Page 1

DISPLAY mensile gratuito

4INFORMAZIONE, ATTUALITA’ E CULTURA. ANNO I, NUMERO OTTO. MARZO 20093

DALLA FRANCIA AGLI USA, DALLA SCOZIA AL GALLES. E, NATURALMENTE, L’ITALIA:

I DIVIETI PIÙ PAZZI DEL MONDO


editoriale

L’ u o m o p i ù furbo

DISPLAY mensile gratuito

4INFORMAZIONE, ATTUALITA’ E CULTURA. ANNO I, NUMERO OTTO. MARZO 20093

La Legge, quella con la “elle” maiuscola, è la creazione civile più elevata dell’essere umano. Il Diritto permette all’umanità di vivere libera e in pace (non sempre), e consente di tutelare i più deboli contro i soprusi di chi sarebbe a più agio in una vita all’insegna della cosiddetta “legge della giungla”, dove il più forte domina. È curioso pensare che in Italia, dove il Diritto moderno è nato più di due millenni fa, si riscontri una costante e atavica insofferenza I DIVIETI PIÙ PAZZI DEL MONDO alle leggi, e a qualunque tipo di regola in genere. Nel nostro Paese essere “furbi” è considerata una qualità imprescindibile, una caratteristica necessaria, soprattutto per un uomo: anche se non si ha il coraggio di ammetterlo, in fondo si pensa che l’onestà sia dei fessi, dei deboli, dei “polli”. E sebbene, come potrete leggere nel primo articolo di questo numero, spesso le stesse leggi appaiano inspiegabili e assurde, sfrecciare sulla corsia d’emergenza in autostrada, saltare con nonchalance la coda dal panettiere o fumare nel bagno di un treno regionale, sono piccoli peccati veniali che facciamo presto a giustificare. Con il risultato che, alla fine, la vince sempre lui: l’uomo più furbo. Riccardo Staroccia DALLA FRANCIA AGLI USA, DALLA SCOZIA AL GALLES. E, NATURALMENTE, L’ITALIA:

Sguizza fuori dalla mischia. Affida la tua immagine alle pagine di Display. Chi non ti conosce, è il tuo prossimo cliente.

per la tua pubblicità: posta.display@gmail.com / 329.3675714 2

3


DISPLAY // Sommario Marzo / 2009 mensile gratuito

CENTRO DI TERAPIA FISICA E GINNASTICA MEDICA SRL ISTITUTO POLISPECIALISTICO PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLE MALATTIE REUMATICHE E NEFROLOGICHE AUTORIZZATO E CONVENZIONATO CON LA REGIONE LAZIO

Il Centro di Terapia Fisica e Ginnastica Medica è una struttura sanitaria privata, autorizzata e accreditata presso il Servizio Sanitario Nazionale.

06

filosofia

08

biography

16

toys

20

Yin e Yang

copertina

Non chiamatemi Napoleone

10

psicologia

La sindrome di Alice

Alberto Sordi

Il cubo di Rubik

TERAPIA DELLA RIABILITAZIONE E FISIOKINESITERAPIA

I reparti sono dotati di impianti convenzionali d’avanguardia, palestre per la prevenzione e cura e delle scoliosi, personale specializzato in manipolazioni vertebrali, rieducazione neuromotoria e ginnastica posturale.

RADIOLOGIA - FISIATRIA - NEFROLOGIA E DIALISI ANALISI CLINICHE - ECOGRAFIE Otorinolaringoiatria Neurologia Psicologia Cardiologia Pediatria Endocrinologia Oculistica

Dermatologia Pneumologia Reumatologia Ortopedia, Podologia Urologia Medicina dello Sport

Aperto dal lunedi al sabato dalle 8:00 alle 19:00 Servizio Pulmino a domicilio

TIVOLI Viale Trieste, 2/b - 00019 Tivoli (Rm) Tel. 0774313333 - Fax 0774333176 - www.ctfgm.it TIVOLI TERME Via Naz. Tiburtina, 325 - 00011 Tivoli Terme (Rm) Tel. 0774371299 - Fax 0774376504

tendenze

18

L’era della pedana

20 benessere

world wide web

Curarsi con il freddo: la crioterapia

Per un pugno di pixel

28

26 e ancora:

DISPLAY Mensile di attualità, informazione e cultura Autorizzazione del Tribunale di Tivoli n. 2/2008 del 12 Febbraio 2008

STAMPA AGB 1881 s.r.l. via di Villa Braschi, 143 00019 Tivoli - Roma tel. 0774 312735

DIRETTORE RESPONSABILE Riccardo Staroccia

Chiuso in redazione il 28/02/2009

CONSULENTI TECNICI Domenico Silvestri Adriano Bonamoneta REDAZIONE Via tiburtina, 95 00019 Tivoli (RM)

Per informazioni e costi pubblicitari: posta.display@gmail.com 329.3675714 333.2608570

12 strange news notizie dal mondo 14 cinema il film del mese 22 top five le classifiche 23 il racconto del mese “il formicaio” 30 qui roma gli eventi del mese 31 vacanze multiproprietà addio? 32 pensieri e parole 34 oroscopo le stelle di Marzo job

DISPLAY RICERCA COLLABORATORI PER ATTIVITA’ DI VENDITA DI SPAZI PUBBLICITARI.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI AL 329.3675714

5


copertina

copertina

Non chiamatemi

Napoleone

privacy garantita per i conigli: durante tutto il mese di giugno, periodo dell’accoppiamento, è vietato fotografarli. E in Europa? In Francia è vietato chiamare un maiale Napoleone, mentre in Inghilterra ogni testa di balena trovata sulle coste britanniche è di proprietà del Re mentre alla Regina spettano le code. A Chester se incontrate un gallese dopo mezzanotte entro le mura della città potrete colpirlo con una freccia; a York, invece, è legale colpire uno scozzese, tutti i giorni tranne la domenica. In Scozia se bussano alla vostra porta chiedendo di poter usare il lavandino, siete obbligati ad aprire. Sappiatelo. In Svizzera non si possono stendere i panni di domenica, o tirare l’acqua dopo le dieci di sera. A Firenze, d’altronde, dall’11

M U LT E I M P O S S I B I L I

§ In Francia è vietato chiamare Napoleone un maiale, in Illinois non si possono colpire topi con mazze da baseball. Breve viaggio nell’assurdo mondo dei divieti

“Turisti attenti: se qualcosa è divertente, l’Italia

ha una legge per vietarlo”. Era questo il titolo di un articolo dell’Independent che scatenò molte polemiche nell’estate scorsa. “Non bastavano le meduse, le scottature da sole e le palpatine sul sedere: quest’estate i turisti in Italia devono far fronte a una nuova ondata di minacce, il risultato del frontale assalto del governo Berlusconi a quello che gli chiama l’emergenza sicurezza”. Il quotidiano britannico sbeffeggiava i provvedimenti, spesso realmente singolari, dei “sindaci-sceriffi” nostrani. A Trento, ad esempio, è vietato riprendere con la telecamera i propri figli in piscina. A Novara non ci si può dare appuntamento in un giardino pubblico dopo le 11 di sera. A Capri e Positano è vietato indossare zoccoli di legno. Pochi limiti alla fantasia: a Voghera hanno inventato il divieto di sosta in panchina dopo le 23, ma solo se si è in più di tre persone; a Eboli il sindaco ha introdotto una multa da 500 euro per le effusioni in auto. Forte dei Marmi vieta, udite udite, addirittura i castelli di sabbia in spiaggia. Una valanga di provvedimenti, un neo-proibizioni-

6

smo in nome della sicurezza comune che rischia, però, di scadere nel ridicolo. Ma se questi provvedimenti sembrano esagerati, in tutto il mondo ci sono leggi e divieti ben più strani. Negli Stati Uniti, in New Hampshire, è vietato perdere denaro al gioco d’azzardo, e in tal caso è proibito anche giocarsi i propri abiti. A Galesburg, in Illinois, è vietato castrare cani e gatti femmina come anche

