Issuu on Google+


DESIGN

by Luna Genzano

CAMOMILLA

S

mile chic. Pratico , elegante e ,nel contempo, divertente il bauletto a mano by Camomilla in velluto marrone arricchito di fiore extralarge Appena 86 euro per un inverno che siA sberleffo all’austerity.

Marotta Macchine Via I. Asimov, 6/8- Marotta di Fano (PU) D ARCHITETTURA 0721.967292-969648 progettazione e arredamenti d’interni info@marottamacchine.it Massimo Del Monte Art Designer Fano,www.marottamacchine.it via Montevecchio | tel 0721 802612


ROBERTO GARBUGLI DESIGNER

www.garbugli.com


INDEX

LIFE PEOPLE N° 24 APRILE - MAGGIO

THE STYLIST: La moda dettata dalle star CHARME: Parfum NEW BRANDS: Boadicea the victorius SPECIALE MAKE - UP ACCESSORI GRIFFE STORY: Estèe Lauder PHOTOSHOOTING: La parola alle Mani EXTRA-ORDINARY BEAUTY STATUS SYMBOL: Le origini del rossetto GOLD HISTORY: Bottega Verde LIFE STYLE: Unusual SPA PHOTOSHOOTING: Coppie STAR BIOGRAPHY: Cindy Crawford ICONE DI STILE: Madonna EVENTI: Cosmoprof GOLDEN MAN: Diego Dalla Palma DREAM INSIDE: Lemuria Resort THE CLUB: RIchman’s International Millionnaire’s Club PREVIEW: Jeanene Fox indossa la moda estate 2010 TOP DESIGNERS: Karim Rashid CHIC & SHOCK ART HOTEL: Hotel Helvetia DECORTREND WORLD PROJECT: Taj Mahal (UN)CONVENTIONAL ART: Temporary skin art BEAUTY INSIDE: Il make-up da spiaggia BEAUTY INSIDE: Il profumo (la giusta scelta) BEAUTY INSIDE: Bella pelle BEAUTY INSIDE: Cosmetica sensuale BEAUTY INSIDE: Twist BEAUTY INSIDE: Il segreto dei trucchi BEAUTY INSIDE: Alghe marine BEAUTY INSIDE: Grecia, patria di bellezza BEAUTY INSIDE: Il mondo della cosmetica naturale AUTO: Rolls Royce Ghost AUTO: Make-up per auto TRAVELS: Le migliori mete del benessere

09 10 15 19 20 23 28 34 39 43 46 49 63 66 70 73 78 83 86 93 96 99 110 113 117 119 121 123 125 127 131 133 137 139 143 149 151


Società proprietaria del marchio LIFE PEOPLE : Nero di Bertulli Giacomo P.I. 02270740414 Società a cui è stata data in concessione la rivista: CONSUL COMPANY

LA REDAZIONE Direttore Creativo Giacomo Bertulli

Direttore Responsabile Matteo Garofoli Management Gra Claudio Sperindei Direttore commerciale Stefano Marangoni Servizi giornalistici: Francesco Furiassi Matteo Garofoli Giulia Giovanelli Jean Claude Poderini Federico Sperindei Francesco Sabbattucci Giovanni Zerba Maria Luna Genzano Alan Parker Erika Facciolla Marcello Tosi Marianna Pilato Marina Savarese Samantha Scaloni Valeria Riccobono Collaboratori esterni fot Alessandro Omiccioli - Fotografo Editing versione russa Manina Anzhela Stampato da: LitoService Guastalla (RE) PER LA TUA PUBBLICITA’ SU QUESTO MAGAZINE MEDIA CALL 071.4608074 348.8552098 Distribuzione MEDIA PLAN s.r.l 071.668405 (Società concessonaria del marchio per le province di Rimini, Pesaro e Urbino e Ancona)

Via Virgilio, 11 RICCIONE

Via Branca, 72 P E S A R O

CONSUL COMPANY s.r.l. Senigallia Ufficio di Rappresentanza Milano: Via Morosini, 26 T 02.40043125 E-mail: redazione@lifepeople.it Autorizzazione del Tribunale di Pesaro n°546 del 18/12/2007 Marchio protetto da Copyright

www.life4style.it


Marianna Pilato

FASHION | THE STYLIST

LA MODA CAPELLI DETTATA DALLE STAR A

causa della loro grande visibilità su ogni genere di media, le star sono sicuramente le persone più influenti e il principale punto di riferimento per quanto riguarda il lancio di nuove tendenze sulla moda capelli. Ora la parola d’ordine impartita dai divi e dai fashionist più accaniti è una sola: volume! In questo periodo, infatti, sembra che fra le vip sia in corso una specie di gara a chi ha la pettinatura più gonfia e più alta. Tali costruzioni voluminose e importanti non possono di certo adattarsi a un look pensato per tutti i giorni, ma solo per serate speciali ed eventi mondani di alto livello. Tanto per cominciare, ritorna lo stile rockabilly accompagnato dal ciuffo svettante alla Elvis Presley: ne ha dato di recente una dimostrazione la cantante Rihanna, che ha sfoggiato quest’ultimo su un taglio molto corto, o l’attrice Audrey Tatou, che invece lo ha voluto in una versione più romantica abbinandolo a uno chignon. La stessa pettinatura, poi, ha portato fortuna allo scorso Festival di Sanremo a Malika Ayane, premiata dalla critica e tuttora in vetta alle classifiche dei brani più ascoltati in radio. Ma il decennio per eccellenza dei capelli cotonati resta indiscutibilmente quello degli anni Ottanta, cui sembra essersi ispirato il parrucchiere di Angelina Jolie, apparsa con una chioma scolpita dalla lacca e molto ariosa. Dalle forme più morbide risultano, al contrario, le acconciature scelte dalla cantante Gwen Stefani che, insieme alle attrici Kate Beckinsale, Sarah Jessica Parker e Cameron Diaz, ha contribuito a far tornare in voga anche la coda di cavallo, sempre amata per la sua praticità e resa a volte

Malika Ayane

Gwen Stefani

Rihanna

Ines Sastre Scarlett Johansson

Audrey Tatou

più elegante con un elastico di strass. Jennifer Lopez Diverse celebrità (Kate Moss, Renée Zellwegger, Ines Sastre), inoltre, negli ultimi tempi hanno deciso di abbandonare la frangia a favore di un look più sofisticato e meno sbarazzino. Esaminando infine le tinte più cool, quella che attualmente va per la maggiore è il platino: lo testimonia in maniera eclatante Scarlett Johansson che, dopo la breve parentesi da bruna, è ritornata bionda. Purtroppo il platino, seppur affascinante, non si addice a tutte le carnagioni e fisionomie. In alternativa, per evitare contrasti di chiaro-scuro troppo netti, si consiglia di optare per un miele dorato, adottato già con ottimi risultati dalla sempre abbronzatissima Jennifer Lopez. Insomma, non c’è nulla di sbagliato nel prendere spunto dai nostri idoli in fatto di tagli, colori e acconciature: l’importante, però, è scegliere alla fine qualcosa che non sia solo trendy, ma che si adatti il più possibile al viso, ai lineamenti e alle conformità fisiche di ognuno di noi.

9


FASHION | CHARME

“PARFUM

da millenni una scia di eco-sensualità

L’

uso dei profumi accomuna tutte le civiltà; i cosmetici profumati erano già conosciuti ed utilizzati dagli egizi 5000 anni fa e vennero in seguito utilizzati anche da arabi e romani. A partire dal XIV secolo in poi, la produzione di queste sostanze è stata documentata anche in Europa: Grasse (Francia) viene considerato luogo natale dell’industria profumiera moderna europea. La magia di questa miscela con alcool e aromi naturali crea sensazioni olfattive gradevoli, che stimolano un senso di benessere personale e esternazione del proprio carattere, sottolinea la personalità, il proprio stile e gusto. Un profumo ha lo scopo di eliminare gli odori corporei ma anche di spiritualizzare il proprio odore individuale che comunque permane.

10

La comunicazione di un profumo è un’emozione gratificante e convincente. Emozionante pienezza olfattiva degli aromi che la natura ci offre per la gioia della nostra anima. Il naso è il centro del nostro sistema nervoso, e lì si elaborano le nostre emozioni e questo crea e determina delle risposte comportamentali. Gli ingredienti fondamentali del profumo sono sostanze odorose naturali ricavate da fiori, frutti, spezie, legni, cortecce, resine, foglie, erbe, muschi, bacche, radici, animali e note gourmand. In paesi mediorientali si avvertono nell’aria aromi di resine o di pregiatissimi legni, in altre aree come quelle dell’estremo oriente le infinite e saporite spezie si spandono nelle strade

>>

>>


FASHION | CHARME

creando un fascino e un’attrazione unica. Nelle estese e immense foreste dell’America latina gli aromi delle piante e dei fiori alterano gli umori delle persone, così come gli sconfinati deserti dell’africa creano tra il contatto del sole e la sabbia una magia che ispira i mastri profumieri per idee di nuovi profumi. Nell’immaginario il profumo ha sempre affascinato e conquistato donne e uomini di tutto il mondo e di ogni civiltà e latitudine. È stato usato da sacerdoti per rituali di purificazione, necessario per entrare nel sacro, scie odorose di migliaia di profumi lasciati da pellegrini creano un’infinita profusione di stimoli olfattivi. Reali e Nobili hanno affascinato popoli con fragranze mistiche sapientemente create per emanare un’opulenza degna di ogni potente, personaggi pubblici ricchi e famosi si fanno creare essenze personalizzate con un aroma caldo, pieno e confortante che provocano senso di sicurezza e fascino. Si può intravedere un parallelismo tra la musica e la profumeria, tra melodie uditive e melodie olfattive. Questa similitudine serve a farci capire l’esigenza di un’educazione olfattiva dedicata interamente a uno dei nostri sensi di percezione, l’olfatto. Così come tra i sapori del cibo e gli odori che ci possono ricondurre a momenti della nostra infanzia o a ricordi felici e momenti piacevoli della nostra esistenza. Il tutto può avvenire a livello inconscio, ma è forte e ben impresso nella nostra memoria il ricordo che ci porta a provare emozioni profonde e condizionando i comportamenti e le scelte di un determinato profumo, riconoscendo in esso soltanto le memorie felici associate a questi aromi. Arriviamo a dire che ascoltiamo l’anima, mentre si sente una fragranza, e si diventa consapevoli di emozioni che produce delle memorie che risveglia. Per contro, le descrizioni con parole hanno un linguaggio speciale che permette ai profumieri di descrivere le fragranze come un critico d’arte può descrivere un quadro o un paesaggio, oppure come un sommelier può commentare un vino. Parliamo di codici con parole come “fresco”, “rotondo”, “profondo” che ci possono far capire la cosiddetta via del profumo, sia che abbia essenze dall’odore familiare o essenze esotiche totalmente nuove per noi. Oggi le fragranze chimiche sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana: saponi, cosmetici, etc… mentre gli odori naturali, essenziali al nostro equilibrio fisico e psicologico, sono penalizzati da fattori commerciali. Per questo è bene ricreare una nuova sensibilità all’ecologico e al biologico per riappropriarsi di essenze naturali che possano ricreare quell’equilibrio che il nostro corpo e la nostra mente tanto necessitano per il benessere, per essere più rilassati e in armonia con la natura che ci circonda.

>>

11


FASHION | CHARME

Esiste un vero linguaggio degli odori che può essere utilizzato per trasmettere messaggi di comunicazione olfattiva, che arriva direttamente alle emozioni delle persone in un modo molto più convincente delle parole, spostando la valutazione discorsiva su un piano culturale e di sensibilità eco sensuale. La chimica è un fattore incontrollabile dei nostri sensi che involontariamente colpisce le persone con eventi inconsci. L'Ambra Grigia è un esempio di profumo animale molto particolare e di gran dolcezza che seduce gli olfatti. In effetti come tutte le sostanze aromatiche animali, è un feromone e agisce sul sistema ormonale direttamente attraverso l'olfatto, senza contatto fisico. E' il profumo afrodisiaco per eccellenza. La sua calda e ricca fragranza è sontuosa e inebriante, e possiede dolcissimi toni di mare. Le persone che hanno avuto il privilegio di indossarlo hanno potuto notare l'effetto che produce. L'Ambra grigia possiede l'aroma di una spirituale animalità. E' un profumo impegnativo, direi notturno che veste d'eleganza. I profumi si compongono usando degli ingredienti di base. Oggi, la maggiore parte delle basi sono composte da aromi chimici, meno costosi di quelli naturali, ma la profumeria tradizionale ha usato fino a pochi decenni fa esclusivamente materie aromatiche naturali. Curioso è l’allestimento olfattivo di una città; come spettacolo in sé, non presenta problemi tecnici insormontabili. Possiamo profumare le strade, le piazze, gli edifici sia all'interno che all'esterno, far scendere una pioggia profumata dal cielo o trasformare fontane esistenti in sorgenti di profumi. L'intervento può essere articolato in una serie di manifestazioni impostate sul profumo come l'aromaterapia, la psicologia del profumo e la profumo-terapia. La nuova frontiera del benessere si chiama, appunto, “profumo-terapia”. Una disciplina che aiuta a curare il corpo e la mente. Con gli odori della natura. Il segreto per star bene? Basta andare a naso. Stress, stati depressivi, ansia o più semplicemente stati d’animo negativi come l’insoddisfazione, l’insicurezza e molti altri disturbi possono essere curati con semplici profumi naturali. E’ quanto emerge dagli studi dell’ultima frontiera del benessere: la profumo-terapia. Una scienza che nasce da una costola della più nota aromaterapia, e che mescola l’antica tradizione orientale con recenti studi. La profumo-terapia consiste nell'affidarsi interamente al proprio istinto, vale a dire al proprio naso. In profumo-terapia non è la sostanza aromatica che agisce bensì il suo odore. La profumo-terapia è in realtà un'applicazione della psico-aromaterapia e perciò aiuta a guarire sia il corpo sia la mente, curandoli con una varietà infinita e personalizzata d'emozioni olfattive piacevoli. Il vero profumo di profumo-terapia è la composizione personalizzata elaborata con le proprie fragranze preferite. E' il ritorno alla tradizione


FASHION | CHARME

orientale del Medico-Profumiere. Un tale "profumo dell'anima" dà un senso di benessere anche a chi sta bene, e non è un piacere riservato unicamente a chi sta male. Il principio della profumo-terapia, come altre terapie vibrazionali presuppone l’effetto curativo della forza vitale (Spirito) della pianta attraverso la materia aromatica che produce. A differenza dell’aromaterapia, che richiede una profonda conoscenza ed esperienza, la profumo-terapia non implica l’intervento di un medico. E richiede solo di affidarsi al proprio gusto. Il profumo può essere scelto anche in base al ricordo personale di piacevoli sensazioni legate al passato, facendo leva sulla memoria olfattiva. Profumi naturali? Sì, oggi il massimo dello chic è usare prodotti organici, cioè di derivazione esclusivamente naturale, per prendersi cura della propria persona. Le più prestigiose aziende, specializzate nella produzione di profumi di nicchia, hanno ideato fragranze che uniscono lusso ed organicità. Gli ingredienti che li costituiscono provengono dal commercio equosolidale di ogni parte del mondo, per il rispetto della natura, all’organicità degli ingredienti e alla protezione dell’ecosistema. Le nuove fragranze provengono dalle note agrumate che rivitalizzano, dalle persistenti note legnose, dalle resine. La natura ci offre prodotti straordinari, che superano in eccellenza qualsiasi ingrediente derivato da sintesi chimica; allora… tanto vale approfittarne!

I profumi naturali sono preparati interamente a mano e sono prodotti con aromi certificati 100% naturali. Sono profumi incantevoli per freschezza e originalità. La totale assenza d’ingredienti di sintesi e di essenze ricostruite chimicamente ci regala la gioia pura del profumo naturale, un turbinio di sensazioni che condurrà il senso dell'olfatto alla riscoperta di fragranze reali e genuine. Sono considerate vere e proprie opere d'arte che fanno dimenticare i profumi convenzionali, ai quali l'industria cosmetica ci ha abituati. Sarà un incontro così piacevole da non poter più riuscire a fare a meno dei profumi naturali. I migliori 'nasi' europei la cui sensibilità artistica e le grandi capacità tecniche hanno fatto diventare realtà un grande sogno: quello di creare intere gamme di profumi rifacendosi alla grande arte profumiera europea del XVII secolo, utilizzandone le tecniche per dar vita a linee di prodotti moderni e affascinanti. Per realizzare un progetto così ambizioso necessita una grande conoscenza, esperienza e capacità nell’impiego di rare e costose materie prime naturali, cosa che dà un carattere speciale a tutte le creazioni. Quindi vestiamo come vogliamo, ma indossando sempre un’anima per incantare e conquistare il cuore; questo è il profumo che consiglio...!

>>

13


FASHION | NEW BRANDS

BOADICEA THE VICTORIOUS Il profumo fatto da…un parrucchiere di Matteo Garofoli

M

ichael Boadi, 40 anni, faceva il parrucchiere delle dive prima di diventare «naso». Come si può leggere dal suo sito boadiceathevictorious.com – aveva anche una carriera assicurata ed un portfolio da far invidia: Michael ha lavorato con alcuni dei fotografi più famosi del mondo, ha collaborato con le maggiori testate di moda, come Vogue, grazie alle quali è entrato, di diritto, nell’elite degli stylist più importanti e ricercati al mondo per mettere le mani sulle teste delle più famose modelle (tra le altre, Kate Moss, Giselle, ma anche Janet Jackson e J.Lo). Sfilate, servizi fotografici, campagne pubblicitarie e tutto ciò in cui serve un parrucchiere per nomi quali Lagerfeld, Gucci, Chanel e Missoni. Ma Michael ha pensato bene di non accontentarsi e di perseguire l’altro suo grande sogno: i profumi. Anche in questo nuovo campo, nel quale Boadi si è tuffato completamente dal 2005, sta ottenendo risultati invidiabili; il tutto, usando il suo talento creativo e artistico a tuttotondo, che unitamente al suo amore per il lusso, all’innovazione e alla produzione artigianale, lo hanno fatto emergere come un nuovo leader della profumeria artigianale, grazie alla sua “Boadicea the Victorious”. Boadicea è una firma di profumi che è riuscita a diventare un “must” nel Regno Unito, ed il suo nome è quasi un presagio; infatti deriva dall’antica eroina britannica Boadicea - la dea della vendetta – il quale nome deriva dalla parola celtica bouda, cioè vittoria; è stata una regina della tribù degli Iceni, che viveva nell'odierna Inghilterra orientale e guidò la più grande rivolta anti-romana delle tribù dell’isola. Insomma, le premesse per un successo ci sono tutte. Racchiuse in affascinanti bottiglie con decori celtici, le creazioni di “Boadicea The Victorious”, in poco tempo, sono divenute oggetti del desiderio di chi è alla perenne

>>

>>

15


FASHION | NEW BRANDS


FASHION | NEW BRANDS

ricerca di collezioni esclusive, pressoché introvabili. Una delle sue particolarità è il bassissimo contenuto di alcol, oltre la presenza di proteine e della provitamina B5. Dall’infinita gamma di profumi della collezione, come primo assaggio, sono state scelte undici fragranze (Refreshing, Vibrant, Pure, Adventuress, Delicate, Exotic, Inquisitive, Emprise, Passionate, Intricate, Noble). Un suggerimento: per non rischiare di sbagliare tra l’infinita scelta a disposizione, puntate sulla fragranza colma di note di bergamotto, mandarino e sandalo. Non si tratta di fragranze convenzionali, ma di pozioni che si sono guadagnate il titolo di profumi artistici, per la produzione limitata e perché nascono sull'impeto della passione del creatore. Le altre fragranze principali della casa anglosassone, scelte tra la miriade di possibilità di variazione per profumo, confezione, capacità, sono tutte dai nomi altisonanti ed evocativi di un senso, un’emozione: energiser - refreshing pure - adventuress - invigorating vibrant - explorer - delicate - noble majestic - intense - alluring - seductive exotic - powerful - complex – divine. Altra caratteristica dei profumi, fortemente voluta da Michael Boadi, è quella di non essere facilmente reperibili; sono infatti pochi e selezionatissimi i punti vendita (come ad esempio i famosi grandi magazini londinesi Harrod’s) nei quali si può traovare la collezione “Boadicea The Victorious”. D’altra parte, è anche questa difficoltàò a reperirli che li fa essere così suggestivi e preziosi, quindi ricercati e di nicchia. Da qualche tempo, anche in centro a Roma è possibile trovare le fragranze della collezione; da Campomarzio70, proprio vicino al Pantehon. Della “Boadicea The Victorious” se n’è innamorata perfino la First Lady Michelle Obama che ha voluto raggiungere personalmente Mr. Boadi nel suo negozio londinese per acquistare qualche boccetta della sua Boadicea. In effetti, sono profumi adatti a donne di un certo lusso, considerato che Michael vende ogni boccetta da 100ml a 75 Sterline! Il lusso convertito in profumo

17


La bellezza salverà il mondo. F.Dostoevskij

Salone di BELLEZZA

&

PARRUCCHIERIA MAURIZIO

via u.Betti, 44/A - Marotta di Fano T.0721.961178


BEAUTY | MAKE UP

speciale

MAKE - UP Samantha Scaloni

E L’INNOCENZA SULLE GOTE TUE

O

rmai è ufficiale: il nuovo beauty must-have è l’edizione limitata del blush Dentelle di Dior, una polverina magica dai toni pastello che dona alle guance un delicato ma scintillante tono baby. L’esclusivo cofanetto non potrà mancare nella trousse di aspiranti Lolite e nostalgiche pin-up: i toni della palette vestono il New Look di stagione e trasformeranno ogni guancia in una fiaba dal gusto zuccherino. Marshmallow e zucchero filato per tutte, offre Monsieur Dior.

HEY JADE

S

iamo sull’orlo di una mania collettiva: dopo il lancio dell’anteprima di Chanel, il suo verde giada 407 continua a mietere vittime, anzi fashion-victims. Delicato e leggermente cipriato, il nuovo smalto di Coco interpreta la primavera e ne inaugura l’ebbrezza; un ennesimo colpo messo a segno dalla maison con la C incrociata che richiama i fiori di pesco e il ritorno delle rondini, il risveglio dal letargo e gli amori sotto il sole. Jade 407 è un’ovazione alla bella stagione e ai dolci pensieri che inevitabilmente reca con sé: certo, un’unghia dipinta di verde non fa primavera, ma dieci sì. Che la festa abbia inizio!

