notte. Luigi, ormai ubriaco fradicio esce dalla scuderie e si avvia verso l’ingresso dell’agriturismo. Dopo qualche passo inciampa in una pietra. Si ferma e osserva con disappunto quel sasso, si china per raccoglierla e lo osserva con molta curiosità. LUIGI Parla con il sasso. E tu… Anche tu sei importante? Eri qui quando sono arrivati i Longobardi? Osserva la pietra con attenzione. O tu sei arrivato prima? La osserva ancora. Ma soprattutto… Come cazzo ci sei arrivato qui? Fa per buttarlo quando si accorge dell’arrivo di Davide. DAVIDE Avvicinandosi. Luigi, ma che ci fa in giro a quest’ora? LUIGI Stavo guardando questa pietra


30

Se potesse parlare sa quante storie potrebbe raccontare? La porta all’orecchio per ascoltare, poi la avvicina all’orecchio di Davide. Adesso non dice niente, ma sono sicuro che se venisse qui marisa gli racconterebbe tutta la storia di questo giardino… DAVIDE Credo che si meglio che vada a dormire e che lasci quella bottiglia. Cerca di accompagnare Luigi che dopo qualche passo si ferma per parlare. LUIGI Mostrando sempre la pietra. Lo sa che qui è passato Federico Barbarossa? E prima ancora c’era passato Attila, con tutti gli elefanti. E sempre qui ci sono passati i Celti? O Celtici? Mha…. Comunque sono vissuti qui per tanti anni e hanno anche fondato molti villaggi… E lo sa che questi Celti…ci sapevano fare molte cose… DAVIDE Interrompendo. Già… E si sono estinti. E se si sono estinti ci sarà un motivo. Lasci perdere queste cose vecchie. Non servono più. Prende il sasso dalle mani di Luigi e lo getta, poi accompagna l’uomo verso l’ingresso PERSONAGGI Luigi

SCENA 27 INTERNO CAMERA LUIGI E MARISA.Notte Quando Luigi rientra, trova Marisa addormentata con la testa appoggiata accanto al computer. Le da un bacio, chiude il computer e lo posa in un angolo. Ammira per qualche momento la bella moglie, poi si infila sotto le coperte. Per qualche attimo rimane a pensare su ciò che era accaduto poco prima ed un malvagio sorriso appare sul suo viso. “Caro Davide, pensa, domani sarà un gran giorno. Buona fortuna!” Spegne la luce ed il buio e il silenzio invadono la camera.


31

PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 28 INTERNO CAMERA LUIGI E MARISA. Alba. Marisa è la prima a svegliarsi. Senza farsi sentire, si alza, si riveste con una maglietta e un paio di pantaloni da ginnastica e cercando di non svegliare Luigi, esce dalla camera. PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 29 INTERNO CORRIDOIO CAMERA. Alba. Marisa esce dalla camera e chiude la porta cercando di non fare rumore. Cammina lungo il corridoio passando davanti alla porta della camera di Davide, sulla cui maniglia è appeso il cartello “non disturbare”. PERSONAGGI Marisa

SCENA 30 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Alba. Marisa attraversa la sala per dirigersi in cucina quando si accorge del cartello, in fondo alla sala, con la scritta “piscina”. Curiosa decide di andare a vedere. PERSONAGGI Marisa


32

SCENA 31 INTERNO PISCINA. Giorno. Nell’ampio stabile, poco illuminato, i riflessi dell’acqua creano strani disegni mobili sulle pareti e sul soffitto. Lentamente Marisa si avvicina al bordo della piscina e si china per sentire la temperatura dell’acqua. MARISA Ma è tiepida… Si guarda in giro e, ovviamente Si spoglia e da una scaletta di Dopo qualche momento comincia a Quella sensazione di quiete sta Marisa.

non c’è nessuno. metallo entra nell’acqua. nuotare lentamente. lentamente ricaricando di energie

PERSONAGGI Marisa

SCENA 32 INTERNO CAMERA DAVIDE. Giorno. Si sente il lieve trillo della sveglia di Davide. Dopo qualche secondo, Davide, spegne la suoneria e si mette seduto sul bordo del letto. Qualche momento per riprendersi e si infila un paio di pantaloni e una t-shirt colorata ed esce dalla camera. PERSONAGGI Davide

SCENA 33 INTERNO CORRIDOIO CAMERE. Giorno. Davide esce dalla camera e si dirige verso le scale, lasciando il cartello “non disturbare” ciondolante, appeso alla maniglia. PERSONAGGI


