Issuu on Google+

a pagina 8

y(7HC2D9*RRTKKM( +$!"!:!z!?

VERSO IL VOTO Pd e Sel: niente veti all’Udc e stop all’Idv. Vendola: mi candido alle primarie

QUOTIDIANO

DI CAGLIARI

Anno II Numero 212 Giovedì 2 agosto 2012 0,80 Euro

OLIMPIADI Molmenti prende l’oro con la canoa Pellegrini e la staffetta deludono col 7° posto

alle pagine 18-19

VIA DANTE Emorragia fatale dà alla luce il figlio e muore n Simonetta Sulis, 37 anni, originaria di Samugheo ma da tanti anni residente a Cagliari, è morta martedì notte in un letto della clinica Villa Elena dopo aver partorito il suo secondo figlio. La donna da due anni lavorava come ginecologa nella struttura dove aveva scelto di far nascere il bambino. È arrivata in clinica con una dilatazione quasi completa, tanto che il piccolo ha rischiato di venire

al mondo in auto. I colleghi hanno fatto di tutto per cercare di salvarla, e se all’inizio sembrava che tutto fosse andato per il meglio, è sopravvenuta una grave emorragia che non le ha lasciato scampo. Disposta l’autopsia. Marcello Zasso a pagina 11

STRADE INFINITE .

.

CRONACHE

A Roma Vertice a vuoto e Alcoa rischia la chiusura n I tedeschi del fondo Aurelius si sfilano al ministero e per Alcoa ritorna l’incubo chiusura. Ancora un mese di tempo per le offerte, poi il blocco degli impianti. Francesca Ortalli a pagina 7

Regione ”Promozione” nuova nomina per Mariani n Cappellacci firma un nuovo incarico per Mariano Mariani: cinque anni alla guida dell’agenzia “Sardegna Promozione”. a pagina 6

Cantieri delle statali, sindaci e Regione contro l’Anas Interventi di messa in sicurezza della 554 e della 130, arriva un doppio attacco contro la Spa che gestisce le strade. I sindaci dell’area vasta, con Massimo Zedda in testa, lanciano un appello

alla presidente del consiglio regionale Claudia Lombardo: «Impossibile un dialogo con l’Anas, che chiude gli accessi di attività commerciali e abitazioni per i suoi cantieri». Un affondo an-

che dal vicepresidente del Consiglio Michele Cossa: «Basta con la società in Sardegna» Vincenzo Garofalo alle pagine 2-3

LA MOSTRA IL COLORE DI PAUL KLEE INCANTA ANCHE I PIÙ PICCOLI a pagina22

Brotzu Spunta il giallo sui documenti del parcheggio n L’ospedale ha inviato delle carte che sospenderebbero la demolizione, ma non si trovano. Mentre arrivano le ruspe finte. a pagina 14

Dal Comune Ecco la revoca per Cellino al Sant’Elia n Il 16 luglio la notifica del Municipio che toglie lo stadio al Cagliari e il Progetto Sant’Elia è pronto per giocare la serie D. a pagina 16


2

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

GIUNGLA D’ASFALTO W:138.331pt H:514.5pt

STRADE SENZA FINE Cantieri per la 554 e la 130 l’Anas finisce sotto accusa info

ZEDDA: SUBITO L’AREA VASTA Il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, spinge per l’Area vasta: «l'istituzione dell'Area Vasta deve essere tema di un'apposita legge in Consiglio regionale: consentirebbe a tutti i Comuni di usufruire dei finanziamenti europei oltre che di quelli statali».

MICHELE COSSA: «RAPPORTO CON L’ANAS INSOSTENIBILE» Il vicepresidente del Consiglio regionale, Michele Cossa: «Occorre cominciare a ragionare su una soluzione che tolga all'Anas la competenza sulle strade non di rilevanza nazionale, che devono essere gestire direttamente dalla Regione o da una sua agenzia».

GLI INCIDENTI MORTALI UNA TRAPPOLA PER CENTAURI Nel corso dei mesi si sono registrati sia lungo la Nuova 5554 che lungo la 125 numersoi incidenti stradli mortali. Nell’ultimo, sul cavalcavia a Maracalagonis, hanno perso la vita due persone.

IL VERTICE Tutti i sindaci dell’area vasta di Cagliari protestano con la Regione: «Incertezza sui finanziamenti dei progetti e nessun coinvolgimento degli enti locali». Lombardo in campo n Tutti contro l’Anas. Sindaci dell’Area vasta di Cagliari e Consiglio regionale puntano il dito contro la società nazionale delle strade per i metodi e i ritardi sull’attuazione dei progetti di miglioramento delle statali 554 e 130. Ieri i primi cittadini dei Comuni che gravitano attorno alle due principali arterie stradali della Sardegna meridionale hanno incontrato il presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo, e i capigruppo dell’assemblea di via Roma per sollecitare la politica che conta sulle problematiche delle due strade che servono un bacino di 440 mila abitanti. IL VERTICE La delegazione, guidata dal sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, ha chiesto ai rappresentanti dell’Assemblea regionale di richiamare l’attenzione della Giunta regionale sulle risorse destinate alla messa in sicurezza delle importanti arterie viarie. I sindaci hanno sottolineato l’assenza di un quadro strategico complessivo, che coinvolga tutta l’area vasta di Cagliari, e l’impossibilità di confrontarsi con l'Anas, rea di chiudere gli accessi

alla viabilità comunale penalizzando le attività produttive. Soluzioni sulle quali i Comuni vorrebbero dire la loro, se solo l’Anas cercasse degli interlocutori. Proprio la mancanza di dialogo fra l’ente stradale e le amministrazioni locali è stata la principale lamentela dei sindaci. L’altra critica riguarda i fondi disponibili per la trasformazione delle due strade statali e i tempi per la realizzazione degli interventi. Per giugno era stata promessa la presentazione dei progetti definitivi, ma ad agosto di quei piani esiste solo l’ombra dei progetti preliminari. Si tratta di piani studiati per mettere in sicurezza le strade eliminando gli incroci a raso. Progetti avviati dalla giunta regionale del 2008 e che all’origine prevedevano, la sistemazione e l’adeguamento dell’attuale 554, relativamente ai circa 14 km che attraversano l’area metropolitana cagliaritana dal Comune di Cagliari a quello di Quartu S. Elena, toccando i territori di Selargius, Monserrato e Quartucciu. Al termine del vertice il presidente Claudia Lombardo si è impegnata a sollecitare la Giunta affinché intra-

prenda tutte le iniziative utili a trovare una soluzione sulle questioni sollevate dai sindaci in merito soprattutto ai rapporti con l’Anas. Contro i metodi dell’Anas nella chiusura degli accessi che bloccano la viabilità, il vicepresidente del Consiglio regionale, Michele Cossa: «Prima di iniziare i lavori di messa in sicurezza della Statale 130 è necessario che sia realizzata la viabilità alternativa. Non possiamo penalizzare aziende, lavoratori e famiglie che non hanno alcuna colpa». Fortemente critici i sindaci: «La mobilità è uno dei temi fondamentali all'interno del Piano intercomunale, riconosciuto da tutti i sindaci. In questa direzione il reperimento di risorse per la metropolitana leggera e per la 554 consentirà di consegnare alle cittadine e ai cittadini infrastrutture strategiche per la mobilità, in quella che ci auguriamo a breve sarà riconosciuta dalla Regione come Area metropolitana», spiega il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda. «Volevamo sensibilizzare il Consiglio su un problema, quello delle due principali arterie del Cagliaritano, che non viene affrontato con la giusta attenzione. Si parla tanto di progetti, ma dove sono i finanziamenti? E i lavori, quando potranno partire?» commenta il sindaco di Selargius, Gianfranco Cappai. V. G.

PULA Arrestato il capo della polizia municipale n Il comandante della polizia municipale di Pula Ignazio Brancolini, di 56 anni, e il rappresentante di zona della società Open Software, Ferruccio Spiga, 55 anni di Sestu, sono finiti agli arresti domiciliari con le pesanti accuse di turbativa d’asta e corruzione mentre il solo Brancolini deve rispondere anche di falso ideologico. Stando a quanto accertato dalla Guardia di Finanza di Sarroch, che si è occupata delle indagini, il capo della muncipiale e il fiduciario della società sarebbero riusciti a pilotare la gara per il servizio di gestione delle multe elevate alle auto con targa estera. L’accordo tra Brancolini (difeso dall’avvocato Carlo Amat) e Spiga (difeso dall’avvocato Luca Pennisi)

sarebbero antecedenti anche all’indagine conoscitiva avviata per l’assegnazione servizio, tanto che da questa sarebbe stata esclusa una ditta che in precedenza aveva fatto un’offerta vantaggiosa. I fatti contestati vanno dal 2010 al 2011, quando i due si sarebbero accordati per far vincere il bando alla Open Software riuscendo a far risultare più conveniente l’offerta di quest’ultima. Società che

L’INCHIESTA Col responsabile di una società è accusato di aver manovrato l’appalto per le multe agli stranieri

quindi si aggiudicó il servizio temporaneo, della durata di 9 mesi, per le notifiche fuori dall’Italia delle sanzioni elevate dalla municipale di Pula. In cambio, sempre stando all’inchiesta, Brancolini - grazie all’aiuto di Spiga, sarebbe riuscito a far assumere suo figlio alla Open Software con un contratto a progetto. Una prestazione lavorativa mai realmente effettuata, ma regolarmente pagata. L’inchiesta era partita alcuni mesi fa, dopo una serie di perquisizioni è arrivata la svolta di ieri. Su richiesta del pm Marco Cocco, che coordina le indagini, il gip Cristina Ornano ha firmato l’ordinanza per le misure cautelati eseguite dalle Fiamme Gialle. Maddalena Brunetti


3

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

DISAGI Chiusura delle gallerie e traffico in tilt n «L’Anas comunica che sulla strada statale 125 VAR “Orientale Sarda” sono provvisoriamente chiuse al transito le gallerie “Bruncu Su Campu” e “Arcu sa porta”, dal km 7,000 al km 15,000, in direzione Cagliari». Questa è la comunicazione di domenica scorsa da parte dell’Anas. E non si tratta di certo di un evento straordinario, perché quando i cagliaritani vanno al mare verso Villasimius e Costa Rei, non riescono a rientrare. «La chiusura è stata predisposta per ragioni di sicurezza, a causa della permanenza di numerosi veicoli in galleria per il traffico intenso», spiegava l’Anas. Un fatto sistematico e non ci sono partenze intelligenti che tengano. La nuova 125 è nata male, concepita per un moderato traffico verso l’Ogliastra, senza calcolare le migliaia di auto che la percorrono concentrate in poche ore. Una grande opera di ingegneria stradale con lunghi cavalcavia e profonde gallerie, ma tutta con una sola corsia per senso di marcia. Una valanga di milioni sarebbe necessaria per allargare strada, cavalcavia e gallerie: un’impresa titanica di difficile realizzazione. Poi si arriva alla confluenza nella rotonda di Riu Murtaucci, che ora tutti chiamano Is Canaleddus, con il tappo che crea la coda tanto sulla nuova 125 quanto sulla litoranea. Non è ancora stato concluso l’ultimo tratto che collegherà la nuova Orientale allo svincolo di Terramala, dove parte la nuova 554. Un’altra strada in cui si sono aperte tante voragini quante inchieste. Le prime delle quali partite

info

NUOVA 554 La strada era stata chiusa al traffico per una voragine e la Procura aveva aperto un’inchiesta.

NUOVA 125 La domenica sera migliaia di auto la prendono d’assalto e le gallerie vengono chiuse.

ancora prima della fine dei lavori, proprio per lo svincolo di Terramala che non avrebbe seguito il corso naturale previsto per non disturbare alcuni terreni. L’intero tratto della nuova 554 è stato realizzato dall’Ati composta da Safab, Ge.Co.Pre. e Della Morte, con un importo a base d’asta di 63 milioni e 463mila euro e un costo finale di 74 milioni e 627mila euro. Il nome della Safab, capofila dell’Ati, è stato in più circostanze associato alla mafia, tanto che nel 2009 e nel 2010 alla società è stata negata la certificazione dell’antimafia che esclude l’assenza di rapporti con le cosche e permette di partecipare ai bandi pubblici. Nella strada veloce e nuova l’anno scorso si è aperta una voragine, che l’Anas per mesi ha cercato di rattoppare. Ma a settembre la situazione è degenerata ed è arrivata la chiusura al traffico nel tratto dal chilometro 0,9 al 6,5 in località Santu Lianu. Contestualmente la Procura ha aperto una nuova inchiesta per fare luce sulla voragine che si è aperta su una strada costosa e relativamente giovane. Ora procedono i lavori per realizzare lo svincolo che collegherà la nuova 554 alla vecchia 125 nella zona del Simbirizzi. una volta ultimato quel collegamento il traffico sarà più veloce e snelllo, salvo poi confluire sulla vecchia 554, che già è una delle strade più odiate dai caglairitani. Il timore degli amministratori locali interessati è che senza gli interventi adeguati il problema del traffico non verrà così risolto, ma solo spostato. M.Z.


4

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

OPINIONI GENITORI TOSTI

IL CORMORANO E LA SDRAIO PER UN SORRISO di MARISA MELIS

A

rrivo al mare e vedo i due parcheggi riservati ai disabili occupati. Penso ai soliti furbetti, a noi ovviamente non serve quel parcheggio riservato, ma a tanti è utile. I posti erano veramente occupati dagli aventi diritto. In spiaggia i disabili ieri erano parecchi. I parcheggi sono vicinissimi alla spiaggia, peccato quei due macigni enormi, messi da chissà chi a creare problemi (prima qualcuno aveva sbarrato completamente l’ingresso) a chi arriva con la carrozzina o con le sdraie della Job. I familiari di queste persone devono barcamenarsi per riuscire ad entrare con il disabile nel varco fra i due sassi. La spiaggia di Santa Luria non ha le pedane per agevolare il transito dei disabili, ma ha di buono appunto la vicinanza alle vetture, poi è accogliente, anche se quest’anno è notevolmente più stretta e le mareggiate hanno portato nell’arenile parecchie pietre. In spiaggia le sdraie Job sono un valido aiuto per i disabili. Sono quelle seggiole con delle grosse gomme gialle che possono camminare sulla sabbia e sui sassi, permettendo al disabile di poter essere accompagnato sin dentro l’acqua a fare il bagno stando completamente seduto. Una comodità che non tutti possono permettersi, infatti quelle sdraie non sono fornite dal servizio sanitario nazionale. Il suo costo supera i settecento euro per un modello spartano. Logicamente avere il parasole o i braccioli ecc. comporta un costo aggiuntivo. Ho visto altri familiari seguire il disabile dentro l’acqua con il salvagente. Ho osservato queste persone che rilassate e divertite si godevano la gioia di un bagno. Parecchi anni fa era difficile vedere tante persone disabili motori al mare. Chiacchierando in spiaggia poi scopri che tanti possono farlo perché aiutati dal contributo della 162/98 che permettono al disabile d’avere una persona che li coadiuva nelle uscite. Ogni mattina verso mezzogiorno in mare, arriva un cormorano che si tuffa in mezzo alla gente vicinissimo alla riva, attirando l’attenzione di tutti i bagnanti. Bellissimo spettacolo, da immortalare con la telecamera e mostrare a tutti gli amici. Caspita, viviamo in un angolo di paradiso. Sognando e sperando che un domani (cosa improbabile visti i tempi difficili) quelle sdraie possono essere degli ausili compresi nel Nomenclatore Tariffario degli Ausili per i disabili, mi godo lo spettacolo del cormorano che fa il bagno in nostra compagnia.

il semaforo

C’ERA UNA VOLTA .

.

l DUSTIN HOFFMANN

Star di Hollywood Quando un difetto fisico diventa un punto di forza. «Da ragazzino mi prendevano in giro per il mio naso. Arrivavano anche a chiamarmi “ebreo”». A dirlo è una delle star del cinema più amate. Che però aggiunge: «Mai pensato di rifarmelo, ormai me lo tengo: mi rende diverso dagli altri». Oltre al talento e alla classe innata, of course.

l EVANDER HOLYFIELD

Ex campione dei pesi massimi «Era difficile riconoscermi, avevo un cappellino da baseball...». Mastica amaro l’ex pugile, trattato come uno spettatore qualsiasi dai cronisti dell’Nbc, che lo hanno intervistato senza avere la minima idea di chi lui fosse. Se avesse mostrato l’orecchio sbocconcellato (colpa di Tyson) non ci sarebbero stati problemi...

l FILIPPO MAGNINI

Nuotatore azzurro «I social network sono pieni di gente cattiva», cinguetta triste su twitter dopo il flop olimpico. Le numerose critiche subite non gli sono andate giù. «Siete tutti dei falliti, ma spero che i vostri figli, a differenza vostra, si possano realizzare nella vita». E meno male che l’importante è partecipare. Dite a Re Filippo che il trono vacilla.

Associazione Genitori Tosti

L’ITALIA BIANCONERA E LO STILE JUVENTUS di Luigi Coppola

L

a forza trainante della rappresentazione del potere sulla carta stampata, in radio e in tv era tale che con il provincialismo spagnolesco che ci caratterizzava e ancora ci caratterizza (grandi riverenze ed ossequi al potere!) per anni, tantissimi, per non citare gli Agnelli, si è parlato di stile Juventus. Un fatto di costume, di cultura, di tradizione. L’ultimo esempio palese in occasione della vicenda di calciopoli. I vertici bianconeri, guarda caso francesi e ovviamente con l’erre moscia, apparvero in grandi ambasce, presero le distanze da Moggi e soci, augurandosi che la giustizia sportiva non facesse sfracelli. Quando la sentenza tolse due scudetti, retrocesse la squadra solo in serie B sia pure con forte penalizzazione la società e il collegio di difesa quasi mostrarono sollievo. Lo stile Juventus fu ancora una volta all’altezza della situazione. A distanza di cinque anni, il nuovo stile Juventus rappresentato dall’ultimo discendente degli Agnelli, è totalmente cambiato. Si contesta la federazione, si rivendica la conquista sul campo di 30 scudetti e via dicendo. Non è colpa del giovane Agnelli collocato dal potente cugino Elkann a governare il club calcistico di famiglia, ma è colpa dell’assenza di riferimenti positivi che hanno lasciato il posto ad altri, di segno diverso. L’esempio viene dal-

la attuale vicenda del tecnico Antonio Conte, implicato in qualche modo nel nuovo scandalo del calcio. Alle prime notizie intorno al suo nome smentisce con forza, si dice sicuro di essere totalmente estraneo. Poi viene interrogato dalla procura federale. Dichiara che è andato tutto bene, che non ha alcunché da temere. La società, comunque, si dice vicina al suo tecnico che gode della piena fiducia. Ora Conte è disposto a patteggiare una squalifica di tre mesi (agosto, set-

Era un esempio di fair play ma oggi è cambiato tutto, come nel caso Conte E non è solo colpa del giovane Agnelli tembre, ottobre) per tornare in attività a novembre quando, ha annunciato, dirà la sua. Richiesta rigettata dalla Disciplinare perché ritenuta non congrua. Con la Juve che dichiara guerra chiedendo la ricusazione dei giudici. Nel frattempo sono venuti fuori anche nomi di giocatori attualmente nella Juventus. La società ha allestito un consistente collegio difensivo. Patteggiamento per tutti, in pratica. Se una volta lo stile juventino era portato ad esempio di fair play, anche se ben corroborato da un potere che incuteva soggezione per il

IL PERSONAGGIO . Sir Paul stecca e ormai è pronto per la pensione di Stefano Lavori

solo fatto di esserci (ne sanno qualcosa generazioni di arbitri), oggi come si può sintetizzare il nuovo stile? Forse dicendo ai giovani, che ancora guardano al mondo del calcio con grande interesse, che è importante riuscire ad arrivare in un grande club (non solo Juventus, ma anche Inter o Milan). In caso di “caduta” serve un paracadute molto grande che solo i grandi club per mezzi economici, potere politico in termini sportivo, possono mettere a disposizione dei propri tesserati.

