Issuu on Google+

anno

88 - n .07 -

mercoledi

19

febbraio

COPI OMA A GGI

2014

Andrea Papi Bigiotteria

O

www.newfotoshow.it

Specialisti in:

• Matrimoni • Comunioni • Cresime • Battesimi • Ritratto

Passione, esperienza, gusto, abilità e originalità sono i nostri punti di forza.

• Eventi e Scuole • Manifestazioni • Moda • Still-life • Commerciale

Sala posa professionale....

Via Guido Rossa, 18 Cascine del Riccio Impruneta - Firenze tel: 055-209133

Invia le tue foto su www. newfotoshow.it email studiofotografico@newfotoshow.it

www.andreapapibigiotteria.it

Settimanale di critica e attualità sportiva

Newfotoshow srl, Via dei confini, 41 Campi Bisenzio Capalle Fi Tel. Fax 055 9334807 - Cell. 3396833467

Fondato nel 1927

L'Esclusiva

Verso Roma

Fiorentina amore mio

Semioli: “Viola batti la sfortuna e vola in Europa”

Viaggio nella storia delle 21 finali della storia viola, aspettando la 22ma

stefano Carobbi: “E ora Gomez faccia la differenza”

da pagina 4

a pagina 6

a pagina 7

L’editoriale

NIENTE ALIBI MA TOGLIAMO I BIG ALLE GRANDI. POI FACCIAMO I CONTI di mario tenerani

N

on pensiamoci più. Che brutta notte quella con l’Inter, troppo per essere vera. Nerazzurri bravi e fortunati, nel senso che l’arbitro ha sbagliato a favore loro, ma la Fiorentina, quella vera s’intende, non c’era. Per evidenti motivi: stanchezza fisica - non è facile correre su tre piste -, mentale e soprattutto minata ancora da assenze pesanti. Facciamo finta di non ricordarcelo, ma Rossi e Gomez sempre fuori - almeno il tedesco è ricomparso in campo -, Borja Valero squalificato - cioè la testa pensante della Fiorentina -, Savic in infermeria, Tomovic rientrante dopo un lungo periodo. Provate a togliere simili protagonisti a Juve, Roma e Napoli, ma per tanto tempo, e poi facciamo due conti.  Non sono alibi, ma certezze. Certo, il calcio è fatto anche di questo - soprattutto di questo -, e alla lunga vince o comunque arriva più lontano, chi gestisce meglio le mancanze o chi, beato lui, ne ha meno degli altri. Amen. L’Inter è distante ancora 5 punti

Segue in ultima

lartfer

PRONTOELETTRO

via Livorno 8/12 Firenze tel. 055 7321874 fax 055 7328614

scaffalature armadi metallici coprilavatrici copricaldaie armadi spogliatoi sportelli e cassette gas

di Manetti Marco

FIRENZE - Via Giampaolo Orsini, 6/a/r

RIPARAZIONE ELETTRODOMESTICI Studio dentistico Dr. Giampaolo CheriCi

InterventI a domicilio

Multimarche Anche da incasso

Amore per il vostro sorriso e per la Fiorentina Piazza Francia 4 Firenze Tel. 055-6531632 - giampaolo.cherici@tin.it www.studiodentisticocherici.it

Diritto fisso di chiamata € 20,00 per Firenze e limitrofi ci trovi anche su

www.prontoelettro.it prontoelettro@libero.it

055.689448 360.229980


2

essegi

Via della Bifonica, 24 - Impruneta (FI) tel. 055 2373263 - cell 338 934240

La finale di Coppa Italia promette tanto, ma guai non provarci in terra danese

LENTE D'INGRANDIMENTO

L’EUROPA è UN’OCCASIONE DA NON PERDERE PER CHI E’ AMBIZIOSO

di ALESSANDRO RIALTI

A

bbiamo appena messo alle spalle la delusione che ci ha riservato l’Inter e la direzione di gara che fa il paio con quella ancor più amara della partita di andata con il Napoli che di colpo ci troviamo davanti l’Europa League. E’ vero che con la semifinale di Coppa Italia vinta contro l’Udinese la Fiorentina ha messo in cassaforte la sua prima finale dell’era Della Valle. E’ vero che grazie a questa finale comunque i viola avranno l’accesso garantito all’Europa League e senza aver bisogno di dover vincere il preliminare. E’ vero che l’appuntamento di maggio a Roma promette tanto, talmente tanto da riempire quasi per intero la casella degli obiettivi di una stagione, ma sarebbe senza senso non provare a esplorare fino in fondo le potenzialità di quel che resta ancora da giocare. Certo, la sconfitta con l’Inter rischia di complicare la strada del campionato rivitalizzando proprio i neroazzurri ma allo stesso tempo ci resta ancora la consapevolezza che niente sia definitivamente perduto anche nella corsa sul Napoli e il terzo posto. Prima di tutto perché infortuni, assenze, errori arbitrali e... errori del bravissimo Montella hanno di fatto agevolato il

impianti civili - industriali elettrici condizionamento

Juan Cuadrado festeggia il gol del momentaneo pareggio. Poi si è infortunato.

successo degli uomini di Mazzarri e senza la concomitanza di tutti questi eventi probabilmente i viola questo match non l’avrebbero perso. Non solo: con il rientro festeggiatissimo di Mario Gomez la Fiorentina si riappropria di un giocatore che potrebbe diventare decisivo in tutte le battaglie che ancora rimangono da sostenere.  E per noi la battaglia in Danimarca resta uno di quegli appuntamenti che una squadra di calcio ambiziosa come quella viola mai dovrebbe perdersi.

Poco comprensibili le scelte di formazione di Vincenzo Montella con l’Inter: in Europa deve fare a meno di Anderson non inserito in lista Uefa

E’ con questo spirito che Montella e la sua Fiorentina devono avvicinarsi alla partenza per il freddo danese. Vincere o comunque mettere le basi per il passaggio di turno per mettere nel mirino anche la Coppa internazionale. Superare il tur-

no con la formidabile voglia di ritrovarsi davanti niente meno che la Juve (comunque sarebbe graditissimo anche un viaggetto in...Turchia) per misurarsi ancora in una competizione e in trofeo che piacerebbero quanto e più della Coppa Italia. 

Ps. Ci siamo allargati in un bel sorriso nel leggere le dichiarazioni di Diego Della Valle in risposta a quelle di John Elkann in merito ai giovani italiani ‘fannulloni’. E’ proprio vero, certe battaglie non finiscono mai.  

SALA SLOT

SCOMMESSE SPORTIVE SU TUTTI GLI SPORT . .un pò novità

. .un pò eccesso

Abbigliamento

. .un pò vintage uomo/donna/bam

bino

VIA PIAN DI GRASSINA 1/3 - 50012 Firenze - 055 644199

LOCALE CLIMATIZZATO CON ZONA FUMATORI

SALA RELAX - SALA TV SKY VIA ALFIERI, 26/28 EMPOLI (FI) tel. 0571/76989


3

GHERI COSTRUZIONI tel 055 820319 www.ghericostruzioni.com - Via Lucciano, 1 - San Casciano

A SAn MiniAto vendiAMo 3/4 vani e terratetti ristrutturati con agevolazioni fiscali fino a € 96.000 Località Canneto Complesso La Baccanella

dA € 200.000 STAGIONE VIOLA

I viola hanno perso finora con Roma, Napoli e due volte con l’Inter di MICHELA LANZA

L

a Fiorentina e la corsa al terzo posto, sempre più difficile. I viola, indipendentemente dai risultati degli avversari che, talvolta, hanno dato loro una mano a rimanere attaccati al treno nonostante le occasioni perse, non riescono ad avere una certa continuità di rendimento. E tutte le volte che intravedono la possibilità di agganciarlo, quel terzo posto, riescono a non farlo.  MALE NEGLI SCONTRI DIRETTI. La cosa maggiormente ‘sconcertante’ è che la Fiorentina non riesce a fare punti con le big. O meglio, non riesce a mettersi in una posizione di vantaggio con le dirette concorrenti da far rivalere nel caso in cui, alla fine della stagione, arrivasse a pari punti in classifica con una o un’altra squadra. Ad oggi, infatti, la Fiorentina di Montella è riuscita a

CORSA AL 3° POSTO? BISOGNA MIGLIORARE CON LE DIRETTE RIVALI battere ‘solamente’ la Juventus al Franchi e il Milan a San Siro. Certo, non è poco, ma quello con i bianconeri non è un vero e proprio scontro diretto, se si considerano gli obiettivi delle due compagini: quello della squadra di Conte è lo scudetto, quello degli uomini di Montella il terzo posto; e, per adesso, neanche quello con il Milan se si considerano i tanti punti di vantaggio dei viola sui rossoneri e ancor di più quelli che lo dividono

dal terzo posto. Poi… solo sconfitte. In casa e fuori. Con Roma (seconda forza del campionato), Napoli (terza forza) e Inter, attuale quinta forza del campionato che, battendo i viola anche al Franchi, hanno riacceso le loro speranze europee. Infine, curiosità, sono state tutte sconfitte per 2-1.  IL FATTORE ‘A’ (ARBITRAGGI). Poi c’è da considerare il fattore ‘A’: leggere alla voce ‘arbitraggi’. Sono coloro che hanno

Juan Vargas all’Olimpico: suo il gol del pareggio prima del definitivo 2-1 giallorosso. Contro le big la Fiorentina ancora fatica. Uniche due squadre sconfitte Juventus e Milan.

letteralmente ‘favorito’ le due sconfitte interne del campionato della Fiorentina fino qui giocato. Perché nessuno ha dimenticato il rigore non concesso per fallo (clamoroso) di Inler su Cuadrado contro il Napoli (con conseguente espulsione-beffa del colombiano per doppia ammonizione per simulazione) e ancor meno il fuorigioco netto di Icardi sul gol-vittoria dei nerazzurri a Firenze. Però, indipendentemente dagli arbitraggi, qualcosa non va. Qualcosa c’è, se i viola non riescono ad imporsi sulle dirette concorrenti per l’Europa. Qualcosa non va se il Napoli fa due affondi al Franchi e segna due gol. Qualcosa non va se l’Inter viene a Firenze e crea occasioni da gol a grappoli, graziando la Fiorentina in più occasioni con facili contropiedi malamente conclusi. Qualcosa non va se – ecco un altro punto cruciale – ti ritrovi a dover fare i conti, ogni domenica, con infortuni ai tuoi uomini migliori. Tutto sta nel capire cosa non va. La speranza è che da qui in poi si possa invertire il trend e che la Fiorentina possa ribaltare la situazione-scontri diretti con Napoli e Roma. Cercando di essere più forte dell’avversario, ma anche delle giacchette nere. Anzi no… gialle, come i cartellini che estraggono dal taschino a seconda della loro discrezionalità. Ma in fin

dei conti, la corsa al terzo posto non è finita. C’è solo da rimboccarsi le maniche, prendere fiato, digerire il boccone amaro e ripartire.

