Page 6

sulla differenza avesse prevalso l’affermazione dell'unità e all'immagine di un socialismo tutto occupato a trovare nel proprio seno le motivazioni di conflitto ideologico e strategico si fosse sostituita quella di una forza politica organicamente strutturata e armonicamente proiettata verso la realizzazione di uno Stato moderno. Entro la vita di questo socialismo tormentato, matrice e sostegno dell’impegno del socialista Matteotti, si è consumata in Italia gran parte della vitalità pratica insita in una idea cosi carica di promesse, ma anche la più estrema scommessa tra due dei suoi figli diversi: Benito Mussolini e Giacomo Matteotti. Ironia della sorte: la storia della democrazia italiana trovava nel 1924 schierati in campo e combattenti a loro modo vigorosi, l'un contro l'altro armati, due figli del socialismo. A noi spetta il dovere di intendere appieno il significato politico della partecipazione di Matteotti alle vicende del movimento socialista e dei suoi contributi alla vita e ai problemi del nostro paese. Perciò noi dobbiamo restituire alla sua figura di combattente per la democrazia la dimensione storica che gli compete, facendo convergere il nostro sentimento di venerazione verso una puntuale ricostruzione del suo pensiero e delle sue azioni politiche. Ciò servirà a diffondere lo spirito etico della politica e il peso che lui ha avuto, in sede politica, nell’identificare lucidamente la natura reale del fascismo. Le vicende legate a questa lotta sono ormai note. Gli storici ci hanno fornito risultati soddisfacenti anche se ancora bisognosi di ulteriori approfondimenti. Risultati che ci consentono di superare il gusto pernicioso del revisionismo per accentrare l’attenzione sul valore simbolico di una vita dedita alla politica per depurarla di tutte le scorie che un presente tumultuoso ne inficiava il pregio gettandola nella palude di una confusa e tendenziosa corsa verso un nazionalismo sterile e conflittuale. Quel lavoro storiografico ha anche dato frutti preziosi nella comprensione della figura del più autorevole martire della violenza fascista. Cosicché l'immagine eroica di un Matteotti sacrificato e nobilitato dal martirio è andata acquistando contorni ben definiti, estendendosi il terreno della 4

Profile for salvatorenasti

TEMPO PRESENTE 400-402 apr-giu 2014  

Rivista di cultura diretta da Angelo G. Sabatini - Giacomo Matteotti a novant'anni dalla morte 1924 - 2014

TEMPO PRESENTE 400-402 apr-giu 2014  

Rivista di cultura diretta da Angelo G. Sabatini - Giacomo Matteotti a novant'anni dalla morte 1924 - 2014

Advertisement