Page 22

22

paesi

mercoledì 28 maggio 2014

MONASTEROLO

VILLANOVA SOLARO Era già stato sindaco del paese

«Continuerò con entusiasmo ed impegno»

Rieletto Marco Cavaglià

Marco Cavaglià

«Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto!!». È un raggiante Cavaglià quello che ci lascia il suo primo commento dopo aver ottenuto la certezza della sua rielezione a primo cittadino. «Ringrazio di cuore tutti quelli che mi hanno appoggiato in questa campagna elettorale – aggiunge il riconfermato sindaco –, a partire da tutti i componenti della lista “Monasterolo Insieme” che mi hanno permesso di ottenere un risultato simile. Ringrazio i miei concittadini che, rinnovandomi la loro fiducia, hanno premiato chi ha sempre cercato di lavorare con impegno, serietà e onestà per il nostro amato paese e chi ha

MURELLO

condotto un campagna elettorale seria e all'insegna della sincerità e dell correttezza». I primi atti da neo sindaco? «Nei prossimi giorni inizierò subito a lavorare per formare la squadra degli assessori – è la risposta di Cavaglià – che comunicherò durante il primo consiglio che terremo nei prossimi 10 giorni in modo da riprendere al più presto con l'ordinaria amministrazione». Contento della vittoria? «Sì – conclude Cavaglià –. Questo successo mi spinge a continuare su questa strada con rinnovato entusiasmo e impegno». In Consiglio, oltre a Cavaglià e a Rattalino, siederanno Tonino Prochietto, Stefania Bosio, Andrea Raspo, Mirko Fissore, Alessandro Allasia, Luciano Alesso e Mario Luigi Risso per la lista “Monasterolo Insieme”, mentre per “Costruire insieme” entreranno Giovanni Grosso e Massimo Allasia. «La lista “Costruire insieme” è soddisfatta del risultato elettorale, essendosi confrontata con una lista nata 30 anni fa, che non ha vi-

Elezioni europee e regionali

Inversione di tendenza Inversione di tendenza a Murello. Il Pd è il primo partito, mentre perdono terreno Forza Italia e Lega Nord, da sempre partiti maggioritari nel nostro comune. Sia per le regionali sia per le europee, il Pd si attesta infatti al primo posto nelle preferenze dei murellesi, con 85 voti (23,09%) alle regionali e 127 (28,41%) alle europee. Nel primo caso, i voti al Pd si aggiungono a quelli delle liste che formano la coalizione a sostegno di Chiamparino, per un totale di 177 voti (39,50%) a favore del candidato di centro sinistra. I voti accordati alla coalizione di centro destra, che comprende, tra gli altri, Forza Italia (67 voti) e Lega Nord (50 voti), sono invece 124 (27,67%). Rispetto alle precedenti elezioni regionali (marzo 2010), il partito di Berlusconi ha perso 90 voti (16% circa), e un analogo crollo si registra per la Lega Nord. Il M5S ha ottenuto 71 voti (15,84%), in netto calo rispetto alle politiche del febbraio 2013, quando aveva ricevuto 120 preferenze al Senato e 129 alla Camera. Seguono Guido Crosetto con 58 prefe-

Parlamento europeo a Strasburgo

renze ed Enrico Costa con 15 voti. Per quanto riguarda le preferenze accordate ai singoli candidati in qualità di consigliere, emergono Gianna Gancia (Lega Nord, 13 preferenze), Graglia (Forza Italia, 12 preferenze), Valmaggia (Chiamparino per il Piemonte, 8 preferenze), Sacchetto (NCD, 6 preferenze), e Allemano (PD, 5 preferenze). Alessandro Forno, candidato per il gruppo Destre Unite di Pichetto, e capogruppo di minoranza a Murello, ha ricevuto 3 preferenze. Il risultato delle regionali è analogo a quello delle europee: Pd primo partito con 127 voti, seguono Forza Italia (115 voti) e M5S (73 voti). Silvia Godano

Vignaduzzo condannato a 6 mesi Lunedì 26 maggio il Tribunale di Cuneo ha condannato Ruggero Vignaduzzo a 6 mesi di carcere per falsità ideologica in atto pubblico.Vignaduzzo alle elezioni comunali del 2012 si era presentato candidato sindaco, contro Miniotti, alla guida di una lista Fiamma Tricolore senza essere in possesso dei requisiti richiesti dalla legge per candidarsi, in quanto era stato giudicato e condannato anni prima per una serie di reati con le armi.

sto rinnovamento tra i consiglieri eletti, ad eccezione di un giovane consigliere». Così il capogruppo dell’opposizione Filippo Rattalino vuole replicare alla vittoria di Cavaglià. «Per rispetto e l’interesse di tutti i cittadini di Monasterolo nel ruolo di gruppo di opposizione – continua Rattalino, già pervaso da spirito battagliero – chiederemo alla maggioranza di attivarsi per la costruzione della scuola materna e per ogni altra iniziativa amministrativa che torni di massimo vantaggio per tutti i cittadini di Monasterolo». Paolo Biancardi

