{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1


Egadi

Eolie

ITINERARIO 01

Eolie

ITINERARIO 02

Arcipelago Toscano

Pontine & Flegree

Costiera Amalfitana

Costa del Cilento


Marsala - Mohia - Marettimo - San Vito lo Capo - Favignana - Levanzo - Trapani

Sabato:

Sistemazione nelle cabine, briefing sul programma della settimana e sulla strumentazione di bordo, poi tutti a far cambusa. Marsala la patria del vino che, nell'intenzione dell'inglese John Woodhouse, doveva far concorrenza al Porto. Marsala assurse agli onori della cronaca per lo sbarco qui effettuato dai Mille di Garibaldi, l'11 maggio 1860, al cui seguì la conquista del Regno delle Due Sicilie e l'unificazione d'Italia.

Domenica:

Navigazione verso Marettimo, la selvaggia isola dominata da Monte Falcone e ricca delle più belle Grotte naturali e famosa per un'escursione lungo sentiero che porta ai ruderi delle case romane. Cena e Pernottamento a Marettimo.

Lunedì:

Colazione a Marettimo e rotta verso San Vito Lo Capo, porto di pescatori diventato amena località turistica con la sua caratteristica lunga spiaggia di sabbia. Cena a base ci Cous- Cous e pernottamento in rada nella baia di San Vito Lo Capo.

Martedì:

Dopo una escursione a terra si salpa verso verso Favignana, la maggiore delle isole, dalla caratteristica forma a farfalla. Il nome deriva dalla pietra di costruzione, denominata appunto favignana, che si estrae dalle cave di tufo. Da vedere il Palazzo Florio e la Cala Rossa, insenatura simbolo dell'isola. Si potrebbe essere fortunati o sfortunati spettatori della mattanza, cruenta cerimonia che ancora oggi si consuma nei paraggi. Cena e pernottamento a Favignana in Cala Rossa.

Mercoledì:

Sveglia in Cala Rossa e dopo un tuffo rigenerante in acque cristalline, si punta verso la piccola Levanzo. Bellissima la Grotta del Genovese e poi dopo un tuffo a Cala Fredda si torna nel sognante porto per la cena ed il pernottamento.

Giovedi:

Colazione a Levanzo con granita e briosche e poi partenza per Favignana per vedere il suo lato nord da Cala Rotonda a Cala Azzurra. Veleggiata di rientro in porto per la cena ed il pernottamento.

Venerdì:

Colazione e bagno per puntare su Trapani verso la sua Riserva delle Saline. Veleggiata di rientro verso MArsala e soste bagno. Arrivo a Marsala per il tardo pomeriggio per la serata libera tra degustazioni di vini siciliani e aperitivi tipici.

Sabato

Prima Colazione e Sbarco ore 10:00 NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO 11 AUG – 22 AUG

QUOTAZIONE € 750

11 JUL – 01 AUG 22 AUG – 05 SEP

€ 650

30 MAY – 11 JUL 05 SEP – 19 SEP

€ 600

19 SEP – 30 MAY

€ 500

BASE DI IMBARCO

MARSALA


Salina - Lipari - Filicudi - Alicudi – Panarea

ITINERARIO 01

Sabato: Imbarco nel primo pomeriggio, cocktail di benvenuto a bordo, inizio crociera, arrivo a Lipari nel porto di Marina Grande, serata libera tra i negozietti ed il passeggio di Marina Piccola di Lipari.

Domenica: Colazione on boat e dopo i preparativi si salpa in navigazione lungo la costa ovest di Lipari: la Spiaggia Bianca, anche detta delle Pomici,Punta Castagna, Acquacalda e superato il canale rotta su Santa Marina di Salina, arrivo, cena e pernottamento.

Lunedì: Colazione a terra con granita e brioche per poi salpare verso la costa a sud di Salina, sosta per una pausa pranzo e per godersi il relax ed il mare nella famosissima baia di Pollara, famosissima per il suo faraglione. Al tramonto in navigazione verso Filicudi, arrivo e pernottamento.

Martedì: Risveglio a Filicudi e dopo colazione partenza per il periplo di Filicudi. Facendo il giro dell'isola si possono ammirare le meraviglie naturali che caratterizzano Filicudi. Rientro a Porto Pecorini per aperitivo eoliano in pareo sulla spiaggia. Pernottamento a Filicudi

Mercoledì: Colazione a terra e partenza per la piccola Alicudi, soste bagno prima e dopo aperitivo si fa rotta su Salina veleggiando e pranzando in navigazione. Sosta a Malfa per cena e pernottamento.

Giovedì: Colazione in barca e subito in navigazione verso la vicina Panarea e per arrivare nella Baia di Cala Junco. Questa cala è una delle tappe più importanti del giro dell'isola di Panarea e si trova nella parte più meridionale dell'isola. Si tratta di una bellissima piscina naturale da molti considerata la località più bella di Panarea. Sosta a Baia Milazzese e poi tutti a terra per esplorare l'isola da terra con la sua movida, i suoi barretti e i parei e calzari tipici della moda dell'isola.

