Page 1


reportage Destinazione Patagonia Una terra leggendaria, estesa fra grandi distanze, vette estreme e una natura atavica e meravigliosa. Oggi andiamo nella Patagonia argentina, a scoprire il fascino dei luoghi cantati da Sepúlveda e Bruce Chatwin. Destination: Patagonia Patagonia is a legendary, vast land featuring extreme heights and an atavistic, wonderful natural environment. We are going to take you to the Argentinian side of Patagonia, where you are about to discover the fascinating places celebrated in Sepúlveda’s and Bruce Chatwin’s works.

72

90

• Focus on p. 72

Perù, viaggio ai confini del mondo Città a più di tremila metri, trasporti e costumi antichi, testimonianze precolombiane ed ecosistemi di raro pregio. È il Perù, meta di un reportage in due puntate dal Parque Nacional Manu. Peru, a journey at world’s ends. Cities at a height of three thousand meters, ancient transports and costumes, pre-Columbian exemplars and precious eco-systems. Peru, a destination described in a reportage in two parts from the Parque Nacional Manu. Testi di Fabio Liverani Fotografie di Christian Patrick Ricci e Fabio Liverani

Testi e fotografie di Juza

• Focus on p. 48




REPORTAGE

testi di Fabio Liverani e fotografie di Christian Patrick Ricci e Fabio Liverani

Dalle

Ande alla selva

Viaggio in due puntate nel Per첫 pi첫 autentico (prima parte)

90

luglio/agosto 2011


91


La coltivazione della patata è un’attività agricola estrema qui In Peru, potatoes have been grown since ancient times, and potato farming is now a widespread activity 92

luglio/agosto 2011


praticata dall’antichitĂ

Ande

93


L’agricoltura, nella regione andina, è una pratica viva In the Andean region agriculture is still present, however, only as a means of subsistence 94

luglio/agosto 2011


Pilcopata

eppure di sussistenza

95


Gli indios dell’Amazzonia sono stati celebrati dal regista Herzog Amazonian Indians were portrayed by film director Herzog in his movie Fitzcarraldo

N

Manu, adventure and dreams

ei primi anni del Novecento, in Amazzonia, c’era un pazzo irlandese dal nome improA tour in the Peruvian Amazon forest: nunciabile da quelle parti: Brian Sweeney part 1. Fitzgerald. Si faceva chiamare Fitzcarraldo. Once upon a time, in the early twentieth century, in the AmaSognava di portare qui, nell’Amazzonia peruviana, Enrizon forest, a crazy Irish man who had an unpronounceable co Caruso, e costruire un teatro dell’opera. Sognava, Finame for the natives: Brian Sweeney Fitzgerald. He was natzcarraldo, anche una ferrovia transamazzonica, e un’immed after Fitzcarraldo and he dreamt of bringing here, in presa per trasportare il caucciù. Per far questo, trasferì the Peruvian Amazon forest, Enrico Caruso and building an una nave da un fiume all’altro attraverso una montagna. opera house. Fitzcarraldo dreamt of building a railway across Questa – in breve – è la trama della più grande opera cinematografica realizzata in Amazzonia, a firma I colori sono la caratteristica più the Amazon forest and an enterprise to carry the di Werner Herzog: quattro anni di lavorazione e distintiva delle visioni peruviane: rubber. To get his goal, he moved even a ship in particolare nei contesti sociali e from a river to another, crossing a mountain. – all’epoca, 1982 – uno dei film più costosi. La urbani, così affascinanti. This is – shortly – the plot of the greatest movie pellicola non contiene soltanto i sogni di FitzcarColours are the most outstanding shot in the Amazon forest, directed by Werner raldo e degli indios: vi si leggono anche quelli aspect of Peruvian life. They are del regista stesso che, a chi gli chiedeva perché distinguishing trait s especially in Herzog in 1982. The troupe worked for four years non mollasse tutto, rispondeva che non voleva the social and urban context, whi- and it was one of the most expensive movies of the ch are extremely fascinating. period. The film does not sum up just Fitzcarraldo vivere senza sogni, e che questo film era uno dei and natives’ dreams: it contains even the dreams of the director. suoi più grandi, e che veniva coronato dopo moltitudini di He had to face a lot of environmental and social difficulties, a lot difficoltà ambientali e sociali, di ferimenti e privazioni. of hardships and worries, but when somebody asked him why he Da questa parte di Amazzonia inizia anche la nostra piccola did not give up, he answered that he did not want to live without storia, proprio qui dalla Vecchia Montagna: ovvero Machu Picdreams, and that movie was one of his biggest dreams. chu, nella lingua nativa quechua. Un sito impervio nella valle Here, in this area of the Amazon forest our story begins, dell’Urubamba, poi un viaggio attraverso le Ande, e giù verso le 96

