Page 1

anno

Fondato nel 1927

Motori Per Passione

87 - n. 08 - 28 febbraio 2013

COPIA OMAGGIO

iL NUMERO

LE STADIO A I C E P S

Via Di Carraia, 24 - Firenze (FI)

Tel. 055 374249 www.autostorefirenze.it

DELLE SiGARETTE ELETTRONiCHE !!! Vieni a troVarci e troVerai la soluzione che fa per te....

Fiorentina - chievo

Fiorentina

Viale dei Mille 42/R - Firenze - 055 5535336

{ L’Esclusiva

Bernardo Corradi:

“Champions? La Fiorentina ha tutte le carte in regola”

da pagina 10

{ L’Intervista

Rebecca Dainelli:

SORPRENDICI (ancora)

“Appena Firenze chiama, noi torniamo” da pagina 12

{ L’Esclusiva

Eugenio giani:

“il nuovo stadio? ora Sono più ottimista” da pagina 14

ACQUISTO IN CONTANTI

OrO USATO

ACQUISTO IN CONTANTI

PIAZZA DELLA CHIESA, 4 Sesto Fiorentino (Fi) Tel 055 444153

ORO USATO

VIA BOCCHERINI, 5 Firenze cell 338 4483467

Per una spesa minima su abbigliamento donna rzo di 300 euro entro il 9 ma

in regalo

+ 1 settimana a Marilleva so 1 settimana Costa Paradi sone - Sardegna - per 4 per

continuano i

saldi SU TUTTA LA MERCE

Piazza della Chiesa, 4 Sesto Fiorentino (Fi)

Tel. 055 444153 - cell.338 4483467 orari: Lunedì 15.30 - 19.30, Sabato 09.00 - 13.00 Da Martedì a Venerdì 09.00-12.30 / 15.30 - 19.30

Vieni a trovarci potrai visitare anche il nostro reparto bambino/junior Via Benedetto Marcello, 39 Firenze - 055 331156


ZERO SPESE, ZERO BOLLI, TUTTO INCLUSO Internet Banking Carta bancomat Domiciliazione utenze Operazioni illimitate Carnet assegni


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

L’Editoriale

3

Fiorentina - Chievo

È UNA FIORENTINA ANCORA DISCONTINUA

MA INTANTO DIFENDIAMO IL FORTINO FRANCHI

di AlessaNDRO RIALTI

L

a chiarezza prima di tutto: questa stagione, quella della rifondazione viola, doveva per prima cosa riportare il calcio al Franchi. Questa era stata l’indicazione data dai fratelli Della Valle e questa la prima richiesta da parte della

gente. Il gioco prima di tutto e quando si riparte indicando nel gioco lo spettacolo è ovvio che si metta, seppur parzialmente, il risultato finale un attimo in secondo piano. Ma, ripetiamo, chiarezza prima di tutto: è anche vero che oltre al gioco i patron viola avevano indicato nel ritorno in Europa il secondo step della stagione. Gioco, divertimento, crescita e possibilmente l’area dell’Europa League. Un progetto come questo, o, se preferite, una programmazione di questo tenore non può non mettere in conto intoppi e difficoltà. Per la verità alla Fiorentina quest’anno sembra che tutto vada un po’ controcorrente. Doveva essere difficilissimo partire forte con una squadra completamente rinnovata ed ecco che invece Montella e company sono partiti a mille volando ben oltre la gran parte delle linee nemiche. Poi, si diceva, sarà nella seconda parte della stagione che il lavoro del tecnico napoletano e dei suoi collaboratori riuscirà a dare l’impulso giusto per crescere e salire nel rendimento e nella classifica. Invece è

Direttore responsabile Michela Lanza Consulente editoriale Alessandro Rialti

Editore e pubblicità Salvini Editore srl Redazione redazione@brividosportivo.it

successo, o sta per adesso succedendo, esattamente l’opposto. Cosicché dopo il gran bel girone di andata le ambizioni sono progressivamente lievitate e quello che in partenza appariva difficile ma importante (gioco e Europa League) ha lasciato il posto alla convinzione che si potesse, anzi si dovesse volare addirittura in Champions. Comprensibile, d’altra parte sanno tutti che l’appetito vien mangiando. Ma adesso la situazione si è fatta un po’ più difficile, i viola strapazzano l’Inter e malamente perdono a Bologna. Insomma c’è qualcosa di discontinuo che non fa apprezzare fino in fondo la crescita che comunque è sotto gli occhi di tutti. È quindi il momento di... calma e gesso. La prima cosa da difendere assolutamente è il Franchi. Vi ricordate quello che succedeva ai tempi di Cesare Prandelli? Gli anni del... fortino per poi imparare a essere grandi anche in trasferta? Ieri come allora il problema principale è la personalità. Allora c’era un Toni giovane, c’era Frey, c’era poi Mutu, ma c’erano anche Liverani e Jørgensen. Grafica e impaginazione grafica@brividosportivo.it Stampa Galeati Industrie Grafiche srl (Imola)

Ali D’oriente Centro Benessere

Vieni a provare il Massaggio Romantico

SCONTO DI 5€

SU TUTTI I NOSTRI TRATTAMENTI non cumulabile Tel. 331 1018219 - ORARI 10.00/23.00 Via Fra Diamante 2/r - FI (zona Legnaia) Ora c’è una bella squadra che fa pernio su Pizarro (quando c’è), su Borja Valero e Aquilani ma è all’intero gruppo che ancora manca davvero l’anima d’acciaio di quei gruppi che possono vincere sempre ovunque. Ma oggi come allora c’è il Franchi. Impariamo intanto a difendere il... fortino, teniamo botta in casa e pian piano verranno anche i giorni delle grandi trasferte. Per crescere è necessario non avere fretta e avere una... tana nella quale potersi difendere. Il progetto di squadra che è iniziato nel luglio scorso ha bisogno di pazienza e di tempo. Vinciamo con il Chievo e la classifica resterà comunque importante e in grado di parlare una lingua internazionale.   

Foto La Presse Hanno collaborato Francesca Bandinelli, Andrea Giannattasio, Michela Lanza, Alessandro Latini,

GAME LIFE

Duccio Magnelli, Tommaso Mattei, Ruben Lopes Pegna Federico Pettini, Alessandro Rialti, Mario Tenerani, Federico Pettini, Giampiero Tosi.


4

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Stagione Viola

Fiorentina - Chievo

L’attaccante serbo a Bologna ha battuto il suo record di gol in A: una maturazione che fa ben sperare

Finalmente Adem Ljajic sta dimostrando

DI CHE PASTA È FATTO

di Michela Lanza

è

andata così, ancora una volta. Quando si è presentata l’occasione ghiotta, la possibilità di agganciare una posizione di classifica importante, quando dopo aver assistito ai risultati degli altri c’era la necessità di ottenere i tre punti, la Fioren-

metti a

tina non è riuscita a farlo. Non è riuscita a portare in porto un risultato, non approfittando mai dei ‘favori’ degli avversari. Un po’ come il Napoli sta perdendo la possibilità di vincere il suo terzo scudetto proprio per lo stesso motivo, proprio per le troppe occasioni gettate al vento, così la squadra di Montella sta vanificando

la chance di centrare subito un clamoroso terzo posto, dopo un girone d’andata da scudetto. Evidentemente le manca ancora qualcosa sotto il profilo della personalità (soprattutto in trasferta, visto che il cammino in casa è ai livelli di quello della Juventus prima della classe) e della convinzione. Evidentemente deve compiere la sua definitiva maturazione, rendendo uguali a quelle casalinghe anche   le gare lontane dalle mura amiche e non solo sotto l’aspetto del gioco. Ma sarebbe stupido, molto stupido, oggi, puntare il dito sull’allenatore come se adesso, dopo esser stato

riamo sostenere questa squadra (in tutti i suoi uomini) fino all’ultima giornata di campionato, con la speranza che questa stagione sia solo l’inizio di un lungo corso, di una lunga favola chiamata Fiorentina. Favola come quella che sta (finalmente) vivendo il giovane serbo. Che bello vederlo sbocciare così! Che bello vedere che le sue qualità stanno venendo fuori. Che bello, soprattutto, sentire i commenti entusiasti dei giornalisti di Bologna davanti al suo giovane talento, inespresso fino a poco tempo fa. Evidentemente Ljajic sta crescendo. Maturando. Acquisendo consape-

nuovo

Il coupon dà diritto ad un lavaggio esterno a mano e accurata pulizia interna

FIOR

toia a aru la tru isparm itaglia e

offerta valida fino al 31/03/2013

furbo e scaltro contro l’Inter, fosse diventato bamboccio e impreparato al Dall’Ara. Farlo passare da ‘grande allenatore’ a ‘scarso’ sarebbe ingiusto e ingeneroso. Anche perché ha fatto i suoi errori, sì, il tecnico napoletano, ma grazie al suo lavoro ha fatto anche altre cose: 1) ha dato un bel gioco alla squadra in poco tempo; 2) ha fatto divertire la gente sugli spalti; 3) ha fatto crescere alcuni elementi importanti della rosa. Come per esempio Adem Ljajic, il miglior Ljajic visto per adesso a Firenze. TALENTO SBOCCIATO. Noi del  Brivido Sportivo prefe-

€ 14 anzichè € 25 ,90 medie/sw € 19 anzichè € 30 ,90 suv € 24 anzichè € 35 piccole

con omaggioe igienizzazion GARAGE DELFINO

,90

telefona!!

..per fissare il tuo appuntamento e ricordati di consegnare il coupon alla cassa

via Novelli, 17 - Firenze Tel. 055 6541076

di

PANE

Biscotti di Prato Pasticceria produzione propria Guanciale lievitazione naturale Bozza pratese - Pane integrale Prime macine

Grassina

Via Costa al Rosso 28/32

055 640480


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013 volezza nei propri mezzi. Certo, due partite non bastano per definirlo ‘definitivamente sbocciato’, ma di sicuro sono un bel biglietto da visita per il futuro. E di sicuro i tre gol segnati nelle ultime due partite giocate (da titolare) non sono un caso: significa che quella lucidità che mancava prima davanti alla porta e che è stata fonte di critiche nei suoi confronti, adesso c’è. E non sono un caso neanche i suoi dribbling, la sua voglia, il suo essere imprevedibile. E pure l’aver imparato a proteggere palla mettendosi col corpo davanti ad essa, a reggere l’urto degli avversari. Si vede che in questi ultimi mesi ha lavorato di più e bene, stimolato da un allenatore, Montella, che in quel di Moena ha bloccato la sua cessione (quando questa sembrava inevitabile) per valutarlo personalmente, per toccare con mano le sue qualità ma anche per verificare la sua ricettività. Voleva capire se aveva il carattere e la testa giusta per lavorarci insieme. Evidentemente, nonostante Ljajic non sia un tipino facile, le risposte che ha avuto il tecnico viola dal giocatore in ritiro gli hanno fatto credere

5

Fiorentina - Chievo

che tutto, col serbo, fosse possibile. RECORD PERSONALE. E intanto dopo aver segnato la sua prima doppietta ormai quasi due settimane fa Franchi contro l’Inter, al Dall’Ara, nonostante la bruciante sconfitta, Ljajic ha segnato il suo 4° gol in A in 18 presenze (in questa stagione), battendo già il suo record di segnature in un campionato in viola (aveva fatto 3 reti in 26 partite nella stagione 2010-11 con Mihajlovic in panchina). Solo con la maglia del Partizan, nella stagione 2008-09, quella del suo esordio nel calcio professionistico, Adem ha segnato di più: 5 gol. Ma in Italia può già brindare al suo primo piccolo record personale. Che va ad aggiungersi ad un secondo primato (sempre limitato per adesso al campionato nostrano): non gli era mai successo di fare gol in due gare consecutive (ha segnato una doppietta agli uomini di Stramaccioni alla 25ª giornata e un gol a Bologna alla 26ª). Cosa, invece, che gli era già successa nel campionato serbo, quando addirittura era andato a segno (sempre nella stagione 2008-09) per tre partite consecutive, dalla

27ª alla 29ª  giornata comprese. Insomma, è un Adem Ljajic in crescita. E questo non può

che far piacere a chi ha sempre creduto in lui, non può che essere un toccasana per

un reparto offensivo, quello viola, che ogni tanto si trova in difficoltà davanti alla porta.

