Issuu on Google+

PIANOFORTE - COMJ/01 -

INDIRIZZO JAZZ 13 14

CORSO ACCADEMICO di 1° LIVELLO

13 14 © Saint Louis College of Music


PIANO DI STUDI Triennio di Diploma Accademico di I° Livello crediti CFA

STRUMENTO

piano jazz 1

30

11

improvvisazione jazz 1

20

armonia jazz 1

30

13 14 © Saint Louis College of Music

EAR TRAINING

MUSICA D’INSIEME

STORIA e ANALISI PRODUZIONE LINGUA INGLESE 6 CREDITI

a scelta dello studente

TESI FINALE

CONCERTO DI DIPLOMA

MONTE ORE

crediti CFA

piano jazz 3

30

11

2

improvvisazione allo strumento

22

7

30

4

analisi forme compositive e performative del jazz

50

6

scrittura e arrangiamento jazz 1

30

4

scrittura e arrangiamento jazz 2

30

4

batteria complementare 3

32

6

musica d’insieme in studio di registrazione

50

10

crediti CFA

piano jazz 2

30

11

2

improvvisazione jazz 2

20

4

armonia jazz 2

ARMONIA e ARRANGIAMENTO batteria complementare 1

ore

ore

2° ANNO

3° ANNO

32

6

batteria complementare 2

32

6

ear training avanzato

30

4

assoli e trascrizioni

30

4

analisi ritmica

30

4

laboratorio professionale musica d’insieme

50

10

50

10

sezione ritmica

22

4

laboratorio professionale musica d’insieme sezione ritmica in studio di registrazione

22

4

storia della musica afro-americana

30

3

storia del jazz

30

3

20

2

20

2

produzione musicale

20

2

produzione musicale

20

2

informatica musicale

20

2

lingua inglese 1

30

2

lingua inglese 2

30

2

lingua inglese 3

30

2

storia delle forme e repertori musicali

6

6

6 6

1° ANNO

344

60

2° ANNO

344

60

3° ANNO

264

60

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

ore

1° ANNO


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

REGOLAMENTO AMMISSIONE Si accede ai corsi accademici di primo livello al termine del corso pre-accademico o tramite esame di ammissione (consultabile sul sito www.slmc.it). E’ possibile essere ammessi con un massimo di due materie a debito. Al termine delle prove di ammissione, posti disponibili in ordine di graduatoria. Per gli allievi provenienti dal corso pre-accademico che hanno regolarmente completato il 3° livello, con una media ponderata pari o superiore a 7,50/10 non è necessario sostenere l’esame di ammissione, in quanto il corso pre-accademico è organico e funzionale all’ammissione ai corsi accademici. Chi consegue una media inferiore, non dovrà in ogni caso sostenere l’esame di FREQUENZA Tutte le lezioni si tengono in tre giorni pieni consecutivi ogni due settimane. E’ facoltà dell’allievo chiedere di frequentare la lezione di strumento principale e il laboratorio di musica di insieme con frequenza settimanale. In entrambi i casi il monte ore complessivo rimane invariato. Le eventuali materie a debito possono essere organizzate in giorni differenti a discrezione della Segreteria e non possono essere garantite negli stessi giorni di frequenza del corso accademico. La lezione individuale di strumento/canto potrebbe non essere garantita negli stessi giorni di frequenza del corso accademico, ma deve necessariamente rispettare i giorni di disponibilità dei singoli docenti, che possono variare di anno in anno. I laboratori a frequenza quindicinale hanno un numero di posti limitati, esauriti i quali si verrà inseriti nei laboratori a frequenza settimanale. OBBLIGO DI FREQUENZA Il corso accademico di primo livello richiede una frequenza obbligatoria. E’ consentito un massimo del 20% delle assenze per ciascuna materia. Superato tale limite perentorio l’allievo non potrà sostenere l’esame e dovrà necessariamente frequentare

ESAMI Gli esami si tengono nella sessione estiva (giugno-luglio), autunnale (settembre) e invernale (febbraio). Lo studente deve prenotarsi per qualunque materia oggetto di esame entro le seguenti date: 1) per la sessione estiva dal 2 al 15 maggio 2) per la sessione autunnale dal 2 al 20 luglio 3) per la sessione invernale dal 3 al 15 gennaio Qualora l’allievo abbia frequentato regolarmente le materie, rispettando il tetto massimo del 20% delle assenze e si riservi di sostenere l’esame in seguito, potrà comunque frequentare la materia del livello successivo. In sede di esame, l’allievo dovrà

IDONEITÀ Le materie soggette a idoneità (vedi piani di studio) non prevedono sessioni di esame, ma il rilascio della idoneità direttamente domanda di esame. PIANO DI STUDI E MATERIE ELETTIVE All’inizio di ciascun anno accademico lo studente deve presentare entro il 15 di ottobre il piano di studi, indicando oltre alle materie obbligatorie anche le materie elettive (per un minimo di 6 crediti) da lui prescelte. In accordo con la Direzione è possibile E’ obbligatorio che lo studente consegua 6 crediti ogni anno con le materie elettive o con attività didattica svolta all’esterno. In quest’ultimo caso, l’allievo deve presentare idonea documentazione probante l’attività svolta da sottoporre al Consiglio Accademico per l’assegnazione dei crediti. ESONERI PARZIALI DALLA FREQUENZA In caso di provata conoscenza di una o più materie, il Consiglio Accademico può riconoscere un esonero parziale dalla frequenza TASSA LAZIODISU Per l’immatricolazione è obbligatorio il versamento della tassa Laziodisu. Per informazioni sui servizi offerti: www.laziodisu.it Il referente interno al Saint Louis è Alessandra Collatina (alessandra@slmc.it). La tassa regionale universitaria di € 140,00 va versata sul conto corrente di laziodisu aperto presso: Tesoreria dell’Ente - Banca Popolare di Sondrio - IBAN: IT46 P056 9603 2110 0005 1111X93 informazioni: UNIVERSITA’ SAINT LOUIS

