Issuu on Google+

la giostra di Rodari

una creazione

2010

universi sensibili


Antonio Catalano presenta

la giostra di Rodari omaggio all'avventura poetica di Gianni Rodari a 30 anni dalla morte “La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo” (Gianni Rodari)

Che Antonio Catalano sia un viaggiatore instancabile, non ci sono dubbi. Attraverso il suo immaginario ha ripercorso negli anni la storia e i mondi di tanti camminatori, navigatori, esploratori: pensiamo a Quisciotte, al pescatore Santiago di Hemingway, al capo polinesiano Tuiavii, a Odisseo, a Galileo… E lungo questi viaggi molti compagni, silenziosi ma preziosissimi, lo hanno affiancato o guidato, da Darwin a Munari, da Verne a Méliès… Sicuramente Gianni Rodari è uno delle presenze più significative nei viaggi immaginari degli Universi Sensibili: forse proprio a lui Catalano deve il coraggio di guardare al mondo con lo sguardo dell'infanzia, “quell'età che anche i bambini possono avere”.


La ricorrenza dell'anno 2010 (trent'anni dalla morte) non è che un pretesto: l'omaggio a Rodari è assolutamente dovuto. E non è solo un incontro-spettacolo, o una raccolta di filastrocche, o una nuova canzone: è tutto questo insieme, ovvero un intero universo, un vero e proprio “villaggio” di Rodari, un omaggio corale a cui contribuiscono artisti vari, autori, attori, pittori, musicisti, amici.

la giostra di Rodari Insomma, un nuovo mondo come quelli con cui Catalano sta invadendo da anni l'Italia e l'Europa portando poesia, meraviglia, musica, festa, coinvolgimento degli abitanti e delle comunità: un mondo questa volta tutto dedicato a Rodari, con una giostra delle meraviglie, un camper-caffè, un camion-cappella dei meravigliati, immagini, storie, poesie, filastrocche, canzoni.


Il villaggio di Rodari prende vita attraverso fasi diverse: In una prima fase, già avviata, un ufficio poetico centrale raccoglie scritti, pitture, fotografie, musiche. Sono già stati coinvolti numerosi artisti e scrittori e altri verranno invitati a unirsi e a mandare il loro contributo; tra questi Bruno Tognolini, Giusy Guarenghi, Guido Quarzo, Luis Sepúlveda, Dario Moretti, David Grossman, Tonino Guerra, Umberto Eco, Carlos Laredo, Alessia Bervini, Luigi D'Elia, Francesco Niccolini, Luciano Nattino, Lorenza Zambon, Francesco Fassone, Jonathan Benhaim, Ermanno Olmi, Carlotta Castelnovi, Paolo e Giorgio Conte, Marco Baliani, Agnès Limbos, Mariagrazia Panigada, Marialisa Leone, Flavia Armenzoni….

Si passa quindi alla creazione di un evento poetico e festivo, alla rielaborazione e alla restituzione dei contributi artistici raccolti: insieme ad attori e musicisti Antonio Catalano realizza un incontro-spettacolo.

Il tutto avviene in un luogo poetico, un villaggio fantastico: il nucleo centrale è la giostra di Rodari, una vera propria giostra sulla quale avvengono momenti di narrazione, di musica, di canto e sulla quale il pubblico può salire per fare un giro, per leggere i libri artigianali, visitare i musei sentimentali, tutti dedicati a Rodari;

accanto alla giostra, il campercaffè letterario, che ospita momenti di ascolto, scambio, racconto con artisti, scrittori, critici… e in cui si può prendere il caffè!;

infine, il camion-cappella dei meravigliati, che, oltre a trasportare il villaggio di Rodari, è un universo visitabile dal pubblico: dipinto e ambientato da Catalano, ospita scritti, immagini e mostre realizzate sul posto in collaborazione con le scuole locali.

Il villaggio di Rodari attraverserà le città che hanno già chiesto e che chiederanno di essere invase per qualche giorno da questo universo immaginario… e di essere trasformate in mondi di fiaba, di poesia, di festa, di meraviglia.


la giostra di Rodari


www.universisensibili.it universisensibili@sensibili.it tel. 0039 0141 292417

la giostra di Rodari


la giostra di Rodari


22


la giostra di Rodari


in arrivo a Roma una giostra spettacolare!