Issuu on Google+

A T T I RO l'Europa

D lia e O a t I I ' l AMB cambiare

C

isi e r c a l e dal r i c s U

7 - 9 settembre 2012 Capodarco di Fermo (FM) - ComunitĂ  di Capodarco

"L'impresa di un'economia diversa" Loro a Cernobbio, noi a Capodarco

Con il patrocinio di:


Venerdì 7 settembre 2012 ore 16.00 – 18.00 Apertura dei lavori Oltre l’austerity, le politiche per cambiare l’Italia e l’Europa Saluti di Sandro Donati, Assessore all’Ambiente della Regione Marche

Introducono Don Vinicio Albanesi, Presidente della Comunità di Capodarco Giulio Marcon, Portavoce di Sbilanciamoci! Interventi di Luigi Ferrajoli, Università degli Studi Roma Tre Antonio Tricarico, Re:Common

ore 18.15 – 20.00 Lavoro, ora! Per i diritti, contro la precarietà, nuova occupazione Coordina Angelo Marano, Sbilanciamoci! Interventi di Pier Paolo Baretta, Deputato del Partito Democratico, membro della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera Mauro Beschi, Coordinatore del Dipartimento Politiche economiche della Cgil Andrea Fumagalli, Università di Pavia Massimo Rossi, Portavoce della Federazione della Sinistra


Sabato 8 settembre 2012 ore 9.30 – 11.00 Un’economia verde per un’Europa sostenibile. Mobilità, energia pulita e piccole opere per una nuova politica ambientale Saluti di Nella Brambatti, Sindaco di Fermo

Coordinano Stefano Lenzi, Responsabile dell’Ufficio legislativo Wwf Italia Luigino Quarchioni, Responsabile Green Economy di Legambiente Interventi di Alessandro Coppola, Politecnico di Milano Mariagrazia Midulla, Responsabile del Dipartimento Clima ed Energia Wwf Italia Fabio Renzi, Segretario generale della Fondazione Symbola

ore 11.15 – 13.00 La crisi e la sofferenza della società: povertà, solitudine, precarietà. Perché il welfare non è un costo, ma una risorsa Coordinano Pietro Vittorio Barbieri, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap Grazia Naletto, Presidente di Lunaria Interventi di Laura Balbo, Università degli Studi di Padova, già Ministro per le Pari opportunità Stefano Fassina, Responsabile Economia e lavoro del Partito Democratico Alessandro Montebugnoli, Sapienza Università di Roma Linda Laura Sabbadini, Direttore del Dipartimento Statistiche sociali dell’Istat Gianni Tognoni, Direttore del Consorzio Mario Negri Sud


ore 14.15 – 17.00 WORKSHOP PARALLELI AUTOGESTITI dalle organizzazioni aderenti 1) Rete di Economia Etica e Solidale Marche, FairWatch, Comune.info: The future we want: per una economia ecologica glocale, corresponsabile e relazionale. Laboratorio di idee e proposte a cui parteciperanno attivisti, cittadini e amministratori locali coinvolti nelle reti regionali di economia etica e solidale 2) Rete della Conoscenza (Uds, Link): Lezioni da riscrivere per l'economia Armanda Cetrulo, Rete della Conoscenza Claudio Gnesutta, Sapienza Università di Roma Peter Kammerer, Università degli Studi di Urbino Elena Monticelli, Link Coordinamento Universitario 3) Sbilanciamoci!: Economia a mano armata. Le campagne contro le spese militari Vincenzo Comito, Sbilanciamoci! Giulio Marcon, Sbilanciamoci! Francesco Martone, Forum di Sinistra Ecologia e Libertà per le Politiche internazionali, la Pace e la Cooperazione Licio Palazzini, Arci Servizio civile 4) FermoLUG: Libero Software in libero Stato Massimo Ciccola, Andrea Colangelo, Cristian Minnucci, FermoLUG


5) Legambiente Marche, Fondazione Symbola: Le Marche capaci di futuro. Esperienze di successo nella green economy Sergio Lupi, Retail Evolution Company, Ancona Roberto Mosca, Amministratore unico Spring Color, Castelfidardo Luigino Quarchioni, Legambiente Fabio Renzi, Fondazione Symbola Luigi Silenzi, Micro Green Logistic, Cna-Federmoda Macerata Federico Vitali, Presidente Faam, Monterubbiano 6) Fabbrica di Nichi - Tilt Fermo: Reddito e cultura. Istruzione per l'uso Giuseppe Allegri, Bin Italia Domenico Caiati, Jonata Sabbioni, Valentina Recchia, Fabbrica di Nichi - Tilt Fermo Lorenzo Marsili, European Alternatives Maria Pia Pizzolante, Tilt 7) Un ponte per..., Re:Common: Cronache di una controrivoluzione. Economia e politica ad un anno dalle rivolte arabe Francesca Manfroni, OsservatorioIraq Martina Pignatti, Un ponte per… Antonio Tricarico, Re:Common

