Page 1

la mia spesa sotto casa Borello srl ci trovi a: Castiglione -via Torino 20 - via Don Brovero 8

San Mauro via Martiri della Libertà 24

sAN MAU RO SPORT & dintorni DA CIRCA MEZZO SECOLO L’UNICO PERIODICO OMAGGIO INTERAMENTE DEDICATO ALLE VICENDE DELLO SPORT SANMAURESE, E NON SOLO....

Baldissero

Periodico fondato da Franco Cavallero - Direttore editoriale: Fabrizio Cavallero - consulenza redazionale: sanmaurosport@gmail.com - tel 3282175177 - stampa: Sarnub, Cavaglià

piazza Caduti senza Croce 71

supplemento a Insieme per aiutare nr. 1/14 - autorizzazione Tribunale di Torino n°5878 del 1°giugno 2005, direttore responsabile Renato Dutto

Pattinaggio San Mauro

Nuoto

Pattinatori d’ORO E’ iniziata ottimamente la stagione 2014 per i Campioni d’Italia: dal 14

al 16 marzo si sono svolti i Campionati Italiani Indoor a Pescara, dove i

“Cerci, il ricciolino che fa sognare il Torino” visto dal nostro Carlo Sterpone

Pallavolo Allotreb

Luca 6 volte campione Arrivate ai Play off

nostri portacolori sono stati. come sempre, all’altezza della situazione, riuscendo a portare a casa ben 4 titoli, 2 medaglie d’argento e 1 di bronzo. Su tutti è da segnalare lo straordinario momento di forma di Filippo Manera, che vince l’oro

Nel mese di febbraio la società Sportiamo di San Mauro ha diviso la sua squadra partecipando a due meeting . Il primo con il gruppo esordienti B nella città di Tortona e il secondo composto dalla categoria esordienti A , ragazzi+juniores in toscana a Colle Val d’Elsa. segue a pag. 32 Il trofeo a Tortona ha altri servizi a pag 8 visto molti mini atleti

Pallavolo S.Anna

B1 per forza Quando si è circa a due terzi del calendario, è possibile articolare un giudizio più completo sulla stagione della prima squadra del Sant’Anna (che dopo Natale ha salutato il centrale Sacchi, rilevato dal ritorno di Benedetto), al quale necessita però una piccola premessa. Prima i ogni

analisi bisogna sempre rilevare che si tratta della prima stagione per i sanmauresi nel terzo campionato nazionale e che essere a otto giornate dal termine del torneo in una confortevole posizione di metà classifica, con occasionale affaccio sui playoff segue a pag. 3 altri servizi a pag 2 - 21 - 35

salire sul gradino del podio ma , il risultato migliore , quello che identifica la squadra , il loro desiderio di fare gruppo e di condividere gioie ed emozioni è stato il secondo posto conquistato con due staffette composte da 2 maschi e 2 segue a pag. 2 altri servizi a pag 17 - 34

scorso con un roster “abbondante”, comprensivo di ben 19 elementi, suddivisi nei vari ruoli. Dopo un’iniziale scrematura, si è arrivati ad un totale di 15 giocatrici: Elisa Consalvo e Martina Sicco palleggiatori; segue a pag. 7 altri servizi a pag 12 - 13 - 35

Ciclismo

Serie C

Jolly buona la prima

La Serie C sarà il maggior campionato disputato dal A.S.D. Sport Village Bertolla con una squadra formata da Bugnano Maurizio (2.7), Minniti Andrea (2.8), Minniti Giuseppe (3.1) e Ferraro Sebastian (3.1) che dopo la scorsa emozionante stagione, dove

In concomitanza con la Gran Fondo internazionale di Laigueglia che passerà alla storia come l’edizione che ha fatto registrare numeri da record con oltre tremila iscritti, ha preso ufficialmente il via la stagione ciclistica amatoriale e con essa anche l’attività agonistica della Jolly Europrestige.

segue a pag. 26

dal martedì al sabato 8,30-19,30 gradito appuntamento

chiusura domenica sera e lunedì

La 1° divisione femminile dell’Allotreb si è conquistata l’accesso ai play off. È grande soddisfazione e per il traguardo prestigioso per la possibilità di dimostrare quanto le ragazze siano in grade crescita, capitanate dal coach Antonio Cortese e dal 2° Marco Chiapello. Si è partiti a settembre

Tennis

San Mauro via Settimo 3 tel. 011.898.66.60

Strada Mongreno, 16 -TORINO - tel. 011.898.01.93

COPIA OMAGGIO

Giovedi aperti fino alle 21,30

Malgrado i cambiamenti di percorso imposti dalle frane causate dalle piogge invernali, l’ottima riuscita della manifestazione è stata garantita da una bella giornata di sole e da una temperatura quasi primaverile e, nonostante si respirasse segue a pag. 27 altri servizi a pag 38


sAN MAU RO SPORT & dintorni

2 S.Anna Minivolley

130 MINIVOLLEYSTI SOTTO RETE Le attività del minivolley Sant’Anna tra San Mauro, Settimo e Borgata Rosa Evviva …… siamo arrivati a Pasqua …. finalmente è iniziata la primavera !!!!!!! Bella , frizzante , allegra come … come… ma come i nostri minivollisti !!!!!!! Questi sei mesi sono

i famosi tre passaggi va al di là della strategia sportiva : insieme costruiamo una azione …con la collaborazione risolvere problemi e superare ostacoli …. sul campo e nella vita … essere consapevoli dello sforzo fatto dai miei

della Federazione Italiana Pallavolo , abbiamo partecipato a diversi concentramenti . Quelli di Natale e Carnevale giocati al PalaTorino ( con la presenza di circa milleduecento miniatleti ), ha permesso a bambini e

sportività e il rispetto . L’attività del minivolley Sant’Anna si svolge su tre siti : San Mauro , Settimo , Torino (Borgata Rosa ) coinvolgendo circa 130 minivollisti . Di seguito , una “minidescrizione” per

Santanna è diventato un interlocutore sempre più accreditato. Il gruppo di miniatleti e’ composto da bambini e bambine di eta’ compresa tra i 5 e i 10 anni allenati dall’allenatrice federale Stefania Camoletto coa-

diuvata da due atleti del vivaio Sant’Anna : Alberto Molinari e Omar Randone, con la supervisione dei dirigenti Santo Saglimbeni e Francesco Cicchelli.

MINIVOLLEY “ MORANTE “ MERCOLEDI’ 16,45 - 18,00 MINIVOLLEY “ ALLENDE “ VENERDI’ 16,45 - 18,15 Per informazioni contattare Santo Saglimbeni 335 7521458 continua a pag.33

passati in un lampo !!!! I piccoli ( 2004-2005 -2006 ) tra giochi a coppie e di squadra , iniziano a fare le loro prime partitelle mentre i grandi ( 2003-2002 ) migliorano i fondamentali e gradualmente applicano le loro nuove abilità in campo …il campo , questo sconosciuto !!! Il luogo dove andiamo a divertirci ( non dimentichiamoci che lo sport a questo livello deve essere essenzialmente divertimento ) ma anche luogo di crescita sociale . Il nostro è uno sport di squadra , inserire

compagni e non vanificarlo con un colpo che mi gratifica ma difficile da realizzare …parlare in campo,esatto ….parlare … devo far sentire la mia presenza e l’incitamento dei miei compagni deve essere musica per le mie orecchie ( la musica in una attività sportiva può migliorare le prestazioni) , stimolarmi a dare il meglio di me stesso …. di noi stessi ….. sempre positivi …. Facendo parte del circuito minivolley del Comitato Provinciale

genitori di vedere di che portata è il movimento minivollistico nella provincia di Torino . Bellissime giornate , palloni colorati , decine di campi , partite, animazione con clown e maghi a disposizione ….. ricordi indelebili nelle loro menti. Altri tornei gli attendono nei prossimi mesi . Divertimento assicurato e l’opportunità di stringere la mano ai minivollisti “ oltre la rete “ . Questo semplice gesto all’inizio e alla fine di ogni partita sottolinea la

ogni sito . “ San Mauro si muove, siamo al secondo anno di MNIVOLLEY SANTANNA è possiamo già osservare come l’attività sia diventata un punto di riferimento per le famiglie e un spazio riconosciuto anche dalle scuole, la pallavolo vissuta come attività possibile, pallavolo come sport candidato alla pratica giovanile. Cresce, lentamente, cresce una cultura sportiva sul nostro territorio, fra le famiglie, fra gli insegnanti, la pallavolo

Nuoto

Luca Cazzetta alla grande segue da pag. 1

femmine rispettivamente in quella a stile libero e nella mista. Indubbia la grande soddisfazione dei tecnici e di tutto lo Staff Sportiamo e naturalmente complimenti a tutti gli atleti presenti. La toscana e più precisamente a Colle Val d’Elsa era di scena per il 9°meeting Città del Cristallo l’altra metà della squadra per una due giorni di gare che hanno messo a dura prova atleti e tecnici. I risultati sono stati all’altezza delle aspettative con la maggior parte degli atleti che hanno migliorato i loro personali salendo più volte sul podio.Da segnalare su tutti, il portacolori della società che su sei gare

fatte ha totalizzato ben sei primi posti Luca Cazzetta!! Complimenti a

di gare un onorevole 4 posto nella classifica a squadre a coronare il

Luca Cazzetta

lui ed a tutti i suoi compagni di squadra. a conclusione della due giorni

buon comportamento generale dei ragazzi.


sAN MAU RO SPORT & dintorni

3

PODISMO

Ciclismo extraurbano

MEMORIAL FLAVIO DALLA SANTACA

Bici in ferrovia

Grande successo per la manifestazione in memoria dell’amico Flavio Poco meno di un anno fa, per la precisione il 28 agosto, se n’andava in punta di piedi, a soli 60 anni, dopo una breve ma implacabile malattia che non lascia scampo, Flavio Dalla Spantaci, Flò per chi lo frequentava, un sanmaurese sportivo a tutto tondo, che, però, si riconosceva di più nella corsa. E proprio gli amici podisti, coloro che lo hanno frequentato nei lunghi allenamenti quotidiani e che perciò hanno potuto apprezzare la sua umanità e la grande carica d’amicizia che sapeva trasmettere, già sul sagrato della chiesa si sono ripromessi di ricordarlo nel modo con cui si onorano gli sportivi che muoiono prematuramente: con una corsa dedicata alla sua memoria. Detto, fatto. Coordinati da Luigi Priore e Claudio Nappa, un gruppo di runners si è subito dato da fare per organizzare una gara, preferibilmente campestre, specialità che Flò adorava, rivolgendosi a Piero Proglio, Presidente

della Federazione di Atletica di Torino da una vita e che da trentuno anni allestisce la corsa

ha subito trovato grande collaborazione e unità d’intenti nell’Assessorato allo Sport cittadino,

contro il tempo e le tante difficoltà di questo periodo di crisi. Ma alla fine, grazie agli sponsor ed ai

Piero Proglio

Flavio Dalla Santaca

Trofeo Città Di San Mauro, con i proventi a beneficio dell’Ugi, l’unione dei genitori italiani contro il tumore infantile. Il dirigente sanmaurese

mentre nel Supermercato Famila del Centro Commerciale Il Portale, ha trovato una insostituibile sponsorizzazione che ha permesso di allestire un bel montepremi in prodotti alimentari. Così, domenica 2 marzo sul pratone che si estende alle spalle del centro commerciale, hanno gareggiato oltre trecento atleti, suddivisi nelle varie fasce d’età, scaglionati in otto batterie, giovanili comprese. Da parte di Proglio un grande lavoro, ma anche tanta soddisfazione per il successo ottenuto:” Per allestire questo cross abbiamo lottato

Piercarlo Lagna

numerosi volontari che ci hanno affiancato in modo commovente, si è disputata la prima edizione del Cross Città di San Mauro, Memorial Flavio Dalla Santacà. Posso già antici-

Pallavolo B1

S.Anna sotto i riflettori Avviata la stagione tra alti e bassi alla ricerca della giusta determinazione segue da pag. 1

rappresenta un grandissimo traguardo, quasi a prescindere dal resto. Se però non ci si vuole limitare alla superficie delle cose, cambiando registro occorre notare il differente rendimento dei biancorossi tra partite giocate in casa e partite al di fuori di San Mauro. Al PalaBurgo il Sant’Anna finora (manca ancora il test più importante di tutti al momento: quello con la capolista Motta di Livenza) mantiene un passo invidiabile, perdendo in un solo caso (nel derby col Parella, finito comunque al tiebreak dopo una rimonta da 0-2) e concedendo solo 4 set alle avversarie. Il punto più alto è stato raggiunto nella partita con Segrate, vinta 3-1, con un memorabile quarto set risolto 32-30 dopo quasi due ore di battaglia tecnica e psicologica. Molto meno entusiasmante il rendimento

pare che ci siamo impegnati tutti insieme ad organizzare la seconda”. Fra tutti i vincitori delle

lontano da casa. In trasferta i sanmauresi sono però molto meno sicuri

insegnare molto, invece le indicazioni sui progressi si sono perse come

un muro pazzesco! foto di Silvia Dadone

dei propri mezzi e faticano molto di più a ottenere punti. Infatti gli unici risultati positivi sono stati le vittorie 3-1 a Fossano e 3-0 a Carpi. Quest’ultima partita avrebbe potuto

parole scritte sull’acqua, perché una settimana dopo l’entusiasmante vittoria con Segrate arriva il tonfo ad Asti (3-0), in casa dell’ultima in classifica, ancora alla ricerca di

una vittoria piena e con soli 4 punti realizzati, interrompendo una striscia di 3 vittorie in fila. Gli astigiani hanno però avuto il merito di disputare una gara caparbia concedendo poco o nulla alla squadra di Usai, che da parte sua ha dimostrato di faticare a trovare un qualunque piano tattico di riserva. Non che in precedenza i biancorossi avessero giocato male o al risparmio: per un certo periodo, anzi, il Sant’Anna dimostrava di iniziare bene le partite (specie a Brescia, Bergamo e Trento), ma senza dare continuità ai propri sforzi, finendo battuti 3-1 in tutte le circostanze. Il finale di stagione presenta le prime della classifica in viaggio a San Mauro, con i “Santi” a far visita alle squadre che inseguono. Dal rendimento combinato di tali sfide il Sant’Anna avrà indicazioni più utili e precise non solo sul finale di stagione, ma anche sull’immediato futuro. ALESSANDRO GHIBELLINO

rispettive categorie, ci piace mettere in vetrina Piercarlo Lagna, dominatore della frazione che riunisce 45, 50 e 55enni. Il 50enne, sanmaurese doc, quattro anni fa ha dovuto inevitabilmente abbandonare il ciclismo (suo sport prediletto, praticato con maglia Cicli Stroppa) a causa di una scheggia che gli ha messo fuori uso un occhio mentre lavorava. Ma non si è perso d’animo. Si è messo a correre, e con sua grande sorpresa (dice lui) a vincere, con la canottiera dell’Atletica Settimese. Subito dopo il traguardo ha alzato il dito al cielo. Un affettuoso omaggio all’amico Flò. EUGENIO BOCCHINO

Il nostro Marco Fausone, ciclista non convenzionale, sui binari d’Italia pacci al sole mediterraneo.

Le sedi ferroviarie dismesse come risorsa nella promozione del cicloturismo in Italia? Quest’anno niente bici, almeno quest’inverno. Eccesso di fango, di anni ed altre attività mi hanno tenuto lontano dai pedali. Ed allora si va di ricordi e considerazioni. Febbraio 2011, Sanremo, con il buon Cecione. Una vita fa.. “E allora si va a Imperia a farci una biretta?” E via, una 50ina di Km in tutto, quindi una bella media waiss a metà, giusto per ritemprare il corpo e lo spirito. E si torna. Un paio d’ore prendendosela proprio con comodo, e con la biretta anche un paio di trofie al pesto per accontentar l’addome. Il progetto di ripristino e ridestinazione della vecchia sede ferroviaria lungomare, da tutti noi odiata nel tratto AndoraTorino nelle torride domeniche d’agosto, ed ora sostituita da una tratta che passa un paio di km nell’entroterra, è l’esempio che lo stato italiano dovrebbe seguire per dare una svolta al turismo dello stivale; per cercare di stuzzicare quei turisti nordeuropei che non aspettano altro che farsi un giro in bici in Italia in tutta sicurezza, a costo di scottarsi i pol-

È uno spreco enorme di risorse, sia economiche che a livello di consumo del suolo, la politica dell’abbattere per ricostruire. E il fatto che quel nastro, prima di acciaio e ora di asfalto, sia rimasto bene comune a disposizione di tutti e non sia stato regalato agli speculatori che ha distrutto le coste liguri, fa ancora ben sperare. La comodità degli itinerari ciclabili che utilizzano le sedi ferroviarie dismesse è notevole, i percorsi sono pianeggianti e spesso e volentieri mozzafiato. Oltretutto ci sono tutte le condizioni, al contorno, che potrebbero fare di questi itinerari delle vere e proprie attrazioni turistiche, legate ad un tipo di utenza attenta ai valori ambientali e sociali, più di quanto non lo sia un turista medio. Le vecchie stazioni dovrebbero essere restaurate e sarebbero il luogo ideale di sosta per i cicloturisti, una sorta di ostelli, e lungo gli itinerari potrebbero essere realizzati dei chioschi, ben integrati sul territorio come quello presente tra Sanremo e Arma di Taggia. Parecchi spunti per nuove gite vengono proposti dall’associazione “ferrovie dimenticate” (www.ferroviedimenticate.it) che si occupa di riscoprire le tratte ferroviarie ormai in disuso spesso mediante l’utilizzo appunto dell’amata bicicletta. MARCO FAUSONE

Mani di Forbice parrucchiere by Agatino ra signo to r e p a en ntam cchier parru su appu73132013 tel 37 • martedì - venerdì 9/12,30 - 14,30/19,30 • mercoledì 15,00/21,00 • sabato 9,00/18,00

Castiglione - via M. Caudana 52 tel. 3387316874


sAN MAU RO SPORT & dintorni

4 Tennis

Lo Sport Village attacca Dalla serie C ai più giovani, una vocazione agonistica che porterà presto i risultati sperati Segue da pagina 1

La Serie C sarà il maggior campionato disputato dal club con una squadra formata da Bugnano Maurizio (2.7), Minniti Andrea (2.8), Minniti Giuseppe (3.1) e Ferraro Sebastian (3.1) che dopo la scorsa emozionante stagione, dove si sono giocati la promozione fino all’ultima partita, riproveranno quest’anno ad andare il più avanti possibile in quest’importante competizione nazionale . Gli agonisti più giovani affronteranno invece la responsabilità di

portare i colori del Bertolla nella serie D3 per cercare la promozione e conquistarsi una serie maggiore, dando così continuità alla vocazione agonistica del club. Ad affiancare i giovani Fabio D’amico (3.2), Federico Gattini (4.1) e Edoardo Ottogalli (4.1) saranno i veterani Roberto Valenti (4.2), Antonio Botrugno (4.2) e Fabrizio Negri (4.4). Terminerà il 31 Maggio la scuola SAT che quest’anno è stata riprogrammata dallo staff per poter offrire un servizio

serie C maschile

PA R R U C C H I E R E

ancora migliore e massima professionalità per tutti gli allievi che hanno raggiunto un cospicuo numero superando le previsioni inziali prefissate dal circolo stesso, e già si sta preparando la prossima stagione invernale per poter migliorare ancora grazie al continuo lavoro dei maestri che insieme agli allievi lavorano costantemente su ogni aspetto per crescere insieme. Prima però arriverà la primavera con la stagione agonistica 2014 alle porte e i campionati a squadre alla partenza, dove lo Sport Village Bertolla prenderà parte con diverse squadre grazie alla grande quantità di giocatori a disposizione e al gran lavoro svolto da Bugnano Maurizio con il gruppo agonistico del club che quest’anno vede tra i componenti più rappresentativi Minniti Andrea classe ’97 entrato in seconda categoria e trascinatore dei ragazzi, ed altri elementi come D’amico Fabio, neo acquisto e Gattini Federico, senza infine tralasciare il più giovane Ottogalli Edoardo classe ’98 che cercherà di fare il definitivo salto di qualità nel 2014. Rimanendo sempre in ambito agonistico, grandi speranze sono riposte nell’Under 12 femminile, dove Librera Martina,

SCI

Sci Club San Mauro Primi mesi di attività per questa nuova associazione

costantemente tra le migliori del Piemonte e allenata da Minniti Giuseppe, guiderà la formazione di casa insieme a Megna Giorgia e Godizzi Alessia, tutte classe 2003, nella corsa alla conquista del titolo. Oltre a queste squadre ci saranno anche una D3 Provinciale formata dal più giovane Godizzi Matteo che sarà affiancato da Sarubbi Luca, Di Vietri Patrizio, Pellegrino Antonio e Guagnini Mirko e una D3 femminile sempre provinciale che vedrà in campo Paola Tuarivoli, Luisa Leone, Alessia Capolongo e Roberta Siano. Un ultimo appunto è rivolto agli stage di tennis estivi che lo Sport Village Bertolla organizza ogni anno nella sua estate Ragazzi, caratterizzati come sempre da tanto tennis, piscina, divertimento e…ovviamente competizione. Le settimane di stage estivo sono rivolte ai ragazzi compresi fra i 6 e i 16 anni, che verranno divisi a seconda dell’età e del livello dallo staff dei Maestri. Gli stage estivi inizieranno Lunedi 16 Giugno e proseguiranno ininterrottamente fino al 1 Agosto.

Con la scelta e la premiazione del logo del neonato Sci Club San Mauro nel mese di novembre è decollata la stagione sciistica. Giornate di “prova” nel mese di dicembre e poi inizio dei corsi di sci discesa e snowboard a Monginevro, corsi tenuti sia di sabato che di domenica per 6 giornate di 3 ore cadauna.

Entusiasmo da parte dei bambini seguiti dagli ottimi Maestri della scuola ESF. E nelle domeniche senza corsi si sono effettuate altre uscite in altre località sciistiche. Con l’arrivo di tanta neve pensiamo di prolungare la stagione oltre marzo. Domenica 2 marzo si terrà cena in baita a Claviere con discesa in notturna con gli sci. Continuiamo sabato 8 e domenica 9 marzo con l’ultima lezione sempre a Monginevro. Ed infine la gara di fine corso il 16 di marzo alla quale possono partecipare tutti gli appassionati.

