Issuu on Google+

Un occhio su Giampilieri

Avanzamento dei lavori

2

Dopo aver interrotto, per circa un mese, la rubrica degli avanzamenti dei lavori, oggi mi ritrovo di nuovo qui a fare il punto della situazione e a portarvi a conoscenza dei lavori fin qui eseguiti. Durante le festività le ditte non hanno interrotto il loro lavoro procedendo a pieno ritmo nelle zone Palombara alta e zona Luogo Grande alta (via Calvario). In altre zone, invece, i lavori sembrano fermi o addirittura mai iniziati. Piazza Pozzo è un cantiere aperto: i lavori sono stati appena iniziati e poi sospesi. Anche in Via Lena (zona scuole) i lavori sono fermi. Nella scalinata delle Grazie i lavori avevano preso avvio, ma non si sa per quale motivo siano stati interrotti. Nei precedenti articoli mi ero già interessato di questa zona, portandovi a conoscenza del lavoro di abbellimento della scalinata. Ebbene il lavoro risulta completo fino a dove si ergono le prime abitazioni, più su sono state create nuove mura di protezione, ma i lavori di illuminazione fino al santuario risultano ancora incompleti. Mentre in Via Vallone e in Via Puntale pare che a giorni inizieranno ad abbattere le case che ricadono nel luogo interessato alla costruzione del canale che porterà da via Puntale al torrente. A mio parere i lavori procedono a rilento causando delle pesanti ripercussioni sulle attività commerciali presenti in paese. Spero che le autorità competenti possano accelerare i tempi per far ritornare al suo splendore un paese martoriato. Salvo Restuccia

Il disagio della mensa scolastica

A scuola, prima delle feste natalizie, noi mamme siamo tutte in subbuglio, allarmate dalla notizia che a gennaio, tornando dalle vacanze, il Comune non potrà più garantire la mensa scolastica ai nostri figli. Allora chiediamo un colloquio con il responsabile della “Cascina”, la ditta che fornisce la mensa scolastica, il quale anche lui preoccupato dal diniego del Comune di contribuire in parte a sostenere le spese necessarie per garantire una buona mensa scolastica, ci prospetta due alternative da prendere in considerazione per assicurare ancora un pasto caldo ai nostri figli. ”Purtroppo non avendo più il sostegno del Comune”,dice il presidente della “Cascina”,” le nostre spese , tenendo invariati i prezzi che c’ erano prima, diventano insostenibili, non possiamo permettercelo purtroppo”. Vedendo i volti perplessi di noi mamme, continua “cercherò di venirvi incontro il più possibile, ho due opzioni da proporvi, un pasto completo a € 3,00, oppure solo un primo con la frutta e un panino a € 2,50; ovviamente vale per tutti lo stesso prezzo senza distinzione di scaglioni di reddito”. “Ma vedrete” esclama il presidente “che torneremo dalle vacanze e sarà tutto come lo è stato fino ad oggi, io sono molto fiducioso, perché so che i soldi al Comune sono arrivati”. Ebbene si, al rientro dalle vacanze la notizia che la mensa continuerà ad esserci ,che i soldi al Comune sono arrivati,doveva rallegrarci, e invece purtroppo non è stato così. Leggendo la nuova circolare apprendiamo i nuovi scaglioni e i relativi prezzi , ahimè troppo esosi (tutti raddoppiati) per poter essere sostenuti da molti. Infatti già da due settimane( dalle 12,30 alle 13,30) la scuola è un via vai di mamme che si trovano costrette a prendere i propri figlioli, portarli a casa, farli pranzare e riaccompagnarli a scuola; il tutto rincorrendo il tempo, sfidando il freddo, il vento e la pioggia!

Esmeralda Currò

Lo sapevate che...

Giampilieri conquista il Polo Sud

Anche un nostro compaesano ha partecipato alle spedizioni scientifiche in Antartide. Ebbene sì un giampuluroto è arrivato nella parte più a sud del nostro pianeta,si tratta del Dott. Giacomo Zagami del dipartimento biologia animale ed ecologia marina dell' Università di Messina, che nel 1989-1990 ha partecipato alla V spedizione ItaliAntartide per studiare la composizione del sistema biologico ed ecologico delle profondità del mare di Ross in Antartide. A bordo della nave oceanografica Cariboo per vari mesi ha studiato le varie forme viventi nelle profondità del mare.

7 Partiti da Genova,dopo una lunga traversata sono arrivati in Nuova Zelanda e da qui in Antartide Assieme ad altri colleghi provenienti da altre Università prestigiose, dal novembre '89 al febbraio'90,ha svolto particolari esami sul plancton. Questo non fa altro che ribadire che in qualsiasi parte del globo vai c'è sempre un nostro compaesano. Matteo Cucinotta

Giampilieri a tavola...a cura di Esmeralda Currò

Un secondo piatto dal gusto…..unico! Croccante, Gorgonzola e Cioccolato.

Ingredienti. 30 gr. di gorgonzola piccante 20 gr. di cioccolato bianco 12 tegole all’arancia 16(armelline) mandorle amare 12 mandorle Per le tegole: 25 gr. di zucchero 8 gr. di succo d’arancia 7 gr. di farina “oo” 5 gr. di burro 16 gr. di cacao in granella

Impastate le tegole miscelando zucchero, farina, succo d’arancia e burro fuso. Fate riposare un’ora in frigorifero. Frullate le armelline con poca acqua e filtrate il composto ottenuto. Tostate le mandorle in padella, poi caramellate con poco zucchero. Formate le tegole cospargendole con la granella di cacao e cuocete in forno a 180° per 5/6 minuti. Durante la cottura tagliate il gorgonzola in piccoli cubi e sciogliete il cioccolato bianco. Sfornate le tegole , posizionate il gorgonzola vicino al bordo e chiudetele a raviolo. Infine, guarnite il piatto con i croccanti al gorgonzola , la salsa di armelline, il cioccolato bianco e le mandorle caramellate.


giampilieri