OCCHI DI GATTO

E’

sinuoso, selettivo, accattivante: è Lash Queen Feline Blacks di Helena Rubinstein, un mascara felino anche nel nome. La sua formula con pigmenti ultra-black, glicerina e olio di jojoba, nutre ogni ciglia in profondità per risultati immediati: volume intenso e sguardo profondo degni di Catwoman per questa chicca del make-up che, con il suo mood animalier, si distingue dagli altri comuni mascara. Audace e imprevedibile, fluido e scattante: un rimmel maculato che conquista con dolcezza ogni ciglia e le incorona imperatrici del glamour. Roarr!

F

RE GIORGIO SULLA PELLE

oundations are a girl’s best friend: e se a dirlo è Giorgio Armani, il mago di giacche e tailleur che dal 1975 rivoluziona il fashion system con la sua intramontabile classe, bisognerà crederci. Il suo fondotinta Lasting Silk garantisce prodigi: fluido, a lunga tenuta e ultraluminoso, offre un filtro protettivo SPF 20 che lo rende perfetto anche per le pelli più delicate ed un irresistibile packaging minimal in perfetto mood Armani. La resa finale è straordinaria: un make-up naturale e sofisticato con cui Re Giorgio omaggia i volti di tutte le Armani addicted e che disegna su misura neanche fosse un cocktail dress.

S

IL ROSSETTO DEL PECCATO

uperbia, Lussuria, Ira, Gola, Accidia, Avarizia e Invidia: sette rossetti per sette peccati. Diego della Palma redime così le sue clienti più viziose, declinando il suo nuovo rouge à lèvres opaco in sette nuove versioni, una per ogni peccato capitale. Sfere di acido ialuronico con azione filler per idratare e rimpolpare le labbra, rosa mosqueta per renderle elastiche e vitamina E per contrastare l’azione dei radicali liberi: in un lussuoso packaging con logo serigrafato e Swarovsky, il lipstick del peccato impreziosisce le labbra più sfacciate e recidive e le conduce,

SGUARDI OPULENTI

C

hi non ha mai sognato di avere le ciglia lunghe e seduttive di Biancaneve? Per non passare inosservate Opulence Lashes ha realizzato veri e propri gioielli per gli occhi: una linea di ciglia finte eccentrica e lussuosissima, tutte rigorosamente realizzate a mano e vendute con l’apposito astuccio protettivo, perfette per serate da regina della festa e party ultrachic. Come il modello Calliope, decorato con piume e cristalli Swarovsky, ideale per le Biancaneve egocentriche e stravaganti a caccia del lieto fine con romantici Principi Azzurri o Nani irriverenti.

>>

19


FASHION | ACCESSORI

ACCE

UOMO

Cosa mi metto in testa

IMMANCABILE PAGLIETTA

S

i avvicina l’estate e l’immancabile accessorio per l’uomo è il cappello. Ma non un cappello qualunque, la classica “paglietta”: elegante, comoda e funzionale per riparare la testa dal sole. Quella proposta da Lavinv per questa stagione ha un tocco di classe in più: di colore beige, la paglietta è arricchita da una banda di seta jacquard in tinta. Super-chic. Euro 156.

QUEL LACCETTO TANTO SEXY

S

embra che il look “vecchio stile” di Andrè Agassi o del caro Batistuta con laccetto a fermare i lunghi capelli ribelli sia tornato di nuovo di moda. Dalla passerella di Giuliano Fujiwara sfilano teste circondate da questo laccetto; ovviamente in versione lucida (molto più fashion) e con una funzione puramente decorativa (tutti i modelli hanno tagli di capelli molto corti). Se volete accessoriarvi la testa...

20

SPORT HEAD

P

er gli uomini più sportivi ed intraprendenti, Y3 ripropone la sua versione di headband. In morbida spugna, con logo tono su tono ricamato, è la variante fashion di un accessorio per capelli sportivo. Da abbinare a tuta e canotta per andare ia sudare in palestra o con t-shirt e jeans per la passeggiata domenicale al parco...Da 30 euro.

BANDANA SI, MA DI PELLE

U

n po’ pirata, un po’ biker...Qualunque sia stata l’ispirazione della stilista inglese Vivienne Westwood, una cosa è certa: la bandana è ritornata di moda per l’uomo. Ma scordatevi la versione di stoffa con il classico motivo grafico. Queste hanno un taglio decisamente diverso e sono realizzate in pelle morbidissima e leggera. Se siete dei temerari potete indossarla in spiaggia con costume in abbinato...


PLATINUM FASHION | CHIC&SHOCK | ACCESSORI

SSORI a cura di Marina Savarese

DONNA

Non solo elastici... HEAD SCULPTURE

MODERN RETRO’

L

o spillone per i capelli è un classico intramontabile: pratico e sexy (soprattutto quando viene levato e lascia le folte chiome al vento), non sempre è esteticamente accattivante. Moltissimo Bijoux, linea di accessori fiorentina dal design innovativo, li ha dotati di un’anima retrò: in plexi colorato dalle forme geometriche ma morbide, assolutamente bi-color, daranno sicuramente un tocco di colore e di stile alla vostra testa. Spille e orecchini disponibili in coordinato. www.moltissimobijoux.com

P

erchè accontentarsi di un accessorio? A rendere veramente speciale e diversa per ogni occasione la testa di ogni donna ci hanno pensato Nilde Mastrosimone, artista multimediale e Soo Youn Kim , stilista e produttrice del marchio Amo Romeo, ideando e producendo completamente a mano la linea YOU GINGER. Delle vere e proprie sculture in fil di ferro in filo di ferro rivestiti con raso, organza, perle, fiori. I petali di alcuni accessori possono essere modellati secondo l'esigenza e il gusto della persona che li indossa. E' possibile trovarli presso l'atelier Amo Romeo / Workshop via verdi 40r (Firenze) o sul sito : www.youginger.etsy.com

CERCHIO O BANDANA?

E’

un mix tra i due la creazione della designer americana Rachel Weissman che ha unito la praticità del classico “cerchietto” (nella versione più larga) al look retrò della bandana un po’ 50s style. Il risultato è un cerchietto rivestito in morbida seta, che, indossato, ricopre quasi interamente la testa. In varie fantasie e colori, potete trovarlo su www.mp.hairboutique.com alla modica cifra di 44 $.

80S IN THE HAIR...

G

li anni 80 non solo sono tornati di moda, ma ci hanno letteralmente invaso con corsi e ricorsi della moda. Vi ricordate la stringa che portava la regina di flashdance legata intorno alla fronte? American Apparel l’ha riproposta in tutti colori, forme e materiali: dal jersey al raso, fino alla finta pelle lucida; piatte, tonde o semplici fili, disponibili ovviamente in una gamma di colori infinita. Da combinare insieme anche un paio per volta. In tutti i negozi AA o su www.store.americanapparel.eu per la modicissima cifra di 5 €.

21


FASHION | GRIFFE STORY

by Matteo Garofoli

ESTÉE LAUDER

E

stée Lauder è stata la matriarca incontrastata dell’industria mondiale della bellezza dell’ultimo secolo, fondatrice dell’ultima azienda indipendente nel settore della cosmesi. Josephine Esther Mentzer - questo il suo vero nome - era nata il 1’ luglio 1908 a Corona, un quartiere popolare del Queens, periferia di New York, figlia di un ferramenta ebreo di origine ungherese e di una casalinga. Il suo leggendario impero di cosmetici nasce come nelle più classiche delle storie da bassofondo newyorkese con lieto fine: siamo negli anni Venti e la storia prende vita nella stalla dove zio John Schotz, il fratello ungherese del padre, ha allestito

un rudimentale laboratorio per la produzione di creme lenitive e dove la giovane Esther viene ingaggiata per miscelare l’impasto biancastro in enormi pentole di rame. E’ in questa stalla che nel 1930 Esther incontra Joseph Lauter, un immigrato austriaco che più tardi cambiò il proprio cognome in Lauder. I due si sposano subito, per divorziare nel 1939 e tornare quasi subito nuovamente insieme, sia nella vita che nel lavoro, per non lasciarsi più. La ditta che porta il nome di Joseph viene fondata nel 1946, ma sin dall’inizio è il tocco magico di Estée a farla decollare. E’ lei che va di porta in porta con la crema di zio John, d’estate e d’inverno, senza mai scoraggiarsi. E quando l’ha venduta tutta passa alle

>>

23


AESTHETIC

DAY SURGERY

Più che la bellezza in sé, con tutti i suoi luoghi comuni, tradurla in seduzione.


FASHION | GRIFFE STORY

polveri, alle pozioni, i fanghi, terre ed emollienti segreti. Sue sono anche le due idee destinate a rivoluzionare il marketing della cosmesi: la distribuzione gratuita di campioncini, ancora oggi usuale in profumeria, e la formula «acquisto con regalo», una geniale trovata che premia la cliente con un altro prodotto gratuito. Altro dettaglio da non trascurare è l’amicizia che Estée riesce a stringere con celebrità dell’epoca del calibro dell’Aga Khan o la Principessa Grace di Monaco. Come fece una “erborista” di campagna a entrare in contatto con tali personalità è presto detto: la sua tenacia, insieme a idee geniali - quali quella di inondare di regali questi personaggi - e ad una squisitezza personale, le hanno aperto porte indispensabili al decollo della piccola etichetta Lauder. Fu Estée stessa, in una sua biografia, a confermare che tutti i vip che ricevettero i suoi leggendari doni, prima o poi divennero amici. Molti sono d’accordo sul fatto che Estée Lauder ha rivoluzionato il mondo della bellezza, indovinando con forza e precisione quel che amavano le donne. Come detto, Estée aveva l’indispensabile capacità di capire ed anticipare i bisogni delle donne; fu così che creò il suo primo grande successo, nel 1953: mentre la maggior parte dei profumi venduti negli USA era francese e le donne non erano solite all’acquisto di profumi come vezzo personale, lei sfoggiò il “Youth Dew” (rugiada di giovinezza); un elisir orientale sensuale e speziato, ma con una caratteristica particolare: era venduto sottoforma di

>>

25


FASHION | GRIFFE STORY

Elegant        Beauty polveri, alle pozioni, i fanghi, terre ed emollienti segreti. Sue sono anche le due idee destinate a rivoluzionare il marketing della cosmesi: la distribuzione gratuita di campioncini, ancora oggi usuale in profumeria, e la formula «acquisto con regalo», una geniale trovata che premia la cliente con un altro prodotto gratuito. Altro dettaglio da non trascurare è l’amicizia che Estée riesce a stringere con celebrità dell’epoca del calibro dell’Aga Khan o la Principessa Grace di Monaco. Come fece una “erborista” di campagna a entrare in contatto con tali personalità è presto detto: la sua tenacia, insieme a idee geniali - quali quella di inondare di regali questi personaggi - e ad una squisitezza personale, le hanno aperto porte indispensabili al decollo della piccola etichetta Lauder. Fu Estée stessa, in una sua biografia, a confermare che tutti i vip che ricevettero i suoi leggendari doni, prima o poi divennero amici. Molti sono d’accordo sul fatto che Estée Lauder ha rivoluzionato il mondo della bellezza, indovinando con forza e precisione quel che amavano le donne. Come detto, Estée aveva l’indispensabile capacità di capire ed anticipare i bisogni delle donne; fu così che creò il suo primo grande successo, nel 1953: mentre la maggior parte dei profumi venduti negli USA era francese e le donne non erano solite all’acquisto di profumi come vezzo personale, lei sfoggiò il “Youth Dew” (rugiada di giovinezza); un elisir orientale sensuale e speziato, ma con una caratteristica particolare: era venduto sottoforma di

NAILS FASHION & STYLE

s.r.l.

Ve n d i t a p r o d o t t i p r o f e s s i o n a l i p e r c e n t r i e s t e t i c i Manicure e Pedicure g e l , a c r i l i c o , a c c e s s o r i d e l l a C R I S TA L N A I L S Ricostruzione unghie con UV Gel Ricoperture unghie naturali Via Tre settembre 99, Dogana 47891 Repubblica di San Marino tel.340.8583941 elegant.beauty@hotmail.it


FASHION | GRIFFE STORY

olio per il bagno, e non come profumo. Il successo presso le donne fu tale che finì per lanciare “Youth Dew” anche in versione profumo. L’avventura olfattiva americana era ormai lanciata. Molte altre fragranze seguirono. Ci fu “Private Collection” (1972), poi “White Linen” (1978), “Beautiful” (1986), “Knowing” nel 1988, “Spellbound” del ’92. Nel 1996 è la volta di “Pleasures”, un nuovo tipo di fragranza che ebbe un successo tale da portare anche alla versione per uomo. Oltre al profumo, alle donne Estée Lauder ha saputo dare il meglio per la loro bellezza, grazie a prodotti ultra perfezionati; ma ha anche contribuito al lancio e allo sviluppo di molti altri marchi. Oggi il gruppo Estée Lauder conta 25 marchi tra i quali Clinique, i trucchi MAC, Donna Karan, Aramis, Origins, Jo Malone e Tommy Hilfiger. Grande donna d’affari, di passione e convinzione, Estée Lauder è scomparsa nel 2004 a 97 anni. Tanto per capire l’impero che è riuscita a creare Estée nella sua lunga e impegnata vita, possiamo dire che il brand Lauder vende in 130 Paesi nel mondo per un valore di10 miliardi di dollari, dando lavoro a più di 21 mila dipendenti. Personalmente Estée, nel 1998, era l’unica donna nella lista dei «20 geni finanziari più influenti del secolo» pubblicata dal Time e nel 2003 la sua compagnia era al 349° posto nella hit parade internazionale delle «top 500» redatta da Fortune. Per fortuna la sua eterna creatività resta intatta grazie ai suoi figli che hanno preso il testimone della maison, per continuare a far sentire bella ogni donna.

27


PHOTOSHOOTING

LA PAROLA

L

Gioielli Spadarella Bracciale e Anello in lavorazione liberty in Argento Dorato

28

a mano è l'organo che rappresenta il senso tattile dell’uomo; è alla stregua di un vero e proprio strumento per l’uomo, ed è anche un modo di espressione quando aiuta la parola o la sostituisce tramite il linguaggio dei segni. Secondo Darwin, la mano è l'organo che distingue l'uomo dagli altri primati, e l'uomo non avrebbe mai raggiunto il suo posto predominante nel mondo senza il loro uso. Dettaglio principale che ha permesso questa predominanza, è il “pollice opponibile”, peculiarità non comune agli altri esseri viventi, che permette di usare utensili molto piccoli e sottili e di avere una precisione totale. Di conseguenza, la mano diventa sinonimo di lavoro e di dignità.

>>


PHOTOSHOOTING

ALLE MANI

Gioielli Spadarella Anello Argento 925 lavorato


PHOTOSHOOTING

Linguaggio delle mani Con la loro capacità di rafforzare e spesso sostituire le parole, le mani manifestano quello che i latini chiamavano ”gesto oratorio”: indispensabili nei contatti sociali e con le loro espressioni di orientare, minacciare, benedire, accarezzare e colpire, diventano uno strumento prezioso di lettura e di comprensione degli altri. La gestualità delle dita e delle mani costituisce un vero linguaggio, in modo proverbiale nella lingua italiana; solo alcuni gesti sono universali: generalmente il significato di ogni movimento varia geograficamente. Le mani possiedono un loro proprio linguaggio, che può integrare quello verbale, ma essere anche indipendente da esso, esprimendo persino il contrario di ciò che si trasmettendo per mezzo delle parole. Le mani, ad esempio durante una conversazione, esprimono lo stato d'animo del soggetto e quindi rivelano qualcosa anche del suo carattere. I gesti sono parte del linguaggio del corpo, l'aspetto più studiato e conosciuto della comunicazione non verbale. Linee della mano La chiromanzia è la pratica di descrivere la personalità e prevedere il destino attraverso lo studio del palmo della mano. Nella chiromanzia, il chiromante studia le linee della mano e sostiene di dedurne il futuro del soggetto. In questa disciplina, la mano è considerata composta da “linee” e “monti”. La chiromanzia è una disciplina molto antica, cui si sono interessati Aristotele, Ippocrate e Giulio Cesare, nonostante non poggi su alcun fondamento scientifico. La lettura della mano viene divisa in vari gruppi: Chirognomia, la lettura del carattere; Chiromanzia, la lettura del futuro; e Chirologia, che è la lettura del carattere e degli eventi futuri. La lettura della mano non è limitata solo al leggere le linee dei palmi; vengono presi in considerazione anche la forma, la

>>

Gioielli Spadarella Bracciale in cuoio con chiusura Argente 925 Anelli 925 lavorati

30


PHOTOSHOOTING

Gioielli Spadarella Bracciale e Anello a molla in Argento 925 tipo “Bambù”

Gioielli Spadarella Bracciale e Anello a molla in Argento 925 tipo “Bambù”


PHOTOSHHOTING

Gioielli Spadarella Orologio Elegant

dimensione, la sagoma, il colore, lo stampo, la proiezione, le depressioni, le linee, le croci e i segni su ambedue le mani. Le linee principali della mano sono: La Linea della Vita: circonda la base del pollice. La Linea della Testa: corre nel centro del palmo. La Linea del Cuore: si profila attraverso il palmo circa a mezza via tra La Linea della Testa e la base delle dita. La Linea del Destino: parte centrale dal polso verso la base del medio. La Linea del Successo: tracciata dal polso su fin verso il medio, corre in un modo quasi parallelo alla Linea del Destino. La Linea della Salute: si delinea diagonalmente attraverso il palmo dal polso verso il mignolo. Le Linee del Matrimonio: una o più linee sulla parte esterna o superiore del palmo al di sotto del mignolo. Chiedere la mano Le origini di quest’usanza vanno ricercate nel consenso che necessitavano le ragazze, da parte del padre, di poter contrarre matrimonio e nel quale, in un certo modo, si “negoziavano” le nozze della figlia, considerando soprattutto la situazione economica del richiedente. Questa tradizione deve la sua celebrazione al fatto che simbolicamente lo sposo chiedeva la mano della figlia al padre. Si organizzava di conseguenza un pranzo o una cena nella casa della famiglia della sposa e in quella circostanza lo sposo diceva alcune parole in merito alla sposa e la coppia si scambiava un regalo. Normalmente lei regalava un orologio allo sposo e lui un braccialetto

32


PHOTOSHHOTING

alla sposa. Era considerato un momento cruciale e un passo fondamentale per arrivare alle nozze. Normalmente la mano della sposa andava chiesta alcuni mesi prima delle nozze. Era più un atto formale ed obbligatorio che si usava un tempo, in segno di rispetto e riconoscimento dell'autorità del padre di famiglia e della sposa, oltre ad essere l'unico modo per poter convolare a nozze. Secondo quanto indicato dal protocollo, al momento della richiesta della mano, i genitori dello sposo devono andare a casa dei genitori della sposa; questi ultimi sono coloro i quali devono organizzare e pagare l’incontro. Secondo la tradizione, lo sposo deve inviare la stessa mattina dei fiori bianchi alla sposa. Oggi tutto questo è caduto un po’ in disuso, anche se é sempre raccomandabile che lo sposo arrivi a casa della sposa con dei fiori per la suocera, un regalo per il padre e un presente interessante per la futura sposa. Mano e bellezza Alla stregua di molte altre parti del corpo, anche le mani vengono utilizzate come veicolo di seduzione ed abbellimento, specie da parte delle donne. Grazie agli smalti per le unghie, fin dai tempi antichi si era soliti dipingersi le unghie. Sembra che proprio noi italiani siamo stati precursori di questa moda, cominciando ad usarlo come strumento per agghindare il corpo o parti di esso anche se, naturalmente, sostanze impiegate e colori, non erano come quelli attuali. Lo smalto per unghie, ad oggi, è un prodotto cosmetico utilizzato per colorare, proteggere le unghie o nasconderne i difetti; ma anche, soprattutto, per imbellire l’estremità dell’arto più usato dall’uomo (e dalla donna).

Fotografo: Alessandro Omiccioli Assistenti luci: Marco Mezzanotte, Nicola Montesi

Gioielli Spadarella Bracciale e Anello rigido di tipo “Pitone”


Mascara chic della H. Couture Beauty

C

ari lettori e lettrici di Extraordinary Fashion, sono felice di ritrovarvi ad un nuovo appuntamento con il mondo delle particolarità esagerate e del lusso più estremo. Per questo numero speciale, tuttavia, ho cambiato leggermente l'oggetto della rubrica e mi sono concentrata esclusivamente sulla bellezza e sul benessere, ovviamente senza mai perdere di vista le curiosità del bel mondo degli sfarzi e delle ostentazioni. Spero mi scuseranno i lettori maschietti, ma non ho potuto fare a meno di sbilanciarmi verso i fasti e le eccentricità dedicate al gentil sesso. Non per niente state per essere tutti catapultati questa volta nell'Extra-ordinary Beauty...

Ombretti Dior in confezione gioiello

E

restiamo ancora per un momento sul tema make-up gioiello. La celebre maison Dior non è affatto estranea all'idea del make-up bijoux, pensata per tutte quelle donne che non vogliono rinunciare ad apparire perfette in ogni occasione e allo stesso modo non si privano di un luminosissimo gioiello da mostrare ad una festa o semplicemente durante una serata speciale. Già qualche tempo fa, la casa di moda parigina aveva creato il ciondolo DiorLight Holiday Bright Lip Gloss, uno splendido pendente a collana con charms che si apriva e mostrava al suo interno una brillante sorpresa: un luminosissimo lip gloss dalle sfumature ramate o rosate. Ancora una volta, Dior ha pensato a una confezione gioiello, stavolta per la nuova collezione di ombretti per la stagione calda in arrivo, la Addicted to Dior. Dalla fine di aprile, infatti, saranno in commercio le palette di colori estivi in particolari cofanetti in oro bianco e brillantini che riprendono le vecchie insegne della maison parigina, con l’indirizzo in bella mostra. Troppo belli per restare chiusi nei nostri beauty.