13 14 © Saint Louis College of Music

3


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

PIANO JAZZ COGNOME E NOME CODICE FISCALE La ricevuta di pagamento dovrà essere poi consegnata in copia alla segreteria della scuola che la invierà completa di tutti i dati degli iscritti a Laziodisu. Con la tassa regionale e altri documenti, i ragazzi iscritti al corso accademico che volessero usufruire della mensa e delle altre opportunità che il pagamento della stessa mette a disposizione dovranno necessariamente effettuare l’iscrizione all’anagrafe portando con sé i seguenti documenti: 1. Ricevuta di pagamento della prima rata delle tasse universitarie per l’A.A. in corso (rette iscrizione saint louis) 2. Ricevuta pagamento Tassa universitaria regionale (140.00 €) le eccezioni previste per alcune categorie di studenti). Nel caso di fruizione dei servizi di mensa a tariffa inferiore a quella dovuta, a seguito di dichiarazione non veritiera, l’utente dovrà provvedere al pagamento della differenza tra le somme effettivamente dovute e quelle pagate per il periodo di riferimento 4. Per gli studenti stranieri la dichiarazione relativa ai redditi deve essere rilasciata dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare presente in Italia e successivamente legalizzata dalla Prefettura. Non è richiesta la legalizzazione per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione di Londra

DOCENTI

Pierpaolo Principato Stefano Sabatini Antonio Solimene Claudio Colasazza Alessandro Gwis Carlo Mezzanotte

PIANO JAZZ 1

PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI I - COMJ/01

PROGRAMMA DIDATTICO 11 CREDITI

PRE-REQUISITI

6. Documento di riconoscimento (per gli studenti stranieri permesso di soggiorno valido e/o copia della richiesta di rinnovo o relativo documento sostitutivo)

Piano 3 pre-accademico

REFERENTI

PROGRAMMA

Accademici di 1° Livello, fare riferimento a Daniela Lauro (daniela@slmc.it) presso la sede di Via del Boschetto, 106 e Chiara Damato (chiaradamato@slmc.it) presso la sede di Via Urbana, 49/a. Per problemi non strettamente legati alla didattica o al piano di studi, (ad esempio gestione Laziodisu, contemporaneità corsi universitari, etc.) è possibile rivolgersi ad Alessandra Collatina (alessandra@slmc.it) presso la sede di Via Urbana 49/a. CONSULTA STUDENTI Tutti gli studenti dei corsi accademici di primo livello possono eleggere ed essere eletti rappresentanti della Consulta Studenti, un organo costituito da tutti gli studenti che si riuniscono su richiesta del rappresentante studenti per discutere, confrontarsi, avanzare proposte, segnalare anomalie. I Rappresentanti Studenti partecipano alle riunioni del Consiglio Accademico per presentare le istanze degli studenti. Per comunicare con il rappresentante degli studenti è possibile utilizzare la casella consultastudenti@slmc.it LIBRETTO DELLO STUDENTE Lo studente è tenuto alla cura del libretto studente che dovrà portare con sé a ogni sessione di esame.

diminuiti estesi). improvvisative. - analisi melodica in funzione della scelta di armonizzazione delle note del tema. - armonizzazione delle scale relative alle 5 principali strutture accordali con voicing stretto e lato (DROP 2) - applicazione delle tecniche ai brani scelti.

FREQUENZA CONTEMPORANEA AD ALTRI CORSI UNIVERSITARI All’atto dell’iscrizione lo studente che dichiari l’intenzione di avvalersi della contemporanea iscrizione presso le suddette istituzioni presenta i piani di studio previsti dai rispettivi ordinamenti.

approvate con le medesime modalità. Fino all’approvazione dei piani di studio, lo studente è iscritto con riserva ed è ammesso alle attività formative in entrambe le istituzioni. Ciascuna Istituzione ha l’obbligo di trasmettere all’altra ogni informazione relativa alla frequenza, al percorso, alla carriera di studio dello studente. Le Università e gli Istituti Superiori di Studi Musicali e Coreutici, previa eventuale individuazione di un referente per ciascuna 1. le attività formative svolte dallo studente per ciascun anno accademico nelle due istituzioni e l’acquisizione dei relativi crediti formativi che, comunque, non possono superare il limite complessivo di 90 per anno, fatti salvi quelli conseguiti per le discipline valutabili in entrambi gli ordinamenti; 2. il rispetto dei piani di studio presentati dallo studente;

REPERTORIO INDICATIVO

BIBLIOGRAFIA TECNICA: Oscar Beringer, “Daily Technical Studies”

regionali competenti in materia; 4. la durata massima di iscrizione prevista nei rispettivi ordinamenti, le situazioni di studenti fuori corso, nonché eventuali ripetenze e sbarramenti in relazione a particolari insegnamenti. ALTRI STILI: C.Campos, “Salsa And Afro Cuban Montunos For Piano - C & C Music; Rebeca Mauleon, “101 Montunos” - Sher Music Co; Nelson Faria, “Inside The Brazilian Rhythm Section - Sher Music Co

4

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

5


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

ESAME

MONTE ORE PIANO SOLO:

Frequenza ordinaria: 30 h

Da sostenersi in Piano Solo e con l’ausilio del gruppo, minimo in trio.