ore 17.15 – 20.00 Un nuovo modello di sviluppo per l’Italia e l’Europa. Intervento pubblico, conoscenza, beni comuni, redistribuzione della ricchezza per nuove produzioni e consumi Coordinano Paolo Beni, Presidente Arci Mario Pianta, Università degli Studi di Urbino e Sbilanciamoci! Interventi di Carlo Donolo, Sapienza Università di Roma Maurizio Landini, Segretario generale della Fiom Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia


Domenica 9 settembre 2012 ore 9.30 – 11.30 Gioventù sprecata? Le politiche per il futuro Saluti di Fabrizio Cesetti, Presidente della Provincia di Fermo

Coordinano Federico Del Giudice, Rete della Conoscenza Elvira Ricotta Adamo, Unione degli Universitari Interventi di Stefano Laffi, Codici Ricerche Enrico Lippo, Rete Universitaria Nazionale Claudia Pratelli, Dipartimento Politiche economiche Cgil Michele Raitano, Sapienza Università di Roma Gianni Speranza, Sindaco di Lamezia Terme Franco Uda, Responsabile nazionale Politiche giovanili Arci

ore 11.45 – 13.00 “Uscire dalla crisi, subito!” Oltre il neoliberismo, le proposte di un’economia diversa. Interventi delle organizzazioni aderenti, conclusioni e presentazione del documento finale


Forum “L’impresa di un’economia diversa” È uno dei momenti chiave della campagna Sbilanciamoci!: un’occasione di discussione e confronto che si svolge ogni anno in concomitanza e simbolica alternativa al workshop degli industriali di Cernobbio, organizzato dallo Studio Ambrosetti. Mentre a Cernobbio vengono presentate le tradizionali ricette dell’ideologia neoliberista (privatizzazioni, riduzioni del welfare, precarizzazione del lavoro, supremazia del mercato, allentamento dei vincoli ambientali), nel Forum “L’impresa di un’economia diversa” sono prospettate vie ed esperienze diverse di sviluppo economico basate sulla protezione e il rilancio del welfare, le regole e i diritti del lavoro, il positivo ruolo delle istituzioni e della spesa pubblica, la sostenibilità ambientale, la responsabilità sociale delle imprese e su una fiscalità solidale che colpisca rendite e privilegi. Alla “centralità dell’impresa” di Cernobbio rispondiamo con la “centralità della società”, fondata su bisogni economici da soddisfare, diritti da rispettare e sul ruolo di uno spazio pubblico che il neoliberismo in questi anni ha devastato. Durante il Forum, rappresentanti delle organizzazioni della società civile, del mondo accademico, politico e sindacale si confronteranno per sviluppare l’analisi dei processi di globalizzazione e dell’attuale crisi economica, politica e sociale. Fino a oggi si sono svolte nove edizioni del Forum di Sbilanciamoci!: Bagnoli (2003), Parma (2004), Corviale-Roma (2005), Bari (2006), Marghera (2007), Torino (2008), Cernobbio (2009-2010), Lamezia Terme (2011).

Loro a Cernobbio, noi a Capodarco!


Aderiscono alla campagna Sbilanciamoci!: ActionAid, Aiab, Agices, AltrEconomia, Antigone, Arci, Arci Servizio Civile, Associazione Obiettori Nonviolenti, Associazione per la Pace, Beati i Costruttori di Pace, Caritas, Cipsi, Cittadinanzattiva, Cnca, Comunità delle Piagge, Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua, Comunità di Capodarco, Conferenza nazionale Volontariato e Giustizia, Crocevia, Ctm, Donne in nero, Emergency, Emmaus Italia, Fair, Federazione degli Studenti, Fish onlus, Fondazione Responsabilità Etica, Icea, Gli Asini, Legambiente, Lila, Link, Lunaria, Mani Tese, Medicina Democratica, Movimento dei Consumatori, Nigrizia, Pax Christi, Re:Common, Reorient onlus, Rete Lilliput, Rete della Conoscenza, Reds, Run, Terres des Hommes, Uisp, Un ponte per..., Unione degli Studenti, Unione degli Universitari, Wwf Italia

Per contatti e informazioni sulla campagna Sbilanciamoci!:

www.sbilanciamoci.org info@sbilanciamoci.org tel. 06 8841880 fax 06 8841859 @Sbilanciamoci


Cambio di Rotta