L’esultanza di Giuseppe Rossi dopo il pareggio riacciuffato nella gara casalinga col Napoli. L’espulsione di Cuadrado e il mancato rigore a favore dei viola condizionarono la sconfitta finale.

GLI SCONTRI DIRETTI PER IL TERZO POSTO 26 settembre 2013: 30 ottobre 2013: 8 dicembre 2013: 15 febbraio 2014: 23 marzo 2014: 19 aprile 2014:  

Inter-Fiorentina 2-1 Fiorentina-Napoli 1-2 Roma-Fiorentina 2-1 Fiorentina-Inter 1-2 Napoli-Fiorentina ? Fiorentina-Roma ?


4

Fattorie

il Gardingo Viale dei Cadorna, 5/cr - Firenze - cell. 388 44 549 77

Prodotti Toscani e Italiani

Dal Produttore al consumatore

Vini e spumanti Olio extravergine di oliva Marmellate - miele

Cereali Salse Formaggi e tartufi

Contro i Rangers, fu il destino a giocare un ruolo decisivo:

l'esclusiva

SEMIOLI: «VIOLA, IN EUROPA GIO

di alessandro latini

P

er qualche ora il campionato passerà in secondo piano. La Fiorentina si ributta a capofitto nell’avventura europea e vola in Danimarca per giocare contro l’Esbjerg. In palio un ottavo di finale che potrebbe diventare prestigiosissimo con l’ormai famoso incrocio con la Juventus di Antonio Conte. Il Brivido Sportivo ha intervistato in esclusiva Franco Semioli, protagonista dell’ultima cavalcata in Coppa Uefa con la Fiorentina di Cesare Prandelli, nella stagione 2007/2008. Il ricordo è ancora vivo nella mente dei tifosi viola, così come il rammarico di aver visto infrangere il sogno sul muro eretto dai Rangers Glasgow. Semioli, partiamo da quella cavalcata. Ricordi? «Eravamo una grande squadra, piena di giocatori di talento. Ho un ricordo positivo di quella competizione, lunga e faticosa. Giocare l’Europa League non è facile, mentalmente e fisicamente porta via tante energie il giovedì, che sono difficili da recuperare per la domenica. Nonostante che la semifinale sia andata male è rimasta comunque un’esperienza molto positiva». Vi siete spiegati il motivo per il quale non riusciste a fare gol ai Rangers Glasgow in centottanta minuti? «Ricordo che abbiamo

Semioli dopo un gol festeggiato da Krøldrup e Pazienza: in viola ha totalizzato 55 gare e segnato 4 reti

avuto occasioni incredibili, la palla non ne voleva sapere di entrare. Il destino ci voleva fuori, a questo punto ne sono sicuro. Poi, magari, se fossimo passati avremmo perso la finale contro lo Zenit e sarebbe stato pure peggio. Uscimmo a testa alta. Il rammarico c’è anco-

ra, perché non capita tutti i giorni di disputare una semifinale di una competizione europea». Tutto cominciò, tra l’altro, con un suo gol a Groningen… «Si, lo ricordo bene. L’avventura partì un po’ in salita e poi piano piano ci siamo calati mentalmente

nella competizione. Anche se sono sfide con andata e ritorno non è semplice affrontare squadre di altri paesi, magari anche meno blasonate. In Europa bisogna sapersi adeguare anche all’avversario». La Fiorentina giovedì giocherà contro l’Esbjerg.

Voi giocaste a Trondheim, proprio a febbraio, in casa del Rosenborg… «Ricordo bene quella partita. Vincemmo 1-0 e ci fu una contrapposizione incredibile tra il clima ed il tifo. Faceva un freddo allucinante, ma sugli spalti c’era un tifo caldissimo. In queste parti-

te la tecnica serve, ma più che altro ci vuole cattiveria e voglia di arrivare per primi sul pallone». Secondo lei c’è qualche analogia tra la Fiorentina di Prandelli e quella di Montella? «Bisognerebbe farla a Pasqual questa domanda, lui ne ha viste dav-


5

Lavaggio

Accessori

Auto

Auto

i rigori si trasformarono in un incredibile autogol

CATI LE TUE CARTE» vero di tutti i colori a Firenze. Io dico che questa Fiorentina è una bella squadra, se la può giocare con la ‘mia’. Gioca un bel calcio, Montella ci ha messo lo zampino e si vede. Giocatori forti ce ne sono, io vado matto per Cuadrado, che è uno che mi fa veramente divertire. Credo che possa dire la sua in questo finale di stagione». Il ritorno di Gomez può

Vendita ti cArburAn

essere decisivo per salire un ulteriore gradino? «E’ normale che Gomez faccia la differenza quando è in campo, l’ha sempre fatta nel corso della sua carriera. Ci vorrà tempo, ma ha ancora a disposizione diversi mesi per far vedere il suo valore e per aiutare la Fiorentina». Lotta al terzo posto e finale di Coppa Italia. La sfida con il Napoli a questo pun-

to sembra totale… «Sono due squadre che stanno giocando un gran calcio. Il Napoli ha un attacco formidabile, la Fiorentina è più completa e corale. Sarà una bella lotta, soprattutto la finale di Coppa Italia sarà bellissima perché giocheranno entrambe a viso aperto. In campionato saranno tre mesi fondamentali, avrà la meglio chi sbaglierà meno».

Franco Semioli il 20 settembre 2007, nella gara d’andata del primo turno di qualificazione di Coppa Uefa, segna il suo primo gol in Europa e coi viola.

“Un tempo, un luogo per fermarsi e stare con te con le posture, la respirazione e la meditazione dello yogaratna”

dA FebbrAiO

il lunedì e il mercOledì: 13.15-14.15 / 18.30-19.30 Presso il Centro Discipline Bionaturali Cambio Rotta Via F.lli Cervi, 68 - Campi Bisenzio - tel. 055 8985645 (Per informazioni 384 490 002 (Paola) 055/8985645

Il Gallone

Viale Guidoni, 50 - Firenze (zona Mercato Ortofrutticolo) Tel. 055 432127 - www.ilgallone.it

Bene Mazzoleni, Valeri e Bergonzi, ma che scandalo De Marco!

Giacchetta nera

ARBITRI, QUANTI ERRORI. STAVOLTA SI SALVANO IN POCHI di giancarlo carmagnini

A

ltra giornata a corrente alterna questa quinta di ritorno. Ci sono state prestazione più che buone, vedi Valeri in Juventus-Chievo (3 – 1), Bergonzi in Milan-Bologna (1 – 0) e Mazzoleni in Catania-Lazio (3 – 1). mentre si sono “distinti” in performance al contrario De Marco, in Cagliari-Livorno, che si fa aiutare dall’addizionale Peruzzo sul rigore per il Livorno e si fa sfuggire di mano la gara comminando ben tre espulsioni nel finale. Non bene nemmeno Tagliavento in Genoa-Udinese dove pur vedendo bene nell’episodio del rigore assegnato all’Udinese, tiene un comportamento molto discutibile, specialmente sotto l’aspetto disciplinare, per tutta la gara. Tommasi condiziona Atalanta-Parma non concedendo un rigore abbastanza solare ai ragazzi di Colantuono quando il punteggio era ancora sullo 0-0 (recidivo dopo Fiorentina-Genoa dell’ultima sua uscita). Ciliegina sulla torta Damato di Barletta, che in Fiorentina-Inter aldilà dei singoli determinanti episodi, dove non è stato supportato dall’assistente Giallatini (fresco di nomina internazionale) e dall’addizionale Guida (fuorigioco di Icardi sul 2-1  per i nerazzurri e rigore su Ilicic) permette un gioco intimidatorio su Cuadrado, dove a turno i vari Hernanes, Samuel, Kuzmanovic hanno fatto falli tattici (anche Centro Ginnastica Firenze A.S.D. abbastanza duri) ripeVia Isonzo, 26/A Firenze tuti, senza che venisse mai tirato fuori un carTel. e fax 055 6531930 tellino giallo. centroginnastica.firenze@virgilio.it

Emozioni

YOGA

Stazione di Servizio

ia z n e g A ingle per s poli a Em

Incontri mirati e selezionati, per amicizia, convivenza e matrimonio. Chiama per un Colloquio gratuito Uffici zona stazione - Empoli -

Alle donne gradita sorpresa!! Tel. 0571.711144 Cel. 331.2083478


6

carrozzeria tirincanti dal 1903

Via Madonna delle Querce, 17/r Firenze - Tel. 055/57.64.07

Sconto del

20%

sul preventivo per i tifosi viola lettori del Brivido sportivo!

La vittoria della Coppa Italia è stata la prima nella storia del club viola. Ripercorriamo tutte le finali della nostra storia.

verso roma di Ruben Lopes Pegna

L

Riparazioni di autocarrozzeria in genere Restauro Auto storiche Auto sostitutiva e assistenza legale

a Coppa Italia è il primo trofeo che la Fiorentina ha vinto nella sua storia. Fu conquistata per la prima volta quasi 14 anni dopo la nascita del club. Riviviamola allora quella splendida giornata di domenica, era il 16 giugno 1940. Allo stadio Berta - l’attuale Franchi - alle 16,30 (altrochè notturne come adesso!) i viola affrontano in gara unica il Genova (il nome Genoa, in quanto inglese, non può essere usato per le leggi fasciste) per la finale di Coppa Italia. Il cammino della squadra di Galluzzi non è stato comunque semplice in questa manifestazione se si eccettua il primo turno (sedicesimi di finale), quando ha eliminato il Cavagnaro, battuto per 7-1 a Firenze.