luglio/agosto 2011


nell’opera di Fitzcarraldo

Cusco

97


Cusco è famosa in tutto il mondo come antica capitale inca Cusco is worldwide known as the ancient capital city of the Inca Empire, but modern Cusco is also worth a visit 98

luglio/agosto 2011


Qosqo

ma la città moderna è da vedere

99


Da Cusco si parte per visitare lo straordinario Machu Picchu Cusco is the departure point for those, who travel to Perù to visit the magnificent Machu Picchu site pianure valicando la cloud forest, la foresta nuvolosa di montafrom the Old Mountain, the Macchu Picchu, in the Quegna, fino ad Atalaya – piccolo villaggio con porticciolo fluviale chua native language. It is a wild place, in the Urubamba – per scendere quindi l’Alto Rio Madre de Dios e risalire il Rio Valley. Then we are going to cross the Andean mountains, Manu nel cuore della rain forest, la foresta pluviale. going down and crossing the cloud forest of the mountain, Il viaggio vero inizia una mattina prima dell’alba. Dopo qualas far as Atalaya – a small village with a little harbor on che ora di trenino delle Ande, uno sterrato tortuoso in minithe river – running the Alto Rio Madre de Dios and then bus e qualche passo a piedi, ci sediamo: prendiamo posto, lo sailing the Rio Manu, in the heart of the rain forest. spettacolo sta per iniziare. Le nuvole si diradano, il primo ragIt is morning, before the dawn: our tour begins. We spend gio di sole squarcia la coltre nebbiosa dei 2.400 Un viaggio nel Perù più autenti- some hours on the little Andean train and lametri di quota e compare, come d’incanto, una co richiede almeno di valicare le ter on a minibus driving a twisting dirt road. delle meraviglie del mondo, patrimonio Unesco Ande: allora dalla città la direzione Then, we have a short walk and finally we can è la carretera Cusco-Pilcopata. fin dal 2003: un luogo straordinario visitato sit down: the show is about to begin. The clouda oltre quattrocentomila persone l’anno, una To take a journey to the most au- ds clear and a first sunshine burst through the thentic part of Perù, visitors will, gioia per gli occhi e il cuore, luogo di potenza e at least, have to cross the Andes: fog. We are 2.400 meters high and we can look magia. Fra le nuvole appare l’imponenza mistica those who decide to do it, will have at one of the wonders of the World, part of to travel along the carretera (road) del Machu Picchu. Pietre consunte che hanno Cusco-Pilcopata. the UNESCO heritage since 2003. It is really a visto dapprima la natura selvaggia e primordiale, wonderful place which is visited by more than poi il popolo inca che le ha edificate, ed oggi migliaia di apparfour hundreds thousand people every year, a feast for the tenenti all’ultima delle civiltà – quella del turismo di massa. eyes and for the heart, a place full of power and charm. The Da Cusco il viaggio prosegue in direzione decisamente ostinamystic majesty of the Macchu Picchu appears surrounded ta: ovvero valicare le Ande attraverso la carretera Cusco-Pilcoby clouds. These worn stones have seen at first the wild and pata. Poco più di duecento chilometri, che vantano una perprimitive nature, then the Inca Empire that built these great correnza minima di sei-otto ore di guida: uno sterrato stretto, buildings, and now thousands and thousands of people of tortuoso, che attraversa un territorio dapprima secco e d’alta the last of the societies: the mass tourism. We leave from Cusco 100

