Issuu on Google+

sabbiochiese Periodico dell’amministrazione comunale • Anno XXI - N. 4 Inverno 2010

sito web rinnovato: www.comune.sabbio.bs.it

■ Equilibri di bilancio e nessun taglio ■ Novità nella scuola di Sabbio ■ Variante al piano di governo del territorio

■ Progetti della comunità di Clibbio ■ Saluto a Don Giovanni, parroco uscente ■ Palio della Rocca 2010, un successo!


■ EDITORIALE

Il

2010 sta per terminare. Finalmente. È stato un anno terribile. Sulla crisi economica e finanziaria si sono scritte innumerevoli pagine di giornali. Non sta a me ricordarle. Mi preme invece augurare un 2011 di ripresa. Per l’industria, per l’artigianato, per i servizi e con essi per la serenità e tranquillità delle famiglia, che maggiormente hanno subito  le conseguenze di questa recessione. Cassa integrazione, piani di solidarietà, licenziamenti, mobilità. Poche parole che nascondono veri e propri drammi sociali. Come Amministrazione ci siamo impegnati al massimo per venire incontro alla famiglie in difficoltà. Alcuni esempi. Il Piano di Diritto allo

Per un 2011 di ripresa, fiducia e ottimismo L’anno che ci lasciamo alle spalle è stato foriero di notevoli difficoltà. Vogliamo guardare al nuovo in un’ottica positiva, quella di “seminare fiducia.”

2 ■ sabbio chiese inverno 2010

Studio con il sostegno alle rette per garantirne la partecipazione anche ai meno benestanti. Il Piano Socio Assistenziale per coprire le esigenze di ciascuna fascia debole (anziani, giovani disagiati, handicap). L’apertura del Micro Nido, piccolo ed efficiente esempio di sostegno. I voucher ai cassaintegrati. Ma voglio essere più ottimista, voglio seminare fiducia, voglio lasciarmi alle spalle in senso figurativo, per un momento, la recessione ed i suoi problemi. Perché ciò che mi circonda e vivo mi da speranza. Perché vedo un paese, quello di Sabbio Chiese, vivace e dinamico. Un paese che solo il terremoto ha messo temporaneamente in ginocchio. Ma anche allora, come adesso, si sta rialzando e con viso fiero vuole proseguire il suo cammino. Dove vedo questa fiducia? Beh... Ho visto un entusiasmo senza precedenti nell’organizzare e partecipare al Palio delle Contrade, il primo nel nuovo millennio. Tanta gente che voleva stare assieme, tante persone impegnate a divertire e divertirsi, tanta folla entusiasta per un evento nuovo.

Se questo non è segno di ottimismo, poco ci manca. Vedo ogni giorno le associazioni di Sabbio, di ogni genere e tipo, impegnarsi senza freno nella loro attività istituzionale, chi ad organizzare e partecipare eventi sportivi, chi a tutelare l’ambiente ed il territorio, chi ad assistere anziani e bisognosi, chi a garantire la nostra sicurezza. Non faccio nomi. Tutte sono davvero meritevoli di menzione. Una rete di relazioni e di rapporti questa tra popolazione, associazioni ed Amministrazione che costituisce una vera e propria rete di protezione nei momenti di difficoltà, una garanzia per il futuro. Vedo un paese senza spine nel fianco. Con un patrimonio di tutto rilievo. La Rocca ristrutturata e riportata allo splendore originario. La Casa di Riposo rifatta e resa più accogliente e vivibile. Un Palazzo Comunale divenuto oramai un centro di servizi ad ampio raggio. Un Scuola Materna che molti ci invidiano. La Scuola Elementare e Media costantemente migliorata e messa in sicurezza. Il Centro Sportivo e le Palestre Comunali (ben tre!) sempre attive ed occupate. Il Museo che sta accogliendo sempre più interesse turistico e scolastico. La Biblioteca viva e frizzante nelle sue iniziative. Il territorio via via migliorato, dalla viabilità (rotonda di Pavone, ponte Cletem) alle urbanizzazioni (Cletem, Trinolo). Mi fermo. Non mi interessa in questa sede fare proclami. Voglio solo dare fiducia. Assicurare che Sabbio Chiese ha i mezzi e le risorse per tornare a correre. Mi fermo perché lo voglio ribadire. Lo voglio dire ad alta voce che auspico un 2011 di ripresa. Di ottimismo. Di entusiasmo. È l’augurio di fine anno che mando a tutti. Alle autorità del paese, religiose, militari e civili. Alle associazioni ed ai volontari. Agli amministratori e ai dipendenti comunali. A tutta la popolazione. Agli imprenditori ed ai lavoratori, ai giovani ed agli studenti. Che i miei auguri per un felice anno nuovo siano di traino per tutti. Rinaldo Bollani ■ sindaco@comune.sabbio.bs.it


■ DAL COMUNE

Equilibri di bilancio e nessun taglio ai servizi Dalla verifica attuata nel corso del Consiglio Comunale di fine settembre emergono dati incoraggianti, in netta controtendenza con il periodo attuale. icognizione sullo stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri di bilancio al centro del Consiglio comunale di Sabbio Chiese che si è tenuto lo scorso 27 settembre c.a. In un quadro generale di difficoltà economica, in cui gran parte degli Enti sia Pubblici che Locali stanno trovando grandi difficoltà a far quadrare i conti, il Comune di Sabbio Chiese è riuscito a chiudere questo importante passaggio amministrativo senza problemi. La verifica degli equilibri di bilancio ha evidenziato un avanzo di spesa di 789mila euro, somma più che sufficiente per attuare eventuali manovre correttive sull’andamento finanziario in vista dell’assestamento generale del Bilancio 2010, che verrà effettuato nel mese di novembre.

R

“La ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la salvaguardia degli equilibri di bilancio sono un tema importante – dice l’Assessore al Bilancio Luca Galvani – Gli enti locali sono stati oggetto di tagli consistenti, che impongono maggiore attenzione e razionalizzazione delle spese. La perdurante crisi che sta vivendo l’economia sta condizionando non poco la gestione, principalmente traducendosi in minori entrate o difficoltà a riscuotere quelle accertate. Nonostante ciò Sabbio Chiese si conferma comune virtuoso, perché riesce a rispettare ogni equilibrio e gli impe-

Avanzo di amm.ne esercizio 2009 come da c/consuntivo 2009 Utilizzo avanzo

€ 783.539,45 € 0,00

AVANZO 2008 DISPONIBILE Gestione residui minori residui passivi minori residui attivi maggiori residui attivi AVANZO ATTIVO/PASSIVO Gstione competenza maggiori entrate minori entrate maggiori spese AVANZO ATTIVO/PASSIVO

€ 783.539,45 € 2.282,77  – € 13.110,39  € 16.045,85  € 5.218,23 € 17.406,29  – € 3.469,44  – € 13.650,00  € 286,85

Avanzo di amm.ne esercizio 2009 dopo il riequilibrio di bilancio

gni del bilancio preventivo, senza alcun taglio di rilievo ai servizi. Anzi sovente anche migliorandoli.” Doverosi alcuni dati. Nel corso della verifica è stato rilevato un risultato positivo nella gestione dei residui per poco oltre 5mila euro, conseguente a minori residui passivi per 2,2 mila euro, maggiori residui attivi per 16 mila euro (per lo più dovuti a maggiori accertamenti sulla votiva e contributi dalla Comunità Montana per il servizio sociale di assistenza domiciliare) e minori residui attivi per 13,1 mila euro (qui, particolarmente, ha pesato la difficoltà economica delle famiglie a far fronte alle spese di assistenza alla persona e scolastica). In pareggio la gestione di competenza che conteggia circa 300 euro di avanzo. Le maggiori entrate si contabilizzano per circa 17,4 mila euro: interessante, in questa sede, far notare il maggior accertamento registrato dalla cessione di energia elettrica derivante dall’impianto fotovoltaico sulla scuola media. Le minori entrate ammontano

€ 789.044,53

a 3,4 mila euro e le maggiori uscite circa 13,6 mila euro (per spese di manutenzione e sistemazione del patrimonio demaniale). Considerando i risultati delle gestioni sopra citate, che l’avanzo di amministrazione a fine 2009 era di 783mila euro, che non è stato sinora utilizzato, che non vi sono debiti fuori bilancio, al momento possiamo presumere un risultato di fine anno in linea con quello ultimo chiuso. Ottimisti sì, ma pur sempre prudenti sino in fondo. Rinviamo all’assestamento di bilancio di novembre la definitiva sistemazione dei singoli capitoli di spesa, tale da pervenire alle risultanze finali nel pieno rispetto della situazione di equilibrio finanziario ed economico, ai sensi dell’art. 193 del Testo Unico degli Enti Locali. Un ringraziamento al Sindaco, ai colleghi della Giunta, al Consiglio Comunale e agli uffici comunali che, collaborando tutti insieme, con grande attenzione e capacità, stanno permettendo di mantenere questo importante passaggio. ■ luca.galvani@comune.sabbio.bs sabbio chiese inverno 2010 ■ 3


■ DAL COMUNE

Contributi ad Associazioni e Gruppi per il 2010 Esposto nel dettaglio il prospetto di quanto erogato per l’anno corrente, comparato con il precedente. ormai noto a tutti che nel nostro Comune l’attività dei gruppi di volontariato e delle associazioni è molto produttiva ed efficiente. Tutti coloro che nelle forme più svariate si impegnano e partecipano alla promozione ed alla gestione di iniziative di interesse generale, possono e devono poter contare sulla vicinanza e sul sostegno dell’Amministrazione Comunale e di tutta la comunità. È con questa logica quindi che anche quest’anno sono stati assegnati i contributi ai vari gruppi e associazioni che operano a Sabbio. L’ammontare dei contributi è variabile sia in funzione dell’attività corporativa dei gruppi stessi sia degli specifici impegni assunti dai gruppi o dalle associazioni a favore della collettività. Il contributo erogato a favore dell’Associazione Calcio determinato da specifica convenzione è finalizzato alla parziale copertura dei costi sostenuti dall’ associazione stessa per la realizzazione dei due campi di calcio in sintetico, il contributo al gruppo Amici dello Sport viene riconosciuto per la partecipazione diretta alla gestione delle Isole Ecologiche di Cletem e Disa. Un maggior contributo viene riconosciuto al Gruppo Federcaccia per l’impegno assunto nella cura e manutenzione del verde al Parco Bertella e Fratta, al Coro La Rocca per la cura degli esterni della Scuola Media, al Gruppo Pescatori per la manutenzione della zona fluviale. Un discorso a parte è stato fatto per l’Associazione Tennis. Visto il numero di iscritti e la necessità per i migliori atleti di allenarsi in maniera più mirata e dedicata, l’Associazione ha espresso l’esigenza di provvedere alla copertura anche del secondo campo e di rifare il fondo di entrambi i campi a 10 anni dall’ultimo intervento. È stata quindi sottoscritta una convenzione, analogamente a quanto fatto a suo tempo per l’Associazione Calcio per il campo in erba sintetica, per cui nei prossimi 15 anni il Comune si impegnerà a versare un contributo annuo di 6000 €, necessario a contribuire al pagamento di circa il 50% del mutuo che l’Associazione ha assunto per la spesa complessiva dell’intervento, pari a circa 120.000 €. La convenzione sarà operativa dal 2011, mentre per l’anno 2010 è stato assegnato un contributo di 1000 €. Il Comune ha inoltre contribuito fornendo i materiali per le necessarie opere edili di preparazione all’intervento. Il contributo a favore dello Sci Club copre totalmente le

È

4 ■ sabbio chiese inverno 2010

Prospetto assegnazione contributi N.

Associazione / Gruppo

ATTIVITÀ SOCIALI 1 Sezione AVIS (Trentennale) 2 Sezione AVULSS 3 Sezione Sensibilizzazione Bisogni Anziano Totale ATTIVITÀ CULTURALI E VARIE 1 Coro La Rocca 2 Commissione Gestione Teatro 3 Coro Parrocchiale 4 Gruppo Alpini (Iniziative Protezione Civile) Gruppo Alpini (Contributo ordinario) Gruppo Alpini (Iniziative zonali: 20º S.Onofrio) 5 Grest 6 Coro Oratorio Sabbio Chiese 7 Filarmonica Conca d’Oro Totale ATTIVITÀ DI TUTELA DELL’AMBIENTE 1 Associazione Fanti 2 Associazione Combattenti e Reduci 3 Gruppo Artiglieri 4 Associazioni ANEI 5 Gruppo Federcaccia 6 Commissione Ambiente ed Ecologia 7 Gruppo Ambiente Clibbio* 8 Associazione Avieri* Totale ATTIVITÀ SPORTIVE 1 Amici dello sport 2 Tennis Club Sabbio Chiese 3 Associazione A.C. Calcio Sabbio Chiese** 4 Unione Sportiva 5 Associazione Pescatori 6 Gruppo Volley Sabbio Chiese 7 Gruppo Arceri Valle del Chiese 8 Sci Club Sabbio Chiese 9 Gruppo Pallamano 10 USO Sabbio Chiese 11 ASD Munen Karate Sabbio Chiese 12 Corcordia Danza Artistica* 13 PincaTeam* Totale TOTALE ANNUO

2009 €

2010 €

400 400 300 1.100

1.500 400 400 2.300

800 2.500 400 — 800 — 2.500 400 400 7.800

800 2.000 400 1.200 800 1.000 2.000 400 1.000 9.600

250 250 250 250 2.500 3.000 — — 6.500

250 250 250 400 2.500 2.000 500 250 6.400

5.500 5.000 400 1.000 10.000 10.000 400 400 400 600 2.500 2.500 250 250 2.000 1.500 250 500 600 600 400 400 — 200 — 200 22.700 23.150 38.100 41.450

(*) Nuovo gruppo (**) Contributo assegnato come da convenzione approvata con Delibera C.C. n. 22 del 18.09.07


■ SCUOLA E ISTITUZIONI

spese sostenute per l’organizzazione dei corsi di sci e snow board riservati ai ragazzi/e della scuola dell’obbligo residenti a Sabbio, il contributo al Gruppo Volley è riconosciuto in funzione dell’impegno nella gestione diretta della palestra delle Scuole Medie oltre al sostegno della specifica attività sportiva. A sostegno di specifiche iniziative sono erogati maggiori contributi a favore del Gruppo Avis per il 30° anniversario della sua fondazione, al Gruppo Alpini per il 20° anniversario del recupero della Chiesetta di S. Onofrio, a favore della squadra di Protezione Civile dei gruppi A.N.A. della Valle Sabbia per interventi effettuati in occasione dell’operazione “Fiumi Sicuri 2010”. In collaborazione con la Filarmonica Conca d’ Oro si continua a sostenere il progetto di avviamento alla musica denominato “Un’orchestra a scuola” riservato ai ragazzi delle Scuole Elementari. Il contributo alla Commissione Ecologia è finalizzato a promuovere iniziative di sensibilizzazione al rispetto e tutela dell’ambiente, all’organizzazione di corsi e incontri a tema. Le associazioni e i gruppi di volontariato hanno notevolmente incrementato la loro attività e il loro servizio sul territorio, questo è reso possibile anche grazie a quanti contribuiscono concretamente alla realizzazione di questa bella realtà, donando il proprio tempo e le proprie capacità mettendole al servizio della comunità. Per noi il volontariato rappresenta una fonte preziosa di supporto e per chi la vive è sicuramente un’esperienza dal forte valore umano e sociale. Un benvenuto quindi ai nuovi gruppi che contribuiscono ad incrementare questo prezioso patrimonio: al Gruppo Ambiente Clibbio impegnato nella cura del verde pubblico e piccoli lavori di manutenzione nella frazione, al Gruppo Avieri nucleo Valle Sabbia che si è fatto carico di provvedere alla cura del verde nella zona ponte e nelle adiacenze al monumento intitolato al Ten. Raoul Simonini, ai nuovi gruppi sportivi Concordia Danza Artistica e Pinca Team. ■ onorio.luscia@comune.sabbio.bs.it

La tabella riportata qui a lato è stata oggetto di delibera n. 27 del 25 Maggio 2010.