16/6/1940: LA FIORENTINA METTE IN BACHECA IL SUO 1° TROFEO Poi i viola si sono trovati di fronte il Milano (ovvero il Milan) a San Siro negli ottavi in gara unica. Il match, finito 1-1, è stato ripetuto a Firenze. I gigliati hanno vinto per 5-0. Poi nei quarti e in semifinale, sempre al Berta in partita secca, hanno superato rispettivamente la Lazio per 4-1 e la Juventus per 3-0. Allo stadio non c’è molta gente quel giorno. Gli spettatori sono poco più di 9.000 per un

incasso di 63.000 lire. Ci sarebbe stato sicuramente più pubblico e più entusiasmo sugli spalti se l’Italia non fosse entrata in guerra da sei giorni. La gente va al Berta solo per distrarsi dagli eventi bellici almeno per un paio d’ore. Comunque un pò di tifo c’è ugualmente. La Fiorentina che si è salvata solo per il quoziente reti dalla retrocessione in serie B cerca di regalare ai propri sostenitori

IL TABELLINO FIORENTINA- GENOVA 1-0 FIORENTINA: Griffanti; Da Costa, Piccardi; Ellena, Bigogno, Poggi II; Menti II, Morselli, Celoria, Baldini, Tagliasacchi. GENOVA: Ceresoli; Marchi, Borelli; Genta, Sardelli, Michelini; Neri, Arcari IV, Bertoni, Gabardo, Garibaldi. ARBITRO: Barlassina RETE: pt 26’ Celoria

Celoria in azione in un’immagine Celoria in azione in un’immagine d’epoca d’epoca

un pomeriggio felice. La partita è subito avvincente. Nei primi dieci minuti il portiere gigliato Griffanti effettua due belle parate su tiri della mezzala sinistra rossoblu Gabardo. E’ l’ala destra viola Romeo Menti a suonare la carica e ad impegnare severamente il portiere genoano Ceresoli. Al 26’ la Fiorentina passa in vantaggio. Il terzino sinistro Piccardi imposta l’azione. Serve il numero dieci Baldini che smista il pallone all’ala sinistra Tagliasacchi. Pefetto è l’assist per il centravanti Celoria che segna con un tiro basso e preciso. Sarà il gol partita. Il Genova si porta all’attacco e un tiro

di Bertoni è salvato da Bigogno a portiere battuto. La ripresa è emozionante. La Fiorentina crea almeno tre occasioni nitide per raddoppiare, con Menti  e due volte con Celoria. In due circostanze è bravo il portiere Ceresoli, in un’altra è il terzino destro Marchi a salvare a porta vuota. Anche il Genova è pericoloso in tre occasioni, due volte con Gabardo e una con Neri ma il portiere gigliato Griffanti, che due anni dopo disputerà due partite in Nazionale, è davvero molto bravo a parare. L’incontro così finisce con il meritato successo della Fiorentina. A fine partita i giocatori gigliati si abbrac-

ciano. I tifosi, intanto, scavalcano le reti di recinzione ed entrano sul terreno di gioco per festeggiare i loro beniamini. L’emozione è davvero grande. Sono quasi le 18.30 quando il generale Vaccaro, presidente della Federcalcio, consegna al capitano viola Morselli, l’ambito trofeo. In campo c’è anche il presdente gigliato, il Marchese Luigi Ridolfi, emozionato come non mai quando Morselli gli consegna per un attimo la coppa. Poi c’è il giro di campo e gli applausi della folla. I festeggiamenti, però, durano poco. E’ tempo di guerra e la gente purtroppo ha altre cose in quel momento a cui pensare.

Se sei amante della Pizza... devi provare le nostre!! CoUPon il a n G e s Con everai iC r e a s s alla Ca

e z z i p 3 i ogn

o i g g a m o 1 in

Consegna a domicilio nel Comune di Bagno a Ripoli

e sfrutta la glia la pubblicità

Rita

erta grande off

Piazza Umberto i, 44 Grassina - Fi tel. 055 641911


7 L’ex difensore viola in esclusiva al Brivido Sportivo analizza la stagione: in Europa serve prudenza, le brutte figure sono sempre dietro l’angolo di alessandro latini

S

fiorentina amore mio

STEFANO CAROBBI: «E ADESSO GOMEZ DEVE FARE LA DIFFERENZA»

i torna a respirare un’aria europea in casa viola, dopo il lungo stop della ex Coppa Uefa dalla fine della fase a gironi. La Fiorentina volerà a breve alla volta della Danimarca, dove giovedì sera sfiderà l’Esbjerg, in quella che si preannuncia una sfida particolarmente rigida dal punto di vista climatico. Questa settimana, per la nostra rubrica Fiorentina Amore Mio, abbiamo intervistato in esclusiva Stefano Carobbi, indimenticato difensore viola a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, con quasi 180 presenze con la maglia della Fiorentina.  Stefano Carobbi, partiamo dalla finale di Coppa Italia conquistata. «Sono contento che ci sia capitato il Napoli, verrà fuori una sfida affascinante. La Fiorentina, dopo tanto tempo, torna in una finale e si batterà per un trofeo. E’ una cosa importantissima esserci, anche se la Coppa Italia è stata spesso snobbata da tutti. Non la trovo giusta questa cosa, bisogna assolutamente le sia Stefano Carobbi, ex viola, ridato lustro». punta tutto su Gomez. La sfida con il NaTocca a lui fare la differenza poli sembra totale

Il momento dell’ingresso in campo di Gomez, cinque mesi dopo il grave infortunio al ginocchio da qui alla fine della stagione anche in chiave 3° posto, nonostante il distacco sia ora di 6 punti. E’ d’accordo? «Si, è una delle componenti principali della stagione. Il Napoli ha attra-

versato un periodo no, ma la Fiorentina purtroppo non ne ha sfruttato i passi falsi. Adesso ha ritrovato un po’ di entusiasmo, anche se la squadra di Montella è sempre lì al 4° posto. Sarà una sfida entusiasmante». La Fiorentina sta giocando ogni tre giorni. Come si gestiscono questi tour de force a livello fisico e psico-

logico?  «Si gestiscono con l’entusiasmo. Si spera sempre di vincere e di evitare le sconfitte, perché le vittorie portano energie positive, sia dal punto di vista fisico che mentale. La Fiorentina sta facendo una grande stagione e deve continuare sulla spinta emotiva che lei può dare anche la sua gente». Giovedì torna l’Europa League e la Fiorentina affronterà l’Esbjerg. Quali le insidie? «Dire che bisogna stare attenti è un luogo comune, ma è così. Nelle partite europee il rischio di fare brutte figure è sempre in agguato. Io credo che la Fiorentina abbia tutto per fare bene, anche se da un punto di vista climatico potrebbe esserci qualche insidia per davvero. La possibile sfida con la Juventus degli ottavi, paradossalmente, mi preoccupa meno, perché lì le motivazioni dei giocatori saranno al massimo. Saranno trascinati dal calore della gente, poi il campo dirà chi è il più forte». Sorpreso dalla crescita così repentina di Neto?«Non sono rimasto sorpreso dalle sue qualità, che è un ottimo portiere lo si intuiva. Piuttosto sono rimasto sorpreso

DIEGO, YAKI E I GIOVANI ITALIANI: L’ATTACCO ALL’IMBECILLE di cristiano puccetti

B

astian Contrario 2.0 è molto appassionato di finanza, management e politiche imprenditoriali, soprattutto quando esse si intrecciano col calcio e soprattutto quando originano memorabili baruffe. Sarebbe facile oggi dare un giudizio sull’infinito e vibrante botta e risposta che negli ultimi mesi ha scatenato una faida verbale tra la famiglia Elkann (Agnelli) e la famiglia Della Valle. Non vi chie-

diamo di schierarvi a priori per Diego, vogliamo proporvi i fatti, tradurli in linguaggio comprensibile a tutti e lasciarvi giudicare. Della Valle possiede una cospicua quota azionaria di RCS che edita, tra gli altri, il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport. Elkann è azionista di maggioranza del gruppo, dunque decide il buono e il cattivo tempo. Nelle ultime settimane gli appassionati di calcio saranno stati sicuramente colpiti dalla raffica di scioperi indetti dalla Gazzetta dello Sport, evento

pasticceria

Victoria cake

Pasticceria artigianale Torte da forno Macarons Bignè eclairs Via delle Murina, 4/A - Empoli (Fi) Tel 3396623686 info@victoriacake.com www.victoriacake.com

mai accaduto prima. Cosa è successo? Il management di RCS ha deciso di vendere la storica sede di via Solferino (i sindacati sostengono che si stata ‘svenduta’) e di riaffittarla a cifre esorbitanti dal nuovo proprietario. Apparentemente una operazione senza senso che ha scatenato la protesta dei giornalisti. Diego Della Valle teme che il suo patrimonio azionario venga depauperato e minaccia una azione di responsabilità, cioè dice: “Attenzione a come operate, sono un azionista

che non ha la maggioranza, ma chiedo trasparenza nelle operazioni economiche-finaziarie”. Un suo diritto, suo e di tutti gli azionisti di minoranza. Risposta di Elkann: “Della Valle si occupi della Tod’s che va male e perde il 20%”. Ma perché questa reazione? Che attinenza ha con la richiesta di chiarezza del patron viola? Reazione servita su un piatto d’argento. E giù legnate. Della Valle: “La nostra azienda è solida, i nostri dipendenti non sono in cassa integrazione e non

PELLET VALDELSA legna da ardere

dalla sua reazione nel momento in cui era sotto il tiro della critica e dalla fermezza con cui lo ha difeso la società. Devo fare davvero i complimenti, perché il merito della sua crescita è di tutti». Mario Gomez sta tornando a tempo pieno. Cosa si aspetta da lui? «Mi aspetto che faccia il top player.  Deve fare quello per cui è stato preso, ovvero fare la differenza. Avere uno come lui a mezzo servizio non serve a niente, ma sono fiducioso perché l’ho visto molto partecipe con il resto del gruppo. Credo che da qui in avanti ci darà una grossa mano». Sono mesi decisivi anche per Giuseppe Rossi. Prima per la finale di Coppa Italia, poi per il Mondiale.  «Se lui starà bene sarà protagonista a Roma ed in Brasile, non c’è dubbio. Io però vorrei avere garanzie e lo vorrei centellinare prima di mandarlo in campo in impegni così probanti. Deve essere al centocinquanta per cento per andare al Mondiale. Deve fare un finale di campionato strepitoso e  avere la testa libera. Questo è un patrimonio della Fiorentina e della Nazionale, non deve essere sprecato».