Venerdì: Colazione a terra in tarda mattinata a Panarea e partenza se il tempo lo permette verso Stromboli per il giro dell'isola dei gechi. Altrimenti per i meno mattinieri bagno e relax tra Lisca Bianca e Basiluzzo. Dopo pranzo partenza verso Lipari ed arrivo per ultimo bagno nelle acque blue di Canneto e rientro a Marina Grande e serata a terra tra shopping, aperitivi e ristoranti tipici.

Sabato: Colazione a bordo, sbarco entro le ore 10.00. NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO AGOSTO

QUOTAZIONE € 700

LUGLIO

€ 600

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

LIPARI


Stromboli - Lipari - Salina - Vulcano - Panarea

ITINERARIO 02

Sabato: Imbarco nel primo pomeriggio e dopo sistemazione in barca e ultimi preparativi si salpa verso Stromboli, tra le isole più suggestive dell’arcipelago eoliano. Tra i punti più caratteristici, la "Sciara del Fuoco", a nord-ovest, colata lavica che scende fino al mare, creando un ambiente particolarissimo, soprattutto nella navigazione notturna. Arrivo e pernottamento.

Domenica: Colazione a terra con granita di gelso e briosce e dopo rifocillante bagno e giro verso Ginostra si punta verso Lipari, la costa ovest per vedere la Spiaggia Bianca, anche detta delle Pomici, Acquacalda. Arrivo a Marina Grande di Lipari, serata nel passeggio di Marina Piccola, cena e pernottamento.

Lunedì: Colazione on boat per poi salpare verso la costa a sud di Salina, sosta per una pausa pranzo e per godersi il relax ed il mare nella famosissima baia di Pollara, famosissima per il suo faraglione. Questa zona è molto ricca di grotte che possono essere visitate. Sarata a Salina e cena a terra in uno dei suoi famosissimi ristoranti tipici.

Martedì: Risveglio a Salina e dopo colazione partenza per la volta di Vulcano. Il giro dell'isola ha inizio dal Porto di Levante molto conosciuto per le fumarole e le sue sorgenti termali. Continuando il tour verso nord-ovest si arriva alla penisoletta di Vulcanello e poi, alla splendida Grotta del Cavallo caratterizzata da fantastici giochi di luce. Cena a pernottamento in rada al Porto di Levante oppure rientro nella vicinissima Lipari.

Mercoledì: Colazione in barca e subito in navigazione verso la vicina Panarea e per arrivare nella Baia di Cala Junco. Questa cala è una delle tappe più importanti del giro dell'isola di Panarea e si trova nella parte più meridionale dell'isola. Si tratta di una bellissima piscina naturale da molti considerata la località più bella di Panarea. Sosta a Baia Milazzese e poi tutti a terra per esplorare l'isola da terra con la sua movida, i suoi barretti e i parei e calzari tipici della moda dell'isola.

Giovedì: Colazione a terra in tarda mattinata a Panarea e partenza se il tempo lo permette verso Stromboli per il giro dell'isola dei gechi. Altrimenti per i meno mattinieri bagno e relax tra Lisca Bianca e Basiluzzo. Vicino Basiluzzo sul fondale si può ammirare un rudere di periodo romano. Si vedono poi gli isolotti di Lisca Bianca, Bottaro, Lisca Nera e Dattilo con la sua particolare forma piramidale. Vicino Dattilo vi sono i cinque Panarelli e le Formiche. Cena e pernottamento a Panarea.

Venerdì: Colazione on boat e partenza verso Stromboli per un bagno ed il pranzo ad arancine siciliane nell'isola dei gechi. Dopo pranzo partenza verso Tropao oppure Vibo Valenzia e navigazione e rientro in tarda serata.

Sabato: Colazione a bordo, sbarco entro le ore 10.00. NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO AGOSTO

QUOTAZIONE € 700

LUGLIO

€ 600

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

TROPEA VIBO VALENTIA


Portoferraio – Marciana Marina – Marina di Campo – Punta Calamita – Porto Azzurro - Ortano

Sabato Imbarco a Porto Ferraio, situata su uno sperone di roccia e circondata dalla Fortezza Medicea che la sovrasta, con il suo porto principale a carattere "Naturale", viene individuato come il capoluogo dell'Isola, sede della maggior parte degli uffici e servizi pubblici e con collegamenti frequenti e giornalieri con Piombino. Dopo aver fatto cambusa e rifornimento si fa vela subito per un bagno nella Spiaggetta di Sansone, caratterizzata dalla ghiaia bianca e dalla sua tranquillità. Per la sera ed il pernottamento ci si ridossa a Cala Viticcio, che si trova a sud dell'Enfola Il suo golfo profondo e riparato è meta di molte imbarcazioni in cerca di acque tranquille.