ESAME

PIANO SOLO: (samba, montuno nel II V I con Tumbao e senza). - Lettura a prima vista di una partitura basata su sigle e melodia. - 1brano scelto dalla commissione tra 2 presentati e comprensivi di parte improvvisata (2 stili diversi tra swing, ballad, brazilian). IN GRUPPO: - 1 Rhythm Changes - 1 Blues Minore (con tecniche modali) - 1 Samba

- Lettura a prima vista di una partitura basata su sigle e melodia. - 1 brano della letteratura classica concordato con il docente e di livello adeguato - 1 brano swing ed 1 ballad comprensivi di parte improvvisata GRUPPO: - 1 Rhythm Changes - 1 brani modale - 1 Brano in stile cubano - 1 brano totalmente riarmonizzato e ritmicamente rielaborato - 1 brano basato obbligatoriamente su un tempo irregolare (anche a seguito di riadattamento) - 3 standards di programma o adeguati al V livello arrangiati in modo personale dal candidato.

- 2 brani o standards scelti dalla commissione tra 4 presentati e da eseguire a memoria.

PIANO JAZZ 3

PIANO JAZZ 2

PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI II - COMJ/01

PROGRAMMA DIDATTICO 11 CREDITI

PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI III - COMJ/01

PROGRAMMA DIDATTICO L’ultima annualità di strumento è dedicata all’utilizzo pratico delle conoscenze tecniche e teoriche acquisite negli anni precedenti, sviluppando al massimo la personalità e la creatività artistica dello studente, indirizzandone le capacità verso l’ideazione e la realizzazione pratica di un progetto musicale originale. L’allievo si confronterà inoltre con lo studio e l’arrangiamento di un repertorio jazz di livello impegnativo.

11 CREDITI

interamente ex novo, seguendolo in ogni suo aspetto - artistico ma anche organizzativo e promozionale - dimostrando appieno la propria personale marca artistica.

ESAME CONCERTO DI DIPLOMA composizione del gruppo ed arrangiamenti, e descriverà, dinanzi alla commissione, il lavoro proposto, creando da solo anche tutta la comunicazione necessaria per promuovere l’evento. Nel concerto si dovranno evidenziare le capacità raggiunte, anche con arrangiamenti originali a cura dello studente, con l’esecuzione di brani originali e standard jazz di alto livello. Tale concerto potrà svolgersi in orario diurno o serale, presso il Saint Louis o in locali della Capitale, su richiesta del diplomando e a discrezione della direzione.

REPERTORIO INDICATIVO

Rootie Tootie

BIBLIOGRAFIA TECNICA: Oscar Beringer, “Daily Technical Studies”

Bergonzi, “VOL. 2 Pentatonics” - Advance Music ALTRI STILI: C.Campos, “Salsa And Afro Cuban Montunos For Piano - C & C Music; Rebeca Mauleon, “101 Montunos” - Sher Music Co

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

6

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

7


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

IMPROVVISAZIONE JAZZ Claudio Colasazza, Stefano Sabatini, Michel Audisso, Maurizio Giammarco Cristiano Mastroianni

TECNICHE DI IMPROVVISAZIONE MUSICALE I - COMI/08

TECNICA DOCENTI

IMPROVVISAZIONE JAZZ 1

- tutte le tipologie di accordo di dominante e relative scale. - studio del “rhythm changes” (“I Got Rhythm”). - II-V-V ALT.-I (bridge di “Invitation”) - II-V discendente per tono. - II-V-I maggiore e minore discendente per tono.

- studio ed applicazione delle scale modali, pentatoniche, blues, diminuite, alterate, esatonali, bebop.

PROGRAMMA DIDATTICO

BIBLIOGRAFIA

2 CREDITI PROGRAMMA L’obiettivo del corso è di fornire all’allievo tutti gli strumenti necessari allo sviluppo delle sue potenzialità creative e nello stesso tempo la consapevolezza e la comprensione di quei meccanismi che regolano l’alternanza di tensione e risoluzione nella musica.

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 20h

Molto importante è lo studio dell’improvvisazione tematica come punto di partenza di un assolo e quindi pensare “l’improvvisazione” come “variazione”.

TECNICA Studio delle relazioni tra i gradi di una tonalità con conseguente pratica dell’improvvisazione sulle progressioni armoniche principali: V-I; IV-V-I; II-V-I; I-VI-II-V; - studio degli approcci (sia cromatici che diatonici) sulle note degli arpeggi e inserimento di cromatismi all’interno delle scale. (scale bebop) - studio ed analisi di semplici patterns per comprendere l’arte del fraseggio. - studio della pronuncia e degli accenti, per dare “vita” ed espressività al fraseggio senza trascurarne l’inventiva ritmica.

1) Esecuzione di un assolo trascritto dall’allievo scelto dalla commissione da un elenco di tre presentato dall’allievo 2) Analisi di un brano dato per l’esame 3) Esecuzione del brano con improvvisazione 4) Esecuzione di un brano studiato durante l’anno con improvvisazione 5) Esecuzione di un blues a scelta dell’allievo con modulazione data 6) Esecuzione di un Rhythm Changes con modulazione data

IMPROVVISAZIONE ALLO STRUMENTO

- studio del blues minore: “Mr Pc”, “Equinox” - alcune tipologie di accordo di dominante e relative scale.