bastian contrario abbiamo mai chiesto aiuti allo stato”. Chiaro il riferimento alle storiche vicissitudini Fiat. Ancora Diego: “In Italia c’è un tasso di disoccupazione giovanile spaventoso e c’è chi porta le aziende all’estero”. Per la serie “aprire la bocca e darle fiato”, Elkann: “I giovani non hanno un lavoro perché stanno bene a casa”. Rasoiata – non morbida – di DDV: “I poveretto di John Elkann non perde mai tempo di ricordare agli italiani che è un imbecille”. Appuntamento alla prossima puntata

FOTO OTTICA

rivenditore autorizzato

consegna a domicilio fino a bordo proprietà cassette di legna da ardere sfusa per stufe e camini sacchi di pellet per stufe e caldaie

....riscaldati risparmiando pellet Valdelsa Via comiti, 14/15 - montaione (Fi) tel. 348 3790503 − 0571 69396

Lenti A Contatto Esercizi Ortottici Si eseguono campi visivi computerizzati Misurazione computerizzata della vista Ipovisione Servizi Fotografici personalizzati VIA PIAVE 3/5 - PONTE A EGOLA TEL. 0571497249 e-mail: foto.baldinotti@alice.it www.fotootticabaldinotti.com seguici su facebook FOTO OTTICA BALDINOTTI

segUici sU FB


8

COSA NON VA

COSA VA

UBI MAIOR

La gran tristezza di quando si perde in casa, e per di più con l’Inter, la si vorrebbe smaltire nel tempo. Attaccarsi agli errori dell’arbitro? Magra consolazione. La verità è che la Viola è Borja Valero dipendente. Lui non solo gioca con più fosforo (e gambe) di tutti, ma fa giocare bene (o comunque meglio) tutti gli altri. Quando non c’è lui la Fiorentina è irriconoscibile...o fin troppo riconoscibile purtroppo.

di Ubaldo Scanagatta

Dopo la seconda sconfitta con l’Inter... sono solo i cinque punti di vantaggio che restano sull’Inter. Con una Europa League sempre alla portata. Diversamente dalla Champions perché il Napoli, prima ancora di giocare con il Sassuolo, aveva in realtà 4 punti di vantaggio sulla Fiorentina (3 più quello “teorico” per aver vinto il primo duello...). Il ritorno in campo di Gomez, schierato inopinatamente prima di Matri (un cambio che ha fatto riflettere: se Gomez, che non ha toccato palla com’era prevedibile, stava meglio di Matri, in quale cavolo di condizione versa Matri?), resta comunque l’unica buona notizia. Che Gomez sia un campione non credo si possa discutere. Più gioca e più avrà possibilità di dimostrarlo.

Temo che Montella abbia scarsa stima di tutte le sue seconde linee. E questo è un problema serio. Perché mai non ha schierato qualcuno dei giocatori della panchina, quelli che avevano giocato meno ed erano quindi più freschi? La risposta non può essere che una sola e assai deprimente: Montella, al di là di apprezzamenti di maniera,  considera mediocri i giocatori della panchina. Preferisce i dottori moribondi agli asini vivi.

L’ingresso in campo di Mario Gomez, cinque mesi esatti dopo l’infortunio subìto col Cagliari

Gran parte dei giornalisti fiorentini è troppo tifosa. Giudica più secondo il risultato, piuttosto che da altre indicazioni che pure emergono. Una critica poco attenta finisce per indurre non solo il resto della tifoseria, ma anche la dirigenza e l’allenatore viola a errori di presunzione e sottovalutazione (dei propri problemi). Non va.

Vincenzo Montella è perplesso: la sua formazione ha destato molti dubbi

OLTRE ALLA BEFFA, PURE IL DANNO. ANZI TRE. GLI INFORTUNATI di ANDREA GIANNATTASIO

co in il c nse ca ou gn rro po a zz n er ia

sfrutta LE NOstrE suPEr OffErtE!!

PRIMA

DURANTE

rIGENEraZIONE farI MOtO E sCOOtEr A SOLI

€29

,90

DOPO

€59

,90

€14

Sesto Fiorentino - Via Giordano Bruno 118 - Tel. 055.486318 Cell. 3351379682 - carrozzeriasgallo@virgilio.it

SU APPUNTAMENTO LAVORI EFFETTUATI IN GIORNATA

AT

INTERN

UBA

Noti giornalisti internazionali, tennisti, allenatori, fans dialogano ogni minuto sull’attualità e le piccole grandi storie del circuito mondiale e sulle scelte tecniche da compiere per i figli.

LuCIDatura MOtO E sCOOtEr

aperti anche sabato mat tina

TTA ANAGA LDO SC

SITE

IS WEB

TENN IONAL

IL TENNIS. LE SUE INDISCREzIONI. DIETRO LE qUINTE.

€120 anzichè

A SOLI

necessità virtù e mettere in campo l’undici migliore che avrà a disposizione. Guai a pensare alla gara di Parma. La testa dovrà essere rivolta solo all’impegno coi danesi».

rIGENEraZIONE farI autO

tutti i prezzi sono IVA esclusa

U

n terzo posto che si allontana a causa di un brutto ed inaspettato ko contro l’Inter di Mazzarri ed un ottavo di finale di Europa League da conquistare prima di un tour de force al cardiopalma che vedrà impegnata la Fiorentina in campo ogni tre giorni almeno fino a metà marzo. Sono questi i temi di attualità in casa viola, che dopo l’1-2 casalingo contro i nerazzurri, volano nella fredda Danimarca per affrontare l’Esbjerg, squadra rivelazione di questa Europa League che tenterà di impedire il tanto atteso incrocio agli ottavi contro la Juventus. Per parlare di questo ed altro, Il Brivido Sportivo ha contattato l’agente FIFA di nota fede viola Furio Valcareggi. Valcareggi, che scorie ha lasciato il ko di sabato sera? «Gli strascichi sono pesanti, inutile nasconderlo. Il

Napoli ha vinto la sua partita e si è allontanato da noi. Per la verità la squadra non ha giocato nemmeno male ma il guardalinee ha fatto un errore decisivo purtroppo. Come si fa a non vedere quel fuorigioco lì? Oltre a questo piove sul bagnato in infermeria perché si sono fatti male Vargas, Gonzalo e Cuadrado». La Champions è ancora raggiungibile a suo avviso? «Certo. Il campionato è ancora molto lungo e sei punti sul Napoli si possono recuperare. Gli azzurri hanno vinto bene col Sassuolo ma ho visto le solite perplessità difensive; anche loro possono fare un passo falso da qui alla fine dell’anno; ho molta fiducia nella Fiorentina ancora per il 3° posto». Adesso si vola ad Esbjerg: che gara si aspetta in Danimarca? «Gli indisponibili sono tanti quindi non mi aspetto una bella gara. Montella non penso possa fare turnover, non se lo può permettere. Deve fare di

violascuro


Capottina in aLLuminio e poLiCarbonato Mensole con riccioli. Gronda con scarichi laterali!

pranZo in giardino Ferro con doppia zincatura e verniciatura a Polveri epossidiche, colore a scelta! ESEMPIO: Tavolo autolivellante 200x80 cm + 6 Sedie

ESEMPIO: 180x100 cm, colore a scelta

€ 990,00

€ 990,00

Anticipo: € 0,00 + 12 Rate da € 87,06 (1° rata a 3 mesi)

Anticipo: € 90,00 + 12 Rate da € 78,91 (1° rata a 3 mesi) - Tutte le misure

Il Giardino di

Il Giardino di

tende in aLLuminio e CristaL trasparente a sCorrimento vertiCaLe per chiudere d’inverno ed aprire d’estate ! ESEMPIO: 250x230 cm, colore a scelta Protezione dalla pioggia e dal vento

€ 890,00

Anticipo: € 90,00 + 12 Rate da € 70,36 (1° rata a 3 mesi) - Tutte le misure

SVITAVVITA SVITAVVITA WWW.SVITAVVITA.IT

Copriporta in Legno, Con mensoLe diagonaLi Copertura in Perlinato e Tegole Canadesi!

WWW.SVITAVVITA.IT PROMO LasCiati CuLLare daLLe doLCi aCque di una soFtub !

ESEMPIO: Ø 200 cm (in regalo cuscini poggiatesta)

ESEMPIO: 350x125 cm, colore a scelta

€ 6.990,00

€ 880,00

Anticipo: € 990,00 + 36 Rate da € 186,92 (1° rata a 3 mesi)

Anticipo: € 80,00 + 12 Rate da € 70,36 (1° rata a 3 mesi) - Tutte le misure

DINO R IA G O U T L E D I T IS T AR Casetta Con inCastro bLoCkbau, spessore 44 mm !

“La tua stanZa in ogni stagione” Motorizzata con telecomando. Per vivere in giardino i tuoi momenti più belli! ESEMPIO: 400x350 cm

ESEMPIO: 500x400 cm

€ 6.990,00 Anticipo: € 990,00 + 36 Rate da € 186,92 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

€ 4.350,00

Anticipo: € 350,00 + 24 Rate da € 180,93 (1° rata a 3 mesi)

pisCina di Forma ovaLe in aCCiaio! ESEMPIO: 800x400 cm, altezza 150 cm

portiCato in Legno LameLLare, con Guaina Ardesiata!

Artisti del tuO Artisti Giardino del tuO Giardino € 6.500,00

Anticipo: € 0,00 + 36 Rate da € 202,59 (1° rata a 3 mesi)

ESEMPIO: 650x250 cm

€ 2.490,00

Anticipo: € 490,00 + 18 Rate da € 118,82 (1° rata a 3 mesi)

PORTICATI E PERGOLE • CASE E CASETTE • MOBILI DA GIARDINO GAZEBO • TENDE • VERANDE • PISCINE, ACCESSORI E PRODOTTI CHIMICI i preZZi sono iva inCLusa PORTICATI E PERGOLE • CASE E CASETTE • MOBILI DA GIARDINO! PORTICATI E PERGOLE • CASE E CASETTE • MOBILI DA GIARDINO! GAZEBO • TENDE • VERANDE • PISCINE, ACCESSORI E PRODOTTI GAZEBO • TENDE •CHIMICI! VERANDE • PISCINE, ACCESSORI E PRODOTTI CHIMICI!

