Page 1

TALENT SkOUT

Mensile n°12 Dic. 2011 Euro 1,50

Iscr. Trib. Di Ascoli Piceno al N° Reg. 440 in data 20/12/2005

Per la Vostra Pubblicità e Realizzazioni Video

info: 331.28.24.808 -

donatopelusi@hotmail.it - www.retetvitalia.it

TALENT SkOUT

Mensile n°12 Dic. 2011 Euro 1,50

Iscr. Trib. Di Ascoli Piceno al N° Reg. 440 in data 20/12/2005

CRONACA DI UN AMORE Michelangelo Antonioni

RECENSIONE DEL FILM CURATA DA DONATO PELUSI

CRONACA

NETWORK STREAMING WEB TELEVISON

GOSSIP PRODUZIONI E DISTRIBUZIONI VIDEO TV

VIA MONTORIO,3 (CONA) TERAMO

ARTE

Pizzeria d’asporto consegna domicilio

FUMMETTI

SEGUITECI TUTTI I GIORNI CON I FORMAT DI Donato Pelusi

DAL LUNEDI A DOMENCA

TEATRO

UFF. STAMPA E MARKETING

Redazione: Collecaruno,1 Teramo

Dir. C. Donato Pelusi retetvitalianetwork@gmail.ocm Donato Pelusi

GAME RACCONTI

Teramo C.so San Giorgio, 126 tel. 340.92.66.983 chiuso Lunedi

L’inganno Donato Pelusi

BAR GELATERIA SILVERII

Viale Mazzini 11 Teramo

EDIZIONI C.DONATO PELUSI - RETE TV ITALIA - CONFARTISTI COMMUNICATION

TABACCHERIA

News

WWW.RETETVITALIA.IT

Network WEB E TELEVISION WWW.RETETVITALIA.IT CAFFETTERIA DELLA BIBLIOTECA DELFICO

CALZATURE

VIA G. D’ANNUNZIO, 94 Zona POSTE CENTRALI - TERAMO

SU EDIZIONI C.DONATO PELUSI - RETE TV ITALIA - CONFARTISTI COMMUNICATION WWW.RETETVITALIA.IT


TALENT SkOUT

News

Tumori seno,effetti collaterali cure

Medicina

Circa un terzo delle donne con un cancro al seno smette di prendere i farmaci a causa degli effetti collaterali. Lo ha verificato uno studio americano della Northwestern University, segnalato dalla Bbc, condotto su 686 donne in terapia con gli inibitori dell'aromatasi per cancro al seno sensibile agli estrogeni. I ricercatori hanno visto che il 36% interrompeva la terapia per sintomi come dolori articolari, vampate di calore, aumento di peso e nausea.

Motore a vapore piu' piccolo del mondo

Scienze

E' stato costruito il motore a vapore piu' piccolo al mondo: nonostante le sue dimensioni di pochi millesimi di millimetro, funziona al pari di quelli piu' grandi, anche se produce qualche scoppiettio. Il risultato, descritto sulla rivista Nature Physics, dimostra per la prima volta la possibilita' di convertire l'energia termica in energia meccanica in modo efficiente a livello microscopico e segna un passo in avanti fondamentale per realizzare micromotori sempre piu' affidabili e d e f f i c i e n t i .

Apple, 100 mln app scaricate in un anno estrema

Tecnologia

Il Mac App Store di Apple tocca quota 100 milioni di download in meno di un anno. Lo rende noto Cupertino sottolineando che lo store ''e' il negozio di software per computer piu' vasto e con il piu' elevato tasso di crescita al mondo''. L'App Store, in generale, conta ora oltre 500.000 di applicazioni, gli utenti hanno effettuato 18 miliardi di download e ne continuano a scaricare piu' di 1 miliardo al mese.

Videogame Natale, da balli a sparatutto

Game

Dopo l'albero e il cenone la console e' entrata tra i classici del Natale. Ecco allora i videogame delle feste: non puo' mancare Super Mario Land il classico di Nintendo ma in 3D, l'adrenalinico Call of Duty Modern Warfare 3. In tema di saghe ecco Battlefield 3, Assassin's creed e The Elder Scroll. Per smaltire i pranzi delle feste c'e' Your shape Fitness Ev. 2012 e Just Dance 3 e per stare sull'attualita' Occupy The Game ispirato alla protesta degli indignati.