Proposte anche gite in settimana a costi decisamente bassi, martedì 18 marzo a Limone e mercoledì 26 marzo a Serre Chevalier. Per le domeniche successive il 23 marzo si va in Val Thorens, domenica 30 marzo a Sestriere, il 6 aprile Cervinia, il 13 aprile Traversata del Bianco, per chiudere la stagione il 4 maggio in Val Thorens. Novità importante è quella di poter avere la Ski Card Via Lattea GRATUITA (valevole 3 anni). Con tale Ski Card si avrà la possibilità di sciare a costi decisamente bassi ad esempio giornate (anche festive) a 23,00 – a

premiazione del logo vincitore

LO STAFF DEI MAESTRI

Castiglione v i a To r i n o 8 9 tel 0119818417 i giovani corsisti ascoltano le indicazioni del maestro di sci

T A B A C C H E R MOLENA I VIA CHIVASSO 25 - GASSINO A E D I C O L A

22,00 e perfino a 16,00 Richiesta Ski Card GRATUITA Via Lattea entro il 30 marzo 2013. Per i bambini fino a 8 anni la Ski Card dà la possibilità di sciare in tutta la Via Lattea a soli 5,00 tutti i giorni anche festivi. Per la stagione estiva si stanno programmando delle escursioni alla portata di tutti. Per maggiori informazioni: Luciano al 335 6476367 - Mimmo al 339 1688921www.skiteam4.it quanta fatica per i piccoli atleti, ma dopo ci sarà la merenda ! skiteam2005@libero.it


sAN MAU RO SPORT & dintorni

5

FOLGORE volley

L’esaltante stagione delle folgorine Il sogno dell’allenatore Gianni Marchesini U14 è partecipare alla finale nazionale di categoria a Rimini. Under 12 con carattere da vendere grazie allo storico Armando Da settembre 150 atlete partecipano attivamente all’attività sportiva della Folgore, facendone sicuramente la prima società sportiva femminile attiva sul territorio di S.Mauro. A fronte di questi numeri gli spazi a disposizione cominciano a essere stretti. Confidiamo di riuscire a ottenere qualche soluzione migliorativa per potere garantire a tutte le squadre almeno tre allenamenti alla settimana. La stagione in corso è a tutt’oggi prodiga di ottimi risultati a partire dalle nostre atlete più giovani. Per la prima volta abbiamo deciso di partecipare ad un campionato UISP under 12 con una squadra di giovanissime nate nel 2003 e nel 2004 che si sono scontrate con avversarie di almeno due anni più grandi. Nonostante questo divario di età, nella seconda fase del campionato sono arrivate le prime vittorie ad indicare che la crescita tecnica ed agonistica aveva dato quanto sperato. Il gruppo è condotto dalle nostre Erika ed Ambra, neoallenatrici da quest’anno delle giovanili. Dal campionato

UISP under 14 arrivano le maggiori soddisfazioni: la squadra è imbattuta a punteggio pieno e sicuramente parteciperà alla fase regionale. Il sogno nel cassetto delle ragazze, dell’allena-

Il gruppo è imbattuto e può addirittura vantare in campionato due importanti vittorie con una squadra d’alto livello come la Lilliput. L’artefice di questa esaltante stagione è ancora

stata iscritta al prestigioso torneo di Pasqua a livello nazionale di Cambiano. L’under 13 è arrivata seconda nel girone di riferimento e sta per affrontare la fase successiva con buone speranze.

ciale e si conquista l’accesso alla fase regionale. A Fulvio, il nostro allenatore, un ringraziamento particolare in quanto, dopo anni dedicati ad allenare ragazze più mature, ha saputo trarre

timo risultato nel campionato minore. Il gruppo 1996-1998 allenato da Gianfranco con l’aiuto di Claudio e Renzo ha partecipato all’under 18 di federazione, terza nella prima fase

il numeroso gruppo del minivolley e le sue allenatrici

tore Gianni Marchesini e dell’aiuto Allenatore Andrea è partecipare alla finale nazionale di categoria che si terrà a Rimini. La nostra under 12 che partecipa al campionato di federazione sta dimostrando carattere da vendere.

una volta Armando, un concentrato di capacità e umanità che ha fatto grande la Folgore. Chiaramente con una squadra di questo livello l’ambizione è di entrare tra le migliori otto a livello provinciale. Proprio per arrivare preparati alla fase finale la squadra è

GIOVANI

Quale Lavoro? L’associazione Giovaninrete attenta a diffondere la cultura del lavoro sul territorio Il 2014 dell’associazione Giovaninrete è iniziato dietro le quinte della pubblicità. A febbraio una quindicina di soci ha partecipato a un pomeriggio alla scoperta di come nasce uno spot , delle

dell’associazione sanmaurese. Tra i temi sempre cari al sodalizio, c’è quello del lavoro che continua ad essere uno degli argomenti trainanti del sito Internet (sezione Informalavoro) e dell’atti-

m). Inoltre è previsto un ciclo di incontri finalizzato a un workshop per la creazione di un sito in Wordpress. L’idea è sempre quella di condividere conoscenze tra giovani e non, al fine di raggiungere

figure professionali che lavorano per concorrere alla riuscita (se possibile buona) di una campagna pubblicitaria. Il motto è semplice: che l’idea sia geniale o meno, il processo deve andare avanti. Un ospite che lavora in una nota agenzia pubblicitaria lo ha raccontato ai soci

vità sui social network. Tra i prossimi appuntamenti ritornerà il filone giornalistico, con uno o più incontri con giornalisti e in primavera con una visita al museo del quotidiano La Stampa, alla redazione e alle rotative (informazioni: associazione.giovaninrete@gmail.co

un obiettivo comune e partecipato. Gli aggiornamenti sono sul gruppo Facebook “associazione Giovaninrete”, altre informazioni e spunti sul sito www.giovaninrete.it e sui relativi profili social (Facebook, Twitter, Youtube...). GIOVANINRETE

L’allenatore Beppe, per meglio preparare la continuazione del campionato, ha partecipato con successo al torneo di carnevale del Lingotto dove la Folgore si è classificata terza. L’under 14 entra di diritto tra le migliori otto squadre a livello provin-

il meglio da un gruppo sicuramente molto giovane . La stessa squadra ha partecipato al campionato under 16 qualificandosi seconda nella prima fase. La scelta di fare con lo stesso gruppo un campionato superiore ha permesso di ottenere un’ot-

e al campionato di seconda divisione. In questa categoria dopo tre giornate del girone di ritorno la Folgore occupa un ottimo secondo posto che ci permettere di sperare nella conquista della promozione in prima divisione. La serie D occupa una

lusinghiera terza posizione. Beppe, il nostro allenatore coadiuvato dall’insostituibile Mario, ha mantenuto un eccellente ruolino di marcia che ci ha permesso di concludere queste prime partite a punteggio pieno. Questi ottimi risultati hanno creato un rinnovato interesse verso la prima squadra che, nelle gare casalinghe, può contare su una palestra piena di calorosi supporters. Concludiamo con il minivolley che anche quest’anno supera le ottanta presenze. Le partecipazioni alle manifestazioni di carnevale hanno cementato l’attaccamento a questo sport da parte di tante nostre mini-atlete. Un grazie a Ludovica, Erika, Danielina, Ambra e alla new entry Bianca per la dedizione dimostrata nell’allenare tante giovani Folgorine. A tutte le ragazze che intendono cimentarsi con la pallavolo ricordiamo i nostri riferimanti: Tel.335-1240287 info@pgslafolgore.it Contattateci per un prova

ROBERTO BOSTICCO


sAN MAU RO SPORT & dintorni

6

Ciclismo

NUOTO

UNO SPORT PER TUTTI Nuotare è uno dei modi migliori per poter fare esercizio fisico, rimanere in forma e bruciare le calorie in eccesso Il nuoto è una delle attività sportive più accessibili e consigliate per mantenere un buono stato di salute e per migliorare il proprio benessere. La sua pratica è consigliata a tutti: sportivi agonisti, principianti, anziani, adulti, bambini e anche a chi ama iniziare la giornata con una nuotata ritemprante oppure a chi, invece, cerca di sbarazzarsi della tensione accumulata rilassandosi in acqua a fine giornata. Inoltre è indicato anche per le persone con particolari problemi di salute in quanto, pochi esercizi eseguiti correttamente, aiutano sicuramente il percorso riabilitativo oppure contribuiscono al miglioramento del benessere generale della persona. Senza ombra di dubbio stiamo quindi parlando di una delle discipline più complete nel panorama delle attività fisiche infatti, con il nuoto, si possono sviluppare e/o sollecitare moltissimi muscoli del corpo grazie al movimento e al costante “massaggio” dell’acqua. Inoltre, questa pratica sportiva, fornisce il miglior allenamento aerobico con la minore quantità di stress e impatto sulle articolazioni. I cosiddetti “stili di nuoto” sono sostanzial-

GRP TELEVISIONE

“Piemonte in corsa”, in onda ogni martedì, su GRP (canale 13), ore 20,45 conduce Eugenio Bocchino

mente quattro: rana, farfalla (o delfino), dorso e stile libero (o crawl). La “rana” è uno stile simmetrico rispetto all’asse centrale del corpo ed è il solo stile che non possiede una fase di spinta a livello delle braccia. È sconsigliato alle persone che soffrono di problemi lombari e/o cervicali. La “farfalla” è lo stile più faticoso, infatti, il suo movimento oscillatorio impegna tutte le parti del corpo richiedendo parecchia energia elasticità e sincronizzazione. Il “dorso” è il solo stile dorsale ed è asimmetrico. È raccomandato a tutti coloro che soffrono di problemi alla colonna vertebrale perché contribuisce al rafforzamento della muscolatura della schiena. Lo “stile libero” è il più semplice da praticare e impegna principalmente pettorali, bicipiti, avambracci, addominali e glutei. Per quanto riguarda l’alimentazione e il dispendio energetico relativi a questo sport possiamo immediatamente dire che è importante assumere un pasto leggero e digeribile, ma al contempo capace di fornire un buon quantitativo di energia. Inoltre, per non rischiare pericolose congestioni, prima di entrare in acqua, è molto importante far trascorrere almeno tre ore dal pasto e non consumare bevande fredde. Il tipico esempio di alimentazione per chi pratica questo sport è il seguente. Colazione: latte con cereali, un frutto, pane bianco e marmellata. Spuntino: un frutto oppure un dolce leggero. Pranzo: pasta o riso con verdure conditi con olio extravergine di oliva. Merenda: un frutto. Cena: proteine, preferendo il pesce o la carne bianca, accompagnate

sempre da verdura. Riguardo al dispendio energetico, secondo recenti studi, con un allenamento di nuoto ben fatto si possono bruciare più calorie che correndo oppure andando in bicicletta. Naturalmente questo dato è teorico in quanto il consumo energetico varia notevolmente in base all’intensità e allo stile praticato (consumo minore nello stile libero, segue di poco il dorso ed aumenta di circa il 50% con rana e farfalla). È interessante sapere che l’acqua normalmente è più fredda del corpo, pertanto, si ha una continua dispersione termica attraverso la cute sia per conduzione (trasferimento diretto del calore dal corpo all’acqua) che per convezione (l’avanzamento comporta che il corpo sia sempre a contatto con nuove falde di acqua). Questi effetti aumentano notevolmente il processo di dispersione di calore dell’organismo, il quale per controbatterla deve ricorrere alla “termogensi”, ovvero produrre calore facendo lavorare i muscoli e quindi bruciando calorie. È proprio per questo effetto che spesso dopo una nuotata si ha la sensazione di fame. Quindi praticare nuoto regolarmente e in base alle proprie esigenze non dovrebbe essere solamente un consiglio, ma dovrebbe diventare una prassi comune che ci impegna facendoci divertire, rilassare e tenere a contatto con altre persone. In questo modo l’attività fisica, oltre a migliorare lo stato del nostro organismo, andrebbe ad agire positivamente anche sulla sfera psicologica e sociale migliorando notevolmente la qualità della vita. DOTT.

C.C.P. attiva su tutti i fronti La società cresce scoprendo nuove declinazioni come il crosscountry senza trascurare il classico cicloturismo PAGINA A CURA DI GIANFRANCO POLI 2° Evaristo Guarneri 3° Attilio Serrao S E T T O R E GRANFONDO 1° Romolo Gentile 2° Andrea Nebiolo 3° Valter Marino SETTORE AMATORI STRADA Buona partecipazione complessiva dei nostri atleti nell’ordine: Roberto Bonello, Claudio Calvarese, Giovanni Ghiotti e Silvio Ricchitelli Podio Cicloturismo

meritato coronamento agli sforzi e all’impegno impiegato durante gli allenamenti e nelle gare di tutta la stagione. Bravo Diego!!

Diago Piazzalunga

partecipato 326 ciclisti di 35 società. Il percorso di 55 Km attraverso alcuni paesi della provincia si è svolto in una giornata fresca (tra i 7 e i 12°C) ma

Podio Granfondo

Nel festeggiare la stagione ciclistica passata, ricca di soddisfazioni e affermazioni sia individuali che di società nei settori cicloturismo, granfondo e amatori strada, sono stati ospiti graditi Livio Drigani con

Crosscountry Presso il parco della Pellerina, si è svolta, per la prima volta, la manifestazione XC PROGETTO CYCLING di cross country, organizzata dalla

Giancarlo Martina e Romolo Gentile

Giro del Piemonte L’inizio della stagione cicloturistica regionale F.C.I. con la “1^ Tappa del Giro del Piemonte (prov. TO)” con raduno in Corso Spezia (Zona Lingotto) è stata organizzata dalla società S.C. Nizza Lingotto. Alla gara aperta anche agli enti della Consulta hanno

soleggiata, che ha consentito ai ciclisti di godere del paesaggio. A conclusione della gara la società organizzatrice ha effettuato le premiazioni che hanno visto il V.C. Frejus classificarsi al 1° posto, il S.C. Nizza Lingotto al 2° posto e Team Monviso (prima società degli enti) al 3° posto.

GIANFRANCO POLI

Arte e ciclismo

il 1° è Michele Cioce

ROBERTO CAVAGNA

Podio Amatori

il figlio Andrea in rappresentanza della ditta Bianchi, che ha riportato i saluti di Marino Vigna responsabile del settore amatoriale. Durante i festeggiamente Drigani ha presentato le novità 2014 comunicando le classifiche sociali del settore Cicloturismo, Granfondo e Amatori strada. Le classifiche dei podi sono le seguenti: SETTORE CICLOTURISMO 1° Remo Lano

società “A.S.D. Progetto Cycling.com “, su un percorso misto di 5 km, tra strade sterrate, single track e prati, da ripetersi più volte a seconda della c a t e g o r i a . Il nostro atleta Diego Piazzalunga ha corso per 5 volte il circuito per un totale di 25 km piazzandosi 22° assoluto e 3° di categoria CAD classe 1 9 9 0 . Complimenti dal direttivo e dai soci della C.C. Piemonte per questo

L’atleta della C.C.Piemonte a Restructura Concorso “Idee Nuove per Effetti Decorativi d’Interni ed Esterni” presso Restructura, la fiera del recupero, della ristrutturazione e della riqualificazione tenutasi a Torino, Michele Cioce si è aggiudicato il primo premio nel concorso Pareti d’autore, realizzando una parete decorativa con il prodotto Istinto: uno stucco versatile e innovativo che permette di lavorare la parete

creando texture e inediti effetti a rilievo.

Michele Cioce premiato


sAN MAU RO SPORT & dintorni

7

Pallavolo femminile

Un’Allotreb di play off La 1°divisione insegue un sogno dimostrando grinta a volontà, per ora un piccolo traguardo ma il cammino è ancora lungo! segue da pag. 1

La 1° divisione femminile dell’Allotreb si è conquistata l’accesso ai play off. È grande soddisfazione e per il traguardo prestigioso per la possibilità di dimostrare quanto le ragazze siano in grade

vato, portando alla guida del gruppo Antonio Cortese, coadiuvato come 2° allenatore da Marco Chiapello, rientrato in Italia dopo un’importante esperienza in Svizzera, a cui si aggiunge anche Gianluca Sanzogni, quale

incontri con compagini di caratura superiore, che ci infliggono delle sconfitte sonanti: Val Chisone e Union for Volley su tutte. Tra queste débâcle si riesce a vincere contro altre due quotate: K2 Brandizzo e Casati men-

Il carico di lavoro accumulato nel corso della prima parte della stagione si fa sentire e si inizia il girone di ritorno in modo “balbettante”. Buona la prima contro la Pallavolo Settimo, si va poi a Rosta contro l’ulti-

Fila in alto: allenatore in 2°Marco Chiapello, allenatore Antonio Cortese, Alessia D’Angella, Elisa Consalvo, Gianluca Sanzogni. Fila di mezzo: Bobby Panebianco, Giulia Rovescala, martina Sicco, Francesca Peralta, Chiara Novelli. Fila in basso: Chiara Pozzo, Lucia Dansero, Annalisa Richetto, Roberta Robba, Lara Natta, Silvia Lanzoni, Francesca Pelassa, Marco Enria

crescita, capitanatedal coach Antonio Cortese e dal 2° Marco Chiapello. Si è partiti a settembre scorso con un roster “abbondante”, comprensivo di ben 19 elementi, suddivisi nei vari ruoli. Dopo un’iniziale scrematura, si è arrivati ad un totale di 15 giocatrici: Elisa Consalvo e Martina Sicco palleggiatori; Francesca Pelassa ed Annalisa Richetto opposti; Francesca Peralta, Lara Natta e Giulia Rovescala centrali; Silvia Lanzoni ed Elisa Palanza liberi e, per concludere, Chiara Pozzo, Roberta Robba, Lucia Dansero, Alessia D’Angella, Chiara Novelli e Bobby Panebianco come schiacciatori di posto 4. Del precedente gruppo dello scorso anno, sono stati inseriti ben 6 elementi della “vecchia” under 18, più Bobby Panebianco dall’ex serie C. Anche lo staff tecnico è stato rinno-

dirigente accompagnatore e Monica Bracone con funzione di preparatore fisico. Una compagine tutta da amalgamare, viste le differenze d’età, ma di buon livello, pur non avendo particolarità di spicco. L’obiettivo primario concordato è stato il raggiungimento almeno della quinta posizione del girone, tale da consentire l’accesso ai play off. Tanto lavoro da svolgere in palestra per affinare quelle irregolarità nei fondamentali e tanto impegno per portare la squadra ad una fisionomia consona alla categoria da affrontare. Dopo un buon mese di duro lavoro e qualche amichevole alla portata, si è finalmente iniziato il campionato. Le prime quattro gare ci consegnano quattro inaspettate vittorie, corredate dalla prima posizione in classifica. Poi il cammino si complica ed iniziano gli

tre, nell’ultima di andata, contro il Grugliasco, avanti di 2 set, si è costretti a lasciare la vittoria alle nostre avversarie a causa di un vistoso calo di prestazione. Si chiude il girone d’andata con una terza posizione inaspettata e gratificante. Il gruppo si compatta sempre più, lavorando intensamente in palestra. Le giovani migliorano ed il gap iniziale si colma quasi, grazie anche all’impegno ed alla dedizione. Gli infortuni che via via si susseguono possono essere colmati dal folto numero di giocatori a disposizione. Rimane ovviamente l’onere, da parte degli allenatori, di dover stilare le convocazioni prima di ogni gara, ma le decisioni non pesano più di tanto, anzi, chi resta fuori partecipa attivamente alla partita da tifosa.

ma in classifica con troppo baldanza e presunzione. Si vince 3-0 ma si rischia troppe volte la figuraccia. La gara seguente, in casa contro Carmagnola, ci consegna il primo segnale allarmante: una sconfitta perentoria, per 0-3. Anche la trasferta di Pinerolo, contro la penultima, si rivela un fiasco. Si perde 3-2 ma con una pessima prestazione che obbliga gli allenatori ad un giro di vite impetuoso, anche perché la prossima avversaria sarà la prima della classe, quel Val Chisone che ci aveva asfaltato sonoramente all’andata. Due allenamenti intensi ed eccoci pronti allo scontro. Una gara magistrale giocata con testa, grinta e determinazione che si poteva chiudere per 3-0, ma che ci ha visto comunque prevalere per 3-2. Il cammino ci ha

riservtoa 4 partite ad iniziare dal K2, passando per Union for Volley e Casati, per finire con Grugliasco. I buoni risultati, come la condizione palesata contro il Val Chisone, ci ha permessom di pren-

derci delle grosse soddisfazioni. Il potenziale tecnico c’è ed anche il morale è alto. Ora la squadra è pronta ad affrontare con grinta i play off promozione. Quando si è iniziato non ci sono stati vincoli od obiettivi particolari da raggiungere dettati dalla Società ma, come tutti sappiamo, l’appetito vien mangiando e la nostra fame non si è ancora placata. Un plauso va alle sei giovani che si sono trovate, di colpo, catapultate in

un campionato con traiettorie leggermente più veloci rispetto a quelle viste nella under 18, sia Fipav, sia Uisp, delle passate stagioni, ma che sono riuscite a ritagliarsi spazi importanti, grazie all’impegno ed alle costanti presenze in allenamento, giocando da titolari e rivaleggiando alla pari contro atlete sicuramente di maggiore esperienza.

ANTONIO CORTESE

ELEGANZA

RIGOROSA LEADER IN ABITI DA SPOSO E CERIMONIE

ANCHE TAGLIE FORTI

continua!!

FUORI TUTTO

TUTTA LA MERCE FINO AD ESAURIMENTO

FINO AL

-70% e oltre

ABBIGLIAMENTO CLASSICO E SPORTIVO

c.so Giulio Cesare 82/a (ang. v. Sesia) Torino - tel. 011.85.54.00

dal 1964 ggio a m 11 ività t t a i ni d n a 0 5 iamo t t e p vi as osi r e m nu ritivo e p a n per u re 11,00 o dalle

CARROZZERIA

OLIVI A U TO S O C C O R S O s.n.c.

ia ortes c i d a vettur

SAN MAURO via xxv aprile 44 tel./fax 011.822.23.86 - cell. 335.821.96.34


sAN MAU RO SPORT & dintorni

8 Pattinaggio

Associazioni

PRONTI A TUTTO

EUROPA 2000, sempre in crescita

I pattinatori San Mauro sono pronti a difendere il titolo!

