__MAIN_TEXT__

Page 1


2. 4. 6. 8. 10. 12. 14.


Le fratture sovracondiloidee dell’omero

nazione. In questa situazione il gomito si

sono le più comuni e diffuse tra le lesioni

trova in condizione di “blocco articolare”;

scheletriche nei bambini.

lo scarico delle forze si esplica sulla pa-

L’incidenza maggiore si ha tra i 5 e i 7

letta omerale, provocandone la frattura.

anni in entrambi i sessi e prevalentemen-

Più raramente, solo nel 2% dei casi, il

te interessano il lato sinistro.

meccanismo traumatico è per caduta con

La frattura sovracondiloidea dell’omero

gomito posto in flessione.”

del bambino è provocata, nel 98% dei

Ma come fare a capire se il bambino si è

casi, da un trauma accidentale per una ca-

procurato una frattura?

duta, nel dettaglio, nei bambini al di sotto

È chiaramente complicato in età pedia-

dei 3 anni è spesso dovuta alla caduta dal

trica. Il bambino non è forse in grado di

letto, o dalle scale, nei bambini di età superiore da caduta da attrezzature presenti al parco giochi o durante lo svolgimento di attività sportive. “Il meccanismo traumatico più comune – spiega il Giornale Italiano di Ortopedia - è quello di una caduta con polso e gomito in estensione e avambraccio in pro-

spiegare al genitore o al sanitario cosa sta succedendo e quindi è necessario dirigersi in un pronto soccorso. In generale possiamo affermare che i segni clinici di sospetto sono la tumefazione con dolore localizzato e l’impotenza funzionale dell’arto. Nel bambino si possono verificare fratture incomplete, le cosiddette fratture a “legno verde” laddove c’è scarsa tumefazione e il dolore viene av-

arredamenti che rendono l’ambiente-casa sicuro. In cucina, ad esempio, si deve assolutamente evitare di cucinare col bambino tra le braccia per evitare ad esempio le ustioni. I ripiani, i cassetti e gli sportelli della cucina vanno chiusi ermeticamente poiché con il gattonare del bambino, dai 9 mesi in poi, potrebbe incorrere in un’intossicazione o avvelenamento ingerendo detersivi e prodotti da cucina. Attenzione maggiore anche nella sala bagno dove bisogna assicurare la presenza di

vertito soltanto alla palpazione. È neces-

un tappeto antiscivolo e non permettere

sario rivolgersi a un medico ortopedico.

al bambino di usare il phone da solo.

Come evitare le cadute?

Per evitare qualsiasi incidente in camera,

Crescere un bambino significa anche

sarebbe opportuno scegliere un arreda-

pensare e realizzare un ambiente su sua

mento poco spigoloso e morbido così da

misura. Esistono alcune linee guida mini-

proteggerlo da cadute e quindi traumi.

steriali che suggeriscono atteggiamenti e

COMUNICAZIONE WEB EFFICACE TUTTI I SEGRETI PER POTER COMUNICARE IN MODO VINCENTE ATTRAVERSO IL WEB e GUADAGNARE NUOVI CLIENTI

scarica l’ebook gratuito

www.farmadpiu.it 2 salutebuongiorno


L’agricoltura urbana è una realtà foto-

L’orto urbano rappresenta uno slancio di

sitive in quanto sostengono l’ambiente e

grafata dal Susturbanfoods che in un do-

rivalutazione in primo luogo per le zone

regolano il micro-clima locale. Caratteri-

cumento pubblicato per Sustainability,

cittadine in stato di degrado e abbandono

stica contemporanea delle città, gli orti

spiega come le “nuove pratiche”degli orti

favorendo la valorizzazione di spazi socia-

urbani rappresentino un’ innovazione

li e aggregativi.

cittadini rientrano nella progettazione di

culturale e sociale in Italia come in Eu-

Il responsabile Nazionale Progetto Orti

ropa.