I prezzi sono IVA inclusa

Tel./Fax: 055 8456648

TEL./FAX: 055 8456648

I prezzi sono IVA inclusa

www.svitavvita.it svitavvita@svitavvita.it

svitavvita@svitavvita.it TEL./FAX: 055 8456648

800-989967

svitavvita@svitavvita.it


Udinese – Fiorentina

o t n u -1 p

Ar

bi

tr

Ta gl

iave nto

tel. 055 8826947 - 338. 3675900 - www.calenzanospurghi.it

eri

o

esperienza ta’ e professionali

D e M arco

VUOTATURA POZZI NERI STASATURE ALTA PRESSIONE VIDEO ISPEZIONI

o

24 ore su 24 URGENZE

V

al

Inter - F

Un a 30 milio Il fu cont

tr

già 8 i t n pu ! i t a b ru

o

bi

Rigore netto su Pepito Rossi

i t n u p

Ar

Ecco il dossier viola, stagione 2013/2014

Fallo Ranocchia su 1-1 Cambiasso

tr

-2

info@latuaerboristeria.it www.latuaerboristeria.it

bi

Fiorentina – Cagliari

Via C. Franceschi Ferrucci, 12/r Coverciano (FI) tel/fax 055 602033 ufficio spedizioni 348 7217709

Ar

di fiducia dal 1985

A disposizione per la tua salute e il tuo benessere

Rigore su Rossi

Vieni a scoprire la prima pizzeria ho fame...!

con il semaforo

ok basta...!

giovedì e venerdì

menu semaforo

a 10€

Campi Bisenzio (FI) via Palagetta n. 143 C/O Circolo La Fratellanza San Cresci (“IL RACCHIO”)

340.3046310 - aperto giov./dom. dalle 19,00


NUOVO CENTRO

REVISIONI

AUTO, MOTO E FURGONI Revisione autorizzato da MCTC

Via G. Boccaccio, 84 | Tel./Fax 055.588740 | paolotrefoloni@ibero.it

Fiorentina – Napoli

Ca ese lvar

A

A r b it

ro

it rb

To

ro

Damato

Fiorentina – Inter

o t n u -1 p

Goal fuorigioco Icardi

m

m

as i

Fiorentina – Genoa

i t n u -2 p pranzo o cena x

a soli

24

ferta

menù of

anzichè

2

GARAGE DELFINO AUTOFFICINA AUTORIZZATA FORD

€ 50

A testa: o e bufala  Antipasto crud dal menù a elt sc a a zz  Pi a testa ra bir  1 lattina o one lim al to et rb  1 so rto Caffè e cope inclusi nel prezzo

:

lido coupon vaon e

 per 2 pers /03/2014  fino al 30

Ritaglia il coupon cassa e consegnalo alla

AUTORIMESSA LAVAGGIO A MANO SOSTITUZIONE PNEUMATICI REVISIONI

Ritaglia il coupon e gusta!!

Offerta Pizza x 2

€19

40 anzichè €

giro pizza mangia tutta la pizza che vuoi

birra/bibita o acqua cafè e coperto inclusi nel prezzo

ritaglia il coupon

e consegnalo alla cassa

via Ponte alle Mosse 127/r - Fi

tel. 055 5386263 www.pizzabike.it

Goal annullato Aquilani

aRmia

Ritaglia il coupon e Risp

bi

o t n -1 pu

Rigore netto su Cuadrado

anno fa oni rubati.. urto tinua!

Ar

o

o t n u -1 p

RIpARAzIONE GOMME

tr

Fiorentina

AUTORIMESSA BOCCACCIO

coupon valido nei giorni di mart./merc./giov.: per due persone - fino al 28/02/2014

VIA NOVELLI 17 FIRENZE - TEL 0556541076 - info@garagedelfino.it

Via della Querciola, 77 -Sesto Fiorentino (FI) tel 055 4210144 chiuso il lunedì


e n e B o t l o è f f M a c Pasticceria Produzione Propria Cioccolateria Degustazioni Gelateria Artigianale

RIVENDITORE ESCLUSIVO

Maestro Roberto Catinari

Piazza Santa Elisabetta, 2/r Firenze - tel. 055 217136

w w w. c i o c c o l a t e r i a m o l t o b e n e . i t | i n f o @ c i o c c o l a t e r i a m o l t o b e n e . i t


13

Api, stavolta la missione deve essere punitiva. E NICCHI IL BERSAGLIO

Il pungiglione

di GIampiero tosi

L

e api non devono rientrare dalla recente missione all’AIA, perché il ripetersi degli eventi fa ripetere anche gli obiettivi delle missioni. La Fiorentina avrà giocato anche un primo tempo orrido con l’Inter, avrà anche contenuto il passivo grazie solo al fervido aiuto di Eupalla, ma poi la partita l’aveva raddrizzata, e stava giocando anche benino, sulle ali del risultato ottenuto, meglio degli avversari che sembravano invece stanchi dopo un primo tempo fuori giri. Poi è entrato di nuovo in scena il signore in giallo col suo

complice con la bandiera (nel caso diremmo che i ruoli si son quasi invertiti) e siamo riandati sotto grazie ad un goal segnato in evidente fuorigioco. Vorremmo ricordare al capo degli omini in giallo, quello che ha preso le puncicate l’altra settimana per i suoi sproloqui contro la moviola, che in tre partite (Napoli, Genoa, Inter) la Fiorentina alla sua mania di tutelare la fallacità umana, ha sacrificato almeno quattro punti e quattro sono andati invece ai suoi avversari alla corsa europea (Napoli e Inter). Partecipare o meno alla Champions vuol dire un ventina di milioni, e questo è l’obolo che si sta chiedendo a chi in questo business i soldi ce li mette,

per permettere a Nicchi e compagnia di continuare con il loro diritto allo sbaglio. I cattivi pensieri non possono non venire perché il limite tra il dirigere e direzionare una partita può essere labile. Errori come quello di ieri, quello di Calvarese col Napoli e di Tommasi col Genoa sono difficilmente comprensibili e scusabili, ma perché si dovrebbero scusare se c’è un modo facile, applicato in altri sport molto più poveri del calcio che tali errori, e sospetti, potrebbe ridurli drasticamente? Non volerlo applicare i sospetti invece li ingigantisce e allora api restate là e puncicate a piacimento, dove va, va, tanto non sbagliate.

Quando ci si mette la sfortuna un si pole dì nulla, con gli arbitri poi combattere l’è impossibile

i'nonno pilade

Eppure s’era risorti come Lazzaro...

G

li zozzoni gialli e son più forti d’Eupalla, che, anch’oggi, dopo avecci voluo dimorto bene martedì e un s’era miha comportao male ni’ primo tempo. La un s’era vista quasi mai, peggio di’ nonno che un la vede più da qui’ di’, e la ci s’era cavata co’ uno 0-1 da mettigli un cero alla dea bendata. Un palo pieno, diversi schisi, una parata di’nipote su i’Milito ignoto (in reartà for che quello poco gli ha fatto e meglio gli arebbe fatto a rimanere e a non lasciare i’ posto a i’wandodipendente che ci ha sistemao).

SE I SICARIO GIALLO UN SI FOSSE MESSO DI MEZZO ‘Nsomma e un ci si potea lamentare. Quando poi, appena ripartii, Robocoppe co’ un tiro a starscihoni e trova Handanovicce ‘n vena d’imitazioni di’ Sederovo bianconero (stessa porta, stesso angolo, stesso tuffo da paraplegici) e si pareggia e c’era da stropicciassi gli occhi. Possibile che Eupalla la si sia ‘nnamorata di noi? No, perché esse’ 1-1 a qui’ punto e gli era da non credici. ‘Nvece e ci si crede e si risorge, come Lazzaro.

E saranno stai loro a fassela sotto o a vede’ cominciare a lampeggiare i serbatoio di’ carburante, o noi a ripigliassi pe’ i’ pareggio ma e sembraa un’antra partia, e s’era tornai la fiorentina e loro l’Inter, quello dell’artr’anno che ne prese quattro. Ma qui l’entra ‘n scena i’ solito sicario giallo. D’Amato! E tu l’ha anche a amare, chissà se si chiamaa D’Odiato icche e ci combinava. In uno de’ pochi sussurti l’orda di’ pesciaiolo di

S.Vincenzo la fa un contropiede. I’wandodipendente, risorto anche lui da’ soffioni boraciferi, e ce lo mette ni’baugigi, co’ i’ piccolo dettaglio che gli era un metro in forigioco! Gli è anche grosso e vestio di bianco, come e si fa a non vedello a non ave’ da fare artro che quello nella vita, o omino piccino con quella bandierina ‘n mano, gli è difficile da capire. O tu se’ cieho o tu lo fa’apposta e allora come tu sei? Così, come

D

al 1995 Bux cerca di essere sempre più vicina ai suoi clienti interagendo con loro, creando prodotti di alta qualità e design italiano per le grandi fi rme nel campo della moda, utilizzando materiali di prima scelta rigorosamente monitorati, uniti a lavorazioni e trattamenti all’avanguardia. Il Sig. Bux, fondatore della società, lavorando spesso all’estero si è trovato ad affrontare il problema del fuso orario, da lì ha colto lo spunto e attraverso le proprie capacità tecniche, ha realizzato quello che aveva sempre desiderato, un orologio “Dual Time” con proprio nome, che portato al polso della gente, potesse fare il giro dell’Europa e del Mondo. Nasce così la serie limitata 01/250 “GIANO “ un orologio “ Dual Time”.

www.bux.it

800 18 33 18

numero verde gratuito per telefonia fissa e mobile

co’ i’ Napoli e si riperde pe’ uno sbaglio, marchiano, riconosciuto anche dalle televisioni prezzolate di stato e non. Che si po’ fa’ finita? Che si po’ fa’ finita davvero co’ i’carcio di’ Nicchi e di’ Braschi e, pe’ levare i’ in da’ fiaschi, che fa anche rima, metteì questa moviola ‘n campo a tutela degli incaprettati in SPE come noi? O così o pomì e basta! Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!


