Page 51

fig. 14

Essa recita: “Il Quadrato del periodo siderale di un pianeta (P) è uguale al Cubo del suo semiasse maggiore (A)” Da cui:

P 2= a3

“Stranamente” ritroviamo i numeri alla base della frazione di cui sopra (2/3) in un rapporto spazio-temporale. Di conseguenza, in questa realtà il movimento obbedisce a costanti frazionarie presenti nel Campo. Tale costante è rintracciabile anche in uno dei più grandi misteri della matematica di tutti i tempi: Il Teorema di Fermat. Davvero complicato per i non addetti ai lavori, vero? Ma il grande “potere” del mio metodo di ricerca, basato sul simbolo, sull’intuito e sull’analogia, è proprio quello di semplificare e rendere accessibile a chiunque ciò che altrimenti risulterebbe estremamente complicato e per “pochi eletti”. Quindi, torniamo a Dendera. Osserviamo che tipo di rapporto frazionario esiste fra i 12 esseri posti all’esterno della Via Lattea. Essi possono essere suddivisi in 3 gruppi di 4 esseri. Quindi l’intervallo in questione è pari a 3\4 o, specularmente parlando, pari a 4\3. Fu Cartesio il primo ad accorgersi che l’angolo di rifrazione di un raggio di luce che passa da un mezzo ad un altro, e quindi dall’aria all’acqua, è pari a 4/3. Dopo aver stabilito tale costante, Cartesio fu in grado di calcolare l’angolo di rifrazione della luce in un cristallo (pari a 3/2). Ciò diede inizio alla produzione di lenti capaci di prestazioni ottiche impensabili pochi anni prima. La ragione per cui ho riportato questi esempi, ai quali, tra l’altro, potrei aggiungerne molti altri, è quella di dimostrare che l’”ufficialità” è un concetto che trae origine da ”informazioni millenarie“ ingiustamente bistrattate.

fig. 17

fig. 15

fig. 18

fig. 16

IL GENIO Come ho accennato, chiaramente l’Ottava si ripercuote anche sul piano spirituale, oltre che su quello conoscitivo. Il fulcro della sua filosofia, per riprendere un esempio già citato in precedenza, è sintetizzabile attraverso l’incisione della Puerta del Sol. Se osserviamo con attenzione l’immagine, possiamo vedere che tutti gli esseri sono formati da animali, altri esseri, ecc, - esattamente come il loro creatore Viracocha (Fig.7 a). Tutto ciò, a mio avviso, per mettere l’accento su un fatto essenziale, il seguente: DIO è in tutto ciò che ci circonda DIO è LA CREAZIONE, come LA CREAZIONE è DIO Quindi, l’immanentismo ed il panpsichismo sono il fulcro tale sistema conoscitivo. Di conseguenza, tutti coloro che sposavano l’Ottava in passato ebbero la certezza di poter trarre direttamente dalla natura qualsiasi tipo di suggerimento utile a creare un tipo di scienza... sacra. Essi non potevano fare a meno di adorarla, ma soprattutto nulla avrebbero fatto per distruggerla. In un simile contesto può e deve inserirsi Leonardo da Vinci, poiché è storicamente risaputo con quale amore si rivolgesse alla “natura”, da lui ritenuta unica vera ispiratrice delle sue invenzioni. Perciò non dovremmo stupirci più di tanto nel constatare che egli spesso abbia messo in risalto la sua conoscenza del sapere in esame, inserendo numeri “sonici” nelle sue opere.

51

RunaBianca aprile 2012

A questo punto devo ammettere che il 72 è stato soprattutto una scusa, un’esca, spero non me ne vogliano i lettori, per condurvi a Milano al cospetto della Sala delle Asse (Fig.13), all’interno del Castello Sforzesco. Lì esistono centinaia di metri quadri di un affresco dipinto dal grande Leonardo, conservato egregiamente purtroppo solo nella parte riguardante il soffitto della Sala. E’ la rappresentazione di un meraviglioso bosco di alberi di gelso. Ponendosi al centro della Sala, si può facilmente osservare che cosa secoli fa Leonardo decise di dipingere intorno allo stemma del suo munifico “protettore”, il Moro. Visibile ad occhio nudo o meglio con una qualsiasi macchina fotografica dotata di zoom, è possibile osservare una ghiera di numeri 8, a testimonianza non solo del suo sapere, ma soprattutto di tutto ciò che finora ho riportato in questo articolo. Se vorrete utilizzare il numero come chiave, potrete scoprire 32 numeri 8 posti come una corona intorno agli apici di 16 alberi (Figg.14-15-16). Sostanzialmente, dopo millenni, la struttura numerica della Puerta del Sol fu ripetuta in Italia.

RunaBianca aprile 2012

51

Profile for Runa Bianca

RUNA BIANCA n°9 - Aprile 2012  

RunaBianca rivista di libera consultazione su : Archeologia, Scienza, Benessere, Medicina, Filosofia e Misteri

RUNA BIANCA n°9 - Aprile 2012  

RunaBianca rivista di libera consultazione su : Archeologia, Scienza, Benessere, Medicina, Filosofia e Misteri

Advertisement