Page 1

numero 3 - anno I - oTToBr e - dIcemBr e 2011

Il naTale deI popolI

BeTlemme, lampedusa e la svezIa, ospITI 2011

Il programma deglI evenTI Tra musIca e mercaTInI

la fesTa deI presepI e deI BamBInI

TuTTe le mosTre della cITTà

A l l’ i n t e r n o l A m A p pA d e l c e n t r o c o n i c o n s i g l i c o m m e r c i A l i


2 VIVIROVERETO


VIVIROVERETO 3

nella cITTà della pace Il naTale è deI popolI vIvI rovereTo rivista trimestrale del consorzio rovereto In centro numero 3 - anno I - ottobre 2011 redazione coordinamento e segreteria

patrizia Belli marisa Bruschetti laura galassi valentina maino gerardo giuliano anna Benazzoli

direttivo consorzio

giulio prosser - presidente stefano andreis, michele adami, elena aldrighettoni, Tommaso Biasion, virna calzà, mauro piccoli, paolo preschern, marco zani Fotografie

fulvio fiorini - archivio marT archivio apT rovereto e vallagarina - archivio consorzio rovereto In centro paolo aldi - International nativity museum Bethlehem traduzioni

cristiano vecli impaginazione

plus - Trento stampa

la grafica mori

Andrea miorandi Sindaco giampaolo daicampi Assessore al Turismo

Il natale a rovereto è un natale speciale, certamente molto differente rispetto a quanto si respira e si vive in altre città. mentre altre località si rincorrono una con l’altra sul terreno del marketing sempre più spinto, noi abbiamo scelto ormai da qualche anno una strada diversa. Il “natale dei popoli” è ormai un brand che si sta facendo conoscere anche al di fuori dei confini provinciali, caratterizzando la nostra città nel segno della scoperta di altre culture, dell’apertura al mondo e della solidarietà. Questi temi vengono declinati anche nell’edizione 2011, in una sorta di fil rouge costituito da tre località simbolo: Betlemme, la patria di tutti i natali del mondo; lampedusa, la “porta” del mediterraneo sul nord africa e il medio oriente; la svezia, terra delle tradizioni più antiche legate a personaggi molto noti anche da noi, come santa lucia. Il tema dell’apertura al mondo e dell’accoglienza - tema “natalizio” per eccellenza - viene così declinato sia in termini spirituali e religiosi, sia sotto una prospettiva più laica. le recenti e drammatiche vicende che hanno coinvolto i paesi e le popolazioni che si affacciano sul mediterraneo costituiscono una questione di cui tutti devono sentirsi investiti. dedicare un natale dei popoli a questo tema ha significato per rovereto mettere in rete le molteplici esperienze “sul campo” condotte quotidianamente dalle

sue realtà associative e dalle sue istituzioni, particolarmente dedicate a queste problematiche. sono questi gli aspetti che fanno di rovereto una “eccellenza” di livello nazionale nel campo della pace, della solidarietà, dei rapporti internazionali e che trovano nel natale un’ulteriore occasione di impegno e di promozione. Il cuore di tutto questo sarà il tradizionale mercatino, che quest’anno viene ospitato nelle vie del centro storico, offrendo ai suoi visitatori un’atmosfera ancora più calda ed emozionante. un mercatino che sarà anche spettacolare “vetrina” dei tre luoghi simbolo dell’edizione 2011 e di tutto ciò che accadrà in città da fine novembre alle celebrazioni del natale. dietro a tutto questo c’è uno sforzo organizzativo che - con l’impulso e l’ottimo coordinamento del consorzio rovereto In centro, che ringraziamo di cuore per la dedizione e il grande lavoro svolto anche quest’anno - coinvolge davvero tutta la città: le sue istituzioni, il mondo del commercio e dell’artigianato, le piccole imprese, gli sponsor pubblici e privati, l’associazionismo e il volontariato, i giovani. mai come in questa occasione rovereto conferma concretamente la sua vocazione storica a “città della pace”: non uno slogan vuoto o un semplice logo, ma un impegno collettivo, un lavoro quotidiano, un orgoglio di comunità.

In QuesTo numero 4 6 7 8 9 10 11

rovereto invita Betlemme, lampedusa e la svezia Il fascino del mercatino Il giardino dei presepi Il natale dei bambini Il presepe di Betlemme la festa del sud la notte di luce

12 14 15 17 18 19 20

alla scoperta del centro storico: via rialto Il centro artistico salesiano di Betlemme lettera da lampedusa Incontro musicale con la palestina porte aperte al volontariato la via della pace da visitare


4 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

25 novembre - 31 dicembre 2011

Il naTale deI popolI rovereTo InvITa BeTlemme, lampedusa e la svezIa

è speciale il natale di rovereto. un natale dedicato ai popoli in nome della vocazione di rovereto a essere città della pace: crinale che unisce le persone, al di là d’ogni confine: di territorio, di religioni, di pensieri, cuore pulsante della magia natalizia saranno gli artigiani provenienti da Betlemme. un’iniziativa nata in collaborazione con il ministry of Tourism & antiquities Bethlehem – palestine che porterà a rovereto i particolari manufatti di legno di olivo: angeli, natività, figure per i presepi e oggetti ornamentali natalizi. grazie alla disponibilità dell’organizzazione non governativa vIs (volontariato Internazionale per lo sviluppo) e del centro di formazione all’artigianato artistico della comunità salesiana di Betlemme saranno presenti i ragazzi

crocevia di impegno alla comprensione e alla comunanza tra fedi e culture testimoniato da istituzioni internazionali e dalla grande campana che ogni sera rinnova il richiamo alla pace con i suoi rintocchi.

della scuola per proporre prodotti artigianali in legno e madreperla. si tratta di un’occasione unica per veder nascere dalle mani degli artigiani di Betlemme quegli oggetti che ci ricordano e ci riportano alla Terra santa. Il museo internazionale della natività di Betlemme, che si trova lungo via della stella, la stessa via percorsa dai magi per raggiungere la grotta della natività è stato riaperto da poco grazie al patrocinio dell’unesco e accoglie una delle più ricche e preziose collezioni di presepi della Terra santa. oltre 200

rappresentazioni della natività, di vario stile e dimensione, donate da artisti e collezionisti privati. uno tra i suoi più antichi presepi sarà esposto a rovereto nella bella cornice di chiesa san marco. visita imperdibile per il significato di pace e convivenza universale. significato che ritorna con lampedusa.


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 5

Christmas of the PeoPle Bethlehem, lamPedusa and sweden meet in rovereto November 25th to December 31st

l’isola di lampedusa medaglia d’oro al valore civile per la costante testimonianza dei più elevati sentimenti di umana solidarietà e accoglienza, sarà a rovereto ospite del natale dei popoli. Il luogo simbolo della nuova frontiera dell’occidente nella città della pace troverà la vicinanza della solidarietà, ma potrà anche promuovere la bellezza dell’isola nella vetrina natalizia di rovereto. a rappresentare lampedusa saranno gli artigiani e gli operatori dell’isola che assieme al loro sindaco Bernardino de rubeis daranno vita a una festa dedicata alle tradizioni natalizie siciliane. Infine il nord. la festività di santa lucia è

la ricorrenza perfetta per far conoscere agli italiani la tradizione culturale svedese; si tratta infatti della festa natalizia per eccellenza della svezia. ogni anno il 13 dicembre, data prossima al solstizio d’inverno, la svezia celebra «colei che porta la luce», scegliendo una ragazza in abito bianco con una corona di candele, che impersona la santa in tutto il paese. In collaborazione con l’ambasciata svedese a roma sarà presente a rovereto con i suoi canti natalizi per portarci tutta la suggestione del natale nordico nella celebrazione di santa lucia «regina di luce».