ESAME

COMJ/01

PROGRAMMA DIDATTICO curi le note e le pause per non degenerare in una logorroicità ed esuberanza spesso non dettate da una reale esigenza espressiva ma solo dall’ansia crescente che inibisce il controllo razionale. Approfondimento dell’aspetto ritmico del fraseggio

BIBLIOGRAFIA

7 CREDITI

della voce nella comunicazione verbale. Studio dei “Coltrane Changes”. Studio di brani con tempi dispari (7/4, 5/4) e delle poliritmie complesse. Approfondimento dello studio dei brani “modali” (“Impressions”, “Maiden Voyage”) con l’uso di fraseggi “fuori armonia” (es. Mc Coy Tyner). Studio di brani “moderni”, ovvero contenenti progressioni armoniche non convenzionali quali

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 20h

BIBLIOGRAFIA 1) Esecuzione di un assolo trascritto e studiato durante l’anno 2) Esecuzione con improvvisazione di un brano studiato durante l’anno 3) Esecuzione di un blues a scelta dell’allievo senza modulazioni

ESAME

Modal jazz composition & harmony vol.1 (R. Miller)

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 20h

TECNICHE DI IMPROVVISAZIONE MUSICALE II - COMI/08

IMPROVVISAZIONE JAZZ 2

L’obiettivo del corso sarà l’approfondimento del linguaggio (fraseggio) sugli accordi e l’uso di elementi armonici più complessi (sostituzioni

8

13 14 © Saint Louis College of Music

ESAME

PROGRAMMA DIDATTICO 2 CREDITI

1) Esecuzione di un assolo trascritto dall’allievo scelto dalla commissione da un elenco di cinque presentato dall’allievo 3) Analisi ed esecuzione di un brano assegnato dalla commissione 4) Esecuzione di un brano studiato durante l’anno con armonia non convenzionale 5) Esecuzione di un blues minore con fraseggio modale (anche “outside”) 6) Scrittura di una progressione armonica modale 7) Esecuzione di un brano studiato durante l’anno con i “Coltrane Changes” (Es.”Giant steps”, “Countdown”, “26/2”, etc.)

13 14 © Saint Louis College of Music

9


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

ARMONIA

ARMONIA JAZZ 2

PROGRAMMA DIDATTICO

DOCENTI

Pierpaolo Principato

CODC/04

ARMONIA JAZZ 1 PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI

CODC/04

ARGOMENTI DI RIPASSO RAPIDO E APPROFONDIMENTO - Relazione Modo-Accordo delle scale minori - Interscambi modali e scale relative - Voicings in posizione stretta e lata degli accordi estesi e loro collegamento - Voicings estesi e/o simmetrici relativi alle scale ottofoniche simmetriche (T/S e S/T)

4 CREDITI

PROGRAMMA

ARGOMENTI DI RIPASSO RAPIDO E APPROFONDIMENTO Relazione tra i MODI della scala maggiore e gli accordi relativi: estensioni compatibili e “Avoid Notes”. Le sostituzioni armoniche: diatoniche e di “tritono”. Le dominanti secondarie in tonalità maggiore e le relative sostituzioni. Criteri di scelta delle estensioni (9a, 11a, 13a) in base alla struttura degli accordi ed alla loro funzione. Disposizione a 4 parti in stato fondamentale degli accordi estesi (9a, 11a, 13a) Armonizzazione della melodia con accordi a 4 parti estesi. - Related IInd - II V alternativo di scambio modale (IV bVII della scala min. nat.; #IVmin7b5 VII7 alt)

PROGRAMMA L’accordo di 7a diminuita: L’accordo diminuito di passaggio in tonalità maggiore

melodico-improvvisative

Dominanti secondarie in tonalità minore Sostituzioni armoniche in tonalità minore Tecniche di modulazione 1 Relazione tra i modi delle scale minori (arm. e mel.) e gli accordi relativi: le estensioni compatibili (riepilogo), le “Avoid Notes” Le scale relative alle dominanti secondarie in tonalità magg. e min. (riepilogo delle estensioni compatibili e delle “Avoid Notes”) Tecniche di armonizzazione di una melodia senza accordi dati: criteri di scelta degli accordi Voicings a 5 voci (parti strette); uso della doppia estensione Voicings a 5 voci (parti late): tecnica del “drop” Lo “Spread Voicing”, le “Upper Structures” Successioni armoniche con accordi a 5 voci Il “Blues Minore” (schema armonico di base) Il “Rhythm Change” (schema armonico di base) Le scale “Ottofoniche” simmetriche (T/S e S/T) ed i relativi accordi e voicings simmetrici

note di passaggio e di approccio (diatonico e cromatico), tensioni, doppi cromatismi, risoluzioni indirette, tensioni che risolvono di grado, nota al canto indipendente.

diminuito, di dominante, parallela).

Riepilogo delle scale relative agli acc. di 7a di dominante e relative contestualizzazioni Pedali armonici (di tonica e dominante) e pedali melodici Gli “Interscambi Modali” I modi relativi agli interscambi modali e le opportune estensioni Analisi armonica in tonalità maggiore e minore con particolare riferimento alle funzioni e tecniche armoniche studiate

BIBLIOGRAFIA

BIBLIOGRAFIA

“Trattato di arrangiamento e orchestrazione jazz”, Volonté & Co (Milano 2008) distr. Carish.

MONTE ORE

4) DISPENSE

Frequenza ordinaria: 30h

MONTE ORE

ESAME

Frequenza ordinaria: 30 h

ESAME

10

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

11


CODM/06

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

ANALISI FORME COMPOSITIVE E PERFORMATIVE DEL JAZZ

ARRANGIAMENTO JAZZ

DOCENTI

Antonio Solimene

PROGRAMMA DIDATTICO

PRE-REQUISITI

SCRITTURA E ARRANGIAMENTO JAZZ 1

6 CREDITI

Il corso ha come scopo principale quello di rendere l’allievo capace di discriminare, tramite l’ascolto e l’analisi dalla partitura, tutti i singoli elementi che costituiscono l’opera d’arte. In seguito a questo lavoro di scomposizione l’allievo dovrà poi essere in grado di scrivere una ri-composizione ispirata agli stili analizzati.

MODULO A - Analisi delle forme del repertorio jazzistico - Il blues, dalla forma classica di 12 battute alle strutture complesse e irregolari. (Blues singolare) - Il Rhythm Change - La forma aaba, abac, abcd - Brani Through-Composed (Analogie con il poema sinfonico) - Forme ad episodi (Politematici) - Analisi di composizioni motiviche ed estese modello di articolazione delle forme, che va dal semplice al complesso.