ECCO I GOL DI LJAJIC IN CAMPIONATO (SERBO E ITALIANO) STAGIONE 2008-09: 5 gol in 24 presenze CLUB DATA GIORNATA Partizan 23-nov-08 14ª Partizan 06-dic-08 16ª Partizan 23-apr-09 27ª Partizan 26-apr-09 28ª Partizan 03-mag-09 29ª

AVVERSARIO OFK Beograd Rad Borac Čačak OFK Beograd Hajduk Kula

RISULTATO 5-1 1-1 2-0 4-1 2-1

GOL 1 1 1 1 1

STAGIONE 2009-10: 4 gol in 14 presenze CLUB DATA GIORNATA Partizan 15-ago-09 1ª Partizan 18-ott-09 8ª Partizan 01-nov-09 10ª Partizan 06-dic-09 14ª

AVVERSARIO Borac Čačak Jagodina Napredak OFK Beograd

RISULTATO 5-0 3-0 3-1 3-0

GOL 1 1 1 1

STAGIONE 2010-11: 3 gol in 26 presenze DATA GIORNATA PARTITA 18-set-10 3ª Fiorentina-Lazio 26-set-10 5ª Fiorentina-Parma 09-gen-11 19ª Fiorentina-Brescia

RISULTATO 1-2 2-0 3-2

GOL 1 1 1

STAGIONE 2011-12: 1 gol in 15 presenze DATA GIORNATA PARTITA 01-apr-12 30ª Fiorentina-Chievo

RISULTATO 1-2

GOL 1

STAGIONE 2012-13: 4 gol in 18 presenze DATA GIORNATA PARTITA 28-ott-12 9ª Fiorentina-Lazio 17-feb-13 25ª Fiorentina-Inter 26-feb-13 26ª Bologna-Fiorentina

RISULTATO 2-0 4-1 2-1

GOL 1 2 1

BELLAUTO di Bellucci Guido

CENTRO REVISIONI

Bilance e affettatrici di qualità

Officina Autorizzata Fiat Via G. La Pira, 28/30 - 50058 Signa (FI) tel. 055 873 5314


6

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fiorentina - Chievo

Fiorentina double face: bella in casa, fragile fuori

Appunti di Viaggio

di Mario Tenerani

A

12 giornate dalla fine il quadro è sufficientemente chiaro: ci sono segnali inequivocabili che dimostrano come la Fiorentina sia bella in casa e fragile in trasferta. Indicatori che

spiegano che la squadra di Montella ha fatto molto, ma altrettanto dovrà fare per diventare una formazione robusta, in grado di lottare per traguardi importanti. La crescita passa attraverso la continuità e quest’ultima si

ottiene fornendo un rendimento costante a prescindere dallo stadio in cui si gioca. La Fiorentina, purtroppo, ha un deficit di personalità, sono i numeri a inchiodarla alle sue responsabilità: su 42 punti totali ottenuti fino ad oggi, 30 sono arrivati al Franchi e soltanto 12 lontano a Firenze. E ancora: nelle ultime 4 trasferte zero punti raccolti. Tutto questo vorrà dire qualcosa oppure no? Bologna è la cartina tornasole di una Fiorentina double face, con l’aggravante che questa caduta si è materializzata subito dopo la goleada rifilata all’Inter. Una vittoria che ha prodotto tonnellate di miele. Un’ondata di dolcezza che ha finito col frastornare i viola.  Eppure la Fiorentina non è una squadra giovanissima: l’età media è di 25 anni, dunque l’esperienza non dovrebbe mancare. Inoltre ci sono

Via R. Fucini, 1 - Scandicci (Fi)

Tel. 055 2578289 - www.nelsoleag.it

Tende da Sole • peRgolaTi in legno zanzaRieRe • aRRedo giaRdino

giocatori di profilo internazionale, ma evidentemente tutto ciò non basta a regalare, ancora, una mentalità vincente ai viola. Le grandi squadre non si costruiscono in un giorno o in pochi mesi, forse servono anni. Ci vuole pazienza, è vero, ma certi processi di crescita con buona volontà e attenzione si possono anche accelerare. Non tutte le sconfitte fuori casa sono arrivate per colpa dei viola: a Udine l’arbitro ci ha messo del suo, a Torino con la Juventus l’avversario era troppo forte, a Catania ha influito anche la sfortuna. Ma in generale quando gli incidenti di percorso si riproducono significa che il meccanismo non è ancora oleato.  A Bologna la Fiorentina ha iniziato bene, fallendo anche gol clamorosi come l’errore di Cuadrado a tre metri dalla porta, ma già nella parte fi-

nale del primo tempo i viola si sono abbassati regalando campo ai rossoblu. Sbaglio riproposto nella ripresa. È mancato quel piglio nel proporre gioco, sempre presente invece nelle gare al Franchi. Il Bologna ha una cifra tecnica inferiore alla Fiorentina, ma quando gli uomini di Pioli hanno capito di avere di fronte un gruppo che non aveva voglia di affondare o peggio ancora di chiudere con la giusta cattiveria la partita, sono andati all’assalto. Niente è perduto per l’Europa: molti scontri diretti sorridono ai viola, mentre altri la Fiorentina potrà giocarseli al Franchi, però Montella dovrà lavorare sul temperamento del collettivo. Questo è il problema da risolvere prima che si trasformi in un limite endemico. Siamo convinti che ci riuscirà, ma c’è ancora tanto da lavorare. 


8

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Il Personaggio

Fiorentina - Chievo

Il portiere viola, cercato dal suo ex club anche a gennaio, accolto al Dall’Ara con indifferenza e uno striscione poco amichevole

EMILIANO VIVIANO,

UN RITORNO AMARO A BOLOGNA di AlessaNDRO LATINI

S

e il destino si fosse messo di traverso, la partita tra Bologna e Fiorentina di Emiliano Viviano  poteva essere capovolta. Il portiere fiorentino nel derby dell’Appennino ha difeso la sua porta, quella giusta, ma nel mercato di gennaio è stato ad un passo dal cambiare casacca. Proprio il Bologna lo ha cercato quasi con ‘disperazione’ viste le poche garanzie fornite da Agliardi e Curci. Emiliano ha vacillato, ci ha pensato davvero, poi una serie di concause gli hanno fatto capire che il suo posto era lì, a difendere la porta della Fiorentina con la Fiesole die-

tro le spalle. Neto che non convinceva (a proposito, il Bologna ci ha provato fino alla fine anche con lui), Pradè che voleva continuare a fargli vivere questo sogno e l’assicurazione, arrivata puntuale da Montella, che nei suoi confronti non c’era nessuna preclusione. Sono stati questi i motivi che lo hanno spinto a disfare le valigie. Lui che non voleva rappresentare un problema per la squadra del suo cuore era pronto a farsi da parte, ma in una sorta di ‘Sliding doors’ della sua carriera Emiliano ha perso il treno verso Bologna. E forse è stato meglio così. ANNI BUONI. Eppure lui a Bologna ci è stato e bene.

Proprio in Emilia ha dimostrato al mondo intero di che pasta è fatto. Dal 2009 al 2011 ha vissuto gli anni migliori della carriera, quelli in cui ha subito diversi gol, è vero, ma aveva l’opportunità di esaltarsi in qualsiasi partita. La verità di Emiliano è quella dei portieri delle grandi squadre: se giochi nel Bologna e ti tirano contro una serie infinita di palloni hai la possibilità di fare bella figura anche se prendi due gol a partita, se giochi nella Fiorentina e non ti tirano mai in porta, quando prendi gol fai la figura del pollo. Ragionamento che non fa una grinza e forse è riassumibile in questo concetto ogni valutazione tec-


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013 nica sul portiere. Il Viviano di Bologna era sollecitato praticamente sempre nel corso della partita, il Viviano che difende la porta della Fiorentina lo è un po’ meno. Inoltre, ma questo è un dato impossibile da dimenticare soprattutto per lui, a Bologna non aveva ancora conosciuto il dolore del grave

9

Fiorentina - Chievo

infortunio al legamento del ginocchio, che ovviamente gli ha fatto perdere nel corso del tempo un po’ di esplosività e reattività. Emiliano dunque ha respinto con forza l’addio alla Fiorentina e finalmente (è proprio il caso di dirlo, visto il rinvio della partita per maltempo prevista per domenica)

martedì sera è tornato al Dall’Ara e questa volta il derby dell’Appennino lo ha giocato con la maglia giusta, lui che in carriera a Bologna ne aveva già giocati due, entrambi difendendo la porta rossoblu. Il primo non lo dimenticherà mai, perché ha coinciso con il suo debutto in serie A (22 agosto

2009, 1-1 il finale con i gol di Osvaldo e Mutu) a cui ha fatto seguito un altro pareggio per 1-1 nel 2011, firmato da Di Vaio e Santana. BRUTTO SALUTO. Il ritorno nella città che lo ha lanciato se lo aspettava e lo sperava diverso, sia a livello di risultato che di accoglienza. All’inizio del match è parso

un po’ emozionato e titubante, con un’uscita avventata che poteva costare cara alla Fiorentina. L’indifferenza generale del pubblico lo ha aiutato a vivere una serata tranquilla e sui gol dei padroni di casa poteva fare ben poco. Una piccolissima soddisfazione personale se l’è tolta nel confronto diretto con Gilardino, visto che nel finale del primo tempo gli ha negato la gioia del gol contro la sua ex squadra. Ma come dice spesso Emiliano è meglio che lui faccia una papera e la Fiorentina vinca, piuttosto che lui faccia belle parate ma la squadra viola esca sconfitta. Il ‘saluto’, se così vogliamo chiamarlo, dei tifosi del Bologna è arrivato al termine della partita, quando in curva ‘Giacomo Bulgarelli’ (già curva ‘Andrea Costa’) è stato srotolato uno striscione dal contenuto poco amichevole: “Viviano viola di m....”. Le due grandi stagioni in maglia rossoblu non sono dunque bastate per entrare nel cuore del tifo organizzato. O forse i supporter felsinei non hanno gradito il ‘no grazie’ del portiere nel recentissimo mercato di gennaio.

TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI - 200 ALIMENTI TESTATI - SENZA PRELIEVO DI SANGUE - RISPOSTA IMMEDIATA - NON INVASIVO Conoscere le proprie intolleranze alimentari può aiutare a risolvere fastidiosi problemi come: SOVRAPPESO,PROBLEMI INTESTINALI, GONFIORE,CELLULITE,EMICRANIA, SCARSA CONCENTRAZIONE.

a GRASSINA

Via chiantigiana, 106 - 108 Grassina Bagno a Ripoli 50015 Tel. e Fax 055 - 6461239 e-mail: edicolandia@virgilio.it Logo_Balloon_emotion.pdf

1

10/03/11

16.31

C

M

Il test è ottenuto tramite le più sensibili ed innovative apparecchiature bioelettriche Otitester 2 (OTI Omeotossicologici e FD Super Diagnostic (Medical B.I.) e ci permette di conoscere gli alimenti a cui siamo intolleranti utilizzando metodologia E.A.V.

costo 70€ pensionati e studenti 50€ Studio Intolleranze Alimentari Carta info e prenotazioni +39 3897905763 testalimentarifirenze@gmail.com www.intolleranzealimentaricarta.com

Y

CM

MY

CY

CMY

K

dia

Edicolan

Cartoleria - Libri scolastici - Edicola PALLONCINI per le vostre feste e BOMBONIERE vieni a trovarci...!!!


10

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

L’Esclusiva

Fiorentina - Chievo

Esclusiva con l’attaccante che con la maglia del Chievo ha fatto decollare la sua lunga carriera

Corradi: “Champions? La Fiorentina ha tutte le carte in regola” di Tommaso Mattei

U

na compagna bellissima, la contrada del Bruco nel cuore e tanti incroci con Firenze. Stiamo parlando

di Bernardo Corradi, senese di nascita e con una carriera segnata da tappe importanti come Valencia, Milano e Manchester. Il giovane Bernardo inizia

la carriera girovagando in diverse squadre di serie C. Si mette in luce nella Fidelis Andria in serie B, per poi passare l’anno dopo al Cagliari: con i rossoblù fa il suo esordio in serie A il 30 agosto del 1999 in LazioCagliari 2-1. Gli anni felici sono altri però: l’esplosione arriva con il Chievo, prossima avversaria della Fiorentina, nel quale milita

VIALE TOGLIATTI -137 TEL. 0554207393 Sesto Fiorentino

SCOMMESSE SPORTIVE SALA GIOCHI VIRTUAL GAME

dal 2000 al 2002, poi l’Inter, la Lazio, la Liga, la Premier, il Canada e nel mezzo altre piazze come Parma, Udine e Reggio Calabria. Insomma uno che ne ha tante da raccontare e che lo fa in questa intervista esclusiva rilasciata al Brivido Sportivo. Corradi, lei ha giocato con Corini ai tempi di Verona. Cosa pensa di lui?