Christmas time in Rovereto is something special. Advent here in the Town of Peace is yearly dedicated to the People of the World and the tolling of the great Bell of the Fallen recalls peace, every night, since it was created. All eighty-nine flags of Countries that usually encircle Maria Dolens bell in its site on Miravalle hill will be exhibited along corso Bettini as both a symbol of unity and a warm welcome to all our guests. Thanks to Bethlehem Ministry of Tourism & Antiquities, Salesian Artistic Centre of Bethlehem and Volontariato Internazionale per lo Sviluppo; the people of Rovereto host artisans and trainees with their strictly handcrafted olive-wood and mother of pearl products. Moreover, UNESCO-supported Bethlehem’s International Nativity Museum exhibit one of the most ancient nativity scene presepe of its precious collection. Last but not least, Saint Lucy is celebrated in a few places both south and north of Europe, hence the delegations from Sweden and the island of Lampedusa.

l’InTramonTaBIle fascIno deI gIoIellI la vita è piena di momenti indimenticabili: per ognuno di questi c’è il gioiello giusto. per sceglierlo il luogo più adatto è la gioielleria comper, a rovereto dal 1964: nella centrale via mazzini ha due punti vendita adiacenti, uno dedicato ai gioielli e orologi, l’altro agli articoli regalo. nelle eleganti vetrine si possono trovare gli ultimi oggetti delle marche chimento, visconti, pesavento, due Jewels e swarovski. ma non bisogna dimenticare i monili componibili di pandora, molto trendy quest’inverno. per risolvere qualsiasi dubbio su quale anello di fidanzamento, quale collana o quale dono acquistare, la titolare patrizia e le sue collaboratrici

sono le persone giuste alle quali rivolgersi. per loro le parole d’ordine sono professionalità, esperienza e cortesia. nel laboratorio di oreficeria, inoltre, mani esperte sapranno come intervenire sui monili a

cui siete più affezionati, per farli tornare come nuovi. se invece il vostro orologio necessita di una riparazione, l’annesso laboratorio di orologeria offre un servizio di assistenza su orologi da polso

gioielleria comper via mazzini, 22

di tutte le marche sia elettronici che meccanici, pendoli e sveglie. ovviamente, nella gioielleria di via mazzini c’è anche una vasta gamma di rinomati brand come Hamilton, Tissot e Boulova.


i l n AtA l e d e i p o p o l i

6 VIVIROVERETO

Il fascIno del mercaTIno

profumo di dolci e vin brulé. addobbi per l’albero, statuine per il presepe e tante idee regalo nel mercatino di rovereto. sarà per l’incanto delle luci, il profumo di cannella e vin brulé o per la possibilità di trovare regali originali, rigorosamente fatti a mano, curiosando nelle allegre casette di legno… fatto sta che il mercatino piace

sempre di più. Quest’anno il tradizionale mercatino di natale è collocato nella rinnovata cornice di via roma, cuore pulsante del centro storico di rovereto e ospita gli artigiani trentini, nazionali e internazionali che presentano i loro manufatti e offrono le loro prelibatezze culinarie.

lucI In cITTà e desIderI In cIelo cadono stelle luminose nel centro storico di rovereto. ondeggiano lievi nel cielo plumbeo e risplendono al calar del sole. si accende la città della Quercia e diventa un teatro luccicante. le sfere luminose, che faranno brillare le principali vie e piazze del centro storico, e le luci degli alberi addobbati a festa faranno da cornice al grande albero di natale di piazza rosmini. le luci del grande albero saranno accese sulle note della Banda di folgaria e per l’occasione saranno lanciate in cielo delle piccole

mongolfiere benaugurali; ad ognuna di esse corrisponderà un desiderio che i partecipanti saranno chiamati a esprimere al microfono prima del lancio. cerimonia di accensione dell’albero, sabato 26 novembre ore 18 piazza rosmini

Christmas tree lighting Ceremony At 18:00, on Saturday November 26th; Piazza Rosmini

QualITà eTerna

inaugurazione venerdì 25 novembre ore 18 piazza battisti

a Christmas market glowing with Charm opening on Friday November 25th

Via Roma is a renewed jewel in the heart of town. From hot spiced wine and delicious season treats to Christmas tree decorations; artisans and manufacturers await you to proudly offer their products. vecli coltelleria e articoli regalo - via mazzini 83

Quando si compra qualcosa nella coltelleria vecli si può essere certi che durerà per una vita. Il negozio di oggetti per la casa che dal 1929 si affaccia su viale mazzini, fa infatti della qualità e della durabilità il suo cavallo di battaglia, ovviamente senza dimenticare il prezzo. Quello che una volta era un arrotino, e ancora adesso svolge

l’attività di affilatura di coltelli e forbici, oggi si caratterizza per l’esposizione di numerosi oggetti unici in Trentino, acquistati nelle fiere internazionali, perfetti per un’idea regalo originale e ironica. “ogni pezzo qui ha la sua storia”, racconta cristiano vecli e aggiunge “noi tifiamo per i clienti e per questo forniamo un completo servizio di assistenza post-vendita”.


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 7

Il gIardIno deI presepI Sono simboli della nostra cultura ed esempi d’arte. Evocano l’infanzia, l’avventura della ricerca giù in garage o la salita in soffitta per riscoprire scatoloni pieni di polvere dentro i quali hanno riposato per un anno le statuine, che un tempo si riconoscevano una ad una come vecchi amici d’infanzia. Era questo il rito che preparava l’attesa della notte incantata, l’allestimento del presepe. Comporlo significa evocare la storia del Natale. Al presepe è dedicato il giardino di casa Cobelli a Rovereto in via Roma, dove è possibilile acquistare tutto quello che serve per realizzare il proprio presepe a casa. In questo giardino ci sono anche due grandi presepi meccanici. Veri e propri capolavori sia per la qualità dei materiali impiegati e per le scenografie, impreziosite da effetti di riflesso che creano scorci di paesaggio impensabili e affascinanti. I presepi prodotti dal

laboratorio artigiano di Endine Gaiano vi faranno trascorrere i momenti più belli del vostro Natale. La musica e le luci natalizie sapranno regalarvi la dolcezza di ritrovarsi all’aperto e sentire il calore di una festa che unisce popoli e mondi differenti.

the garden of PresePe nativity sCenes

Setting up a nativity scene evokes memories. In a few words: it means Christmas. The Cobelli family garden is exclusively dedicated to all presepe paraphernalia. Big artisanal mechanical presepe scenes are on display.


8 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

la magIa dI una casa IncanTaTa come in una favola, luci, profumi, addobbi colorati accompagnano i bambini verso il luogo magico ed accogliente della casa del natale. un mondo di fiaba allestito dalla cartoleria marco per i più piccoli con le sue decorazioni, giochi, colori e tante sorprese da vivere ogni giorno in compagnia di Babbo natale e dei suoi aiutanti. dove liberare la fantasia, ascoltare storie e racconti e incontrare le tradizioni natalizie dei popoli.