Domenica Vela e bagni di sole alla volta di Marciana Marina, che è il piu' piccolo degli 8 comuni dell'isola d'Elba ed uno dei piu' piccoli, per estensione territoriale di tutta l' Italia, precisamente il terzo comune piu' piccolo di tutta l'Italia. Il suo territorio si limita al centro storico del paese, con il suo bellissimo lungomare ornato da un filare di tamerici e all' immediato entroterra.

Lunedì Rotta su Fetovaia con sosta e visita del relitto di Pomonte (vecchio mercantile affondato in 10 metri d'acqua!)

Martedì Colazione in barca per poi salpare verso il pittoresco centro storico di Marina di Campo con la sua Torre d'avvistamento di epoca pisanomedicea ed il suo porticciolo, dal quale una volta veniva esportato il granito estratto dal massiccio del Monte Capanne, fanno da cornice alla splendida baia. Marina di Campo è una delle località storiche del turismo elbano: la spettacolare baia ha richiamato un pubblico internazionale fino dagli anni '50, tanto da essere chiamata 'La piccola Viareggio'. Oltre ad offrire una grande e comoda rada per le barche che vi vogliono sostare per una sera.

Mercoledì Rotta per Punta Calamita con sosta notturna nell'omonima rada dove non c'è altro che mare e stelle, cornice ideale per una cena ed rada surreale e magica.

Giovedì Si raggiunge costeggiando la cosidetta "Costa dei Gabbiani" Porto Azzurro delizioso paesino situato in un profondo golfo dove scendere la sera per un pò di vita notturna. Porto Azzurro, situato nella profonda insenatura del Golfo di Mola, è sovrastato dall'imponente Fortezza Spagnola di S. Giacomo da un lato e da Forte Focardo dall'altro. Ha un buon porto turistico, una bella piazza sul mare (luogo di ritrovo serale), e delle pittoresche viuzze dove vi sono negozi, bar, ristoranti e la sera bancarelle d'artigianato.

Venerdì Vela e relax nella piccolissima baia di Ortano. Nel pomeriggio si rientra a Portoferraio. Sarata libera per shopping, aperitivo e cena.

Sabato Prima Colazione e Sbarco ore 10:00

NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO 20 LUGLIO 31 AGOSTO

QUOTAZIONE € 680

01/20 LUGLIO

€ 600

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

PORTOFERRAIO


Procida – Ischia – Ventotene – Ponza – Palmarola

Sabato Imbarco a Procida ore 17.00 e sistemazione a bordo. Sarà possibile con una breve passeggiata visitare il suggestivo borgo di pescatori della Corricella per immergersi in una calma e suadente atmosfera. Pernottamento in barca a Procida.

Domenica Prima colazione (fantastiche le “lingue di suocera” con crema al limone!) e partenza per giro dell’isola di Procida con visita alle calette più suggestive. Dopo la sosta del pranzo, veleggiata verso Ischia e arrivo a Sant’Angelo, caratteristica località sul versante sud dell’isola. Ancoraggio sicuro in rada e possibilità di sbarco per una visita a terra.

Lunedì Prima colazione, magari con una delle mille torte di Paolo “al pescatore” e partenza per Ventotene. All’ arrivo sosta per un bagno e snorkeling nelle splendide acque dell’isola in una baia riparata. Ormeggio nell’antico porto romano animato da bar e ristoranti caratteristici.

Martedì Prima colazione,possibilità di visitare le Cisterne Romane, il Penitenziario borbonico sull’isolotto di Santo Stefano o la Villa Giulia. Pranzo e partenza per la splendida Ponza con arrivo all’imbrunire.

Mercoledì Passeggiata a Ponza con visita al Porto Borbonico. Giro dell’isola in barca e sosta per bagno e pranzo nell’affascinante baia di Chiaia di Luna. Nel pomeriggio partenza per la vicina Palmarola con ormeggio nella Baia del Francese di fronte alla spiaggia.

Giovedì Giro di Palmarola con sosta per il bagno e il pranzo all’ombra dei Faraglioni di punta Mezzogiorno prima di ripartire per Ventotene dove si arriva prima di sera.

Venerdì Prima colazione e partenza per Ischia. Sosta con bagno nelle acque termali della baia di Sorgeto. Al pomeriggio partenza per Procida con rada nella baia della Chiaia. Cena e discesa a terra.

Sabato Prima colazione in barca e rientro in porto.

NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO AGOSTO

QUOTAZIONE € 750

LUGLIO

€ 650

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

NAPOLI PROCIDA


Amalfi - Capri - Sorrento - Massa Lubrense - Sorrento - Positano - Praiano - Furore

Sabato Veleggiata sotto costa direzione Amalfi per cena in rada e pernottamento.

Domenica Partendo da Amalfi e proseguendo in direzione Positano, superata Vettica sulla sinistra, vi è un ampio spazio che si affaccia su Conca dei Marini e che sormonta la Grotta dello Smeraldo.

Lunedì Partenza dal porto di Amalfi e veleggiata verso la magica Capri con i suoi faraglioni. Sosta per cena e pernottamento.