Urbani Evaristo Petrocchi ha rilasciato in

Il progetto Susturbanfoods parla in ter-

un’intervista che: “Il progetto naziona-

mini di biodiversità, miglioramento del

le Orti Urbani di Italia Nostra in questi

clima ma anche inclusione sociale e occu-

10 anni ha registrato un interesse sempre

pazione in concomitanza con la diffusione

crescente che ha portato ad alleanze con

degli orti urbani.

importanti istituzioni, tra cui Ministero

piccanti, fragole, piselli.

Il progetto, coordinato dall’Università di

dell’Agricoltura, Ordine degli Agrono-

Basta avere a disposizione dei vasi adegua-

Bologna e finanziato dall’Unione Euro-

mi, ANCI, mettendo tante forze in cam-

ti e qualche seme o piantina.

pea, si pone l’obiettivo di studiare l’im-

po”.

Il piacere dell’orto permette non soltan-

patto di nuovi spazi agricoli in città sullo

Italia Nostra era presente con il progetto

to una rigenerazione in termini di salute

sviluppo sociale.

degli Orti Urbani all’ Expo 2015 come

La pratica dell’orto urbano è favorevole

iniziativa su scala nazionale rivolta a pri-

ambientale ma di connettività: entrare in

anche all’economia familiare dato che ri-

vati e enti pubblici che fossero interessati

esce a soddisfare il fabbisogno annuale di

a destinare all’arte di coltivare i propri

un intero nucleo familiare.

spazi. La Coldiretti si è occupata dell’ar-

La creazione di nuovi spazi verdi è uno

gomento pubblicando alcuni dati in meri-

tra gli obiettivi principali alla radice della

to tra cui spicca la Campania a guidare lo

promozione degli orti cittadini.

sviluppo urbano dell’agricoltura del Sud

A testimoniare quest’ idea c’è il Proto-

con 116.000 metri quadrati nella sola

Insomma c’è solo da guadagnarci in ter-

collo di Intesa di ANCI e Italia Nostra af-

Napoli, seguita da Sicilia e Sardegna. Le

mini di vivibilità e sostenibilità sociale e

finché si conosca e diffonda questa realtà

conseguenze di questo sviluppo agricolo

ambientale.

agricola e urbanistica.

urbano non sono che estremamente po-

4 salutebuongiorno

nuovi quartieri e centri abitati. Ma cosa possiamo coltivare in città? Un’adeguata esposizione al sole di un terrazzo o di un balcone ci permette di coltivare specie mignon di pomodori ad esempio, ma anche insalate, peperoncini

relazione con altri agricoltori “cittadini” e formare una rete amichevole di scambio di prodotti. Potreste anche tenere un diario dell’evoluzione delle fasi dalla semina al raccolto alla vendita o regalo se volete e pubblicare la vostra esperienza.


Pesce in tavola per il cuore Consumare molto pesce nella dieta alimentare aiuta il cuore a stare bene e a prevenire le malattie cardiovascolari. Il pesce, infatti, insieme alle verdure, rientra in quelle categorie di alimenti che risultano in grado di difendere il cuore. Il British Medical Journal conferma con uno studio questa teoria poiché dallo studio effettuato si evince proprio che, a differenza di chi consuma molta carne, chi segue un’alimentazione ricca di pesce e verdure riduce il rischio di infarto al miocardio. L’american Heart Association, l’AHA, ad esempio, dichiara che l’infarto,la prima causa di morte nei Paesi industrializzati, si previene facilmente adottando una dieta alimentare ricca di pesce, almeno consumandolo due volte alla settimana possiamo ridurre il rischio di arresto e insufficienza cardiaca. In un anno andrebbero consumate 104 porzioni da 100 grammi di pesce, anche delle tipologie più grassose come tonno, salmone, sgombro e aringhe. Questo tipo di alimentazione “pesce-