Borse di studio per l’anno scolastico 2010-11 Assegnati anche quest’anno gli “assegni di studio”: quindici studenti meritevoli hanno ricevuto un incentivo allo loro carriera scolastica. ercoledì 10 Novembre si è riunita la commissione per l’assegnazione delle borse di studio per l’anno 2010/2011. Le borse di studio obbligatorie da assegnare ogni anno sono 10; 3 per le scuole medie e 7 per le scuole superiori, ogni assegno è di euro 300,00; inoltre uno speciale contributo di euro 1500,00, viene messo a disposizione per studenti con particolare inclinazione agli studi, che per stato di necessità famigliare siano impossibilitati a proseguire la carriera scolastica. Se la commissione non riceve particolari richieste entro la data prefissata, mette a disposizione altre cinque borse di studio, a sua discrezione. Possono presentare la domanda tutti i ragazzi che frequentano qualsiasi istituto superiore che abbiamo conseguito nell’anno precedente una media di valutazione uguale o superiore al 7 per le scuole superiori e una votazione minima pari all’8 per le scuole medie. L’assegnazione delle borse di studio previste non è lasciata al giudizio personale dei membri della commissione, ma segue un preciso regolamento approvato dalle precedenti amministrazioni comunali. Vengono presi in considerazione, sotto forma di punteggio, la valutazione scolastica, il reddito della famiglia e la situazione famigliare. Le domande pervenute quest’anno sono state 25: 5 per le scuole medie e 20 per le scuole superiori, mentre le borse di studio assegnate sono state 15: 3 per le scuole medie e 12 per le superiori.

M

Di seguito l’elenco dei vincitori: Tisi Deborah Carbonaro Naomi Pasinetti Federica Richilmini Manuel Essoundoussi Sara Zerneri Elisa Kaoutar Loukili Ghiradi Simona Mina Matouch Lazzari Giulia Bianchi Nicoletta Amolini Cristian Rosa Marco Pistininzi Chiara Bianchi Giada Facciamo i complimenti a tutti i ragazzi che hanno presentato la domanda, perché le valutazioni di tutti sono state veramente eccellenti. Rinnoviamo a tutti i ragazzi un grosso “in bocca al lupo” per l’anno scolastico in corso e ci auguriamo di ricevere per il prossimo anno sempre maggiori richieste, ricordando che il bando ed il modulo per la domanda di assegno delle borse di studio sono esposti in comune e pubblicati sul sito internet almeno un mese prima della scadenza. ■ alessandra.mascadri@comune.sabbio.bs.it sabbio chiese inverno 2010 ■ 5


■ SCUOLA E ISTITUZIONI

Alcune novità sul mondo della scuola di Sabbio ui di seguito illustriamo tre significative novità che riguardano la nostra scuola, sia come struttura “fisica” che come istituzione di formazione.

Q

Servizio pre-scuola Il Comune di Sabbio Chiese, valutata l’esigenza di alcune famiglie, ha istituito un servizio di accoglimento pre-scuola per gli alunni della scuola elementare e della scuola media. L’apertura degli edifici scolastici (fatta eccezione per i bambini che usufruiscono del servizio scuolabus, per i quali è già permesso l’accesso alle ore 7.45) avviene a partire dalle ore 7.55. Il servizio consiste nel permettere agli studenti delle famiglie che hanno motivate necessità, di entrare all’interno delle strutture scolastiche, sotto la sorveglianza di personale addetto, a partire dalle ore 7.45 invece che dalle 7.55. La quota di contribuzione è stata stabilita nell’importo di € 90 annui con

lo sconto del 50% per il secondo figlio, mentre dal terzo figlio in poi il servizio è gratuito. Si ricorda che tale servizio di pre-scuola è rivolto alle famiglie che, non usufruendo dello scuolabus e per esigenze di lavoro di entrambi i genitori, hanno difficoltà a portare il bambino a scuola alle ore 7.55. Dote Scuola: “Sostegno al reddito” e “Merito” La Regione Lombardia come negli anni passati ha istituito la Dote Scuola, un’iniziativa volta ad accompagnare il percorso educativo dei ragazzi dai 6 ai 24 anni. Si tratta di aiuti economici, elargiti sotto forma di ticket, attribuiti agli studenti delle scuole statali e paritarie e a chi frequenta i centri di formazione professionale. Comprende diverse componenti, che variano a seconda 6 ■ sabbio chiese inverno 2010

del percorso scelto e delle caratteristiche dell’allievo. L’obiettivo è quello di garantire la libertà di scelta delle famiglie e il diritto allo studio di ciascuno. Il Comune di Sabbio Chiese, come del resto gli altri comuni della Lombardia, si è fatto carico di dare supporto nella compilazione e nella trasmissione on line delle domande e di distribuire i ticket scuola alle famiglie che hanno soddisfatto i requisiti del bando. Complessivamente il contributo per la Dote Scuola 2010/2011 componente “Sostegno al reddito” delle famiglie degli studenti di Sabbio Chiese è stato di 26.200 €, così suddivisi: 6960 € per gli alunni delle scuole elementari, 8360 € per quelli delle scuole medie e 10.880 € per quelli delle scuole superiori. Nel mese di settembre sono state inoltre presentate anche le domande della Dote Scuola componente “Merito”, con l’obiettivo di premiare gli studenti più meritevoli, per un totale, per Sabbio Chiese, di 1.600 €. Si ritiene lodevole l’iniziativa della Regione e si auspica che tale iniziativa possa

proseguire anche negli anni a venire. La “palestrina” della Scuola Primaria Il nuovo edificio della Scuola Primaria (o Scuola Elementare, come l’abbiamo sempre chiamata) è stato costruito a causa del terremoto del 2004 che ha danneggiato il palazzo del Comune che la ospitava. È una struttura funzionale e ben progettata che accoglie tutti i giorni in maniera confortevole i nostri bambini. Tuttavia in questi ultimi anni non ha avuto a disposizione uno spazio proprio per lo svolgimento delle attività di motoria (o ginnastica come l’abbiamo sempre chiamata) e ha quindi usufruito a tal fine della palestra della adiacente Scuola Media, con le inevitabili difficoltà di coordinare le esigenze di entrambe le scuole. Nel corso dell’anno l’Amministrazione si è quindi impegnata ad attrezzare il piano semi-interrato che non era ancora stato utilizzato. Si tratta di uno spazio complessivo di circa 230 metri, all’interno dei quali sono stati


■ MICRONIDO

ricavati un atrio di ingresso, due spogliatoi (uno maschile, uno femminile) con relativi servizi igienici dotati di doccia, due sgabuzzini ed un’area pari a 144 mq da dedicare alle attività di motoria. Non si tratta di una palestra vera e propria dal momento che l’altezza non era sufficiente a soddisfare i requisiti per giochi quali pallavolo o pallacanestro. Ben presto l’abbiamo quindi chiamata tutti “la palestrina”. I lavori hanno avuto inizio nel mese di giugno e si sono conclusi nel mese di ottobre per una spesa complessiva di circa 70.000 €. Sono state effettuate delle opere murarie (le tramezze degli spogliatoi, alcune modifiche nelle aperture di porte e finestre) e si sono realizzati gli impianti elettrico, idraulico e di riscaldamento. Per la pavimentazione di spogliatoi, atrio e sgabuzzini si è utilizzato del gres porcellanato, mentre per la sala di ginnastica vera e propria è stato selezionato un parquet appositamente studiato per le attività di motoria, composto da più strati di cui anche uno per attutire gli urti degli arti inferiori. Dal mese di ottobre i bambini della Scuola Elementare hanno iniziato ad utilizzarla per l’ora di ginnastica rendendo più agevole il compito delle maestre nell’organizzazione degli orari scolastici. Alla “palestrina” si accede da un ingresso che è indipendente dalla Scuola stessa, non essendo stato possibile garantire un collegamento interno. Per accedervi i bambini scendono dalla scala antincendio e costeggiano l’edificio a nord per una quindicina di metri. Il fatto che l’ingresso sia indipendente ha anche favorito l’utilizzo di questo nuovo spazio, nel pomeriggio e comunque al di fuori degli orari previsti dalla Scuola Elementare, da parte di associazioni che hanno espresso l’esigenza di svolgere le proprie attività in un ambiente non troppo grande come poteva essere la palestra del centro sportivo. Sempre dal mese di ottobre sono iniziati nella palestrina vari corsi quali per esempio quelli di Karate, Judo, Yoga e ginnastica dolce. La tariffa oraria per l’utilizzo della sala è stata fissata in 10 € per i corsi annuali per adulti e in 5 € per i corsi con bambini.

Facendo “piccoli passi”... ci siamo riusciti! Un progetto del Comune, rivolto alla prima infanzia, finalmente divenuto realtà. Fondamentale il rapporto con le famiglie. ai nome fu più azzeccato per questo progetto! La sua realizzazione è stata infatti un susseguirsi di incontri, telefonate, pareri, chiarimenti, pomeriggi di lavoro, “notti insonni”… tanti piccoli (ma intensi) passi che hanno permesso l’apertura, lo scorso 6 settembre, della prima sezione del nostro micronido comunale. Nei giorni precedenti l’apertura c’era la preoccupazione di non farcela, di aver dimenticato qualcosa… ma poi quella mattina quando i primi bimbi sono arrivati, le paure si sono subito dissolte. Erano impazienti di togliersi le scarpine per entrare in aula a scoprire cosa li aspettasse. Tavolini e seggiole minuscole, giochi, cuscini e tappeti “morbidosi”, un mondo variopinto a misura di bambino che aspettava solo di essere esplorato.

M

Ad oggi tutti i bambini hanno passato il periodo di inserimento e frequentano a tempo pieno dalle 8.30 alle 15.30. La giornata è scandita dalle routines: l’accoglienza, lo spuntino, il cambio, il gioco, il pranzo, la nanna e le varie attività di manipolazione, psicomotoria e simbolica. Il micronido accoglie il bambino e la sua famiglia. Il rapporto tra educatrice e genitore è un aspetto fondamentale dell’attività educativa. L’interazione nido-famiglia avviene con estrema gradualità e con rispetto reciproco per le modalità educative di ciascuno. Lo scambio di informazioni, consigli, nonché il confronto nell’affrontare certe dinamiche comportamentali permette al genitore di crescere il bambino in maniera più serena e consapevole. Per l’anno scolastico 2011-2012 le domande di ammissione potranno essere ritirate e compilate nel mese di gennaio presso l’ufficio Servizi Sociali durante gli orari di apertura. Valutati i requisiti la conferma dell’iscrizione sarà comunicata entro il 15 febbraio 2011. ■ luisa.zanaglio@comune.sabbio.bs.it

■ germano.bonomi@comune.sabbio.bs.it sabbio chiese inverno 2010 ■ 7


■ SCUOLA E ISTITUZIONI

Il

nuovo anno scolastico è iniziato e anche la nostra scuola dell’Infanzia ha riaperto i suoi battenti per accogliere i suoi piccoli alunni. “Un emozione sempre nuova di fronte allo stupore,alle lacrime,ai sorrisi dei nostri ospiti speciali.” Così si è espressa la nostra Presidente Maestra Maria Rosa nell’apertura dell’assemblea Generale svoltasi il 18 ottobre. Appuntamento importante per la scuola durante la quale i genitori sono stati informati e coinvolti sul discorso amministrativo, sulla programmazione annuale, e nelle elezioni dei genitori rappresentanti di sezione. Nei primi mesi l’attenzione principale è stata dedicata all’inserimento sia dei bambini nuovi che dei già frequentanti, perché per tutti ogni passaggio è un momento delicato per la loro crescita. Così il 1° ottobre abbiamo accolto ufficialmente con la festa dell’accoglienza i vai gruppi premiandoli con una coroncina diversa per le fasce d’età. Un altro appuntamento importante è stato l’evento del 15 ottobre, dove si è dato inizio alla nostra programmazione annuale riguardante il tema: “Terra e Aria” Per preparare questo evento speciale oltre al lavoro delle insegnanti, abbiamo chiesto la collaborazione dei papà per la realizzazione di un aereo. Come sempre i nostri genitori si sono messi all’opera con entusiasmo e crea8 ■ sabbio chiese inverno 2010

Terra e Aria protagoniste alla scuola dell’infanzia Al via la programmazione per la stagione 2010-11: tante iniziative realizzate anche con la collaborazione di mamme e papà. tività realizzando uno splendido aereo. Il giorno dell’evento oltre allo stupore e alla gioia dei nostri bambini al momento dell’uscita si è vista una processione continua di mamme e famigliari condotti dai bambini a vedere in palestra l’aereo tutt’ora esposto. Sono poi iniziate tutte le attività di sezione e i laboratori , le uscite riguardanti la terra e i suoi prodotti al Caseificio Valsabbino; e al Museo Archeologico di Gavardo, per la lavorazione della ceramica. Invece per il tema dell’aria sono state programmate: l’uscita all’aeroporto di Ghedi, e all’Osservatorio di Lumezzane. Il tema dell’educazione religiosa seguirà di pari passo la programmazione sviluppando il Salmo 104, Il creato dono per l’uomo.