14

EMPOLI

di ANDREA GIANNATTASIO

C

i sono tante belle storie da raccontare in casa empolese nel corso di una stagione fino ad oggi al di sopra di tutte le aspettative e che sabato dopo sabato regala sempre più grandi emozioni. La più bella, però, è forse quella relativa a Daniele Rugani, la pianticella azzurra che tutta Italia invidia a Empoli e al suo settore giovanile, da sempre una miniera d’oro per il calcio nostrano. Dieci anni con la casacca azzurra - ormai una seconda pelle - per il centrale classe ‘94, che stagione dopo stagione, selezione dopo selezione, comincia ad attirare su di sé le mire dei più blasonati club di Serie A. Le stimmate per diventare un predestinato ci sono tutte e i risultati in campo lo confermano. Due estati fa, però, il passo decisivo lo fa la Juventus, che con un blitz di mercato in piena regola si assicura metà del cartellino del giocatore e lo porta immediatamente a Torino, dove nella stagione 2012-2013 Rugani lavora con la Primavera di Baroni. La grande occasione è arrivata e Daniele la sfrutta nel migliore dei modi, guadagnandosi nella stagione successiva - l’attuale - la possibilità

Venti anni, dieci dei quali vissuti in azzurro: adesso è in comproprietà con la Juventus. Il mercato attorno a lui si sta scatenando

RUGANI, METà VITA PASSATA AD EMPOLI. di tornare a giocare nella squadra che lo ha lanciato nel grande calcio e che adesso gli concede un palcoscenico di tutto rispetto, quello della B. Dove l’Empoli ha tutte le intenzioni di rompere gli equilibri e di regalarsi una meritata promozione dopo anni di lotte al vertice. E Rugani, dopo il ritorno alla base, si mostra subito protagonista del copione che mister Sarri compone per lui: in campo parla poco ma gioca con la personalità di un veterano, conquistandosi un posto da titolare inamovibile e vincendo a mani basse la palma d’oro di talento più giovane della serie cadetta. Un centrale di un metro e novanta che in campo non concede sconti a nessuno. Forte di testa, impeccabile dal punto di vista tattico e spietato in marcatura. Tre bomber cadetti già in doppia cifra come Mancosu, Pavoletti e Babacar, quando lo hanno incrociato, sono rimasti a secco. E adesso, con un giocatore del genere, sognare la Serie A non è

Daniele Rugani con la maglia dell’Empoli: ha 20 anni, dieci li ha trascorsi con il club azzurro

più un’impresa: ‘’Sono in una società dove viene data molta importanza ai giovani e di conseguenza cerco di giocarmi al meglio le mie carte qui, dando il mio contributo per il

bene dell’Empoli’’ aveva detto qualche giorno da dopo il pareggio per 1-1 contro il Palermo: ‘’Il mio sogno è quello di giocare nella massima serie; Juventus o Empoli per me

sarebbe lo stesso, non ho preferenze’’. Ma il cuore, per lui che ha l’Empoli tatuato sulla pelle, è e rimarrà azzurro. Ed è proprio per questo motivo che Rugani, prima di spic-

care il meritato volo tra i grandi, vuole regalare alla città che gli ha dato tutto il pass promozione. Un obiettivo, settimana dopo settimana, sempre più vicino e concreto.

21-22 Febbraio

Michelle Ferrari & Giada da Vinci


speciale Mugello La società biancoverde ha individuato il nuovo responsabile dell’area tecnica: torna in Mugello dopo l’avventura col San Piero a Sieve

15

calcio

FORTIS JUVENTUS: E’ FRANCO BELLINI L’EREDE DI BICCHIERAI di Fabrizio

Paoli

L Franco Bellini succede a Egidio Bicchierai come responsabile dell’area tecnica della Fortis Juventus

a Fortis Juventus 1909 mette a posto il primo tassello dopo la separazione con Egidio Bicchierai. Il comitato direttivo della società ha individuato in Franco Bellini il nuovo responsabile dell’area tecnica per quanto concerne la prima squadra e la formazione juniores. Per il dirigente, ex del Fiesolecaldine, è il ritorno in Mugello dopo la proficua esperienza con il San

Piero a Sieve. “A Bellini - si legge nel comunicato ufficiale - il benvenuto nella società biancoverde ed i migliori auguri per il suo lavoro». Per il resto non si sono registrate variazioni nelle cariche societarie, tutte confermate. Sono rimasti al proprio posto il presidente Riccardo Borselli, i vicepresidenti Fulvia Penni e Fabio Cassigoli, il direttore generale Marco Cianferoni, il team manager della prima squadra Andrea Giannini, il responsabile dell’area tecnica del settore

giovanile Marco Tagliaferri, il responsabile della scuola calcio Michele Fusi e il direttore sportivo del settore giovanile e della scuola calcio Alessandro Capretti. La prossima novità in seno alla società di Borgo San Lorenzo potrebbe essere l’arrivo di un direttore sportivo in sostituzione di Bicchierai: in particolare si fa il nome di Ugo Bartolini, attualmente in forza alla Lastrigiana, ma pare che anche altri dirigenti siano in corsa per il ruolo.

Si apre la nuova stagione di Taxi Racing con un giro di pista veloce insieme all’istruttore di Guida Sicura Gianni Bellandi

motori

AUTO PROTAGONISTE AL MUGELLO:

ALTRE TRE DATE DI PROVE LIBERE IN PISTA di Cristiano puccetti

C

on il week-end di sabato e domenica scorsi le auto sono tornate protagoniste all’Autodromo del Mugello con Promo Racing. E’ così ripartita la stagione di appuntamenti dedicati alle quattro ruote: sarà la prima di una serie di giornate di prove libere a turni con sessioni separate fra vetture stradali e vetture da competizione. Nello specifico le vetture stradali avranno a disposizione dalle sei alle otto sessioni appositamente dedicate mentre le vetture da competizione avranno a loro disposizione ben quattro sessioni della durata di 60 minuti. Anche al Mugellino sia sabato che domenica si sono tenute prove dedicate

alle due ruote. Con la stagione 2014 al via, si apre anche la stagione del Taxi Racing. Il servizio prevede la disponibilità, per tutti gli eventi organizzati da Promo Racing presso il Mugello nel corso dell’anno, di una vettura Seat Leon SC (ed a seguire di una Skoda Rapid RS) che, condotta dal pilota professionista ed istruttore di Guida Sicura Gianni Bellandi, porterà gratuitamente una serie di ospiti a percorrere un giro di pista veloce del circuito. Per averne diritto, sarà sufficiente contattare o visitare i saloni di Seat Firenze e Skoda Firenze. I prossimi appuntamenti nelle domeniche 23 febbraio, 9 e 30 marzo e successivamente sino a fine anno in occasione del tradizionale Motor Fest.

Al circuito del Mugello tornano protagoniste le auto. Al Mugellino le due ruote

R PE TA arzo SU FER0 m OF al 3

o

fin

Dura la vita?!?

...prova il relax con

FORTUNA

LA NUOVA MASSAGGIATRICE direttamente da Roma giovane, bella e orientale

amici del nuoto firenze

Scuola di Nuoto Federale Corso di acquaticità (bambini 1 – 4 anni) Corsi nuoto per bambini e adulti Corsi di Aquagym acqua alta Corsi di Aquastep e Acquabike Corsi di Aquascombat Corsi di Aqualatina Corsi di ginnastica in acqua per gestanti Corso di nuoto libero Corso di Preagonismo FIN e UISP Corso Nuoto Master Corsi di nuoto privati

Via del Romito 38/b Firenze - tel 055483951 info@amicidelnuotofirenze.it - www.amicidelnuotofirenze.it

0 9 9 1 € ,

invece di €

35

PER UN IO MASSAGG sante

rilas orientale 0 minuti! corpo di 3

Centro massaggio orientale ROSA Via Garibaldi, 268 - Sesto Fiorentino

ORARI: 10.00 - 23.00

tel. 366 3868520

PRENOTA E CONSEGNA IL COUPON ALLA CASSA


16 Via Provinciale n° 5/a San Piero a Sieve (FI) (accanto al chiosco edicola) Per prenotazioni 366 71 20 968 Chiuso il martedì

seguici su

Osteria - Paninoteca ANTIPASTI

................................ € 3,00 Crostini di fegatini ................................... Cracco) ......................... € 6,00 Tuorlo in crosta su letto di spinaci (Il Tortino di Insalala di porchetta ellaio di Firenzuola porchettina artigianale del nostro mac o, odor tagliata a cubetti con pom .............. €6.00 sedano, carota e maionese ..................... Antipasto classico Prosciutto crudo e salameToscano ato di Firenzuola con pecorino semi-stagion € 7.00 .. ....... ....... ....... di Poggibonsi ..................... Gran misto di affettati chiona e Prosciutto crudo, salame Toscano, finoc a....... € 9,00 legn a porchettina artigianale cotta in forno disponibile) .. €6.00 Burrata fresca in caprese (non sempre

PRIMI

al bronzo Pasta “Delverde” o “De Cecco” trafilata ) circa min. 5 (preparazione espressa 12/1 ............................. €6,00 ....... ....... Trippata (con sugo di trippa) ....... Mannaia e pom. fresco) .............. €6,00 (capperi, acciughe, pom secchi, olive o, e senza panna) .... €6,00 Carbonara (guanciale, tuorlo, parmigian aglio e peperoncino) .... €6.00 Carrettiera (pomodoro, prezzemolo, stesa) ..................... €6.00 Matriciana (pomodoro, cipolla, pancetta ................................. €6.00 Cacio, pere e noci ................................... ..................................... €6.00 Gorgonzola radicchio e noci .............. .................................. €6.00 Primo del giorno ................................... .................................... € 7.00 Bottarga di tonno (uova di pesce) ....... brodo vegetale Tortellini freschi di Vignola bagnati con ............................. € 7,00 ....... ili) onib disp fatto in casa. ( non tempre

SECONDI

................................. € 3,00 Uova al tegamino ................................... di Firenzuola) ......... € 4,00 o Hamburger grigliato (di macinato fresc e acciughe) ............. € 6,00 eri Hamburger alla pizzaiola (pom., capp tegamino) ................... € 6,00 Hamburger alla Bismark (con uovo al ................................ € 7,00 Trippa alla Parmigiana ............................ ................................. € 7,00 Lampredotto .......................................... ................................... € 8,00 Filetto di maiale In vellutata di cipolle ................................... € 8,00 Filetto di maiale alla Chiantigiana ....... ..................................... € 9,00 Secondo del giorno ............................