A ben osservare non è più lo stile Juventus (con buona pace dell’avvocato Agnelli) ma è lo stile che ha avuto grande spazio nell’Italia degli ultimi vent’anni: non ha torto chi commette un illecito, un reato, bensì chi avvalendosi delle leggi in vigore e valide per tutti cerca di farne rispettare le norme. Insomma sorge il dubbio che alla fine dovrà essere il procuratore federale Palazzi a giustificare le sue richieste e non invece chi, stando alle accuse, a conoscenza di illeciti tentati o reali non ne ha dato notizia alla Federcalcio!

. SARDEGNA QUOTIDIANO

n Ma è lui oppure Angela Merkel con una giacchetta tutta tempestata di Swarovski? Ma no, forse è Gianni Morandi che canta Hey Jude. Na-nan-nanananaaaa-nanananaaaa-heyjude... Che fa, stecca? No, non può essere “Macca”. Cancelliamo tutto, torniamo indietro. Avevamo fatto finta di niente. Non volevamo infierire su una leggenda chiamata a regalare un momento di spettacolo. Era bastato far finta di abbassare l’audio nella parte finale della cerimonia inaugurale di Londra 2012. Niente stecche, niente pasticci. Ce lo vogliamo ricordare ai tempi d’oro. Non volevamo ma ci hanno pensato i sudditi di sua maestà Elisabetta II a smontare pezzo per pezzo l’imbarazzante

performance di sir Paul McCartney di qualche giorno fa. Commenti acidi, rimbrotti severi, consigli per appendere la chitarra (il basso, il pianoforte) al chiodo. La stampa e i fan sono stati impietosi: «È stato come vedere un vecchio pugile che tenta l’ultimo colpo prima di finire al tappeto», ha scritto un lettore deluso sul Daily Mail. «Caro Paul, it’s time to let it be», ha rincarato la dose un altro. Insomma, caro Paul, forse è il tempo della pensione. Avremmo voluto ricordarci di lui ai tempi d’oro, dicevamo. Purtroppo le ultime immagini in mondovisione sono come un dipinto con la vernice ancora fresca. Eccolo, è lui. Sale sul palco. Ma no, forse è la Merkel con una delle sue giacchette.

BARONETTO Paul McCartney

Direttore Fiorentino Pironti Vicedirettore Alessandro Ledda Editore Società Cooperativa Giornalisti Sardi Presidente Antonio Moro Sede legale viale Marconi 60/A 09131 Cagliari Redazione Centro Direzionale “Pittarello” ex SS 131 km 10,8, 09028 Sestu (CA) tel. 070/2330660, fax 070/2330678 Mail redazione@sardegnaquotidiano.it Stampa Grafiche Ghiani SS 131 km 17,450, 09023 Monastir (CA) Pubblicità tel. 070/2330660, fax 070/2330679 Progetto grafico Alberto Valeri Srl Registrazione Tribunale di Cagliari n. 7 del 27/04/2011


5

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

LETTERA APERTA

PATTO DI SINDACI PER RILANCIARE IL MEZZOGIORNO

notizie inutili

LA FOTOSEQUENZA .DI ESTIQAATSI

.

A VOLTE RITORNANO LA TOMMASI E L’EX PIZZICATI A FREGENE

C

aro sindaco Zedda, come avrai appreso dalla stampa i sindaci di Palermo, Napoli, Bari e Lamezia Terme si sono riuniti per sancire una alleanza per riportare al centro dell’agenda politica diversi temi: dalla lotta alla criminalità organizzata, ai rapporti con l’Europa e i paesi del Mediterraneo, e ad una maggiore partecipazione dei Comuni nella spesa dei fondi comunitari. I tuoi colleghi, Luigi De Magistris, Leoluca Orlando, Michele Emiliano e Gianni Speranza, hanno lanciato un appello agli altri amministratori delle altre città poiché i sindaci rappresentano un ammortizzatore democratico rispetto alle tensioni del Paese. Quello che sta nascendo è un patto di azione comune per avere una maggiore capacità di interlocuzione con gli altri livelli di governo e per mandare un messaggio alle comunità nazionali: in pratica la rete che sta nascendo è aperta ad ogni percorso politico. A breve ci sarà un incontro con il presidente dell’Anci per illustrare le opportunità che il Sud può offrire per il riscatto della nazione. Una proposta che sarà presentata anche al ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca con la quale i primi cittadini denunceranno il totalitarismo e l’inefficienza delle politiche regionali contestando la totale assenza del governo centrale chiedendo a gran voce i fondi europei che potrebbero essere lo “spin off” economico di molte città del meridione. Ti chiediamo pertanto di valutare se aderire al patto in oggetto, con l’adesione di Cagliari infatti si rafforzerebbero le capacità innovative delle città del sud aderenti grazie anche alla promozione e lo scambio di buone pratiche, la realizzazione di progetti in cooperazione e l’incremento della capacità di poter arrivare piu’ facilmente a finanziamenti comunitari.Ci mettiamo sin d’ora a disposizione per organizzare in città un incontro per poter discutere di questa collaborazione. Ferdinando Secchi Giovanni Dore Consiglieri comunali Italia dei Valori

n L’ex le fa sempre l’effetto placebo. Sara Tommasi si prende una pausa dai gossip, le dichiarazioni contraddittorie, i filmini hard, gli alieni e molto altro ancora. Doveva andare in Costa Smeralda, invece è stata pizzicata a Fregene insieme ad Alessandro Nucciatelli. Per i due prima un pranzo poi una discesa in spiaggia, per prendere un po’ di sole sul lettino.

MAMME COL BLASONE MAGDA PRESTO MAMMA: «AMO IL MIO HEINRICH» n Con nobile austriaco Heinrich Friedrich Wilhelm Hanau Von Schumberg è andata a nozze segretamente. Ora Magda Gomes è felice e si gode la sua prima gravidanza, come ha svelato a Chi. «Nei giorni dell’Isola dei famosi» ho pensato che al ritorno sarei andata da lui e non l’avrei più lasciato», ha dichiarato la Gomes.

PATERNITÀ RIMANDATA DE MARTINO CI PENSA: «CON BELEN ASPETTO»

n Da quando sta con Belen Rodriguez è sempre in cover. Stefano De Martino, il ballerino di Amici, ormai è una star, ma non un futuro papà, come già spiegato dalla fidanzata argentina. «Per il momento no. Ogni volta che mi fidanzo lo dicono. Però mi piacerebbe».

UNA MEDAGLIA DA RE I WINDSOR IN FESTA PER L’EXPLOIT DI ZARA n Grande festa a Buckingham Palace per la medaglia d’argento per la prova di equitazione a squadre conquistata da Zara Phillips a Londra 2012, il primo membro della famiglia reale a salire sul podio olimpico. In tribuna, a fare il tipo per la nipote della regina Elisabetta, c’era quasi tutta la casata dei Windsor.

Le Pussy Riot anti-Putin e un po’ pentite Maria Alyokhina, 24 anni, Nadezhda Tolokonnikova, 22 e Yekaterina Samutsevich, 29, rischiano una pena di 7 anni: le tre ragazze della banda di punk rock “Pussy Riot” sono accusate di teppismo e incitazione all’odio religioso per aver registrato nella cattedrale di Mosca il video di una canzone anti-Putin. Nei giorni scorsi le Pussy Riot hanno denunciato di aver subito «torture» in

prigione. «Non posso partecipare a questo processo, non ho potuto dormire e mangiare», aveva denunciato Maria Alyokhina. Il loro avvocato, Violeta Volkova (foto 3), ha chiesto scusa a nome delle tre detenute: «L’errore sta nel fatto di aver portato in chiesa il genere musicale che stiamo elaborando e se qualcuno si è sentito offeso riconosciamo di aver commesso un errore etico».

notizie incredibili REGALI INGOMBRANTI IL MAIALE DOMESTICO DIVENTATO UN GIGANTE

AMORE MOLESTO FA SERENATA ALLA EX MA FINISCE IN CELLA

L’IDIOTA DEL GIORNO RAPINA CON MASCHERA MA È SENZA I BUCHI

Il marito le aveva regalato un maialino, come ormai va di moda tra i Vip. Solo che quel cucciolo è cresciuto e oggi è diventato un gigante di oltre 150 chili. Ora Modella, il nome del maiale, vive nel loro appartamento e passa le giornate in casa a guardare la tv sul suo divano che i padroni hanno dovuto rinforzare perche non finisse schiacciato sotto il peso del suino. «Non so cosa sia successo», ha spiegato il suo padrone al The Sun, «Forse l’abbiamo un po’ sovralimentato, ma non ci da alcun fastidio. Grugnisce quando ha bisogno della toilette e utilizza un vasino».

A volte la differenza tra corteggiamento romantico e vero e proprio stalking è davvero sottile. L’ha scoperto un operaio di 34 anni emiliano. Il giovane ha avuto la brillante idea di riconquistare la sua ex con una serenata, ma ha finito la nottata in cella. L’episodio è accaduto vicino a Ravenna, precisamente nella città di Lugo. Il govane era stato denunciato pochi mesi fa dalla donna per molestie sessuali, ed è anche stato accusato di oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, visto che ha affrontato in uno scontro corpo a corpo gli agenti dei carabinieri.

Non tutte le rapine riescono col buco. Ne sa qualcosa il malvivente che ha tentato un colpo in un drugstore americano. Appena varcata la soglia di ingresso ha estratto una pistola e si è infilato una busta di carta in testa, da usare come maschera. Ma il ladro non si è dimostrato certo una volpe visto che si è dimenticato di fare i buchi per gli occhi. Così ha dovuto cambiare idea e, disorientato, ha tentato di minacciare un espositore di chewingum. I commessi infatti si erano allontanati da lui. Alla fine il rapinatore idiota si è tolto la “maschera” e se l’è data a gambe.


6

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

DAL PALAZZO

SARDEGNA PROMOZIONE

Nuova super nomina per Mariani n Mariano Mariani conquista la poltrona di capo dell’agenzia regionale “Sardegna Promozione”. E il decreto di nomina firmato dal presidente della Giunta, Ugo Cappellacci, lo proietta ai vertici dell’ente anche per la prossima legislatura, considerato che la durata dell’incarico è fissata in cinque anni e che alla scadenza naturale della legislatura del centrodestra mancano solo diciotto mesi. Mariano Mariani in questi ultimi anni ha ricoperto incarichi un po’ ovunque, dai Comuni a Villa Devoto passando per consulenze e commissariamenti, partito dalla direzione del Parco di Molentargius, è stato commissario straordinario del comune di Olbia, direttore generale dell’agenzia ormai soppressa dell’Osservatorio Economico, ex capo di gabinetto della presidenza della Giunta e sino al 31 luglio consulente a Villa Devoto. Il decreto del governatore sottolinea che «l’art. 7 dello Statuto dell’Agenzia prevede che la scelta del direttore generale avvenga con procedura ad evidenza pubblica sulla base di criteri di alta professionalità, di capacità manageriale e di qualificata esperienza nell’esercizio di funzioni attinenti ai settori operativi dell’Agenzia o individuato tra i dirigenti dell’amministrazione o degli enti regionali ai sensi della legge regionale 13 novembre 1998, n. 31». La scelta è caduta su Mariani, come spiegato nel provvedimento, «preso atto dei risultati della procedura ad evidenza pubblica attestati dalla apposita commissione selettiva». Sul tema caldo dei requisiti per le nomine negli enti e nelle società regionali si registra intanto una nuova convocazione della commissione d’inchiesta guidata dal consigliere dell’opposizione, Luciano Uras (Sel). Venerdì si discuterà del dossier e della documentazione acquisita in relazione agli incarichi le cui attestazioni dei requisiti destano più d’una perplessità in seno al parlamentino che vigila sull’applicazione delle leggi regionali. Tra i nominati “sotto inchiesta” c’è anche Mariano Mariani per la sua nomina a dirigente regionale senza l’espletamento del concorso e per la successiva nomina a commissario del Comune di Olbia dopo lo scioglimento anticipato del Consiglio Comunale. Gli atti dell’allora commissario Mariani erano stati annullati perché il neo manager di “Sardegna Promozione” non avrebbe potuto assolvere ad incarichi commissariali. A.Mo

DECRETO Cappellacci firma l’incarico che durerà 5 anni venerdì nuovo round della commissione d’inchiesta

MENO ONOREVOLI

Consiglio Avanti col taglio a 60 n Il Parlamento romano domanda : «Confermate di voler ridurre da ottanta a sessanta i consiglieri regionali della Sardegna?». La risposta del Consiglio è immediata con il parere favorevole della Commissione Autonomia che conferma il taglio di venti poltrone in Aula. Il parlamentino guidato da Paolo Maninchedda, riunito con i capigruppo, ha ribadito la sforbiciata approvata dal Consiglio e che deve essere approvata con doppia lettura alla Camera e al Senato. La Commissionesottolinea che non sarebbe opportuno discostarsi da quanto deciso dall’Assemblea sarda per evitare che l’iter legislativo riparta da zero, annullando così la possibilità che prima dello sciogliomento del Parlamento la modifica costituzionale possa registare il sì a Roma. La risposta tempestiva della Sardegna è sottolinenata dalla presidente dell’Assemblea, Claudia Lombardo: «Non vogliamo che si possa addebitare al Consiglio regionale nessun ritardo che possa allungare i tempi di revisione dello Statuto da parte dei due rami del Parlamento». «Qualsiasi modifica della decisione già

IL PARERE La commissione conferma a Roma la riduzione e boccia la proposta Palomba che rischia di vanificare la sforbiciata approvata dall’Aula rischia di far ripartire l’iter da capo e nessuno può permettersi di mettere a rischio la procedura, rinunciando alla riduzione dei consiglieri: meglio 60 che 80». Applaude anche il deputato delll'Idv, Federico Palomba che a Roma aveva presentatato la proposta che tagliava a 40 i posti in Regione. «La collaborazione tra sardi questa volta ha funzionato - dichiara Palomba - sia pure nella diversità di opinioni, affinchè l’approvazione sia veloce». Diversità di opinioni che sul tema dei tagli ai costi della politica dividono il coordinatore, Palomba e il capogruppo in Regione, Salis. Ques’ultimo in commissione ha votato (insieme a tutti gli altri partecipanti) parere contrario al disegno di legge presentato da Palomba a Roma, che riduce ulterioriormente (ri-

info

CLAUDIA LOMBARDO «Non vogliamo che si possa addebitare al Consiglio regionale nessun ritardo che possa allungare i tempi di revisione dello Statuto da parte dei due rami del Parlamento»

spetto ai sessanta) i consiglieri regionali ma che rischia di vanificare l’approvazione della modifica costituzionale. Per Salis, il ritardo con cui Palomba procede nel ritiro del suo disegno di legge (come hanno fatto, invece, in tempi utili i senatori Sanna e Cabras del Pd) avrebbe comportato il mancato pronunciamento, già nella seduta del 12 luglio, della Commissione Affari costituzionali di Montecitorio, alla legge approvata in Consiglio che taglia a 60 gli onorevoli. Intanto un altro duello interno alla maggioranza si accende sulle province sarde, dopo l’approvazione in giunta del disegno di legge che attribuisce alla province i compiti per i “centri servizi per il lavoro” (Cesil). « Il provvedimento - tuona il coordinatore dei Riformatori, Michele Cossa è totalmente da rifare perché se qualcuno non se ne fosse accorto le province sono state abolite». «I dipendenti dei Csl e dei Cesil devono transitare non alle province ma all'Agenzia regionale del lavoro - conclude il vice presidente del Consiglio - e la questione era già stata affrontata con il presidente della Regione».

POLEMICA Crisponi insorge per la recensione sul turismo gay

CAPPELLACCI E CRISPONI L’assessore al Turismo protesta con Booking.com

n Un commento, pubblicato su uno dei più noti portali web per le vacanze a portata di clic, contro una struttura ricettiva sarda che ospita i gay in vacanza manda su tutte le furie l’assessore regionale al Turismo, Luigi Crisponi che chiede di fermare «le recensioni discriminatorie». L’assessore, a tutela degli alberghi e dei resort dell’Isola ha preso carta e penna e scritto una lettera formale lettera di diffida al sito commerciale turistico Booking.com, sul quale è comparsa una commento decisamente dannosa per un hotel isolano. «In seguito alle continue e puntuali verifiche condotte sui portali turistici spiega Crisponi - e quindi anche

sul sito Booking.com, rileviamo, con non poco stupore, che nella pagina delle recensioni ne venga pubblicata una decisamente discriminatoria verso il turismo gay». In particolare, si tratta del commento di un utente che nelle scorse settimane, dopo aver soggiornato in un albergo sardo, si è visto pubblicare integralmente il commento che Crisponi giudica «offensivo». «Fer-

DIFFIDA L’assessore contro il portale Booking.com per un commento «discriminatorio e dannoso per gli hotel sardi»

ma restando la libertà decisionale del portale – dichiara l’assessore nel pubblicare le recensioni degli utenti, riteniamo offensivo ed eticamente scorretto pubblicare recensioni che rechino commenti discriminatori nei confronti di qualsiasi genere di utenti». L’assessore Crisponi chiede ai responsabili del portale turistico di «rimuovere informazioni discriminatorie verso la dignità degli individui e la libertà di orientamento sessuale dei turisti che vengono graditi ospiti in Sardegna, nonché lesive nei confronti delle strutture ricettive che li accolgono». Si attende di capire se Booking.com darà seguito alla protesta e all’intimazione dell’assessore.