TALENT SkOUT

Racconti

Arte

L’INGANNO Frate Giulio il frate di un'antico borgo di montagna in Abruzzo, aveva ormai percorso gran parte di tratturi e fossi . Per le ventuno sarebbe giunto a casa dei Malatesta, somministrando l'estrema unzione al vecchio Gabriele Malatesta un vecchio, ma ricco nobile abruzzese. Un passo dopo l'altro lungo il tragitto accompagnato da un asino, ripensava sugli eventi che l'avevano trattenuto così a lungo presso il convento, si ripromise di fare ammenda innanzi a Dio per essere nuovamente ricaduto nella tentazione del giuoco. “Che non accada mai più!” si riprometteva a denti stretti, mentre la falcata si faceva più ampia ed il respiro sempre più affannato dagli sforzi provocati nel trascinare l'asino. “Quando sarò di ritorno, brucerò le carte nel caminetto, e non oserò che il mio ministero sia più disturbato da simili, scellerate, passioni!”. Sono stanco di giocarmi i soldi del convento per vincere abbacchi e lonze contadine, frittate di rape e qualche trota al forno quasi sempre salate o per un vinello teramano. Si aggiustò il saio come se volesse ripulirlo e tirò uno schiaffo sulle orecchie dell'asino, sbuffando per il nervosismo e la fatica, e s'incamminò verso la gran salita di Civitella del Tronto che, dopo il ponte di pietra, segnava l'inizio della proprietà del suo assistito. Era impegnato ad affrontare quell'ultimo tratturo, che già i suoi occhi colsero il bagliore sprigionato da una bella creatura dall'età di ventenni. Come ti chiami disse il Frate avvicinandosi come un lupo e lei con una voce sensuale e provocatoria le rispose:

News

Firenze, arch. Desideri: con il nuovo teatro abbiamo realizzato un miracolo

Tel.0861.2439.18

Galleria d’Arte Antica Di Battista di Crescentini Enrica

L’inganno

Via Gabriele D’Annunzio , 42 Teramo

Galleriadibattista@gmail.com

di C.Donato Pelusi : Mi chiamo Matilde ed era la la figlia del suo assistito moribondo proprietario dell'immenso podere. Ma un lento movimento, del corpo della fanciulla esattamente il fondo schiena cambiò la vita al giovane frate già peccatore col giuoco, alla fine del sentiero, fu attratto repentinamente dalle attenzioni di Matilde. Un riflesso di luna, una nebbia fitta, dal principio.. il frate la invitò a salire sul suo asino, prese in braccio la ragazza e toccandola per i seni, perse la testa e la baciò sulle guance dicendole che così avrebbe vinto il freddo e la nebbia, Matilde in realtà voleva carezze e attenzione dal frate ormai famoso al convento per la sua bellezza e il suo fascino di giocatore incallito, poi una sagoma un giovane che si avvicinava moribondo. indiscutibilmente, verso di lui. Ebbe un sussulto per lo spavento, e si arrestò di colpo, interdetto. “Che si possa trattare di qualcuno dei Malatesta che, avendomi scorto a baciare la giovane donzelletta mi vuole ricattare, mi viene di fronte?”

Continua

L'esperto traccia all'Adnkronos un bilancio dello stato dei lavori del nuovo complesso del Maggio Musicale in vista dell' inaugurazione parziale del 21 dicembre. Per il 24 novembre dell'anno prossimo sarà completata tutta la struttura, compreso l'auditorium da 1.100 posti ''Il 21 dicembre -spiega Desideri- inauguriamo il teatro lirico, ma con un assetto concertistico, grazie al montaggio di una conchiglia acustica in palcoscenico.

Abbiamo aperto il cantiere e nel 2011 l'inauguriamo. Un vero record''. Lo afferma all'Adnkronos l'architetto Paolo Desideri, dell'Abdr Architetti Associati, lo studio vincitore del concorso internazionale per la costruzione del nuovo teatro, del quale Desideri fa parte insieme con i colleghi Maria Laura Arlotti, Michele Beccu e Filippo Raimondo.


TALENT SkOUT Pittura La giovinezza e la formazione (1571 - 1595)

Ragazzo con canestro di frutta, 1593-1594. Olio su tela, 70 × 67 cm. Roma, Galleria Borghese.

Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, nacque a Milanoè probabilmente il 29 settembre 1571, dai genitori Fermo Merisi e Lucia Aratori, originari di Caravaggio, un piccolo centro della Bergamasca dove si erano sposati nel precedente gennaio.Fu battezzato il giorno dopo nella chiesa di Santo Stefano in Brolo", nel quartiere milanese dove alloggiavano le maestranze della Fabbrica del duomo delle quali faceva probabilmente parte anche il padre di Michelangelo, di mestiere mastro muratore. I6 aprile 1584: per poco più di quaranta scudi d'oro [...] Va dietro il maestro ad affrescare, nella chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, in quella di San Barnaba».