Nuovi spazi per i più piccoli e nuovi corsi all’orizzonte SERVIZIO A CURA DI GIAN FRANCO POLI

Dopo due scudetti consecutivi ( 2012 e 2013 ) la squadra allenata da Simone Giacccaglia si appresta ad iniziare la stagione agonistica 2014 pronta a difendere il titolo. Sarà dura ma abbiamo iniziato nel migliore dei modi: Domenica 9 marzo al Seven Village di Settimo Tse abbiamo festeggiato tutti insieme questi nuovi straordinari risultati: è stata una bella giornata di festa dedicata ai nostri atleti e alle loro famiglie, in cui oltre a tributare i giusti onori ai Campioni del 2013 abbiamo dato il benvenuto a tutti i nuovi tesserati per la nuova stagione che è ormai alle porte : dal 13 al 16 marzo, infatti, si svolgeranno a Pescara i Campionati Italiani Indoor; l’augurio è che la stagione 2014 possa essere una felice replica delle 2 preceden-

ti…..sarà difficile ma ci proveremo Purtroppo alcuni atleti per impegni scolastici o lavorativi hanno smesso di pattinare ma per fortuna abbiamo avuto tanti nuovi ingressi, a partire da un nutrito gruppo di “piccolini” fino ad alcuni atleti Junior già affermati tutti felici di vestire un body ricco di ben due scudetti ! Siamo chiamati a difendere quanto conquistato nel 2013 : -CAMPIONI ITALIANI INDOOR -CAMPIONI ITALIANI PISTA SOPRAELEVATA -2° POSTO CAMPIONATO ITALIANO STRADA -3° POSTO CAMPIONATO ITALIANO MARATONA

Nei vari campionati Italiani abbiamo conquistato 6 medaglie d’oro 16 medaglie d’argento

8 medaglie di bronzo. I successi di Pescara sono la testimonianza che con la forza di fare bene divertendoci, i risultati si raccolgono, senza dimenticarci che dobbiamo ringraziare, per quanto hanno fatto , quanto stanno facendo e sicuramente quanto faranno i nostri sponsor : Zep Italia, Progetti Medical Solutions, Rentevent, Carrozzeria Mescia, Gelaterie -18, Fg Consul, Molino di Casalborgone, Onoranze Funebri Fenoglio, GV Filtri industriali, Genchy , Injection Point, Caffè Vergnano, Seven Village di Settimo Tse, Sofca Metangas, OMG, LPM . Un sentito grazie anche al Comune di San Mauro , alla Città di Torino , alla Circoscrizione 7.

Con l’inizio dell’anno 2014 presso la sede del-

una serie di sedie colorate per le lezioni d’inglese ai

Inglese materna con l’insegnante Tania

l’associazione è disponibile un’area attrezzata con tavolo esagonale e

bambini della scuola materna (dai 3 ai 6 anni). Questa soluzione rende

Inglese elementari con l’insegnante Karen

DAVIDE MANERA

sAN MAU RO SPORT per leggere i vecchi numeri!

DA

la sede ancora più accogliente e versatile. Con piacere rileviamo un significativo incremento delle iscrizioni all’associazione EUROPA 2000, l’attivazione di un numero maggiore di corsi di lingue straniere tra cui il corso di Spagnolo principianti con una numerosa adesione rispetto a quella scarsa degli anni scorsi. Dopo le feste natalizie venerdì 17 gennaio è stato avviato in sede, “last but not least”, anche il corso di fotografia digitale. Dopo i successi degli ultimi due anni, l’attivazione del corso conferma il trend positivo di questa iniziativa, al cui successo contribuisce la professionalità e la competenza tecnico-creativa dell’insegnante, il fotografo professionista Marco Destefanis. Fra le novità attivate

PINA ,

MERCERIA, CARTOLERIA EDICOLA CENTRO COMMERCIALE S.ANNA (SOTTO I PORTICI)

nell’anno 2014 si segnala il corso breve di Computer per principianti,10 lezioni di un’ora e mezza due volte alla settimana. Come consuetudine sabato 12 aprile si svol-

gerà il 17° Torneo di Scacchi presso la palestra della scuola elementare N. Costa, una manifestazione per ragazzi e adulti amatoriale non classificati.


CIACCI: SPORT E SAPORI IN UN’UNICA FAMIGLIA La storia di Catullo e Rita Ciacci ha radici profondissime che si traduce in un amore verso lo sport legato alla ristorazione. Lui, campione ciclistico appartenente alla famosa squadra Carpano correva con i celebri Nino Defilippis, Italo Zilioli, Angelo Conterno e Franco Balmamion, e lei, giovane stilista, decidono insieme di aprire un ristorante che diventerà ben presto punto di ritrovo di sportivi e non, il “Catullo Ciacci”. Ma vedendosi a trovare a portar avanti da sola quest’attività, Rita decide di trasferirsi dapprima in via Bava in centro, poi sul battello sul Po ed infine nella collina di Sassi. Ad oggi le pareti affrescate delle sale accompagnano piatti ricercati e sapori esclusivi dettati dall’esperienza in questo settore, tramandato anche al figlio Cristian. Infatti a pochi passi dal Ri...Ciacci in Strada Mongreno troviamo la famosissima gelateria Ciacci di Corso Belgio dove la stessa passione è stata declinata sotto altre forme ancora più golose. Non a caso in memoria del padre Catullo, Cristian ha voluto dedicare un dolce per rendergli omaggio dato che il 4 maggio avrebbe sigillato il suo 80° compleanno. Esso si chiama Cuore Granata, nome che rimanda al grande amore per lo sport, ed è confezionato in diverse varianti dalla creatività di Giorgia Ciacci che produce personalmente tutte le torte.

50


sAN MAU RO SPORT & dintorni

11

Associazioni

TeleThon San Mauro

AltreArti, si guarda al Rock Camp Una divertente esperienza di campo “rock”: sette giorni in cui i giovani musicisti possono suonare, giocare e divertirsi nell’ambiente incontaminato e rigenerante di Chateau La primavera ha appena cominciato a muovere i primi timidi passi, ma altreArti già guarda a giugno e alla fine della scuola. L’associazione sanmaurese, dedita da ormai tre anni a promuovere sul territorio la musica in tutti i suoi aspetti, è già pronta a ripetere il successo dei campi estivi organizzati lo scorso luglio nell’ambito del progetto didattico JAM. L’iniziativa, rivolta a bambini e ragazzi, consiste in una divertente esperienza di campo “rock”: ovvero sette giorni in cui i giovani musicisti possono suonare, giocare e divertirsi nell’ambiente incontaminato e rigenerante di Chateau, sui monti tra Ulzio e Bardonecchia. Le iscrizioni sono già partite e sebbene l’edizione di quest’anno preveda due differenti tranche - da domenica 22 a sabato 28 giugno e da domenica 29 a sabato 5 luglio - i posti liberi cominciano a scarseggiare. Per chi volesse mettersi in contatto con altreArti, la sede dell’associazione è in strada del Cascinotto 120 bis, al confine tra San Mauro e Torino. La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì tra le 17 e le 20 e

Ass. I due Ponti i volontari al freddo di dicembre

sembrano proprio felici questi giovani partecipanti al Rock Camp2013

può essere contattata telefonicamente ai

numeri 011.3747583 342.6314076, via mail

(associazionealtrearti@g mail.com) o su facebook

(altreArti JAM). UMBERTO POLI

MERCATO GIARDINI MARTINI (PIAZZA BENEFICA) DAL MARTEDI AL SABATO VIA PRINCIPI D’ACAJA CORSO BRESCIA 22, ANGOLO VIA AOSTA

corso Casale 384 - Torino tel. 011.890.36.33 chiuso il lunedì


sAN MAU RO SPORT & dintorni

12 ALLOTREB volley

Le atlete agguerrite assaltano le classifiche Soddisfazioni per le giovani atlete, ottima l’Under 14 e la seconda divisione senza dimenticare la “veterana” maschile La primavera e` alle porte ed e` tempo di bilanci per le squadre dell’Allotreb, a pochi mesi dalla fine dei campionati. Nel settore pvo buoni risultati per le squadre giovanili, formate da gruppi sempre piu` numerosi. L’under 12 ha svolto in questi mesi diversi concentramenti Fipav, vincendo tutte le partite e l’under 13 difende il primo posto in UISP. Nota di merito va alle ragazze dell’under 14 che, per la prima volta nella storia della societa`, entra nel tabellone finale del campionato di federazione, qualificandosi tra le prime 16 squadre (su 60) della provincia di Torino. Buon percorso anche per il nuovo gruppo under 18,

che si e` classificata quarta nel campionato fipav ed e` seconda in UISP, dove accedera` ai play-off lottando per la vittoria del campionato. In crescita anche il giovane gruppo della seconda divisione ed ottimo campionato per le ragazze della prima div, gruppo in cui quest’anno c’e` stato l’inserimento delle “piccole” uscenti dall’under 18, che ha gia` ottenuto il primo risultato importante conquistando la permanenza nella prima divisione azzurra e l’accesso ai play-off promozione per la serie D. Non possiamo che chiudere in bellezza il nostro bilancio pensando alla nostra prima squadra, la

serie D. Il team, guidato da Silvano Cantamessa coadiuvato da Emanuele Raiteri, sta lavorando molto bene e sta disputando un ottimo girone

difendendo il primo posto in classifica. Il campionato e` ancora lungo ed insidioso, considerando la giovane eta` e la forza delle avversarie, ma il

nostro gruppo sta come sempre dimostrando di essere unito e combattivo e, complice l’ambiente sereno ed un chiassoso pubblico sempre piu`

presente ed agguerrito, siamo sicuri che ci potra` dare ancora molte soddisfazioni. In ultimo, ma non per importanza, ci sono le nostre squadre

le incredibili ragazze dell’Allotreb

open UISP, la “veterana” maschile che si aggira vs meta` classifica, e la femminile, che sta disputando un buon campionato conducendo il proprio girone. Non ci resta che sperare che quanto fatto fin’ora possa concretizzarsi nei prossimi mesi con i risultati attesi, per la felicita` degli atleti e per la soddisfazione di allenatori, dirigenti, genitori e di tutti quelli che quotidianamente ci aiutano, come la carrozzeria Nixsa di San Mauro T.se, nostro principale sponsor, che continua a condividere il progetto permettendo ai nostri sogni di diventare un po` piu` realta`. DAISY MIATTON


sAN MAU RO SPORT & dintorni

ALLOTREB calcio

La “valanga Azzura” del calcio Alloreb

13 EDICOLA TABACCHI

Il settore calcistico sfavillante, tanti giovanissimi e grandi successi per gli Under 8, 10, 12, 14, allievi e juniores Il bilancio dell’ attività del settore calcistico può ritenersi positivo. La “prima squadra”, è composta dai ragazzi reduci dalla formazione che lo scorso anno disputò la terza categoria in FIGC, attualmente staziona a metà classifica del campionato Open organizzato dal Cus Torino. Il settore giovanile, partecipante all’ attività CSI, sta fornendo ottime prestazioni. A Natale 5 squadre su 6 dominavano i rispettivi campionati. Alla ripresa, dopo la sosta natalizia, le cose sono andate meno bene a causa del maltempo che ha condizionato gli allenamenti e dell’ assenza dei ragazzi che dedicano il periodo invernale all’ attività sciistica. Questo fattore ha fatto sì che in diverse partite le formazioni abbiano disputato gli incontri con la rosa risicata, in alcuni casi con gli uomini contati che, carenti dal punto fisico a causa dei mancati allenamenti, sono calati alla

distanza perdendo punti preziosi. In ogni caso i piazzamenti finali del campionato invernale sono di tutto rispetto. Gli Under 10, allenati da Andrea Marinelli, si sono piazzati al secondo posto del girone B e sono arrivati terzi nella final four.

Gli Under 12 2003, guidati da Corrado Ferrara hanno vinto il campionato. Gli Under 12 2002 di Aldo Bovero si sono piazzati al secondo posto. Gli Under 14 del trio Stefano Pioli, Fabio Marinelli e Piersimone Colotti hanno conquistato la seconda

piazza. Gli allievi allenati da Dario Quaggia e Jhonantan Valenzuela, a tre giornate dal termine, sono secondi ed hanno ancora possibilità di vittoria finale. Gli Juniores, guidati da Davide Ansaldo e Luca Pansone navigano a metà classifi-

ca. A metà marzo è iniziato il campionato primaverile, l’Oratorio Cup, oltre alle squadre citate da segnalare l’esordio degli Under 8 seguiti da Giuseppe Cifarelli e Luca Marinelli. Per ora è tutto,

appuntamento a fine stagione, sperando in un resoconto altrettanto positivo.

ANDREA MARINELLI

Piazza Mochino 9/b San Mauro NUOVA RICEVITORIA GIOCO DEL LOTTO

TORINO – Strada del Pascolo – Barca Euro 88.000,00 APPARTAMENTO bi-locale all’ultimo piano panoramico con ascensore. (IPE 132,33 KWh/m2 cl. G)

nella foto gli Under 8 seguiti da Giuseppe Cifarelli e Luca Marinelli VENDITA RESIDENZIALE SAN MAURO T.SE - Via XXV Aprile Euro 173.000,00 MANSARDA finemente ristrutturata composta da ingresso su soggiorno con cucina a vista, camera, bagno e ripostiglio. Il tutto completo di arredamento. Possibilità di BOX AUTO. (IPE 273,8612 KWh/m2 cl. F) SAN MAURO T.SE – Via Italia Euro 210.000,00 APPARTAMENTO MANSARDATO di nuova costruzione composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura e ampio terrazzo di mq. 15, due camere, disimpegno, bagno e posto auto privato. (IPE 49,8765 KWh/m2 cl. B) SAN MAURO T.SE – Via Italia Euro 245.000,00 APPARTAMENTO PIANO TERRENO con giardino di nuova costruzione composto da ingresso su soggiorno , cucina abitabile, camera , disimpegno, bagno, posto auto privato e ampio giardino privato. (IPE 70,62 KWh/m2 cl. B) SAN MAURO T.SE – Via Casale 340 Euro 495.000,00 ULTIMA VILLETTA A SCHIERA di nuova costruzione. (IPE 49,8765 KWh/m2 cl. B)

Allotreb Under 14

i tifosi dell’Allotreb non temono confronti!

TORINO – Strada di Settimo , 82 - Barca Euro 85.000,00 APPARTAMENTO tri-locale al piano rialzato (interno cortile) e posto auto privato. (IPE 291,503 KWh/m2 cl. F) TORINO – Strada della Verna - Bertolla Euro 155.000,00 APPARTAMENTO tri-locale al piano primo e posto auto privato; (IPE 240,0412 KWh/m2 l. C) TORINO – Zona Strada San Mauro Bertolla - Euro 185.000,00 CASA INDIPENDENTE – Nel borgo di Bertolla proponiamo in vendita porzione di cascinale parzialmente da restaurare. (IPE 54.2992 KWh/m2 Cl. E) TORINO – Strada Comunale di Bertolla, 25 Bertolla - -Euro 220.000,00 SPLENDIDO APPARTAMENTO tri-locale in piccolo stabile ristrutturato completamente nel 2005. Possibilità di box auto.(IPE 154.2993 KWh/m2 cl. D) TORINO – Zona Strada San Mauro – Bertolla - Euro 330.000,00 CASA INDIPENDENTE – In zona Bertolla proponiamo in vendita casa bi-livello con giardino e box auto doppio. ( IPE 202,82 Classe E) SETTIMO T.se – Via Italia, 25 Euro 225.000,00 ELEGANTE APPARTAMENTO situato nel centro di Settimo T.se e composto da ampio ingresso su soggiorno con cucina a vista, camera matrimoniale con cabina armadio, cameretta, doppi servizi, terrazzo al piano superiore di m. 25, cantina. (IPE 186,13 KWh/m2 cl. D)


sAN MAU RO SPORT & dintorni

14 Rugby San Mauro

Associazioni

La Seniores e l’ Under 16 prime nei loro gironi

Albacherium presente! Numerose attività culturali presentate

Ottimo l’andamento a metà campionato per tutte le compagini gialloblu La Seniores e l’ under 16 sono prime nei loro gironi Per la seniores l’ultima partita del girone di andata contro il quotato e favorito Cus Torino poteva essere l’occasione buona per chiudere con largo anticipo il discorso “primo posto” invece la compagine Sanmaurese è incappata in una sconfitta di misura maturata solo nei minuti finali: la partita era alla portata dei giocatori gialloblu seguiti da un numeroso gruppo di tifosi, ma ancora una volta, come negli anni passati, è mancato quel qualcosa per vincere le partite importanti; Il girone di ritorno inizia con una sconfitta inattesa a Novara che ora insidia il primato alla squadra sanmaurese, a difesa della quale pesano le numerose assenze nei ruoli cardine . Le due sconfitte non tolgono il sorriso e la grande soddisfazione per l’ottimo campionato fin

qui svolto con uno score di 12 vittorie su 14 che lascia ben sperare per il proseguo del campionato. La under 18, dopo un ottimo avvio di campionato, è incappata in qualche sconfitta di troppo

dovuta anche alla difficoltà dei due allenatori ad

assemblare e allenare un gruppo di giocatori che, nonostante provengano da due società diverse, ora naviga a metà classifica. L’under 16 è il fiore all’occhiello di quest’anno

e guida il suo girone a punteggio pieno. E’ una

CONSEGNA A DOMICILIO - CHIUSO IL LUNEDI

VIA DORA 1, SAN MAURO (ZONA S.ANNA) TEL. 3482821819 - mail: ilverdurivo@yahoo.it

squadra composta da ottime individualità con margini di miglioramento notevoli e, nonostante le vicissitudini che hanno colpito i ragazzi dopo la perdita del loro mister Spagnoli a inizio stagione, pare che il gruppo si sia ulteriormente consolidato tanto più che non dà segni di cedimento e prosegue imbattuto il suo campionato. L’under 14 continua la sua crescita: a tutti i concentramenti a cui ha partecipato ha sempre ben figurato ed è uscita per la maggior parte vincenteIl settore propaganda Under 6-8-10-12 continua a promuovere la diffusione del rugby sul territorio ed è impegnato, in collaborazione con la F.I.R. e con i singoli istituti scolastici locali, nel progetto “Rugby & S c u o l a ” . Il progetto, che copre principalmente le scuole primarie e secondarie di primo grado, ha lo scopo di diffondere i valori del rugby attraverso la pratica del gioco, sia all’interno delle ore di educazione fisica, sia in momenti extracurriculari e con l’attivazione di tornei e giornate di confronto fra diversi istituti e società di rugby Torinese. L’attività viene svolta con particolare cura ed il focus è posto sui valori educativi di questo sport, il gioco del rugby ed il modello educativo scolastico. Il team è coordinato dal responsabile Ugo Giletta coadiuvato dai tecnici Scursatone, Dezzani e Raspante con il sostegno di alcuni giocatori della Seniores. Per i ragazzini che desiderassero provare a giocare a rugby, gli appuntamenti sono : UNDER 6 Mista (2008) e UNDER 8 Mista ( 2007/06) SABATO 10.30 - 12.00 UNDER 10 Mista (2005/04) e UNDER 12 Mista (2003/02) MERCOLEDI’ 17.00 - 18.15 SABATO 10.30 - 12.00 LUCA GRAZIAN

L’associazione Culturale ALBACHERIUM di Baldissero Torinese continua, con ottimo successo, a programmare visite a musei, serate d’intrattenimento e quant’altro. Nel mese di gennaio, dopo la consueta assemblea dei soci per la presentazione del bilancio 2013 si è effettuata, con numerosi partecipanti, la visita alla Venaria Reale alle Carrozze del Re. Per il mese di febbraio una cinquantina di persone hanno aderito alla tradizionale serata dedicata alla CENA DELLA TRIPPA presso il ristorante “Bel Deuit”, al 15 febbraio una spettacolare visita al Museo Diocesano terminata con una “merenda” presso il caratteristico “Caffè Reale”, sempre in febbraio si è tenuta una “lezione” di potatura delle rose e degli alberi da frutta, risultata molto interessante. Il mese è terminato con una serata presso il Centro incontri Paluc, dove persone valide hanno insegnato ai partecipanti a fare il pane e le marmellate e al termine…….degustato il tutto. Con la serata del pane e marmellata, Albacherium ha dato inizio ad una nuova e particolare forma di intrattenimento. La novità per l’anno 2014 è che una volta al mese, presso il Centro Incontri Paluc, si organizzi una serata a tema seguita da degustazione con pagamento di modica cifra. Per il mese di marzo è in programma serata di “Teatro

Comico” a seguire assaggi di pizza per tutti. Prosegue marzo con una “Camminata di Primavera” tra i sentieri di Baldissero e Chieri; un breve corso di riproduzione delle piante (talee, margotte, ecc…,ecc…); visita dell’Abbazia di Fruttuaria – sulle orme di Don Bosco – a San Benigno Canavese, con al termine pranzo, facoltativo, in ristorante. Per il mese di Aprile il programma si svolgerà con un “Pranzo di Primavera” presso il ristorante “Villa Les Reves”; al 25 Aprile la “Camminata per non dimenticare”; ci sarà una visita all’Armeria Reale e Palazzo Reale, e alla serata al Paluc si presenterà un cortometraggio realizzato dal gruppo “Silver Group” con seguito di degustazione di……da definire. A Maggio una gita di un giorno alle “terre d’acqua” - risaie del vercellese. La serata al Paluc si svolgerà con una conferenza, si parlerà di stelle, pianeti, satelliti, ecc…ecc… terminando con degustazione…….da definire Una visita guidata in Torino ai “Caffè storici” – concluderà il mese di maggio. Per i mesi di giugno luglio e agosto, Albacherium va in vacanza, per riprendere l’attivita in settembre con tante proposte allettanti – Per informazioni telefonare al 3485302212 oppure scrivere a: albacherium@liberi.it EDE MASCHERA

Poesia

Novità in libreria... Presto troveremo una nuova raccolta di poesie di Tina Franco Gibilisco. Per ora tocca accontentarci di un inedito. FILASTROCCA Filastrocca bela ven da mi Che t’am fase piasì Foma ansema la rima Fòrsse un po’ barivela Ma cò a i n’anfà Se a l’è bel a contela. E contomla pura Con un po’ ëd fantasia O filastrocca, filastrocca mia Contoma che ‘nt ël mond A i son ancora ‘d valor Come un soris, un belgest ò na fior così it diventi filastrocca d’amor. Filastrocca d’amor e anche dël cheur se chi a la conta a na sent ël dosseur e a chi a la scota a ì pòrta boneur. E peuj filastrocca Bel a sarìa Vardé che ‘l mond A gira come a duvrìa Così filastrocca Daspertut a i saria Tanta armonia E tanta bela poesìa, o filastrocca, filastrocca mia.