7

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

ISOLA SUL BARATRO

IL FLOP ROMANO Alcoa, un mese di agonia impianti a rischio blocco IL VERTICE I tedeschi di Aurelius lasciano la partita, nessuna offerta ufficiale per l’acquisto dello stabilimento, l’ultimatum slitta di 30 giorni. Ma i lavoratori temono la chiusura definitiva

LA DENUNCIA COLDIRETTI VA ALL’ATTACCO «A CHE COSA SERVE IL CONSORZIO LATTE?» n La Coldiretti chiede trasparenza sul funzionamento del Consorzio Latte, denunciando l’inattività e rivolge alla politica 10 domande «chiare e puntuali, a cui non sono state ancora date riceve risposte adeguate». Il quesito più importante - a detta della stessa associazione - riguarda i «benefici misurabili che il Consorzio Latte ha portato al sistema ovicaprino e a quello allevatoriale sardo”. In un comunicato la Coldiretti spiega di non voler lanciare accuse o «alimentare sterili polemiche fini a se stesse», ma di «sentire il dovere di capire fino in fondo se gli strumenti creati e finanziati per migliorare le performances del comparto ovicaprino, e quindi la remunerazione del latte, stiano funzionando». «Dal 2000, anno della sua nascita, cosa ha fatto e cosa fa esattamente il Consorzio Latte e cosa ha prodotto in 10 anni per il sistema agropastorale sardo? - si chiede Coldiretti - quali e quante lavorazione ha effettuato per conto dei propri consorziati e quanto i consorziati hanno messo a disposizione del Consorzio Latte per giustificare la tenuta di uno stabilimento di 20.000 mq, concesso gratuitamente dalla Regione?».

n Solo un miracolo può salvare l’Alcoa. Ieri dopo l’incontro romano al Mise, la fumata nera: il fondo tedesco Aurelius lascia il tavolo per l’acquisizione dello stabilimento di Portovesme. L’ultimatum per trovare il nuovo proprietario slitta di un mese: le offerte d’interesse devono arrivare entro agosto, altrimenti dal primo ottobre gli americani di Pittsburgh daranno il via alla fermata progressiva degli impianti che saranno definitivamente spenti entro il primo gennaio 2013. Gli stipendi per i circa 860 operai saranno garantiti fino ad allora, poi nel Sulcis ci sarà il vuoto. In bilico complessivamente 2500 buste paga, contando anche l’indotto, e la provincia più povera d’Italia rischia di essere inghiottita da un dramma sociale senza precedenti. La chiusura dello stabilimento degli americani trascina con sé l’ex Ila, recentemente rimessa in funzione: una fonderia che, ferma la

fabbrica dell’alluminio, dovrebbe importare la materia prima, con conseguente aumento dei costi. Il crollo dell’Alcoa poi metterebbe definitivamente una pietra tombale sul possibile riavvio dell’Eurallumina che aveva assicurata la vendita del 35 per cento del suo prodotto finito. Insomma, la tragedia è dietro all’angolo. Al miracolo non ci credono più neanche le tute blu che avevano girato l’Italia e la Sardegna portando all’attenzione dei piani alti della politica la loro vertenza. Il loro grido di battaglia “non ci fermeremo mai”, scandito dai caschi sbattuti per terra aveva scosso perfino le stanze del Quirinale, con il presidente Napolitano che aveva chiamato al telefono un operaio. Lo stesso che ieri commentava amaro: «Ci hanno preso in giro». Massimo Cara nella fabbrica di Portovesme ci ha passato una vita, la rabbia è tanta: «Siamo rimasti fuori dalla partita mentre per

«Su Alcoa il governo ha inseguito i fantasmi degli acquirenti e non ha saputo e voluto affrontare il cuore del problema energetico. Con questa strategia del piazzista ha finito per portare la vertenza alluminio in un binario morto». Mauro Pili, deputato Pdl

tutti questi mesi ci dicevano che era tutto a posto». Così non è stato: il governo ripesca dal cilindro l’ipotesi della Glencore, che sul piatto aveva messo 50 milioni di euro per comprare lo stabilimento e riprende le trattative pure con gli altri acquirenti. Il 10 settembre l’ennesimo vertice, per stabilire se Alcoa deve morire. La beffa arriva quando dll’Ue si era strappata la proroga per altri tre anni del costo dei megawatt scontati. E quando la giunta Cappellacci aveva varato il tanto atteso piano Sulcis, essenziale per le infrastrutture. «È fondamentale proseguire l’impegno unitario per dialogare con interlocutori interessati all'acquisto del sito di Portovesme», incalza il governatore Cappellacci. Attaccano invece l’esecutivo Monti Mauro Pili (Pdl) e Stefano Lai, Idv. Il primo: «Il governo ha gestito in modo dilettantesco la vertenza annunciando la fila di acquirenti salvo poi riscontrare che si trattava di bluff», tuona il deputato. Mentre per il dipietrista Lai si assiste «all’ennesimo fallimento del ministero presieduto da Corrado Passera». Francesca Ortalli


8

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

GRANDI MANOVRE

CENTROSINISTRA Patto di ferro Sel-Pd scaricato Di Pietro

NESSUN VETO Vendola incontra Bersani e dà il via libera al Polo della speranza: «Mi candido alle primarie del Pd». L’alleanza con l’Udc è possibile». Bacchettato il leader dell’Idv: «Un populista» n Il patto dei progressisti c’è, quello tra progressisti e moderati arriverà. Pier Luigi Bersani è soddisfatto: il centrosinistra, da lui immaginato per vincere le elezioni, sta prendendo forma. Nichi Vendola, dopo un’ora e mezzo di incontro, dà il via libera a quello che lui battezza il «polo della speranza», non mette veti all’Udc e annuncia la sua candidatura alle primarie, passo non temuto dal segretario del Pd che, nonostante le pressioni interne per evitare la competizione, vuole la legittimazione popolare per la corsa a Palazzo Chigi. Fuori dai giochi resta Antonio Di Pietro, “scaricato” anche da Nichi Vendola «per l’eccessivo populismo». «Mi candido alle primarie quale candidato premier per il centrosinistra»: lo annuncia Nichi Vendola nel corso di una conferenza stampa nella sede del partito. «Lo faccio sulla base di una spinta larga - spiega - che non viene solo da parte del mio partito». In precedenza Nichi Vendola, al termine dell’incontro al Pd con Pier Luigi Bersani, criticava

il leader Idv Antonio Di Pietro nella prospettiva di un’alleanza di centrosinistra: «A me spiace molto ma le sue continue polemiche e il suo propagandismo esagerato rischiano di portarlo alla deriva». Un parere condiviso dallo stesso Bersani, per il quale «Di Pietro e l’Idv hanno fatto la loro scelta, mi pare che abbiano preso ormai la loro strada...». Ma Antonio Di Pietro mette in guardia Vendola: chi pensa, come magari Sel, di rompere con noi «pensa forse di poter fare a meno degli elettori. Anche dei suoi elettori». «L’alleanza vera si fa sui programmi. Oggi noi siamo andati in Corte di Cassazione e abbiamo depositato due quesiti referendari, sull’art. 18 e sull’art. 8, entrambi in difesa dei lavoratori: quelli licenziati ingiustamente e quelli a cui viene tolto il contratto collettivo di lavoro», scrive Di Pietro sul suo sito. «Credo che sia difficile, direi impossibile, per Sel, il partito di Nichi Vendola, rompere con l’Italia dei Valori, perché vorrebbe dire rompere con le battaglie in difesa del

info

UNO STILE BALNEARE Anche per Pier Luigi Bersani, leader dei Democratici, è tempo di vacanze. E a poche ore dal suo arrivo a Pantelleria, il segretario del Pd viene subito immortalato dai fotografi di Chi. Bersani appare in pantaloncini e maglietta. Ma soprattutto con un cappellino all’uncinetto

lavoro», prosegue il leader dell’Idv, «Chi pensa di fare a meno dell’Idv nella costruzione di una nuova area riformista, di una coalizione che mette insieme sviluppo e solidarietà, pensa forse di poter fare a meno degli elettori. Anche dei suoi elettori». Conclusione del ragionamento: «Mi rifiuto di pensare che Vendola possa rinunciare alle nostre battaglie sui diritti dei lavoratori». Intanto l’intesa nascente tra Pd e Sel, sigillata dall’incontro tra i due leader, avrebbe già anche una sigla, ideata dallo stesso Vendola. Il Polo della Speranza? «Mi pare un bel titolo». Così Bersani ha risposto a chi gli chiedeva se, come preannunciato da Nichi Vendola, i due partiti si muovessero sempre più velocemente verso la creazione di un polo unico. La parziale conferma arriva dalla dichiarazione di Vendola, che apre ai moderati: «Sel è disponibile a lavorare con il Pd per costruire la coalizione della sperqnza, la coalizione del futuro». Apertura all’Udc? Sel smentisce le prime interpretazioni: «Ma occorre essere chiari: se si è d’accordo nel superare le politiche liberiste delle destre, se si vogliono difendere i diritti sociali e l’equità sociale a partire dall’art.18, se si vogliono difendere i diritti civili a partire dai

NON CI STA «Credo che sia difficile, direi impossibile, per Sel, il partito di Nichi Vendola, rompere con l’Italia dei Valori, perché vorrebbe dire rompere con le lotte in difesa del lavoro». Il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, non gradisce il tentativo di “scaricamento” da parte del leader di Sel: «Dobbiamo ancora combattere le nostre battaglie»

diritti delle coppie di fatto e gay, tutti sono benvenuti». Vendola ha annunciato che presenterà un proprio documento che possa «interloquire» con la Carta d’intenti del Pd. Porte aperte anche ai moderati: «Penso che il centrosinistra è il soggetto coalizionale fondamentale, e un centrosinistra che ha le idee chiare, cha ha una sua bussola ferma e un orizzonte netto non deve avere paura di portare con sè chi intende arricchire la coalizione». «Di Pietro, sostiene Vendola «non sta dimostrando molto interesse verso una prospettiva che avevamo immaginato insieme. La sua attività prevalente è da polemista più che da costruttore dell’alternativa». Diverso il discorso per Gianfranco Fini che, dice ancora Vendola, «vuole ricostruire la destra in Italia, mentre noi lavoriamo per ricostruire la sinistra. Mi pare che siano due posizioni antitetiche e inconciliabili». Il programma dal quale ripartire, per Vendola, dovrà comunque avere «al centro i temi del lavoro e del futuro da garantire ai nostri giovani» oltre che «il riconoscimento dei diritti civili e sociali: questo Paese ha concluso Vendola - è stato per molti anni vampirizzato dal berlusconismo».


9

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CONTINENTI

GOVERNO LA FORNERO AI CRITICI: «TROPPA CATTIVERIA»

con lei, a Genova. Baci e palpeggiamenti che per una 13enne genovese erano diventati un incubo. Ma è stato grazie alle registrazioni della minorenne che i carabinieri hanno arrestato l’uomo, un marocchino di 36 anni. È accusato di violenza sessuale su minore. Il nordafricano per sfuggire all’arresto ha tentato di imbarcarsi su un traghetto per il Marocco.

n «Non avevo previsto questa situazione così difficile anche psicologicamente quando Mario Monti mi chiamò per fare il ministro del Lavoro nel suo governo. Non avevo previsto questa cattiveria». Lo ha detto il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, al Cortona Mix Festival sottolineando come a chi le dice che «queste sono le regole», lei risponde «ma perché non possiamo cambiarle». «E poi mi chiedo se tutte queste critiche non derivino anche dal fatto di essere un ministro donna».

PRESIDENZIALI USA SONDAGGI, OBAMA OK AVANTI IN 3 STATI CHIAVE n Buone notizie per Barack Obama, a 97 giorni dal voto. Il presidente Usa, un democratico, è avanti con margini rilevanti rispetto a Mitt Romney, il suo avversario repubblicano, in tre Stati cruciali come la Pennsylvania, l’Ohio e soprattutto la Florida, da dove passano tutte le speranze di vittoria per i repubblicani. È quanto emerge da un sondaggio pubblicato in prima pagina dal New York Times a cura dell’autorevole Quinnipiac University.

MILANO SCARCERATO LELE MORA «È TROPPO STRESSATO» n Lele Mora,il talent scout arrestato il 20 giugno 2011 per bancarotta, è stato scarcerato oggi. L’ha deciso il giudice di sorveglianza, su istanza della difesa, applicando una legge sulle misure alternative al carcere. Mora sarà affidato in prova ai servizi sociali. Il giudice ha individuato una grave situazione di sofferenza: in un anno di carcere Mora è dimagrito 50 chili e soffre di depressione. Lele Mora si trovava nel carcere di Opera dal giugno 2011 per la bancarotta della sua società Lm Management.

DENUNCIATI A TROPEA IL NEONATO IN ALBERGO E I GENITORI IN SPIAGGIA n Hanno lasciato la loro bimba di 6 mesi nella camera del villaggio turistico e sono andati in spiaggia a fare il bagno. Una coppia di turisti è stata denunciata dagli agenti della polizia di Stato a Tropea per abbandono di minore. Ad accorgersi che la bimba era da sola è stato un poliziotto che era in vacanza nello stesso villaggio e l’ha sentita piangere. Sul posto sono intervenuti i poliziotti che hanno rintracciato i genitori e li hanno denunciati.

DRAMMA A RAPALLO IMBRACCIA IL FUCILE E UCCIDE IL GENERO n Un pensionato di 78 anni ha ucciso il genero a fucilate a Rapallo, esasperato per l’ennesima lite in famiglia. Sandro Campodonico, 46 anni, residente a Sestri Levante, è stato colpito a morte dal suocero, Mario De Bernardis, dal balcone di casa mentre stava raggiungendo la sua auto a pochi metri dall’abitazione. Tra suocero e genero vi era appena stato un violento diverbio. All’arrivo di carabinieri il pensionato non ha opposto resistenza. Erano stati i familiari a dare l’allarme.

GENOVA AVANCES A MINORENNE MAROCCHINO IN CELLA n Ha registrato col cellulare le avances che il compagno della madre le faceva ogni volta che rimaneva solo in casa

Helsinki Monti: «Lo scudo? Forse sì» n Mi auguro che «tutti i componenti nel sistema europeo e delle banche centrali abbiano lo stesso rispetto per l’indipendenza della Bce che hanno i governi». Così nel corso della sua visita in Finlandia il premier, Mario Monti, nel

giorno in cui il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, invita la Banca centrale europea a non superare «il suo mandato». «L’idea di base è che proprio in questo momento l’Italia non sembra avere bisogno di aiuti particolari, certo

RAPITO IN YEMEN IL SEQUESTRATORE: «SPADOTTO STA BENE»

non per il salvataggio di tutta la sua economia. Gli aiuti potrebbero essere necessari, forse, in relazione alla lentezza con la quale i mercati comprendono gli sforzi compiuti e i risultati raggiunti», ha aggiunto il premier. n Sarà libero «entro 2 giorni» il carabiniere italiano Alessandro Spadotto, rapito domenica a Sanaa, in Yemen. Lo ha affermato il sedicente capo dei rapitori al telefono all’agenzia yemenita Maareb Press. «Non ho nessuna richiesta da fare all’Italia e il rapimento dell’italiano è solo un modo per fare pressione sul governo yemenita»: ha dichiarato l’uomo, Ali Nasser Hreidqan. «Sta bene, ha telefono e Internet ed è provvisto di ogni comodità, più di quelle che avrebbe in Italia», ha detto.

INCIDENTE IN KENYA SCHIANTO TRA BUS MUOIONO TRE BIMBI n Tre bambini sono morti e altri sono rimasti feriti dopo che il veicolo su cui viaggiavano, uno scuolabus, si è scontrato con un altro mezzo a Kitengela, lungo la strada Nairobi-Mombasa, a circa 50 chilometri dalla capitale kenyana. Secondo una prima ricostruzione, lo scuolabus con a bordo alcuni bambini sarebbe stato travolto da un veicolo pesante mentre si immetteva nella carreggiata dopo una sosta. Stando alla polizia l’autista dello scuolabus avrebbe fatto una manovra avventata.

CRISI IN SIRIA RAID AEREO SU ALEPPO L’ONU: «È INQUIETANTE» n Cacciabombardieri dell’aviazione siriana hanno bombardato a più riprese quartieri residenziali di Aleppo: lo ha detto Sawsan Ghoshe, portavoce della missione Onu di osservatori in Siria (Unsmis). Gli osservatori «hanno visto con i propri occhi caccia bombardieri aprire il fuoco contro i quartieri sud-occidentali».


10

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012


11

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

Molentargius Vertici sotto accusa Brotzu Giallo sulle comunicazioni Stadio Cagliari cacciato «Cambiamo la guida del parco» e i parcheggi finiscono in Procura spazio per il Sant’Elia a pagina 12

a pagina 14

a pagina 13

Via Dante Ginecologa muore dopo il parto di Marcello Zasso marcello.zasso@sardegnaquotidiano.it

n Il neonato sta bene. Pesa più di tre chili ed è nato alle 19.30 di martedì. Ma un giorno scoprirà che sua madre ha perso la vita poco dopo averlo messo al mondo. E dovrà scoprirlo presto anche il fratellino, che sabato compie cinque anni. Lo sa bene purtroppo il padre Claudio che lunedì avrebbe festeggiato il suo anniversario di nozze con Simonetta Sulis. La ginecologa di 37 anni che lavorava alla clinica Villa Elena e ha scelto la sua equipe per seguire la gravidanza, ma proprio davanti ai colleghi ha perso la vita. Ha fatto in tempo ad arrivare in via Dante col bimbo che stava già nascendo, ma nel giro di un paio d’ore una grave emorragia l’ha strappata dalla sua famiglia. Ieri mattina era tranquilla, sapeva di essere vicina al momento del parto previsto nel giro di una settimana. Solo un breve ricovero durante una tranquilla gestazione. Ma in serata martedì la situazione è degenerata, le si sono rotte le acque nella sua abitazione a Sant’Andrea. Il marito l’ha fatta salire in auto e sono volati alla clinica di via Dante. «Quando è arrivata non stava bene e aveva già la

numeri 19.30

Martedì l’arrivo in via Dante con il neonato già pronto a nascere.

19.48

Il piccolo viene alla luce, ma la madre Simonetta non sta bene e scatta l’emergenza.

