Issuu on Google+

6,7 e 8 settembre

Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione. Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o 500mila elettori o 5 Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi. Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due.

il MoVimento c’è

TUTTE LE PIAZZE SU WWW.BEPPEGRILLO.IT


6,7 e 8 settembre

La Costituzione Italiana va difesa, NON può essere modificata da persone NON elette, i cosiddetti “40 saggi”, e ratificata da parlamentari eletti con una legge ANTICOSTITUZIONALE, il cosiddetto Porcellum. Per esaminare la legittimità del Porcellum, il 3 Dicembre 2013 si riunirà la Corte Costituzionale. Perché il PD e il PDL la vogliono modificare la Costituzione Italiana così in fretta? Per anticipare la sentenza della Corte Costituzionale? O forse per adeguare, a posteriori, la Costituzione Italiana a una realtà economica e sociale che si è andata affermando non rispettando i principi costituzionali? La modifica della Costituzione viene così gestita, contrariamente a quanto fatto nel ’46 – ’47, dopo la guerra e la dittatura, da coloro che sono stati i responsabili di manovre, leggi e trattati europei, già ratificati INCOSTITUZIONALMENTE, a danno del Popolo Italiano e della Sovranità Popolare e che, guarda caso, entreranno in piena operatività nel 2014.

il MoVimento c’è

TUTTE LE PIAZZE SU WWW.BEPPEGRILLO.IT


Volantino A5 - Articolo 138 - MoVimento 5 Stelle