C’era una Casetta...

laboratorio continuo per realizzare piccole casette di cartoncino da decorare e personalizzare con colori rosso, argento e oro che potranno diventare decorazioni per l’albero di natale oppure piccoli presepi o calendari dell’avvento tridimensionali. I più piccoli potranno anche creare stickers bianchi a forma di cristalli di neve da completare con materiali naturali come le pigne, il muschio, i licheni e le foglie.

vi aspettiamo dal 26 novembre al 31 dicembre in p.zza loreto dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19 sabato e domenica dalle ore 10 alle ore12 e dalle ore 15 alle ore19

nei sabati 26 novembre, 3-10 e 17 dicembre dalle ore 15 alle ore 18 a cura della sezione didattica del mArt

parco gIocHI al coperTo

Il gIardIno dI BaBBo naTale dal 26 novembre al 31 dicembre il giardino del palazzo ex catasto in via carducci è aperto al pubblico e accoglie i bambini con trenini, giostrine e animazioni in attesa di Babbo natale che il 23 dicembre raccoglierà le letterine che i bambini avranno imbucato nella cassetta delle “lettere a Babbo natale” posta al centro del giardino. mentre mamma e papà possono acquistare giocattoli in legno e l’albero di natale. il giardino è curato da Floricoltura Alberta e da progest Attrazioni per bambini (bZ)

sabato 17 dicembre, apre in via conciatori il parco giochi al coperto Bisi-B. Quattrocento metri quadrati per le famiglie con tre colorati gonfiabili, l’area gattonamento 0-3 anni, la stanza per l’allattamento con fasciatoio e molti altri bellissimi giochi che i bambini potranno utilizzare.

gli orari di apertura sono dal martedì al venerdì dalle ore 15.30 alle ore19 e nei week-end anche la mattina dalle ore 10 alle ore12. vi aspettiamo per la festa di apertura sabato 17 dicembre alle ore 16 con animazioni, giochi e musica.



  


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 9

Il presepe dI BeTlemme

nella chiesa di s.marco è esposto un presepe che arriva dal museo Internazionale della natività di Betlemme. Il museo, che raccoglie oltre 200 rappresentazioni della natività provenienti da tutto il mondo, di vario stile e dimensione realizzati da artisti dei cinque continenti, è nato per trasmettere un messaggio di pace e convivenza universali. la presenza a rovereto di uno di questi presepi non ha quindi solo un valore squisitamente artistico ma è testimonianza e messaggio di comunione tra i popoli. inaugurazione sabato 26 novembre ore 17

Bethlehem’s nativity sCene at st. marCo arChPriestal ChurCh opening at 17:00, on Saturday November 26th

Bethlehem’s International Nativity Museum has a collection of more than two hundred ancient nativity scenes. One of the most beautiful and antique scenes has been kindly brought to town and it is now on display.

naTIvITà arTIgIana dal 3 dicembre al 6 gennaio

percorso mostra presepi a cura del centro Ascolto e solidarietà caritas di rovereto

nella sede cedas cartitas di via setaioli, in sala Iras Baldessari di via portici e in sala s.giuseppe di piazza s.marco è possibile ammirare una suggestiva esposizione di presepi. una proposta spirituale e culturale per la sensibilizzazione ai messaggi evangelici dell’Accoglienza, della solidarietà e della sobrietà.

Il legame tra la comunità trentina e Betlemme è consolidato dalla presenza nella Basilica della natività di un presepe a grandezza naturale, proveniente dalla val di fiemme, e da una mostra di presepi artistici trentini presso il patriarcato latino di gerusalemme e la custodia di Terra santa.

Tra venezIa e Barocco chiesa di s.marco

nelle settimane dell’avvento è possibile partecipare alle visite guidate alla chiesa di s.marco edificata nel 1440 in onore del patrono veneziano, quando rovereto era soggetta alla città dei dogi. Qui il giovane Wolfgang amadeus mozart il 26 dicembre 1769 tenne il suo primo concerto italiano. le visite sono a cura della parrocchia di s.marco. giovedì 1-8 e 15 dicembre dalle ore 9 alle 11 ogni 30 minuti sabato 26 novembre 3-10 e 17 dicembre dalle ore 16 alle ore 18


10 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

sI accendono le noTe, rIvIvono le TradIzIonI spettacoli e artisti vi coinvolgeranno per le strade e nelle piazze della città con atmofere magiche nei luoghi più caratteristici ed emozionanti.

la pIazza dell’avvenTo

piazza battisti 27 novembre, 4-11-18 dicembre ore 17

l’avvento è il periodo di quattro settimane che precede il natale. gli angeli dell’avvento sono quattro, proprio come le quattro candele della grande corona di piazza Battisti che saranno accese ogni domenica dai bambini dei cori cittadini che accompagneranno questo speciale appuntamento con canti natalizi. Infatti come vuole la tradizione, anche in famiglia questo compito è affidato proprio ai più piccoli.

fesTa del sud una settimana all’insegna delle magiche atmosfere del sud d’Italia. gli ospiti d’onore sono gli amici di lampedusa che inaugurano la settimana dedicata alla loro isola con incontri a tema, gastronomia, musica, racconti e riflessioni. piazza erbe, allestita con i simboli delle loro tradizioni, diventa punto di incontro con la musica e le prelibatezze tipiche della sicilia.

centro storico e piazza erbe dal 3 al 10 dicembre

magiCal southern atmosPhere Piazza Battisti, advent square

December 3rd to10th

opening at 17:00, Sunday November 27th

A whole week dedicated to Southern Italy Christmas time traditions. Lampedusa’s mayor Bernardino De Rubeis meets Rovereto, bringing typical lights, sweets and other delightful product from the South. Enjoy.

Every Sunday (opening and December 4th,11th,18th) Rovereto’s young choiristers sing and light up Advent candles around the beautiful Neptune fountain.

w

Profumeria d’autore

Ne

P A R I S

Il nuovo punto di riferimento per le fragranze d’autore con i migliori marchi mondiali:

...

...

Via Fontana, 12/b - 38068 Rovereto (Tn) - T. 0464 48 02 80 info@francescaberlanda.it - www.francescaberlanda.it


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 11

carI cITTadInI, TanTI augurI

© foto Massimo Pia

giardino dei presepi, via roma sabato 24 dicembre ore 16

noTTe dI luce se questo natale è il natale dei popoli certo s. lucia deve essere celebrata come una delle tradizioni più sentite del nord europa. I canti natalizi, che hanno mantenuto nel tempo la loro forza ed i loro suoni caratteristici, accompagnano l’attesa del natale con la loro dolcezza e le loro magiche atmosfere. la svezia, paese che festeggia la tradizione di s. lucia, partecipa a questo natale attraverso la voce del coro st. nicolai sångensemble di stoccolma. Il concerto che

animerà le vie del centro storico si concluderà in piazza erbe dove sarà possibile assaggiare “glögg”, brioches allo zafferano, biscotti speziati ed altri tradizionali dolci svedesi. centro storico, domenica 18 dicembre dalle ore 17 alle ore 19

night of lights December the 18th, at 17:00

Saint Lucy is celebrated in a few places all around Europe from Catholics to Christians, Anglican and Lutherans. Trentino, Sicily and Sweden are curiously sharing this symbol of enlightenment and renewal. A Swedish choir performs around the old town. Traditional season sweets and drinks will be available.

addIo 2011 Infine il 31 dicembre grande festa di chiusura con musica e brindisi per tutti attorno a una lunga tavolata allestita per l’occasione tra le casette di via roma. via roma - piazza battisti, sabato 31 dicembre ore 17