Teatro L'apprendistato del giovane pittore si protrasse per circa quattro anni, durante i quali apprese la lezione dei maestri della scuola lombarda e veneta. Giulio Mancini, uno dei suoi biografi, nelle "Considerazioni sulla pittura" del 1621, racconta dell'infanzia di Caravaggio, sottolineando il forte carattere dell'artista già in quei primi anni: «Studiò in fanciullezza per quattro o cinque anni in Milano, con diligenza ancorché di quando in quando, facesse qualche stravaganza causata da quel calore e spirito così grande». Il 6 aprile 1588 scadeva il contratto con il suo maestro; il giovane pittore probabilmente in quegli anni abbandonò Milano per trasferirsi a Venezia, e conoscere da vicino l'opera dei grandi maestri del colore, Giorgione, Tiziano e Tintoretto.

News

Eduardo de Filippo La Prima Regia

Danza Stagione di Danza

Figlio d'arte, Eduardo de Filippo nasce a Napoli il 24 maggio del 1900, dall'unione di Luisa De Filippo con l'attore e commediografo Eduardo Scarpetta (l'autore di "Miseria e nobiltà"). Nel 1904, Eduardo debutta giovanissimo come giapponesino al Teatro Valle di Roma ne "La geisha", firmata dallo stesso Scarpetta. Dopo quella prima breve esperienza prende parte ad altre rappresentazioni come comparsa o i n p i c c o l i r u o l i . A soli undici anni i genitori decidono di mandarlo nel collegio Chierchia di Napoli, per il suo carattere un po' turbolento e per la scarsa propensione agli studi. Ma solo due anni dopo, quando è al ginnasio, interrompe gli studi e continua la sua istruzione sotto la guida del padre Eduardo.

Prosa

Khota.teatro e Teatro Stabile d’Abruzzo ALESSANDRO PREZIOSI a Teramo Cyrano De Bergerac

Teatro Comunale 7 febbraio 2012 ore 21.00

La Bayadère Slovak National Theatre Ballet Teramo Teatro Comunale martedì 24 gennaio 2012 - ore 21.00 Il quale per oltre due ore al giorno lo costringe a leggere e ricopiare testi teatrali. Inoltre, quando capita l'occasione, il giovane De Filippo non disdegna di partecipare a lavori teatrali, nei quali dimostra una innata bravura, particolarmente per il repertorio f a r s e s c o . Nel 1914 a quattordici anni, Eduardo entra stabilmente nella compagnia del fratellastro Vincenzo Scarpetta, nella quale Eduardo fa di tutto, dal servo di scena, all'attrezzista, dal suggeritore, al trovarobe, e vi rimane fino a quando viene chiamato per il servizio militare, dal 1920 al 1922, ma non prima di pubblicare il suo primo atto unico "Farmacia di turno", nel 1920. Finito il militare De Filippo lascia la compagnia di Vincenzo Scarpetta per passare a quella di Francesco Corbinci, con il quale esordisce, per la prima volta in una regia impegnata, al teatro Partenope di via Foria a Napoli con "Surriento gentile" di Enzo Lucio Murolo.


TALENT SkOUT

Celluloide

I GRANDI REGISTI Michelangelo Antonioni

Di famiglia della media borghesia, dopo il diploma all'istituto tecnico consegue la laurea in economia e commercio all'Università di Bologna. Durante il periodo universitario trova anche il tempo di vincere un Littoriale della cultura e dell'arte, poi ha alcune esperienze teatrali e comincia ad interessarsi di cinema alla fine degli anni trenta scrivendo sul Corriere Padano di Nello Quilici e più tardi, dopo essersi trasferito a Roma, su Cinema nella cui redazione incontra intellettuali come Cesare Zavattini, Umberto Barbaro, Massimo Mida. Frequenta il Centro Sperimentale di Cinematografia