luglio/agosto 2011


Non soltanto sugli abiti e i tessuti: i colori peruviani ovunque sono protagonisti. Peruvian colours are not there just to enrich clothes and fabrics: they are the most noticeable feature in any context.

101


La cucina peruviana è un altro dei modi per visitare Trying Peruvian food is just another way of experiencing such a multi-flavoured country 102

luglio/agosto 2011


Sudamerica un Paese dai mille sapori

103


Vecchi camion rombano trasportando prodotti agricoli di necessità Old trucks roar on the streets as they carry agricultural products up to the most isolated areas of Per u, where they are needed quota. È questo il regno del condor, e dei contadini che strapwith a great goal: crossing the Andes driving the carretera Cuscopano – letteralmente – dalla terra dura prodotti agricoli che Pilcopata. More than two hundreds kilometers that we think we hanno dell’incredibile. Sono i contadini che rendono ricco can cover in about six-eight hours: a narrow and twisting dirt l’altipiano, con i loro aratri di legno a trazione animale, con road which crosses, first of all, a dry and high territory. This is the il sudore della loro fronte, la malattia del sonno e il mate kingdom of the condors and of the peasants who are able to cultide coca: una vita di fatica, ostile, per conquistare patate e vate wonderful agricultural products even if the ground is so hard mais alle alte quote, ma sempre con un sorriso in volto. and unfriendly. These peasants make this upland rich, with their La carretera, realizzata negli anni 1960 da Sven Ericson non wooden animal drawn plows, by the sweat of their brow, despite the senza difficoltà, è oggi un’importante via di cosleeping sickness and thanks to the mate de coca: a Sono i contadini che rendono ricco municazione dalla capitale storica del Perù – Cu- l’altipiano, con i loro aratri di le- hard life, just to conquer potatoes and corn even at sco – al territorio amazzonico del Madre de Dios gno: i prodotti della terra e degli high altitude, but always keeping on smiling. allevamenti si ritrovano sulle bane del Manu. Vecchi camion rombano trasportan- carelle dei centri urbani. The carretera has been built in the 60s by Sven Erido prodotti agricoli e generi di necessità, attravercson. He faced a lot of problems but today this road Peasants nurture the plateaus with sano guadi, affrontano frane, si danno il passo their wooden plows: products from is a very important communication route from the nelle rare piazzole, perché in due non si passa: the earth and from the animal historical capital of Peru – Cusco – to the Amazofarms are later found at the local nemmeno due automobili 4x4 possono incro- markets and shops. nian territory of the Madre de Dios and of the Rio ciarsi senza accostare e lasciar passare, di solito, Manu. Old trucks vroom carrying agricultural prochi procede in salita o chi si trova più lontano dallo spiazzo. ducts and goods, fording and facing landslides. If a truck meets La strada – chiamiamola così per convenzione – si inerpica fino another one that comes from the opposite direction, it has to stop a 4.200 metri sul livello del mare, attraversando alcuni pueblos. at a lay-by to allow the other truck to pass over. Neither two 4x4 Fra questi, il gradevole Paucartamo, assai apprezzato per jeeps can meet without stopping. Usually the car that is going una sosta. Risale, la strada, ancora: un altro passo, e poi uphill or that is further from the lay-by has the right to pass. le nuvole. È questo il punto esatto in cui, d’improvviso, The road climbs up to 4.200 meters above sea level, crossing some si attraversa il confine di un nuovo clima: le Ande, infatti, pueblos, such as the nice Paucartamo, where we have a very plea104