«Un grande. Come calciatore era veramente uno che in campo si faceva sentire. La sua è stata una carriera importante. Già quando era in mezzo al campo si capiva che era uno predisposto ad un futuro da tecnico. Come si dice: era un allenatore in campo. È partito da Portogruaro dove non ha avuto fortuna anche a


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013 causa di vicende societarie, poi Crotone, Frosinone e adesso Verona, dove credo stia facendo bene anche se non posso entrare nello specifico visto che non l’ho mai visto allenare. Nel Chievo, tra le altre cose, nel suo staff c’è anche Lanna che è stato un altro

11

Fiorentina - Chievo

mio compagno di squadra. Insomma c’è un bel pezzo del mio Chievo…». Secondo lei la Fiorentina è da Champions League, visto che la classifica è tornata a sorridere ai viola? «Secondo me sì. Ha giocatori importanti che

hanno avuto una grande crescita, vedi ad esempio i giovani. Soprattutto è stata impressionante la capacità che hanno avuto tutti (giovani e no) di trovare subito la giusta intesa visto che i nuovi erano davvero tanti. Poi c’è Borja Valero, un giocatore incre-

dibile, che io conosco dai tempi della Liga. È bravissimo. Insomma sì, è in corsa ed ha le carte in regola per provare a centrare una qualificazione in Champions». E invece riguardo a Montella qual è il suo parere? «Montella si merita tutte le lodi che sta ricevendo in questo periodo. Aveva fatto bene a Catania e secondo me anche a Roma ma adesso a Firenze sta davvero impressionando. Io parlo da addetto ai lavori e nell’ambiente del calcio è uno di cui si parla molto bene». Cosa intende Corradi quando dice “Parlo da addetto ai lavori” e “è uno di cui si parla molto bene”? «Le voci di spogliatoio, per uno che è ancora nell’ambiente, corrono. E quando senti solo complimenti anche da chi magari non gioca mai, fai presto a capire che è un allenatore ben voluto». Concorda sul fatto che

il calcio di Montella sia molto spagnolo? Lei peraltro ha conosciuto il campionato iberico... «È vero, il calcio di Montella è molto ‘rischioso’ come quello spagnolo. Mi spiego. Quando proponi calcio e cerchi sempre di imporre le tue idee sulle altre squadre, rischi di soffrire dietro, in difesa. Ci sono pro e contro e allora devi saperti abituare al suo calcio e al fatto che nel reparto difensivo si corrano dei rischi». In attacco la Fiorentina sembra aver ridato fiducia a Ljajic ai danni di Toni. «Se una squadra vuole competere per la Champions non può avere una sola soluzione in attacco. Fino a qualche giorno fa Luca Toni aveva fatto benissimo, adesso si sta rilanciando Ljajic. Poi c’è sempre Jovetic che ha fatto molto bene. È giusto che ci sia alternanza e che la Fiorentina abbia più possibilità in attacco».

! a i ? r ! ? e P z e u z b?! O una nav Pi

P I Z Z E R I A S PA G H E T T E R I A P U B Via Aretina 139 R - tel. 055.6504320


12 L’Esclusiva di Tommaso Mattei

F

irenze, si sa, resta nel cuore, soprattutto per chi l’ha vissuta per cinque anni e mezzo, per chi ha visto nascere e crescere l’amore e per chi ha anche coronato il sogno di una vita, quello di sposarsi proprio all’ombra del cupolone. Rebecca Vinci e Dario Dainelli, hanno iniziato a volersi bene proprio a Firenze, mentre l’ex capitano della Fiorentina stava vivendo uno dei suoi momenti più belli in maglia viola. La bellissima Rebecca (empolese di Vinci), finalista a Miss Italia nel 2004, e moglie di Dainelli dal 30 maggio del 2011 si è raccontata, e ha raccontato Dario, in esclusiva al Brivido Sportivo. Del resto quella contro la Fiorentina, per Dainelli, non potrà mai essere una partita normale. Partiamo dal ritrovare la Fiorentina… Che effetto farà a lei e a Dario, toscani doc? «Ovviamente non sarà una partita come le altre. Tutte le volte che lo vedo giocare ‘dall’altra parte’ mi fa un certo effetto. Dentro di me però c’è sempre la speranza di vederlo

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fiorentina - Chievo

Intervista con la moglie dell’ex capitano viola, oggi al Chievo Verona

Rebecca Dainelli: “Appena Firenze chiama, noi torniamo” tornare ad indossare la maglia viola». Le chiedo, Rebecca, come si trova la famiglia Dainelli a Verona? «Bene! Verona è una bellissima città, molto simile a Firenze sotto certi aspetti. Purtroppo però siamo lontani da casa e sentiamo molto la mancanza delle nostre famiglie e dei nostri amici». Qualche settimana fa Dario ha dichiarato che la Fiorentina durante la scorsa estate lo aveva ricercato. Come

sono trascorsi quei giorni di riflessione per la vostra famiglia? «Purtroppo ci erano giunte soltanto delle voci, ma niente di concreto. Probabilmente, se la Fiorentina lo avesse cercato realmente, adesso Dario non giocherebbe a Verona». Come mai avete deciso di restare a Verona? «Come ho già detto non ci sono stati altri contatti. Dario si era trovato bene con il Chievo e ha deciso di restare».

Vi piacerebbe comunque tornare a Firenze? «Come potrei dire di no! Per noi significherebbe tornare a casa. Sarebbe un sogno». Uscendo un attimo dal calcio, qual è il pregio più importante di Dario? «È altruista e generoso». E un difetto che lei non sopporta? «È troppo ansioso e preciso!». Come papà come se la cava Dario? «È bravissimo! Si è sempre occupato di entrambi i bambini fin da piccolissimi, nel cambiarli, farli mangiare o metterli a letto. E adesso che Ettore ha iniziato l’asilo, tutte le mattine lo accompagna. Sinceramente è molto più bravo di me. È lui che sa far rispettare le regole, io sono

troppo permissiva». C’è un regalo che le ha fatto Dario al quale è molto affezionata? «Tutti i biglietti che mi ha scritto ogni volta che mi ha fatto un regalo. Riescono sempre a farmi commuovere, anche quando li rileggo a distanza di tempo…». Come trascorrete il tempo libero a Verona? «Di solito ne approfittiamo per andare in giro per il centro e pranzare fuori». Per chiudere, tornando al calcio, cosa augura a Dario per la sua carriera? «Gli auguro che sia ancora lunga, che possa giocare sempre al massimo delle sue qualità e magari tornare anche ad indossare la maglia viola!».


14

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fiorentina - Chievo

L’Esclusiva Il presidente del Consiglio comunale fa il punto su uno dei temi più dibattuti tra i tifosi invocando cautela ma non solo di ANDREA GIANNATTASIO

è

l’argomento più incandescente degli ultimi mesi, quello su cui tutti i fiorentini si interrogano giornalmente. Un sogno che sperano di vedere presto realizzato. Lo stadio nuovo alla Mercafir, ancor prima delle prospettive europee della Fiorentina, sta diventando davvero il tema più dibattuto tra tutti i tifosi viola, che dopo mesi di apparente immobilismo vedono finalmente crescere di giorno in giorno l’ottimismo per la realizzazione di un’opera davvero imponente per Firenze, un progetto che garantirebbe

a tutta la città un impianto moderno, funzionale e all’avanguardia con gli standard europei. Per fare il punto della situazione su questo ambizioso disegno il presidente del Consiglio comunale di Firenze Eugenio Giani - membro anche del Cda della Fiorentina – ha parlato in esclusiva con il  Brivido Sportivo, facendo chiarezza sulle ultime novità. Presidente Giani, a che punto è la trattativa con la Fiorentina per la possibile realizzazione del nuovo stadio? «Quella di questi giorni è una fase in cui stiamo vagliando ancora una serie


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

15

Fiorentina - Chievo

Giani: “il nuovo stadio? Sono più ottimista ora di qualche mese fa” di ipotesi, tutte molto generiche. Non dobbiamo creare facili aspettative tra i tifosi viola, che potrebbero anche rimanere delusi. Ricordiamoci che stiamo parlando di un’idea di cui a Firenze si parla da oltre quindici anni, un tempo davvero lungo. Adesso le possibilità ci sono, molto più di quante ce ne fossero prima. Ma andiamoci coi piedi di piombo». Passi in avanti, comunque, ce ne sono stati. «Recentemente ci sono stati vari incontri con numerosi tecnici del Comune ed alcuni responsabili della Fiorentina che hanno manifestato tutto il loro se pur

embrionale interesse per l’edificazione del progetto in questa area». Quali potrebbero essere le opportunità più importanti con lo stadio nuovo? «Innanzi tutto dobbiamo specificare che l’eventuale costruzione dell’impianto e di tutte le aree commerciali connesse rappresenta un progetto non a carico dell’ente pubblico, ma basato su un project financing. Questo non graverebbe pertanto sulle casse dei cittadini né su quelle del Comune». Quando crede che sia avvenuta la svolta più importante in questo progetto?

«Sicuramente dopo Natale, quando la Fiorentina - grazie ai brillanti risultati sul campo - è tornata ad alti livelli in campionato ed ha definitivamente riacceso l’entusiasmo dei tifosi e della proprietà, che pure non era mai mancato». C’entra qualcosa il ritorno di Diego Della Valle al Franchi? «No, personalmente non credo che il ritorno di Diego abbia dato una svolta determinante alla questione-stadio. La Fiorentina aveva mostrato interesse anche in precedenza». Le capita mai di dover rispondere alle domande dei tifosi che le chiedono

dello stadio nuovo? «I tifosi sanno molto bene quali potranno essere le caratteristiche del nuovo impianto perché nelle recenti assemblee pubbliche realizzate dal Comune sono accorsi in massa per capire l’idea per la rivalutazione dell’area Mercafir del sindaco Renzi». Quanto potrebbe essere utile una legge sugli stadi da parte del nuovo governo? «Sarebbe molto utile, soprattutto perché semplificherebbe tutte le procedure: con una serie di norme diverse il rapporto tra la Fiorentina ed il Comune, ad esempio, potrebbe essere

diretto e non ci sarebbe bisogno della formula del project financing». Concludiamo con la sua personale impressione: è ottimista sull’esito di questo progetto? «Al momento sono neutro. Sicuramente sono molto più ottimista di quanto lo fossi qualche mese fa, ma non dobbiamo alimentare facili entusiasmi. Il pianostadio deve essere ancora portato avanti nei prossimi giorni. Per adesso godiamoci questa bella Fiorentina ed applaudiamo al rinato feeling tra la squadra viola ed il suo pubblico. Poi ci sarà tempo anche per lo stadio…».

La salute comincia con il dormire bene Non servono mille parole per dirlo: il riposo fa bene, al corpo e allo spirito, e dormire ne rappresenta il momento più importante. Dormire su materassi vecchi, prodotti con materiali di dubbia, o addirittura mediocre, qualità non fa altro che peggiorare il nostro vivere quotidiano, causando disturbi al nostro organismo. Il risultato è un continuo declino della qualità della vita. Per questo motivo è importante riappropriarsi del proprio tempo e, soprattutto, è importante educarsi a dormire bene.

EMPOLI Via Masini 95/97 Tel: 0571 500403

FIrEnzE Via Masaccio 3/r Tel: 055 244054

www.casadelmaterassodilupi.it info@casadelmaterassodilupi.it


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Tra presente e Futuro di Alessandro rialti

N

on ci può essere una grande squadra se alle spalle non ha un grande stadio. Non ci può essere un sogno di vittoria in campionato se il sogno non può essere sostenuto da una grande struttura cittadina. Non ci può essere il terzo scudetto se dietro non c’è la volontà comune di costruire davvero il trampolino capace di far saltare Montella e i suoi ragazzi fino ai vertici della piramide calcistica. Questo lo sanno molto bene i fratelli Della Valle, che da anni spingono per quello che una volta avevano indicato come il progetto ‘Cittadella dello sport’.  In questa battaglia però alla fine si sono contati solo i ‘morti’: pian piano quella ipotesi è diventata solo la madre di tutte le polemiche e la ‘tomba’ delle antiche speranze. Da qualche mese invece si è fatta avanti un’ipotesi forse meno affascinante ma di sicuro più vicina al successo: parliamo del nuovo stadio di Firenze. Negli ultimi tempi infatti il sin-

17

Fiorentina - Chievo

Non ci può essere

Una grande squadra se alle spalle non ha

Un grande stadio

daco di Firenze Matteo Renzi e l’amministrazione comunale hanno indicato nell’area Mercafir, a nord della città, la possibile collocazione della nuova struttura sportiva. I Della Valle da tempo si sono mossi per capire meglio l’autentica fattibilità di quella strada. E in modo sotterraneo i tecnici di entram-

be le parti hanno iniziato a lavorare per identificare tempi e modi per una possibile ‘operazione-nuovo Franchi’. Ora siamo alla stretta finale, c’è bisogno assolutamente di chiudere per trasformare le ipotesi in una realtà di lavoro. Ci sono tutte le premesse: i proprietari della Fiorentina hanno costru-

ito una squadra che ha il dna giusto per potersi immaginare più forte se non addirittura vincente; la città ha lentamente aperto le porte a questa ipotesi; la gente di Firenze non ha più dubbi e spinge senza alcuna incertezza verso la realizzazione del sogno. Ma i Della Valle non possono a

Emozioni

questo punto fare da soli l’ultima mossa, è necessario che entrambe le parti abbiano il coraggio e la forza di rischiare qualcosa. Lo stadio va fatto e la decisione va presa adesso, per dare forza a quello che sarà il prossimo mercato, per dare sostanza ad una programmazione che vuol davvero portare la Fiorentina in Europa e quindi faccia a faccia con la possibilità di una sfida assoluta ai vertici del calcio. Per questo il nuovo Franchi non è importante, è assolutamente indispensabile. Se la Fiorentina e Firenze non saranno capaci di raggiungere un’intesa definitiva su questo terreno, allora forse davvero i sogni saranno destinati a restare solo sogni.

ia Agenzingle per s poli a Em

Incontri mirati e selezionati, per amicizia, convivenza e matrimonio. Chiama per un Colloquio gratuito Uffici zona stazione.

