Issuu on Google+


Primo Piano

17 GENNAIO 2011

L’Oceano Indiano di Azemar Il t.o.annuncia sviluppi sull’area e l’ingresso in staff di Stefano Bradile Una new entry nel management per sviluppare tutte le iniziative future. Con questa novità si apre il 2011 di Azemar, che ha incluso nel suo staff Stefano Bardile, ex Alke Viaggi, che ora ricoprirà il ruolo di direttore generale. Una scelta fortemente voluta dall’amministratore delegato, Mariarosaria Campora che così commenta:“Ha alle spalle una lunga esperienza sull’Oceano Indiano, siamo certi lavorerà bene e darà una spinta ulteriore a tutte le nostre operazioni”. Operazioni che, come svela lo stesso Bardile, andranno a focalizzarsi nel corso del 2011 proprio sull’area dell’Oceano Indiano.“L’idea è di sviluppare l’area in tutta la sua complessità. Sino ad oggi Azemar è stato molto forte sulle Maldive, ma poco presente altrove. Vogliamo invece creare le condizioni per essere più capillari”. La partita sull’Oceano Indiano è già iniziata, an-

I NUMERI DELLE MALDIVE I dati evidenziano flussi sostanzialmente stabili dall’Italia verso le Maldive ma una buona ripresa dei volumi europei

ARR. ITALIA ARR. ITALIA ARR. EUROPA ARR. EUROPA

GEN.-SET. GEN.-SET. GEN.-SET. GEN.-SET.

che se entrerà nel suo vivo solo dalla seconda metà dell’anno per proseguire il suo sviluppo nel 2012.“Il catalogo 2011 è giù uscito - spiega il neodirettore generale -; per ora ci occuperemo di ottimizzare le operazioni e, dunque, porre le basi per espandere i prodotti nei prossimi mesi”. Mentre sul suo ingresso in Azemar Bardile aggiunge:“Ho ritrovato dei valori non più comuni - spiega -, quella conduzione familiare dell'azienda che mantiene una componente di genuina artigianalità”.

SU WWW.TTGITALIA.COM

La nuova tassa sui servizi turistici Sull’agenzia di stampa le novità in merito alle imposte legate al comparto

‘10 ‘09 ‘10 ‘09

68.114 68.498 362.758 333.598

In attesa che il neodirettore generale studi le nuove mosse, l’a.d. Mariarosaria Campora traccia il bilancio del 2010 appena concluso.“L’anno si è chiuso bene, molto faticosamente ma bene - commenta -. Ci siamo attestati sugli stessi valori del precedente e abbiamo guadagnato qualcosa sulla marginalità, pur sempre ridotta ma che, grazie al nostro impegno e all’attenzione ai costi, abbiamo portato in positivo”. Nel breve periodo un’altra importante sfida attende Azemar. Si tratta dell’introduzione da parte del governo maldiviano di una tassa che prevede una spesa aggiuntiva del 3,5 per cento su buona parte dei servizi tu-

ristici, dalle tariffe alberghiere alla ristorazione. Un’imposta che impatta inevitabilmente in negativo su chi commercializza l’arcipelago e dà non pochi pensieri a Azemar che proprio nelle Maldive vede il suo core business.“Per il momento l’abbiamo assorbita noi - dichiara Campora -, ma con il mark up già ridotto all’osso è evidente che non è una spesa sostenibile anche perché viene applicata al lordo e diventa davvero un costo altissimo”. Per quanto riguarda i rumors su una potenziale cordata di tour operator europei pronti a fare pressione sul governo maldiviano, l’a.d. commenta:“Non mi sembra affatto una scelta vincente. Non è facendo pressione che si ottengono i risultati. La cosa migliore resta il dialogo. Personalmente ho già fissato degli appuntamenti con autorità locali e nei prossimi giorni andrò alle Maldive per incontrare le istituzioni. Spiegherò le nostre difficoltà e cercheremo insieme di capire le dinamiche per venirsi incontro e trovare una soluzione comune”. Stefano Gianuario

Eden rinnova la Sardegna New entry per il catalogo monografico dell’isola, già consultabile online La Sardegna protagonista della programmazione Eden Viaggi. L’operatore ha appena annunciato il lancio del nuovo catalogo monografico dedicato all’isola, già consultabile dal web site e a breve in distribuzione nella agenzie di viaggi in formato cartaceo. Principale new entry è l’Eden Village Marina Country, sito lungo la costa centro-orientale della

In catalogo anche Alghero

Sardegna sulla spiaggia di Marina di Orosei. Si tratta del terzo Eden Village sardo,che va ad affiancarsi al Colostrai ubicato nell’area di Costa Rei e al Ca-

la della Torre, nel golfo di Olbia.“Per quest’anno abbiamo scelto di ampliare la programmazione con strutture brandizzate spiega Cristina Brighetti, responsabile prodotto Sardegna di Eden Viaggi . Inoltre abbiamo scelto di focalizzarci su villaggi, hotel e resort con i quali abbiamo collaborazioni consolidate da tempo”. Il segmento Eden Special offre, invece, il Chia

Laguna Resort,nella zona del Sulcis, il Corte Rosada di Alghero che grazie alla vicinanza della Baia di Porto Conte si candida come struttura ideale per immersioni, bird watching e fotografia naturalistica. Spostandosi nel Golfo dell’Asinara si trova l’Eden Special Hotel Pedraladda; il Residence Badus è invece a Santa Teresa di Gallura,così come il Punta Falcone.