33

Davide

SCENA 34 INTERNO CUCINA AGRITURISMO. Giorno. Davide prepara velocemente un caffè con una piccola macchina automatica. Dopo qualche secondo il caffè è pronto. Pensa che forse è meglio lasciare i due sposi a dormire ancora un po’, dopo tutto la giornata precedente è stata faticosa e Luigi sembrava piuttosto nervoso. Prende la tazza del caffè ed esce. PERSONAGGI Davide

SCENA 35 ESTERNO AGRITURISMO. Giorno. Davide, con passo lento e rilassato esce. Si gode per un attimo la quiete del posto e si dirige verso le scuderie. PERSONAGGI Davide

SCENA 36 ESTERNO AGRITURISMO. Giorno.

Davide entra nelle scuderie e scorge uno stalliere intento a dare fieno ai cavalli. Si scambiano un cenno di saluto. Davide si avvicina ad uno degli animali, lo accarezza, poi, tranquillo esce dalla porta sul retro. PERSONAGGI Davide


34

SCENA 37 ESTERNO AGRITURISMO. Giorno. Davide camminando per un breve sentiero si trova davanti una posrta in metallo, è una delle uscite di sicurezza della piscina. Prova ad abbassare la maniglia e con sua grande sorpresa la porta si apre. Decide quindi di entrare. PERSONAGGI Davide

SCENA 38 INTERNO PISCINA. Giorno. Appena dentro, Davide, si trova nella parte Scorge la figura di Marisa che nuota felice Ha anche modo di ammirare il corpo perfetto con eleganza. Nascosto dietro una grossa colonna continua PERSONAGGI Davide

superiore degli spalti. e rilassata. della donna che si muove a godersi lo spettacolo.

Marisa

SCENA 39 INTERNO CAMERA LUIGI. Giorno. Luigi di risveglia dal suo profondo sonno. Accortosi di essere solo si alza, si riveste ed esce. PERSONAGGI Luigi

SCENA 40 INTERNO CORRIDOIO CAMERE. Giorno.


35

Il silenzio è totale, Luigi osserva il cartello “non disturbare” sulla porta della camera di Davide LUIGI Bella guida, questo Davide, invece di essere il primo a svegliarsi se la dorme come un ghiro. Decide allora di andare a fare due passi per cercare Marisa. PERSONAGGI Luigi

SCENA 41 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Giorno. Luigi attraversa la sala da pranzo ed esce camminando lentamente. PERSONAGGI Luigi

SCENA 42 INTERNO PISCINA. Giorno. Luigi entra nello stabile della piscina dalla porta del retro e vede subito la figura della moglie nell'acqua, sta per chiamarla quando sotto di lui, a pochi metri, si accorge di Davide. Questi se ne sta appoggiato ad una trave, nascosto, e sta spiando Marisa. Frenando la collera, decide di agire d'astuzia. Si avvicina silenziosamente alle spalle del giovane. Gli batte la mano sulla spalla. Davide si volta di scatto e il suo viso incomincia ad arrossire velocemente. DAVIDE ...Ehm, stavo facendo il caffè.... LUIGI Ed è venuto a cercare lo zucchero, immagino. ironico Velocemente, Davide si incammina verso l’uscita, mentre Luigi si fa scorgere dalla moglie che gli sorride.


36

Gli fa cenno di raggiungerlo per la colazione, lei annuisce e si dirige verso i proprio abiti. Luigi osserva Marisa rivestirsi e si dirige verso l’uscita. PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 43 ESTERNO SENTIERO DI MONTAGNA Mattina. 11 Il gruppetto riprende il cammino. Dopo solo pochi minuti di strada, Davide cava dalla tasca una tavola di cioccolato, che divide e, con un sorriso smagliante, offre a Marisa. DAVIDE Spero abbiate riposato bene. Oggi faremo parecchia strada e dobbiamo essere di ritorno alla Jeep prima che faccia buio. E' coperta a sufficienza? Troveremo dell'aria bella fresca. Inoltre si sta alzando un vento di tramontana. A una improvvisa e veemente folata di vento, Marisa perde per un momento l'equilibrio. Davide è lesto a sostenerla: ma le sue braccia la trattengono un istante di più del necessario. Luigi fa finta di non essersi accorto di nulla e si avvicinò a Davide. LUIGI con tono ironico Quando smetterà questo vento? DAVIDE sorpreso per l’affermazione Ne avremo per tutto il giorno. Ma temo che tra poco comincerà una vera bufera, guardate che nuvolosi. indicando verso l’alto LUIGI Ci sarà almeno un posto per riparaci. DAVIDE Sì, ma soltanto tra un po’… Luigi