Alle donne gradita sorpresa!! Tel. 0571.711144 Cel. 331.2083478


Noi siamo VIOLA! 1^ giornata Andata

Ritorno

25/8/2012 0-1 2-0 2-1 2-0 2-0 0-1 0-3 0-3 2-2 0-0

4^ giornata Andata 23/9/2012 1-0 1-1 0-3 0-0 0-2 2-0 0-1 1-1 1-1 2-1

-

Ritorno 3/2/2013

Atalanta-Palermo Bologna-Pescara Cagliari-Roma Catania-Napoli Inter-Siena Juventus-Chievo Lazio-Genoa Parma-Fiorentina Sampdoria-Torino Udinese-Milan

12^ giornata Andata 11/11/2012 3-2 0-0 2-2 2-4 3-2 1-3 2-0 0-0 1-6 1-0

-

Atalanta-Inter Cagliari-Catania Chievo-Udinese Genoa-Napoli Lazio-Roma Milan-Fiorentina Palermo-Sampdoria Parma-Siena Pescara-Juventus Torino-Bologna

26/9/2012 2-1

3-2

0-2

4-2

0-0

0-2 1-2

1-1 2-0

2-1

3-0

2-3

1-0

0-2

1-1

0-0

1-0

1-2

0-0

7/4/2013

Atalanta-Lazio Chievo-Bologna Fiorentina-Udinese Genoa-Cagliari Juventus-Parma Milan-Sampdoria Palermo-Napoli Pescara-Inter Roma-Catania Siena-Torino

5^ giornata Andata

2-1

Ritorno

-

13/01/2013

-

13^ giornata Andata 18/11/2012 3-0 2-1 4-1 2-2 0-0 2-2 2-0 3-1 1-0 2-2

-

1-3

0-4

1-1

1-3

3-2

1-2 1-1

1-3 3-0

0-0

2-1

0-3

2-0

0-2

2-1

0-1

3-0

2-3

1-4

Ritorno

20/1/2013

-

Bologna-Milan Cagliari-Atalanta Catania-Genoa Inter-Roma Lazio-Palermo Napoli-Fiorentina Parma-Chievo Sampdoria-Siena Torino-Pescara Udinese-Juventus

30/9/2012 1-5

1-3

4-0

0-2

1-2

0-0 1-1

2-1 4-1

1-1

2-1

1-1

4-1

1-3

1-1

1-1

0-1

0-1

0-0

14/4/2013

Ritorno

6^ giornata Andata

0-0

Ritorno

Bologna-Palermo Catania-Chievo Fiorentina-Atalanta Inter-Cagliari Juventus-Lazio Napoli-Milan Roma-Torino Sampdoria-Genoa Siena-Pescara Udinese-Parma

2/9/2012

0-2

10/2/2013

Catania-Atalanta Chievo-Inter Fiorentina-Juventus Genoa-Parma Milan-Cagliari Napoli-Lazio Pescara-Palermo Roma-Sampdoria Siena-Bologna Torino-Udinese

2^ giornata Andata

14^ giornata Andata 25/11/2012 0-1 0-1 0-0 3-0 1-0 3-1 1-0 0-1 1-0 2-2

-

1-3

1-1

2-0

2-0

1-3

1-1 2-2

0-1 3-1

1-1

1-1

1-1

2-3

0-1

2-3

2-0

2-2

0-4

0-2

Ritorno

Atalanta-Torino Bologna-Catania Cagliari-Pescara Inter-Fiorentina Juventus-Roma Lazio-Siena Palermo-Chievo Parma-Milan Sampdoria-Napoli Udinese-Genoa

Chievo-Lazio Fiorentina-Catania Genoa-Juventus Milan-Atalanta Napoli-Parma Palermo-Cagliari Pescara-Sampdoria Roma-Bologna Siena-Udinese Torino-Inter

7/10/2012 2-0

0-1

2-1

2-0

1-0

1-4 0-1

1-1 0-1

0-3

2-1

1-1

0-3

1-2

2-0

0-0

1-2

0-1

0-1

21/4/2013

-

Ritorno 27/1/2013

7^ giornata Andata

1-2

Ritorno

Atalanta-Genoa Cagliari-Napoli Chievo-Siena Lazio-Udinese Milan-Juventus Palermo-Catania Parma-Inter Pescara-Roma Sampdoria-Bologna Torino-Fiorentina

16/9/2012

1-2

17/2/2013

-

3^ giornata Andata

-

2-2 2-4 1-0 3-0 2-1 5-1 1-3 4-1

-

1-0 2-1 1-1 0-6 3-3 0-1 2-2

Ritorno

Catania-Parma Chievo-Sampdoria Fiorentina-Bologna Genoa-Palermo Milan-Inter Napoli-Udinese Pescara-Lazio Roma-Atalanta Siena-Juventus Torino-Cagliari

2/12/2012 1-3

1-2 1-1

24/2/2013

15^ giornata Andata 2-1

1-0

2-1 0-2 1-2 0-0 1-1 0-0 0-2 3-2 0-3 3-4

Ritorno 28/4/2013

Bologna-Atalanta Catania-Milan Fiorentina-Sampdoria Genoa-Chievo Inter-Palermo Juventus-Torino Lazio-Parma Napoli-Pescara Siena-Roma Udinese-Cagliari

Camicie sartoriali su misura uomo/donna/bambino Via Pian di Rona, 119/C - Loc. Matassino 50066 Reggello (FI) Tel. 055/8335520 - www.camiceriafiorentina.it


Noi siamo VIOLA!

CREAZIONE

DI

NET SITI INTZEARZIONI E REALIZ

GRAFICHOE DI OGNI TIP

STAMPE A COLORI E B/N RILEGATURA TESI

MATRIMONI CATOLOGHI MENù - POSTER - LOCANDINE

RILEGATURE TERMICHE E METALLICHE VOLANTINI - BROCHURE

MANIFESTI MOUSE PAD PUZZLE - SPILLE - T-SHIRT

BIGLIETTI DA VISTA BUSTE ADESIVI

COMPLETI PER CALCETTO

Firenze Via della Torretta 12 r Tel 055.6236308 copisteriazenden@gmail.com www.zenden23.it

PERSONALIZZAZIONE DI VETRINE E AUTO La classifica 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Juventus Napoli Lazio Milan Inter Fiorentina Catania Roma Udinese Sampdoria*

P 58 52 47 45 44 42 42 40 37 32

in casa g v n 14 10 2 13 9 3 14 10 2 13 9 0 13 7 4 13 9 3 13 9 2 12 6 3 13 7 5 13 6 2

p 2 1 2 4 2 1 2 3 1 5

g 12 13 12 13 13 13 13 14 13 13

in trasferta v n 8 2 6 4 4 3 4 6 6 1 3 3 3 4 6 1 2 5 3 4

p 2 3 5 3 6 7 6 7 6 6

partite totali g v n p 26 18 4 4 26 15 7 4 26 14 5 7 26 13 6 7 26 13 5 8 26 12 6 8 26 12 6 8 26 12 4 10 26 9 10 7 26 9 6 11

Gol f s 53 17 46 21 37 29 45 32 41 34 46 32 34 31 51 47 35 34 33 30

P 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Le soste: oltre a quelle di Natale (non si gioca domenica 30 dicembre, ma si riprende all’Epifania) e Pasqua, ci saranno altri “vuoti domenicali” in occasione degli impegni della Nazionale (9 settembre, 14 ottobre e 24 marzo).

8^ giornata Andata 21/10/2012 2-1 1-0 1-1 2-4 2-0 2-0 3-2 0-0 2-1 1-0

-

Ritorno 3/3/2013

Atalanta-Siena Cagliari-Bologna Chievo-Fiorentina Genoa-Roma Inter-Catania Juventus-Napoli Lazio-Milan Palermo-Torino Parma-Sampdoria Udinese-Pescara

16^ giornata Andata 9/12/2012 2-1 0-0 0-2 2-1 0-1 2-0 2-4 0-2 1-3 2-4

-

Ritorno 5/5/2013

Atalanta-Parma Bologna-Lazio Cagliari-Chievo Inter-Napoli Palermo-Juventus Pescara-Genoa Roma-Fiorentina Sampdoria-Udinese Siena-Catania Torino-Milan

9^ giornata Andata 28/10/2012 1-3 0-1 2-0 1-0 1-0 0-0 2-3 0-1 0-0 1-3

-

Ritorno 10/3/2013

Bologna-Inter Catania-Juventus Fiorentina-Lazio Milan-Genoa Napoli-Chievo Pescara-Atalanta Roma-Udinese Sampdoria-Cagliari Siena-Palermo Torino-Parma

17^ giornata Andata 16/12/2012 3-1 1-0 4-1 1-1 3-0 1-0 4-1 2-3 4-1 1-1

-

Catania-Sampdoria Chievo-Roma Fiorentina-Siena Genoa-Torino Juventus-Atalanta Lazio-Inter Milan-Pescara Napoli-Bologna Parma-Cagliari Udinese-Palermo

Officina VOlpi

• cancelli automatici • finestre • infissi blindati • infissi di alluminio

10^ giornata Andata 31/10/2012 4-2 2-0 0-1 3-2 2-1 1-1 2-2 3-2 2-2

8/5/2013

32 31 31 29 29 27 26 21 21 20

in casa v n

p

g

13 12 13 13 13 13 13 13 13 13

6 5 4 5 5 5 4 6 4 3

2 4 5 3 3 5 6 4 8 4

13 14 13 13 13 13 13 13 13 13

5 3 4 5 5 3 3 3 1 6

in trasferta v n p 2 2 4 3 3 3 2 1 2 0

3 8 3 0 0 2 5 3 2 5

g

8 4 6 10 10 8 6 9 9 8

partite totali v n p

26 26 26 26 26 26 26 26 26 26

8 7 8 8 8 8 6 7 6 3

8 11 7 5 5 5 8 6 3 11

10 8 11 13 13 13 12 13 17 12

Gol f

s

32 32 32 35 26 24 26 27 20 22

35 32 41 36 42 38 37 37 53 39

Penalizzazioni: * -1 punto; ° -2 punti; ◆ -6 punti;

1-0

Ritorno

Parma Torino Cagliari Bologna Chievo Atalanta° Genoa Siena◆ Pescara Palermo

g

-

17/3/2013

Atalanta-Napoli Cagliari-Siena Chievo-Pescara Genoa-Fiorentina Inter-Sampdoria Juventus-Bologna Lazio-Torino Palermo-Milan Parma-Roma Udinese-Catania

18^ giornata Andata 22/12/2012 1-1 1-2 1-3 1-1 0-3 2-1 4-2 0-1 0-2 2-0

-

Ritorno

Ritorno 12/5/2013

Atalanta-Udinese Bologna-Parma Cagliari-Juventus Inter-Genoa Palermo-Fiorentina Pescara-Catania Roma-Milan Sampdoria-Lazio Siena-Napoli Torino-Chievo

11^ giornata Andata 4/11/2012 1-1 4-0 4-1 1-3 5-1 1-1 2-0 4-1 1-2 1-0

-

Bologna-Udinese Catania-Lazio Fiorentina-Cagliari Juventus-Inter Milan-Chievo Napoli-Torino Pescara-Parma Roma-Palermo Sampdoria-Atalanta Siena-Genoa

19^ giornata Andata 6/1/2013 0-0 1-0 0-2 2-0 1-2 2-1 2-1 4-1 2-1 3-0

-

Ritorno 30/3/2013

Ritorno 19/5/2013

Catania-Torino Chievo-Atalanta Fiorentina-Pescara Genoa-Bologna Juventus-Sampdoria Lazio-Cagliari Milan-Siena Napoli-Roma Parma-Palermo Udinese-Inter

Serramenti da generazioni!

