Page 35

3. Geografie nuove e di sempre

3.5 Paesi avanzati: luci e ombre

Crescita % export italiano

La ripresa delle economie avanzate prosegue ma il recupero appare moderato e diversificato tra paesi. Nel 2009 la caduta della domanda privata, ha indotto i governi a intervenire aumentando la spesa pubblica per controbilanciarne, almeno in parte, gli effetti. L’espansione fiscale ha determinato l’aumento dei deficit di bilancio pubblico che ha raggiunto un valore medio per l’area pari a -8% del PIL nel 2010 (Fig.15). In conseguenza sono aumentati gli spreads sui CDS sovrani soprattutto nei paesi a maggior rischio13. Nel 2010 l’area è tornata a

2010 2011

Avanzati

7,7

7,6

Belgio

7,9

7,3

Germania

10,6

7,6

Francia

7,9

7,1

Svezia

10,0

7,1

Stati Uniti

10,1

6,7

Gli avanzati alle prese con l’austerità fiscale.

crescere, guidata principalmente dal riattivarsi del commercio a livello mondiale. Le previsioni sono però di una crescita contenuta e differenziata, con gli Stati Uniti che mostrano una reattività maggiore rispetto all’area euro14. Fig. 15 Saldi di Bilancio Pubblico 2007

4

2010

2014

2

In % del PIL

0 -2 -4 -6 -8 -10 -12

Germania

Canada

Italia

Grecia

Media Avanzati

Francia

Spagna

Giappone Regno Unito Stati Uniti

Fonte: FMI.

Nell’area dell’euro la domanda privata e, di conseguenza, la crescita e le importazioni sono frenati da: i) austerità fiscale, messa in atto dai governi per contenere la crisi della finanza pubblica15; ii) disoccupazione elevata e scarsa fiducia delle famiglie e delle imprese; iii) rigidità strutturali nel mercato del lavoro. Le diversità sono anche all’interno dell’Europa, con la crescita del PIL nel 2010 che varia dal -4% della Grecia al 3,3% della Germania. In una fase di ripresa lenta come quella attuale per le economie avanzate, la Germania risulta essere un caso a sè. La crescita al di sopra del potenziale prevista nel paese per il 2010 è dovuta principalmente alla struttura economica di tipo export-led e alla capacità Grecia, Irlanda, Portogallo e Spagna. Le previsioni di crescita del PIL sono: i) Area Euro: 1,7% nel 2010 e 1,5% nel 2011; ii) Stati Uniti: 2,6% nel 2010 e 2,3% nel 2011. 15 Nel 2010, sono state varate le seguenti restrizioni fiscali: Germania, 80 mld EUR in 4 anni; Francia, 45 mld EUR in 3 anni; Italia, 25 mld EUR in 2 anni, Spagna, 15 mld EUR (+50 mld a gennaio) in 2 anni; Grecia, 35 mld EUR in 3 anni. 13 14

33

SACE Rapporto export 2010-2014  

Le prospettive per le esportazioni italiane

SACE Rapporto export 2010-2014  

Le prospettive per le esportazioni italiane