MODULO B - La composizione stilistica Partendo dagli elementi acquisiti dall’analisi delle forme jazzistiche, l’allievo verrà guidato nella costruzione di composizioni originali. Tali composizioni saranno ispirate allo stile, all’epoca, ai musicisti studiati ed analizzati durante il corso.

BIBLIOGRAFIA - “I segreti del jazz”, Stefano Zenni - Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri, Viterbo 2008, con Cd Rom allegato

DOCENTI

Antonio Solimene

TECNICHE DI SCRITTURA E ARRANGIAMENTO PER VARI TIPI DI ENSAMBLE - CODC04

PROGRAMMA DIDATTICO

PROGRAMMA

4 CREDITI Riarmonizzazione della melodia con le seguenti tecniche: - Sviluppo delle sigle date da triadi ad accordi di settima o di nona - Estensione della successione armonica con altri accordi funzionali presi dal corrispondente universo armonico (II-7 correlati, dominanti secondari, dominanti sostituti, etc) - Ricerca di cadenze II- V che siano compatibili con la melodia data - Utilizzo di accordi ottenuti con le tecniche di interscambio modale - Ricerca di accordi che accrescano il livello di tensione melodica - Creazione di una linea di basso per gradi congiunti ascendenti o discendenti - Uso delle strutture costanti su pedale (politonale) - Uso delle strutture diatoniche su pedale (unitonale) Parafrasi ritmico melodica - Alterazioni ritmiche - Frammentazione - Collegamento tra le note - Note vicine - Riempimenti (Fills) - Articolazioni - Dinamiche

- Analisi scritta di una composizione jazzistica attraverso l’ascolto e/o la partitura. (Tempo massimo 3 ore)

La scrittura a due voci - Effetti timbrici: unisoni, ottave, unisoni misti - Suddivisione di un’idea melodica: suddivisione breve, due gruppi - suddivisione media, tre gruppi - suddivisione estesa, due gruppi - Tecniche di armonizzazione a due voci - Scrittura isoritmica - Scrittura di una contro melodia Elaborazione di un arrangiamento - La forma - Introduzione - Tema

MODULO B (PROVA ORALE)

- Shout chorus

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 50 h

ESAME MODULO A (PROVA SCRITTA)

- Discussione di una o più composizioni realizzate dal candidato durante il corso dell’anno accademico. - Discussione della prova scritta.

- Ending - Inserimento di eventuali code, codette e interludi Studio delle caratteristiche degli strumenti della sezione ritmica con relative tecniche di scrittura. Studio delle caratteristiche

BIBLIOGRAFIA

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

12

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

13


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

BATTERIA COMPLEMENTARE ESAME - Consegna di un arrangiamento realizzato durante il corso dell’anno di uno standard jazz (tipo song), scritto originariamente

- Realizzazione di un arrangiamento (o frazione di arrangiamento) con la stessa formazione, da scrivere in 10 ore di clausura.

TECNICHE DI SCRITTURA E ARRANGIAMENTO PER VARI TIPI DI ENSAMBLE - CODC04

DOCENTI

Claudio Mastracci Daniele Pomo Gianni Di Renzo Davide Piscopo Daniele Chiantese

SCRITTURA E ARRANGIAMENTO JAZZ 2

BATTERIA COMPLEMENTARE 1

PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI

- Spread voicing: Spread voice e melodia avulsa Spread voice con lead indipendente (Corale)

BATTERIA JAZZ E PERCUSSIONI I - COMJ/09

PROGRAMMA DIDATTICO 6 CREDITI

PRE-REQUISITI Nessuno

Analisi della melodia e scrittura di 4way close a: cinque parti strette, semilate (drop2) e late (drop 2 e 4) con raddoppio della melodia e/o sostituzione Nota dell’accordo ---------> tensione Tensione ---------> nota dell’accordo - tecniche di armonizzazione a 5 voci reali Tensione ---------> tensione correlata

- La combo a 6 voci (little big band) - Approfondimenti sulla forma:

PROGRAMMA - Studio e Applicazione del Countig System (già in uso per il Corso di Analisi Ritmica 1) - Coordinazione dei Base sui 4 Arti

- Conversione Swing e Applicazioni sul Set - Lettura di base per Drum-Set - Esercizi di base per Samba, Mambo, 6/8 Afro Cuban.

BIBLIOGRAFIA

eventuali code, codette e interludi

“Rhythm brought to life” (Ed Tigpen), “Progressive steps to syncopation” (Ted Reed), “Afro-Cuban coord. for drumset” (M. Martinez), “Patterns vol. 3” (G. Chaffee),

BIBLIOGRAFIA

“Polyrhythms” (P. Magadini), “Ten methods to develop jazz comping” (A. Dawson).

MONTE ORE

MONTE ORE

Frequenza ordinaria: 30 h

Frequenza ordinaria: 32 h

ESAME ESAME

- Consegna di un arrangiamento realizzato durante il corso dell’anno di uno standard jazz per: Tromba 1, Tromba 2, Trombone, Sax contralto, Sax tenore, Sax baritono, piano (su due righi), chitarra, basso, batteria. La scrittura

- Realizzazione di un arrangiamento (o frazione di arrangiamento) con la stessa formazione, da scrivere in 10 ore di clausura.

14

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

15


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

BATTERIA JAZZ E PERCUSSIONI II COMJ/09

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

BATTERIA COMPLEMENTARE 2 PROGRAMMA DIDATTICO

Paradiddles, Flams, 8th Note Triplets and 16th Note Triplets) - Coordinazione Avanzata per lo studio dei Ritmi Etnici quali: Samba, Baiao, Tumbao, Samba March, Mambo, Merengue, Songo, ecc.