34

Valeria Riccobono

BEAUTY | EXTRA-ORDINARY

EXTRA ORDINARY C

ominciamo la nostra rassegna di sciccherie con le ultime notizie dal mondo del make-up. La nuova invenzione per un maquillage davvero unico è l'ultimo mascara della casa di cosmetici H. Couture Beauty. Ultimo davvero in ogni senso, perché a quanto pare, la H. Couture Beauty non esisterà più, certamente per fondersi con qualche altra multinazionale del settore. Prima di scomparire (e per chiudere, diciamo, in bellezza!) ha deciso di produrre uno dei suoi pezzi migliori: un mascara in edizione limitata, ovviamente. La particolarità però, non sta in nessun agente allungante per le ciglia né in voluminizzanti per rendere più seducente il vostro sguardo. Molto più semplicemente, l'attrazione è la confezione stessa: un tubetto ricoperto da 1000 cristalli Swarovsky incastonati a mano, con tappo placcato in oro 18 carati. La special edition fa parte della Socialite Collection e, nonostante il costo non proprio popolare - 589 dollari, pari a circa 450 euro - ne sono stati venduti 1700 pezzi. Nel prezzo, per fortuna, sono incluse un paio di ricariche per evitare di rimanere a corto di mascara... e di gettare il flaconcino!

I cosmetici che brillano di Tarina Tarantino Regina del lusso irriverente e stravagante, la designer Tarina Tarantino è reduce dal recente lancio sul mercato di un'esclusiva linea di accessori per il maquillage ispirato al mondo rigorosamente pink e fiabesco che sempre distinguono le sue collezioni. Prodotta in collaborazione con Sephora, la sua nuova linea di cosmetici risulta preziosa e scintillante, satura di colore e realizzata puntando ad altissimi standard di qualità. L'intera collezione comprende ombretti, eye-liner, mascara, blush, ciprie, gloss e fragranze, tutti resi accattivanti da un packaging unico nelle tonalità del rosa e dell’argento. Realizzata, almeno inizialmente, solo ed esclusivamente per i punti vendita americani, oggi i prodotti sono disponibili presso i punti Sephora o acquistabili diretta online sul sito di Tarina Tarantino.


AYBEAUTY BEAUTY | EXTRA-ORDINARY

In arrivo le ciglia preziose di Opulence Lashes

E

d eccoci adesso agli accessori, veri capricci ai quali è sempre più difficile resistere. La chicca che vi presentiamo sono gli ultimi modelli di ciglia di Opulence Lashes. Più che di comuni ciglia finte, si tratta di veri e propri gioielli da indossare agli occhi, tutti rigorosamente realizzati a mano e venduti all'interno di una speciale custodia protettiva in cui conservarli. Tutti i modelli proposti prevedono applicazioni preziose, di Swarovsky o strass ad esempio, e decorazioni di piume, decisamente eccentriche e vistose ma perfette da indossare in occasione di eventi mondani in cui sicuramente non passerete inosservate. I prezzi variano tra le 125 e le 175 sterline – tra i 180 e i 250 euro circa - ed è possibile acquistarle direttamente online sul sito di Harrods.

Alterna Ten, lo shampoo esclusivo Salus Per Aquam, la riscoperta dell'oro

T

ra i più originali e lussuosi optional dei centri termali, ci sono sicuramente quelli che sfruttano, per massaggi e salutari bagni, le pietre preziose e le loro qualità benefiche. I must sono immergersi in una piscina di latte, miele e perle di acqua dolce polverizzata e l'irrinunciabile massaggio relax, anch’esso rigorosamente vestito a festa: si passa dallo scrub con polvere d’oro 24 carati al trattamento anti-age alla mousse d’oro. E il fatto degno di nota è proprio questo: un tempo s’indossava l'oro sotto forma di gioielli nelle occasioni più prestigiose, adesso ci si ricopre del prezioso metallo nei modi più impensabili fino a ritrovarlo in versione commestibile anche sui cibi. Solo mania di grandezza? Direi di no, o almeno non solo. L’oro, forse non lo sapevate, oltre ad essere bello da vedere e molto prezioso, vanta anche proprietà antiossidanti e rigeneranti, oltre a sprigionare elementi anti-macchia che aiutano la pelle a rimanere giovane e luminosa a lungo. Ecco perché sempre più i centri benessere di ultima tendenza cominciano a proporre il Gold Facial, il trattamento di bellezza a base d'oro 24 carati applicabile in una semplice maschera, che stesa sul visto dovrebbe aiutare signore giovani e meno giovani a combattere i segni del tempo. Che dire, dopo un simile trattamento, il rientro in città vi vedrà senz’altro scintillanti…

E

siccome non di solo make-up viviamo noi donne, passiamo ad occuparci di altri tipi di cure, in particolare del benessere dei nostri capelli. Con l'arrivo dell'estate a breve, specialisti della tricologia di ogni genere cominciano a diffondere i più svariati consigli per la cura delle nostre chiome. La soluzione più chic è un esclusivo shampoo appartenente alla linea Alterna Ten, una gamma di prodotti specifici e professionali composti da soli elementi naturali e preziosi. Utilizzando questo shampoo, godrete dei benefici strabilianti di caviale, cacao, incenso, olio di tartufo bianco, acido ialuronico, estratto di rosa bulgara e arnica. Unica condizione per l'uso: essere disposti a spendere circa 70 euro per un flacone.

35


SALUTE, BENESSERE E NUTRIZIONE

Area commerciale Info: 0541.370394 333.67154277 tiziano.cevoli@alice.it


CONFERENZA DI PRESENTAZIONE DELL'INNOVATIVO PROGETTO BIO ENERGIA e SALUTE INTEGRALE DELLA PERSONA

Oggi viviamo in un mondo dove l'essere umano è completamente immer-

so in una moltitudine di campi elettromagnetici e la loro influenza negativa, altera fortemente i delicati movimenti energetici degli esseri viventi, causando consistenti e differenti blocchi del sistema con ripercussioni negative sulla salute. Il Ricercatore Naturologo Jean Pierre Centanni, fondatore di due accademie ( Accademia Energy Bio Ricerca- e A.C.R.C di studio sui colori della medicina naturale biologica) dopo anni di studio a messo a punto, la Bio Tecnologia più avanzata nel campo delle Energie Ultrafini. Questo apparecchio (Archépysis) che verrà presentato nella giornata della conferenza, è l'ultimo ritrovato della Medicina Biologica Vibrazionale. Esso e frutto di 13 anni di studi e ricerca che è in grado, di produrre notevoli risultati a livello (Gastrointestinale, Respiratorio, Renale, Muscolare, Circolatorio- per gli stati d'ansia, sistema rervoso, depressioni e altre patologie). Questo incredibile strumento non è un Generatore di frequenze elettrico, non dispone di cavi o elettrodi; ma emette codici energetici Naturali come i Bio colori. E' un apparato tecnologico ENERGO VIBRAZIONALE che utilizza L'energia Fredda non invasiva e senza controindicazioni. La conferenza si articola in una parte Teorica e successivamente una parte Pratica, durante la quale chiunque potrà sottoporsi ad un test per verificare di persona quello appena esposto verificando i blocchi riguardanti la propria salute e come attuare una specifica prevenzione. In altri termini il Test evidenzierà i (SINTOMI- DIAGNOSI e TERAPIA) INTERVERRA' DIRETTAMENTE IL RICERCATORE NATUROLOGO e CREATORE di Archépysis, Jean Pierre CENTANNI A questa conferenza sono invitati tutti i professionisti della salute (Medici, Naturopati, Osteopati, Kinesiologi, Riflessologi, Fisioterapisti, erboristi etc) Comunque tutti coloro che lo desiderano. Non ci sono obblighi e tutto sarà completamento libero e gratuito. La conferenza si terrà: "Sabato 15 Maggio Ore 10-12 la parte teorica e 15,00-19,00 la parte pratica. Presso il Residence Hotel Imperial sito in Via Litoranea sud N° 50 Misano Adriatico RN. Per ulteriori informazioni rivolgersi allo studio di Marco Monticelli Via Pò 12 Misano Adriatico. Cell.339/4878585. Email: marcomonticellir@gmail.com www.studioriflessologia.com www. quandoilbenesserepartedalpiede.com

r pa

tn

: er

>>


FASHION | STATUS YMBOL

LE ORIGINI DEL Marianna Pilato

ROSSETTO: da sempre simbolo e potente alleato di seduzione

“S

e vi sentite tristi, se avete un problema d’amore, truccatevi, mettetevi il rossetto e affrontate il mondo!”. È che con queste parole che la regina della moda Coco Chanel invogliava le donne a farsi belle e a sfidare le difficoltà della vita. Simbolo di una sensualità da esibire abbastanza sfacciatamente, il rossetto può essere definito come il cosmetico più discusso ma anche più celebrato nella storia del costume e dell’identità femminile. Tale prodotto vanta una tradizione secolare, che ha contribuito a renderlo un vero e proprio oggetto del desiderio. Un suo prototipo primordiale può essere fatto risalire addirittura a 5000 anni fa, quando le donne della Mesopotamia lo

usavano per abbellire le labbra e, occasionalmente, gli occhi. I primi a truccarsi ogni giorno con il rossetto furono gli antichi Egizi e la loro splendida regina Cleopatra, attorno al 4000 a.c., consuetudine che fu poi adottata con entusiasmo sia dai Greci che dai Romani. Ad ogni modo, questo indispensabile alleato della bellezza, divenne popolare solo nel Cinquecento durante il regno della regina Elisabetta d’Inghilterra che, per apparire al meglio, usava una speciale miscela di cera e di un colorante vegetale. Nella fastosa epoca rococò, poi, il rossetto veniva sfoggiato con disinvoltura sia dagli uomini che dalle donne. L’entrata ufficiale del cosmetico nel

>>

39


FASHION | STATUS YMBOL

LE ORIGINI DEL Marianna Pilato

ROSSETTO: da sempre simbolo e potente alleato di seduzione

“S

e vi sentite tristi, se avete un problema d’amore, truccatevi, mettetevi il rossetto e affrontate il mondo!”. È che con queste parole che la regina della moda Coco Chanel invogliava le donne a farsi belle e a sfidare le difficoltà della vita. Simbolo di una sensualità da esibire abbastanza sfacciatamente, il rossetto può essere definito come il cosmetico più discusso ma anche più celebrato nella storia del costume e dell’identità femminile. Tale prodotto vanta una tradizione secolare, che ha contribuito a renderlo un vero e proprio oggetto del desiderio. Un suo prototipo primordiale può essere fatto risalire addirittura a 5000 anni fa, quando le donne della Mesopotamia lo

usavano per abbellire le labbra e, occasionalmente, gli occhi. I primi a truccarsi ogni giorno con il rossetto furono gli antichi Egizi e la loro splendida regina Cleopatra, attorno al 4000 a.c., consuetudine che fu poi adottata con entusiasmo sia dai Greci che dai Romani. Ad ogni modo, questo indispensabile alleato della bellezza, divenne popolare solo nel Cinquecento durante il regno della regina Elisabetta d’Inghilterra che, per apparire al meglio, usava una speciale miscela di cera e di un colorante vegetale. Nella fastosa epoca rococò, poi, il rossetto veniva sfoggiato con disinvoltura sia dagli uomini che dalle donne. L’entrata ufficiale del cosmetico nel


FASHION YMBOL PLATINUM| STATUS | CHIC&SHOCK

commercio, invece, è datata alla fine del XIX secolo, quando all’esposizione mondiale di Amsterdam fu presentato un articolo simile alle sembianze attuali del rossetto: una cartuccia colorata fatta di materiali naturali, avvolta in una carta di seta. Un ingresso nel mercato ardito, se non rivoluzionario, dal momento che l’allora regina Vittoria e la maggior parte dei suoi sudditi considerava il dipingersi le labbra una riprovevole pagliacciata. All’inizio del Novecento, quindi, si raggiunse il seguente compromesso: questo genere di trucco fu ritenuto adatto solo per le signore sposate o comunque over trenta. Nel 1910, fra l’altro, fu realizzato il primo stick contenuto in un cilindro di cartone, che lasciò il posto, qualche anno dopo, alla variante più comoda in plastica e metallo identico al nostro, se non per il più antiquato meccanismo a spinta (quello roteante entrò in vigore solo nel 1948). Da quel periodo il rossetto si affermò come strumento di seduzione esclusivamente femminile, e il suo successo fu consacrato anche attraverso il contemporaneo sviluppo del cinema e della fotografia: impossibile dimenticare, per esempio, le bocche rosso scuro disegnate a forma di cuore delle attrici degli Anni Venti o le labbra perfette di Marilyn Monroe, imitate tuttoggi da numerosi make-up artist. Nel corso del XX secolo, fanno la loro comparsa accanto al classico rosso, anche ulteriori gradazioni di colore, come i gloss o gli stick aranciati, fucsia, madreperlati (anni Settanta), marrone, mirtillo e granata (anni Ottanta - Novanta). Ancora oggi, nel 2010, basta citare il nome di qualche marca famosa di rossetto e si spalanca un mondo: segno che esso continua a essere il simbolo della femminilità per eccellenza e a regnare incontrastato nel settore della cura della persona.

41


PEOPLE | GOLD HISTORY www.life4style.it

Natura e bellezza s’incontrano in

BOTTEGA VERDE by Giovanni Zerba

B

ellezza e prodotti naturali sono oggi un connubio molto importante per l’industria cosmetica. L’estetica ha costruito un rapporto privilegiato con la natura che potrebbe rivelarsi un asso nella manica per l’intero settore nel prossimo futuro. L’essere “green” sta diventando una leva di crescita di molte aziende. La tendenza a proporre prodotti sempre più naturali, rispettosi dell’ambiente e della salute è fondamentale però soprattutto per la cosmetica. In Italia una delle ditte che meglio hanno saputo interpretare le richieste di prodotti naturali è stata Bottega Verde. L’azienda, nata nel 1972 a Pienza, in provincia di Siena, è l’esempio di come la passione per l’erboristeria, se abbinata ad una strategia di marketing vincente, si possa tradurre in eccezionali ritorni commerciali. Bottega Verde ha saputo unire, nella sua storia, la costante attenzione verso la qualità del prodotto con la ricerca. L’obiettivo è sempre stato quello di sviluppare produzioni con principi attivi vegetali e per questo la ditta ha predisposto un apposito laboratorio di ricerca e sviluppo a Biella, in cui operano numerosi ricercatori e cosmetologi. Nel laboratorio, studiosi ed esperti testano preparati specifici per ogni tipo di pelle e capelli; affrontano e risolvono varie tematiche legate alle mode e alle effettive esigenze della clientela; ricercano le profumazioni di tendenza ed effettuano tutti i controlli di qualità. Fondamentale a questo proposito è l’esigenza di studiare nuovi principi attivi di origine vegetale, fondamentali per valorizzare al meglio la bellezza. Al laboratorio di Biella si affianca lo stabilimento di Colorno, in provincia di Parma, dove l’azienda produce quasi tutti i prodotti che Bottega Verde commercializza. Con questi due centri collabora anche l’Università di Pavia che testa dermatologicamente i prodotti Bottega Verde nei propri centri di ricerca.

>>

43


PEOPLE | GOLD HISTORY www.life4style.it

Uno dei punti di forza di Bottega Verde sta però nella sua politica commerciale, un vero e proprio asso nella manica della ditta. Nel 1992 la ditta è acquisita dal gruppo Modafil. L’azienda si trasforma: forte della grandissima esperienza accumulata da Modafil nella vendita per corrispondenza, Bottega Verde diventa in breve tempo la prima azienda italiana nel campo della vendita tramite catalogo. Parallelamente sviluppa una costante attenzione verso le esigenze del cliente con 4000 indagini telefoniche al mese per monitorare la costumer satisfaction. Bottega Verde è oggi una delle principali aziende italiane produttrici di cosmetici, in grado di lanciare ogni anno più di 200 nuovi prodotti, molti dei quali nascono da un’idea originale che non ha eguali sul mercato. Bottega Verde è oggi un'azienda fortemente integrata verticalmente: dall’ideazione e formulazione dei prodotti, alla ricerca dei nomi, al confezionamento. Le proposte cosmetiche spaziano dai prodotti di trattamento viso e corpo (antirughe, idratanti, cellulite e rassodanti) a quelli di makeup, senza dimenticare settori come i profumi, i prodotti per capelli e per il bagno. Da circa dieci anni Bottega Verde è anche leader nel mercato dei prodotti di bellezza con una catena di 320 negozi in tutta Italia, di cui circa la metà in franchising.

In continua evoluzione e sempre attenta ai cambiamenti delle sue consumatrici, Bottega Verde dal 2000 è presente anche su internet all’indirizzo www.bottegaverde.it, dove le clienti possono aggiornarsi sulle novità ed acquistare on-line. Il sito è stato realizzato con la collaborazione di migliaia di clienti che, tramite e-mail, hanno raccontato come avrebbero voluto Bottega Verde in rete. La consultazione è possibile per categoria merceologica, per principio attivo, per tipo di esigenza e attraverso il motore di ricerca. I clienti possono quindi acquistare e sperimentare i prodotti Bottega Verde dai negozi monomarca, dai cataloghi e dal sito internet. Una scelta fatta sino ad oggi da 5 milioni di clienti, vale a dire il 20% delle donne italiane.

44


VICTORIA SPA BEAUTY CENTRE

una

SPA in riva al mare per concedersi relax assoluto e remise en forme per la bella stagione. Trattamenti estetici per un corpo pi첫 snello.. ad hoc per la prova costume !

by Victoria Palace Hotel Viale Carducci 24, Via Bologna Cattolica, Rimini, Italy. Aperto tutti i giorni dalle 09,00 alle 22,00 info e prenotazioni: Tel 0541 962921 www.victoriabenessere.com info@victoriabenessere.com


PEOPLE | LIFE STYLE www.life4style.it

UNUSUAL S.P.A. Snake massage, sanguisughe e altri trattamenti bizzarri... by Matteo Garofoli

Q

uando ci si reca in una Spa, per motivi di relax o per trattamenti di bellezza, ci si aspettano alcune ore di rigenerazione mentale e fisica, con momenti di piacere assoluto. Di certo, per avere questi benefit non si pensa di dover correre il “pericolo” di ritrovarsi un serpente sulla schiena o di dover mettere i piedi a mollo in una bacinella piena di pesci. Invece è proprio così, almeno stando a quanto impongono i nuovi trend del settore, perché l’ultima frontiera delle Spa è l’uso degli animali o di prodotti di bellezza derivati da essi. Il servizio è completo, dal massaggio fatto da serpenti grazie al loro sinuoso movimento, al trattamento per capelli a base di caviale, alla disintossicazione tramite l’uso di sanguisughe; ma non solo, anche trattamenti per il viso che preve-

dono creme a base di sterco di usignolo. Leggendo tutto ciò molti di voi, se non tutti, troveranno tutto questo “troppo strano per essere vero”; invece è proprio cosi. Ovviamente il tutto sta avendo inizio in America, che da sempre ci ha abituati a news bizzarre e particolari; sponsor di queste novità in campo estetico sono alcune star che hanno iniziato a provare questa nuova esperienza, mentre non raccolgono eccessivo entusiasmo nella grande parte del mercato, fatta di persone “normali”. La particolare tendenza ci viene fatta conoscere dal magazine “Forbestraveler”, noto per la ricerca di trend e tendenze "deluxe" per viaggiatori milionari e alla ricerca di esasperazioni di qualsiasi tipo pur di apparire. Come anticipato, sono gli animali a farla da padrone nel rinnovamento filosofico dei trattamenti estetici; tra i tanti, il più particolare è sicuramente quello che prevede trattamenti ad uso esclusivo di amanti del rischio (e dei rettili), che prevede di farsi strisciare una decina di serpenti sulla schiena. Si chiama “Snake Massage” e, come suggerisce il nome, consiste in un massaggio sulla schiena nuda praticato da una squadra di serpenti.

46


PEOPLE | LIFE STYLE www.life4style.it

Sembra che la pelle viscida del rettile, strisciando per un'ora sulla spina dorsale, sia un potente antidoto antistress e pro-relax. E’ consigliata la supervisione di un addestratore. Sempre a contatto con altri animali si pratica un'altra tecnica di bellezza molto apprezzata tra vip e super ricchi. La pratica è conosciuta con il nome di “Dr. Fish”, proprio perché i pesci sono i protagonisti di questo particolare trattamento. Si tratta di una specie chiamata "Garra Rufa", originaria della Turchia e ora richiestissima da ogni parte del mondo. Per piedi perfetti, morbidi, lisci, levigati e assolutamente privi d’imperfezioni, infatti, basta immergere le nostre estremità in una vasca contenente questi eccezionali pesciolini, che vi mangeranno tutta la pelle morta e secca per una pedicure al quanto particolare. Non di soli animali viscidi è pieno il mondo; ma anche di pericolosa vegetazione. Perché privarsi allora degli effetti terapeutici di un bel cactus sulla pelle? Ecco dunque pronta la soluzione: è l’”Hakali Massage”, un massaggio "pungente” con le foglie di cactus, offerto nientemeno che da un Four Season Resort in Messico. Il trattamento avviene cospargendo la schiena con un impasto di oli locali e tequila. La miscela riscalda la pelle, mentre con le foglie di cactus si massaggiano le spalle. Infine, tanto per non farsi mancare nulla e ridare nuova linfa ad ogni parte del corpo, sappiate che per disintossicare l'organismo e purificare il sangue non c'è niente di meglio che farsi applicare tre o quattro sanguisughe nella zona dell’ombelico. In confronto a tutto ciò, cosa volete che sia spalmarsi un intruglio di cacca di usignolo e argilla sul viso per rendere la pelle più tonica e luminosa? Oppure usare una crema per le emorroidi per far sparire rughe e borse sotto gli occhi, oppure farsi degli impacchi di sperma di toro per dare nuova vita ai capelli sfibrati? In fondo, chi bello vuole apparire, … … Fino ad oggi si sapeva di donne che soffrivano alla sola idea di farsi una ceretta…


gallery

quadri, grafiche & cornici

consulenze di architettura d’interni cornici per privati e gallerie d’arte laboratorio interno. MAROTTA uscita A14 Direzione Mare via Valcesano,218 Marotta (PU) tel e fax 0721.960991 www.essequadroarte.it e-mail: info@essequadroarte.it


PHOTOSHOOTING

COPPIE dimmi quanto mi assomigli e ti dirò quanto dureremo

“ È

la persona ideale»; «Ho trovato l’uomo giusto»; «Questa è la donna che fa per me». Tre esempi di frasi ricorrenti, sentite e risentite, dette e altre volte ricordate il negativo si attraggono, mentre due forze uguali si respingono. Il dubbio è: questa legge vale nei rapporti di coppia? O, piuttosto, vale il contrario? Più in generale, possono esserci delle regole in amore? Se si, quali sono? Per capire se la somiglianza attrae o respinge, due studiosi dell'Università dell'Iowa hanno sottoposto ad una serie di test 291 giovani coppie. I risultamaggioranza dei casi, attratti da persone con elementi della personalità, valori e ideali - come l’orientamento politico o religioso - simili ai nostri. Anche nel lungo periodo, è la somiglianza a vincere. I ricercatori sono arrivati a questa conclusione dopo aver seguito le coppie dal primo al terzo anno di convivenza, sottoponendole a numerosi test con lo scopo di valutare la personalità e di misurare la qualità del rapporto. Dunque, anche se grandi passioni possono nascere tra persone dai temperamenti opposti, secondo i ricercatori, soprattutto sulla lunga distanza, è la somiglianza delle personalità a costituire “un ottimo indicatore di soddisfazione coniugale”. A costituire, nel tempo, l’elemento aggregante di una coppia, non è però quotidiane”, puntualizzano sempre i due scienziati. Come dire che non basta votare per lo stesso partito per far durare una coppia; anzi, è opportu-

relazione”. Come ovvia conseguenza dell’analisi, i consigli degli studiosi è semplice: è bene essere consapevoli delle caratteristiche che si hanno in comune col partner e di quelle alle quali si è distanti, prima di sperare nella solidità di un rapporto di coppia. “Non è romantico pensare che sarebbe

più mutevole dell'animo umano e si modella secondo le circostanze.