Filippo Rattalino

VILLANOVA Finale

A sorpresa esce Alberto

Simone Alberto

Sorpresa alle elezioni comunali di Villanova. I rumors davano, infatti, per sicuro vincente Silvano Battisti (lista “Uniti per Villanova”) e piazza d’onore per Simone Alberto (lista “Liberi e Uniti per il bene del paese”). Ma la sorpresa, si sa, è sempre dietro l’angolo, In questo caso quello di piazza Vittorio Emanuele II. Lo scrutinio finale vede prevalere, invece, Simone Alberto con 276 voti (52,07%) e, distanziato di 32 voti, Silvano Battisti (244, 46,03%). Irrilevanti i 10 voti (1,88%) della lista “Destre Unite”. «La nostra lista, “Liberi e Uniti per il bene del paese”, è risultata vincitrice a queste elezioni comunali di Villanova Solaro – questa la nota del gruppo di Alberto che, dopo alcune legislatu-

re torna a sedersi sulla poltrona di primo cittadino –. È stato un ottimo risultato raggiunto con fatica e con molto impegno da parte di tutti i candidati». Forse i primi a non credere di avere vinto sono stai proprio i sostenitori di Alberto. «Euforia e festeggiamenti ci hanno accompagnato nella sera dopo gli spogli elettorali e ora ci accingiamo ad assumere ognuno il proprio ruolo all’interno di questa nuova amministrazione comunale, in maniera tale da poter operare per perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati». Uno di questi? «Primo fra tutti ristabilire un clima più disteso e collaborativo all’interno del nostro paese e, parallelamente, un profondo impegno nel garantire il nostro appoggio a tutti i cittadini». Di seguito i consiglieri che sono stati eletti. Silvano Battisti, Giacomo Bolla e Marco Vanzetti per “Uniti per Villanova”. Roberta Bertero, Roberto Botta, Federico Candellero, Simona Ghersi, Stefano Giordana, Franco Paolo Pagliuzzi e Marco Martinengo per la lista di maggioranza. «Questa sconfitta di misura sul nuovo sindaco Alberto ci inorgoglisce per il duro lavoro svolto in questo periodo – dice Silvano Battisti –. Abbiamo dato a Villanova la possibilità di una scelta,

ma trattandosi di una lista estremamente giovane l'elettorato ha premiato l'esperienza». Prossimi passi? «Rappresentando quasi metà paese, io e miei due consiglieri saremo a disposizione della nuova maggioranza per un percorso costruttivo e di rapporto, per garantire le migliori cose al nostro amato paese». Qualche ringraziamento? «Voglio ringraziare il nostro elettorato e le persone che hanno affrontato questa tornata elettorale insieme a me. Auguro buon lavoro ad Alberto e a tutto il suo gruppo, ringraziandoli per questa campagna elettorale estremamente corretta, svolta con reciproco rispetto da entrambi i gruppi». Paolo Biancardi

Silvano Battisti

di stagione con il pranzo sociale alla “baracca”

Pescatori: si sono conclusi i raduni Venerdì 25 aprile, con il quinto ed ultimo raduno, si è conclusa la prima parte della stagione per l’associazione Pescatori di Villanova Solaro. Quest’anno, a differenza della passata stagione, tutti e 5 i raduni sono stati accompagnati dal bel tempo che ha permesso una partecipazione costante e numerosa da parte di tutti i soci, adulti e piccini. L’associazione ha raggiunto i 35 tesserati, tra i quali ben 7 “pierini”, tra i 6 ed i 14 anni, segno questo molto positivo di un riavvicinamento alla pesca da parte dei più giovani. In occasione di ogni raduno è stato preparato un lauto pranzo sotto la “baracca” e per questo un plau-

so è doveroso per il vice presidente Felice Grosso, il quale, con passione, impegno e facendosi promotore, ha voluto che si continuasse questa tradizione ed ha permesso che la giornata non si limitasse alla sola attività di pesca. Per la parte culinaria un ringraziamento va anche alla ditta Inalpi di Moretta che, in ogni occasione, ha offerto prodotti gastronomici, che per una parte sono stati distribuiti come omaggio a tutti i soci e per l’altra consumati nelle colazioni e pranzi. Si può pertanto dire, con grande soddisfazione, che il bilancio di questa prima parte di stagione è stato molto positivo e appagante.

Un momento del raduno di pesca

VOTTIGNASCO

Uno dei pranzi che si sono tenuti sotto la “baracca”

«Colgo l’occasione – ha detto il presidente del sodalizio Massimo Tavella – per ringraziare tutti i membri del direttivo, Felice, Arnaldo, Federico, Enrico e Michelangelo, per l’impegno e la costanza dimostrati non solo in occasione dei raduni, ma in tutta quella che è la fase preparatoria e soprattutto di pulizia della bealera, dell’area della “baracca” e delle aree verdi circostanti. Un ringraziamento va anche alla Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, all’Amministrazione comunale ed a tutti coloro, imprese o singoli, che con il loro contributo hanno permesso che la nostra associazione, anche quest’anno, sia rimasta attiva e propositiva». La stagione però non si conclude

qui, poiché domenica 8 giugno, presso la “baracca” dove si svolgono i raduni, si terrà il pranzo sociale, con una grande costinata e con l’estrazione di piccoli omaggi, al quale sono invitati non solo i pescatori, ma anche le famiglie. Per motivi organizzativi e logistici, le iscrizioni dovranno pervenire ai membri del direttivo entro martedì 3 giugno. Il costo è di 10 euro per gli adulti e 5 euro per i pierini. I riferimenti telefonici si possono trovare sul retro della tessera associativa. L’ultimo appuntamento di pesca sarà domenica 28 settembre, per il raduno in occasione della festa patronale. Pa. Bi.

Rielezione per la “sindachessa”

Costamagna: «Questa vittoria è la risposta al mio operato» « Voglio ringraziare i cittadini di Vottignasco – esordisce Daniela Costamagna, riconfermata sindaco del paese –. Questa vittoria è la risposta al nostro operato. In questi anni io e la mia squadra abbiamo lavorato mol-

to, e continueremo a farlo allo stesso modo per non deludere il nostro elettorato. Continuerò ad essere il sindaco di tutti – aggiunge – come sempre ho fatto, perchè alla fine il bene paga sempre, ed in abbondanza».

Cena post-vittoria per la lista della sindachessa Costamagna

28 5 2014  

Giornale locale

28 5 2014  

Giornale locale

Advertisement