6 CREDITI

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 32 h

ESAME 2) 1 standard comprensivo di esposizione della melodia 3) 2 standards: solo accompagnamento (1 in ton. magg. ed 1 in ton. min.)

BIBLIOGRAFIA “Rhythm Brought To Life” (Ed Tigpen) “Progressive Steps To Syncopation” (Ted Reed) “Afro-Cuban Coord. For Drumset” (M. Martinez) “Patterns Vol 3” (G. Chaffee)

EAR TRAINING

“Polyrhythms” (P. Magadini)

DOCENTI

Antonio Solimene, Claudio Ricci

MONTE ORE

EAR TRAINING AVANZATO

Frequenza ordinaria: 32 h

ESAME

PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI

PRE-REQUISITI BATTERIA JAZZ E PERCUSSIONI III COMJ/09

EAR TRAINING I - COTP/06

Ear Training 3

BATTERIA COMPLEMENTARE 3 PROGRAMMA DIDATTICO 6 CREDITI

Full Triplets, Polyrhythms e Metric Modulations) - Applicazione di Linear Phrasing nelle suddivisioni Binarie e Ternarie

Scopo del corso è quello di guidare l’allievo a riconoscere accordi al di fuori delle funzioni armoniche principali. Attraverso un percorso in sintonia con le conoscenze di armonia jazz, si insegna come riconoscere dominanti secondarie, sostituzioni di tritono (con relativi secondi correlati) e prestiti modali. Il percorso, via via più complesso, raggiunge il suo obiettivo con la trascrizione (senza l’ausilio di strumento) di “mini song” eseguite al piano su tre righi: melodia, accordi con notazione, slash e ritmica, bassi.

e classico (anche in forma corale) accompagna l’intero corso di studi.

- Drum Impro applicata a forme di 2, 4, 8, 16 e 32 misure, Vamps - Partiture per Batteria per Trio, 5tet, Combo e Big Band (da semplici a medi)

EAR TRAINING

BIBLIOGRAFIA “Rhythm Brought To Life” (Ed Tigpen) “Progressive Steps To Syncopation” (Ted Reed) “Afro-Cuban Coord. For Drumset” (M. Martinez) “Patterns Vol 3” (G. Chaffee)

(in varie tonalità maggiori e minori). Per tale scrittura si utilizzeranno tre righi:

“Polyrhythms” (P. Magadini) internazionale con l’utilizzo della notazione slash e ritmica con siglatura degli accordi, da realizzare a casa con l’utilizzo dello strumento e trascritti con il software di notazione FINALE. Sarà opportuno trascrivere anche la melodia, la ritmica di batteria e la linea di basso.

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 32 h

BIBLIOGRAFIA ESAME

16

13 14 © Saint Louis College of Music

A. Solimene, “Solfeggi cantati in stile classico e moderno”, edizioni Saint Louis Doc

13 14 © Saint Louis College of Music

17


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

ANALISI RITMICA

RITMICA DELLA MUSICA CONTEMPORANEA - COMI/06

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

DOCENTI

Claudio Mastracci Gianni Di Renzo

ESAME ESAME PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI

PROGRAMMA

EAR TRAINING II - COTP/06

- studio della pulsazione e delle suddivisioni in tempi composti, tempi dispari. - studio e applicazione dei gruppi dispari, (suddivisioni basate su gruppi di tre, cinque, sette, nove, undici note per tempo). - studio e applicazioni delle poliritmie, polimetrie, modulazioni metriche. - studio e applicazione avanzati del tempo tagliato.

ASSOLI E TRASCRIZIONI PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI

PRE-REQUISITI Ear Training 3 (pre-accademico)

BIBLIOGRAFIA “Odd Time Reading Text” (by Bellson-Breines); “Polyrhythms” (by P. Magadini); “Rhythm Brought to Life” (by Ed Tigpen).

MONTE ORE

PROGRAMMA Il programma ha come scopo principale quello di abituare l’allievo alla trascrizione di vari assoli in diversi stili per accedere a tutte quelle informazioni (timing, swing...) che non possono essere indicate sullo spartito. Gli assoli, ancor prima di essere trascritti, sono imparati a memoria ed eseguiti all’unisono con l’ausilio del proprio strumento (rapporto audiotattile).

Frequenza ordinaria: 30 h

ESAME

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

ESAME - Consegna trascrizioni svolte durante l’anno - Esecuzione a memoria di tre assoli studiati durante l’anno - Trascrizione ed esecuzione con l’ausilio del proprio strumento di un assolo assegnato un’ora prima

LABORATORIO PROFESSIONALE DI MUSICA D’INSIEME PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI JAZZ I - COMI/06

PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI JAZZ II - COMI/06

DOCENTI

Lello Panico Maurizio Giammarco Marco Siniscalco Elisabetta Antonini Pierluca Buonfrate Eddy Palermo Umberto Fiorentino Cristiano Mastroianni Nico Stufano Michel Audisso Pierpaolo Principato Stefano Sabatini Claudio Colasazza Amedeo Tommasi Alessandro Gwis La disponibilità dei docenti dei laboratori professionali varia di anno in anno.

18

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

19


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

SEZIONE RITMICA PROGRAMMA DIDATTICO 10 CREDITI per ognuna delle 2 annualità

PROGRAMMA artistico che di musicista membro della band. Obiettivo dei laboratori è la performance, con standard di alto livello tratti dal repertorio tradizionale del jazz e brani originali, con arrangiamenti originali e spazi per l’improvvisazione e l’interplay. I gruppi si esibiranno durante l’anno, con il proprio repertorio, negli eventi organizzati dal Saint Louis nei maggiori club e festival di Roma: - Lab on the Road - appuntamento settimanale, da gennaio a giugno I migliori progetti saranno inoltre ulteriormente promossi per ingaggi professionali in live club, festival e rassegne in Italia. La frequenza ai laboratori è obbligatoria.