Martedì Il giro dell'Isola di Capri è senz'altro un'esperienza unica e piena di piacevoli sorprese. La costa di Capri è ricca di insenature, piccole baie e grotte. Per fare un giro intero dell'isola occorrono circa due ore, ma ognuno sarà libero di impegare il tempo che preferisce. Ristorante ad Anacapri e preserata alla Piazzetta. Serata "Caprese".

Mercoledì Colazione a Capri e partenza verso Sorrento. Sosta bagno a Massa Lubrense e aperitivo a Piazza Tasso, oppure in uno dei tanti locali della movida della terra delle sirente.

Giovedì Veleggiata sotto costa di rientro fino alla Baia di Positano.

Venerdì Colazione a Positano, bagno e pranzo a Laurito - Praiano - Fiordo di Furore

Sabato Prima Colazione e Sbarco ore 10:00 NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO AGOSTO

QUOTAZIONE € 750

LUGLIO

€ 650

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

SALERNO


Santa Maria di Castellanate - Paestum - Agropoli - Palinuro - Sapri - Acciaroli – Pisciotta

Sabato Veleggiata sotto costa direzione Santa Maria di Castellabate. Arrivo in serata a Paestum, cena e pernottamento.

Domenica Colazione a Paestum e sosta sia per il bagno, sia per ammirare i Templi della vecchia città di Poseidonia. Cena in rada e pernottamento a San Marco di Castellabate.

Lunedì Dopo una colazione ai bar di San Marco, si salpa verso Agropoli e dopo pochissime miglia si arriva alla splendida Baia di Trentova per un bagno spettacolare e pranzo in rada. In serata arrivo nel porticciolo di Pisciotta per una cena nei tipici e rinomati ristorantini del caratteristico lungomare.

Martedì Navigazione sotto costa alla volta di Palinuro. Bagno e pranzo nella "Baia del Buon Dormire" e poi partenza verso la cittadina di Marina di Camerota per dormire nel suo caratteristico porticciolo.

Mercoledì Destinazione Golfo di Sapri, Scoglio dello Scialandro e visita alla Spigolatrice di Sapri, al Cristo degli Abissi ed alle meravigliose Grotte.

Giovedì Partenza dal porto di Sapri in direzione Palinuro, ma prima non subito dopo l'immancabile sosta alla Baia dei Rinfreschi. Serata mondana a Palinuro tra i suoi baretti che circondano la sua piazzetta.

Venerdì Partenza da Palinuro verso Acciaroli, bagno nelle lipide acque e ripartenza. Arrivo a Salerno per cenare nei suoi ristorantini del centro storico. Pernottamento in barca al porto.

Sabato Prima Colazione e Sbarco ore 10:00 NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

PERIODO AGOSTO

QUOTAZIONE € 700

LUGLIO

€ 600

GIUGNO SETTEMBRE

€ 550

APRILE e MAGGIO

€ 450

BASE DI IMBARCO

SALERNO


Spagna – Baleari

ITINERARIO 01

Spagna – Baleari

ITINERARIO 02

Croazia

Grecia - Cicladi


Maiorca – Ibiza – Formentera

ITINERARIO 01

Sabato imbarco a Palma di Maiorca a partire dalle 16.00. Ci si sistema a bordo e si prende confidenza con la barca. Si provvede alla cambusa e ci si conosce davanti ad un aperitivo di benvenuto. Se non si è troppo stanchi si parte la sera stessa alla volta di Ibiza in navigazione notturna…magari al chiaro di luna.

Domenica Arrivo all’alba a Tagomago. Sosta all’àncora per il bagno e merenda. Dedichiamo questa prima giornata all’esplorazione del versante nord dell’isola, il più selvaggio e affascinante, costellato di insenature, grotte, calette rocciose e un mare cristallino. Cala Xarraca, Portinax, Cala d’en Serra… veleggiando fino al tramonto per poi passare la notte all’ancòra in una rada riparata.

Lunedì Proseguendo lungo il versante nord con le consuete soste dedicate al relax, al bagno alla tintarella e all’avventura….fino all’arrivo a Sant Antoni per un aperitivo al Cafè del Mar e per calarci un po’ nella movida ibizenca!

Martedì Da Sant Antoni ancora verso sud ci fermeremo per un’esplorazione di Es Vedra e Atlantis…luoghi immersi in una natura incantevole e avvolti da un misterioso alone di leggenda. Dopo il pranzo, a vela fino a Formentera con arrivo in tempo per l’aperitivo al tramonto per concederci una serata a terra e magari un buon ristorante…

Mercoledì Una giornata all’insegna del relax: Formentera è uno spettacolo naturale anche all’interno. Non affollata, piena di sole: girarla in motorino è davvero piacevole e lo spazio di mare tra Cap des Falco, a sud-ovest di Eivissa, Isla Espalmador e la punta Nord di Formentera offre mare trasparente e sabbia bianca, l’ideale per ogni attività sopra e sotto l’acqua.