CinestorY nel 1942 collabora alla stesura della sceneggiatura di Un pilota ritorna di Roberto Rossellini. Dopo essere stato aiuto regista di Marcel Carné in Francia, nel 1943 rientra in patria a causa degli eventi bellici e inizia a girare il suo primo cortometraggio, Gente del Po, che riesce a terminare soltanto nel dopoguerra. Nel 1945 mette a punto con Luchino Visconti due progetti che non saranno mai tradotti in film e l'anno successivo scrive, con altri, la sceneggiatura di Caccia tragica di Giuseppe De Santis, a cui fa seguito la regia del suo secondo documentario, N. U. - Nettezza urbana. Dopo altri cortometraggi, superate varie difficoltà, nel 1950 riesce finalmente a dirigere il suo primo lungometraggio: Cronaca di un amore, restaurato nel 2004, opera personalissima in cui, col pretesto di un intreccio noir, descrive la crisi di una coppia rappresentativa di certa società borghese contemporanea. Negli anni seguenti dirige tre lungometraggi di assoluto valore, tutti ben accolti dalla critica ma non altrettanto apprezzati dal grande pubblico: cinematografico; Le amiche, del 1955, film tratto dal romanzo di Cesare Pavese Con Il grido, film del 1957 tenta di superare stili e tematiche dei precedenti lavori per concentrare l'attenzione sull'individuo, sulle sue crisi esistenziali, sul suo vivere.

Cronaca di un amore Film 1950 Michelangelo Antonioni

Cronaca di un amore è un film del 1950 diretto dal regista Michelangelo Antonioni. È stato il primo lungometraggio diretto dal regista ferrarese. Tutto comincia sul Po. Oppure in un laboratorio dell'industria dei fumetti, o ancora lungo le strade deserte e tra gli spazzini di Milano in un'alba intessuta di silenzio e lavoro. Quello che conta è che a ridosso di «Cronaca di un amore» (1950), l'esordio di Antonioni nel lungometraggio, ci sono i cortometraggi documentari realizzati tra il 1943 e il 1949: «Gente del Po»,«N. U.», «L'amorosa menzogna», «Superstizione». Un'officina dello sguardo grazie alla quale Antonioni imbocca da solo la strada del neorealismo e definisce i punti cardine (ma non necessariamente programmatici) della propria poetica: il paesaggio come elemento significante e non come accessorio, la ricerca di una verità nascosta al di sotto delle apparenze, l'individuo come oggetto unico e imprescindibile dell'indagine.

News

Come Visconti, anche Antonioni si affida per il suo primo film a soggetto agli schemi consolidati del melodramma e del noir. La sua «Cronaca», infatti, comincia come un'inchiesta: indagando sul passato della moglie di un industriale milanese, un detective scopre una sua relazione giovanile su cui grava il sospetto di un quasi omicidio(meglio, di un'omissione di soccorso ai confini dell'omicidio)proprio mentre la donna sta progettando col suo amante di un tempo, con cui ha riallacciato il rapporto, l'assassinio del marito. Triangolo amoroso e un pizzico di giallo: forse è per questo che, almeno dal punto di vista dell'intreccio, "Cronaca di un amore" appare così diverso - più strutturato, apparentemente più "tradizionale" - rispetto alla stagione inaugurata dalla trilogia («L'avventura», «La notte», «L'eclisse»).

PROGRAMMI TV Lun

Mar Mer Giov Ven Sab Dom

07:55 Cartoon 3D Trailer Games 13:55 trailer Cames Cortonovelas 18:30 Shortland 19:55 Cartoon 3D 22:30 Viaggioone 22:45 Capitani in Mezzo Al Mare 23:00 Cinestory

Live Streaming www.retetvitalia.it

Internet

LIVE ORE 24 da Gennaio 2012 CANALE 1 Eventi in Abruzzo Cartoon 3D - La Via dell’Arte Special Fichi d’india a Teramo


TALENT SkOUT

Botanica

frutta e verdura

Foeniculum vulgare

Calendula officinalis

Il mirtillo

Finocchio

Fiorrancio, Calandria

le sue proprietà terapeutiche

News

Il Cavolo

Descrizione:

Nome botanico: Foeniculum vulgare N o m e Vo l g a r e : F i n o c c h i o F a m i g l i a : A p i a c e a e Categoria: erbacee perenni Descrizione: Il finocchio amaro o selvatico (var.capillaceum Gilib.) cresce in luoghi soleggiati, ghiaiosi, specialmente nell'Italia peninsulare e insulare. Noto da secoli, questa specie di finocchio veniva usato per aromatizzare i liquori, le pietanze e per preparare medicinali. Il finocchio dolce (Foeniculum dulce Mill.) è quello comunemente coltivato invece come ortaggio è una pianta perenne o biennale. La propagazione avviene per seme che si effettua in pieno campo tra febbraio e marzo, se la semina è riuscita troppo fitta si può fare un diradamento fra maggio e g i u g n o .