In Alaska si può sparare a un orso, ma non si può svegliarlo per una foto. colpire topi con mazze da baseball, mentre a Chicago è illegale mangiare in un luogo che sta andando a fuoco. In California invece gli animali non possono accoppiarsi a meno di 1500 piedi da una taverna, mentre in Alaska si può sparare a un orso, ma non si può svegliarlo per fargli una foto. In Wyoming, invece,

Davvero particolare la storia accaduta a un ragazzo di Viterbo: dopo aver lasciato la propria Fiat Punto regolarmente parcheggiata, si è trovato, la mattina seguente, una multa in bella vista sul suo cruscotto. agosto scorso è vietato sbattere tovaglie sui balconi. Le briMotivo della contravvenzione? L’inciole, evidentemente, non rendono onore ai lustri della città. cauto studente aveva lasciato la proDivieti strani, proibizioni esagerate. Alcune evidentemente pria auto senza chiuderla a chiave. risalenti al passato e rimaste intatte nel corso degli anni, noE qualche zelante vigile ha applicato nostante non ce ne fosse più bisogno. Altre, invece, nuove di zecca, fatte per contrastare delinquenti e rompiscatole, che alla lettera il codice della strada, che finiscono però per risultare esagerate, grottesche. così recita: “Il veicolo in sosta senza Su un’ultima cosa resta da pensare: se si è avvisata la necesadottare cautele atte a impedire l’uso sità di creare delle leggi apposite, vuol dire che c’era effettidel veicolo da parte di terzi senza vamente chi ammazzava topi a colpi di mazza da baseball in consenso del titolare” è oggetto di Illinois, o chi mangiava in ristoranti incendiati a Chicago. DISPLAY sanzione. Et voilà: bollettino da 38 euro. mensile gratuito

NIENTE AUTOGRAFI PER I RED DEVILS I giocatori del Manchester United hanno il divieto (imposto dall’allenatore Ferguson) di firmare autografi durante gli allenamenti. “Mi scuso con i tifosi che vengono nel nostro centro di allenamento, ma abbiamo chiesto a giocatori di non firmare piu’ i vostri libri”, ha spiegato Ferguson. “Il problema e’ che ci sono troppo opportunisti che rivendono le merci autografate. Questi individui non sono affatto dei tifosi e noi abbiamo deciso di intervenire per mettere fine a questa pratica. Spero che capiate la nostra decisione”. ipse dixit

“Il miglior modo per ottenere l’osservanza di un divieto è permettere le cose proibite.” John Boynton Priestley

7


filosofia

YIN & YANG

filosofia

luna/sole notte/giorno buio/luce freddo/caldo riposo/attività femminile/maschile nord/sud ovest/est inverno/estate autunno/primavera destra/sinistra introversione/estroversione terra/cielo fenice/drago In ogni tempo, in Cina, i concetti “ritmici” di yin e di yang hanno dominato la filosofia e l’intero pensiero; ogni cosa, ogni concetto, è diviso tra lo yin e lo yang, e rappresenta un dosaggio fluido e misterioso di queste due componenti. Si possono approssimativamente tradurre le parole yin e yang come “il lato in ombra” (yin) e “il lato soleggiato della collina” (yang). La tradizione accorda alla natura femminile tutto ciò che è yin, e alla natura maschile tutto ciò che è yang. Inoltre yin rappresenta ciò che è freddo, oscuro, umido e inerte, e yang quel che è caldo, chiaro, secco e in movimento. Comparsa molto presto, alla metà del I millennio a.C., questa teoria deve molto agli astronomi, agli indovini e ai musicisti dell’antichità. A partire dagli ultimi secoli prima dell’inizio dell’era cristiana, la religione taoista, ha infatti attinto i propri concetti fondamentali da nozioni d’origine contadina e da comportamenti religiosi arcaici, quando la società agricola si stava stabilendo. Tra questi c’è la nozione doppia di yin e di yang, le due forze apparentemente opposte ma Ogni cosa La tradizione associa è divisa tra lo yin e lo yang, alla natura femminile complementari, la cui azione combinata, congiunta, muove l’universo in tutti i suoi aspetti: i sessi, le stagioni, il giore rappresenta un dosaggio tutto ciò che è yin, no e la notte, la vita e la morte, il pieno e il vuoto, il movimento e il riposo, il secco e l’umido ecc. Nessuna di queste fluido e misterioso alla natura maschile nozioni è indipendente, sono tutte interdipendenti, poiché tutto è gioco d’alternanza, complementarietà, dualità. di queste due componenti. tutto ciò che è yang. Fondata sull’opposizione di due forze antitetiche ma complementari, questa teoria si presenta come un’ipotesi scientifica, semplice e rudimentale, analoga alle teorie moderne del movimento ondulatorio. Il simbolo di questo concetto è il famoso disegno del taiji, il cerchio bicolore diviso in due parti uguali a forma di mandorle, simmetricamente opposte per mezzo di una curva a forma di S, verticale. Ogni parte presenta un pallino rotondo, che simboleggia l’embrione del principio opposto; per esempio, la parte chiara, - quindi yang - presenta un cerchietto scuro, l’embrione di yin, di cui è portatrice. E viceversa. Allo stesso modo, ogni individuo porta in sé, più o meno accentuati, elementi del “sesso opposto”, come tutti sanno. Così, qualsiasi dato di fatto è un equilibrio instabile, e un principio non può mai esistere senza la sua controparte. DISPLAY mensile gratuito

I princìpi

Tutto il mondo manifestato si regge sui due principi yin e yang;

1. Yin e yang sono opposti

Qualunque cosa ha un suo opposto, non assoluto, ma in termini comparativi. Nessuna cosa può essere completamente yin o completamente yang; essa contiene il seme per il proprio opposto. Per esempio, il freddo può diventare caldo; “ciò che va su deve venire giù”.

2. Lo yin e lo yang hanno radice uno nell’altro

Sono interdipendenti, hanno origine reciproca, l’uno non può esistere senza l’altro. Per esempio, il giorno non può esistere senza la notte.

3. Lo yin e lo yang diminuiscono e crescono

Sono complementari, si consumano e si sostengono a vicenda, sono costantemente mantenuti in equilibrio. Però ci possono essere degli sbilanciamenti che creano problemi; i quattro possibili sbilanciamenti sono: eccesso di yin, eccesso di yang, insufficienza di yin, insufficienza di yang.

4. Lo yin e lo yang si trasformano l’uno nell’altro

Ad un certo punto, lo yin può trasformarsi nello yang e viceversa. Per esempio, la notte si trasforma in giorno; il calore in freddo; la vita in morte.

8

9


psicologia

psicologia

LA SINDROME DI ALICE nel Paese delle meraviglie

( E ALTRE MALATTIE INCREDIBILI ) Sul

fatto che non esista una patologia alla Benjamin Button, in cui si nasce con l’aspetto di un vecchio che ringiovanisce via via che passano gli anni, siamo d’accordo. È un’invenzione della fervida fantasia di Francis Scott Fitzgerald, dalla quale è stato poi tratto il finm con Brad Pitt uscito nelle sale il mese scorso. Ma patologie altrettanto strane esistono davvero. Eccone alcune.

Il primo caso di questa singolare patologia fu riscontrato nel 1941 quando una donna norvegese, rimasta coinvolta nell’esplosione di una bomba, riportò un forte trauma cranico. Al risveglio, la donna presentava un marcato accento tedesco, pur non avendo mai conosciuto quella lingua. Da quella volta, in quasi 70 anni, sono stati riscontrati solo una cinquantina di casi. Si pensa però che il cambiamento di accento sia solo un’impressione: in realtà i traumi cerebrali andrebbero ad intaccare l’area della parola, modificando parzialmente il modo di pronunciare vocali e consonanti, e dando l’impressione di parlare con un accento diverso.