L’obiettivo della nostra programmazione è di aiutare i nostri bambini ad avere rispetto verso la natura e a coglierne tutta la sua bellezza. Ci saranno poi gli appuntamenti tanto attesi dai bambini; come la festa di S Lucia, la Fiaccolata, la festa di Natale, Carnevale ecc. Inoltre i genitori si sono attivati per la pesca di beneficenza e altre iniziative. Un grazie di cuore a tutto il nostro personale , a tutti i genitori e a coloro che vogliono bene alla nostra scuola dell’Infanzia . Si avvicina il periodo natalizio; giungano ad ogni famiglia auguri vivissimi di Pace e Serenità da parte delle insegnanti, dal Consiglio di Amministrazione e di tutto il personale della scuola dell’Infanzia. Buon Natale e Buon Anno Nuovo! ■ Sr. Rosangela, coordinatrice

Avviso Importante Si comunica che le iscrizioni per l’anno scolastico 2011-2012 si apriranno dal 20 Gennaio 2011 fino al 28 Febbraio 2011, per i bambini nati dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2008.


■ DALLE FRAZIONI

La comunità di Clibbio fa progetti per il nuovo anno Una serie di considerazioni propositive sulla vita della frazione, che vuole essere ancor più parte attiva della vita Comunale. iascuno di noi quando pensa ad un nuovo anno che sta per cominciare fa sempre dei buoni propositi per realizzare nuovi progetti o portare a termine quelli ancora incompiuti. Soprattutto, pensando al futuro, ci si augurano eventi positivi: la salute, l’amore, le finanze. Raramente ci si preoccupa di esprimere questi concetti anche a livello di comunità. Ma questo non significa che non ci siano “cantieri” di lavoro aperti che la nostra frazione si augura di portare a compimento, ed altri che spera di poter mettere in atto. Pensando infatti alla nostra piccola comunità, credo di esprimere il pensiero di tutti dicendo che il cantiere che noi ci auguriamo di vedere concluso al più presto è proprio quello materiale che vede coinvolta quella che una volta era la nostra bella chiesa. La parrocchia di San Lorenzo è rimasta infatti l’ultimo edificio religioso all’interno del comune di Sabbio Chiese ancora in fase di ristrutturazione dopo il terremoto del 2004. Vedere questo fabbricato, simbolo della nostra fede cristiana, sovrastato da quella terribile gru, che ci fa ormai compagnia da 6 anni, ci costringe a ritornare sempre con la memoria a quella brutta notte del 24 novembre 2004. Abbiamo bisogno di risentire il suono delle nostre campane e vedere liberato finalmente il nostro campanile da quelle briglie di ferro che lo sorreggono. Ecco, penso che per lasciarci or-

C

mai alle spalle l’esperienza del terremoto abbiamo bisogno di vedere finito anche questo ultimo lavoro edile. Ma ci sono anche altri “cantieri” che la nostra comunità cristiana intende portare avanti, soprattutto con l’aiuto del nuovo sacerdote che ci guiderà nei prossimi anni. Penso a momenti di incontro in grado di far aggregare le persone e renderle più consapevoli di appartenere ad un gruppo. Anche come comunità civile abbiamo dei progetti da portare avanti: alcuni più seri ed impegnativi e altri di svago e divertimento. Tra gli impegni più seri mi riferisco ad un maggior coinvolgimento della nostra comunità alla vita “politica ed amministrativa” del nostro comune. Per facilitare questo incontro rivolgo l’invito al sindaco e gli amministratori a prevedere qualche seduta del consiglio comunale anche nella nostra frazione.

Per rinnovare le esperienze di svago e divertimento riproporremo anche questa estate i nostri tornei estivi e ci prepareremo ad affrontare con maggior grinta il prossimo palio delle contrade, data l’esperienza positiva della manifestazione di questo anno, che ci ha visto tra i più rumorosi sostenitori. Rinnoviamo inoltre l’invito alla commissione sportiva ad organizzare qualche altra gara ciclistica o podistica che si snodi per le nostre strade. L’importante è individuare dei momenti di aggregazione che ci aiutino a ritrovare il gusto dello stare insieme, per uscire dalla dimensione individuale e farci crescere come collettività. Ci auguriamo quindi che il prossimo anno ci porti buone occasioni di crescita, di impegno sociale ma anche sani momenti di divertimento ed allegria. Da Clibbio a tutti i sabbiensi sinceri auguri per un meraviglioso 2011. ■ Daniela Pelizzari sabbio chiese inverno 2010 ■ 9


■ COMMISSIONE ECOLOGIA

Variante al piano di governo del territorio Introduzione di una nuova norma finalizzata all’incentivazione del risparmio energetico. on la delibera di consiglio n°26 del 27 Luglio 2010 sono state approvate una serie di modifiche al Piano di Governo del Territorio; una di queste si propone di incentivare l’utilizzo di tecnologie costruttive ed impiantistiche che abbiano come obbiettivo il risparmio energetico nei nuovi edifici ed in quelli soggetti ad interventi di ristrutturazione. Prima di entrare nel dettaglio di suddette modifiche è necessario premettere che esistono già a livello nazionale sistemi di incentivazione che vanno da contributi per l’acquisto di nuove abitazioni aventi una ben definita classe energetica fino alle detrazioni fiscali del 55% (peraltro in scadenza a fine anno) per la riqualificazione energetica di edifici esistenti, per l’installazione del solare termico (produzione acqua calda), e per la sostituzione di generatori di calore per la climatizzazione invernale con sistemi più evoluti. L’amministrazione ha dunque voluto introdurre un ulteriore provvedimento d’incentivazione che consiste nella riduzione degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria vigenti alla data della domanda di concessione. Nella tabella riportiamo un prospetto che mette in correlazione la percentuale di riduzione degli oneri con le caratteristiche energetiche dell’edificio. In aggiunta a quanto appena esposto sono state introdotte alcune norme che raccomandano l’installazione

C

10 ■ sabbio chiese inverno 2010

Riduzione degli oneri in rapporto alle caratteristiche energetiche a)

in misura del 20% per gli edifici con fabbisogno energetico per il solo riscaldamento

< 40 kWh/mq anno

b)

in misura del 30% per gli edifici con fabbisogno energetico per il solo riscaldamento

< 30 kWh/mq anno

c)

in misura del 20% per gli edifici con fabbisogno energetico per il solo riscaldamento

d)

in misura del 30% per gli edifici con fabbisogno energetico per il solo riscaldamento

e)

in misura del 40% per gli edifici con fabbisogno energetico per il solo riscaldamento

< 50 kWh/mq anno, ma dotati di impianto fotovoltaico dimensionato per coprire almeno il 50% del fabbisogno energetico annuo

< 40 kWh/mq anno, ma dotati di impianto fotovoltaico dimensionato per coprire almeno il 50% del fabbisogno energetico annuo

< 30 kWh/mq anno, ma dotati di impianto fotovoltaico dimensionato per coprire almeno il 50% del fabbisogno energetico annuo

di pannelli solari termici e fotovoltaici, sistemi di riutilizzo delle acque grigie (scarichi di lavatrici, vasche da bagno e docce) e delle acque meteoriche finalizzati al contenimento dei consumi di acqua potabile. In conclusione ci preme sottolineare che era quasi un obbligo da parte nostra venire incontro alle crescente sensibilità dei privati cittadini in me-

rito all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e alla riduzione dei consumi energetici; crediamo infatti che nei prossimi anni si possa concretizzare una vera e propria “Rivoluzione Verde” che porterà molti benefici, sia dal punto di vista economico, ma soprattutto dal punto di vista della tutela ambientale e di tutto l’ecosistema. ■ maurizio.vecchia@comune.sabbio.bs.it


Nuova sezione dell’Associazione Diabetici a Sabbio Chiese opo un colloquio in data 22 settembre tra il Sindaco di D Sabbio Chiese e Edelweiss Cec-

Visita al Termoutilizzatore Il gruppo di lavoro Ecologia e Ambiente ha fatto un’istruttiva visita al Termoutilizzatore a2a di Brescia. abato 6 Novembre il gruppo di lavoro Ecologia e Ambiente ha avuto la possibilità di visitare uno tra i più importanti impianti di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani presenti sul territorio nazionale. L’interesse crescente della società civile attorno al tema dei rifiuti, ha determinato anche da parte del nostro gruppo la volontà di conoscere meglio il ciclo dei rifiuti che viene adottato nella nostra provincia; infatti nel Termoutilizzatore di Brescia vengono “recuperati” e non “smaltiti” (perché tale è la definizione imposta dalla normativa vigente che è il Decreto Legislativo n°22 del 1997 detto anche”Ronchi” prendendo il nome dal ministro dell’ambiente dell’epoca), circa il 60 % dei rifiuti prodotti sul suolo della nostra provincia che in termini quantitativi corrispondono a circa 800.000 tonnellate. La definizione di termovalorizzatore o termoutilizzatore deriva dal fatto che il rifiuto costituisce il combustibile primario di questa vera e propria centrale termoelettrica che oltre alla produzione di energia elettrica appunto, abbina il recupero di energia termica, convogliata nella rete di teleriscaldamento, fino alle abitazioni dei singoli utenti. In un anno di esercizio, l’impianto è in grado di

S

produrre circa 530 milioni di kWh elettrici e 505 milioni di kWh termici, con un risparmio di 150 mila tonnellate equivalenti di petrolio ed evitando l’emissione in atmosfera di 400 mila tonnellate di anidride carbonica (CO2). Uno degli aspetti più importanti ed indice di corretto funzionamento dell’impianto, è quello relativo alle emissioni in atmosfera; come dichiarato dal sig. Vincenzi (vice responsabile impianto A2a), il rispetto dei limiti tabellari definiti dalle normative vigenti è ampiamente garantito da un complesso sistema di gestione della combustione prima e di depurazione dell’aria poi. Dal nostro punto di vista è comunque importante evidenziare che impianti di questo tipo non devono essere la soluzione finale o l’unico modo efficiente di gestione del ciclo dei rifiuti. È importantissimo se non fondamentale che tutte le amministrazioni comunali trovino il metodo più adatto per aumentare la percentuale di raccolta differenziata e la riduzione della quantità di rifiuti prodotta coniugando rispetto per l’ambiente ed economicità del servizio. Ribadiamo quindi il concetto che più si ricicla e meno si spreca, più si ridurrà il consumo di materie prime per la produzione di beni di consumo. Per concludere, ci preme sottolineare che l’impressione da parte dei partecipanti è stata generalmente positiva e sarà quindi nostro obbiettivo proporre nuove visite ad altri impianti di grande interesse. ■ maurizio.vecchia@comune.sabbio.bs.it Gruppo di Lavoro Ecologia e Ambiente

cardi, presidente dell’Associazione Diabetici della provincia di Brescia (organizzata a livello di volontariato), è stata istituita in Sabbio Chiese una nuova sezione della citata Associazione (per informazioni tel 0365 895694). Precedentemente era stata fatta un’altra riunione, a Gavardo, presenti il presidente dell’Associazione ed il dott. Felice Mangeri, diabetologo all’Ospedale di Gavardo, ove si era evidenziata la mancata presenza di tale Associazione nelle zone a partire da Salò, nell’alto Garda ed in tutta la Valle Sabbia. L’Associazione conta nel 2009 oltre 6.000 iscritti; la ASL di Brescia conta 52.000 diabetici diagnosticati ed almeno altri 20.000 non diagnosticati. La presenza dell’Associazione è giustificata da attività volte alla diagnostica preventiva: 1. studi sulla genetica 2. contrastare l’insorgenza con l’adozione di un corretto stile di vita 3. educare la gestione della malattia, ecc. ecc. L’Associazione è composta da persone di ogni età e di ogni estrazione sociale. Nel passato si moriva di diabete perché molti non sapevano di aver la malattia, oggi viene curata (legge firmata a suo tempo da Cossiga, Presidente della Repubblica Italiana) con ausili medici delle ASL che concedono, sperando che non ci siano altri ‘tagli”, visite specialistiche con frequenza annuale prima era semestrale, insulina e pastiglie, apparecchi riflessometri, sensori ed aghi. L’associazione esegue, una o due volte all’anno in “loco”, prove diabetologiche per chiunque (con medici ed infermieri idonei). ■ Vittorio Guidi

sabbio chiese inverno 2010 ■ 11


■ LA NOSTRA STORIA

d’istinto o d’indole è formata l’etica comportamentale non da meno si può trarre giudizio dal brulicar di voci, d’uno o d’altro sesso appartenenti, cogliendo l’apparente difformità fra stati d’animo, sequenze giornaliere, alternanti bonaccia od impepata traversia. Son voci che intrecciano soavi melodie ad aspre rampogne che, nell’immaginario fonico discernano, discriminano identità, scia inconsapevole di millenaria tradizione caratterizzando personalità e comportamento. Voci, che in emblematiche perifrasi d’antico stampo, contundono logiche, coordinate espressioni all’attuale sentire, stravaganti apoftegmi corretti dal suono in amorevole o satirica condivisione a testimonianza di matura, originale ortodossia non

Se

momentaneo timbro che l’evento preconia. Parole, acquisizioni in rapporto all’ambiente che la fantasia ha stimato accondiscendenti, concrete per la valorizzazione di un uso, un essere, un litico o florale incontro, iterate fra insopprimibili generazioni, rinverdiscono le radici pur nella spietata corsa per la vita. Voci che, nel deserto informale od aerobica voluttà esistenzialista tesa all’edonismo, declinano in accomodanti, superficiali allocuzioni passate vicende che per secoli hanno costruito basi irrinunciabili al dominio della conoscenza. Parole, rimpianti, ricordi, nostalgie durante l’arco della vita, vacuità nella nebbia che circuisce un passato di lotte, d’ideali svaniti, magari una voglia d’un ritorno per ricominacia-

tralignata da esterna influenza. Voci che racchiudono il seme di una inviolata, ancestrale assonanza tonale e semantica, segno incomparabile di fonte culturale, a livello lessicale e storico, leggibile, oltre al linguaggio, nei relitti che evidenzia il territorio e definisce l’habitat nel suo complesso terreno o legato al soprannaturale. Voci, dalla umana, ingenua sensibilità rimbalzate ai posteri con effluvio costante dall’uno all’altro tempo, cascata colorita di immagine dal sonoro or grave e stanco, or imponenete nell’esposizione, or gaio e lascivo che imprime al diapason il corretto,

re: sentire il mondo fra le mani e, come nelle giovanili illusioni, riprovare l’esultanza dei momenti più cari, preziosi per un sereno confronto che addolcisca l’animo in un riposante colloquio; cuore e mente rivolti alla imponderabile eternità. Voci e parole che calibrano sostanziale indulgenza nella valutazione d’ un millenario lessico accorpante tematiche rigeneranti diversi, misteriosi indotti spirituali e fisici fecondatori di realtà omnicomprensive; estro e pensiero motivi illuminanti di un tragitto senza fine. Parole, linguaggio che vivifica alla mente ed al cuore ideale, spirituale

Gente sabbina Pubblichiamo uno scritto di Enrico Morelli, un racconto vibrante di sensazioni intrise di ricordi, narrati con rara e toccante sensibilità