E' interessante parlare di questa pianta soprattutto per sue virtù terapeutiche ormai note a tutti. Le sue proprietà sono molteplici e si utilizza sia per i problemi esterni sia interni. La si trova in molti preparati erboristici e la sua attività si sviluppa ad ampio raggio: è antinfiammatoria, antisettica, antiparassitaria, cicatrizzante, ipotensiva, vasodilatatrice periferica, antispasmodica,

Frutto tipico del sottobosco, vanta numerose proprietà terapeutiche in parte derivate dalle sostanze antiossidanti che contiene, in grado di prevenire patologie cardiovascolari, proteggere dai tumori e addirittura ritardare il naturale processo di invecchiamento. È inoltre indicato per tutte le forme di disturbi intestinali, del fegato, tendenza alle emorragie per fragilità dei capillari, disturbi della circolazione in generale e problemi alla vista..Il mirtillo nero contiene la vitamina B9, i tannini e in grande quantità le antocianine che rendono i tessuti capillari più forti ed elastici. In particolare è ricco di acido folico, una vitamina molto importante. Tutte queste sostanze favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica, migliorando la vista specialmente la sera, quando c'è poca luce.

IL CAVOLO: Coltivato in numerose varietà (cavolo verza, cavolo cappuccio, cavolo rapa, cavolo rosso, cavolfiore, cavolini di Bruxelles...) le sue straordinarie proprietà sono note fin dai tempi più antichi. Infatti il cavolo è sempre stato utilizzato, per via esterna e per uso orale, in numerose e svariatissime affezioni: dai geloni alle ulcere, dalle emorroidi alle emicranie, dalle coliti alla gotta. Il fegato trae vantaggio dall'uso del cavolo: le foglie più esterne (più ricche di principi attivi), private della costola dura, schiacciate e poi applicate in due o più strati sul fegato contribuiscono a calmare il dolore in caso di coliche o congestioni e sono utili anche in caso di insufficienza epatica. L'applicazione va rinnovata ogni 4-5 ore. Anche per uso orale, il cavolo crudo (cotto perde gran parte delle sue proprietà e risulta indigesto a molti), tagliato sottile e condito, oppure sotto forma di succo centrifugato, dà il suo apporto notevole nella risoluzione degli stessi problemi.


TALENT SkOUT

Cocktail

Gusti e sapori I piatti tipici della cucina africana

Alexander Cocktail

News

Il Vascello

Specialità Teramane

Viale Cavour,110 Teramo

Ristorante

A Pranzo menù Completo + Bevande a soli Euro 10,00

Tel. 342.35.83.757 Chiuso la Domenia

La base alcolica dell'Alexander è composta dal cognac, o nella versione Brandy Alexander, dal brandy, distillato analogo al cognac francese di produzione italiana, anche se sembra che la prima versione di questo cocktail fosse il Panamà dove al posto del cognac si usava il gin.

L'Alexander è uno dei cocktail storici, presente fin dagli inizi del Novecento nelle raccolte di bevande miscelate. L'Alexander è stato creato a Londra nel 1922 da Henry McElhone, barman del Ciro's Club, in onore di una sposa famosa ed il suo nome si ispira al condottiero greco Alessandro Magno.

Le caratteristiche fondamentali di questo cocktail sono la sua cremosità, è molto vellutato al palato, il suo profumo intensificato dalla noce moscata ed un discreto grado alcolico. L'Alexander non è adatto come aperitivo, dato l’impiego di ingredienti cremosi e aromatici, ma piuttosto come after dinner. Viene servito nella doppia coppetta da cocktail. Tipo di cocktail: after dinner, short drink Grado alcolico: 18,9° alcolici Categoria alcolica: molto alcolico Ingredienti 2 cl cognac o brandy 2 cl crema di cacao scura o bianca (la seconda dà un effetto scenico migliore 2 cl panna liquida o crema di latte Decorazione: una grattugiata di noce moscata Agitare bene in uno shaker tutti gli ingredienti con ghiaccio, versare in una doppia coppetta da cocktail, guarnire con una spolverata di noce moscata e servire..

Curried crayfish: aragosta stufata in agrodolce con marmellata di albicocche e curry. Samaki wa nazi: pesce marinato e cotto nel latte di cocco e curry.

Sauce d'avocat: un antipasto tipico dello Zaire a base di avocado, acciughe, cipolline, aglio, condito con maionese. Salade de papaye: insalata di papaia tipica del Togo. Sorba: zuppa di verdure tipica del Sudan con carote, cipolle, cavolo, fagiolini, aglio, insaporita con ossa di bue, burro di arachidi e succo di limone, servita spesso con riso bollito. Matoke: zuppa di banane tipica dell'Uganda, costituita da un fondo di cipolla a cui si aggiungono le banane, bagnate con olio di manzo.