L’altruismo, la predisposizione verso gli altri, la disponibilità ad aiutare il prossimo sono maggiori verso le persone che hanno dei fenotipi simili al proprio. Insomma, come dire “chi si somiglia, si piglia

Credits: Fotografo: Alessandro Omiccioli Assistenti luci: Marco Mezzanotte, Nicola Montesi

>>

Models: Alberto, Angelica, Pamela, Giacomo, Matteo, Stefania Make up e Hair Stylist: Nives e Maurizio

49


PHOTOSHOOTING

vestiti: Iori & Benini (Reggio Emilia) accessori: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, Divieto_d'accesso,2009,olio_su_tela,cm90x145 (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)


PHOTOSHOOTING

vestiti: Boutique Amadeus (Pesaro) abito: Patrizia Pepe accessori: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, Damasco rosso,2009,olio su tela,cm 100x190 (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)

51


PHOTOSHOOTING


PHOTOSHOOTING

vestiti lui: Iori & Benini (Reggio Emilia)vestiti: vestiti lei:Aviu Collection Spring Summer 2010 accessori: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, Distratta,2008,tempera_all'uovo_su_tela,cm_90x180 (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)

53


PHOTOSHOOTING

vestiti :Aviu Spring Summer 2010 occhiali: Gucci accessori: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, bollani_j08,2008,olio_su_tela,cm_142_x_192 (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)

54


PHOTOSHOOTING

vestiti :Zara Man occhiali: Gucci accessori: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, preludio,2008,cm90x192 (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)


PHOTOSHOOTING


PHOTOSHOOTING

vestiti lui :Zara Man occhiali: Gucci vestiti lei :Aviu Spring Summer 2010 accessori lui e lei: gioiellieriaSpadarella Quadro: arch. Massimo Santinelli, �Yellow jazz�,anno 2008, olio su tela,cm 180x192. (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)Yallow jazz,2008,olio su tela,cm180x192la

57


PHOTOSHOOTING

vestiti: felpa Champion , pantaloni H&M scarpe: Kin Quadro: arch. Massimo Santinelli, "senza titolo",2010,tecnica mista su tela,cm 90x180. (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)

58


PHOTOSHOOTING

vestiti lui :Zara ManSummer 2010, vestiti: canotta Aviu Spring occhiali: pantaloni Pimkie Gucci vestiti lei: Aviu Spring Summer 2010 scarpe: Kin lui e lei:Santinelli, gioiellieriaSpadarella Quadro:accessori arch. Massimo Quadro: arch. Massimo Santinelli, “senza titolo”,2010, Yallow_jazz,2008,olio_su_tela,cm180x192 TECNICA_MISTA_SU_TELA,cm90x180 (courtesy by Essequadro (courtesy by Essequadro gallery. gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it) 0721.960991|www.essequadroarte.it)

59


DOMENICA18Aprile Open ore23.00 for COMSOPROF


PHOTOSHOOTING

vestiti lei: canotta Aviu Spring Summer 2010, pantaloni Pimkie scarpe: Kin vestiti lui: felpa Champion, pantaloni H&M scarpe: Kin Quadro: arch. Massimo Santinelli, "senza titolo",2010,tecnica mista su tela,cm 90x180. (courtesy by Essequadro gallery. 0721.960991|www.essequadroarte.it)

61


5LVWRUDQWH

6SLDJJLD

Marotta (PU) Viale Colombo, 137 tel. 0721.969698 tel. 0721.969589


PEOPLE | STAR BIOGRAPHY

CINDY CRAWFORD L' ICONA DELLA BELLEZZA

A

manti delle belle donne di tutto il mondo si chiedono angosciati ormai da qualche anno: "Che fine avrà mai fatto Cindy Crawford?". 

>>

63


PEOPLE | STAR BIOGRAPHY

Sparita dalle copertine, eclissata dai bollettini dell'informazione pettegola, sempre pronta a spiattellarci ogni più piccola avventura delle star, la modella americana sembra non far più parte del gotha delle celebrità. Perlomeno di quelle che appena osano mettere il naso fuori di casa, si ritrovano circondate da paparazzi.  Nata a De Kalb (Illinois, USA) il 20 febbraio 1966 Cyndy Crawford, come molte donne della sua età, è probabile che si sia fatta assorbire dalle gioie della maternità; l'ultima gravidanza le ha portato una bimba cha ha visto la luce il 3 settembre 2001.  E pensare che la seducente Cindy avrebbe rischiato di privare la nostra vista della sue magnifiche grazie perché era intenzionata a frequentare ingegneria chimica all'Università. Data la stratosferica bellezza, aveva un patrimonio tutto da sfruttare a portata di mano. Qualcuno deve averle aperto gli occhi, perchè un bel giorno ha deciso di salire su una passerella da cui...non è più scesa. Anche il conto in banca deve averne beneficiato perchè della famosa facoltà di ingegneria non si è più sentito parlare.  Nel 1982 ottiene il suo primo successo importante, vincendo il concorso "Look of the Year", tappa prestigiosa per ogni top model.  Da quel momento diventa una delle donne più fotografate del pianeta. Il suo bellissimo e sensuale neo, posizionato poco sopra il labbro superiore, diventa quasi un marchio di fabbrica; Prince addirittura scriverà una canzone a riguardo.  Nella vita di Cindy mancava però la classica ciliegina sulla torta: un bel fidanzato ricco e famoso (possibilmente anche bello), che la incoronasse regina delle donne più invidiate. 

64


PEOPLE | STAR BIOGRAPHY

Il principe azzurro era proprio dietro l'angolo, e si è presentato nelle vesti dell'attore Richard Gere, poi impalmato nel 1991, dopo qualche anno di fidanzamento.  I due, dopo soli quattro anni di matrimonio, hanno divorziato. Non senza aver prima fatto chiaccherare i tabloid con i loro comportamenti. Si è spesso insinuato che Cindy fosse bisessuale (esistono foto che la ritraggono in atteggiamenti affettuosi con Christy Turlington), così come alcuni parlavano di ripetuti tradimenti di lui.  Nel maggio del 1994 il "Times" di Londra ha pubblicato un'intera pagina a pagamento (per la bella cifra di 30.000 dollari) in cui Cindy e Richard proclamavano: "Noi siamo eterosessuali e monogami e prendiamo il nostro rapporto di coppia molto seriamente". Cindy non è donna da poter rimanere a piedi e dopo la separazione, in un battibaleno, si è presentato alla sua porta Rande Gerber, proprietario dello Skybar a Los Angeles e principe della vita notturna del luogo, che ha ottenuto ampia audizione. Si evince che Gerber è stato così convincente da riuscire a farsi sposare, con un bella cerimonia tenutasi sulle spiagge delle Bahamas. E' lui il padre del primogenito Presley-Walker, e della bimba

battezzata col bizzarro nome di Kaia Jordan. I coniugi Gerber sembrano avere orrore dei comuni nomi biblici.  Prima di rintanarsi nella sua alcova per fare la madre, Cindy Crawford si è comunque distinta per esser stata una delle prime modelle ad aver infranto il muro che separava moda e spettacolo: suo il programma "House of Style", prodotto da MTV e suoi anche i numerosi video sul fitness che tanto successo hanno avuto, soprattutto negli States.  A parte i ricchi contratti pubblicitari con Revlon, Omega e Pepsi Cola, nel ventaglio delle sue attività si registra anche un film come protagonista, "Facile preda" (Fair game), con il bel William Baldwin. Gli spettatori non hanno apprezzato granché il film, così la pellicola è rimasta negli annali dei flop annunciati.  Cindy ha un fratello ed è la seconda di tre sorelle.I suoi genitori sono divorziati e il fratello Jeff è morto di leucemia nel 1974, a soli quattro anni.  Nel maggio 1998 Cindy Crawford è stata eletta la seconda modella più pagata del mondo dopo  Elle McPherson.


MADONNA “La regina del trasformismo” C

antautrice, ballerina, attrice e fotomodella, Louise Veronica Ciccone, in arte Madonna, è un’artista originale che con intelligenza ha saputo creare un personaggio unico che emana energia, curiosità e grande fascino. Cantautrice apprezzata per le sue canzoni, è passata con diverse evoluzioni dal ritmo pop al techno, dal rhythm-and-blues all’urban hip-pop arrivando a sonorità elettronico-acustiche, fino al dance-elettronico. Una carriera sempre ad altissimo livello che, dal 1982 ad oggi, le ha permesso di vendere milioni di dischi in tutto il mondo, guadagnandosi l’appellativo di “Regina del Pop”. Artista astuta, è stata capace di attirare l’attenzione del pubblico globale e di affascinare per le sue canzoni così nuove per argomenti e ritmi. Ballerina instancabile con un fisico atletico e sportivo, è riuscita a creare l’anima alle sue canzoni. L’energia e la potenza emanata durante le sue esibizioni nei concerti in tutto il mondo, hanno suscitato stupore per l’originalità delle sue coreografie. I suoi movimenti in palcoscenico sono stati argomento di discussioni e dibattiti, così come i suoi comportamenti provocatori e i suoi videoclip. Un ballo famoso lanciato dalla cantante è il Vogueing, che ha avuto una grande diffusione nelle discoteche, che imitava le pose delle modelle e dei modelli che apparivano sul noto magazine Vogue. Erano gli anni ’90 e l’artista porta in auge questo ballo, che diventa un vero e proprio fenomeno di costume. Decisamente meno fortunata, invece, è stata la carriera come attrice, sia di cinema che di teatro. L’ambizione non le manca ma forse il talento non

66

by Jean-Claude Poderini

PEOPLE | ICONE DI STILE www.life4style.it


PEOPLE | ICONE DI STILE www.life4style.it

la accompagna come nel resto della sua carriera. Prende parte a diversi film ma con scarso esito, solo un tiepido successo le viene riconosciuto e le dà la consacrazione come attrice, interpretando il ruolo di Eva Peròn nel film Evita. Nonostante sia un mostro sacro ed un’artista veramente geniale e capace, il motivo che contraddistingue la sua fama è la strategia di immagine che la star adotterà nella sua carriera. Il frequente cambio di look e di stile saranno le mosse vincenti per proporsi al pubblico sempre in maniera diversa, nuova e originale. L’immagine di Madonna si trasforma da sensuale e provocante ad ironica, come nell’interpretazione di una nuova Marilyn Monroe. Con coraggio passa da un look decisamente punk-rock ad una versione più spirituale, abbandonando gli eccessi. Compare nelle fotografie dei suoi dischi con acconciature e trucchi che stupiscono i suoi fan creando nuove mode. I giovani la adorano e la imitano. Da principio la vediamo con un look baby-doll per passare subito ad un’immagine gotica, con croci e capelli corti; poi motociclista con giubbotto di pelle nero e capelli platinati e cotonati, fino ad un look da pupa-gang. Diverse trasformazioni la riprendono come cow-girl e come androgina, per poi passare da stile garçon con capelli cortissimi e spettinati a fatale, tipo Rita Hayworth, con lunghi capelli rossi e pose fatali e decisamente femminili. Ricordiamo anche il passaggio vestita da charro messicana a militare con basco alla Che Guevara; o da geisha, fino alla proposta degli ultimi tempi

>>

67


PEOPLE | ICONE DI STILE www.life4style.it

con un look anni ’80 ed una acconciatura ripresa da Amanda Lear con taglio sfilato e pettinatura a phon. I vari cambiamenti erano sempre accentuati da trucchi che mettevano in risalto i vari personaggi e risaltavano la caratteristica dei vari look. Ma la trasformazione sicuramente più curata e riuscita è l’erotica-sensuale. Il fenomeno è anticipato dall’uscita di un video con forte contenuto erotico e provocante, consacrando la fase nuova della carriera di Madonna, la “ fase Sex”. È considerata la fase più controversa della carriera di Madonna; appare come una calcolata strategia

multimediale ed esce nel giro di poco tempo un album, un film e un libro fotografico sexy che ritrae la cantante in pose decisamente stravaganti, con l’intento di voler rappresentare le fantasie sessuali. Il libro ha un’enorme eco a livello mondiale ed è oggi considerato un oggetto da collezionisti. Con disinvoltura e astuzia, l’artista che possiamo definire donna caparbia, decisa e intelligente è riuscita con notevole determinazione a cambiare viso e immagine, creando dei nuovi codici dei vestire che hanno fatto epoca in un periodo di edonismo come gli anni ’80 e ’90. Un personaggio ottimista che ha creato stupore e curiosità mettendo sempre in gioco la sua carriera, ma che è sempre riuscita a colpire nel segno. Brava crazy-Madonna.

68


OPENING SUNSET COCKTAIL GIOVEDI 22 APRILE Dj GIOVI P. e Mono Riviera Adriatica - Lungomare Arzilla Fano Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 23..... tempo permettendo... Info e prenotazioni: 335 5769917


PEOPLE | EVENTI

COSMOPROF Marcello Tosi

La vetrina dell’estetica

BOLOGNA

T

70

utto il mondo della bellezza si ritrova al quartiere fieristico dal 16 al 19 aprile per Cosmoprof, il salone internazionale, giunto alla 43esima edizione, che rappresenta l’appuntamento più importante per i settori della profumeria, della cosmesi, dell'acconciatura, dell'estetica. Per le aziende partecipanti, oltre che essere un'occasione d'oro per farsi conoscere a livello internazionale, rappresenta anche di un'ottima opportunità per il lancio di nuovi prodotti e nuove tendenze. Un appuntamento imperdibile anche per l’elevato numero di visitatori che ogni anno vi prende parte per conoscere e testare le novità del settore e un fertile terreno per verificare il livello di interesse e le opportunità di crescita del mondo del beauty. Una delle novità dell'edizione 2010 è rappresentata dalla particolare attenzione che viene riservata al settore delle Spa, a cui è dedicato

un nuovo spazio inaugurato per l'occasione: oltre 10.000 metri quadrati di superficie espositiva sono interamente dedicati al mondo del benessere. Un autentico salone nel salone, Cosmoprof Spa, destinato a diventare punto di riferimento e di networking per tutti i più importanti operatori del settore. Accanto a Cosmoprof, come ogni anno, si tiene Cosmopack, salone internazionale del packaging dedicato al settore cosmetico. Cosmoprof Worldwide Bologna 2010 è caratterizzato da uno straordinario carnet di eventi, conferenze, workshop, atelier ad alto impatto emotivo e contenutistico, che coinvolge tutte le aree e tutti i target della manifestazione. Per la prima volta viene presentata la figura dei “Visionary Men”, voci protagoniste di specifiche aree merceologiche del mondo beauty, il cui nome è legato a una storia di successo, di approfondimento e innovazione.


PEOPLE | EVENTI

Da segnalare all’interno della manifestazione: in “Cosmopack l’atelier”, cinque professionisti del settore del packaging, coordinati dal guru internazionale del design Joël Desgrippes, analizzeranno la sfida dell’industria cosmetica per reinventare i suoi processi; e ancora “Perfumery & Cosmetics”, variegato programma di conferenze e workshop intorno all’arte della profumeria, per condurre il pubblico in un magico, profumato paese delle meraviglie. Il “Beauty Day” del 17 aprile, promosso da Cosmoprof con il patrocinio delle istituzioni, sarà un tributo alla bellezza in tutte le sue forme. I più importanti hair-designer internazionali proporranno degli show con spettacoli di “On hair” con le ultime tendenze della collezione primavera / estate 2011, corredati da incontri di approfondimento.

>>


FORKETTE PASCIA’ RESTAURANT RICCIONE

(-;,9+055,9(4,90*(5)(9 Aperto a pranzo e cena - chiuso il Lunedi

Pascià Entertainment / Riccione V.le Sardegna, 30 Tel 0541.690840 Fax 0541.697222 www.pasciariccione.it


PEOPLE | GOLDEN MAN

DIEGO DALLA PALMA by Giovanni Zerba

Il make-up parla italiano

L

a bellezza è oggi considerata uno dei doni di natura più apprezzati. L’immagine, il portamento, l’estetica sono elementi fondamentali nella società contemporanea, a prescindere da ruoli, funzioni sociali e professioni. Ci sono persone con cui il destino è stato magnanimo e che possono sfoggiare con vanto questo dono della natura. Per chi è stato meno fortunato, sono invece a disposizione oggi i miracoli del make-up. Ora la bellezza può essere creata ad arte da mani di esperti truccatori e visagisti. Un viso bello può essere costruito e ricostruito e, con prodotti sempre più

naturali e meno invasivi, le mani dei truccatori possono operare dei veri e propri miracoli senza snaturare le peculiarità di un viso. La creazione del make-up, al di là di moda e gusti, deve essere un miglioramento responsabile dell’estetica di una persona. Perché ciò sia possibile, le mani sapienti dei visagisti devono saper cogliere le qualità del viso di una persona per esaltarne le capacità espressive; ma chi sono gli artisti del make-up? Quali segreti hanno? E perché oggi sono così importanti? Il make-up artist per eccellenza in Italia risponde al nome di Diego Dalla Palma. L’uomo che il New York

>>

73


T

piano bar stuzzicheria serate a lume di candela pernottamento accoglienza

i accogliamo per coccolarti in un ambiente intimo e discreto, dove a luci soffuse potrai organiz zare le tue serate a lume di candela, cene aziendali, addii al celibato, compleanni... L’atmosfera scandita dalle note di un pianoforte garantirà in qualsia si occasione una serata piacevole e rilassante da ricordare. E se l’etilometro sconsiglia di partire si potrà pernottare in confortevoli camere.

Misano Adriatico

via A. Ascari, 5 c/o

Ingresso Autodromo

Tel. 0541 615083

Livio 335 68 28 114

Aldo 338 90 88 489


PEOPLE | GOLDEN MAN

Times ha definito il “profeta del make-up made in Italy” ha costruito la sua carriera di visagista muovendosi nel mondo della moda e dello spettacolo ma dietro a questo successo, che l’ha portato anche a fondare una sua linea di cosmesi, c’è un percorso fatto di tanta gavetta, studio e fatica. Nato in provincia di Vicenza nel 1959 Diego Dalla Palma ha mosso i suoi primi passi all’Istituto d’Arte di Venezia, per poi trasferirsi a Milano nel 1968. Nella città meneghina collabora con alcuni teatri, prima come costumista e scenografo e, solo in seguito, si specializza in make-up. In poco tempo si afferma come truccatore richiestissimo dalle star della televisione e del teatro. A soli 28 anni inaugura il “Make-Up Studio”, un autentico laboratorio d'immagine dove Diego sperimenta senza limiti e senza regole nuove forme visive. Da questa esperienza nasce il brand “Diego Dalla Palma”, una linea di cosmetici che permette al visagista vicentino di farsi conoscere in tutt’Italia e all’estero. Da poco il suo business nella cosmesi si è anche ampliato, attraverso un negozio on-line che mette ancor più in risalto la sua linea. Diego ha scelto di attivare il servizio di e-commerce portando on-line anche la nuova versione del proprio sito. Una nuova veste grafica, con un maggior uso del colore e delle immagini e una nuova rassegna di contenuti, riorganizzati e suddivisi in un menù più schematico e razionale, fanno da contorno alla boutique virtuale che rende disponibile, 24 ore su 24, sette giorni su sette, l'intera gamma di prodotti di maquillage e trattamento viso e corpo della nota marca cosmetica made in Italy.

>>

75


PEOPLE | GOLDEN MAN

Oltre all'e-commerce la nuova vetrina online firmata Diego Dalla Palma comprende una sezione istituzionale relativa alla comunicazione dell'azienda, della sua filosofia e dei suoi obiettivi ed uno spazio dedicato ai make-up artist. Punti forti dello spazio web restano poi il servizio di consulenza personalizzata, l'elenco nazionale dei punti vendita del marchio ed il link alla community Facebook. Oggi Diego Dalla Palma è una vera e propria autorità nel suo settore. Il makeup artist delle dive, il truccatore che ha trasformato volti belli e normali in visi espressivi e indimenticabili. Consulente per le maggiori aziende cosmetiche scrive su importanti settimanali e mensili ed ha condotto una serie di rubriche radiofoniche e televisive su Rai e Mediaset. Fra queste la più famosa rimane quella in tandem con Rita Dalla Chiesa “Il trucco c’è”, nella quale ha offerto i propri consigli di bellezza agli ospiti. Fra le altre cose Diego è anche autore di una serie di videocassette e di diversi libri sul trucco. Nel 2008 Diego Dalla Palma ha anche pubblicato “Accarezzami madre, contrasti d’amore”, giunto alla settima ristampa. Nel libro, Diego Dalla Palma compie un percorso a ritroso nel tempo, rievocando la figura della madre e il suo legame con lei, un misto di amore ma anche di contrasti e conflitti, spesso scaturiti dalle carezze che lei gli ha più volte negato. Nel libro riemergono però anche molti frammenti della vita del visagista, dall’inizio come costumista in Rai ai suoi più grandi successi.