12 ■ sabbio chiese inverno 2010


■ CASA DI RIPOSO

suggestione ed evoca una identità intrisa dalla consapevolezza di sentirsi diversi ed altempo stesso compartecipi di una più vasta comunità. Parole che al tradizionale residente sanno di affetti famigliari, di tribolate vicissitudini avvinghiate al mondo del lavoro, alla quotidianità dissimulate nella espressione verso un ascoso trascendente che dall’alto guida e soprattutto nei confronti d’una vigilante Consigliera, qui a Sabbio, fiamma perpetua di mistico fervore e devoto istinto di riconoscenza. Frasi, nella vernacolare dizione, sterotipate, involute, plonastiche, nel pur breve concetto, definiscono la persona; gente sabbina all’apparenza rude per contro bonacciona, amante della compagnia testimoniato in passato dalle lunghe serate al “dolce” tepore d’armenti rimembrando aspetti del vissuto ritmati con espressini corali d’inni e litanie. Voci, parole note da chi esterno insorge, giudica, discrimina, dissolve, analizza l’etereo suono grondante nel significato seppur vacuo d’originaria interpretazione alle menti di una sempiterna interiorità. Al dogma incompreso, seppur dono di superna devoluzione, con Cicerone si commenta: “Multa saepe prodigia vim Dei numenque declarant”. (I molti miracoli che spesso avvengono dimostrano la potenza e la volontà di Dio). All’induzione interloquisce l’oriundo di nome Enrico Morelli, 1987 Ebbi occasione di conoscere il Sig. Enrico Morelli in Agosto per questioni museali. Successivamente, da comuni amici, venni a conoscere del suo interessamento su passate vicende locali. Chiesi di poter pubblicare qualcosa sul notiziario Comunale. Dopo mia insistenza da una cartella testata “Allusive intemperanze” estrasse cinque scritti chidendo di operare una scelta oltre a un breve commento da parte mia. Non ho avuto dubbi trovando in una anaforica composizione evidenziate descrizioni comportamentali delle “ genti sabbine” dal suo arrivo in queste terre negli anni Cinquanta. Da ultimo mi ha chiesto se potrà offrire alla Biblioteca Comunale un primo lotto composto da qualche centinaio di libri editi arretrando dal XIX secolo. ■ daniela.marchi@comune.sabbio.bs.it

I conti della casa di riposo e il secondo lotto A lavori del primo lotto ultimati, tiriamo le somme e proponiamo un consuntivo dettagliato di tutte le spese di ristrutturazione. el Notiziario dell’estate avevamo riportato la conclusione dei lavori del primo Lotto della Casa di Riposo. La ristrutturazione ha riguardato l’edificio storico che ospita la nostra RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) con un rifacimento quasi totale dei servizi (impianti elettrico e idraulico, riscaldamento, distribuzione ossigeno, ecc.) e delle stanze per gli ospiti. I lavori erano stati appaltati nel mese di ottobre del 2009 con una base d’asta di circa 670.000 €. Il bando era stato suddiviso in opere edili, impianto elettrico e impianto idraulico. I lavori erano stati assegnati con un ribasso d’asta di circa il 30% per l’impianto elettrico, di circa il 12 % per l’impianto idraulico e di circa il 25 % per le opere edili. A fronte quindi di un ribasso sostanzioso la spesa complessiva per i lavori di ristrutturazione, a consuntivo, è stata di 611.509,82 €. In aggiunta sono state sostenute altre spese accessorie per 57.091,67 €. Tra queste la più importante è risultata essere quella per l’affitto ed il riscaldamento, a gasolio, della tensostruttura che nella fase dei lavori ha funto da zona giorno, per un totale di circa 24.000 €. L’utilizzo di tale struttura si è resa necessaria in corso d’opera a causa dello spostamento di un muro portante all’interno della RSA che ha reso non agibile parte dell’edificio. Altre voci di spesa accessorie hanno riguardato l’acquisto di corrimano, segnaletica orientativa e nuovi armadi, la realizzazione della struttura metallica per la centrale ossigeno e altre voci minori. Il totale della spesa è quindi ammontato a 668.601,49 €, in linea con previsione della base d’asta di 670.000

N

€. Il costo è stato sostenuto da un mutuo a 15 anni a tasso variabile per 600.000 € e per il resto è stato coperto dal bilancio 2009 del Comune. È importante anche ricordare che è stato possibile contenere le spese di progettazione e di direzione lavori poiché l’Amministrazione si è avvalsa del proprio ufficio tecnico nella persona del geom. Andrea Cadenelli che ha seguito da vicino, con cura e attenzione, ogni dettaglio della ristrutturazione. In queste settimane l’Amministrazione, con l’ausilio dell’ufficio tecnico e della dirigenza della Casa di Riposo sta mettendo a punto il progetto del secondo Lotto, ovvero quello che riguarderà la palazzina dei servizi, i mini-alloggi e il Centro Diurno Integrato (CDI). In un primo momento le indicazione della ASL erano state quelle di realizzare un collegamento coperto tra la Casa di Riposo vera e propria e il CDI. Tale proposta, che aveva sempre suscitato parecchie perplessità nell’Amministrazione sia per l’impatto su tutta la struttura che per le elevate spese di realizzazione e manutenzione, ha trovato anche il parere contrario della Soprintendenza dei Beni Architettonici. Dopo alcuni incontri presso la ASL di Brescia si è riusciti a giungere ad una soluzione alternativa che prevede la localizzazione di una zona palestra anche presso il CDI (la palestra della Casa di Riposo verrà infatti realizzata accanto all’edificio storico nelle adiacenze di dove ora si trova la cucina). Sono in corso di definizione gli ultimi dettagli del progetto che passerà alla fase di esecutività nei primi mesi dell’anno prossimo. L’obiettivo è quello di fare il bando per l’appalto per i lavori in modo tale che possano iniziare nella primavera del 2011 e quindi terminare entro la fine dell’anno, come previsto nel piano programma concordato con la ASL e la Regione Lombardia. Vi aggiorneremo sull’evoluzione delle procedure e dei lavori nei prossimi notiziari. ■ germano.bonomi@comune.sabbio.bs.it sabbio chiese inverno 2010 ■ 13


■ ASSOCIAZIONI

Inaugurato il monumento all’Arma dei Carabinieri La scultura, posta sulla grande rotonda all’incrocio con via Lumezzane, riassume, con linee pulite e minimali, la storia e lo spirito dell’Arma. scorso 3 ottobre alla presenza di numerose autorità politiche e militari e con la partecipazione di un nutrito numero di cittadini, si è svolta a Sabbio la cerimonia d’inaugurazione del primo monumento valsabbino all’Arma dei Carabinieri. Da tempo, la Sez. Valsabbina dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che conta oltre 300 soci effettivi e simpatizzanti da Sabbio a Bagolino, impegnati in vari servizi di supporto e volontariato, stava pensando ad un evento importante, per celebrare degnamente il 60 anniversario di fondazione della sezione. L’idea del monumento è stata accolta da subito con grande entusiasmo da tutti i carabinieri in congedo ed in servizio, e soprattutto da tutti i sindaci e dalle autorità della valle, che si sono detti favorevoli e disponibili a dare il loro supporto. Con queste premesse la ANC Valsabbina si è messa al lavoro. Dopo alcune riunioni preliminari che sono servite principalmente ad individuare l’area (alla fine è stata scelta l’ampia rotonda che fa proprio da ingresso all’alta Valle Sabbia) si è deciso di affidare il progetto all’arch. Daniela Seminara docente alla facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Grazie alla sua capacità di interpretare le nostre idee e tradurre in un progetto una serie di valori che da sempre appartengono ai Carabinieri, è riuscita a creare non solo un bel monumento, ma anche a dargli un’“ani-

Lo

14 ■ sabbio chiese inverno 2010

ma”, a renderlo “caldo” e “vivo” grazie al preciso messaggio che riesce a dare. Due elementi principali formano il monumento: il primo, un obelisco massiccio in marmo bianco, rappresenta la Patria, il concreto e costante legame che i Carabinieri hanno con il territorio, ed il radicamento nelle comunità locali. Il secondo, uno scudo in marmo rosso a sua difesa, rappresenta i Carabinieri, da sempre intenti a compiere il proprio dovere di protezione dei cittadini e fedeltà alla Patria, in quasi

200 anni di storia italiana. Lo scudo presenta anche dei tagli che vogliono rappresentare delle ferite, cioè le esperienze dolorose che l’Arma ha subito in quasi due secoli di storia, ferite che hanno contribuito a rendere ancora più elevato l’impegno profuso da tutti i Carabinieri. Questo monumento, vuole essere anche un omaggio ed un segno tangibile di ringraziamento da parte dei valsabbini al costante lavoro di prevenzione, protezione e controllo del terri-


■ DAL COMUNE

torio, dei NOSTRI Carabinieri, che da sempre, con grande impegno e con silenziosa presenza a fianco dei cittadini, sopperiscono alla scarsità di uomini e mezzi, per cercare di mantenere nella nostra comunità la massima sicurezza. ANC Valsabbina ringrazia tutti per il successo dell’opera, ma un particolare grazie va al contributo determinante del comune di Sabbio

Apre il servizio notarile a Sabbio Chiese All’interno del Palazzo Comunale è stato aperto uno studio notarile. Un segno della sempre maggior centralità del nostro paese.

I

locali soprastanti la Sala Consigliare, al primo piano del nostro Palazzo Comunale, sono ora occupati. A settembre vi si vedeva gente a lavorare per pulire, pitturare, attrezzare ed arredare. Ed, infatti, dal mese di ottobre è divenuto pienamente operativo lo studio notarile del dr. Mario Mistretta, già presente a Brescia, che ha scelto come seconda area operativa proprio il nostro comune e la nostra valle. Segno questo che Sabbio Chiese, per quanto piccolo rispetto alla realtà cittadina, sta diventando sempre più un polo di attenzione. La localizzazione baricentrica in valle, un’espansione delle attività artigianali, industriali e terziarie, una popolazione crescente per numero ed esigenze, sono tra i fattori che hanno aumentato, nel tempo, la domanda di servizi notarili. E l’Amministrazione ha potuto cogliere immediatamente l’esigenza

Chiese, che ha messo a disposizione tecnici e mezzi, al supporto di tutti i sindaci, capitanati dalla Comunità Montana da sempre sensibile ai nostri temi, ai soci effettivi e simpatizzanti, che hanno contribuito a rendere l’opera completamente autofinanziata ed alla straordinaria partecipazione della popolazione il giorno dell’inaugurazione, che è andata al di là delle più rosee aspettative. ■ Icaro Pasini per la ANC Sez. Valsabbina

del dr. Mistretta di voler cercare sul nostro territorio spazi per avviare la sua attività, mettendo a disposizione proprio i locali nel Palazzo Comunale. Un edificio, questo, che sembra sempre più rappresentare un centro multifunzionale: servizio postale, medico di base e pediatra, assistente sociale, ritrovo di associazioni varie, cuore politico ed amministrativo ed ora anche un notaio. Ricordiamo che il dr. Mistretta è presidente del Consiglio Notarile di Brescia nonché docente dell’Università di Brescia, Dipartimento di Scienze Giuridiche. Un onore quindi per Sabbio Chiese accogliere e usufruire di una così alta professionalità. Lo ringraziamo sinceramente, certi che il suo servizio costituirà un indubbio valore aggiunto per tutta popolazione e l’utenza locale. Studio Notarile Dr. Mario Mistretta Sabbio Chiese, Via Caduti 1 Palazzo Comunale, 1° Piano Telefono: 0365.895887 Orari: dal Lunedi al Venerdi escluso Sabato Mattino: ore 09.00-13.00 Pomeriggio: ore 14.00-18.00 ■ luca.galvani@comune.sabbio.bs.it

Tesi di laurea alla Biblioteca In una delle ultime riunioni della commissione biblioteca è stata approvata l’idea di creare una sorta di archivio delle produzioni scolastiche dei nostri compaesani, che serva a testimoniare ed a rappresentare il livello di sapere del nostro Comune. Rivolgiamo, quindi, a tutti i laureati del territorio comunale l’invito a consegnare una copia della propria tesi di laurea presso la biblioteca comunale. Verrà conservata negli archivi e sarà disponibile per la consultazione. Gli orari di apertura e le informazioni per i contatti sono indicati nell’ultima pagina di questo periodico. ■ sabbio chiese inverno 2010 ■ 15


■ EVENTI

Saluto a Don Giovanni, Parroco uscente di Sabbio Lo scorso Settembre tutta la nostra comunità si è riunita per ringraziare Don Giovanni Lamberti, che ha lasciato la nostra parrocchia.