• persiane blindate • scale di ferro • vetrate • cancelli di sicurezza

• finestre legno-alluminio • infissi centinati • infissi di ferro • porte tagliafuoco

Via B.Fortini,163/C - Firenze - tel/fax 055 640339 - officinavolpi@virgilio.it


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

21

Fiorentina - Chievo

La Formazione

LE Probabili formazioni Fiorentina - Chievo D ue giorni in meno per preparare la sfida contro il Chievo e Montella dovrà fare i conti con l’assenza per squalifica di un elemento fondamentale come Cuadrado (reduce, tra l’altro, dalla sua peggior partita in maglia viola). Contro gli uomini di Corini, l’Aeroplanino potrebbe essere costretto a tornare al ‘vecchio’ 3-5-2 statico e non ‘elastico’ come quando in campo c’è il colombiano, che consente all’allenatore di passare al 4-3-3 a gara in corso. Una soluzione tattica difficile da contrastare per gli avversari, che talvolta preparano la partita in un modo (come è capitato all’Inter) ma si ritrovano a fare i conti con una Fiorentina disposta diversamente in campo. In porta ci sarà Viviano, mentre in difesa dovrebbero esserci Tomovic (ancora favorito su Roncaglia), Gonzalo Rodriguez e Savic. A sinistra ci sarà capitan Pasqual, mentre a destra Montella potrebbe proporre Romulo al posto dello squalificato Cuadrado. In mediana assisteremo sicuramente al rientro

di Pizarro dopo la squalifica, ed ai suoi lati ci saranno l’imprescindibile Borja Valero ed Aquilani. Difficile in attacco fare a meno di questo Adem Ljajic, che dovrebbe essere ancora una volta il partner di Stevan Jovetic. In ogni caso avanza la sua candidatura anche Luca Toni, che potrebbe entrare in concorrenza con il giovane serbo. Corini, dal canto suo, sembra orientato a confermare il 5-3-2 che lo ha trascinato fuori dalle zone caldissime della classifica e che gli garantisce una buona copertura del campo. In porta ci sarà Puggioni, promosso titolare dopo l’addio di Sorrentino. La folta linea difensiva dovrebbe prevedere Frey, Andreolli, Dainelli, Acerbi e Jokic. A centrocampo Rigoni si piazzerà davanti alla difesa a dettare i tempi del gioco, insieme a lui dovrebbero esserci Guana e Cofie. L’attacco sarà sulle spalle di Thereau e Paloschi.

RISTORANTE PIZZERIA IL GRETO P. REPUBBLICA 5 - LONDA (FI) Tel. 055 8351813 www.ilgreto.it

specializzato in

LAVORI A CALCE RESTAURI CONSERVATIVI

STADIO Artemio Franchi

Via Medici, 10 - San Piero A Sieve (Fi) TEL./FAX +39 055848489 MOB. 347 8103713

ORE 15.00

i.pennello@inwind.it www.ilpennellorestauri.com

Fiorentina 3-5-2 Jovetic Borja Valero Pizarro

Savic

1 Viviano

Ljajic

Pasqual

40 Tomovic, 2 Rodriguez, 15 Savic;

Romulo Aquilani

92 Romulo, 10 Aquilani, 7 Pizarro, 20 Borja Valero, 23 Pasqual;

G. Rodriguez Viviano

Tomovic

22 Ljajic, 8 Jovetic. Allenatore: Vincenzo Montella

CHIEVO 5-3-2 1 Puggioni 21 Frey, 3 Andreolli, 2 Dainelli, 15 Acerbi, 13 Jokic; 5 Guana, 16 Rigoni, 14 Cofie; 77 Thereau, 43 Paloschi Allenatore: Eugenio Corini

Thereau Paloschi Cofie Jokic

Guana

Frey Andreolli

Rigoni Acerbi

Dainelli

Puggioni


Noi siamo VIOLA! Spaghetteria Pizzeria - Pub

PERDERE PESO SENZA PERDERE ENERGIA E VITALITÀ?

Centro Ginnastica Firenze A.S.D. Società organizzatrice

finale 2013 campionato nazionale serie a1/a2

CHIAMA SUBITO

347 8444740

ginnastica artistica maschile e femminile

6 APRILE 2013 NELSON MANDELA FORUM FIRENZE

Via Vivaldi 45 - Scandicci tel. 055 755689

Sempre aperto dalle ore 19 a tarda notte

Via Pananti, 45 - Borgo San Lorenzo (FI) e-mail: progettoinforma@teletu.it

Via Isonzo, 26/A - Firenze Tel. e fax 055 6531930

SCONTO 10% PER I LETTORI DEL BRIVIDO SPORTIVO

centroginnastica.firenze@virgilio.it

tabaccheria

RAFFAELLO Cartoleria • tabaCCheria

TABACCHERIA RAFFAELLO

Articoli da regalo per fumatori - Lotto - Gratta e vinci

a Gadgets VenditLotto Superenalotto della Fiorentina

Gratta e vinci Cartoleria Articoli da regalo e Via Gordigiani, 66 - Firenze per fumatori Telefono e Fax 055 367503

PRANZO o CENA

€17

,90

X2

anzichè

€ 40

• Tagliere bike • Pizza illimitata a testa • Dessert e lattina • Caffè

parucchiere unisex il Coupon

Ritaglia e Risparmia

da diritto a

colore+ taglio+ piega

€ 24,90 anzichè

€ 39,00

COPERTO INCLUSO

Via Ponte alle Mosse 127/r - Fi Tel. 055 5386263 www.pizzabike.it

GRANDE OFFERTA

Via Gordigiani, 66 - Firenze - Telefono e Fax 055 367503

Fissa il tuo appuntamento dicendo di avere il COUPON del Brivido Sportivo e ricordati di consegnarlo alla cassa il giorno dell’appuntamento

VIA COMPARETTI, 34/36 FIRENZE -TEL. 055 672135

15/03/2013

A C C O N C I ATO R I

Offerta valida fino al 31/03/2013


Noi siamo VIOLA! IONE

AZ ASSICUR

A T I U T A R G otture per r li accidenta

mma su tutta la ga i di pneumatic dunlop Goodyear per un anno!!

V.le Pratese, 12 - Sesto Fiorentino (FI) - info@mabogomme.com - tel/fax 055.4211990

roTTamazione Delle SCarpe!

SISTEMA IL TUO GIARDINO

E RISPARMIA!!!

OFFERTA

L BRIVIDO

PER I LETTORI DE

COSTO ORARIO

GIARDINAGGIO K TUTTI I LAVORI DI € 20 DINI R IA G E N IO Z N E T U K MAN K TAGLIAERBA ERI GREEN GARDEN K POTATURA ALB TEL. 389 1462725 - SIG. DURO K TAGLIA SIEPI

€12

ANZICHE’

al fino o 39 r e num

Portaci le scarpe usate del tuo bambino e potrai trasformarle in buoni sPesa da 5€ a 15€ da spendere sulla collezione Primavera/estate 2013! Le scarpine usate verranno date in beneficenza ai bambini di enVoL aFRiQue un ponte di solidarietà per l’africa

La Taverna di

e scarpe ori access bini per bam

Castruccio

Via San martino, 193

Campi Bisenzio zona inDiCaTore Davanti alla farmacia! Tel. 055 97 53 792 www.facebook.it/piedinoscarpe

Ristorante - Pizzeria - Enoteca - Birre Speciali

GARANTIAMO LAVORI DI QUALITA’

La Taverna di

Castruccio

Ristorante - Pizzeria - Enoteca - Birre Speciali

Via Pisana 129/a, Scandicci (FI)

tel. 055 751198


24

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Amarcord

La scorsa stagione i veneti espugnarono il Franchi ma  precedenti regalano sorrisi

di RUBEN LOPES PEGNA

V

Fiorentina - Chievo

endicare la sconfitta per 2-1 patita l’anno scorso nei minuti finali. Allora fu decisivo il gol di Rigoni all’88’, dopo il vantaggio clivense con Pellissier e il pareggio di Ljajic. La Fiorentina deve tornare alla vittoria come fece il 7 novembre 2010, con Mihajlovic in panchina, quando Cerci a dieci minuti dal novantesimo firmò il gol partita (1-0 il risultato) o come avvenne il 22 febbraio 2009. È quest’ultima partita, valida per la venticinquesima giornata, che vogliamo raccontare. La Fiorentina la affronta con tanta rabbia in corpo per la sconfitta casalinga (per 1-0) patita tre giorni prima al Franchi con l’Ajax nel match d’andata dei sedicesimi di finale di Coppa Uefa. Per l’incontro con il Chievo Prandelli manda in campo la seguente formazione schierata con il 4-3-1-2: Frey; Zauri, Gamberini, Kroldrup, Vargas (Pasqual dal 46’); Kuzmanovic (Bonazzoli dal 68’), Felipe Melo, Montolivo; Jovetic (Semioli dal 46’); Gilardino, Mutu. È una formazione spiccatamente offensiva con Jovetic alle spalle di Gilardino e Mutu. E la Fiorentina così inizia la partita all’attacco come è negli intenti del suo allenatore. I viola, però, non riescono a sbloccare il risul-

Quando Gilardino e Mutu MISERO KO IL CHIEVO tato, mentre il Chievo, da parte sua, si difende con ordine e senza correre eccessivi rischi. Prandelli capisce che la sua squadra è troppo sbilanciata in avanti e soffre a centrocampo. Così nell’intervallo decide per una doppia sostituzione. Lascia negli spogliatoi uno spento Jovetic ed inserisce al suo posto l’ex di turno, Franco Semioli, cambiando assetto tattico (passa al 4-42). E inoltre inserisce Manuel Pasqual, mandando sotto la doccia Vargas, anch’egli in giornata no. La Fiorentina sembra più equilibrata. Ma è il Chievo a passare inaspettatamente in vantaggio al 13’ con un’azione dei suoi difensori centrali. L’assist di Yepes è raccolto, infatti, da Morero per il gol del vantaggio gialloblu. I viola, che fino a quel momento non hanno effettuato nemmeno un tiro in porta, rischiano il tracollo. È bravo Frey a salvarsi su una conclusione di Pellissier. Prandelli a quel punto gioca il tutto per tutto. Toglie Kuzmanovic ed inserisce il centravanti Bonazzoli, ridisegnando la squadra con un nuovo assetto tattico, il

4-2-4, con Semioli e Mutu sulle fasce e Gilardino e Bonazzoli appunto al centro. I frutti delle mosse del tecnico gigliato non tardano a vedersi. Al 28’ Pasqual pennella un cross per la testa di Alberto Gilardino  che, con la complicità di un tocco di un difensore clivense, batte il portiere Sorrentino. La Fiorentina insiste alla ricerca della vittoria. Il Chievo arretra e al 36’ si ritrova con un uomo in meno per l’espulsione di Italiano per doppia ammonizione. Al 49’, al quarto minuto di recupero, i viola segnano il gol partita con Adrian Mutu su assist di Bonazzoli. Ma i veronesi protestano perché l’azione, a loro dire, è viziata in partenza da un fallo del giocatore rumeno su Mandelli. Per la Fiorentina questi comunque sono tre punti preziosi nella corsa al quarto posto. Prandelli ha l’ulteriore conferma della bravura della sua coppia di attaccanti titolari, Gilardino

e Mutu, che con le reti rifilate al Chievo salgono a quota 27: 15 per Gila e 12 il ‘Fenomeno’ rumeno.

LO SAI CHE DAL 1 NOVEMBRE DEVI AVERE IN AUTO LE CATENE OBBLIGATORIE?

Specializzata in lavaggio secco-acqua tappeti, tendaggi, piumoni, pelle e camoscio.

€30!!

LO SAI CHE DAL 1 NOVEM DEVI AVERE LE CA OBBLIGATORIE LO SAI CHE DAL 1 NOVEMBREIN A

DEVI AVERE PORTACI LE LE TUECATENE VECCHIE CAT

VENITE A TROVARCI NELLA NOSTRA SEDE OBBLIGATORIE INTE AUTO? NEVE NOI LE VALUTIA PER ALTRI PRODOTTI PERELA VOSTRA AUTO FINO A

sconto del 10% per tutti gli abbonati della Fiorentina!!! Vi aspettiamo numerosi!

P.zza Donatello n.1/DR - Firenze - Tel. 055/243650

!

PORTACI LE TUE VECCHIE CATENE DA ,00 A PREZZI NEVESUPER E NOI TE LESCONTATI VALUTIAMO FINO A €30

€30 !! ,00

VENITE A TROVARCI NELLA NOSTRA

VENITE A TROVARCI NELLA NOSTRA SEDE PER ALTRI PRODOTTI PER LA VOSTRA A PREZZI SUP PER ALTRI PRODOTTI PER LA VOSTRA AUTO A PREZZIAUTO SUPER SCONTATI.