Il turismo responsabile di Ruta 40 Avvio d’anno all’insegna della sostenibilità per l’operatore che rivede itinerari e prodotti Sempre più distanti dal turismo di massa, per un’offerta su misura e “sostenibile”. Con questa filosofia, Ruta 40 tour operator inizia il suo 2011:“Vogliamo puntare sul turismo responsabile perché siamo convinti che ci siano ampi margini di crescita - spiega Roberto Pasqua, sales manager di Ruta 40 -. Per

questo motivo dal 2011 miglioriamo i nostri itinerari in Perù, in Patagonia e in Brasile”. Sul Perù, in particolare, le novità sono state presentate durante un roadshow in quattro tappe, a Roma, Bologna, Milano e Torino: “Si tratta di un nuovo tour di 15 giorni a bordo di fuoristrada 4x4 prosegue Pasqua -, or-

ganizzato insieme alla onlus Perù Responsabile e concepito come esperienza di turismo sostenibile”. Per questo viaggio Ruta 40 garantisce le partenze a luglio ed agosto per gruppi da 12 persone. Il tour operator traccia un bilancio positivo del 2010, con una chiusura prevista in linea con il

2009, superando i 500 passeggeri per circa 1 milione di euro di fatturato.Tra le destinazioni, l’Argentina rappresenta il 50 per cento del fatturato,seguita dal Cile (20 per cento) e Perù (15 per cento).Nel 2010,invece, la sorpresa è stata il Costa Rica, che ha registrato un aumento di passeggeri del 20 D.R. per cento.

9

Patto d’Oltralpe per Aeroviaggi ‘Moderatamente ottimista’. È questa la definizione che Antonio Mangia, presidente e direttore generale di Aeroviaggi, attribuisce alle proprie aspettative legate all’anno appena iniziato.“Le difficoltà ci sono, ancora e si fanno sentire - spiega -, chiaramente fa paura ma abbiamo preso le giuste misure e siamo certi che non perderemo quota.La contrazione economica è un peso,indubbiamente,ma siamo stabili”.E i numeri danno ragione al presidente. Stando alle prime prenotazioni la tendenza è al rialzo, con 1500 clienti in più per i prossimi mesi.“Si tratta per lo più di gruppi che scelgono di prenotare con anticipo - spiega -. Le difficoltà Sui periodi di spalla, in ci sono ancora particolar modo maggio ma abbiamo e settembre, l’anticipo preso le giuste nella prenotazione è nomisure. Siamo tevole, mentre l’estate ricerti che non mane ancora un’incogniperderemo quota ta ma, come dicevo, siamo ottimisti e sicuri di aANTONIO MANGIA vere operato bene”. ParPRESIDENTE E D.G. lando dell’anno appena AEROVIAGGI concluso, Mangia ha riscontrato un lieve decremento.“Nel 2010 c’è stato un calo - afferma -, non significativo anche perché abbiamo lasciato tre strutture alberghiere recuperandone solo una e diminuendo, quindi, la capacità”. Un resort farà invece ritorno quest’anno. Si tratta dello Sporting Club di Cefalù, rimasto fuori dalla programmazione nel 2010. Principale novità del 2011 è rappresentata dalla sigla di un contratto con un importante operatore francese che prevede un impegno di 240 camere settimanali nel Cala Regina di Sciacca. Un accordo che permette ad Aeroviaggi di consolidare ancor di più la sua posizione, già di S. GIA. primo piano, sul mercato francese.

Il long haul di Sardinia a International Travel Tempo di cambiamenti in caLA SCELTA AZIENDALE sa di Sardinia International. Il “Supporteremo la nuova tour operator ha infatti annun- società con tutti gli ciato la nascita di una nuova strumenti per una rapida società, chiamata Internatio- e positiva crescita”. Gian Mario nal Travel tour operator, che Afferma Pileri, titolare e direttore si occuperà di portare avanti di Sardinia International l’impegno sul medio e lungo raggio, precedemente gestito da Sardina International, promuovendo l’Oceano Indiano, Dubai,Abu Dhabi e Sudafrica. Sardinia, invece, si concentrerà unicamente sul prodotto Sardegna. I due operatori potranno inoltre contare su due differenti team anche se la sezione booking, commerciale e l’amministrazione rimarranno invariati. Una suddivisione che permetterà di rafforzare i rispettivi prodotti di riferimento, come spiega Gian Mario Pileri, titolare e direttore di Sardinia International Travel:“Supporteremo la nuova società con tutti gli strumenti necessari per una rapida e positiva crescita” afferma Pileri, annunciando poi le prossime operazioni di entrambi i t.o.“Stiamo già distribuendo i cataloghi per Dubai e Abu Dhabi, per l’Oceano Indiano e quello dedicato ai viaggi di nozze, ai quali seguirà - precisa Pileri - un intenso programma di formazione rivolto agli agenti di viaggi, con educational, workshop e serate a tema. Non mancheranno anche operazioni di comarketing con partner consolidati”. Per dare maggior rilievo a International Travel, che sarà guidato da Rossella Marzeddu nella veste di amministratore unico, vi sarà inoltre uno spazio espositivo nello scalo di Olbia.


TtgItalia Gennaio 2011 Turismo Responsabile