TINA FRANCO GIBILISCO


sAN MAU RO SPORT & dintorni

15

Cinema

Rugby alle Vallette La sceneggiatrice sanmaurese Sara Benedetti ci racconta la sua esperienza sul set

la sceneggiatrice Sara Benedetti con due giocatori di rugby

Storia di San Mauro

LE FIGLIE DEL PO UNA STORIA DI SPORT E DI FOLKLORE Il Cavalier Giovanni Morello, noto imprenditore locale e presidente della Pro Loco, dette vita nel 1974 ad un gruppo folkloristico denominato “Le Figlie del Po”, gruppo di Majorettes successivamente ravvivato con l’affiancamento di un gruppo di tamburini. La possibilità data a tante ragazze di fare ginnastica,

vamente al nuovo grupp o . Iniziò così per la Pro Loco un “sonno” che durò decenni. Data la preparazione e piacevolezza del gruppo, presto le Majorettes iniziarono ad esibirsi in molte città italiane ed anche all’estero. In oltre vent’anni di attività numerosi furono i rico-

meno alcuni presupposti sociali, il Gruppo si avviò allo scioglimento. Con il tempo le ragazzine, divenute mogli e madri, continuarono a ricordare con affetto quel periodo . Recentemente una “Pagina Facebook” dedicata alla “Storia di San Mauro” ha pubblicato immagini dell’epoca

In questo numero diamo il benvenuto a Sara Benedetti, sceneggiatrice ed “esperta di parole” sul nostro giornale. Di natali romani, trasferita undici anni fa a Torino per frequentare la Scuola Holden, da sei anni è diventata sanmaurese e felice. Non ha antenati piemontesi da vantare, ma crede ai legami del cuore più che a quelli del sangue, ed è innamorata di San Mauro! Diremmo quindi che San Mauro apre le braccia a chi porta uno spirito così ! Leggiamo con attenzione la sua esperienza. Inverno 2011. Nel mezzo di una nevicata, una squadra di rugby subisce una disfatta. Si tratta de La Drola, squadra formata interamente da detenuti e nata solo qualche mese prima. Sono le prime partite di campionato ufficiale, serie C3 Piemonte. La squadra non c’è ancora, ognuno gioca per sé ed ha una vaga idea delle regole. Passano i mesi. Chiusi tra un passato pesante e un futuro difficile da immaginare, i detenuti si raccontano, stringono legami, si scontrano. E in campo il gioco migliora. In primavera arrivano i primi risultati, una vittoria da dedicare ad Aurelio, un compagno di squadra che la notte di Natale si è tolto la vita in cella. Il sogno del Presidente della squadra adesso è portarla a gioca-

re in trasferta almeno una volta e per realizzarlo si scontra con la burocrazia, uscendone sconfitto. Il sogno svanisce e lascia il posto alla delusione. Ma c’è un altro obiettivo da perseguire: la squadra potrebbe arrivare a un soffio dai playoff. E, supportata dai parenti seduti in tribuna a fare il tifo, la Drola gioca l’ultima partita della stagione sotto il sole di maggio. Liberi a meta (‘) è un documentario che racconta questa storia. Gughi Fassino, fotografo torinese che ha iniziato la sua carriera fotografando la ribellione zapatista del Chiapas nel 1994, l’ho conosciuto anni fa in occasione di una collaborazione. Aveva realizzato un reportage fotografico per cui mi chiese di inventare una favola. Nacque “Il sorriso di Giulia”, un libro per bambini e adulti. In seguito abbiamo lavorato fianco a fianco in più occasioni, ma stavolta aveva in serbo una proposta che aveva il sapore della sfida. Al telefono mi disse che era appena uscito dalla Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, nota come Le vallette. Aveva realizzato un servizio fotografico proprio su La Drola e voleva tornare per girare un documentario. Io, in quanto sceneggiatrice, avrei avuto il compito di intervistare i detenuti e tenere le fila della tante storie per tessere un disegno visibile

le majorettes alla festa dell’Amicizia

esibirsi e socializzare, fu occasione di rapido successo. L’organizzazione, nata all’interno della Pro Loco, ebbe un successo tale da convincere gli ideatori a rivolgere le loro attenzioni quasi esclusi-

noscimenti conseguiti. A San Mauro, durante le ricorrenze più festose, sfilava il “Corpo Filarmonico” e “Le Figlie del Po”. Nel 1998, diminuito l’entusiasmo e venuti

edicola sAN MAU RO SPORT i vecchi numeri

che hanno riscosso grande successo, con migliaia di visite da parte dei seguaci della rubrica storica.

ORAZIO GERACI

FELIX

articoli regalo fraz. Pedaggio CASTIGLIONE

01119821256

da lontano. Mi presi qualche giorno per pensarci, pensare quale potesse essere il mio contributo e se fossi all’altezza di una situazione umana e professionale così intensa. Accettai e ricordo ancora il primo

A fine riprese, per salutare i ragazzi e gli agenti di sicurezza che si erano resi disponibili in quei mesi, abbiamo allestito un pranzo nella sala dei colloqui con la collaborazione del Direttore della Casa Circondariale,

giorno di riprese: era un sabato e guardai dalle tribune in cemento una delle prime partite, una sconfitta. Abbiamo trascorso insieme ai ragazzi de La Drola l’intera stagione, abbiamo mangiato con loro, li abbiamo seguiti negli allenamenti, nelle partite che iniziavano a vincere. Abbiamo ascoltato le loro storie durante le interviste e abbiamo cercato di riportare il più possibile fedelmente quanto abbiamo vissuto in quei mesi.

che allora era il dottor Buffa, e Walter Rista, presidente della squadra e fondatore della Onlus Ovale oltre le sbarre. Il 22 febbraio scorso Liberi a meta (‘) è andato in onda su Raitre in tarda serata, l’orario riservato ai documentari. Ma quanti l’hanno visto, hanno potuto guardare al di là di un muro e capire le storie di dolore e sofferenza che a volte sono dietro gli sbagli.

SARA BENEDETTI


sAN MAU RO SPORT & dintorni

16 Canoa San Mauro

Tennis Indoor

Il circolo non muore mai Risultati e classifica sul campo I nostri canottieri si “immergono” regolarmente: cercateli scrutando giù dal ponte Una stagione di freddo, pioggia e neve, il tempo migliore per sedersi e fare due chiacchiere: è il vestito del circolo in questi mesi invernali: mentre la stufa a pellet riporta il sole tra le

mai, ha resistito a tutto: alle esondazioni, all’urbanizzazione che farebbe di ogni possibile terreno il posto ideale per innalzare sontuosi palazzi o graziose villette, alla moda che ci vuole vestiti

vincolata dalle condizioni meteorologiche. Meno legate al tempo sono gli allenamenti lungo il Po: la zona molto riparata, le correnti mai decise e la vicinanza al circolo, ci consentono di entrare

la sede del circolo, dietro la piscina Gramsci

nostre quattro mura, nella calda allegria delle canoe che sorridono e dei giubbotti che non piangono, gli amici si ritrovano dopo essersi perduti tra le nebbie di questo sonnacchioso Po; si fanno programmi, si tiene memoria del passato più glorioso, si raccontano le migliori storie di sempre, fino a chiudere il circolo, giunta la notte, come fosse un grande baule di ricordi, voltando lentamente le spalle per sentirsi di nuovo cosa tra le cose; inghiottiti dal lavoro, dallo smog e dai rumori, si riprende puntualmente la nostra vita in apnea. Il circolo non muore

sportivi solo perché la nostra vita sedentaria deve essere comoda, ai nuovi pericoli che sono lì dove una volta non c’erano. Il circolo c’è. E in questo “c’è” ci sono due canoisti, a cui mi accosto piano, parlo per farli parlare, ascolto, perché anche loro, in questo nostro “caldo” inverno, sappiano ascoltarsi un po’, per non dimenticare e non dimenticarsi mai. Prima di abbandonarvi tra le parole di Claudio e Alessandro, vi ricordo che le attività del circolo continuano con corsi e uscite, anche se la programmazione a lungo termine, in particolar modo quella ricreativa, è

regolarmente in acqua il martedì, il giovedì e il sabato pomeriggio. Vi invitiamo a vedere il ponte di San Mauro dal basso, a vedere gli animali da vicino, a sentirvi dentro la natura, rimanendo ad un passo fuori dal traffico quotidiano. Con la certezza che San Mauro ispiri sempre di più con le suggestive acque del “suo” fiume, vi lascio in compagnia di due amici, sì due amici! perché, come dice Claudio, tutti quelli che fanno canoa sono miei amici. A presto. FABIO ANGELI

continua a pag. 18

Grande successo per i giovani atleti dell’Indoor club, ci si prepara per le attività dell’estate ragazzi Quest’anno l’Indoor Club è entrato a far parte del PIA FIT, consorzio di circoli che, attraverso i requisiti richiesti dalla FIT, possono partecipare ai campionati regionali e nazionali. Le regole sono molto rigide: occorre avere una Standard School a tre stelle diretta da un Maestro Nazionale, tutti istruttori FIT ed un preparatore atletico laureato Isef e diplomato FIT 1° livello. L’INDOOR CLUB è l’unico circolo nella zona, compreso San Mauro, ad avere questi requisiti e per noi è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Abbiamo 3 atleti che rappresenteranno Torino per il campionato nazionale PIA: Amerio Rebecca classe 2005 Moretti Riccardo classe 2006 Demo Alessandro classe 2006 Un grande in bocca al lupo a tutti e tre! L’Indoor Club, nel campionato PIA Under 8 a squadre, è arrivato primo nel girone con Stampa Sporting e Rivoli 2000 con gli atleti: Milani Simone classe 2006 Moretti Enrico classe 2008 Bois Emanuele classe 2007 Seminara Gabriel classe 2006 Hanno partecipato ai PIA individuali FRP Day racchetta azzurra, gialla e verde, vincendo una tappa, i seguenti giocatori: Quarello Jacopo, Ricaldone Adele, Pilotti Simona e Milani Simone. Gli altri giocatori partecipanti sono stati: - per la racchetta verde Zuda Rebecca, Summa Beatrice, Cruto Davide, Arrò Emanuele,

Maniscalco Josè e Pastore Lorenzo - per la racchetta gialla Moretti Riccardo, Demo Alessandro, Pulejo Laura, Tasca Federica e Tasca Giulia - per la racchetta azzurra Pilotti Pietro,

Cecilia 4.4. Tra i più piccoli Under 12: Palanca Matteo 4.3, Mosconi Giulio 4.4, Campa Simone 4.4,Vigo Francesco 4.4. Under 14: Dente Tommaso 4.3, Giammarino Luca 4.4, Endrizzi Jacopo 4.4,

Un grazie anche ai nostri istruttori FIT, dal preparatore atletico Rei Simone ai nostri maestri Demo Marco, Demo Silvia e Murgia Eleonora ed al supervisore della Scuola SAT Amerio Mario. Ai primi di giugno, finita la scuola, inizierà

foto degli atleti dell’Indoor club che parteciperanno al campionato regionale e nazionale PIA di Torino. Nell’ordine, partendo da sinistra davanti: Demo Alessandro, Moretti Riccardo ed Amerio Rebecca, dietro istruttore FIT Demo Marco, Maestro Nazionale Amerio Fabrizio e Responsabile Indoor Amerio Mario.

Nieddu Tea, Mainolfi Viola, Amici Riccardo e Sabbadini Matteo Grande fermento pre-estivo all’Indoor Club. Quest’anno ci saranno ben 7 squadre agonistiche che parteciperanno ai campionati Under 12 / 14 / 16 e serie D1 / D2 / D3 Maschili e Femminili. Fiore all’occhiello saranno i ragazzi con la classifica più alta Nuovo Lorenzo, Jammoul Lorenzo e Capello Sarah che giocheranno come 3^ Categoria, rispettivamente nell’Under 18, 16 e 14, nei tornei Nazionali Macroarea e nei Tornei Internazionali ETA ed ITF. Faranno parte del gruppo anche: Lo Bianco Giorgia 4.1, Mia Gabriele 4.1, Dispensa Lorenzo 4.2, Piga Eugenio 4.2, Campanelli Andrea 4.2, Valterza Martina 4.3, Geretto Simone 4.3, Ceruti Andrea 4.4 e Piga

Dispensa Matteo 4.4, Benotti Alex 4.4, Benotti Marco 4.5, Piazzalunga Vittorio 4.5. Da sottolineare anche la grande stagione di Giammarino Fabio, atleta classificato 3.2 che passerà probabilmente a fine anno 2^ categoria. Bravi anche Zoppo Alessandro (nostro Istruttore FIT 2° livello) e Zoppo Gianluca (nostro Istruttore FIT 1° livello), entrambi passati in 2^ categoria.

ESTATE RAGAZZI con corsi di tennis dai 4 ai 15 anni, divisi per età e livello di gioco, con più di tre ore di tennis al giorno, alternati a piacevoli tuffi in piscina e mini tornei di basket, volley, ping pong e altro. Durante la pausa pranzo, i raqgazzi potranno svolgere i compiti delle vacanze seguiti dagli istruttori. Per gli agonisti, il programma sarà personalizzato. Le iscrizioni saranno aperte dai primi di maggio presso la segreteria allo 0112239092.


sAN MAU RO SPORT & dintorni

PODISMO

La corsa di resistenza Il consumo calorico della corsa di resistenza analizzata dal nostro grande atleta sanmaurese e farmacista di fiducia, Davide Friggeri Per quanto riguarda il consumo calorico nella corsa, il primo fattore che salta all’occhio è che è indipendente dalla velocità di corsa Erroneamente si potrebbe pensare che, andando più veloci, il consumo per percorrere una certa distanza aumenti e invece non è così perché all’aumentare della velocità aumenta sicuramente il consumo per unità di tempo ma, siccome occorre meno tempo a percorrere la stessa distanza, le calorie consumate alla fine sono pressoché le stesse A tal proposito si è visto che il consumo calorico è circa uguale al proprio peso in Kg per ogni Km percorso Quindi un individuo di 70 Kg brucerà circa 70 Kcal per ogni Km percorso sia che vada a 10 Km/h sia che vada a 18 Km/h Nel primo caso impiega 6 minuti e dunque consuma 11,66 Kcal al minuto mentre nel secondo caso impiega 3

minuti e dunque consuma 23,33 Kcal al minuto

co per calcolare il quale intervengono diversi altri

il runner farmacista, Davide Friggeri

ma alla fine del Km sono sempre 70 Kcal Il consumo di 1 Kcal per Kg per Km è una ( buona ) approssimazione del reale consumo calori-

fattori non sempre facilmente analizzabili: la corsa in salita: aumenta il consumo a Km ( sembrerebbe logico no? )

la corsa in discesa: diminuisce il consumo a Km ma solo fino ad un certo punto perché oltre una certa pendenza l’azione frenante per mantenere l’assetto interviene nel discorso il tipo di terreno: chiaramente correre sull’erba o sulla sabbia invece dell’asfalto fa aumentare il consumo a Km ( nel caso della sabbia il consumo a Km raddoppia ) il vento: la resistenza dell’aria fa aumentare ( di poco ) il consumo calorico a Km la scia: correre in scia fa diminuire ( di poco ) il consumo calorico a Km e solo per velocità elevate ( almeno 16-17 Km/h ) l’abbigliamento: correre troppo vestiti fa aumentare il consumo calorico a Km non solo per il peso aggiuntivo ma per la difficoltà oggettiva di gestire i vari accessori in modo sincrono con la corsa In questo contesto si inseriscono le scarpe: correre con una scarpa da

corsa troppo pesante o peggio “scarica” fa aumentare il consumo a Km ( e anche la probabilità di infortuni vista la non più ottimale elasticità ) la fatica: questo è un aspetto decisamente non trascurabile ma che è poco conosciuto Quanto più si è stanchi o quanto più si sta correndo al limite delle proprie capacità tanto più si consuma a Km perché la corsa non è più lineare e diminuisce l’efficienza del gesto ( o meglio ancora l’economicità del gesto ) Si pensi a due individui di 70 Kg che stanno correndo a 15 Km /h ma il primo è un sedentario mentre il secondo è un campione nazionale

17 Visivamente non si può non notare che il primo è a tutta ( e crollerà a breve ) mentre il secondo sembra stia passeggiando Nell’esempio citato sicuramente il primo individuo sta consumando più di 70 Kcal a Km ( ammesso che riesca a farlo ) mentre il secondo è certamente sotto le 63 Kcal a Km Sono pochi gli sport che consentono un tale dispendio energetico orario e questo avviene per due motivi: - la corsa di resistenza è una disciplina sportiva che intrinsecamente fa bruciare molte calorie per unità di tempo - si tratta inoltre di una disciplina continuativa che viene dunque eseguita senza interruzioni e consente in un tempo ragionevole di smaltire molte calorie ( anche 1000 Kcal /h per individui abbastanza allenati ) Esistono alcuni altri

sport ( proprio pochi ) in cui il dispendio calorico per unità di tempo è superiore ma che per diverse ragioni non possono essere continuativi e dunque alla fine il consumo calorico resta limitato Un classico esempio è quello dell’individuo che crede di bruciare molte calorie perché frequenta 2/3 volte a settimana la palestra Se si analizza bene il tutto si vede che in un’ora di palestra il tempo reale continuativo in cui ha consumato calorie è limitato Un altro esempio è il ciclismo: in questo caso la resistenza dell’aria influisce prepotentemente sul dispendio energetico e per avere risultati paragonabili a quelli della corsa occorre pedalare ad un ritmo molto sostenuto che ben difficilmente si può sempre gestire al di fuori delle gare DAVIDE FRIGGERI

Piscina San Mauro

Di non solo nuoto... Lo Sporting allarga le sue attività in vista dell’estate, dal centro estivo alla palestra per tutti i gusti L’impianto Sporting oltre alla già nota attività natatoria , allarga i suoi

estivo oltre all’apertura della piscina per il pubblico, la società si occupa

tecnogym, kick boxing ,attività musicali 3^età e altro ancora.

Sporting dell’impianto Silvia Gomiero che avvalendosi della colla-

SAN MAURO – CENTRO STORICO: Casa indipendente sui 4 lati, composta da ingresso living su ampio soggiorno con cucina a vista, due camere e doppi servizi. Grande box auto, magazzino, cortile e giardino privato. Classe energetica C IPE 124,32. EURO 285.000,00 SAN MAURO – RIVODORA: Proponiamo graziosa casetta libera su 3 lati e disposta su 2 piani, composta da ingresso living soggiorno con angolo cottura, due camere e doppi servizi. Ampio giardino privato e grande tettoia. Classe energetica in fase di definizione. EURO 180.000,00

i giovani atleti dello Sporting

orizzonti proponendo , attraverso la musica, interessanti attività come acqua bike, acqua gym , acqua mix , acquaticità per bambini ,nuoto master , nuoto sportivo , avviamento al salvamento. Durante il periodo

di organizzare il centro estivo per ragazzi e bambini da metà giugno alla prima settimana di agosto. La struttura dispone anche di diverse sale al piano superiore per attività varie come : cardiofitness con macchine

Naturalmente è fondamentale l’ importanza e la professionalità di tutto lo staff a partire dalla segreteria dove operano le segretarie competenti e professionali, gli istruttori e allenatori anch’essi brevettati e la responsabile

borazione degli altri responsabili di settore rendono l’impianto di San Mauro Torinese un importante punto di riferimento per l’attività sportiva dei cittadini residenti.

