Page 24

OBIETTIVI E PRIORITÀ

SCELTE E METODO Il nostro obiettivo, non è solo programmare un insieme di “cose da progettare, realizzare e consegnare alla popolazione per il settore cultura” ma, soprattutto, avviare un approccio completamente diverso agli aspetti della cultura e alla sua capacità di coinvolgere il cittadino, accrescendo la sua consapevolezza di essere parte integrante di una comunità attiva che sa (e che vuole) arricchirsi, grazie alla possibilità di accedere a saperi finalmente condivisi e disponibili. Riteniamo che sviluppare nei cittadini una mentalità partecipativa, in cui tutti possono trarre beneficio dalle idee, dai progetti e dalle opere/realizzazioni, sia il primo passo per ricreare un senso di comunità e di identità. La salvaguardia e la fruizione del ricco patrimonio di “culture” e, in generale, di esperienze, sono elementi prioritari per il benessere e la rinascita civile e democratica della nostra comunità.

LA CULTURA DELL’AMMINISTRAZIONE Una comunità deve essere la culla in cui allevare, crescere e formare le persone che la amministrano, perché solo in questo modo gli amministratori saranno effettivamente rappresentativi della cittadinanza. Gli amministratori, dal canto loro, devono occuparsi di formare e far crescere coloro che dovranno prendere necessariamente il loro posto, garantendo un ricambio generazionale continuo e virtuoso. Ed ecco uno dei principali obiettivi della nostra proposta: creare le condizioni che permettano a San Gavino di aprire tutte le possibilità affinché la società civile possa esprimere liberamente il proprio pensiero, includendo le sue migliori competenze e capacità. Questo va fatto superando definitivamente le rugginose e decadenti logiche della vecchia politica, basate su decisioni prese dall’alto e riversate “a pioggia” sulla testa dei cittadini e dei “portatori” di cultura. Il nostro intento è appunto quello di alimentare le proposte partecipative affinché i cittadini siano i veri protagonisti dei percorsi culturali e l’Amministrazione sia solo lo strumento per conseguire l’obiettivo. 24

• Creazione della Commissione Cultura, in cui i rappresentanti delle attività e delle associazioni culturali possano finalmente dialogare con l’Amministrazione, avanzare proposte e progetti, programmare razionalmente un calendario di interventi e attività; • azioni di impulso, anche con la promozione di iniziative ed eventi organizzati dalle associazioni culturali del paese, finalizzate a: • conoscenza e valorizzazione delle idee e delle opere degli artisti e degli intellettuali sangavinesi in attività (studiosi, insegnanti, musicisti, pittori, illustratori, scrittori, artisti dello spettacolo, scultori, incisori, fotografi, maestri della cartapesta e creativi in varie discipline); • sviluppo della consapevolezza delle nostre ricchezze storiche, artistiche e architettoniche, • recupero della memoria e del valore culturale del nostro paese, attraverso la promozione di attività ed eventi dedicati a quei sangavinesi che, nel passato, hanno dato lustro a San Gavino, negli studi e nelle arti; • utilizzo attivo e partecipato delle strutture e degli spazi comunali per lo svolgimento di attività culturali: piazze, strade, scuole, biblioteca comunale, sale di proprietà del comune, ecc. In particolare, il Teatro e il Civis non devono ospitare solo i “grandi eventi” o le manifestazioni “di ampio richiamo” (come ad esempio il Circuito Teatrale Regionale o la Sagra dello Zafferano), ma devono essere valorizzate e sfruttate in modo continuativo, facendo anche rivivere quelle attività artigianali che un tempo animavano la vita cittadina. Questi contesti devono favorire la libera espressione artistica, culturale e creativa della comunità in cui sono sorti; • reintroduzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze (CCRR), che coinvolga le scuole nelle attività di programmazione affiancando l’Amministrazione Comunale; • interventi di sostegno della Consulta Giovanile, per migliorare il suo ruolo di raccordo tra le esigenze dei ragazzi e il loro bisogno di trovare un ruolo nella comunità sangavinese, coinvolgendo le nuove generazioni in attività adatte a sviluppare idee e capacità; • azioni di stimolo per la rinascita del Gruppo Folk, in un’ottica di promozione dello studio, della preservazione e della diffusione della musica, del canto e del ballo popolari/tradizionali, fondamentali elementi della nostra identità;

CARLO TOMASI SINDACO | IL CORAGGIO DI CAMBIARE

Obiettivo San Gavino  

Programma politico amministrativo 2014-2019

Obiettivo San Gavino  

Programma politico amministrativo 2014-2019

Advertisement