Page 1

S. Eustorgio

S. Lorenzo

S. Giorgio

S. Alessandro

S. Satiro

SANTI DELLA SETTIMANA Lunedì 21: S. Angelo Martedì 22: S. Caio Mercoledì 23: S. Giorgio Giovedì 24: S. Fedele

CAMMIN BREVE DELLA SETTIMANA

Venerdì 25: S. Marco Sabato 26: S. Marcellino

DOMENICA 20 Aprile 2014 Di Pasqua nella Risurrezione del Signore

Domenica 27: S. Zita

(letture 20.04.2014  :  At.  1,1-­‐8;  1Cor.  15,3-­‐10;  Gv.  20,11-­‐18 Inno alla Gioia Innumerevoli i testi poetici ispirati alla Pasqua. Si sono cimentati in tanti, dalle firme più famose fino alle paginette dei quaderni dei bambini delle elementari pieni di uova, pulcini e cuori disegnati. Risuonano accenti di gioia: quando la morte cede il passo, quando il pianto disperato si acquieta, quando il futuro non suscita terrori, le parole pasquali riempiono le pagine della vita. Pasqua restituisce l’imprescindibile legame che ci accomuna in una nuova fraternità donata da Cristo. Non solo puoi risorgere, ma ti puoi sentire come un sopravvissuto con gli altri, scampato ad un naufragio con tutti i compagni di viaggio. Questo fatto è generativo di una condizione di fiduciosa allegria. “Abbracciatevi, moltitudini; fratelli, sopra il cielo stellato deve abitare un padre

affettuoso”. Questo è Schiller, diventato poi sinfonia nella nona di Beethoven. E il salmo 30 dice: “Hai mutato il mio lamento in danza, mi hai rivestito di gioia”. C’è un estremo bisogno di poter condividere questa preghiera. Troppe persone, piccoli e grandi, restano in attesa di una Pasqua: troppi sono coloro cui è talora richiesta l’eroica impresa di sorridere al dolore, di avere pace vivendo terribili conflitti, di accettare di buon grado la marginalità sociale, di cantare (come un tempo gli ebrei) i propri canti in terra d’esilio. Non tutti riescono a superare il Venerdì Santo e ad aprire la soglia del Sepolcro. Bisogna assolutamente avere il coraggio di avvicinarsi al più acuto dolore dei fratelli lasciandoci guidare e sostenere dalle ultime parole udite al Golgota. [dac]

CALENDARIO Lunedì 21: Non di precetto, prolungare l’Alleluja pasquale.

ma si deve

Mercoledì 23: S. Giorgio, la Basilica celebra il patrono; prima S. Messa alle ore 8:00. Venerdì 25: S. Lorenzo, Basilica, Festa dell’evangelista Marco, alle ore 17:30 vespri e S. Messa con offerta del Vangelo. Domenica 27: La domenica in Albis è dedicata alla Festa della Divina Misericordia. A Roma in S. Pietro il Papa presiede la canonizzazione dei Beati Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. E’ Pasqua! Alleluja!!!

?

COSA DIREBBE  GESÙ...   a  tanti  che  perdono  il  coraggio  di  continuare  la  loro  vita  a  causa  della    crisi?  Con   profonda  comprensione,  ma  con  fermezza  e    serenità,  Gesù  ripeterebbe:  “Non  affannatevi  dicendo:  che  cosa   mangeremo?  Che  cosa  berremo?  Che  cosa  indosseremo?  Cercate  prima  il  regno  di  Dio  e  la  sua  giustizia,    e   tutte  queste  cose  vi  saranno  date  in  aggiunta!”  Mt  6:26  


SCELTO PER VOI • PMA (dopo la sentenza Consulta) La Corte Costituzionale con sentenza del 9 aprile ha dichiarato che viene abrogato il carattere di incostituzionalità della fecondazione assistita eterologa proibita dall’art 3§4 della legge 40/2004. Ciò non significa che ora sia lecito praticare tale fecondazione (quella mediante gameti provenienti dall’esterno rispetto alla coppia). Nei prossimi mesi occorrerà ritornare sul tema una volta acquisite le attese motivazioni della sentenza.

