Page 7

A Simona (1976-1976)

1 Sei viva, adagiata su petali di rose in lutto, non piangi. Verdi cicale ti corano intorno la loro Avemaria mentre, odiosi ramarri tentano di varcare il cerchio infuocato. La città tace un ipocrita cordoglio, salutando con un gesto meccanico l’anonimo sepolcro. Ma sei viva fragile, perpetua figura, sei viva in questo corpo di misurate gioie ed infiniti dolori. Ah! terra fortunata che puoi abbracciare il suo corpo anche se con putridi germogli‌ 8 marzo 1977

1977 - Sebastiano A. Patanè - Ombre  

poesia malinconica

Advertisement