calca

meglio

sulla

testa

il

cappuccio,

fa

altrettanto

con


37

quello di Marisa e si rimette in cammino. Intanto Luigi pensava che tra poco avrebbe fatto scattare il suo piano. Un piano perfido. Per attuare il suo disegno, però, aveva bisogno di un posto riparato dal vento e silenzioso. PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 44 ESTERNO VILLAGGIO PALAFITTE. Giorno. Il gruppo arriva e si ferma sulla riva del lago. DAVIDE Ecco! Questo è il sito che mi avete richiesto. MARISA Prendendo dallo zaino la macchina fotografica. Il villaggio di palafitte… Fantastico! Marisa comincia a scattare foto e a prendere appunti osservata da Davide e da Luigi PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 45 ESTERNO VILLAGGIO PALAFITTE. Giorno. Le

ricerche di Marisa proseguono mentre Davide si siede sulla spiaggia ad attendere e Luigi cerca di seguire la moglie nelle sue scoperte.

PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide


38

SCENA 46 ESTERNO VILLAGGIO PALAFITTE. Giorno. Mentre Marisa continua le sue ricerche, Davide osserva le nuvole scure arrivare da dietro le colline. Preoccupato si avvicina a Luigi, intento ad osservare la moglie che sta osservando una pietra scolpita. DAVIDE Mi scusi, Luigi. Indicando le nuvole. Credo sia meglio andare. Tra poco comincerà a piovere. LUIGI Lo credo anch’io. Vado ad avvisare Marisa. Luigi si dirige verso la moglie mentre Davide riordina lo zaino. Dopo una breve discussione Marisa e Luigi si avvicinano a Davide. DAVIDE Ci conviene rifare il sentiero di prima e raggiungere l’agriturismo, sperando di non prendere la pioggia. LUIGI Dopo uno scambio di sguardi con Marisa. Va bene, è lei la guida DAVIDE Ok. Allora ci conviene andare. I tre si incamminano con passo veloce. PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 47 ESTERNO AGRITURISMO. Giorno. I tre arrivano con minacciose nuvole ma ancora senza pioggia. A pochi passi dallo stabile, Luigi vede la pietra della scorsa notte e senza farsi scorgere dagli altri la raccoglie e la mette nello zaino, poi segue gli altri che nel frattempo sono entrati.


39

PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 48 INTERNO SALA DA PRANZO AGRITURISMO. Giorno. Un forte temporale ha raggiunto l’agriturismo. Luigi osserva la pioggia dalla finestra, poi si mette a sedere ad uno dei tavoli vicino a Marisa. Davide compare dalla cucina con un vassoio con delle tazze di cioccolata calda che posa sul tavolo. DAVIDE Qui staremo bene allegro rivolgendosi a Marisa E, visto che siamo in anticipo sulla tabella di marcia, possiamo fermarsi un po’ di più. Luigi ormai sa che l'energumeno rivolge sempre la parola a Marisa e quasi mai a lui. Capisce ovviamente il perchè. Ma la cosa ha aggiunto fastidio all'irritazione. E’ perciò giunto il momento di passare all'azione e di ripagare Davide con uguale moneta. Dallo zaino prende la pietra e la posa sul tavolo e comincia ad osservarla con attenzione. Marisa si accorge dello strano comportamento, ma decide di non dire nulla. DAVIDE Accorgendosi di Luigi. Luigi, che fa? Ancora spera che quel sasso le dica qualcosa? Non vorrà cominciare a raccontarmi dei Celti, di Barbarossa e di tutte quelle vecchie storie? MARISA Perché? Cosa c’è di strano? DAVIDE Cosa c’è di strano? Non penserà che quel sasso possa mettersi a raccontare fatti di storia, chi è passato di qui e cosa ha fatto? MARISA E secondo lei come si dovrebbe fare?