S

abato 18 Settembre 2010 presso il Cinema Parrocchiale, la nostra comunità, nella persona dell’assessore Luscia Onorio, ha dato il suo saluto a don Giovanni con queste parole:

“A nome dell’Amministrazione Comunale rivolgo un cordiale saluto al Reverendo Parroco don Giovanni, al Vicario, ai Sacerdoti e alle Rev. Suore, alla Schola Cantorum, al Coro La Rocca, ai giovani che stanno allietando questa serata, a tutti i presenti. Questa è una serata per tanti versi inattesa, che mi ha indotto alcune riflessioni. Ci aspettavamo che Don Giovanni sarebbe rimasto a lungo tra noi. Oggi siamo qui a dargli il nostro saluto, avendo appreso da pochi mesi che sarebbe stato destinato alla Parrocchia di Santo Spirito a Brescia. Quindi, mentre siamo lieti di questo nuovo incarico, che auguriamo sia per lui un ulteriore passaggio di crescita e di realizzazione dei suoi desideri, ci rammarichiamo, tuttavia, per noi, perché questi cinque anni sono stati un tempo troppo breve per portare a termine progetti comunitari. Cinque anni fa abbiamo accolto Don Giovanni come Parroco delle Parrocchie di Sabbio e di Clibbio, Egli ha trovato una comunità ferita dal recente terremoto, un paese disastrato che aveva bisogno di essere ricostruito, ma anche rassicurato. Si è trovato a dover affrontare una situazione difficile: il recupero delle chiese lesionate, l’impegno ha richie16 ■ sabbio chiese inverno 2010

sto dedizione e fatica oltre alla disponibilità di risorse economiche non indifferenti, che grazie ad una partecipe collaborazione è riuscito a portare a termine: una dopo l’altra sono state riaperte le chiese che fanno capo alla parrocchia di Sabbio: San Giovanni a Pavone, San Martino a Sabbio Sopra, la parrocchiale dedicata a San Michele. All’appello manca ancora la chiesa di San Lorenzo a Clibbio, dove il recupero richiede tempi più lunghi, ma tutti ci auguriamo che presto anche la comunità di Clibbio possa ritrovare il

suo tradizionale luogo di culto. Ricordo la sua collaborazione nel lungo cammino intrapreso per il recupero della Rocca: la storica firma della Convenzione sottoscritta fra Comune e Parrocchia sottolinea la volontà comune di salvare e recuperare al meglio questo importante edificio, luogo di rilevanza artistica e culturale, con la tradizione delle Feste Decennali, che appartiene al patrimonio storico e architettonico della nostra comunità e della valle intera, che è comunque chiesa e mantiene la sua preminenza


religiosa, ufficialmente riconosciuta. Ricorderemo questo tempo di Don Giovanni tra noi come il tempo di un uomo di operosità costante e silenziosa; Egli ci ha sempre offerto la sua piena collaborazione in ogni necessità. Ma soprattutto si è impegnato nella missione che rende prezioso e unico ogni sacerdote, nel farsi interprete della fede e dei testi sacri

per tradurli all’uomo di oggi. Credo infatti, che oggi più che mai ci sia bisogno di guide, efficaci e credibili, e Don Giovanni ha guidato la nostra comunità spirituale con molta dedizione. Il suo ruolo di sacerdote è stato improntato ad annunciare il Vangelo per guidarci verso una fede più matura, più responsabile. Sotto questo aspetto il suo impegno in Parrocchia è stato costante, improntato al rinnovamento nella fedeltà alla Chiesa, ci ha aiutato ad

uscire dagli schemi del sacerdote tradizionale, per approdare invece a una visione più moderna dell’uomo di Dio. Ha coinvolto i fedeli in diverse attività pastorali e missionarie, per creare una comunità viva e partecipe della vita della Chiesa. La sua azione pastorale si è rivolta maggiormente verso i giovani, verso l’oratorio, luogo privilegiato per la formazione, l’aggregazione dei ragazzi e dei giovani, riuscendo a coinvolgerli anche in attività di volontariato. A sottolineare questa sua predilezione verso i giovani cito una sua affermazione: “Credo molto nel protagonismo dei giovani. Il mio sogno è di vedere i giovani di Sabbio costruttori attivi, presenti, intrepidi della comunità, giovani che hanno il coraggio di sognare alla grande. Giovani che aiutino noi adulti a ritornare a sognare alla grande.” Un sogno che facciamo nostro e che tutti siamo chiamati a realizzare, nessuno escluso. Grazie al suo impegno Don Giovanni ci lascia una Parrocchia che nel tempo è divenuta più vivace e attiva, ci auguriamo che il suo successore possa raccogliere a pieno i frutti del suo lavoro e la migliori sempre di più. Con viva riconoscenza ringraziamo Don Giovanni che non ha mai dimenticato di ricordare il Comune e gli Amministratori, nelle feste civili e religiose solennizzate in Chiesa, creando quel senso di unione che fa la vera comunità. A nome dell’ Amministrazione Comunale, mentre gli rivolgiamo il nostro sentito ringraziamento per la preziosa opera prestata a Sabbio, porgo un piccolo omaggio a ricordo del nostro paese. È un opera del pittore Achille Lazzari nostro illustre concittadino. Il quadro rappresenta Sabbio Chiese in primavera: sullo sfondo si vede la Rocca e il paese sottostante, in primo piano c’è una strada percorsa da un pastore carico del suo fardello, seguito dal suo gregge. Sembra che la strada del pastore vada oltre il quadro, ma Sabbio per un po’ di tempo almeno, ha avuto il Pastore con sé. Grazie di cuore Don Giovanni”.

In distribuzione il calendario 2011 realizzato dalla Biblioteca Civica nche quest’anno rinnoviamo la consuetudine, che ormai A si avvia ad essere una tradizione, della pubblicazione di un calendario comunale. Come sempre il tema che ci accompagnerà per il prossimi dodici mesi è strettamente legato al nostro paese. Si è scelto di rappresentare alcuni antichi mestieri (la fienagione, la tessitura, il bucato al fiume, la vendemmia, lo “spannocchiamento” meglio noto come lo scarfoià, la pastorizia, l’impagliatura, l’aratura, e poi il maniscalco, il casaro, il falegname, il boscaiolo) che venivano praticati in passato e che oggi sono scomparsi o sono profondamente mutati in forza dell’evoluzione tecnologica. Ma ad una semplice riproposizione di suggestive immagini d’epoca si è preferito adottare una chiave meno... formale, realizzando gli scatti fotografici con attori molto particolari: dei bambini. Il lavoro non è stato semplice: i primi abbozzi si sono fatti nel giugno scorso, iniziando dalla scelta dei mestieri da riprodurre, per poi individuare e contattare “modelli”che fossero di immediata reperibilità. Il passaggio successivo è stato quello di individuare le “location” per gli scatti, anche in considerazione del fatto che molti mestieri potevano essere immortalati sono in determinati e precisi periodi dell’anno. Il passaggio successivo – il più difficile e doloroso – è stato quello della scelta delle immagini: un numero impressionante di files digitali, dato che sono stati coinvolti ben quattro fotografi dilettanti (anche se il termine è decisamente riduttivo) che hanno scattato a profusione. Il risultato di questa attività corale della commissione Biblioteca è già o sarà presto tra le vostre mani. Speriamo che possa regalarvi le emozioni che ha donato a noi nel realizzarlo. ■

■ onorio.luscia@comune.sabbio.bs.it sabbio chiese inverno 2010 ■ 17


■ CINEMA-TEATRO “LA ROCCA”

Non soltanto cinema, ma una sala per la comunità Rinnovata la Commissione, la Sala della Comunità riafferma anche il proprio ruolo di “contenitore attivo e dinamico” di cultura.

Il

concetto di “sala della comunità” non è un modo diverso per indicare la tradizionale sala cinematografica parrocchiale, esso racchiude la riscoperta di una vocazione propria della comunità ecclesiale, chiamata ad un dialogo franco e aperto nei confronti del mondo e della cultura di oggi. La sala della comunità deve diventare luogo di confronto, di partecipazione e di testimonianza, espressione di una comunità viva e dinamica, come struttura complementare alla Chiesa.   In considerazione dell’utilità che questa struttura ricreativa può avere per la missione della Parrocchia, è necessario invertire la tendenza che ha portato in questi ultimi anni molte comunità a privarsi di spazi così importanti, alienando le sale o cambiandone la destinazione d’uso. Trascurare questo spazio di azione Parrocchiale sarebbe segno di scarsa attenzione ai nuovi contesti sociali e culturali, una posizione rinunciataria è non soltanto autolesionista ma è anche gravemente lesiva a tutta la comunità pastorale; ciò considerato si necessita investire su punti cardine, come quelli della cultura, dello spettacolo e dell’innovazione, aventi una forte potenzialità di aggregazione e di spinta. Non bisogna sottovalutare assolutamente le potenzialità delle nostre “microsale” come si definiscono in “gergo tecnico”: in questi ultimi periodi di crisi molte case distributrici di film, hanno perfettamente notato che le sale come la nostra di Sabbio Chiese si stanno prepo18 ■ sabbio chiese inverno 2010

tentemente facendo largo avanzando in modo preoccupante nei confronti delle grandi multisale presenti sul territorio. Questo è un bene per le nostre sale, vista anche la nascita dell’era del digitale e del 3D che hanno costi esorbitanti e rendite tutto sommato contenute. Anche quest’anno, come da tradizione, ha preso il via la stagione cinematografica che è iniziata con una ottima presenza di spettatori; ci auguriamo che continui così e che la nostra sala non venga minimizzata nei confronti delle grandi sale cinematografiche. Inoltre da quest’anno, come saprete in parecchi, molti organi della parrocchia di Sabbio Chiese si sono rinnovati e tra questi è presente anche la nuova Commissione Sala Comunità che è composta dai seguenti membri: Michele Tonni Responsabile della Struttura e Membro del C.P.P. Flavio Pialorsi, Collaboratore e Consigliere C.P.P. Mirco Baruzzi, Collaboratore e Consigliere C.P.P. Valter Bordiga Collaboratore

Leandro Bortolotti Collaboratore Laura Cerqui Organizzazione e Gestione Eventi Giada Bianchi Organizzazione e Gestione Eventi (affiancata a Laura Cerqui) Nicholas Lusetti Collaboratore tecnico (affiancato a Michele Tonni) Alessio Alberti Collaboratore tecnico (affiancato a Michele Tonni) Alessandro Rizzardini Responsabile Contabilità - S.I.A.E. (prossimo sostituto di Bruno Buffalora) Bruno Buffalora Responsabile Contabilità - S.I.A.E. (in procinto di lasciare il mandato). Si va inoltre a ricordare che la nostra sala si è ben diffusa anche via internet, essendo presente su svariati siti, tra cui citiamo il sito del Comune di Sabbio Chiese e Facebook, dove sono presenti le pagine ufficiali del Cinema-Teatro “La Rocca”, nelle quali vengono riportate date ed eventi costantemente aggiornati. ■ Michele Tonni


■ ASSOCIAZIONI E GRUPPI

Il tredici porta fortuna a “Chèi del Pascal” Debutto, il 29 gennaio, del nuovo spettacolo del gruppo di teatro amatoriale. Tenendo le dita debitamente incrociate... el mondo dello spettacolo esiste tutto un campionario di superstizioni specifiche: dal colore viola che non deve mai entrare in scena, al fischio con o senza dita che non può risuonare su un palco, e così via. E, come è ovvio, non potevano mancare gli scongiuri legati alla numerologia. Ma “Cheì del Pascal”, il gruppo di teatro amatoriale di Sabbio Chiese, sembra essere immune a quest’ultimo genere di credenza. Anzi. Un esempio? Nella scorsa stagione il copione richiedeva l’apporto di due nuovi personaggi e – detto fatto – la compagnia si è allargata raggiungendo quota tredici attori; l’innominabile, il ferale numero, almeno per la cabala anglosassone.

N

In barba al successivo del dodici lo spettacolo della scorsa stagione, “I confecc co la mandorla amara”, ha riscosso un successo, sia a Sabbio che nelle varie date in provincia, che, inevitabilmente, imbarazza e commuove. E per questa nuova stagione teatrale, sempre più incurante di credenze ed adagi popolari, il gruppo debutterà il 29 gennaio 2011 (con replica il 30) con una commedia che della superstizione fa il suo punto centrale, a partire proprio dal titolo. L’autrice è l’ormai consolidata “compagna di copioni” della compagnia Velise Bonfante, che sempre dimostra – ed infonde – entusiasmo in chi rappresenta i suoi testi. La storia ruota intorno alla famiglia di un imprenditore dei dolciumi che cova da lungo tempo un desiderio di alto lignaggio. Ma, come spesso capita, non è tutto oro quello che luccica, anche se si fa di tutto per crederlo o per farlo credere tale. Se poi ci si mette di mezzo la già citata superstizione, alla quale si tende a dare sempre e comunque la colpa

di tutto ciò che non va come vorremmo, la questione non può che essere destinata a complicarsi. Le prove sono tutt’ora in corso, e vedono spesso gli attori costretti a sospendere la recitazione per un eccesso di risa. Segno che si sta compiendo il fine ultimo del gruppo: divertirsi, divertirsi e, se gli riesce, divertire. Quest’anno il lavoro di chi scrive è particolarmente impegnativo, perché mai come nel copione allo studio, la dinamica di scena gioca un ruolo vitale nella buona riuscita della rappresentazione. Ci affidiamo, come sempre, alla bontà del pubblico, che non possiamo che ringraziare per l’affetto che ci ha dimostrato in disparate forme. Non mi resta che cogliere l’occasione per porgere a tutti – superstiziosi e non – i nostri più sinceri auguri di buon Natale e di un sereno e felice anno nuovo. Cosa? Qual è il titolo della commedia? Eh, no. Questo no. Non si può dire. Sapete... porta male! ■ Davide Tartaglia, regista sabbio chiese inverno 2010 ■ 19


■ SPORT: PALIO DELLA ROCCA

a così modesto inizio...” Proprio così, doveva essere una manifestazione di prova, dovevamo capire (noi della commissione sportiva) se valeva la pena riaprire un nuovo ciclo del “Palio delle Contrade”. Per questo motivo abbiamo ideato una serie di prove sportive adatte (sia come

ha reso il “palio” fluido e allo stesso tempo allegro, non risultando monotono e pesante come spesso succede in queste manifestazioni. Anzi, devo dire che in certe situazioni, vedi la prima serata a Sabbio Sopra, abbiamo ricevuto la critica per la sua breve durata. Purtroppo sì; le

tipologia che come tempistiche) alla durata di tre-quattro serate. Pur essendo di parte , mi sento di dire che è stato un successo, sia nella partecipazione degli atleti che in quella del pubblico. La formula breve (mercoledì sera, giovedì sera, venerdì sera, Sabato e domenica mattina)

due gare iniziali di mercoledì sera (prima la carriolata degli adulti e poi la corsa con i sacchi dei bambini suddivisa in due categorie) hanno intrattenuto il pubblico che si era accalcato numeroso nel vie della contrada per poco più di un’ora; troppo poco a detta della gente!!

“D

20 ■ sabbio chiese inverno 2010


Un po’ perché noi organizzatori abbiamo affrettato lo svolgersi delle gare a causa del maltempo minaccioso, un po’ perché i nostri atleti ci hanno stupito compiendo i percorsi in tempi record. La seconda serata (giovedì) a Clibbio ci ha portato a conoscere i

allietati anche da un buon profumo di “salamine e formaggio fuso”. Le gare sono state avvincenti. I primi a finire sono stati i “pincanellisti”sia per la categoria bambini che per la categoria adulti. Le bocce invece sono continuate fino a tarda serata con incontri davvero degni dei più grandi fuoriclasse. Alla fine proprio la contrada ospitante ha avuto la meglio sui gialli che non si sono mai arresi fino all’ultimo punto. Terza serata, venerdì, ospitati niente meno che dai detentori del “Palio di Sabbio Chiese”: Pavone. Per questa serata è stato allestito un campo da gara per la briscola presso l’accogliente “Centro Marietta” e un campo da gara all’aperto per il “tiro alla fune” in un prato gentilmente concesso appena fuori dalla contrada. Ci sembrava di aver pensato a tutto: parcheggio, strisce per delimitare il campo gara e la zona spettatori, punto ristoro al Centro e

risulta completamento esaurito e alcuni presenti mi dicono che le macchine sono parcheggiate ai bordi della strada (anche sulla statale) fino alla rotonda di Pavone in un senso e fino all’imbocco della statale compresa la nuova ciclabile nell’altro senso. Il campo illuminato dalle luci artificiali allestite appositamente, contiene due gare in simultanea. I nastri delimitatori spazzati via e la gente suddivisa in due “gruppi”. Il primo sopra il muretto che delimita la strada diventata ormai una tribuna e il secondo tutto intorno agli atleti che si sfidano. Entrando nel campo da gara diventa difficile comunicare perché tutti urlano a tal punto che i giudici devono servirsi di un megafono (che poi diventerà un compagno inseparabile del ns. Alberto) per poter impartire le direttive durante la gara. Qualcuno ci dice che le macchine passando lungo la statale nel tratto sottostante il campo di gara, rallen-

Palio della Rocca 2010, un successo inaspettato!