I tradizionali auguri del sindaco di rovereto alla città si volgono quest’anno in un luogo del tutto speciale. grazie alla disponibilità delle signore fausta e flavia

cobelli il giardino della loro casa diventa il “cuore” del natale. ecco perché la vigilia, proprio qui, davanti al grande presepe ci scambieremo gli auguri.

mIlle Idee regalo venturini, articoli regalo e cornici - via mazzini 15

I 90 anni sono un anniversario importante. Il negozio venturini di via mazzini è un connubio perfetto tra il passato e il futuro: nel 1921 nonno rodolfo apriva la corniceria - attività che esiste ancora oggi accanto alle vetrine di casalinghi - mentre nonna giuseppina dava un tocco di raffinatezza e classe dietro il bancone delle «chincaglierie». oggi il negozio propone articoli classici, come i piatti di natale royal copenaghen, oltre alle moderne borsette per la spesa reisenthel e i raffinati cotoni delle ekelund, ma an-

che i tegami in terracotta per la pasta e fagioli e le patatiere colì dalla puglia, senza dimenticare gli accessori di pasticceria. con gli stampi per torte e per biscotti si potranno preparare ottimi dolci per le vostre merende invernali, da proporre nei graziosi servizi da tè o nelle classiche mug inglesi. un rito irrinunciabile per riscaldare i pomeriggi della stagione fredda. se ancora non bastasse, da venturini ci sono mille idee regalo da mettere sotto l’albero: lasciatevi ispirare da chi se ne intende!


12 VIVIROVERETO

lo sHopping

vIa rIalTo poesIa della sTorIa risalendo via rialto, con la sua pavimentazione in porfido e i suoi palazzi antichi, si cammina nel cuore storico di rovereto

collegamento ideale da piazza Battisti ai vicoli che corrono sotto le mura del castello, la sera questa strada, con i suoi lampioni che diffondono una luce aranciata, ci fa portare indietro le lancette di molti decenni. l’atmosfera che si respira è raffinata e ricercata, ma le insegne dei negozi ci ricordano come questo sia un luogo da sempre vocato al commercio. rispetto a via della Terra, che una volta costituiva il

le veTrIne dI vIa rIalTo

luogo di residenza dei nobili roveretani, via rialto vanta comunque palazzi pregevoli: basti guardare i due sporti verticali bianchi fra i numeri civici 39 e 47. Questa zona costituiva un tempo il quartiere ebraico della città. di rimpetto all’antico negozio di giovanni Bacca, nel porticato interno dell’edificio, si trovava infatti la sinagoga ebraica alla quale si poteva accedere anche da via del ghetto.

8 5

la bottega della pasta via rialto 56 t. 0464 421415

1

cappelleria bacca

2

via rialto 39 t. 0464 439082

Adami sciuss

boutique Arianna

via rialto 80 t. 0464 750700

via rialto 31 t. 0464 432422

abbigliamento, accessori e scarpe in un posto diverso, dove scoprire o reinventare il proprio stile: un luogo pieno di ispirazione e di dettagli.

abbigliamento femminile. scopri i dettagli a pag. 16. 3

non solo cappelli ma vasta scelta di sciarpe, guanti, borse, bretelle, cravatte inglesi, piccola pelletteria.

6

gioielleria s. marco via rialto 9 t. 0464 430268

gioielli e orologi delle milgiori marche, vasta scelta di articoli in argento per ogni occasione. 4

prima pagina boutique via rialto 1 t. 0464 480665

da 27 anni abbigliamento e accessori glamour per una donna sempre al passo con i tempi. Tra i marchi trattati pinko e Blumarine.

Foto paolo Aldi via rialto 47 t.0464 439333

atelier e galleria fotografica, ospita mostre ed organizza stage di fotografia.

prodotti regionali con materie prime principalmente del territorio con uno sguardo al passato e uno al futuro. creatività da provare: biscotto fortunato, raviolo rosetta. 9

ristorante istorante Al trivio campiello del trivio rivio 1 t.. 0464 436414

ricette icette rivisitate della cucina tradizionale trentina, con piatti che spaziano dalla selvaggina, al pesce di mare e di fiume. una carta dei vini particolarmente curata per trovare sempre il vino giusto da abbinare alle pietanze.

7

i tendaggi di tania

10

via rialto 12 t. 0464 421133

11

bar good times via rialto 46

food&Beverage

confezione artigianale e posa in opera di tendaggi per interno - tendine vetras pronte - vasto assortimento prodotti a magazzino.

Abc sportwear via rialto 23 t. 0464 420763

nel rinnovato negozio storico della via, abbigliamento e accessori uomo.


i n v i A r i A lt o

VIVIROVERETO 13

piazza san marco

e nd gra

campiello del trivio

4

9

5

piazza erbe

rial to

2

via

10

cerie via mer

leone

piazza battisti

3

11

lto ria a i v

del ortico sottop

6

via

sa lbu va via

Tra i simboli della zona ci sono poi le statue che richiamano le cariatidi ateniesi, disegnate per la cappelleria Bacca dall’artista futurista fortunato depero nel 1911, delle quali quest’anno ricorre il 100esimo anniversario. e in via rialto la creatività è di casa anche oggi: attorno allo studio fotografico di paolo aldi si è raccolta, infatti, una miriade di botteghe artigiane, cuore operoso 7 della città.

8

valb usa picco la

1

lo cHarme del cappello cappelleria bacca - via rialto 39

la cappelleria Bacca di via rialto quest’anno festeggia un importantissimo anniversario: il centenario delle cariatidi del futurista fortunato depero che “vegliano” l’ingresso dello storico negozio. è da quasi di due secoli, però, che la famiglia Bacca si assicura che a ogni viso venga abbinato il giusto copricapo. Il cappello è diventato, infatti,

un accessorio indispensabile. “è un nuovo modo di osare. fuori dagli schemi comuni”, sono le parole di franca sozzani, direttrice di vogue Italia. per la stagione invernale, il trend è rappresentato dal basco: liscio, tricot, in lana o tessuto con o senza decori. si conferma anche quest’anno il berretto cascante “Beenie” in tessuti pregiati da coordinare a loop e guanti senza dita, e poi il Trilby, in tessuto o feltro, impermeabile e tascabile come quelli di stetson o Borsalino. Infine, per chi davvero vuole distinguersi, lo stile inconfon-

dibile dei copricapi grevi o valeur, autentiche sculture in tessuto e maglia anche double face. Tanto di cappello!

ora sul nuovo sito internet è possibile vedere parte della collezione: www.cappelleriabacca.it


14 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

intervista a elisa nucci

Il senso del naTale Trova In BeTlemme la rIsposTa durante il natale roveretano, la nostra città ospiterà tre ragazzi del centro artistico di Betlemme la città di rovereto ospita l’arte prodotta dal centro artistico di betlemme. Una scuola in cui l’artigianato tradizionale palestinese si insegna ancora con il metodo “di bottega” con una relazione molto diretta tra allievo e insegnante, per questo il numero degli allievi non supera i 5 per ognuno dei tre laboratori di madre perla, legno di ulivo e ceramica. chiediamo a elisa nucci, volontaria vis e curatrice del museo della natività di betlemme, di raccontarci cosa significhi per i ragazzi di betlemme l’appuntamento con rovereto.