Giovedì Un ultimo saluto a Formentera e al suo mare. Ormai ci si conosce meglio e una bella giornata di vela e di mare è quello che ci vuole per prepararsi alla notte “bizienka”. Una buona cena e la musica nell’isola faranno il resto rendendo indimenticabile l’ultima notte ad Ibiza.

Venerdi Colazione e bagno prima di ripartire alla volta di Maiorca. Prima del rientro in porto (entro le 18.00) un’ultima sosta per il bagno al tramonto. Ultimissima sera insieme nella bellissima Palma di Maiorca.

Sabato Prima Colazione e Sbarco ore 09:00

NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

Speciale Agosto: Settimane: 1 – 8 agosto, 8 – 15 agosto, 15 – 22 agosto Base d’imbarco/sbarco: Palma di Maiorca, Marina di Alboran (link) Imbarco: sabato dalle 16.00 Marina di Alboran. Sbarco: sabato ore 9.00 con rientro in porto il venerdi entro le 18.00 Dettagli imbarcazione: Elan 434 – 4 cabine doppie, 2 WC, randa full-batten, Bimini, Sprayhood, Radio-CD player, Speakers esterni, Dinghy, verricello elettrico, acqua calda, tavolo esterno, frigo elettrico, coperta in teak. Persone max: 8


Maiorca – Cabrera – Minorca

ITINERARIO 02

Sabato Imbarco a Palma di Maiorca. Arrivo e sistemazione a bordo, si scopre la barca, si va a fare la spesa di cambusa. Si fa conoscenza col gruppo…e si programma il viaggio.

Domenica Navigazione di circa 4 ore fino a Cabrera, la quinta isola delle Baleari, proprio di fronte alla punta sud-est di Maiorca. Cabrera fa parte di un arcipelago dichiarato Parco Nazionale dal 12 Aprile 1991. Il territorio dell’Isola ha un’ ecosistema ancora intatto e un fondo del mare tra i meglio preservati del Mediterraneo. Giornata dedicata al mare. Notte alla fonda

Lunedì - Lunga navigazione verso Minorca. Una giornata intensa di mare aperto per scoprire le delizie della navigazione a vela, cullati dal mare e dal vento….Arrivo al tramonto a Mahon (Maò) lo splendido fiordo a sud-est di Minorca che ne costituisce anche il porto naturale. Scendiamo a conoscere la vita Menorquina.

Martedì – Mercoledì Lontana dalla vitalità e dalla frenesia di Maiorca, delle sue spiagge affollate, l'isola di Minorca è molto più piccola, intima, autentica, il lugo ideale per concedersi un'eccezionale vacanza di mare e sole in un'isola da sogno. Esploreremo le numerose spiagge lungo le sue coste e le calette di straordinaria bellezza e dai fondali trasparenti e circumnavigando l’isola scopriremo gli altri centri abitati di Fornells al nord e Ciutadella ad ovest.

Govedi – Venerdi Un ultimo bagno a Minorca prima di cominciare a rientrare lentamente verso Maiorca e il suo versante sud-est, orlato di splendide calette incastonate tra le rocce. Cala Petita, cala Pì, cala Mondragò e Porto Cristo….baie di incredibile bellezza e dai fondali tutti da esplorare. Rientro in porto a Palma di Maiorca entro le 18.00 di venerdi e ultima notte insieme di fiesta!

Sabato Prima Colazione e Sbarco ore 09:00

NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO

Speciale Agosto: Settimane: 1 – 8 agosto, 8 – 15 agosto, 15 – 22 agosto Base d’imbarco/sbarco: Palma di Maiorca, Marina di Alboran (link) Imbarco: sabato dalle 16.00 Marina di Alboran. Sbarco: sabato ore 9.00 con rientro in porto il venerdi entro le 18.00 Dettagli imbarcazione: Elan 434 – 4 cabine doppie, 2 WC, randa full-batten, Bimini, Sprayhood, Radio-CD player, Speakers esterni, Dinghy, verricello elettrico, acqua calda, tavolo esterno, frigo elettrico, coperta in teak. Persone max: 8


Alcune Tappe dei Nostri Itinerari...

Isola di Solta

solta è una delle più belle isole dell'Adriatico croato grazie alla sua particolarità specifiche. E'una isola dalla costa rocciosa, con però bellissime insenature e una vegetazione mediterranea florida. il suo tesoro è infatti la sua natura vergine, le 24 baie e i 4 porti, dove Solta ci offre la possibilità di assaporare e rivivere il Mediterraneo di un tempo remotissimo, infatti l'isola era già stata civilizzata ai tempi degli Illiri e poi fu anche colonia dell'imparo romano.

Isola Di Brac

E' una tra le più grandi isole dell'adriatico, situata nella parte centrale della dalmazia. E' coperta da boschi, pini e uliveti ed è famosa per il suo marmo bianco. Brac è definita l'isola del Sole grazie al suo clima mite ed è caratterizzata da rilievi carsici segnati da suggestive gole, insenature rocciose e spiagge piatte; tra cui la lunga spiaggia di Zlatni Rat che cambia forma a senconda del vento.