“professionisti” delle bocce e del calciobalilla. Pur avendo contro le condizioni atmosferiche (ha piovuto tutta sera), grazie ad una perfetta organizzazione del luogo dove si svolgevano le gare e con l’ausilio di teloni provvisori, la serata si è svolta nel migliore dei modi

suddivisione dei compiti per la “giuria palio” visto che le due aree erano leggermente distanti. Si avvicina l’ora delle competizioni e subito si intuisce cha sarà una serata particolare, nell’aria c’è il sentore dei grandi avvenimenti. All’inizio mi fermo nella sala della briscola, aspetto l’avvio delle prime partite e dopo qualche momento di tensione (problemi per indossare la bellissima maglietta del palio) il tutto procede per il meglio. Tranquillo vado verso la zona del tiro alla fune per vedere se tutto è iniziato come da copione. Esco dal Centro e passando per la stretta via della contrada arrivo al campo da gioco. Quello che mi si presenta è uno spettacolo surreale, la prima cosa che mi viene alla mente è un’arena dell’antica Roma con i gladiatori all’interno che stanno lottando mentre tutto intorno il pubblico urla verso i propri beniamini. Il parcheggio preparato con cura,

L’iniziativa ha registrato una partecipazione di concorrenti e di pubblico al di sopra di ogni aspettativa. Fantastico! tano perché vedono una gran calca di persone urlanti disposte come in uno stadio, uno spettacolo da far venire la pelle d’oca... a noi organizzatori! Già, quel muretto non era proprio omologato per tutta quella quantità di persone. È la prima volta che assisto ad uno spettacolo di questo genere, atleti che si sfidavano fino all’ultimo cadendo a terra sfiniti alla fine di ogni manche. Le donne (obbligo di due presenze femminili in ogni squadra) non stanno certo a guardare e vederle così è davvero impressionante. Ad entu› segue a pag. 23

sabbio chiese inverno 2010 ■ 21


■ SPORT: PODISMO

Un anno pieno di agonismo per l’U.S. Sabbio Chiese Il rendiconto dell’attività svolta nel 2010, ed un invito a venirici a trovare ai ragazzi che avessero voglia di sgranchirsi le gambe. attività podistica dell’Unione Sportiva Sabbio Chiese continua frenetica anche in questo periodo dell’anno, anzi riprende ulteriore vigore visto l’inizio del programma di allenamento al centro sportivo, e le numerose gare che attendono i nostri atleti. Il gruppo dell’U.S. Sabbio Chiese si è ricostituito durante l’anno 2009, il nuovo presidente Faustini Nicola ha succeduto Ariassi Fiorenzo,

L’

22 ■ sabbio chiese inverno 2010

che ora funge da vice. Un ringraziamento speciale va a Fiorenzo che ha saputo in molti anni mantenere viva l’U.S. Sabbio Chiese, e auguriamo al nuovo di proseguire con costanza e dedizione il lavoro fino ad ora svolto. L’attività agonistica svolta nell’anno 2010 è stata la partecipazione alla Golden Cup, campionato individuale e a squadre di 9 gare all’interno del calendario hinterland-gardesano. Le competizioni, distribuite da gennaio a settembre, comprendevano 2 corse campestri, 2 corse in montagna, 2 corse in pista, e 3 corse su strada. La nostra compagine si è ben comportata in queste manifestazioni, classificandosi al 12° posto nella classifica generale a squadre, totalizzando 2242 punti. Gli atleti che hanno con-

quistato punti sono 23, e la media di presenze per gara è di n° 10 atleti. Questo risultato è per noi molto importante e soddisfacente e per il prossimo anno puntiamo a classificarci nelle prime 10 società dell’hinterlandgardesano. Molto importanti si sono rilevati gli atleti delle categorie giovanili, sia femminili che maschili, tra i quali spiccano elementi di primo piano, che hanno conquistato le primissime posizioni delle singole categorie. L’U.S. Sabbio Chiese a tal proposito organizza sedute di allenamento, per ragazzi che vanno dalla 4° elementare fino alla 3° media, presso il centro sportivo di Sabbio Chiese, ogni giovedì dalle ore 17:30 alle ore 18:30. Se qualche ragazzo che avesse appena letto l’articolo volesse sgranchirsi un po’


■ SPORT: PALIO DELLA ROCCA

le gambe da noi sarebbe ben accolto. Come dicevo la Golden cup 2010 è terminata con l’ultima gara a Roè Volciano il 19 settembre scorso. Le gare podistiche continuano però tutto l’anno, ogni domenica mattina ci ritroviamo alle 7:30 circa al distributore di Pavone e via che si parte. In questo periodo dell’anno i più grandi si cimentano in gare un po’ più lunghe del solito, le mezze maratone, tra le quali spiccano per tradizione, la 5 castelli di Bedizzole (appena corsa), la maratonina del Basso Garda (Carpenedolo 7/11), e la maratonina di Padenghe (28/11). Per l’anno che viene l’U.S. Sabbio Chiese diventerà una società affiliata alla FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Sportiva), quindi i nostri atleti potranno cimentarsi anche in queste gare. Il territorio di Sabbio Chiese si addice molto all’allenamento podistico, avendo nel percorso della pista ciclabile che da Sabbio arriva a Vobarno un ideale andamento ondulatorio lontano dal traffico, sono molti infatti i podisti di altri paesi che percorrono le nostre strade. Il 18 luglio 2010 si è svolta nel nostro comune la 35° edizione della Vasela Castignico. Questa gara è diventata ormai un classico delle corse dell’hinterland-Gardesano, essendo una delle gare più vecchie; il percorso negli ultimi anni si snoda tra la zona Palina, Clibbio e la montagna sotto Sant’Onofrio. I partecipanti sono stati circa 600, divisi su 4 percorsi diversi. Per il secondo anno consecutivo si è aggiudicato la vittoria Pelizzari Claudio, atleta locale dell’Arieni Team. La manifestazione è stata ben organizzata e l’esito è stato molto positivo, un ringraziamento va a tutti i volontari che hanno aiutato sia ai vari ristori che come sbandieratori ai vari incroci. Un ringraziamento speciale va inoltre anche ai proprietari dei prati sui quali transita parte della corsa, infatti grazie al loro permesso il percorso entra in una zona boschiva molto suggestiva, apprezzata da tutti i corridori. Detto questo un saluto a tutti e un arrivederci all’edizione della 36° Vasela Castignico che si terrà il 17 luglio 2011. L’importante per noi non è la gazzella, oppure il leone, l’importante è correre, quindi buona corsa a tutti. ■ Stefano Tisi

› segue da pag. 21

siasmare ancor di più le gare sono i vari capisquadra, che urlando ritmicamente fungono da motivatori dando i tempi per coordinare il tiro dei propri atleti. È una vera battaglia (ci sono anche degli infortunati lievi dovuti ai movimenti non abituali) che si conclude con la vittoria della contrada ospitante (Azzurro), mentre la briscola molto più tranquillamente si chiude con la supremazia dei “Sabbia”. Inizia così la giornata di sabato con i Rossi di Clibbio al comando con 108 punti, grazie alle vittorie delle bocce ed entrambe le corse con i sacchi. Iniziamo alle 8,30 del mattino presso il centro sportivo. Ci aspetta una lunga giornata ma questa volta le condizioni atmosferiche sono dalla nostra, infatti è una giornata stupenda con un clima da vacanza caraibica. Non è da meno l’impatto visivo dei campi da gioco. Sul sintetico infatti vediamo 4 campi da gioco per il volley, il campo da palla elastica sullo sfondo e ben tre campi da tennis pronti ad ospitare tutti gli incontri in programma. Iniziano tutte le dispute e ben presto si delineano delle nette supremazie; i sabbia per il volley adulti, i mitici arancio per la “bala” e i bordeaux per il tennis senior. Terminati tutti i tornei, tranne le finali di palla elastica, ci si sposta presso la biblioteca per il tiro con l’arco, dove i nostri Robin Hood (soprattutto i più piccoli) ci stupiscono, freccia dopo freccia, con punteggi inaspettati. Però ancora una volta la sorpresa è il pubblico che fa da cornice per tutta la gara vinta dai professionisti Azzurri. A questo punto tutto è pronto per una delle gare più sentite e spettacolari: la staffetta. Il percorso è il più adatto che si poteva pensare per il ‘Palio delle Rocca 2010”, infatti gli atleti, per cinque volte (tanti sono i componenti delle squadre), compiranno il “giro intorno alla Rocca” con partenza ed arrivo tra i due ponti. Per tutto il percorso si accalcano gli spettatori, ma il compito più difficile è riuscire a fare spazio nella zona della partenza-arrivo; tutto davvero emozionante. A rendere ancor più eccitante

questa gara è la classifica, infatti i “sabbia” con un buon piazzamento possono aggiudicarsi il Palio. La gara ha inizio, durante i cambi dei testimoni, partendo dai più giovani, è un susseguirsi di incitamenti e battiti di mani, l’atmosfera è indescrivibile. La supremazia dei gialli è schiacciante, ma i sabbia piazzandosi al terzo posto festeggiano la vittoria del “Palio della Rocca 2010” Complimenti!!! La sera, per chiudere la lunghissima giornata, tutti a mangiare un buonissimo spiedo all’oratorio, dove non possiamo fare a meno di ricordare la grande festa dei Rossi di Clibbio, campioni di allegria e simpatia. La domenica mattina di nuovo tutti al centro sportivo per le finali di palla elastica, che si concludono a favore dei campionissimi Arancio pur mancando un atleta come Alex, impegnato nei campionati europei in Spagna. Al termine tutti seduti per la S. Messa e poi le tanto aspettate premiazioni. Da ricordare il momento storico della consegna del “Palio di Sabbio Chiese” da parte dell’US Sabbio Chiese (Proprietari del Palio e gentilmente concesso alla Commissione sportiva) ai capi squadra dei Sabbia. Grandi i festeggiamenti e giro finale a cavallo per le vie del paese. Ringraziamenti a tutti gli organizzatori e a tutti i partecipanti da parte del sindaco che per tutta la durata del palio ha rigorosamente indossato la maglia arancio. Momenti di emozione nel discorso finale anche per l’assessore Zambelli, forse per la stanchezza o forse perché essendo stata una sua idea adesso si può rilassare con la consapevolezza che finalmente si può aprire un ciclo per il “Palio della Rocca”. Alla fine i “Rossi” ancora una volta protagonisti con un coro che ha intonato una canzone inneggiante il palio di Sabbio Chiese; che dire... questo è il vero spirito del Palio. Per concludere non posso far altro che invitarvi tutti al prossimo “Galà dello sportivo”, in programma per il 17 dicembre, dove sicuramente questa volta verrà annunciato il prossimo Palio della Rocca e potremo rivedere alcune delle immagini più suggestive. ■ Fabio Pozzi sabbio chiese inverno 2010 ■ 23


■ SPORT: CALCIO SCARABOCCHIO

Scarabocchio vince a Bellaria Dall’1 al 5 settembre 2010 i nostri bambini hanno disputato il torneo ANSPI, conquistando meritatamente un ambito trofeo. utte le storie hanno l’incipit, ma io comincio dal fondo. ...una coppa all’oratorio di Sabbio Chiese di Valsabbia per la fertilità dell’opera svolta in maniera capillare nelle proprie zone con eccezionale sensibilità verso i giovani provenienti da diverse realtà e per la sensibilità mostrata dagli educatori nel portare avanti i progetti formativi educativi dell’ANSPI. Immaginatevi le scene di gioia miste alla sorpresa! Ecco: questo è il riconoscimento migliore, che evidenzia gli obiettivi del gruppo calcio scarabocchio e che evidentemente ci rende orgogliosi di quanto abbiamo fatto e di ciò che continueremo a fare.

T

24 ■ sabbio chiese inverno 2010

È indescrivibile la felicità dei bambini per aver ricevuto un premio; quella coppa era già consumata dopo un’ora passando di mano in mano (alcuni l’hanno baciata come fosse la coppa del mondo)! Ma voglio dire bravi ai bambini! Bravi perché mai come in questi giorni hanno fatto gruppo e si sono divertiti tutti insieme. Tra di loro alcuni hanno più capacità di altri nel gioco del calcio, ma mai e sottolineo mai, hanno fatto sentire in difetto i meno dotati o rimproverato altri per aver sbagliato un gol, un passaggio o altro. E non solo: anche fuori dal campo di gioco ho notato atteggiamenti di sensibilità e partecipazione sorprendenti da parte dei bambini. Complimenti ragazzi. E siccome questa partecipazione alle finali di Bellaria resterà viva nei ricordi e magari qualcuno conserverà copia del bollettino, voglio citare tutti, rigorosamente in ordine di gioco: Arrighi Giovanni, Galvagni Nicolò, Tononi Andrea, Salvotti Luca,

Zambelli Mattia, Vecchia Federico e Luca Fabrizio, con il supporto delle mascottes: Elia Zambelli, Giorgia Tononi, Matteo Salvotti e Simone Franzoni che mascotte non è più, ma che ha condiviso il campo da gioco e non con tutta la comitiva. Poi c’eravamo anche noi: Marco Arrighi, il sottoscritto e Roberto Franzoni al cui contributo va un sentito ringraziamento, per tutto ciò che ha fatto prodigandosi in tutte quelle attività collaterali al gioco ma necessarie come le iscrizioni della squadra, la fornitura delle divise di gioco, i rapporti con l’ANSPI e quant’ altro. Infine, bravi a tutti i genitori dei bambini sempre al seguito dei propri figli, su e giù dai bus navetta, per le strade di Bellaria a ridere e scherzare con la voglia di divertirsi, talvolta riscoprendo che una volta eravamo bambini anche noi. Grazie ancora a tutti per cinque giornate impegnative ma piene di soddisfazioni. ■ Alberto Salvotti