SAN MAURO – SANT’ANNA/PESCATORI: In piccola palazzina proponiamo grazioso appartamento recentemente ristrutturato, composto da ingresso living soggiorno, cucina abitabile ampia, due camere, doppi servizi e ripostiglio. Due cantine e due posti auto coperti. Bella vista panoramica. Classe energetica in fase di definizione. EURO 245.000,00 SAN MAURO – OLTREPO’: In zona verde e comoda a tutti i servizi, proponiamo appartamenti in cantiere in costruzione. Possibilità di scelta di soluzioni di varie metrature, nonché di finiture interne. Classe energetica A. PREZZI DA EURO 220.000,00

SAN MAURO – OLTREPO’ : In stabile signorile proponiamo ampio appartamento composto da ingresso, salone, grande cucina abitabile, due camere, doppi servizi e ripostiglio. Cantina, due box auto e piccolo giardino. Classe energetica F IPE 333,0898. EURO 245.000,00 TORINO – BERTOLLA : In piccola palazzina, proponiamo appartamento di ingresso, cucinotta, soggiorno, camera, cameretta, anti bagno e bagno. Cantina, box e posto auto. Classe energetica da definire. EURO 199.000,00 SAN MAURO – PRECOLLINA : Casa bifamiliare libera su tre lati recentemente ristrutturata, composta da due appartamenti distinti; uno al piano terreno composto da ingresso, cucina, due camere e bagno; l’altro al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina, due camere e bagno. Completano la proprietà una cantina, lavanderia, grande terrazzo panoramico, ampio giardino e box auto doppio. Classe energetica in fase di richiesta. EURO 480.000,00 SETTIMO – BORGATA PARADISO: In zona immersa nel verde proponiamo importante rustico ottocentesco recentemente ristrutturato, composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, sala da pranzo, grande salone e bagno al piano rialzato, quattro camere e doppi servizi al piano primo. Completano la proprietà due box auto, cantina, terrazzo e porticato, oltre a grande giardino molto ben curato. Classe energetica E IPE 200,9441. EURO 450.000,00


sAN MAU RO SPORT & dintorni

18

Canoa San Mauro

Italia sì, Italia no

Museo del Ciclismo del Ghisallo Quelli che vivono il Po.. Prima c’era, ora no. Un simbolo, un museo e una passione. Il nostro fedele Marco Candellone a tu per tu con l’amore per il ciclismo e la cruda realtà

Due sportivi a confronto, scopriamo le motivazioni che li portano a praticare questo sport segue da pag. 16

Mi ero ripromesso di andarci, prima o poi; e dai e dai, non ci sono riuscito. Ed ora ci sono discrete possibilità che non riesca ad andarci più. Sto parlando del Museo del Ciclismo del Ghisallo. Voluto (ed anche personalmente foraggiato, da quanto si desume leggendo l’articolistica al riguardo) dal grande e compianto Fiorenzo Magni; virtualmente inaugurato da Benedetto XIV che ne benedì (appunto) l’ultima pietra, posizionata nel salone centrale; edificato su una salita storica del nostro ciclismo, tant’è che la Madonna del Ghisallo è stata investita del ruolo di patrona dei ciclisti, il Museo è chiuso da novembre perché non ci sono i soldi per il riscaldamento, perché c’è un buco di bilancio variabile (a seconda dei giornali che ne parlano) da 80.000 a 900.000 . Va da sé che i dipendenti siano stati lasciati a casa per mancanza di fondi. Ho letto al riguardo solo qualche articolo in rete, quindi non voglio assolutamente mettermi a pontificare su errori, colpe, responsabilità: non ne so abbastanza e non è materia mia. Qualche osservazione, però, sorge

spontanea e non vuole essere mirata al Museo del Ghisallo, ma a tutte quelle situazioni simili che in Italia sono come le stelle di Negroni: milioni di milioni. Qualcuno, prima di edificare, si è chiesto a quanto avrebbero ammontato i costi fissi nel tempo? Qualcuno si è prospettato quale poteva essere l’affluenza di visitatori nel tempo? Qualcuno si è chiesto se la sommità del Ghisallo – fatti salvi i ciclisti appassionati – era un luogo adeguato a posizionare una struttura che aveva bisogno di un gettito turistico di un certo livello per sopravvivere? Sponsors ed enti locali hanno offerto garanzie sufficienti a consentire un progetto ragionevolmente sicuro di durare? Questi interrogativi, credo legittimi, non intendono assolutamente crocifiggere chi si è prodigato per istituire una struttura pregevole, ma vogliono sollevare l’onda della riflessione in un paese che – alla faccia del Ghisallo – riesce a lasciar andare alla malora un sito archeologico come quello di Pompei… Il microcosmo del

problema Ghisallo si riverbera sul macrocosmo del problema Italia: un paese non privo di risorse; se vogliamo anche eccellente in molti campi (cultura, turismo, manifattura, artigianato) ma incapace di organizzarsi. Pigro, lento, pachidermico, spesso disonesto, sempre menefreghista. Pronto a crogiolarsi nei propri problemi e riottoso a sacrificarsi per risolverli. Due famosi personaggi storici nell’ottocento (mica quattro anni fa…) fotografarono già bene la questione: l’austriaco nobile Von Metternich affermò che l’Italia era solo una “espressione geografica”; Massimo D’Azeglio, piemontese, dopo l’unificazione sostenne che “l’Italia era fatta, bisognava fare gli italiani”.

Forse il Museo del Ghisallo (lo speriamo!) si salverà: il sito invita i suoi visitatori a fare donazioni per coprire il disavanzo e gli enti pubblici sono stati interessati al problema con la speranza fattiva di ottenere fondi che consentano la riapertura in questa prossima primavera. Con tutti i suoi difetti, questo paese ha più volte dimostrato di saper bene galleggiare, dando magari un colpo al cerchio ed uno alla botte. Ma ci rimane il dubbio che l’eventuale salvataggio del Ghisallo – che peraltro auspichiamo – difficilmente possa essere un viatico bastante a sperare nella salvezza di un paese sempre più asfittico. Un caro abbraccio a tutti con scarso ottimismo. MARCO CANDELLONE

i ciclisti della C.C.P. amareggiati per la chiusura del museo

Cos’è per voi il Gruppo Canoa San Mauro? Claudio: La mia seconda casa Alessandro: Un punto di svago, un punto di incontro, dove condividere una passione per lo sport e fare due chiacchiere con gli amici Che differenza c’è tra canoa e kayak? C: Sono entrambe delle imbarcazioni: la canoa si manovra in ginocchio con una pagaia a pala singola con cui pagaiare su un solo lato, il kayak prevede la posizione seduta ed una pagaia a doppia pala con cui pagaiare su entrambi i lati. A: La canoa è più romantica e il kayak è più tecnico :-) Qual è il primo ricordo che hai della canoa? C: Nei primi anni 70 sull’Intrepido in una pagina dove vendevano le pistole ad aria compressa e gli occhiali per vedere attraverso i muri, era in vendita un kayak, uno dei primi modelli in vetroresina; ho risparmiato per anni per cercare di comprarne uno e non ci sono riuscito, perché ci volevano tanti soldi; mi ricordo che costava 70.000 lire, dove al tempo uno stipendio era di circa 100.000 lire al mese A: Il mio primo ricordo? Non riuscivo ad andare diritto. Che cos’ha l’altro che tu non hai? C: L’età. A: L’agilità e la costanza, perché lui viene sempre da quasi 30 anni. Perché si parla così poco di canoa? C: E’ uno sport che non ha una grande visibilità, perché non porta soldi, manca la possibilità di avere un grande pubblico: a San Mauro per una partita di calcio vanno mille persone, per una gara di canoa non più di venti o trenta lungo il fiume. A: Secondo me, è uno di quegli sport a cui purtroppo si da poco spazio, Dimmi un aggettivo che riassuma quello che per te è la canoa

C: Adrenalinico A: Ludico

Dimmi uno sport più difficile della canoa.

Dimmi un verbo che riassuma quello che per te è la canoa C: Faticare A: Pagaiare Qual è la più bella esperienza che hai fatto nella tua vita in canoa? C: I campionati italiani nel 1991 nel fiume Sesia A: Discesa della Stura di Demonte, nell’agosto del 2012 Secondo te perché piace la canoa? C: E’ uno sport che ti consente di andare dove nessun altro può andare. La canoa ti permette di vedere le cose in maniera diversa: passeggiare sul

C: Gli sport estremi A: Per me il calcio, lo trovo più difficile. Qual è il posto più bello in Piemonte dove andare in canoa? C: La Stura di Demonte A: La Stura di Lanzo Quanti tra i tuoi amici fanno canoa? C: Quelli che fanno canoa sono tutti miei amici A: Claudio Chi è per te Antonio Rossi? C: La sua è una specialità olimpica, che a me sinceramente non piace moltissimo. E’ uno sportivo che ha dimostra-

Claudio

Alessandro

parco del Valentino è emozionante, ma vederlo dal Po è un’esperienza unica. Inoltre è possibile raggiungere posti altrimenti non accessibili, come ad esempio alla Stura di Demonte dove c’è una gola di rocce, a piedi inavvicinabile, ma che percorsa in kayak si può vistare per cinque km nel giro di mezz’ora. A: Vivi le stagioni in un’altra maniera, in armonia con la natura. Dimmi uno sport più facile della canoa. C: La bici, perché su questa ho cominciato ad andarci da quand’ero piccolo. A: Le bocce :-)

to che allenandosi si può arrivare in alto. Ci ha dato dentro, ma così tanto da arrivare a vincere due medaglie d’oro alle Olimpiadi. A: E’ una grande atleta di Olimpica. Nel contesto di San Mauro che posto ha la canoa? C: Siamo l’unica attività che usufruisce direttamente della risorsa Po. Nel fiume non c’è nessuno che fa niente, ma molto si potrebbe fare. A: Bellissimo il ponte, bellissimo passeggiare, ma quelli che vivono il Po siamo solo noi. A CURA DI

FABIO ANGELI

Cedesi avviata attività

anche cambiando genere, solo con buona uscita. Disponibile anche con affitto basso, 400 euro sino al 2018

Oggettistica - Lampadari - Paralumi Bomboniere - Collane Argento - Orologi -Articoli in pelle Liste Nozze - Riparazioni in genere

CON SCONTI DAL 20% al 70%

corso Belgio 171/b, Torino tel. 340.7434274 - 340.5995464


sAN MAU RO SPORT & dintorni

20 CICLISMO GIOVANILE

Dal ciclismo al ciclocross in un’unica volata Il PEDALE SANMAURESE non finisce mai di sorprenderci con la forza dei suoi giovani Quest’anno noi del Pedale Sanmaurese abbiamo deciso di rinnovarci, guardando anche ad altre forme di pedalate! Non il solito e fedele ciclismo da strada ma i ragazzi Isabel Pilone,

Davide Pepori e Gaia Dicembre si sono cimentati anche nel ciclocross, disciplina nella quale hanno potuto constatare le grandi differenze che intercorrono tra le due: molto precisa, strategica

e lineare la prima, più avventurosa, impervia e ardua la seconda. In collaborazione con la C.C.Piemonte abbiamo organizzato una ginkana in cui i nostri atleti hanno fatto una dimostrazione,

nella quale hanno partecipato anche i bambini esterni con la sola passione per la bici, in tale occasione abbiamo avuto l’onore di avere con noi l’assessore allo sport Arborea Margherita e Gilardi

dario per la quale arrivare preparati è la gara dei giovanissimi in San Mauro a Pescarito che si terrà lungo Corso Lombardia il 25 maggio 2014 con ritrovo alle 12:30 e prima partenza

i giovani crossisti: Isabel Pilone, Davide Pepori e Gaia

contenti. Noi continuiamo a lottare per mantenere e trasmettere questa passione ai giovani e riuscire a fare bene la nostra parte come squadra creando affiatamento e amicizia fra i bambini e ragazzi e cerchiamo di far capire ai giovani che lo sport è salute e vita. Quindi accorrete numerosi al Pedale Sanmaurese, il ciclismo è uno sport che unisce le amicizie e rafforza lo spirito. Grazia Angela. Prima tappa del calen-

della cat.G1 alle 14.30, speriamo che a chi fa

piacere possa venire a vederci, ne saremo molto

Karate

Centro Studi Karate Shotokan

I maestri Massimo, Paolo e Franco invitano chiunque abbia piacere di conoscere meglio questo sport a venire a vedere (o ancora meglio provare) qualche lezione tutti i lunedì e giovedì dalle 19 in poi alla palestra Nino Costa. Per info chiamare il 3474310437. sito web: http://cskssanmauro.al tervista.org

PAOLO SEROGLIA

S t r a d a S . M a u ro 1 8 4 / C , To r i n o tel/fax 011.374.0850 - cell. 347.2343748

g r i m a l d i b i k e @ l i b e ro . i t

BEPPE NEGRO


21

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Pallavolo

Under 15 e 17, cammino senza intoppi I sogni non si spengono, ora si punta alle finali regionali e al titolo provinciale per i ragazzi di Roberto Catania e Marco Zanetti Procede senza intoppi il cammino di Under 15 e Under 17 del Sant’Anna nei campionati giovanili. Prima di arrivare all’analisi del cammino nei campionati di federazione, va reso il giusto riconoscimento all’Under 17 che domenica 5 gennaio ha inaugurato il 2014 vincendo il prestigioso torneo di Biella di fronte a quasi 3000 spettatori, superando in finale 2-0 il Lasalliano e conquistando ben 3 premi individuali con Mosso (miglior

palleggio), Sangermano (miglior centrale) e Costa (miglior libero). Tornando ai campionati di federazione, le due formazioni hanno superato brillantemente la prima fase regionale e ora dovranno affrontare una pluralità d’impegni. Da un lato le finali provinciali, dall’altro il difficile torneo regionale per arrivare giocarsi il titolo con le migliori formazioni del Piemonte. Chi non ce l’ha fatta sul filo di lana è stata l’Under 14, che ha finito la benzi-

na un po’ troppo presto e ha dovuto giocarsi tutto all’ultima partita contro l’Ochieppese, persa per 3-1, anche se è ancora in corsa per le finali provinciali. Difficile fin da subito il cammino dell’Under 19, che non ha saputo mantenere le promesse iniziali, dato il positivo avvio di stagione, terminando la propria esperienza al penultimo posto del girone con 9 punti. Ora però l’attenzione è tutta concentrata sul cammino di Under 15 e

17 nei prossimi mesi. I primi, allenati da Roberto Catania, impegnati in semifinale provinciale contro il Lasalliano. I secondi, guidati da Marco Zanetti dovranno superare il Parella per accedere alla finale di Ivrea per il titolo provinciale, mentre per quello regionale la strada è ancora lunga e al 1° giugno manca ancora molto.

ALESSANDRO GHIBELLINO

Under 17 al SA BearWoolvolley

c.so Casale, 312 - Torino tel 011.8909364 - cell 3358701205


Strada Mongreno 3/B, Torino

tel. 0118993171 coloredellavanita@libero.it www.coloredellavanita.it

I nostri orari: dal MartedĂŹ al VenerdĂŹ dalle 10,00 alle 19,30 sabato dalle 10,00 alle 18,00 lunedĂŹ solo su appuntamento


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Fitness

Finalmente è CrossFit Alla palestra Mario Ferrero si può provare questo interessante programma di allenamento, vediamo di cosa si tratta CROSSFIT è un programma di allenamento che ha l’obiettivo di ottimizzare le competenze psico fisiche dell’individuo, in ognuna delle dieci componenti riconosciute nel fitness: 1. Resistenza cardiovascolare/respiratoria: l’abilità dei sistemi del corpo di raggruppare, elaborare e fornire ossigeno. 2. Resistenza: l’abilità dei sistemi del corpo di elaborare, fornire, immagazzinare e utilizzare energia. 3. Forza: l’abilità di un’unità muscolare, o di una combinazione di unità muscolari, di applicare la forza. 4. Flessibilità: l’abilità di massimizzare l’arco di movimento di un’articolazione. 5. Potenza: l’abilità di un’unità muscolare, o di una combinazione di unità muscolari, di appli-

care la forza massima per un tempo minimo. 6. Velocità: l’abilità di ridurre il tempo di ripetizione di un movimento ripetuto. 7. Coordinazione: l’abilità di combinare una serie di movimenti distinti in un unico movimento. 8. Agilità: l’abilità di diminuire il tempo di transizione da una serie di movimenti a un’altra. 9. Equilibrio: l’abilità di controllare la posizione del centro di gravità di un corpo in relazione alla sua base di supporto. 10. Precisione: l’abilità di controllare un movimento in una direzione o a un’intensità specifica. La forza del programma CROSSFIT è la non specializzazione ; questo si distingue dagli altri programmi in quanto ha come obiettivo l’ottimizzazione della risposta

neuroendocrina, attraverso l’utilizzo di movimenti funzionali eseguiti ad alta intensità costantemente variati Il programma è assolutamente personalizzabile per i singoli e per i gruppi. Questo vuol dire che tutti possono praticare CrossFit: dall’atleta professionista a vostra nonna. Le loro esigenze, infatti, non differiscono per tipo ma per livello. Vale a dire che Bolt e vostra nonna potrebbero allenarsi insieme, condividendo un’esperienza che li porterà a incrementare la loro capacità di lavoro. Attraverso un allenamento completo e approfondito, con un carico di lavoro progressivo, CrossFit è riuscito ad insegnare a chiunque a eseguire in sicurezza, e

con la massima efficacia, gli stessi movimenti utilizzati di solito da allenatori e atleti professionisti. Noi falliamo ai margini della nostra esperienza… I nostri allenamenti sono fatti apposta per ampliare questi margini… Se decidete di venire solo se vi piace o se pensate di riuscire bene in questa richiesta avete sbagliato tutto. State commettendo un errore noto come Biasing, ovvero ”faccio solo quello in cui sono bravo e me ne frego di migliorare altri aspetti”. Questo non è il nostro obiettivo. Il nostro obiettivo è una preparazione fisica generale che ci renda pronti a tutto. Dentro, ma soprattutto fuori dalla palestra.

23

Rugby

Gli old Highlanders Zero11 Pronti a ripartire dopo un 2013 da incorniciare Ancora un riconoscimento per gli Highlanders Zero 11che, dopo aver conquistato la medaglia di bronzo ai Worl Master Games nel mese di agosto, ricevono nel mese di dicembre una pergamena e una medaglia dal prestigioso club Panathlon. Ebbene si, il Panathlon Club di Torino

Alberghiero Colombatto, ha consegnato ad ogni giocatore una pergamena e una medaglia ricordo a seguito dei risultati ottenuti durante i WMG e come riconoscimento degli ideali che animano il rugby e che si rispecchiano in quelli Panathletici. Continua l’attività sportiva degli

Olimpica, fondato da nomi illustri quali Umberto Agnelli, Primo Nebiolo, Piero Oneglio, Giovanni Chiesa, Ausonio Alacevich e Ferruccio Novo con lo scopo di diffondere il concetto di pratica sportiva accompagnata dai più alti valori di rispetto e fair play, in occasione della cena con relativa asta di beneficenza di fine anno tenutasi nell’Istituto

HighlanderZero 11 che, dopo aver vinto il “torneo dei ceci” tenutosi ad Asti nel mese di dicembre, si preparano a partecipare alla 13° edizione del Torneo Internazionale “Città di Rovigo” , uno dei più prestigiosi tornei “old” di tutto il panorama rugbistico che si terrà il 12 aprile con la partecipazione di 20 squadre provenienti da tutta Italia,dalla Francia e

dall’Inghilterra . Il 24 maggio appuntamento a San Mauro con il tradizionale “Memorial Tonino D’Altorio” . L’occasione è per ricordare, con gioia e rigorosamente con l’ovale in mano Tonino e tutti i nostri amici che, secondo un detto rugbistico,

Ballo

Il tango e il fiume Prossimamente l’evento itinerante a San Mauro e dintorni E dell’estate 2013 la settima edizione di Tango Fiume, a cura dell’Associazione OttoArti di Torino con il patrocinio della Città di San Mauro torinese. Progetto ideato per divulgare la cultura argentina negli spazi antichi e nelle periferie delle città lambite da fiumi, offre la possibilità di condividere cultura e divertimento. La OttoArti riconosce al tango argentino autentica creatività, dove musica poesia danza e teatro si fondono, dove i movimenti disegnano linee di energia tra cielo e terra, dove le architetture virtuali del tango si sovrappongono a quelle reali dei luoghi. Trame liberamente composte, lo scorso anno in collaborazione con la Maigret & Magritte diretta da Emilio Locurcio, narrano di contesti argentini e realtà locali, interpretati da attori e ballerini della scena torinese.

Il progetto, firmato dalla OttoArti, offre periodicamente la possi-

bilità di riappropriarsi di luoghi che evocano le tradizioni argentine del ballo in strada, dove la corrente del grande fiume fisico e simbolico è fortemente presente. Le passioni del tango e della vita stessa, i temi delle notti e

delle albe a Buenos Aires, la magia del tango stesso, in chiave dialettica, ironi-

ca, ossessiva... Ma perché così tanto tango? Le sue storie sono legate anche a quella cultura di strada proveniente dal basso , esportata poi nei salotti aristocratici d’oltralpe e divulgata ovunque.

di Saino Mauro e Saino Andrea officina.saino@boshcarservice.it

Prossimi appuntamenti a giugno 2014, ottava edizione... dove scorre il fiume che accoglie e il tango può raccontarsi... All’Associazione si accede su invito, ma per informazioni è anche possibile rivolgersi al 330 560 997 o inviando mail a laura@tangoybusqueda.it E se si è curiosi... www.tangoybusqueda.it dove troverai le attività formative dell’Associazione.

hanno “passato la palla” troppo presto. Sabato 31 maggio 2° Torneo D’Estate a Punta Marina (Ravenna) con le famiglie al seguito. Nel mese di giugno, in data ancora da definire, si terrà a Torino il torneo “ La finta dello zoppo” mentre il 21 giugno il torneo di Aosta chiuderà la stagione estiva. LUCA GRAZIAN


24

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Barca a Vela

MAGARI DIVENTARE VELISTI PER CASO I nostri amici Enrico e Claudia ci raccontano cosa spinge un “cittadino” a voler solcare i mari al timone di una barchetta. Saranno i prossimi ad intraprendere il giro del mondo in barca a vela? Noi tutti lo speriamo Il primo anno in cui andai in vacanza in Bretagna i miei compagni del corso di vela dovettero pensare ad un caso di mutismo: il francese che trovai là non era esattamente lo stesso della mia prima media, appena ter-

ancora molte volte a fare vela lassù, e ben presto anche la lingua non fu più un problema. La parte a nord ovest della Francia termina con una puntina di terra che viene inghiottita dall’Atlantico: siamo nel

dalla costa atlantica, a Sud e non sarebbe niente di particolare se non fosse che in questa zona ci sono maree che arrivano anche a 7-8 metri di escursione. Qui l’Atlantico, al ritmo delle maree, passa sù e giù

minata. E fu già un’impresa riuscire a capire qualcosa di quello che si diceva; figuriamoci allora parlare a mia volta. Se l’idea materna di abbinare l’apprendimento del francese con il perfezionamento della vela pose certo qualche difficoltà sul fronte della lingua, sul fronte nautico mi permise di scoprire molte interessanti novità: le mie uscite nel tranquillo e tiepido Mar Ligure estivo nulla avevano a che fare con la navigazione in Atlantico. Su tutto, la presenza delle forti maree, che provocano correnti considerevoli, di cui bisogna necessariamente occuparsi. Dopo quella prima esperienza tornai poi

dipartimento del Finistère, dove, appunto, la terra, semplicemente

attraverso la strettoia che la punta della penisola bretone forma con la

finisce. E inizia l’Oceano Atlantico. Quel lembo di terra separa il canale della Manica, a Nord,

prospiciente Ile de Sein: è il passaggio marittimo del Raz de Sein. Trovarcisi in mezzo

su una barca a vela di una decina di metri, permette di sentire tutta la vivacità e la potenza degli elementi naturali (a qualcuno potrebbe addirittura venire un pensiero verso la corrispondente piccolezza dell’uomo…). Il vento soffia teso ed il mare è in perenne agitazione: ogni circa sei ore la marea passa da montante a calante, e viceversa, e la corrente che ne deriva, inverte la propria direzione. In pratica è come trovarsi in un fiume dalla corrente piuttosto tumultuosa, che in più cambia di direzione ogni sei ore. Per sei ore va da Nord a Sud e per le sei ore successive fa al contrario. Per passare il Raz de Sein è importante calcolare bene i tempi. Il momento migliore per l’attraversamento è quando la corrente cambia di direzione, e il mare si calma per un po’. L’Ar-

Men, il vecchio scafo con cui la scuola di vela dei Glénans navigava in questa zona, con buon vento

01119821256

e tutta la velatura gonfia, faceva al massimo 6-7 nodi di velocità, quasi la

quel momento l’imbarcazione, che prima pareva trattenuta da mani invisi-

stessa della corrente. Arrivare con corrente contraria vuol dire rimanere praticamente fermi, se non indietreggiare, in attesa che arrivi il momento in cui la marea cambia. Quando arriva

bili, sembra finalmente libera e scivola via veloce, allontanandosi rapidamente dagli scogli spumosi della costa bretone. Senza andare fino in Bretagna, ci si può divertire a veleggiare molto

più vicino a noi. Magari non all’Isolone di Bertolla, dove si rischierebbe di infastidire gli aironi, e soprattutto di annoiarsi mortalmente per l’assenza di vento. Ma basta andare un po’ più in là, verso il mare o anche qualche lago locale. Certo non si sarà sicuri di beccarsi tutti i giorni almeno un po’ di pioggia, come succede in Atlantico, e l’acqua non sarà gelida come lassù, ma forse riusciremo a farcene una ragione. La sensazione di libertà sarà la stessa, anche se il sole ci scalderà davvero e non farà solo finta. Ed è spinti da questa voglia di vela che ci siamo iscritti al corso del Cus Torino per prendere la patente nautica. Un bel po’ di ore di teoria ma soprattutto tre week end di vela assicurati. E per come andrà a finire, vi racconteremo!