22.50

Dopo circa tre ore di tentativi per salvarla, la grave emorragia che ha colpito la donna diventa fatale.

dilatazione al massimo - spiegano il chirurgo Antonio Pinna, che era in clinica in quei momenti, e il pediatra Giovanni Carboni, direttore sanitario di Villa Elena - in pratica il bambino stava nascendo durante il tragitto, infatti è venuto alla luce 18 minuti dopo l’arrivo in clinica». Gli amici di Simonetta raccontano che tutto sembrava risolto e che i parenti avevano già lasciato il marito Claudio da solo per godersi la famiglia. Ma dopo il parto sono emerse le prime complicanze che si sono trasformate in un’inarrestabile emorragia. «A intervento concluso la dottoressa Sulis purtroppo non si è risvegliata nonostante tutte le procedure terapeutiche e rianimatorie del caso», spiegano i medici. «Dopo il parto è deceduta per un’improvvisa emorragia determinata verosimilmente da una Cid (coagulazione intravascolare disseminata)», spiega il dottor Pinna. Si tratta di una grave forma di emorragia con il sangue che

VILLA ELENA Arrivata di corsa dopo la rottura delle acque, un’emorragia le è stata fatale ed è morta davanti ai colleghi

L’INCHIESTA ACCUSATO PER I FESTINI SADOMASO TORNA LIBERO IL FUNZIONARIO DELL’UNIVERSITÀ n È tornato libero Michele Di Martino, il funzionario dell’Università finito agli arresti domiciliari lo scorso marzo con l’accusa di sfruttamento e tentata induzione alla prostituzione. Lunedì scorso, a seguito della richiesta del suo difensore - l’avvocato Massimiliano Ravenna - sono state revocate le misure per l’indagato finito nei pasticci a causa di un presunto giro di sesso a pagamento messo a disposizione di una clientela interessata a pratiche sado-maso. Stando all’inchiesta coordinata dal pm Rita Cariello, Di Martino - che è anche maestro di tennis - avrebbe gestito e reclutato ragazze mettendo poi a disposizione delle squillo e dei loro clienti un seminterrato a Pirri,

accessoriato di tutto il necessario per le esigenze più particolari come: frustini, gabbie per cani, manette, collari e una gogna. Un locale a luci rosse sequestrato dalla Squadra mobile che si è occupata delle indagini. Il funzionario, che in un primo momento si era avvalso della facoltà di non rispondere, aveva poi deciso di fornire la sua versione dei fatti e, lo scorso 20 luglio, si era presentato in procura per essere interrogato dal pm Cariello. L’inchiesta era partita a seguito della denuncia di una ragazza che era entrata nel presunto giro gestito da Di Martino. Poi, pentita, aveva scelto di denunciare la vicenda. M.B.

smette di coagularsi, «un evento molto raro e quando si verifica sono elevatissime le probabilità di mortalità». Secondo la versione dello staff medico di Villa Elena la donna non avrebbe quasi ripreso coscienza dopo il parto e sarebbe deceduta poco prima delle 23. Ma secondo gli amici stava meglio dopo aver dato alla luce il cucciolo (al quale dopo la morte della madre è stato dato un secondo dome che la ricordasse). Un’amica dei coniugi racconta che il marito avrebbe visto Simonetta piangere a dirotto durante il trasferimento d’urgenza in sala operatoria nei momenti successivi al parto forse consapevole, da esperta ginecologa, di ciò che le stava capitando e della gravità della Cid. Una consapevolezza che rende ancora più assurda la sua triste storia. Perché la vittima è una ginecologa, che ha rischiato di partorire in auto e ha perso la vita tra le braccia dei colleghi. E ieri in via Dante il clima era surreale. Amici e parenti distrutti per la morte di Simonetta e consolati dalla dolcezza del neonato, disperate anche le colleghe della ginecologa che nulla hanno potuto fare per evitare la tragedia. Le famiglie di Claudio e Simonetta sono molto unite, entrambi sono originari di Samugheo e

LA TRAGEDIA La donna lavorava nella stessa clinica dove ha messo al mondo Alessio Simone prima di perdere la vita. Lascia il marito Claudio e il piccolo Cristian che sabato compie cinque anni.

si sono sposati dopo un lungo fidanzamento. Non ci sono accuse verso il personale di Villa Elena, dove Simonetta lavorava dal 2010, ma le intenzioni ieri erano quelle di chiedere aiuto alla Magistratura per fugare ogni dubbio sulle cause della morte. Oggi verrà comunque eseguita l’autopsia sul corpo della donna. «Abbiamo attivato tutte le procedure per il rispetto degli obblighi di legge conferma il direttore sanitario Giovanni Carboni - perché sia certificata la causa del decesso». Ma non servirà di certo a placare il dolore di Claudio e il dramma del fratellino. Perché è a lui che erano rivolte le preoccupazioni di medici, infermieri, amici e parenti, perché la scomparsa della madre sarà un trauma da affrontare con delicatezza. Diversa la situazione del neonato, dalla mamma ha potuto ricevere solo il primo abbraccio, ma prima di andarsene gli ha donato la vita.

LE VERIFICHE Simonetta Sulis aveva 37 anni: lascia anche un altro bambino di cinque Autopsia per stabilire le cause

Tesoro «L’ex dirigente a processo» PROCURA Violenza sessuale e maltrattamenti, il pm chiede il rinvio a giudizio per l’ex capo degli uffici di via XX settembre

XXX Xxx

n Rischia un processo per violenza sessuale e maltrattamenti l'ex dirigente dell'ufficio provinciale del Tesoro, Luigi Carboni: il pm Enrico Lussu ha chiesto nei giorni scorsi il rinvio a giudizio. Stando alle accuse Carboni (difeso dagli avvocati Massimiliano Ravenna e Silvia Boggio), quando era in servizio, avrebbe abusato di una collega riuscendo a vincere le resistenze della donna, minacciandola di rendere pubblica una sua foto

compromettente. L'indagine era partita da un'ipotesi di peculato - ora archiviata - che ha poi scoperchiato ben altro. Stando agli elementi raccolti dagli inquirenti l'ex dirigente avrebbe costretto la collega a prestazioni sessuali non desiderate negli uffici. Qui si sarebbero consumati gli approcci bruschi e sfacciati, andati avanti per lungo tempo, ai quali la donna non sarebbe riuscita a sottrassi, piegata alla volontà dell'uomo anche per soggezione. Stando a quanto emerso, la situazione era così esplicita che in molti erano a conoscenza della gravità di quanto accadeva, proprio perché erano pochi gli accorgimenti per tenerlo nascosto. M.B.


12

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CAGLIARI

Parkinson Michael J. Fox premia l’università n Due ricercatori del dipartimento di Scienze biomediche dell’Università hanno ricevuto dalla Fondazione americana dell’attore di “Ritorno al Futuro”, la Michael J. Fox, un finanziamento di 389.400 dollari per svolgere una ricerca sul ruolo di alcuni

neurotrasmettitori molto importanti nella cura della malattia di Parkinson: l’adenosina, la serotonina e il glutammato. Si tratta di Micaela Morelli, professore ordinario di Farmacologia, e di Manolo Carta, ricercatore di Fisiologia (project coordinator). I due ri-

cercatori ipotizzano che un controllo farmacologico che coinvolga i neurotrasmettitori citati, oltre la dopamina, possa prolungare nel tempo gli effetti benefici della levodopa (utilizzata per curare il Parkinson) e prevenire le alterazioni dei movimenti anche

nei pazienti più anziani, con importati ricadute non solo sulla qualità di vita dei pazienti, ma anche degli stessi familiari. Gli eventuali risultati positivi che emergeranno da questo progetto di ricerca potrebbero avere rapide ricadute nell’applicazione clinica.

OCCUPAZIONE

Più assunzioni ma i contratti sono stagionali n Non è una provincia per giovani che possono aspirare a un posto di lavoro a lungo termine. I dati sono sconfortanti. Tremiladuecento assunzioni programmate da luglio a settembre nella provincia di Cagliari, circa il 35 per cento in piu rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Ma il opsto fisso resta un miraggio. Sono i principali risultati della rilevazione Excelsior-Unioncamere per il terzo trimestre del 2012 pubblicati sul sito della Camera di Commercio cagliaritana. I dati appaiono positivi: le assunzioni previste l’anno scorso erano state 2.080. Ma attenzione, il posto fisso ormai sembra un sogno, e lo sanno bene i tanti giovani che stanno ericominciando a emigrare, anche con una laurea in tasca: l'aumento delle assunzioni programmate dalle imprese cagliaritane - ha spiegato il rapporto - è l’esito di una flessione delle assunzioni “non stagionali” (passate da oltre 1.400 a 890, meno 38 per cento), compensata dall’incremento delle assunzioni stagionali, che passano da 650 unita nel terzo trimestre 2011 alle attuali 2.300. Insomma: se il posto c’è, è solo per l’estate, magari come camerieri in strutture spesso nemmeno gestiote da sardi. Si tratta di una quota pari al 82 per cento delle assunzioni a tempo determinato previste nella provincia. Le assunzioni a tempo saranno - ha sottolineato lo studio - circa 2.800: oltre ai 2.300 stagionali, 360 sono le richieste per far fronte a picchi di attività (che sono intimamemente legati ai flissi turistici), 120 per sostituire lavoratori temporaneamente assenti e una ventina per “testare” i candidati in vista di una successiva assunzione stabile. Netto il calo delle assunzioni a tempo indeterminato: da 810 a 260 unità. Ovvero il 68% in meno rispetto allo stesso periodo del 2011. Risultato? Una fetta di torta che non va oltre l’8 per cento del totale. Altri dati: l’82 per cento delle assunzioni riguarderà il settore dei servizi, soprattutto turismo e ristorazione. Le figure più ricercate sono camerieri, cuochi e professioni simili: ne occorreranno, secondo le previsioni del rapporto, 1.390.

LO SCONTRO Porcu (Pd) chiede a Zedda di prendere in mano le redini del parco al posto dell’attuale presidente e sindco di Quartu Mauro Contini

ROBERTO PILI

Molentargius Attacco da sinistra

«Disastro al parco, via i vertici» LA POLEMICA Una mozione di Porcu (Pd) in consiglio regionale: «Zedda fa parte del consorzio, deve prendere la presidenza» Gli ambientalisti annunciano un esposto in Procura per i danni n Per far rinascere i 1.600 ettari del parco di Molentargius «uno dei passi da compiere è il cambio di poltrona al vertice. Fuori Mauro Contini, attuale presidente e sindaco di Quartu, al suo posto un altro sindaco. Nello specifico, Massimo Zedda». La proposta arriva dal consigliere regionale del Pd Chicco Porcu. Nel bel mezzo della presentazione della mozione con la quale Pd, Idv e Sel chiedono a assessore regionale Ambiente e a Ugo Cappellacci di «annullare delibere e bandi in materia di personale approvati illeggitimamente, di avvalersi dei poteri di vigilanza su possibili pericodi di danno ambientale, di costituire un comistato misto per il Parco composto dall’assessorato all’Ambiente e dal Consorzio per velocizzare l’adozione del Piano del Parco, oltre a verificare la coerenza degli investimenti nell’area e fa-

vorire un salto di qualità del compendio», Porcu dà un colpo di spada all’operato di Contini e posa la stessa sulla spalla di Zedda: «Lo stadio di Is Arenas è troppo vicino a Molentargius, calpesta direttive legate all’habitat. Il fautore di tutto ciò è Contini, nella doppia veste di sindaco di Quartu e presidente del Parco», spiega Porcu, che rincara la dose: «Non si sa chi abbia fatto la valutazione di impatto ambientale, stiamo facendo la figura dei peracottari». Parole alle quali segue la benedizione verso l’inquilino di palazzo Bacaredda. Anche se quello di Porcu appare come un tiro alla giacca di Zedda, perché «governa da oltre un anno, è auspicabile una sua assunzione di responsabilità. Il mio punto di vista», sottolinea il consigliere Pd, “è che Zedda, o chi per lui, assuma pienamente la responsabilità del Parco. Più passa il

tempo, più è difficile dare colpe a chi c’era prima». La presentazione della mozione è stata occasione per raccontare la complessa storia del Parco: «La legge istitutiva offriva 15 mesi al Consorzio per dotarsi di strumenti di pianificazione, regolamento, programma pluriennale e Piano del Parco. Dopo 7 anni siamo all’anno zero, nulla è stato fatto», analizza Porcu. Dall’Idv, Adriano Salis aggiunge che «il Parco sembra un figlio non voluto». Snocciola dati Giampaolo Diana, capogruppo Pd: «Dal 1992 a oggi sono stati stanziati 81 milioni di euro, siamo preoccupati per lo stato in cui versa l’area, ma denunciamo anche chi l’ha ridotto così», afferma Diana, «i nomi dei responsabili sono chiari”. E se Antonello Secci, presidente Wvf Sardegna, parla di «un ricorso alla magistratura per questo scempio», diversa è la posizione del capogruppo Sel, Luciano Uras: «Noi non denunciamo. Massimo Zedda? Deve continuare a fare in sindaco. A breve dovrebbe uscire il nome del nuovo direttore». Paolo Rapeanu

PROVINCIA SORGIA (PDL): MORIA COLPA DELL’ENTE n «La moria di pesci nel canale di Terramaini dello scorso 25 luglio può essere stata causata dal cattivo utilizzo dell'idrovora del Parco di Molentargius». L'ha affermato in consiglio provinciale Alessandro Sorgia (Pdl), che ha chiesto alla giunta provinciale di verificare questa possibilità. «Non vorrei nel caso», ha detto Sorgia, «che ciò dipendesse dalla situazione dei precari, persone competenti che svolgono funzioni precise. Soprattutto non vorrei che quelle funzioni fossero svolte, adesso, da persone che non hanno i requisiti necessari. In ogni caso», ha sottolineato, «il parco è ormai abbandonato a se stesso». «Non entro negli aspetti tecnici che saranno oggetto di una risposta approfondita», ha replicato la vice presidente Angela Quaquero, « ma è stato da più parti evidenziato che la moria di pesci è un fatto ricorrente».

Finanza Sito pirata oscurato, crollano i contatti italiani

L’OPERAZIONE Il sito era stato chiuso dalle Fiamme gialle

n Sono crollati i contatti italiani al sito www.kickasstorrent.com - più noto come Kat - uno dei più grandi portali al mondo di file pirata, bloccato lo scorso maggio dal nucleo tributario della Guardia di finanza su provvedimento del pm Giangiacomo Pilia. Erano oltre un milione gli utenti italiani attivi ad aprile, scesi a poco più di 300mila in giugno. Una cifra che comprende anche chi ha solo cercato di accedere alla piattaforma pirata per poi trovarla bloccata per un flusso di utenti che può essere considerato sostanzialmente azzerato. Il sito kickasstorrent aveva ereditato gli utenti di “btjunkie” altra piattaforma pirata anche questa bloccata, lo scorso febbraio, dalle Fiamme gialle. Migliaia di

italiani che rimasti ‘orfani’ si erano riversati su Kat accedendo, anche tramite i più noti motori di ricerca e social network, direttamente ai vari indirizzi IP e potevano quindi usare regolarmente ogni giorno la super-piattaforma digitale pirata per scaricare, in altissima definizione e qualità digitale, musica, film, videogiochi e software, sempre aggiornati anche alle ultime uscite. Facile immaginare la fonte del

L’INCHIESTA Il portale per scaricare file illegali era arrivato a registrare anche un milione di utenti della Penisola

profitto per i gestori della piattaforma: “Kickasstorrents” ospitava numerosi banner pubblicitari, producendo guadagni per i gestori stimati in oltre 8,5 milioni di dollari all’anno. L’operazione “Last paradise” registra diversi risultati positivi: l’accesso alla piattaforma da parte degli internauti è legata alla conoscenza del suo domain name che, godendo di diffusa fama internazionale, costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono guadagnare diffondendo file pirata. Quindi cambiare il proprio domain name non è conveniente perché, come già accaduto anche per “btjunkie”, rischierebbe di perdere quello mondiale per riconquistare il mercato italiano. M.B.


13

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CAGLIARI

Litorale Cala Fighera chiusa per crolli n Rischio crolli a Calmosca e «Cala Fighera, la Protezione civile transenna le zone. «Il tratto costiero compreso tra la verticale della Torre de Su Perdusemini fino a 200 metri a Nord della verticale della Torre del Poetto, è stato più volte interessato da fenomeni franosi si legge

in una nota della Protezione civile - Al fine di prevenire pericoli, la Protezione Civile del Comune, ha da tempo posizionato alcuni sbarramenti corredati da apposita segnaletica per impedire l’accesso alle aree a rischio In particolare nella zona in cui si trovano i costoni rocciosi in

corrispondenza della verticale dei due fabbricati sotto il faro di Sant’Elia». Ma non solo: «Alcune segnalazioni di pericolo hanno riguardato il tratto costiero di Cala Fighera. Pertanto, anche per questa area, si sta provvedendo all’installazione di barriere».

Stadio Addio Cagliari, c’è il Progetto Calcio no e Piscedda sotto accusa) e i ricorsi al Tar presentati d Enac e Sogaer.

LA SVOLTA Il Comune ha notificato il 16 luglio scorso la revoca della concessione del Sant’Elia, se Cellino non farà opposizione il club di Cardia potrebbe avere il campo per disputare le gare interne di serie D n Due calci, su carta bollata, e il Comune manda via il Cagliari Calcio dal Sant’Elia. Un anno di tensione, mesi nei quali sindaco e presidente rossoblù si sono scambiati reciproche accuse senza risparmio di parole pesanti. Ma in quest’ultimo mese a parlare sono stati gli atti ufficiali. Con due comunicazioni, una del 10 luglio a mezzo posta certificata, e la seconda del 16, consegnata attraveso messi notificatori, dal municipio è arrivata in viale La Plaia la comunicazione della rescissione della convenzione per l’utilizzo dello stadio. Dovrebbe essere, salvo ricorsi, la pietra tombale su un rapporto tormentato. Documenti pesanti come macigni che però potrebbero spalancare le porte dell’impianto a nuove realtà sportive, a partire dal prossimo anno agonistico. In cima alla lista c’è la società di calcio del Progetto Sant’Elia, che dal campo di via Schiavazzi potrebbe avere accesso a quello non più intubato che fino alla partita con

l’Atalanta aveva ospitato il Cagliari e i suoi tifosi. Massimo Cellino potrebbe non avere alcun interesse ad opporsi alla decisione che gli è stata recapitata da palazzo Bacaredda. Il cantiere per la costruzione del Karalis Is Arenas, a Quartu, è a buon punto: la struttura è quasi finita e dovrebbe riuscire a ospitare la squadra dalle primissime giornate di campionato. La convenzione con il Comune guidato da Mauro Contini è per tre anni. Intanto va avanti il braccio di ferro con Elmas: qui la situazione si è complicata nell’ultima seduta del consiglio comunale, disertata da cinque esponenti della maggioranza. All’ordine del giorno c’era un passggio fondamentale per il via libera allo stadio sui terreni di Santa Caterina. Una riunione flop, che ha portato il primo cittadino, Valter Piscedda, ad azzerare la giunta. Accanto all’aeroporto restano in piedi comunque vari filoni di inchiesta della Procura (con Celli-

SANT’ELIA Lo stadio visto dall’impianto di via Schiavazzi non a norma

LA SPERANZA DI CARDIA Il Progetto Sant’Elia aspetta e spera di avere il suo campo. L’impianto di via Schiavazzi non è a norma per le gare della serie D, lo stadio Sant’Elia sarebbe l’ideale. «La volontà politica di concedere il campo c’è - dice il presidente del club della borgata Franco Cardia - e c’è anche la volontà del presidente del Cagliari Massimo Cellino di lasciarci lo stadio ma intanto non sappiamo ancora quando potremo entrarci». Il Progetto Sant’Elia deve, tra l’altro, ancora indicare alla Lega Nazionale Dilettanti dove giocherà le gare interne. Il segretario del comitato interregionale Mauro De Angelis è al corrente dell’evolversi della situazione. «È disposto ad estendere la deroga per un altro mese - dice Cardia - ma noi dobbiamo indicare con certezza quando potremo utilizzare il Sant’Elia». Intanto si avvicina la prima gara ufficiale della stagione, il derby di Coppa Italia con il Selargius del 18 agosto. Se Cellino non dovesse fare opposizione, il Progetto Calcio potrebbe già esordire al Sant’Elia.