■ SPORT: TENNIS

Fervono i lavori al Tennis Club di Sabbio Il secondo campo sta per essere coperto, offrendo così agli appassionati della racchetta la possibilità di giocare in ogni stagione. entre scrivo, fervono i lavori al centro sportivo comunale per la copertura del secondo campo da tennis. Secondo gli antichi il samurai deve spiccare per la sua caparbietà. Ciò che è fatto con moderazione può essere giudicato insufficiente. È necessario “esagerare” per agire rettamente. Non bisogna dimenticare questo principio. Yamamoto Tsunemoto il libro segreto del samurai. Ho scomodato questo filosofo giapponese del 1700 per riassumere il pensiero che da sempre anima il tennis club guidato dal nostro presidente Adriano: la caparbietà. Il porsi obiettivi sempre più ambiziosi, ci ha permesso nel tempo di migliorarci continuamente sotto il profilo sportivo ed ora anche sotto quello più prettamente logistico. Infatti con il secondo campo da tennis coperto intendiamo potenziare e razionalizzare la nostra scuola tennis, e nel frattempo dare modo a tutti gli appassionati di questo bellissimo sport di poterlo praticare più agevolmente anche durante la stagione invernale. Certamente da soli non avremmo potuto affrontare un impegno così gravoso dal punto di vista economico e progettuale. Per la parte economica l’amministrazione comunale ci ha affiancato nella stipulazione di un mutuo quindicennale che serve alla realizzazione dell’opera. Il consiglio comunale con il plauso di maggioranza ed opposizione ha avallato quest’operazione. Per la parte progettuale ci siamo affidati alla compe-

M

tenza ed all’entusiasmo del nostro consigliere il geometra Andrea Venzi che, lavorando in maniera appassionata e completamente gratuita (una manna per i nostri magri bilanci) ha elaborato il progetto che sta vedendo finalmente la sua realizzazione. La volontà, il darsi per gli altri, hanno sempre contraddistinto l’operato del nostro tennis club e infatti le opere di smantellamento delle reti e delle strutture intorno al campo sono state fatte da nostri tesserati lavorando un sabato intero. Per questo e per tutte le volte che lo avete fatto: Luca, Fabrizio, Andrea, Giulio, Piergiorgio,Tommy, grazie! La collaborazione instaurata con l’associazione calcio di Sabbio Chiese ora ci permette anche di avere un posto per le prenotazioni dei campi, sia recandosi di persona, sia telefonando: infatti chiamando lo 0365.85318 o andando presso il bar del centro sportivo, in orario di apertura magari per bere un buon caffè, (tranne il lunedì giorno di chiusura), Nadia ci aiuterà in questo importante compito. Tornando ai campi, il lavoro non si esaurisce con la copertura. Realizzeremo infatti anche un nuovo impianto di riscaldamento che potenzierà quello esistente e, probabilmente nella primavera del prossimo anno, rifaremo completamente le superfici dei due campi arricchendo la dotazione di questi con la realizzazione di una piccola tribuna per gli spettatori. Gli spogliatoi completamente rifatti negli scorsi anni, un piccolo magazzino e un ufficio/sala riunioni completano il nostro centro tennis che non è esagerato definire un piccolo gioiello della nostra Vallesabbia.

Terminato l’excursus doveroso e giusto sulla grande novità della stagione, ricordiamo che continua sempre con grandissima soddisfazione la marcia nelle competizioni a squadre, come nei tornei di singolare dei nostri giovani tennisti. La scuola tennis, fiore all’occhiello della nostra società sportiva, ogni anno sforna nuovi piccoli talenti che si (e ci) fanno onore sui campi dell’intera provincia. La rinnovata collaborazione con il maestro Pierluigi Bossini ed il fratello Piergiorgio, preparatore atletico, sta dando frutti sempre più maturi. Adriano continua con la solita passione a tenere corsi per adulti, e due squadre (una maschile e una femminile) partecipano ai vari campionati che si tengono nella nostra provincia. Prima di lasciarvi permettetemi di lanciare un appello agli imprenditori, ai piccoli artigiani, ai commercianti che ci stanno leggendo: lo sforzo economico che stiamo sostenendo è ingente per una piccola realtà come la nostra. Tutto l’aiuto che vorrete e potrete darci, sopratutto in un momento così difficile per l’economia mondiale è sicuramente molto prezioso e contribuirà a sostenere uno sport che ha anche (come ogni sport del resto) valenza sociale e culturale per i nostri giovani, aiutandoli a crescere e maturare. Ciao, viva il tennis e alla prossima. ■ Enzo Borghetti sabbio chiese inverno 2010 ■ 25


■ SPORT: PALLAELASTICA

Scudetto, coppa, nazionale: la “bala” non delude mai! Il bilancio stagionale del G.S. Pallaelastica Sabbio Chiese è impressionante. Secondo scudetto, Coppa Italia e la Nazionale! i è chiusa un’altra stagione ricca di successi personali e collettivi per il G.S. Pallaelastica Sabbio Chiese. Per raccontarli tutti partiamo da dove avevamo finito la scorsa stagione, ovvero lo scudetto 2009 vinto alla prima partecipazione. Si dice che la cosa più difficile dopo una vittoria sia la riconferma, ed i nostri ragazzi lo sapevano bene, difatti, dopo la vittoria del 2009 non hanno mai smesso di allenarsi sul campo, finchè le temperature lo permettevano, poi in palestra per un solo obbiettivo: una grande stagione 2010 che prevede il campionato italiano e,per la prima volta, la coppa Italia. Il campionato prevede quattro tappe (in quattro diverse regioni italiane) nelle quali vengono attribuiti punti a seconda del piazzamento ottenuto da ciascuna delle 12 squadre partecipanti delle quali tre sabbiensi. La prima tappa si svolge in casa, è infatti Sabbio Chiese ad ospitare tutte le 12 squadre che andranno nel corso di tutta l’estate a contendersi il titolo italiano. La vittoria di tappa va a Sabbio Chiese 1 che in finale batte l’altra squadra bresciana: il Brione. Per la seconda tappa la trasferta è lunga, fino a Pieve di Teco, piccolo centro in provincia di Imperia dove la squadra sabbiense da tutto, ma non riesce ad arrivare alla vittoria perche fermata dai padroni di casa de “Gli amici del Castello”. La terza tappa ha luogo invece in

S

26 ■ sabbio chiese inverno 2010

Toscana, per la precisione nel comune di Fabbriche di Vallico in provincia di Lucca. In questa tappa si rivive la stessa situazione della seconda, ovvero che Sabbio 1 si ferma ancora al secondo gradino del podio peche sconfitto da chi gioca in casa: Vallico 1. La quarta tappa a Conzano (Alessandria) è decisiva per la conquista dello scudetto e Sabbio Chiese 1 si presenta all’appuntamento in formissima. Arriva difatti la vittoria di tappa e con essa il secondo scudetto consecutivo per il G.S. Pallaelastica Sabbio Chiese! Ma la stagione non finisce qui.

Per la prima volta è in programma la Coppa Italia, e Sabbio Chiese è nuovamente rappresentata da ben tre formazioni. Il torneo si svolge a Pieve San Lorenzo e Antogniano in Toscana. La finale è tutta breciana: Sabbio Chiese 1 Vs. Brione. Ma ancora una volta ad alzare il trofeo è la formazione sabbiense mettendo cosi in bacheca la prima Coppa Italia! Come anticipato la stagione è ricca di sorprese, e difatti Alex Bianchi, vera anima del G.S. Pallaelastica Sabbio Chiese viene convocato in Nazionale per gli europei che si son


■ SPORT: CALCIO U.S.O.

disputati a Valencia (Spagna) e che lo hanno visto come protagonista, ruolo riconosciutogli anche da “Lo Sferiristerio” (rivista interamente dedicata a pallaelastica e palla pugno), per aver aiutato notevolmente la nostra Nazionale ad arrivare all’argento europeo grazie alla sua capacita nel gioco a mano aperta. La stagione 2010 è andata oltre ogni aspettativa per vari motivi: tutti i successi visti sopra sono arrivati grazie ad un forte miglioramento del livello di gioco, l’organizzazione è stata impeccabile (sia nelle trasferte che nell’organizzazione della tappa di Sabbio Chiese per la quale va un ringraziamento a “Gli amici dello sport” per la collaborazione) ed una convocazione in Nazionale che porta i nostri colori anche al di fuori dei confini italiani. In attesa del 2011 godiamoci tutte queste vittorie del 2010 firmate G.S. Pallaelastica Sabbio Chiese. Le formazioni 2010 Campionato italiano: Sabbio Chiese 1 (Campioni Italiani 2010): Beltrami Mauro, Bianchi Alex, Bianchi Guiseppe, Marchi Claudio, Bollani Antonio e Morettini Faustino. Sabbio Chiese 2: Bianchi Marco, Tononi Emanuele, Tononi Luca, Magagnini Fabio, Magagnini Stefano e Bondoni Stefano. Sabbio Chiese 3: Bianchi Enrico, Morettini Michele, Morettini Rosario, Marchi Roberto, Marchesi Davide e Marchi Daniel. Coppa Italia: Sabbio Chiese 1: Bianchi Alex, Beltrami Mauro, Bianchi Giuseppe e Marchi Daniel. Sabbio Chiese 2: Magagnini Fabio e Stefano, Nolli Vittorio ed Emanuele Tononi. Sabbio Chiese 3: Bianchi Enrico, Bollani Antonio, Marchesi Davide e Marchi Roberto. ■ Michael Marchi

Costante miglioramento e spirito di gruppo

L’USO Sabbio Chiese, con un lusinghiero quinto posto della scorsa stagione, punta sempre più in alto, con la forza dell’impegno. a oltre 30 anni Sabbio Chiese partecipa ai campionati provinciali di calcio del CSI. Sei anni fa si formalizzò la creazione di un’associazione denominata USO Sabbio Chiese, per perfezionare l’organizzazione anche sul piano fiscale ed amministrativo e soprattutto per partecipare ai campionati a 11 giocatori. Lo scopo fondamentale comunque è sempre stato e sempre sarà quello di favorire l’attività sportiva dei giovani di Sabbio Chiese. In questa stagione sportiva 2010/ 2011 siamo impegnati solo nel campionato di calcio a 7 gestito dal CSI Brescia. La scelta di svolgere solo il campionato a 7 è stata quasi obbligata, a causa del grosso impegno che si prospettava con il calcio a 11. La mancanza di un numero sufficiente di atleti e dirigenti ed i vari impegni di lavoro degli stessi hanno fatto cadere la scelta al solo calcio a 7. La squadra è formata da 15 atleti ed alcuni dirigenti ed accompagnatori, per la quasi totalità residenti a Sab-

D

bio Chiese. L’obbiettivo della società è principalmente quello di giocare per divertirsi cercando di creare un gruppo forte e responsabile , capace di vedere una squadra di calcio come un modo di trovarsi tra amici senza l’ansia di dover vincere a tutti a costi. Allenare questi giocatori è una sfida giornaliera perché son tutti diversi uno dall’altro, anche solo per un fatto anagrafico: si va dal “nonno” classe ’67 ai ragazzi di vent’anni. Ovviamente anche da un punto di vista caratteriale gestire personalità differenti, non è facile, ma è bello vedere che nonostante tutto, il gruppo è unito e volenteroso. Impegnarsi e tenere unito lo spogliatoio sono alcune delle finalità del CSI che cerchiamo di mettere in atto. È il secondo anno che alleno questi ragazzi, ma non credevo di avere cosi tante soddisfazioni. La stagione scorsa abbiamo raggiunto un ottimo quinto posto con 30 punti, quest’anno speriamo di ripeterci anzi, di migliorarci. La cosa migliore e comunque nostra priorità è quella di restare un gruppo affiatato che dopo la partita non vede l’ora di andare a mangiare e bere qualcosa insieme. Una cosa è certa: a calcio ci difendiamo, bene ma a tavola siamo proprio forti!!!! ■ David Pasotti sabbio chiese inverno 2010 ■ 27


■ SPORT: CALCIOBALILLA

Il Pinca Team raddoppia e arriva a quota ventiquattro Il successo di questo sport è stato talmente alto da dover creare una seconda, agguerrita squadra, che disputerà il campionato provinciale di serie B. iniziato il 12 ottobre scorso la nuova stagione del calciobalilla in provincia di Brescia, e anche quest’anno Sabbio Chiese vede tra gli iscritti la propria compagine, ovvero il Pinca Team. La giovane associazione sportiva di Sabbio Chiese, giunta alla sua terza esperienza nel locale campionato di Calciobalilla a squadre, si presenta quest’anno con sostanziali novità e chiare intenzioni per recitare un ruolo da protagonista. Il campionato conclusosi la primavera scorsa ha visto il gruppo dei ragazzi Sabbiensi, conosciuti da tutti con il noto nome di Pinca Team, disputare un���ottima annata agguantando una onorevole sesta piazza finale subito a ridosso delle migliori e garantendosi così la permanenza nel gruppo delle squadre d’elite della provincia. Archiviata la stagione 2009/10 il direttivo provinciale composto da rappresentanti di tutte le squadre ha deciso di apportare sostanziali novità dovute alle nuove richieste di iscrizioni da tutta la provincia. Si è convenuto quindi nel creare due campionati in grado di accogliere tutti, e nello specifico uno denominato di serie A, al quale parteciperanno le prime 8 classificate nel campionato scorso, ed uno di serie B dove si batteranno tre squadre retrocesse la passata stagione insieme a tutte le nuove iscritte. Il Pinca Team, forte della propria

È

28 ■ sabbio chiese inverno 2010

presenza in seria A, ha lavorato tutta l’estate per allestire un organico di prim’ordine, e come avviene nel calcio ha saputo mettere a segno ottimi colpi di mercato, aumentando così la propria rosa dai 14 giocatori della passata stagione agli attuali 24, e sulla base dei nuovi regolamenti oltre alla squadra del 2009, ha creato una nuova squadra che affronterà il cam-

pionato di serie B, che pur essendo così definito non è certo da ritenersi di secondo piano. Vedremo battersi per la conquista di migliore della provincia nel nuovo campionato di serie A il Pinca Team One capitanato dal suo dinamico fondatore Giacomo Pasini con al seguito i portieri: Mauro Tononi, Carmine Rivetti, Roberto Bertoldi,


Stefano Serioli seguiti dagli attaccanti Isak Fenoli, Alessio Girelli, Michele Fucina, Oscar Spinetti, Angelo Delai e Michela Bacchettini. Per la neonata squadra del Pinca Team Two, l’impegno nel campionato di serie B con i portieri: Marco Bollani, Fleres Bacchettini, Michele Amolini, Paolo Francini e Daniele Lombardi con al seguito gli attaccan-

ti Paolo Baccoli, Davide Morettini, Luca Morettini, Andrea Bonetti, Paolo Marchi, Mauro Zorzi e Stefano Delini, il tutto capitanato da Elia Pialorsi; a lui il compito di guidare la nuova squadra con l’obbiettivo unico di approdo alla seria A. Sede unica delle gare casalinghe il noto Bar Autogrillo a Sabbio Chiese, che nelle serate di martedì e mercole-

dì accoglierà giocatori e tifosi, il tutto senza tessera del tifoso ma bensì con la sola intenzione di passare piacevoli serate in compagnia. Sarà un campionato lungo e ricco di avvincenti sfide, infatti il livello di entrambi i campionati ha dimostrato di essere alto fin dalle prime giornate, ma la passione e l’impegno dei ragazzi del Pinca Team non ci fa certo trovare impreparati ad ogni appuntamento. Impegno che ci ha visti protagonisti anche durante l’estate scorsa come organizzatori di tornei e promotori di questo appassionante sport, nei più importanti appuntamenti paesani, e più precisamente in occasione della festa del Redentore a Pavone nel mese di Luglio, il Ferragosto a Sabbio Sopra, il Palio della “Rocca” a settembre, e a novembre presso l’oratorio con un divertentissimo torneo per bambini di scuole elementari e medie e giustamente sempre nella stessa giornata un apposito torneo per i genitori. Da segnalare anche l’invito giunto da fuori paese da parte del gruppo di amici della festa Punto e a Capo di Odolo, dove all’interno della loro festa presso la palestra, siamo riusciti a far giocare dal primo pomeriggio fino a notte fonda quasi 100 coppie! Con l’anno nuovo alle porte vogliamo ricordare che l’appuntamento principe per noi ragazzi del Pinca Team sarà la seconda edizione del “Pinca Day” che si svolgerà presso la palestra del nostro centro sportivo la primavera prossima. La nostra macchina organizzativa si è già messa in moto, gli obbiettivi sono ben chiari e qui permetteteci con un po’ di orgoglio, vogliamo che questa giornata diventi la più importante a livello regionale sia per numero di iscritti che per il livello agonistico espresso. Cogliamo l’occasione fin da ora per ringraziare tutti i nostri collaboratori, a partire dall’Amministrazione Comunale che ci ha sempre appoggiato e incentivato a promuovere il nostro bellissimo sport. Approfittiamo anche di questo spazio per fare i nostri migliori auguri di Buon Natale e di Felice Anno Nuovo, che sia – per noi e per voi – foriero di vittorie.