DISORDINE “ESPLOSIVO” INTERMITTENTE

Riguarda con una netta prevalenza i maschi. Gli esperti ritengono che sia causata da uno squilibrio ormonale relativo alla serotonina e al testosterone. Chi ne soffre ha attacchi d’ira e aggressività devastanti; gli episodi durano tra i 10 e i 20 minuti durante i quali le reazioni sono sproporzionate alle situazioni. Passata la fase

SINDROME DELLA MANO ALIENA

Chi ne soffre non riesce a controllare la mano, che sembra indipendente dalla propria volontà, “aliena” appunto. Ricorda il personaggio di Peteer Sellers nel Dottor Stranamore, la cui mano destra effettuava il saluto nazista come se fosse animata da una volontà propria. Pochissimi casi registrati al mondo (una dozzina), dovuti probabilmente ad una connesSINDROME DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE cattiva sione dei due Questa malattia causa disfunzioni visive, a causa emisferi ceredelle quali un oggetto osservato può apparire brali. Può capipiù piccolo, più grande o più distante di quanto tare addirittura non sia realmente. Solitamente questo disturche la “mano bo compare nei bambini, ma scompare con la aliena” entri in conflitto con quella normale. crescita. Qualora si presenti in persone adulte, Per esempio si può sbottonare la camicia alpuò essere il sintomo di malattie più gravi, o lacciata dall’altra mano o spegnere la sigaretta conseguenza dell’assunzione di droghe. appena accesa.

10

SINDROME DELL’ACCENTO STRANIERO

DELIRIO DI CAPGRAS

Il sintomo caratteristico della sindrome di Capgras è il delirio che altre persone, solitamente strettamente legate al paziente, siano state sostituite con sosia identici, che sono impostori. La sindrome è stata descritta per la prima volta nel 1923 dallo psichiatra francese Jean Marie Joseph Capgras, che la defini l’illusion des sosies, ossia l’illusione dei sosia. Si manifesta più frequentemente nelle donne che negli uomini.

DISFONIA SPASMODICA

È l’incapacità di parlare se non sussurrando o in falsetto. È dovuta a spasmi che impediscono alle corde vocali di vibrare correttamente. Il difetto scompare se chi ne soffre canta, recita poesie o cambia semplicemente la tonalità della propria voce. Se si effettuano iniezioni di botulino attorno alla laringe gli spasmi si calmano temporaneamente.

SINDROME DI PARIGI

È una sindrome, descritta recentemente, che affligge in modo particolare i turisti giapponesi in visita alla città francese. Dalle ricerche degli psichiatri risulterebbe che i turisti affetti da questa sindrome, i cui sintomi sono analoghi a quelli riscontrati per la Sindrome di acuta subentrano imbarazzo e rimorso. E’ un Stendhal, sperimentano un disturbo poco conosciuto, ma sembra toccare disagio derivante da una più del 7% della popolazione adulta. E predi- visione idealizzata della sporrebbe i soggetti colpiti (82% di incidenza capitale e vengono destarilevata) a varie patologie fra cui ansia, depres- bilizzati dalla profonda difsione, assunzione di sostanze e dipendenze. ferenza culturale esistente tra le due nazioni. ipse dixit

“I tre quarti delle malattie delle persone intelligenti provengono dalla loro intelligenza.” Marcel Proust

11


Strange <News>

Il punto - Realtà Medica 2000 - n. 1/2008

Un puzzle di notizie strane, curiose o semplicemente incredibili. LICENZIATA PER 1,30 EURO

Germania

Disagio giovanile: dal bullismo alla depressione

Un tribunale ha confermato il licenziamento di una cassiera tedesca, madre di due figli, che aveva raccolto dal bancone due buoni che un cliente aveva ricevuto in cambio di vuoti di bottiglia: uno da 48, uno da 82 centesimi. Secondo i giudici il furto ha comportato ʻuna perdita di fiducia irreparabileʼ tra la donna e il datore di lavoro. (ANSA)

di Delfo Galileo Faroni

IL CARRELLO CHE FA I CONTI

Italia

Carrelli intelligenti, che ti dicono prima quanto stai spendendo, e casse ʻfai da teʼ al supermarket. È questa la rivoluzione nella spesa che promettono i supermercati del gruppo Auchan, iniziando in primavera da quello di Mestre. Dopo Pasqua arriveranno i carrelli dotati di lettori dei prezzi, che mostreranno cioè al cliente, mano a mano che il cesto si riempie, quanto sta spendendo. (ANSA)

(

44 RETTILI NELLA VALIGIA: ARRESTATO

Australia

Un australiano di 24 anni è stato fermato dalla dogana nellʼaeroporto di Sydney in partenza per Bangkok con 44 rettili nel bagaglio. Fra gli animali un rarissimo pitone albino. Accusato di esportazione illegale di specie native, rischia 10 anni di carcere e una multa pari a 55 mila euro. I rettili scoperti durante lo scanning ai raggi X valgono dagli 80 ai 100 mila euro. (ANSA)

ADDIO ALLE UNGHIE DA GUINNES

Stati Uniti

La donna con le unghie più lunghe al mondo per il Guinness dei primati, la statunitense Lee Redmond, le ha rotte in un incidente dʼauto. Lo riferisce il sito della Bbc. La donna non si tagliava le unghie dal 1979 e la lunghezza complessiva di queste aveva raggiunto gli 8,5 metri con lʼunghia più lunga, al pollice destro, di 89cm. (ANSA)

)

Stando alla Dichiarazione internazionale di Kandersteg, sottoscritta dai maggiori studiosi del settore che si sono riuniti nel giugno 2007 nella cittadina svizzera, l’incidenza media dei fenomeni di bullismo è circa il 10%; il che si traduce in una cifra pari a 200 milioni di bambini e di giovani abusati dai loro compagni in tutto il mondo. Cifre che spaventano ed evidenziano la gravità del problema che affligge una larga fetta delle nuove generazioni nei paesi industrializzati e in quelli in via di sviluppo. Un fenomeno che, stando ai dati presentati al 13° congresso della Società europea di psichiatria infantile e adolescenziale, coinvolge in Italia il 25% dei ragazzi in età scolare, mentre in alcuni paesi del mondo raggiunge persino punte del 40-50%. Dalle indagini di Telefono Azzurro e Eurispes emerge poi che il 43,2% dei bambini tra i 7 e gli 11 anni subisce brutti scherzi da parte dei coetanei. Il 39,6% afferma di subire provocazioni e prese in giro reiterate nel tempo, mentre il 33,6% viene offeso ripetutamente e senza motivo. Esistono però anche casi più gravi: il 20,2% dei ragazzi dichiara di essere minacciato dai coetanei o ragazzi più grandi, il 12,6% di subire furti di oggetti o cibo, mentre il 12,1% sostiene di

essere stato vittima di maltrattamenti ripetuti da parte di coetanei. Cos’è il bullismo? Per Telefono Azzurro “è un tipo di comportamento aggressivo particolarmente insidioso e pervasivo che si basa sull’intenzione ostile di uno o più ragazzi, sulla ripetitività nel tempo dell’azione persecutoria e sulla debolezza della vittima che difficilmente riesce a difendersi”. Gli psicologi Sharp e Smith ne danno una definizione sintetica ed efficace “abuso tra pari”, cioè di relazioni sociali tra compagni improntate a ruoli di potere e di controllo. Tra i comportamenti di bullismo diretto di tipo fisico, si possono rintracciare: dare colpi, calci, pugni e rubare o danneggiare le cose degli altri; tra le modalità verbali vi sono: le offese, il prendere in giro e le minacce; le modalità indirette sono rappresentate dall’esclusione sociale e dai comportamenti diffamatori verso la vittima. Accanto a queste forme tradizionali le ricerche recenti hanno gettato luce su nuove forme di prepotenza: il cyber-bullying. Si tratta di una nuova forma di prevaricazione basata sull’uso di internet o del telefonino per fare prepotenze a un compagno. E’ ancora forte l’eco di un episodio di cronaca

12 3

Nutrizione


Display consiglia

IL FILM DEL MESE The Wrestler

dal 6 marzo Il film racconta del wrestler fallito Randy Robinson, che dopo essere stato un campione negli anni ‘80, fa i conti con lo squallore della propria vita, con una figlia che lo odia, e un tentativo di relazione con una spogliarellista. Una vita dura, che Aronofky cerca di raccontarci senza mai eccedere nella drammaticità fine a se stessa. Sembra che la produzione avesse inizialmente affidato a Nicolas Cage il ruolo del protagonista, il quale però abbandonò poco dopo. La scelta ricadde così su Mickey Rourke che, grazie a questo ruolo, ha vinto il suo primo Golden Globe della carriera, e pochi giorno dopo ha anche ottenuto la candidatura all’Oscar, poi assegnato a Sean Penn per Milk.