luglio/agosto 2011


Manu

anche nelle zone più marginali

Cusco, antica capitale dell’impero inca

È, ancora oggi, considerata la capitale storica del Perù. Di certo nessuno si offenderà se diremo che, di questo affascinante Paese sudamericano, è la città più conosciuta al mondo; ancor più di Lima, che ne è il cuore amministrativo, culturale, industriale e finanziario. Cusco fu la capitale dell’impero inca, e si trova in territorio andino nella valle del rio Huatanay, a 3.399 metri di quota. Attualmente conta più di trecentomila abitanti, e dal 1983 è un bene protetto dall’Unesco e inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità. Se, nonostante la fama archeologica, alla vostra prima visita vi trovate di fronte una città dall’aspetto architettonico relativamente moderno, dovete considerare che la sua lunga storia travagliata ha registrato anche terremoti devastanti, che spesso hanno distrutto gran parte delle costruzioni all’epoca presenti. L’ultimo, nel 1950, avviò la fase della rinascita turistica, e oggi Cusco appare come la meta più visitata dell’intero Perù. Per il resto, la sua anima si divide tra lo spirito incaico della fondazione leggendaria e l’impronta ispanica che le diedero i conquistadores in epoca coloniale. Accanto al nome della cartografia ufficiale – Cusco – si trova comunemente anche la dicitura Cuzco. Cusco, the ancient capital of the Inca Empire Today, it is still considered the historical capital of the Peru. We think that nobody would get into a huff if we said that it is the most famous cities of the country. It is the most well-known city of this charming South-American Nation. It is more famous than Lima, which is the administrative, cultural, industrial and financial heart of Peru. Cusco was the capital of the Inca Empire, and it is placed in the Andean territor y in the Valley of the Rio Huatanay. Its altitude is around 3,399 m. At the moment the city has a population of more than three hundred thousand inhabitants, and since 1983 it was declared a World Heritage Site in 1983 by UNESCO. It has an archeological reputation but, at a first sight, you probably see a modern skyline. In fact, this city has a long troubled story, characterized by terrifying earthquakes that have destroyed a lot of the ancient buildings. The last one, in 1950, marked the beginning of the touristic era, and today Cusco is the most visited site of Peru. Anyway, both the spirit of the Inca Empire and its legendary foundation and the Hispanic mark left by the conquistadores during the colonial epoch characterize the soul of Cusco. Cusco is the official cartographical name, but it is often spelled Cuzco.

105


Le piste nella foresta pluviale sono impervie e scivolose In the rainforest, tracks are hardly accessible and slippery respingono la coltre nuvolosa e umida, regalando al versant break. The road climbs again, another pass and then the sante ovest un clima secco e montano, offrendo all’est clouds. This is a sort of precise border: suddenly we find a different l’umidità penetrante, e concedono a chi passa di qua la climate. In fact, from this point, the Andes push away the meravigliosa sensazione di un repentino cambiamento blanket of fog and clouds. The western slope is characterized climatico, e di un’istantanea rivoluzione ambientale. by a dry and mountainous climate, and it leaves the peneEntriamo nel regno della pioggia e della nebbia, e trating humidity to the eastern side. Who crosses the pass scendiamo volentieri nella foresta nuvolosa di monhas the wonderful feeling to experience a sudden climatic tagna: ad accoglierci sono i colibrì, il rarissimo gallo change and an instantaneous environmental revolution. delle rocce (Rupicola peruvianus), il mitico We are entering the kingdom of rain and fog, and we quetzal, insetti a forma di spine (Homop- La foresta nuvolosa è habitat pri- are glad to go in the cloudy forest of the mountain: vilegiato di numerose specie anithera) e paesaggi primordiali. Vi sostiamo mali, tra cui il rarissimo gallo delle humming birds welcome us. We can even meet the due giorni, piove quasi sempre: e la fore- rocce e il mitico quetzal. so rare Andean cock-of-the-rock (Rupicola peruviasta ci regala diverse immagini di sé. The Cloud Forest is luckily home to nus), the mythical quetzals, insects who have the shaMa già Atalaya e il suo piccolo imbarcadero at- several animal species, such as the pe of spines (Homopthera) and primitive landscapes. extremely rare rock rooster and the tendono, un pipante – lunga barca di legno a legendary quetzal. We spend here two days and it rains almost ever: the motore, tipica del luogo – consente di discenforest offers us different imagines of itself. dere l’Alto Rio Madre de Dios e risalire il Manu, fiume dalle But Atalaya and its little harbor are waiting for us. A piacque rosse che si inoltra fino al cuore pulsante della foresta pante - a motorized dugout canoe – allow us to run the pluviale. Partiamo ancora una volta prima dell’alba: il nostro Alto Rio Madre de Dios and to sail the Rio Manu, the red Hyundai ferisce la notte con potenti fari, e per un momento water river that enters the rain forest up to its beating – un attimo soltanto – illumina un tigrillo (Leopardus tigriheart. Before the dawn we leave once again: our Hyundai nus) che probabilmente è in giro a caccia di roditori. pierces the night with its powerful head-lamps and for a moment – just a moment – it lights a tigrillo (Leopardus tigrinus) that, probably, is hunting some rodents.