IL CASALE E R I S T O R A N T E

I Sapori della tradizione

Via Abruzzi - RICCIONE ALTA - Tel 0541/604620 Fax 0541/694016 - www.ilcasale.net aperto tutto l’anno

chiuso il lunedì


PLATINUM | DREAM INSIDE

di Federico Sperindei

LEMURIA RESORT La bellezza del benessere I

l Lemuria Resort (appartenente al rinomatissimo Gruppo Constance) è l’unico hotel di lusso al mondo a includere nel proprio staff persino un “turtle man”, un esperto dedicato esclusivamente alla cura delle tartarughe (compresa la deposizione delle uova!) del “Turtle Club”, che la struttura mette a disposizione dei bambini che vi soggiornano con i propri genitori. Il parco, dove gli adulti possono praticare snorkeling, immersioni e bird watching, ospita anche una sala giochi e le esibizioni di un prestigiatore, ma nel complesso si fonda su un principio di armonia con la natura che caratterizza l’intero complesso,

attentissimo, sin dalla scelta dei materiali edili, a rispettare un’eco-sostenibilità non solo chic ma soprattutto sostanziale, “autentica”, tra le straordinarie spiagge e la fitta vegetazione che circonda il corpo principale della struttura. Non a caso, pare che il Lemuria sia anche il solo resort del pianeta ad aver modificato il proprio progetto, durante la costruzione, per salvaguardare nella zona le specie animali in pericolo di estinzione! Del resto, fra i suoi primati, il Lemuria di Praslin vanta anche quello di essere stato, nel 1999, il primo resort a 5 stelle aperto alle Seychelles. L’appartenenza al Gruppo Constance (presente

>>

78


PLATINUM | DREAM INSIDE

>>


PLATINUM | DREAM INSIDE


PLATINUM | DREAM INSIDE

con le sue strutture anche alle Mauritius, alle Maldive e in Madagascar) rappresenta una garanzia assoluta alla voce “lusso”, tanto che il suo leader, Patrice Binet-Decamps, dichiara esplicitamente di perseguire il “difetto zero” e, con l’aiuto del manager Claude Narain, ha istituito persino la “Constance Hospitality Academy” per la formazione di personale altamente qualificato. Disposta su tre spiagge paradisiache, la struttura offre ai suoi ospiti l’alternativa tra sistemazioni di lusso e di extra-lusso. Nella prima categoria rientrano le 88 “Junior Suite” in legno, marmo e granito rosa, con tetti in paglia e immerse nella natura (per le quali ce la si può “cavare” con un prezzo attorno a 600 euro a notte), più le 8, più sfarzose, “Senior Suite” (115 m², con soggiorno e vasca idromassaggio). Nella seconda categoria troviamo 8 ville, con piscina privata e maggiordomo, che il sito del resort si permette di suggerire per vacanze di coppia nonostante gli appartamenti di ciascuna villa si estendano su circa 725 m²! Il top, d’altra parte, si raggiunge con l’incredibile “Villa Presidenziale” (1250 m²), una sorta di hotel privato: master suite con bagno in terrazza, piscina e spiaggia private, un ufficio, uno staff dedicato, una guardia, uno chef e qualsiasi confort si possa desiderare. Qui, naturalmente, il prezzo del soggiorno schizza ad alcune migliaia di euro per notte… Se la piscina su tre livelli a scalare verso la spiaggia sembra un dettaglio quasi scontato, da primato è il campo da golf annesso al resort e chiamato, non a caso, Campo degli

Dei: le prime 9 buche si estendono tra le palme da cocco, le altre 9 si snodano fra le colline offrendo straordinari panorami dell’Oceano Indiano e delle sue isole. In questa seconda parte, tra montagne e valli, il percorso offre ai giocatori l’incredibile sensazione di fluttuare nell’aria. Infine, relax e cura del corpo trovano la propria esaltazione nella Spa Shiseido e nei suoi massaggi eseguiti con il metodo Qi, basato sulla pressione delle dita sui cosiddetti punti Tsubo - per riequilibrare il flusso di energia fisica e mentale fino a una sensazione di totale benessere – e sull’uso di “oshiboris”, particolari asciugamani giapponesi caldi che favoriscono il processo di rilassamento.

81


PLATINUM | THE CLUB

Richman’s International Millionaire’s Club by Federico Sperindei

S

econdo la leggenda, il fondatore del Richman’s International Millionaire’s Club era un giovane dipendente di una multinazionale. Con l’obiettivo di ampliare la sua rete di conoscenze e quindi lanciarsi alla ricerca di nuovi clienti per l’azienda, ritenne utile la propria iscrizione a una serie di club esclusivi in giro per il mondo. Fece una stima dei costi necessari ad acquisire tutte le membership e presentò il preventivo ai dirigenti della sua società, nella speranza che coprissero la spesa in quanto finalizzata all’ampliamento del pacchetto conoscenze; rifiutarono dando del pazzo al giovane, che tuttavia non si arrese e decise di dedicarsi in prima persona alla ricerca di un sistema che, con l’iscrizione a un solo club, garantisse la possibilità di sfruttar-

ne i privilegi in tutto il mondo. Era il principio “ONE Club – Worldwide Benefits”, che diversi anni dopo avrebbe dato origine al Richman, la cui quota di iscrizione (validità trentennale) è di “soli” 15,2 milioni di euro… un indiscutibile risparmio rispetto ai 25 milioni di partenza! La base del Club (fra i cui membri troviamo alcuni dei maggiori leader politici ed economici della Terra) è a Hong Kong, ma le sue sedi sono sparse pressoché ovunque e offrono ai propri ospiti un’ampia gamma di servizi e trattamenti deluxe, da cene raffinate (completamente a base di cibo organico), a massaggi esotici, a varie forme di intrattenimento che trovano location privilegiate nei più affascinanti presidi del Richman, ovvero sui suoi mega

>>

83


PLATINUM | THE CLUB

DISCO DINNER

S.S. Adriatica Nord 51/4 Senigallia (AN) chiuso la Domenica

Richman’s International Millionaire’s Club NIGHT - DISCO - LAP Via dei Salici 17-21 Marina di Montemarciano (AN)

LA DOMENICA E TUTTI I GIORNI FESTIVI IL LOCALE APRE DALLE 18:00 FINO A TARDA NOTTE

S

econdo la leggenda, il fondatore del Richman’s International Millionaire’s Club era un giovane dipendente di una multinazionale. Con l’obiettivo di ampliare la sua rete di conoscenze e quindi lanciarsi alla ricerca di nuovi clienti per l’azienda, ritenne utile la propria iscrizione a una serie di club esclusivi in giro per il mondo. Fece una stima dei costi necessari ad acquisire tutte le membership e presentò il preventivo ai dirigenti della sua società, nella speranza che coprissero la spesa in quanto finalizzata all’ampliamento del pacchetto conoscenze; rifiutarono dando del pazzo al giovane, che tuttavia non si arrese e decise di dedicarsi in prima persona alla ricerca di un sistema che, con l’iscrizione a un solo club, garantisse la possibilità di sfruttar-

ne i privilegi in tutto il mondo. Era il principio “ONE Club – Worldwide Benefits”, che diversi anni dopo avrebbe dato origine al Richman, la cui quota di iscrizione (validità trentennale) è di “soli” 15,2 milioni di euro… un indiscutibile risparmio rispetto ai 25 milioni di partenza! La base del Club (fra i cui membri troviamo alcuni dei maggiori leader politici ed economici della Terra) è a Hong Kong, ma le sue sedi sono sparse pressoché ovunque e offrono ai propri ospiti un’ampia gamma di servizi e trattamenti deluxe, da cene raffinate (completamente a base di cibo organico), a massaggi esotici, a varie forme di intrattenimento che trovano location privilegiate nei più affascinanti presidi del Richman, ovvero sui suoi mega

tel.071.6607859 cell.338.3536721 cell.331.4302656

by Federico Sperindei


PLATINUM | THE CLUB

yacht e sulle sue isole private! Tra le principali opportunità di svago (ma anche di profitto) offerte dal Club troviamo, senza dubbio, l’accesso ad alcuni dei più prestigiosi club ippici (Jockey Clubs) del pianeta, dove i soci Richman possono far gareggiare i propri cavalli. Di particolare interesse, in quest’ambito, è la possibilità di inserirsi nel “mercato ippico” che ad oggi è il più in espansione al mondo, quello della Cina, il cui Governo ha recentemente legalizzato le gare ma richiede tuttora, anche solo per l’iscrizione del proprio cavallo, il rispetto di criteri restrittivi e severi: ostacoli che il Richman’s International Millionaire’s Club permette ai suoi membri di superare facilmente! I soci del Club hanno anche la priorità per sponsorizzare (tramite le loro società) le corse stesse, nonché una serie di altri importanti eventi sportivi promossi dal Richman in giro per il mondo. Il Richman si fa persino produttore di contenuti televisivi aventi per oggetto il mondo del lusso e della ricchezza, e ovviamente i membri sono i primi e principali personaggi ospitati e intervistati all’interno di questi programmi destinati al broadcast su larga scala. Ancora più esclusivo è il servizio di “Insider Information & Networking” offerto ai “potenti” che fanno parte del Club. Partendo dal presupposto che le notizie davvero segrete e determinanti sui grandi movimenti del mondo degli affari e della politica non si trovano né su internet né sugli altri mass media (né si ottengono da “semplici” consulenti), il Richman organizza per i propri soci incontri (ovviamente a bordo dei Mega Yacht o sulle isole private) con gli altri principali leader planetari di Governi, multinazionali, banche e imprese economiche di vario genere, pronti a fornire (in modo legale) informazioni davvero importanti e davvero in anteprima… Del resto, al di là dell’accesso ai vari paradisi del lusso, la più importante funzione del Club è quella di funzionare come “risolutore di problemi” per i suoi membri, fornendo, ad esempio: un servizio dedicato di assistenza medica 24 ore su 24, un supporto immediato ai soci che dovessero incontrare problemi (con la polizia, con le regole sull’immigrazione o quant’altro) in un paese straniero, servizi (tramite jet privati, limousine, ecc.) per spostamenti rapidi in qualunque parte del mondo, disponibilità di guardie del corpo personali e – recita esplicitamente il sito del club rivolgendosi ai potenziali soci – un mucchio di altri servizi “che non vorreste veder menzionati pubblicamente…”

>>


PEOPLE | PREVIEW

JEANENE FOX indossa la moda estate 2010 L

a bella stagione sta arrivando e con essa il sole e la voglia di mare. Ecco che le case produttrici di abbigliamento lanciano le loro novità sui costumi da bagno. Per l’estate 2010 saranno di moda costumi dalle tonalità in controtendenza tra loro: coloratissimi e stravaganti da una parte, total-black dall’altra. Forme a profusione, dall’intero al bikini. Saranno tutti modelli elaborati e curati nei minimi dettagli, con disegni innovativi e molto ben studiati, per accontentare ogni singola pretesa di costume. I design raffinati, i colori sgargianti e le linee ricercate dei costumi vengono ulteriormente accentuati da miriadi di paillette, strass e pietre colorate.

>>

86


PEOPLE | PREVIEW

Costume Nadia Guidi Modello T37 rosso/fuxia Intero - bikini triangolo americano (imbotitura estraibile) motivo cartucciera


PEOPLE | PREVIEW

Costume Nadia Guidi Modello V37 olivine/nero Intero - bikini triangolo americano (imbotitura estraibile) motivo cartucciera


PEOPLE | PREVIEW

Vero must per l’estate 2010 sono i costumi di tipo cut-out, ovvero costumi interi ai quali sono stati tolti parti di tessuto qua e la, per un risultato sexy e seducente, ma pur sempre raffinato. Altro genere che non mancherà nelle spiagge, il bikini con le mutandine “tie”, cioè corredate da maliziosi laccetti sui fianchi, per la gioia della vista dei maschietti e il piacere della moda delle femminucce.

Costume Nadia Guidi Modello F37 bordeaux Intero - bikini triangolo americano

La redazione di Life People ha scelto la casa di moda Nadia Guidi e la sua collezione di costumi 2010 quale rappresentante, con le sue creazioni, del trend che si sta delineando per la stagione a venire. Costumi che rispondono alle linee di tendenza dettate per quest’estate; una linea di moda-mare che risponde a ogni esigenza da spiaggia, con un’indossatrice d’eccezione; Jeanene Fox, la “filippona”.

>>

89


PEOPLE | PREVIEW

L’indossatrice dei costumi 2010 di Nadia Guidi è Jeanene Fox, famosa come la “filippona” di “Striscia la notizia”. Chiuso il capitolo “Striscia”, Jeanene non si è però persa nei meandri della tv. Tutt’altro: ha ampliato il suo raggio d’azione andando a colpire anche nel cinema, in una produzione italo-americana con nomi importanti del grande schermo – Vincent Gallo, Danny Glover, Michael Madsen e molti altri – che al momento è solo in pre-produzione, ma ha tutte le carte in regola per diventare una storia affascinante ed un film coinvolgente. Non dimenticando da che mondo proviene – quello della moda – la Fox è attualmente testimonial di Yamamay Upperbra, Rock Save Haiti di Virgin Radio e, appunto, Nadia Guidi Bikini Design. Costume Nadia Guidi Modello M0918 bordeaux Fascia coulisse tinta unita Slip basso strings tinta unita

>>

90


senigallia

Via Mastai, 17/19 Senigallia Info: 071.7926703 cell. 346.9713640 www.osteriapalazzobarberini.it www.osteriapalazzobarberini.blogspot.com chiusura settimanale domenica pranzo e lunedĂŹ

osteria, cucina, vino, merende, piccole cerimonie...


pavimenti e rivestimenti, s oluzioni innovative con ecomalte all’ acqua, coccio pesto, pavimenti in legno antico, parquet in bamboo, pietre naturali, mosaico in cocco, bagni e accessori, tappeti, cuscini e complementi in pelle e cuoio, camini, fontane, tele e sculture d’arte moderna per i tuoi progetti .

crea il tuo stile v ia al mare - 47842 s an g iovanni www.centrodellaceramica.it

in marignano, (

nel tempo

rn ) - tel. 0541 957 697

-


DESIGN | TOP DESIGNERS

di Federico Sperindei

KARIM RASHID Il designer dei flaconi di profumo (e non solo…)

A

nima eccentrica del design industriale contemporaneo, l’anglo-egiziano Karim Rashid è una sorgente inesauribile di sperimentazioni che conducono la passione e la poesia dentro i settori di produzione più diversi: design di prodotto, interior design, moda, arredamento, illuminazione… Una sensualità avvolgente contraddistingue tutte le opere di Rashid ed è naturale che un designer dallo stile così “suadente” si trovi pienamente a suo agio anche nell’ambito del packaging di cosmetici, con particolare attenzione ai flaconi di profumo. La boccetta ideata per la fragranza femminile “Freedom” di Tommy Hilfiger, le cui linee ricordano quelle dei fianchi femminili, risale al 1999, lo stesso anno in cui Rashid crea il flacone del profumo per uomini “L'Eau d'Issey - Two in One” di Issey Miyake, con due boccette (profumo e deodorante) che si incastrano fra loro, occupando lo spazio di una sola ed esaltando la funzionalità necessaria al viaggiatore d’affari. Sempre per Issey Miyake, il designer avrebbe poi realizzato un altro oggetto componibile (stavolta per donne e dalla forma più

>> >>

93


DESIGN | TOP DESIGNERS

tondeggiante) con addirittura tre flaconi in uno, nonché la serie “Summer Fragrance” le cui boccette, dalle sembianze di coni sottilissimi, favoriscono la massima portabilità. Nel 2002 la forma angolare “inafferrabile” disegnata per un profumo di Shiseido rimanda esplicitamente alla sensualità più estrema, sin dal nome del prodotto: “Metasense”. Una forte percezione di virilità è invece espressa dalle serie di flaconi per “Echo” di Davidoff (2003), in vetro azzurrato e acciaio, che per linea e colore ricordano lastre o pezzi di ghiaccio, mentre più anonimo (perché stavolta a essere davvero singolare è il contenuto!) è il recipiente che Rashid disegna nel 2006 per “Sexy Beast”: un profumo unisex… per cani! Negli ultimi anni, il sodalizio con Kenzo conduce il designer anglo-egiziano a realizzare alcune delle sue forme più organiche, sinuose, ispirate alla natura e la vita. La boccetta di “Kenzo Summer” ha la forma di una foglia, col tappo allungato a fare da gambo, mentre l’ancor più celebre “Kenzo Amour” (profumo femminile in diversi flaconi affusolati in vetro colorato) mostra un aspetto quanto mai sinuoso, a metà fra il corpo di donna e quello di un fenicottero elegante. La connessione con le più sensuali forme esistenti in natura, ancora una volta, è evidente. Con “Kenzo Ryoko”, Rashid torna invece a privilegiare l’usabilità: il profumo è contenuto in una serie di mini-flaconi a forma di ciottolo, le cui dimensioni sono pensate appositamente per non superare i limiti consentiti per il trasporto di liquidi attraverso i check-in in aeroporto. La confezione per il profumo da donna “Want You” di Cyzone (2009), con le sue


DESIGN | TOP DESIGNERS

forme ondeggianti e i suoi toni tendenti al viola, dà corpo con la massima intensità al concetto di seduzione sul quale si fonda il marketing della cosmesi. Estremamente “sportiva” è invece l’ultima creazione di Rashid (nel campo dei flaconi per profumo): la fragranza (da uomo) è quella di “Hugo Boss”, in un’edizione limitata (acquistabile solo in 100 rivenditori qualificati sparsi in tutto il mondo) che si distingue per la fantasia della decorazione in verde e in nero, ma soprattutto per l’armonia che lega la boccetta alla confezione che la contiene, entrambe raffinate e pregiate senza essere sfarzose. Il flacone stavolta ha una configurazione più compatta, robusta (da frequentatore di palestre, appunto) mentre il contenitore esterno, a forma ovoidale, sembra ricordarci l’origine (il ventre materno) comune a tutti gli uomini. Compresi i più muscolosi.

95


PLATINUM | CHIC&SHOCK

CHIC

Samantha Scaloni

&

LOVE IS COOL R

omantica e amorevole la nuova linea di cosmetici che Estée Lauder dedica allo special-one dei sentimenti. Rossetti e lip gloss luminosissimi nei toni del rosa che portano il nome dell’Amore come un marchio di fabbrica: un tatuaggio indolore che sboccerà come un fiore appassionato sulle labbra delle spose, ancelle di leggiadria e dolcezza per eccellenza. Effetti collaterali: una bocca tirabaci può far perdere la testa. Futuro marito avvisato, mezzo salvato.

GOTHIC QUEEN S

embrano usciti dall’ultima fiaba dark di Tim Burton eppure hanno già conquistato le fashion addicted più irreprensibili: i nuovi rouge à lèvres della linea Rouge Allure di Chanel sorprendono per la straordinaria audacia delle nuances. La maison ha deciso di vestire le labbra di mezzo mondo con toni gotici ai limiti del dark senza però rinunciare all’intramontabile eleganza e alla storica ricercatezza del brand. La sua femme sarà dunque fatale, misteriosa ma assolutamente chic, perfetta con un maquillage discreto (rossetto a parte) e con un little black dress, ça va sans dire.

IN ODOR DI MATRIMONIO A

lla comune domanda “Che profumo indosserò il giorno delle mie nozze?” Lanvin risponde con Jeanne, una fragranza disegnata in esclusiva per le spose. Il piccolo flacone di vetro, vestito da un micro tulle di seta rosa, racchiude un aroma iperfemminile, ideale per le spose più giovani e moderne: un mix di cedro, more, nettare di pera, muschio e ambra per questo bouquet (da non lanciare!) che scorterà all’altare ogni donna tempestata di veli bianchi e avvolta da una vaporosa nuvola di tulle che ad ogni passo profuma di sogno e d’amore.

96


PLATINUM | CHIC&SHOCK

SHOCK cosmetica

ALL BLACKS! A

ddio a unghie rosse pronte a graffiare e alla super inflazionata french manicure. Oggi va in scena il nero. Lucido e impeccabile, Black Satin di Chanel è il nuovo must have di celebrities e stelle hollywoodiane: uno smalto cool che si accorda ad ogni look, dal casual al formale senza mai cadere nella volgarità. Solo la maison di rue Cambon poteva giocare d’azzardo senza precipitare nella trappola del gotic-dark più eccessivo: il suo smalto vince, convince e lancia l’intrepida moda delle unghie all-backs (le lezioni di Haka non sono incluse nel prezzo).

MAGIA NERA I

Platters nel 1958 cantavano “Smoke gets into your eyes”; più di cinquant’anni dopo Val Garland, consulente artistica della nuova collezione make-up targata YSL, li prende in parola e studia un trio di ombretti tutto dedicato allo smoky eye: black assoluto e camaleontico per ammantare lo sguardo di ombra e luce, metal grey per sfumare e un blush albicocca multiuso per ravvivare il colorito. «Mi sono ispirata a una donna enigmatica e sensuale, con un maquillage intenso degli occhi» dichiara la beauty guru della maison che con questa palette corvina consacra il trend da regina delle tenebre.

S.O.S. SPOSA B

ulgari, il prestigioso jewelry brand capitolino, mette al bando le sposine stressate dai preparativi dell’ultimo minuto: con la sua nuova linea di cosmetici di lusso offre una formula a base di zaffiri, tormalina e quarzo giallo per fornire i minerali necessari a creare uno strato protettivo sulle pelli più affaticate. Dedicato alle future mogli che hanno bisogno di un’iniezione di luce sul volto, stanco e già calato nella parte dell’ultima desperate housewife, e che vogliono arrivare all’altare con l’allure (e il viso riposato) della Bella Addormentata.