LA SCHEDA Paese Usa Genere Drammatico Regia Darren Aronofsky Interpreti Mickey Rourke, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Mark Margolis, Todd Barry. Durata 109’

Rewind

UN FILM DAL PASSATO 9 SETTIMANE E 1/2 LA SCHEDA Paese Usa Genere Drammatico Regia Adrian Lyne Interpreti Mickey Rourke, Kim Basinger, Margaret Whitton, David Margulies Durata 113’

14

(1986)

Forse non è questo il film più bello della storia del cinema, ma 9 settimane e 1/2 ha numerosi meriti, ed è entrato a pieno diritto nella lista dei film più conosciuti di tutti i tempi. Innanzitutto è universalmente riconosciuto come il film che ha lanciato gli attori Mickey Rourke e Kim Basinger (e non è poco). Inoltre vanta una colonna sonora davvero eccellente: la pellicola, infatti, è condita dalla musiche di Billie Holiday, Eurythmics e Joe Cocker. Quest’ultimo eseguì You Can Leave Your Hat On, canzone scritta da Randy Newman e che accompagna il celebre spogliarello della Basinger.

15


biography

biography

Alberto Sordi

di Ferdinando (detto Nando) Mericoni in “Un giorno in pretura”. La popolarità dell’interpretazione è tale che il personaggio viene ribadito e consacrato in “Un americano a Roma”, un autentico trionfo al botteghino. Da questo momento in poi Sordi comincia a lavorare senza soluzione di continuità, arrivando a girare fino a 10 film l’anno. Insieme a Nino Manfredi, Ugo Tognazzi, Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman, Sordi diventa una delle colonne portanti della commedia all’italiana per molti anni, oltre che portavoce della romanità nel cinema italiano, insieme ad Aldo Fabrizi. In occasione della sua morte, Mario Monicelli ha detto di lui: “è stato l’attore più grande ma è soprattutto stato uno straordinario autore, l’artefice del suo personaggio con cui ha attraversato più di 50 anni di storia italiana. Da regista dico che era straordinariamente facile lavorare con Sordi proprio perché era un grandissimo”. I suoi personaggi erano quasi tutti una versione poco edificante ma incredibilmente realista dell’italiano medio, un po’ cialtrone e sostanzialmente vigliacco, sbruffone e prepotente con i deboli e servile coi potenti. È praticamente impossibile elencare tutti i suoi film (quasi 150), ma dagli anni Sessanta Sordi intraprende una svolta drammatica, che lo porterà a interpretare par-

ti toccanti come ne “La grande guerra”, fino a raggiungere l’apice in “Un borghese piccolo piccolo”. Entrambi i film, diretti da Mario Monicelli, resteranno impressi nella storia del cinema italiano, così come “Il Marchese del Grillo”, sempre di Monicelli, in cui Sordi interpreta magistralmente il dolce-amaro ruolo del Marchese beffardo.

«Che fa? Concilia o mando al convento?» (Il vigile alle prese con una suora, in “Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo”)

Pur avendo dato il meglio di sé in film diretti da altri registi, qualche ottimo risultato del Sordi regista non è certo mancato. Ricordiamo, solo per citarne alcuni, “Fumo di Londra” (1966), “Polvere di stelle” (1973), “Un italiano in America” (1967), “Il tassinaro” (1983) e “In viaggio con papà” (1982) con Carlo Verdone, da molti ritenuto il suo erede naturale. In questa lunga e prolifica carriera, Sordi ha collezionato ben cinque Nastri d’Argento e sette David di Donatello, oltre al prestigioso Leone d’Oro alla carriera al Festival di Venezia del 1995. Si spegne nella notte tra il 24 e il 25 febbraio 2003, all’età di 82 anni. Ai solenni funerali presso la basilica di San Giovanni in Laterano, 500mila persone gli daranno un ultimo saluto. DISPLAY

Il vigile, celebre film del 1961

§ Attore, regista, cantante, doppiatore. Ma, soprattutto, maestro della commedia all’italiana e portavoce della romanità nel cinema: tutta la vita dell’“Albertone nazionale”.

Alberto Sordi nasce a Roma, il 15 giugno del 1920.

Quarto figlio di un professore di musica e di un’insegnante elementare, Sordi cresce nel quartiere popolare di Trastevere. Subito indirizzato dal padre nel mondo della musica, da piccolo inizia a cantare come soprano nel coro di voci bianche della Cappella Sistina. Dopo aver studiato canto lirico, si trasferisce a Milano per studiare recitazione all’Accademia dei Filodrammatici, da dove viene però espulso a causa della sua eccessiva inflessione dialettale. Rientrato nella capitale, nel 1937 trova lavoro come comparsa a Cinecittà. Il primo lavoro lo trova nel film kolossal “Scipione l’Africano”, dove interpreta un soldato romano. In quel periodo, però, vince un concorso indetto dalla Metro Goldwyn Mayer per doppiare la voce di Oliver Hardy. Negli anni ’40 comincia ad ottenere un notevole successo personale alla radio, nelle trasmissioni di Corrado,

mensile gratuito

per la regia di Luigi Zampa. Con Marisa Merlini, Vittorio De Sica, Mario Riva, Sylva Koscina.

dove crea e lancia personaggi che saranno destinati a grande popolarità e che verranno poi riproposti anche al cinema. Tuttavia sul grande schermo Alberto fatica a trovare spazio, e per oltre dieci anni interpreta ruoli piccoli e poco significativi in una ventina di film. La sua popola-

“Ammazza che fusto!” (A proposito di se stesso, in “Un americano a Roma”). rità cresce tra il 1952 e il 1955, quando Federico Fellini si accorge del suo enorme talento e lo sceglie per i film “Lo sceicco bianco” (1952) e “I vitelloni” (1953). Il successo ed il favore presso il grande pubblico iniziano, però, interpretando per la regia di Steno il personaggio

“ʻSta vorta cʼhai fatto piagne!”: uno dei messaggi significativi apparsi su piazza San Giovanni durante i funerali di Alberto Sordi.

ipse dixit

«Ma che, noi italiani ve imponemo a voi forse una trasmissione de nome “Valmontone”, “Portogruaro”, “Gallarate”? Perché voi ce dovete rompe li cojoni con ‘sto “Dallas”?» Riflessioni di taxista romano con passeggero statunitense, ne “Il tassinaro”

17


tendenze

tendenze ispiratosi ai lottatori di Sumo che utilizzano due bilance, una per gamba, per via del notevole peso. Sono stati così creati dei primi prototipi formati da due mezze bilance affiancate, in modo da poter posizionare un piede su ognuna. Dopo numerosissimi test e vari processi di raffinamento, si è giunti alla versione definitiva e

L’idea della pedana si ispira ai lottatori di Sumo che, per via del notevole peso, utilizzano due bilance, una per gamba.