• Canonizzazione dei Papi In preparazione della meravigliosa giornata del 27 aprile, quando Papa Francesco canonizzerà i predecessori, Papa Roncalli e Papa Woytila, Msg. Delpini, Vicario Generale di Milano, terrà una relazione sulle due figure il prossimo mercoledì

Tenerezza Ho  sempre  creduto  che  svegliarsi  la  mattina  al  fianco   della   persona   che   si   ama   sia   la   cosa   più   bella   in   assoluto.   È   la   manifestazione   più   alta   di   tenerezza   in   una   coppia   e   credo   possa   essere   il   modo   per   riscoprire  il  proprio  partner  anche  a  distanza  di  anni.   E   a   proposito   di   tenerezza,   i   giorni   che   precedono   la   Pasqua  sono  talmente  densi  e  intensi  che  hanno  in  sé   anche  una  buona  dose  di  tenerezza:  pur  nel  dolore,  io   la   avverto   nella   preghiera   di   Gesù   nell’orto   degli   Ulivi;   così   come   la   vedo   nell’aiuto   del   Cireneo   durante   l’ascesa   al   Golgota   e   nelle   parole   del   ladrone   che   chiede   a   Gesù   di   portarlo   con   sé   in   Paradiso.   Oltre   alla   tenerezza,   mista   a   pianto   e   sofferenza,   di   Maria   che   rimane  ai  piedi  della  croce.     Tenerezza  insomma.  Quella  che  Dio  ci  riserva  sempre   e  comunque,  a  prescindere  dal  nostro  comportamento   e  dalla  nostra  altalenante  fedeltà.   La   tenerezza   è   quella   che   ti   strappa   amore   e   sorriso,   che   ti   scalda   il   cuore   e   ti   fa   dimenticare   la   rabbia   e   l’amarezza.     La  mia  tenerezza  è  quella  che  sento  quando  penso  che   Dio   mi   porta   in   braccio   quando   non   ce   la   faccio,   è   l’abbraccio   e   il   bacio   del   risveglio   di   mia   moglie   ogni   mattina   e   mio   figlio   che   mi   salta   addosso   appena   si   sveglia.  E  così  la  vita  è  un  po’  più  bella…     (luca  g.)  

23 alle ore 21:00 presso il cineteatro di via Osoppo 2 (Parrocchia S. Protaso).

• Veglia dei Lavoratori 2014 L’appuntamento di quest’anno si svolgerà in un luogo evocativo e simbolico come la Stazione Centrale, alle 20.45 di mercoledì 30 aprile. Con l’Arcivescovo si parlerà dei gesti di solidarietà in tempo di crisi. Icona biblica della veglia, la pesca miracolosa; Gesù invita a non rinunciare a esplorare nuove strade.

• EUROPA: FUTURO?

ANCORA

POSSIBILE

Appuntamento lunedì 5 maggio alle ore 18:00 in Curia Arcivescovile: Mons. Bressan presiede la tavola rotonda sul tema dell’Europa possibile in vista delle elezioni del 25/5.

LA FRASE DELLA SETTIMANA “La maggior  parte  delle  persone  cerca  qualcuno  con  cui  

andare a   letto   invece   che   cercare   qualcuno   con   cui   valga  la  pena  svegliarsi  la  mattina”   Antonia Gravina

CREDENZA DEI POVERI

Prossima distribuzione giovedì 24 aprile. Anonimi parrocchiani hanno voluto rifornire la credenza con meravigliose scorte di cibo. I nostri assistiti sono molto grati!

LAVORO

Non mancate di segnalare eventuali necessità di assistenza e lavoro anche per poche ore. La situazione per molte persone è davvero grave!

RACCOLTE

Attenzione: s’avvicina maggio e bisogna preparare gli indumenti smessi e in buono o ottimo stato per l’annuale raccolta Caritas: daremo noi i sacchetti.

NOTIZIARIO AREA PASTORALE TORINO-TICINESE – www.sanlorenzomaggiore.com – www.santeustorgio.it

Cammin Breve della Settimana - 20 aprile 2014  
Cammin Breve della Settimana - 20 aprile 2014  

NOTIZIARIO AREA PASTORALE TORINO-TICINESE – www.sanlorenzomaggiore.com – www.santeustorgio.it

Advertisement