14

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CAGLIARI

Allarme «Parcheggiatori abusivi violenti» n «Ieri in viale Regina Margherita un abusivo ha aggredito marito e moglie perché non gli hanno dato un euro. Tre mesi fa è stato aggredito un altro cittadino». Sono le parole del consigliere comunale del Pdl, Maurzio Porcelli che lancia l'allarme sul problema parcheggiatori abusivi e con un'interrogazio-

ne chiede l'intervento del sindaco: «I parcheggiatori abusivi non sono tutti così – ha evidenziato ancora Porcelli - ma non mancano i facinorosi. Il codice della strada punisce l’attività dei parcheggiatori abusivi». Immediata la replica del primo cittadino: «Molti di questi parcheggiatori ci chiedono un tesseri-

no per essere regolarizzati – ha risposto il sindaco Massimo Zedda - Condanno gli atti di illegalità e le aggressioni, ma forse vale la pena riflettere sulla possibilità di regolarizzarl». Una proposta che il consigliere Porcelli trova curiosa e risponmde: «Le strisce blu sono già gestite da Parkar».

Brotzu Il giallo del documento I PARCHEGGI Non si trovano le carte spedite dall’ospedale per bloccare la demolizione Ieri in azione ruspe giocattolo n Finirà sul tavolo della Procura la vicenda dei posteggi a pagamento del Brotzu: il ricorso alle carte bollate è promesso sia dagli uomini del presidio di Piazzale Trento che dal consigliere comunale del gruppo Misto Paolo Casu. Ma c’è il rischio che sulla vicend debba essere fatt luce anche perché si è complicata, e non poco, a causa di un documento spedito dal Brotzu che non si trova in municipio. Ieri la questione ha tenuto banco anche durante la seduta del consiglio comunale. Con il sindaco Massimo Zedda che annuncia il probabile arrivo delle ruspe in via Peretti già da lunedì. L’intervento del primo cittadino era stato sollecitato dal democrat Claudio Cugusi, firmatario di un’interrogazione che voleva far luce sulla richiesta di “accertamento di conformità delle opere” presentata dal direttore generale dell’ospedale Tonino Garau. Il documento, che mette-

VIA PERETTI L’azione dimotrativa del presidio di piazzale Trento

va in stand by l’ordinanza di demolizione dei lavori abusivi emanata il 23 aprile dalla giunta, sembrava scomparso. Eppure Garau ha detto e ribadito di averlo inviato a fine maggio. Ma della carta non c’era nessuna traccia negli uffici comunali. Risulta un protocollo in uscita da quelli di via Peretti (anche se non si trova il numero di registrazione) ma

ROBERTO PILI

non quello in entrata in Comune. Palazzo Bacaredda ha inviato un nuova richiesta, questa volta protocollata di sicuro, ai vertici dell’ospedale per avere la documentazione. Tre giorni per rispondere, altrimenti, come ha specificato il sindaco, «la mancata produzione del documento comporterà la demolizione delle opere abusive». Il manager è

ovviamente certo dell regolarità dell’operazione, così come si dice tranquillo rispetto all’esistenza del documento che dovrebbe stoppare polemiche e smantellamento delle strutture già realizzate. Quindi ruspe pronte ad invadere i parcheggi, non autorizzati, di via Peretti probabilmente lunedì, salvo produzione di documenti che costringeranno il Comune ad una brusc frenata. Ieri, intanto, sono arrivate quelle giocattolo telecomandate degli uomini del presidio di viale Trento, che da mesi contestano la sosta a pagamento «perché sui malati non si può lucrare». I contestatori poi si sono spostati sotto le finestre di via Roma per incalzare la giunta sul tema. E per ribadire meglio il concetto è pronto un esposto alla Procura: «Vogliamo che chi ha pagato i ticket sia risarcito», annunciano. E non si fermano qui: «Ci offriamo volontari per smontare gratuitamente tutte le opere che sono ritenute abusive. Sono costate soldi pubblici e non vogliamo che siano distrutte, sarebbe uno spreco. Lunedì ci saremmo anche noi per dare una mano». F.O.

UNIVERSITÀ

Nuova biblioteca per Ingegneria ok del Comune n Via libera a una nuova biblioteca nella facoltà di Ingegneria. Con un cambio di destinazione richiesto dalla facoltà stessa, il Comune ha dato l’ok all’operazione. «Sorgerà su una struttura già esistente, si tratta di una delibera del 2000 che prevedeva molte costruzioni nell’area della facoltà», spiega Paolo Frau, assessore all’Urbanistica, «sono passati molti anni, dalla facoltà ci hanno fatto sapere che le necessità sono radicalmente cambiate». Sono sedici caselle bianche contro sedici verdi, invece, a far passare l’ordine del giorno del capogruppo Udc Gianni Chessa sulla possibilità di concedere, ai gestori del viale Buoncammino che ne fanno richiesta, di allestire mercatini e di far suonare artisti davanti alle loro attività. Voto verde bipartisan per l’ordine del giorno dell’Udc Renato Serra: gli uffici comunali dovranno accettare la dichiarazione Isee dei cittadini che, incontrando difficoltà a calcolarla, utilizzando dati contenuti nell’ultimo modello Unico presentato alla amministrazione finanziaria.


15

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CAGLIARI

Droga Sorpreso a fare essiccare marijuana n È stato sorpreso dai carabinieri mentre sradicava sei piante di marijuana e le sistemava per farle essiccare. I militari dell’Arma della Compagnia di Quartu, coordinati dal maggiore Alfredo Saviano, hanno arrestato un autista, A.L., 35 anni. Il giovane è accusato di coltivazione e spaccio di stupe-

facenti. Sequestrate sei piante di marijuana e 90 grammi di “erba” pronta per essere smerciata. L’arresto del giovane è scattato martedì sera. I carabinieri, che da diverso tempo tenevano sotto controllo l’autista, intorno alle 21 hanno effettuato una perquisizione della sua abitazione sorpren-

Furti Raid dei topi d’auto

dendolo mentre sradicava le piante di marijuana e le sistemava vicino a una parete, non troppo distante dalla finestra, per farle essiccare. Dentro casa i militari hanno anche trovato 90 grammi di marijuana già essiccata. Il giovane è stato arrestato e la droga è stata sequestrata.

QUARTU .

.

razzia in viale Europa DENUNCE UN CARICO DI MERCE RUBATA n Avevano un’auto carica di biancheria, ma quando i poliziotti hanno chiesto loro da dove arrivasse tutta quella merce sono rimasti in silenzio. Gli agenti della quadra volante hanno denunciato in stato di libertà un 47enne e un 38enne per ricettazione, sequestrati due borsoni di biancheria. I due, mercoledì pomeriggio, intorno alle 18, i due sono stati bloccati per un controllo mentre transitavano a bordo di un’auto in via Piero della Francesca. Gli agenti dopo aver visionato i documenti si sono accorti dei borsoni carichi di biancheria, pigiami, slip, teli mare tutti nuovi chiedendo spiegazioni. Ma i due sono rimasti in silenzio, senza spiegare ai poliziotti da dove arrivava la merce. In auto gli agenti hanno anche trovato alcuni arnesi da scasso. I due sono stati denunciati per ricettazione.

CRIMINALITÀ Almeno sei vetture dopo mezzanotte sono state danneggiate e svuotate. I ladri hanno rubato borse, navigatori satellitari e tutti gli oggetti di valore. Sul caso indaga la polizia n Auto danneggiate, borse e oggetti di valore rubati. Raid dei ladri, nella notte tra martedì e mercoledì, lungo viale Europa nelle vicinanze di un locale. Nel mirino dei malviventi, ancora una volta, sono finite le automobili parcheggiate. I malviventi hanno rubato le borse, i navigatori satellitari e tutti gli oggetti di valore. Il raid dei malviventi è scattato dopo l’una. I ladri hanno mandato in frantumi il vetro della vettura di una giovane donna, rubando una borsetta che conteneva denaro e documenti. Preso tutto, i malviventi hanno spostato la loro attenzione su un’altra vettura, intestata a un’altra giovane che era parcheggiata accanto. Anche in questo caso hanno sfondato con una grossa pietra o una spranga il vetro laterale dell’auto, rubando tutti gli oggetti di

valore che hanno trovato all’interno. Le due ragazze che con buona proba• Shopping per le vie del centro e negozi aperti fino alle ore 24.00 bilità si trovavano in un locale insieme agli amici, intorno alle 4,• si sono I ristoranti del Centro Storico vi accolgono con "il colore dell'ospitalità" accorte del furto e hanno chiamato la • Mercatini in piazza San Giacomo e piazza San Sepolcro polizia. Sul posto è stata subito inviata una pantera della squadra•volante Musei e gallerie aperti fino alle ore 24.00 che ha individuato le vittime•dei furti nei locali del centro e di Castello Musica e raccolto le loro testimonianze. So• Navette da/per Pula e Villasimius no state le stesse giovani a segnalare alla polizia tutti gli altri veicoli, almeIndossate colore delladanneggiate serata e seguite ogni settimana le novità no quattro, che avevano subito lo iln Due auto e quattro anni. Sul posto sonosui intervenuti i programmi, le attività di animazione, le offerte promozionali e i dettagli stesso trattamento. Gli agenti hanno persone ricoverate in ospedale. È il carabinieri della Compagnia di bilancio dell’incidente stradale av-l’Ufficio Quartu si sonodioccupati passato al setaccio la zona sulle in cerca navette sul sito internet o chiamando delche Turismo Cagliari.di efvenuto -nella tra martedì fettuare i rilievialla e sentire i testimodei ladri, ma si erano già allontanati. Tel. 070 6777187 dallenotte ore 09:00 alle oree 19:00, dal lunedì domenica. Non è la prima volta che i “topi d’au- mercoledì in via San Benedetto. ni, e le ambulanze del 118 che hannell’incidente, no trasportato i feriti in ospedale. to” mettono a segno raid di questo SeguiciCoinvolte su Infopoint Cagliari avvenuto tipo, spesso nelle vicinanze di locali intorno all’una, una Fiat Punto con Sia gli occupanti della Corsa che www.cagliariturismo.it notturni o discoteche, molte auto a bordo un marocchino di 43 anni quelli della Punto sono rimasti liee un 38enne e una “Opel Corsa” con vemente feriti e sono stati ricovevengono scassinate e ripulite. Ma.Sc. a bordo un uomo e una donna di 38 rati in ospedale.

Scontro in via San Benedetto quattro feriti portati in ospedale

ogni giovedì ha il suo colore

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Ogni giovedì Cagliari si accende di un colore e di vita Dal 2 agosto al 30 agosto 2012

www.cagliariturismo.it

Infopoint Cagliari

Novità sui programmi, le attività, le offerte promozionali e le navette: www.cagliariturismo.it o chiamando l’Ufficio del Turismo di Cagliari. Tel. 070 6777187, ore 09:00 - 19:00, lunedì - domenica.

partecipa anche tu indossando il colore della serata

• Shopping per le vie del centro quali via Paoli, via Alghero, via Garibaldi, via Manno e negozi aperti fino alle ore 24.00 Via Paoli e Teatro di strada: dalle 21 alle 23.30 palloncini per adulti • e bambini. Un truccabimbi trasformerà il viso dei bambini in tanti personaggi della fantasia

• I ristoranti del Centro Storico vi accolgono con "il colore dell'ospitalità"

• Mercatino in piazza San Giacomo

• Musei e gallerie aperti con attività d’intrattenimento fino alle ore 24.00 • Musica nei locali del centro e di Castello, dal Bastione Santa Croce fino al corso Vittorio Emanuele e piazzetta Savoia

I bambini della Ludoteca “La bottega dei sogni” adottano Corso Vittorio • Emanuele: la fantasia e la creatività dei bimbi, si trasforma in girasoli, farfalle, aquiloni e tante piccole creazioni, che sistemeranno per la via • Navette da/per Pula e Villasimius

subtitle

C

Notti Colorate

oggi Notte Fucsia

VILLA MUSCAS


16

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

SPORT INTER È GIÀ L’ORA DELL’EUROPA LEAGUE STRAMACCIONI: A SPALATO PER VINCERE

JUVENTUS PRESO IL GIOVANE MASI SI TRATTA PER DANILO, IDEA POLI

TEST BUFFON DÀ LA FASCIA A BONUCCI PER I BIANCONERI PARI COL BENFICA

n L’Inter è pronta alla trasferta di Spalato nell'andata del terzo turno preliminare di Europa League: «Noi arriviamo a questa gara con neanche un mese di lavoro - ha detto il tecnico Stramaccioni - e probabilmente per una squadra italiana non è mai facile giocare il 2 di agosto come abitudine, ma pensiamo lo stesso di poter fare bene. All'Europa League teniamo fortemente e vogliamo arrivare in fondo».

n La Juve pronta a tappare l'eventuale defezione per Bonucci nell'indagine calcioscommesse. In attesa di un nuovo difensore, Beppe Marotta si cautela prendendo tutto il cartellino del giovane Masi dalla Pro Vercelli. Si è aggiunto il difensore dell'Udinese, Danilo. I contatti con Pozzo sono fluenti, ma sono sempre calde anche le piste che portano a Bocchetti ed a Bruno Alves. A centrocampo idea Poli.

n Nel giorno in cui la Juventus trema peril calcioscommesse che ha investito due tesserati Gigi Buffon consegna la fascia di capitano al suo compagno di reparto Bonucci. La Juve pareggia 1-1 il test amichevole contro il Benfica giocato a Ginevra. I bianconeri hanno replicato al vantaggio portoghese arrivato all'88' con Cardozo con la rete di Krasic al 92'. Marchisio ha dovuto lasciare il campo per un problema muscolare dopo circa mezz'ora di gioco.

Scommesse

MILAN

Allegri: «Gattuso veda il futuro non il passato»

Patteggiamento non congruo Conte è nei guai

n Massimiliano Allegri e la sua smorfia davanti alle polemiche, altre e i grattacapi. Non ha voglia di fare chiasso, tanto meno di rispondere a Gattuso che ha raccontato quanto il Milan fosse ormai allo sbando. Il precampionato per il tecnico è già abbastanza difficile dopo l’altrettanto difficile finale della sc orsa stagione. Per di più un’estate caratterizzata da partenze illustri e abbonamenti rimborsati. Così la risposta più o meno soft a Gennaro Gattuso, che su France Football aveva parlato male dello spogliatoio rossonero è poco rabbiosa. «Parlare di cose passate, alimentare le polemiche, serve a poco. Sono stato fortunato ad aver avuto la possibilità di allenare quello spogliatoio per due anni, mi hanno fatto vincere uno scudetto e una Supercoppa e per me è stato molto importante. Poi purtroppo sono state fatte delle scelte ma bisogna guardare avanti e non indietro», ha detto il tecnico toscano. Che per adesso dovrà cavarsela senza le sue stelle, Ibrahimovic e Thiago Silva e con i ari risparmi imposti nel mercato rssonero da Berlusconi. «Sono andati via 10 senatori, dieci giocatori che hanno fatto la storia del Milan, più Ibra e Thiago che sono due campioni. La squadra però sta lavorando bene, ci sono molti giovani bravi. Poi aspettiamo il 31 agosto e vediamo, ma ci sono dei giovani che stanno crescendo, aspettiamo il rientro di Pato, e sono fiducioso nel lavoro che stanno facendo i ragazzi e la società». E blinda il suo gioiello, Fantantonio: «Cassano rimane, anzi sta facendo bene e si sta allenando bene». Di certo è d’obbligo un messaggio al collega Conte sulla vicenda del calcioscommesse e commenta la bocciatura della richiesta di patteggiamento del tecnico juventino: «Se mi dispiace non trovarlo in panchina nello scontro diretto? Sono sicuramente situazioni difficili e spero che si risolva al meglio per lui e per tutti quelli che sono coinvolti in questa situazione».

LA BATOSTA Bocciata dalla Commissione Disciplinare la proposta del Procuratore federale Palazzi: aveva chiesto 3 mesi di stop. Il tecnico rischia una squalifica superiore. La Juve non ci sta: «Atto gravissimo». Siena, -6 punti e 100mila euro di multa n Botta per Antonio Conte. È iniziato ieri il secondo processo sportivo di Calcioscommesse e subito la Commissione Disciplinare ha respinto la richiesta di patteggiamento ritenendo non congrua la squalifica di tre mesi con 200mila euro di ammenda, proposta dal procuratore federale Stefano Palazzi. La Commissione Disciplinare, presieduta da Sergio Artico, ha inoltre respinto l'istanza di ricusazione avanzata dai legali della Juventus per Conte, per iscritto. «Considerato che nel caso di specie non esiste l'ipotesi di astensione e quindi di ricusazione del giudice prevista dall'art.51 comma 1 numero 4 Cpc a cui si richiamano le istanze», ha spiegato Artico, e che «il patteggiamento è un accordo negoziale tra le parti e non un accertamento nel merito effettuato dall'organo di giustizia» ha precisato il presidente della Commissione Disciplinare nel respingere l'istanza, «l'ordinamento sportivo non prevede alcun obbligo di sospensione né incompatibilità per il giudice. E poi l'istanza di ricusazione è arrivata dopo l'apertura del dibattimento. È dunque inammissibile». Antonio Conte, deferito per due omesse denunce relative a presunte combine delle partite NovaraSiena e Albinoleffe-Siena, avrebbe dovuto ricevere una squalifica di 6 mesi più 1 per continuazione. Il tecnico bianconero ha poi trovato un accordo con la Procura federale, dopo il patteggiamento: sanzione ridotta a 3 mesi e 200mila euro di ammenda, con la devoluzione dell'importo, come ri-

numeri 3

I mesi di squalifica chiesti dal legale di Conte con il patteggiamento, più un’ammenda di 200 mila euro.