40

DAVIDE Sfoderando il migliore dei sorrisi. Non lo so. Ma di certo non fissando un sasso. Andiamo, Marisa, non crederà che un ridicolo sasso… MARISA Ridicolo? Ha detto ridicolo? si alza e va verso Davide Lo sa che cosa quante cose si possono scoprire osservando un ridicolo sasso? DAVIDE Osserva il ciottolo. Che è un sasso? Convinto di aver fatto una battuta irresistibile. MARISA Ogni pietra, ogni sasso è qui da prima della comparsa dell’uomo. E la pietra p stata il primo utensile utilizzato dall’uomo. DAVIDE Certo, quello… Indicando il sasso davanti a Luigi. È solo un sasso che suo marito ha trovato in giardino. Si rivolge a Luigi. Glielo dica, Luigi. Marisa gli si para di fronte. MARISA E quindi, secondo lei, osservare un sasso è una cosa stupida o da stupidi. DAVIDE Non intendevo dire questo. Volevo dire che non sarà certo da quel sasso che cambierà la storia. MARISA Quello o altri, l’osservazione di ogni piccolo dettaglio può far nascere nuove teorie. E lei non ha idea di quante schegge di selce vengono, che sono state: punte di frecce, o latri attrezzi utili, vengono definiti solamente “sassi”. Lei sta offendendo il mio lavoro. DAVIDE preoccupato Marisa, ma che cosa le prende? MARISA La finisca con questa Marisa!


41

Ora ascolti proprio quello che le dico… Luigi fa finta di essere distratto, ma non perdeva una battuta, divertito Ci sono persone che hanno passato la vita ad osservare sassi ed è grazie a loro se oggi conosciamo 10000 anni di storia. E quelli che come me perdono tempo a scrivere libri sulla storia, si sentono molto gratificati da quelli come lei. volta le spalle al povero Davide, fa un passo, ma poi si rigira di nuovo e per aggiungere qualcos’altro, ma poi per la rabbia non trova le parole e ci ripensa e si gira allontanandosi e andando alla finestra. Davide la guarda perplesso senza capire. DAVIDE Rivolgendosi a Luigi. Luigi, gli dica che non intendevo… Luigi, con un cenno della mano gli fa capire che non è il caso di insistere. DAVIDE Non sapevo che scrivesse libri di storia Luigi guarda Davide stringendosi le spalle. LUIGI Vede, Davide, si dà il caso che mia moglie sia un'autorità in materia e abbia dedicato alla storia dei popoli Celti buona parte della sua vita.. E lei ha detto che se si sono estinti una ragione ci deve essere… Giudizio incauto, amico. DAVIDE Ma non... LUIGI Temo si stia facendo tardi. Si infila il giubbotto. Non dobbiamo essere alla Jeep prima che faccia buio? Forse è bene muoverci. Davide scuote il capo. MARISA Grazie, Luigi! sottovoce, prendendolo sottobraccio Scusami se forse ho esagerato un po', ma sentire quelle definizioni da questo... da questo...


42

LUIGI Non preoccuparti, tesoro, anch’io avrei agito nello stesso modo… Sai com'è, ognuno vive nel suo mondo…. guarda Davide e scuote la testa MARISA Certe cose non si possono dire, in qualunque mondo si viva. Potrà essere bello e muscoloso e sorridente finchè vuole, certo ha la sensibilità di.. di.. LUIGI Un montanaro!| MARISA Ecco, sì. Un montanaro! Escono lasciando Davide pensieroso, poi anche lui esce chiudendo la porta. PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 49 ESTERNO PIAZZA Sera. La jeep Davide ragazza Luigi e

entra nella piazza deserta ormai immersa nel buio. scende per andare ad aprire lo sportello a Marisa, ma la si arrangia da sé. Marisa prendono i loro zaini e stringono la mano a Davide.

DAVIDE Se avete ancora bisogno, potete telefonarmi presso l’agenzia. evitando di guardare Marisa LUIGI Grazie Davide. gli mette in mano una banconota da cinquanta euro Sono state due belle giornate. Domani riposiamo poi, se avremo bisogno, la cercheremo all’agenzia. MARISA Se nel frattempo… Mette la pietra sul sedile dell’auto. Si legga qualche libro di storia.