Poulet aux plantains: pollo cotto insieme a banane platano precedentemente fritte, il fondo di cottura è infine legato con burro di arachidi. Poulet yassa: pollo grigliato servito con una salsa a base di cipolla e aromi vari. Sosaties: spiedini grigliati e serviti con una salsa agrodolce. Ananas gratiné: polpa di ananas mischiata ad albume montato, zucchero e aromi, gratinata in forno. Galettes de manioc au rum: frittelle tipiche del Madagascar preparate con manioca tagliata a fiammifero, zucchero, burro, vaniglia e rum e dorate in padella. Manzo con injera: piatto tipico dell'Etiopia, è uno stufato di manzo con cipolle, insaporito con una miscela di spezie (cardamomo, zenzero, cumino, chiodi di garofano, cannella, peperoncino, paprika, pepe nero) e cotto con il burro chiarificato. L'injera è un pane piatto e morbido sul quale si serve lo stufato e che viene utilizzato per mangiare lo stufato stesso, senza posate.


TALENT SkOUT

Il duello

Fumetti

News

Sandy Graison

GREAN ANGEL CUCINA CASARECCIA

Info 327.84.27.276 San Mauro Bellante Largo Vittorio De Sica, 24 64020 Teramo - Italy

Cenone di Capodanno

Menu’

A SOLI 35,00 EURO

ANTIPASTO PRIMAVERAVA BRODO CON SCRIPPELLE IMBUSSE AGNOLOTTI MACCHERONI ALLA CHITARRA VITELLO TONNATO FUNGHI RIPIENI - INSALATA RUSSA PATATE IMPAZZITE INSALATA - VERDURA A MEZZANOTTE LENTICCHIE CON ZAMPONE DOLCI E SPUMANTE SERATA CON MUSICA (KARAOKE) DALLE ORE 21:00


TALENT SkOUT

Foto Territori

MOTORI

News

Teramo ! I Fenici la chiamarono Petrut (o Pretut), che significa "Luogo isolato circondato dalle acque"; da Petrut derivò Pretut e quindi Pretutio o Pretuzio; ! In epoca romana si chiamò Interamnia, denominazione in uso fino al VI secolo d.C.; ! Durante il Medioevo, dal VI al XII secolo, fu chiamata Aprutium (Castrum aprutiense); ! Infine Teramum o Teramo, dalla seconda metà del XII secolo fino ai giorni nostri;

Teramo ha origini antichissime. Un insediamento del I millennio a.C. e delle costruzioni d'epoca italica del III-II secolo a.C. sono stati oggetto di recentissimi scavi. Le tracce più antiche si riferiscono alla periferia della città, nel quartiere Madonna della Cona, dove fu rinvenuta, tra l'altro, una sepoltura con pugnale e alabarda. Allo sviluppo dell'antico insediamento sembra abbiano contribuito gli Etruschi e anche i Fenici che avrebbero fondato un emporio commerciale. In quest'epoca erano già sorte Truentum (poi Castrum Truentinum e oggi Martinsicuro, centro liburnio e poi piceno e romano, Palma Picena ( To r t o r e t o ) C a s t r u m N o v u m (Giulianova). Erano già state edificate le Necropoli di Atri, Civitella del Tronto e Montorio al Vomano

Il piccolo paese di Malvern nel Worcestershire è la patria di questo costruttore da oltre un secolo, 102 anni per l’esattezza. Non è passato molto tempo da quando le strade qui intorno venivano usate per collaudare le Morgan. Sarà per questo che al giorno d’oggi gli abitanti di Malvern non fanno una piega quando una Aero SuperSports sfreccia davanti a casa loro con una colonna sonora apocalittica. Con la Morgan 3 Wheeler, però, è diverso. Il suo rumore assomiglia a una scarica a salve dell’artiglieria e ogni volta fa girare tutti per vedere da dove proviene quel frastuono.