6

I punti di penalizzazione del Siena, ai quali si aggiungono 100 mila euro di multa.

16

La Disciplinare su 16 richieste di patteggiamento ne ha accolte sette e respinto le restanti.

chiesto dallo stesso Conte, a enti benefici e solidaristici a discrezione della Federazione. La Commissione Disciplinare ha poi accolto le nuove istanze di patteggiamento presentate dal procuratore federale Palazzi. La Commissione «dispone l'applicazione delle sanzioni in quanto ritiene corretta la qualificazione dei fatti e le sanzioni indicate risultino congrue». Al Siena 6 punti di penalizzazione e i 20mila euro di ammenda (altri 80mila per la continuazione), per l'Albinoleffe 1 punto di penalizzazione e 30mila euro di ammenda. Per i tesserati Dario Passoni una sanzione complessiva di 6 mesi e 15 giorni; per Mirco Poloni una sanzione di 6 mesi di squalifica in continuazione; per Marco Savorani 5 mesi e 10 giorni di squalifica e per Giorgio D'Urbano 5 mesi e 10 giorni di squalifica. Nella mattinata di ieri la Commissione Disciplinare aveva già accolto la richiesta di 1 punto e 30mila euro di ammenda a Torino e Varese. Il clima era teso prima ancora dell'inizio del processo. Palazzi entrando nell'ex Ostello della Gioventù al Foro Italico di Roma (sede del processo), è stato contestato da una ventina di ultrà juventini. La Juventus dal suo sito comunica silenzio stampa. Oggi «verrà valutata la situazione, a fronte dei fatti odierni, che sono da considerarsi, qualunque sia l'esito di questa vicenda, un atto gravissimo nei confronti dell'onorabilità di tutti i soggetti coinvolti: professionisti, manager, società», si legge nel sito.

ANTONIO CONTE Il tecnico della Juventus deferito per due omesse denunce.

Lutto Il calcio piange Maldera, terzino goleador

ALDO MALDERA Fu del Milan e Roma

n Il 14 ottobre avrebbe compiuto 59 anni e invece Aldo Maldera non è riuscito a sconfiggere il male incurabile. Da ieri l’ex giocatore di Milan, Roma e Fiorentina lascia un grande vuoto nel mondo del calcio. Grande terzino sinistro anni Settanta e Ottanta, 10 presenze in Nazionale, ha vinto in carriera due scudetti, con il Milan nel 1978/79 e con la Roma nel 1982/83. Era famoso per i suoi recuperi in scivolata e aveva un tiro forte e preciso. Nils Liedholm fu il suo maestro, col tecnico svedese conquistò il titolo della stella dei rossoneri segnando 9 gol (30 su 227 presenze in 9 anni) e fu il “Barone” a volerlo a Roma nel 198283 dopo la retrocessione del Milan in serie B: scudetto da protagonista con

il terzino Nela, mancino spostato a destra. In giallorosso restò tre anni (73 presenze e 6 gol) prima di chiudere la carriera alla Fiorentina (198587). Persona buona ed educata, era timido fuori dal campo ma rispettato e apprezzato da compagni e avversari. Viveva a Fregene sul litorale laziale, insieme con la moglie e tre figlie ma era nato a Milano nel 1953 perché i genitori erano emigrati da Corato,

ADDIO Aveva quasi 59 anni, cresciuto nel Milan, Liedholm lo volle alla Roma, vinse due scudetti. Tiro forte e preciso, segnò 36 reti

provincia di Bari. Ultimo di tre fratelli, era conosciuto come Maldera III, doveva andare all'Inter ma finì al Milan perché lì avevano iniziato i fratelli Luigi (campione d'Europa nel 1969) e Attilio (solo giovanili). Nereo Rocco lo fece esordire a Mantova nel 1972, aveva 18 anni e giocò al posto del suo mito Gianni Rivera. Fu convocato anche per i Mondiali di Argentina '78, per via dell’esplosione di Cabrinu giocò soltanto la finale per il terzo posto. Dopo aver lasciato il calcio giocato, Maldera è stato nel 2009 direttore tecnico dei greci del Panionios. Il cordoglio sul web della Roma e del Milan nel quale il nipote Andrea attualmente è l’assistente tecnico del tecnico Allegri.

DESTRO CAPITAN TOTTI PER ME È IL MASSIMO Destro si presenta alla Roma. «Sono qui perché mi ha convinto il progetto, la voglia che ha avuto la società di prendermi e questa grandissima piazza che ha una tifoseria eccezionale, senza dimenticare l'allenatore e la squadra. Noi ce la metteremo tutta per portare a termine il nostro progetto» dichiara in conferenza stampa. «Esterno? Ho giocato in questo ruolo anche al Genoa, comunque mi metto a disposizione, per me è la cosa più importante. Totti? Per un giovane come me avere al proprio fianco un giocatore come il capitano, che è eccezionale, è il massimo. La concorrenza è tanta, ma nessun giocatore deve accontentarsi».


17

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

SPORT

Selargius Attacco bomba, c’è anche Sanna n Alla fine ha detto sì. Andrea Sanna è il nuovo bomber del Selargius. L’ex attaccante della Torres ha trovato l’accordo e ieri ha svolto il primo allenamento col gruppo. Voluto dal tecnico Vincenzo Fadda per sostituire il partente Luca Caboni, il 28enne bom-

ber (17 reti l’anno scorso coi sassaresi) ha aspettato il naufragare della trattativa con il Tavolara per poi ritrovare la serie D conquistata sul campo. «Ha accettato la nostra proposta - dice il presidente Tonio Mura - ed è stato accolto benissimo dal gruppo». Sanna

Cagliari Contro il Casale

avrà compagni di reparto giocatori del calibro di Emiliano Melis e Antonino D’Agostino. «Con loro tre - continua Mura - in attacco ora siamo messi davvero bene, sono tutti giocatori diversi e importanti». L’altra grossa defezione riguardava in mediana, ma il par-

tente Nicola Rais è stato rimpiazzato con Nicola Manunza. «Ora partiamo con questa rosa - afferma il presidente granata - la nostra forza è il gruppo degli anziani, sempre disponibile con tutti specie con i giovani». F.S.

MERCATO .DILETTANTI

.

ecco il gioco delle coppie LE SCELTE Oggi a Oristano (ore 18) il quarto test per i rossoblù, il tecnico Ficcadenti inizia a valutare i doppioni a disposizione. RossettiniAriaudo, Dessena-Ekdal e Sau in vantaggio netto su Thiago Ribeiro n Duelli in arrivo. Massimo Ficcadenti li ha già appuntati e continua gli esperimenti. Anche questa sera alle 18 contro il Casale ad Oristano ci sono dei titolari da scegliere e in alcuni reparti restano i dubbi. Meticoloso com’è, il tecnico rossoblù conosce già a memoria le caratteristiche dei suoi giocatori. E siccome qualche doppione ce l’ha, sarà un mese intenso destinato a capire quali possano essere le scelte migliori sul campo. Ad esempio partendo dalla difesa quelle che riguardano il centrale che dovrebbe giocare accanto a Davide Astori, sempre che resti anche lui in rossoblù. Andato via Michele Canini è ovvio che automaticamente ci sia Lorenzo Ariaudo pronto al rimpiazzo. Il centrale già nella scorsa stagione ha dimostrato più maturità e solo

la confidenza col campo e con la partita potrà completarlo e far venire a tutti i tifosi meno attacchi di paura. Le carte le ha tutto, l’ex della Juventus. Ma a vederlo così non sembra affatto meno Luca Rossettini. Altro centrale arrivato dal Siena che di certo, fisicamente, può dire la sua. Tanto che metterà sicuramente qualche dubbio al tecnico rossoblù quando dovrà dichiarare la sua prima formazione da schierare. Ma non solo in difesa ci sono i duelli migliori. A restare sospesa è anche la posizione di interno destro, quindi a centrocampo. Stesso scenario dello scorso anno, spazio a uno tra Ekdal e Dessena. Il primo ci mise mesi prima di far capire a Ficcadenti che reggeva bene la serie A, anche perché nel suo curriculum ce l’aveva scritto. E infatti

andato via Ficcadenti, Ballardini lo fece giocare facendolo diventare un giocatore importante, soprattutto malleabile perché lo propose anche in regia. Quando poi a gennaio il Cagliari si rinforzò con Dessena, da nuovo acquisto andò a piazzarsi nella sua posizione vendicando anche numerose giornate da terzino degli anni passati. Ora i due si contendono il posto da titolare per il prossimo campionato. Così come Sau e Ribeiro in attacco, solo uno di loro dovrà affiancare Pinilla. Per ora Marco Sau sembra avere più chance del brasiliano, che ha avuto già una stagione intera per far vedere di cosa è capace. LE AMICHEVOLI Sarà Cagliari-Chievo Verona l'amichevole che i rossoblù disputeranno il prossimo 8 agosto al "Nespoli" di Olbia alle ore 21. Ritiro al"Geovillage" di Olbia fin dalla sera del 5 dopo la gara ad Ajaccio. Sabato 11 agosto ultimo test a Tempio prima della Coppa Italia del 18 agosto.

La Torres “riacquista” Manzini Il bomber Ibba al Porto Corallo n È andato via sbattendo la porta e ora torna dopo aver messo da parte tutti i dissidi. Joseph Manzini è il nuovo “vecchio” mediano della Torres. L’ex giocatore dell’Alghero ha trovato l’accordo con il presidente Lorenzoni dopo aver terminato la stagione in polemica con il massimo dirigente dei sassaresi. Sfumata la trattativa con il Tavolara, il 35 bergamasco è stato riavvicinato dalla Torres che così recupera uno dei protagonisti della promozione dello scorso anno. I rossoblù sono alla ricerca ancora di una punta, così come il Progetto Sant’Elia che però sta puntando sul pieno recupero di Daniele Caschili, ex Carbonia. E l’ex bomber dei cagliaritani, Christian Ibba, sta per firmare con il Porto Corallo. Il 29enne di Quartu, ex Tavolara, ha deciso: no al Muravera e sì ai gialloneri, l’accordo col diesse Luca Massessi c’è già, manca solo la firma ma ormai è un dettaglio.


18

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

SPORT CICLISMO DONNE CRONO, ALTRO ORO AGLI USA KRISTIN ARMSTRONG SI CONFERMA CAMPIONESSA

PHELPS IL PRESIDENTE OBAMA SI CONGRATULA PER IL RECORD «HA SAPUTO RENDERE ORGOGLIOSO IL NOSTRO PAESE»

n Nel ciclismo su strada la statunitense Kristin Armstrong si conferma campionessa olimpica nella prova femminile a cronometro dopo aver percorso i 29 chilometri in 37'34”. Sul secondo gradino del podio sale la tedesca Judith Arndt, distanziata di 15”, mentre si aggiudica il bronzo la russa Zabelinskaya staccata di 22”. Le nostre azzurre hanno terminato la gara a oltre quattro minuti dalla Armstrong, Tatiana Guderzo 21.a ha chiuso in 41'48” mentre Noemi Cantele 22.a in 41'51”.

n «Congratulazioni per aver stabilito il record di medaglie olimpiche di sempre. Michael, ha reso orgoglioso il nostro Paese». Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama si complimenta via Twitter con Michael Phelps, il nuotatore americano che ha vinto la diciannovesima medaglia olimpica, diventando così il numero uno di sempre. Immediata la replica sul social network: «Thanks Mr President - scrive Phelps - è un onore rappresentare gli Usa paese più bello del mondo».

Olimpiadi, il riscatto Per l’Italia Molmenti di gloria Pellegrini e staffetta, non va altre gare

CAMMARELLE, BUONA LA PRIMA PARRINELLO, STOP AGLI OTTAVI Esordio vincente per Roberto Cammarelle che ha sconfitto l'ecuadoregno Perea Castillo negli ottavi di pugilato, categoria supermassimi, a Londra 2012. Cammarelle ha vinto 18-10 (4-2 7-3 7-5). Esce negli ottavi Vittorio Parrinello, medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo 2009, ko 11-9 col britannico Luke Campbell di finale. Il peso massimo Clemente Russo passa il primo turno senza combattere.

TENNIS OTTAVI, PENNETTA KO VINCI-SEPPI FUORI NEL DOPPIO Giornata no per il tennis italiano. La Pennetta si è arresa negli ottavi di finale del singolare femminile di tennis alla ceca Petra Kvitova per 6-3 6-0. È durata poco l’avventura della coppia Errani-Seppi, eliminati al 1° turno del torneo di doppio misto dagli americani Raymond-Bryan per 5-7, 3-6. Avanti Roberta Vinci e Daniele Bracciali 63, 4-6 10-8 su Arvidsson-Lindstedt.

LE GARE Dalla canoa la 3ª medaglia d'oro per l'Italia. Settima la 4x200. Nella scherma fuori Pizzo (spada), Vecchi e Marzocca (sciabola). Nel ciclismo, Pinotti 5° nella crono. Volley donne ok n Grande impresa di Daniele Molmenti nella gara del K1 slalom di kayak all'Olimpiade di Londra 2012. L'azzurro ha conquistato la medaglia d'oro, la 3ª per l'Italia fino a questo momento. L'atleta di Pordenone, che ieri festeggiava il 28° compleanno, ha chiuso il percorso con 93.43. Medaglia d'argento al ceco Hradilek (94.78), bronzo al tedesco Aigner (94.92). Da pulcino nero a campione più titolato nella storia del K1 singolo. «Adesso posso anche smettere - ha scherzato l'atleta friulano - inizierò solo domani a pensare al mio futuro. Tutto quello che so in questo momento è che stasera berrò tanto Prosecco». NUOTO Delude la staffetta azzurra 4x200 stile libero composta da Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini. Entrate in finale col 4° tempo che è valso il nuovo record italiano (7'52''75), chiudono la finale al 7° posto (7’56’’30). Vincono gli Stati Uniti con 7’42’’92, davanti alla Australia (7’44’’41) e Francia (7’47’’49). Sebastiano Ranfagni non riesce ad entrare nelle semifinali dei 200 dorso: è infatti 19° in 1’58"76 (28"04, 58"52, 1’29"39), peggiore del suo personale stagionale di 1’57"49. Il più veloce del mattino è stato l’americano Tyler Clary in 1’56"24 su Ryan Lochte in 1’56"36. Lochte è poi tornato in acqua nei 200 misti, chiusi col secondo tempo in 1’58"02 dietro l’ungherese Laszlo Cseh (1’57"20). Il nipponico Hagino ha nuotato in 1’58"22, e Micheal Phelps in 1’58"24. Nella stessa batteria c’era Federico Turrini, autore di 2’00"63 (56"01), ventesimo tempo: per approdare in semifinale sarebbe stato necessario un 2’00"28. Chiara Boggiatto è stata eliminata nei 200 rana chiudendo ottava nell’ulti-

ma batteria con super Soni (l’americana ha stampato 2’21"40 al mattino...) e la danese Pedersen da 2’21"69. SCHERMA Paolo Pizzo fuori dalla corsa alle medaglie. Il campione del mondo di Catania 2011 è stato sconfitto 15-9 nei quarti della spada dal venezuelano Limardo Gascon, numero 13 del mondo. Nella sciabola donne niente da fare per Irene Vecchi, fuori ai quarti con la fortissima Kharlan (159) e Gioia Marzocca, ko negli ottavi con la sudcoreana Kim Jiyeon (15-7). CICLISMO Bradley Wiggins ha dominato la prova a cronometro di 44 km staccando di 42" il tedesco Tony Martin (51'21"54), medaglia d'argento. La giornata memorabile del ciclismo britannico è stata completata dal terzo posto di Christopher Froome (51'47"87), medaglia di bronzo. Ottima prestazione dell'azzurro Marco Pinotti, quinto in 52'49"28 alle spalle dello statunitense Tayor Phinney

(52'38"07). Nella prova femminile, l'americana Kristin Armstrong vince la medaglia d'oro con il tempo di 37'34"82. Argento alla tedesca Judith Arndt, bronzo alla russa Olga Zabelinskaya. Lontane le azzurre Tatiana Guderzo e Noemi Cantele che chiudono in 21ª e 22ª posizione. ARCO L'azzurra Natalia Valeeva è stata eliminata dalla russa Perova per 6-2 nei sedicesimi. VOLLEY Finisce 3-0 Italia- Gran Bretagna, terza partita della nazionale italiana di pallavolo femminile alle olimpiadi di Londra 2012. Dopo il primo set sofferto e chiuso con il punteggio di 27-25, le inglesi hanno perso il passo e concesso due set facili alle azzurre. Il secondo e il terzo set sono stati vinti agevolmente con il risultato di 25-12. Dopo le prime tre gare le nostre ragazze sono prime nel girone A. PALLANUOTO Seconda sconfitta in altrettanti match per il Setterosa della pallanuoto. Dopo il kappaò rimediato contro l’Australia, la squadra di Fabio Conti ha perso anche contro la Russia per 7-4.

PISTORIUS SABATO È STORIA OLIMPICA, SARÀ IL PRIMO BIAMPUTATO n Oscar Pistorius sabato mattina si appresta a scrivere un capitolo della storia olimpica schierandosi al via delle batterie dei 400, primo amputato bilaterale ammesso alle competizioni di atletica olimpica. «Corro da 9 anni, ci sarà sempre qualcuno che avrà un'opionione sul mio caso. A volte si fanno delle considerazioni morali, ma bisogna considerare i dati di fatto. Queste protesi sono in uso da molto prima che le provassi io, ma perché non tutti gli atleti che le calzano fanno i miei tempi (lui ha un personale di 45"07, ndr)? C'è chi dice che io ho meno peso perché non ho gli arti inferiori, però ho anche meno sangue e non ho il tendine tra piede e caviglia. Le protesi sono state studiate, valutate da una commissione di esperti del Tribunale arbitrale dello Sport, sottoposte a 16 diversi test ed il risultato è uno solo: non danno vantaggi. Uno dei miei idoli? Valentino Rossi, perché trova sempre il modo di ridere e scherzare quando esce dal circuito. Per me è importante sorridere, prendere la vita alla leggera: siamo già seri la maggior parte del tempo».