“I ragazzi di Betlemme, cosi come quelli delle altre città della West Bank vivono come in un acquario. Le loro case distano solo 8 km da Gerusalemme ma loro non ci possono andare. Anche per recarsi in altre città palestinesi devono attraversare check point militarizzati in cui spesso si fanno ore di file tra umiliazioni e maltrattamenti. I check point non risparmiano nessuno, neanche i malati o le partorienti, infatti sono numerosi i casi di nascite o morti al check point mentre si aspetta che l’ambulanza Israeliana venga a prendere i malati portati fino a lì dall’ambulanza Palestinese. Sono innumerevoli le storie che ci raccontano i nostri ragazzi, storie che parlano soprattutto di abbandono, per questo per i ragazzi è molto importante che noi siamo lì, e che ci siano legami con l’Italia e con l’Europa, li aiuta

a non sentirsi completamente dimenticati e a non esserlo. Da quando sono arrivata, quasi due anni fa, l’attività che ha risvegliato il maggiore entusiasmo è stata la possibilità, data dal Comune di Rovereto attraverso il Consorzio Rovereto InCentro di inviare tre ragazzi del Centro Artistico in Italia per partecipare al Natale roveretano. Per loro varcare finalmente la frontiera della libertà e conoscere personalmente l’Italia, di cui tanto avevano sentito parlare, era semplicemente troppo bello per essere vero. È stato davvero duro selezionare i tre ragazzi che sarebbero partiti, ma da allora l’organizzazione dell’evento è stata una cosa completamente condivisa. Mi hanno chiesto di dare lezioni di italiano durante la pausa pranzo e tutti stanno partecipando, partenti e non, professori inclusi! Tutti stanno collaborando alla produzione dei pezzi che

potremo vendere al Mercatino di Natale e continuamente mi chiedono come si vive a Rovereto, quanto dista da Trento, Milano e Venezia, cosa si mangia, se potranno fumare l’arghile. Oltre all’entusiasmo dei nostri ragazzi c’è anche il nostro. L’incontro con la città di Rovereto si svolgerà su diversi piani: attraverso la vendita dei prodotti della scuola, attraverso il prestito di uno dei Presepi esposti al Museo Internazionale della Natività di Betlemme presso il Duomo, ma soprattutto attraverso l’incontro tra i nostri ragazzi e la città che ci permette di dare una nostra visione di come vivere il Natale. Anche se sono fuori dall’Italia da un paio d’anni ricordo bene quanto il periodo natalizio sia snaturato della sua essenza e spesso ci si chiede come tornare a vivere il Natale nel suo senso originario. Credo che partire da Betlemme sarebbe una buona risposta.”


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 15

Lettera da Lampedusa

lo spIrITo dell’accoglIenza L’invito a partecipare al Natale dei Popoli è per Lampedusa un riconoscimento importante che sottolinea maturità e sensibilità della gente di Rovereto per la nostra isola, punta avanzata dell’Italia, baciata dal sole e bagnata dal mar Mediterraneo, diventata stazione di arrivo e di partenza di migliaia di uomini, donne e bambini. In fuga dai loro Paesi alla disperata ricerca di pace e libertà. E in questi mesi è stata proprio Lampedusa ad accoglierli, con la sua gente, con i tanti uomini e donne che dentro una divisa, una tuta, un camice o un semplice abito, riscoprono il gusto della fratellanza, della solidarietà, dell’accoglienza e lo hanno fatto non solo per dovere professionale

ma perché sani interpreti, protagonisti e tutori di quei valori sociali, civili e religiosi su cui poggiano pace e libertà. Pace sviluppata attraverso un percorso di solidarietà che la gente di Lampedusa ha percorso sin dal 15 aprile 1986, data dell’attacco missilistico libico contro l’isola. Da allora ad oggi, è maturato sempre di più il nostro spirito di accoglienza verso le genti che sbarcano a Lampedusa quale ultima spiaggia per ritrovare la libertà e principalmente un futuro che riconsegnasse loro quella dignità umana che sofferenze e dittature avevano negato. E non c’è stato lampedusano, in questo, che non abbia contribuito, offrendo un sorriso, una

parola, un cenno di incoraggiamento, anche nei momenti in cui lo Stato sembrava essere distratto o mentre la tensione accumulata metteva a repentaglio la complessiva volontà della convivenza civile. Ma la gente, la gente comune, ha capito, così come quei turisti che nonostante tutto, e sollecitati dallo slogan “Solo a Lampedusa si può godere di una vacanza in libertà e per la libertà” quest’estate sono tornati, come messaggeri di pace e con lo stesso spirito degli antichi viaggiatori, anche solo per esprimere solidarietà e vicinanza agli isolani, ma principalmente per riscoprire il gusto della natura, e di quella dimensione umana che Lampedusa, nonostante tutto,

continua a poter offrire. Ed è con lo stesso spirito che oggi, a nome di tutti i miei concittadini, desidero ringraziare l’Amministrazione Comunale di Rovereto per questo riconoscimento e L’Amministrazione Comunale di Betlemme, a cui siamo stati accostati, che supera le apparenti divisioni territoriali e consente a tutti noi, in prossimità dell’ormai prossimo Natale, di auspicare ed augurarci un mondo di pace e serenità, nella convinzione che da oggi, i rintocchi della Campana della Pace di Rovereto, scandiranno il tempo anche a Lampedusa e da lì rimbalzerà forte l’eco verso tutto il Mediterraneo. bernardino de rubeis

Sindaco di Lampedusa

la vIa della pace corso bettini dal 26 novembre al 31 dicembre

sul colle di miravalle nel viale d’accesso alla campana dei caduti, la più grande campana del mondo che suona a distesa e ogni sera batte 100 rintocchi, sventolano ottantanove bandiere. esse rappresentano uno stato o un popolo e la loro presenza sancisce l’adesione ufficiale alla missione della fondazione opera campana: diffondere

nel mondo un messaggio di pace. le bandiere vogliono simboleggiare il confronto sulla mondialità come esercizio di convivenza costruttiva. Questo messaggio sarà riprodotto nel centro della città, lungo corso Bettini dove tutte le ottantanove bandiere verranno riproposte per sottolineare la profonda vocazione alla pace della città di rovereto.

Boulevard of PeaCe

foto Paolo Aldi

November 26th to December 31st; Corso Bettini

Maria Dolens is the name of the Bell of the Fallen, one of the biggest functioning swinging bell in the world. It commemorates every night the fallen in all wars with its tolling and it is encircled by eighty-nine flags of Countries and People, on the Miravalle hill site. Those flags are going to be displayed as a message of sympathy, hope and cohabitation.


16 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

progeTTo zona f

arte e artigianato

Il neTTare delle apI

spettacolare via santa maria, l’attraversamento del torrente leno, l’affascinante via portici, le piazze e la vivacissima via mercerie. è in distribuzione la terza guida alla visita del centro storico di rovereto e delle sue realtà artigiane, con particolare attenzione rivolta alla rievocazione degli artisti roveretani e alle opere da essi lasciate, alla scoperta delle tracce esistenti nella parte antica della città. dicembre è il momento dei regali per l’imminente natale e vede gli artigiani di zona f e del centro storico impegnati nel proporre i propri prodotti tipici e artistici non dimenticando però il mondo della solidarietà, del rapporto con la città e con chi s’impegna per una vita migliore. ecco quindi che le botteghe offrono ognuna la possibilità di conoscere le diverse associazioni del volontariato socio-sanitario, i loro percorsi e progetti.