6° salutebuongiorno

tariana” riduce le probabilità di ammalarsi di cuore. A conferma di ciò c’è una lunga ricerca effettuata dall’Università di Oxford che pur non asserendo niente di definitivo, conclude, comunque, che seppur a livello osservazionale, ha stabilito che nei pescetariani si manifesta una probabilità ridotta del 22% di sviluppare malattie dei vasi sanguigni che portano il sangue al cuore. Mangiare molto pesce aiuta a prevenire, inoltre, il rischio di obesità e di ipertensione nonché il diabete di tipo 2. Cosa accade all’organismo che si nutre di molto pesce? I pesci contengono acidi grassi in particolare l’Omega 3 che si presenta proprio come uno scudo per il cuore dato che riesce a pulire le arterie dalle ostruzioni. Parliamodi pesce ma non di pesce fritto. Bene anche il consumo dei frutti di mare ricchi di acidi grassi contro i grassi saturi della carne. La ricerca del Journal of the National Cancer Institute ad esempio, addebita

ai troppi grassi saturi nel sangue, il sopraggiungere di malattie come il cancro alla prostata. Nelle diete vegetariane e vegane, dove c’è un’assimilazione minore di colesterolo e vitamina B12, ad esempio, si riscontrano più casi di emorragie dovute, per esempio, alla rottura di un’arteria nel cervello e più casi di ictus. L’equilibrio alimentare da cercare risiede, in primo luogo, nello scartare dal carrello della spesa gli alimenti ultra-trasformati. Adottare uno schema dietetico a base vegetale ma non vegetariano dicono gli studiosi della Deakin University dell’Australia. Esiste, tuttavia, un nesso importante da considerare tra consumo di pesce e le probabilità di ammalarsi di tumore. L’assunzione di una dieta a base vegetale e di pesce riduce, significativamente, il tumore al fegato e al colon-retto pur non parlando di prove certificate ma in via di studio ancora. Lo studio Epic, infatti, ha riscontrato una diminuzione dei rischi al cuore per chi si alimenta di pesce.


I bagni termali, cospicui sulla zona partenopea e in particolare in quella flegrea, sono fonte di benessere psicofisico e donano una rigenerazione globale all’organismo. È indubbio che trascorrere una giornata in una piscina termale è un’ottima idea di svago e benessere non solo nelle stagioni calde ma anche durante l’inverno. Ma se fosse prescritta dal medico? Esistono molte patologie che risultano curabili proprio con i bagni termali. Questi, infatti, offrono una indiscussa varietà di terapie: l’idropinoterapia, irrigazioni, inalazioni, balneoterapia e antroterapia.

Stufe di Nerone

Queste terapie, nel dettaglio, risultano efficaci per diversi disturbi dell’organismo come malattie recidive del sistema urinario, le irrigazioni ad esempio svolgono azione antisettica e decongestionante. Una particolare attenzione all’an-

8 salutebuongiorno

La terapia termale, in questo caso, interviene con efficacia sul deterioramento del rapporto mente-corpo, riuscendo ad agire sui muscoli e sull’umore della persona. La Fondazione Forst, Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale, riporta una tabella esplicativa delle cure appropriate ai diversi disturbi al sito www.forst.it. Le terme, quindi, possono essere prescritte dal medico che ne indiTerme di Baia troterapia, ovvero il trattamento cherà durata e specificità rispetto termale in grotta, che con il mi- alla patologia presente. croclima presente nell’ambiente Le terme presenti sul territorio effettua un’azione analgesica per sono numerose, ma possiamo citarl’apparato osteo-artro-muscolare, ne qualcuna per informare l’utenza mentre attraverso la sudorazione è su percorsi brevi nella provincia di Napoli: possibile espellere le tossine. Altro particolare da non sottovalu- Stufe di Nerone tare riguarda la “Malattia di Atlante” Club Baia Terme ovvero la fibromialgia, una malattia Terme di Telese tra neurologia e malattia reumatica Oltre alle numerose strutture terche colpisce soprattutto le donne. mali presenti sull’isola di Ischia. La fibromialgia si manifesta con dolore persistente alla colonna vertebrale, spalle, nuca e polsi nonché alle gambe. Quest’affaticamento cronico ha ripercussioni sull’umore determinando un disturbo dell’umore. La sindrome fibromialgica, pure rimanendo una malattia reumatica è quindi debilitante a causa del dolore diffuso che colpisce i muscoli cui si accompagnano problemi di memoria come dicevamo Terme di Telese e una cattiva qualità del sonno.