Isola di Hvar

Regina tra le isole della Dalmazia, è conosciuta dai tempi antichi per la sua importante posizione strategica e nautica, ricca per la stratificazione di periodi storici, culturale e naturali. L'isola di Hvar è oggi considerata una delle 10 isole più belle del mondo ed alle bellezze naturali abbina anche una movimentata vita notturna.

Isola di Vis

La isola di Lissa è stata sempre un'isola dei pescatori e vinicoltori Si dice che i vecchi Greci, esattamente sul campo di Vis, hanno piantato il primo vino in dalmazia. Se si aggiunge a questo unico patrimonio storico, culturale e naturale al magnifico mare cristallino, le belle spiagge nascoste, le lagune e le isolette ed alla ospitalità dei locali diviene così una delle destinazioni preferite del nostro viaggio.

Speciale Agosto 2009 Quota di partecipazione: 1 Settimana 8-15 o 15- 22 agosto euro 770 a persona 2 Settimane dall'8 al 22 agosto euro 1265 a persona La quota include: posto in cabina doppia, comandante, tender, fuoribordo, pulizia, biancheria, assicurazione RC La quota non include: cambusa e gasolio Base di Partenza ( Isole di Solta - Split)


Barco / Sbarco: KOS Imbarcazione: Catamarno Lagoon 420 Le isole Cicladi sono composte da 39 isole di cui 24 sono abitate. Le piu importanti sono Amorgos, Anafi, Andros, Antiparos, Delos, Ios, Kea, Kimolos, Folegandros, Milos, Mikonos, Naxos, Paros, Santorini(chiamata anche Thira), Serifos, Sikinos, Sifnos, Siros e Tinos.Li dove presente e passato scorrono insieme, si puo trovare una fervida cosmopolita vita notturna e nello stesso tempo pace e tranquillita. Le Cicladi, così chiamate per la loro conformazione intorno a Delo, rappresentano una delle mete turistiche internazionali piu' frequentate, splendide con le loro abbaglianti case bianche e le innumerevoli spiagge. Per visitarle conviene darsi ai vagabondaggi e raggiungerne due o tre per volta, assaporando la diversa bellezza di ognuna di loro.

E' l'itinerario classico per chi ama il mare della Grecia. Anche d'estate, quando il Dodecanneso è tra le mete turistiche più affollate. Qui, infatti, è ancora possibile riscoprire baie uniche e mini arcipelaghi disabitati dove godersi un mare cristallino. La partenza è da Samos, raggiungibile con l’aereo dall’Italia via Atene. L’isola è la base di molti broker e charter nautici. Samos è la prediletta dal turismo nordeuropeo, con spiagge invase da ombrelloni e tratti di costa orlati di alberghi. Ma se si vuole fuggire dalla folla, si salpa per le isolette di Samipoula, a un’ora di traversata, e di Catergo, con due porticcioli e un monastero. Vale la pena di fermarsi almeno un giorno a Samos per il verdissimo entroterra e il Museo Archeologico. Ma conviene spostarsi in auto e ormeggiare alla marina di Pithagorion, ben riparato dalle correnti dello stretto di Samos, 15 km a sudest del capoluogo Vathy e 6 dalle rovine del santuario di Hera. Lo spettacolo dell’isola è nel suo interno, dove convivono 1100 specie botaniche – dai pini agli ulivi, dai gelsomini ai cipressi, dalle ginestre al tabacco – e nella fitta vegetazione si nascondono miriadi di uccelli. A marzo, con l’arrivo dei fenicotteri rosa e lo sbocciare di fiori selvatici e orchidee, si ha la sensazione di trovarsi in un Paese esotico. Un paradiso per gli amanti del trekking, che hanno a disposizione una vasta rete di sentieri (il volume Walks in the Kokkari Area of Samos di Lance Chilton è un must). Vathy, sulla costa nordorientale, crocevia di incontri tra caffè e ristoranti sul lungomare, ospita il ricchissimo Museo Archeologico, con reperti provenienti dall’Heraion. La vera attrazione è il kouros, alto 5 metri e mezzo, trovato nel santuario 27 anni fa e risalente al 580 circa a.C. Sono decine i reperti che valgono la visita: un giovane in avorio inginocchiato (VII sec.), vasi attici del VI secolo e così via. Le taverne di Vathy sono turistiche, ma sulla strada che costeggia la parte nord, verso la spiaggia di Kokkari (la preferita dai windsurfer) si può gustare il miglior agnello ripieno della zona al ristorante Marina aperto tutto l’anno e frequentato dai locali. In caso di meltemi forte, o in attesa della barca, un albergo pulito e moderno, con 45 camere, 65 bungalow, piscina e vista sulla baia, è l’hotel Arion. Si salpa da Pithagorion. Appena messa fuori la prua dal molo est, il vento costante da nordovest consente veloci andature tra lasco e traverso.