Il TrIonfo dell’eleganza

Apicoltura peterlini viale trento 100

per convincervi a passare in viale Trento 100, basterebbe dire che il miele dell’apicoltura peterlini è buono e naturale. ma se a questo si aggiunge un’esperienza di tre generazioni nel mondo delle api, sulla bontà dei prodotti di nicola e massimo peterlini si può veramente mettere la mano sul fuoco. nel laboratorio sotto casa viene confezionato il miele in 13 varietà: dalla tradizionale acacia, passando per eucalipto, castagno e tiglio,

l’associazione zona f assieme agli artigiani del centro storico di rovereto propone un ricco programma per tutto novembre e dicembre. sono iniziative che coniugano arte, storia e artigianato; motivi per scoprire il centro storico e i prodotti artigianali, ma anche possibilità d’incontro e socialità. si inizia il 18 novembre con la “mostra diffusa” nuovi futuristi. gli undici autori rappresentanti questo movimento artistico sono ospiti di una mostra a loro dedicata nella casa d’arte futurista fortunato depero e contemporaneamente di undici atelier e botteghe artigiane realizzando così un piacevolissimo percorso artistico nel centro storico. è l’occasione per un’interessantissima passeggiata all’insegna dell’arte nella zona più antica del centro di rovereto percorrendo la produttiva via rialto, l’antica piazza s. marco, la splendida via della Terra, la

fino ai più ricercati tarassaco e cardo (stagione produttiva permettendo), il tutto in barattoli che vanno dai formati classici alla graziosa linea mignon. Il “nettare delle api” è protagonista anche nella linea frutta secca: noci, nocciole e mandorle immerse nel miele di acacia danno vita a un abbinamento da leccarsi i baffi. Infine, i fratelli peterlini propongono 28 tipi di caramelle, senza l’aggiunta di coloranti e conservanti. da provare.

vale la pena farsi incuriosire dalla vetrina della Boutique arianna in via rialto: sui manichini nella stagione autunno-inverno non mancherà la maglieria avvolgente mentre i colori della stagione sono il verde, i grigi e il fango. Insomma, forme e tonalità che sanno “riscaldare” anche gli inverni più rigidi. gli accessori che non devono mancare per i mesi freddi in un guardaroba che si rispetti, sono sciarpe uomo e donna della linea missoni. particolari di eleganza irrinunciabili, che possono trasformarsi in sfiziose idee regalo. Tra le marche più quotate della boutique ci sono mYf, la linea pantaloni di pucci e la maglieria di frenci & giò. ma il vero valore aggiunto

del negozio è l’atmosfera: la titolare vera ha dedicato tutta la sua vita alla moda ed è preparatissima per consigliare ad ognuna l’abito giusto per l’occasione giusta e per valorizzare la propria personalità.

boutique Arianna, via rialto 31


mUsicHe dAl mondo

VIVIROVERETO 17

poesIe, canTo e musIca nell’InconTro Tra culTure del medITerraneo rovereto, “città della pace”, accoglie Betlemme e la palestina attraverso l’associazione Pace per Gerusalemme

la maram oriental ensamble

Auditorium melotti sabato 17 dicembre ore 17.30

il coro s.Ilario in palestina nel 2000

“pace per gerusalemme - Il Trentino e la palestina onlus” è nata nel dicembre 2001 e lavora con la comunità amica di Beit Jala (città sorella di Betlemme) per costruire e difendere le ragioni della pace, del dialogo e della convivenza in quel luogo reale e simbolico che è la terra di Israele/palestina. con Beit Jala, e in particolare con associazioni e scuole che si occupano di giovani, è stata avviata una relazione permanente di cooperazione comunitaria. la città di rovereto

vi partecipa, attraverso la partnership con il coro s. Ilario, il minicoro e il circolo fotografico l’Immagine. l’associazione opera anche in Trentino con iniziative informative/formative e viaggi; sono ormai molte le persone che si recano in palestina, non solo alla scoperta delle tradizionali mete religiose, ma anche con la curiosità di capire le ragioni e la realtà del conflitto, attraverso incontri con gruppi israeliani e palestinesi che operano per il dialogo e la convivenza.

nei giorni del natale dei popoli la tradizione, i suoni e i profumi della palestina percorreranno le strade di rovereto. pace per gerusalemme assieme al coro s. Ilario, che nell’anno 2000 fu invitato proprio in palestina per l’iniziativa “Italia per Betlemme 2000”, proporrà uno spettacolo musicale dove il canto popolare incontrerà i suoni della palestina. lo spettacolo sarà aperto dai canti della tradizione popolare natalizia offerti dal coro s. Ilario e proseguirà con “Un giorno

sarò ciò che voglio” - Omaggio a Mahmoud Darwish (poeta palestinese) del Trio maram oriental ensemble guidato da Taisir masrieh. maram in arabo significa meta e il viaggio del maram oriental ensemble ha come meta la contaminazione e l’incontro fra le culture occidentale e orientale del mediterraneo. è uno spettacolo di poesia, canto e musica in cui le parole delle liriche si intrecciano alle note dell’oud (il famoso liuto arabo) e ai ritmi delle percussioni. Il dialogo si estende: arabo e italiano si intersecano nell’alternarsi di versi e canzoni. la serata si concluderà con i due gruppi sul palco per contaminare il canto popolare con il suono dell’oud. e 17,00

sound of Christmas Saturday December 17th, at 17:30; Melotti Auditorium

Oriental Ensamble Maram Trio and Saint Ilario Choir accompany us into a journey of sounds. Local Christmas songs with the choir, an homage to Palestinian poet Mahmoud Darwish with the trio. Then Arabic and Italian, trio and choir, eventually entwined in a mix of oud (a kind of lute), folk singing, percussions and poetry into a powerful unmissable show.

di Franco Vettori & C. s.n.c.

38068 ROVERETO (TN) Via Garibaldi, 30


18 VIVIROVERETO

i l n AtA l e d e i p o p o l i

aprI le Tue alI

commedia musicale in cinque quadri testo e musica di andrea amplaz

porTe aperTe al volonTarIaTo

spettacolo musicale a cura degli amici dell’operetta tratto dal romanzo di luis sepulveda “storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”. “apri le tue ali” è un invito ad osare, prendersi cura degli altri, dei più deboli, dei diversi, ed accogliere chi è in difficoltà. Auditorium melotti 3 dicembre ore 20.30 4 dicembre ore 17.30

concerto dell’orchestra fiati del liceo rosmini

musIca e popolI Auditorium melotti, 18 dicembre ore 17.30

le emozioni suscitate dal linguaggio della musica sono le basi per costruire dialogo e confronto, affinchè si possa raggiungere una migliore armonia tra i popoli per una sinfonica ricerca della pace. la musica è ritenuta il mezzo più efficace per favorire la comunicazione,

l’aggregazione e l’integrazione fra le persone, perché valorizza le identità e le differenti caratteristiche di ogni popolo. Insieme al linguaggio verbale è uno dei fondamenti di ogni civiltà e il concerto dell’orchestra fiati liceo rosmini diretta dal maestro andrea loss ne sarà esempio.