Sudare giocando: è

§ È in testa a tutte le classifiche di vendita di videogiochi, piace a tutta la

famiglia e aiuta a tenersi in forma. È la rivoluzione del videogame: si chiama WiiFit

Game over per i vecchi videogiochi. Da quando

l’ultima creazione della Nintendo, la Wii, è entrata nel mercato (in Italia il 24 aprile 2008), la concorrenza si è vista sbaragliata da questo nuovo modo di concepire una console. Le classifiche sono impietose: le prime tre posizioni sono quasi stabilmente occupate da giochi targati Wii. E la prima posizione è, ormai da mesi, tutta dedicata a Wii Fit, il nuovo punto di contatto tra il divertimento di una console e l’allenamento fisico. Il gioco è quasi tutto costruito attorno alla Balance Board, una tecnologica pedana wireless che, essendo in grado di percepire la pressione esercitata su di essa, consente di calcolare l’equilibrio del corpo rispetto al proprio baricentro e, dunque, ogni spostamento. I movimenti eseguiti dal giocatore hanno così un riscontro in tempo reale sullo schermo della TV, permettendo così di controllare la postura e la correttezza nell’esecuzione dell’esercizio. La periferica, in tutto simile a una bilancia, vi in-

18

Nove esercizi aerobici disponibili, per bruciare grasso corporeo. Oltre all'Ula Op ci sono anche Step, Jogging e Boxe a ritmo.

attuale della Balance Board, che nella versione europea può sostenere fino a 150 kg (136 per quella giapponese). Gli esercizi disponibili sono olte 40 e si dividono in quattro categorie: allenamento muscolare, yoga, aerobica e giochi di equilibrio. Per quanto sia sempre più appagante e divertente correre in un parco vero, piuttosto che nel salotto di casa di fronte a un monitor, è decisamente apprezzabile che la Nintendo abbia stravolto, per la prima volta, la passività del giocatore di fronte al videogame. Con la Wiifit non solo si sta in piedi, ma si suda e si tira il fiatone. Perciò, visto che l’estate si avvicina, tutti in pedana. La prova costume è alle porte, ma con I giochi più riusciti della Console sono sicuramente quelli sportivi. Wiifit avrete a disposizione un modo in più per Lo sci rientra però nei giochi di equilibrio del pacchetto WiiFit. affrontarla con serenità. DISPLAY mensile gratuito

Caratteristiche dicherà non soltanto il peso, ma anche l’indice di massa corporea e il baricentro. Incrociando poi i dati e i risultati ottenuti nei primi esercizi, avrete anche la vostra “età Wiifit”, che spesso non corrisponde a quella reale. Sembra che l’idea della pedana sia nata nella mente di Takao Sawano, project leader della Nintendo,

Data di uscita: 24 aprile Peso massimo: 150 kg 2008 Età: da 2 anni in su Piattaforma: Wii Prezzo: 89,90 euro Sviluppatore: Nintendo (WiiFit + Balance Board) Internet: http://ms2.nintendo-europe.com/wiifit/

Nella sezione “Esercizi Muscolari” avrete a disposizione un vero personal trainer (con tanto di fischietto) che vi guiderà nellʼesecuzione degli esercizi, correggendo eventuali errori.

ipse dixit

“I campioni non si costruiscono in palestra. Si costruiscono dall’interno, partendo da qualcosa che hanno nel profondo” Muhammad Ali

19


toys

toys

RUBIK:

CUBO

IL MA

GICO

Storia di un rompicapo. § Sei facce per sei colori, 54 quadrati per un numero infinito di combinazioni possibili: ma una sola è quella corretta.

È il rompicapo più famoso del mondo, il

giocattolo più venduto della storia, con circa 300 milioni di pezzi venduti, imitazioni comprese. Il cubo di Rubik, o Cubo Magico, è un celebre gioco di logica inventato dal professore di architettura e scultore ungherese Erno Rubik nel 1974. La versione classica (quella 3x3x3) presenta 9 quadrati su ogni faccia, per un totale di 54 quadrati solitamente suddivisi in 6 colori differenti. Quando il cubo di Rubik è risolto, ogni faccia ha solo quadrati dello stesso colore. Sembra facile, ma basta fare qualche prova per comprendere che il compito è tutt’altro che agevole. Le combinazioni possibili, infatti, sono rappresentate da un numero interminabile: 43.252.003.274.489.856.000, di cui una sola è

20

quella corretta. Inizialmente progettato da Rubik a scopi didattici, si diffuse solo tra i matematici ungheresi, interessati ai problemi statistici e teorici che il cubo poneva. Qualche anno più tardi un matematico inglese scrisse su queso oggetto un articolo che portò la sua fama fuori

Il record del mondo appartiene a Erik Akkersdijk, che lo ha risolto in 7,08 secondi. dai confini dell’Ungheria. Nel giro di pochi anni, il cubo di Rubik invase i negozi europei ed americani, diventando il rompicapo più venduto della storia. Solo nel 1982 ne furono

venduti oltre 100 milioni di pezzi, e Rubik divenne il cittadino più ricco del suo Paese. Nello stesso anno Minh Thai, studente vietnamita di Los Angeles, vinse il primo campionato del mondo, riuscendo a concludere il rompicapo in soli 22,95 secondi. Ad oggi, il record del mondo in competizioni ufficiali appartiene a Erik Akkersdijk, che lo ha risolto in 7,08 secondi durante i Czech Open 2008. Naturalmente per risolvere il cubo esistono delle tecniche ben precise, dei metodi da seguire per giungere alla soluzione. Uno dei più utilizzati è il cosiddetto metodo “a strati”, e la diffusione di Internet in questo senso ha aiutato molto coloro che hanno pensato di cimentarsi con il cubo magico. Basta andare su YouTube per vedere decine di video di utenti che spiegano come risolverlo velocemente. Altrimenti, provate a digitare “blindfold cubing”: in questo caso il risolutore impara a memoria il cubo, poi si benda e lo risolve senza più guardarlo. Veri e propri geni della matematica. Meno geniale, ma a suo modo un primatista, è stato invece Graham Parker, un muratore inglese di 45 anni. Ha iniziato a giocare al cubo nel 1983,

ed è giunto alla soluzione soltanto 26 anni dopo. Ventisei anni di serate rinchiuso in casa, notti insonni e polsi doloranti. Ma alla fine ce l’ha fatta: “Il sollievo che provo è indescrivibile”, ha di-

chiarato Parker. “Mi aveva fatto impazzire e controllava la mia vita. Ho perso eventi importanti per stare a casa e cercare di risolverlo. Quando l’ultimo pezzo è andato al suo posto e ogni facciata era di un colore solo, mi sono messo a piangere”. L’associazione mondiale del cubo di Rubik gli ha riconosciuto la paternità del record: DISPLAY ben 27.400 ore. mensile gratuito

erno rubik Erno Rubik nasce nel 1944, durante la Seconda guerra mondiale a Budapest. Suo padre era ingegnere areospaziale, sua madre poetessa. Laureatosi nel 1967 in ingegneria civile presso lʼuniversità di Budapest inizia a studiare scultura e architettura dʼinterni. Dal 1971 al 1975 lavora come architetto, per poi far ritorno allʼAccademia dʼArte di Budapest assumendo la cattedra di architettura. Durante questo periodo, nel 1974, inventa il cubo. Agli inizi del 1980 diviene editore di una rivista di enigmistica dal nome “... e giochi”. In questo periodo il Cubo inizia a diffondersi anche internazionalmente, dando origine ad una “mania” che spinge il rompicapo ad essere in assoluto il gioco più venduto di quel periodo, ed il suo creatore a divenire la persona più ricca del suo paese. Nel 1983 crea il Rubik-Studio, per la progettazione di mobili e giochi. Nel 1990 diventa presidente dellʼAccademia di ingegneria dʼUngheria. Nellʼambito della stessa crea la “Fondazione Rubik”, per promuovere giovani ingegneri e designer particolarmente dotati. Attualmente Rubik si occupa dello sviluppo di videogiochi, di architettura e dirige ancora il Rubik-Studio. (Wikipedia) ipse dixit

“L’intera vita è un tentativo di risolvere rompicapi.”

Erno Rubik

21


top five la classifica

il racconto del mese racconto inviato da: Roberto Stroppa (Tivoli)

Il formicaio

Esco dal carcere di Rebibbia alle ore 9.16 di una mattina di giugno, una normale e splendida mattina di primavera. Nel sacco di tela verde porto le cose che mi sono state restituite all’uscita. Non molto, per la verità.

1

2

3

4

5

22

Stieg Larsson Uomini che odiano le donne Marsilio

Patricia Cornwell Kay Scarpetta Mondadori

Stieg Larsson La regina dei castelli di sabbia Marsilio

Andrea Camilleri Un sabato, con gli amici Mondadori

Stieg Larsson La ragazza che giocava con il fuoco Marsilio

1

2

3

4

5

Dopo cinque anni devo tornarmi ad abituare all’idea di una vita da vivere. La libertà in fondo è proprio questo: fare ciò che si vuole della propria vita, essere artefici del proprio destino.