Vetreria Misa

Se il vetro e' tutto il tuo mondo www.vetreriamisa.com Senigallia, Via Veronese, 36 Tel. 071/6608232


DESIGN | ART HOTEL

HOTEL HELVETIA

L

ì dove il fiume Reno percorre i verdeggianti rilievi dell’Appennino toscoemiliano e le sue acque confluiscono con quelle del Rio Maggiore, tra rigogliose colline e una natura incontaminata, sorge l’Hotel Helvetia Spa&Beauty, nel cuore di Porretta Terme. Già nel nome, questo piccolo centro della provincia bolognese un tempo conosciuto come Bagni della Porretta, rivela una delle sue caratteristiche

>> Erika Facciolla

99


DESIGN | ART HOTEL


DESIGN | ART HOTEL

predominanti, cioè la presenza di preziose e benefiche acque termali che da sempre fanno di Porretta Terme meta del benessere e del buon vivere. E’ per questo motivo che la storia dell’Hotel Helvetia si intreccia indissolubilmente con la centenaria tradizione termale del territorio porrettano. Inaugurato nel 1904, l’Hotel Helvetia Spa&Beauty è una delle strutture alberghiere più frequentate e apprezzate del comprensorio. La capacità di cogliere quanto di meglio il territorio ha da offrire e di rinnovarsi continuamente, sono senza dubbio i punti di forza di questo hotel che nel 2006 si è impreziosito di una lussuosa SPA realizzata all’interno di una grande grotta naturale, focalizzando così l’attività ricettiva sul wellness: una Beauty Farm di primo livello per qualità dei servizi e dei trattamenti offerti ai clienti, dotata delle attrezzature più moderne e di un team di collaboratori altamente qualificato. Salus per Acquam, ovvero benessere attraverso l’acqua. L’obiettivo di Helvetia SPA & Beauty è di offrire agli ospiti un benessere globale servendosi di acque sorgive arricchite di sodio naturale raffinato (clorurato-sodica) e tecniche di massaggio altamente innovative. Al primo posto, dunque, la cura dell’ospite grazie a un percorso di benessere che tiene conto delle esigenze specifiche di ogni cliente. Un “viaggio” nella cura della persona che ha l’obiettivo di coccolare mente e corpo; un

percorso dedicato al benessere a 360° e per questo in grado di durare nel tempo. La SPA di Helvetia è composta da una zona secca per i trattamenti medici ed estetici per il corpo e il viso e da una zona umida ricavata in una grotta con al suo interno un grande hammam aromatizzato, una sauna finlandese, una bio sauna, lettini ad acqua, percorsi di deambulazione caldi/ freddi e una piscina con acqua clorurato-sodica a 35° dotata di idromassaggi e cascate d’acqua. Tra la zona secca e la zona umida, è presente un’ampia zona relax con lettini ad acqua. Completano l’area gli spogliatoi, gli studi medici, i box solarium e il fitness center attrezzato con gli ultimi modelli di macchine della Technogym. La piscina e i percorsi vascolari di Helvetia contengono una speciale acqua sorgiva arricchita di sodio naturale raffinato dalle intense proprietà drenanti e rigeneranti, ideale per stimolare l’attività del microcircolo. Grazie all’elevata concentrazione di sodio, queste acque sono in grado di riattivare la circolazione sanguigna e il ricambio cellulare. L’acqua è mantenuta ad una temperatura costante di 35° e, grazie ad una tecnologia che ne consente il continuo reintegro, la salinità viene tenuta a livello regolare senza mai perdere le proprietà salutari e benefiche tipiche del cloruro di sodio. L’ambiente è estremamente curato negli arredi, realizzati con materiali naturali e, grazie anche a una sofisticata illuminazione zenitale, garantisce agli ospiti un comfort e un relax assoluto. Una delle caratteristiche principali della SPA dell’Hotel

>>

101


DESIGN | ART HOTEL

Helvetia, sono i trattamenti di medicina estetica e cosmetica. Questo vuol dire applicazioni personalizzate sotto la direzione sanitaria di medici altamente qualificati, ad esempio il filler per labbra e rughe naso-labiali, dermoabrasione e peeling, schleroterapia degli arti inferiori, pressoterapia ad alto potenziale, massaggi aspiranti e drenanti con apparecchiature dermoroller e bagni di vapore con olii essenziali naturali. Per quanto riguarda il miglioramento delle condizioni fisiche generali, lo staff medico di Helvetia propone una tecnica di pulizia delle scorie mediante idrocolonterapia. Particolari cure e attenzioni sono riservate alle ospiti dell’hotel grazie al progetto donna: un insieme di cure specifiche per il benessere femminile, come i programmi “Silhouette & Beauty per lei” e “Remise en forme per lei”. Tali percorsi prevedono appropriate attività in vasche di deambulazione a temperatura variabile e in piscina, linfodrenaggi manuali e meccanici e massaggi aspiranti con apparecchi elettromedicali per l’estetica. Dulcis in fundo, la linea di prodotti di bellezza Helvetia, risultato di studi e ricerche approfondite ispirate alla filosofia del benessere olistico. Si va dal gel detergente dermopurificante per pelli grasse al latte detergente anti-age che contiene argento e bioflavonoidi estratti dall’uva rossa con azione antiossidante, dal bagno doccia latte e miele alla emulsione anticellulite. Prodotti assolutamente innovativi sono le Creme antirughe DMAE e Acido Lipoico che associano ad antossidanti quali vitamina C, coenzima, Q10 e acido Lipoico il DMAE (dimetilaminoetanolo), molecola che attiva i neurotrasmettitori per la contrazione muscolare con il risultato di aumentare il tono muscolare e fornire un leggero effetto lifting immediato.


La DArchitettura si presenta, in ordine da sinistra Federico Mazzanti, Daniele Gazzetti, Agnese Fatica, Massimo Del Monte, Luigi Iacucci

MASSIMO DEL MONTE ARTDESIGNER WWW.DARCHITETTURA.IT tel 0721802612


DESIGN

ADLER, LA TRADIZIONE DELLA GELATERIA CONTINUA CON SINVENTA 104


DESIGN

E

ra il 1968 quando Adler Merli muoveva a Bologna i primi passi di una vita da gelatiere ricca di soddisfazioni. 41 anni e cinque locali dopo (con la medaglia d’oro per il miglior gelato dell’estate 1982, a Roma), Adler si sposta dalla storica gelateria di Riccione e apre a Cattolica il suo nuovo locale (il sesto), affidandosi agli arredatori dello Studio Sinventa di Gianluca Sanchi, un nome che si sta rapidamente distinguendo non solo in Romagna, ma anche in altre parti d’Italia e all’estero, su piazze importanti come Milano, Dublino, Hong Kong.il sig. Merli gestisce la caffetteria, gelateria, cremeria Adler insieme alla moglie Silvana (sempre al suo fianco, in questa come in ogni altra tappa di una vita vissuta insieme, passo dopo passo), all’amico Elso Tentoni (il vero promotore della nuova avventura) e a Fabio Fabbri (attuale proprietario della gelateria Adler di Riccione), nella centralissima piazza Nettuno, nella struttura che ospitava lo storico bar Nettuno.“Ne è passato di tempo”, racconta Adler, “da quando ho cominciato questo lungo viaggio nel mondo del gelato. Ora ho 59 anni, e il bello è che con il passare del tempo sono aumentate l’esperienza, gli stimoli ed è rimasta intatta la voglia di fare dei sacrifici per creare ancora qualcosa di nuovo insieme a mia moglie Silvana e a validi soci come Elso Tentoni e Fabio Fabbri. Cattolica è una cittadina che vanta un’importante tradizione nel gelato e nella pasticceria e siamo davvero felici di poter svolgere proprio qui una professione che è prima di ogni altra cosa la passione di una vita”.Il locale si sviluppa su una superficie interna di oltre 300 mq, distribuiti tra piano terra e soppalco, a cui vanno aggiunti 150 mq di esterni, per un totale di circa 300 posti a sedere. “Fin dall’inizio”, spiega Gianluca Sanchi,

>>


DESIGN “Adler ha partecipato attivamente alla progettazione del suo locale, centimetro per centimetro. Giustamente ha voluto dare al gelato e alle sue creazioni la visibilità che meritano, e i quasi otto metri lineari di vetrine lo dimostrano in modo efficace. Pensate che, insieme, le cinque vetrine che compongono l’impianto espositivo possono contenere ben settantaquattro gusti in vaschette professionali standard. Qualcuno in meno, con le vaschette oversize preferite da Adler. Tutte e cinque le vetrine sono del modello Cubika di IFI, un’azienda che con mezzo secolo di storia rappresenta oggi la cultura del design italiano applicato alle tecnologie della refrigerazione. È normale che Adler desiderasse conservare ed esporre nel migliore dei modi le sue creazioni, e le Cubika sono l’ideale per centrare entrambi gli obiettivi. Una vetrina è dedicata alla frutta fresca e a yogurt di prima qualità, a mestolo, e può funzionare alternativamente come gelateria (-14°C -18°C) o come pasticceria/snack (+2°C +8°C, con almeno il 70% di umidità relativa). Un’altra vetrina è riservata alle granite e ai semifreddi, mentre delle rimanenti tre, una è configurata per i gusti alla crema e due per i gelati di frutta in vasca grande. A queste, si aggiungono i pozzetti, sempre di IFI, dove viene conservato il latte ghiacciato per i milk shake”.“Sono davvero soddisfatto del lavoro di Sinventa e


DESIGN delle vetrine di IFI” dichiara Adler. “Ho trascorso più di quarant’anni a cercare di perfezionare continuamente il mio gelato e il modo di esporlo, e in quest’ottica credo che la soluzione proposta da Sinventa sia quello che faceva al caso mio. Desidero fare un ringraziamento particolare a Gianluca Sanchi per la grande disponibilità e la capacità di trovare soluzioni brillanti anche in situazioni d’emergenza”. All’ingresso, fa bella mostra di sé un mantecatore verticale, suggestivo strumento del mestiere che evoca l’antica tradizione gelatiera italiana di qualità. La dedizione al gelato, la cura del particolare, degli aspetti coreografici e la trasparenza nei confronti dei clienti vengono esaltate dalla zona a vista, dietro il banco, dedicata alle coppe di gelato: circa venti metri quadrati riservati esclusivamente alla preparazione delle coppe da servire ai tavoli e della frutta. Un’altra zona completamente a vista, sull’adiacente via Bruno, è il laboratorio con i suoi due mantecatori verticali, due orizzontali, i tre pastorizzatori e tutto il necessario per produrre il gelato che ha reso famoso Adler. La gente può fermarsi per strada a guardare come farebbe davanti a una vetrina, e la scelta di mostrare ai passanti il laboratorio la dice lunga sul modo di lavorare del gelatiere, all’insegna dell’igiene e della trasparenza.Entrando nel locale, si ha l’impressione di trovarsi in un candido viale alberato stilizzato, con bianchissimi rami ai lati del corridoio che salgono verso il cielo. Tra i materiali

>>

107


DESIGN

impiegati per la realizzazione, risaltano il legno naturale sbiancato e spazzolato del banco e la resina bianco latte del pavimento. Sul lato sinistro sono posizionate le vetrine gelato e, di fronte all’ingresso, la zona bar-caffetteria. ”Per la parte estetica”,continua Sanchi ,ci siamo avvalsi della collaborazione degli architetti Flora fabbri e Daniela Bianchini ,mentre la tecnologia dell’intera area bar e’ sempre firmata IFI. Il banco a forma di Elle offre sul lato frontale una vetrina espositiva di circa 4 metri dedicata alla pasticceria dolce e salata. Si distingue per la pannellatura con impiallacciatura d’alto spessore costituita da vari tagli di rovere sbiancato, spazzolato e lucidato, mentre spiccano per raffinatezza lo zoccolo in acciaio lucido illuminato a led e, nella zona cocktail, la bancalina in quarzo bianco. Sul retro, una bottigliera di circa sei metri riprende le forme stilizzate degli alberi all’ingresso”.Particolarmente ricercata è l’area lounge che costituisce il soppalco. Con vista sul locale garantita da un’elegante balaustra in vetro, è l’ambiente ideale per incontri business ma anche party, o semplicemente per godersi un piacevole momento di tranquillità. Ma c’è di più: un locale nel locale, a completare un servizio già più che completo. Sul lato che costeggia Viale Mancini, si affaccia il banco creperia, pensato per servire sia i clienti di passaggio in una delle vie più conosciute per lo shopping, sia i tavoli all’interno.Quindi, se capitate in Romagna per una giornata in spiaggia, un moto GP, una piadina o un weekend di shopping, non perdete l’occasione di gustare un gelato d’eccezione in un locale d’autore da Adler a Cattolica!


>>

>>


LP DESIGN | DECORTREND

SA E T T INA

Y TI N N A A M T R O E R G E I n i SED made

R O C E

D

E W “

E M O C L

? A O D C A S P A M C A L I L E SE E’ UNA

110

E H T O T


LP DESIGN | DECORTREND

D

AN L R E ND

WO

aS Marin

e avares

D N E R

T

S R E S S E

R D R I TE S A E T H LAVA

A L L A D

” N O L A

L A A I SED

E

SPE

M O A I R H B C E C I E P M S E DELL CCHIO


Realizzazione G-Arredamenti : Locale Verdementa (Senigallia)


DESIGN | WORLD PROJECT

Taj Mahal la settima meraviglia del mondo I

l Taj-Mahal è detto il “palazzo del gioiello”; si trova in India, nella città di Agra ed è stato eletto come una delle sette meraviglie del mondo moderno. "Una lacrima di marmo ferma sulla guancia del tempo" (Tangore). Si tratta di un mausoleo fatto costruire nel 1632 da un imperatore in memoria della moglie. La costruzione di questo mausoleo è simbolica: il massiccio plinto quadrato sottostante rappresenta il mondo materiale, la cupola circolare la perfezione della divinità e la forma ottagonale della struttura (l’ottagono è visto come forma intermedia tra il quadrato ed il

>>

113


DESIGN | WORLD DESIGN

cerchio) l’uomo, punto di giunzione tra i due mondi, quello materiale e quello spirituale. L'architettura stessa di questo monumento ha suscitato rapimenti estatici nel corso del tempo, ma ciò che lo rende così affascinante è l'indimenticabile storia d'amore e di sofferenza legata a esso. A quanto si narra, Arjuman Banu conquistò il cuore del giovane Sha Jahan che se ne innamorò nell'istante stesso in cui la vide.Nel 1612 Arjuman sposo' Sha diventando la sua moglie prediletta, la Mumtaz Mahal (l'elevata del palazzo). Arjuman diede alla luce 14 figli e morì, proprio di parto, nel 1630; si racconta che sul letto di morte la donna pregò il re, suo marito, di erigere un monumento talmente bello che il mondo non avrebbe mai dimenticato il loro amore. Si vuole che Sha Jahan, distrutto dal dolore, si rinchiuse nei suoi appartamenti, per poi uscirne solo dopo molti mesi. Sei mesi dopo la morte di

114


DESIGN | WORLD DESIGN

Arjuman, un’enorme processione portò le sue spoglie ad Agra dove Sha Jahan diede inizio all'opera, esaudendo cosi il desiderio della cara moglie, realizzando quello che tutti noi oggi vediamo come un capolavoro di architettura. La costruzione del mausoleo iniziò nel 1632 e ci vollero 17 anni per creare la gigantesca tomba di marmo bianco. Sulle sponde del fiume Yamuna, visibile dal forte di Agra, il Taj fu completato il giorno esatto dell'anniversario della morte di Arjuman. Il grande imperatore trascorse i suoi ultimi anni rinchiuso in una delle sue opere, fissando lo sguardo, secondo quanto racconta la leggenda, verso la dimora eterna della moglie, sull'altra sponda dello Yamuna. Assistere di persona a questo spettacolo architettonico è un'emozione indescrivibile. Tanto più se si pensa alla storia che ha alle sue spalle e del perché fu fatto erigere.

115


IMPIANTO FOTOVOLTAICO CON INSEGUITORE A 2 ASSI

C

TECNOLOGIE FOTOVOLTAICHE

telefono: 071-6607861 Fax: 071-2512522 Mail: info@gpsunpower.com Web: www.gpsunpower.com

on il sistema ad inseguimento a due assi, la resa dell’impianto a parità di potenza di picco installata è del 30-35% superiore rispetto ad un sistema fotovoltaico fisso. L’impianto della foto è composto da 42 moduli in silicio monocristallino da 180Wp, per un totale di 7,56Kw installati e produrrà circa 12.400Kwh/anno. L’impianto è installato in Umbria. La parte di inseguimento è gestita da un PLC con orologio astronomico che garantisce la perpendicolarità del sole rispetto al piano dei moduli fotovoltaici in ogni momento della giornata. L’impianto è incentivato con il “Conto Energia” per la tipologia non integrata di media potenza. Caratteristica principale di questo tipo di impianti è l’affidabilità del sistema che deve durare molti anni in tutte le condizioni atmosferiche. Per questo sono state utilizzate tecnologie di tipo industriale per impieghi gravosi, applicate grazie all’esperienza dei tecnici GP SUN POWER in sistemi a tecnologia avanzata nel mondo dell’automazione, dell’elettrotecnica e dell’elettronica. GP SUN POWER è a disposizione per informazioni, studi di fattibilità e preventivi, e vi ricorda che gli incentivi statali per poter avere il vostro impianto fotovoltaico a costo zero, di sicura resa economica, sono validi per tutto il 2010.


DESIGN | (UN)CONVENTIONAL ART

Giulia Giovanelli

LES TROMPE temporary L’OEIL skin art T

orna la moda dei tatuaggi, ma nulla a che vedere con il solito indelebile disegno che solo la chirurgia estetica può cancellare. Oggi, la nuova tendenza per la primaveraestate 2010 è firmata Chanel. Sembra essere scoppiata un’ incontenibile contagiosa pandemia di queste applicazioni trasferibili sulla pelle, che appaiono come veri e propri gioielli; tanto che il direttore creativo della griffe, Karl Lagerfeld, ha deciso di realizzare e mettere in vendita un'apposita collezione di tatuaggi tranfert firmati Chanel, chiamata la Les Trompe L’Oeil de Chanel Temporary Skin Art, ispirata ai disegni della calda stagione e da applicare direttamente su gambe, braccia, schiena o decollté, per dare risalto alle parti del corpo femminile dove si intende attirare di più l’attenzione. Star del jet set internazionale si sono già preoccupate di sfoggiarne alcuni nelle occasioni più importanti, perfino alla serata degli Oscar, mentre sulle passerelle delle sfilate di Parigi si è assistito ad una vera invasione. Ma non è tutto, perché questi tatuaggi couture disegnati dal celebre make up artist Peter Philip, degni delle fashion addicted più incallite, sono da applicare,

come suggerisce la maison Chanel, soprattutto sulle gambe, creando un effetto assolutamente originale, un po’come se si indossassero calze di pizzo lavorato. Le versioni fai-da-te esistono in ben 55 disegni differenti, catene, fiori, perle, doppie C incrociate e sono già disponibili nelle boutique Chanel e presso i magazzini Selfridges di Londra già dal 31 Marzo. Ma questa ultima frontiera del make up d’artista, ha coinvolto anche altri grandi nomi del panorama modaiolo, l’invasione dei temporary tatoo sembra dilagare ovunque!

117


BEAUTY | INSIDE

Matteo Garofoli

IL MAKE-UP DA SPIAGGIA I

l problema che tutte le donne attente al proprio look si trovano ad affrontare una volta giunte sul luogo di villeggiatura, è di riuscire a conciliare il trucco con la vita da spiaggia. Da un lato, le esigenze di carattere estetico, dall'altro quella di proteggersi; il tutto, senza essere eccessive sotto l’ombrellone, ma nemmeno risultare trasandate e poco curate. Impossibile trovare un equilibrio? assolutamente no; basta qualche consiglio ed il prodotto giusto. Ma siamo qui per questo! Prima regola fondamentale da tenere bene in mente, è di mantenere un trucco naturale e semplice, senza eccessi. Premesso questo, veniamo ai consigli pratici: cominciate con l’applicarvi sul viso uno strato di crema protettiva; ma non aspettate di esservi accomodate in spiaggia per farlo. Provvedete a casa, prima di uscire; questo perché occorre circa un quarto d’ora prima che l’azione protettiva della crema faccia effetto. E’ comprensibile il bisogno di avere almeno un filo di fondotinta, specie nei primi giorni di spiaggia e mare, per non sentirsi “nude” e pallide agli occhi di tutti; se proprio non potete rinunciare, preferite un fondotinta waterproof; ce ne sono per tutti i gusti in commercio, anche con un filtro solare elevato e che sono perfettamente adatti per la spiaggia, che resistono perfino ad un tuffo in mare o in piscina. Dato che in spiaggia si utilizza poco trucco, si possono accentuare più del solito le sopracciglia disegnandole con una matita. Se poi le vostre sopracciglia diventano più chiare al sole, potete anche farle tingere. Stesso discorso vale per le ciglia, alle quali si può donare maggior risalto. Per farlo, per il mascara vale lo stesso discorso del fondotinta: sceglietelo waterproof, così come la matita per gli occhi, che vi servirà per disegnare una riga sulle palpebre, che renderà più espressivi i vostri occhi. Dettagli tecnici sull’uso della matita: Se optate per la riga, potete scegliere addirittura di non utilizzare il mascara; l’importante è sempre che la matita sia waterproof, perché una riga rovinata da sole e acqua di mare non ha certamente lo stesso effetto di una riga ben fatta e

decisa, anche dopo qualche tuffo. Per quanto riguarda le labbra, coloratele con un rossetto delicato in tonalità rosa, o con un gloss piuttosto naturale. Optate per una formula idratante e preferibilmente con un filtro solare. Infine, come ultimo consiglio, accentuate l'abbronzatura del viso con un fard in crema, più luminoso del fard in polvere, e che resiste meglio al vento, al sole, all'acqua di mare e alla sabbia. Ora, avete tutte le dritte per essere guardate ed ammirate anche in spiaggia, senza risultare fuori luogo ma, anzi, delle vere turiste modello (o modelle?!)