VIAGGI Cuor di Caribe, a prezzi low cost Sulla costa orientale dell'isola sono infatti

Sono i mesi della grande onda. I mesi in cui gli appassionati di surf e kitesurf si danno appuntamento sulla costa settentrionale dell'isola. Secondo www.wannasurf.com, il sito che elenca una trentina di località dominicane consigliabili agli amanti della tavola, arriverà tra gennaio

situati i migliori alberghi e complessi vacanza del Paese. Decine di migliaia di camere d'albergo, campi da golf di firme internazionali, come Jack Nicklaus o Pete B. Dye, e marina di ottimo livello. Il turismo qui è una vera e propria industria che dà lavoro a quasi un milione di persone e produce una ricchezza pari a cinque miliardi di euro. Eppure, anche il Sudest non è solo resort all inclusive. Lungo la costa si trovano ancora piccole aree appartate e spiagge incontaminate. La più bella, probabilmente, è Playa Limón, a est di Miches: tre chilometri di sabbia bianca sul limitare di un folto assembramento di palme da cocco. Se si è alla ricerca del sogno caraibico per eccellenza,


LIBRI

TALENT SkOUT Moda e design Regali unici e artigianato eccellente

Fai da te

News

IL Libro dei faatti 2011 21 edizioni, tre milioni di copie, 16.000 notizie, 14.000 protagonisti della politica, dello spettacolo, dello sport e poi migliaia di foto, quiz, tabelle e statistiche. Sono questi i numeri del 'Libro dei Fatti' che sistematizza e organizza le informazioni sugli avvenimenti più importanti o curiosi dell’anno appena rtascorso, offrendo al lettore una ricostruzione ragionata dell’attualità e un osservatorio privilegiato di quanto accade nel mondo. Ventuno anni di fatti che hanno lasciato il segno. C'e' quello che ci ha fatto ridere e quello che ci ha fatto piangere. Storia dall'Italia e dal mondo nel 'Libro dei Fatti 2011', edito da Adnkronos Libri.

Come montare ua mensola

Nella settimana più intensa per lo shopping di Natale, quella dal 17 al 24 dicembre, l’ex cinema romano Capranichetta, nella centralissima Piazza Monte Citorio, si trasforma nel primo concept market della capitale.

Arredamento: acquistare online il design è a portata di tutti Il budget destinato a rinnovare arredi e dettagli per la casa, spesso non corrisponde alla ricchezza di idee. Colpa del design a basso prezzo, che è anche carino ma rischia di omologare i gusti e gli stili, spersonalizzandoli; colpa di questi tempi in cui ogni spesa extra necessita attenzioni; colpa del design stesso, che in troppi casi è per molti, ma non per tutti. Tuttavia, proprio per rendere più democratico e raggiungibile anche quel design apparentemente d'elite, ci sono varie possibilità. Una su tutte, l'e-commerce. Nato da poco per allargare l'accesso al design di qualità, Infabbrica è già un successo. Si tratta di una sito di vendita online di articoli d'arredamento per la casa e l'ufficio a prezzi di fabbrica. Oggetti, complementi, accessori di vera qualità, spesso votati al Made in Italy,

Vecchioni non tornerà a Sanremo

Dopo la vittoria schiacciante dell’anno passato tutti pensavo che Roberto Vecchioni sarebbe tornato nuovamente a Sanremo, pensiero del tutto sbagliato visto che il cantautore italiano ha ammesso di non avere alcuna intenzione di solcare nuovamente quel famoso palco. La notizia ufficiale della sua assenza alla nuova edizione del Festival di Sanremo arriva infatti proprio dalla voce dello stesso R o b e r t o Ve c c h i o n i c h e d u r a n t e un’intervista su Radio 2 per il programma “Un giorno da pecora” ha ammesso: “A Sanremo quest’anno non ci torno manco per sogno

MUSICA


TALENT SkOUT

Farmaia

Funghi e Tartufi

News

La Lepiota procera (anche detto "Mazza di tamburo" o "Parasole")

All'interno di questa sezione troverai ogni mese un articolo interessante

Date le dimensioni (40 cm max. di altezza, 30 cm max. di diametro del cappello) è difficile "ignorarlo". Anche a venti-trenta metri di distanza, in pieno bosco, si riesce ad avvistarlo. Per giunta non cresce da solo, essendo, quasi sempre, accompagnato da suoi simili. Quando è giovanissimo questo fungo è particolare: appare come una palla in cima ad un bastoncino (Mazza di tamburo). Quando la Lepiota procera è molto bagnata, come nel caso di forti piogge, le evidenti scaglie marroni presenti sul cappello tendono a staccarsi e lo stesso cappello può, alla fine, apparire di un colore uniforme bianco-avoriorosato. La grande scaglia al centro del cappello, comunque, non scompare mai Il gambo si presenta scuro, caratteristicamente tigrato di bianco e marrone o avana e marrone; se tagliato il fungo mostra l'interno di colore bianco e, sostanzialmente, non cambia colore (non vira) o lo fa in maniera quasi impercettibile.