Oceano Indiano - Mauritius

Caraibi - Grenadines

Caraibi – Isole Vergini Britanniche


Port Louis - Mont-Choisy - Grand Baie - Ile aux Cerfs - Trou d'eau Douce - Flic en Flac

1° Giorno Imbarco sul Big Catamarano “J” a Caudaun Waterfront al molo di Port Louis con coktail di benvenuto e consegna delle chiavi. Giornata libera per visitare la capitale.

2° Giorno 07:30 Risveglio a Port-louis e partenza in direzione Mont-Choisy al Nord dell'Isola. Colazione e partenza per le Isole: Ile Plate e Ile Gabriel. 11:30 Ancoraggio all'Isola, Coin de mirè, pranzo a bordo, bagno e snorkling nella magnifica baia. 17:00 Partenza per Grand Baie. 17:30 Ancoraggio nella baia. 20:00 Aperitivo e cena a bordo. E' possibile fare un'uscita notturna in discoteca, in pub o casinò.

3° Giorno 07:30 09:00 13:30 14:30 20:00

Sveglia a Grand Baie, colazione a bordo. Visita della città o escursione facoltativa a pagamento. Pranzo a bordo per coloro che non hanno scelto l'escursione. Relax sulla splendida spiaggia “La Cuvette”. Aperitivo e cena a bordo. E' possibile fare un'uscita notturrna in discoteca, in pub o casinò.

4° Giorno 07:30 12:30 13:00 14:30 17:00 20:00

Sveglia a Grand Baie con colazione a bordo. Partenza per Trou d'eau Douce, nella parte Est dell'Isola; Ancoraggio a Trou d'eau Douce. Aperitivo e pranzo a bordo. Bagno all' “Ile aux Cerfs”. Visita della cascata. Ritorno a bordo. Aperitivo e cena a bordo. Serata in relax.

5° Giorno 07:30 09:00 17:30 20:00

Sveglia a Trou d'eau Douce e colazione a bordo. Il catamarano porterà i passeggeri all'Ovest dell'Isola e se vorranno potranno fare un'escursione (facoltativa a pagamento). Rientro a bordo a Riviere Noire per coloro che hanno deciso di fare l'escursione. Aperitivo e cena a bordo con serata in relax o uscita notturna a Flic en Flac.

6° Giorno 07:30 09:00 13:00 14:30 20:00

Sveglia a Riviere Noire e colazione a bordo. Partenza per l' “Ile aux Bénitiers” alla ricerca dei delfini. Aperitivo e pranzo a bordo. Snorkling e visita della roccia di corallo. Cena a bordo. Serata in relax o uscita notturna.

7° Giorno 07:30 09:00 13:00 14:30 20:00

Sveglia a Riviere Noire con colazione . Partenza per Port Louis in catamarano o escursione facoltativa a pagamento. Ancoraggio al Caudaun Waterfront al molo di Port Louis. Aperitivo e pranzo a bordo. Visita della capitale Port Louis. Cena a bordo e serata in relax o uscita notturna al casino? di Port Louis.

8° Giorno 07:30 Sveglia e colazione a bordo. Uscita libera e preparazione per lo sbarco dal Big Catamarano “J” e per la partenza all'aeroporto. NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO


St. Vincent - Bequia - Mustique Britannia Bay - Canouan - Tobago Cays - Mayreau - Petit - Sandy Island

1° Giorno

Da Blue Lagoon a Bequia Admirality bay 1 ora e ½ Si arriva Admirality bay, sull’isola di Bequia. Sull’isola si conservano ancora antiche tradizioni come la costruzione artigianale delle barche sulla spiaggia. Si possono acquistare splendidi modellini nei negozi di Port Elisabeth.La grande attrattiva di questa caletta ,oltre all’acqua limpida è l ’atmosfera “old English ” che è ancora possibile respirare. L’assenza dell’aeroporto ha preservato questi luoghi da uno sviluppo turistico selvaggio e anche i piccoli alberghi e bar sono in tipico stile coloniale. Possibile bagno e sosta nella caletta Friendship bay.

2° Giorno

Mustique,“l’isola dei Vip”. Qui vi sono le ville di personaggi come Paul Newman, Mick Jagger e non è impossibile incontrarli in uno dei bar sulla spiaggia o per l’aperitivo al Basil’s bar. Nel caso di pernottamento a Mustique suggeriamo l’aperitivo o la cena sulla terrazza del ristorante sulla collina che sovrasta la baia (Firefly).

3° Giorno

2 ore e ½Poche a miglia a Sud troviamo Canouan, arida selvaggia ma molto affascinante. L’ormeggio più bello “the Pool”. Molto bello anche l’ormeggio a Rameau Bay, ottimo posto per passeggiate e magnifiche spiagge con vedute fantastiche.

4° Giorno

1 ora Tobago Cays, tappa successiva, è il più spettacolare ancoraggio di questo itinerario ed uno dei luoghi più affascinanti al mondo. Ottimo fondale, tutti sognano di visitare questo gruppo di quattro bassi isolotti difesi da una lunga barriera corallina a forma di ferro di cavallo (Horseshoe).

