Issuu on Google+

http://issuu.com/santandreadiconza

Concerto in alta quota (13/09/2009) In località “La Croce” sulla Abetina si può organizzare un bell'evento. La semplice idea è quella di organizzare, da parte di 3-4 persone, una giornata musicale che allieti le persone che saliranno sulla Croce. Sarà pertanto trovato un giorno idoneo, un sabato pomeriggio, entro la fine del prossimo mese affinché lo spettacolo non venga guastato dalla pioggia, dove gli Organizzatori provvederanno a trasportare sul posto delle sedie in plastica e dei tavolini e li sistemeranno adattandole al dislivello, in maniera stabile e sicura. Magari si potrebbe prevedere anche un semplice gazebo, tra l'altro ben ancorato al fine di preservarlo dalle raffiche di vento. Verrà posizionato un semplicissimo palchetto (anche solo 2x2 metri) giusto per contenere la minima attrezzatura per l'esecuzione musicale. Quindi, in tutto rispetto delle leggi e regolamenti, si potrà individuare un servizio “catering” con menù a prezzo fisso, da consumarsi prima, durante e dopo l'esecuzione musicale. Per quanto riguarda la musica da portare in “alta quota” si potrebbe scegliere tra un duetto o trio che suoni jazz, e un duetto o trio che suoni musica classica, senza amplificazione in quanto il silenzio del luogo migliorerà l'acustica naturalmente. Si comincerebbe dalle 17:00 con il classico aperitivo accompagnato dalla lettura di poesie o accompagnato da un cabarettista (ovvero più cabarettisti della Irpinia, invitati ad esibirsi), fino ad arrivare alle 18:00 – 19:00 con la cena, o meglio con il servizio “catering” che presenti 2 assaggi di primi, 2 assaggi di secondo, ecc., accompagnato da buona musica e naturalmente da... buon vino! Illuminazione con piccolo gruppo elettrogeno (che si può anche noleggiare) a sufficiente distanza, che illumini il percorso fino alla strada asfaltata; torce e lumini lungo il percorso; dei “bracieri” con fuoco vivo adeguatamente posizionati; lumini sui tavolini per donare una atmosfera particolare, hostess e steward. Poi esistono diversi “gadget” tecnologici particolari che potrebbero essere impiegati al fine di creare una atmosfera molto particolare e suggestiva, ovvero per ricreare qualcosa di innovativo ed unico per l'Irpinia tutta: le c.d. “macchine dei profumi” che potranno permetterVi di organizzare qualcosa di unico, a costo irrisorio e a “conoscenza” per l'utilizzo pari a zero. Si “caricano” gli oli essenziali dei profumi che desideriamo far “annusare” e si posiziona la macchina sotto vento, al fine di ricreare situazioni che ben si adattano alla musica, alla atmosfera, ai cibi, alle poesie, alla stagione, ed altro.


http://issuu.com/santandreadiconza

Concerto in alta quota (13/09/2009) In località “La Croce” sulla Abetina si può organizzare un bell'evento. Quindi, si faranno “odorare” delle fragranze di agrumi, oppure delle fragranze di cioccolata, oppure delle fragranze di “frutti di bosco”, oppure delle fragranze di qualsiasi sostanza (in pratica si possono proporre ricostruzioni sintetiche di qualsiasi odore). Immaginiamo uno spettacolo che preveda il raccontare poesie sui “funghi” e sentire gli odori relativi, oppure una poesia che parli della “cioccolata” e sentire gli odori specifici, o semplicemente emettere i giusti odori durante le esecuzioni musicali (Le 4 stagioni di A. Vivaldi?). Certamente l'evento potrebbe essere ben progettato e programmato, partendo da queste semplici ma efficaci idee, chiedendo alcuni “piccoli” ma significativi contributi a privati ed ad Enti, affinché si organizzi il “Primo concerto d'alta quota Città di Sant'Andrea di Conza”, potendo “inventare” addirittura l'invito a 4 scuole medie della provincia di Avellino di portare ciascuna 3-4 poesie ciascuna su un determinato argomento “agganciato” a dei profumi specifici, come sopra spiegato, al fine della contemporanea emissione olfattiva. L'evento, se organizzato “bene” e non “nei migliori dei modi”, dove NON ci siano 50 persone “attorno” a qualche cosa come si è solito fare a Sant'Andrea di Conza, ma dove ciascuno incaricato porti a termine il proprio compito assegnatogli con calma e senza cercare il “guadagno” al netto del lavoro, può dare oltre che notorietà al paese, anche un introito ben quantificabile. Si può prevedere anche la “prenotazione” del tavolino e della degustazione al fine di “vendere” dei posti seduti (davanti e delimitati dal pubblico che rimane in piedi dietro), che garantiscono dei servizi accessori come: una copia di un libro in omaggio, aperitivo gratuito, sconto rispetto alla stessa cena di chi non prenota anticipatamente, ed altro, al fine di avere in anticipo una discreta somma da poter essere investita nell'evento. La logistica deve prevedere necessariamente il doppio servizio igienico (maschifemmine) chimico (che si noleggia a bassissimo prezzo), ed anche una ultimissima cosa che sembra scontata ma che aumenta il fascino della serata e cioè la possibilità di spostare l'evento sotto il gazebo, sempre sul posto, in caso di pioggia. Concludendo, Vi invito come sempre a leggere e far leggere questo articolo ad altre persone affinché possiate (possiamo) organizzare un evento molto caratteristico e pieno di fascino, dove la “voglia” e il proprio impegno anche a carattere lavorativo e di impegno concreto, siano l'80% di tutto ciò che occorra per consentire lo svolgimento di un evento del genere.


Primo Concerto d'Alta Quota Città di Sant'Andrea di Conza.