Ikigai, 生き甲斐 , è un pensiero di origine giapponese che riguarda il vivere bene e in armonia non soltanto nell’unità mente-corpo dell’individuo ma in armonia con il mondo circostante. È un pensiero sull’uomo nel mondo come involucro di organismi, gli uomini, solidali tra loro e capaci di “vivere insieme” in un mondo pensato e possibile. Ma cosa significa Ikigai? Questo concetto rappresenta la motivazione primaria che ci spinge ad agire, a svegliarci la mattina, a scegliere un lavoro piuttosto che un altro, un pensiero che si mostra interno alla nostra coscienza e che ci rappresenta. Esso non si trova ma ci si svela nel corso del tempo e delle esperienze che si susseguono nelle nostre sta-

Logo Ikigai gioni di vita. Marc Winn nel 2014 sul suo

10 salutebuongiorno

blog ha realizzato un diagramma dell’Ikigai per rappresentare il concetto di scopo nella vita pur non coincidendo con l’Ikigai che è invece la motivazione che ti spinge a realizzare te stesso nel mondo. Il diagramma si divide in diverse zone che si intersecano, prima tra tutte c’ è ciò che ti piace o quello che siamo capaci a fare bene. Le altre zone di intersezione riguardano l’impatto tra le aspirazioni personali, ciò che ci piace fare, e il mondo esterno. Un impatto che può provocare qualche problema ma che comunque ci spinge a seguire la prima regola dell’Ikigai, cioè l’azione, in quanto non puoi programmare la tua vita su un diagramma ovviamente. Il legame che unisce le aspettative personali e il mondo circostante è la fantasia, la capacità di pensare nuove vite per noi stessi sulla base, appunto, di ciò che ci rende felici, l’Ikigai. Il pensiero dell’Ikigai nasce dagli abitanti dell’isola di Okinawa, una delle cinque zone blu della Terra, le zone dove si vive più a lungo, tra cui spicca l’italiana Sardegna, nel dettaglio il paese in provincia di Nuoro, Seulo. Ikigai, infatti, è il senso d’amore che si prova per la vita, potrebbe essere un pescatore di Okinawa o un artigiano: “L’ikigai di un pescatore di centocinque anni è andare a pesca tre volte a settimana per

far mangiare la famiglia. L’ikigai di una ultracentenaria è stare con la bis-nipote di sei mesi”. (tratto da “Ikigai″ di Bettina Lemke, Giunti). Ultimo fattore dell’Ikigai è il valore dell’amicizia e dello stare insieme, dato che la gratitudine è un aspetto caratteristico del concetto di felicità giapponese. Un valore fondamentale è appunto il dare e il ricevere in un circuito armonioso e appagante che crea altri circoli virtuosi tra l’individuo e gli altri. Questo benessere che ne deriva non appartiene soltanto al corpo o alla mente ma dona stabilità all’impianto psico-fisico. La gratitudine rappresenta un dono che non è autoreferenziale e riesce ad essere una buona e valida regola della convivenza sulla Terra. In termini di energia, l’Ikigai riesce a sprigionare le migliori energie che abbiamo a disposizione in un processo che tra realtà e fantasia ci aiuta a vivere appieno le nostre giornate. Perché ci si sveli il nostro Ikigai è necessario riconoscere i nostri ideali, i nostri pregi perché non solo si riesca a prendere consapevolezza di sé stessi ma anche a far germogliare quel “migliore” possibile che siamo in grado di essere nel mondo.