43

Davide sale sul gippone e mette in moto. Luigi e Marisa entrano nelle locanda. PERSONAGGI Luigi

Marisa

Davide

SCENA 50 INTERNO LOCANDA Sera. Appena dentro, Marisa si toglie il giubbotto attraversare la sala. Dalle poltrone alcuni sguardi la seguirono. Carlo è vicino al bancone che li aspetta.

e

si

appresta

CARLO sorridendo Bentornati, se volete cen…. Marisa, imbronciata passa senza degnarlo di uno sguardo. CARLO rivolto a Luigi E’ successo qualcosa? LUIGI No. E’ andato tutto benissimo. CARLO Allora, se volete cen… Anche Luigi, senza prestargli più attenzione se ne va. CARLO Imbarazzato E meno male che è andato tutto bene… Torna dietro il bancone a servire. PERSONAGGI Luigi Carlo

Marisa

Maurizio

ad


44

SCENA 51 INTERNO CAMERA DA LETTO LOCANDA Notte. Dalla finestra della loro camera sbuca uno spicchio di luna Intanto Marisa aveva indossato baby doll chiaro mozzafiato. LUIGI Sei proprio elegante. Se ti vedesse Davide, chissà che cosa escogiterebbe per corteggiarti. MARISA Era sicurissimo del suo fascino ma è caduto sulla sua ignoranza. sorride In fondo, capisco che tu fossi seccato. Ma era innocuo e se tu avessi fatto meno caso a lui, non mi sarei quasi accorta di tutto il suo gran daffare. LUIGI Questo lo so. Quanto al seccato, è vero, anche se con te ci sono abituato. Non è colpa tua se ti guardano e cercano tutti di farti la corte. Si abbracciano. MARISA Però con Davide sei stato subdolo. LUIGI Che cosa vuoi dire? MARISA Dico che non ti ho mai visto così interessato ad un sasso. Dici che basto io, non ti ci vedo studiare un ciottolo per puro caso. Luigi stringe l’abbraccio. LUIGI Ti sembrerà strano, ma la prima volta è stato così. Oggi no, non è stato per caso. Una innocente trappola per il tuo grezzo e sprovveduto corteggiatore. MARISA Perfido calcolo, il tuo. Sapevi che sentendo ridicolizzare i miei studi avrei perso le staffe… Sei tortuoso… non avrei mai pensato che arrivassi a tanto. LUIGI Quando uno ha una moglie bella, deve pensarle tutte.


45

MARISA Allora, visto che qualcosa da farmi perdonare l’ho anch’io, prometto che non prenderò più in mano il mio libro per tutto il resto della vacanza. LUIGI Che cos’hai da farti perdonare? MARISA Il fatto di non aver capito che l’innocua corte di Davide ti infastidiva. O meglio, di averlo capito, ma di essermi divertita a vederti indaffarato a gareggiare contro di lui. LUIGI Hai ragione, devi proprio farti perdonare una cosa così grave, e ci sono altri modi con cui puoi farti perdonare… sussurra MARISA Più efficaci di lasciare tranquillo Verdi per altri sei giorni? LUIGI Molto più efficaci. MARISA Allora dimmene uno. Luigi la cinge alla vita. Si lasciano cadere sul letto. LUIGI Ti ricordi il freddo che faceva in camera l’altra notte? Sai credo che anche questa notte sarà così. Proverò con due bicchieri di grappa, ma sento che il freddo mi rimarrà addosso. A meno che… MARISA ride e scuote il capo Per favore lascia perdere la grappa. Luigi la abbraccia più forte. MARISA Luigi, tu sei un po’ matto! sussurra LUIGI Vero! Se fossi normale, non ti lascerei scendere neppure per la cena.


46

MARISA Luigi! I due si Baciano ardentemente. PERSONAGGI Luigi

Marisa

SCENA 52 ESTERNO BAR. Sera. La jeep di Davide arriva davanti al bar. Scende dall’auto ed entra nel bar. PERSONAGGI Davide

SCENA 53 INTERNO BAR. Sera. Davide entra nel bar quasi deserto. Si avvicina al bancone, osserva i vari panini pronti e con il dito ne indica uno. Il barista prende il panino, lo avvolge in un tovagliolo di carta e lo porge a Davide. Davide si porta alla cassa ed estrae dalla tasca dei pantaloni del denaro. Paga ed esce. PERSONAGGI Davide

SCENA 54 ESTERNO BAR. Sera. Davide esce dal bar e si avvicina alla jeep addentando il proprio panino. Sale sull’auto. Si accorge del sasso lasciato da Marisa.


47

La osserva con molta attenzione. Poi, la getta dall’auto Prende un CD dal cassettino e lo inserisce nell’autoradio. Mette in moto e parte proprio un’assordante canzone hard rock comincia le prime note. L’auto si allontana. PERSONAGGI Davide


01 tra moglie e marito