Un sabbiense sugli schermi di Rai Uno erminata senza bottino ma con il ricordo di una bella T esperienza l’impresa del sabbiense, ma siciliano di origine, Giovanni Giumento a L’eredità, il programma di Rai 1 condotto da Carlo Conti. Il nostro concittadino è giunto ad un passo dall’obiettivo. Dopo aver risposto esattamente a tutte le domande del quiz, non è riuscito a rispondere in maniera corretta all’ultima prova della temuta ghigliottina. È sì diventato campione de L’eredità per una serata, potendosi ripresentare la puntata successiva, ma purtroppo la bocca è rimasta... ahimé! sempre asciutta. Anche il giorno dopo, si è dovuto fermare alla penultima prova, lasciando il passo ad un altro giovane concorrente. Giovanni dovrà accontentarsi della gioia e della soddisfazione di aver partecipato ad una trasmissione televisiva nazionale e delle meritate pacche sulle spalle di amici e conoscenti che non hanno fatto mancare il tifo prima e l’affetto dopo. Noi lo ringraziamo di aver portato il nome di Sabbio Chiese, ma anche della sua amata terra d’origine, la Sicilia, agli onori della cronaca televisiva. Tutto ciò con tanta simpatia e con quella spigliatezza e solarità – come riconosciuto dallo stesso Carlo Conti – che gli è propria. “Superato un primo provino telefonico e uno direttamente a Roma – ci ha detto – sono giunto negli studi della trasmissione per questa avventura positiva terminata con il solo rammarico di non essere riuscito ad arrivare in fondo: la ghigliottina mi ha proprio tagliato la testa, come si suol dire. È stata comunque una bella esperienza. Magari... da ripetere”. Ed allora, carissimo Giovanni, tanti auguri ed in bocca al lupo per il futuro. Magari a Chi vuol essere milionario di Jerry Scotti... ■ luca.galvani@comune.sabbio.bs.it

■ I ragazzi del Pinca Team sabbio chiese inverno 2010 ■ 29


■ SPORT: BIKE CROSS COUNTRY

Cristina Dusina show: sempre a caccia di vittorie Due quinti posti nazionali ed una vittoria in casa per la superbiker di Sabbio Chiese in forza all’MTB di Agnosine.

on riesce alla biker dell’MTB Agnosine la riconquista della maglia tricolore vinta a Brescia nel 2009. Ma per Cristina è la conferma d’essere tra le migliori atlete a livello nazionale.

N

Torre Canavese (To) Ai Campionati Italiani CrossCountry MTB corsi in terra piemontese lo scorso 18 Luglio 2010, la nostra portacolori Cristina Dusina si era presentata con grinta, sicura di una bella prestazione a seguito di uno stato di forma davvero ottimale. Purtroppo il risultato tanto sperato non è arrivato ma, ancora una volta, si sono visti i numeri della nostra biker rosa. Cristina non era certo la favorita. Troppo competitive le rivali che sulla carta vantavano esperienze nelle categorie professionistiche eppure una stagione mirata per la preparazione di questo appuntamento. Per la nostra atleta è già stata una stagione lunghissima, iniziata a Gennaio con i primi appuntamenti con il ciclocross, che l’ha impegnata oltre ogni limite, sia fisicamente che mentalmente. Dopo gli splendidi risultati ottenuti nel ciclocross invernale (ricordiamo la vittoria al Campionato Regionale e lo splendido 3° posto al Campionato Italiano Ciclocross svoltosi agli inizi di Gennaio presso idroscalo di Milano) Cristina si pre30 ■ sabbio chiese inverno 2010


senta senza paura ai nastri di partenza della competizione nazionale MTB per eccellenza, per difendere quel titolo conquistato proprio un anno fa sul percorso di casa del Castello di Brescia. A Torre Canavese, oltre al gran caldo, le atlete avevano di fronte un percorso molto tecnico, duro e selettivo, proprio come piace a Cristina. La sua gara è stata umile ma sempre ad alti livelli. La maglia tricolore va alla friulana Paola Maniago, ma la nostra Cristina Dusina giunge in quinta posizione non troppo lontana dal podio. “Sono comunque molto contenta – ci racconta Cristina – non capita tutti i giorni di misurarsi con atlete di questo calibro. Riconfermarsi sul gradino più alto del podio, non lo nego, sarebbe stato bellissimo, ma considerando la mia frenetica stagione agonistica era forse un po’ troppo ambizioso come traguardo. Il quinto posto mi va benissimo. Anzi, lo considero come una vittoria.Sono comunque la numero cinque in Italia, seconda solo ad atlete con la A maiuscola.” Dopo questo appuntamento, si è quindi presentata, con il solito sorriso e la voglia di mettersi in gioco,alla gara di casa ed è stato subito un successo. Sabbio Chiese (Bs) Fresca dell’esperienza tricolore eccola presentarsi ai nastri di partenza del 13º Mem. Francesco Borgognoni, 9ª tappa del Circuito Bresciacup allestita dai ragazzi dell’MTB Italia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale disputata domenica 25 Luglio proprio a Sabbio Chiese. Circa 300 bikers al via con tanti nomi illustri della mountain bike bresciana e non. Mentre in campo maschile la vittoria è andata al camuno Enzo Gnani in campo femminile proprio non c’è stata storia. Cristina Dusina si diverte, disegna le traiettorie migliori nelle curve e fa la differenza sul percorso di casa. Vince percorrendo i 30 km in 1h 28' e 55" infliggendo più di 5' alla seconda bikers che taglia il traguardo, la campionessa provinciale in carica Roberta Seneci. “Il percorso è bellissimo e molte volte lo sfrutto per i miei allena-

menti – racconta Cristina nel dopogara – per questo lo conosco metro dopo metro. Una bella vittoria che fa bene al morale e che regala tante emozioni perché non capita tutti i giorni di correre davanti ai propri amici e tifosi, figuratevi vincere. Una vittoria che dedico a tutti i miei familiari che mi sopportano e mi stanno sempre vicino, anche quando le cose non vanno proprio come vorrei. Il loro appoggio è fondamentale e mi da la carica, ogni volta, per andare avanti ed impegnarmi sempre di più.” Dopo il meritato riposo nel mese di Agosto, Cristina nel weekend del 12 Settembre si presenta ai nastri di partenza di un’altra manifestazione di importanza nazionale. Moena (Tn) Si corre la Val di Fassa Bike, prova marathon di 65 km valevole quale Campionato Italiano Marathon MTB che assegna le maglie tricolori di specialità nelle varie categorie. Una gara insolita per l’elevato kilometraggio e il dislivello al di sopra dei 2500 mt. Per la nostra atleta è un ritorno alle gare di durata dopo l’esperienza corsa in casa nel 2007 alla Conca d’Oro Marathon. “A Odolo avevo preparato bene la gara, conoscevo il percorso curva dopo curva ma quest’anno, a Moena, ero proprio allo sbaraglio. Dopo una stagione intensa non avevo certo ambizioni particolari, a maggior ragione se consideriamo il fatto che mai avevo provato questi sentieri e nemmeno fatto allenamenti specifici sulle lunghe distanze visto che con lavoro e impegni famigliari il tempo per allenarmi è sempre poco. Una gara alla cieca insomma...” che ancora una volta ha messo in risalto la grinta e la determinazione dell’esperta bikers dell’MTB Agnosine capace, ancora una volta, di portare a casa un risultato brillante con un buon 5º posto tra le Masterwonan2. “Inutile dire che sono molto soddisfatta, anche se questa non è sicuramente la mia specialità… quasi cinque ore di gara!!! Ora è proprio il caso di riposare un po’ in vista degli appuntamenti con il ciclocross a partire da dicembre”. ■ A.S.D. MTB Agnosine Comunicato Stampa Ufficiale

Sito e newsletter, strumenti per vivere il nostro paese

on grande soddisfazione dell’amministrazione si vede C aumentare progressivamente il numero delle visite alle pagine del nostro sito internet. Con grande piacere si nota anche un aumento del numero degli iscritti alla nostra Newsletter. Cos’è la Newsletter? La newsletter del Comune di Sabbio Chiese, da novembre 2009, raccoglie e divulga gli appuntamenti pubblici che riguardano il nostro paese, organizzati da enti, associazioni e amministrazione. Si prefigge di diventare ancora più utile informando di scadenze, bandi e concorsi. Ospita notizie utili, legate a una data vicina o prossima. Viene inviata tramite e-mail ad un elenco di circa 220 utenti attualmente iscritti e che ci auspichiamo possano ancora aumentare. Invitiamo quindi i gentili lettori, qualora non lo avessero già fatto, ad iscriversi tramite il link “Newsletter” che compare in basso a sinistra della nostra homepage. Cliccandoci sopra, seguite le istruzioni. È estremamente facile, e vi permetterà di “vivere il nostro paese” e non solo; usate il passaparola presso i vostri amici e aiutateci ad ottimizzare questo strumento interagendo con la redazione del sito all’indirizzo redazione@comune.sabbio.bs.it comunicando iniziative d’interesse pubblico che verranno poi pubblicizzate al fine di coinvolgere tutta la popolazione. Perché la newsletter non è uno strumento fatto solo per la gente, ma soprattutto fatto dalla gente. ■ sabbio chiese inverno 2010 ■ 31


Diario delle iniziative 7 DICEMBRE

8 DICEMBRE

17 DICEMBRE

18 DICEMBRE

19 DICEMBRE

19 DICEMBRE

29 DICEMBRE

29-30 GENNAIO

“Bel afare èl divorsio!” 7 dicembre, ore 20.30, Teatro Parrocchiale Commedia dialettale della compagnia “Il Risveglio” di Vobarno - Regia di Foscolo Staffoni

Mercatini di Natale 8 dicembre, dalle ore 15.00, Oratorio

Galà dello Sportivo 17 dicembre, ore 20.30 Teatro Parrocchiale

“Canto di Natale”assegna di melodie Natalizie dal mondo 18 dicembre, ore 20.30, Teatro Parrocchiale Con la Schola Cantorum diretta dal M° Primo Franzoni ed il Coro “Giovani dell’Oratorio” diretto da Elisa Pelizzari Partecipano i bambini delle scuole elementari Natale nelle Pievi: “Quater galète e ’n portogàl” 19 dicembre, ore 20.30, Chiesa di S. Martino, Sabbio Sopra Spettacolo con prosa,ensamble d’archi e corno. A seguire, vin brulè offerto dal gruppo “Ferragosto a Sabbio Sopra”

Presepe vivente Santuario Madonna della Rocca Orari di apertura: domenica 19, ore 16-18; venerdì 24, ore 21-23.30; domenica 26, ore 15-18; domenica 2/1, ore 15-18

“Natale sotto l’Albero” 29 dicembre, ore 20.30, Chiesa Parrocchiale, Concerto Natalizio con soprano, organo e ottoni Soprano: Alice Katia Stefani

“El gat de marmo negher” 29 e 30 gennaio, ore 20.45, Teatro Parrocchiale Commedia dialettale di Velise Bonfante, messa in scena dalla compagnia “Chéi del Pascal” di Sabbio Chiese

Orari Uffici comunali dal lunedì al venerdì sabato

9.00-12.30 10.00-12.00

Sindaco venerdì

17.00-19.00

Biblioteca lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato

20.00-21.00 15.00-19.00 20.00-21.00 9.30-13.00 / 14.00-18.00 15.00-17.00 / 20.00-21.00 14.00-15.00

Centro Diurno Anziani da mercoledì a domenica Ufficio Tecnico lunedì martedì giovedì venerdì

14.00-18.00 9.00-12.30 9.00-12.30 9.00-12.30 9.00-12.30

Assistente Sociale lunedì martedì mercoledì

14.00-17.00 15.00-18.30 9.00-13.00

Isola ecologica (loc. Disa) martedì-giovedì-sabato

14.00-16.00

Isola ecologica (loc. Cletem) lunedì-mercoledì-venerdì 14.00-16.00

Telefoni Utili Comune (Centralino) Comune (Fax) Biblioteca Parrocchia S. Michele Scuola Materna Scuola Elementare Scuola Media Centro Sportivo Comun. Casa di Riposo Centro Diurno Guardia Medica Carabinieri Ambulanza (per urg. 118)

0365.85119 0365.85555 0365.85375 0365.85168 0365.85007 0365.85237 0365.85191 0365.85318 0365.85170 0365.895745 0365.85098 0365.85230 0365.32001

sabbio chiese

Anno XXI - n. 4 • Inverno 2010

Pubblicazione periodica dell’Amministrazione Comunale Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 25 del 24.05.1991 Redazione: Maurizio Giappi, Iside Pasini, Sara Tisi Impaginazione: Davide Tartaglia Stampa: Tipografia Gardesana, Tormini di Roè V. (Bs) In copertina: Il fiume Chiese dopo la neve del 12/2005 Sito web: www.comune.sabbio.bs.it


Sabbio Chiese - inverno 2010