A Natale scegliete solo gli abiti più buoni. Rovereto

Solo il bello dello shopping.

l’urban center, il nuovo spazio riservato al dialogo e all’incontro dei cittadini di rovereto, dedica la sua programmazione del mese di dicembre interamente al natale dei popoli. In particolare, l’urban center diventerà la “vetrina” e lo spazio di incontro delle realtà di volontariato della città. collocato nello stabile ex chesani - che sta per assumere l’intitolazione a robert Kennedy, uno dei grandi protagonisti del novecento nella difesa dei diritti umani - l’urban center ribadisce così la sua centralità non solo urbanistica, ma anche simbolica, “nel cuore” della città che accoglie e che dialoga. se vogliamo comprendere quale senso possa avere, oggi, la

parola natale, sarà sufficiente domandarsi quale importanza diamo alle parole accoglienza e ospitalità. nel corso degli anni il natale dei popoli di rovereto è cresciuto nel segno della ricerca di un significato autentico del natale. e così, a conclusione dell’anno europeo del volontariato, si è pensato di dedicare l’attenzione a lampedusa e a tutto quello che il nome di quest’isola ‘estrema’ può significare per noi, oggi. I protagonisti di questo natale così particolare sono dunque le numerose realtà di volontariato che fanno dell’accoglienza verso ogni persona la loro ragion d’essere e che all’urban center troveranno ospitalità per tutto il periodo natalizio.

dal 26 novembre al 31 dicembre tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 19


i l n AtA l e d e i p o p o l i

VIVIROVERETO 19

una reTe per la pace La intesse il Natale dei Popoli di Rovereto che eleva Lampedusa e Betlemme a città simbolo dei più elevati sentimenti di umana solidarietà. Nel suo essere “terra di confine” la città di Rovereto propone un Natale di comunione tra popoli. Festa sì, ma anche riflessione per una ricorrenza che pur contenendo tutti gli ingredienti della tradizione: il mercatino con le casette addobbate, le luminarie, l’albero decorato… sia anche Natale che guarda all’altro, un Natale giusto che abbracci i popoli e promuova la solidarietà. Allora quali migliori emblemi si ergono oggi nel nome della fratellanza universale se non Betlemme: la città ove duemila e undici anni fa nacque un bambino che portò nel mondo

parole così profonde di pace e amore che ancor oggi il suo messaggio tocca il cuore di tanti e Lampedusa, l’isola che è porta di accoglienza per i tanti che fuggono da una miseria infame o da una terra preda di violenza? Isola simbolo di coraggio quella di Lampedusa, dai loro abitanti abbiamo sentito parole come: “accoglienza” e “fratellanza”. Ci ha sorpreso la loro umanità, li abbiamo visti raccogliere ogni giorno centinaia di viaggiatori della speranza, li abbiamo visti vivere impotenti l’invasione della loro terra, un tempo sovrana di turismo, oggi porto di approdo. Ugualmente i lampedusani hanno dichiarato che quella loro isola è aperta e non chiusa. E a ogni sbarco ci insegnano che tutti

noi siamo chiamati a onorare il diritto alla vita degli uomini e ci ricordano il messaggio racchiuso nelle scritture sacre “E amerai lo straniero perché stranieri foste in terra d’Egitto”. In quel verbo “amare” sta il senso del Natale. Fu quello il verbo caro al bambino nato a Betlemme.

ImpossIBIle annoIarsI al Bar class un locale dal carattere forte e deciso. Il Bar class di corso Bettini 51, si sa distinguere grazie al suo staff giovane e dinamico, alla cucina invitante e alle serate di intrattenimento sempre diverse. oltre ai pasti veloci, la cucina del locale propone una vasta offerta di panini, piadine, focacce e insalatone preparate al momento, tra cui l’imperdibile “Insalata class” con pollo e mandorle. Il bar class di corso Bettini è rinomato anche per i suoi aperitivi, dove non mancano le stuzzicherie e i cocktail più in voga, e le movimentate serate con “dj set” e musica live. Il bar class organizza inoltre rinfreschi per lauree e feste di compleanno, con la possibilità di prenotare l’intero

locale per celebrare come si deve i momenti importanti. e nel mese di dicembre, lo staff del bar class vi aspetta per festeggiare l’arrivo del natale con una “serata martini”, con l’immancabile dj set e la musica più “in” del momento. per conoscere la data precisa dell’evento e rimanere aggiornato su tutte le iniziative del locale di corso Bettini, diventa amico del bar class su facebook. sarà veramente impossibile annoiarsi!

“Amare” che non è sopportare, o tollerare ma è il sentimento più forte che un essere umano può vivere nella sua vita. E allora che sia buono questo Natale, che sia giusto: vero “Natale tra popoli”, perché solo così anche la festa non avrà il sapore di un inutile eccesso. patrizia belli

bar class corso bettini 51


20 VIVIROVERETO

le mostre in corso Al mArt

vIaggIo nell’arTe al marT mart Current exhiBitions www.mart.trento.it

Welcome to our world-class Modern & Contemporary Art Museum. 43, corso bettini - rovereto tn 38068 - i

gino severini

Il cammIno dI severInI

a cura di gabriella Belli e daniela fonti. la mostra è una coproduzione del mart e dei musées d’orsay e dell’orangerie, parigi Fino all’8 gennaio 2012

“una scelta doverosa riportare questo pittore sulla scena artistica internazionale”. con queste parole la direttrice del mart gabriella Belli e la direttrice del d’orsay di parigi marie paul vial introducono la mostra “gino severini 1883 1966” in esposizione al mart sino all’8 gennaio e che nasce dalla collaborazione tra i due musei ed è curata da gabriella Belli e daniela fonti. la mostra roveretana ricostruisce l’itinerario artistico di severini attraverso una selezione di circa ottanta opere, provenienti

dalle più importanti collezioni pubbliche e private italiane e internazionali.

san luIs a cura di gabriella Belli dal 19 novembre al 19 febbraio 2012

carlo valsecchi si può considerare a tutti gli effetti, una delle figure emergenti più interessanti che appartengono al genere della fotografia artistica.

san luis, ra. 2007

mirella bentivoglio

la donazIone BenTIvoglIo a cura di mirella Bentivoglio, con la collaborazione di daniela ferrari dal 19 novembre al 19 febbraio 2012

espansione sferica della luce, 1913-1914 utica (nY), monson William proctor Institute

artista, poetessa e performer di calibro internazionale, mirella Bentivoglio si occupa di poesia visiva a partire dagli anni sessanta ed è autrice di opere sperimentali nel campo della ricerca verbovisual.

gIllo dorfles 101 opere recenTI

diango Hernández

lIvIng rooms, a surveY a cura di Yilmaz dziewior dal 19 novembre al 19 febbraio 2012

carlo valsecchi

a cura di gabriella Belli dal 16 dicembre al 12 febbraio 2012

giardino Tropicale 2009 Tired stop, 2008

un ulteriore sguardo sui vari linguaggi del contemporaneo con la mostra monografica di diango Hernandez. accanto

alle prime opere alcuni lavori recenti e opere site specific realizzate appositamente per l’esposizione al mart.

la mostra rende omaggio all’artista triestino toccando i momenti salienti della sua ricerca, che ha inizio negli anni Trenta, nel solco dell’espressionismo e del surrealismo. al mart di rovereto esiste uno spazio permanente dove grandi e piccini possono divertirsi imparando qualcosa di più sull’arte e dando libero sfogo alla fantasia. si chiama Babymart ed è

dotato di area wi-fi, dove è possibile dedicarsi ad attività ludico-educative (leggere, disegnare, etc…) e dove anche i più piccoli potranno divertirsi in un angolo morbido e sicuro.