Via Scialoia, 45/R - Firenze Via Scialoia, 45/RScialoia, - Firenze 45/R - F Tel. 055Via 2479900 Tel. 055 2479900 - Fax 055 2476706 Tel. 055 2479900 - Fax 05 Fax 055 2476706 e-mail: adrricambi@libero.it e-mail:e-mail: adrricambi@libero.it adrricambi@l 1243979

Donatello Lavanderia

Portaci le tue vecchie catene da neve e noi te le valutiamo fino a


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Il Personaggio

25

Fiorentina - Chievo

La partita con il Chievo rievoca una delle più controverse operazioni di mercato della gestione-Prandelli

Franco Semioli, un ‘tormentone’

DA SETTE MILIONI DI EURO

di RUBEN LOPES PEGNA

I

l personaggio ‘simbolo’ che non può non tornare in mente in vista di Fiorentina-Chievo Verona è, senza ombra di dubbio, Franco Semioli, quello che viene ricordato come il grande ‘abbaglio’ (e sbaglio) di Cesare Prandelli.  La quasi trentatreenne ala piemontese dall’estate scorsa di

nuovo al Vicenza (vi aveva già militato nel 2002/03 prima di passare al Chievo) ha, infatti, giocato in entrambe le squadre. Nelle file gialloblu per quattro stagioni, dal 2003/04 al 2006/07, in quelle viola per due, nel 2007/08 e nel 2008/09. È stato un giocatore a lungo desiderato e fortemente voluto dalla Fiorentina, o meglio dall’allora suo allenatore Prandelli. La trattativa tra il club veneto e quello gigliato, però, non fu facile. Un giorno il suo arrivo era dato per scontato, quello dopo, invece, sembrava che non dovesse venire più. Un tira e molla infinito. Alla fine comunque Corvino convinse il direttore sportivo del Chievo Sartori a cedergli l’ala dietro un compenso davvero notevole: ben sette milioni di euro. Una cifra astronomica che il ds viola fu ‘costretto’ a spendere pur di dare al suo allenatore il giocatore che tanto desiderava e che avrebbe dovuto far fare un salto di qualità ulteriore alla Fiorentina. Una cifra talmente alta che Tinell’estate puoi fidare del 2007 indi cuinoi Semioli arrivò in maglia viola nel ritiro di

Castelrotto, durante una cena alla quale erano presenti Corvino, Prandelli e tutta la stampa, fu creata una canzoncina sulla vicenda e sulla ‘giuntina’ desiderata da Sartori per vendere l’esterno al club viola, sulle note di ‘Generale’. Canzone che divenne una sorta di tormentone per tutto il ritiro. Alla luce dei fatti, però, l’affare vero lo fece il club veneto. Ma perché tanta insistenza per avere questo giocatore, peraltro non più giovanissimo (all’epoca aveva ventisette anni)? Il fatto è che Prandelli riteneva fondamentale l’arrivo di Semioli per un tridente che vedeva il piemontese a destra, Pazzini al centro e Mutu a sinistra. In effetti, almeno all’inizio, l’ex ala del Chievo fece abbastanza bene e realizzò tra l’altro a  Groningen, all’esordio con la Fiorentina in Coppa Uefa,  il gol dell’1-1  finale, un gol che si è poi rivelato fondamentale in vista del match di ritorno, ma che ha avuto anche una notevole valenza storica: è stata, infatti, la prima rete europea della gestione Della Valle. Un gol lo realizzò

anche in campionato all’Atalanta nel febbraio 2008, nel match terminato 2-2 prima dell’infortunio patito nel derby con il Livorno al Franchi. Un brutto intervento del terzino amaranto Pasquale (ora all’Udinese) gli procurò una distorsione al ginocchio. Semioli rimase fuori per dieci giornate e rientrò solo nel finale di stagione. Così andò a segno nell’incontro con il Cagliari a Firenze alla penultima giornata vinto dalla Fiorentina per 3-1. Suo fu il gol del sorpasso sui sardi che erano passati in vantaggio (quello del 2-1). All’attivo di Semioli nella sua prima annata in riva all’Arno 21 gettoni di presenza in campionato (1.163 minuti) con 2 reti, 7 in Coppa Uefa con 1 gol e 4 in Coppa Italia. Ma, nonostante ciò, non c’è dubbio che il suo rendimento fu al di sotto delle aspettative che ne avevano accompagnato l’arrivo a Firenze. Con tutte le attenuanti del caso, in poche parole, da lui ci si attendeva di più. Fu comunque la seconda stagione di Semioli a Firenze, quella che lo doveva consacrare definitivamente, ad essere dav-

vero deludente. Prandelli e i tifosi si aspettavano i suoi acuti. E, invece, l’ex ala del Chievo disputò un campionato anonimo. Al suo attivo 21 presenze (1.217 minuti) come l’anno prima, dove, però, aveva saltato dieci gare per infortunio, senza mai segnare. E nel girone d’andata appena sei partite. Poi anche due gare in Champions League, senza mai lasciare il segno. Insomma una delusione completa. Il giocatore non riuscì più a integrarsi negli schemi della nuova Fiorentina. Anche Prandelli che pure lo aveva fortemente voluto rimase deluso per le prestazioni del giocatore piemontese. Così a fine stagione, senza alcun rimpianto, Semioli lasciò la Fiorentina. Corvino riuscì a cederlo alla Sampdoria per una cifra di circa cinque milioni, due in meno di quella che lo aveva pagato al Chievo due anni prima. Insomma per il club dei Della Valle ci fu anche una cospicua rimessa economica per un giocatore che avrebbe dovuto essere fondamentale negli schemi della squadra viola e che, invece, non si integrò mai completamente.

Ti puoi fidare di noi

392.6098625

Ti puoi fidare di noi

Acquistiamo

ERDI DI A VEN DA LUNE 13,00 E L L A 0 ,3 DALLE 9 19,00 E L L A 14,00 E DALLE

ACQUISTIAMO ORO ORO

Acquistiamo ARGENTO E PREZIOSI

e Preziosi Argento VIA BELLINI, 17 SESTO FIORENTINO PAGAMENTO

IN CONTANTI

ORO

zioni a t u l Le Va te Più Al a oscan T a l l de

Argento e Preziosi VIA BELLINI, 17 - IN SESTO FIORENTINO CONTANTI PAGAMENTO

LUN./VEN. 9,30 - 13,00 E 14,00 - 19,00

Le

Va

 392.6098625


26

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Mercato

Mercato viola:

Fiorentina - Chievo

Budget da 25 milioni di euro, definizione dei vari ‘riscatti’, caccia ad almeno due top player

l’assalto al futuro è già cominciato di Francesca Bandinelli

R

iscattare i giocatori arrivati in prestito o i comproprietà in questa stagione, perché solo così, con almeno un paio d’anni d’esperienza comune sulle spalle, si può creare un gruppo coeso. Poi individuare almeno

un paio di top player, giusto per fare quel salto di qualità necessario per lasciare un’impronta ovunque. In campionato e nelle Coppe. Sempre che Jovetic decida di restare. Il piano strategico dunque è già stato predisposto, adesso serve solo passare alla fase operativa. Il budget non sarà inferiore ai venticinque milioni di euro. Forse anche qualcosa in più. LE MOSSE. Daniele Pradè e Eduardo Macìa, a giugno, per confermare l’attuale squadra dovrebbe investire non meno di 21 milioni. Non c’è alcun dubbio sul ri-

 SFRUTTA

Ritaglia il coupon e ...

FFERTA O ' L i 2 trancz di piz a 1 ceres

€ 4.90 10 anzichè €

Via di Santa Verdiana, 3r - Fi tel. 331 - 2107120

scatto della metà del cartellino di Cuadrado (6 milioni),  così come per Migliaccio (2)  e  Tomovic (2,5).  Qualche dubbio in più resta invece su  Llama (2), mentre Momo Sissoko, in prestito dal PSG con eventuale diritto di riscatto  (3,5 milioni)  dovrà convincere sul campo. E Viviano? Il Palermo chiede 7 milioni e mezzo: la Fiorentina vuole trattare, provando così a ridimensionare la richiesta di almeno un paio di milioni. Non dovesse essere possibile tutto ciò, ecco che, forti della presenza di Norberto Neto, ci si dirigerebbe a caccia di un altro numero uno. Di contro, nelle casse viola entreranno anche alcuni... buoni fruttiferi. Dalla cessione di  Mattina Cassani  e  Ruben Olivera, infatti, arriveranno  3,6 milioni. Unica variabile, almeno per quanto riguarda l’ex Palermo, è la permanenza in A club. Il tutto mentre da Torino potrebbero entrare altri  4 milioni  per l’altra metà di  Alessio Cerci che con Ventura pare davvero aver trovato la sua dimensione. E  Vargas? Difficilissimo che Preziosi decida di trattenerlo, ma l’interesse di diversi club russi piace e non poco alla dirigenza viola. A conti fatti, insomma, tra uscite e entrate, l’investimento si assesterebbe intorno ai  10/11 milioni. A CACCIA DEI TOP. Il patron viola Andrea Della Valle, però, è stato chiaro. Dopo aver già ridisegnato la fisionomia della squadra già in questa sessione di mercato con l’arrivo di  Giuseppe Rossi,  Matias Vecino  e con l’opzione di Marcos Alonso che si trasferirà in Italia a parametro zero tra

qualche mese, ci si concentrerà nella ricerca di due grandi giocatori. Sempre che Jovetic decida di restare, anche perché altrimenti il budget a disposizione verrebbe ad essere ricalcolato con il quantitativo di contante ricavato da questa operazione. Ed ecco che sarebbero almeno 12/14 i milioni che verrebbero messi a disposizione degli uomini mercato viola, per un totale, appunto, di 25/30 milioni. Se poi dovessero presentarsi occasioni irrinunciabili, verrebbe ad essere valutata la possibilità di usufruire di un anticipo sulle operazioni future. IL MERCATO AI RAGGI X. La Fiorentina sta già monitorando il mercato. Toccherà a Pradè saper trovare l’occasione giusta limando i prezzi a proprio vantaggio. È già successo la scorsa estate con un giocatore come Borja Valero (pagato 7,5 milioni ad agosto a fronte del 12 chiesti in giugno dalla società spagnola) diventato in breve tempo uno dei punti di riferimento della manovra dei viola o con una piacevole sorpresa come Gonzalo Rodriguez. Serve comunque un grande attaccante e anche per questo nel mirino ci sono finiti giocatori come  Aubameyang,  Oscar Cardozo,  Lisandro Lopez  e  Roberto  Soldado, ma, come detto, si dovrà riparlare anche con il PSG se davvero Momo Sissoko dovesse conquistare tutti come nelle aspettative. L’assalto all’Europa è già cominciato. I Della Valle hanno già fatto capire di essere pronti a rilanciare. Lo ha detto Andrea, lo ha fatto intendere Diego, tornato prontamente allo stadio dopo un’assenza di quasi tre anni. L’assalto al futuro è già cominciato.


antica trattoria

Il Giardino

L’antica trattoria “Il Giardino” lascerà in voi un ricordo indelebile, accogliendovi nelle sue sale che evocano gli antichi sapori della tradizione culinaria toscana.

IL GIARDINO Via della Scala, 61/R FIRENZE (FI)

Il ristorante è composto da una splendida ed accogliente sala d’ingresso, all’interno della quale potrete gustare saporiti piatti toscani ed ammirare contestualmente il museo degli antichi utensili da cucina che vi riporterà magicamente indietro nel tempo.

Tel. (+39) 055 213141 Fax (+39) 055 213141 E-mail: info@trattoriailgiardino.it Web: www.trattoriailgiardino.it

Ma l’antica trattoria il Giardino saprà stupirvi anche con la sua sala “giardino d’inverno”, che con i suoi 80 coperti è in grado di assicurare un ottimo servizio anche per cene di lavoro o gruppi turistici.

Il ristorante è aperto tutti i giorni, a pranzo e a cena. E’ necessaria la prenotazione.


28

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

I’Nonno Pilade

Il Pungiglione

O COME SI FA A GIOHARE UN PRIMO TEMPO DA REAL E IL SECONDO DA RISERVE?

U

na diaccia, una carda, tempra e rinvenimento, ma qui alla fine e un si rinvien miha più. E si more, e basta! O come e si fa a giohare un primo tempo da Real Madridde e i’ secondo da squadra riserve di’ Castiglion Fibocchi? Ditemi che s’è fatto apposta perché se no e un c’è spiegazione. I’nonno gli era belle lì a contare e punti che ci separaan dalla Lazio, e anche i’Napoli e parea a portaa di mano, e’ milanisti strisciati e ormai alle nane, mentre e pigliava i’tè corretto dopo i’ primo tempo… e ‘nvece tiè e ce l’hanno fatto loro, e la un s’è vista più, e ci ha fatto go’ anche Motta, quello di’panettone (e domeniha e viene e pandorai, e s’ha a anda’ bene!). Viviano che di già a usci’ di porta e gli ha paura a piglia’ freddo di natura, dopo che gli ha ritrovao i’ posto pe’ grazia ricevuta pe’ un’uscita a coleotteri di Neto, e un si move più dalla riga che pare un portiere di carcio balilla, quelli con la stecca infirzaa ni’ groppone. E’ nostri dreo di testa ne pigliano una ogni cinque partie (o un s’era preso i’ brindellone tedesco che di testa e le piglia tutte? O ‘ndo gli è?) e la frittaa gli è fatta. Poi e ci s’è messo anche Cristopopolo a tiracci ‘n porta, bona Ugo, e s’è fatto la fine della banda degli “ini”, piccini, piccini, e siam fini-i ne’ casini anche noi. Anche Vincenzo e mi s’è addormentao ‘n pan-

zi i Praetz tiBil imB

nno Un nuovo am re un nuovo a o Possibilità di affitto stagionale per bambini altezza massima sci cm.140.

