Page 32

3. Geografie nuove e di sempre

Effetti del fattore urbanizzazione.

che sconta la performance estremamente positiva del 2009 (130,9%), e delle previsioni positive per il 2011 (3,2%). Da sottolineare inoltre come la progressiva urbanizzazione nelle principali economie dell’area possa offrire opportunità in termini di maggiori consumi e ampliamento della domanda di beni e servizi. Fig. 12 Africa Subsahariana: importazioni dal mondo e dall’Italia* Import dal mondo Import dall'Italia

30

Tassi di var. %

20 10 0 -10 -20 -30

2008

2009

2010

2011

2012

*L’aggregato Africa Subsahariana fa riferimento alla domanda di Angola, Nigeria e Sudafrica. Fonte: SACE; EIU Bureau Van Dijk. Crescita % export italiano

2010 2011

Europa Emergente

8,4

8,0

Repubblica Ceca

8,9

8,5

Russia

10,2

7,5

Slovacchia

10,6

8,4

Turchia

24,1

14,1

8,1

7,8

Ungheria

La ripresa c’è ma la domanda privata resta debole.

3.4 Europa Emergente ad assetto variabile Per l’Europa Emergente, una delle aree più colpite dalla crisi, le previsioni indicano una discreta ripresa per il biennio 2010-2011. La recessione è dipesa da fattori sia esterni, come la dipendenza dai flussi di capitali provenienti dall’Europa Avanzata, sia interni, come squilibri finanziari e una crescita basata quasi interamente sulla domanda interna. Nel 2010 e 2011 ci si attende però una crescita, rispettivamente, del 3,9% e del 3,8% (-6% nel 2009), principalmente per il recupero dell’export. La domanda interna privata rimane invece ancora fragile (Fig. 13) in particolare in alcuni paesi, a causa di: i) flussi di capitali deboli; ii) investimenti scarsi dovuti ad accumulo di scorte; iii) consumi bassi e vincolati dalle condizioni negative del mercato del lavoro9 che impattano su ricchezza e fiducia dei consumatori. Questo ha un effetto sulla dinamica delle importazioni nell’area che, dopo una contrazione del 19% nel 2009, dovrebbero aumentare del 10,7% nel 2010, per poi rallentare al 5,4% nel 2011, un tasso sensibilmente inferiore alla media di crescita del 15% del 2003-2007.

9

30

Caratterizzato dalla caduta dei salari reali e da un elevato tasso di disoccupazione (8,2% nel 2009).

SACE Rapporto export 2010-2014  

Le prospettive per le esportazioni italiane

SACE Rapporto export 2010-2014  

Le prospettive per le esportazioni italiane