119


*nuova struttura fronte mare

lungomare C. Colombo, 86 Marotta (PU) - tel. 0721/968778 >>


BEAUTY | INSIDE

IL PROFUMO

La giusta scelta Giacomo Bertulli

D

olce, fruttato, ambrato, floreale...esistono tantissime varietà di profumo: ma come possiamo fare ad individuare quello più adatto a noi? Per prima cosa, bisogna considerare il profumo come un abito: il profumo è un altro biglietto da visita "immediato" che fa capire molto della personalità di una persona, e per questo deve essere assolutamente in sintonia con essa. Inoltre, bisogna considerare il PH cutaneo: esso varia da persona a persona, così una fragranza che sta bene sulla pelle di qualcuno, non farà lo stesso effetto su quella di un altro. Partiamo, dunque, dall’ ABC nella scelta della propria  fragranza: scegliere l’eau de parfum (il  profumo), l’eau de toilette  o la  colonia? Innanzitutto va chiarita la differenza sostanziale: l’eau de parfum vanta una concentrazione più alta di essenze ed olii aromatici, segue l’eau de toilette ed infine la colonia con una concentrazione ancora più bassa. Proprio per questa differenza sostanziale la scelta della  fragranza comporta delle conseguenze: se acquistate l’eau de parfum avrete una maggior persistenza, anche tutto il giorno. Qualche spruzzo la mattina e il profumo si manterrà fino a sera. Chiarita questa differenza sostanziale, vediamo come scegliere il profumo più adatto ricordando che l’olfatto ha una buona memoria. Infatti molte volte si sceglie un  profumo  che evoca nella mente qualcosa di bello dell’infanzia o una persona speciale a cui si era affezionati. E’ proprio questo che rende una fragranza così personale e misteriosa ed evoca ricordi anche in chi sente il profumo. Ecco qualche semplice istruzione per la scelta e l’utilizzo del profumo: Ogni profumo ha la propria stagione: quelli più fruttati, per esempio, sono maggiormente indicati nella stagione estiva. Considerate il profumo come un abito: il profumo è un altro biglietto da visita, a prima impressione, che fa capire molto della personalità di una persona, e per questo deve rispecchiarla. Prima di acquistare un profumo odoratelo su un pezzo

di cartoncino (ma scegliete solo poche fragranze da spruzzare sulla pelle), dopo aver scelto spruzzatelo sui polsi (per gli uomini sul dorso della mano) senza sfregarli e aspetta almeno 10 minuti: per capirne il vero odore devi aspettare di sentire come reagisce con le sostanze chimiche rilasciate dalla tua pelle. Se, dopo 10 minuti, non siete ancora convinti, uscite dalla profumeria ed aspettate di sentire il suo effetto anche dopo un’ora: dev’essere “il profumogiusto” , non solo un profumo. Ricordatevi sempre di perderci un po’ di tempo, è pur sempre un investimento, e non solo di soldi: un uomo (anche una donna) puo’ essere attratta anche dal vostro profumo ed associarvi a questo quando vi pensa. Non acquistare  profumi  troppo a buon mercato, ma piuttosto utilizzate con parsimonia un profumo più costoso. Meglio utilizzare il profumo dotato di vaporizzatore: il profumo nebulizzato impregna meglio la pelle. Non provate tanti  profumi  uno dopo l’altro, anche l’olfatto puo’ far confusione e non riuscirete a distinguere le fragranze. Scegliete  fragranze  leggere se avete la  pelle grassa  perché questo tipo di pelle mantiene a lungo il profumo. Scegliete profumi più forti e intensi, se invece, avete la  pelle secca. Questo tipo di pelle assorbe velocemente il profumo. manti delle belle donne di tutto ilchemondo Infine ricordate ci sono sipoichiedono occasioni e luoghi in angosciati ormai dafunerali, qualche cui non devono essere usati: ai negli ospedali, anno: "Che fine avrà mai fatto nelle mense, a contatto con i bambini e al ristorante, Crawford?".  dove le Cindy essenze possono impedire di apprezzare il gusto dei cibi. >>

A

121


BEAUTY | INSIDE

BELLA PELLE

il decalogo delle sostanze positive

V

a bene le creme e gli impacchi, okay i massaggi e la pulizia del viso, ma ci sono anche altre soluzioni, meno invasive e più naturali, per proteggere e rendere più bella la nostra pelle; ad esempio olive, salmone o acqua. Ve lo sareste mai aspettato? Le intemperie invernali, il freddo, le lampade solari, ma anche le cattive abitudini quali fumo e alcol, o anche semplicemente una dieta sbagliata: tutti fattori negativi che contribuiscono a rovinare la nostra pelle. Gli attacchi arrivano da ogni parte, ma per fortuna non mancano le soluzioni per difendersi, basta conoscerle. Ecco dunque un decalogo di cosa può venirci in aiuto per mantenere la pelle giovane e fresca. Tè Verde Il tè verde è ciò che la natura può offrire di più simile a un elisir magico. E’ utilissimo per la cura delle infiammazioni, rallentando le alterazioni causate dal sole alle nostre cellule. Non parliamo del solo tè da infusione, che comunque ha in sé gli ingredienti per tali benefici, ma di cosmetici che serbano tra i loro ingredienti estratti di tè verde, oggi disponibile in una grande quantità di prodotti. Acqua Sono poche le cose che fanno bene alla pelle come l’elemento di cui maggiormente si compone il nostro corpo, vale a dire l'acqua: mantiene la pelle idratata, attenua le rughe, aiuta le cellule a nutrirsi ed elimina le tossine; l’acqua, inoltre, è uno stimolatore per la microcircolazione e rende la nostra pelle viva e lucente. Per godere dei prodigiosi effetti dell’acqua, gli esperti consigliano di berne almeno 2 litri al giorno, quale misura standard; di più per chi pratica sport ed ha dunque maggior necessità di reintegrare. Vitamine Q – A – C – E La “Q” è un potente antiossidante che si trova naturalmente nel nostro corpo. Per quanto riguarda la pelle, questo coenzima serve a proteggerla dai danni causati dai radicali liberi; inoltre protegge il cervello da malattie neurodegenerative, come il morbo di Parkinson. Per assimilare vitamina Q, è bene fare incetta di pesce, in particolare salmone e tonno, ma è reperibile anche nei cereali. La vitamina “A” previene le rughe e allevia la pelle secca e disidratata; si trova in quantità importanti nel latte, nei formaggi, nell'olio, nelle carote oltre che nel mango, nei limoni e nelle albicocche. La vitamina “E” è un altro antiossidante da non scordare se si vogliono ridurre i danni causati dal sole sulla pelle, dunque adattissimo in questi periodi di prime abbronzature, ma da non dimenticare di assumere sempre, specie in piena estate. Si trova nella frutta secca, nelle olive, negli spinaci, negli asparagi, nelle olive. Altrettanto fondamentale per la protezione della pelle dai raggi solari è la vitamina “C”, che riduce i danni dei radicali liberi, dona elasticità e levigatezza alla pelle. Si può trovare nelle arance, nei peperoni e

nei peperoncini, nella rucola, nei broccoli e nei cavoletti di Bruxelles. Selenio Si tratta di un minerale e svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione del cancro alla pelle. Come altri elementi, contribuisce anche a ridurre i danni dei radicali liberi. Si può trovare soprattutto nelle noci, nei funghi (soprattutto negli champignon), nella carne di agnello e in pesci come il tonno, il salmone, i gamberi, il granchio e le ostriche. In più nella pasta di grano duro. Acidi grassi Gli Omega-3 e gli omega-6 aiutano la formazione di una barriera naturale dall'aggressione di agenti esterni, mantenendo la pelle idratata e morbida. Particolarmente ricco ne è il latte d’asina (infatti, si dice che Cleopatra vi facesse il bagno dentro), ma anche più semplicemente olive, noci, salmone, sardine e sgombri, tutti alimenti ricchi di acidi grassi. Visto e considerato che siamo prossimi all’arrivo della bella stagione, ora sapete cosa mangiare per associare, alla vostra dieta, anche delle ottime soluzioni per avere una pelle bella e sana.

123


124


BEAUTY | INSIDE

COSMETICA SENSUALE Prodotti ad alto tasso erotico A

ddio classico ed elegante profumo francese: adesso la nuova sfida della cosmesi si gioca sull’erotismo. Crema dolce per il piacere dei glutei, se ne consiglia l’uso per “esibizioni private”. Candele per il massaggio la cui cera profumata può essere versata sulla pelle senza scottarla, liberando un profumo eccitante, che stimola i sensi, agli aromi ai frutti esotici. Esistono veri e propri kit di cosmesi erotica con oli e ciprie ai gusti fruttati più disparati e sensuali. La fantasia degli amanti non ha limiti. Questo tipo di creme e fragranze sono già diffuse da molto tempo in America, ma resta da vedere se anche noi europei apprezzeremo il gusto agli aromi di pasticceria. A giudicare dal successo che stanno raccogliendo questi cosmetici, sembrerebbe di sì. Riaccendere l'eros con un massaggio, ravvivare la fiamma della passione con un profumo... Insomma, sembra che coniugare sensualità, erotismo e cosmesi sia diventata una moda. Tatto, odorato e gusto, perché la pelle può

essere un’infinita fonte di piacere e di condivisione. Il concetto di questi prodotti è intimamente legato ad un ideale di seduzione per la coppia, vissuto come gioco e complicità, che mette in primo piano la dimensione multisensoriale della pelle. Ognuno di questi prodotti coniuga bellezza ed erotismo: mentre il trattamento cosmetico svolge un’efficace azione di bellezza per Lei e per Lui, il trattamento sensuale intensifica le sensazioni di piacere, migliora l’intesa della coppia e ne incrementa l’aspetto ludico-sensuale, per un benessere e una bellezza totale di mente e corpo. La vita è complicata, spesso difficile e ostile, e trovare qualcosa che renda più eccitante il quotidiano, che porti un po' di piacere, è il nuovo “must” !

125


Il Plateau Royal e Le Migliori Ostriche Francesi Nel Cuore Di Cattolica

Via Fiume 24, Cattolica (RN) E-mail: ostrichevino@ostrichevino.com web: www.ostrichevino.com Tel e Fax: 0541 410212


BEAUTY | INSIDE

by Antonella Stella

TWIST l’idea TEAMLEO per esaudire i propri sogni…di donna!

“T

eamleo”: una vita e una famiglia dedicata a prendersi cura della bellezza della donna, con parrucchieri e truccatori professionisti. Tutto ha inizio 53 anni fà dalla mano esperta di Leo Manzo, parrucchiere specializzato in allungamento dei capelli, infoltimento, parrucche, toupe, barbe , baffi e tutto ciò che ha a che fare con la capigliatura. Ad oggi lo staff di “Teamleo” conta dell’ausilio anche degli altri componenti della famiglia: Nunzia Fusco in Manzo, truccatrice da 47 anni e visagista professionista, lavora per vari programmi televisivi e teatrali. C’è poi Vincenzo Manzo, anch’egli  parrucchiere - vincitore del premio “Numero Uno” in onda su Rai 1 e condotto da Pippo Baudo – stilista internazionale di Wella, serba varie conoscenze della morfologia. E ancora, Luca Manzo,  parrucchiere e stilista internazionale di Wella, ha contribuito a varie realizzazioni teatrali e cinematografiche. Infine  Sara Manzo,  truccatrice, effettista speciale e visagista per varie aziende cosmetiche. Quello di ciascun componente della famiglia Manzo è un curriculum è di grande effetto; tutti si sono presi cura, chi attraverso un’acconciatura, chi con un’acconciatura, dell’immagine di numerose dive della tv, del cinema e del teatro, tra le altre Alessia Merz, Victoria Silvstedt, Loredana Lecciso, Natalie Caldonazzo e molte altre ancora. Non meno sono stati i lavori per sfilate e redazionali : Yamamay, Original Marines, Gattinoni, Lorenzo Riva, Alessandro dell’ Acqua, solo per citarne alcuni. Ma “Teamleo” non è solo ottimo lavoro ed impegno nel loro lavoro; oltre a tutto questo è anche molto di più, perché sorprendono ogni

>>

127


BEAUTY | INSIDE

donna regalandole sempre qualcosa di innovativo, per rendere il suo look sempre originale e all’avanguardia. Quante volte è capitato, a voi donne, di chiedervi come stareste con la frangia? Avete interrogato amiche, fatto prove davanti allo specchio e, quando finalmente vi siete decise, dopo qualche giorno eravate già stufe? Ebbene oggi, grazie a “Teamleo”, tutte queste fatiche si possono risparmiare grazie ad una nuova idea ideata da “Teamleo”: la Twist Una Twist è una frangia ed è l’originale brevetto a cui ha pensato “Teamleo” per la bellezza delle donne che permette, in pochi minuti e con semplici mosse, di avere una fantastica frangia senza doversi tagliare i capelli. Di Twist ne esistono 24 modelli di vari colori; si applica con delle semplici clip, anche senza l’aiuto del parrucchiere; la frangia è fatta di capelli naturali, si posiziona nella zona frontale all’altezza desiderata e, esercitando una pressione sulle clip, avremo la nostra frangia, così come ce la immaginavamo davanti allo specchio, che si adatterà perfettamente alla morfologia del nostro viso. Insomma, non solo più code posticce ed extension, ma da oggi anche frange che, grazie alle loro gamme di colori, ci permetteranno di creare anche fantastici contrasti. “Teamleo” è una garanzia per il successo di ogni donna. www.teamleo.it

128


VI ASPETTIAMO NUMEROSI PER FARVI ASSAGGIARE LE NOSTRE SPECIALITA’

Ogni palla bianca indica un parere positivo, ogni palla nera uno negativo che annulla non uno, ma ben cinque di quelli positivi. L’impresa è talmente ardua che alcuni aspiranti membri, percependo che tira una brutta aria, preferiscono ritirarsi ancor prima della votazione, e i rifiuti all’iscrizione di personaggi ricchi e celebri sono la normalità. In passato sono stati respinti, per esempio, l’editore Valerio Bompiani e l’ex Presidente della

Repubblica Francesco Cossiga. È il Circolo della Caccia di Roma, il più elitario della città (insieme al Circolo degli Scacchi), chiamato così perché quando fu fondato da una decina di promotori, nel 1869, la passione comune degli aristocratici soci era la caccia alla volpe. L’opposizione al Circolo degli Scacchi rispecchia ancora oggi, in qualche modo, quella fra nobiltà bianca e nera, che a inizio Novecento divideva i

Senigallia Lungomare Da Vinci, 69/A | Tel 071 60934 http://www.michelesenigallia.it Chiusura settimanale il martedì solo nei mesi invernali


RISTORANTE PIZZERIA

&

SpecialitĂ  Pesce e Carne Ristorante Mister Grillo via Regina Elena, 169 Rimini (RN) Tel. 0541.1600250 Fax. 0541 1600553 www.mistergrillo.it


BEAUTY | INSIDE

Giacomo Bertulli

IL SEGRETO DEI TRUCCHI A

volte può capitare di non rimanere soddisfatte del risultato finale del make-up. Oppure può succedere che la stesura di certi cosmetici ci crea particolari difficoltà. Ecco una carrellata di consigli e, qualche piccolo segreto, per aumentare la resa dei vostri cosmetici e ottenere un trucco perfetto.

La crema da notte Se la crema da notte che stendete sul viso non si asciuga mai e finisce per buona parte a macchiare il cuscino, provate a fare un rilassante bagno subito dopo averla applicata: il vapore dell'acqua calda, aprendo i pori della pelle, la farà assorbire completamente e in poco tempo.

Il profumo La fragranza del profumo dura solo pochi minuti? Provate a scaldare il flacone prima dell'applicazione, appoggiandolo vicino ad un termosifone o immergendolo nell'acqua calda. La sua essenza, se riscaldata, sarà molto più intensa e durevole. Fate attenzione a non avvicinarlo mai a una qualsiasi fiamma, il profumo è composto per lo più da alcool, ed è estremamente infiammabile!

utilizzare. Stendete il rossetto (meglio se lo fate con un pennellino) sfumando verso i lati. Asciugate l'eccesso di prodotto con una velina e ripassatelo una seconda volta.

Le sopracciglia Per avere sopracciglia sempre in ordine pettinatele con uno spazzolino su cui precedentemente avete passato il sapone di marsiglia. In alternativa adoperate il gel per capelli.

La cipria Un piccolo segreto per far durare di più la cipria è quello di applicarne in abbondanza, molta più del necessario. Togliete poi l'eccesso con un fazzolettino di carta e, quella che resterà sul viso, durerà a lungo.

Lo shampoo Massaggiando bene la cute della testa con lo shampoo, come fanno

i parrucchieri, stimolerete la circolazione e otterrete capelli più morbidi, docili e meno elettrici.

La terra Se si vuole esibire un bel colorito dorato la terra è l'ideale. A volte però può lasciare il viso macchiato: per evitare che questo accada pulite a fondo la pelle del viso, facendo uno scrub. Successivamente idratate la pelle con una generosa dose di crema. Una cipria chiarissima vi aiuterà ad uniformare il colore del viso, dopo di che stendete la terra usando un pennellone morbido. Non usate il piumino perché potrebbe macchiare la pelle.

Il correttore Per nascondere bene le occhiaie provate nell'ordine a stendere prima ilcorrettore, poi con una spugnetta un po' di cipria di tonalità leggermente più scura, e per ultimo il fondotinta.

Antirughe & fondotinta Provate a mescolare un po' di fondotinta con la crema antirughe: il colore potenzia l'effetto antirughe della crema, e le pieghe d'espressione saranno meno visibili, così come tutti gli altri segni del tempo.

Il rossetto Per allungare la durata del rossetto e ottenere un trucco perfetto, cospargete le labbra con un po' di cipria e passateci una matita più scura del rossetto che intendete

131


SpecialitĂ  Gnocchi e Tigelle - Cucina Casalinga Pasta fatta in casa - Carne e Pesce Viale Lazio, 30 RICCIONE PAESE (RN) T. 338.6655935 / 339.6935465


BEAUTY | INSIDE

ALGHE MARINE La nuova frontiera bio della salute P

er la loro ricchezza in proteine e idrati di carbonio, le alghe costituiscono per decine di milioni di persone un alimento quotidiano. Ne esistono diverse varietà, a seconda del colore. L’alga è utilizzata in erboristeria per preparare prodotti dimagranti; la sua efficacia deriva dallo iodio che essa contiene che stimola la tiroide, normalizzando il metabolismo dei soggetti in cui l'obesità deriva da una disfunzione tiroidea. Alcuni tipi di alghe più di altri contengono anche l'acido alginico che può assorbire una quantità d'acqua pari a cento volte il loro peso. I principi attivi con maggiore attività farmacologica presenti nell’alga marina, dunque, sono gli alginati e lo iodio. Gli Alginati hanno la proprietà di formare gel viscosi che proteggono la mucosa dello stomaco e ne riducono la secrezione acida; Lo Iodio ha un effetto molto complesso sulla tiroide, che in dosi fisiologiche e in soggetti affetti da ipotiroidismo, può stimolarne il funzionamen-

to. L’aumentata funzionalità tiroidea può portare ad un aumento del metabolismo basale con un conseguente incremento della metabolizzazione dei grassi. Una specie particolare di alga, il Fucus, è consigliato come starter nelle diete dimagranti, nella cellulite, nella obesità, nella stitichezza, nell'ipotiroidismo; è una pianta depurativa e tonificante del metabolismo, che favorisce la funzionalità tiroidea e stimola il ricambio in generale. Regolarizza il metabolismo dei grassi, indicato anche in chi, a causa della ipofunzionalità tiroidea, si senta fiacco, o alla persona freddolosa con ritenzione idrosalina. Un altro tipo di alga molto noto per le sue proprietà benefiche, è la Klamath; celebre per il suo eccezionale profilo nutrizionale e per la presenza in essa di specifiche molecole, le klamath sono conosciute da sempre dalla medicina orientale, ora ravvalorate da studi recenti, per le loro numerose attività nutriterapiche, immuno-

>>

133


OPENING OPENING SATURDAY 24 APRIL SATURDAY 24 APRIL


BEAUTY | INSIDE

modulanti, antinfiammatorie, antiossidanti, metaboliche, neurologiche e molte altre ancora. La Klamath è infatti dotata di uno spettro vitaminico completo che include la vitamina A, C, D, H, K, l’acido folico, la colina, il gruppo delle vitamine B ed in particolare la sempre più rara vitamina essenziale B12. Per le sue caratteristiche, risulta perciò attiva in numerose patologie quali allergie e malattie autoimmuni, vari stati di natura infiammatoria, stanchezza cronica, valori alterati di diabete, colesterolo e trigliceridi, problematiche neurologiche. Essendo altamente energetica, può sopperire al senso di stanchezza che normalmente si avverte quando sottoponiamo il nostro organismo ad una dieta ipocalorica; inoltre, per il suo contenuto di fenilanina, può ridurre il senso di fame. Terza ed ultima specie di alga nota per le sue proprietà, è la Spirulina. Venne utilizzata per molto tempo come alimento primario dalle popolazioni autoctone come gli Aztechi (Messico) perché ricca di vitamine, sali minerali e proteine. La Spirulina é un concentrato totalmente naturale di molti alimenti nutritivi vitali, alcuni dei quali - come le proteine e le vitamine B12 - non sono presenti in quantità così massicce in nessun altro alimento conosciuto del regno vegetale. La Spirulina possiede inoltre proprietà antivirali, antimutagene ed antiossidanti; risulta essere quindi molto importante integrare la dieta con quest’alga, anche perché stimola e rafforza il sistema immunitario. Rimanendo in ambito nutrizionale e continuando ad

elencare le proprietà delle alghe marine, va detto che molte di esse vengono, tra l'altro, usate nella cucina vegana e in quella macrobiotica. D'altra parte le alghe vantano una lunga tradizione di consumo alimentare anche nei paesi del nord Europa e lungo le fasce costiere mediterranee. In particolare in Italia è ancora viva la tradizione delle Zeppolelle di mare, frittelline preparate con l'alga verde lattuga di mare. Per continuare con gli esempi di quanto i benéfici effetti delle alghe a tavola siano noti da tempi non sospetti, fino a 20 anni or sono nel catanese, in Sicilia, si raccoglieva l'alga "mauru", che veniva venduta in appositi chioschi e consumata cruda condita con limone. Per rimanere in tempi più attuali e seguendo le mode culinarie odierne, sappiate che è sempre un’alga, nello specifico la Nori, quella utilizzata per comporre il sushi.