MONTE ORE

DOCENTI

Antonio Solimene Gianfranco Gullotto Franco Ventura

SEZIONE RITMICA

TECNICHE DI REALIZZAZIONE DI SPECIFI ASSETTI RITMICO FONICI I - COMI/06

PROGRAMMA DIDATTICO 4 CREDITI PRE-REQUISITI Strumento 3 e Sezione ritmica 2 pre-accademico

Frequenza Ordinaria: 42 h

TECNICA ESAME dello studente. Lo studente che non viene giudicato idoneo o supera il numero massimo di assenze consentite dovrà ripetere lo stesso livello l’anno successivo.

Corso interamente dedicato allo studio degli stili e delle caratteristiche ritmiche che li differenziano. Studio della struttura di ‘SONG’ di livello impegnativo insieme agli altri strumenti che compongono la SEZIONE RITMICA (Batteria,

BIBLIOGRAFIA Arrangiamenti originali

PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI JAZZ III - COMI/06

MUSICA D’INSIEME IN STUDIO DI REGISTRAZIONE

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 22 h

PROGRAMMA DIDATTICO

ESAME

10 CREDITI Realizzazione di un progetto originale in studio di registrazione sotto la guida di un docente in funzione di direttore artistico. Tutte le registrazioni saranno pubblicate con le etichette del Saint Louis e costituiranno un biglietto da visita dello studente una volta conseguito il diploma accademico di primo livello.

SEZIONE RITMICA IN STUDIO DI REGISTRAZIONE

TECNICHE DI REALIZZAZIONE DI SPECIFI ASSETTI RITMICO FONICI II - COMI/06

del cd pronto per la pubblicazione.

PROGRAMMA DIDATTICO ESAME

Giudizio di idoneità da parte del docente

4 CREDITI Il lavoro sulla sezione ritmica nel secondo livello si focalizza sulla pratica delle esecuzioni in studio di registrazione e sul

ESAME

20

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

21


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

STORIA DELLA MUSICA CODM/06

Il nuovo suono del jazz Le nuove patrie del jazz

STORIA DELLA MUSICA AFRO-AMERICANA PROGRAMMA DIDATTICO DOCENTI

Adriano Mazzoletti

PROGRAMMA DIDATTICO

La storia del jazz mondiale procederà parallelamente alla storia socio-politica del XX secolo.

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 45 h

3 CREDITI

PROGRAMMA Fra Africa ed Europa nel Nuovo Mondo Voci nere nell’America bianca L’era del Ragtime I giorni del Blues

ESAME

attraverso l’ascolto di registrazioni

STORIA E STORIOGRAFIA DELLA MUSICA

Dal South Side di Chicago a Broadway

DOCENTI

Alessandro Cusatelli

Le grandi orchestre Inizia l’era dello Swing

CODM/04

PROGRAMMA DIDATTICO 2 CREDITI

PROGRAMMA

La storia del jazz mondiale procederà parallelamente alla storia socio-politica del XX secolo.

Il corso si articola in venti ore, suddivise in sei incontri. Scopo del programma, è la conoscenza delle origini e motivazioni del novecento musicale, i suoi vari percorsi, l’evoluzione storica sino ai principi seriali della seconda Scuola di Vienna. Gli incontri sono articolati secondo la logica seguente:

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

ESAME

attraverso l’ascolto di registrazioni

Ascolti: C. Debussy: Pelléas et Melisande; La mer; M. Ravel: L’Alborada del Gracioso; M. De Falla: El Retablo de Mase Pedro;

CODM/06

STORIA DEL JAZZ

Ascolti: G. Puccini: Turandot; I. Pizzetti: Il concerto dell’estate; O. Respighi: Fontane di Roma; F. Malipiero: Pause di silenzio; A.Casella: Concerto per archi.

PROGRAMMA DIDATTICO DOCENTI

Adriano Mazzoletti

n. 8

PROGRAMMA DIDATTICO

PRE-REQUISITI

3 CREDITI

Storia della musica afro-americana

marini.

PROGRAMMA BIBLIOGRAFIA

Be Bop alla Minton’s Playhouse I Boppers

MONTE ORE

The Third Stream: La terza corrente L’eredità del Bebop

Frequenza ordinaria: 20 h

ESAME La prova d’esame consiste in un questionario, comprendente realizzazione pratica di un breve brano dodecafonico.

22

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

23


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

CODM/04

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

STORIA DELLE FORME E DEI REPERTORI MUSICALI ESAME

Antonio Solimene, Amedeo Tommasi, Stefano Zenni, Roberto Spadoni

DOCENTI

PRODUZIONE MUSICALE 2

PROGRAMMA DIDATTICO Storia ed analisi delle forme del jazz dalle origini ai tempi moderni, approfondimento storico stilistico degli autori principali di standard jazz, studio delle forme moderne complesse

ESAME

Prova scritta

INFORMATICA MUSICALE - COME/05

PROGRAMMA DIDATTICO Cubase: creazione di un nuovo progetto, project folder e salvataggio.

2 CREDITI

infoline, transport bar ed area di lavoro nel dettaglio. Il setup dei virtual instruments, registrazione e gestione delle tracce midi. Midi editors, quantizzazione degli eventi. CD e DVD dati, audio, video. Creazione, e gestione delle tracce audio.