Dvd

Libri

Dischi

§ La classifica dei più venduti del mese: per capirecosa leggiamo, cosa ascoltiamo, cosa guardiamo...

Bruce Springsteen Working on a Dream Columbia

Nek Un’altra direzione Warner Bros

Amici. Scialla Sony-BMG

Tiziano Ferro Alla mia età Capitol

J-Ax Rap’n’Roll RCA Italiana

La classifica si riferisce al mese di FEBBRAIO e ha valore puramente indicativo.

1

2

3

4

5

La prigione è un respiro vuoto tra il passato da dimenticare e il futuro da immaginare. Come previsto, non c’è nessuno ad attendermi all’uscita. Andrew Stanton WALL-E Buena Vista

Phyllida Lloyd Mamma mia! Universal Pictures

Peter Berg Hancock Sony Pictures

Mathieu Kassovitz Babylon A.D. Mondo Home

Desperate Housewives. Stagione 4 Buena Vista

Dovrò ricostruirmi anche un’accettabile rete di relazioni sociali.

Nel pugno destro stringo il biglietto con l’indirizzo della sorella di Mario, il mio compagno di cella. Me lo ha dato lui, ha detto che per i primi giorni mi avrebbe ospitato senza problemi.

Ci andrò, ma non subito.

Prima voglio sapere, prima voglio capire come si è trasformata la gente nei cinque anni in cui non ci sono stato. Cosa ne hanno fatto, loro, delle proprie vite. Prendo la metropolitana alle ore 9.29, direzione Stazione Termini.

Questo è il posto perfetto per osservare la gente: ce n’è di tutti i tipi. Mi mischio mollemente nel flusso ininterrotto dell’andirivieni generale. Ora non sono più io. Ora sono un atomo inutile e impercettibile della massa sociale. Il luogo ideale per un uomo nel mio stato. Osservo questo formicaio di traiettorie frettolose, e mi sembra di stare nel crogiolo di Roma, nel centro perfetto del mondo e dell’Universo intero. Due cingalesi tentano di sopravvivere convincendo un signore grassottello in pantaloni corti della qualità del dvd di Mission Impossible. “Si vede bene, amigo. Io sto sempre qua, amigo”. Un frate è fermo sotto il display degli orari dei treni, e lo consulta con lo sguardo verso l’alto come se stesse ammirando il Signore dei Cieli. Una mamma si accuccia verso il passeggino di suo figlio per pulirgli la bocca, e dai pantaloni spuntano le mutandine da bambina che continua a indossare per rimanere attaccata ad un’infanzia priva delle preoccupazioni del matrimonio, della maternità, della vita. Due giovani sposi corrono verso il binario 19 dove sta per partire il loro treno per Parigi. Corrono continuando a

23


il racconto del mese

[

Osservo questo formicaio di traiettorie frettolose, e mi sembra di stare nel crogiolo di Roma, nel centro perfetto del mondo e dell’Universo intero.

[

tenersi per mano, a trascinarsi dietro le valigie, a ridere. Una zingara che sicuramente dimostra più anni di quelli che dimostrerebbe in una vita priva della corrosione della strada, tiene in braccio un bambino con gli occhi appiccicati dallo sporco. Con la mano tesa non riesce ad elemosinare altro che gelida indifferenza. Un uomo col vestito nero e la cravatta rossa si guarda bene dal passarle vicino, e finge di non vederla. Più tardi, mentre starà esponendo il suo importante progetto al consiglio di amministrazione, un’immagine di quella donna gli tornerà in mente come un flash, chissà perchè. Al bar un ragazzo in gilè continua a sbattere caffè sul banco, ormai assuefatto al tintinnìo fastidioso delle tazzine. Un gruppo di ragazzini con i capelli lunghi e i pantaloni troppo larghi, vaga alla ricerca di qualcosa da fare ora che le scuole sono chiuse. Un po’ come me, in fondo. Qualcuno fuma, per darsi delle arie. Un uomo biondo e robusto, attraversa la folla a bordo di un montacarichi elettrico. Sembra Fred Flinstones nella sua automobile di sassi, ma ha la faccia molto più annoiata di quella che hanno nei cartoni animati. Un ragazzo scende dal treno con un mazzo di rose in mano. Riesco da qui a percepire l’ansia del ritorno, la voglia e la paura di rivedere lei, le mani sudate, il cuore in gola. Una signora distinta, con un grosso cappello rosa, tiene al guinzaglio la sua cagnetta bianca. Camminano entrambe con lo sguardo alto, come fossero capitate qui per sbaglio, umiliate nel calpestare un suolo così sudicio e pregno di vita popolare. Tra la folla mattutina c’è chi solo adesso andrà a dormire: un netturbino dagli occhi stanchi di vedere solo sporcizia, sporcizia, sporcizia.

E nonostante tutto sono felice. Fra altri cinque anni forse anch’io sarò uno di loro. Un uomo libero, una persona qualunque, un insetto perso nel formicaio della città.

NOLEGGIO CONDIZIONATORI E RISCALDAMENTI MANIFESTAZIONI - CONGRESSI - SFILATE CALAMITA’ NATURALI - SITI MILITARI

I NOSTRI LAVORI: TIVOLI ROCK STUDI TELEVISIVI RAI ROMA 2004 MTV EUROPE MUSIC AWARD STADIO OLIMPICO DI ROMA 2001 - DECONGELAMENTO CAMPO DI GIOCO OLIMPIADI INVERNALI TORINO 2006 COMUNE DI ALASSIO - VOLLEY FIBV WORLD GRAND PRIX 2008 CAMPIONATI DEL MONDO DI PALLAVOLO - TORNEO DI QUALIFICAZIONE GIAPPONE 2006 - NAPOLI

VERTICE FAO - CONFERENZA SULLA SICUREZZA ALIMENTARE DELLE NAZIONI UNITE

CAMPIDOGLIO, 19 OTTOBRE 2004 - FIRMA DELLA COSTITUZIONE EUROPEA 45° ANNIVERSARIO ATELIER VALENTINO - VILLA BORGHESE 10TH WORLD CONGRESS SPORT FOR ALL - STADIO DEI MARMI (Roma) SFILATE DOLCE&GABBANA – CAVALLI CERIMONIA NUZIALE BRIATORE PRESENTAZIONE NUOVA FIAT BRAVO, NUOVA FORD FIESTA, NUOVA OPEL CORSA, NISSAN QASHQAI

DISPLAY TI PUBBLICA! Invia il tuo racconto (massimo 6000 battute, spazi inclusi) all’indirizzo e-mail posta.display@gmail.com, ogni mese pubblicheremo il migliore. Non ci sono limiti alla fantasia e all’argomento da trattare.

24

VDM s.r.l. Via di Monitola, 14 - 00024 Castel Madama (Roma) Telefoni: 0774/411222 - 411096 Fax 0774/411594 P.IVA: 06507641006 - e-mail: vdm.srl@libero.it - web: www.noleggiovdm.it

25


world-wide-web

world-wide-web

Per un pugno di

pixel

§ I tifosi del Colonia comprano il calciaotore Podolski pixel dopo pixel, riprendendo l’idea di un geniale studente inglese.

Una colletta tra tifosi, per acquistare il giocato-

re Lucas Podolski dal Bayern Monaco. È questa l’originale idea della società tedesca del Colonia, che per assicurarsi le prestazioni del calciatore ha deciso di chiedere aiuto ai propri tifosi. E lo ha fatto attraverso il sito internet ufficiale della società. Nel sito sono stati messi in vendita 40.000 pixel, al prezzo di 25 euro ciascuno: se tutti i pixel fossero venduti si arriverebbe alla ragguardevole cifra di 1 milione di euro. In realtà il giocatore ne costa 10, ma risparmiare un decimo dell’investimento sarebbe comunque un ottimo risultato per la società. L’originalità della notizia ha fatto sì che questa nuova forma di autofinanziamento fosse pubblicizzata su moltissimi media europei, anche per la partecipazione spontanea di Michael Schumacher, da sempre tifosissimo del Colonia. In realtà l’idea si ispira al sito “The Million Dollar

Home Page” (v. box pagina accanto), creato nel 2005 da uno studente inglese, che riuscì a vendere 1 milione di pixel a un dollaro ciascuno, diventando ricco e popolare, soprattutto in Inghilterra.