Aumentare la densità delle ossa

ossa ma agisce anche sul piano emotivo

La scrittrice propone una serie di eserci-

con lo Yoga?

poiché fornisce all’individuo stabilità e

zi, primo tra tutti la Kundalini che aiuta-

Si può.

quiete.

no la riattivazione delle ghiandole endo-

Con la venuta della menopausa l’osteo-

Non parliamo, quindi, di ginnastica che

crine femminili grazie al massaggio degli

porosi si presenta come una delle malat-

aumenta lo stress sull’organismo e men-

organi interni.

tie più comuni.

tale ma una tecnica dolce, appunto, rige-

In particolare i benefici della Kundalini

Essa attacca le ossa rendendole più fragili.

nerativa per l’intero organismo.

sono di tipo cardiovascolare e il rinvigo-

L’osteoporosi, infatti, è uno dei disturbi

Lo yoga va inteso come una vera e pro-

rimento del sistema nervoso nonché una

che può manifestarsi dopo gli sconvolgi-

pria disciplina riabilitativa che riesce a

significativa diminuzione dello stress.

menti ormonali della menopausa.

sfruttare la forza di gravità esercitando

La pratica suddetta eliminerebbe le

L’esame da fare, in ogni caso, è la Moc,

pressione sul sistema osseo e stimolando

“vampate” delle donne in menopausa e

esame di densitometria che indica la den-

la produzione di calcio.

rinvigorirebbe i capelli oltre che riequi-

sità dei sali minerali dell’osso.

Uno studio effettuato su 741 persone ha

librare l’emotività. I dati che Dinah Ro-

Ma, in ogni caso, prevenire questo distur-

stabilito che i 227 partecipanti che hanno

drigues riporta dagli studi condotti per

bo si può, si deve.

eseguito la pratica yoga (per una durata

l’Unifesp, l’Università federale di San Pa-

Come?

complessiva di due anni) hanno aumenta-

olo determinano un netto miglioramento

L’attività fisica rappresenta il principale

to la densità ossea dell’anca e della colon-

delle donne che presentano sintomi di-

strumento di prevenzione perché riesce

na vertebrale.

sfunzionali prodotti dallo stato di meno-

a ridurre il dolore che l’osteoporosi pro-

La ginnastica dolce si concentra molto

pausa con una pratica di appena quattro

voca.

sulla respirazione diaframmatica e favori-

mesi. Gli esercizi specifici della pratica

Una buona camminata di mezz’ora, ad

sce l’allungamento ciò riequilibra la po-

Kundalini sono nel dettaglio due: la po-

esempio, cercando di rimanere in posi-

stura che a sua volta evita che l’individuo

sizione del gatto seduto e gli esercizi di

zione corretta e una buona fisioterapia

possa incorrere in cadute e fratture.

respirazione calmante. La posizione del

nonché, in un’ottica preventiva, ginnasti-

Il libro “Yoga ormonale” di Dinah Rodri-

gatto seduto va ripetuta tre volte e serve

ca posturale e dolce come lo Yoga che, in

gues (Fabbri editori, pp 275, 18 euro) è

a riattivare le ghiandole surrenali e il pan-

particolare, previene lo stato di infiam-

uno scritto che propone un approccio oli-

creas, mentre l’esercizio di respirazione

mazione ossea e rigidità articolari.

stico alla menopausa ed è stato tradotto

va ripetuto almeno cinque volte.

Lo Yoga attua una prevenzione reale alle

da Carla Nataloni, sua allieva.