Cogli l’occasione dei saldi con prezzi di vero realizzo su tutti gli sci e scarponi per CaMBiO TOTalE del magazzino. inoltre nei nostri negozi troverai i veri

saldi di fine stagione

Esempio

Sci + attacchi da 120€ Scarponi da 90€ Crazy Sport Via Senese, 210 Rosso Galluzzo (Fi) Tel. 055.2049086

Crazy Sport Via Roma, 140 Tavarnelle VP (Fi)

Tutti questi complimenti, raddoppiati quando si perde, ci puzzano un po’ di presa di giro. “La più bella squadra che abbiamo incontrato, abbiamo vinto contro una grande Fiorentina…”. Se si era così grandi non vincevate, non sarà che piuttosto che grandi non si sia invece parecchio ingenui? Quelli grandi davvero fanno i gol, non i ricamini, quelli grandi amministrano le partite quando vincono 3-0 non su un singolo piccolo golluzzo di scarto. Quelli grandi sanno che far rinvivire chi è morto è oltre modo pericoloso e che nel calcio le partite finiscono al 90’ e dopo i minuti di recupero, non quando ci è venuto a noia. Quindi le api, a sciame, sono liberate per pungere sia gli avversari che ridacchiano della nostra dabbenaggine e ci perculeggiano dicendo quanto siamo bravi, sia noi che giochiamo troppo in punta di forchetta, quasi per guadagnarci i complimenti dei vincitori piuttosto che le maledizioni degli sconfitti. Queste ultime magari son meno gradevoli, ma, se accompagnate da tre punti, sarebbero infinitamente più ben accette delle sorridenti felicitazioni per aver giocato bene e punti zero. Speriamo dalla prossima di sentire a fine partita avversari magari incattiviti, ma veder la classifica muoversi a tre passi alla volta e basta esser belli, ma senz’anima.

PER SEMPRE AMARSI Agenzia Per Single

Nel nostro negozio troverai un’officina per riparazioni e preparazioni settore sci

Noleggio sci e scarponi per una settimana 50€

NON SI GIOCA IN PUNTA DI FORCHETTA! QUELLI GRANDI FANNO I GOL NON I RICAMINI

china, nell’intervallo e dee avegni fatto vede’ i’ firmato delle pehorine, quello della Tivvù ‘n bianco e nero, perché e son tornai ‘n campo che gli ‘nciampaan negli scalini da i’ sonno! E anche lui, o Vincenzino, ma un tu lo vedei che un s’andaa né ‘n tinche, né ‘n ceci? E i’ primo e tu me lo cambi a otto minuti della fine e tu lei l’uniho che sembraa ancora sveglio, Nutellic (che ora che gli ha capio che ni’ carcio e c’è le porte, e marca tutte le domenihe?). Boh! E son depresso, distrutto, e un so’ icche dire. Dall’euforia di domeniha ‘ndo tutto e sembraa rosa, alla disperazion d’oggi ‘ndo tutto e sembra nero. Ma la vita gli è una battaglia, gli è un libro con tante pagine. Svortiamo alla sverta quelle brutte e speriamo di ritrova’ quelle belle, magari proprio quest’artra, la prossima, che difficile la un dorebbe essere, ma con noi e un si sa mai. E viene e’ pandorai, e rientra Pizarro ma mancherà Robocoppe, perché a noi più ce li picchiano, più ce li squalificano, anche questa e ce la spiegheranno un giorno o quell’artro. Ma Robocoppe o non Robocoppe, dopo quella cattia di martedì e ci tocca quella bona, tutta ‘ntera, tutte due e tempi, o vediamo se si riparte su ‘ i’ serio. Se non artro a 42 e ci siamo, la sarvezza la un dorebbe esse’ più un probrema. Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaaa!

Crazy Sport i gio sc noleg rponi a a c s e

Fiorentina - Chievo

su adidas, nike, new Balance, everlast, napapijri, Pepe Jeans ed altro...

Napapijri Store Castiglioncello Piazza della Vittoria, 3 Castiglioncello (Li)

Affidati a noi con fiducia sarà come entrare in una grande famiglia, fatta di persone serie, motivate e intenzionate a creare qualcosa di importante nella vita sentimentale, proprio come te.

o quest i con everai t a t n prese ndo e ric taglia oste

op 3 pr er te p

Firenze Via Orti Oricellari, n°3 Tel. 055.2399079 - Cell. 392.2160908 firenze@amarsipersempre.it - www.amarsipersempre.it


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Senza Filtro

29

Fiorentina - Chievo

Diario di Charlie, 24/02, luogo non definito

FATECI GIOCARE IN PRIMAVERA E ADDIO RINVII di Federico Pettini

N

i ni ni ni ni ni ni ni ni. Ni ni ni ni ni ni ni ni ni. Motivetti assurdi che ti vengono in testa al risveglio. Testa che già di per sé è pesante per tutta una serie di motivi, e immancabilmente la domenica mattina, così come il lunedì, diventa un macigno. Se poi si aggiunge l’aggravante d’aver fatto finta di festeggiare un compleanno, allora... Insomma, chi è causa del suo mal pianga se stesso, dicono gli antichi. Della serie, se ti fai fare gol pure da Schelotto, è meglio che lasci perdere, perché a Barcellona domenica sera hanno riso parecchio. E la Fiorentina pure, visto il risultato. Perché, per fortuna, c’è differenza tra Mihajlovic-Delio Rossi e Montella, ma soprattutto tra questa squadra e quella là. Ma andiamo con ordine. Di domenica sera in fondo mi ricordo poco. Casa di amici, risate in compagnia e io che instauro una relazione passionale, al limite dell’osceno, con una bottiglia di whiskey, un bicchiere e un fegato. Un triangolo amoroso mica da ridere. Sarà per questo che mi ricordo così poco e mi sveglio pieno di ni ni ni ni ni ni ni ni ni. Insomma, una domenica dove in un rifrullo di notizie, di accadimenti e di emozioni

(dalla corsa alle urne per le elezioni 2013 all’ultimo Angelus di Benedetto XVI prima delle ‘dimissioni’), avevo un interesse solo: il risultato della Fiorentina a Bologna. Il resto fa da cornice, da definire se Picasso o Andy Warhol. Invece che fanno, per l’ennesima volta, il rinvio della partita. Così, appena sveglio, ti metti a vedere le altre squadre. Gufando questo e quello per pensare a una classifica che fa ben sperare. E la Roma e il Catania che vincono mica ti fa piacere, la Juve si sa che lo vince per dispersione sto campionato, ciucci o non ciucci, Zamparini rosica che non ha amici sceicchi e manda via anche Malesani per richiamare... ho perso il conto, non me lo ricordo più chi richiamerà… ah, ecco, Gasperini. E poi il derby, dove lo spettacolo non è certo degno di Fiorentina-Inter di sette giorni prima... Ed ecco che, nello zapping, noti subito una cosa. Ma se giocano a Bergamo, perché non si può giocare a Bologna? Che poi a Bergamo, veramente dei fenomeni. Linee sul campo bianche, maglie della Roma bianche e bufera più totale. Della serie, falli, fuorigioco, tocchi di mano. O fischiali vai. Per fortuna che da qualche anno i palloni hanno cambiato colore, sennò c’era problemi

anche con quelli. Il pallone è quello giallo. Ah no, quello era per l’Inter. Oggi a Bergamo era di un rosino-arancione che pareva che avesse stinto la lavatrice. Insomma, la sfiga negli ultimi anni per il rinvio delle gare è mostruoso. Cinque anni e cinque rinvii (4 dei quali nel mese di febbraio, 3 a Bologna). Il più simpatico forse quello con il Milan. Tra l’altro a Firenze, città notoriamente conosciuta per nevicate ingenti e paralizzanti durevoli più di due ore… Ma c’erano i brasiliani con il biglietto aereo già pronto per andare fare la Feliz Navidad in terra carioca, perché sudare con il freddo e prendersi magari un malanno? La ‘scusa’ è sempre quella. Non è un problema il campo, ma gli spalti e le zone d’accesso. Della serie, parliamone dopo quello visto oggi. Magari, facciamo un appello. Chiediamo di giocare con Bologna e Parma quantomeno

da marzo in poi. Così, tutte queste pantomime di rinvii si possono evitare. Almeno per quanto ci riguarda. In fondo è una soluzione dannatamente più semplice che chiedere di costruire nuovi impianti un po’ in tutta Italia. Se le cose vanno troppo bene poi, come fanno a imbrogliarci? Fateci giocare in primavera e addio rinvii. Per avere un campionato quanto meno, appena, più regolare. Perché se la Fiorentina ha giocato con la formazione ‘dichiarata’, magari il Bologna è riuscito a recuperare un paio di giocatori (Taider e Gabbiadini). Ma soprattutto per non passare una giornata così piena di storie e vuota di contenuti e così dannatamente vuota di passioni ma piena di alcool, ereditato dalla sera, e fumo, già acceso. Com’è il coro? Ah, già... Totalmente dipendente, non so stare senza te... soundtrack - Semplice, Gianni Togni

PANIFICIO • PASTICCERIA • FOCACCERIA PANIFICIO • PASTICCERIA • FOCACCERIA

AmICI DElPANE PANE AmICI DEl

ilci c o l d o , d e , n e PaPna ctaiactaalcdaalda

ciaiac o! e scehisacch oilm rigergiigog!i poem l ep anchaencih

ievnednidtaita t n u v p i t i n u r p t s i o r st i Ni oN

Via Agostino di Duccio, 36 -Tel. 700141 Via Agostino di Duccio, 36 -Tel. 055055 700141 Via di Scandicci (Torregalli) Tel. 055 255998 Via di Scandicci (Torregalli) - Tel. 055 255998


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fuorigioco di DUCCIO MAGNELLI

E

adesso, visto il Barcellona di mercoledì scorso a San Siro, a quale santo dobbiamo votarci qui a Firenze? Avevamo tutto il necessario per costruire il Barça italiano: attaccanti veloci e sguscianti, capaci di non dare punti di riferimento agli avversari; centrocampisti di grande classe, in grado di far girare la palla e non perderla mai; difensori propositivi capaci di impostare il gioco e non solo di distruggerlo. Insomma avevamo tutto quello che serviva per portare in giro la squadra più spagnola d’Italia, ed eravamo felici di vedere i nostri giocatori ‘imitare’ i fenomeni catalani. Adesso ci siamo accorti che al Milan è bastato tenere le tre linee della squadra strettissime per chiudere gli spazi e rendere inoffensiva la più infernale macchina da gol del mondo (due tiri in novanta minuti). Con grande tristezza abbiamo visto giocatori forse non eccelsi ma molto volenterosi come Muntari, Zapata e Con-

31

Fiorentina - Chievo

GLI ORFANI DEL BARÇA

(e i sognatori viola) stant annullare i fenomeni catalani a cui ci eravamo ispirati in nome della nostra voglia di grande calcio. Troppo leziosi e lenti, presuntuosi e piatti nel loro possesso palla gli spagnoli. E bravi davvero i milanisti a

lasciarli giostrare in zone morte del campo, senza perdere la calma e aspettando il momento giusto per colpirli. La partita di mercoledì scorso è stata certo un esempio di staticità calcistica, forse tatticamente interessante,

C.M. Interni Pittura e verniciatura Ristrutturazione d’interni

opere edili di alta qualità opere in cartongesso Pistoia - via iv NovembRe, 55 cell. 348 7622800 - tel/fax 0573 20213

c.m.internipistoia@gmail.com - www.cminternipistoia.it

ma abissalmente noiosa. Tutta colpa del Barça, naturalmente, incapace di cambiare il ritmo... E allora ci permettiamo di dire che forse alla squadra catalana a San Siro sono

mancati i giocatori capaci di allargare il gioco e stanare i difensori dalla loro tana. Tanto per fare nomi − e con tutta la presunzione possibile − due come Pasqual e Cuadrado, che ora potrebbero tranquillamente trovare posto nella batteria degli esterni blaugrana. Insomma il modello Barcellona sta mostrando crepe preoccupanti e sembra aver bisogno dei correttivi giusti. Che noi a Firenze pensiamo di avere. È probabile che Allegri e i suoi, sulle ali dell’entusiasmo, tentino di attuare al Franchi il 7 aprile la stessa tattica della sfida Champions vinta a San Siro. Certo, con un Balotelli in più. Ma corrono il rischio di trovarsi di fronte anche Pepito Rossi, eletto ormai il Messi di casa nostra.  Un altro venuto dalla Spagna per costruire il ‘piccolo’ Barça. O meglio, la grande Fiorentina.