19

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

SQUALIFICA NEL BADMINTON 8 GIOCATRICI FUORI PER AVER FALSATO I RISULTATI NELLE QUALIFICHE

TRAGUARDI PRIMO ORO ALLA GRAN BRETAGNA LA SPUNTANO LE DONNE DEL CANOTTAGGIO

n Scandalo sul badminton olimpico e mano pesante della Federazione internazionale che ha squalificato 8 giocatrici (4 sudcoreane, due indonesiane e due cinesi) per aver falsato i risultati per assicurarsi un abbinamento più morbido al turno successivo, comportamento contrario alla Carta olimpica. Il caso era scoppiato dopo che le quattro coppie di atlete avevano compiuto errori grossolani nel tentativo di perdere le partite dopo che si erano già qualificate.

n Finalmente la Gran Bretagna scaccia l'incubo dell'oro. Finora era rimasta a secco del metallo più prezioso ma a regalarglielo sono state nel canottaggio le ragazze del 2 senza (Helen Glover -Heater Stanning) che con il tempo di 7'52"75 hanno battuto nettamente Australia e Nuova Zelanda.

Le gare di oggi Fioretto, c’è il dream team e nel canottaggio si sogna 6ª GIORNATA In pedana le azzurre Di Francisca, Errigo e Vezzali che hanno dominato nel singolo, Sartori-Battisti sono da medaglia n Il calendario delle gare della 6ª giornata mette in gioco altri azzurri che possono aspirare alle medaglie. Ecco le discipline principali e quelle dove partecipano atleti italiani. SCHERMA Il dream team del fioretto femminile cerca l’oro dopo aver monopolizzato il podio nell’individuale con Elisa Di Francisca, Arianna Errigo Fioretto e Valentina Vezzali, alle quali si aggiunge Ilaria Salvatori per la squadra azzurra che inizia gli ottavi alle ore 10 (i quarti alle 11.30, le semifinali alle 13, la finale alle 20:15)

Brevi

NUOTO Si comincia alle 11 con le batterie dei 50 stile libero con Marco Orsi e Luca Dotto. Nei 100 farfalla in vasca Matteo Rivolta alle 12.14. Poi è il turno di Alessia Filippi alle 12.31 nei 200 dorso. Poi finali nei 200 rana F (20.38), 200 dorso M (20.46), 200 misti M (21.16), 100sl F (21.34).

MAGNINI CONTRO ”I CRITICONI SUL DIVANO” Filippo Magnini si sfoga ancora. «A tutti voi che criticate vi auguro di avere dei figli che si realizzeranno nella vita, visto che voi criticoni di sicuro non lo siete». Dopo critiche al suo allenatore, Rossetto aveva scritto. «Nonostante tutto quello che si dice i miei atleti saranno sempre e per sempre i miei ragazzi. Tutti».

info

GINNASTICA ARTISTICA Le azzurre Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito saranno impegnate quest’oggi

CANOTTAGGIO E CANOA

BEACH VOLLEY

Alle 12.50 si sogna la medaglia nel canottaggio col Due di coppia maschile. Romano Battisti e Alessio Sartori hanno infilato in semifinale Germania e Norvegia, dominatori in stagione, e l’iridata Australia. Poi le semifinali nei Quattro senza con Venier-Agamennoni-Paonessa-Capelli alle 11.10 e nel Due di coppia pesi leggeri, Pietro Ruta ed Elia Luini, alle 11.50. Invece, il Quattro senza pesi leggeri fa la finale B alle 13.10 con Danesin-Caianiello-Miani-Goretti (la finale A è alle 13.10). La finale donne degli Otto è alle 13.30. Nella Canoa Maria Clara Giai Pron è impegnata alle 15.12 nella semifinale del K1 slalom (finale alle 16.57).

Nella Pool A uomini c’è Brasile-Italia alle 11 con gli azzurri Daniele Lupo e Paolo Nicolai. Nella Pool femminile la sfida Italia-Canada alle 13 con le azzurre Greta Cicolari e Marta Menegatti.

PALLANUOTO E PALLAVOLO Alle 20.40 Italia-Croazia. Nel gir A il Settebello è secondo con 3 punti, 1 in meno dei croati. Si qualificano in 4. Nel Volley c’è Italia-Gran Bretagna alle 23, azzurri con 3 punti e inglesi ultimi con zero. TIRO A VOLO E TIRO ARCO Double trap maschile con Francesco D'Aniello e Daniele Di Spigno, qualificazioni alle 10, finale alle 16. Alle 10.52 Carmen Maria Lionetti nell’individuale di scena negli ottavi, la finale alle 16.37. WIGGINS ANNO D’ORO LA CRONO DOPO IL TOUR Wiggins sportivo dell’anno. Già vincitore del Tour de France 2012, ha dominato la cronometro sulle strade di Londra. Il britannico ha tagliato il traguardo dopo i 44 chilometri del percorso in 50'39”, precedendo di 42” il tedesco Tony Martin. Completa il podio l'altro atleta di casa Christopher Froome, compagno di squadra (Sky) di Wiggins.

GINNASTICA ARTISTICA Dopo il settimo posto delle azzurre della ginnastica artistica nella finale All-around, alle 17.30 c’è la finale dell’Individuale assoluta. Vanessa Ferrari è entrata con il settimo posto nel concorso completo (mentre è terza nel corpo libero), Carlotta Ferlito (volto noto di Mtv), è 22ª nel All Around. VELA E BOXE Alle 13 Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti nelle regate 1 e 2 della Classe 470 Uomini. Alle 21.30 il peso leggero Domenico Valentino è impegnato negli ottavi di pugilato. SPORT EQUESTRI Valentina Truppa impegnata nel Dressage a squadre 1ª gara con inizio alle 12. CICLISMO Parte il programma su pista con lo sprint a squadre maschile e femminile.

CALCIO: IL BRASILE PRIMO DEL GIRONE EGITTO BATTE BIELORUSSIA, È SECONDO Il Brasile si è qualificato al primo posto del girone C del torneo di calcio maschil: 3-0, ai danni della Nuova Zelanda, in gol Danilo al 23', Leandro Damiao al 29' e Sandro al 52'. L'Egitto batte la Bielorussia 3-1 ed è secondo.


20

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

SPECIALE SALUTE

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

UN MODERNO INTERVENTO IMPLANTARE REALIZZATO PRESSO LA NUOVA CLINICA DENTISTICA SASSARESE

S

CRESCE IL NUMERO DEI PAZIENTI CHE HANNO RITROVATO LA SALUTE ED IL SORRISO RIPRISTINANDO LA DENTATURA SU ENTRAMBE LE ARCATE DENTARIE IN MANIERA DEFINITIVA E IN UN'UNICA SEDUTA

• Il Dott. Giuseppe Terzitta

In questi casi l’“All-onfour®” si rivela essere la soluzione più sicura e meno traumatica. In un’unica seduta vengono inseriti 4 impianti nell’osso mandibolare o mascellare, in punti che la tecnica del Dott. Malò ha riconosciuto come i più idonei per ripartire il carico della funzione masticatoria. Sugli impianti si avvita una protesi definitiva con 12 denti, con la certezza quasi totale che non vi siano insorgenze di rigetto o altre complicanze. Inoltre, spiega il Direttore Sanitario della Dental Più,

non ci sono praticamente limiti di età per il tipo di intervento di cui parliamo. Anche i pazienti più anziani, infatti, se il loro stato di salute generale autorizza l’intervento, possono avere una protesi con i denti fissi. Normalmente, i punti dell’osso in cui vengono posizionati gli impianti per carico immediato sono meno interessati da fenomeni di riduzione ossea e dunque si presentano già idonei all’inserimento dei supporti. Si evita così il ricorso a complesse, dolorose e costose operazioni di chirurgia

• Un momento dell’intervento

ta di materiali selezionati dai laboratori di ricerca più avanzati, come il titanio di cui sono fatti gli elementi che andranno a contatto con l’osso, un metallo che ha dimostrato la più alta compatibilità. Altrettanto può dirsi delle ceramiche e delle resine che, a seconda dei casi si utilizzano per le protesi. Grazie ai materiali e alla specializzazione professionale maturata nell'implantologia, la clinica della Dental Più, è in grado di offrire una garanzia di 10 anni sugli impianti. Naturalmente, l'alta specializzazione dell'equipe chirurgica Dental Più è estesa a

SCOPRI I VANTAGGI DELL’IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO

Grafimedia

PIÙ SALUTE AL TUO SORRISO.

rigenerativa pre-implantare. Tutto questo, insieme alla soluzione dell’intervento in una sola seduta, accorcia i tempi terapeutici e riduce al minimo i disagi per il paziente, con un notevole risparmio dei costi Il protocollo di Malò, adottato dalla Dental Più, era nato agli inizi degli anni ’90 per consentire di avere denti fissi su impianti anche a pazienti con poco volume osseo ai quali era stato sconsigliato di fare impianti se non con innesto osseo. L’ intervento si è poi rivelato così versatile, pratico e con percentuali di successo tali che si è potuto estendere il protocollo praticamente a tutti. In genere il 90-95% dei pazienti che si rivolgono alla clinica, è idoneo per questo tipo di intervento. Oggi le percentuali di successo per gli impianti oscillano tra il 97 e il 99%, per le protesi si arriva addirittura al 100%”. Un risultato che si deve anche all'evoluzione delle componenti con cui sono realizzati gli impianti; si trat-

Questa nuova tecnica utilizzata dalla nostra clinica permette di risolvere la totale mancanza di denti o altre situazioni in cui i denti sono ormai compromessi inserendo 4 soli impianti nella regione anteriore dei mascellari. Le percentuali di successo implantare oscillano tra il 97% e il 99% e quelle di successo protesico sono pari al 100%. La tecnica utilizzata consente di collocare una protesi a carico immediato definitiva in un’unica seduta con struttura di 12 denti.

TUTTI I VANTAGGI

ono ormai diversi i pazienti della clinica odontoiatrica sassarese Dental Più, che, grazie all'equipe chirurgica guidata dal dott. Giuseppe Terzitta, hanno potuto beneficiare del ripristino della dentatura di entrambe le arcate in un'unica seduta che prevede un intervento chirurgico della durata di circa un'ora e mezzo. La tecnica utilizzata dall’equipe della Dental Più è la rivoluzionaria implantologia “All-on-four®” (tutto il carico su quattro impianti), introdotto in Portogallo dal Dott. Paulo Malò e con il tempo diffusa e perfezionata fino a ottenere risultati di successo vicini al 100%. Si tratta di una tecnica di intervento “a carico immediato”, che significa senza differimento fra le diverse fasi operatorie, come invece accade per l’implantologia tradizionale nella quale dopo il primo intervento è necessario attendere parecchi mesi per completare l’inserimento di una protesi definitiva sulla stessa arcata. L’implantologia a carico immediato, come ci ha spiegato il Dott. Terzitta, è rivolta ai pazienti che portano con fastidio la protesi mobile e a tutti quelli che hanno una condizione dentale irrimediabilmente compromessa.

tutti gli altri ambiti della odontoiatria. È possibile per chiunque prenotare una prima visita senza impegno presso la clinica che ha sede in Piazza Fiume, a Sassari. Oltre alla professionalità di tutto il personale, chirurghi, odontoiatri e collaboratori, Dental Più mette a disposizione del paziente ambienti confortevoli e sale dotate delle apparecchiature più sofisticate e all'avanguardia, dalla Tac di ultima generazione all'ortopantomografo digitale. Una clinica che può competere a buon diritto con le più avanzate d'Europa. M.S.

Avere fin da subito una dentatura completa, con denti fissi in non più di 24 ore dall’intervento. Stabilità anche con un volume osseo minimo: sarà dunque minore la necessità di sottoporsi a difficili e costose tecniche di chirurgia preimplantare. Nessun bisogno di sottoporsi ad interventi di rigenerazione ossea. Il minore numero di impianti equivale a minori costi per il paziente. Alta efficienza e garanzia di successo protesico. Garanzia di 10 anni sugli impianti.

Direttore Sanitario: Dott. Giuseppe Terzitta Iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi di Bergamo n. 4272 Iscrizione all’Albo degli Odontoiatri di Bergamo al n. 206

CARD

FAMIL

IA

P-AB15 RE -2005/ 2003 Piazza Fi SASSA ume, 3 RI

UN AN N DI SOR O RISI Tel. 07 9 23 04

10

CON DENTAL PIÙ CARD SORRIDERE CONVIENE!

ECCEZIONALI VANTAGGI FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

PIAZZA FIUME N. 3 - SASSARI - TEL. 079 230410

DAL LUNEDÌ AL SABATO ORE 9-21


21

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CULTURA

I RAGAZZI DI SHIBUYA

Gli scopritori delle stelle d’Oriente

V

erso oriente a tutta forza, per portare in Europa i migliori talenti. Il collettivo Shibuya, insieme alla giapponese etalentbank, si occuperà della localizzazione europea di una serie di artisti provenienti dal paese del Sol Levante. Il gruppo, attivo nella produzione di video musicali e comunicazione attraverso i nuovi media, ha sfruttato la passione per il Giappone e le competenze individuali per mettere in piedi questa collaborazione. Il cammino che i ragazzi di Shibuya dovranno percorrere è tortuoso e irto di ostacoli. Si parla di ricostruire completamente l’immagine di cantanti e gruppi musicali, per adattarli ad un contesto diverso come può essere quello europeo. Il mercato nipponico è uno dei più sviluppati al mondo, ma è spesso rinchiuso all’interno dei confini nazionali. Tutti gli artisti si costruiscono un’immagine orientata a conquistare i compatrioti, ma che all’esterno difficilmente può essere apprezzata. Un lavoro complesso, che non è possibile svolgere su qualunque soggetto. Bisogna quindi selezionare con attenzione i cantanti e provare a proporre un look differente, oltre a testi e musiche che abbraccino sonorità internazionali. Ma non finisce qui. Il progetto prevede la realizzazione di concerti ed altri eventi promozionali per gli artisti che vorranno fare il grande passo e provare a confrontarsi con il pubblico europeo. «Quando mi sono reso conto che avremmo veramente realizzato il progetto ho capito che qualcosa stava cambiando», spiega Enrico Ciccu, uno dei fondatori di Shibuya. «Ci sono state un po’ di incomprensioni e figuracce all’inizio, ma con pazienza abbiamo imparato dai nostri errori». Il primo passo da compiere è stato comprendere la mentalità giapponese. L’accordo ha richiesto diverso tempo ed un viaggio a Tokyo, durante il quale conoscersi meglio ed approfondire i passaggi più importanti. «Ci hanno trattato come loro pari, perché facciamo parte di aziende di medio livello», commenta il web designer, «anche se in Italia per grossa azienda possiamo intendere la Fiat, mentre loro hanno Sony, Toyota e molti altri giganti». Un modo di intendere il lavoro in modo diverso. Anche durante i momenti di svago. Una rilassante cena con i colleghi diventa il momento migliore per discutere di importantissimi dettagli tecnici, mentre una tranquilla chiacchierata su Facebook in cui si accennano possibili collaborazioni future può essere scambiata per un accordo ufficiale dalle più alte sfere aziendali. Questo accordo può rappresentare un’opportunità anche per i nostri musicisti. Il ponte tra i due continenti ha diverse corsie, è possibile percorrerlo in entrambi i sensi. Alcune band sarde stanno provando a compiere questo strano viaggio fino all’altro capo del mondo. Una scommessa che è possibile vincere con il talento, la determinazione e la consapevolezza di poter essere l’avanguardia per una nuova generazione di artisti. Il rapporto tra Shibuya ed e-talentbank risale al marzo del 2011. In seguito al terremoto ed allo tsunami che hanno sconvolto la costa est del Giappone, è stato chiesto all’impresa sarda di realizzare una serie di video di solidarietà verso le popola-

SCOMMESSA L’idea è nata dopo un progetto di solidarietà in occasione dello tsunami. Ciccu: «È una sfida»

info

DALL’ISOLA A TOKYO «Ci hanno trattato come loro pari, perché facciamo parte di aziende di medio livello», spiega Enrico Ciccu, uno dei fondatori. «In Italia per grossa azienda possiamo intendere la Fiat, mentre loro hanno Sony, Toyota e molte altre»

zioni colpite dal disastro. Il progetto Wor(l)d for Japan ha riscosso un ottimo successo, grazie ad uno stile discreto, pulito ed elegante. Da quel momento i rapporti si sono intensificati, fino ai primi veri interventi nel campo musicale. Il sito dei Love Psychedelico, che hanno di recente festeggiato i vent’anni di attività ed un video di animazione tridimensionale, apparso durante un’esibizione dal vivo di una famosa cantante. I dirigenti di Etb hanno capito di poter sfruttare il collettivo sardo per qualcosa di più e gli hanno proposto una collaborazione più ampia. Dopo i primi accordi al Lucca Comics and Games, fiera del fumetto riconosciuta perfino in Giappone, si è arrivati ormai ai blocchi di partenza. Bisogna solo aspettare i primi cantanti che si metteranno in gioco e vorranno provare ad esordire in Europa. «Dobbiamo lavorare molto, c’è da perderci il sonno, ma ne vale la pena», sottolinea Enrico Ciccu. «Abbiamo accolto la sfida, ora bisogna fare in modo che anche il pubblico possa divertirsi insieme a noi». Jacopo Basanisi

DAL GIAPPONE Il collettivo Shibuya, in collaborazione con la giapponese etalentbank, si occuperà della localizzazione europea di una serie di artisti provenienti dal paese del Sol Levante. Il progetto prevede la realizzazione di concerti ed altri eventi per gli artisti che vorranno confrontarsi con il pubblico europeo

IL LIBRO

Un autore sardo ci racconta l’India

I

l lato oscuro dell’India di oggi raccontato da un autore sardo. È questo “Sotto i ponti di Yama”, di Salvatore Bandinu (Arkadia editore, 228 pagine). Cagliaritano, classe 1969, Bandinu lavora come animatore socioculturale e psicomotricista presso un servizio territoriale per minori. Specializzatosi nell’ambito della disabilità, lavora dal 1996 come idrochinesiologo e come istruttore di nuoto e attività motorie per minorati della vista. Il suo è un lucido reportage sull’India degli anni Duemila, da Bollywood all’hi-tech, passan-

do per le strade dei miserabili. La perversa logica della globalizzazione e i suoi devastanti effetti, riscontrati in prima persona sotto i ponti di Calcutta offrono all’autore l’occasione per una riflessione fuori dai soliti schemi pietistici o miracolistici. Una città indescrivibile per cultura e crudeltà, dove la povertà estrema e la miseria delle bidonville, il popolo degli intoccabili e l’ambivalente logica del turismo religioso, ci ricordano che il miracolo economico indiano è forse solamente uno spot orchestrato dalle solite élites. La ricerca di una

GLI ESTREMI Da Bollywood alle strade dei più poveri: “Sotto i ponti di Yama” è un quadro della Calcutta d’oggi fede rimasta tuttavia orfana di risposte e di concretezza porta il lettore a dedurre che, se Dio a Calcutta non è morto, certamente neppure Lui se la passa tanto bene. Un viaggio nell’India di Gandhi e Madre Teresa, in quella descritta da Tiziano Terzani,

Hesse, Pasolini, Moravia, Lapierre. Ma anche l’India del popolo della strada e dei suoi silenziosi ma acuti tormenti, dell’Hi-tech, di Bollywood, delle grandi multinazionali e dei suicidi di massa dei contadini. Un lucido cammino attraverso l’indian dream contrapposto a quello della più sordida miseria, dove folle di mendicanti, senzatetto, persone denutrite, portano avanti, giorno dopo giorno, una sistematica lotta per la sopravvivenza. Un libro per tutti coloro che nei supplizi e nei rantoli dei dannati della terra non identificano una precisa volontà divina, ma individuano una specifica, responsabile e scellerata scelta umana.