ENRICO DEGIORGIS


uesta sera andiamo a...

Q

Ristorante Pizzeria

L’OSTERIA dei BRICCONI cucina tipica - specialità alla griglia saloni per banchetti forno a legna e pizze da asporto farinata

Corso Casale 321 - Torino info e prenotazioni: 011.89.87.108

Rivodora - via Torino 22

tel 011.9431608

RISTORANTE

Chiusi le serate di Lunedì, Martedi e Mercoledi

Avis comunale di San Mauro T.se

“Bèla Vista”

di Fabrizio Defilippi

Trattoria

Cucina tipica piemontese ampi saloni per cerimonia San Raffaele Cimena via San Rocco 16 - San Raffaele Alto tel. 011.981.30.16 - chiuso il martedì mercoledi sera

Belvedere dal 1964

sede in via Speranza 43/b - tel. 011.8973745

PROSSIME DONAZIONI ven 18 aprile - prelievi in sede ven 23 maggio - aut. prelievi plasma dom 25 maggio - prelievi in sede

cucina piemontese

ven 20 giugno - prelievi in sede

V i a A . C a r o, 1 2 - 1 0 1 5 6 To r i n o t e l . 0 1 1 . 2 7 3 . 0 4 . 4 1 - fa x 0 1 1 . 2 7 3 . 0 3 . 3 3 e - m a i l : i n fo @ b e l ve d e r e t o r i n o. c o m w w w. b e l ve d e r e t o r i n o. c o m

ven 18 luglio - prelievi in sede sab 23 agosto - prelievi in sede

gradita prenotazione

Corsi di cucina, degustazione vini vendita al dettaglio Cerimonie, chef a domicilio orario 12,30 - 14,30 19,30-23,00 aperto sempre -chiuso lunedì a pranzo - gradita prenotazione

via Torino 2, San Mauro Torinese 0118220168 - 3356077878 - enricochef@hotmail.it

Società Polisportiva Bertolla Daniele e Lucia, ex titolari della pizzeria Aladino sono i nuovi gestori della pizzeria, bar, ristorante ed hanno portato in questo nuovo locale la loro esperienza ed entusiasmo v i a d e i l ava n d a i 3 1 i n t . 9 - To r i n o Tel 011.273.19.11 - 3664087406 ingresso riservato ai soci. per tesseramento 2014 tel. 0112731911 - seguici

su facebook: POLISPORTIVA BERTOLLA

via dei lava nda i

via dei lav and ai

via dei lav and ai

si organizzano feste di compleanno, grigliate, cene di lavoro e si affittano sale per riunioni. Ampio parcheggio

OFFERTISSIMA MARKET

Società Polisportiva Bertolla


sAN MAU RO SPORT & dintorni

26

ARTE

Tra estetica e morale, la cronaca e la storia raccontata con la pittura Grande successo gli incontri sulla pittura tenutesi nella sala delle conferenze del Palazzo Municipale di San Mauro I pittori, come gli scrittori, i poeti e i musicisti, spesso non si accontentano di fare cose belle e di successo. Anche loro sentono il bisogno di testimoniare

molto condizionano la nostra esistenza. Chi scrive ha sempre amato dipingere ed ad un certo punto ha deciso di realizzare opere con il fine di far discutere sui

“Quarto Stato” di Pellizza dd Volpedo o ai “Mangiatori di Patate di Van Gogh. Questi i temi che mi hanno incuriosito ed ai quali mi sono ispirato:

conoscenza e di libertà, ma anche occasione di offesa e modifica della privacy e della morale). I temi etici, nella sostanza, tendono a farci modificare le convinzioni reli-

Sci club San Mauro

Iri delle Ceste

Sogni muoiono

gli anni in cui hanno vissuto, le proprie esperienze, la propria morale. Di qua l’idea di abbinare mostre di pittura, di poesia o di musica, per parlare di temi etici, quegli argomenti scomodi che

nostri comportamenti. Per la verità non si tratta di cosa nuova. A partire dall’800 i temi sociali sono sempre stati presenti nel lavoro di molti artisti. Basti pensare al

1) Il rispetto della vita e la condizione del regno animale (Animali da compagnia e da macello). 2) La grande immigrazione ( Dalla giovane Anthonia Egbuna sepolta nel nostro cimitero alla tragedia di Lampedusa, con l’evidente ambiguità popolare tra pietà ed e g o i s m o ) 3) La rete mondiale di Internet (Occasione di

giose, quelle politiche e quelle morali. Ridiscutere le nostre convinzioni è faticoso e spesso causa di s o f f e r e n z a . Diceva un filosofo: “Nessuno è più sereno di coloro il cui destino è nelle mani altrui”. Credo che volesse dire: “Meno si pensa, meglio si sta” ORAZIO GERACI


sAN MAU RO SPORT & dintorni Sportfull e, finalmente, dopo qualche anno di sorteggi sfortunati, la splendida Maratona delle Dolomiti. Da segnalare infine l’appuntamento nato da un’ idea di Andrea Garavelli, socio e sponsor Jolly

Ciclismo

Jolly a Laigueglia Chi ben comincia ha la stagione in tasca e l’inossidabile Franco Stroppiana ne è il giusto esempio Segue dal pag 1

In concomitanza con la Gran Fondo internazionale di Laigueglia che passerà alla storia come l’edizione che ha fatto registrare numeri da record con oltre tremila iscritti, ha preso ufficialmente il via la stagione ciclistica amatoriale e con essa anche l’attività agonistica della Jolly Europrestige. Malgrado i cambiamenti di percorso imposti dalle frane causate dalle piogge invernali, l’ottima riuscita della manifestazione è stata garantita da una bella giornata di sole e da una temperatura quasi primaverile e,

nonostante si respirasse tra i concorrenti il classico clima da primo giorno di scuola, una volta partiti è stata subito gara vera. Due le novità principali in questa nuova stagione per i Jollyni, la nuova livrea della divisa 2014 decisamente innovativa rispetto a quella degli anni passati e l’ingresso in squadra di nuovi atleti in grado distinguersi e di battagliare fin da subito per il podio delle singole categorie. Se il buongiorno si vede dal mattino questo inizio di stagione lascia sicuramente ben sperare i vertici della squadra Sanmaurese che rientra-

no dalla trasferta Ligure con un bottino decisamente cospicuo. Le ottime prestazioni dei Valenzani Dario Porta e dei giovani Luca Meneghello e Daniele Santangeletta preceduti solo dall’inossidabile Franco Stroppiana, primo dei nostri a transitare sulla linea di fine gara, hanno fatto da corollario alla splendida prova corale con cui ci siamo aggiudicati il secondo posto nella classifica dei team con 41 atleti al traguardo, preceduti e seguiti rispettivamente sul podio dalla modenese Sportissimo Top Level e il Circolo Sportivo Ortovero. La

27 Europrestige con Biciklando, che sta organizzando per il 23 marzo 2014 in quel di Valenza il primo “Jolly Day”, una goliardica, ma non per questo meno impegnativa, pedalata di gruppo tra le colline

ciliegina sulla torta giunge però grazie all’eccellente prestazione della “bionica” Ilaria Zavanone che alla sua prima gran fondo da Jollyna si è classificata al decimo posto assoluto tra le donne, aggiudicandosi anche il terzo gradino del podio di categoria. Dopo una breve sosta di un paio di settimane si entrerà finalmente nel vivo della stagione 2014, gli appuntamenti importanti saranno come consuetudine le sei prove del circuito di Coppa Piemonte e le quattro di Coppa Liguria, in attesa di affrontare le più impegnative Novecolli,

I jollyni in partenza a Laigueglia

splendidi risultati. Dopo la travagliata scorsa stagione si è ripartiti per questo 2014 con la giusta serenità e con il giusto spirito di gruppo, purtroppo sempre orfani dell’ amico Franco al quale non faremo mai mancare il nostro affettuoso pensiero. Forza Jolly

MONDIALI

Te lo do io il Brasile Impressioni di un sanmaurese a Sao Paolo, il nostro Sergio Bertoldini ci racconta ciò che si vede e si percepisce sulle strade del Brasile a pochi mesi dal “Mundial” Il Mundial de SaoPaulo Sulla via del ritorno verso l’aeroporto internazionale di Sao Paulo, ripenso alla mia breve esperienza brasiliana, ai suoi contrasti e alla “follia” del Mondiale di calcio. Bloccato in coda sul taxi percorriamo la Marginais, tangenziale a 5 corsie che ci porta a nord. Sulla destra la città infinita con grattacieli sparsi ovunque , a sinistra il Rio Pinheiros, acqua stagnante coperta di bottiglie di plastica, e le colline con le favelas. Il 12 Giugno la capitale economica del Brasile ospiterà la partita d’apertura dei mondiali con Brasile-Croazia. Il nuovo stadio del Corinthias darà così il fischio d’inizio all’evento sportivo più atteso del mondo. In tutto 12 città con 12 stadi nuovi o completamente rifatti: Rio de Janeiro, Brasilia, Belo Horizonte, Porto Alegre, San Paolo, Salvador, Fortaleza,

Manaus, Recife, Natal, Cuiabá, Curitiba. Tutti gli stadi messi a norma avranno una capienza tra i 45.000 spettatori e i circa 80.000 posti del Maracanà. Come successe già in Europa almeno 10 anni fa, anche il Brasile si chiede: “a cosa serve fare stadi enormi se le partite si possono vedere comodamente da casa; a cosa serve fare strutture gigantesche con costi di mantenimento folli per vederle riempire solo 2 volte all’anno?”. La logica sembra dargli ragione e quindi ci si aspetterebbe un risparmio sulle mega strutture calcistiche per poter creare delle infrastrutture in grado di farle funzionare meglio ed integrarle nel migliore dei modi con le città spesso disordinate del Brasile. Autostrade, aeroporti, metropolitane… Cos’ha fatto di tutto questo la città di Sao Paulo? Niente. La metropoli che lavora ai ritmi di una città Europea, che sta facendo crescere il Pil della nazio-

ne umiliando il vecchio continente scoraggiato, ha visto crollare la gru che costruiva il suo stadio demolendo parte della nuova tribuna. Un municipio di oltre 11 milioni di abitanti che sommato ai sobborghi arriva a circa 20 milioni di abitanti, il secondo o terzo nucleo urbano più grosso del pianeta ha una sola linea della metropolitana con una decina di fermate; una tangenziale perennemente intasata e un aeroporto internazionale un po’ datato di modeste dimensioni. Ormai in coda da più di un’ora, mentre i ragazzini ci vendono bibite, succhi di frutta e cavetti per ricaricare il cellulare Claudio, il taxista, mi dice: “vedi? Come possiamo fare un mondiale in queste condizioni? Arriveranno più di un milione di persone in pochi giorni, come facciamo ad accoglierli se è già tutto intasato normalmente? Ci han detto che avrebbero fatto una metropolitana ben fatta e

dell’Alessandrino. Un grazie particolare da parte del Direttivo va a tutti i soci che non sono stati citati e che ogni domenica contribuiscono in egual misura dei primi a far si che questa squadra raggiunga degli

sul podio Ilaria Zavanone tra le donne e il presidente Bergamo a ritirare il premio del team Jolly

ALESSANDRO SALVESTRONI

delle nuove strade, poi è cambiata l’amministrazione e se ne son dimenticati.” Un paese dove non esiste nulla che funzioni se non è privato, dove l’istruzione e la sanità pubblica sono pressoché inesistenti, vuol continuare ad apparire al mondo come l’esempio di un paese in crescita, dove l’economia e il lavoro non sono stagnanti come in Europa, dove è possibile investire e portare le proprie aziende. Il mondiale è l’occasione per la conferma dell’ottimo stato di organizzazione e di crescita. Ce la farà il Brasile? Per ora meglio non pensarci. Speriamo piuttosto in un bel mondiale dal punto di vista sportivo, speriamo che il calcio continui a farci sognare con i suoi campioni ed i loro gesti.

01119821256 SERGIO BERTOLDINI

4 ANNI DI GARANZIA , 2 ANNI DI SOCCORSO GRATUITO, PEUGEOT SATELIS 300 NUOVO MODELLO, LISTINO € 5 2 4 0 - 7 0 0 = € 4 5 4 0 PROMOZIONI SU VEICOLI NUOVI PEUGEOT KYMCO PIAGGIO

CONCESSIONARIO PEUGEOT - AUTORIZZATO UFFICIALE KIMKO ASSISTENZA: PIAGGIO - GILERA-SUZUKI –YAMAHA - HONDA -KAWASAKI NUOVO-PEUGEOT GEOPOLIS 300 GT LISTINO € 4968-700 =€4268 PREZZO SU STRADA

OFFERTE USATO SEMPRE AGGIORNATE:www.motogf.it

Le nostre offerte modello

ANNO

EURO

APRILIA ATLANTIC 500 BENELLI ADIVA 150 GILERA GP 800 KYMCO DINK EURO3 KYMCO AGILITY R16 KYMCO DOWNTOWN KYMCO GRAN DINK 250 MALAGUTI CENTRO 160 YAMAHA TMAX PEUGEOT GEOPOLIS 250

2007 2001 2011 2007 2008 2010 2005 2010 2007 2008

2200 1300 5500 1200 950 2500 1300 1500 4800 1800


sAN MAU RO SPORT & dintorni

28 TeleThon

Raccolta Telethon 2013, stabilito il nuovo primato con 212.758,25 euro Importanti risultati raggiunti nella nostra zona. La soddisfazione degli incaricati della raccolta fondi per la ricerca scientifica sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche Nuovo primato per la raccolta fondi Telethon: nel 2013 sono stati infatti raccolti 212.758,25 euro, frutto dell’impegno del gruppo di volontari che fa capo alla sezione Uildm

bonifici online. Si tratta invece della “raccolta stradale”, la più difficile da praticare, con banchetti in piazze e vie al freddo di dicembre. Una raccolta frutto di sudore e fatica,

la speranza concreta nella ricerca scientifica. A San Mauro, l’incaricata Telethon Marilisa Zuccaro anche quest’anno si è nuovamente superata: tra concerti,

banchetto telethon degli alpini in piazzale Europa, San Mauro

“Paolo Otelli” di Chivasso ed ai coordinamenti provinciali di Torino, Asti, Cuneo e Vercelli-Biella. Anche la nostra zona ha registrato numeri importanti: da San Mauro a Gassino, da Settimo e Chivasso a San Raffaele Cimena. Le cifre non si riferiscono agli sms od alle altre forme tecnologiche di versamento, come i

che somma centesimo a centesimo, euro ad euro, per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche, grazie alla distribuzione di gadget come la classica sciarpa Telethon (quella del 2013 era di colore bianco) o la gustosa novità del cuore di cioccolato. Sono i cosiddetti “volontari del freddo”, che sfidano pioggia, gelo e spesso anche la neve per nutrire

gare sportive di calcetto e bowling, banchetti in piazza Europa e nei supermercati, ha raggiunto quota 3.004,7 euro. «Un enorme grazie ai volontari ed alle associazioni che mi hanno affiancato – afferma soddisfatta Zuccaro -. Questo è il risultato del loro impegno e della loro disponibilità a favore di Telethon. Loro hanno

dato “gambe” alle tante iniziative che facevano parte del programma sanmaurese di Telethon. La speranza è che, nel dicembre 2014, il Comune di San Mauro sia al nostro fianco, patrocinando il cartellone delle manifestazioni. Lancio un appello al sindaco ed a tutta l’Amministrazione, affinché aderiscano a questa importante iniziativa». Grande risultato anche a Gassino e Castiglione, dove lo storico incaricato Telethon Carlo Mazzone è stato affiancato dai volontari Marisa Tomaddi, Rosalba D’Angelo ed Egle Mori: ben 1.1698,30 euro raccolti tramite un torneo di calcio femminile, spettacoli teatrali, serate danzanti e banchetti al mercato e nelle vie dei due centri collinari. «Ogni anno cerchiamo di dare più quattrini per la ricerca scientifica – spiega Mazzone -. La nostra soddisfazione è dare delle speranze concrete alle persone affette da una malattia genetica ed alle loro famiglie, coinvolte in questo dolore ed in questa angoscia». A San Raffaele Cimena, l’impegno dell’incaricata Telethon Clara Marta ha fruttato 400 euro

per Telethon. Identico risultato, 400 euro, nel paese del tartufo torinese, Rivalba, grazie all’iniziativa dei sindaco Piero Luigi Pianella, mentre a Sciolze il vice sindaco Katia

la Pro Loco, ha invece totalizzato il brillante risultato di 444 euro per la ricerca scientifica. Ben 1.665 euro sono il frutto dell’impegno dell’incaricata Telethon Elisa

San Mauro, banchetto telethon dell’associzione nazionale carabinieri

Venturi, nelle vesti di incaricata Telethon, ha raccolto 133 euro. Nella vicina Cinzano, l’incaricato Stefano Rossetto, con

Pavan, a Baldissero e Rivodora, mentre a Pino Torinese l’incaricata Cristina Anderlucci ha

TABACCHERIA POZZO GAGLIASSO articoli regalo corso Casale 308, Sassi, Torino

Per restare in allegria e mangiare bene

Bocciofila del Moro strada del Cascinotto, 139/58 (ang. via Ciriè) Torino - tel. 011.822.32.88 chiuso il lunedì sera

gli incaricati Telethon, Marilisa Zuccaro (SanMauro) e Carlo Mazzone (Gassino Castiglione)

raccolto 600 euro e l’incaricata Silvia Grande, alla sua prima esperienza, ha raggiunto quota 380 a Castagneto Po. Scendendo in pianura, da segnalare gli strepitosi risultati di Brandizzo (11.600 euro) da parte degli incaricati Telethon Giancarlo Musu e Manuela Merlo, veri e propri “motori” della raccolta fondi, in quanto “magazzinieri” dei gadget, che forniscono ai volontari dei banchetti di tutta la provincia di Torino. Poi i 10.600 euro raccolti a Settimo Torinese dallo “storico” incaricato Sandro Barollo, affiancato da quest’anno da Valente Greggio, autori di un vastissimo programma di manifestazioni, con il coinvolgimento dell’intera “città delle penne”. A Chivasso sono stati raccolti 18.112,18 euro: è considerata una “capitale del Telethon”, poiché sede della sezione Uildm “Paolo Otelli”, organizzatrice nel 1990 dei primi banchetti per la ricerca scientifica svoltosi nella zona, prima di “moltiplicarsi” a macchia d’olio in tutto il Torinese ed ora anche nelle province di Asti, Biella, Cuneo e Vercelli. Tutti i dati della raccolta, località per località, sono pubblicati sul sito www.coordinamentotelethon.it

RENATO DUTTO


MENÙ DI PASQUA 20 APRILE euro 35,00 bevande incluse, bambini fino a 12 anni euro 20,00 Insalata di frutti di mare Sformato di zucchine e patate con mocetta d’Arnad e crema di pecorino romano dop Salame di trippa di Moncalieri con valeriana e pachino *************** Chicche di patate con crema di asparagi e code di gambero Pappardelle al ragù di anitra ************* Rolata di tacchino con crema di peperoni e patate al forno **************** Torta piemontese alle nocciole, con salsa al cocco Colomba Pasquale ************** Acqua e caffè Vini: Bonarda Piemonte e Cortese Langhe


30

sAN MAU RO SPORT & dintorni

San Mauro Country Club

Il Tennis al “Top”… e non solo Il 31 maggio l’apertura delle piscine Dal 2005 ne ha fatta molta di strada la scuola tennis sanmaurese, sono passati al suo cospetto diversi tra i migliori giocatori della regione e non solo; seconda categoria che hanno fatto la storia come Enrico Gramaglia e Riccardo Iemma a giocatori di livello internazionale come Roudami; oggi i volti nuovi ed altrettanto protagonisti del circuito tennistico sono quelli dei giovanissimi Sosso, Lucchini, Cappelletto e Manzetti rispettivamente 3.2 (i primi due), 3.3 e 3.4 del 1999 promettentissimi elementi che stanno crescendo sotto la guida della Marco Bosco Tennis School presso il San Mauro Country Club. Elemento di spicco nel settore internazionale giovanile è Junior Boici Laurentiu italo-rumeno del 2000 e 160 delle classifiche internazionali giovanili under 14 che si divide tra gli allenamenti all’accademia del tennis di Belgrado e col suo coach in Italia Marco Bosco che cercherà di portarlo a meritarsi i colori della rappresentativa nazionale italiana. Dietro questi fenomeni si distinguono inoltre Niccolo’ Ricciardo del 1998 e 3.5, i giovanissimi e promettenti under 12 Morgante, Valentini e Vigo, l’under 10 Villani e lo straordinario under 8 Cipolletta. Naturalmente dopo questi giocatori più in evidenza si fa spazio un grande gruppo di agguerriti allievi di tutte le eta’ pronti ad inserirsi nel tennis che conta. Lo

staff tecnico che tutti i giorni accoglie gli allievi al club del parco Einaudi si compone di professionisti di prim’ordine : i tecnici federali Bosco, Rossotti, Iemma, Rubello,

tennis. Ma il club sanmaurese non offre solo una scuola tennis all’avanguardia ma anche un’organizzazione straordinaria legata agli stages estivi, altro fiore

per offrire il massimo a tutti i sanmauresi e non che vorranno passare un po’ di tempo libero tra sport, relax, benessere.