IL PIXEL

In computer grafica, con il termine pixel (contrazione della locuzione inglese picture element) si indica ciascuno degli elementi puntiformi che compongono la rappresentazione di una immagine. Solitamente i punti sono così piccoli e numerosi da non essere distinguibili ad occhio nudo. Ciascun pixel, che rappresenta il più piccolo elemento autonomo dellʼimmagine, è caratterizzato dalla propria posizione e da valori quali colore e intensità. (Wikipedia)

http://http://pixel.fc-koeln.de/ 26

Michael Schumacher ha acquistato 35 pixel al prezzo di 875 euro.

TESTIMONIAL ILLUSTRE

Allʼoriginale iniziativa del Colonia ha aderito anche un testimonial dʼeccezione: Michael Schumacher. Lʼex pilota della Ferrari, tifoso del Colonia e ammiratore di Lukas Podolski, ha contribuito acquistando 35 pixel al prezzo di 875 euro. In particolare, secondo quanto riferisce la “Bild”, Schumacher avrebbe detto al calciatore: “Hai deciso di seguire il cuore e questo è sempre positivo. Nulla può rimpiazzare lʼamore per la propria squadra, lo so per esperienza. Per me, il mio team è sempre stato importante”. Nella pagina web in questione, tutta dedicata allʼoperazione, Schumacher ha messo una propria foto, subito circondata da sponsor che cercano visibilità a buon prezzo. Lars Nierfeld, responsabile marketing del Colonia, si è detto soddisfatto: “Al momento, il finanziamento ha toccato quota 96.000 euro”.

The Million Dollar Homepage, l’idea da un milione di dollari Un milione di pixel, un dollaro a pixel. Questa formula, sconcertante per la sua semplicità, ha reso ricco e famoso Alex Tew, uno studente ventenne dello Wiltshire, che aveva il solo scopo di finanziarsi gli studi universitari. La pagina principale del sito è strutturata come una griglia composta da quadrati di 10x10 pixel, che erano tutti inizialmente vuoti e che sono stati messi in vendita. Chiunque poteva acquistarli e sovrascriverli con una scritta pubblicitaria per il proprio sito web. Il sito è stato creato il 26 agosto 2005, e lʼultimo blocco di pixel è stato venduto lʼ11 gennaio 2006, a seguito di unʼasta su eBay vinta da un sito che vende prodotti dietetici grazie a unʼofferta di 38.100 dollari. Senza alcun tipo di pubblicità e solo grazie al passaparola, lʼiniziativa del giovane è giunta alle orecchie dei principali giornali inglesi, che ne hanno inesorabilmente alimentato la popolarità. Ironia della sorte, il giovane Tew è stato costretto a lasciare gli studi dopo un solo semestre a causa dellʼenorme pubblicità e dellʼattenzione mediatica che lo circondava. La fortuna del sito ha portato alla creazione di molti doppioni basati sullo stesso schema, che hanno avuto meno fortuna dellʼoriginale, mancando lʼelemento novità. http://www.milliondollarhomepage.com/

27


benessere

Curarsi con il freddo:

LA CRIOTERAPIA § In costume a 110 gradi sotto zero. Arriva dal Giappone la nuova terapia che promette di ridurre il dolore e curare patologie croniche.

In costume da bagno a -110°. Non è uno scherzo, ma

anzi una terapia molto seria che, partita dal Giappone già dagli anni ’80, si sta diffondendo anche nel Nord Europa: le cosiddette “camere del freddo” sono oggi in Polonia, Germania, Finlandia, Russia, Francia, Gran Bretagna e Austria, dove si trovano anche quelle più vicine ai confini italiani. In Italia la crioterapia ancora non esiste, ma c’è da immaginare che spunterà presto anche per noi l’opportunità di immergersi nel freddo polare. L’obiettivo di questo singolare metodo di cura è alleviare o eliminare i dolori, curare patologie croniche a livello articolare o vertebrale, ma anche stress e insonnia. Il principio di base è che, uscendo da queste camere gelide, si provi una diffusa sensazione di sollievo, dovuta ai recettori nervosi presenti sulla

pelle. Per molto tempo la crioterapia è stata una terapia localizzata soltanto a determinate parti del corpo. Oggi, invece, si è trasformato in un trattamento “total body”, che promette miracoli. Esistono naturalmente delle precauzioni da prendere (la crioterapia è assolutamente sconsigliata a ipertesi, cardiopatici e donne incinte) e va indossata una mascherina per proteggere la bocca e il naso. Il trattamento, naturalmente, va fatto sotto stretto controllo, e un’infermiera da fuori è sempre in contatto audio e video con il paziente. Si entra prima in una stanza a -15°, poi a -60° e, infine, si passa ai fatidici -110°, dove si può resistere massimo fino a tre minuti e mezzo. Una follia, se si pensa che in Antardide si arriva “appena” ai 90° sotto zero. DISPLAY

Per molto tempo la crioterapia è stata localizzata soltanto ad alcune parti del corpo. Oggi, invece, è un trattamento total body

28

mensile gratuito

Rendi indimenticabili i tuoi giorni speciali Rendi indimenticabili i tuoi giorni speciali. Menù personalizzati per ogni evento

u

Servizio Catering completo

Sala Convegni presso strutture Alberghiere u Consulenze Locations particolari u Coffee e tea break u Noleggio Attrezzature ROSSI CATERING & BANQUETING di Mimmo Rossi Via Empolitana, 226/228 - 00019 Tivoli (RM) Tel/Fax 0774 332367 – 339 6519817 www.rossicatering.com - info@rossicatering.com

29


QUI

ROMA Eventi e appuntamenti in città 14-15-16 Marzo // Laura Pausini // Palalottomatica Dopo aver conquistato cinque dischi di platino, con il suo ultimo album “Primavera in anticipo” Laura Pausini approda a Roma. Il tour arriva a due anni di distanza dal concerto-evento di San Siro del 2 giugno 2007 - prima donna ad esibirsi allʼinterno dello stadio milanese - e a quattro dal precedente tour mondiale che in quasi 60 data ha totalizzato oltre 500.000 spettatori.

Multiproprietà addio?

vacanze

19/22 Marzo // Festival della Matematica // Auditorium Parco della Musica // info: 06 80.241.281 Roma caput mundi mathematicae. Possono i numeri salvare il mondo o renderlo più libero, più ordinato? Questi i temi della seconda sessione del Festival a Roma, dove lʼeccellenza del pensiero scientifico e filosofico ci condurrà nel meraviglioso mondo delle creazioni matematiche. 19 Marzo // Giusy Ferreri // Atlantico Live (Ex Palacisalfa) Dopo lʼuscita del suo primo album Giusy ferreri, rivelazione della scorsa edizione di X Factor, arriva sui palchi italiani. Lʼalbum “Gaetana” uscito a novembre include il singolo che ce lʼha fatta conoscere, “Non ti scordar mai di me”, “Novembre” e il 3° estratto “Stai fermo lì”. 21 Febbraio // Ska-p // Palalottomatica // Prezzi: 25 euro // info: 06 45.496.305 La band spagnola torna dopo tre anni di assenza dai palchi di tutto il mondo e forte dellʼuscita del nuovo album Lágrimas y Gozos che arriva dopo sei anni senza aver pubblicato alcun disco in studio. Con loro sul palco unʼaltra band di culto in quanto ad antagonismo e stile: gli Asian Dub Foundation. Fino al 24 Maggio // Futurismo. Avanguardia Avanguardie // Scuderie del Quirinale // da domenica a giovedì dalle 10 alle 20; venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30 // Intero: € 10,00

Nel centenario del Manifesto - pubblicato da Filippo Tommaso Marinetti il 20 febbraio 1909 sul giornale parigino “Le Figaro”- le Scuderie del Quirinale, in collaborazione con il Musée National dʼArt Moderne/Centre Georges Pompidou di Parigi e la Tate Modern di Londra, dedicheranno unʼesposizione di grande rilievo e valore al Futurismo, a testimonianza del suo ruolo storico e internazionale. Dal 24 Marzo al 5 Aprile // Amleto // Teatro Eliseo // info: 06 48.872.222 Lʼopera più famosa al mondo, la più completa e attuale nonostante sia stata scritta nel 1600, andrà in scena a Roma al Teatro Eliseo dal 24 marzo al 5 aprile 2009: Amleto di William Shakespeare. Il Teatro Biondo Stabile di Palermo ci regala un grande spettacolo con un cast di alto livello.