Tartufo Bianco Pregiato (Tuber magnatum): il più pregiato. Matura fra settembre e dicembre, in boschi di nocciolo, pioppo nero e bianco, salice bianco, salicone, farnia, cerro, roverella, tiglio, carpino bianco e nero. E' di colore giallo ocra e profuma intensamente con sentori d'aglio e di formaggio grana. Bianchetto o marzuolo (Tuber borchii): presente da gennaio ad aprile in boschi di querce, pioppi, salici, pini e cedri, con preferenza per le pinete litoranee dell'Italia peninsulare. Somiglia molto al tartufo bianco pregiato, ma la polpa è di colore rosso-bruno scuro. L'odore ricorda molto di più quello dell'aglio. Scorzone (Tuber aestivum): matura tra giugno e settembre sotto querce, carpini, faggi, pioppi, noccioli e pini, in tutt'Italia. E' riconoscibilissimo per la scorza nera con grandi verruche e ha un odore gradevole e delicato di nocciola.


TALENT SkOUT

Cucina

Benessere

News

Mousse di salmone 1) Preparate il brodo: mettete gli ingredienti in una pentola con 1 l di acqua e fate bollire 30 minuti. Intanto fate ammollare per 15 minuti in acqua fredda la colla di pesce. 2) Filtrate il brodo e tenetene da parte 2 cucchiai; versate il resto in una teglia, aggiungete il salmone A e infornate per 20 minuti a 180 ?C. Scolate il pesce, eliminate pelle e lische e frullatelo con i filetti di acciuga, lavati e asciugati, il porto e il succo di 1/2 limone. 3) Scaldate il brodo tenuto da parte e fatevi sciogliere la colla di pesce strizzata; amalgamate alla mousse di salmone, salate e pepate. 4) Montate separatamente la panna e gli albumi e incorporateli delicatamente alla mousse. Foderate otto stampini di ceramica con carta forno e riempiteli con il composto preparato. Ingredienti 3 n Acciughe O Alici Sott'olio 2 cu Aceto Bianco 2 n Albume 1 n Carote 5 n Cetriolini Sott'aceto .5 n Cipolla 5 pz Colla Di Pesce 1 n Gambo Di Sedano 2 n Limoni 2 dl Panna Da Montare qb Pepe .5 dl Porto qb Prezzemolo qb Sale 600 g Salmone .5 bi Vino Bianco 1 fo Alloro ( Lauro )

5) Mettete gli stampini in frigorifero e lasciate raffreddare 4 ore. Trascorso il termine sformate le mousse, guarnitele con fettine di limone e cetriolini tagliati a ventaglio, e servitele.

Il sogno, non troppo recondito, di ogni essere umano è quello di vivere quanto più a lungo possibile. Un sogno che si chiama longevità e che in parte si è già realizzato attraverso un’aspettativa di vita che è notevolmente aumentata nel corso degli ultimi anni, grazie anche e soprattutto ai progressi della medicina e della scienza. Basti pensare che, nel 2000, c’erano circa 600 milioni di persone con una età superiore ai 60 anni e che si stima che nel 2025 ce ne saranno 1,2 miliardi per arrivare a 2 m i l i a r d i n e l 2 0 5 0 . Ad un sostanziale innalzamento delle aspettative di vita, però, non necessariamente si accompagna una condizione fisica che consenta di vivere l’età avanzata in modo salutare e sereno. Sono diverse e diversamente invalidanti, infatti, le malattie che sopraggiungono con l’età e che se non vengono diagnosticate e curate per tempo possono degenerare fino a portare ad un declino psico-fisico senza ritorno.

AUTOESAME DEL SENO

Ancora oggi, dopo una visita senologica, una mammografia od un’ecografia mammaria, viene frequentemente suggerita l’esecuzione periodica dell’autopalpazione del seno. Molte donne, tuttavia, provano disagio a farla, non sentendosene all'altezza o per il timore di scoprire qualche anomalia. È veramente utile, nell’epoca attuale, l’autoesame del seno? Quante probabilità ci sono d’imbattersi in una lesione veramente pericolosa? Il presupposto, infatti, della prevenzione consiste nello scoprire il tumore quando questo non ha raggiunto dimensioni tali da renderlo avvertibile con la mano. Il nodulo che può essere “sentito” dalla donna o dal suo medico, ha perciò raggiunto dimensioni tali che non può, tranne eccezioni, essere definito “precoce”.

Talent Skout RETE TV ITALIA NEWS  

Peridico Mensile Dicembre 2011 Edizioni C.Donato Pelusi

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you