106

luglio/agosto 2011


107


Rocce a strapiombo, vegetazione lussureggiante e foltissima The forest stands out for its steep cliffs, luxuriant and extremely thick vegetation 108

luglio/agosto 2011


Rupa-Rupa sono il tratto dell’area della selva

109


IN BREVE

Clouds

Il fascino estremo della Cordigliera andina, il leggendario sito di Machu Picchu, la foresta nuvolosa: gli ingredienti di un viaggio oltre i confini del tempo. Machu Picchu, una delle sette meraviglie del mondo moderno

Quella città fantasma situata a quasi duemilacinquecentro metri sul livello del mare, fatta costruire dal primo imperatore inca nel 1450, a lungo dimenticata e riscoperta soltanto nel 1911; quel picco della Vecchia Montagna, Machu Picchu in lingua quechua, che la sovrasta e protegge, confermando in tal modo la leggenda che vuole diverse aree delle Ande quali territori sacri per gli antichi incas. Arrivare, attraverso un viaggio lungo e tortuoso, davanti a questa scena – una delle più celebri e note al mondo – è un’emozione tutta da vivere. L’imponente sito archeologico nel cuore del Perù meridionale, visitato da quattrocentomila persone ogni anno, è tuttavia al centro di un importante dibattito sulle modalità di protezione. Bene dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1983, è chiaramente una meta turistica assai proficua per le autorità nazionali, che tuttavia sono chiamate a tutelarne il patrimonio anche limitando l’afflusso di visitatori, se necessario. È questo il motivo per cui è stata più volte contrastata la costruzione di una funivia, che potrebbe facilmente incrementare le presenze laddove oggi una via d’accesso lenta e faticosa può contribuire all’isolamento del luogo. Machu Picchu, nel 2007, è stato scelto come una delle sette meraviglie del mondo moderno, nel corso di un’iniziativa privata che ebbe enorme successo internazionale.. • 110

luglio/agosto 2011


Perù, Cusco Il Perù è uno Stato occidentale dell’America meridionale. Il suo territorio – il terzo per estensione del continente – è caratterizzato da tre differenti regioni geografiche: la Costa costituisce una stretta area litoranea, in gran parte desertica; la Sierra comprende gli altipiani e le alture delle Ande, una delle più imponenti catene montuose del pianeta, con vette che superano spesso i seimila metri; la Selva è un ampio bassopiano interno di ambiente tropicale e grandi fiumi.