135


Ristorante - Pizzeria

LONDON EYE Via Spontini, 64 60019 - Senigallia (AN) 071.63399 www.MICHELESENIGALLIA.it


BEAUTY | INSIDE

GRECIA

PATRIA DI BELLEZZA

N

on si può parlare di “canoni estetici” fino all’epoca classica, perciò, per tutto il periodo precedente a quella, possiamo solo prendere atto, attraverso le fonti documentarie, di come i popoli più antichi cercavano di rendere più gradevole il loro aspetto fisico. Alla Grecia si deve il merito di aver delineato i tratti base, per l’epoca, della bellezza canonica. Omero attribuisce “la perfezione fisica alle divinità ed agli eroi di cui, di volta in volta, si mettono in risalto le membra armoniose e possenti, se sono maschi, o le guance rosate, gli occhi cerulei e le bianche braccia, se sono femmine”. Il primo a giungere alla creazione di un canone di bellezza “oggettivo” fu lo scultore

greco Policleto di Argo (V secolo a.C.) che, dopo aver preso le misure di diverse parti del corpo ad un certo numero di uomini, arrivò a definire delle misure medie, imponendole come ideali. Policleto scolpisce dunque un corpo ideale, ma possibile, le cui proporzioni sarebbero desunte dalla natura. Dopo questi studi Policleto scrive un trattato (Il Canone, dal greco kanon cioè "regola" in cui descrive le perfette proporzioni del corpo umano), oggi perduto. La Venere di Milo è da molti considerata tuttora la migliore rappresentazione dell'ideale di bellezza, non solo femminile. Sempre attorno al V secolo a.C. si trovano nelle sculture di Mirone, Fidia e Policleto la concretizzazione della teoria estetica che essi

>>

137


BEAUTY | INSIDE

avevano elaborato: un corpo è bello quando ogni sua parte ha una dimensione proporzionata alla figura intera. L’atleta è il soggetto preferito dagli scultori classici e diventa il modello per rappresentare anche la divinità; nell’atleta e nel dio le qualità morali come l’autocontrollo, il coraggio, l’equilibrio interiore e la volontà concorrono a farne la misura, il canone della perfezione: sono gli esseri superiori con cui devono misurarsi i comuni mortali. Non solo a Madre Natura, i greci, devono la loro bellezza e l’impegno per il suo raggiungimento; oli profumati di rosa, gelsomino o nardo vengono usati da uomini e donne per ungere corpo e capelli dopo il bagno e durante i banchetti; le donne di ogni età sogliono imbellettarsi il viso con una crema a base di biacca prodotta a Rodi. Dopo la conquista della Grecia (146 a.C.), anche i Romani impararono a curare il loro aspetto fisico ed assunsero, tra l’altro, i canoni estetici e le relative usanze del popolo vinto, proprio perché i canoni stipulati dal popolo greco erano, effettivamente, quelli di una beltà perfetta: “Graecia capta ferum victorem coepit “ ossia “ La Grecia conquistata conquistò il selvaggio vincitore”…con la bellezza. Nel I secolo a.C. Vitruvio scrive “[…] la natura ha composto il corpo umano in modo tale che il viso, dal mento all’alto della fronte e alle più basse radici dei capelli, fosse la decima parte del corpo; la terza parte del viso, considerata in altezza, è dal mento alla base delle narici; un’altra terza parte è costituita dal naso stesso considerato dalla base delle narici al punto d’incontro delle sopracciglia e la terza parte va da lì alla radice dei capelli […]”: è la stessa teoria della perfezione espressa dagli scultori greci nelle loro opere. Sintomo di un’approvazione della misura della bellezza oggettiva. Il “canone” di bellezza è l'ideale di bellezza fisica riconosciuto dalla società, strettamente legato all'epoca ed alla situazione economica e sociale di un popolo. Naturalmente oggi, i parametri per la definizione della bellezza, in un uomo o in una donna che sia, non sono assolutamente paragonabili con quelli di qualche millennio fa. Altrettanto ovviamente però, ogni cosa ha le sue origini e le basi su cui poggiano; e la bellezza, ha le sue basi nella Grecia e nei suoi rappresentanti.

138


BEAUTY | INSIDE

IL MONDO DELLA COSMETICA NATURALE S

ono sempre più numerosi i prodotti chimici di sintesi utilizzati nelle preparazioni cosmetiche; una linea di cosmetica naturale pulisce, purifica, idrata, tonifica, ogni tipo di pelle in modo naturale ed efficace, facendo uso di prodotti non trattati chimicamente, ma reperibili biologicamente. Perfino trattamenti alle castagne, alle mele, al vino sono una tendenza emergente dei centri benessere, che rappresenta un legame sempre più stretto tra la natura e le sue risorse. Ecco quindi utilizzare prodotti naturali che si potrebbero trovare inconsueti per l’ambito del wellness e dell’estetica e che invece, grazie alle loro proprietà, rivelano un’efficacia terapeutica o estetica almeno pari, se non in qualche caso superiore, ad altri prodotti di uso comune. Questa è, forse, un’esasperazione del concetto di cosmetica naturale, ma lascia

sottintendere quante e quali possibilità ci sono di rivisitare il concetto di cura del corpo, in modo del tutto naturale. Più verosimilmente, si possono utilizzare elementi e proprietà derivanti dai principi attivi di sostanze naturali, al fine di creare prodotti – creme, pozioni, oli – che abbiano le stesse qualità e diano gli stessi benefici dei classici prodotti a base chimica con in più, anzi in meno, l’uso di sostanze artificiali. I risultati? Spesso migliori. Le ACQUE PROFUMATE DEL TITANO sono pure ed efficaci lozioni che, grazie alla rilevante presenza di vitamina B3, hanno la capacità di migliorare l’azione barriera della pelle, aumentando il livello di ceramidi e di acidi grassi dello strato corneo, per una minore perdita d’acqua transepidermica. In più la vitamina B3 aumenta il turnover epidermico che mantiene la superficie della pelle liscia e levigata.

>>

>>

139


BEAUTY | INSIDE

CALIPSO Nota agrumata di bergamotto, leggermente aromatico, floreale, legnoso, muschiato.

ATOLLO Profumazione agrumata, aromatica, verde con note di tè, verbena e fiorite.

MISTERO Note di testa fiori d’arancio e bergamotto, cuore ambrato, ciclamino, mughetto e pepe rosa. Fondo morbido e ambrato con note di vaniglia, sandalo e patchouli.

OCEANO

140

FIORDO

AURORA

Note agrumate di limone e limetta, aromatico di cipresso e salvia, leggermente floreale, legnoso di sandalo e legno di rosa, muschiato.

Profumazione fruttata frutti di bosco, fiorita gelsomino, rosa, magnolia, freesia.Il fondo é legnoso cedro e sandalo, patchouli muschiato, poudré.

Profumazione chypre floral.Note di testa e cuore fiorite, fiori d’arancio, rosa. Il fondo è legnoso chypre, patchouli e legno di sandalo, vaniglia ed un tocco muschiato.

>>


riccione - p.le allende 7 _ zona 147_ infoandbooking_0541.645585 www.moscabiancariccione.it _

chiuso il lunedĂŹ

>>


SPEED | AUTO

ROLLS ROYCE GHOST by Francesco Sabbatucci

>>

L’ Anti – Maybach L

a gamma di Rolls-Royce Motor Cars si è arricchita di un nuovo modello: la Rolls-Royce Ghost. È uno dei nomi più rispettati all'interno dell'industria automobilistica e, allo stesso tempo, riesce ad evocare immagini di avventura ed innovazione tecnologica. David Archibald, Regional Director per Europe e Sud Africa, ha dichiara-

>> >>

143


SPEED | AUTO

to a proposito: «A partire da quando, nel 2006, abbiamo annunciato l'inizio del lavoro preparatorio per un nuovo modello, si è sviluppata una grande attesa per il lancio della Ghost. Questa nuova automobile sarà particolarmente attraente per coloro che apprezzano la sua capacità di fondere le più moderne tecnologie con la raffinata eleganza e lo stile contemporaneo». Sul fatto che un 6.6 V12 dotato di ben 571 cavalli sia capace di performance tali da consentire quasi l’invisibilità del proprio passare non vi sono dubbi, ma Rolls Royce significa soprattutto


SPEED | AUTO

lusso; un concetto a cui si associa imprescindibilmente quello di comfort ; che nel caso Ghost Si eleva ulteriormente grazie all’introduzione delle sospensioni pneumatiche. A caratterizzare la nuova perla di casa Rolls è una struttura a monoscocca in acciaio priva di separazione tra telaio e carrozzeria che tradotto in termini pratici significa riduzione delle dimensioni esterne a parità di spazio interno rispetto ai modelli precedenti.

>>

145


SPEED | AUTO

A dispetto di linee esterne “essenziali”, l’abitacolo è un festival di eleganza pura, scandito dai pellami e dai legni più pregiati. Dimensioni, “endo” ed “eso”, comunque accomunate dalla sobrietà del “tratto”, del tocco stilistico. Parlando di interni, stupefacente più di ogni altra cosa( se possibile) è infatti il rilevare come tanta fastosità possa trovare armonie di design, collocazione e funzionalità così spiccate; lontane anni luce da qualsiasi forma di pedante “sfacciataggine”. Ne viene prodotta un ‘unica versione, forte di una dotazione degna del prezzo. In ogni caso si sappia che è possibile personalizzarla a piacere : la lista degli optional è pressoché infinita. SCHEDA TECNICA Motore : 6.600 c.c. V12 Alimentazione : benzina CV : 571 Velocità : 250 Km/h 0-100: 4,9 sec Prezzo: 260.000 Euro

146


Autofficina Elettrauto Meccanica Servizio Gomme

Installazioni impianti Metano e GPL Servizio assistenza plurimarche Via Canaletto, 50 Senigallia (AN) Tel. 071 6609587


Problema?

Soluzione! Preserva la tua patente, affitta un pulmino con i tuoi amici per le tue serate


AUTO

Alessandro Omiccioli

MAKE-UP PER AUTO E’

una moda made in USA quella della personalizzazione delle auto, e proprio in USA questa tendenza ha i suoi massimi esponenti ed il suo più vasto bacino di appassionati. Attorno al fenomeno esiste una vera e propria sottocultura, ormai di culto tra i giovani e celebrata anche dalla TV (con la celebre serie di MTV “Pimp my Ride”) e da Hollywood (grazie a Vin Diesel e il “suo” “Fast and Furious”), con tanto di suoi “guru”,“templi” e fedeli seguaci. L’officina West Coast Customs di Los Angeles è proprio uno di quei templi che raccolgono il gotha degli artisti capaci di cambiare volto ad un’auto qualsiasi, trasformandola in un oggetto unico, che rispecchi al massimo l’indole e il carattere di chi la guida. Un’auto che si indossa come un vestito su misura, che calza alla perfezione su ogni fortunato possessore di uno di questi gioielli. Proprio questo aspetto artistico ed emotivo ha attirato subito l’attenzione dei vip più eccentrici e fashion, che non si sono lasciati sfuggire l’occasione per distinguersi con originalità e fantasia anche al volante. Anche personaggi che nulla hanno a che fare col mondo dei motori si sono lasciati sedurre dalla

possibilità di avere un’auto che fosse veramente unica, ad esempio Paris Hilton e con la sua Bentley Continental GT, “customizzata” per Paris con una livrea rosa, interni personalizzati con tanto di logo raffigurante le iniziali della famosa ereditiera, cerchioni maggiorati rosa con brillanti ed un impianto audio che farebbe gola a tutti gli appassionati di car audio. Ogni dettaglio è studiato a tavolino dallo staff dell’officina seguendo un progetto cucito ad hoc sulle direttive del cliente. La squadra della West Coast Customs funziona proprio come lo staff di un beauty center: ciascuno si occupa di un aspetto particolare della cura di bellezza riservata al veicolo, ci sono meccanici, carrozzieri, aerografisti, impiantisti e tutte le fasi del lavoro sono realizzate con cura artigianale al fine di produrre un prodotto unico.

In un mondo sempre più attento ad estetica e stile, questa nuova frontiera del culto della personalità e dell’ego è senz’altro destinata ad evolversi ancora. Mai più due auto con lo stesso volto quindi, proprio come accade per chi le guida?

149


porta Braschi

cucina e pizza

Largo Puccini, 11 SENIGALLIA (AN) Tel. 071 7931044

www.michelesenigallia.it

RISTORANTE e PIZZERIA


TRAVELS

LE MIGLIORI METE DEL BENESSERE

N

el caos, nel frastuono e nella fretta che si respira quotidianamente sempre più spesso si avverte la necessità di fermarsi e ritrovarsi dedicandosi un po' di tempo e la necessaria attenzione per prendersi cura di sé. Così le offerte sul mercato si diversificano, i trattamenti estetici e terapeutici imparano da tradizioni lontane e, specialmente il concetto di benessere, cresce di complessità e spessore, mettendo in relazione molteplici aspetti delle nostre abitudini. Si propongono spazi più o meno brevi da conciliare con la quotidianità lavorativa, nei centri estetici, che

dispongono di un ricco ventaglio di possibilità a seconda delle esigenze e degli obiettivi da raggiungere, ma anche piccole, brevi o meno brevi pause, dal fine settimana ai soggiorni più lunghi in beauty farm, stazioni termali, agriturismo e alberghi che hanno deciso di dotarsi al loro interno di strutture e personale specializzato per trattamenti benessere. Le proposte si differenziano e si plasmano sulle esigenze di età diverse e in base allo stile di vita; potrete così trovare i pacchetti per i manager, impegnatissimi tutto l'anno, o le

>>

151


TRAVELS

proposte per la famiglia, per la terza età, ma anche per la coppia che unisce benessere e romanticismo; le offerte per i single e le proposte per i giovani sposi; tante idee e valide proposte per tutti e per tutti i gusti. L’opera di scelta può variare in base alle disponibilità economiche e di tempo, di distanza e di necessità. Una prima possibilità sono mete poco oltre i confini nazionali, prettamente europee che propongono centri benessere e luoghi di relax con tutti i confort più o meno “classici”, con in più, però, la possibilità di unire al diletto di trattamenti estetici, il piacere di una visita alle città e le bellezze delle capitali europee. Si dice che la Francia conosca i benefici dell’acqua di mare, acqua termale e acqua dolce e le utilizza alla perfezione. Il termalismo, che trae origine dall’Antica Roma, si è adeguato ai trend della Francia del XIX secolo. Il termalismo tradizionalmente previene o cura alcune patologie (reumatismi, sovrappeso…). La talassoterapia è stata inventata in Francia; la Francia conta oltre 50 centri sparsi lungo il litorale, i quali hanno una buona reputazione a livello mondiale. La balneoterapia, che è più recente, si è ispirata alla talassoterapia e favorisce la forma fisica attraverso le proprietà dall’acqua e un savoir-faire esclusivo. La precisione dei trattamenti personalizzati, l’attrezzatura con tecnologia d’avanguardia e le competenze del personale garantiscono un reale miglioramento della condizione fisica. L’igiene degli stabilimenti e la qualità dell’acqua sono regolarmente controllate dagli enti statali. Il professionismo alla francese garantisce anche questo. Il nostro viaggio continua con il paese “benessere” per eccellenza, ovvero la Finlandia. Durante la stagione fredda, le ore di sole sono pochissime. Con l’avvicinarsi della stagione estiva e del fenomeno del sole di mezzanotte, le temperature si aggirano intorno ai 15°C nel nord e 20°C nel sud, anche se di tanto in tanto il termometro può raggiungere i 30°C. Non c’è turista in Finlandia che non voglia provare la “vera” sauna finlandese. In tutte le città esistono locali per la sauna, ogni fattoria in campagna ne è provvista. E’ ovvio che in tutti gli alberghi di ogni categoria, motel compresi, ci sono locali appositi per la sauna. Per gli amanti del genere, una tappa obbligata. Il nostro viaggio mitteleuropeo prosegue verso l’Austria; un paese conosciuto per le sue splendide montagne, da frequentare sia in estate che in inverno.


TRAVELS

Ma in Austria hanno saputo unire la splendida natura con il benessere, creando moltissime strutture di alta qualità non solo immerse in ambienti stupendi, ma dotate di tutti i servizi tipici dei centri benessere. Acque termali, trattamenti di bellezza e di relax, massaggi, bagni di fieno: benessere e salute da godere tra una passeggiata o una sciata nelle più belle montagne europee. Continuando, arriviamo in Slovenia, poco oltre i confini italici, con le sue Terme di Catez; questo sito è il complesso termale più importante della Slovenia, uno dei centri turistici maggiormente visitati, con un clima mite e scenari da favola. Vicine al confine con la Croazia e famose per le sue acque termali terapeutiche che sgorgano in profondità e hanno una temperatura che varia tra i 42 ed i 63 gradi, ottime per distendere i muscoli. Le terme con le sue strutture ricettive oggi occupano 12 mila metri quadrati e sono immerse in giardini, boschi e fiumi, un paradiso terrestre. Catez è famosa per le cure riabilitative e per le cure dei problemi alla schiena; inoltre, bagni e trattamenti cosmetici completano la proposta benessere. Gli alberghi sono 6 in tutto, un grande campeggio è aperto tutto l’anno, villette e appartamenti sono disponibili nel villaggio termale, infine un centro congressi e sportivo concludono l’ampio panorama dell’offerta. Tra i trattamenti troviamo quelli con gli aromi naturali, orientali, mediterranei e di bosco, inoltre, si va dal tradizionale all’ayurveda al thai massage. Belle città e montagne fanno da cornice a questo paese che sta diventando una meta turistica molto visitata e molto preparata a cullare e coccolare i suoi ospiti. Tante altre sarebbero le proposte per un periodo di relax a poche centinaia di chilometri dalle mura domestiche, ma altrettanto numerose sono le possibilità offerte da mete più esotiche. Le 7 meraviglie vanno dalla Malesia alle Hawaii, fino al Giappone. C’è il “The Residence” di Belle Mare alle Mauritius, tra yoga e tai-chi; all'insegna dell'easy living in un mix di culture: cinese, indiana e creola. Da provare: yoga e tai-chi in giardino al mattino e i trattamenti La Prairie alla spa The Sanctuary. Un classico è il programma The Balm: bagno aromatico, riflessologia e applicazione di un balsamo che attenua rughe e stanchezza. In Malesia, per recuperare energia e relax, c’è il “Pangkor Laut Resort” di Perak. E' un'isola privata lontano da tutto, nello stretto di Malacca. Ha bungalow super esclusivi vicini all'acqua

>>

153


TRAVELS

e una Spa village nel verde. Da non perdere: il massaggio Campur Campur, un mix di pressioni e allungamenti che stimola la circolazione del sangue e il flusso di energia, seguiti dal relax fra i vapori alle erbe. Ancora, a Honolulu, nelle isole Hawaii, il “Halekulani Hotel”; si trova a Waikiki beach ed è uno degli hotel più celebri. La sua piscina con orchidea sul fondo è ormai leggendaria, così come i massaggi Lomi Lomi, tipici del posto e proposti direttamente in camera. E' una tecnica mista di pressioni e stiramenti, eseguiti con i gomiti, e a volte con le ginocchia, su braccia e gambe, per eliminare le tensioni profonde. In Vietnam si possono fare open massage al “Ana Mandara” di Nha Trang. Qui, come segno di benvenuto, il letto viene cosparso di fiori di ylang ylang, che profumano la camera da letto per tutto il soggiorno. Per i trattamenti si va al Leisure Center, in un giardino tropicale. Qui, ogni programma inizia col lavaggio purificante dei piedi in acqua tiepida e fiori galleggianti. Imperdibile il massaggio vietnamita, eseguito all'aperto, nel verde.

>>

155


I NOSTRI LAST MINUTE I TUOI VIAGGI

Sharm el Sheikh Partenza da Milano,Napoli,Bologna,Roma Coral Hill’s 4**** soft all inclusive dal 17/04 al 01/05 € 430 dal 2/05 al 26/06 € 390 Messico a maggio! Carmen Inn 3*** Playa del Carmen Partenza del 4,11,18,25 maggio 9 giorni/7notti € 987 Jamaica Soggiorno mare 9gg/7notti all inclusive Grand Pineapple beach Negril partenze del 2,9,16,23 e 30 maggio € 1.090 Dubai Atlantis The Palm 5*****lusso 5giorni/4notti in camera deluxe pernottamento e prima colazione € 1.240 New York + Miami 9 giorni/7 notti offerta valida dal 12 aprile al 26 giugno incluso:traferimenti da e per aereoporti+volo interno+4notti hotel New York Helmsley4**** +visita della città New York con guida parlante italiano+3notti hotel Marseilles3*** +visita città miami con guida parlante italiano. € 1.090 € Formentera Partenze del 2,9,16,23 maggio da Ancona,Milano,Bologna,Roma,Torino,Venezia Hostal Rosales 3*** mezza pensione 599 euro Tunisia-Djerba Partenza da Napoli,Rimini,Milano Eden beach 3*** all inclusive Offerta valida dal 13/06 al 26/06 € 410 Kenya Partenza da Roma,Napoli,Milano,Bari,Verona, Flamingo Villas Club resort valida dal 19/07 al 27/07 a 890euro! Santo Domingo Bayahibe Viva Dominicus 4**** all inclusive volo da Milano partenze del 1 e 8 maggio a 640euro! partenza del 15,22,29 maggio a 697euro!

AGENZIA ABILITATA ALL'EMISSIONE DI BIGLIETTERIA FERROVIARIA E IATA

I TUOI VIAGGI

Thailandia low cost Phuket hotel 3*** the Patong Resort 10 giorni-7notti camera doppia standard colazione americana trasferimenti inclusi! 580euro a persona!


TRAVELS

A Essaouira (Marocco), al “Sofitel Mogador”, invece, sono i bagni di vapore ad andare per la maggiore. L’hotel si trova sul lungomare cittadino ed ha un'architettura stile ryad, il tipico palazzo marocchino. Ha un'area benessere e un percorso acquatico che unisce l'essenza della talassoterapia al classico hammam: sosta detossinante nella stanza del vapore, poi immersioni a temperatura calda e fredda, getti e correnti sottomarine, fontane agli oligoelementi. L’“The Oriental Hotel” di Bangkok vanta uno fra i giardini tropicali più belli al mondo e una Spa sulla sponda opposta del fiume, da raggiungere in barca. Da provare, in coppia, il programma Oriental Romance, detossinante per il corpo: massaggio thai, bendaggi arometaripici e trattamenti per il viso. Infine, chiudiamo il nostro viaggio tra le mete tropicali di benessere, col Giappone, dove c’è il Resonate Club, sull’isola di Kuju, famosa per le sorgenti sulfuree. Nella Spa si svolge un autentico rito di benessere, il rotemburo, bagno all'aperto: dopo la doccia ci si immerge nell'acqua calda per cinque minuti. Poi ci si rilassa nella stanza del silenzio. Queste erano alcune idee per viaggi di piacere ai quali unire la ricerca del relax perduto, per provare i rituali di bellezza legati alla tradizione locale, in versione extra-lusso.


DINNER E LUXURY PARTY

23 aprile 8 maggio Privee Chick House Session Dj Rouge - Special Guest Fabio Pelosi - Dinner with music from Tony D.

16 luglio



life people maggio