CONTORNI

............... € 3,00 Patatine fritte fresche ............................ ........ € 3,00 Insalata mista .......................................... ......... € 5,00 Insalata mista con tonno ..................... ......... € 4,00 ....... ....... ....... o..... Contorno del giorn

PANINI E PIADINE€ 3,00

.... Hot dog ................................................. € 3,50 ....... ....... ....... ....... Salsiccia ............................ € 4,00 ... ....... vari. ati Trippa, lampredotto, affett nese Cheeseburger (sottiletta, maio .. € 4,00 e ketchup) .......................................... polata, (insa Hamburger classico e nese maio modoro, cipolla cotta,

.................................. € 4,00 ketchup)................................................. Hamburger Old Wild “OVEST” ...................................... € 5,00 (pancetta, sottiletta, salsa barbecue) , insalata, Hamburger sfizioso (pancetta, sottiletta ................................ € 5,00 hup) ketc e nese pomodoro, cipolla, maio , insalata, Hamburger doppio (pancetta, sottiletta ) ............................... € 7,00 hup) ketc e pomodoro, cipolla, maionese

AlCuNI ESEMPI gIORNO DI PIETANzA DEl mate rie prime di qualità alle che prepariamo in base alla stagione, base in ed che troviamo di volta in volta, all’Ispirazione giornaliera di Anna

Minestre

Minestra di fagioli con le strisce Zuppa di legumi alla contadina Pappa al pomodoro Cacciuccata di ceci Zuppa del pastore Zuppa di cipolle Zuppa di magro Pasta e fagioli Carabaccia Ribollita

Primi

Gnudi Pasta sudicia Ragù all’antica Lasagne classiche Lasagne vegetariane Crespelle all’ortolana Strascicata di verdure Le pezzole della nonna Finte lasagne al finto sugo Scarciofata di porri al gorgonzola

Secondi

Cervello fritto Salsicce con l’uva Coniglio in umido Pollo affinocchiato Ossobuco in umido Bollito in salsa verde Porco incavolato nero Peposo all’ Imprunetina Bracioline alla Livornese Polpette di magro alla Mercatalina

Contorni

Il tutto insieme in padella Parmigiana di melanzane Fritto di verdure fresche Spinaci alla Fiorentina Grigliata di verdure Fagiolini croccanti Zucchine trifolate Cipolline al forno Pomodori ripieni Legumi all’olio


17 Centro Ginnastica Firenze A.S.D.

Via Isonzo, 26/A Firenze Tel/fax 055 6531930 centroginnastica.firenze@virgilio.it

Pochi centesimi dalla vetta, settima la seconda squadra; esordio per Sollai e Silei

GINNASTICA

SERIE C MASCHILE D’ARGENTO di Maria Consiglia grieCo

I

l primo weekend dopo lo strepitoso successo di Firenze Serie A 2014 vede impegnato il settore di ginnastica artistica maschile sulla pedana del palazzetto dello sport di Montevarchi, dove la società Aurora ha organizzato nella giornata di domenica la prima prova regionale dei campionati di serie C e serie B. Il Centro Ginnastica Firenze si presentava con due squadre, in gara su quattro specialità, corpo libero, volteggio, parallele pari e sbarra, mentre i restanti due attrezzi maschili – cavallo con maniglie (o fungo) e anelli – sono inseriti nel programma tecnico della sola fase nazionale. La formazione composta da Daniele Bedini, Jacopo Gaito, Nicola Poeta e Niccolò Vannucchi si aggiudica il secondo posto, ma è una medaglia d’argento che ha qualche sfumatura d’oro, visto che è arrivata a pochi centesimi di punto dalla prima squadra classificata, e dunque fa ben sperare per la seconda prova, prevista per il prossimo 16 marzo ancora a Montevarchi. Ottima anche la prova di Matteo Casella, Edoardo Lompi e Marco Silei, che ottengono il settimo piazzamento su ventidue squadre partecipanti; mentre l’esordio di Matteo Silei e Gabriele

I ginnasti del CGF secondi classificati

Matteo Silei alle parallele pari

Matteo Casella al corpo libero

Sollai avviene fuori gara (il numero minimo di ginnasti in squadra è tre), un modo che i tecnici Matteo Alterini, Giovanni Innocenti e Andrea Paoli hanno scelto per “testare” i piccoli ginnasti, le nuove leve che entreranno nelle future squadre di serie C. Salta invece la prima prova la squadra di serie B: qualche infortunio di troppo ha portato alla decisione di non prendere parte alla gara d’apertura del campionato toscano, ed ora anche per i ginnasti più esperti l’appuntamento è per il 16 marzo, con la finale regionale.

Edoardo Lompi alle parallele pari

I ginnasti di serie C del CGF

Gabriele Sollai e Matteo Silei con il tecnico Alterini

Hotel - Ristorante

Villa Cesi 

DEL

GIUOCO CALCIO

EUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI

CENTRO DOCUMENTAZIONE CENTRO DOCUMENTAZIONE STORICA E CULTURALE DEL GIUOCO CALCIO

Un paradiso immerso nella campagna toscana, a soli 15 km da Firenze

offerta 1 CIMELI APPARTENUTI AI GRANDI DEL CALCIO ITALIANO, EUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI

STORICA E CULTURALE DEL GIUOCO CALCIO

offerta 2

Domenica a pranzo Tutti i venerdì e sabato menù dall’antipasto 30% di sconto al dolce, APPARTENUTI acqua, CIMELI APPARTENUTI CIMELI sul menù alla carta calice vino, caffè AI GRANDI DEL AI di GRANDI DEL

CALCIO ITALIANO, CALCIO ITALIANO, EUROPEO E MONDIALEEUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI DAL 1898 AD OGGI

€ 25 a persona solo su prenotazione

30% di sconto

ritaglia il coupon e consegnalo alla cassa

FONDAZIONE MUSEO DEL FONDAZIONE MUSEO DEL CALCIO - Centro storicaCalcio e culturale del Giuoco Calcio NE MUSEO DEL FONDAZIONE CALCIO - Centro documentazione storica e CALCIO culturale del Giuoco Calciodocumentazione MUSEO DEL CALCIO - Centro documentazione storica e culturale del Giuoco Centro documentazione storica e culturale del Giuoco Viale Aldo Palazzeschi, 20Calcio Coverciano (Fi) - tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it e Aldo Palazzeschi, 20 Coverciano (Fi) - tel. 05520 600526 - info@museodelcalcio.it Viale Aldo Palazzeschi, Coverciano (Fi) - tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it Viale Aldo Palazzeschi, 20 Coverciano (Fi) tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it

STORICA E CULTURALE AI GRANDI DEL CALCIO ITALIANO

CIMELI APPARTENUTI CENTRO DOCUMENTAZIONE

Via delle terre bianche 1 - Impruneta (FI) Tel. 055 2011186 - www.hotelvillacesi.it


18

MIDLAND

Quattro gironi stanno per incoronare i rispettivi “Re”: Germania e Spagna-Grecia chiuderanno la stagione ad inizio aprile

MILAN BOYSS E DINAMO CALABRIA

“VEDONO” IL TITOLO

di Marco cicali

S

ono vicini alla conclusione quattro dei sei gironi di Calcio a 7. Olanda, Russia-Inghilterra, Italia e Croazia tra poche giornate daranno la classifica finale e definitiva e per quattro squadre potrà cominciare la festa. I gruppi Germania e Spagna-Grecia termineranno tra più di un mese, ad inizio aprile. Olanda Morosini (34 punti) ha dovuto cedere il primo posto al Cdp Vingone (38) dopo molte giornate passate in testa. Le due squadre sono divise solamente da quattro punti, ma il Morosini ha una partita da recuperare con l’Old Romola. Al terzo posto la Samba (33), che, dopo un avvio stentato, ha preso il volo e staccato Florence Impact (22) e Old Romola (22) quarti. In sesta posizione troviamo il Pieve Fight Club (19) che nelle ultime 3 partite deve evitare la rimonta del Tettenham (14) e guadagnarsi così un’ottima sesta piazza. Chiudono Grioli FC(2) e Atletico Passera con 10 punti e lo Scarsenal C7 con 6. Russia-Inghilterra Sono ridotte al lumicino le speranze per il Cral (35) di recuperare terreno sui Milan Boyss (41) che, a 3 giornate dalla fine, mantengono sempre 6 punti di vantaggio e già al termine del prossimo turno, in caso di vittoria, potrebbero festeggiare la vittoria del campionato. Il Cral deve anche guardarsi le spalle dal Dahansas SS (31). L’Atletico Talpa (27), alla sua prima esperienza, sta sicuramente dando filo da torcere e potrebbe centrare la qualificazione in Top League, ma dovrà lottare contro il Laundry Cafè (24). Treedom Team e La Combriccola del Fiasco (19) si dividono il sesto posto, mentre il Gruppo Briachi (15) occupa,

incredibilmente, l’ottava posizione. Merlino AC e I Goonies chiudono la graduatoria, rispettivamente con 9 e 0 punti. Italia Nel girone di Novoli, la Dinamo Calabria fa 14 vittorie consecutive e vola verso un titolo più che meritato. Una partita in meno per i ragazzi in maglia croata e 5 punti di vantaggio sul Lauro Team sembrano sufficienti per diventare campioni a breve. Il New Garden si trova al terzo posto con 28 punti, inseguito da Flamurtari (25), A.C.TO (23) e WLF (23), anche se sia leoni arancioneri sia i medici dovranno recuperare una gara. I Poeroni sono fermi al settimo posto con 16 punti, sicuri ormai di un posto in Golden League. Firenze 94 (8), Deportivo La Carogna (5) e Desperados United (3) proveranno a giocarsi l’ottava piazza valida per la Golden, le altre due andranno in Silver. Croazia Il raggruppamento della Sales è quello più incerto. Quattro squadre sono racchiuse in soli 5 punti, ma il Real Gioberti (36) pare aver qualche chance in più considerando i 3 punti di vantaggio sulla seconda, Ichnusa Juniors (33), e un calendario più che alla portata. Montefiridolfi e Seleçao Argentinos, rispettivamente a 32 e 31 punti, non possono più fallire e devono sperare in qualche passo falso delle altre due contendenti. I Finti Tecnici (24), in quinta posizione, parteciperanno alla Golden League e sembrano irragiungibili per le altre formazioni. A ruota seguono AC Picchia (19), Jus-Florentia (17), Club Lungarno (15) e Dildo’s (12). Il fanalino di coda rimane il Chocabeck Team, inchiodato a 0 punti.