Foto Team sponsor Vitality’s di Manzetti Gianni

Manzetti Riccardo

all’occhiello della struttura, infatti appena termineranno le scuole inizieranno le settimane estive di sport e divertimento dalle 8,00 del mattino alle 17,00 di pomeriggio con uno staff di animatori che affiancherà quello degli istruttori per ospitare giovani dai 5 ai 17 anni. Aumenta l’attesa per l’inizio della stagione estiva, momento nel quale il Country diventa ancora più bello ed accogliente con il beach volley, il calcio a 5 e dal 31 maggio l’apertura delle piscine

Riccardo Cappelletto

Guerra, Scursatone e il preparatore atletico Prof.Piva Davide (110 e lode in scienze motorie) garantiscono la massima competenza e professionalità al servizio dei frequentatori della scuola

Riccardo Sosso


sAN MAU RO SPORT & dintorni

32 Pattinaggio San Mauro

Un ricco bottino di medaglie I nostri atleti hanno fatto razzia a Pescara: 4 titoli, 2 medaglie d’argento e 1 bronzo segue da pag. 1

Ai Campionati Italiani Indoor a Pescara, dove i

riuscendo a portare a casa ben 4 titoli, 2 medaglie d’argento e 1 di bronzo.

Giaccaglia (coach) con Manera e Martino

nostri portacolori sono stati. come sempre, all’altezza della situazione,

Su tutti è da segnalare lo straordinario momento di forma di

Giaccaglia (coach) con Taricco

Filippo Manera, che vince l’oro nella 2 giri sprint, lo sfiora nel giro a cronometro riuscendo però a portare a casa un ottimo argento e vince poi un secondo titolo con la staffetta americana insieme ai compagni di squadra Edoardo Quarona e Gabriele Taricco, autori di una prova straordinaria che ha tenuto col fiato sospeso il pubblico fino all’ultimo. Lo stesso Taricco vince l’oro nella prova a cronometro, confermandosi ai massimi livelli nella sua categoria. All’altezza delle aspettative anche che nella categoria Senior Simone Martino vince l’oro nella 2 giri sprint e l’argento nella cronometro confermandosi al vertice tra i velocisti Italiani. Purtroppo un infortunio muscolare non ha consentito a Stefano Gili di dimostrare le sue capacità nelle stesse gare, dove al suo esordio tra i Senior, Andrea Zarlenga ha ottenuto ottimi piazzamenti. Il medagliere è poi completato dallo splendido bronzo conquistato dalle ragazze della staffetta junior/senior composta da Alessia Rizzi,al suo esordio in questa categoria,e dalle esperte Serena Agostino e

Martina Paciolla. Gli atleti di Simone Giaccaglia riescono, nell’insieme, ad ottenere

vamente nella 5000 e nella 10000, il 5° posto di Agostino Serena nella 2 giri sprinti, il 6° di

posizione anche per Andrea Fiorella sia nella prova a cronometro che nella prova sprint, il 9°

diversi ottimi piazzamenti individuali, come il 4° e il 5° posto di Martina Paciolla rispetti-

Gabriele Taricco nella 3000 punti, l’8°di Matteo Lo Cogliano nella 10000 punti eliminazione , 8°

di Alessio Paciolla nella 5000. Questi risultati, insieme a quelli degli altri

steffetta americana, terza classificata

preziosissimi atleti del gruppo, Beltramo Reba Angela, Scarponi Lorenzo, Colombatto Andrea, Schittulli Milena, Coppola Arianna, Di Nuzzo Gabriele, Colombatto Andrea, Cataldi Aurora, Rosy Alibardi, Quarona Isabella, Ruzza Alessandro, Zarlenga Andrea, Martino Andrea hanno consentito alla Società di piazzarsi al 3° posto assoluto. Prossimo appuntamento per i campionati regionali che si disputeranno il 6 aprile alla Pista del Parco della Colletta.

DAVIDE MANERA

podio staffetta maschile


sAN MAU RO SPORT & dintorni

33

DA “PICCOLO MONDO SANMAURESE” di Bruno Olivero

“La Spurtiva” La Sportiva, il Cral, gli Alpini e il Parco Einaudi, per non dimenticare persone e luoghi che hanno fatto San Mauro Parlare del dottor Scippa e non parlare della società Sportiva è come disgiungere Agnelli dalla Juventus, se mi si consente il paragone. Della locale squadra di calcio, il Nostro è stato presidente, medico sociale, direttore tecnico, finanziatore, supertifoso. Questo non toglie nessun merito agli altri pilastri “storici” della società: il segretario Carmelo, Gino Ciglian, Carlo Richèt, Gino Masuchèt, Arduino Vomiero. Berto Rabbi e Tano Pozzo purtroppo sono passati alla Sportiva Eterna. Per chi ho dimenticato, valgano le scuse già fatte in premessa e l’invito ad inviarmi eventuali appunti e fotografie (sarebbe interessante raccogliere in un trattatello le storie delle nostre società). A quei tempi – per quei tempi intendo da quando, nato nel 1940, ebbi l’età della ragione fino a quando andai alla leva militare -, tre fonda-

mentalmente erano i divertimenti della domenica pomeriggio per un ragazzotto lasciato libero dai genitori: Andare all’ Oratorio e di questo tratterò ampiamente a tempo debito; Andare al Cine alla Barca, percorrendo a piedi, in bici, o parte a piedi e parte in tram l’attuale Via Roma, la cui carreggiata era allora larga quattro metri; Andare alla partita del San Mauro quando giocava in casa (in trasferta andavano solo i padri e i fratelli maggiori). Quali erano i nostri Maradona, Zavarov e Gullit di allora? “Gustù ‘l panaté” che sopperiva alla bassa statura con la classe e la grinta: aveva giocato il serie C; centromediano (non esistevano ancora lo stopper e il libero) era molto valido anche in fase offensiva; pilastri della difesa erano il Magnin (sempre lui,

Ciglian), bandiera della squadra, avendovi giocato da ragazzo fin quasi ai quarant’anni e Imperore, terrore degli attaccanti. Michelino Fanciotto e Gigi Stiffan (morto prematuramente) avevano molta classe, non per nulla provenivano dalla Juve. Non bisogna dimenticare il simpaticissimo “Gable” (così chiamato per i baffetti alla Clark Gable): attenti però, si pronunciava Gable e non Ghèbol. Mi ricordo che, rottasi una gamba, faceva i tuffi nella Guia Freida con il gesso, il cui peso gli facilitava la ricerca delle trote sotto i pietroni. Cavalier Murél, non ti ho dimenticato: allora eri molto grosso e non passavi inosservato, in tuta ai bordi del campo: assommavi le funzioni di trainer, massaggiatore, infermiere, oltre che di tracciatore dei campi. Il titolo di questo capitolo dice La Spurtiva e qualche pignolo giusta-

mente potrebbe farmi osservare che – a quei tempi come ora -, per “la Spurtiva” si intende il luogo e che la squadra di calcio “Unione Sportiva SanMauro” viene universalmente conosciuta come il “San Mò”. L’attuale Spurtiva, come il Cral e tutto il Parco Einaudi, sono stati costruiti dal Comune verso la fine degli anni ’60, quando Guerrini era sindaco e Paletto era Assessore ai Lavori Pubblici. Per la cronaca, Celeste Monfrino era l’impresario ed io avevo l’incarico di direttore dei lavori. La Baita degli Alpini già esisteva dov’è adesso, ma allora era di legno e venne rifatta in muratura, ampliandola, sempre in quegli anni, a spese degli Alpini (mi si conceda il legittimo orgoglio, essendo, seppure indegnamente, appartenuto al Corpo). Dove ora c’è la scuola media, in via XXV Aprile, c’era un gros-

so pioppeto che si estendeva a vista d’occhio verso Est. Ai margini della piantagione, appena dopo la guerra vennero costruite le case popolari; sotto i pioppi, c’erano la vecchia baracca del Cral e dove ora c’è il piazzale di parcheggio, quella della Sportiva, ambedue con annessi campi di boccie. Quel luogo era il raduno diurno dei bocciofili e notturno dei giocatori di carte. Intendiamoci, a carte si giocava anche in tanti altri locali: al ristorante Aquila, dal Bona,

alla Cooperativa, da Barachin, ecc..; però si sussurrava che alla “Spurtiva” a volte si puntassero anche somme in denaro. Per la verità, se vogliamo essere obiettivi, “ai soldi” si giocava anche altrove, ma si sa com’è: ci vuole sempre un capro espiatorio. A quei tempi, poi, i Carabinieri avevano meno da fare che adesso e la sera facevano il giretto dei locali. Ricordo che c’erano anche dei giochi di carte proibiti: ad esempio, la “vola”. Era (chi lo pratica più, oggi?) un pas-

satempo comunitario, senza esclusione di partecipanti; se non si scommetteva una piccola posta, un tanto al punto, la partita non aveva nessun gusto. Per la “scopa”, invece, era ed è diverso; classico gioco d’intelligenza, è svilirlo a scommetterci danaro, il classico scopista si batte per la consumazione.

BRUNO OLIVERO

LEGGERE I N S O L I D A R I E TA’ Per chi desidera aiutarci sono disponibili alcuni libri che si possono prenotare presso la nostra sede amministrativa a San Mauro in via Dora 13, tel 0118221482 - 3280813831

Minivolley

Da Settimo a Borgata Rosa I piccoli del S.Anna sono seguiti da un preparato team di allenatori segue dalla pag.2

Il minivolley di Settimo che quest’anno conta circa 50 iscritti ha portato le testimonianze dei bambini Visto che si parla di loro è interessante osservare come loro si raccontano, l’enfasi e lo slancio passionale con cui spesso si esprimono sono la testimonianza del forte coinvolgimento, del sentirsi parte e anche dell’aver trovato modo e posto per essere se stessi. I RACCONTI DEI NOSTRI BAMBINI: “Per me il Sant’Anna è vittoria,una squadra che non si arrende per nessun motivo,dove l’unione fa la forza. con le schiacciate e le battute super forti,chi la potrà mai battere? SANT’ANNA CAMPIONE............Elisa “E’ da poco che gioco a pallavolo nel Sant’Anna ,ma mi sento già parte della squadra, ho tanti nuovi amici e questo mi rende felice. Anche se gli allenamenti sono di venerdì e mi sento un pò stanca dopo una settimana di scuola, non me li perderei per niente al mondo... ........Giorgia

Tifo, Allenamento, Amicizia........ Roberta/ Per me il Sant’Anna è una squadra che non mollerà mai la speranza per gli incoraggiamenti che danno questi grandi allenatori è che danno la possibilità ai bambini di questa scuola di realizzare tutti i loro grandi sogni..... Federica/ Per me Sant’Anna è una squadra molto brava. Gli insegnanti Stefano,Matteo,Cinzia Rosanna sono molto bravi a insegnarci tantissime mosse diverse e nuove ,e a farci capire i fondamentali della pallavolo. Ci insegnano a giocare la partita per questo io vorrei continuare pallavolo anche quando sarò più rande. Anche se Sant’Anna è una squadra maschile però io voglio lo stesso continuare a giocare...Elisabetta La squadra Sant’Anna aiuta i bambini che amano la pallavolo e ogni giorno insegnano tecniche nuove, per questo ho scelto Sant’Anna perchè ci curano molto bene...... Giorgia La squadra Sant’Anna dove gioco io è la più

forte che ci sia......Mattia/ Il Sant’Anna è la mia squadra ed io mi diverto in compagnia dei miei amici........Cristian MINIVOLLEY VIVALDI (SETTIMO TORINESE Via Vivaldi ang.Via Milano) Il corso si svolge al Mercoledì e Venerdì con orari: 17,30 – 18,45 annate 2007/2006/2005 18,45 – 20,00 annate 2004/2003 Per informazioni contattare Rosanna Spinoso 3483697612 e-mail: snakerosanna@alice.it Nella palestra della scuola Villata ( Borgata Rosa – Sassi ) si ritrovano a “sportiveggiare” seguiti dal loro allenatore federale Mario Ferraris . Lo sport viene utilizzato come strumento di aggregazione , di scuola di vita , di crescita comunitaria . Facciamo vivere questo tratto del sentiero della vita con lo spirito dell’impegno a dare il meglio sempre affiancato dal divertimento e , cosa importante , senza spingere a tecniche precoci e stress da risulta-

to . Certo , il nostro è uno sport difficile . Dobbiamo utilizzare la palla al volo e sono quindi necessarie molte abilità ( coordinazione , visione periferica , capacità decisionale immediata , ect. ) . Per migliorarle , i minivollisti vengono aiutati da una rosa di persone oltre all’allenatore: gli indispensabili , volenterosi e preziosi genitori . Conosciamoli allora : Marco , Rosita , Fabrizio , Valerio , Franco , Elena , Roberta , Claudio , Tiziana . Un grandissimo ringraziamento a tutti loro . MINIVOLLEY VILLATA ( Borgata Rosa – Sassi) Il corso si svolge al Lunedì e Giovedì con orari : 17,30 – 18,30 annate 2006/2005 18,30 – 19,50 annate 2004/2003/2002 . Per informazioni contattare Ferraris Mario 3488295805 Bene , un augurio di Buona Pasqua alle famiglie e un saluto dallo staff del Sant’Anna Pallavolo

*offerta consigliata 10,00 euro

via Martiri della Libertà 42 - SAN MAURO

-tel 011.822.09.98 ilgattochepesca@libero.it - (chiuso lunedì mattino)


34

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Sentieri della collina torinese, il programma:

NUOTO

Tutti pronti a tuffarsi! Una società giovane e ricca di atleti, SPORTIAMO alla Gramsci è di casa ...BREVE ….STORIA DI SPORTIAMO Dopo anni di chiusura della piscina di San Mauro finalmente nel “ lontano “ 2007 apre completamente rinnovata sia all’interno che all’esterno la nuova piscina di San Mauro. Il Comune affida la gestione dell’impianto allo Sporting. Durante il

porta della piscina Lucia Dante e ...attraverso passione , determinazione, entusiasmo e capacità , il nuoto finalmente “ cresce” !! L’inizio non è così semplice poiché gli atleti sono solamente 5 !!! In questo inizio attività il gruppo si aggrega alla Rari Nantes Novara che supporterà l’attività ago-

detto prima, nel 2012 il settore agonistico si stacca da Novara per formare quello che oggi è una realtà non solo del nostro Comune ma anche della Regione. Nasce....... SPORTIAMO Ad oggi la nostra società può contare su 24 esordienti B , 20 esordienti A e 16 della prima

(Campionato Italiano a squadre) con il settore maschile ed ottieni lusinghieri piazzamenti in molte gare. Questa è la nostra breve storia e sicuramente abbiamo voglia di affermare la nostra identità come squadra e i nostri principi etici e sportivi che avvalendosi

Sporting San Mauro al meeting in Toscana

primo anno l’impianto ha dovuto rifarsi una clientela tutta nuova e convincere non solo i Sanmauresi ma anche la popolazione intorno al Comune che il nuoto si poteva fare “ bene “ anche qui. Arriviamo velocemente alla stagione 2008/2009 dove avviene una svolta nella conduzione dell’attività natatoria. A Gennaio varca la

nistica fino al 2011/2012. Dopo appena un anno dall’inizio il gruppo agonistico inizia ad avere i primi risultati ed a formare il gruppo del settore propaganda cioè i “ mini atleti “. Nella stagione 2011/2012 alcuni atleti della categoria esordienti iniziano a farsi vedere ai campionati regionali conquistando alcune medaglie. Come abbiamo già

squadra,composta da atleti dalla categoria Ragazzi in su. IL settore si è anche dato una struttura organizzativa per la conduzione tecnica dei vari gruppi che hanno rispettivamente un tecnico preparatore per ogni età coadiuvati e guidati dall’instancabile Lucia. Nel Dicembre del 2013 per la prima volta la squadra ha partecipato alla Coppa Brema

del contributo di tutti , dagli istruttori, alla segreteria, al responsabile dell’impianto, ai tecnici , ha intenzione di continuare a vivere lo sport agonistico in maniera sana, affermando che anche qui...si può ! Un ringraziamento particolare ai Tecnici del settore giovanile: Andrea, Daniele e Valerio ..che sono alla ricerca instancabile di atleti nuotatori.


sAN MAU RO SPORT & dintorni

35

Pallavolo

Volley S.Anna, dagli U12 alla Serie C il passo è breve Investire nel vivaio, da piccoli e con sani principi, il campo come spazio di vita sono le ricette per crescere la Serie C di domani (ma l’ambizione sarà sempre la serie A) Serie C Si fa accidentata la strada verso la salvezza per il Sant’Anna di serie C. I biancorossi sono infatti penultimi a 13 punti, appena sopra il fanalino di coda Caluso, superato a fine febbraio 3-1 alla palestra “Dalla Chiesa” in una delle 4 vittorie stagionali della squadra di coach Ollari. Rispetto all’avvio di stagione, i sanmauresi hanno cercato di integrare il loro organico con due nuovi ingressi. Uno è lo schiacciatore Liotino, con un passato a Taranto, poi inattivo per studio, causa spostamento all’estero, l’altro è il ritorno del centrale Claudio Cesari, dopo tre anni tra le fila biancorosse. Al momento i bianco-

rossi sono in lotta oltre che con Caluso anche con Villanova, che occupa la posizione immediatamente superiore a quota 14, contro i 13 del Sant’Anna. Nell’ultima gara disputata (al momento in cui si scrive, s’intende), i biancorossi hanno mancato una ghiotta occasione per trascinare nella lotta di fondo classifica anche il Novi Ligure, che vincendo 3-1 si è staccato a 17 punti in condominio con Fossano. Il Sant’Anna non è certo stato baciato dalla buona sorte, visto l’infortunio alla caviglia occorso nella gara con Fossano all’opposto Grandi. Buone e confortanti indicazioni sono arrivate nella gara contro Cuneo (che disputa il

Under12, saranno anche piccoli ma la grinta proprio non manca!

campionato di C con la sua formazione Under 19), ma purtroppo insufficienti a generare punti utili alla classifica. Il calendario delle ultime nove giornate non agevola certo la rincorsa salvez-

za sanmaurese, ma i biancorossi dovranno puntare molte delle loro carte sulle partite in casa con Chieri e in trasferta con Cus Torino, Fossano e Villanova.

Under 12 e Under 13 Premiato con numeri sempre crescenti di partecipanti il lavoro degli istruttori e dei responsabili del minivolley presso

le scuole del territorio. Ormai il Sant’Anna ai concentramenti di Natale e Carnevale spicca regolarmente per numero e passione dei partecipanti, che ha anche positive ricadute sulle categorie agonistiche più giovani. Questa stagione la società biancorossa, grazie all’operosità dei suoi dirigenti è riuscita a iscrivere numerose rappresentative ai campionati di categoria Under 12 e Under 13, nei quali si gioca con la formula del 3vs3. Il successo più significativo per il sodalizio sanmaurese non è dato dai risultati sul campo (o comunque non unicamente da questi), ma soprattutto dalla partecipazione dei ragazzi e dei loro genitori a questo

progetto sia di socializzazione sia come attività ludica e motoria. La conferma è data dal crescente numero di adesioni e dal basso tasso di abbandoni, che sono davvero rari. Colpisce l’entusiasmo di giocatori giovanissimi che conservano intatta la loro voglia di divertirsi e continuano senza appesantimenti a vivere l’esperienza Santanna, agevolati da una formula a misura di bambino che prevede appunto un massimo di 5 giocatori con rotazione fissa in battuta che premia tutti, facendoli entrare nel vivo del gioco e in contatto con l’oggetto del gioco (la palla) ad ogni azione.