d A v i s i tA r e

VIVIROVERETO 21

marIa dolens sImBolo dI pace

Fondazione opera campana dei caduti Colle di Miravalle - 38068 Rovereto Telefono: 0464 434412 Fax: 0464 434084 info@fondazioneoperacampana.it www.fondazioneoperacampana.it orari Gennaio, Febbraio, Novembre, Dicembre: dalle ore 9.00 alle ore 16.30 La Campana suona ogni giorno: alle ore 21:30 con ora legale, alle ore 20:30 con ora solare; la domenica suona anche alle ore 12.

nata da un’intuizione del sacerdote roveretano don antonio rossaro, la campana dei caduti - maria dolens diffonde il proprio messaggio dal 4 ottobre 1925. simbolo di una profonda vocazione alla pace, perché fusa con il bronzo dei cannoni delle nazioni partecipanti alla prima guerra mondiale, è la più grande campana al mondo che suoni a distesa.

ogni sera cento suoi rintocchi invitano a riflettere, dal colle di miravalle, sulla pace dei popoli. Il 18 gennaio 1968, con decreto del presidente della repubblica, è nata la fondazione opera campana dei caduti, che ha ottenuto, nel 2006, il partenariato con il consiglio d’europa e, nell’agosto 2009, lo status consultivo speciale presso l’ecosoc dell’onu.

la guerra dI lIBIa 1911-1930 Fino a giugno 2012

Il museo storico Italiano della guerra che si trova nel trecentesco castello di rovereto, ricorda i cento anni dall’inizio della guerra italoturca (1911-12) per il controllo della libia con una mostra di fotografie, materiali e cartoline di propaganda. la mostra ripercorre le vicende del conflitto e illustra l’immaginario

coloniale popolare attraverso l’iconografia riprodotta nelle cartoline illustrate e con altri materiali. info: museo storico Italiano della guerra via castelbarco, 7 rovereto Tel. 0464 438100 www.museodellaguerra.it orari Tutto l’anno da martedì a domenica 10.00 - 18.00


22 VIVIROVERETO

A lt r i e v e n t i

la creaTIvITà possIBIle Il cInema

futuro presente laboratorio permanente sui linguaggi contemporanei

Il focus autunnale di futuro presente sarà dedicato alla creatività applicata al linguaggio cinematografico. Quali forze concorrono a dare forma alle più enigmatiche e seducenti costruzioni narrative, quelle per immagini? Quali energie guidano i processi creativi della gente di cinema? attraverso un fitto programma di incontri con registi, produttori, sceneggiatori e attori, si indagheranno le diverse forme della creatività che concorrono alla definizione dei modelli espressivi della macchiimmagine tratta dal backstage del film terraferma, regia di emanuele crialese

na cinematografica. per gettare luce sulla complessità del lavoro che sta dietro la costruzione di un film si è scelto di coinvolgere alcuni dei protagonisti del cinema italiano contemporaneo. la parola, in altri termini, andrà a chi il cinema lo fa per davvero. e siccome la magia del cinema non sta solo nelle parole, ma è in buona parte il frutto delle alchimie che si consumano sullo schermo, non mancheranno proiezioni e momenti di carattere spettacolare. rovereto, 18-20 novembre

Il ‘700 rITrovaTo nelle collezIonI TrenTIne Il titolo dell’evento è forte, di impatto immediato. un nome soltanto: “palazzo alberti poia”. un nome che per tutti i roveretani rimanda subito alla rovereto del ‘700 e ai fasti e alla bellezza architettonica di corso Bettini, a pochi metri dal mart. e un sottotitolo, altrettanto semplice: “riapre il ‘700 a rovereto. viaggio nelle collezioni trentine”. stiamo parlando di una mostra, ma anche e soprattutto di qualcosa di più significativo e rilevante, non solo per la città della Quercia: la restituzione ai roveretani e ai trentini di un pezzo di storia e di cultura cittadine. palazzo alberti poia aprirà al pubblico in una veste rinnovata, con la nuova destinazione espressamente voluta dall’amministrazione comunale: qui saranno ospitate, in

Il fascIno deI gIoIellI

WISHES YOU A MERRY CHRISTMAS AND HAPPY NEW YEAR

la gioielleria perini è nata come laboratorio di oreficeria. le origini “artigianali” e creative del negozio, che ha emesso il primo scontrino nel 1934, hanno lasciato la loro traccia unica e riconoscibile nella sede di via Tartarotti. oltre alla gioielleria classica con marche in esclusiva come damiani, leo pizzo, fope e comete, il negozio propone infatti gioielli creati artigianalmente e assemblati con fantasia. “vendere quello che hanno tutti”- dice lucia perini, una delle titolari - “è facile. Io, oltre a proporre le marche leader del mercato, acquisto oggetti particolari da tutto il mondo e poi li propongo a prezzi accessibili”. da perini si possono quindi trovare col-

via definitiva, le collezioni di quadri trentine provenienti dal patrimonio della città e dagli archivi del mart. Quelle collezioni, centrate per lo più proprio sul periodo settecentesco, a palazzo alberti ritroveranno una loro “casa”, con l’aggiunta di mobilio e di arredi originali dell’epoca. una visita a palazzo alberti diventerà dunque un affascinante viaggio nel tempo, alla scoperta della quotidianità e delle raffinatezze di un’epoca che a rovereto ha lasciato un segno indelebile. palazzo Alberti dal 16 dicembre

perini gioielli - via tartarotti 39

lane multifili di seta dal libano, parure siriane e borsette indiane, selezionate dalle fiere di tutto il mondo. oltre agli articoli da regalo per anniversari e cerimonie, nel negozio di via Tartarotti è ospitato inoltre lo shopping shop di mont Blanc, marca leader nelle penne e negli orologi.


Vi augura

un Natale

coi fiocchi! ata li. N a t n a v o n o t n e C

AGENZIA DI ROVERETO Agente Walter Caldonazzi Piazzale Orsi, 24 - Tel. 046 4020400 agenzia.rovereto@gruppoitas.it


24 VIVIROVERETO

vivere lA città

I numerI della cITTà

corso Bettini 64 0464 424047 info@roveretoincentro.com www.vivirovereto.it

corso rosmini 6/a 0464 430363 info@visitrovereto.it www.visitrovereto.it

Farmacie in città farmacia comunale 1 via paoli 0464 432060 farmacia cobelli via mazzini 10 0464 421270 farmacia Thaler via dante 3 0464 421030 farmacia santoni piazza filzi 21 0464 437797 farmacia s. marco piazza erbe 17 0464 421060

farmacia Barbacovi via Benacense 9/B 0464 421373 farmacia pavani viale vittoria 42 0464 436620

Azienda provinciale per i servizi sanitari servizio veterinario 0464 403741

polizia municipale di rovereto 0464 452110

servizio taxi rovereto 0464 424365 0464 421555

soccorso Aci rovereto, via lagarina 37 0464 410465 ospedale di rovereto 0464 403111

piscina comunale 0464 435440

internet wireless In rete per le vie della città. visita il sito: www.futur3.it/rete-luna/

Abbigliamento 0 - 12 Presenta questo COUPON ti attende uno speciale

SCONTO 10% SULL’INTERA SPESA Buono utilizzabile fino al 31/12/2011

Rovereto, Via Carducci, 1 - Tel. 0464 424926

Beauty Star+Cad ROVERETO 181x126.indd 2

10/10/11 11.12

Profile for Consorzio Rovereto In Centro

VIVI ROVERETO - Numero 3  

Ottobre - Dicembre 2011

VIVI ROVERETO - Numero 3  

Ottobre - Dicembre 2011

Advertisement