12 salutebuongiorno


Il Professore Nicola Lovero, medico psichiatra, è stato dirigente del reparto psichiatria dell’Università “Vanvitelli” di Napoli. Lo interroghiamo su alcuni temi attuali che riguardano la salute mentale e le condizioni in cui verte lo stato di accoglienza, custodia e cura del settore psichiatrico a Napoli e in Campania. Un tema troppo spesso relegato a piccoli spazi, spesso di cronaca, che sottolinea l’esigenza di discutere di un tema ancora assediato dai pregiudizi e dall’indifferenza della società e dell’opinione pubblica. Le strutture di ricovero sono adeguate alle esigenze del territorio e dei pazienti? Se parliamo in termini di quantità di spazi sanitari per la cura dei pazienti, si, a mio parere, gli spazi sono sufficienti e adeguati e riescono a rispondere alle esigenze territoriali in termini di numero. Queste strutture sono in grado di costruire adeguati spazi 14 salutebuongiorno

di ascolto con i terapeuti? Diciamo che gli spazi sono pensati per costituire un sistema integrato di ascolto e custodia ma dipende molto dal personale, della “presa in carico”

Le patologie più diffuse nella fascia d’età adolescenziale si possono ricondurre all’uso di sostanze? Sono due cose diverse patologie e uso di sostanze. È necessario fare una distinzione. Le “patologie derivanti da sostanze” molto spesso sono la slatentizzazione di patologie sottostanti. Parliamo, in questo caso, di multifattorialità. Da una parte abbiamo i fattori genetici e dall’altra quelli derivanti dai “life events” e individuali, specifici, non generalizzabili insomma. Prof. Nicola Lovero Cosa pensa del federalismo saIl servizio pubblico, secon- nitario? do il Suo parere, necessita di Il federalismo sanitario: mi concentreun percorso innovativo? Che rei sulla divisione delle risorse. Ciò che ruolo giocano le forze ester- potrebbe determinare (ma non è detto) è ovvio: le regioni più ricche potrebbero ne? Al momento il servizio pubblico deve essere in grado di migliorare il servizio la sua efficienza al lavoro del per- sanitario mentre quelle più povere, con sonale incaricato e si auspica che a disposizione fondi di minor entità, posia in grado sempre di dare il meglio. trebbero vedere il peggioramento della loro situazione.


Cioccolato buono per il cuore. Mangiare 10 grammi di cioccolato fondente al giorno è un toccasana per le nostre arterie e quindi nulla da temere, un cioccolatino al giorno è di notevole aiuto per la nostra salute. Occhio però a non esagerare, perché, l’alto tasso di zuccheri contenuto nella cioccolata potrebbe provocare un aumento

Attenti all’acido urico Ti piacciono frutti di mare e birra? Questi alimenti sono ricchi di fruttosio e determinano l’aumento dell’acido urico nel sangue. Cosa succede? L’acido urico è quella sostanza che deriva dalla distruzione delle cellule dell’organismo e un’alta percentuale nell’organismo della sostanza potrebbe provocare dolori e arrossamenti alle articolazioni e in particolare al piede. Gli studi in proposito ci allertano sulla percentuale di acido urico perché potrebbe determinare il sopraggiungere di diabete e ipertensione.

Come ridurre il gas intestinale

Esistono soggetti che più di altri soffrono di gas intestinale, un disturbo molto fastidioso e doloroso cui si può porre rimedio. Chi è più sensibile a questo tipo di dolore può moderare il consumo di cereali e soprattutto prodotti caseari nella propria dieta alimentare.

del peso in poco tempo. La ciocco-

Si può anche ricorrere ad integra-

lata, però, assunta in piccole dosi,

tori alimentari a base di enzimi

anche quotidianamente, riduce il

naturali, l’alpha-galattosidasi e

rischio di infarti del 37% merito

la beta-galattosidasi, che aiutano

dei flavonoidi presenti nel ciocco-

l’organismo a non produrre gas

lato nero.

intestinali e a smaltire carboidrati e prodotti caseari

15 salutebuongiorno


Profile for Salute Buongiorno

Salute Buongiorno 14 - Autunno  

Salutebuongiorno magazine è la rivista sul mondo della salute a tutto tondo con interviste , speciali e articoli sulla buona vita

Salute Buongiorno 14 - Autunno  

Salutebuongiorno magazine è la rivista sul mondo della salute a tutto tondo con interviste , speciali e articoli sulla buona vita

Advertisement