Issuu on Google+

S. Eustorgio

S. Lorenzo

S. Giorgio

S. Alessandro

S. Satiro

SANTI DELLA SETTIMANA Lunedì 10: S. Scolastica Martedì 11: B. V. di Lourdes Mercoledì 12: S. Eulalia Giovedì 13: S. Maura

CAMMIN BREVE DELLA SETTIMANA

Venerdì 14: S. Valentino Sabato 15: S. Giorgia

DOMENICA 9 Febbraio 2014

Domenica 16: S. Giuliana

V dopo l’Epifania

(letture  09.02.2014:  Is.  66,18-­‐22;  Rm.  4,13-­‐17;      Gv.  4,46-­‐54) PORTAVANO I MALATI NELLE PIAZZE Come cristalli più o meno fragili e delicati. Siamo così, esposti a possibili danni che chiamiamo “malanni” (sinonimo di cattivo periodo, brutta persona e malattia). Da sempre gli uomini fanno esperienza di malattia: tutta la storia racconta di epidemie e di tentati rimedi, di patologie e di medici. Appena qualcuno si mostra in grado di risolvere il problema salute, ecco che le folle accorrono; così accadde a Gesù, spintonato e strattonato, assillato e supplicato da crescenti questuanti di benessere. Così si ripete presso gli innumerevoli santuari sparsi un po’ dovunque e soprattutto quelli che ricordano particolari grazie di intercessione da parte di Maria, la madre del Signore. Per questo la Giornata Mondiale del malato si celebra l’11 febbraio festa della Madonna di Lourdes. I malati chiedono guarigione

e quando la loro condizione non trova speranze nella medicina, vivono fra attese miracolistiche e disperazione, fra rassegnazione e rabbia, fra dolore e contemplazione della croce. Domande gravi invadono il cuore: perché così? Siamo fatti male? Il Creatore si è sbagliato? Oppure non è buono? La dottrina del peccato originale si è affrettata a fornire una spiegazione. Adamo ed Eva: dal loro male vengono tutti i mali! È una di quelle spiegazioni inadeguate che fecero anche inquietare Giobbe nei confronti dei consulenti sapientoni. Gesù guarisce tanti e muore della nostra croce. Maria lo prende in braccio morto e ci dice: “Guarda e pregaci su”! Un’informazione in tema di santuari: la commissione teologica incaricata di studiare Medjugorje, ha da poco finito il lavoro: molta attesa sugli esiti. [dac]

CALENDARIO Martedì 11: Madonna di Lourdes, S. Lorenzo, Basilica, ore 17:30, S. Rosario e S. Messa per i malati. Mercoledì 12: S. Calimero, Basilica, ore 20:45, quarta Lectio Divina per gli adulti organizzata dall’A. C. Ambrosiana; conduce il Vicario della città Msg. Faccendini. Mercoledì 12: S. Giorgio, c/o Comunità S. Natale, ore 22:00, Pane Parola Poveri, notte di solidarietà dei giovani di A.C. Sabato 15: S. Eustorgio, Basilica, ore 22:00, Una luce nella notte, invito alla preghiera per i giovani.

Lourdes

?

Domenica 16: S. Lorenzo, Basilica e Oratorio, dalle ore 10:30, giornata dedicata ai ragazzi. S. Messa dedicata al I° anno di catechismo.

COSA  DIREBBE  GESÙ... a chi si sente sopraffatto dal proprio destino e dalla pesante quotidianità, senza vedere vie di uscita? Lo chiamerebbe a sé con amore e direbbe: “Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. (Mt  10,29-­‐31)  

   


SCELTO PER VOI • Giornata della Solidarietà Come ricordato la scorsa settimana, domenica 9 febbraio la chiesa ambrosiana è invitata a riflettere ed impegnarsi per riconoscere e sovvenire ai bisogni delle persone in difficoltà. La raccolta domenicale in denaro è da destinare al “Fondo di solidarietà dell’Arcidiocesi di Milano”.

• Giornata del malato In occasione della XXII Giornata Mondiale del Malato, il Card. Angelo Scola celebrerà la S. Messa alle ore 15:30 di martedì 11 febbraio alla chiesa di S. Maria di Lourdes. Per unirsi alla preghiera in ogni parrocchia sono distribuite le immaginette recanti l’orazione da recitarsi.

Santuari, eremi, pellegrinaggi Non ci sono dubbi. Negli eremi, nei santuari, nei luoghi simbolo della religiosità il respiro di Dio si sente più forte e vero. Magari non sempre e non in assoluto, ma onestamente nei luoghi cosiddetti forti ti senti più vicino a Dio. È bello, è importante ed è bene visitarli per ricaricare la nostra batteria spirituale. Direi almeno una volta all’anno. Sono stato per tanti anni ad Assisi, poi da qualche anno vado a La Verna. Sempre sulle tracce di San Francesco. Che sia lui o la Madonna o qualche altro santo poco importa, ognuno deve seguire il proprio cuore. A patto però che il santo che onoriamo o a cui ci affidiamo non sostituisca Dio. La venerazione dei santi deve essere un mezzo per arrivare a Dio, sentire Dio, raccogliere i suoi doni e la sua parola. Troppe volte questa venerazione sfocia in fanatismo ed esagerazione. E non è un bene per la Chiesa e la sua immagine. Il culto dei santi o la passione per i pellegrinaggi devono cercare sempre di essere vissuti con moderazione e senso vero di spiritualità e profondità. Quando prevale l’aspetto mangereccio e vacanziero rischia di trasformarsi solo in un mero turismo religioso della peggior natura.

• L’ecumenismo Concilio

a

50

anni

dal

Il SAE, Segretariato per le attività ecumeniche, organizza presso la libreria La Claudiana in via Francesco Sforza 12° una serie di incontri per riflettere insieme sullo stato dell’impegno per la comunione delle chiese cristiane a partire dal documento conciliare “Unitatis Redintegratio” (il 17 febbraio alle ore 17:45/19:30).

• Mostra sull’Eucaristia Al Monastero delle Benedettine di via Bellotti 10, dal 18 al 25 febbraio, una serie di giornate dedicate alla meditazione sull’Eucarestia in concomitanza con l’esposizione della mostra “Oggi devo fermarmi a casa tua”, preparata nel 2013 per il Congresso eucaristico nazionale.

LA FRASE DELLA SETTIMANA ”Chi  confessa  il  proprio  errore  è  sulla  via  della   verità” Aforisma

CREDENZA DEI POVERI

Con la giornata della Solidarietà auguriamo sia possibile fare una raccolta straordinaria di alimenti da distribuire ai poveri.

LAVORO Dovete sgombrare cantine, sbarazzarvi di cose vecchie? Avete bisogno un autista (analcolico!) per essere accompagnati da qualche parte? Avete bisogno di cuoco a domicilio per cene e pranzi? Abbiamo validi indirizzi allo 0289404129

RACCOLTE Prosegue la raccolta dei telefonini usati o rotti; anche i tappi di plastica sono ben accetti e meglio ancora quelli di sughero.

(luca g.)

NOTIZIARIO AREA PASTORALE TORINO-TICINESE – www.sanlorenzomaggiore.com – www.santeustorgio.it


Cammin Breve della settimana - 4 febbraio 2014