30

// Le date e lo svolgimento stesso degli eventi possono essere soggetti a variazioni.

§ Molto in voga negli anni ‘80-’90, la multiproprietà oggi è in netto calo. Gli italiani gli preferiscono voli low cost e viaggi last minute.

La multiproprietà non va più di moda. Questo

sitema, che consentiva a molti italiani di andare in vacanza una o due settimane l’anno pur non possedendo la seconda casa, sembra essere entrato in una profonda crisi. A dirlo è un’indagine di Media Time Group, società di marketing turistico, secondo la quale oggi gli italiani preferiscono girare, cambiare meta, viaggiare, complici anche i low cost e i last minute. “Le esigenze ed i gusti dei consumatori di fascia media si stanno raffinando”, dice Alberto Pavan. “I consumatori non accettano più rigide formule preconfezionate e vogliono maggiore

flessibilità nelle date, ma anche una più ampia gamma di destinazioni e di tipo di vacanza”. Fatto sta che il settore, partito con grande entusiasmo negli anni Ottanta e arrivato all’apice dello sviluppo alla fine degli anni Novanta, negli ultimi cinque anni è entrato in crisi. Più nel dettaglio, in dieci anni il numero di contratti di multiproprietà si è ridotto del 90%. Tanto che anche vendere le proprie quote ormai è tutt’altro che facile, e il valore si è abbassato di molto: se nel quinquennio 1995-2000 il valore massimo di acquisto toccava i 40mila euro, oggi non supera i 15mila. DISPLAY

Per chi vuole vendere la propria quota oggi c’è la possibilità della rottamazione

mensile gratuito

31


Nella storia del potere creativo del pensiero umano più besti che nella foresta. Questi ormai storici lavori furono l’avvio di una lunga e brillante carriera acpensieri e parole

«Il segreto della vita, oltre a dormire e a far sport, è avere una compagna un po’ più giovane e bella» V. Cecchi Gori

«Il dubbio è uno dei nomi dell’intelligenza»

Jorge Luis Borges

«Credo che tutto accada per un motivo. L’importante è cercare quel motivo. E’ così che si impara»

CENTRO DI TERAPIA FISICA E GINNASTICA MEDICA SRL ISTITUTO POLISPECIALISTICO PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLE MALATTIE REUMATICHE E NEFROLOGICHE AUTORIZZATO E CONVENZIONATO CON LA REGIONE LAZIO

Il Centro di Terapia Fisica e Ginnastica Medica è una struttura sanitaria privata, autorizzata e accreditata presso il Servizio Sanitario Nazionale.

RADIOLOGIA Il reparto è suddiviso in tre sezioni dotate delle più moderne attrezzature con personale sanitario altamente qualificato. Si effettuano tutte le indagini morfologiche e funzionali incluse mammografie, RX delle arcate dentarie e MOC.

Servizio di Ecografia* Pelvica Mammaria Prostatica Renale Vescicale Muscolare Epatica Addominale Pancreatica

Tiroidea Tendinea Vasi del Collo Ghiandolare Articolare Ecocardiogramma Ostetrica Testicolare Ecocolordoppler

Aperto dalle ore 8:00 alle ore 19:00 dal lunedi al venerdi, il sabato dalle ore 8:00 alle ore 12:00 Per gli esami radiografici non è richiesto appuntamento.

* Servizio non in convenzione

TIVOLI Viale Trieste, 2/b - 00019 Tivoli (Rm) - Tel. 0774318706 - Fax 0774333176 - www.ctfgm.it

Pag.210x135.indd 2

25-06-2008 10:43:03

Drew Barrymore

«Potete anche mettere le ali a un maiale, ma non ne farete mai un’aquila»

CENTRO DI TERAPIA FISICA E GINNASTICA MEDICA SRL ISTITUTO POLISPECIALISTICO PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLE MALATTIE REUMATICHE E NEFROLOGICHE AUTORIZZATO E CONVENZIONATO CON LA REGIONE LAZIO

NEFROLOGIA E DIALISI Il reparto di Emodialisi autorizzato e accreditato dalla Regione Lazio è dotato di 14+2 posti e delle più moderne attrezzature all’avanguardia per la cura delle malattie renali. Le metodiche utilizzate sono l’emodiafiltrazione (online) e l’emodialisi in bicarbonato a membrane molto biocompatibili. Diretto dal Nefrologo Dott. Guido Baldinelli coadiuvato da uno staff di medici specialisti, infermieri professionali e personale ausiliario.

Bill Clinton

«Non mi sono mai considerata il meglio della televisione, ma nemmeno il peggio» Maria De Filippi

E’ garantita l’apertura tutto l’anno dal lunedì al sabato.

TIVOLI Viale Trieste, 2/b - 00019 Tivoli (Rm) - Tel. 0774318038 - Fax 0774333176 - www.ctfgm.it - emodialisi@ctfgm.it

32

Pag.210x135.indd 1

25-06-2008 10:43:38


le stelle di Marzo Ariete Fine mese in grande forma. Bene lavoro e salute. Venere nel segno gratifica l’amore. gianfranco Auguri.

funari 21 marzo 1932

 Cancro

Mese stancante, sia a livello fisico che a livello mentale: non trascuratevi. george orwell Mercurio aiuterà i 25 giugno 1903 colpi di fulmine.

Lasciate perdere le diete. I malanni di stagione vi trovano impreparati. Dal 15 salvador dali Marte amico per i 11 maggio single.

1904

Gemelli Puntate sul lavoro, novità in arrivo. Una scelta importante potrà migliorare noteenzo jannacci volmente la vostra vita. 3 giugno 1935 Bene l’amore.





Leone

Vergine

In amore ritorna la serenità. Anche la salute è in netto miglioramento: prendetevi carla fracci un momento di relax e 20 agosto 1936 dedicatevi a voi stessi.

La luna piena aiuterà incontri passionali. Rimandate le scelte importanti. Salute un beyoncè pò giù di tono, meglio 4 settembre il lavoro. 1981







Bilancia

Scorpione

Sagittario

Tensione nella vita di coppia. Nel lavoro arriverete ad ottimi risultati: si prevedono niels liedholm entrate di denaro. 8 ottobre 1922 Salute fragile.

Marte positivo aiuterà un incontro emozionante. Salute ottima grazie ad influssi rino gaetano planetari. 29 ottobre 1950

Crisi in amore, dovrete fare una scelta che, nel tempo, si rivelerà quella giusta. carol alt Possibili nuove 1 dicembre 1960 opportunità di lavoro.







Capricorno

Acquario

Pesci

La famiglia e il rapporto a due aiutano a ritrovare la serenità. Energie al massimo. iva zanicchi Periodo molto 18 gennaio 1941 fortunato.

 34

Toro

Facili guadagni finanziari per tutto il mese. La dea bendata vi renderà felici. Relaziovaleria mazza ni di coppia in netto 17 febbraio 1972 miglioramento.



Gelosie immotivate per chi è in coppia. Mercurio nel segno assicura gratificazioni dino zoff sul lavoro, aumenti o 28 febbraio promozioni. 1942




Display / Numero Otto / Marzo 2009  

Mensile gratuito di informazione, attualità e cultura.