CREAZIONE

DI

ERNET SITI INTZA ZIONI

Offmusical

E REALIZ

E GRAFICH PO DI OGNI TI

STAMPE A COLORI E B/N RILEGATURA TESI RILEGATURE TERMICHE E METALLICHE VOLANTINI - BROCHURE BIGLIETTI DA VISTA BUSTE ADESIVI MATRIMONI CATOLOGHI MENù - POSTER - LOCANDINE MANIFESTI MOUSE PAD PUZZLE - SPILLE - T-SHIRT COMPLETI PER CALCETTO PERSONALIZZAZIONE DI VETRINE E AUTO

Corsi di canto, danza e recitazione indirizzati verso il musical

Corsi di strumento: chitarra, pianoforte, violoncello

Firenze via della Torretta 12 r tel 055.6236308 copisteriazenden@gmail.com www.copisteriazenden.it

Via G. Pascoli, 5 - SCANDICCI (a 50 metri dalla fermata Resistenza della Tramvia) TEL. 347/3960298 - www.offmusical.it

La Dinamo Calabria

I Milan Boyss

Non ti mettere in cammino se la bocca non sa

DiVino! Vino sfuso di produzione locale, vini toscani, delle campagne del Chianti e della Maremma, vini italiani.

ENOTECA DIVINO - Via Taddea, 6r – Firenze Tel. 055/2670508 Divino Taddeaseirosso


19

VOGLIA DI GIOCARE? ECCO I CAMPI A NOLEGGIO

calcio toscana

di steto

H

ai voglia di giocare insieme alla tua squadra o ai tuoi amici? Vuoi affittare un campo di calcio a 5, a 7 o anche 11? Dal mese di gennaio 2014 è attivo il nuovo servizio di Call Center a cui potrai facilmente rivolgerti per prenotare il servizio richiesto. Basterà chiamare il numero 345 2721330 - tutti i giorni in orario con orario dalle 9:30 alle 22:30 - per poter effettuare senza alcuna difficoltà la prenotazione dei seguenti campi di gioco:

CALCIO A 5 AUSER NUOVA ZAMBRA Via Pier Paolo Pisolini 101, 50019 SESTO FIORENTINO (FI)

SALES - Via Gioberti 33, 50121 FIRENZE (zona P.zza Beccaria) SANCAT - Via del Mezzetta 1, 50136 FIRENZE (zona Coverciano)

DELTA SOCCER Via V.Emanuele c/o Hotel Delta Florence, 50041 CALENZANO (FI)

DLF FIRENZE CALCIO Via Paisiello 15 A/R, 50144 FIRENZE (zona Cascine / P.zza Puccini)

SFRUTTA E A I L G A T I R ! L’OFFERTA!

VIOLA! PATTINIAMO INSIEME ALLA

menù offer ta: 1/2 pollo patat ine bibita e salse coper to incluso Condizioni: chiama per prenotare e consegna il coupon alla cassa appena arrivi al ristorante

Pio Chicken - Firenze Via Ponte alle Mosse 117/r

tel. 055 9331226 - cell. 380 1918002 - cell. 327 7063678

!!

ONI COLAZI iatti p i m i r i p aperitiv panini

soli

* * * *

SESTO CALCIO 2010 Via degli Olmi 22, 50018 SESTO FIORENTINO (FI)

NEW AGE

Ce na x 2

14 €

CALCIO A 7 e CALCIO A 11 SANCAT - Via della Torre 7, 50135 FIRENZE (zona Coverciano)

offerta valida fino al

15 marzo 2014

RIVENDITORE JOMA Palloni Maglie gara Pantaloncini e calzini Felpe ro libe po tem Maglie

Za ini Astucci Accendini Portachiavi Oggettistica

via Maragliano Firenze, via Bellini 17/R angolo a.it viol tino .pat www 096 /361 Tel. 055

Via Ho Chi Min, 27/29 Santa Croce sull’Arno (PI) Tel. 3898764019


Segue dalla prima e Montella spiega con ragione che il discorso vale anche per quelli che precedono i viola in classifica. Quindi, il ritorno dell’Europa League, seppur nella ghiacciaia della Danimarca, risulta opportuno, per non dire strategico. Cosa c’è di migliore di una partita da giocare subito dopo una sconfitta? Non c’è spazio per macerarsi nei pensieri, si va in campo, si cerca di vincere, disintegrando così il pessimo ricordo che invade la mente.  L’Esbjerg è avversario normale, ma da non sottovalutare. Intanto per le condizioni meteo che la Fiorentina troverà giovedì sera e poi perché adesso si comincia a fare sul serio in Europa League. Di contro ci sarà uno stimolo ulteriore: eliminare i danesi non equivarrà soltanto ad un banale passaggio del turno, bensì ad una chance per andare, poi, a sfidare la Juventus negli ottavi. Vuoi mettere che goduria? Il primo obiettivo è stato raggiunto: la finale di Coppa Italia. Il secondo va guadagnato ancora con grande fatica: la finale di Torino è molto lontana, ci sono ostacoli intermedi da saltare. Esbjerg, Juventus e altro ancora...  La Fiorentina si presenta in Danimarca con un curriculum, costruito nella fase a gironi, di grande prestigio: i viola sono imbattuti, con 5 vittorie e un pareggio. Mai nessuna altra squadra italiana, dal 2009-10, cioè la prima stagione di Europa League, era mai riuscita in questa impresa. Un bel biglietto da visita.  Serve una Viola formula Europa: tosta, effervescente, convincente. Può essere anche la giusta occasione per Mario Gomez: sfruttare queste due partite, andata e ritorno, per ritrovare la condizione utile in vista della Juventus. I bianconeri avranno la pratica turca da espletare.  Allora forza, ricominciamo tutti assieme. A Esbjerg ci sarà una visibile rappresentanza di tifosi viola. Sono andati, e andranno, dappertutto. Loro ci credono sempre, la Fiorentina anche. Mario Tenerani

Un letto

è indubbiamente lussuoso ma non è un lusso. Un’esperienza che vi cambierà la vita.

Un letto

Firenze - via Masaccio, 3/R - tel. 055 244054 www.casadelmaterassodilupi.it info@casadelmaterassodilupi.it

Firenze - Via Masaccio 3/r - Tel: 055 244054

www.casadelmaterassodilupi.it - info@.casadelmaterassodilupi.it FUORIGIOCO di DUCCIO MAGNELLI

DIRETTORE RESPONSABILE Mario Tenerani CONSULENTE EDITORIALE Alessandro Rialti EDITORE E PUBBLICITà Salvini Editore srl Via S. Quirico 167 50013 Campi B.zio (Fi) tel. 055.9334666 GRAFICA E IMPAGINAZIONE Chiara Reggiani Alexandra Barbieri STAMPA Galeati Industrie Grafiche srl (Imola) HANNO COLLABORATO Francesca Bandinelli, Giancarlo Carmagnini, Andrea Giannattasio, Duccio Magnelli, Alessandro Latini, Michela Lanza, Fabrizio Paoli, Ruben Lopes Pegna, Cristiano Puccetti, Ubaldo Scanagatta. FOTO Massimo Sestini

è indubbiamente lussuoso ma non è un lusso. Un esperienza che vi cambierà la vita

F

orse questa è la volta che lo fanno per davvero. Parliamo naturalmente del nuovo stadio. Sono solo indiscrezioni, ma visto l’affollamento della tribuna del Franchi contro l’Udinese non si può non pensare che qualcuno non abbia… colto la palla al balzo. Mentre la televisione carrellava sulle affollate poltroncine della tribuna a non pochi di noi − nel nostro malcelato orgoglio di Fiorentini − si è riempito il cuore. Vedere Diego, Andrea Della Valle e Matteo Renzi tutti insieme

UNA TRIBUNA DA VIP (per sognare davvero in grande) è roba da sogno. C’erano anche il vicesindaco e altri soliti noti. Insomma, posti esauriti. Tanto che Mario Gomez è dovuto traslocare in panchina. Logico pensare che i componenti di un tale trust di cervelli si siano messi a parlare del nuovo stadio. Come ciò possa essere stato possibile rimane un mistero, almeno per le persone “normali”, quelle che guardano le partite dagli spalti. È notorio infatti che iniziare una qualsiasi conversazione allo stadio

è impresa difficilissima. Soprattutto quando si è in prossimità di una partita importante come quella dello scorso martedì. Ma evidentemente non possiamo non credere alle notizie diffuse dai giornali. Non sappiamo quando, non sappiamo dove (magari al bar?), ma i fratelli Tod’s e l’allora sindaco di Firenze hanno parlato della costruzione del nuovo stadio. Probabile che Diego e Andrea, fiutata l’aria, abbiano deciso di affrontare l’argomento soprattutto

perché da adesso in poi Renzi − ormai avviato verso i piani alti della politica − potrebbe diventare irreperibile. E quindi tra un gol e l’altro o davanti a una tazza di caffè hanno (forse) trovato l’accordo per la costruzione del nuovo stadio. Pare anche che dietro ci siano dei nuovi soci (cinesi, si dice) pronti a mettere mano al portafoglio per aiutare la proprietà viola. Queste sono solo illazioni naturalmente. L’importante è che, visti i risultati dell’Inter, non si cerchino

soci indonesiani. In tal caso meglio qualche centro commerciale in meno e fare da soli. Pare quindi che il vecchio caro Franchi debba chiudere i battenti. Anche se potrebbe ancora fare in tempo a vedere uno scudetto o magari una coppa Italia o un’Europa League portate in mezzo al campo come in quella notte di maggio di tanti anni fa. In ogni caso ci mancherà. E forse il suo gioioso caos mancherà anche a coloro che oggi si arrabbiano per la mancanza di parcheggio, per la confusione, per il traffico. Tornerà il silenzio, al Campo di Marte. Ma quella tribuna da vip… non la dimenticheremo mai.


Il brivido sportivo n 07 del 19 febbraio 2014