Peru is a nation State in the western part of South America. Its territory – extending to a third of the continent’s length – is divided into three distinct different geographical regions: the Coast is a narrow strip by the sea, largely uninhabited; the Sierra includes the High Plains and the hills of the Andes - one of the most imposing mountain chains on Earth with various peaks higher than the six thousand meter mark; the Forest is a wide expansive lowland of tropical environment and great rivers.

PERù

LIMA CUZCO

AREQUIPA

La cloud forest, foresta nuvolosa A creare l’avvolgente atmosfera di nebbie e vapori, dove tronchi e foglie si intravedono come in forma evanescente, è il clima tipico delle aree tropicali e subtropicali. Le cosiddette foreste nuvolose sono enormi ambienti sempreverdi, generalmente montani, caratterizzati appunto da perenne bassa pressione con copertura di microcristalli d’acqua. A seconda delle caratteristiche meteorologiche locali, che a loro volta conseguono dalla distanza dal mare, dall’esposizione solare e dalla latitudine, l’altitudine alla quale è possibile trovare foreste nuvolose varia da un minimo di cinquecento metri ad un massimo di quattromila. È un ecosistema speciale ed assai prezioso dal punto di vista naturalistico. Il terreno e la vegetazione sono intrisi di elevata umidità – piogge annuali da cinquecento a diecimila millimetri, per una temperatura tra 8°C e 20°C – e questo favorisce lo sviluppo di consistenti biomasse ed alta biodiversità. Il numero delle piante endemiche presenti in una foresta nuvolosa può essere davvero alto, così come quello delle specie animali, soprattutto uccelli. Purtroppo, il delicato equilibrio ecologico di questo ambiente lo rende assai vulnerabile alle sfide che attendono il nostro pianeta in materia di cambiamenti climatici globali. •

111


Ande, lungo sette Stati a quattromila metri Le Ande sono la catena montuosa più importante del continente sudamericano: la cordigliera, infatti, è un lungo cordone di cime che si estende lungo l’intero profilo occidentale, dall’istmo di Panama al capo Horn, per un totale di settemiladuecento chilometri, attraversando sette Stati – Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile e Argentina – per un’altezza media di circa quattromila metri sul livello del mare. La cima più alta, l’Aconcagua, si trova nelle Ande argentine e si innalza fino a 6.962 metri; in quelle ecuadoriane, invece, il vulcano Chimborazo è il punto più distante dal centro della Terra, grazie al rigonfiamento equatoriale. La catena è costituita da rocce metamorfiche e magmatiche. Presenta una larghezza massima pari anche a cinquecento chilometri, nelle zone in cui si divide in diverse cordigliere o rami, ovvero la Cordillera Oriental e la Cordillera Occidental, separate da aree di depressione intermedia su cui si ergono altre catene minori e si sviluppano altipiani – in particolare, tra le latitudini 18°S e 20°S. Le Ande centrali, corrispondenti al territorio del Perù e del Cile, sono disposte in due catene separate dall’altopiano andino. Proprio qui si sono riscontrati i più elevati livelli di sviluppo economico e sociale di queste vette. •

Ringraziamenti Gli autori desiderano menzionare in questa sede, in modo particolare, la guida Nicolas Quinte che li ha accompagnati alla scoperta della terra peruviana, e lo staff che ha reso possibile il soggiorno, dal formidabile cuoco che con poco o nulla realizzava piatti deliziosi, agli abili conducenti dell’autovettura e dell’imbarcazione. Inoltre: Ruta 40 tour operator, per l’organizzazione in loco – www.ruta40.it; Klm/Air France e Taca Airline per il supporto voli; Manfrotto Trading (Manfrotto, Gitzo, LitePanel, Kata), Nital, Easydive, Domoexperience per le attrezzature.

