Page 29

LEGINO

29 LEGINO DA LEGGERE La biblioteca di quartiere cambia sede di Marco Oliveri

Strettamente legata alle attività dell'associazione "U Pregin" è la Biblioteca di Legino. I volontari della Onlus, infatti, la gestiscono dal 1990. L'idea è arrivata da Alberto Bianco, all'epoca direttore della biblioteca civica "Barrili" di Savona, che propone di decentrare i luoghi di prestito dei libri con l'apertura di diverse sedi nei vari quartieri. Quando la sede di Legino apre i battenti viene da subito affidata al "Pregin", con cui Bianco è in contatto dalle prime manifestazioni. La biblioteca diventa un polo culturale autonomo: dai pochi libri con cui comincia l'attività, raggiunge i circa 5000 volumi che oggi compongono il suo catalogo. Tra i titoli, i generi più disparati: narrativa e poesia italiana e straniera, letteratura per ragazzi, pubblicazioni storiche, biografie, folklore locale. "La possibilità di avere una biblioteca vicina a casa è il motivo del successo che la nostra di Legino fin da subito ha suscitato afferma il segretario del "Pregin" Luca Zunino - molte persone hanno trovato libri particolari che cercavano, come quelli sulla storia locale. Una ragazza ha potuto redigere una tesi sui quartieri di questa zona". Quella di Legino è una biblioteca piccola, tradizionale, quasi all'antica, gestita quotidianamente dai volontari del "Pregin", coordinati da Lorenzo Zunino, papà di Luca.

Magazine Savona Graffiti N° 1  
Advertisement