5° Giorno

½ oraSalt Whistle Bay, sulla costa Nord occidentale di Mayereau, è una tappa d ’obbligo. Caletta molto ridossata ove si può fare il bagno in una piscina naturale di corallo. Molto romantico il ristorante che si affaccia sulla spiaggia.

6° Giorno

1 oraPassando tra Union Island e Palm Island si arriva a Petit St. Vincent dove si può ammirare la minuscola isoletta che ospita solo una palma ed un ombrellone di paglia. A 10 minuti di navigazione ci sono due isolotti di sabbia: Pinese e Mopion.

7° Giorno

01 ora Altra splendida isoletta disabitata di spiagge e palme.

8° Giorno

Clifton, l’indaffarato porto principale di Union Island,ha un’atmosfera cosmopolita ed è il centro di vela delle Grenadine meridionali. Supermercati e boutique abbondano e potete visitare la collezione di squali nella piscina dell’Anchorage Hotel. Il luogo ideale per un drink o un buon pasto. Palm Island: sabbia bianca finissima, un’atmosfera irreale, un’isola da non perdere.

NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO


Tortola - Virgin Gorda - Anegada - Jost Van Dike - Norman Island - Cooper Island

Da Tortola a Virgin Gorda - 1 ora e ½

L'isola è caratterizzata da spiagge candide e montagne verdi, non ha praticamente villaggi ma solo case sparse, un aeroporto e tante barche. Conosciuta soprattutto per i "Baths", le cui acque trasparenti sono eccezionali. Chi ha visto le rocce corse dell'isola di Lavezzi nelle Bocche di Bonifacio può riuscire a farsi un'idea: una barca a vela può comodamente ancorarsi a pochi metri da quella che è considerata una delle più belle spiagge del mondo. Su un tratto di costa di un chilometro, enormi massi tondeggianti di granito affondano nella sabbia candida, creando grotte e piscine naturali e le palme gareggiano in altezza con le rocce più imponenti. Più a nord a Nort Sound potete rilassarvi nella baia del famoso Bitter End Yacht Club. L'interno è impervio, spesso inaccessibile e ovunque coperto di cactus e fiori tropicali, ci sono spiagge inaccessibili dal mare, come Savannah Bay, ma c'è anche il porto naturale più sicuro, il North Sound, una baia lunga e chiusa da una cornice di isolette coralline.

Da Virgin Gorda a Anegada - 2 ore e ½

Anegada è circondata da una grande barriera corallina con passaggi molto difficili, infatti bisogna chiedere l'autorizzazione per l'approdo. Ne vale la pena per la sua bellezza e notevole fauna: fenicotteri rosa, aironi, iguane che possono raggiungere oltre il metro di lunghezza. Numerosi sono i relitti, fra antichi e moderni, tuttora imprigionati fra i coralli e si vagheggia che alcuni di essi nelle stive celino ancora favolosi tesori. Una ragione in più per immergersi in questi bellissimi fondali. L'isola è una striscia di sabbia bianca lunga venti chilometri e larga meno di tre, la sua cima più alta raggiunge i sei metri di altezza.

Da Anegada a Jost Van Dike - 3 ore e ½

Ha preso il nome da un famoso pirata entrato nella leggenda: l'Olandese Volante. E' rimasta piuttosto selvaggia e offre molti piccoli ancoraggi tranquilli e fondali interessanti per le immersioni. A terra si respira un'aria volutamente casual, con un bicchiere di rum in mano e una chitarra in sottofondo suona un calipso.

Da Jost Van Dyke a Norman Island - 1 ora e ½

Verdissima, quasi disabitata, disseminata di grotte e caverne è soprannominata "L'isola del tesoro" e riconferma le numerose leggende sui pirati e tesori nascosti. Su di essa è possibile trovare alcuni ormeggi piacevoli e ben ridossati ed è molto suggestivo alla sera andare a sorseggiare un drink o per cena, a bordo del "William Thornton", un antico vascello ancorato a sud est di The Bight.

Da Norman Island a Cooper Island - 1 ora e ½

I principali ancoraggi sono a Manchineel Bay a nord ovest dell'isola. Questo posto deve il suo nome ai numerosi alberi da frutto velenosi situati lungo la baia, mele gialloverdi il cui succo può arrivare persino a scottarvi, se lo toccate. NOTA: IL PRESENTE ITINERARIO PUO' SUBIRE DELLA VARIAZIONI CAUSA CONDIZIONI METEO


Profile for Marco Ferrara

Cabin Charter 2009  

vacanze in barca a vela e catamarano in cabin charter e imbarco singolo,imbarco individuale,viaggi per singles,listino mediterraneo e caraib...

Cabin Charter 2009  

vacanze in barca a vela e catamarano in cabin charter e imbarco singolo,imbarco individuale,viaggi per singles,listino mediterraneo e caraib...

Advertisement