22

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CULTURA

PAUL KLEE

Il re del colore incanta i più piccoli

I

l colore mi possiede. Non ho bisogno di tentare di afferrarlo. Mi possiede per sempre, lo so. Ecco il senso di questo momento felice: io e il colore siamo una cosa sola. Sono pittore». Con queste parole, Paul Klee chiude dieci anni di studi su disegno e pittura, culminati in un viaggio a Tunisi in cui scopre, nel senso vero della parola, la potenza della luce e del colore. Dal 1914 in poi produsse una serie infinita di opere caratterizzate dalla scomposizione della realtà fino all’evidenziarne le strutture essenziali e ideali. Definito un astrattista, come il collega Kandinsky, lo si annovera tra i pittori più usati nell’arredamento delle camerette dei nostri figli per i suoi quadri apparentemente semplici. Dal 27 luglio fino al 16 settembre, i bambini di Cagliari potranno scoprire meglio il percorso di produzione creativa di Klee attraverso “Jeux de Klee”, mostra ospitata al Castello di San Michele e progettata dal Centro valdese di aiuto alla gioventù, visitabile dal martedì alla domenica, dalle 16 alle 22. L’intento è di conoscere l’opera del pittore svizzero attraverso il gioco: 9 bauli offriranno ai piccoli visitatori la possibilità di interagire con i sensi e l’immaginazione per entrare dentro i quadri, magari proprio quelli riprodotti in tanti poster e appesi alle loro camere. In ogni baule si possono trovare vari strumenti giocosi: puzzle, penne magiche, il labirinto, la bicicletta e una magica bilancia dei colori. Per tutto il periodo della mostra,

info

I “GIOCHI” E I LABORATORI Fino al 16 settembre sarà possibile partecipare ai laboratori per bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni. L’intento è quello di far conoscere il grande pittore svizzero attraverso il gioco. La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 16 alle 22

inoltre, previa prenotazione sarà possibile partecipare ai laboratori per bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni, i primi saranno sulle tecniche della pop art e di Pollock. Il percorso è stato creato apposta per i bambini, per stupirli e stimolare la loro creatività, ma la mostra è aperta anche a adulti che hanno ancora voglia di stupirsi. Paul Klee nato nel 1879 nei pressi di Berna da padre tedesco e madre svizzera, venne fin da subito istradato alla musica, ma privilegiava la poesia e la pittura, tanto che, contro il volere dei genitori, alla fine decise di iscriversi all’accademia. Vita da irregolare e ribelle, come molti artisti del primo novecento, da sempre è affascinato dalla creatività infantile perché più diretta e senza filtri razionali e dall'idea di andare oltre gli schemi finora sperimentati nell’arte. Nella sua ricerca Klee parte dall’impressionismo per ridurre la rappresentazione all’essenzialità, quindi alla linearità e all’astrattismo. Professore di pittura alla scuola Bauhaus, fu poi perseguitato dal regime nazista che considerò le sue opere degenerate. Muore nel 1940 in Svizzera prima di ricevere la cittadinanza onoraria a causa della sclerodermia progressiva. Come per Kandinsky, anche per Klee il colore dà forma e sostanza ai vari elementi per creare nelle sue opere una sintesi tra le sue passioni principali: musica, poesia e pittura, dando vita ai quadri ora esposti al Castello di San Michele. Vi. St.

AL CASTELLO DI SAN MICHELE La mostra è organizzata dal Centro valdese di aiuto alla gioventù


23

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

VISIONI

ALCINEMA CAGLIARI

Sala 12

ARENA VILLA MUSCAS Via Sant’Alenixedda, 2 - Tel. 070271709 Sala 1 Molto forte, incredibilmente vicino Ore 21.30 CINECLUB NAMASTE Via Ospedale, 4 Sala 1 Chiusura Estiva

h

Sala 13

CINETECA SARDA Viale Trieste, 126 - Tel. 070275271 Sala 1 Riposo

Contraband

GREENWICH D’ESSAI Via Sassari, 67 - Tel. 070666859 Sala 1 Chiusura Estiva

Ore 20.00-22.30 Sala 3

Il cavaliere del Santo Graal Ore 20.00-22.30

Sala 4

Biancaneve e il Cacciatore Ore 19.50-22.40

Sala 5

Travolti dalla cicogna Ore 20.10-22.40

Sala 6

The Amazing Spider-Man 3D Ore 19.30-22.30

h

CINEWORLD ❆▲ho Viale Monastir, 128 - Tel. 0702086096 Sala 1 Chiusura Estiva ❆h

Sala 7

La leggenda del cacciatore di vampiri 3D Ore 20.00-22.30

Sala 8

Quasi amici Ore 20.10-22.40

MURAVERA

SA ILLETTA Fattoria Sa Illetta S.S. 195 Km. 3.00 - Tel. 3498328709 Sala 1 Uomini di Dio Ore 21.00 SPAZIO ODISSEA ❆▲h Viale Trieste, 84 - Tel. 070271709 Sala Kubrick Chiusura Estiva THE SPACE CINEMA LE VELE ❆▲ho Via delle Serre (Quartucciu) - Tel. 892111 Sala 1 The Amazing Spider-Man

SPAZIO ONE WAY Localita’ Costa Rei Sala 1 Lorax Il guardiano della foresta Ore 21.30

SESTU THE SPACE CINEMA CINECITY ❆▲ho Loc. More Corraxe - C/O Centro Comm.le La Corte del Sole - Ex S.S. 131 Km 10,800 - Tel. 0702281700 Sala 1 Travolti dalla cicogna Ore 17.40-20.00-22.20 Sala 2

Il cavaliere del Santo Graal Ore 17.40-20.00-22.20

Ore 19.00-22.05 Contraband

Sala 3

The Amazing Spider-Man 3D Ore 19.15-22.00

Sala 4

Contraband Ore 17.45-20.00-22.15

Sala 5

La leggenda del cacciatore di vampiri 3D Ore 18.00-20.10-22.20

Ore 19.20-22.00 Sala 3

Freerunner - Corri o muori Ore 22.25

Sala 3

Il dittatore Ore 20.15

Sala 4

Biancaneve e il Cacciatore Ore 20.35

Sala 5

Bed Time

Sala 6

The Amazing Spider-Man Ore 18.15-21.00

Sala 7

Biancaneve e il Cacciatore Ore 19.25-22.00

Sala 8

Biancaneve e il Cacciatore Ore 18.25-21.00

Ore 20.05-22.30 Sala 6

The Amazing Spider-Man 3D Ore 18.40-21.40

Sala 7

Biancaneve e il Cacciatore

Sala 9

Chernobyl Diaries La mutazione

Ore 18.40-21.35 Sala 8

Travolti dalla cicogna Ore 19.35-22.10

❆h

CINE TEATRO NANNI LOY ❆▲ho Via Trentino, 15 - Tel. 070201691 Sala 1 Riposo

Sala 2

Lorax Il guardiano della foresta Ore 20.05

UCI CINEMAS CAGLIARI ❆▲ho Via Santa Gilla, 15 - Tel. 892960 Sala 1 Bed Time Ore 20.10-22.40 Sala 2

CINE TEATRO ALKESTIS Via Loru, 31 - Tel. 3385863990 Sala 1 Riposo

le trame

La leggenda del cacciatore di vampiri 3D

Il dittatore

The Amazing Spider-Man 3D

Sala 9

Lorax Il guardiano della foresta 3D Ore 18.30

Ore 20.30

Ore 20.40 Sala 10

Un anno da leoni

Sala 11

La memoria del cuore

Sala 10

Freerunner - Corri o muori Ore 21.30

Sala 10

The Amazing Spider-Man 3D Ore 18.45

Sala 11

Un anno da leoni Ore 18.20-20.25-22.30

Ore 19.40-22.05

Ore 19.55-22.25 Sala 12

Biancaneve e il Cacciatore Ore 22.15

ILMETEO ilSole

alle 06:24

alle 20:35

laLuna

alle 20:32

alle 06:43

Pi ena

Calante

Nu ova

Crescente

▲ho

ALGHERO MIRAMARE ❆▲h Piazza Sulis, 1 - Tel. 079976344 Sala 1 Biancaneve e il Cacciatore Ore 18.30-21.30

OZIERI

BED TIME

TEATRO CIVICO OZIERI ho Via Sebastiano Satta - Tel. 079758666 Sala 1 Chiusura Estiva CARLO FELICE ❆▲ho Via Carlo Felice - Tel. 079847354 Sala 1 Chiusura Estiva

CARBONIA NUOVO SUPERCINEMA ❆▲ho Via Satta, 53 - Tel. 078164251 Sala 1 Biancaneve e il Cacciatore Ore 17.50-20.10-22.30

IGLESIAS CINEWORLD ❆▲ho Localita’ Monte Figu - Tel. 078133510 Sala 1 Chiusura Estiva

SANT’ANNA ARRESI MODERNO Via Cagliari, 2 - Tel. 0781966744 Sala 1 Riposo

❆▲h

GUSPINI CINETEATRO MURGIA Via pio Piras, 2 - Tel. 3290344291 Sala 1 Riposo

❆ho

LUNAMATRONA TRE CAMPANE Piazza Italia, 6 - Tel. 070939010 Sala 1 Chiusura Estiva

▲ho

SAMASSI ITALIA Piazza Italia, 4 - Tel. 0709388041 Sala 1 Chiusura Estiva

▲h

NUORO

Sala 2

The Amazing Spider-Man Ore 21.10

Sala 3

Biancaneve e il Cacciatore Ore 20.30-22.50

Sala 4

La leggenda del cacciatore di vampiri Ore 20.40-22.50

Tempio Pausania

Carbonia

ia 22°- 37° Iglesias 22° - 37°

Olbia

Nuoro

Tortol

Oristano

illacidro Iglesias

Carbonia

Cagliari

Nuoro 24° - 35° Olbia 22° - 32° Oristano 23° -32° Porto Torres 21° - 34° Sassari 21° -34° Tempio Pausania 22° - 30° Tortolì 24° - 30°Villacidro 22° - 37°

Sereno

Variabile

Nuvoloso

Molto nuvoloso

Pioggia

Temporale

Grandine

Neve

Nebbia

Poco mosso

Mosso

Sala 1

To Rome With Love Ore 21.45

PRIMO LONGOBARDO Lungomare Amm. Mirabello Sala 1

Chiusura Estiva

PALAU ARENA EFFETTO NOTTE Via Nazionale, 113 - Loc. Montiggia Sala 1

Immaturi - Il viaggio Ore 21.45

SANTA TERESA DI GALLURA CINEMA ARENA

Agitato

Forza 1-3

Forza 4-6

Pirati dei Caraibi Oltre i confini del mare Ore 21.30

CINEMA TAPHROS

❆ho

Centro Taphros - Tel. 0789754684 Sala 1

Chiusura Estiva

ORISTANO MULTISALA ARISTON

❆▲ho

Via Diaz, 1A - Tel. 0783212020 Sala 1

Chiusura Estiva

GHILARZA JOSEPH Sala 1

Alghero Nuoro

Cagliari

Via Principe Amedeo - Giardini Pubblici

❆h

Corso Umberto I, 211 - Tel. 078554047

PortoT orres Sassari

illacidro Iglesias

Chiusura Estiva

LA MADDALENA

Sala 1

Olbia

Tortol

Sala 1

Genere Commedia Anno 2011 Durata 100 minuti Regia David Frankel Con Steve Martin, Jack Black Trama Tre uomini, insoddisfatti dalla vita e con la passione del birdwatching, si ritrovano a gareggiare al concorso North American Big Year. Questa sfida ha la durata di un anno e consiste nella ricerca e nell’avvistamento di specie diverse e rare d’uccelli. Chi, nel tempo previsto, riesce a visualizzarne il numero maggiore, vince. Sarà una lotta all’ultimo sgambetto che non ci negherà qualche risata...

DOMANI

Oristano

▲o

Via Asilo 2 - Tel. 0796391508

Via Capo Testa, 6 - Tel. 0789754684

Genere Commedia Anno 2011 Durata 107 minuti Regia Remi Bezancon Con Louise Bourgoin, Pio Marmai Trama Passioni in comune, attrazione fisica e intesa sono gli ingredienti che fanno di questa coppia una coppia felice. Barbara e Nicolas, trentenni, conducono una vita senza responsabilità e preoccupazioni. L’arrivo della cicogna sconvolgerà i loro equilibri psichici e mentali; ne saranno completamente travolti...

Ore 20.45-22.45

TEMPIO PAUSANIA CINEMA GIORDO

UN ANNO DA LEONI

TRAVOLTI DALLA CICOGNA

MULTIPLEX PRATO ❆▲ho Localita’ Prato Sardo - Tel. 085413000 Sala 1 Il dittatore

TORTOLI’ GARIBALDI ❆▲ho Corso Umberto, 57/59 - Tel. 0782622088 Sala 1 Contraband Ore 20.00-22.15 Sala 2 Un Anno Da Leoni Ore 20.00-22.00

ARENA LA CONCHIGLIA

Genere Thriller Anno 2011 Durata 102 minuti Regia Jaume Balaguero' Con Luis Tosar, Marta Etura Trama Cesar fa il portiere in un condominio a Barcellona. Ogni giorno vede gli inquilini che entrano ed escono, salutandolo. Osserva con la medesima attenzione tutti; segue con maggiore interesse Clara, una ragazza dolce e attraente. Cesar dalla sua postazione vede gli altri e non si sente visto da nessuno. La rabbia, nei confronti degli uomini, lo porta a godere della tristezza e dell’angoscia altrui ed è la più allegra a meritare il peggior trattamento. Scelta la preda non rimane che tormentarla...

TORRALBA

Alghero

Tempo: Condizioni anticicloniche di stampo africano danno luogo ad una nuova giornata di sole. Temperature in aumento nei valori massimi, con punte di 38°C tra Campidano e Val del Tirso; parzialmente mitigate le coste. Venti deboli a regime di brezza ovunque, mari quasi calmi o poco mossi.

Alghero 23° - 33° Cagliari 23° - 33° Car

Genere Avventura Anno 2011 Durata 106 minuti Regia Antonio Hernandez Con N.Yarovenko, S.Peris-Mencheta Trama Il capitano Trueno, impavido eroe della Spagna cavalleresca del XII secolo, combatte per la giustizia, portando avanti il credo della sua spada. Nell’affascinante cornice di battaglie epiche e scontri avvincenti, si recherà in Terra Santa al fianco degli inseparabili Goliath e Crispin e della fidanzata Ingrid per mettere in salvo il Santo Graal...

Ore 21.15 TEATRO VERDI Via Politeama - Tel. 079239479 Sala 1 Chiusura Estiva

CINEMA TEATRO OLBIA ❆▲ho Viale delle Terme, 2 - Tel. 078928773 Sala 1 Riposo

IL CAVALIERE DEL SANTO GRAAL

SASSARIESTATE CINEMA Cortile scuola media N. 2 Sala 1 Quasi amici

PortoT orres Sassari

Tramonta

CENTRO CULTURALE Via Veneto - Tel. 3485673199 Sala 1 Chiusura EstivaOLBIA

QUATTRO COLONNE ❆▲ho Via Vittorio Emanuele - Tel. 079239369 Sala 1 Chiusura Estiva

Tempio Pausania Sorge

Sala 6

MODERNO ▲ho Viale Umberto, 18 - Tel. 079236754 Sala 1 Chiusura Estiva

OGGI

Oggi

Contraband Ore 20.30-22.40 Bed Time Ore 20.45-22.45

Bed Time Ore 18.10-20.20-22.30

Ore 22.30 Sala 9

Ore 18.45-21.25 Sala 9

Sala 5 Sala 12

Forza 7-9

Chiusura Estiva

SANTA GIUSTA MOVIES MULTISALA

❆▲ho

Localita’ Zinnigas - Tel. 0783359945 Sala 1

Riposo

LEGENDA

❆ h o ▲

Aria condizionata Acceso disabili Servizio bar Dolby sourround


24

GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

CFADDA PRICE AWARD 2012

IL MIGLIOR PREZZO DI SEMPRE

arredo esterno, mare e piscina, e, campeggio, ventilazion antizanzare... POSSIBILITA’ DI UNIRE PIU GAZEBI

139,00

SALDI -25%

104 25 ,

590,00

SALDI -30%

413 00

925915

OFFERTE VALIDE FINO AL 4 SETTEMBRE 2012

IN ALLUMINIO

,

942233

499,00

SALDI -20%

399 20

, 935382/943289

SALDI

70 fino al

%

€ €

MONTAGGIO VELOCE POP UP

29,90

SALDI -35%

19

,

IN ALLUMINIO

44 932940

12,90

SALDI -40%

7

€ 74 , 69530/945845

LA FORTUNA DEI BUONI agna Raccogli i punti, guad e vai in vacanza

Accumula i punti, ottieni i Buoni Spesa e partecipa all’estrazione di splendidi

Soggiorni All Inclusive a Capo Verde per 2 persone

Dalconsultabile 7/06 al 31/12/12 solovendita nei punti vendita Regolamento completo nei punti CFadda e suaderenti www.cfadda.com

69,00

SALDI -20%

55 20

,

942789/90

SALDI -70%

14 97

49,90

,

930810/1/2

299,00

SALDI -35%

194 35

,

943291

Saldi, sconti, e tanto altro ancora... da Cfadda il Risparmio continua!! Visita il nostro sito sfoglia il nostro volantino.

Pubblicità e Marketing cosimofaddacommunication.com


sardegnaquotidiano0208