112

luglio/agosto 2011


IN BRIEF

wonder

The extreme charm of the Andean mountains, the legendary site of Macchu Picchu, the cloud forest: these are the right ingredients to have a journey beyond the boundaries of time. Macchu Picchu, one of the seven wonders of the modern world

A ghost city placed nearly two thousand five hundred meters above sea level that was built by the first Inca emperor in 1450. It has been forgotten for a long time and rediscovered just in 1911; the peak of the Old Mountain, Macchu Picchu in quechua, overlook and protect it: it is the confirm that, according to the legend, ancient Inca considered some areas of the Andean mountains as sacred territories. Looking at this wonderful landscape – one of the most famous and well-known of the world - after a long and tortuous road is really a great emotion to experience. Deep in the heart of the southern Peru you can find this impressive archaeological site, which is visited by four hundred thousand people every year. Today there is an important debate about the modalities for the safeguard of the site. It was declared a World Heritage Site in 1983 by UNESCO, but it is even an important and profitable touristic destination. It is important that national authorities protect this heritage, even limiting the access and doing what is necessary. For example, the building of a cableway has been hampered many times, even if it could help to increase the number of tourists. In fact, today, the twisting and difficult road to get the site can contribute to its isolation. Macchu Picchu, in 2007, was chosen as one of the seven wonders of the modern world. This list was written by a private-enterprise and had a great international success. •

Acknowledgement Authors thank particularly Nicolas Quinte, their guide who makes possible the discovery of the Peruvian land, and the staff that has made possible the stay: the wonderful cook who succeeded in preparing delicious dishes with few ingredients, the skilled drivers of the car and of the boat. Then, the Ruta 40 tour operator, for the organization in loco – www.ruta40.it; Klm/Air France and Taca Airline for the flights; Manfrotto Trading (Manfrotto, Gitzo, LitePanel, Kata), Nital, Easydive, Domoexperience for the equipment. •

113


The cloud forest The typical climate of the tropical and sub-tropical areas contributes to create the charming atmosphere of fogs and vapours that transform trunks and leaves in evanescent shapes. The so-called cloud forests are wide evergreen montane environments, characterized by a persistent low-pressure and a covering of water microcrystals. Dependent on local climate, which is affected by the distance to the sea, the exposition and the latitude, the altitude of the moist forest varies from 500 m to 4000 m above sea level. It is a very special and precious ecosystem from a naturalistic point of view. The soil and the vegetation are really moist - annual rainfall can range from 500 to 10000 mm/year and mean temperature between 8 to 20°C – and this high moisture promotes the development of a high biomass and biodiversity. The number of endemic plants can be very high, as well as of animals, above all of birds. Because of their delicate dependency on local climate, cloud forests will be strongly affected by global climate change. •

Andes, along seven countries at four thousand meters of altitude Andes are the most important mountain range of the South American continent. The Andean mountains are a long chain of peaks that runs along the whole western profile, from the isthmus of Panama to Cape Horn. It is seven thousand and two hundred kilometers long. It extends to seven countries– Venezuela, Colombia, Ecuador, Peru, Bolivia, Chile and Argentina – and it has an average height of nearly four thousand meters above sea level. The highest peak, the Aconcagua, is located in the Argentinian Andes and it reaches 6.962 meters. The Chimborazo volcano, instead, is located in the Andes of Ecuador and its summit is generally regarded as the spot on the surface farthest from the centre of the Earth, because of the Earth’s equatorial bulge which is thicker around the Equator than measured around the poles. The range is constituted metamorphic rocks. It can be even five hundred kilometers wide, in the areas where is split into different cordilleras or ranges, that is the Cordillera Orientale and the Cordillera Occidental, which are separated by intermediate depressions. The Andes is the location of several high plateau, above all between 18 degrees South and 20 degrees South latitude . The Central Andes, including the Chilean and Peruvian cordilleras, are two different ranges separated from the Andean plateau. Here you can find the highest level of economic and social development of these peaks.•

114

luglio/agosto 2011

Ev Magazine Luglio 2011 Perù  

Speciale Perù uscito su Ev Magazine / Press Ruta 40

Advertisement