32 Ginnastica di Maria Consiglia Grieco

U

n mare, anzi, un oceano di ginnaste e ginnasti – come a ricordare le vecchie denominazioni della competizione, appunto “Mare” e “Oceano di Ginnastica” – ha animato la palestra di Sorgane lo scorso sabato 23 febbraio, per la prima delle due prove regionali del Torneo GpT (Ginnastica per Tutti) di artistica maschile e femminile, 2° e 3° livello. Oltre trecento atleti hanno sfilato davanti alle giurie dei cinque attrezzi femminili, minitrampolino, volteggio, parallele asimmetriche, trave e corpo libero, e dei cinque previsti dal programma maschile (dove le parallele sono pari e naturalmente non c’è la trave, bensì la sbarra), secondo un ordine di lavoro studiato per ottimizzare al meglio i tempi e permettere l’ingresso in campo gara di una società ogni due minuti. In palio la qualificazione alle finali nazionali di Pesaro (ammessi i primi cinque ginnasti della classifica assoluta, più i primi cinque ad ogni attrezzo); si è partiti con il 3° livello femminile, il più alto, dove nella seconda fascia d’età il Centro Ginnastica Firenze ha schierato Chiara Cortese (quarta, e qualificata alla fase nazionale, alle parallele; sesta al corpo libero), Arianna Giannelli, Sara Corsini, Annachiara Sottili (quarta classificata al volteggio e medaglia d’oro alle parallele asimmetriche a pari merito con la compagna di squadra Alessia Ravenni). Spazio poi alla terza fascia, dove è arrivato il risultato netto e rotondo di Irene Gensini, classe 1997, medaglia d’argento in classifica assoluta, data dalla somma dei migliori quattro punteggi ottenuti sulle cinque specialità, e le qualificazioni di Camilla Vannucchi (quinta alle parallele e al corpo libero), Ricciarda Nencini (argento al corpo libero)

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fiorentina - Chievo

Un argento assoluto e tanti podi; tutti qualificati i ginnasti del settore maschile

Pioggia di medaglie al trofeo gpt per il Centro Ginnastica Firenze Le piccole ginnaste del secondo livello

I ginnasti della sezione GpT maschile

Le ginnaste DI TERZA FASCIA

IRENE GENSINI

RICCIARDA NENCINI ALESSIA RAVENNI ANNACHIARA SOTTILI

ARIANNA GIANNELLI

SARA CORSINI

e Bianca Aterini (quarta al minitrampolino e con una qualificazione sfiorata alle parallele, sesto punteggio). Prima di una breve sosta per il pranzo, è toccato alla sezione maschile e al gruppo allenato da Paola Fantinato: nel secondo livello, i piccoli ginnasti di prima fascia Gabriele Sollai, Niccolò Falciani e Tommaso Mattei si sono messi in fila in classifica, rispettivamente terzo, quarto e quinto; li hanno imitati

compagni del terzo livello, sempre in prima fascia, che hanno occupato i posti dal secondo al quinto con Pietro Samson, Leonardo De Mattia, Mirko Bigazzi e Cosimo Donati. Ha chiuso il settore maschile il bronzo di Francesco Di Luca – sempre nel terzo livello, ma in seconda fascia – che, insieme a tutti i ‘colleghi’, ha conquistato la qualificazione alla finale nazionale di giugno, all’esordio nel Torneo federale.

CHIARA CORTESE Le ultime ginnaste gigliate ad entrare in campo gara sono state le piccole della prima fascia del 2° livello, impegnate sulle quattro specialità minitrampolino, volteggio, trave e corpo libero: Alice Magugliani, Caterina Cicali (bronzo alla trave), Giulia Raviglione, Caterina Greci, Sofia Giannandrea (oro alla trave e argento a corpo

libero), Ludovica Mazzuoli, Rebecca Levi Micheli (oro al corpo libero) finché, alle 21 circa, si è chiusa addirittura in anticipo una lunga e intensa maratona di ginnastica, scivolata via senza intoppi grazie al lavoro dello staff societario, che “ha scaldato i motori” in vista della finalissima di serie A del 6 aprile 2013 al Mandela Forum.


Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Midland

33

Fiorentina - Chievo

Le cinque migliori formazioni della scorsa settimana

TOP FIVE MIDLAND 5) BARCOLLO C5

Cominciamo dalla quinta posizione dove troviamo il Barcollo C5, reduce dalla splendida vittoria nel girone SPAGNA contro la seconda in classifica Tortellini Ninja. Il match, terminato 4-3 in favore dei blu, ha visto protagoniste davvero due belle squadre, ma è stato il Barcollo che è giunto alla quinta vittoria consecutiva. Adesso per i Tortellini Ninja si fa dura inseguire la capolista A-Team(2).

4) TRALLALTRO

Definita la ‘ammazza grandi’, la Trallaltro, dopo aver battuto la capolista Unmimovo tre giornate fa e poi l’R&M Gialappa’s (sconfitta dai galletti fiorentini per 3-2 grazie anche alla splendida doppietta di Bignami), è momentaneamente al quarto posto nel girone AUSTRIA-TURCHIA di C5. Ora, dopo 3 vittorie consecutive (tra Unminovo e R&M Gialappa’s c’è stata anche la vittoria sulla Zambra), la Trallaltro spera in un posto finale in Golden League

3) SPARTA FIRENZE C&FC

Terza posizione per lo Sparta Firenze C&FC nel girone GERMANIA-SPAGNA di C7 dopo aver vinto per 4-2 contro la forte formazione del Ficalaksoccer, riagganciando così la possibilità di accedere a uno dei quattro posti che contano. A parte la sconfitta contro il WLF (già vincitore del campionato con largo anticipo) lo Sparta Firenze ha un bottino di 10 punti nelle ultime 5 gare disputate e ottime possibilità, quindi, di centrare l’obiettivo a due gare dal termine.

2) CAMPONE UTD

Neanche il New Team è riuscito a fermare il Campone UTD, squadra che sta procedendo con costanza e senza perdere un colpo verso la vittoria del girone SVEZIA di C5 con 16 vittorie su 16. Nel risultato finale di 11-3, Santorelli Fabio è stato come sempre l’arma in più per la capolista (con ben 6 reti messe a segno nel match). Lotta serrata fra lui e Vitolo Stefano dei Pane Pizza e Pazienza per la vittoria finale in classifica marcatori.

1) CDP VINGONE

È salito sul gradino più alto la CDP Vingone, capolista del girone OLANDA di C7, e da questa settimana ancora di più grazie alla bellissima vittoria per 3-2 contro la Pol. San Quirico, che ha subìto l’aggancio al secondo posto da parte degli Hooters, vincitori per 8-1 nell’incontro con gli Old Romola. Questo, si conferma senza dubbio uno dei gironi più difficili, dove la CDP Vingone sta davvero facendo vedere i sorci verdi ai propri avversari: 12 ad ora le vittorie, un solo pareggio e una sola sconfitta.


34

Il Brivido Sportivo - 28 Febbraio 2013

Fiorentina - Chievo

Calcio Toscana

I Gironi E, F e G dei campionati DI CALCIO A 5 MASCHILE di Steto

Girone E - A cinque giornate dal termine il D.L. Firenze C5 ha lanciato lo scatto per la vittoria del campionato: sono 30 i punti all’attivo per la ca-

punti) tengono la stessa distanza (6 lunghezze) dalla settima e dalla nona posizione. Lottano infine per evitare l’ultimo posto Atletic Disperado e Corte Dei Conti, appaiate a 6 punti.

SPARTANS

polista che ha allungato a più cinque sulle dirette inseguitrici. Il Club 70, fermato sul pari dal Galateo Team, è stato raggiunto al secondo posto (25 punti) dai Cosmos All Stars FC. Rimane in corsa (24 punti) per la vittoria del girone anche il FC Invicta. Accesa anche la lotta per altre posizioni di vertice con sei squadre in 7 punti: Galateo Team (22 punti), Forno Pintucci (20 punti) e FC Spartans (18 punti) dovranno recuperare il terreno che le separa dal quarto posto. All’ottavo posto i Cani Al Sole (12

Girone F - Tre squadre in lotta per la vittoria del campionato, con una coppia tutt’ora in vetta: Nastyboys FC (che devono anche recuperare una partita) ed Il Fortino comandano con 30 punti, seguiti ad una sola lunghezza dal W I’Parroco. È invece l’I.G.M. (24 punti) a guidare il gruppo in lotta per il quarto posto: alle sue spalle Torracchione (20 punti) e Squadra XXX (19 punti). Tre formazioni (divise da soli due punti) sono in lotta per il settimo posto, occupato momentaneamente dal

Gallo Nero (10 punti), che precede di una lunghezza la Cattolica Ass. C.C.C. e di due l’Atletico Far Oer. Solitario all’ultimo posto della classifica, senza nemmeno un punto conquistato e reduce dalla pesante sconfitta con la capolista Nastyboys FC, è l’AC Campi Bisenzio. Girone G - Continua la lotta fra Final Blow e FC Devastanti per la vittoria del campionato: i Final Blow guidano il raggruppamento con 36 punti (in 13 gare disputate), mentre a 33 punti insegue l’FC Devastanti (che deve recuperare una partita). Ha messo una bella ipoteca sul terzo posto l’Atletico Ragnaia (30 punti) che, distante 6 punti dalla vetta, mantiene comunque anche 6 punti di vaninvicta

il fortino

taggio dal quarto posto occupato dall’AB Ceres. Distanti ben 8 lunghezze dall’AB Ceres troviamo la coppia formata da Body Star (che deve recuperare una partita) e Firenze Caffè: queste due formazioni hanno due punti di vantaggio

sulla P.A. Calenzano C5 (14 punti). All’ottavo posto troviamo I Gigliotti (10 punti) che precedono di 4 lunghezze la P.A. La Querce C5. All’ultimo posto della classifica chiude il girone il Last Minute Calcio A 5 con con un punto all’attivo.


CAPOTTINA IN ALLUMINIO E POLICARBONATO

Mensole con riccioli. Gronda con scarichi laterali ESEMPIO: 240x130 cm, colore a scelta

STRUTTURA IN LEGNO PREDISPOSTA PER CHIUSURE LATERALI a scelta

VASCA IDROMASSAGGIO PER COMBATTERE LO STRESS

€ 2.400,00 Anticipo: € 400,00 + 24 Rate da € 90,50 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

ESEMPIO: Ø 180 cm

ESEMPIO: 540x300 cm Verniciata con Impregnante color Castagno, completa di Timpani e Tamponi in Legno

€ 1.900,00 Anticipo: € 0,00 + 18 Rate da € 113,00 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

e ristabilire l’equilibrio tra mente e corpo, cromoterapia con illuminazione a led, energicamente efficiente e rispettosa dell’ambiente. Consumo elettrico “casalingo” con spunto massimo soltanto durante il riscaldamento di 1,4 Kw. Entro Marzo, trasporto ed installazione incluse nelle provincie di Firenze, Prato e Pistoia

Alluminio e Resina, perfetto connubio tra resistenza e eleganza

€ 6.490,00 Anticipo € 490,00+36 rate da € 187,50

ESEMPIO: Tavolo 144/210x100 cm + 8 Poltrone € 1.089,00 Anticipo € 89,00+12 rate da € 87,50

agione t S a n U piena e rt di offe etta! sp ....ci a PORTICATO CON COPERTURA IN TELO PVC IGNIFUGO

per Bar, Ristoranti e non solo.... ESEMPIO: 750x450 cm. Legno Lamellare e Telo PVC ignifugo, con colore a scelta € 3.870,00 Anticipo: € 370,00 + 24 Rate da € 158,50 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

CASETTA CON INCASTRO BLOCKBAU, SPESSORE 28 MM

re Il Piacere di vive no!! i il giard

ESEMPIO: 300x200 cm. Verniciata con Impregnante color Castagno, 1 Porta a singolo battente, 1 Finestra con scuretti. Copertura con Guaina Ardesiata € 1.990,00 Anticipo: € 90,00 + 18 Rate da € 113,00 (1° rata a 3 mesi)

CASETTA CON VISTA MARE O MONTAGNA!

ESEMPIO: 600x400 cm Struttura in Legno ad incastro Blockbau, spessore 43 mm, con n° 2 vetrate scorrevoli in Alluminio e vetro antinfortunistico, 220x110 cm e n° 1 Porta con vetro antinfortunistico, 80x190 cm. Copertura Guaina Ardesiata € 9.900,00 Anticipo: € 1.900,00 + 48 Rate da € 193,50 (1° rata a 3 mesi)Tutte le misure

TENDE IN ALLUMINIO E CRISTAL TRASPARENTE A SCORRIMENTO VERTICALE

per chiudere d’inverno ed aprire d’estate ESEMPIO: 300x225 cm, colore a scelta. Copertura garantita alla pioggia ed al vento € 890,00 Anticipo: € 90,00 + 12 Rate da € 70,00 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

TAVOLO ALUNGABILE +8 POLTRONE

PORTICATO IN LEGNO, CON COPERTURA OMBREGGIANTE IN CANNICCIO ESEMPIO: 380x296 cm

€ 968,00 Anticipo: € 68,00 + 12 Rate da € 79,00 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

COPRIPORTA IN LEGNO, CON MENSOLE CUVILINEE. COPERTURA IN PERLINATO E TEGOLE CANADESI ESEMPIO: 350x125 cm, colore a scelta

€ 890,00 Anticipo: € 90,00 + 12 Rate da € 70,00 (1° rata a 3 mesi) Tutte le misure

PORTICATI E PERGOLE • CASE E CASETTE • MOBILI DA GIARDINO • GAZEBO • TENDE • LAMPADE • PISCINE, ACCESSORI E PRODOTTI CHIMICI - I prezzi sono iva inclusa -

www.svitavvita.it svitavvita@svitavvita.it

800-989967

Tel./Fax: 055 8456648

Il Brivido Sportivo speciale Fiorentina-Chievo  

Il Brivido Sportivo speciale Fiorentina-Chievo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you