ALESSANDRO GHIBELLINO

Ciclismo

Dalla Sardegna..alle Fiandre! Al fianco chi tenta le sue piccole imprese che fanno grande la vita di un atleta e di un uomo La passione per le classiche del Nord di ciclismo è qualcosa di davvero particolare. Vento, freddo, pioggia, distanze estenuanti…nulla di tutto ciò rappresenta un ostacolo alla volontà di chi ama questi percorsi e queste terre

corso praticamente identico. Di origini sarde, ma residente a Torino, Antonio milita come il sottoscritto nel TEAM NORDOVEST ASD, di Pianezza. Dopo una fase di studio e valutazione attenta

percorso della Ronde mi hanno fatto ragionare e desistere in partenza. Sono comunque con lui a supportarlo e incoraggiarlo, e lo voglio fare con questi pensieri e con alcune foto dei mesi scorsi, delle pedalate e degli allenamenti sostenuti

possa vivere una buona giornata di sole, con belle sensazioni e un magnifico ricordo da portare a casa e conservare a lungo nel tempo futuro. Gambe, testa e tanto cuore e l’impresa sarà possibile!

tivo, che hai già indicato essere la Milano Sanremo per il 2015, c’è tempo e..chissà che quel giorno ci possa essere anch’io a pedalare accanto a te e a tentare l’impresa…

ALESSANDRO GAMARRA

Pasticceria artigianale Martinello Gian Mario Servizi per cerimonia e per addolcire qualsiasi momento

siamo al Tony e Carlo

ciclisticamente difficili ma indubbiamente affascinanti. Voglio cogliere l’opportunità di questo breve articolo per citare un amico e compagno di pedalate, Antonio Pala detto ‘Tony’, che il prossimo 5 aprile 2014 sfiderà se stesso sui muri delle fiandre nella mitica Ronde Van Vlaanderen, versione per ciclo-amatori. Tony si cimenterà in questa avventura ciclistica il giorno prima dei professionisti, su un per-

sulle giuste tempistiche, si è deciso di tentare l’impresa quest’anno, il 2014. L’inverno, passato con dedizione e costanza ad affinare la pedalata, è quasi al termine e l’ora della verità si avvicina. L’adrenalina cresce e con essa emozione e paura di non farcela, unite però alla consapevolezza di aver fatto il massimo per presentarsi al via ben preparato. Non me la sono sentita di seguire Antonio in questa avventura..la scarsa attitudine al freddo e al

24°

ttivit anno di a

via Torino 75 - Castiglione - tel 011.981.81.17

Alessandro e Tony

sempre in allegria e ottimismo, nonostante la fatica. Tony, un enorme in bocca al lupo: che tu

E mi raccomando, aspettiamo tutti un tuo resoconto dalla ‘terra dei muri’ . Per il prossimo obiet-


sAN MAU RO SPORT & dintorni

36

MTB

AVIS

383 donatori i nostri dati postivi

MASTER TEAM

In fermento per l’organizzazione della prossima Passeggiata nel Verde

È grande soddisfazione per l’anno in corso

È tempo di assemblee associative: giovedì 27 febbraio è stata la volta del’Avis di San Mauro, che per le 21 ha convocato i propri iscritti per renderli edotti della situazio-

Si, grandissima perchè questo che è il 10° anno dalla sua fondazione si prospetta essere un grandioso anno in quanto siamo già riusciti a portare a casa ottime posizioni nella gara di inizio a Celle, gradino più basso del podio per Luca Rovera nella categoria Master 3 seguito in 7° posizione dal compagno di squadra Lorenzo Bongiovanni. Nella categoria Master 6, 5° posto per Beani Paolo, new entry della stagione. Problemi per il ns. atleta Vistarini Mauro per un dolore al menisco ma nonostante tutto è riuscito a portare a termine la gara. Quest’anno la squadra ha avuto un incremento del numero di atleti : Beani Paolo,

relazionato i presenti sull’andamento associativo del 2013, andamento che si può condensare in poche ma significative cifre: - 14 turni di raccolta di sangue intero e 12 di raccolta di plasma in aferesi, che hanno consentito la raccolta di - 489 sacche di sangue, 176 di plasma e 8 di multicomponenti in aferesi, per un totale di 673 donazioni, il tutto per merito di - 383 soci donatori attivi, dei quali solo poco più di venti erano presenti all’assemblea …

Dati da un lato molto positivi: in un periodo in cui si registrano solo aspetti negativi in termini di economia, occupazione e sviluppo, la solidarietà a San Mauro per quanto riguarda gli aspetti trasfusionali, si mantiene stabile ai massimi livelli. Dall’altro lato la scarsa partecipazione alle assemblee è un male comune, che denota la consolidata propensione alla delega per gli aspetti organizzativi e gestionali, tipica degli Italiani … Tra gli aspetti organizzativi, Marisa Gilla ha elencato le partecipazioni

Germano va forte non solo in bici, ma anche quando dona il sangue

ne e delle previsioni. Dopo il saluto di apertura e l’immancabile pausa di silenzio per il commosso ricordo dei Volontari del Sangue che ci hanno lasciati, la Segretaria Avis di San Mauro, Marisa Gilla (che per i meno informati è anche Presidente Provinciale Avis da ben 12 anni) ha

Volontari avisini alle prese con le caldarroste

ad assemblee di livello superiore, le riunioni fra Avis Comunali, la propaganda e la promozione dell’AVIS e del dono di sangue nei vari modi: posta cartacea, posta elettronica, pannelli pubblicitari ed informativi, striscioni stradali, presenza con stand durante manifestazioni varie, incontri con gli allievi delle scuole medie, aggiornamenti del sito internet e messaggi su Facebook; poi ancora i rapporti con la pubblica Amministrazione e con altri Enti ed Associazioni di San Mauro e per finire i rapporti con i Soci e con la cittadinanza in generale, ai quali vengono proposte iniziative varie aperte a tutti, da quelle di tipo teatrale e quelle di tipo culturale e di turismo locale… A proposito di queste ultime iniziative, il presidente Bruno Fattori ha illustrato le attività in programma per il 2014, rappresentate, oltre che dalle ordinarie raccolte di sangue previste nelle date mensili (vedasi lo specchietto riepilogativo), dalla prossima Passeggiata nel Verde di Domenica 6 aprile, dalla successiva serata di premiazione dei partecipanti alla Gara di Osservazione ed al Concorso fotografico abbinati alla Passeggiata, il venerdì 23 maggio, poi la serata teatrale offerta dalla Compagnia Pinin Pacòt di Rivodora il sabato 24 maggio (entrambe nel Teatro Parrocchiale Sant’Anna) e per finire la consueta Castagnata Avisina del prossimo 19 ottobre. Ci saranno impegni a sufficienza per soddisfare la voglia di darsi da fare di quanti vorranno essere utili anche in modo diverso dal “semplice Dono del Sangue”.

TABACCHERIA POZZO GAGLIASSO articoli regalo corso Casale 308, Sassi, Torino

Bianchin Cinzia, Bonciani Claudia, Imbriaco Giuseppe, Marchese Carmelo, Maggio Giorgio

Dolomite Superbike in cui cercheranno di portare a casa il miglior risultato possibile.

Nuova divisa per il Master Team

e Rizzi Stefano portandosi così a raggiungere la soglia dei 30 iscritti. A maggio prenderà il via il circuito Coppa Piemonte al quale il Master Team parteciperà in massa, più di 20 atleti con l’obiettivo di migliorare il terzo posto conquistato lo scorso anno. In concomitanza a detto circuito alcuni saranno impegnati alla Sellaronda Hero, altri alla

I muscoli sono caldi, le gambe pronte e allora via verso nuove fatiche e avventure e buona stagione a tutto il MASTER TEAM. “Visitate il nostro sito all’indirizzo www.mtbmasterteam.altervista.org . Siamo anche presenti su facebook alla pagina Master Team ASD e gruppo Master Team”. GRAZIELLA

San Mauro Via Trieste 20/22 Socio Coop conviene! Offerte speciali solo per i soci Prestito sociale: al servizio del tuo risparmio


sAN MAU RO SPORT & dintorni

37 Bambini-Nuove aperture

Associazione A.S.S.O.

A spasso per i sentieri, dal Piemonte alla Liguria L’Associazione Amici dei Sentieri di San Mauro ed Oltre si conferma un gruppo affiatato con i suoi 219 soci, capace di proporre attività di qualità in simbiosi col territorio, sia piacevoli gite che momenti di “cura” dei sentieri Il 12 febbraio scorso, la Sala Conferenze del municipio di San Mauro ha ospitato la serata dell’Associazione Amici dei Sentieri di San Mauro ed Oltre, dedicata all’Assemblea annuale. Tra gli impegni in pro-

da 10 riunioni per organizzare le 18 uscite lavorative dei Ranza Ronze (i volontari che si dedicano alla pulizia e manutenzione dei sentieri collinari) e le 9, tra camminate e gite escursionistiche, che hanno riscosso la parteci-

particolarmente fortunato dal punto di vista meteorologico, in quanto, fatta eccezione per una breve pioggerella mattutina nel corso dell’ultima camminata, tutte le altre sono state premiate sempre da bel tempo ed una buona

avendo avuto nel 2013 contributi esterni, grazie alle quote associative versate dai Soci ed alle modestissime sopravvenienze attive dalle gite in bus, si è chiusa in leggero attivo; questo fatto e le considerazioni pruden-

camminatori del CAI di Chivasso alla scoperta dei sentieri collinari di San Mauro, 23 febbraio

gramma c’erano le iscrizioni associative per l’anno 2014 (ora giunte a quota 182 soci), le iscrizioni alle prossime gite escursionistiche e, soprattutto, le relazioni organizzative ed il bilancio consuntivo sulle attività del 2013 e la presentazione del programma e bilancio preventivo per il 2014; dulcis in fundo erano previste le elezioni per la formazione del nuovo Consiglio Direttivo per il triennio 2014-2016; ma andiamo per ordine. La relazione sulle attività 2013 ha messo in evidenza l’intensità di impegni del Consiglio Direttivo, rappresentata

pazione di circa 550 presenze, tra soci (oltre l’80%) e non soci. Nell’album fotografico compaiono Settimo Vittone e la Via Francigena Canavesana sino al Lago Sirio, Pian Marino e l’entroterra di Finale Ligure, le sponde del Po tra Gassino e San Mauro, Oropa ed il Monte Cucco, Ceres e Santa Cristina, la collina tra San Mauro e Superga in due occasioni, le colline tra Gassino e Castiglione e, per finire, ancora le colline tra Gassino, Bardassano, Montaldo ed Andezeno. C’è da dire che il programma 2013 si è rivelato

partecipazione. Infine, per rispettare il detto “tutti i Salmi finiscono in Gloria”, un ottimo pranzo sociale ha radunato quasi la metà dei Soci attorno ai tavoli imbanditi nella Trattoria La Pirenta di Brozolo; in quella occasione, oltre a rievocare i bei sentieri percorsi e le belle camminate portate a buon fine, con il proposito di raccoglierle nel foto-libro A.S.S.O. 2012-2013 (il quinto della serie), si sono poste le premesse per il 2014. T o r n a n d o all’Assemblea, è da rimarcare il fatto che la gestione associativa, pur non

ziali per il bilancio preventivo del 2014 hanno determinato comunque la decisione di investire una somma discreta in attrezzature per la manutenzione, in miglioramenti della segnaletica dei sentieri e la decisione di destinare una cifra di 800 in liberalità a favore di tre iniziative di carattere socio-assistenziale. Il rinnovo del Consiglio Direttivo scaturito dalla votazione assembleare (47 soci presenti su 219 al 31/12/2013), non ha fatto che confermare in blocco tutti i nominativi dei componenti il Consiglio uscente, che pertanto sta

già lavorando per organizzare al meglio le iniziative del 2014. Con la Camminata della Merla del 9 febbraio scorso, in cui una cinquantina di Soci hanno calcato con i loro passi una parte della Via Francigena tra Chiaverano e Viverone, ai piedi della Serra d’Ivrea, è iniziato il nuovo consistente programma del 2014. Le prossime attività vedranno l’A.S.S.O. ed i suoi Soci e simpatizzanti all’opera ed in cammino sui sentieri collinari tra San Mauro e Superga e tra Gassino e Castiglione, in cammino alla scoperta/conoscenza di sentieri tra Andora e Cervo in Liguria, sui sentieri attorno al Lago di Garda ed in Val Lagarina, nella Valle dell’Orco e nel Parco del Gran Paradiso, in Val di Susa alla Certosa di Monte Benedetto, ancora in Liguria sui monti di Riva Trigoso ed infine nella faggeta dell’Adelasia. Si tratta di un programma accattivante per il quale, almeno per qualcuna delle più immediate iniziative, ci sono già persone in lista di attesa! Vuol dire che camminare, su sentieri ben tenuti, in luoghi gratificanti per gli occhi e per lo spirito, meglio ancora se in buona compagnia, rimane sempre una ottima pratica che fa bene alla salute, sotto tutti gli aspetti! Poi se qualcuno dei Soci si impegna anche per curare i sentieri locali, lo scopo dell’A.S.S.O. è raggiunto! BRUNO FATTORI

Ludoteca, baby parking, spazio gioco La Farfalla a Pois in Str. San Mauro La struttura de “La farfalla a pois” si sviluppa su 300 metri quadri interni complessivi, con una accurata suddivisione degli spazi studiati per i piccoli ospiti; ampio salone per area gioco, zona “nanna”, zona “pappa” e un bel giardino dove

sviluppare fantasia e creatività, interessi e potenzialità. Il baby parking può ospitare i bambini dai 13 mesi ai 6 anni e per aiutare le famiglie diamo la possibilità di ingressi ad ore e giornate part-time così le tariffe vengono

poter trascorrere piacevoli momenti all’aria aperta, arredi atossici e anallergici, impianto fotovoltaico, riscaldamento a pavimento, impianto di raccolta delle acque piovane per l’irrigazione del giardino. La Farfalla a Pois è aperta dal lunedì al venerdì dalle 08,30 alle 18,30, e a richiesta garantisce il servizio già dalle 07,30; inoltre il centro resterà chiuso solo nei giorni festivi. Durante le giornate, laboratori ed attività che spaziano dalle attività motorie a quelle artistiche, linguistiche, orientali e musicali, per consentire ai bambini di apprendere in modo naturale divertendosi. Oltre alle consuete discipline, viene dato ampio spazio alle attività ludico-creative che consentono ai bambini di

personalizzate in base alle effettive esigenze. La ludoteca può essere utilizzata dai genitori o dai nonni che vogliono trascorrere qualche ora fuori casa per giocare con i propri bimbi con ingresso senza limiti di tempo a 5,00 a bambino. La Farfalla a Pois il sabato e la domenica offre la possibilità di organizzare eventi e feste di compleanno in collaborazione con l’associazione “Semplicemente Tu” che si occupa dell’animazione. SPECIALE PASQUA: pacchetto personalizzato per i giorni 18, 22, 23, 24 aprile. SPECIALE LUGLIO E AGOSTO: centri estivi con orari personalizzati per ogni esigenza, attività settimanali come musica, teatro e molto altro.


sAN MAU RO SPORT & dintorni

38

Letteratura

Ciclismo

FINALMENTE DOMENICA “Anche oggi ce l’ho fatta e tra sette giorni sarà finalmente di nuovo domenica”

E il “coccodrillo” come fa? In attesa del nuovo libro di Nando Tonon

La mia domenica è iniziata all’alba e di solito non mi alzo così presto nemmeno per andare a lavorare, in casa regna ancora il silenzio della notte e cerco di non far rumore mentre mi muovo furtivo nella penombra con l’intento di prepararmi, mi dispiacerebbe svegliare chi ancora sta dormendo. Mi lavo e mi vesto con ciò che avevo preventivamente preparato la sera precedente; effettuo un ultimo controllo nella speranza di non dimenticare nulla, esco, carico l’auto e parto. Sulla città la luce del sole non ha ancora avuto la meglio sul buio della notte e sulle strade praticamente deserte non circola ancora quasi nessuno tranne, il solito furgone che consegna i giornali all’edicola all’angolo che ancora deve aprire, un incorreggibile nottambulo che osservo con un po’ di nostalgia mentre controvoglia cerca di tornare a casa, uno sfortunato costretto ad andare a

lavorare e noi. I ciclisti. Noi siamo inconfondibili e tra di noi ci si riconosce subito. Siamo quelli che di solito in macchina non siamo più di due, assonnati ma sorridenti. Quelli con la bici sul tettuccio. Quelli che smontano la ruota davanti e la mettono nel bagagliaio. Ci riconosciamo dal lunotto posteriore dal quale spuntano inconfondibili controluce le pieghe dei manubri dei nostri cavalli meccanici, le leve dei freni, il sellino o le sacche delle ruote. Impossibile non riconoscerci. Finalmente giungo a destinazione e dopo aver parcheggiato cammino a piedi per andare a ritirare il pacco gara visto che senza di quello non si va da nessuna parte. Mentre faccio lo slalom sui marciapiedi che si sono trasformati in officine, riconosco l’inconfondibile odore di olio canforato che si diffonde nell’aria fresca della mattina. Osservo tutto ciò che mi

circonda. C’è una ragazza che da una mano al suo “campione” per gli ultimi preparativi, c’è quello nudo che si sta vestendo, chi controlla la pressione delle ruote, chi lubrifica la catena e chi mangia qualcosa. Vedo i soliti compagni di squadra con i quali senza casco e divisa stentiamo a riconoscerci, il saluto è veloce e non mancano le solite due battute sullo stato di forma, tutto questo accade mentre i più agonisti sono pronti da tempo e pedalano su e giù per quello stradone con l’intento di scaldare i muscoli. Il clima è disteso, si ride, si scherza e trovo sempre il solito che mi chiede se farò il lungo o il medio, così i minuti prima dello start volano veloci e il rumore di centinaia di chip che suonano sui tappetini del cronometraggio è il segnale inequivocabile che di li a poco ci sarà da sudare. Ma sono qui per questo e la cosa non mi spaventa. Dopo i primi metri fatti a passo d’uomo con biciclette che si insinuano in pochi centimetri di asfalto la partenza è come sempre fulminea, di quelle che tagliano fiato e gambe. Il ritmo da tenere per restare con

quel gruppetto davanti a me è alto ma voglio stare lì e non perdo un centimetro dalla ruota che mi precede. La corsa cambia e il ritmo infernale di pochi minuti prima lascia il passo ad una cadenza di pedalata più bassa, il gruppo si allunga e dopo qualche minuto supero il tizio che poco prima tirava a tutta in pianura. Alla spicciolata vengo ripreso da qualche compagno di squadra che va più forte di me, un saluto, una battuta e si prosegue ognuno per la propria strada. In cima guardo verso il basso e rimango affascinato dal lungo serpentone di bici che lentamente si arrampica verso la fine della salita, nemmeno il tempo di godere di un scorcio di panorama ed inizia la tanto sospsirata discesa. Ora le gambe girano meglio, i polmoni lavorano a pieno regime e i battiti cardiaci scendo, la simbiosi è quasi perfetta. Siamo rimasti in una decina e visto che non servono più le attenzioni delle prime fasi di gara mi lascio sfilare, mi metto in coda al gruppo e comincio a rilassarmi. La fatica che prima mi offuscava la vista mi abbandona lasciandomi da solo con me stesso, tra una pedalata e l’altra è inevitabile che la mente ora sgombra comincia a riflettere. Posso pensare a tutto e a niente in quei momenti, non conta quale sia l’importanza o la priorità di quei pensieri perché tanto resteranno sempre e solo miei.

Solo dopo parecchi chilometri mi accorgo di essere stato in silenzio assoluto ed esco da questa sorta di trans, solo adesso mi rendo conto che quello accanto a me ha parlato a sufficienza per entrambi nell’ultima ora, pur non ricordando una parola di ciò che ha detto. Mancano solo poche decine di chilometri al traguardo, ormai sono quasi giunto al termine delle mie fatiche domenicali. Sono stanco e non ho voglia di tirare, un gruppo giunge dalle retrovie e approfittando della loro scia mi trovo a transitare sull’ultimo tappetino del cronometraggio posto sotto il gonfiabile del traguardo, senza quasi nemmeno accorgermene. Sono stanco, non sento più le gambe e le braccia . Il mio pensiero va a chi vorrebbe essere li e purtroppo non c’è più, a chi vorrebbe vivere un emozione del genere e purtroppo non potrà mai. Mi rendo conto di essere una persona fortunata e sono felice; non so che ora sia ma poco importa tanto tra poco sarò a casa a raccontare questa nuova avventura a chi fa il tifo per me. Molti si chiedono cosa ci spinga a compiere queste fatiche e la risposta non può essere che una: “pura e semplice passione”. Anche oggi ce l’ho fatta e tra sette giorni sarà finalmente di nuovo domenica.

ALESSANDRO SALVESTRONI

Com’è normale e giusto che sia, esiste una stagione per tutte le cose e questa mia, ormai da tempo e sempre con estrema vivacità, mi spinge in un desiderio, o meglio in un bisogno, di scrivere, di raccontare, di fare partecipi gli altri di storie vere e inventate, in grado di divertire e, magari, far pensare. Su tale fronte – che a confessartela tutta mi regala assai più soddisfazioni che non la politica – sono assai attivo. Fatta tale premessa – resa forse per scaricarmi la coscienza – posso fare un’anticipazione, in esclusiva per San Mauro Sport, del prossimo parto letterario che sarà in libreria in coincidenza con il prossimo Salone del Libro di Torino, a maggio. Dopo il precedente “Illusionismo teologico”, il saggio nato dalla lettura critica del testo di teologia “Illusione dell’ateismo” (Edizioni San Paolo, 2009), che questo giornale definì spiritosamente “il libro di Don Nicolino”, ecco il ritorno alla narrativa con una nuova antologia di racconti dall’inquietante titolo “Il coccodrillo”. Niente paura, però. Si tratta di 13 nuove piccole e grandi storie scritte con un occhio rivolto al passato, uno al presente e un terzo al futuro. Tre occhi? Beh, sì, se no come posso garantire il divertimento? Risultando questo ultimo lavoro essere il decimo della mia produ-

zione in circa 24 anni, lo considero un po’ come una sorta di nozze d’oro con la letteratura, la lieta festa di una famiglia numerosa. Volete qualche titolo dei tredici racconti compresi ne “Il coccodrillo”, giusto per cercare di stuzzicare l’appetito? Eccone quattro, sperando di farvi venire la voglia di leggerli quanto prima: “Allacciate le cinture!”, “Addio Marte...”, “L’onorevole Pochezio”, “Le «nazionali» puzzano”. Ma dei soggetti e delle trame non vi dico nulla, altrimenti svanisce la sorpresa. Mi sento solo di garantirvi che il divertimento è assicurato. Inoltre la spiritosa copertina e le brillanti illustrazioni interne sono il prodotto di due grandi nostri artisti sanmauresi, cui va la mia incondizionata gratitudine per aver nobilitato con la loro maestria i miei scritti: Stefano Greco e Massimo Picheca. Se ancora non li conosceste, affrettatevi a farlo, ne vale la pena. Allora mi raccomando: ricordatevi e se siete scordarelli prendete nota, segnatevelo sul calendario: “Il coccodrillo”, in libreria e nelle principali edicole di San Mauro. Appuntamento a maggio. E grazie a te, Fabrizio: auguri per questa attività che ti comporta tanti sacrifici e che porti avanti solo per passione e amore nei confronti della tua città, ma, soprattutto, per il tuo, il nostro, caro Franco. NANDO TONON

A San Mauro sono reperibili: scrivendo a assosanmauro@tiscali.it oppure presso la libreria Il Gatto che Pesca Via Martiri della Libertà 42


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Bicicletta

Bici pensaci tu Un’officina attenta alle bici di tutti, nel cuore di Vanchiglietta Alberto Monasterolo è uno di quei tanti cresciuti su una bici, e con la bici stessa è stato un atleta di alto livello. Ma questa è un’altra storia, in realtà Alberto usa la bici da sempre per muoversi, per comodità e per piacere. Dal 2010 ha scelto di

farne una professione, iniziando a lavorare in una grossa officina nel centro di Torino (di cui non diciamo il nome perché è di Alberto che stiamo parlando). Dopo questi tre anni da dipendente ha deciso di mettersi in proprio, lasciando il caos

del centro per andare a servire una zona troppo a lungo dimenticata; la sua officina si trova a Torino, in via Oropa 61 (quartiere Vanchiglietta). Non troverete bici coi freni a bacchetta degli anni ‘20, scatti fissi colorati, disordine e polvere: niente di

tutto ciò, ma un ambiente gradevole e professionale, molta competenza non senza cordialità e soprattutto prezzi competitivi. Insomma, un posto da consigliare.

Folgore

Imbattuta l’Under 16 con gli allenatori Gianni e Andrea

39


Sanmaurosport14 01