PRODUZIONE MUSICALE

MONTE ORE DOCENTI

Luigi Zaccheo Luca Spagnoletti

INFORMATICA MUSICALE - COME/05

Frequenza ordinaria: 20 h Realizzazione di una breve produzione musicale su tema dato

PRODUZIONE MUSICALE 1

INFORMATICA MUSICALE PROGRAMMA DIDATTICO

Il corso mira a fornire all’allievo le conoscenze e le competenze tecniche necessarie ad affrontare con consapevolezza tutte le fasi di una produzione musicale moderna, con schemi, modalità e tecnologie attuali, sia come musicista che come produttore artistico. Nei tre anni di corso (due di produzione musicale, uno di informatica musicale) vengono affrontati in modo didatticamente graduale e progressivo argomenti riguardanti tecniche di sintesi, campionamento audio digitale, tipologie di strumenti musicali elettronici hardware e software, interfaccia MIDI, protocollo e programmazione midi, sequencing multitraccia midi applicato alla composizione e all’arrangiamento musicale, setup dello studio di registrazione digitale, schede audio, registrazione audio

VIDEOSCRITTURA MUSICALE E EDITORIA MUSICALE INFORMATIZZATE - COME/05

PROGRAMMA DIDATTICO

2 CREDITI

PROGRAMMA

ESAME

Schede audio, driver, latenza. Formati dei plugins, editing distruttivo e non distruttivo, time stretch, pitch shift, bit slicing, bpm dei loop, mixer audio, equalizzazione, processori dinamici, processori ambientali, mixer, automazioni, mastering, export audio, sincronizzazione audio-video, distribuzione digitale, diffusione e promozione.

2 CREDITI

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

digitale e promozione online. Gli argomenti vengono affrontati con lezioni teoriche e pratiche, alternate secondo un calendario prestabilito. Al termine del corso, date per acquisite le necessarie competenze musicali ed una certa maturità artistica, l’allievo sarà in grado di curare una produzione musicale, direttamente o seguendone con cognizione di causa tutte le fasi: stesura di un brano, arrangiamento, pre-produzione, registrazione audio, mix, mastering, stampa, distribuzione e promozione. Sarà inoltre in grado

ESAME

arrangiatori, fonici, industrie per la stampa dei supporti aggregatori per la distribuzione on line, piattaforme di diffusione online, ecc.).

audio lineari e compressi. Sintesi per campionamento, multisampling orizzontale, verticale, dimensionale. Tipologia di strumenti musicali elettronici, funzionamento e setting degli strumenti multitimbrici. Interfaccia midi: caratteristiche hardware e tipi di messaggi.

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 20 h

24

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

25


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

LINGUA INGLESE

LINGUA INGLESE 2 PROGRAMMA DIDATTICO

DOCENTI

Paolo Ciarlo

2 CREDITI

PROGRAMMA

LINGUA INGLESE 1 PROGRAMMA DIDATTICO 2 CREDITI PROGRAMMA Nel primo anno si affrontano contemporaneamente i rudimenti della grammatica inglese (pronuncia, singolare/plurale, articolo determinativo/indeterminativo, present simple, past simple, verbi regolari ed irregolari, present perfect e future tenses, aggettivi materiale in rete, dispense tratte da riviste specializzate e digitali e video, si trattano i principali strumenti musicali (chitarra,

Il secondo anno è dedicato all’approfondimento della grammatica, con lo studi o dei vari tipi di futuro e loro utilizzo, i continuous tenses e le varie forme verbali del passato e i verbi modali. Con un uso più massiccio di materiale video, oltre alle dispense, si continua lo studio del linguaggio tecnico con l’approfondimento della teoria e della notazione musicale, l’introduzione all’uso di Finale, uno degli “score editor” più utilizzati, e verso l’inizio della tipo teorico (le onde audio, l’elettricità, il riverbero) e pratico (il microfono, il protocollo MIDI, le tipologie di cavi e connettori). Il tutto è corredato da test online, conversazione in classe e prove di dettato.

BIBLIOGRAFIA GRAMMATICA: “English grammar in use” di Raymond Murphy - ed. Cambridge INGLESE TECNICO: Encyclopedia of arranging techniques, AA.VV.

delle strutture musicali. Inoltre, occasionalmente, durante l’anno si usano articoli per stimolare la conversazione in classe, test

BIBLIOGRAFIA

Bouncing off walls from Electronic Musician Mar 02, pag. 98

GRAMMATICA: “English grammar in use” di Raymond Murphy - ed.Cambridge INGLESE TECNICO: Essential reeding from Electronic Musician May 09 pag. 24 The Earl of whirl from Electronic Musician Mar 01 pag. 124

VIDEO:

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30h drumheads/ VIDEO:

ESAME MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30 h

LINGUA INGLESE 3 ESAME

PROGRAMMA DIDATTICO 2 CREDITI

PROGRAMMA

Nel terzo anno si completa l’approfondimento sull’utilizzo dei tempi verbali e si dedica particolare attenzione ai phrasal verbs prediligendo ed incoraggiando l’uso della lingua parlata tramite la discussione in classe e il “role playing”. Anche per questo l’utilizzo di materiale video è preponderante. Viene inoltre completata la parte

dettato.

26

13 14 © Saint Louis College of Music

13 14 © Saint Louis College of Music

27


TRIENNIO di DIPLOMA ACCADEMICO di 1° LIVELLO

BIBLIOGRAFIA GRAMMATICA: “English grammar in use” di Raymond Murphy - ed. Cambridge INGLESE TECNICO:

Mastering vinyl from Electronic Musician Mar 08 pag. 54

VIDEO: Sting: bring on the night-DVD The Miles Davis Story-DVD Dave Grohl’s Sound City audio journey-DVD

DVD Protools LE

MONTE ORE Frequenza ordinaria: 30h

ESAME

28

13 14 © Saint Louis College of Music


Accademico%20i%20 %20piano%20jazz